Angeli con le ali spezzate

sotto la pressione del tempo e del destino

unità

 

 

           Giovedì, 13.10.2016

 

     Ancora una volta qua, questa volta il viaggio è stato sofferto. Sono andata via di là parecchio triste. Alla fine mi trovo nelle stesse condizioni di prima, mi da l'impressione di muovermi in cerchio.

 

 

   Un secondo autista ha chiuso egregiamente il mio viaggio, un uomo che ha lavorato in Belgio, Olanda e in Italia.

 

    - A me pare che lei è andata via di là un po pressata.

     - Sì. Poi interviene il classico e se.. e se … e non finisci più.

     - Io so una sola cosa signora, quando si spende più di quanto si guadagna non vale la pena insistere.

 

  Carino! Ecco un uomo con i piedi per terra, io ho parecchio tempo la testa in nuvole.

 

     - Poi quando si entra nel paese si ha impressione che ti manca la libertà.

    - E' così, senti tutto stretto e ti manca il respiro.

     - Signora, io pensavo che fosse solo una mia sensazione.

     - Non, in tanti sentiamo lo stesso.

     - Che poi non è che qui non sei libero a fare quello che ti pare.

     - Ti manca lo spazio per muoverti.

 

   Possibilmente sia la dogana presente e adesso che ci da questa sensazione di chiusura e di mancanza di libertà. Dopo un lungo viaggio in quale passi da un paese ad altro senza accorgerti bang arrivi alla frontiera tra Ungheria e Romania: Europa finisce là.

 

 

   - E' visibile la differenza tra chi vive qui e chi vive a estero, quelli di qui sono mal vestiti.

   - Sono tristi, non hanno possibilità nemmeno di viverre decentemente.

   - Hanno raddoppiato l'aiuto per i bambini, adesso si avvicina a 20 euro al mese.

   - Hanno fatto bene, resta pure poco rispetto ad altri paesi.

   - Ah sì in Belgio pagano benissimo per i figli, io ci sono stato. Ho una vicina che riceve 500 euro al mese, suo marito lavora là.

    - Con figli or no in Germania se lavori 3 mesi in regola poi chiedere poi il sussidio sociale. Nessuno muore di fame or finisce sulla strada. La protezione sociale manca in Romania.

 

Certo che l'ambiente mette impronta sul nostro viso e sul nostro comportamento. Non è il solo però.

 

   - Signora ma lei sa che il parlamento intende fare una legge per sottrarre 5% dallo stipendio di tutti i rumeni che lavorano al estero?

    - Non, non sapevo. E' ingiusto, io pago tasse là dove lavoro e vivo. Perché pagare anche qui?!

     - In tanti hanno detto che rinunciano alla cittadinanza rumena, tanto lo stato rumeno non fa mai niente.

    - Fanno bene, anch'io lo farò. Pesa essere rumeno... poi sono cittadina europea ed è abbastanza.

   - Lo stato non ha soldi e cerca vari soluzioni per riempire il vuoto.

    - Lo stato può prendere tanti soldi dai milionari rumeni e ci sono abbastanza ho visto il top.

   - Si ci sono, poi prendi sempre da un poveretto che fatica a vivere?

    - In effetti se prenderebbero 10 % da questi milionari subito lo stato avrebbe risorse. Obama ha fatto così.

 

   Quanto tempo parlavo di questi milionari rumeni intoccabili e della estrema povertà esistente in Romania, il cuore mi dava un forte dolore. Servono dei politici come Obama e Merkel, il loro esempio può essere di aiuto ai paesi più poveri. Sono poveri per la mal gestione delle risorse e per la corruzione, un altro motivo non c'è.

 

   Abbiamo parlato per quasi 2 ore, il solo soggetto che mi dava realmente dolore è stato la povertà. La povertà che affligge ingiustamente e illogicamente gran parte del umanità spero che un giorno sparirà.

 

   Poi … rinunciare alla cittadinanza rumena io la ho da parecchio tempo in testa, inizierò a metterla e in pratica. Non mi è chiaro se si può rinunciare a essa senza avere un altra in cambio. Da dove dei documenti? Senza di essi non puoi muoverti da nessuna parte.   So solo che l'appartenenza a vari gruppi umani che hanno una certa storia, generalmente dolorosa e bruta non mi va.

  

   Che poi devo farmi i documenti sì ma potevo farla anche essendo là. Non mi giova per niente essere ancora dai genitori, essere ancora una volta qua. La pioggia forte ci aiutava nei nostri discorsi niente da dire, queste strade di campagna sono un disastro in autunno:

 

   - Guarda che fango sulle strade e quanta acqua sporca stagnante.

    - Signora, quando piove è così.

    - Io vengo da una zona turistica molto bella e curata. Certo che l'impatto con una tale realtà è grande.

    - Lei risolve qui cosa ha da risolvere e poi torna.

 

   Gentile, mi ha portato fino al cancello poi mi ha dato una mano con la valigia fino in cortile. E' stato un piacere conversare con una persona intelligente dopo le banalità sentite a lavoro ogni santo giorno.

 

   E la seconda volta quando sento questo “risolve cosa ha da risolvere e torna”

 

   Il primo autista invece è stato il classico uomo ancorato alle tradizioni e pregiudizi. Se quella giovanissima non lo reclama ad agenzia fa un grande errore. Una giovanissima curata e ben vestita, capelli biondi tinti, le unghie modernamente aggiustate, bellissima tra l'altro. Ma per questi motivi lo aggrediva verbalmente l'autista?! Io non so quando e da dove è iniziata la loro guerra, sono salita ultima nel pulmino.

 

   - Guarda che giovane come te con le unghie curate non vengono in Germania a lavoro ecc. ecc.

 

  La piccola si è stufata, questo qua parlava tramite la radio con i suoi colleghi di che tipo di ragazza ha nel pulmino. Pare che un collega se né è accorto della sua esagerazione e mancanza di professionalità e lo ha fatto smettere.

 

   - Senti se non smetti con questa storia io reclamo ad agenzia.

    - Cosa hai detto?!

     - Un po di rispetto... sono un cliente.

    - Vuoi che ti butto le scarpe giù? Mettiti le scarpe adesso!

 

  La ragazza stava con calzini grossi, senza scarpe. Io ho dei calli fastidiosi ai piedi e stavo uguale.

 

Mamma mia che discorsi, anche dopo la partenza della ragazza lui continuava dire a un passeggero più maturo :

 

   - Ma non romperle la testa? Questa qua fa delle cose in Germania... Ho avuto una volta una donna sposata che faceva una cosa simile con l'accordo di suo marito. Io sono rimasto sbalordito.

 

   Ecco per un altra volta rimpiangevo la mia fretta. Non è il suo or il mio affare cosa fa or non fa una ragazza a estero. Secondo me era solo una sua esagerazione, stava cercando una scusa al suo comportamento sessista e desueto. Magari l'autista abita in campagna ed è ben inserito nelle tradizioni di là, possibilmente cattolico or altro del genere visto l'ossessione sessuale nei confronti della donna.

 

 Secolo XXI è qui e pure è così lontano, quasi irraggiungibile.

 

  Ovviamente l'autista era stanchissimo e la stanchezza aumenta l'irritabilità. E' inammissibile guidare 30 ore in ritmo continuo, si è fermato in un parcheggio per riposare 3 ore. L'avidità dei datori di lavoro è la stessa dappertutto.

 

 

   Sì mi aspettava qui la tessera sanitaria tedesca Axx. Da questo posto di lavoro ho il foglio di residenza e la tessera sanitaria, niente altro tipo contratto or busta paga e pure da maggio mi sta rompendo le scatole che paga molto per me tasse ed imposte.

 

Presa tra i pro ed i contra di questa mia nuova ed inaspettata avventura, ho chiuso tuttavia meravigliosamente la serata.

 

    L'affermazione Io sono luce

mi ha portato anche questa volta lo splendido cavalo bianco, la testa indirizzata verso sinistra mi permette vederlo meglio: è un unicorno. Emana forza e sicurezza, è una presenza rassicurante.

 

   Dove cazzo vado a passeggiare qui? E' casa accanto alla casa, non è montagna. Non ci sono dei ruscelli e dei sentieri acanto a essi immersi nel verde. E' tutto scuro ed è tanto fango di seguito alla pioggia, fa anche tanto freddo. Mi sto snervando da sola, i viaggi senza convinzione è meglio non farle.

 

  Ho guardato poco sul mio sito, di là delle vicende impegnative la sola cosa che mi faceva piacere vedere lì è il mio stesso nome: Iris.   Il sogno è conseguenza dei miei stessi sentimenti:

 

 

“ Metto in un vaso di vetro bianco trasparente un mazzo di fiori molto lunghi, incurante spezzo il gambo dei fiori spingendo il mazzo nel vaso insieme al imballaggio di plastica trasparente. Uno di loro rimane pure alto, molto alto. Guardo il gambo lunghissimo e grazioso, in fine arrivo con lo sguardo là su dove è un fiore viola vellutato e fine indirizzato verso di me: è un iris. Sento la sua energia piacevole.”

 

 

  La mia sensibilità sta aumentando. Sento l'energia delle persone da buon tempo, piacevole or meno per me: io so la verità. Di certo preferisco la compagna delle persone con una piacevole energia. I fiori invece mi regalano sempre piacevolezza e delicatezza.

 

   Ecco anche questo qua, se mai la gente cambia. Scambio 2-3 parole con Giulio circa la mia venuta imprevista esprimendo anche il disappunto per l'avidità dei datori di lavoro. Lui va fuori e sta dicendo alla madre:

 

    - Pensi che loro la chiameranno indietro se lei parla troppo?

    - ?!

 

 

 

    Venerdì, 14.10.2016

 

 

   Di solito ottobre mi portava qualche novità, adesso quale sarebbe? Non mi ritrovo per niente qua, è una differenza troppo grande tra due realtà.

 

     La chiesa ha un effetto strano su questa donna, ieri era calma oggi già inizia dopo le 8 con rumori e toni alzati. Non ho mai supportato gli urli, non importa da chi venissero.

 

   Ogni volta quando sono qui, inizia con i classici discorsi. Non si è annoiata?

 

  - Stai a letto fino alle 8?!

    - Perché tu dove vai se ti alzi presto?

     - Vado a chiesa e … prego.

    - Puoi fare del altro qui?! Va in città e fatti una passeggiata nel parco.

    - Non vado da nessuna parte.

   - Appunto non vai più da nessuna parte.

 

 

   In effetti dove vuoi che se ne andasse?! La chiesa è il suo solo impegno. Sta tanto drammatizzando però, pare che io fossi qui da mesi non da 3 giorni! Dalla chiesa che è il solo motivo per uscire di casa, passiamo poi al suo secondo interesse : i soldi.

 

   - Ho fatto pulire le stufe, mi ha costato un sacco di soldi.

     - Non hai ricevuto soldi da Oriana?

    - Oriana se ne frega.

    - ?!

    - Poi ho avuto dei problemi con la lavatrice, anche là ho pagato un bel po di soldi.

    - ?!

    - Adesso viene Corina or Giulio per attaccarla, io non sceglievo bene i programmi.

 

 

  E' una meraviglia che pensionati come loro riescono pure vivere decentemente, la pensione è piccola e le spesse sono parecchio. Poi come vedo anche nelle vicende quotidiane non c'è la fanno più. Tuttavia loro ricevono aiuto dai figli.

 

  Esco per prendermi il caffè in natura, quella poca che è qua. Passa Laura, lei parlava calmo e pacato:

 

   - Allora è finito?

    - Si, dovevo stare fino in 23 ma è arrivato il freddo e pochi clienti, hanno ridotto il personale cioè me.

    - Ma tanto 23 è vicino.

 

   Cioè sto facendo tanto caso per poco, poi guarda indietro: dalla cucina si sentivano gli urli di tutti due anziani. Quanto per la sordità, quanto per la rabbia accumulata e la mancanza di cultura, in somma.... La loro vita non è il mio affare, ognuno con le sue scelte.

 

   Molto tempo io sicuramente non mi fermerò. Questa donna si annoia e parla e parla... a vanvera ovviamente, come l'anziano dal lavoro. Non hanno più un altro modo per captare la tua attenzione (la tua energia), le è rimasta solo la bocca ancora vivace.

 

 

   Qualcuno su Fb sta parlando di... nodi karmici famigliari. Ma dove scrive che per forza noi dobbiamo essere amici con i famigliari? Come mai siamo arrivati a essere così condizionati per pretendere rapporti sani e onesti in una casa? Alla fine siamo solo umani in cammino, famigliari or no, mi da impressione di una falsa cultura che ci mette insieme per forza fino alla morte. Ognuno di noi deve trovare la sua strada e la pienezza del suo essere nella realizzazione del sé. Di certo non la troveremmo stando insieme costretti e condizionati, ammazzandoci a vicenda fisicamente e psichicamente.

 

 

   Mi ha divertito il commento di qualcuno "che sia la terza guerra mondiale nella mia famiglia", le ho detto che ha un buon umorismo e iniziare di lì per sanare i rapporti. Poi mi ha confermato che realmente lui lo ha, va bah era facile capire ciò. Mi do lo stesso ottimo consiglio.

 

 

   Il potere del internet: tutti possono dire la loro opinione liberamente. Agenzia mi ha telefonato per chiedermi se tutto è andato bene con il mio viaggio e ho detto la mia:

 

    - Un solo autista guida 30 ore, è inammissibile.

     - Le dirò la sua osservazione.

 

    Secondo me è anche illegale oltre a irresponsabile. Fanno risparmio a un posto, guadagnano 100 euro a ogni corsa. Mi immagino che la dipendente ne ha sentito parecchio oggi.

 

Mamma mi informa:

 

   - Ecco il figlio di Giulio si trova bene in Inghilterra, ha detto che non torna più qua.

    - Meno male. Non hai visto che triste sono arrivata io? Là è bello ed è tanta tranquillità.

 

 

  Il sogno è conseguenza di questi ragionamenti. E' tutto una scena da teatro e noi lì ne siamo gli attori. Io prendo troppo in serio l'esistenza attuale da una parte e d'altra dimentico troppo spesso che io sto costruendo la mia realtà ed è mutevole.

 

   “E' un teatro in aria aperta, stano arrivando 2-3 donne per prendere posto lì. Io sto cercando una toletta, loro passano indifferenti ai miei bisogni.

  Un anziano alla destra mi informa:

   Sai... intendevamo fare una scena da teatro la domenica, ma non ci è riuscito molto bene solo con il testo.

Vado via di là. Trovo un altro teatro, la scena è antica dopo le pietre. Qui invece è tantissima gente giovanile, vestita in colori scuri seduta per guardare.”

 

 

  L'espressione "solo il testo" da questo sogno è stato già in un altro, sui documenti di testo non metto mai immagini sarebbe un nonsenso è solo per me.

 

   Come vedo la gente non evolve mai in una sola vita, gli anziani sono rimasti agganciati mentalmente a 50 anni fa cioè alla loro gioventù quando una donna se non era sposata diventava motivo di preoccupazione e un vero dramma per i suoi genitori. Sì 50 anni fa, ma adesso?

 

 

   Ma io sto lì a perdere tempo con stupidaggine del genere? E ogni volta è uguale … sia per me che per loro.

 

 

 

 

     Sabato, 15.10.2016

 

   Reiniziamo daccapo, pian piano si sta scivolando nei consueti giochi di potere. Dopo gli urli di ieri, oggi l'anziana è molto silente. Oramai la conosco dopo l'espressione del corpo, chinato e stretto siccome nascondessi qualcosa. Appena si muove e mi guarda con severità, io a questa donna raramente ho visto un bello sguardo.

 

   Arriva Giulio al pranzo carico di prodotti: è autunno. Finalmente qui non manca il cibo, anzi è perfin troppo nel frigorifero.

 

  Lei sottovoce, quindi l'anzina sa parlare anche piano molto piano quando vuole, appena la sentivo:

 

     - Giulio, devi parlare con Oriana per vedere cosa fa con Iris.

      - Lei non deve più venire qui, ci ha fatto un sacco di guai a tutti.

 

  “Cosa fa con ..” Ma cosa sono io un oggetto? Questa donna è senile se mai lo è stata diversamente, ma i giovani? Un modo di fare e di pensare si trasmette da una generazione ad altra, l'evoluzione del umanità è lentissima.

Io li ho fatti dei guai?!

 

 

   Poi vedo Giulio qui accanto a me scuro e serio guardandomi per buon tempo. Non mi trasmetteva niente, non percepivo nessuna emozione.

 

   Oramai sono anni da quando lui si è implicato più del dovuto in questa vicenda. Realmente mi sfugge il motivo del suo accanimento, sembrava che in mezzo fossero i soldi, poi la chiesa, poi Oriana lo stava alimentando con vari bugie, poi la madre lo sta alimentando con le sue paure, anche così... non trovo un valido motivo.

 

  Finalmente oggi ho guardato a quel lontano 2012, cercando la data 6.10 e ho trovato che sì sono anni da quando la teniamo nello stesso ritmo. Valeva la pena guardare subito a questo indizio prezioso, non mi pare che le cose possono andare e diversamente quanto tempo io sono qua.

 

     Gilberto è una presenza costante oggi nella parte sinistra del mio viso.

 

  Sto correggendo il testo in quale parlo di loro può essere il motivo e no. Può darsi non c'è la fa più con il lavoro. Secondo me loro si sono affrettati con il mio licenziamento, io invece mi sono affrettata con la partenza di là.

 

   Su Fb mi ricordano ancora l'associazione contro la violenza sulle donne a casa, a lavoro e a università. Come sta la Romania a questo capitolo secondo una statistica ufficiale non lo so, non mi sono mai interessata. Mi immagino che non molto bene.

 

 

   Sono andata fino a negozio giusto per fare due passi, un fango incredibile sulle strade mi portava con il pensiero dritto dritto verso l'evo medio cioè alla povertà e ignoranza.

 

    Le stranezze del mondo. Hanno investito energie e soldi per decenni per costruire una chiesa enorme visibile da lontano, non si sono mai impegnati per fare strade e canalizzazioni. L'igiene e il loro personale benessere non è mai stata una priorità. Il sindaco di adesso si muove in questa direzione.

 

Poi il vicino ubriacone e ubriaco era lì fuori parlando forte, mi ha toccato la spala sinistra, un dolore è rimasto lì per buon tempo.

 

     - Ecco passa la vicina, la vicina è il capo.

 

  Mi immagino che fosse il suo dolore, per grande felicità nessuno inizia a bere. Magari lo fa per distaccarsi da una sgradevole realtà.

 

    Mi fa male la schiena e qui non sposto casse di birra, anzi sto facendo un bel niente da giorni, questo disaggio ha un altra fonte.

 

 

 

 

    Domenica, 16.10.2016

 

   Ovviamente ieri sera pensavo a un altro lavoro, non avrò pazienza ad aspettare dicembre e mi piacerebbe incontrare persone diverse.

 

   Lo spam dal agenzia su Fb, che io ho visto prima di contattarla in estate, è apparso e adesso davanti a me.

 

Ci mancherebbe a farla ancora una volta! Sento il bisogno di un cambiamento notevole, star ferma lì non fa per me. Non è che mi mancano i datori di lavoro con le loro strane pretese, mi manca il posto in se stesso: camminavo.

 

 

    “In un angolo sul pavimento di qui c'è polvere.”

 

Grande sogno, che dire?! Normalmente la luna piena porta sogni profondi, io mi sono proposta di ricevere indizi chiari. Un po di polvere... quindi?

 

    “La polvere è ovunque: nell’aria e sugli oggetti. La polvere è fastidiosa, nociva in certi casi, irritante, sinonimo di trascuratezza, di indifferenza. Ma la polvere può anche essere soffiata via con facilità, può dissolversi e sparire in un attimo. Sognare la polvere indica che stiamo attraversando un periodo di fastidio profondo, di nervosismo ma anche di incapacità di reagire. La sensazione di essere impotenti di fronte a qualcosa che non possiamo eliminare del tutto ci rende sfiduciati, confusi e i nostri desideri, sogni, progetti per il futuro si trasformano anch’essi in polvere che può essere soffiata via.

 

 

 

 

 

 

 

 

   La sensazione di girare a vuoto, di vedere ciò che avevamo in mente per il nostro futuro dissolversi in un soffio si manifesta di notte quando il nostro autocontrollo abbassa la guardia. La polvere onirica prende quindi questo significato di perdita, di mancanza, di impotenza di fronte agli eventi che ci hanno travolto, ci ricorda dolorosamente quanto piccoli siamo in un mondo così vasto. Ma potrebbe anche essere considerata un monito della nostra coscienza che ci spinge a ricordare che se non reagiamo, se non lottiamo per i nostri sogni, per chi amiamo, per i nostri diritti, tutto potrebbe svanire in un attimo, proprio come la polvere. “

 

 

   Soldi, soldi....mamma mia quanto mi sono stufata sentire discorsi con tanto di dramma e di impotenza. Pare che altro nel nostro mondo non ci sia:

 

    - Iris, ho pagato il telefono e il telefono era già pagato.

    - Sì Oriana si è messa d'accordo con Corina, lei ha cambiato l'abbonamento.

      - Io non sapevo. Adesso è pagato due volte, e ho pagato una bella somma.

      - Ma se vivete qui e non siete capace nemmeno di comunicare?!

     - Poi ho pagato la corrente anche là un sacco di soldi.

      - E' normale, gli operai hanno costruito una casa qui. Potevi chiedere da Oriana: è la sua casa.

       - Ma io non ho soldi?!

       - A quanto pare no.

 

   La sua pensione di quasi 100 euro, è andata subito via solo per queste due spese consistente. Mamma mia che noia, ma non può dire direttamente che le servono dei soldi?! Poi questo suo tonno alzato mi snerva, mi sta graffiando le orecchie.

 

 

 

  “Gli Esseri Umani che sono sensibili reagiscono, reagiscono alle cose che la Griglia Cristallina trattiene e consegna.

 

   E ciò di cui sto parlando è questo: la Griglia Cristallina di questo Pianeta è settata per ricordare l’energia e dove accadono cose, lasciateci dire, drammatiche, lì rimangono. Quando camminate dentro un cimitero o su un campo di battaglia, a volte ci saranno dei ricordi e non sapete esattamente che cosa state percependo, ma è la Griglia Cristallina che fa tutto ciò. Questo è il suo progetto.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

   Non ne parleremo molto, perché ve lo abbiamo già trasmesso in precedenza, che parte del cambiamento riscriverà questa Griglia e contro ogni previsione, inizierà a ricordare la celebrazione anziché il dramma. Questo è difficile da credere, ed è anche difficile da credere che la natura umana possa cambiare. Queste cose saranno auto evidenti nel futuro, ma stanno già cominciando. Le cose che sono accadute nella grotta: barbariche! Continuate a vederle oggi, ma solo una piccola porzione, in una cultura di bassa coscienza che vi abbiamo detto sarebbe esistita anche durante il cambiamento, che cerca di trascinare le cose indietro, in quel genere di energia. E la natura umana oggi è cambiata abbastanza da non permetterlo. “

 

Kryon

 

    

    Questa è vero, il primo impatto con la Via Appia per me è stato particolare e questa in 2004. Sentivo una emozione forte dentro di me, mi pareva conosciuta pur non essendo mai stata là.  2004 è stato un anno molto movimentato per me, sì anche quello.

 

 

    - Monia ha detto che ha mandato una borsa questa settimana.

    - Ma fa freddo e da loro?

    - Non, ha detto che là fa caldissimo.

    - Allora mamma andrò in Italia, vado al caldo.

    - ?!

 

    Lei mi guarda sorpresa, sa che basta poco per mettermi in viaggio. In effetti perché no? E' buon tempo da quando non ci sono stata. Italia non mi attira in verità per niente, non riesci muoverti con la stessa leggerezza come in Germania. Non è la stessa tranquillità e calma, in somma.... potrei fare una lunga lista.

 

   Così che arriva al momento opportuno il mantra consigliato di Giorgio Cerquetti

 

    Io ho il potere di mantenermi ovunque nel mondo.

 

 

    Se pure iniziavo già con i contro.... .

 

    La seconda consigliata:

 

   Io accetto i miei genitori così come sono.

 

   Non sbagliava molto né qui, ma perché insieme? Semplicemente perché la paura del sconosciuto e la mancanza di autostima ci tiene insieme ai famigliari e null'altro. Del resto ognuno di noi è libero di fare tutto quello che le pare, non c'è nessun ostacolo fuori di noi stessi.

 

La terza consigliata:

 

  Io ho il diritto di godere con il mio corpo.

 

  Siamo condizionati anche a questo capitolo? Al quale non siamo condizionati sarebbe piu facile rispondere.

 

 

   Sentivo Loretta parlando molto scontenta con Tonina, sua cognata:

 

   “ Ma come Tonina se lei dice famiglia di handicappati?!”

 

    Sì da qualche parte è scritto, ero così arrabbiata di questa loro ipnosi mentale che allora non ho trovato un termine migliore. Che poi si parla più di invidia e gelosia che di ipnosi. Comunque adesso facevo dei sforzi per non scivolare nelle stesse energie di rabbia e delusione di prima.

 

 

 

 

   Lunedì, 17.10.2016

 

  Dal ciclo grandi sogni:

 

   “Il calo dal dito piccolo è molto ma molto gonfio, di un bianco giallino.”

 

Realmente questo calo è piccolino sul dito piccolo appunto, mi da invece un fastidio enorme.

 

 

 Mi sono divertita guardando su Fb: un testo per una futura partenza in Australia. In tanti dicono poi il loro parere con tanto di commento or semplicemente fanno gli auguri di buona vita. Nessuno ha visto la frase che chiudeva l'articolo: Questo testo lo ha scritto un certo Ludovico, che non so chi cazzo sia.”

 

  Pare che nessuno legge attentamente quello che legge, non vedono tutto pur essendo scritto lì chiaramente. Pur uno scherzo sei implicato emotivamente leggendo, condividendo or no il punto di vista del autore.

 

Tiro fuori dalla lavatrice il bucato ben pulito, qualche pezzettino di carta bianca morbida si attacca ai vestiti, penso “Ecco cosa succede se non si verificano le tasche!” Dei fazzoletti erano dimenticati nella tasca del capoto bianco.”

 

 

  Nel capoto bianco stavo comodamente nella mia stanza di hotel, a come vedo mi manca tanto. Questa roba con il risparmio non sta in piedi, me ne sono accorta già da buon tempo. Non sono la sola, un signore maturo con problemi al braccio tornava anche lui nel paese:

 

   - Che poi grande cosa non faccio venire qua. I prezzi in Romania sono troppo alti e manca la qualità. Con i soldi che spendo qui posso vivere anche in Germania.

    - Se aggiungi alle spese anche il viaggio avanti indietro...

     - Ma sa …. non vale la pena da questo punto di vista. Chi verrebbe in Romania se non fosse la sua famiglia qua?

 

 

    Già la famiglia.

 

Sole! Finalmente dopo una settimana di pioggia e freddo. Con un po di fortuna riuscirò vedere la luna piena almeno oggi, si aspettava una bellezza.

 

 

  Mamma mia quanto stretto è qua, e sta diventando ancora di più:

 

   - Tagliamo i polli per Monia oggi e li mettiamo nel congelatore.

     - Non, li metti in frigorifero. Tiri fuori la carne di Corina.

    - Ma se Corina non viene per prenderla?

 

Il congelatore è in questa piccolina stanza, solo a sentire i rumori incensanti per 24 ore al giorno mi manca e questa fino giovedì. Basta!

 

      Telefono a Corina:

 

  - Vieni per prenderti la carne di qua?

    - Non ho nessuna carne là.

    - Come? Ha detto mamma che è tua.

    - Non, avevo delle verdure ma una parte ho preso già.

 

  In somma a questo punto non si può fare niente, l'altro piccolo è pieno.

 

La macchinetta di caffè, se pure ero al telefono trovo il nipote e le dico:

 

- Portamela ma non senza dire a tua papà, magari le serve.

- Va bene.

 

Non è più arrivato né con la macchinetta né senza, magari le serve ancora.

 

 

 

 

 

    Martedì, 18.10.2016

 

 

   Questa donna, come la maggioranza degli anziani, si aggancia disperatamente di chi ha accanto. E' tornata dalla chiesa tutta arrabbiata bussandomi nella porta con il motivo: la carne. Sapeva da ieri sera che andrò in città se sarà bello.

 

Più tardi inizia il classico singhiozzo:

 

    - Iris, guarda che forte singhiozzo ho, anche in chiesa lo avevo. Qualcuno mi giudica.

     - Sei così importante?

     - La gente parla ecco questa qua ha due figli con negozio, ha una figlia che sta da lei....

 

   Come vedo io, lei alla messa non va per grande fede, ma per la mancanza di alternative.

 

 Un bel freddo è stato stanotte, vedo tutto bianco nel orto. Mi godo il sole e il cielo sereno dopo tanti giorni di pioggia.

 

Non ci mettiamo d'accordo per delle piccolezze: le pulizie. Mi la taglia corto ma con una tanta profondità che nulla aveva da fare solo con le pulizie.

 

 

  - Qui sei a casa non a  ristorante!

 

 Come vedo oggi non arriviamo da nessuna parte.

 

 

     Aria...

 

 

 

 

 

 

 

 

 

  una musica per tirarmi su. Nuoto in energie di bassa frequenza, mi lascio trascinata nel dramma. Che poi con dramma appiccicata addosso sono anche venuta. In primavera e in estate ero molto contenta di andare via di là e di essere quà avevo dei motivi chiari, avevo cose da risolvere. Adesso proprio non, non mi andava qualcosa sul verso giusto, non mi era chiaro il perché.

 

 

   Poi arriva il nipote con la macchinetta di caffè. Poverino fa anche lui cosa può per farsi un soldino, la sua nonna non lascia sfuggire l'occasione:

 

   - Tu non vai in Irlanda da tuo fratello?

   - Adesso no.

    - Ma lui vi manda dei soldi?

    - Non abbiamo bisogno.

 

    Ma io sto li a riempire un sito con stupidaggine del genere? A cosa serve?! Questo nipote poverino si sentiva giustamente in disaggio:

 

  - Iris, dove lavori tu non c'è un posto e per me?

   - Non, devi parlare con tuo fratello.

 

  Mi preparo per la partenza: voglio respirare aria diversa. Non sono le persone, proprio la mancanza di attività e movimento mi annoia. Devo muovermi. Se anche fosse da sola in questa casa, io più del dovuto non mi fermerei.

 

 

   Arriva Corina in pomeriggio, una volta con gli operai. Manca il vetro a due finestre, non riescono tagliarlo bene. La madre lo stesso tono alzato e le stesse risposte insensate:

 

   - Ma cos'è con te?! Abbassa il tono, non siamo tutti sordi qua.

    - Se urlo da lui...

     - Lui è sordo, noi no. Mi stai graffiando le orecchie.

 

Niente da fare, lei continuava indisturbata, Corina insista:

 

    - Ma sei fuori testa, cos'è con te?!

     - Da stamattina la tiene così, secondo me da segni di demenza senile.

    - ?!

 

   Corina ha preso quello che li serviva e ciao: per qualche giorno non la vedremo più qua.

 

   In realtà lei aspettava contenta il pacco di Monia, sfortunatamente Giulio non è venuto oggi e né ha telefonato per dirle qualcosa al riguardo. Capisco la sua delusione, da l'estate vuole mandare pacco da Monia e lei rifiutava per via del caldo eccessivo. Adesso finalmente lo vuole, lei è tutta impegnata per farlo al meglio possibile.

 

 

  La sorpresa, non sapevo che sia arrivato a casa e Diego dal Inghilterra. Quando vieni dal occidente qui inevitabilmente hai da dire:

 

   - E tanto fango e acqua sulle strade...

   - Diego siamo in due, né io mi aspettavo a un tempo così.

   - Meno male ho la patente e posso muovermi con la macchina, dove non c'è asfalto è un disastro.

 

     Non sa quando tornerà, per adesso si è chiuso il cantiere dove lavorava.

 

    - Va bah sei giovane ti sei fatto anche una bella esperienza al estero.

     - Si adesso non ho dei problemi muovermi, ma al inizio ero impaurito.

     - Per tutti è così, è normale.

 

   Poi interviene e la nonna:

 

    - Ma dei soldi ti sei messo da parte?

    - Se sei sveglio sì fai anche risparmio.

 

 

   Oggi l'anziana mi sta addosso una cosa incredibile, trova qualunque motivo per chiamarmi: chiede attenzione. Che io reinizio il lavoro in dicembre non ha sentito neanche è molto convinta che io nel inverno sarò qua. Le passerà.

 

 

   Rimarco che i giorni sotto la vibrazione del 9 sono un po particolari dicendo la verità: è molta pressione e nervosità intorno a me. Il 9 generalmente è associato alla chiusura di un ciclo evolutivo nel grande parlando, nel piccolo mi pare che a da fare con chiusura di certe situazioni e legami.

 

 

       Nel nome della madre

 

  Per la seconda volta oggi appare scritto davanti a me.

 

     E' una pagina su Fb che diffonde saggezza e bellezza, farei bene leggere qualcosa di interessante e cambiare le energie in quale mi trovo adesso per niente costruttive.

 

 

    E non vedo niente là che sia di mio gradimento. Magari nel nome della madre è l'indizio per un altra cosa.

 

 

 

 

     Mercoledì, 19.10.2016

 

  Oggi ho fatto un po di ordine nella stanza dei miei, approfittando del tempo mite. Guardavo le icone appese sui muri. Non ho mai condiviso la loro grande “religiosità”, potevano mettere dei splendidi dipinti... ci vuole tuttavia cultura. La sola che mi è sempre piaciuta è l'angelo custode, un dipinto rassicurante e bello che più si avvicina alla mia idea di divinità.

 

   L'ironia della sorte proprio la canzone “il viaggio del angelo” mi veniva cantarla!

 

 

 

 

 

 

   Poi vedo la foto dei miei carissimi nipoti sparse qua e là nella stanza, l'ultimo arrivato Marco era già in una foto che sta testimoniando l'entrata “trionfale” nella comunità religiosa: il battessimo. Tutti i famigliari eleganti, presenti in chiesa per il battessimo da loro stessi imposto al piccolino che piangeva tanto poverino: lui aveva sete. Poi vedo la foto dei miei carissimi nipoti messa sulla icona “purgatorio” addirittura: il mio disappunto aumentava.

 

   Se gli anziani per via della ignoranza seguono alla lettera dei dogmi e costumi desueti, è una loro scelta. Se la mancanza di amore per se stessi li spinge a torturarsi da soli è sempre una loro scelta, ma i nipoti?! I nipoti hanno diritto alla vita e di essere pienamente e incondizionatamente solo se stessi.

 

    Ho il protestantesimo nel sangue.

 

   Davanti e alla sinistra mi appare un semplice disegno bianco nero, è un busto di uomo da altri tempi.

 

 

   Mi pareva che non da ieri or l'altro ieri ho questa grande avversione verso la chiesa. Mi pare conosciuto il ritratto, magari l'ho visto già da qualche parte. E' un fondatore del protestantesimo? Può essere, ma non è né Calvino e né Lutero cosi come li trovo in internet non assomigliano alla mia visione.

 

 

 

 

    Giovedì, 20.10.2016

 

 

   Vania è venuta presto in mattinata per portare al pullman il pacco per Monia. Sta diventando noioso, ieri lei ha portato qui quello mandato di Monia. Anziani essendo non hanno più grande forza fisica, sempre più spesso devono chiedere aiuto di qua e di là anche per le piccolezze. Poi preoccupati e agitati si muovono in cortile, arriva non arriva?!

 

   E' arrivata nel tempo. Le do una mano per metterlo nella macchina, Vania chiede ancora una volta:

 

   - Dove va questo pacco?

    - Da G. Monia, Roma.

    - Ah... G. Monia, nome di scena e nome di vita.

 

   Ho capito l'ironia. Lei è un altra donna tipica del posto che per mancanza di vedute e interessi si è aggrappata alla chiesa. Adesso lavora, magari non va più come la suocera ogni mattina alla messa.

 

 

   Se pure è finito il discorso con il pacco, reiniziamo daccapo: toni alzati, gesti brutali, discorsi a vanvera ecc

 

    - Ecco Giulio non viene più a pranzo da quando sei tu qua. Prima del tuo arrivo non mancava mai.

 

    La tiene così per ore, io la ignoro assolutamente: ascolto musica. Non riesco decidermi per la variante di Aria, questa musica è geniale. E' dal 1993 e ogni volta cambia grazie alle cantante.

 

   - Non è più venuto Diego per chiudere l'acqua.

    - Mamma, se arriva Walter dirò a lui di farla.

    - Ma lui sa?!

 

   Questo suo tono pieno di disprezzo, non è la prima volta, mi ha fatto scattare:

 

   - Eh non nessuno sa fare niente qui, solo tu sai fare le cose.

    - Se eri intelligente rimanevi a casa tua!

     - Così ti ha detto la tua mamma: “sii intelligente sposa questo stupido, almeno ha una casa.” ?

     - ?!

 

    Io la taglio corto non sto lì a pensare due volte. Va bah ma questa donna altro non sa dire? Certo che ti vengono dei grandi dubbi circa la sua moralità, se era innamorata del mio ex è il suo affare non è il mio. Può innamorarsi di qualunque persona, che interessa a me? Vicende del genere in famiglia li trovo disgustose, non si rispettano i ruoli e le gerarchie. Fortunatamente non la sento parlando con ammirazione di nessun cognato, anzi: non li sopporta.

 

   Guardo adesso dopo quella immagine da me vista ieri sera, nessuna trovata in web assomiglia però. E così cercando immagini sul protestantesimo sono finita a Imperia, la splendida statua che è lì dal 1993, sul lago di Costanza in Germania. Sono passata accanto nel novembre dell'anno scorso, il lago è bellissimo di un fascino particolare

 

 

   “In questa città si svolse il Concilio di Costanza (1414-1418), ed è il luogo dove Jan Hus venne bruciato sul rogo (1415). Fu anche la città natale del conte Ferdinand von Zeppelin, costruttore dei famosi dirigibili Zeppelin.

 

 

     Uno dei simboli della città è rappresentato dalla grande statua di Imperia del controverso

artista Peter Lenk Bildhauer posta all'entrata del porto. La scultura di Imperia raffigura

una famosa cortigiana italiana nata a Ferrara nel 1485. Rappresenta gli aspetti meno pii

del Concilio di Costanza, e i due uomini nelle sue mani si identificano in papa Martino V e

l'imperatore Sigismondo. Il primo venne eletto durante detto concilio, rimpiazzando tre Papi

in competizione. L'altro era in carica durante il concilio, e rappresenta il potere secolare.

Entrambi sono nudi, ad eccezione dei simboli del loro potere. Anche se Imperia non visitò

mai Costanza, è collegata al concilio, che si svolse molto prima della sua nascita, da un

romanzo di Balzac, La bella Impéria.

 

Fonte: Wikipedia

 

  Controverso? Perché? Inizio la ricerca dopo le immagini. Eh sì le sue sculture hanno del grottesco, Imperia in verità oltre alla forte ironia è bellissima le altre no. Lo scultore rispecchia la nostra mentalità, il grottesco fa parte della nostra civiltà, non siamo mai riusciti vedere in un essere umano la bellezza e la grazia della divinità che esso rispecchia. Non è l'artista controverso ma la nostra società sì lo è. I greci avevano delle sculture stupende, l'essere umano era visto così com'è: bellissimo, perfetto.

 

 

Ecco Giulio poverino, mi raccontava come sono uscite le analisi, non molto bene per colesterolo e fegato.

 

    - Sono contento invece dalla dottoressa che ho trovato, migliore rispetto al precedente e ben dotato lo studio.

    - Meno male. Quindi deve fare attenzione a cosa mangi.

    - Si, senza carne, affumicate, salumi ecc

    - Nessun medico ti ha mai detto di prenderti una vacanza, di stare in natura?

    - No.

    - Strano. Per me la natura è importante, mi aspetto che sia uguale per tutti.

 

 

   Giulio ha avuto sempre un bel viso sereno, da buon tempo prima di scoprire la sua malattia è diventato scuro, sofferente. Mi ha fatto compassione, il lavoro eccessivo, lo stress per riprendersi finanziariamente, le guerre con i famigliari, la solitudine, la malattia ecc. Mi pareva il minimo che qualcuno possa fare per se stesso, prendersi una breve vacanza or riposare da qualche parte in natura ogni tanto. Io ne soffro parecchio qui proprio per questa mancanza.

 

 

   - Domani faccio il pesce al forno, nel olio non lo sopporto, se vuoi venire a mangiare...

    - Mamma lo sta facendo fritto, è pieno di olio e poi quel odore forte...

     - Lei non cambia più, ognuno di noi deve cambiare per se stesso.

 

   Poi a quanto mi ricordo il colesterolo è la durità dei sentimenti, il fegato è la rabbia repressa. Il cibo è importante per la salute, ma non è il solo fattore determinante per il nostro benessere.

 

   Stavo guardando sullo scaffale dopo un buon sapone liquido e lo trovo, vedo scritto sul sapone “senzate”. Cosa vuol dire? Ci penso un attimo ma in rumeno non esiste una parola del genere, in italiano sarebbe senza te scritto in una sola parola.

 

 

 

 

     Venerdì, 21.10.2016

 

   “Verso la destra e più in là è un muro basso e solido, quasi bianco, come un recinto. Mi meraviglio “è una nuova costruzione?!

 

   Cioè il muro della separazione lo sto edificando? Me normale, qualche volta ci vogliono anche questi metaforicamente parlando.

 

   Sono pressata del tempo causa: i documenti. Non voglio più avere residenza qui ma che soluzione posso trovare in breve tempo? Finora non mi sono mossa in nessuna direzione e fra poco saranno esattamente 2 settimane di blocco.

 

 

   - Perché hai comprato tanta verza? Dove la metteremo?

    - C'è un grande bidone.

    - Non, è troppa e non ho più dei soldi.

     - Ma non tu hai detto di prendere due sacchi?

    - Vai a Walter e chiede se lui la vuole, se non vado a chiedere da Laura magari la vuole lei.

 

   Sentivo questo dialogo in cortile, pareva fine mondo.

 

   - Perché mandi lui a fare la spesa se mai sei contenta?

    - ?!

 

   Lei urla e si lamenta perché altro non sa fare, se non sono io per sentirla qualche vicino la sentirà. Penso che si stanno stufando anche i vicini, sono anni da quando da questo tipo di spettacolo. Secondo me lei non c'è la fa più.

 

   Effetto scontato: sono andata per lasciarle qualche soldino. Ma non poteva chiedermi semplicemente fino riceve lei la pensione?

 

 

Questa musica è in sintonia con me: nostalgica. E' un tempo chiuso.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

  E qui non finiamo più:

 

   - Iris, dobbiamo comperare anche la legna.

   - Hai legna per due anni qua. Così hai detto l'anno scorso e ti sono rimaste un bel po.

    - L'anno scorso no ho fatto il fuoco da ottobre.

    - Quando Corina ha voluto darti hai detto che hai abbastanza.

     - Meglio così, lei le ha donate a un povero.

     - Quindi tu sei ricca?!

       - ?!

 

   Che poi chiederà soldi da me per la legna essendo qua or da Oriana, non è ricca in soldi ma nei figli sì. In somma.. la vicina ha comprato oggi la legna, è questo il vero motivo?

 

Ma io sto li a sentire delle stupidaggine fino a nausea?

 

  - Se tu vai in città chi cucina?

   - Ma tu non sai cucinare?!

     - Giulio viene a mangiare?

    - Ma basta ti comporti siccome io sarei qui da mesi, non ho nemmeno 2 settimane!

 

     Basta. Mi riempo il sito con troppe banalità. Voglio novità e gente diversa. Sto analizzando la direzione da prendere fino in dicembre quando inizierò il lavoro. Non ho pazienza a star ferma lì.

 

   Vedo il viso di Gilberto davanti a me, innocente.

 

 

  Si avvicina la chiusura. del ristorante e di una parte della loro vita. La nostra essenza è innocente, per eliminare energie e convinzioni che non ci appartengono ci vuole tempo, tanto tempo. Siamo tutti quanti imbottiti di mille paure. E' già un passo da gigante iniziare a chiederti il perché.

 

 

 

 

  Sabato 22.10.2016

 

  Un suono particolare come di un vortice su una piccola area accanto della mia testa. Sento poi il rumore chiaro di una finestra che si apre.

 

  Mi sveglio senza tanta voglia di alzarmi, buio totale sia fuori che nella stanza. Nessuna stella, nessun raggio di luce. In un finale guardo l'orologio: non era nemmeno l'1 di notte!

 

  Che poi prima di addormentarmi è stata un esperienza insolita, se le mie fossero diversamente. Insistevo con l'affermazione:

 

  Sento la verità con il mio cuore quando ascolto, vedo or lego, per orientarmi meglio nella vita.

 

  Il cuore si apre con l'aiuto del sé che tiene in mano un filo beige, pare che lui stesso permette una certa apertura. Viene aperto verso destra come un fiore, assomiglia al giglio, un colore chiaro sconosciuto è un misto di giallo e grigio (dovrei scrivere un trattato per i colori!) , è una luce calda gialla dentro il fiore. Guardo i sepali del fiore: pare che siano delle antenne.

 

 

  Quindi il mio cuore è un trasmettitore- ricevitore? Mi pare di sì. Finché non abbiamo un assoluto controllo sulla propria mente, il cuore è il solo punto fermo e sincero che possa realmente aiutarci con i suoi segnali. Ovviamente ci vuole anche tanto abbandono e fiducia nei segnali che il cuore costantemente ci da , se non è una grande perdita per noi stessi.

 

 

 

   Arriva Corina:

 

   - Ma perché hai comperato la verza?! Ti ho detto già che metto nel orto anche per te.

   - Portala qui se pure hai tanta.

    - Ma voi non capite che non avete più con chi ragionare?

   - ?!

 

E' anziana, la sua memoria si indebolisce. Come vedo tutti stano dimenticando la sua età, giusto per non pretendere troppo.

 

 

  Un certo Pietro Allegro, secondo me un pseudonimo, ha cercato un bel po tra le mie immagini, questa di “Ecco cosa vedo” sta lì dal 2013.

 

  Il mondo ha più di 40 trilioni dollari di debito, ma... verso chi ???????

 

  Paradosso del mondo moderno. Nel frattempo quasi un miliardo di esseri umani fa la fame or dorme sulla strada, un altro miliardo sta lavorando in condizioni di schiavitù. Se questa è civiltà...

 

 

  Vado a prendere le sigarette prima di andare in città.. Là era un signore che stava parlando con il commesso, una volta uscita sento il signore chiedendo:

 

  - Questa è quella di quale dicono che non sia normale?

  - Lascia stare. Lei lavora in Germania.

 

 

    Dal pullman vedevo un giovane prete stando davanti alla chiesa, un gruppo di ragazzine di 6-7 anni le sono venute subito accanto, tenevano tanto toccarlo tenerlo per mano. In condizioni normale una ragazzina starebbe alla larga di una persona almeno che non ci sia qualche famigliare, ma le ragazzine vengono indottrinate che quello sia un santo, un mandato di Dio sulla terra ed eccoli lì estasiate di fronte a un ruolo non a un uomo, con il senso critico annientato. Certo che facilmente succedono delle miserie, non sono le ragazzine il problema ma la mentalità fanatica che le viene trasmessa sì è un problema. Io guardavo dal pullman la scena che si srotolava come in un film con il fine sconosciuto. Una signora, magari non è del posto, guardava anche lei un po preoccupata a tanta tenerezza.

 

  Da estetista la TV era accesa. Tra le notizie una da spavento, qualcuno in una grande città dalla Romania ha buttato benzina sui barboni. Fortunatamente ci sono camere di sorveglianza in quel area, quindi sarà identificato senz'altro.

 

A me è passato in testa a dire:

 

    - E' un assassino, oggi fa male a quelli per un motivo. Domani farà del male ad altre persone per altri motivi.

   - Vedi quando prendiamo in calcolo solo i soldi diventiamo spietati, non abbiamo più nessuna compassione per nessuno.

    - Manca l'umanità.

    - Il desiderio di avere un ruolo sociale alto e di essere circondati di persone ricche ci spinge verso l'avidità.

 

 

Meno male è una presa di coscienza. Il suo ultimo pensiero io lo avevo “sentito” già prima di arrivassi lì, magari stavano discutendo guardando la TV che ti mostra delle celebrità nazionale or internazionale in vari incontri pieni di lusso.

 

  E di non so quale celebrità la giornalista a TV dice:

 

   “X e Y si sono sposati al estero, adesso stano cercando una chiesa in Romania per confermare il loro amore e davanti a Dio. Hanno anche bisogno di testimoni che a loro volta fossero sposati in chiesa.”

 

   Mamma mia come siamo mal mesi. Ma Dio sta chiuso tra 4 mura se lui è onnipresente ? Non ho mai sopportato una pretesa così arrogante da parte dei preti, autoproclamati intermediari tra la potenza universale e gli esseri umani. A parte che le chiese stesse non centrano nulla con Dio ma con il denaro e il potere, stanno commettendo loro stesse un fiume di dramma e di illegalità.

 

   Se pure ero in città e avevo in testa la crema Q10 da settimane, la vedo in un negozio e la trovo cara. Se in Germania mi pareva molto quasi 9 euro, qui era circa 12! Dal ciclo “grandi affari”.

 

    Vado dalla parrucchiera, lei mi mostra subito senza che io avessi detto una sola parola:

 

   - Guarda che crema mi sono presa..

   - ?! L'ho vista ed io adesso, mi è sembrata cara però.

    - E' molto buona, senza di essa io non c'è la faccio.

   - Sì, è buona.

   - Io l'ho trovata a un buon prezzo là...

 

   E mi da dei dettagli. Poi la vedo ancora in una farmacia allo stesso prezzo del negozio, non l'ho comprata . Quando ci entra in testa che una cosa sia cara, cielo là resta niente da fare. A quanto io ho spesso finora ci mancherebbe quella somma, e pure...

 

   - Ho visto che lei mi ha chiamato con numero estero.

  - Sì, l'ho mantenuto. Sto facendo avanti - indietro, non sono ferma.

 

  Al ritorno prima vedo accanto di un ristorante un letto improvvisato, qualcuno dorme là di notte. Poi nel pullman mi colpisce l'odore chiuso e vedere tante persone in colori scuri, non curati. Preferisco tuttavia fare la turista nei paesi ricchi.

 

 

     - Ho detto ad Oriana che sposterò il congelatore di qui, altrimenti tu rovini la carne.

     - Io in dicembre non sarò qua.

     - Ma dove vai? Ma cosa stai dicendo?

      - Il ristorante chiude adesso per le vacanze e riapre in dicembre.

 

 

   A parte che io ho detto già da quando sono venuta il motivo del mio arrivo qui, appunto non mi fermerò tanto.

 

   Poi mi apre la porta per 2-3 volte per dirmi la stessa cosa:

 

- Iris, domani fai il polo così ecc.

 

   Sinceramente non vedo l'ora di partire altrove, qui non è il posto giusto per me. Sto molto su Fb, utilizzo intensamente l'internet ma del resto... mi mancano tantissime altre cose. Ho fatto con gioia oggi la mia passeggiata in città dopo quasi 2 settimane di riposo totale. Il parco è bellissimo in ogni stagione. Ho risolto già qualcosina per me stessa, sono contenta.

 

 

    - Oriana mi ha detto che Corina andrà in Belgio per le feste.

     - Meno male cambia anche lei l'aria, si riprenderà un po.

      - Magari là mangerà anche la carne, qui mangia tante verdure.

     - ?!

     - Se va via anche lei, io resto sola qua.

    - Hai i figli e le nuore.

 

  In somma ognuno con i suoi pensieri di partenza.

 

   Alla sera un pensiero di Loretta con tanto di sarcasmo, indietro della mia testa “ Sorella cosa hai fatto quando eri piccola?”.

 

   Io ho dei dubbi che qualcuno ossessivamente sta lì a leggere il mio sito siccome altro non avrebbe da fare. Non lo leggo nemmeno io! Raramente lo rivedo per correggerlo.

 

 

   In città mi è passato accanto un pullman bianco di Eurolines, devono essere dei segni e delle coincidenze che mi mostrino la direzione da prendere. Mi pare troppo a star ferma lì fino in dicembre, sono stata già ferma quest'anno parecchio sia qui che a lavoro. Farei ben volentieri un viaggio.

 

 

   L'affermazione

 

   Io ho il potere di mantenermi ovunque nel mondo

 

   Mi ha portato questa volta il busto di Imperia.

 

   Di là del ironia del autore, io vedo una donna serena e sicura di sé che ha il potere si sconfiggere con calma e tanta grazia il potere terreno maschile, rappresentato sia dalla politica che dalla chiesa.

 

 

 

  Domenica, 23.10.2016

 

 Long ago...

 

 

 

 

 

 

 

    Adesso la sorpresa, se ieri ero tutta presa con la vicenda della crema Q10 e del risparmio, oggi appena entrata su Fb trovo un testo che parla proprio di questo modo di vivere in scarsità e paura.

 

 Pensare continuamente a risparmiare, crea povertà' ... Intanto perché quei soldi che credi di aver risparmiato, li spendi comunque ... Ma non solo, quando dici a te stesso che devi risparmiare, ti stai dicendo "Sono povero e non me lo posso permettere" "Sono povero e non me lo posso permettere" ... Questo messaggio subliminale continuo entra nel sub-conscio ed inizia ad agire come un "programma" negativo ... E' interessante notare come tutte le pubblicità puntino sul risparmio ... “

 

 Simone Bordon

 

  

  E' un ottima riflessione, anch'io penso spesso “vengo qua e risparmio” poi mi faccio dei calcoli e constato che ne ho speso un bel po, e con quella somma potevo comunque mantenermi ovunque. Poi con una mentalità del genere a livello individuale e collettivo diventeremmo spietati nei conforti altrui. Avremmo sempre paura della povertà, paura che qualcun altro ci deruba perfino la felicità se tocca i nostri sogni collegati ai soldi e alla celebrità che in grande or piccolo ognuno di noi lo ha già.

 

   La sorpresa continua, ieri sera mi sono "ricordata" di quel breve dialogo avvenuto l'anno scorso al lavoro:

 

   - Iris è speciale lo ha detto X.

   - Ma cosa voleva dire lui con "speciale"?

   - Non lo so, chiede da lui è un cliente.

 

 X era un splendido ragazzo con origini rumeni.

 

  E su Fb mi trovo adesso con un testo che proprio questo concetto lo mette a repentaglio.

 

   “Quel rifiuto che hai sentito sei Tu a perpetuarlo, nella disperata ricerca di qualcuno che ti faccia sentire accettata, accolta, amata; nell’inconscia pretesa di essere speciale e che dovresti ottenere ciò che vuoi dall’esterno.
Senza rendertene conto sei Tu che rifiuti di tuffarti all’interno, di guardare, finalmente, le tue fragilità e vulnerabilità, e di accoglierle completamente e totalmente, in un gesto d’Amore che spalanca le tue braccia e il tuo cuore, accettando incondizionatamente la bimba che sei stata. Nessun altro può farlo per Te, nessuno può rincuorarti e rassicurarti.
Il rifiuto per Te Stessa che hai dentro non può essere colmato dall’esterno, se non in una logorante ed asfissiante richiesta di soddisfare dei bisogni, che non potrà mai venire soddisfatta.
E’ arrivato il momento di diventare consapevole di questo e decidere: cosa vuoi farne di Te?
IgnorarTi o amarTi?”


~ Valeria Pisano ~

 

 

   Ma... hanno letto i miei testi? Ho letto io i loro pensieri?

 

 

   Arriva un bambino per chiedere elemosina:

 

  - Dammi qualcosa da mangiare.

 

    Gli anziani avrebbero voluto darle, ma proprio non avevano dei soldi. Le ho dato io una piccola somma. Effetto scontato : arriva e la sua mamma con altri 2 più piccoli. Stava in cortile facendomi dei segni per andare fuori. La ignoro un tempo, poi dico alla madre:

 

  - Vai e dirle di andare fuori dal cortile!

 

   Lei senza forza, cioè senza convinzione, le sta dicendo a metà bocca certo quella lì stava ferma aspettando: la mancanza di decisione era visibile. Si appoggia al pozzo, guardando indifferente, poi beve l'acqua in somma... Oramai ha oltrepassato il buon senso esco io e li dico con un tono molto deciso:

 

   - Lei ti ha detto finora per 10 volte di andartene di qui, adesso vai fuori dal cortile!

   - Ma cosa ho fatto?!

    - Lei ti da quando ha e cosa ha, non deve insistere. Vai fuori!

 

Imbarazzata e un po innervosita lei se ne va, non senza toccare qualche oggetto in cortile per sfidarmi.

 

   - Tu non deve abituarla qui.

    - Ma se viene...

    - Non, io ti ho visto parlando con lei amichevolmente. Perché mai le stavi dicendo che hai figli al estero?! Si immagina che sei piena di soldi.

    - Loro vogliono dei soldi, ma lavora un altro per mantenerli?

    - Lo stato rumeno deve aiutarli, non tu.

 

   Lo stato rumeno è inesistente quando deve occuparsi dei suoi cittadini. Diventa pesante e fastidioso per tutti questo stato di povertà, mantenuto intenzionalmente, che non porta alla fine benessere e sicurezza a nessuno.

 

  Passata la vicenda mi sono chiesta ed io se in certe situazioni non insisto troppo, a posto di chiuderle e lasciarle andare senza rimpianto e senza rabbia.

 

 

Qui telefonate ogni giorno, ieri Oriana, oggi Loretta e Monia.

 

Poi appare e Giulio, secondo il suo saluto so con chi ha parlato: oggi ha parlato con Oriana. Poi qualcuno viene per cambiare valuta da lui e con questo pretesto rientra in casa chiedendomi direttamente:

 

  - Tu hai messo i soldi in banca?

    - ?!

 

   Io non chiedo mai chi che cosa ha, perciò trovo invadente interesse del genere. Già che il tempo è chiuso, non mi muovo da nessuna parte, la sua domanda mi stava stretta. Solitamente interesse del genere espresso al aperto, ha la madre e Oriana.  Magari ha chiesto vedendomi spendendo parecchio e lui conosce bene la sua mamma che non ha freno chiedermi quando si parla di soldi.

 

   In somma sono andata nel orto, questo piccolo orto che non mi offre poi tanto ristoro. E' soffocante qui sia per la poca vegetazione che per le persone che ho acanto.  Non mi sono mai chiesta possibilmente la stessa sensazione la stanno avvertendo e loro nella mia presenza, dopo tutto io metto in discussione principi di vita su quale loro stessi si stanno appoggiando.

 

   Il loro interesse ossessivo nei miei confronti mi da parecchio fastidio, è una forte pressione a quale ogni tanto cedo. Tuttavia la sola cosa intelligente che posso fare non è solo di ignorarle ma di allontanarmi, di chiudere una volta per tutte una pagina troppo impegnativa della mia esistenza. Alla fine sono vicende che non valgono la pena mantenerle vive. Al estero realmente io respiro. Basta rimanere centrata e decisa su quello che voglio, le porte si aprono davanti a me miracolosamente.

 

 

   Mi sto occupando intensivamente di me stessa sul fronte esteriore, mi sono tinta perfino i capelli stasera! Interiore di meno, il sito in questi giorni non mi attira per niente e ho questi pensieri di partenza altrove che mi stano occupando la mente.

 

 

 

 

 

   Lunedì, 24.10.2016

 

Dal ciclo grandi coincidenze:

 

   “Quando le donne lasciano la loro anima anche l'anima le lascia: i percorsi creativi e nutrienti del femminile si sbiadiscono come un abito lavato troppe volte e vengono gettati da qualche parte. « Com'è difficile! » esclamano le donne e lasciano che la routine della vita le seppellisca. Sposano l'uomo sbagliato perché con lui la vita è più facile, si adattano a non dire il proprio parere perché non vale la pena discutere, abbandonano le sfide, i progetti, i desideri per appiattirsi su un suolo che le prosciuga a poco a poco.
Quando l'anima ci lascia tutto si inaridisce…

 

 

 

 

 

 

 

  

 

   Però, c'è sempre la possibilità di ritrovare l'anima, di incontrarla di nuovo, per ritornare a vivere insieme a lei. È sufficiente dire basta a ciò che non fa volare e guardare anche verso gli orizzonti del proprio mondo interiore. L'anima non fa attendere le sue parole. Da subito ci racconta di noi, dei nostri tesori. E poi ci risveglia, alita sulla nostra pelle, sorride alla nostra vita, ci fa uscire dalle trappole, ci protegge, ci difende, ci stimola alle sfide, ci fa vivere intensamente...per seminare, danzare, cantare, saltare, creare, gioire…con la nostra anima accanto cantiamo la canzone della nostra vita...

 

   Simona Oberhammer - La Via Femminile

 

    Solo ieri sera era nella mia attenzione il sito ignorato ultimamente e per quale mi sono impegnata negli anni tantissimo. E proprio così, l'autrice ha fatto una splendida sintesi di quello che io sto facendo or pensando da anni.

 

 

  Kaugumi-- un pensiero con tanto di sarcasmo indietro della mia testa, parte sinistra.

 

  Strano questa parola la collego a lavoro e ad Ada, parecchio andata psichicamente secondo me. Stava facendo dei sforzi enormi per salvare le apparenze e rimanere centrata in una realtà insoddisfacente, di là veniva il suo grande nervosismo. Lo stomaco era il suo organo debole, l'impossibilità di digerire certe situazioni, tenuto sotto controllo da anni con medicine. La mancanza di sonno logicamente le provocava grande irritabilità, prende già sonniferi a … 60 anni.

 

   Non è pubblico il testo appena lo sto correggendo, quindi escludo la possibilità che venisse da un altra persona. Quello che mi colpisce è la sostanza di questo pensiero che è energia:

lo vedo formato di piccole sfere nere imperfette siccome fossero doppie, non piacevole alla vista.

 

  Non per niente si sta dicendo pensieri buoni , belli, etici cioè luminosi. Ed è una grande sfida avere solo di quelli, ne ho fatto esperienza proprio in questi giorni.

 

   E perché mai la disturbava tanto il corteggiamento di Ramiro che io comunque non condividevo?! Competizione? Lasciamo perdere mi perdo in discorsi inutili, non costruttivi e non concludenti. Di là dei suoi motivi, è la mia vista sottile che fa dei progressi enormi: inizio non solo a sentire e udire i pensieri ma anche vedere la loro sostanza. Eh sì è da congratularsi, mi pareva che fossi ferma a questo capitolo delle mie capacità extrasensoriale.

 

 

   Mamma mia pare che io fossi badante qui, non sono più attenti al gas, al fuoco e né al cibo. Non cambiano per niente le abitudini, pur essendo una necessità. Adesso stanno buttando un bel po di roba dalla cantina, da anni sanno che non è più adatta.

 

 

  Mi muovo di là e di qua non avendo ancora chiaro il mio primo passo da intraprendere. Insisto per farmi chiarezza niente, alla fine dico abbastanza stufa

  Ma io sto li a far niente per me stessa in questo ambiente così limitato e ostile? Voglio partire.

 

   Davanti a me appare un monaco vestito di nero, molto scuro e severo nel viso, rigido nel corpo.

 

  Mi ricordo di averlo visto già ogni tanto. Non assomiglia alla mia guida or la guida è parecchio trasformata a causa dei miei stessi pensieri pieni di impazienza e intolleranza.

 

  Cosa sto a far lì?!

 

  Davanti a me a livello del petto in una zona luminosa densa appare la scritta nel nome della madre.

 

   Cioè? In questi giorni arriva parecchio e pure non l'ho capita. Sicuramente adesso non entro su Fb per trovare qualche testo illuminante, l'indizio così chiaro ha altro da dirmi. Che significato può avere? E' scritto proprio così in italiano. La pagina è dedicata a madre Terra, al energia femminile in generale che nutre e protegge i suoi figli. Quella dolce e amorevole energia assente nella nostra civiltà maschile fondata sul predominio: iniziamo a sentire la sua mancanza.

 

   Cerco su internet, a parte la pagina di Fb con questo nome ci sono ben 3 libri con lo stesso titolo. Mi da l'impressione di mancanza di originalità, non sono riusciti trovare un altro titolo?

 

 

  “Non maltratterai la vedova, l'orfano e lo straniero, se lo maltratti quando mi invocherà io ascolterò la sua grida.”

 

   Questo versetto è scritto da qualche parte del mio sito. La vedova, l'orfano e lo straniero sono le fasce deboli in una società. E se è scritta già lì in antichità come ammonimento, ovviamente erano sin da allora non protetti e in balia della prepotenza altrui. Il problema non è la loro debolezza ma la prepotenza sì, pare che fosse scritta nel nostro DNA come tendenza: subito approfittiamo.

 

   Ma i Pleiadiani non potevano fare diversamente e mettere dentro di noi solo bellezza e gentilezza? Siamo un esperimento alieno, pare che molto riuscito non lo siamo, visto le distruzioni perpetrate e contro la Terra non solo contro gli umani.

 

 

   - Sono tanto dimagrita ultimamente.

  - Vai dal dottore per analisi.

    - Non vado più da nessuna parte, non è morta mia sorella che è ammalata da anni e morirò io?!

    - Allora lascia stare i lamenti, il vecchio lo fa abbastanza.

    - Anche adesso ha detto che lui sta morendo.

     - Oramai ci ha annoiati, da 13 anni sentiamo lo stesso ritornello.

 

   Poi si sentono delle grida ai vicini di più in là, ho presupposto che sia la casa con tante persone nello stesso cortile sposate e no.

 

- Non so io come mai quella ragazza si è fatta la casa proprio qui, terreni in città ci sono parecchio.

- E' qui anche quello sposato poco tempo fa, pareva un bravo ragazzo.

- In effetti sono in tanti, e tutti bevono...

 

  Magari anche i litigi sono contagiosi, la gioia lo è. Passa un oretta, tutti 3 fuori sento lei chiamando il vecchio:

 

   - Se vedi il vicino nel orto dirle...

    - Cosa?

 

   Ma dai .. è proprio uno scherzo. Ogni volta quando vengo qui devo assistere a un litigio tra i genitori e qualche vicino?! Devo sentire urla in qualche cortile dai vicini?

 

   - Dove lo mandi? Non vedi che è sordo ?!

   - Non lo mando da nessuna parte.

 

    Vado nella loro stanza il vecchio con tutte le carte dal Tribunale disperse qua e là per terra, stava cercando qualcosa.

 

   - Cosa vuoi da questo vicino? La vicenda è chiusa.

    - Niente.

    - Allora perché insisti? Oriana non è interessata di un pezzo di terra.

    - Tu fatti i tuoi affari e lascia i miei a me.

    - Vi state annoiando e non sapete più cosa fare?

 

 

  Io non ho seguito la loro vicenda con la terra, so solo che sono tantissimi litigi a prescindere da essa, e non solo nella loro comunità. Giustamente se lei è convinta che ha ragione insista, e ha ragione e con me: non è il mio affare.

 

  Poi mamma mi informa con le ultime notizie, meglio detto una di esse la ritiene importante anche per me:

 

    - A TV ha detto che un rumeno ha ammazzato una rumena, 5 bambini sono rimasti orfani.

   - Dov'è successo questa cosa?

   - Al estero.

    - Si, ma dove?

    - In Italia.

 

   Ma va... potrei stare tutto il giorno a scrivere robe così. Ho le mie da risolvere e non sono poche, sto li a perdere tempo con le vicende altrui? Lei ha considerato che devo saperlo per la violenza estrema contro la donna? Per il luogo dove è successo cioè Italia?

 

Comunque pare che nessuno ama la tranquillità e la vita in pace.

 

 

 

 

 

   Martedì, 25.10.2016

 

 Mi muovo di là e di qua irrequieta in questo piccolo orto, troppo piccolo per me. Nel frattempo mi avvicino a un limite, il tempo stesso mi sta pressando. Pur non mancandomi nulla, ho la sensazione chiara che mi mancasse qualcosa. Ma cosa?

 

  Davanti a me a livello della gola appare scritta in nero grassetto la parola libertà.

 

  Strano che sia scritta in nero. Per adesso non è un altra parola che mi piacesse di più: adoro il suo suono. Ma in nero? Nero non è solo negatività, oscurità e via dicendo che comunemente noi le associamo, deve essere anche qualcosa di positivo in esso tipo profondità, stabilità.

 

 

  La madre aspettava, guardando ogni tanto l'orologio:

 

  - Come mai Giulio non è venuto né oggi?

   - Mamma, lui ha negozio di alimenti: perché ti preoccupi?

 

    Ovviamente non si parla di cibo in questo caso.

 

 

   E' un tempo chiuso, molto chiuso non è né il sole di giorno né la luna di notte. Alle 8 del mattino è ancora buio.

 

   Avevo l'impressione che fosse sabato oggi. Solo quando sono venuta al computer ho visto che sia martedì. Strano.

 

  Passa un oretta ancora:

 

  - Non è più arrivato Giulio?

    - Perché ti preoccupi? Se è qualcosa importante lui telefona.

 

   Passano circa 2 ore, la sento ancora:

 

  - Giulio è andato via già?

   - Cosa stai dicendo?! Quando è stato lui qua?

    - Lo sentivo parlando...

   - ?!

 

 

   Magari si sta aprendo il suo chiaro udito, proprio mi chiedevo cosa ho in comune con lei pare che non ci sia niente.

 

  Mi serve un animale totem:.

 

  Ecco la testa del unicorno con occhi grandi scuri.

 

  Secondo una leggenda loro sono esistiti davvero nei tempi remoti del umanità cioè 36.000 anni fa. Secondo me no, è solo un simbolo.

 

“Una delle creature più affascinanti del mondo fantastico è senza dubbio l'unicorno: oggi lo consideriamo sotto la sembianza di uno splendido cavallo bianco con un corno sulla fronte ma nel corso della storia è stato rappresentato sotto diverse sembianze a partire dalla sua origine attribuita a una regione tra l'India e la Cina dove era chiamato K'i-lin, uno dei quattro animali magici citati in un antico testo assieme alla fenice, la tartaruga e al drago, che tra l'altro indicavano anche le quattro direzioni nel Feng Shui, solo che l'unicorno venne poi sostituito dalla tigre.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

   In questo testo si legge che è possibile vedere un unicorno in occasione della nascita di un perfetto sovrano (forse per questo nessuno ne ha mai visto uno in Cina..) ...”


 

   Questa è carina, anche il sovrano è solo un simbolo! Ho lasciato perdere i testi lunghi medioevali cristiani che altro non fanno che buttarti in logorrea, mi pare che sia più che sufficiente la sintesi cinese. Eccomi, grande realizzazione.

 

  L'unicorno appare ancora con gli occhi grandi marroni molto vicini del mio viso, magari era scontento sentendomi diminuendo il suo immenso valore attribuito di mitologia!

 

  Su Fb trovo un testo di Kryon rispetto alla bassa autostima delle anime antiche, stiamo guarendo l'atavica paura che portiamo in noi da eoni di tempo con l'aiuto della Terra. Non ho mai avuto dubbi, io amo la natura e sento realmente la pace in quale lei ci avvolge. Rimango estasiata di fronte a tanta bellezza e diversità.

 

  E qui proprio la vastità della natura mi manca.

 

 

  Ma perché cazzo sono qua? Mi snerva venire sempre qui dove sto facendo un bel nulla da tutto quello che mi piacerebbe fare

 

  La guida si mostra con orecchie di pecora.

 

  Questa mia guida è assolutamente geniale! Mi sento una pecora allora, ogni volta quando vengo qui. Se avere residenza qui mi serve per certi motivi.... puerili … alla fine non è che il mondo finisce qua, loro si comportano siccome io fossi un oggetto di loro proprietà e lo fanno da anni. Sarebbe abbastanza e per me, no?

 

La parola puerili veniva dal nulla mentre stavo scrivendo, vale a dire mi sto bloccando inutilmente. I ragionamenti non stano in piedi?

 

  Voglio partire di qui, mi sento un po alle strette.

 

  La guida si mostra spaventata, con tutti i capelli dritti in su.

 

  Come vedo ho un buon stato di animo!

 

   Va avanti....

 

Va bah ... avanti dove?

 

 

   Va avanti viene dalla musica, dalle parole condivise già da qualche parte e dal pastore che sapeva ovviamente della terza parte del mio sito. Non ho mai pensato ma la terza parte del sito, avanti appunto, sta in qualche modo delineando me stessa , una nuova identità molto più ricca è vero ma anche molto più impegnativa.

 

 

   A me non basta muovermi solo nel invisibile, intendo proprio e sopratutto muovermi anche fisicamente. Star lì ferma non mi giova affatto, io amo camminare, viaggiare e divertirmi.

 

   Alla sinistra è Andra così come l'ho vista prima volta sorridente, con occhi luminosi, adesso vestita in un splendente grigio.

 

   Davanti pare che sia Francesca, con un vestito scuro elegante. Mi ha colpito un giorno l'eleganza e la sicurezza di questa donna.

 

  Non voglio né agganciarmi alle persone che conosco già in Italia, a parte che se io fossi decisa fermarmi là sì potevo farla innumerevoli volte.

 

  Finiti i discorsi frustranti verso Italia, mi appare il viso di un uomo con barba, maturo, è proprio davanti al mio guardandomi con calma ho la netta sensazione che sia qualcosa che condividiamo insieme.

 

   Cosa condividiamo la reticenza? Di solito in Italia vado solo quando non ho un altra alternativa e adesso l'alternativa non mi manca.

 

 

 

 

    Mercoledì, 26.10.2016

 

  “Una porta scura enorme viene abbattuta con la forza della luce. Più in là magra e sorpresa è una donna vestita in nero, alla sinistra è un decantatore pieno.”

 

   Mi pareva che io abbia forzato un po le cose accadere volta scorsa con il lavoro. Ma cos'altro potevo fare? Il decantatore sono i bisogni insoddisfatti mi pare.

 

 

   Devo pagare il sito ancora non l'ho fatta. Io mi sono proposta diffondere tramite il sito gioia, saggezza e libertà, spesso ho dei dubbi che esso proprio questo fa.

 

   Poi sono alle prese con i documenti, devo decidermi cosa fare. Sì sono qui da più di 2 settimane e se volevo realmente farle tempo era a sufficienza. Io non voglio più la residenza qua, nello stesso tempo un documento valido mi serve proprio per muovermi. E' difficile trovare adesso in breve tempo un altra soluzione.

 

 

 

     non imbrogliare

 

  mi passa davanti alla fronte.

 

   In somma devo tornare al cuore. Io so che ho una buona percezione di pensieri ed energie altrui, e questo mi è passato davanti alla fronte: chiaramente non è un mio pensiero.

 

  Giravo su Fb guardando qua e là ai testi e anche condividendo qualcuno di essi. Veniva proprio da Simone B. il pensiero precedente, ha condiviso e lui il testo di OSHO poi subito per farmi capire, sta parlando di “pensiero che non è tuo ma si fa automaticamente davanti a tua faccia”. In somma io no ho tempo di giochetti del genere, ho altre cose da risolvere adesso e devo farla anche urgentemente.

 

 

   “È assolutamente inevitabile che un Buddha venga sempre frainteso?

 

   - Prem Mandira, sì, è assolutamente inevitabile; non può essere altrimenti: è inevitabile che un Buddha sia frainteso. Se un Buddha non fosse frainteso, non sarebbe affatto un Buddha. Come mai accade? Perché il Buddha vive in uno stato che è oltre la mente, e noi viviamo nella mente: tradurre alla mente qualcosa di trascendente è la cosa più impossibile al mondo. Non può essere fatto, sebbene ogni Buddha ci abbia provato. Anche questo è inevitabile: nessun Buddha lo può evitare.

Il Buddha deve dire l’indicibile, deve esprimere l’inesprimibile, deve definire l’indefinibile. Deve compiere questo atto assurdo, perché nel momento in cui raggiunge ciò che è oltre la mente affiora una compassione immensa. È in grado di vedere persone che brancolano nel buio, può vedere persone soffrire inutilmente: si creano i propri incubi, si creano il proprio inferno e affogano negli inferni da loro stessi generati. Come può non sentirsi compassionevole?

 

   

 

 

 

 

 

 

 

 

    E nel momento in cui nasce la compassione, vuole comunicare loro: che questo è il frutto del loro agire, che possono venirne fuori, esiste una via d’uscita, esiste uno stato che trascende tutto questo; la vita non è ciò che pensi il tuo pensare la vita è simile a un cieco che pensa la luce. Il cieco può continuare a pensare la luce, ma non riuscirà mai ad arrivare a una conclusione certa. La sua conclusione può essere estremamente logica, ma comunque gli mancherà l’esperienza. La luce è un’esperienza; non ti serve la logica per comprenderla, ti occorrono gli occhi!

 

   Il Buddha ha gli occhi e gli occhi saranno conseguiti solo quando sarai andato oltre la mente, quando diventi un testimone della mente, quando avrai raggiunto uno stato superiore alla psicologia; quando sai che tu non sei i tuoi pensieri, non il tuo corpo. Quando sai che sei solo comprensione; energia che riflette, energia in grado di vedere: sei pura percezione. “

 

(OSHO)


 

   Questo testo di Osho è assolutamente geniale: è proprio così, basta ricordarmi come ho iniziato io il sito. La solitudine … non nel piccolo ma come esseri umani, tagliati fuori da una realtà più grande universale in quale noi giochiamo la nostra parte. Non siamo per niente soli or senza potere, e questo potere iniziamo adesso sfiorarlo.

 

   Mi auguravo sin dal inizio di entrare in contatto con la bellissima entità che è Kryon. Riuscire un giorno canalizzarlo, era allora ed è rimasto tutt'ora per me un ideale da realizzare.. Per questa mi servono le capacità extrasensoriale sviluppate e affinate non per fare dei giochetti via Fb.

 

  Affrontando la pioggia e il freddo esco a fare due passi, mamma mia quanto ne soffro qui per mancanza di spazzi verdi. Il commesso mi informa anche “gli italiani”...

 

“gli italiani” era qualcosa a quale non mi aspettavo, si sta riprendendo parecchio nei ultimi giorni.

 

 

   Ecco Giulio che cambiamento, ha qualche giorno da quando non viene più qua a mangiare e già si vede:

 

  - Giulio, mamma si preoccupa che non vieni più a mangiare.

   - Mi preparo da solo, ieri ho cucinato polo.

   - Bravo, sei ingrassato or mi pare?

  - Mangio anche a ristorante ogni tanto.

 

 Più sereno il suo viso, mamma mia che scuro era solo qualche giorno fa. Succede e a me, a lavoro mi dicevano che il mio viso diventava luminoso. Stai lì tra singhiozzi e sospiri a sentire le stesse stupidaggine da anni e implicarti in vicende che realmente non ti guardano neanche, giustamente ti prosciugano di energia. Sono contenta vederlo così, i visi scuri non mi sono mai piaciuti.

 

   Italia mi la ricorda anche la madre:

 

  - Iris, in Italia fa caldo.

   - ?!

    - Loretta si lamenta che ha 3 bambini e cosa le da da mangiare. Io ho avuto 8 e non mi sono mai lamentata.

 

   “Loretta si lamenta” lo fa per ricevere ancora sostegno materiale dai genitori, solo che adesso loro sono due anziani che appena stanno in piedi.

 

  Con il freddo di qui sì che mi sorride l'idea di andare là. Faccio tanta resistenza a quel paese nemmeno io so chiaro il perché.

 

Ecco perché incontriamo balene e delfini nei sogni or visioni, pare inverosimile che fossero così importanti e grandiosi:

 

  "Balene e Delfini sono specie uniche e speciali che non rientrano in nessuno dei profili evolutivi che vi stiamo presentando per vostra maggiore comprensione. Essi sono considerati come le specie, presenti sulla Terra, intellettualmente e spiritualmente più avanzate.

 

  Quando la Terra fu creata per essere abitata dagli umani, questi meravigliosi Esseri di Luce furono inviati da lontani Sistemi Stellari con la funzione di “Custodi della coscienza Divina per la specie umana”. Essi registrano la coscienza illuminata, ma anche quella diminuita, di tutte le forme di vita dall’inizio di questa esperienza Sub-Universale – non solo in questo regno ma anche in altri all’interno di questo Sub-Universo. Essi incarnano la storia vissuta della Terra, di tutti i pianeti, dei sistemi solari e delle galassie e portano costantemente riverberanti frequenze di Luce ed informazioni avanzate.

 

 

 

 

  

 

 

 

 

 

    

    Gli insegnamenti di saggezza del passato da parte di alcuni degli illuminati portatori e comunicatori della saggezza di Delfini e Balene hanno portato molta informazione riguardante questi potenti servitori della Luce. I Delfini e le Balene facilitano l’intreccio delle matrici energetiche della coscienza cristallina attraverso il pianeta. Questo permette agli umani che sono ricettivi a livello vibratorio, e spiritualmente pronti, di incarnare infusioni più profonde di puro amore nella propria struttura cellulare e sperimentare livelli più profondi e raffinati di comunicazione telepatica.

 

   Essi rappresentano tutti gli Esseri della Terra e la loro missione e gloria è quella di tenere l’intera Terra in un Campo Aurico liquido di amore superiore. Essi inviano toni di amore attraverso le profondità delle acque, dentro la Terra e verso tutta l’umanità al fine di mantenere in movimento l’evoluzione della coscienza sulla Terra secondo il piano più ampio. Essi non sono come appaiono nella forma. Sono grandi, magnifici Esseri che noi ammiriamo e, se siamo ricettivi, percepiamo la loro amorevole energia mentre perlustrano in continuazione gli oceani, distribuendo le frequenze di amore, armonia e grazia di nostro Dio, Padre/Madre."

 

AA Michele - I cinque Regni/ Dimensioni

 

 

Non passa molto e trovo la petizione contro il Giappone per la mattanza delle balene a “scopi scientifici.”

 

 

 

  Io non so se Kryon è una sfera di colore blu, un splendido blu, ma questa è apparsa di seguito ai miei pensieri verso di esso.

 

   L'unicorno è una presenza costante in questi giorni con i suoi occhi marroni. Bah ...se realmente ha valore in un cammino spirituale, ad altri livelli non è che sto molto bene.

 

   Da tempo non è apparso piu il monaco buddista con il nonceago, vale a dire ho ancora lavoro da fare con le emozioni.. A quanto pare una volta imboccato questo cammino di scoperta, disciplinare il campo emozionale è la sfida maggiore da affrontare.

 

 

 

 

    Giovedì, 27.10.2016

 

 

Essermi aperta la porta decine di volte al giorno per delle banalità, inizia stufarmi.

 

    - Ti sei messa qualche soldino da parte?

    -  Ma che cazzo ti interessano tanto i miei soldi?!

    - Per avere ...se nel inverno sei qua.

    - Ma sei sorda? Ti ho detto già che in dicembre reinizio il lavoro.

    - Sei bugiarda, non ci penso proprio.

    - E' il tuo affare.

    - E chi farà qui il bucato?

    - Ecco è questo il tuo problema, non altro.

 

   Questa donna sta proiettando su di me le sue paure e le sue limitatezze, pur sapendola mi infastidisce lo stesso. E ogni volta è uguale, lei ha il diritto di essere come vuole non è il mio affare, il mio affare è perché cazzo vengo qui se pure lo so già? Mi da l'impressione di un automatismo, di qualcosa sfuggevole al mio controllo cosciente.

 

 

  Arriva e Giulio inaspettatamente per portare varie robe. Se pure deve fare attenzione a quello che mangia, mi pareva che questa sia una buona soluzione:

 

  - Giulio, potresti iniziare a mangiare solo verdure, il vegetarianismo è di moda.

   - Non. Non intendo passare nel gruppo avverso.

 

 

   Una volta uscita nel orto, la madre inizia i classici giochi di potere che noi abbiamo pienamente ereditato, sento solo lui rispondendoli:

 

  - Oriana ha detto che lei si può fermare qui fino in estate, poi basta chiamerà la polizia per chiederle cosa ci fa qua.

 

   Dimmi te, quanta prepotenza e arroganza! Se pure è stato già un caso del genere nella loro santa comunità poco tempo fa. Allora perché no? E' normalità.

 

   Che la madre ha trovato una nuova mamma e una nuova autorità in Oriana, non ho mai avuto dei dubbi, ma gli altri? Ma io sto lì a sentire stupidaggine del genere? Oriana può essere squilibrata psichicamente, non mi pare che gli altri fossero poi tanto equilibrati. Non ho mai sentito nessuno dirle di smettere.

 

 

Menomale una donna sta condividendo su Fb la sua notte bianca: siamo in due!

 

 

   Antonio invece ha un testo molto duro, sta descrivendo le formiche e i loro schiavi, non è che sbaglia è proprio così anche nella nostra società. Ma noi come umani evoluti non potevamo fare meglio delle formiche?!



 

   “avete presenti le formiche che vivono sfruttando gli Afidi, esse le utilizzano come vacche ..da dove prendono il nutrimento.. Non solo le formiche catturano gli afidi e li tengono nei loro formicai in apposite "stalle", ma ne conoscono le uova, che raccolgono e trasportano nei formicai, le curano come le loro e allevano i piccoli Gorgoglioni che nasceranno da esse. Costruiscono gallerie che dai formicai vanno direttamente agli alberi od alle Rose sui quali condurranno tutti i giorni a pascolare questi loro armenti. Quanto alle stalle hanno porte per le quali passano facilmente le formiche ma non gli afidi, sicché essi sono prigionieri.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

   l'Umanità metaforicamente è in balia di queste "formiche" che hanno il potere e ci sfruttano allo stesso modo...facendoci credere che siamo liberi e che si prendono cura di noi...con la religione, le medicine, la politica... ma ormai l'evoluzione è iniziata ed è irreversibile , quelle "vacche" stanno per diventare Farfalle e stanno per spiccare il volo..questa evoluzione e supportata da madre terra ..anche schiava in balia di esseri spregevoli che l'hanno sfruttata , usurpata e violentata, adesso anche lei si sta ribellando, arriveranno tempi in cui la natura si riprenderà ciò' che le è stato tolto “


 

   Nella nostra civiltà, la schiavitù e lo sfruttamento hanno cambiato solo la forma non la sostanza. Noi viviamo in una illusoria libertà, i liberi pensatori riescono oltrepassare i muri.


 

   Ecco questa sì mi serve per costruire una nuova realtà, lontano dai consueti giochi di potere:

 

    Riprogrammo il mio subconscio con nuove idee che creino nella mia vita eventi stupendi, prosperi e gioiosi!

 

    Luise Hay

 

    Va bah io pensavo alla balena che gioiosa si alza in aria e a un altro testo che sostenga la teoria di AA Michele, sapevo che ha anche Kryon uno del genere e intendevo cercarlo:

 

Un delfino alla sinistra mi appare fermo siccome mi stessi parlando, lì è rimasto per buon tempo.

 

 

   “I biologi dicono che prima che venissero i Pleiadiani, (anche se) non dicono "prima della venuta dei Pleiadiani", che approssimativamente 100.000-200.000 anni fa vi erano oltre 27 tipi di essere umano.

Proprio come tutti gli altri mammiferi sul pianeta: una basso ed uno alto, una con la coda ed un altro senza, nella stessa maniera diventando solo uno degli altri mammiferi. E tutto si fermò.

Il mio partner fa riferimento ad uno specifico giornale scientifico americano di gennaio del 2000. Dove sulla copertina si chiedeva: "cosa è accaduto?". Perché ora noi abbiamo un solo essere umano. Con 23 cromosomi. Quindi vi è un solo di "voi".


 

 

 

 

 

 

 

 

      Così il principio della vita stessa dice che deve esserci un back up (NDT una copia di riserva). Ed il back up doveva esserci nel caso ci fosse stata una totale estinzione, in modo che (la specie) potesse continuare. In molti modi deve esserci un back up. Le balene sono anche il back up dell'akasha dell'umanità. Esse portano la traccia del vostro DNA. Pensate che loro vi conoscano? Loro sono il back up per l'umanità!

 

  Loro nuotano negli oceani di questo pianeta ed oggi per la maggior parte nuotano libere dall'essere cacciate.

Loro cresceranno ed alla fine la scienza dirà che c'è un'alleanza nella coscienza, in qualche modo tra tutte le balene e gli esseri umani.”

 

Kryon le Miniere dei Cristalli 3 - Monte IDA - 16 giugno 2016

 

 

 

 

 

 

  Venerdì, 28.10.2016

 

     La stessa notte lunga, finalmente mi addormento molto tardi. In tanti confermano lo stesso e che sia tanta intensità in questi giorni magari per le tempeste solari. In Italia è stato perfino un terremoto ieri!

 

   A un certo punto mi sveglia lo stesso rumore come delle ali, pareva che qualcosa sta tagliando l'aria con velocità.

 

   Non ho seguito più l'apparizione dei cerchi nel grano, da qualche parte sono apparse in questi 3 giorni?

   Invece il cuore si è manifestato con forza quasi mi uscisse dal petto verso sinistra, solo dicendo quel lavoro mi ha salvato la vita. Ho avuto allora questa netta sensazione, che poi ero già in una situazione che non mi permetteva grande scelta. E trovarmi ancora una volta qua non mi sorride per niente.

 

    Finalmente sole e cielo sereno alle 13, dopo giorni di un buio quasi totale, con un tempo del genere sì che è u grande piacere viaggiare.

 

   Non voglio più la residenza qui

 

  La guida animica si mostra mummificata.

 

Allora? Andiamo avanti? Cioè rimaniamo fermi qua fisicamente.

 

 

  

 

 

 

   

 

 

 

 

 

  “vivete la vostra vita senza aspettative, senza il bisogno di risultati specifici: questa è la libertà”

 

   Questo video è geniale, ogni volta trovo le parole giuste in esso.

 

 

  Ecco io ho sempre aspettative che le cose andassero in un modo or altro positivamente or negativamente, sto già facendo dei scenari prima di arrivare in quel posto. Ovviamente in questo modo io vivo condizionata, non lasciando aperta l'attenzione verso le sincronicità che sicuramente si stanno manifestando.

 

 

 

 

     Sabato, 29.10.2016

 

   Questo orto piccolo non mi da tanta soddisfazione, con tutta la mia buona volontà. Poi guardo la madre che veniva con 2 borse piene dal negozio, affaticata le mette giù. Casa, chiesa, spesa eh certo che inizia a dare dei numeri non è altro che sopravvivenza.

 

   Cosa ci faccio io qui?!

 

    Il cuore mi da dolore e a lungo tempo.

 

 

 

    Approfitto di una splendida giornata per prendere un po di aria in cortile e fare ordine, il pensiero di partenza è rimasto.

 

    - Giulio, se devi andare presto con il pacco per Loretta allora vieni a dormire qui e Iris andrà a dormire da Corina.

     - ?!

     - Non puoi prendere la carne e tenerla da te dalla sera fino al mattino.

     - ?!

 

    Non ho capito cosa ha risposto Giulio. ma questo “lei va da Corina” non è di oggi or da ieri anche anni fa faceva lo stesso e non solo con me. Pare che volesse mettere sulle spalle di Corina i suoi stessi impegni e i suoi problemi. Non ho mai capito pienamente il comportamento di questa donna. Non so nemmeno se vale la pena lo sforzo di capirlo.

 

   Questo testo mi aiuta a capire che mi muovo da buon tempo su vie sbagliate:

 

    “La costruzione di questa traccia era il vostro proposito, quando siete nati a questi genitori e in questa famiglia. Non è il vostro proposito far salire anche la vostra famiglia o cercare di portarli fuori dalla valle sulle vostre spalle! Questo non è un compito vostro. Ogni volta che cercate, in senso figurato, di trascinare i vostri genitori o famiglia su per quel ripido pendio, state ostacolando la vostra stessa crescita e sarete disillusi e delusi. Non è questa la via della crescita spirituale e dell'alchimia. Quegli altri che amate e con cui volete condividere la vostra luce, possono scegliere di vivere nella valle per un altro secolo o anche di più. Dipende da loro. Ma un giorno, coi loro tempi, scopriranno un piccola traccia che sale e penseranno: "Ehi, questo è interessante, saliamo su e proviamo questa; non mi diverto più quaggiù.” E così se ne vanno. Inizieranno un loro viaggio di crescita interiore, una loro scalata verso la luce. E non è meraviglioso, non è assolutamente prezioso, che essi troveranno dei segnali lungo la via, una traccia a cui aggrapparsi? Dovranno affrontare le proprie battaglie, ma avranno un faro a disposizione che illuminerà il loro viaggio. In qualità di pionieri avrete sgomberato la via attraverso un territorio selvaggio e sconosciuto, e la strada aperta da voi sarà usata con gratitudine e rispetto.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

   Per essere davvero liberi e per riacquistare la vostra maestria come un essere spirituale indipendente, dovete lasciar andare la vostra famiglia d'origine. Dovete lasciarli andare, non solo come loro figlio ma anche come loro genitore. Permettetemi di spiegare questo doppio legame. Il bambino in voi deve abbandonare la speranza che i vostri genitori vi offrano amore incondizionato e sicurezza. Deve rivolgersi a voi per questo e voi dovete aiutarlo a lasciar andare la parte arrabbiata, triste e delusa del bambino, che si sente tradita dai vostri genitori. Questa è la parte del bambino.

 

   Tuttavia dovete lasciar andare anche la parte di voi che vuole essere il genitore dei vostri genitori. È tipico delle anime operatrici di luce che, ad un certo punto della loro crescita, esse iniziano a sentirsi i genitori dei propri genitori. Grazie al loro desiderio innato di insegnare e guarire e alla loro consapevolezza spirituale, spesso esse vedono chiaramente le paure e le illusioni dei propri genitori e vogliono guarirle. Questo può causare molte lotte con i vostri genitori, in quanto il vostro desiderio di aiutarli è spesso collegato con un bisogno inconscio di essere riconosciuti per chi siete realmente. In altre parole, il bambino ferito parla attraverso voi quando cercate di aiutare i vostri genitori, e il disastro è assicurato quando cercate di aiutare gli altri attraverso le parti ferite di voi. Finirete per essere più feriti e i vostri genitori probabilmente finiranno per essere sconvolti o confusi.”

 

Lasciar andare la vostra famiglia d'origine - Jeshua canalizzato da Pamela Kribbe


 

 

    Ecco una psicologa moderna, Carla prende in calcolo a modo molto serio il channeling - la via della conoscenza con l'aiuto di vari entità dal invisibile. Eh sì abbiamo fatto dei progressi se perfino la scienza inizia accettarlo come “normalità”.

 

    Kaugumi.. . ancora? Sempre da quella donna? Troverei strano che altro non facessi che raccontare a qualcuno di Ramiro, in effetti non è più un pensiero ben diretto verso di me ma lo sento comunque.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

    Questa persona che fa spiritualità su Fb mi da l'impressione che non abbia poi capito gran che della vita. Innanzitutto una persona che si sta avventurando nel profondo della sua psiche inevitabilmente sta sviluppando le dotti sensitive e quindi sai già più or meno con chi stai parlando. A questa donna che parlava di “inferno personale”, doveva semplicemente rispondergli che è la sua oscura notte del anima, anima è individuale perciò l'oscura notte del anima è assolutamente personale non potrà mai essere uguale a un altro. E si passano parecchi nella vita di vari intensità.

 

   Non so io quante persone sanno anche di che cosa stano parlando. Incollare testi di qua e di là, molto spesso in tanti dimenticano mettere la fonte, non vuol dire che anche hai capito or hai fatto esperienza di ciò. Certo è ammirevole lo sforzo e l'impegno di fare qualcosa per l'umanità nel senso ampio, tuttavia dobbiamo farlo in primis per noi stessi. Io non ho voglia lanciarmi in polemiche via Fb.

 

     Mi ricordo il banale dialogo avvenuto l'anno scorso in primavera tra Giulio e i suoi famigliari, figlio, figlia che segue la psicologia e il fidanzato di sua figlia, invitati qui proprio per guardare una stranezza cioè me. In effetti uno dei due ragazzi era incuriosito, mi pare che il fidanzatino di sua figlia che ancora non appartiene a questa famiglia ha chiesto da Giulio

 

    - Ma perché ti ha denunciato alla polizia?

     -  Le ho detto di non venire più qui se non va alla chiesa.

     - Ma non tutte le chiese sono uguale?

      - ?!

 

    Non si parlava di chiesa in se stessa poteva essere in verità qualunque, si parlava semplicemente di una mia scelta e di una mia libertà. Stranamente ai suoi famigliari le è sfuggito proprio il nocciolo del problema: l'abuso nei confronti altrui. Chi è lui or un altro essere umano per condizionare una mia scelta?

 

   Il fidanzato insiste per farsi chiarezza così che al tavolo, chiede anche da lei:

 

     - Allora?

    - Sai …. è come un mestalo che luccica alla superficie.

     - ?!

    - Allora è bene.

    - ?!

   

    Magari si aspettavano a trovare una stranezza, non una donna che difende se stessa. La sua figlia per me non è un autorità in materia, strano che lo sia per loro. Lei appena sta studiando la psicologia, di più è giovanissima non ha nessuna esperienza di vita. Non si sentiva nemmeno a suo aggio, non riusciva alzarsi alle aspettative di suo papà.

 

    Ma io sto lì in un ambiente del genere?! Basta ricordarmi certe cose e mi vengono dei brividi. Io so che vengo sostenuta dovunque, non ho mai avuto dei dubbi.

 

    E pure è qualcosa che mi sfugge

 

   la mia guida destra il sè  mi guarda con occhi luminosi.

 

    “Ma forse lei non vuole...”

 

    Mi sono ricordata le parole del pastore, quando per prima volta ho rinunciato a Italia nel lontano 2007 venendo qui e avendo in testa Germania come soluzione per allontanarmi da tutti due paesi. Tutti due molto impegnativi per me, mi mettevano di fronte a una scelta. Di allora comunque qualche dubbio si presenta ogni volta quando devo scegliere.

 

 

    Non voglio cosa?

 

    Impartire le lezioni apprese.

 

    Perché mai non lo farei?

 

     Paura della fedeltà.

 

     Cioè?

 

    Fedeltà a te stessa.

 

 

    E quando vuoi essere te stesso cioè un assoluta nullità, senza che qualcun altro mettersi vari aspettative e caratteristici sulle tue spalle stai diventando senza volerlo il problema altrui. Rinunciare ai modelli tradizionali, consacrati come normalità or via di successo sta mettendo in motto sia la tua stessa resistenza al cambiamento che la pressione esterna da chi incontri. Nel loro desiderio di tenerti or allinearti al loro mondo la pressione diventa enorme. Come visto da mia esperienza personale si può arrivare facilmente fino a estreme, l'annientare completamente l'altro solo perché ha deciso di pensare diversamente e non condivide i comportamenti consueti.

 

    Mamma mia che veloce sono i cambiamenti climaterici, ho fatto bene godermi il cielo sereno e il sole, alla sera finita la meraviglia: è iniziata la pioggia.

 

    E' una forte presa di coscienza su Fb che la nostra civiltà sia basata sulla paura e non su quel tanto declamato amore che a livello di declamazione è rimasto. E' un passo avanti anche questo.

 

 

 

 

     Domenica, 30.10.2016

 

   Questo bussarmi nella porta al mattino mi snerva realmente. Non ho mai sopportato una tale mancanza di rispetto nei confronti altrui, mi da l'impressione di egoismo. A parte che lei poverina poteva benissimo aver dimenticato ieri sera di prendere quello che le serviva. Comunque è poco spazio per 3, per farla breve.

 

    Voglio tranquillità e sicurezza nello stesso tempo, la libertà totale di decidere anche nelle piccole cose quotidiane cosa faccio or no. Strano che non mi venissero informazioni circa la direzione da prendere con la stessa leggerezza, e ho un bel po di tempo da quando penso pro e contra e alla fine eccomi qua: bloccata.

 

   Il busto di Imperia alla destra è una costante, quando mi trovo in un dilemma del genere, lo sto associando al affermazione:

 

     Io ho il potere di mantenermi ovunque nel mondo.

 

    E quindi dilemma non dovrebbe essere, basta muovermi.

 

    Questa canzone la trovo tuttavia troppo cristiana, strano che mi venisse così spesso:

 

    Il viaggio del angelo

 

 

 

   Ti credo è una splendida giornata che mi invita a fare dei viaggi or almeno un passeggiata, ma qui dove? Star ferma per me è una grande sfida.

 

     Cosa mi manca proprio adesso?

     Fiducia in te stessa.

 

 

    Terremoti in Italia in questi giorni, magari per questa era messa nella mia attenzione, io ho visto su Fb. Mio papà dopo le notizie teneva informarmi:

 

- In Italia è stato terremoto. Non ci sono vittime, a quanto pare sono stati informati e sono andati via in tempo utile.

 

    Da tutte le notizie lui ha scelto questa, sapeva che è di mio interesse. Anche se faccio tanta resistenza andare là, con molte persone che vivono in Italia io ho un fortissimo legame che trascende tempi ed ere. Me ne sono accorta già tanti anni fa: le sorelle erano solo un tramite niente di più niente di meno.

 

 

    Io ne sento parecchi pensieri del posto, ma non li do più attenzione mi riempirei il sito solo con stupidaggine e non vale la pena. La maggioranza hanno da fare con la chiesa "sei nata qui! Sei ammalata!" e via dicendo or con la vita sessuale “molto attiva” che io ho e loro no. In altre parole in una comunità settante dove la repressione sessuale è massima, stano fantasticando ad occhi aperti circa la vita sessuale altrui così il loro blocco trova uno sfogo. E per questa che i film porno hanno tanto successo e i pettegolezzi circa la vita sessuale di qualche celebrità siano di moda. Per lo stesso motivo i rapporti umani sono così degenerati subentrando in un modo or altro la componente sessuale repressa.

 

   Invece stasera Van teneva proprio informarmi con insistenza, perciò lo scrivo:

 

“ Un comandante ha detto “è la vostra vita, cosa ci fa lei qui direttrice? Solo perché parla italiano? “ Un comandante. Poi questa storia con il divorzio... “

 

    Nel mio mondo va tutto bene ed è pace. So che è così e sarà sempre così.

 

   E' anche vero quest'anno io mi sono annoiata tantissimo venendo qui, non ho più pazienza de l'anno scorso. Mi pare che il motivo fosse la mancanza di spazio ma può essere una spinta più profonda che non ha nulla da fare con lo spazio ma con la mancanza di interessi che ci accomuni. Negli anni questo abisso si è allargato tanto, tantissimo.

 

 

   “Ora, da dove pensate di venire? Miei cari, vorrei presentarvi al vostro passato. Quando un pianeta ne insemina un altro, la sorgente delle anime proviene dal pianeta inseminatore. Eravate Pleiadiani: è per questo che siete così a vostro agio con quattro strati di DNA pleiadiano. L’avete già fatto in passato: le anime in questa sala sono molto antiche, e ci sono molti pianeti in cui hanno fatto ciò in precedenza. Ora, che cosa succede quando la vostra akasha comincia a risvegliarsi a una realtà più grande, una realtà che è semplicemente oltre la Terra? Adesso stiamo sorpassando noi stessi, ma non è proprio così. Come percepirete l’akasha quando comincerete a sentirla? Non è lineare, non riceverete nomi o volti: riceverete sensazioni, intuizioni, sogni, se l’akasha comincia ad ampliarsi, ad esempio se include le vostre vite su un altro pianeta prima di venire qui.

 

  Che cosa vi ho detto  della civiltà pleiadiana? In breve, vi ho parlato delle sette sorelle, questi nove pianeti di cui ne vedete sette. Essi hanno una civiltà che è molto, molto antica: la vostra è molto, molto nuova. Hanno un milione di anni di piaghe prima del momento in cui hanno varcato la loro soglia, il che non fu un’oscillazione (come per la precessione degli equinozi), ma ebbe a che fare con le stelle come sempre.  Voi eravate loro: che cosa pensate di aver imparato prima di arrivare qui? Questo comincerà a essere percepito, sentito, intuito, (ma) non lo riconoscerete, non saprete il perché. Ma ecco come si manifesta: comincerete a guardare (certe) cose, a ricordare che potevate controllarle e a chiedervi perché non ci riuscite ora.

 

 

 

 

 

   

 

 

       Comincerete ad aspettarvi cose che vanno oltre tutto ciò che nessun essere umano può fare attualmente: nessuna meraviglia, il perché non possiate farle ora. Vedrete un corpo cagionevole e non l’accetterete per via di quello che riuscivate a fare prima, e questo comincia a influenzare la parte 4D del DNA che avete ora. Allora comincerà a parlare con quello che è questo pianeta anziché con l’ultimo pianeta, incrementerà la guarigione. Lo percepirete, lo saprete. Che cosa accade quando un essere umano guarda se stesso, vede una cosa e ne sa un altra? Quando vi è stato detto questo o quello e voi ne sapete di più perché in un’altra realtà, su un altro pianeta, eravate capaci di fare qualcosa e tutto il vostro corpo dice “dovresti farlo adesso”, e c’è chi lo fa adesso? (Questo è) perché portate dentro di voi saggezza, conoscenza di un tempo in cui il vostro DNA funzionava all’85%. 85%!

 

  Quando desiderereste essere in un altro luogo, se siete multidimensionali, in qualunque momento lo vogliate potreste andarvene per secoli, se lo voleste. Oppure potreste scomparire ed essere parte del cosmo, se voleste. Qualcuno di voi lo percepirà !”

 

   Kryon - Aprirsi a un’akasha più ampia - 21 agosto 2016

 

 

   Mi pareva che io ho buon contato con i Pleiadiani e non da ieri or da oggi, ma da anni. Ne sono assolutamente grata.

 

 

 

 

     Lunedì, 31.10.2016

 

     - Iris, telefona a Corina per sapere cosa porta qui per il pacco di Loretta.

     - Ma se  Corina si occupa di esso perché ti agiti tanto?

      - E' lunedì già, fra poco sarà giovedì e ancora non ho una borsa. Non so niente.

      - Con questo freddo Corina sicuramente oggi non verrà qui.

        - Non so cosa hanno, non passa mai nessuno di qua. Ma cosa ha questa casa?! A sua mamma qualcuno dovrebbe andare ogni giorno almeno per vedere come sta.

       - Cosa vuoi che parlassero con voi? Tu parli spesso a vanvera, l'altro è sordo.

       - Smetti con questo “è sordo”

 

 

    Io sono pressata in un altro modo, oggi è lunedì e giovedì mi sta espirando il passaporto or mi muovo adesso or rinuncio a questo mio desiderio di non avere più residenza qui e mi sta in testa da buon tempo.

 

   Devo trovare questa musica mi sta da ieri sera in testa mi pare che sia di Zimmer. E' un splendido brano che mi farebbe anche bene sentirlo, perché non sapere già il suo titolo a posto di girare per ore in youtube?

     La guida destra si mostra schiva

 

  E' una novità, di solito mi da le risposte immediatamente. Va bah stavo esagerando, sta diventando comodissimo per me avere tutte le risposte davanti senza un minimo sforzo. Il suo ruolo è di aiutarmi là dove la mente non ci arriva.

 

    Sono letteralmente stufa, tutto sommato fa anche freddo perciò fuori non sto né io e né lei. Di più non c'è qui nessun altro di quale agganciarsi:

 

    - Dove lo hai mandato ancora? Non vedi che è sordo?

    - Tu bada ai tuoi affari.

 

  Che ridicolo, ha più di 80 anni non sente più, non ha chiaro nemmeno che cosa vuole or cosa potrebbe ottenere su via legale. Oriana non intende litigare per mezzo metro di terra.

 

    In somma è inutile a star lì a far cosa? descrivere la senilità? Ho un viso stanco proprio perché sto facendo un bel niente qua e sento le stesse cose senza senso da anni, in altre parole mi muovo in cerchio. E' ovvio che non mi sento affatto a mio aggio qui per mille motivi e pure non mi muovo:

 

   Cosa mi tiene qui?

 

   Paura è scritta in nero proprio dentro di me.

 

  Quindi è un energia assorbita.

 

 

Finalmente arriva il vecchio, con questo freddo non valeva la pena uscire di casa.

 

     -  Allora cosa ha risolto il vecchio?

    - Ha fatto una passeggiata, se io sono ferma qui almeno lui che vada in giro.

 

   Questa era... magari è la parte Ombra di quale parla Jung. I genitori stanno proiettando sui figli tutta quella mancanza di libertà a quale loro volentieri or meno si sono sottoposti. Mi è molto chiaro con il lavoro. Lei non ha mai lavorato fuori casa e ogni volta quando una donna di qui lo fa, lei sta dicendo con ammirazione:

 

    - X lavora,

    - Y non ha tempo se pure va a lavoro ecc

 

In realtà dal Tribunale loro aspettavano risarcimenti, almeno i soldi che hanno speso per processo di riceverli indietro. I soldi...

 

 

   Finalmente trovo Corina, per niente contenta di sentirmi:

 

    - E perché mi telefoni così spesso?

    - Calma Corina, la mamma si agita per il pacco di Loretta. Lei ti ha cercato innumerevoli volte senza successo.

      - Si agita? Non ha altro da fare, tempo c'è e poi prima deve arrivare la borsa da Loretta.

    - Lei vuole sapere cosa mandi tu, cosa metterà lei.

     - Io ho lasciato già una borsa da Giulio per lei. Telefonerò da Loretta per dirmi chiaro qualcosa.

 

    E come volta scorsa non poteva fare 50 metri fin qua? Volta scorsa nessuno sapeva che lei abbia lasciato da Giulio una borsa per Monia: nemmeno Giulio. Sono piccole cose, è normale comunicare almeno quelle. A parte che non ha più detto nulla del mio caffè ha or no ed è passata una settimana. Mamma mia come siamo messi a questo capitolo della ...fraternità....

 

 

    Su Fb in tanti stanno condividendo testi rispetto ai pensieri, io già una buona parte di loro so che sono esterni e so speso anche da chi viene, se in qualche modo conosco quella persona. La presa di coscienza è di non pretendere che tutti i pensieri che abbiamo siano i nostri, in verità una buona parte di loro non ci appartiene. Qualche idea venendo da fuori, fonte terrena or ultraterrena, trova spazio nella nostra mente. Anche questo è un grande passo avanti. Alla fine l'umanità si evolve ed è visibile.

 

 

   Questa mia anima si mostra così mummificata.

 

   Raramente la vedo esplodendo per la gioia. A quanto pare la gioia non è in me con tutta la volontà di cambiare pensieri e parole.

 

 

   “Il FUOCO
è un elemento importantissimo per la Creatività,
la aiuta, la risveglia, la stimola, la potenzia.

Certo, in qualità di "fuoco" va utilizzato con la giusta e sapiente misura. Possiamo scegliere tra l'uno e l'altro di sei fuochi.


La loro lista è elencata nel trattato Yoma (21 b):

 

 

 

1) "Fuoco che mangia ma che non beve".

E' il fuoco fisico: attività energia, lavoro, sport, divertimenti.


2) "Fuoco che beve e non mangia".

E' il calore dei sentimenti, la passione dell'amore, anche nelle sue sofferenze.


3) "Fuoco che mangia e beve".

E' il fuoco del profeta Elia, l'ardore del nostro spirito profetico, col quale bruciamo il passato e i falsi profeti dei Baal, dei "padroni".


4) "Fuoco che "mangia gli umidi come i secchi".

E' il fuoco della preghiera, dell'entusiasmo che la vera preghiera richiede.


5) "Fuoco che scaccia il fuoco."

E' il fuoco angelico, quello che scopriamo ed impariamo ad utilizzare con la Sapienza cabalistica.


6) "Fuoco che mangia il fuoco" .

E' il fuoco della Shekhinà, la Potenza Divina. E' la forza indicibile, la sicurezza incrollabile che viene dalla visione del vicino futuro messianico dell'umanità, che redime e purifica tutto il male compiuto dagli essere umani.”

 

 

     Stranamente è ancora il numero 49 presente, stavo mettendo una domanda a Nadav, un autentico cabalista, e poi vedo a “mi piace” che sono io e altre 49 persone. Pare che io non ho mai capito fino in fondo il significato di questo numero. Volta scorsa aveva da fare sempre anche con lui. Mi lo ha già spiegato?

 

 

  La musica che mi stava in testa sia ieri sera che stamattina, è dal video “la genesi il fiore della vita.”. E' bastato leggere qualche parola "il cubo di Metatron" al autore del video per ricordarmelo subito.

 

 

 

 

 

  

 

 

  

 

 

     Quest'anno ogni tanto l'enigmatico numero 49 lo vedo qua e là, a parte che sia la mia età di adesso e la sento come un grande passaggio , sono 7 volte 7, a ogni 7 anni la struttura del nostro corpo cambia. E' la chiusura di un ciclo e l'apertura di un altro, è un passaggio.

 

   Senza convinzione, ho accettato vari amicizie su Fb, pur essendo da anni non è il mio obiettivo di avere innumerevoli senza senso, perdo tempo guardando sui loro profili per vedere se abbiamo interessi in comune or no.

 

    Chiudo la serata con una presenza particolare, un uomo alto vestito in nero con un copricapo diverso magari dal islam, mi guardava da su alla destra incuriosito, severo, in somma non sorrideva per niente.

 

 

 

 

   Martedì, 01.11.2016

 

    Un forte rumore mi sveglia in piena notte, una voce maschile mi sta spronando a far qualcosa .... hotel...

 

    Generalmente mi è molto chiaro il messaggio, questa volta no. Ho capito solo la parola hotel. Magari è conseguenza dei miei stessi pensieri pro e contra verso la partenza altrove. Ovviamente preferisco i hotel: tranquilli, silenti dove nessuno mi rompe le scatole, nessuno mi disturba in alcun modo. Se ho anche una buona vista è l'ideale per me. A lavoro ho avuto questa splendida opportunità di godermi la tranquillità di una stanza ampia tutta mia , guardavo la montagna dalla finestra. L'esperienza ha il dono di spingermi, di osare?

 

 

   Ecco la risposta per il fuoco di Mosè dove ci starebbe nella sua lista era una mia curiosità. Ovviamente a me piace tanto il mio stesso nome Sekina e il suo altissimo significato lo trovo come il massimo che un essere umano su questo piano di esistenza può toccare.

 

    “la siepe che brucia senza consumarsi, è sicuramente una delle varie manifestazioni della Shekhinà, narrateci dalla Torà.

Il fuoco della siepe (Esodo 2, 2) allude al superamento dell'entropia, cioè va oltre quella legge della termodinamica secondo la quale ogni tipo di energia va degradando, ogni fonte di vitalità va consumandosi.

   Il fuoco della Shekhinà è messianico, cioè indica uno stato oltre le leggi della fisica, una connessione con piani di spiritualità così elevati da poter rigenerare, colmare, nutrire, ogni fenomeno fisico, preservandolo dalla morte. “

 

 

   Secondo Kryon il fuoco di Mosè era un angelo, una sfera roteante, che raramente un essere umano incontra, praticamente è il solo nella bibbia descritto con il fuoco. Quindi Mosè era arrivato a un suo sviluppo personale fantastico, possibilmente al massimo di quale parlavo già, per godersi la presenza di un vero angelo. La presenza del IO SONO...

 

Io Sono l'immortale, l'invincibile e l'indicibile allo stesso tempo

Io Sono il fuoco dello spirito che è in te, è in me ed è presente e vivo in qualunque altra forma terrena, umana or no.

Io Sono la presenza di dio sulla terra invisibile e indicibile.

Chi vede me ha conquistato l'eternità.

Io Sono l'indicibile bellezza, la sua espressione massima.

Chi vede me ha conquistato l'eternità.

 

   L'indicibile si riprende un po spesso in questo testo, può essere irritante ma in verità non ci sono parole umane per descrivere la divinità. Poi questa parola “conquistato” siccome non facessimo già parte dal eternità e deve essere portata una guerra per averla non è di mio gradimento. Volevo cambiarla con vinto, ma più or meno è la stessa cosa dando l'impressione di guerra. Ecco il nostro vocabolario duale dove ci porta ad associare la divinità a un nemico e alla guerra.

 

   Secondo me Mosè ed Elia sono i soli immortali di quale abbiamo notizie certe nella Bibbia. La bibbia è piena spesso di racconti incisi del ridicolo umano, della competizione, crudeltà e guerra: è un libro di storia. Quella parte biblica è favolosa del resto non vale la pena. Mosè è un personaggio affascinante, è il classico ricercatore da tutti i tempi che entra in contatto con la novità e la diversità del mondo umano delle idee: l'Egitto aveva i suoi faraoni illuminati.

 

   Come funziona la sincronicità su Fb! Pensavo ieri al immagine di copertina con le parole di Krishnamurti di 4 anni fa e oggi proprio quella mi la hanno messo in evidenza come ricordo da condividere.

 

 

 

 

 

 

     

 

     

   Quello che mi colpisce è la mancanza di condivisione delle parole splendide e sagge di Krishnamurti, che stanno lì alla vista di tutti da 4 anni! Nemmeno qualche esoterico l'ha condivisa semplicemente perché in un modo or altro ognuno di noi appartiene a un gruppo umano: nessuno va oltre. Pochi riescono trascendere l'appartenenza a un gruppo umano che sia di razza, di religione, di nazione, … di casta ...ecc

 

  "Casta" non è scritta nelle parole di Krishnamurti, e pure dovrebbe essere lì, mi è venuta così al imprevisto scriverla. Le nostre classe sociali di oggi altro non sono che un espressione delle antiche caste indù. Secondo me la parola casta esisteva nel testo originale di Krishamurti, per essere più chiaro alla mente occidentale viene tradotta or sostituita con il sistema sociale che è la stessa cosa.

 

 

   Simone B. è il solo ad aver messo lì un “mi piace”. Trovo a lui un testo che parla di infinite possibilità che abbiamo secondo la fisica quantistica, ma noi siamo aggrappati a certe aspettative e risultati e non li vediamo neanche. Le opportunità ci sono sempre, riesco fruttificarli? Sono in un bilico di una scelta che si impone con forza da settimane e pure eccomi qua in impossibilità di agire proprio per le aspettative che si riallacciano alle esperienze passate.

 

 

   Vedo passando alla messa Laura, poi dopo di essa passa anche Olivier. Mi ricordo la saggezza del piccolino Angelo di anni fa:

 

    "Anche Olivier è libero, ma non lo lascia la sua mamma".

 

    I genitori stanno influenzando più di ogni altra persona il destino del bambino, loro possono sicuramente condizionare le sue scelte.

 

 

     Ma i bambini sono fantastici, hanno una saggezza millenaria che fluisce liberamente nel loro sangue. E' realmente una grazia essere vicino a loro nei primi anni di vita e ascoltarli, l'errore dei grandi sta solo nel non ascoltarli. Il piccolino a quel tempo iniziava a dire “quando ero grande....” cioè ricordi dalle vite passate. Purtroppo io non ho saputo assecondarlo in quel giorno e ho perso non lasciandomi portata nel suo ricco mondo fatto non di fantasia ma di ricordi. Come visto noi da grandi ci ricordiamo cosa abbiamo fatto anni fa, loro anche, solo che i loro ricordi vengono dalle vite passate.

 

 

    Poi trovo ad Alessandro Freza un avviso di qualche parrocchia cattolica come ammonimento verso i bambini che vanno in giro per Hallowen, la festa del male. Saranno sottoposti poi a una rieducazione. E' questo il nostro grave errore nei confronti di bambini: la loro rieducazione. A posto di lasciarci andare nel loro mondo innocente e puro, noi con forza e con la punizione li portiamo nel nostro, fatto di credenze e consuetudini.

 

  Strana l'attitudine della chiesa cattolica, lei stessa sta celebrando oggi tutti i santi e domani tutti i morti. Qual'è la differenza? Personalmente lo ritengo uno scherzo messo in web di qualcuno che voleva divertirsi con le polemiche.

 

    “L'antropologo James Frazer, osservando che, prima di diventare festa di precetto, Ognissanti veniva già festeggiato in Inghilterra (paese un tempo abitato dai celti) il 1º novembre, ipotizzò che tale data fosse stata scelta dalla Chiesa per creare una continuità cristiana con Samhain, l'antica festa celtica del nuovo anno (secondo le teorie dello storico Rhŷs)[3], a seguito di richieste in tal senso provenienti dal mondo monastico irlandese[senza fonte]. Questo studioso, insieme con altri, sostenne che, secondo le credenze celtiche, durante la festa del Samhain i morti avrebbero potuto ritornare nei luoghi che frequentavano mentre erano in vita, e che quel giorno celebrazioni gioiose venissero tenute in loro onore. Da questo punto di vista le antiche tribù celtiche erano un tutt'uno col loro passato ed il loro futuro. Questo aspetto della festa non sarebbe mai stato eliminato pienamente, nemmeno con l'avvento del Cristianesimo che infatti il 2 novembre celebra i defunti. “

 

   Fonte: Wikipedia.

 

    E pure non è uno scherzo l'avviso, in tanti confermano l'ostilità della chiesa nei confronti della festa: celtica una volta, cattolica adesso.

 

 

   Novembre mi porta con i pensieri a tante cose accadute, ha un importanza particolare per me. Era l'inizio del novembre 2003 quando ho iniziato a scrivere. I sogni erano così profondi e belli che non poteva fare altro che scriverli. Anche allora mi trovavo di fronte a una scelta che si imponeva con forza, non avendo chiaro la strada da imboccare mi sono fermata nel mio “inferno personale” per ancora qualche mese.

 

 

    Questo novembre lo vivo lo stesso con inquietudine ed irrequietezza, magari è per i pianeti che ho in scorpione che io vivo così intensamente questo mese ogni anno. Ma è lo stesso fermento interiore che avverto voglio muovermi poi per vari ragionamenti resto ferma, mi blocco da sola.

 

 

    Questi anziani... è la seconda volta quando “il vecchio” mi rompe le scatole con un fumo immaginario:

 

    - Mi pare che ci sia fumo nella tua stanza.

     - Si, come no?! Tu stavi nel fumo denso come una nebbia senza accorgerti e qui lo vedi anche quando non lo è.

 

   La madre silente, poi chiede da lui:

 

   - E' fumo là?

     - ?!

 

    E' una costante preoccupazione della madre, lei ha gran parte dei vestiti qua e si spaventa per ogni traccia di fumo. Certo che una stanza di hotel mi sorride eccome.

 

    - Non c'è acqua. Ma perché non avvisano quando la fermano? Diventa snervante.

      - Questa è la Romania.

 

    La madre ha chiuso pacata il mio discorso. Fermano l'acqua ogni giorno per ore senza avvisarti, è una mancanza di rispetto nei confronti altrui. In Germania una sola volta si è fermata l'acqua, oltre al avviso messo sulla porta alla vista di tutti, io sono stata avvisata e personalmente di questo disaggio. Qui.... pazienza. L'occidente è un altro mondo, non c'è dubbio.

 

 

   Ecco Cammina nel sole parla di novembre e di 2016. Questo anno proprio non mi è stato per niente al cuore, e pure mi ha portato tante splendide opportunità di lavoro e di movimento.

 

“l’ ultima terra di quest’ anno è la più profonda in assoluto di tutte le terre yin dal 2007 fino ad oggi e risponde ad una sola parola GUARIGIONE …questa terra tirerà le somme delle tre terre yin di quest anno (febbraio… maggio… agosto) e metterà ordine in tutto il loro irrisolto …E’ una terra che scava… che entra nei nostri anfratti più nascosti che svela quello che noi siamo ancora in relazione alle ferite del bambino interiore…è una terra che fa piangere e rimuginare che scende e rivela mentre proietta ombre che per stanchezza saremo pronti ad integrare….Dopo questi giorni di novembre avremo chiuso con la sofferenza legata al nostro bambino interiore…la madre con la sua energia tipicamente yin ci avrà fatto vedere la natura del conflitto… tutto quello che ostinatamente non abbiamo voluto guardare  quest’ anno… e ci metterà in condizione di “saldare il conto” e risolvere…dopo il 20 novembre saremo nuovi fin dentro le fondamenta….e il bambino interiore finalmente guarito…e solo allora potremo dire di essere pronti…Pronti per i tempi che verranno…Che la sorgente Divina ci benedica tutti…

 

P.S. il 2016 l’anno dell‘intestino tenue (secondo chakra- bambino interiore) terminerà secondo il calendario cinese a fine gennaio 2017…

 

… i conflitti più profondi e importanti legati al bambino interiore si risolveranno con quest’ ultima terra yin che durerà fino al 18 novembre …

 

altri tipi di conflitti si risolveranno nei restanti mesi che ci separano dall’inizio dell’anno del cuore yin nel 2017…

 

questi altri conflitti legati sempre al bambino interiore saranno di facile gestione e risoluzione perché saranno legati a tematiche del riconoscimento da parte degli altri e della società in generale molto più di superficie (tematiche sociali e non familiari come quelle legate alla terra yin cosi care al bambino interiore) “

 

   Non posso dire che non avessi ragione con la sua riflessione e la sua profonda intuizione. I puntini di sospensione io li adopero quando le parole non mi appartengono, chiaramente non mi appartengono. A lei tutto il testo è pieno di puntini.

 

 

   In somma, il tempo passa ed io non mi muovo da nessuna parte.

 

   Nella mia mente erano già queste cose e da buon tempo.

 

 

   Già che non ci è chiaro il concetto di anima gemella e fiamma gemella, un testo condiviso su Fb. stava creando una confusione più grande di prima. Mi sono ricordata di aver letto un testo di Metatron molto chiaro al riguardo.

 

 

    “Molti di voi considerano un’anima compagna e la fiamma gemella la stessa cosa. Solo la sintassi è in parità. I veri significati sono diversi.

 

   La fiamma gemella è l'altra metà della stessa anima, divisa nella dualità, e queste molto raramente si trovano insieme nella fisicità.

 

 

 

 

 

 

    “L’anima compagna” è, nei nostri termini, un'altra anima con cui avete concordato di crescere insieme all'interno della dualità fisica, come mezzo di sviluppo e di esplorazione d'amore con un'altra anima grazie al movimento verso uno scopo comune. “

 

     Metatron

 

 

   Nello stesso testo si ricorda l'incontro con il proprio sé che può avvenire per molti in 2013. La sua presenza mi è stata molto chiara quando avevo dei dubbi forti circa la scelta da fare ed ero in Italia.

 

 

  Loretta molto determinata: Che stia a suo posto!

 

  Corina: E' ormai anziana, non ha una sua casa.

 

 

    Mamma mia questa gente così arrogante e prepotente. Loretta mi ha assegnato già un posto? Corina è oramai inserita molto bene qui, se mai non lo fosse.

 

 

 

    Mercoledì, 02.11.2016

 

    Questa donna si preoccupa terribilmente:

 

    - Non so io come vivrò con te qua.

     - Ma chi ti ha detto che io intendo fermarmi qui?!

     - Ma dove andrai?!

     - E' il mio affare dove andrò e cosa farò.

 

     Dimmi te che preoccupazioni ha, giusto per occuparsi la mente e di generare dramma al infinito. Sa già da tempo che io inizio il lavoro in dicembre, mi pare solo un modo di vita.

 

D'altra parte non faccio di meno, mi sto snervando star ferma lì. Io so che vengo qui per occuparmi del sito, tuttavia lo risento come un blocco. Altrove non posso farlo, devo necessariamente star lì?!

Perché cazzo sono qua?

 

  L'anima si mostra lontano e in alto con una mano indirizzata verso il cielo, il mio sé con un viso luminoso molto giovanile si avvicina e mi guarda con intensità.

 

Queste immagini non mi convincono più per niente, or io non accetto semplicemente il loro reale significato.

 

 

   Arriva ancora Corina qui, le stesse discussioni accese: soldi, il processo per la terra, chiesa, rivalità con il suocero di Loretta per qualche mela or per soldi che quello li ha ricevuto già or sta ricevendo da Loretta. In somma...

 

   Gli anziani non possono fare un passo senza che Giulio fossi informato. Quello lì dal Tribunale ha telefonato a Giulio per dirle che dovessi fermare il vecchio con le sue pretese. Corina a suo torno era informata di Giulio, adesso era una bella agitazione su tutti i fronti.

 

    - E questa qua ( cioè io) non va a chiesa.

    - Lei ha 50 anni, che ti interessa?

    - ?!

 

 

In somma....

 

    - Iris, la mamma ha bisogno di un trattamento: è tropo nervosa.

    - Ha bisogno solo di un lavoretto per occuparle il tempo.

    - Non stai con la porta chiusa?

    - Bussa, se è necessario.

 

   Corina sta esagerando. La madre si sta solo annoiando, non ha trovato ancora qualcosa da fare per occuparle il tempo e la mente. Le stesse vicende irrisolte da anni la stanno snervando, le da un senso di impotenza. Se bussa nella porta è per ricevere attenzione.

 

   Ovviamente ha sentito quello che ha detto Corina e non le è caduto bene, va bah … a chi cadeva bene?! Stiamo esagerando, lei è anziana niente di più niente di meno. E poi Oriana la confonde parecchio:

 

    - Ti ho detto io che vado in Belgio?

     - Oriana ha detto che vai tu da lei fino il piccolo andrà ad asilo.

     - Come vado se non ho detto ciò?!

     - Le ho anche detto che resterò da sola qua, se vai via anche tu.

 

   Corina deve chiarire la vicenda con Oriana non con lei, se è quella ad alimentarla con false notizie e la prende in giro senza pietà è un altro discorso. A me pare che nessuno parla chiaro qui.

 

    - E perché mai hai detto a mia cognata che Diana si sposerà l'anno prossimo?

    - Mi ha chiesto lei ed io ho detto così, cos'altro potevo dire?

    - Che non sai.

     - Quella lì aveva voglia di una chiacchierata.

 

  Non finivano piu cosi che intervengo:

 

   - Corina, ma cosa vuoi che parlassero di Eminescu?!

    - ?!

 

  Corina mi guarda sorpresa. Non è la prima volta quando la dico, le ricordo incultura che è qua. Che poi sono tanti scrittori rumeni, Eminescu mi è rimasto sempre nel cuore.

 

 

   Anche se io fossi da sola in questo cortile sarei andata via lo stesso per la mia grande curiosità verso nuovi orizzonti e nuove realtà. Sto solo scrivendo i dialoghi avvenuti, se fossero altre persone avrei scritto i dialoghi avvenuti con quelle. Non fa alcuna differenza per me. Sono le energie che mettono in movimento e queste sì io li sento, se sono negative è un gran sforzo da mia parte per non lasciarmi coinvolta emotivamente.

 

   Tuttavia la madre con gli estranei ha un tono decente ed è attenta alla modulazione della voce. Anzi appena aspetta che qualcuno passi di qui per fare una chiacchierata.

 

  Trappola del ego è molto forte nelle persone che si occupano di spiritualità. Trovo Ajad ancora una volta lamentandosi che sia stato espulso da un gruppo Fb. A parte che quel gruppo è libero di farla, non è un obbligo presenza di una persona or altra. Ieri ha fatto un post dove esprimeva il suo disappunto contro gli amministratori del gruppo, oggi chiedeva scuse per esso a quanto pare è stato un errore. Mi da l'impressione di vittimismo.

 

   “La cosa che conta di più di ciò che facciamo, diciamo, scriviamo, è l’INTENZIONE che abbiamo, di cui, spesso, non siamo consapevoli, o su cui, a volte, mentiamo a noi stessi.
E’ sull’INTENTO che abbiamo nel fare una cosa che veniamo fraintesi, poiché l’altro si immagina un INTENTO che rappresenta ciò che lui E’; nel suo modo di valutare le cose applica il suo parametro ed il suo giudizio, e presuppone che siano anche il nostro.
Mentre procediamo in un Cammino di conoscenza di noi stessi, l’INTENTO nascosto dietro ad ogni nostro pensiero, atteggiamento, azione, ci diventa sempre più chiaro, ed è cambiando il nostro INTENTO che la direzione della nostra Vita cambia.”

 

 

   Lasciamo perdere gli interessi altrui, a me espira il passaporto ed io non mi muovo da nessuna parte. Ecco questo è un mio obbiettivo di crearmi una vita al insegna di una totale libertà, tuttavia sistematicamente mi lascio trascinata indietro nei giochi di potere e di avidità.

 

  Stufa di sentirla lamentandosi per i soldi vado là a lasciarli 50 euro.

 

   - Iris, prenditi i soldi indietro! Io ho.

  - Allora perché ti stai lamentando tanto per la loro mancanza?

 

  Magari non ha abbastanza, realmente è un enigma per me il suo comportamento.

 

  Io intuisco quello che farà Fb?! Giuro mi hanno preso di colpo e oggi. Avevo in testa un video che io ho condiviso affascinata della musica e delle immagini ma apparteneva ...a un fascista. Adesso proprio quello mi lo mettono in evidenza come ricordo, cercherò di cancellarlo da Fb ma dovrò cancellarlo anche dal mio sito. Gli estremismi che siano di destra or di sinistra non sono di mio gradimento, mettono in movimento la separazione e la crudeltà che di lì deriva.

 

   Sto ammirando il tramonto, è una luce calda amorevole

mi trovo inaspettatamente davanti con un pelle rossa guardandomi con tanta serietà.

 

 

   La madre si preoccupa molto per Loretta, suo marito non lavora. Arriva e il suocero di Loretta informandola: non lavora né l'altro suo figlio. Giustamente loro fanno quello che possono, sono anziani però e quelli lì dovrebbero darsi una calmata con le richieste del genere.

 

   Ancora una volta Corina qui alla sera, lo stesso motivo: i pachi per quelli di Italia. La madre stanca e stufa, con gli stessi gesti parecchio brutali e impazienti:

 

   - Ma non beve?

    - Non lo so, hanno 30 litri di grappa.

    - ?!

    - Qualcosa non quadra?

 

   Corina continuava guardarla con sospetto, la madre la ignorava.

 

   Questo documento rumeno valido... per espatrio... io pensavo valido per viaggiare. In realtà si è valido per espatrio, non posso muovermi senza di esso avendo la cittadinanza rumena. La cambierò un giorno. Non ho nulla con il paese in sé stesso, solo che il mio legame con esso in questa vita è oramai finito e lo è da tempo.

 

    Giulio è passato per portare i pacchi per Italia, ha guardato la finestra dei genitori ed è andato. Penso che non aveva più voglia di litigi, oramai ha capito che è inutile insistere. Poi il rapporto con il vicino è il loro, e solo loro decidono come e cosa farsene con esso.

 

 

 

Io invece presa nelle energie di bassa frequenza continuavo gli stessi discorsi frustranti. A un certo punto

 

  musica è scritto in nero indietro della mia testa parte sinistra .

 

Non ho ascoltato la musica oggi? Or cosa? Vero, la musica mi salva da questo marasma energetico.

 

  La stessa persona con copricapo particolare era indietro di me.

 

  Strano che questa persona si fa vista in questi giorni così intensi per me. Ha da fare con la musica?

 

 

 

 

 

     Giovedì, 03.11.2016

 

   Eccomi bloccata qui. Adesso sì posso dire che sono bloccata, presa tra i pro e i contra non ho più agito da nessuna parte. Un documento si poteva fare dovunque nel mondo a qualunque consolato rumeno, non è un motivo per essere qua.

 

  Aivanhof ci avverte con il agire, con qualunque nostra parola, pensiero, azione ecc. noi mettiamo in movimento forze che sfuggono al nostro controllo. Me ne sono accorta già che sia così e non solo nelle vicende famigliari. Il sito sta diventando realmente una immensa forza a quale raramente e con grandi sforzi riesco ignorarlo, mai completamente e mai a lunghi periodi di tempo. Che poi ho anche la consapevolezza di non essere stata mai sola nella sua creazione.

 

   La madre è molto calma oggi. Mi pare che la sua nervosità sia dovuta alle richieste dei figli che né a 40-50 anni, stabiliti in occidente da anni e con risorse a sufficienza, non riescono stare sui loro piedi, continuando a chiedere sostegno e nutrimento da loro che oramai sono anziani. Non mi escludo da questo ragionamento, anch'io ho capacità e possibilità di muovermi dovunque nel mondo e pure ... eccomi qua.

 

  “I vincoli d’amore e quelli del matrimonio sono due cose diverse. Nel 90% dei matrimoni della Terra non c’è un vero amore, anche se questo non può essere evidente dai coniugi almeno fino a quando non sia passato un periodo. Sembra che per aver firmato un pezzo di carta, uno non abbia il diritto di cambiare la sua opinione.

 

  Solamente quando sceglierete il vostro partner in base ai sentimenti le vostre relazioni dureranno nel tempo, tanto quanto lo sono quelle dei mondi più avanzati, dove le coppie non si uniscono per obbligazione, ma per amore reciproco. Ognuno ha la libertà di scegliere con chi si vuole sposare, ma ha anche la possibilità di cambiare la sua decisione se si rende conto che non era la persona giusta, senza giustificarlo a nessuno.

 

 

 

 

  

 

 

     Dovete tener presente una cosa: è l’amore reciproco che fa in modo che due esseri rimangano uniti, mantenendo la loro libertà individuale intatta, senza nessun contratto firmato, senza il bisogno di un sacerdote con un altare fiorito e pieno di reliquie religiose, perché non è Dio che vi sta unendo, ma voi stessi. Tutte queste abitudini, sono il frutto di leggi e costumi che avete inventato.

 

   Ciò che vi ha dato veramente Dio è la capacità di amare un’anima gemella, perché possiate sperimentare la felicità attraverso l’amore e la libertà di poter decidere il vostro destino. Come ho già detto precedentemente, le poche coppie che si uniscono per amore nel vostro mondo devono ancora vincere il proprio egoismo, che spesso è più forte e si impone ai sentimenti. Per questo la frase del vangelo che dice…”l’uomo non separi ciò che Dio ha congiunto”, la potreste sostituire con un’altra molto più appropriata e che risulta un buon consiglio per quelli che vogliono sperimentare la vera felicità: “l’egoismo non separi ciò che l’amore ha congiunto”.


 

Dal libro le leggi spirituali di Vicent Giullem.


 

  Bello il testo, so che l'ho detto già anch'io tanti anni fa.


 

   Un idea venuta da Stefania: “in questi giorni ci innamoriamo di noi stessi, le antenate hanno fatto del loro meglio.”

 

 

   Io pensavo andare in una città di mio gradimento e trovarmi là un alloggio, come possibilità di cambiare la residenza se pure mi da tanto fastidio averla qua. Entro su Fb per trovare il consiglio di Maria Rosa ... NON MUOVERTI:.. l'energia è troppo densa. “ Confermo mi pareva che sia da giorni, una confusione come una nebbia che mi impedisce vedere chiaro. Da sabato ho preparato la valigia, e ho fatto una bella pulizia nella stanza in idea di andarmene di qua e pure non mi sono mossa.

 

  Questo mio sé è una presenza meravigliosa, inizio a capirlo senza parlarci. Mi auguravo vederlo luce come anni fa quando mi ha sorpreso con la sua presenza potente e calda, anche adesso è così trasformatosi alla mia richiesta: luce bianca con sembianze umane.

 

   Sono uscita per fare due passi, ma qui esattamente due passi fai non essendo posti per farti una bella passeggiata. Ho lasciato interferire questa cosa con Italia nella mia testa che secondo Kryon “possono essere increspature della vecchia energia” ma adesso stavo pensando a quanto bella sia la Germania e sopratutto dove sono stata è un vero Paradiso, bang

 

il cuore si smuove, siccome delle linee facessero un disegno su di esso.

 

   Io mi sto innamorando di posti, di natura che è là cioè di Terra stessa.

 

Adesso eccomi qua ferma con la nostalgia per altri tempi e altre realtà.

 

 

 

 

  

 

 

 

 

    

 

    Fa anche un bel freddo, non posso stare tanto ad aria aperta. A come vedo mi serve un eterna estate!

 

    Devo fare uno sforzo enorme per non lasciarmi trascinata nelle energie ostile che io sento qua, ignorarle e occuparmi di cosa sia importante per me.

   Non ho pagato ancora il sito, mi sento ancora una volta intrappolata qui ma perché devo fare io tutto da sola?! Mi rendo conto adesso che avessi ricevuto tanto aiuto negli anni, pare che io non sapevo fruttificarlo e apprezzarlo.

 

   E' ancora una volta mi trovo con la stessa persona vestita in nero con il copricapo particolare, molto su rispetto a me e indietro di me guardandomi.

 

  Non so chi è, ovvio appartiene a un altra cultura, magari è un sufi.

 

  Prima di tutto io ascoltavo musica. Il brano di Yanni Prelude è di una nostalgia enorme verso i regni più alti del esistenza. L'autrice del video ha colto in pieno il senso mettendo un aquila che vola nel alto dei cieli sopra montagne e civiltà.

 

 

   Eva quella splendida donna apparsa tempo fa in una mia visione, è arrivata e stasera.

 

   Pensavo alla resistenza che ho quando vengo in questo posto, pur sapendo che mi fermerò poco non un eternità. Mi da l'impressione che venisse da altrove, magari da una altra vita vissuta qui. Insisto per sapere di più ma niente.

 

   Dichiaro sono qui perché qui ho voluto essere.

 

     Vedo la costellazione delle Pleiadi sulla verticale.

 

    Mi aspettavo a qualcosa conosciuto già ed invece no.

 

Lascio perdere

 

    Riappare questa splendida donna Eva, indietro di lei è un quadro indefinibile, l'aura gialla mi ricorda i classici santi. Alla sinistra è un viso di uomo con tanto di odio.

 

   Mi diverto vederla: Oh mio dio, non dimmi che sono stata anche qualche santa! Aspettavo chiarimento.

 

   il mio sé non era più l'immagine abituale ma un fuoco.

 

   A parte lo scherzo per secoli le donne ritenute troppo libere erano chiuse in monasteri per rieducazione e pentimento. Magari quel viso cosi scuro e pieno di odio è solo una metafora, il cattolicesimo è maschile e maschilista.

 

    Il fuoco invece è simbolo dello spirito che tutto pervade nel Universo inclusi noi stessi. Noi siamo parte del gioco cosmico.

 

 

 

 

     Venerdì, 04.11.2016

 

A te che infrangi le leggi della natura e quelli degli uomini,

A te che viaggi nel tempo seguendo un tuo falso destino, sei tu il destino.

Puoi cambiare tutto quello che vuoi, nulla è eterno ed immutabile.

Da chi aspetti risposte e indicazioni? Se tu sai già tutto, se tu hai già tutto dentro di te?

La tua divinità non viene mai meno nelle tue ricerche profonde di chi tu sei, la divinità sei tu. Lei è già dentro di te? Allora cosa cerchi? Su cosa insisti per sapere or capire? Lasciati andare nei altri reami della realtà, lasciati andare.

 

Chi sei tu?

 

   Io sono te, io sono tutto quello che è, mi fa male vedere esseri umani intrappolati nelle idee rigide e giochi mentali che nulla hanno da fare con tutto ciò che è.

 

 

  Io Sono: è la risposta che ha ricevuto Mosè. Secondo me Mosè abbia continuato allora con le risposte e riflessioni per dare un nome e una caratteristica allo spirito che nulla di umano aveva in esso. Infatti era solo un fuoco che bruciava di per sé senza toccare nulla, nemmeno calore emanava intorno a se.

 

   Non trovo grande profondità in questi miei brevi testi canalizzati, è troppo semplice: niente complicato, niente complesso. Giustamente mi viene mettere la domanda ma allora io che cazzo sto facendo qua?! Era meglio aver scelto la pittura or la musica per arrivare nel profondità del mio essere, almeno mi davano anche gioia.

 

  "La prossima frontiera?

«Vuole proprio saperlo? Penso che non ci saranno più le nazioni. La definizione di nazione sta cambiando. Cosa è una nazione? Persone che condividono gli stessi valori; storicamente ci doveva essere un luogo fisico per queste persone. Ma oggi il concetto di territorio è cambiato. Noi abbiamo tutto digitale, anche il voto per le elezioni. Non devi essere fisicamente qui per votare il tuo parlamento. Ci saranno nazioni senza confini, questa è la nostra visione. E vogliamo essere i primi al mondo a offrire questa opportunità.»

 

Estonia  - residenza eleltronica

 

  La risposta del premier estone è in sintonia con me. Ho un bel di tempo da quando penso allontanarmi senza appartenere a nessuna nazione, a nessun gruppo umano or organizzazione, a livello di pensiero è assolutamente realizzabile: non ci impedisce niente. Nel settore della comunicazione c'è l'abbiamo fatta già: l'internet sovrasta strutture e nazioni. Il problema sorge almeno nel caso dei documenti che deve per forza averle in qualunque stato del mondo or scegliere di essere senza patria giuridicamente e ho dei dubbi che questa sia possibile.

 

 

Passo alla gioia,

 

la musica mi aiuta con vari brani, il mio stato di animo cambia tantissimo e così vedo nel orto un ORB grande verde trasparente che si muoveva di là e di qua con tanta leggerezza. Meno male è tempo da quando non ho visto uno, proprio mi chiedevo come mai? Non è che non ci sia tutto intorno a me, basta cambiare la direzione dei pensieri. Questi pensieri...

 

   “A Radio Maria dicono che il terremoto è mandato dal cielo contro le unioni civili. Se è così il cielo ha sbagliato mira, dovevano crollare gli uffici del comune, non le chiese. “

 

    Natalino Balasso

 

    Questa è carina! Superstizione e ignoranza nei fedeli, manipolazione da parte dei preti. E le chiese hanno perfino la loro radio giusto per arrivare “il loro messaggio di pace e tolleranza” ai miliardi di fedeli sparsi qua e là nel mondo.

 

    Invece mi trovo con una sorpresa su Fb che mi sta avvertendo che sia qualcuno senza connessione con me ad aver messo mi piace su un mio posto. Bah questo qualcuno ha scelto quello con i matrimoni, da centinaia di testi che io ho là lui ha scelto questo. Magari li serviva. Vado sul suo profilo trovo che abbiamo 24 amici in comune, e che l'avvertimento di Fb fosse esagerato. Adesso sorpresa vedo la sua fotto e una strana inquietudine era dentro di me. Magari mi pare dopo un buon tempo la guardo ancora, niente da fare la stessa sensazione per niente rassicurante. Anche lui si occupa con non so che tipo di esoterismo. Non mi è mai successo e ho parecchi su Fb con le loro foto.

 

 

  Rinuncio. Mi godo il caldo della stufa poi vado fuori a prendere una bocca di aria fresca. Stando fuori guardo dentro e ho un colpo, vedo Loretta che stava proprio lì accanto alla stufa.

 

  Magari hanno ricevuto il pacco mandato della madre, lei aspettava una conferma, un grazie ecc oggi non sono arrivati. Questa donna mi ha dato sempre l'impressione che sia incapace stare sui suoi piedi, si sta immedesimando come dei bambini in un altro essere umano. Questa debolezza psicologica è valida solo per bambini?

 

 

  A come vedo sono finita in un altra vicenda di territorialità:

 

   “Porcheria, ma lei sta scrivendo tutto. Di Safina e di Savino. Ci sta odiando.

 

   Questa è Loretta, perché mai è così interessata? Lei vive in Italia ma è rimasta parte del gruppo.

 

   “Ma lei va là nel nostro villaggio e fa cosa vuole?! “

 

  Van è parecchio ossessivo a quanto vedo, non lavora e cosa altro fare? Da Italia si preoccupa per quelli che vivono nel suo villaggio natale!

 

 

 

Rumi: Say I am you

 

https://www.youtube.com/embed/QqVBGv2hpQ4

 

 

 

 

 

 

 

Non è disponibile nel mio paese per motivi di copyright. Pazienza.

 

 

 

 

 

   Sono arrivata a Ramtha! Vedevo abbastanza spesso il suo nome su Fb, sinceramente pensavo che fosse qualcuno in vita ed invece, non è più qua da 35.000 anni! La curiosità è aumentata trovando il suo nome in un testo di Saint Germain, ma quando io inizio i testi con a te... penso che sia proprio Saint Germain in connessione con me e non Ramtha.

 

  E non so se questa persona tutta vestita di bianco che proprio adesso è indietro di me abbia legame con esso, è molto grande e ha anche lui un copricapo diverso non europeo.

 

   Gli anziani invece stanno litigando parecchio dal mattino fino alla sera … per i soldi e risparmio. Mio Dio lui ha 83 anni e lei 74! Pare che non sono i soli a dare numeri qua. A TV hanno visto che non ci sia più posto ad ospedale di psichiatria, pare che i rumeni sono sopraffatti della povertà e dalla violenza che aumenta insieme a essa.

 

Le ho ricordato che io vado via di qui e non devono preoccuparsi per la legna: fanno caso per tutto. Non so cosa hanno in testa, non prendono in calcolo la possibilità di morire?

 

   Io in cucina mangiavo l'uva e vedo il viso della madre grande ma confuso. In effetti stava girando fuori.

 

   - Ma perché non accendi la luce in cortile?

     - Per risparmio.

    - E se ti rompi le gambe?!

     - Non succederà.

 

  Hanno una età e stano peggiorando da un anno ad altro molto, non solo fisicamente ma sopratutto psichicamente. Ma dove sono gli anziani saggi?! Nei miti.

 

  Questa Eva... cosa vuol dire? Magari è solo una metafora.

 

 

 

 

     Sabato 05.11.2016

 

Sono finita in frustrazione anche ieri sera, pur sapendo che è transitorio tutto incluso il mio breve soggiorno qui.

   A parte Eva questa splendida donna sofferente che in questi giorni è una constante, la foto di Raif Badawi mi stava lì davanti per buon tempo.

 

  Questa persona ha degli occhi meravigliosi, luminosi mi spiaceva tantissimo per la sua vicenda collegata alla religione e al libero pensiero. Ovviamente mi sono arrabbiata ma che lo aiuti qualcuno! Va bah può essere la pressione internazionale, Amnesty fa quello che può, ma se da dentro il suo paese nessuno alza la voce, mi pare una vicenda destinata a fallire. Dobbiamo fare leva su noi stessi e sulla nostra intuizione altro che aiuti esterni.

 

Più tardi nella notte mi sveglia lo stesso rumore come di un vortice. Sento un piccolo essere che va verso la porta, la luce è accesa in cucina, penso magari è la madre.

 

 

   In effetti eccola lì, dalla chiesa viene direttamente nella mia stanza per riscaldarsi le mani.

 

    - Ma da voi non è caldo?

     - E se vengo cos'è?

     - Niente.

     - Vengo nella tua stanza?!

     - Non sopporti più l'anziano mi pare.

      - Quando parliamo calmo, quando ci sgridiamo.

 

Ieri sera stavano litigando. Lui non capiva che non deve per forza parlare solo così per passare il tempo. Lei ha perso la pazienza:

 

    - Basta, se non smetti io inizio a picchiarti!

 

     Generalmente sono aggressivi gli uomini or almeno così si pensa, qui è stata lei a minacciarlo. Al lavoro uguale era lei a minacciarlo quando lui era troppo noioso:

 

   - Smetti, ti do uno schiaffone!

 

A quanto rabbia hanno accumulato le donne negli anni non mi sorprende più niente.

 

Prima del suo arrivo ho dato una mano al vecchio per portare mais al cancello:

 

    - Perché lo metti in strada?

     - E' per l'istituto di teologia.

 

   Con tutti i poveri che sono in giro per la Romania e nel mondo, loro aiutano una multinazionale strapotente e straricca: la chiesa. Mi hanno letteralmente stufato con la chiesa, in una setta altro non senti.

 

     Mi pareva che ho una buona connessione con Saint Germain, questa è proprio forte:

 

   “Sono come te, con una sola eccezione: sono libero. Mi sono liberato dalle limitazioni della realtà umana, o per meglio dire, dell’illusione umana. La differenza tra te e me non è altro che una sottile linea, un’illusione. Tu sei da una parte dell’illusione, io sono dall’altra. Per tutto il resto siamo uguali. Abbiamo cominciato come angeli. Abbiamo lottato e giocato, molto prima che la Terra esistesse. Siamo scesi sulla Terra. Abbiamo fatto l’esperienza di cosa fosse incarnarsi in un corpo umano e avere numerose incarnazioni. Lungo la strada, abbiamo sperimentato aspetti diversi di noi stessi, creando una quantità di vite, personalità e identità diverse.

 

   La differenza – l’unica differenza – tra te e me è la linea illusoria. Dico illusoria perché a un certo punto io ho realizzato che era tutto un gioco, era tutto un’illusione. Io non ero Saint-Germain. Non ero un rabbino ebreo. Non ero Samuel Clemens. Io ero tutto ciò che sono. Quelli erano semplicemente dei ruoli che avevo recitato, proprio come un attore interpreta personaggi diversi in teatro. La differenza tra me e te è che tu prendi troppo seriamente il ruolo che stai interpretando ora. Tu pensi che tu – questa identità umana – sia l’inizio e la fine; io penso che tu non sia altro che un ruolo transitorio. Ti amo, ti onoro e ti rispetto, ma la tua identità umana non è niente. Se ne andrà. Il ruolo che tu stai recitando, fingendo di essere un certo umano, che vive in un certo luogo e che fa un certo lavoro, se ne andrà. Quello che rimarrà è la dolcezza dell’esperienza. Un’esperienza che, naturalmente, è parte della tua anima, parte della totalità di ciò che sei, parte dell’essenza del tuo “Io Sono”, ma non sei tu.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

  Tu fingi di avere dolori, bisogni ed esigenze. Fingi di non avere abbastanza denaro, amore, sostegno e opportunità. Fingi di non conoscere la Via e, per me, questa è la cosa più triste. Fingi di non sapere le risposte. Ma lo Standard – il modello che io sono e tu puoi diventare – sa che è solo un gioco. Puoi rimanerci male e pensare che io non prenda abbastanza sul serio la tua povera vita, che non mi dispiaccia per te. Finiamola con questo gioco. Succhia energia. Anzi ancora peggio; è un modo per farti rimanere intrappolato in questa realtà. Non vedi che attorno a te ci sono tante altre realtà? Tu sei concentrato su questa dimensione, ma tutt’intorno a te ci sono dimensioni e realtà e probabilità che fai finta di non scorgere. Poi ti metti a invocare Dio o gli angeli: “Mostrami la Via.” Io dico che la Via è già con te. È già qui. Quando vuoi vedere la Via? Quando vuoi sentire la Via? Quando vuoi vivere la Via? “

 

   Saint Germain

 

 

  Ahaaha! In questi giorni proprio questa stavo facendo, la frustrazione veniva da cose che non mi appartengono in verità per niente. La vicenda delle donne di una volta in incapacità di esprimere se stesse, non sostenute nemmeno delle donne, quindi lasciamo perdere questa roba con l'eterna vittima femminile. Se è una vittima per il pensiero innovativo, lei non ha sesso può essere anche un uomo e la storia ci ha dimostrato ciò sia nel passato che adesso. Io vivo in secolo XXI, non secoli fa!

 

   Tutte sono collegate alla religione e alla libertà, tuttavia nessuna di esse è assolutamente personale per me nemmeno quella con i famigliari. E di più io so già che l'intuizione aumenta in uno stato di quiete.

 

  Mamma mia questi qua, non si danno una tregua. Come vengo qua inizia il fermento. Gli anziani sono senili, sordi ecc tutto quello che vuoi: ma i giovani?!

 

    - Cosa fai, Iris?!

     - Faccio due passi, ma fa un freddo...

     - E nel inverno cosa farai?

      - Giulio, io nel inverno non sarò qua.

 

   Mi pare di averlo detto già per non so quante volte.

 

 

 

 

     Domenica, 06.11.2016

 

   "Noi non siamo degli esseri umani che hanno un esperienza spirituale, ma degli esseri spirituali che hanno un esperienza umana."

 

Teillard du Chardin

 

 

  Presi dai giochi terrestri di potere e di avidità, abbiamo dimenticato completamente le nostre radici celesti. La civiltà occidentale cristiana sarebbe stata tutt'altro se la base della religione fosse la seconda variante. Voi siete dei è scritto, ma chi lo ha preso in calcolo?!

 

Questa sì è un bel ricordo su Fb, dal 10 febbraio 2013. Strana la loro scelta, ma non dovevano mettermi qualcosa da questo giorno cioè 6 novembre? Non sono mai stata attenta alla data, magari questa mi serviva adesso. Continuo a girare su Fb e se pure mi trovo in famiglia con un bel po di vicende irrisolte:

 

   “La Luna simboleggia la Coscienza Individuale nel suo essersi plasmata all’ambiente familiare, ai retaggi della stirpe, alle storie tramandate attraverso il DNA di generazione in generazione. In questo caso rappresenta gli oneri che ci prendiamo al momento della nascita (anche prima, quando dallo spazio della Coscienza di Luce ci scegliamo i genitori – quindi la nostra famiglia è il gruppo sacro delle anime che maggiormente ci aiuteranno a crescere in questa esistenza, ricordandoci costantemente chi siamo).

 

  Con il transito in Capricorno la Luna richiama un atteggiamento di distacco dai drammi emozionali e soprattutto mette in luce i ruoli da vittima, carnefice o salvatore che abbiamo giocato reciprocamente con i familiari.”

 

Stefania Marineli

 

 

Buona l'astrologa, intuitiva. Non ho mai visto la Luna da questa prospettiva, la mia famiglia anche.

 

 

 

    - Alla messa sono stati 8 preti, 8.

    - Mamma questo è il loro lavoro, altro non hanno da fare e sono anche ben pagati.

    - Ha detto che in pomeriggio saranno in 30 per la benedizione delle tombe.

    - Tutti questi ospiti sono una spesa che grava sulle vostre spalle.

     - L'altro parroco non faceva così.

     - E' quanto pagate per la benedizione delle tombe?

     - Offerta libera, ciascuno quanto può.

    - Poi chi controlla quanti soldi riceve da voi e come li spende?

    - Nessuno.

 

   Ecco che buon affare fa la chiesa con i suoi fedeli, dalla nascita e oltretomba per molti molti decenni. E cosa farebbe la chiesa se non ci fossero più i cimiteri? A quanto sono di inventivi in materia di soldi...

 

 

  - Farebbe bene Iris andare con te in cimitero, così per vedere le tombe.

    - Smetti, parli a vanvera.

   - Oriana deve vedere dove sono le tombe dei parenti, lei resta qua.

 

Se pure ho sentito il dialogo aperto di papà sono intervenuta per far chiarezza. Io non condivido religione e tradizioni, se lei vuole farla è il suo affare.

 

Fra un oretta lei torna e teneva informarmi:

 

    - I preti avevano una valigetta piena con soldi.

    - E tu quanto hai pagato?

    - Più di 10 euro.

    - E se tutti hanno pagato così, loro solo oggi hanno fatto a migliaia.

    - E solo una volta al anno e poi molti hanno pagato di meno.

    -  Ma tu sei ricca?

    - ?!

 

   Solo ieri ho fatto io la spesa e ho pagato la bombola di gas perché lei non ha soldi, ma per la chiesa come fa or non fa trova sempre. Mamma mia che ipnosi ha, io sto facendo la schiavitù al lavoro per farsi questi una bella vita?

 

     - Solo io e Corina eravamo al cimitero, nessuna nuora.

    - E perché mai doverebbe esserci?!

   - Laura non abita sulla terra dei avvi?!

   - Lei? Gianni ha l'eredità qui.

 

  Questa eredità … terriera e non solo. Io mi sono ricordata di quella giovanissima donna parente della nonna materna che sposata con forza, abitudine dei tempi, è morta a un anno dal matrimonio. Storie del genere mi pare che ci siano in ogni famiglia, adesso basta siamo nel secolo XXI.

 

Il testo astrologico è molto interessante:

 

  “Ora è il momento di spostare la ricerca della risposta migliore sul farsi la domanda più corretta possibile. Ecco quello che matura in questa settimana. In questo ci supporta un’altra congiunzione interessante, quella di Mercurio, pianeta della comunicazione, con Lilith a 18° dello Scorpione il 05 novembre.

 

E’ dalle profondità dell’animo che sale la domanda, da tutti i malumori del passato, considerando che Lilith rappresenta la nostra Ombra che si congiunge con i 5 sensi (Mercurio) e ci fa vedere l’esistenza da lì. E’ il grande “perché?” che prima o poi ciascuno di noi ha maturato almeno una volta nella propria vita. Questa domanda è un grande segno di maturità, è un porsi al di fuori da dogmi e credenze che ci hanno messo addosso come un vestito usato, addormentando l’acuta intelligenza di qualcuno che da sempre aveva compreso le vere Leggi della Natura e dell’Uomo.

 

   Del resto la Lilith è la Grande Ribelle ed alza la testa davanti a qualunque imposizione. Una cosa a cui fare attenzione è il manifestarsi di episodi di vita quotidiana pesanti. Sarebbe bene non reagire, non entrare in risonanza, mantenendoci, come indicato sopra, un distacco sano e imprescindibile. Cerchiamo di fare il possibile per mantenere una centratura sul Fuoco interiore, sulla Forza della Radice, che ora come non mai ci può sostenere in mezzo ai flussi degli eventi esterni. Anche questo periodo, come in precedenza, passerà. E’ solo Vita. “

 

    Da tempo ho in testa una nuova residenza se pure per forza devo avere una in Romania, in quanto cittadina rumena, allora sceglierò una lontana di loro . Ognuno di noi è libero di vivere come li pare.

 

   In aprile mi sono messa decisa in movimento per il lavoro che secondo me in 4-5 mesi mi portava una bella somma di denaro e questa impressa sarebbe stata più che facile. Ed invece bang indietro dopo 2 mesi. Non so più se è solo auto sabotaggio nel mio caso, spesso io mi trovo redirezionata ed io la sento come una forza più grande di me. Ancora mi sfugge la risposta al perché?

 

       - Se pure fa caldo, domani vado a fare una passeggiata.

     - Vai solo cosi per venire indietro?!

 

Quando vado via mi fa delle scene, quando vengo anche. beh siamo in due!

 

 

 

 

      Lunedì, 07.11.2016

 

Mamma mia mi stufava anche quando era giovane con le sue mille paure, adesso da un giorno ad altro sta peggiorando:

 

   - Ho ancora 2 poli poi basta con la carne, dovrò comprare.

    - Non dovevi mandare alle ragazze se hai visto che non hai abbastanza nemmeno per te.

    - Non ho ?! C'è il maiale grande da tagliare.

 

   Aiuto! Ma cosa sto io facendo qui?! Guardo ai affitti per farmi un idea, per la Romania gli affitti sono troppo alti. 200 euro un piccolino monolocale ammobiliato, 130-150 non ammobiliato. Per chi lavora al estero no.

 

Approfitto di un bel tempo per fare due passi, almeno questa. Il commesso mi chiede:

 

   - Lei quando va via?

    - In dicembre, allora reinizio il lavoro.

 

  Cosi mi ha ricordato che devo decidermi con i documenti in un modo or altro per poter muovermi appunto. Senza di essi ciao, sto ancora in dubbio con il cambio di residenza.

 

  Lontano, lontano voglio andare lontano in altre ere ed in altre civiltà ecco l'immagine che è sul sito di Ronna Herman, un testo di AA Michele mi sarebbe di aiuto adesso. Non è niente di muovo tradotto.

 

Insisto mi serve un testo qualcosa di bello e rassicurante:

 

  Mi appare un foglio bianco è tutto lì scritto nero su bianco, ma non posso leggere nulla non vedo bene il testo pare che sia troppo lontano e pure è lì davanti a me.

 

  Riapro il computer girò di qua e di là, trovo un messaggio in inglese di AA Michele in quale consigliava pazienza e calma. Le energie sono molto dense ora, ma non dobbiamo preoccuparci: prevaleremo.

 

  Purtroppo continuo girare su Fb e trovo a Giorgio. C. un testo contro i clandestini, non è di mio gradimento: sono esseri umani in cerca di aiuto. Poi Al. Fr. dichiarato scrittore ed esoterico condivide una bruttezza di immagine contro le unionI civili. Letteralmente queste due mi hanno abbassato molto l'energia cioè il buon umore.

 

Ci provo ancora con la residenza altrove:

 

   La guida destra si mostra vestito in bianco pantaloni e camicia, non l'ho mai visto così, mostrandomi un piccolino quadro grigio.

 

Quindi ombra, nebbia ecc chiarezza ancora non c'è, meglio aspettare? Penso di sì.

 

 

   Questa roba con “il comandante”, si ripeta parecchio nei ultimi giorni. Non so se “....Abrudean …. Cotabita....” hanno da fare con questo comandante or solo è scritto da qualche parte nel mio sito.

 

  Del resto il classico:  “lei scrive tutto”... “dirò che hai fatto quello or quel altro... ecc”

 

 

 

 

    Martedì, 08.11.2016

 

 

  Ecco Giulio ha portato il pacco di Loretta con il caffè che io proprio aspettavo.

 

  Appena guardavo indietro sul sito e mi chiedevo come mai non ho saputo ringraziare e lasciar andare certe cose avvenute tra di noi quanto per la paura, quanto per orgoglio. Alla fine il sito esiste grazie al aiuto diretto or indiretto di tutti i miei famigliari.

 

  In un famiglia come questa i rapporti sono troppo complicati, è difficile arrivare a qualcosa in comune. Per questa anche volevo tanto allontanarmi, tuttavia eccomi qua. Questo mio desiderio di indipendenza e autonomia totale inspiegabilmente mi butta indietro, io mi arrabbio perché le cose non vanno come io voglio? Fino arrivo ad accettare che la situazione è creata di me stessa rimango intrappolata nel resistenza e finisco magari anche in un oscura notte del anima.

 

 

Questa è bella:

 

   “Il super ammasso di galassie, nel quale c'è anche la nostra Via Lattea, si chiama Laniakea, che nel linguaggio hawaiano significa: "firmamento non misurabile"

 

   Il puntino rosso nella prima immagine è il luogo dove si trova la Via Lattea. Queste immagini dimostrano ancora una volta come la scienza e la tecnologia moderne stiano producendo delle immagini meravigliose, veri e propri "mandala" contemplativi, pur senza avere la benché minima intenzione mistica o spirituale.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

    Laniakea contiene 100.000 galassie, e si estende in un'area di circa 500 milioni di anni luce. Ancora ben poco rispetto ai mille miliardi di galassie che si presume esistano nel nostro universo.

 

   Una delle cose meravigliose di queste scoperte è che gli scienziati finalmente vedono ordine e correlazioni tra corpi e fenomeni che prima si pensavano distribuiti casualmente, in modo caotico e disorganizzato, un po' dovunque. Sebbene non si possa ancora capire il senso di questi filamenti così enormi, noi, un po' più misticheggianti, ci vediamo i canali di esistenze sconosciute, che di certo hanno un'anima di portata cosmica.”

 

   Nadav Hadar Crivelli

 

 

  La sola cosa che mi è venuto a dire "ma quanto siamo piccoli nel universo!" La via lattea stessa si sta perdendo nel ammasso delle galassie. In questa vastità non misurabile solo un misto insano di arroganza ed ignoranza può pretendere che non ci siano altre forme di vita nel universo.

 

   La vita extraterrestre la stiamo scoprendo ora, magari in futuro i bambini avranno accesso a una vera conoscenza. La religione stessa dovrà cambiare la sua genesi adattandola ai tempi moderni, le scoperte odierne della scienza la stanno pressando. La chiesa c'è la farà?!

 

   Ecco adesso un viso maturo è apparso davanti a me, ovvio ha da fare con la religione. Mi trasmette emozione. E' un idea che condividiamo: la religione e la sua trasformazione verso il bene di tutti.

 

   Io ho dei dubbi: secoli di bugie dovranno essere eliminate al instante. Darwin con la sua teoria del evoluzione eliminato, la teoria scientifica del big bang anche, praticamente tutta la cultura occidentale sarebbe rovesciata. Poi ditemi se non è la religione a fondare e consolidare una cultura, un modo di vita personale e interpersonale.

 

   Questa astrologa è buonissima:

 

   "Il Sole è simbolo del Maschile, archetipo del Patriarcato, ma anche rappresentante la Coscienza Cristica che si sta sviluppando sulla Terra.


 

Lilith è simbolo dell’Ombra, della Strega, il potente Femminile che il Patriarcato da sempre teme e che ha cercato nei secoli di soggiogare con la violenza, l’annientamento, la negazione e la menzogna.


 

Questo aspetto si è verificato l’ultima volta il 05 novembre 2007 e prima ancora il 28 ottobre 1998. Per ritrovare una congiunzione Sole-Lilith in Scorpione dal 1998 bisogna arrivare al 02 novembre 1945. 53 anni di spazio dove ha preso corpo l’era moderna e l’emancipazione femminile."

   

 
 

 

    La foto che ricorda il filo d'oro è messa sul profilo di qualcuno su Fb, va bah io ho dei dubbi che lui fosse uno di loro. Lui ha condiviso il testo di sopra, io ho trovato sul suo profilo ricordate le capacità extrasensoriale.

 

   Verranno accettate in un futuro non molto lontano come normalità telepatia, chiaro udienza, telecinesi, veggenza e tutte le altre capacità che l'uomo ha in se stesso e non solo “la strega”. Quello che non mi spiego ancora: cosa centra tutto questo con il misticismo e la religione? Solo perché le chiese cristiane le hanno rilegate per secoli nel settore del male? E' stata arrestata la normale evoluzione del essere umano.

 

    Un altra esperienza particolare stasera. Se pure sto tanto leggendo qua e là, arrivo a un certo Eric Bert, un sconosciuto per me quindi insisto per trovare informazioni. Prima guardo la foto, non mi piace ma insisto guardarla magari è l'espressione dei suoi occhi, poi una foto rispecchia solo un attimo della nostra vita non l'eternità. Lascio perdere e guardo alle foto di stampo orientale, a una di loro mi pareva che vado in un tunnel, un mal di stomaco imprevisto mi ferma.

 

   Io sono di matrice occidentale, è inutile insistere. In effetti lo ha detto proprio lui “è la tradizione che ti trova, tu non deve cercare nulla.”

 

 

   Mi allontano dal computer, vado fuori ecc lo stomaco per buon tempo è rimasto cosi, agitato lui agitata ed io. Pare che tutto per me sta aumentando pensieri , percezioni delle energie altrui in questo turbine ecco lo stesso viso di uomo maturo calmo, tanto calmo rispetto alla tempesta che stavo sperimentando io. Giuro mi pare che sia il pastore, almeno assomiglia, non lo visto da buon tempo. Che poi la stessa cosa diceva e lui partendo dai vangeli   "Non voi avete scelto me, ma io ho scelto voi ecc. " Giovanni 16

 

   Fino non vivi una esperienza così travolgente non capisci cosa vuol dire disciplinare la mente, tenere a bada i pensieri che spesso non sono nemmeno i tuoi. Poi per me i pensieri non sono invisibili, sento perfino la loro energia. Figuriamoci in quanti fanno altrettanto or anche di più!

 

   Noi stiamo assorbendo dal ambiente tantissimo, non ci rendiamo conto. Io mi trovo in un ambiente settario isterico, quando si parla di chiesa e di sessualità diventano improvvisamente ossessivi.. ed io lo so.

 

   La mia guida destra che per molto tempo è stato immobile e inespressivo, adesso cambia tantissimo. Sta prendendo il posto della mia anima, il corpo emozionale? Non mi è chiaro il meccanismo.

 

   La vera tradizione - il filo d'oro - sovrasta religioni e nazioni, in occidente penso che sia la sola tramandata ai pochi e nascosta, .. ipocrisia..  della chiesa.

 

   Questa parola ipocrisia veniva così con forza che non posso fare altro che scriverla, ultimamente rimarco anche l'accresciuta ispirazione. Poi leggo un testo di Kryon che averà anche questo processo ma dobbiamo stare attenti al integrità della intuizione che arriva da noi. Non è detto che tutto sia bianco e puro.

 

   Certo si parla di ipocrisia, nel seno della chiesa stessa sono persone con capacità extrasensoriale sviluppate. Io ho incontrato una suora tanti anni fa. Papa stesso ha dichiarato pubblicamente di avere un veggente. Valido anche per le chiese protestante, non è solo il pastore lì. Allora? Lo fanno apposto. Nel ottica della chiesa altro non siamo che una massa di burattini senza cervello?

 

   Loretta con un pensiero chiaro indietro della mia testa “Sorella ma io sono una troia?!” I suoi pensieri sono sempre indietro della mia testa.

 

   Ho realmente dei dubbi che le vicende famigliari si fermeranno un giorno, sono anche molto dure niente da dire. Pare un film in quale alternativamente io sono osservatore e attore.

 

   Il viso di Corina è alla sinistra, piccolo e freddo. Mi guarda per buon tempo.

 

     E' il loro affare se altro non hanno da fare, per me è un spreco enorme di energia e di tempo: sono interferenze che fatico ignorare.

 

 

 

 

      Mercoledì, 09.11.2016

 

    Pare che avessi vinto Donald Trump le elezioni in America, qualcuno gioisce qualcun è triste. In somma... America ha deciso di fare un passo indietro, mantenendosi il conservatorismo. Può essere anche troppo dramma intorno a esso, niente è eterno or immutabile.

 

Eccola:

 

   - Corina sei venuta dopo le medicine?

    - Sono arrivati?! Ho parlato ieri con Loretta, non mi ha detto niente.

   - Ti ho cercato al telefono per dirti, non hai risposto.

     - Non ho visto la vostra chiamata...

 

   In somma … ma non le medicine erano importanti per lei? Ecco l'agitazione di ieri sera tra i famigliari, pare che non avessero altro da fare.

 

  Passiamo al soggetto del giorno:

 

  - Iris, hai visto il vincitore delle elezioni?

   - Si in web, ho fatto un colpo. Mi piaceva Hilary, purtroppo era implicata nelle guerre.

   - Sì conosceva già il mondo politico però sosteneva le grandi corporazioni che hanno tanto denaro e potere.

   - Ecco questa non la sapevo.

   - Che poi Trump è miliardario, ma ha tasse e imposte non pagate allo stato.

    - Un altro Berlussconi che farà la legge per proteggere la sua ricchezza?

    - ?! Grande scelta non avevano né loro.

 

  Mi pare di sì, nessuno è perfetto. Inutile a dire la freddezza del suo viso, raramente è diverso. Mamma mia questa gente incapace di stare nella sua propria pelle.

 

  La madre aveva suoi interessi:

 

   - Corina, dove viene quella macchina con capoti?

    - Ma tu non hai vestiti abbastanza?!

    - Ho visto a Valeria un bel capoto, mi serve uno così.

    - ?!

 

  Dopo un oretta viene da me:

 

   - Guarda cosa ha la mia gonna.

    - Mamma, tutta la vita sei stata molto attenta ai vestiti.

 

   Va via e torna dopo un quarto di ora:

 

   - Ecco vedi adesso sta bene. Mi l'ha aggiustata Laura.

   - Meno male.

   - Mi sono pesata se pure ero là, da 90 chili sono arrivata a 70. Sono rovinata. Non so com'è stato possibile ciò.

   - ?!

   - Dovrò mangiare più patate per rimettere qualche chilo.

   - Mangia cosa vuoi.

 

  Che noia. Ma dove scrive che il nostro peso deve rimanere lo stesso per una vita? Grazie cielo c'è internet, oggi trovo un bel po di testi di mio gradimento che parlano di percorso e di scelta.

 

Oggi si stano festeggiando 25 anni dalla caduta del muro di Berlino, in breve tempo l'Europa ha fatto passi da gigante.

 

 

Ottima spiegazione di Sibaldi per cosa vuol dire eros - desiderio di conoscenza, desiderio di grandezza e di creatività la sola via per uscire fuori dagli schemi.

 

   “Oggi, per un grande equivoco, la parola Eros è soltanto un termine tecnico della sessualità.


In realtà, indica il maggior sistema della psiche umana, quello da cui dipendono tutti i nostri desideri – a cominciare dal desiderio di conoscenza – e le nostre capacità intuitive e creative.


Probabilmente, qualche secolo fa la nostra civiltà ha cominciato a temerlo, perché ampliava troppo gli orizzonti e le iniziative individuali.


Oggi è proprio di questo ampliamento che abbiamo bisogno.”


 


 

 


 


 

 

 

   Fino arriverò io a un suo corso, se mai arriverò, imparo tramite internet comodamente e senza costi da casa.


 

   “Le dinamiche psicologiche dell’Eros: il piacere di scoprire, il piacere di ideare, il piacere di comunicare e condividere le proprie intuizioni

 

La paura del piacere e del successo:
cos’è, da dove proviene, come la si affronta, come la si vince.

 

L’Eros e il creative flow: come trasformare il desiderio della bellezza in un metodo di creatività

 

I nemici dell’Eros: come proteggersi da chi deprime la voglia di superarsi sempre.”


 


 

    Giovedì, 10.11.2016


 

    Non trovo niente di grandioso or spettacolare in queste vicende umane quotidiane, come dei animaletti ci stiamo impegnando fino a nausea per la sopravvivenza. Niente di più, niente di meno. Cosa cambia per me se è uno or altro presidente in America? E' una perdita di tempo seguire le polemiche pro e contro su Fb. Dov'è la grandezza del essere umano? Mi pare una presa in giro con questa grandezza umana, che alla fine è da nessuna parte. E' qualcosa che non va con tutti questi giochi umani.


 

       “Sei più grande di quello che pensi di essere”, lo ha detto Sibaldi magari lui lo ha capito, io nel piccolo non la vedo da nessuna parte.


 

   Con questi pensieri giustamente arrivo a chiedermi per me stessa dove sia il cambiamento e la libertà? Mi muovo in cerchio da anni senza avere dei risultati tangibili in qualche area di attività. E' una grande sfida star ferma qui or altrove, sto ferma a far cosa? Amo camminare e viaggiare, vengo qui per stare agganciata al computer? Mi sento bloccata qui e pure non ho fatto ancora un passo deciso e chiaro per spostarmi da questa insoddisfacente realtà . Sentivo una grande forza davanti al mio petto, come se dovessi oltrepassare un muro invisibile e pure reale.


 

    Oggi invece Antonio esprimeva il suo scontento per le persone dedite alla spiritualità ma quando è da prendere una posizione nel settore politico, ecologico or edilizio si fanno da parte. Puoi farla certo non è un obbligo la partecipazione, ma non puoi lamentarti più tardi della sorte decisa di altri.


 

   Tuttavia questo è il gioco umano, possiamo essere presenti or andarcene fuori dalla realtà ordinaria: è una nostra scelta. Non mi è mai conosciuto un Maestro di saggezza chiuso in una cella a pregare 24 ore al giorno, tutti quanti erano ritenuti rivoluzionari per il loro tempo. Si implicavano in tutte le sfide quotidiane della società, animati dal ideale per il massimo bene di tutti e non di quelli pochi che detenevano il potere religioso, politico, finanziario.


 

   I veri Maestri hanno portato avanti con passione e tanta dedizione l'impresa immane di tirar fuori dalla schiavitù fisica e mentale in quale viveva la maggioranza allora come oggi, entrando in conflitto non solo con il potere ma proprio con quella “maggioranza” incapace a guardare oltre. Chi di loro è finito male è perché ha dimenticato completamente di sé stesso, ha messo in un secondo piano la sua stessa libertà. Ecco l'errore del passato, tentazione del presente.


 

  Arriva Giulio per riposare prima del pranzo, ieri or oggi ha parlato con una ragazza di Italia secondo il suo saluto.


 

   - Iris, Giulio ha detto che è stanchissimo. Non ha dormito stanotte.

    - Magari a causa del bar.

 

 

   Subito arriva e Corina con le medicine per la madre. Famiglie numerosa.... Lei informa anche Corina:


 

   - Là dorme Giulio ha detto che non ha dormito stanotte.

   - Perché, cosa ha fatto stanotte?

    - Ma io so cosa fa lui?!

 

  Li rispose con un tono vittimistico e un viso sofferente. Ma dai Giulio ha più di 50 anni.

 

 

Poi passano al loro punto comune: malattia.


 

   - Mamma la dottoressa ha detto di andare tu da lei per vedere come stai.

    - Non vado, se devo morire...

    - Ma chi ti ha detto che morirai?

    - Sono dimagrita tanto.

    - Ti porto un giorno in città per le analisi.


 

Sono in due a fare un dramma per la loro malattia reale or immaginaria che lei sia, si sostenevano a vicenda in dramma.


 

   - Corina ma non è normale per un anziano a pensare alla morte, mica sta andando verso i 20 anni?

    - Pensi alla morte anche quando sei giovane.

   - Va bah se altro non hai da fare.


 

   Questa qua ha 40 anni e sta in pensione per la malattia, a cosa vuoi che pensasse? Che poi nessuno capisce come mai è così vivace e in gamba avendo una malattia così grave, nemmeno i dottori. Ed io devo vedere la grandezza umana? Queste due mi danno proprio una mano nel vedere ciò!


 

  Eccellente, è aperta per 3 volte. E' un buon tempo da quando non è più successo ad aprirsi al caso una foto sul desktop. E' una simpatica immagine che da tempo non l'ho messa più su Fb per un commento perfetto.


 

    Si fa tanto caso con questo 11.11 di domani siccome succederà chissà che grande cambiamento nel mondo al istante, se così fosse visto che ogni anno lo abbiamo dovevamo essere già tutti ascesi e la terra un vero Paradiso. Non mi pare che sia così. Non aspettiamo più un Avatar or un profeta per portare novità, ma giorni considerati come tale. Ma dai... Ci muoviamo tutti in cerchio.


 

   Ora però ce ne sono cinque e presto ce ne saranno molti di più.

Un elemento unico di ognuno dei cinque che forse ci guardano online o da qui; l’elemento unico è che hanno affrontato molte lotte. Sapete, è una vera lotta cercare di essere un buon umano. È una vera lotta cercare di guarirvi. È una vera lotta cercare di perfezionarvi, è una lotta cercare di essere una persona migliore e non funziona. Non funziona proprio.

 

  Ognuno dei cinque dopo aver affrontato molte lotte e aver tentato di migliorarsi e di rendersi spirituali o solo carini o non così pieni di difetti o di debolezze; dopo aver lottato molto e dopo molti sogni folli, dopo molti sogni folli – le due cose procedono in parallelo – una mattina si sono svegliati e ognuno di loro una mattina di colpo ci è arrivato. Ci sono arrivati.

 

   In un certo senso è uno studio interessante perché dopo tutte le lotte senza che in vista ci fosse una vera fine e senza sapere cosa sarebbe accaduto nel giro di una settimana, di un mese o di un anno, senza una vera fine, ci sono arrivati e basta. Si sono riuniti e una mattina si sono svegliati e invece di provare una sensazione di lotta    – “Come m’illumino? Come divento realizzato? Come posso essere la persona che ho cercato di essere, che pensavo di voler essere?” – una mattina si sono svegliati dopo un’intensa notte di sogni ed erano calmi. Mancava del tutto l’attività mentale e anche la lotta. Al risveglio davanti a loro non c’era un grande punto di domanda; al contrario si sono svegliati, hanno fatto un respiro profondo e poi hanno sorriso. “Ci sono,” hanno detto. “Ho capito.”

 

 

 

 

 

 

 

  

 

 

    Non ci sono stati tuoni e fulmini. Niente di simile alle esperienze che alcuni di voi hanno vissuto di coscienza cosmica, le sensazioni di elevarsi in modo pazzesco negli altri reami con il relativo squilibrio nel corpo e nella mente umana. C’era la calma senza tutte le domande e i dubbi insistenti e il chiedersi quando accadrà.

 

     Per tutti è stato un momento di calma e di pace. Non è stato un momento di quelli in cui ti viene voglia di scendere per strada urlando a pieni polmoni, “Sono illuminato! Sono illuminato!” Lo erano e basta ed è stata una bella sensazione di sollievo. Nessuna tensione, nessun chiedersi cosa sarebbe accaduto dopo e non perché pensavano a non pensare a ciò che sarebbe accaduto dopo, non cercavano di non pensarci, ma non c’era alcun pensiero. Non hanno dovuto cercare di pensare allo stato naturale dell’illuminazione; esso c’era e basta. Non hanno dovuto chiedersi cosa stava accadendo al mondo perché in un certo senso non importa. Non se lo sono caricato sulle spalle perché sapevano che è nella perfezione assoluta proprio così com’è. Non si sono chiesti quanta luce hanno portato nel corpo o di quanti dei loro antenati si sono liberati o meno o se avrebbero avuto il cancro o a quanti anni… tutto ciò ha smesso di esistere proprio così – (snap!) – per tutti loro. Era tutto lì, realizzato.”


 

  La Serie Transumano - Presentato al Crimson Circle il 6 agosto 2016


 

   Mi pareva che ho una buona connessione con Saint Germain. Nel mio sogno, 2 anni fa mi pare, erano 5 persone legate alla tradizione, comunque sicuramente poche. Non è che mi aspettavo a essere in tanti, tanto di meno mi aspetto che qualcuno di essi fossi su Fb a impartire lezioni di saggezza. Un Maestro se mai vuole comunicare qualcosa, la può fare a prescindere da sua esperienza.


 

   ISIS?! Questa è un assoluta novità per me, no ho mai seguito le sua vicenda, ieri qualcuno nei commenti scriveva “la sfortuna di Clinton è di essere stata segretario delle USA quando ISIS si è fatto avanti. “. E lei cos'altro poteva fare che fermarli?


 

Sto bene in Europa, la Germania grazie cielo è un paese sicuro e tranquillo, ISIS non ci arriverà qua bang il cuore si muove una sola volta come un gong, come un allarme.


 

Tra una decina di pensieri che mi giravano ieri sera in testa inaspettatamente il cuore si è mosso a questo con ISIS e solo a questo. Strano, io non centro niente con sfide del genere.


 


 


 

      Venerdì, 11.11.2016


 

     Il sogno è conseguenza dei ultimi pensieri avuti ieri sera:


 

“Su un quadro scuro è scritto in giallo, un consiglio in inglese keep calm, mi pare che siano le prime parole di un testo più lungo.”


 

   In verità né ISIS e né le elezioni presidenziale di America sono il mio affare, ci mancherebbe implicarmi emozionalmente in affari di una portata mondiale. Né ho abbastanza a livello personale.


 

  Grande giornata che dire? La sorpresa è di trovare su Fb il meteo per una città che dovrebbe essere a una buona distanza di qui e con quale io non ho nulla da fare. E' un splendido tempo anche qua, una giornata calda quasi estiva.


 

L'anziana quanto per il bel tempo, quanto per le belle spesse fatte, si manifesta e oggi con abbastanza aggressività.


 

   - E' una donna che puzza a sigarette come te, si sede proprio accanto a me in chiesa.

    - E quale è il tuo problema?

     - Puzza dal mattino?!

    - Vuol dire che quella donna prima si prende il caffè poi va alla chiesa.


 

   Le donne fumano anche qui, sono io finita in una famiglia di “santi”.


 

   Mi manca tuttavia qualcosa così che entro su Fb giro di qua e di là senza grande interesse. Vedo alle notifiche che dopo un mese, Fabrizio ha messo “mi piace” al mio consiglio semplice ed efficace: l'umorismo. Cos'altro si può fare?! Tutta questa filosofia piena di dramma e impotenza mi snervava.

   I nodi karmici sono più forti e visibili sopratutto in famiglia, guarda a me non è che sto sulle rose! Rischiamo però di prendere tutto in modo troppo personale e implacabile, possiamo allontanarci da tutto quello che noi riteniamo sia un male. Niente è immutabile nella nostra realtà ed è molto visibile in astrologia. Qualcuno guarda il tema natale e ti dice lei dovrebbe aver fatto quello or quel altro in quel anno lì, tu non lo hai fatto per un sacco di motivi.


 

“S.B hai un buon umorismo inizia di lì.”. Ha anche una bella ora: 10.01, perfetto per un inizio. L'ora di Fabrizio è invece 10,29 . Ho ignorato ultimamente la numerologia.


 

   Il buon umorismo e le sane risate ci salveranno dalla guerra con noi stessi e con gli altri? Non lo so, la vita sicuramente sarebbe più bella. E come mai solo oggi l'ha visto? Sta li da 14 ottobre e oggi siamo in 11 novembre. Personalmente mi mancano le sane risate, con chi farli qua? Questi anziani sono tutto dramma e inutile preoccupazioni. Laura ha un buon umorismo, adesso lavora ha anche i figli a casa, non sono più passata da lei.


 

    Tuttavia un solo testo ha fatto il cuore muoversi con gioia, un tipo di Evrika lo abbiamo scoperto! Il dolore insegna a prendersi cura di sè, avendo come fondale un splendido cielo sereno e la statua di Budda calmo. Ironia della sorte io appena stavo cercando una via di uscita dal dramma con l'aiuto della musica e l'umorismo e tramite un radicale spostamento. Carino! Mi diverto anche: ecco dove ha trovato il cuore la gioia!


 

   Parecchio stanca in questo tempo, Maria Rosa mi conferma che non sono la sola. Anche lei vorrebbe fare un passo avanti concreto in fisicità, muoversi da qualche parte e pure non c'è la fa. Siamo in due allora!


 

    Insisto trovare una mia città come residenza in Romania quanto tempo io sono cittadina di questo stato mi serve averla. Voglio avere tranquillità e tanto spazio verde per camminare in una mia nuova città. Con il pensiero al spostamento arrivano i classici discorsi circa i costi. Ovvio in questo ritmo non mi muoverò più da nessuna parte se metto al primo posto i soldi ovvero c'è la farò?! vale la pena una impresa così?! E via dicendo...

 

   Mi appare una città rumena T.O: scritta in nero sul fondale nero. Non mi dava tanta rassicurazione tutto in nero, in effetti non sono mai stata là. Non so nemmeno da dove sia arrivata. Alla destra vedo un ragazzino a terra, a me pare che soffre per un dolore inflitto dal esterno. Mi lascio trascinata per breve tempo in questo dramma poi mi riprendo. Basta non voglio sapere nulla di cose del genere. Basta, voglio luce e bellezza nella mia vita. La guida animica è grande molto vicino a me guardandomi con serietà.


 

    Il cuore anche si è mosso alla vista di questa città, non mi è chiaro il suo ritmo.


 

   Arriva la madre:

 

    - Deve mettere una lampadina nella mia stanza.

     - Adesso?! Mica è buio.

      - Ma dormi a quest'ora?!

 

    Non ci arriviamo da nessuna parte, ciao la mia tranquillità. Comunque mi alzo per verificare in web, quella piccola città non ha nulla di attraente per me anzi.


 

   Mettendo la lampadina vedo il suo lavoretto a mano, di un colore grigio bluastro con un fine modello intessuto là:

 

    - Mamma hai iniziato il lavoretto.

    - Sì perché?

Mi guarda con timore quasi quasi che dicesse qualche sciocchezza, tipo giudizio.

    - E' un modello bello, fine.

     - L'ho fatto io, mi è passato in testa così....


 

   Poverina è rimasta marcata dalle critiche? Mi pareva più sicura di sé nei anni scorsi, per una vita la madre è stata creativa.


 

    Che sorpresa! Non solo trovo la musica del mio sito con un testo molto bello, coincidenza fa che si parlasse nel suo testo di uno stato emotivo che stavo sperimentando poco prima di trovarlo.


 

   “Ciò è dovuto alla coscienza vittimistica impiantata da migliaia di anni nella coscienza collettiva a sua volta radicata nel Bambino Interiore che ha costantemente bisogno di attenzione e rimane intrappolato nella tossicodipendenza emozionale... “


 

   Va bah nel mio caso con una famiglia cosi numerosa figuriamoci a quanta si è accumulata negli anni.


 


 

 


 

 


 

   Faccio 2 passi per la spesa, approfittando di questo splendido tempo ma proprio 2 passi, è tutto stretto qua. Certo è che sono rimasta con un bel mal di stomaco, né accetto la situazione in quale mi trovo né la cambio.

  Sono riuscita riprendermi in tarda serata, non solo accettando la situazione di me stessa creata, ma anche facendo delle forte dichiarazioni:

 

Io scelgo la felicità.

Scelgo la mia indipendenza e la mia autonomia.

Io scelgo la mia totale libertà.

Sono in pace con me stessa.

Amo me stessa.

   La mano destra grande di un primitivo or simile, appare dal nulla. L'attitudine è amichevole, calda. Mi sorprende vederla cosi rude, non l'intenzione che si cela dietro del gesto.

  Inutile dire che non sono riuscita mantenermi in questo stato di perfetta pace e accettazione completa di me stessa, le vecchie frustrazioni si sono fatte presenti eccome. Mi accorgo che sto scivolando nel classico vittimismo e reinizio con affermazioni positive ma molto diverse di prima, pensavo io che fossero adatte al momento:

 

  la stessa mano molto più piccola è fermata nel suo intento di uno spazio bianco.


  Le frustrazioni e le insoddisfazioni cos'altro sono, se non un aspetto della paura stessa? Mi è stato molto chiaro. Il primitivo è il simbolo del uomo totale, fresco nella sua essenza umana, non ha la mente piena di convinzioni e condizionamenti di una certa civiltà, di una qualsiasi cultura. E noi ci le portiamo appiccate addosso da millenni!

 

  Mamma mia che tempesta! A un certo punto guardo l'orologio erano quasi 3,25. Preferisco lavorare, magari stanca fisicamente sì, ma psichicamente sto da dio.


 


 


    Sabato, 12.11.2016


 

    Ma sì io posso dire che sia successo qualcosa di particolare nel 11.11.9. Sì io ho capito il messaggio della esperienza avuta, tuttavia io vivo qui nel adesso in una certa cultura, in una civiltà non è che vivo fisicamente grazie a queste esperienze. Secondo me è il conflitto scaturito dal non accettare quello che tu sei nel tuo profondo e il ruolo di adesso pur sapendo che è transitorio.


 

  Questa roba con la ricerca del sé mi ha buttato a pezzi da tutte le parti e per tantissimi anni, adesso dico basta io ho il diritto alla felicità e a una vita piena tutta mia. Alla fine non si cerca altro che la felicità. Le frustrazioni sono solo una forzatura, personalmente mi fa male la testa ed insisto averla per cercare vari motivi esterni a me stessa e quindi si scivola nel vittimismo. La non accettazione è un vicolo cieco.


 

   Questo desiderio di grandezza superando i limiti umani è insito in me:

  è scritto grandezza a livello del timo, su un fondale bianco splendente ma solido.


 

   Quando la scritta grandezza è apparsa giorni fa, ho rifiutato perfino scriverla mi pareva una esagerazione. Dopo millenni di condizionamenti religiosi e sociali di vario tipo, ovvio arrivi a chiederti cos'è che non va con me per sentirmi realmente grande e appagata? In questi giorni proprio quella zona incluso lo sterno mi dava dolore. Sinceramente presa da tanti conflitti, quindi gioia e gratitudine per la vita escluse, mi aspettavo che succedesse qualcosa anche nel mio corpo: la mente non è scollegata di esso.


 

    Vado fuori mi fumo una sigaretta provando a fare qualche chiarezza nelle sfide che ho da affrontare e quale sarebbe la soluzione migliore per me.


 

   - Iris, puoi darmi 50 euro?

   - Io ti do, ma come hai finito la pensione così presto?

    - Solo adesso, non ti chiederò mai più.

   - Non si parla di questa, tu non arrivi mai a fine mese.

   - Ma se devo comprare tante, tutto il giorno sono con i soldi nelle mani.


 

   Per noi è sorprendente proprio perché io faccio la spessa, Giulio porta un bel po di roba qua, Oriana le paga il telefono. Magari sta risparmiando per la morte, non capisce che i funerali sono l'obbligo di Oriana? Già che ho un “buon rapporto” con Oriana, la sto aiutando ancora una volta?! Quando sei dentro non si capisce più chi e cosa fa, ci stiamo aiutando or massacrando a vicenda.

 

   Mi pareva che la nervosità di ieri avesse legame con i soldi e la chiesa, solo nei giorni scorsi mi stava raccontando fiera di quanto là lei abbia donato. Nel frattempo il parroco fa delle feste con i preti dai dintorni con i soldi ricevuti da questi pensionati spaventati con l'inferno eterno. Che buon affare hanno saputo fare con la paura. Caspita!


 

Che freddo che fa oggi dopo il caldo di ieri, adesso la madre mi sta informando che sta arrivando l'inverno. Magari in alta montagna sì sta nevicando, qui piove.


 

   Michele conferma la mia intuizione: 2017 sarà diverso, sarebbe il tempo. A livello individuale e collettivo sono statti anni molto impegnativi. Pare che sia stata una vera lotta tra il vecchio e il nuovo nella mente di tutti noi.


 

Pur sapendo che la noia, la paura e la rabbia fossero nocive per il nostro benessere e il nostro sviluppo. Io continuo annoiarmi, ho la mente altrove dove posso muovermi, posso fare qualche passeggiata, posso parlare con qualcuno che abbia i miei stessi interessi.

Mi piacerebbe avere una mia casa, un mio alloggio, una stanza di hotel qualcosa del mio personale dove nessuno mi sta rompendo le scatole con le proprie stupidaggine. Per farla breve mi sento di non avere una mia vita chiaramente delineata.

 

   La casa grigia che io ho visto tanto tempo fa eccola qua, davanti a me.

 

  Dai lasciamo perdere, io non ho più pazienza. Poi pretendo da me di sapere concreto qualunque cosa mi interessa, pretendo da me di sapere in qualunque momento quale sia la scelta migliore per me. Dopo tanti anni di lavoro con me stessa almeno questa posso fare modificare la realtà.

  Vado fuori affrontando il freddo, sento pianto di bambini nella loro stanza poi vedo Franco uscendo dalla loro casa, come un ombra e venendo verso di me. E' assolutamente scontento.

Pare che l'ho modificata davvero! Ecco c'è l'ho fatta: mi sono messa in testa tutti i famigliari!


 

Ok accetto di essere qui, ho voluto essere qui. Non si può dire che io non avessi scelte.


 

   Ma cosa sto a fare qui?!

  Provo con le canalizzazioni, è tempo da quando ho in testa questa opportunità di crescita. Era un mio desiderio espresso sin dal inizio del sito di canalizzare Kryon, questa entità è la prima arrivata nella mia attenzione in un modo ovvio.

    E pure Kryon è una sfera blu, ogni volta quando voglio connettermi è lì accanto a me proprio a livello del timo come una sfera blu. Mi trasmette emozione molto forte, troppo forte per me.


 

  I testi che ogni tanto io canalizzo mi pare che avessero l'impronta di Saint Germain non di Kryon. Sì ma potevo farla altrove in un posto bellissimo e in un ambiente diverso, qui “sento” tutto il giorno delle stupidaggine. A punto di chiedermi è mai possibile che fosse tanta ignoranza e limitatezza nella mente umana?

Appaiano delle piccole luci bianche azzurrine in due gruppi, splendenti nel buio della stanza. Carino non li ho mai visti, mi spiace di non averli contatto con più attenzione può darsi sono 6-7. Sono i miei due gruppi di supporto, non sei mai solo.

 

  In somma insisto, per me è sempre una grande sfida trovarmi lì dove faccio un bel niente: cosa sto a fare qua?

Il mantello nero è sulle mie spalle, manca un pezzo di esso alla sinistra giù: quindi è incompleto. La mia guida sinistra fa il disegno su di esso sulla schiena, il simbolo in giallo scuro cerchio e triangolo dentro è incompiuto nella parte di giù.

   Quindi ho ancora un pezzettino da mettere a posto con me stessa, non pare molto e pure mi sembra un eternità da quando provo mettere insieme tutti i pezzi di me stessa sparsi qua e là sia a livello materiale nel attuale fisicità che altrove nel multiverso. La mia impazienza ha i suoi motivi.

 

   Sinceramente mi pareva poca roba, mi aspettavo che in 2-3 anni io sono mesa a posto su tutti i piani del esistenza terrena e non, poi vivo una sublime felicità per l'eternità. Le mie aspettative.... E pure ho la sensazione netta che in qualche modo io sono interferita nel corso degli eventi, e così il mio percorso si è fatto più lungo del previsto.


 

  Una serata molto ricca che mi ha tenuto in piedi per un bel po.


 


 


 

      Domenica, 13.11.2016


 

    Mi sveglio vedendo molto chiaro più lontano verso sinistra una donna capelli corti castagni, vestita con pantaloni e una maglietta con rosso. E' stata già in un mio sogno.


 

   Nevica con vento, è bellissimo.


 

  Entro su Fb sperando che trovo un testo che mi piacesse e posso incollarlo qua con una bella immagine, ne ho parecchio del genere sul sito.


 

    “Non ci serve un genio che scrive un libro con testi incollati da altri libri.”


 

  In effetti mi auguravo che scrivessi qualcosa di profondo e di rinfrescante, canalizzato quindi. Sono le parole dette del pastore nel lontano... 2007.


 

  Niente da fare con me la sensazione che mi mancasse qualcosa, che sia qualcosa da capire non mi lascia. Pur sapendo che la verità è scritta dentro di me, quella zona molto bianca e solida in effetti la vedo dentro di me, adesso senza alcuna scritta. E dovrei scrivere a prescindere da essa, ma cosa?


 

  Quindi entro ancora su Fb per trovare quel qualcosa mancante, alla fine mi fermo a una raccolta di Kryon e scelgo un testo che secondo me potrebbe andare bene. Ottima scelta, quello “non ci serve” è al plurale proprio mi chiedevo perché io devo essere in prima linea raccontando la mia esperienza personale? Il pastore e tutti gli altri con quale sono connessa a livelli di realtà diverse sono sconosciuti, restano in ombra. Va bah.. ognuno con il suo scopo in questa vita e con le sue capacità acquisite già, tutti si impegnano a loro modo avendo uno scopo comune: per la Terra, per l'umanità.

 

  A ultima parte del mio ragionamento il cuore si muoveva anche lui frettolosamente. Chi non volesse cambiamenti al istante?

 

  Avevo una velocità straordinaria a leggerlo, per arrivare a quello che a me interessa davvero? Secondo la descrizione di Kryon, mi ritrovo nel numero 1.


 

   “Cosa sapete riguardo alla parola Entanglement? Praticamente pochissimo. È una parola alquanto nuova, creata dai vostri Fisici (scienziati), e in sostanza significa “Realtà Condivisa”: se in Fisica due cose si trovano in uno stato di Entanglement, entrambe hanno la stessa realtà, anche quando sono lontane una dall'altra e si trovano in posti diversi. È un'espressione quantica: Realtà Condivisa. Uno che si trova in uno stato di Entanglement con la sua Akasha sta condividendo la realtà di qualcosa che dal passato preme su di lui; e per coloro che si trovano in questa condizione è difficile decifrare la realtà di ciò che è terreno dalla realtà di ciò che si trova o nel passato o dall'altra parte del velo: per cui questi sono portati (verso questa realtà).

 

  Ora, c'è un termine nell'Universo, nella Galassia, nel Sistema Solare, che è usata in Astrologia, ed è una metafora. Questo termine è Yod (traslitterato anche come Jōdh, Yud, Yodh, Jod, Jud o Jodh) o Yad. In Astrologia è un allineamento di tre cose che è esclusivo, speciale, che non accade molto spesso, e che crea un'energia che riguarda quelli che sono nati con essa la quale li rende “sotto pressione” e “assorbiti” in una maniera impensabile: vivono e respirano ciò che pensano aver bisogno di fare. E questo viene dall'Akasha. Non avviene, miei cari, semplicemente perché siete nati; avviene lentamente, perché vi entrate nell'ottica della realizzazione, lo “realizzate”. E questo significa che ciò che è “irrealizzato” diventa “realizzato”, si passa dal non esistente all'esistente con una decisione cosciente. In altre parole se decidete di non accettare alcune di queste cose non vi accadranno mai; ma una volta che iniziate il percorso dell'analisi vi catturano in profondità, e vi spingono così forte che qualsiasi cosa facciate fanno riferimento ad una sola cosa.

 

 

 

 

 

 

 

 

   Quelli che appartengono a questa categoria, le Anime Antiche che si trovano in uno stato di Entanglement con la loro Akasha, sono quelli che vengono spinti a lavorare. Alcuni sono canalizzatori, altri sono autori, altri sono scrittori, e altri ancora sono relatori. E le loro vite non sono normali, tutto ciò che fanno nelle loro ore di veglia è pensare al perché si trovano qui. Si auto-spingono, e comprendono in modo adeguato i problemi di salute che hanno, andando in un luogo che è la porta per il giorno in cui hanno vissuto la loro ultima morte, dovuta a una sola cosa... qualsiasi essa sia: eccezionali, assorbiti, spinti. E belli, perché questo gli richiede tanto. “


 

   Ahahah eccomi, solo ieri sera mi lamentavo di non portare a termine tantissime cose:

 

   Questo è il numero 1. Che cos'è un 1 in numerologia? È un nuovo inizio. Questo è l'intero scopo di quelli che sono spinti dall'Entanglement Akashico: sono così assorbiti che tutto ciò che fanno e ovunque vanno è un nuovo inizio; non portano a termine niente, non c'è mai niente di completo, è sempre nuovo per il numero 1. “


 

Cinque in un cerchio – 16.01.2016


 

   Il vento forte ha portato via un pezzo di recinto, la madre tornando dalla messa lo ha visto, cielo che rabbia:

 

    - Oriana doveva fare il recinto, non la casa. A me non serviva una casa!

    - Poco tempo fa eri fiera di questa nuova casa.

    - Smetti! Il recinto è il problema.


  Mi stava grafitando le orecchie con la sua rabbia e il tono alzato. Sono troppo anziani e non riescono più da soli occuparsi della casa ho capito , ma con un po di calma si trova la soluzione senza tanto dramma.

Arriva e Giulio, lei continua con lo stesso tono alzato le lamentazioni di prima. Ho messo Zimmer per non sentirla più, arriva ancora da me:


   - Iris, lui non può alzare il recinto: è troppo pesante.

    - Telefonerò a Walter, quando il vento smetterà.

    - Diego non è a casa?

    - Non lo so, non l'ho visto.

    - Dorme a quella miseria di ragazza.

    - Qual'è il tuo problema, fa sesso?

    - Smetti con questa parola. Non hai vergogna parlare così?


     Allora perché è così disturbata se il nipotino dorme dalla fidanzata? E perché mai la ragazza “è una miseria”?! Ma dai....siamo arrivati al ridicolo troppe volte. Potrei riempirmi il sito solo con la loro fantasia sfrenata quando si parla di sessualità. Pare che tutte le ragazze di qui devono essere per forza delle Vergine Maria, in questa... parrocchia... sarebbero allora anche tanti Gesù. Basta con queste stupidaggine, siamo in secolo XXI.

 

    Su Fb io riuscivo benissimo orientarmi anche quando è una richiesta di amicizia, adesso con tutto “questo rumore incensante del posto”, difficilissimo “sento” anche del altro. Questa gente è ossessiva pare che altro non ha da fare ed io e il mio sito fossero la cosa più importante al mondo. Mi pare proprio che non capiscono gran che di lì.


 

    Qui fa un bel freddino, in Nuova Zelanda proprio oggi al pranzo è stato un terremoto di magnitudine 7,8. La Terra si muove, noi anche?


 

   Ho questo forte desiderio di andare in altre dimensioni e in altre realtà, il mio sé con un filo lunghissimo tira al di indietro di me una persona anziana vestita di bianco, mi è sconosciuto lo stile dei vestiti.

Ovvero viene da molte altre vite?


 


 

    Lunedì, 14.11.2016


 

   Devo muovermi questa roba con una nuova residenza mi tiene realmente sotto la pressione. E so già che non ci arrivo da nessuna parte insistendo mentalmente, altro non mi porta che un bel mal di testa!

   Il sé mi da una mano, mi mostra il foglio del passaporto: non è chiaro niente là.

 

Cioè? In effetti non mi è niente chiaro è solo un documento di testo valido per espatrio niente di più niente di meno. Per me è solo questa.


   L'anziana trama qualcosa, la conosco già a come mi guarda. Fra poco mi dirà qualcosa tipo rimprovero or mi chiederà ancora dei soldi. Pare che la loro vita si stia prolungando se hanno più soldi.


 

   Angels e demons


 

 


 

 

 

 

    Ho un piacere a guardare indietro sul sito.... le mie esperienze appagante hanno da fare con la luce, con la dimensione superiore del esistenza, del resto qui nel mondo terreno in quale io sono parte attiva sono solo giochi di potere e avidità. Pare che nulla di umano è rimasto in noi dopo millenni di civiltà. Se questa è civiltà e non solo bestialità, come siamo decaduti tanto?


 

   Questa parola italiana “troia”, attualmente un offesa per una donna, è tuttavia una parola greca che affonda le radici in una civiltà esistente mille anni prima di quella romana. Grecia aveva a quel tempo una cultura totalmente diversa dedita alla bellezza e alla filosofia, non alla guerra e al predominio. Non mi sono mai spiegata perché una città mitica greca finisce nel vocabolario odierno associata alla donna e alla sua libertà sessuale. A causa di Elena? Da noi è arrivato tutto distorto.


 

  “Elena di Troia (conosciuta anche come Elena di Sparta) è una figura della mitologia greca assunta, nell'immaginario europeo, a icona dell'eterno femminino. Proprio questa sua caratteristica archetipica fa sì che, nell'immensa letteratura nata attorno alla sua figura, Elena non venga mai considerata responsabile dei danni e lutti provocati dalle contese nate per appropriarsi della sua bellezza. “


 

   Troia è mitica, è il viaggio del eroe alla scoperta di sé stesso. Il cavalo di allora sarebbe l'unicorno di più tardi?


 

   Mi muovo da nessuna parte sto collegando sempre pezzi dal passato.

   Un cavalo bianco andando con calma verso sinistra

    In effetti subito mi ricordo il racconto del pastore:

   Un giorno io ho visto un predicatore battista passandomi davanti con un cavalo bianco.

 

  Il cavalo bianco è simbolo di pace, l'unicorno che mi appare da buon tempo lo è anche. Il suo racconto voleva solo dirmi che è una catena umana che si collega da uno ad uno in modi inconsueti, condividendo quella realtà non ordinaria che sale alla superficie dal profondo della nostra psiche. I segni di riconoscimento sono realmente particolari.


 

   Per me è stato “lui guarda nella mia anima.”

   Il quadro con il filo d'oro mi appare verso sinistra, con pochi accordi musicali dal brano di prima.

 

  Ho capito il messaggio “è la tradizione a trovarti, tu non devi cercare nulla.” Personalmente non sapevo nulla della loro esistenza né anni fa e né adesso. Sinceramente non so cosa fanno or no, non mi è chiaro nemmeno io cosa sto facendo qua, altro che loro.


 

Kryon hai qualche suggerimento?

Quella sfera blu è dentro di me a livello del timo.

Pare che io devo trovare l'autenticità del sapere, conosciuta ai albori della coscienza umana, e condividerla.


 Sì ma quale “sapere”? Magari una volta doveva essere segreto ed elitario, adesso in tanti sappiamo già che siamo divini e potenti oltremisura. Possiamo trasformare noi stessi e modificare la realtà terrena a nostro piacimento. Non è questa, per me non è alcuna novità.

Qualcuno vestito di bianco è in movimento in alto indietro di me.

Anche questa viene dal passato, non so che senso ha tutto ciò.

 

Non so se vale la stessa cosa per le mie nipote, si vedrà in futuro, io ho visto anni fa l'arcobaleno accanto a Sofia e a Serena, e la piccola Riana vestita in mantello nero simbolo del maestro appunto.

 

  Il viso di Sofia piccolina è alla sinistra guardando verso lo schermo per buon tempo, poi innocente guarda me.

Mi sta emozionando, i nipoti sono un mio punto debole. Mi auguravo che loro vivessero meglio però i loro genitori e gli altri famigliari mentalmente appartengono a una comunità cattolica settaria. Vivono in una società dove il predominio e la prepotenza sono la norma.

 

 In questa comunità bigotta è tanta energia maschile ostile e aggressiva, io ho viaggiato tantissimo raramente altrove la sentivo e per breve tempo. E' da capire, qui è una setta secolare che va sullo stesso binario di prima, guai a interferire nella loro “normalità”. E' il loro affare non è il mio, per me sono solo interferenze da scartare niente di più, niente di meno.


 

Strana esperienza, mi metto a riposare un attimo gli occhi avendo nella mente il discorso di prima con una nuova residenza, prima vedo davanti a me un giovane uomo con capelli bruni lunghi e baffi, dopo il mantello dorato potrebbe essere un prete ortodosso. Ecco come il vestito fa l'uomo! Io non ho un altro sistema di riferimento per collocare una persona in società. Poi vedo la mia parte sinistra del corpo siccome fosse di un uomo morto vestito in borghese. La guida mi mette un filo sulle mani.

Sarebbe anche questa un esperienza passata già? Penso di sì.


 

   Buongiorno in serbo stava fluttuando indietro della mia testa alle 18, fra poco è dicembre e non ho risolto con una nuova residenza. Mi sta pressando il tempo, io non mi sono ancora decisa siccome avessi grande scelte da fare.


 

Si annuncia una superluna spettacolare, purtroppo qui è nuvoloso non la vedrò.


 

Ajad scrive su Fb la sua decisione di uscire dalla chiesa cattolica, dando tante spiegazioni di come siamo legati a essa dalla nascita fino oltretomba per decenni. La pensiamo uguale.


 

    Chiudo la serata con lo stesso rumore di vortice nella mia stanza, non ho mai capito che cosa sia.


 


 

    Martedì, 15.11.2016


 

  Ha nevicato stanotte, è tutto bianco bellissimo. L'aria finalmente è respirabile.


 

  Un uccello grande grigio si ferma in cortile, era anche ieri qua, oggi vedo che ha un splendido blu sulle ali. E' assolutamente meraviglioso.

Ghiandaia
Garrulus glandarius

 

  La natura non può essere che meravigliosa, ricca di svariate specie e colori. Chissà come mai solo gli umani hanno la tendenza a sostenere e mantenere un arrogante supremazia.


 

La madre mi sta attenzionando, qualche volta faccio il bucato alla domenica se il tempo è bello.


 

  - Iris, domenica è una grande festa: Cristo re.

   - ?!

    - Non si lavora niente, nemmeno da mangiare si fa.

 

   E dov'è il suo regno? Mi è passato in testa, mi sono attenuta a dirla ed ad alta voce.

 

Oggi si parla di “ si taglia il maiale” che era già in un mio sogno, presumibilmente dopo 15 dicembre quando io sarò al lavoro.


 

   Laura mi stava raccontando di una piccola città che si trova a 100 km di qui, di là lei compra il maiale, immersa nel verde. Che bello!


 

  - Se qualcuno di là venisse in questo villaggio si sentirebbe soffocato. Là sono dei prati sconfinati e coline.

   - La stessa sensazione la ho ed io, vengo dalla Germania zona turistica dove tutto è verde, qui è casa accanto a casa.

   - Guarda che un mio amico ha detto che non la farebbe ad abitare là con i lupi.

    - Ognuno come si abitua.

    - ?!

 

  Per buon tempo dopo la sua partenza la vedevo guardandomi scontenta, un viso piccolo e scuro. Oramai lei è ben inserita sia in comunità che in famiglia.


 

Questa donna non capisce che lei ha una età e non è più adatta  ai lavori del genere. Non capisce né che gli altri hanno i loro impegni e non stano a sua disposizione:


 

    - Non ho tanti intorno?

    - No, non hai nessuno. Laura ti ha detto già che va a lavoro.

    - Ha tempo in mattinata.

    - Ma non capisci che tu non fai orario ad altri?

    - Sei tu.

    - Non, io in 15 deve essere a lavoro.

    - Vai più tardi.

    - Non si può.

 

  In verità io non vedo l'ora di partire, è soffocante sia per mancanza di spazio che per la mia mancanza di attività fisica.


 

   Sto scoprendo gli archetipi della psiche, l'attuale religione è un splater, è una confusione totale. Mamma mia ma con cosa ci hanno manipolati?! Con la nostra propria psiche.


 

   Eva, Elena, Maria, Sophia sono gli archetipi della psiche. Per me il preferito è Eva appartenente alla cultura ebraica, simbolo di conoscenza per eccellenza senza alcuna mitologia agganciata addosso. Eva è pura, incontaminata di pretese di civiltà or di cultura, lei sprona l'uomo verso la conoscenza, niente di più, niente di meno.


 

  “L’eterno femminino si manifesta in una forza intrinseca dell’anima femminile che spinge la coscienza umana verso il compimento delle sue potenzialità naturali, spirituali e di conoscenza superiore. Eva, Elena, Maria e Sophia sono le figure che la tradizione ebraica, cristiana e gnostica ci ha consegnato per rappresentare la fenomenologia di questo percorso interiore nelle sue fasi interne. L’autrice, attraverso un rabdomantico inoltrarsi nella conoscenza, che si avvale della messa a fuoco continua di temi psicologici, simboli e topos letterari sempre relati all’esperienza clinica e alla riflessione esistenziale, considera le fasi dell’eterno femminino quale continuum di esperienza e di conoscenza essenziali, sia per la donna che per l’uomo moderni, troppo identificati con l’Io eroico maschile, teso a superare i limiti umani in un costante delirio di onnipotenza che esclude dal suo orizzonte la morte e la fragilità.

 

 

     Sophia è la potenzialità dell’anima iniziata alla dimensione transpersonale

della psiche: è la visione dell’intero, riguarda entrambi i generi e in entrambi

può essere presente o assente. Rappresenta la speranza di compimento del

processo individuativo. Sophia è l’ethos che passa attraverso la differenziazione

dell’Io dal Tutto originario, ma a esso sa tornare col filtro e col potere

trasfigurativo della cultura e del discernimento etico, acquisiti nel rapporto

col mondo e nell’incontro/scontro con l’ombra individuale e collettiva.”


 


    - Iris, se vai via perché guardi su internet?

   - ?!

 

   Stavo leggendo proprio questa! Cosa dirle che per una vita lei hai adorato una figura di fantasia tipo la Vergine Maria creata ad hoc dalla chiesa? Che Maria altro non è che un simbolo della psiche? Ci vuole un po di cultura e di curiosità, ma alla fine vieni fuori dai meandri della civiltà odierna, basta volerlo. I libri sono dappertutto, vari informazioni stano circolando su internet. Non c'è più nessun impedimento alla conoscenza.


 

   Non è che io ho insistito con l'archetipo di Eva quando chiaramente è arrivato per prima volta nella mia attenzione e sono anni di allora. Quando pensi che per una tale stupidità i famigliari mi hanno rotto le scatole in vari modi e per tanti anni ti viene giustamente un bel male.


 

   Un uccello grande grigio era qua anche ieri, oggi vedo che ha un splendido blu sulle ali, non l'ho mai visto. Sto scoprendo la bellezza della natura che mi circonda, quella poca che è qua.


 

    - E morto quello di X.Y.

   - Ma suo fratello che ha ammazzato la moglie , dov'è?

    - E' uscito da tempo dalla galera, adesso è al estero.

    - Aveva due bambini piccoli a quel tempo.

   - Sì, li ha presi la mamma di lei.


  Non so di chi parlavano, ma un soggetto del genere non è di mio gradimento tanto di meno a pranzo . Vado fuori per fumarmi una sigaretta in tranquillità, così la pensavo. L'anziano girava di qua e di là, lei ferma in cortile mi guarda. Una volta entrata nella stanza mi chiede:


   - Chi era quello con quale parlavi?

    - Dove?

    - In cortile, era qualcuno con capello.


  Il solo che girava in questo cortile è il suo marito, secondo me lei da segni ovvi di demenza senile. Sì ma io sto lì a descrivere la sua demenza? E' un non senso.


 

  E cosa vuoi che dicessi io a persone del genere non interessate della psiche umana, della ricerca del sé? Non è il mio affare chi e cosa capisce or no, è il loro affare. Tuttavia le generazioni del futuro hanno diritto alla libertà di scelta, hanno diritto alla dignità.


 

  Chevalier de san greal


 

 

 


 


 

 

    A ogni civiltà appartiene un simbolo femminile. Una nuova civiltà si sta prefigurando proprio adesso, una nuova idea del femminile si sta già formando da anni nella nostra psiche non solo nella storia. Non escludo che il suo simbolo femminile fosse proprio Maria Maddalena: la dea ritrovata.

 

  Da buon tempo un uomo vestito modernamente in nero, magari è qualcuno del posto, sta lì su un altro piano del esistenza verso la sinistra, l'espressione del suo viso per me non è rassicurante. Era così anche ieri sera.

  Fa lo stesso non faccio il minimo sforzo per fermare i pensieri e sentire realmente la sua energia.

   il pastore che è proprio accanto a me siccome fosse nel ascolto e li rimane per buon tempo.

   Il mio amico vestito nel classico verde e anche lui più in là


 

 I miei pensieri, gli stessi girano e girano e pure  ...  loro stano creando la mia realtà.


 

Vado fuori è un splendido tramonto, domani sarà una bellissima giornata.


 

L'anziana esce dalla stanza di Oriana:


 

   - Iris, se vai dal negozio stasera, ti do la dotte di portarla a Giulio per pagarla lui.

    - Le bollette li paga Oriana, è la sua casa.

   - Consumi tu l'elettricità e paga lei la dotte?!

  - ?!


  Cosa ha con questa “dotte”? Mamma mia ma questi due anziani vanno malissimo e da tanti anni, adesso solo stanno peggiorando. Io vengo qui a far cosa, a descrivere la loro senilità?


 

  Aspetto. Aspetto cosa?


 

 


 

 

 

 

     Questa musica ti porta lontano ma in basso in una dimensione profonda, perfin troppo profonda. Viene associata al film che descrive un dramma umanitario in Africa, là ne sono tantissimi anche oggi.


 

  Oggi sì ho la fortuna di godermi la luna piena, è in verità magnifica.


 

   - Hai visto a TV hanno detto che non si mangia carne, latte e uova.

   - Da loro ( ortodossi) durerà 6 settimane il digiuno.

    - Ho conosciuto uno quando lavoravo, lui non mangiava carne ma era di una volgarità rara.

    - Puoi mangiare cosa vuoi, basta che vai a chiesa a pregare.


  La madre risolve tutto con la chiesa. Io ho detto che non è in quadro oggi: eccola per terra. Dal dottore non va una volta al mese, ma alla chiesa si ogni mattina, non mi pare che la sua salute stia migliorando. Come vedo la televisione stessa mantiene viva nella mente degli telespettatori la religione.


 

  Mi ha cambiato il cuscino senza dirmi, mi snerva una roba cosi.


   - Perché hai cambiato il mio cuscino?

   - Quello non era buono.

   - Lo cambiavo io se non mi piaceva.

 

 

  Sento “non capisco” è in italiano, una novità per me in questo incensante rumore del posto.


 

   Un testo canalizzato parla di magia e di come noi stessi stiamo modificando la realtà, non ho mai avuto dei dubbi che lo stiamo facendo in ogni attimo della nostra giornata. Tuttavia è difficile poi trovare il filo comune che unisce gli accaduti e per questa è consigliata l'accettazione. Di per se l'accettazione di una situazione elimina il vittimismo.

 


 

   "Tuttavia, a volte quei luoghi che avete reso molto sicuri per voi possono anche impedirvi di andare avanti. Spesso ci vuole quel passo in più per uscire dalla propria zona comoda abbastanza a lungo per far sì che la magia accada. Questo è quello che c’è adesso davanti a voi sul pianeta Terra, perché ci saranno momenti in cui ogni singolo umano sulla Terra potrà vedere la propria magia. Essi possono vedere l'effetto che hanno sulle persone che li circondano, così come l'effetto che hanno su altre parti della Terra. Lo sapevate che potete dissolvere una nuvola nel cielo con il pensiero? Non siete abituati a pensare a voi stessi in questi termini. Avete imparato le vostre leggi della fisica e della conoscenza di base del pianeta Terra, ma ci sono anche la fisica spirituale e la magia che si stanno verificando in questo momento.

 

 

 

 

 

 

 

 

   Partecipare al Gioco dello Spirito invece che a quello dell’Umano

 

   C'è un'energia di base che viene immessa sul pianeta Terra, che permetterà ad un umano di attingere a molti dei suoi talenti. All’inizio, quando le persone sentono questo tendono a ritrarsi, perché c'è anche una responsabilità che arriva con questa opportunità, non è vero? A volte gli umani rifuggono da qualsiasi possibile responsabilità. Carissimi, vi diciamo di assumervi la responsabilità di saltare in questo ed avere il coraggio di fallire, perché una volta che lo fate non avete niente da perdere. È allora che partecipate al gioco dello spirito invece che a quello dell'umano. Ci sono così tanti luoghi magici che appariranno e tutti voi scoprirete la vostra magia. Volete conoscere il modo più semplice per scoprire la vostra magia? Aiutate qualcun altro a scoprire la propria. Tendete la mano, e rimandate loro indietro la magia di qualcun altro. Quella è Casa. Quando siete a Casa, carissimi, voi siete una parte di ogni singola persona. Ogni pietra e ogni foglia, ogni cosa è una parte di voi. Così, considerate questo proprio come un dito è parte della vostra mano, che è una parte del vostro braccio, e, a sua volta una parte del vostro corpo. E’ questo che vi chiediamo di ricordare e portare sulla Terra: la connessione d'amore profondo e la comprensione del sostegno, non importa chi siete o dove pensate di essere diretti."

 

   Il Gruppo


 


 

   Mi do una spinta verso il positivismo, con vari affermazioni

   Io sono grande

mi ha portato la stessa sfera blu, ben inserita dentro di me. E' un energia assorbita già, meno male anche qualcosa di bello.


 


 

     Mercoledì, 16.11.2016


 

E' un bel sole oggi, una splendida giornata che invita a passeggio.

 

Cassandra della famiglia ci avvisa:


   - Dicono che sarà un inverno molto freddo, gli inglesi ci stanno avvertendo.

   - Quando inizierà?

   - In dicembre è un inverno normale, ma in gennaio febbraio sarà un gelo da spavento fino a -38 gradi.

   - Non sarò qua.


   Non sarò qua se mi do una spinta per i documenti, se non ciao. Poi Corina ha l'abitudine di drammatizzare, di esagerare, purtroppo solo con la negatività. Qualcosa di positivo non trova dire?!


   Ironia della sorte proprio adesso trovo su Fb la campagna fatta del parlamento europeo per il riscaldamento globale, ma del raffreddamento della Terra non hanno sentito? Sono i cicli naturali del pianeta, noi non dobbiamo e né possiamo combatterli or evitarli ma adattarci a nuove esigenze.


   - Perché non hai dato le bollette da Corina per pagarle se pure era qua?

    - Le ho dato a Giulio.

   - Quando?

    - Stamattina ho lasciato a negozio alla commessa soldi e bollette.

    - Ma che stile è questo? Se Corina è in pensione e non ha nulla da fare perché insisti a Giulio?

    - ?!


  Dopo pranzo arriva Giulio bussa anche lui nella porta, magari si aspettava che fossi fuori in passeggiata se pure faceva così caldo. In somma nessuno lo aspettava. Io sono libera , Corina anche, e lei porta le bollette a lui che sta lavorando fino a nausea. Ma questa donna si aggancia a tutti, se pure siamo qua perché no? Solo noi possiamo muoverci di qua sia fisicamente che psichicamente: lei è ferma.


 


 

 


 


 

 

   Strana questa ora 18 ancora in italiano, una voce molto scontenta: “Iris, cosa vuoi?!”


 

   Devo muovermi, questa mancanza di attività fisica mi sta annoiando.

Mi è venuto un colpo, Trasparency mette la Romania come la più corrotta tra i paesi del est Europa con 29 %, seguita di Lituania con 24%. Io ho visto che si stanno impiegando parecchio e da anni per combattere la corruzione.

 

 

 

  Alle 20 ancora buongiorno in serbo con forza indietro della testa. Poi sento una voce debole in italiano: “ Iris? Lavora sì. Adesso è in vacanza ecc non ho più capito il resto della conversazione.

 

   Ho dei dubbi che si collegasse ai miei pensieri stavo guardando Jung – dal profondo del Anima.


 


 

   Giovedì, 17.11.2016


 

     Io sono in pace con me stessa mi porta inevitabilmente l'unicorno. Sarebbe anche questa un archetipo della psiche? Secondo me sì, oramai i simboli per me non hanno più nessun altro significato. L'inconscio ci parla tramite i simboli.

In effetti Jung ha un libro l'uomo e i suoi simboli, adesso devo anche trovarlo. A leggere le classiche banalità in web la vergine, il cristo e via dicendo non mi va più. L'individuazione è un processo psicologico, l'unicorno fuori dalla mitologia e la religione deve avere una sua chiara connotazione in questo processo di unificazione tra conscio e inconscio.


 

   Con tutte le affermazioni positive mi sono addormentata con uno stato di animo non molto leggero, a mio posto era un cadavere bluastro con la lingua fuori. Può essere anche l'influenza dal documentario appena visto con immagini non proprio belle ed io ho una sensibilità esagerata al bello come al brutto. Se adesso devo guardare in alchimia, magari a una fase di putrefazione, sinceramente non mi va più! Io mi aspettavo che finisco e mi faccio una mia vita senza più a star li a descrivere i processi della mia psiche! Basta, magari può durare al infinito una roba così.


 

  Mi sveglio nella notte poco dopo le 24 sentendo il vortice proprio accanto alla mia testa e con un suono molto più breve rispetto ai giorni scorsi.

  Non so che significato ha questo vortice so solo che è presente da un po di tempo. Ogni volta mi aspetto che sia un cerchio nel grano apparso da qualche parte, bensì grano a questa ora non c'è più!


 

  Questa donna si muove di qua e di là, impaziente. Quando ero in casa mi disturbava raramente adesso in questo piccolo spazio giustamente le viene facile aprirmi la porta per delle banalità.


 

Mamma mia che freddo che fa oggi, ieri è stato bellissimo.


 

   Non lo so se è vero or no, i Clinton vengono accusati di un bel po di miserie cioè di corruzione. Sempre chi ha soldi si può permettere la corruzione dei politici e altri organi dello stato, chi altro potrebbe farla?


 

   Carla sta parlando di pedagogia nera utilizzata in famiglia per educare il bambino, è che sia la radice del arroganza e della violenza. Parlamento europeo ricorda la giornata internazionale della tolleranza. In effetti anch'io mi sono sempre chiesta come mai siamo così spietati nei confronti altrui? Alla fine ho accusato i Pleiadiani incapaci di aver seminato in noi i semi della tolleranza e ho chiuso il discorso.


   - Mamma, non è questa la somma: è troppo grande.

   - Ma se io penso sempre a molti soldi...

 

  E a cosa li servirebbero questi “molti soldi” a sua età?! Mi stava dicendo una somma spaventosa: dieci volte di più. Ha una vera ossessione con i soldi, i suoi or altrui.

Giuro è una cosa incredibile vedo su Fb subito ad Ajad una domanda retorica per chi fosse realmente libero il ricco or il povero? Il secondo sicuramente non si permette alcuna libertà non c'è dubbio, ma ne capisco perché un anziano si affanna a 70-80 anni per ottenere ancora di più. Paradossi del mondo moderno...


 

   Questo nome “Abrudean” si riprende parecchio in questi giorni, è scritto da qualche parte sul sito? Non credo. Ieri sera era “Sandu e Constantin” ripetute.


 

  Il cristianesimo non è una religione monoteistica come lo è l'ebraismo. Oramai nei secoli hanno aggiunto al padre, il figlio poi anche la madre a parte lo spirito santo che è una cosa diversa da tutte le altre 3. Poi gli innumerevoli santi alzati sullo stesso piano della divinità. Quanti santi ha la chiesa cattolica? E' una mia curiosità.


  “Ogni mese ne sono elencati circa 400… ma in tutto quanti sono i Santi venerati dalla Chiesa cattolica?
San Giovanni, nell'Apocalisse, non riesce a contarli: «Apparve una moltitudine immensa, che nessuno poteva contare, di ogni nazione, razza, popolo e lingua»!


Il testo più completo al riguardo è il Martyrologium Romanum (il “Martirologio romano”). Quest’opera contiene l'elenco ufficiale dei Santi e dei Beati venerati dalla Chiesa, e ne elenca poco meno di 10.000. 

 

   C'è però un'enciclopedia di diciassette volumi, la Bibliotheca Sanctorum dell'Editrice Cittanuova, che ne presenta più di 20.000. 

 

   Un ottimo e completo sito internet www.santiebeati.it fornisce on line le agiografie di 7.855 tra Santi, Beati, Testimoni, Venerabili e Servi di Dio.

 

 

 

 

 

 

 


    Certo qui ci riferiamo a persone per le quali la Chiesa ha istruito un processo canonico perché un tempo “santo” era un appellativo assai più generico; San Paolo, per esempio, nella sua Lettera agli Efesini si rivolge «ai santi che sono in Efeso» indicando con questo termine, genericamente, qualsiasi cristiano "santificato", cioè reso sacro da Dio per mezzo del battesimo. Con il passare del tempo, i Santi riconosciuti come tali aumentarono, e nacquero anche le tipologie che li raggruppavano: dottori della Chiesa, fondatori, martiri, vergini, missionari, e così via.

 

   Nel Medioevo, invece, iniziò la compilazione di elenchi di Santi ausiliatori, cioè di Santi che erano ritenuti capaci di svolgere una specifica intercessione per problemi particolari - solitamente di salute – da qui nacque, poi, l'usanza dei patronati anche per i mestieri, le città e qualsiasi attività umana.”

 

  Mi aspettavo. E questo è un testo dal 2009, magari nel frattempo sono stati aggiunti molti altri "santi". Tra loro se realmente fosse qualcuno illuminato a parte San Francesco non lo so. La maggioranza ricevono questo statuto di onore per le attività sociale intraprese a nome della chiesa.

 

   Io sono fortunata, mi porta la testa del unicorno guardandomi in faccia, la sua zampa destra si muove con impazienza.

 

  E' la mia stessa impazienza. Questo anno proprio non mi è andata per niente trovarmi qua, a parte i litigi con i famigliari non mi sento a mio aggio. Questo desiderio di indipendenza viene da lontano mi rendo conto che sia così.

  L'anima si mostra piccola coperta di bianco come una fantasma, cioè un energia che non mi appartiene.

 

  Vedo un prete cattolico dopo il capello nero particolare, una volta l'avevano cosi adesso non so, intende a fare male a un bambino. Non voglio più sapere nulla di cose del genere, come siamo arrivati a tanto?!

 

   Più tardi il disegno di luce bianco nero, come una rete si sta formando inaspettatamente davanti a me e per ben due volte.

 

 


 

     Venerdì, 18.11.2016


   Ieri è stata una serata estremamente ricca, movimentata e non solo psichicamente, il corpo stesso sta facendo le sue pulizie con un strano raffreddore.


 

  L'ennesimo caso di sfruttamento minorile da parte dei preti cattolici, magari ha da fare con la mia visione di ieri. I ragazzi adescati provenivano da famiglie povere, ecco dove porta la povertà. E' un classico comportamento cattolico. Solo ieri sera mi sono ricordata di cosa mi raccontava Oriana che succedesse qua in questa comunità cattolica. E' lo stesso meccanismo sia per i preti che per i fedeli: è un modo di vita.


 

  Qualcuno nei commenti si divertiva “serve un altro Lutero”. Eccomi mi è venuto a dire con lo stesso tono divertente. Eccoci, siamo almeno un migliaio stufati di questa manipolazione millenaria e sarebbe prova di intelligenza umana che questo gioco di ipnosi collettiva finisca.


 

  Mi sento stagnante non solo fisicamente che è ovvia, pare che non avanzo a livello di consapevolezza. Mi muovo nelle stesse energie, la stessa situazione di prima, le stesse persone, le stesse discussioni sterile in somma... niente nuovo.


 

.
 


 

  

 

  

 

 

    “Edward Snowden è un difensore dei diritti umani. Dovrebbe essere ringraziato, e non punito, per aver rivelato al mondo la dimensione delle operazioni di sorveglianza elettronica dei governi degli Usa e del Regno Unito. Per questo abbiamo patrocinato l'ultimo film di Oliver Stone, Snowden The Movie, che racconta efficacemente la storia dell'ex collaboratore della Nsa.”


 

   Amnesty fa bene sostenere il film dedicato a Snowden, quel “traditore di sistema”. Ma alla fine chi sta rappresentando il sistema? I diritti di chi lui difende se i cittadini normali sono così duramente sorvegliati? Stranezze del mondo moderno.


 



 

    Sabato, 19,11.2016


 

Siamo mesi bene, la demenza senile avanza:

 

   - Iris metti una sciarpa, fa freddo.

   - Smetti, io non ho 80 ani.

    - Ho sentito che hai 50 anni.

    - Davvero?! da chi hai sentito?

    - Il nipote Giuseppe ha telefonato un giorno e mi ha detto che tu hai la stessa eta con la sua sorella cioè 50.

     - ?!


  Quindi a lei deve dire qualcuno da fuori qualcosa dei propri figli, nemmeno la loro età lei lo sa. Va bah lei ha una scusa la demenza senile, ma i giovani? Quello poveretto si annoia dovunque lui si trova e telefona in una gioia ai …. parenti materni.


 

  Solo ieri sera mi chiedevo per ennesima volta com'è possibile che io venissi ancora qua? E a cosa mi servono le guide che ho?

   Il mio sé molto grande è in questa stanza vestito modernamente di bianco.

 

   Cioè sono qui con te. Ho capito, ma io devo anche muovermi e allontanarmi da questa realtà. Non è che sto tanto apprezzando star ferma.


 


   Nazario sta lanciando la sfida con “lascia le cose accadere” che non l'ho mai capita. Se io sto li a far nulla cosa accade? Sarebbero le coincidenze a portarci con grazia nel nostro cammino senza bisogno di sforzo, lotta, forza ecc. Pazienza...


 

Arriva Giulio scuro nel viso, preoccupato già con le sue, la madre continua parlare a nome di Oriana:


   - Oriana vorrebbe che se ne andasse Corina da lei per accudire il piccolino.

    - Che vada …

    - Non vuole, ha quella sua amica a casa. Anche quella li non poteva starsene in Italia.

   - ?!

     - Poteva andare Iris, ma lei è con la Germania.

    - Loro la buttano fuori di casa e adesso la vogliono là?

    - ?!


   Meno male che ha qualche amica. Come vedo io anche questi rapporti umani li puoi avere tranquillamente essendo lontano dai genitori che controllano tutto ed entrano in competizione con tutti. Interferiscono adesso perché anziani e non hanno più una loro vita sociale, tutto quello che hanno sono i figli.


   Sì ma Oriana ha più di 40 anni, non poteva parlare direttamente con Corina? Inizia il classico gioco di potere. Assolutamente lei non va, lo ha anche detto alla madre. Adesso l'anziana sta implicando Giulio per pressarla?! Ma dai ragazzi abbiamo tutti 40-50 anni, non siamo più dei bambini.


 

  Mi pare or sto seguendo il cammino del alchimia? Guardando qua e là ai simboli che mi appaiano spesso, sono incline a dire che realmente lo sto facendo pur non avendola mai studiata. Non trovo uno che lo abbia fatto realmente, che sta studiando presunti maestri si sono una sacco di libri e articoli ma del resto pausa. Vado a Salvatore Brizzi ma cosa aveva come ultimi articoli non mi appaga. Sorpresa, rientro su Fb e trovo Simone B. che condivide qualche parola di questo giovane autore. Strana coincidenza.


 

   Se pure domani è la giornata per i diritti dei minorenni, Fabrizio lancia la sfida: il rapporto con i genitori. Siamo tutti bloccati a questo capitolo, chissà come mai non riusciamo accettarli per quello che loro sono e basta senza pretendere di più. Dal mio punto di vista manca l'istinto materno e paterno, i figli sono solo un oggetto, uno strumento per ottenere qualcosa non esseri umani con pieni diritti. La manipolazione e il senso di colpa sono la norma nella nostra società come in casa.


 

   Lascio perdere soggetti senza inizio e senza fine, pensando alla bellezza della Terra che in verità è magnifica ed io ne ho visti un bel po di posti meravigliosi, davanti al cuore si forma un splendido disegno grigio azzurrino sarebbe l'albero della vita or il cubo di Metatron. Sono sorpresa, mi aspettavo che lui si formasse in qualche modo intorno al nostro corpo ed invece no, è il nostro cuore a mettere in movimento la Merkabah. Bello!


 


 

    Domenica, 20.11.2016


  Queste chacras... informazioni generali si trovi dappertutto, copia e incolla è facilissimo al era di internet. Ma esattamente cosa vuol dire, i fastidi fisici che passi? L'apertura delle chacras non è sicuramente una passeggiata.


 

   Questa donna non ha mai pensato con la propria testa, adesso deve dirle Oriana, deve dirle Giulio cosa fare or no fare. Pensavo che sia l'età avanzata in mezzo ma lei ha solo cambiato l'autorità negli anni.


 

In questi ragionamenti che avevano ovviamente di tutto in essi

prima mi ricordo le parole del pastore


   Onora tua madre e tuo padre,

ovviamente senza spiegazioni, perché mai dovrei farla? poi mi venivano queste parole di Steve Jobs,


 

   Potette glorificarli or ignorarli ..

  il viso della madre era sulla sinistra del mio guardando indietro.

 

Cioè ancorata a vecchie mentalità e tradizioni, incapace di avere un suo personale sistema di valori per giusto e sbagliato? Io incapace di vedere del altro in essa?


 

 


 


 


 


 

    Lunedì, 21.11.2016


   Soldi... Ho capito, ha bisogno ancora. E' normale chiedere, ma a questa donna la parola soldi ha una carica emotiva estrema. Strano, non mi è mai piaciuto sentirla.


    - Iris, a negozio la commessa mi ha chiesto di quale aceto voglio?

     - Ovviamente tu non hai detto il meno caro possibile.

    - Come dirle?! Era gente là.

     - Ma tu sei pensionata, da dove di più?

     - ?!


  Certo è che va fuori e la vedo piccola guardandomi, sulla destra della mia testa. Rientra e continua:


   - Ho dato dei soldi per seminario teologico. Adesso stanno raccogliendo dei soldi per un ammalato, serve una bella somma per l'operazione fatta al estero.

    - Chi controlla quanti soldi ci sono e dove finiscono?

   - Metti in dubbio l'onestà dei preti?

   - Figuriamoci, in Italia è pieno di preti con reati.

    - Come non dare a un ammalato?

    - Vai da lui a darle direttamente.


   Sotto il pretesto che li servisse qualche foglio, viene da me. Con impazienza inizia a cercare tra vari cose che ho sulla scrivania :


   - Mamma, lascia stare, ti do io cosa ti serve!

   - Hai soldi?!

    - Ma cosa hai con questi soldi? Li porterai in tomba?!

    - ?!


   Mamma mia, come vedo oggi la tiene così. Se non li do soldi per la chiesa che non mi interessa, magari funzionerà il secondo motivo. Sicuramente non è lei la sola donna al mondo legata ciecamente alla sua chiesa, figuriamoci. Ma lei non sa dire: non ho? Non puoi avere che compassione.


  Si fa tanto caso per il pianeta X or Nibiru che si sta avvicinando della Terra, a quanto io sappia la Terra si sta spostando in galassia e se lo fa giustamente vedremo dei pianeti mai visti finora. Dobbiamo un giorno vedere un secondo Sole riscaldando la Terra, anche qui penso che sia il pianeta a spostarsi in galassia verso quel sole esistente già, non credo che arriverà dal nulla e al imprevisto un nuovo Sole.


  Strano paese è la Romania quando acqua, quando l'elettricità vengono interrotte senza sapersi nè il perché e nè per quanto tempo. La madre trova subito la spiegazione:

 

    - Per risparmio.

    - Siamo sotto il regime di Ceausescu?!


   Questo Gesù dal film è presente alla mia sinistra, era presente anche ieri non ho fatto il minimo sforzo di scriverlo: è irrilevante per me. E' un personaggio creato dalla chiesa che non ho mai digerito.


  In effetti stando lì per buon tempo mi appare poi la stessa immagine di un prete in nero aggressivo alla sinistra, davanti è il papa anche se vestito di bianco è arrabbiato anche lui. Quindi? Cosa vuoi che ti insegnasse una chiesa qualsiasi quando lei stessa non sa niente di Dio.


    "Dov'è era Dio?"

   Lo sgomento di papa Ratzinger di fronte al orrore di Auschwitz, mi ha tenuta alla larga ancor di più dei suoi cosiddetti insegnamenti che altro non sono che dogmi e regole di vita desueti tramandate da una generazione ad altra per preservare il suo stesso potere, nient'altro. Mi da l'impressione di ignoranza e di cecità mentale a seguire alla leggera una tradizione solo così perché i genitori hanno fatto altrettanto.

  Se il papa non ha capito che Dio è dentro di noi, la sua organizzazione di stampo criminale cosa vuoi che ti insegnasse? In quanto tale noi siamo geniali sia in bene che in male, non è mai stato nessun freno alla nostra creatività se non quello che venisse da dentro di noi.

 

 

 

 

 


 

 

 

 

   Il papa doveva farsi un esame di coscienza e chiedersi come mai una religione di amore, solo a parole, è stata capace di creare tanta mostruosità.

 

   Che poi Hitler si è ispirato nella sua malvagità proprio dalla chiesa, anche oggi gli estremisti di destra si dichiarano credenti. Quelli di sinistra invece sono atei.


 


 

   Martedì, 22.11.2016


 

  Se pure era questa immagine ieri sera, simbolo di una religione e di una civiltà sprofondata nel buio del autodistruzione, adesso trovo una canalizzazione di Kryon in quale ancora una volta Hitler è ricordato. Va bah pazienza …. siamo in occidente!

 Quello che mi ha colpito è l'era della responsabilità quella in cui viviamo, ognuno di noi è responsabile per se stesso.


 

    L'influenza è ancora fastidiosa ed io devo muovermi: fra poco è dicembre. Magari secondo alchimia sarei in una fase di putrefazione, lo stesso cadavere bluastro è dentro di me, molto più piccolo rispetto al giorno precedente. Realmente cosa vuol dire questa fase non so. Possibilmente qualcosa, io non so cosa, deve morire cioè trasformarsi dentro di me. Bah.. siamo lì come prima, essendo più piccolo ci avviciniamo al suo compimento.


 

   Questa telepatia.. .

  2 ore fa vedevo Vania davanti a me verso la sinistra del viso, guardandomi con insistenza, un viso piccolo cioè scontento. poi sento la sua voce sta dicendo una sola parola rumena che sarebbe simile al italiana "troie".

   Le sante donne cattoliche sposate.


    Adesso eccoli qua in cortile tutti due, portando dei dolci. Sono andati via velocissimo, chiedo dalla madre:

 

    - In occasione di che cosa?

     - E' santa Cecilia.

     - Grande festa allora?

     - Mi ha telefonato Monia e il cugino Giuseppe.


   Gente che osserva il calendario cattolico.


 


 

     Mercoledì, 23.11.2016


   Dopo un sacco di giorni in quale sistematicamente ho trovato un motivo per essere scontenta, le affermazioni positive non hanno più grande effetto. Il oramai classico unicorno si presentava ieri sera alla mia destra discretamente siccome fosse circondato di una densa nebbia.


   L'emozione negativa verso qualcuno or qualcosa, parte intrinseca della natura vittimistica, ci svuota e ci annulla il proprio potere. Se noi siamo creatori della nostra realtà dobbiamo anche accettare quello che stiamo creando, or no? Facile da dire, difficile da mettere in pratica. Io sono un esempio vivo, devo fare dei buoni sforzi per non scivolare nel dramma.


    “Coca cola” nei pensieri della gente del posto si ripete al infinito da ieri, non saprei dire il perché. E' una bevanda che io non bevo mai. E' il loro affare ed il loro interesse, non è il mio.


 

   Lo stesso visino di Sofia piccola sulla sinistra del mio guardandomi, se non è un altra bambina che li assomiglia tanto, allora è una metafora.


 

    “A livello spirituale, molte di voi “anime antiche” stanno raggiungendo l’ultimo scalino della propria scala personale akashica di tutte le vite. Avendo sperimentato innumerevoli vite e lezioni, queste anime trovano faticoso raccogliere l’energia per un’ultima volta. State sperimentando un periodo di “depressione spirituale”. Una volta che avete fatto questi grandi cambiamenti nella vostra vita, la prima cosa che incontrerete sarà la paura!  “Che Cosa è questo?”, direte,  “Dopo tutto quello che ho passato, perché le cose non fluiscono? Perché la vita è ancora una lotta, mi ritrovo nuovi ostacoli sul cammino invece che benedizioni?” Bene, carissimi, vi chiediamo di tenere a mente la Tempistica Divina e il periodo di integrazione necessario per incorporare tutti questi cambiamenti di vita in una nuova area di agio. Molti di voi in grado di trascendere il tempo lineare, almeno dal punto di vista intellettuale, si sentono frustrati quando la linearità non va a modo loro! A volte, lo Spirito  vi tiene  semplicemente sul posto finché non avrete finito di digerire tutti questi cambiamenti, e poi le cose inizieranno nuovamente a fluire.

 

 

 


 

 

 

   In verità, non stiamo dicendo molto che già non sappiate. Ma molti si sentono “esauriti” o sentono che, nonostante quello che fanno,  il mondo è andato troppo oltre per essere aiutato. Da una parte c’è una prospettiva interiore depressa e dall’altra una esteriore: di nuovo, tutti i livelli di vita rispecchieranno le vostre lezioni, se saprete come e dove osservare. Più intensamente lavorerete per innalzare la vostra vibrazione, più vi sembrerà di scivolarvi fuori e dentro. Come fare il salto finale ed ESSERE là? Come incorporare totalmente queste energie superiori e mantenerle come vostra nuova realtà? Carissimi, l’ultimo e più difficile livello da guarire è quello dei vostri sistemi di credo. Ed eccovi una battuta cosmica: quello è il livello che comanda la vostra biologia!

Guarire completamente e rimanere sani, evolvere a livello di DNA, richiede che i vostri sistemi di credo operino ad un livello superiore. Se albergate dubbi o paure, non siete là! Vi diremo che una volta che avete raggiunto quel livello, e riuscite a tenere livelli superiori di energia divina nel vostro corpo, tutto sarà privo di sforzo! Sì, perché sarete nel flusso dell’amore universale, che provvederà a tutte le vostre necessità ad ogni livello. Ma dovete credere che questo possa accadere! Dovete credere, fin nelle ossa, di poterlo realizzare!

Capite? Lo speriamo!”


 

   Messaggio dalla Fratellanza di Luce


 

    Ho trovato un testo illuminate oggi e stava lì dal 2006! La paura e la tempesta spirituale che attraverseremmo una volta imboccato il cammino della libertà. Sistematicamente ne passo una, basta iniziare a fare dei bilanci e bang eccomi in piena tempesta emotiva.


   - Iris, ma tu potresti stare qua nel inverno.

   - Non capisci che io vado a lavoro in dicembre?!

   - Ed io resto qui da sola?

   - E che cazzo interessa a me?! Io vado a lavoro.

    - Sì, ma mi daresti una mano con il maiale.

    - Sono abbastanza qui per darti una mano.


   Mi ha letteralmente annoiata con questo maiale, da un mese almeno una volta a settimana sento la sua preoccupazione. Passa un mezz'oretta reinizia:


   - Sai quando mi ha telefonato Monia mi ha chiesto quando tagliamo il maiale, Oriana va da lei per le feste.

    - E quindi tu deve mandarle un pacco.

   - ?!


   Santo cielo questo maiale... è stato perfino in un mio sogno! Mi sono letteralmente stufata: mi trovo troppo spesso nelle stesse situazioni di prima. In un modo or altro mi trovo sempre indietro.


   In effetti eccola lì la stessa Eva verso la sinistra e accanto a essa l'uomo pieno di oddio ma solo come un ombra. Mi pareva che sia una metafora.


 

   Simboli si ci sono, ma li capisco? Poi mi appare sempre verso la sinistra quella classica statua di Madonna che io non sopporto. Questo sì lo so: è un archetipo.


 

    Leggo un buon testo che riprende l'eterno dilemma della fiamma gemella e anima gemella. Ecco mi sono fatto chiarezza il pastore per me sarebbe una fiamma gemella: lavoriamo insieme per un ideale comune.

Il mio amico invece, che ripulisce così bene i condizionamenti che ho circa il femminile, sarebbe una mia anima gemella.


 

   Autocommiserazione e lamentazioni sono uno spreco enorme di energia e di tempo cosi che decido di dare un taglio netto a questo atteggiamento. Paura e dubbi sono l'impedimento maggiore nella nostra realizzazione personale, gli ostacoli maggiori per la nostra stessa felicità. Lo so, tuttavia insisto per farmi chiarezza:


   Allora cosa fa il mio sito?

  verso la sinistra mi appare l'immagine simbolica del filo d'oro

   Sto svelando la tradizione?

   E' riecheggiata questa verità.

   Sentivo le parole indietro della mia testa


 

   Reinizio con le affermazioni positive per tirarmi su dalle basse frequenze di dubbio e paure appunto.


      Io sono grande

   saliva dalla gola dentro alla mia testa fino alla fronte dove sarebbe il terzo occhio, lì si forma una splendida stella luminosa viola chiaro alla sinistra, bianca alla destra, pare una stella a più punti.

 

      Bello !!! Mi pareva che io fosse carente al capitolo chiaroveggenza, magari adesso non la sarò più.

   Scrivevo contentissima questa mia appagante esperienza e subito sento molto chiaro la voce di mio cognato italiano e di Monia. Mi ha preso di colpo cosi concentrata come ero sul brano precedente.


     “- Cosa c'è?

    - Ti la mostro adesso.

    - Sekina?!

    - Ti la ricordi come era nel estate?

    - Iris tiene un diario?!

    - Sì.

    - La polizia sa di esso?

   - Certo.

    - Porca vacca, porca vacca”

 

   Eh ciao la mia fatica di prima per cambiare le frequenze. Ancora una volta eccomi giù con le energie, pare che fosse stato fatta apposto questo intervento.


  Chi non ha sperimentato di persona non sa con quanta facilità si scivola tra le frequenze più disparate fino riesci avere la stabilità emozionale e disciplina mentale. E più ci provi rimanere centrato e sintonizzato su una certa frequenza più ti viene contro una forza opposta. Strano ma ultimamente mi pare che sia proprio così.


    Il viso di Franco è davanti a me per buon tempo guardandomi. Alla destra molto più in là era una persona di pelle scura, che sarebbe il simbolo della nascita del io.

   Questo vortice pesante, fatto di energie dense bianche nere mischiate, era il suo ed io lo avvertivo? Sono le energie che insieme abbiamo messo in movimento?  E' troppa densità, da impressione di lentezza.


 


 

    Giovedì, 24.11.2016


 

Caspita che sfide! Sono rimasta sveglia fino in tarda notte, vedendo pure la stessa stella sulla mia fronte era tanta pesantezza intorno a me e in me. Non riuscivo trovare un punto di quiete, forse sarebbe stato meglio non insistere trovarlo.


 

Smile …


 

Non trovo quella splendida variante della canzone, la maggioranza hanno pesantezza nel ritmo pur consigliando... il sorriso. E' un invito a prendere tutto con più leggerezza.


 

   Laura è molto cambiata dal estate, è difficile per chi vive al estero uscire da questa mentalità figuriamoci chi vivi dentro una comunità se c'è la fa. La vedo facendo le stesse cose come la madre, Corina, Vania ecc va a chiesa, va a fare qualche spesa, prende in considerazione la morte ecc. Così giovane e pensano alla morte? Non hanno altro da fare?!


 

   Meno male! Sono state perturbazioni solari stanotte. Dopo mesi di tranquillità il sole si è mosso, può essere un motivo di rimanere sveglia fino in tarda notte. In tanti su Fb confermano vari disaggi avvertiti stanotte .


 

   Poi vedo di qua e di là su Fb affrontato il concetto di felicità.

Ecco bella questa riflessione “noi stiamo confondendo sicurezza con felicità”.

Simone mette l'accento su "genitori infelici che non possono insegnare ai figli di essere felici.", è ovvio.


 

      Io invece mi sono ricordata le parole di Donald Walsch:

 

   “la sofferenza non ha nulla da fare con gli eventi, ciò che accade e solo ciò che accade”

 

   Lo stesso possiamo cambiare la parola sofferenza di là e avremmo che né la felicità avessi da fare con il mondo esterno. Lo stesso autore ha perfino un libro Più felici di dio. Cercando testi dal libro, finisco a un video in quale Donald racconta la sua strana e durissima esperienza di estrema povertà, assomiglia con quella di Eckart Tolle.


 

 

 


 


 

 

   Io sono fortunata! Avendo famigliari e amici, poi qualche lavoretto di qua e di là sono stata realmente al riparo di una esperienza così drastica. Una vita avventurosa sì, sono stata sempre una giramondo, lo è anche adesso. Mi attirano irresistibilmente i posti e le novità, le persone e le situazioni sono irrilevante.


   Sinceramente non mi ricordo più, l'ho affrontato già? Penso di no, se pure sono ancora qua chiedendomi che cos'è la felicità? Non ho mai visto tra le raccomandazioni per le affermazioni positive una Io sono felice, sarebbe un non senso: la felicità è uno stato naturale del essere. Più che la ricerca della felicità noi stiamo eliminando tutto quello che ostruisce la percezione di essere felici già, la consapevolezza di essere completi e perfetti cosi come lo siamo proprio adesso.


 

    Va pensiero sulle ali dorate


 


 


 

   Come mai è saltata fuori questa realtà? E' solo un influenza esteriore? Trovo strano. E questa musica profonda cosa centra con la felicità? Io avevo in testa al mattino smile - sorridi.


 

   Sto cercando il brano di Verdi in idea che sia qualcosa lì che a me è sfuggito e mi vengono queste parole

 

   E' riecheggiata questa verità: la risposta è l'amore.

  Ieri sera era solo metà.

 

   Viene cantato degli ebrei prigionieri in Babilonia, cioè in balia dei desideri materiali?

Ecco anche questo qua “libere” dal testo originale di Verdi è sostituito con “tepide”, ma perché? Mamma mia questa libertà come fa paura. Pur essendo scritto su wikipedia, tutti riprendono il testo senza mettere la giusta parola libere a suo posto.


 

  Questa donna … per elemosina. Mi mostra la pancia sta aspettando un bambino, il pregiudizio subito è saltato indietro della mia testa “ma se lei ha il marito in Italia con chi è rimasta incinta?!” Sarebbe quello della madre, lei è informata circa la sua situazione... civile.


 

  Il cuore invece si muove e si apre pensando alla piccola creatura che non centra nulla con la povertà della sua madre. Solo l'egoismo umano può mantenere questo stato ingiusto di ricchi e poveri, umani in eterna competizione per la sopravvivenza or per la prevaricazione su un altro umano? E' un sfrenato desiderio di potere, un falso potere che ha un suo vero nome: crudeltà.


 


 

    Eccola non riuscivo ricordarmi il testo ieri sera:


 

   La Preghiera del guerriero
(di Stuart Wilde)

 

Sono quel che sono.
Avendo fede nella bellezza dentro di me, sviluppo fiducia.
Nella dolcezza ho forza.
In silenzio cammino con gli dei.
In pace capisco me stesso e il mondo.
Nel conflitto mi allontano.
Nel distacco sono libero.
Nel rispettare ogni creatura vivente, rispetto me stesso.
In dedizione onoro il coraggio dentro di me.
In eternità ho pietà per la natura di tutte le cose.
In amore accetto incondizionatamente l’evoluzione degli altri.
In libertà ho potere.
Nella mia individualità esprimo la Forza divina che è dentro di me.
In servizio do quel che sono diventato.
Sono quel che sono:
Eterno, immortale, universale e infinito.

E così sia!”


 

Una splendida sintesi per una vita migliore, per un umano migliore.


 

   Non ho visto il sole da giorni, adesso in pomeriggio è bianco splendente, ed è sempre più bianco. La luce che manda verso di noi ha il colore magenta ed è tantissima, se non fosse un altro motivo per vedere io questo colore essendo vicino al tramonto.


 

  Io sono felice, cosa mi impedisce esserla?

  I desideri dell'io.

 

  Lo sappiamo tutti, non è alcuna novità.


 

   Come vedo la figlia di Giulio si è molto caricata emotivamente delle vicende di suo papà, lui stesso la sta implicando. In questi giorni sta più a casa sua per via del rinnovamento.

 

   ” Vai via di qui! Hai fatto problemi a pappino. E' il tuo fratello!”

 

   In questi giorni la sento parecchio verso la sera, non ha altro da fare questa giovane donna?! Qui pare che nessuno abbia interessi diversi se non a star lì a seguire cosa fa un qualche famigliare. Che limitatezza! Miei genitori sono anziani, non hanno più da anni una vita sociale or interessi culturali logicamente sono limitati a quello che succede ai figli, ma loro?!


 

   Non mi sono mossa per risolvere per me stessa almeno quelle 2-3 cosette che sarebbero urgente da fare. Devo riprendere le mie ali, a star lì acanto ai genitori e tra i famigliari non è che mi giova tanto. Non mi sento realizzata socialmente, materialmente, dopotutto anche moralmente. Vedo Donald che è riuscito come l'uccello Fenice a rinascere dalle proprie cenere e lui lo era davvero in cenere, ed io sto lì a far cosa?


 

    Che cosa mi tiene qui?

   La stessa immagine di donna semplice matura, assomiglia alla madre, che abbraccia con tenerezza il globo terrestre.

  Ovviamente non è la mia mamma, lei non è così

   Alla sinistra mi appare la sua immagine odierna vestita scuro, stando in piedi fuori e guardandomi con severità, un piccolo viso scuro anche lui.

  Questa sì è lei, come non riconoscerla?! Ma prima?


 

    - Iris mangia quella carne stasera, domani è venerdì.

    - Che sia.


   Mamma mia una vita intera come un robot ha rispettato dei divieti religiosi. Se lei vuole rispettarli è un suo affare ed è una sua scelta, non puoi pretendere or imporre a un altro essere umano di fare altrettanto. Questa non si capisce in questa comunità di stampo settario.

   Mi sono lasciata trascinata dalle vicende altrui collegate alla felicità, apposto di approfondire la mia stessa visione di ieri sera con la stella viola chiaro sulla fronte. Il terzo occhio più esatto cosa vuol dire?


 

   I am not from ths world - Rumi


 

 

 

 


 


 

   Splendida musica, meravigliosa voce.


   A cosa trovo io scritto in web il mio sesto chakra sarebbe aperto da buon tempo, sogni intensi, visioni, telepatia, percezioni extrasensoriale . Ieri sera avevo l'impressione che manca la chiarezza, la trasparenza nei miei stessi processi mentali. Magari un testo più vicino alla fonte, India da millenni conosce i chakras: io appena le sto scoprendo.


 

L'aura non l'ho mai vista, penso che sia la più tangibile prova della grandiosità del essere umano. Adesso io vedo una persona nelle visoni or sogni molto grandi or molto piccoli. Il pastore apparso in un mio sogno molti anni fa prima di incontrarlo di persona era immenso e nel alto, adesso vedo che ha l'aura blu, un bellissimo blu.


 

Chiudo la serata con la presenza di Loretta, ogni giorno è un parente! Come vedo non è che ho innumerevoli rapporti umani, sono sempre gli stessi.

  Stava in piedi guardandomi con reticenza lo stesso vortice di energie bianche - nere, dense, pesante, si è fatto visto.


 

Magari è il tipo di energia che ha il nostro stesso rapporto, più or meno è lo stesso vortice che si mostrava con la presenza di Franco.


 


 

   Venerdì, 25.11.2016


 

  Ok è il vento solare che spazza via la pesantezza che io ho avvertito per tutto il mese di novembre, ieri sera mi sentivo letteralmente esaurita.


 

  Non ho mai fatto caso ma io so quando è una tempesta solare, vedo le sfere di un certo colore emanate da Sole, ieri erano in colore magenta. Oggi trovo a questa donna che segue il sole che è in atto una tempesta solare molto forte da ieri.


 

Corina mi raccontava 2 esperienze fatte di rumeni al estero una donna in Giappone e un ragazzo in crociere per il mondo. Tutti due tornati in Romania per vari motivi, ma non molto convinti. Il mondo è bellissimo senz'altro.


 

Per la seconda volta sento le energie del vittimismo nella sua presenza.


 

  Sto seguendo Donald il suo primo libro Conversazioni con Dio, è stato per me una grande rivelazione. Adesso nel intervista Felici più di Dio ci consiglia a qualunque cosa vogliamo, faremo bene chiederci prima Che cosa voglio adesso e perché?


 

  Io ho in testa da buon tempo un alloggio privato ogni volta quando pensavo a questa possibilità di staccarmi, l'immagine che mi appariva era bellissima e rassicurante, una grande finestra luminosa che illumina il pavimento marrone. Niente di più, niente di meno. Semplice. Adesso seguendo il suo consiglio in questa luce appare un ombra maschile.


 

   Oggi si sta celebrando la giornata internazionale contro la violenza sulle donne, le statistiche sono quelle che sono. Dopo millenni di barbarismo stiamo bene, è già tanto riconoscere che lei ci sia. Arancione è un ottima scelta: la donna Sole. La donna Sole riesce non solo riscoprire il femminile perduto nei millenni, lei sta integrando dentro di sé il lato opposto con le sue migliore qualità: il maschile.


 

  Nel frattempo io una donna moderna del secolo XXI ne sento delle belle sul fronte cattolico e non vengono solo dai maschi, dubito che sanno cosa si festeggia oggi. La violenza nella società odierna si manifesta in vari modi, dipende chi e per cosa ti percepisce come nemico.


 

Passiamo alle cose belle della vita. Pare che ogni affermazione positiva ripetuta per un bel po', ha un ottimo effetto su di noi. Stasera insistevo con


 

   Io sono geniale


  Una piccola luce bianca irregolare è presente alla base del colo. Bello!


 

  Eh ma stasera stano funzionando proprio alla grande le affermazioni: si stano manifestando subito. La bellezza è ricordata nella poesia di Stuart, è anche ricordata proprio al inizio del mio sito.

Ecco questa volta la bellezza che è dentro di me sarebbe come una pianta verde con foglie grandi ovali a livello della pancia e del torace.

  Mi ha preso di colpo questa immagine! Continuo?


 

  Di solito l'erba che cresce dentro di noi deve essere estirpata, può essere un ammonito di smettere con queste affermazioni mentale? Se non hanno una forte emozione agganciata a esse, non si manifesterà mai niente nella nostra realtà.


 

  Si annuncia più leggerezza per fine anno, le stelle ci sostengono. 2 articoli astrologiche per luna nuova dal 29 novembre sono incoraggianti. Che venga anche un po di chiarezza nella nostra mente.


 

  Mi metto a letto carica di pesantezza, a mio posto è in effetti un uomo morto vestito in borghese, un energia azzurra soave entra dentro di me.


 

  Magari vuol dire la vera energia maschile con le sue migliore qualità prende il posto alle brute energie maschile che oggi imperversano la terra e me stessa.


 

  Un bel conflitto si è ripresentato nella mia mente senza mai arrivare a una conclusione, come mai mi trovo ancora qua?   Pare che io andasse contro alla mia stessa libertà.

  Davanti a me e molto vicino ma leggermente sinistra mi appaiano queste parole in nero grassetto:

     Supporto

    sicurezza


 


 


   Sabato 26.11.2016



    "dubbi e conflitti vengono eliminati.

   è scritto in nero piccolo grassetto davanti a me ma lontano, leggermente sinistra sotto una falce di luna orizzontale splendente."

 

  Meno male, a come vedo sono piena! Mi alzo e guardo sulla finestra incuriosita, il pezzo di luna era molto reale nel mio sogno. Poi guardo l'orologio erano 1.33. Adesso guardiamo al simbolo della luna che fuori del conosciuto femminile ne ha ancora un bel po elencati?


 

   Una splendida giornata calda e serena dopo settimane grigi e chiuse, mi godo il sole splendente e il cielo azzurro tuttavia nella testa sta rimbombando la stessa domanda di ieri sera:


 

   “E che cosa significa essere buoni? Chi pronuncerà la parola definitiva su questo argomento?”


 

  Questa è vero la morale cambia da un decennio ad altro, è inutile agganciarsi alla morale altrui.


 

   Arriva e la madre dalla chiesa e dalla spesa, questa vita robotizzata, alienante dedita alla mera sopravvivenza non è mai stata di mio gradimento, Se non mi ha aiutato a capire chi sono, sicuramente mi sta aiutando tantissimo capire chi non sono.


 

   - Allora ti sei arrangiata con la spesa?

   - Con soldi in tasca ti arrangi dappertutto..


 

   Alla stessa cosa pensavo ed io prima del suo arrivo, vedo le mie scelte condizionate dalla loro mancanza più che dalla loro abbondanza. Oggi mi sta addosso una cosa incredibile:


 

   - Quando vai via mi sposterò nella tua stanza. Di qua vedo qualcosa.

    - Cosa vuoi vedere, la vicina?

   - Vedo chi entra in cortile, vedrò il prete quando arriverà.

   - ?!

   - Adesso pregherò per la tua partenza.


 

   Meno male: siamo in due! Il prete verrà verso 10 -15 gennaio e lei si sta già preparando! Nemmeno il motivo sito riesce più colmare questa mia forte insoddisfazione di trovarmi qua.


 

   Sono quelle grandi forme gialle in aria, stanno precedendo qualcosa non mi ricordo più cosa.

 

 

   Ho uno stato pesante pressante ed eccolo qua una immensità di persona sulla sinistra. In questi giorni di pesantezza è apparso anche lui parecchi volte.

 

  Se non è una persona in carne e ossa può essere una mia terza guida, un terzo aspetto di me stessa. Finora ho il sé emozionale a quale io dico che sia l'anima ed è centrale, alla destra è il sé spirituale or angelo custode e questo sulla sinistra sarebbe il sé akashico? Visto la pesantezza che sento ogni volta quando appare...


 

   2 guide interiore so che è la norma, ma io sono importante: ho 3 guide. Sono addirittura più importante di Jung! E lo ritengo un genio.


 

   Un fuoco si vede sulla mia schiena

 che è simbolo dello spirito, ovviamente non mi aspettavo: io stavo scherzando!


 

   Adesso vedo se trovo spiegazioni per le guide interiore, io li vivo, le sto sperimentando poi cerco testi in speranza che qualcun altro prima di me avendoli sperimentato già le ha dato anche un nome.


 

  E sono finita altrove con i miei interessi. Da tempo si parla dell'apparizione di un secondo sole, secondo me noi lo vederemmo!


 

   «Questo secondo sole arriverà per illuminare la coscienza di ogni regno, minerale, vegetale, animale o umano, perché tutto è coscienza che vibra su piani differenti ma che va nella stessa direzione, quella dell’evoluzione, dell’Amore e del ritorno alla Sorgente.

Tutto il vostro sistema solare si sta trasformando, grazie all’aiuto della Coscienza Planetaria e al volere dei veri responsabili del pianeta Terra (non i dirigenti umani) che sono le grandi Coscienze Planetarie, questi grandissimi Esseri di Luce che sono responsabili della Terra e di tutti i pianeti del sistema solare.

Questo secondo sole sta portando ad ogni vita una nuova vibrazione, una nuova energia e un maggiore presa di coscienza.

Non possiamo dirvi se si verificherà domani o dopodomani perché per noi il tempo non esiste, ma se fate attenzione a ciò che succede intorno a voi, vi renderete conto di quanto le cose cambiano, e a che velocità!

(…)

 

 

 

 

 


 

   Non sono gli scioperi, le manifestazioni o le contestazioni che cambieranno le vostre società! Naturalmente potrà verificarsi un crollo del vostro sistema finanziario – e si verificherà – ma l’uomo vorrà mantenere a tutti i costi le proprie cattive abitudini di potere e purtroppo di denaro. Sarà quindi necessario che si verifichi un evento esterno agli uomini al fine di ristabilire questa coscienza dispersiva e per apportare la pacificazione necessaria al totale cambiamento della civiltà.

Se l’uomo ha sufficiente Amore nel cuore ed eleva sufficientemente la propria coscienza, tutto ciò che diciamo potrà sicuramente essere ridimensionato, ma i cambiamenti si verificheranno in quanto necessari per poter accedere al nuovo ciclo.

Avete raggiunto un nuovo ciclo nel 2012 che era una preparazione a tutto ciò che sta emergendo adesso, specialmente in voi; questo nuovo ciclo prepara automaticamente l’umanità a vivere nella fratellanza».


 

  CAMBIAMENTI NECESSARI di Monique Mathieu


 

  Nello stesso articolo si annuncia il crollo del attuale sistema finanziario, ingiusto e fondato sul avidità e competizione. Crolli pure!

 

  Ecco un altra persona mi appare, irriconoscibile, è solo un busto bianco solido, più in là di me.

  Pur essendo un immagine rimasta lì per buon tempo non riesco catalogarla.

  Magari è una persona che ha a cuore la povertà che ingiustamente affonda l'umanità nel buio.

  Crolli sì anche questa si aspetta di buon tempo, non soffriranno gli stessi poveretti che non la fanno né oggi a vivere decentemente? Solo in Europa sono 342 miliardari e 123 milioni di poveri, è spaventoso. Come siamo arrivati a tanto?


 


 


   Domenica, 27.11.2016


 

  Quando ho avuto l'occasione di entrare in contato con i Pleiadiani, non ho saputo sfruttare il momento ottimo. Adesso sto cercando i loro testi in web! La sola che mi piace ha pochi testi tradotti, poi sono un bel po in web ma la maggioranza mancano di sostanza e di integrità. Così che devo trovare un altro loro canale:


 

  patti dupon


  C' è una persona con questo nome? Sicuramente c'è, a me interessava un canale pulito cioè integro per i Pleiadiani.

 

 Questa non mi va. Passo ad aura, come sarebbe la mia?

  E' gialla, tonalità più intensa vicino al corpo.


 


  Questa giornata è troppo pesante non riesco collegare niente, in casi del genere preferisco contattare qualche entità dalle dimensioni superiore. Come sono fortunati i canalizzatoti si siedono lì tranquilli e le informazioni vengono e vengono senza sosta.

  Una strana giornata, guarda il caso è un 9.


 

Contenta di essermi ricordato su Fb il video Ribelle con Osho, contenta solo per un po. Non mi lo sono goduta a causa del BBC Worldwide e il suo copyright vietato nel mio paese. Pazienza...


 

Rinuncio. Non mi va proprio niente oggi, mentalmente parlando. Provo con domande risposte, alla destra della mia testa era un essere bianco silente, alla sinistra un viso di uomo maturo. Anche così quello che mi veniva intuitivamente non mi soddisfa perciò cancello tutto.


 

   Verso sinistra sento la voce di Sibaldi


   devo dirti una cosa... una gioia...


  Queste parole le sentivo nel suo video l'antica benedizione ebrea ai figli. Magari mi farebbe bene risentirlo.


 

 


 

 

 

 

 

   Ci provo con le affermazioni positive la stessa pianta verde sta crescendo dentro di me arrivando fino alla gola.

Non mi va né questa.


 

   Mi piacerebbe leggere un testo rinfrescante, informazioni vari di qua e di là mi appesantiscano ancora di più. Insisto entrare in contato con le Pleiadi, niente. In un finale vedo l'orsa mare davanti a me con le stelle azzurrine nel buio della notte, ma verso sinistra mi appaiono le parole di Kryon:

     "angelo, splendida creatura che sei"


 

Mi alzo e cerco il testo in quale le parole sono presente:


 

  “Lo dirò nuovamente. Fisicamente, che cosa dovreste fare? Potete amarli? Non date loro un libro di Kryon. Ascoltateli. Sentite che cosa sta realmente succedendo nelle loro vite. Considerate ogni giorno come un’opportunità per creare luce in un posto oscuro. Osservate gli atteggiamenti cambiare. Forse voi apparite loro “strani”, ma essi sanno che rappresentate l’integrità.


   Spiritualmente, ancora, voi siete una luce in un posto buio e vi chiedete perché siete lì? Non si tratta sempre di voi. Pensate a loro! Voi non venite puniti, vi viene data un’opportunità. Questo è il lavoro che siete venuti a fare, e non è per sempre. In un posto dove non volete essere, a lavorare con persone con le quali non volete stare, questo è il lavoro di un Faro. E se voi foste l’unica luce che essi vedranno mai?

 

 

 

 

 


 

E se un giorno in retrospettiva, andaste a lavorare, lo tolleraste, e quello fosse tutto ciò che c’era? Vi sentite a vostro agio per questo? Vi sentirete a vostro agio per esservi lamentati con Dio per tutto il tempo in cui eravate là? Potete immaginare un vero faro sulle rocce nella tempesta – nessuna luce, nell’oscurità, mentre grida “Portatemi via di qui?” E’ una visione assurda, non è vero? Eccolo là, costruito per portare aiuto in periodi di oscurità, senza nemmeno sapere perché si trova lì – fermo al buio a lamentarsi, mentre per tutto il tempo è un bastione di forza, ancorato sulla roccia, con combustibile pronto per accendere una luce che non sa nemmeno di avere. Che visione!

 

  Così vi diciamo, risvegliatevi spiritualmente! Siate pazienti e mantenete quella magnifica luce. Dipingete il quadro della gioia in un posto difficile. Tutti sanno che non volete essere lì, così lasciate che essi vedano qual è la vostra reazione alle difficoltà in quel lavoro e nella vostra vita. Come affrontate alcuni dei problemi che anch’essi hanno? Che cosa fate diversamente da loro? Abbiate cura di voi stessi e della vostra luce. Fate che quella luce risplenda così intensamente che un giorno alla fine qualcuno di loro verrà da voi e dirà: ”Non so che cos’hai, ma vuoi parlarmene?” E allora potrete dar loro un libro di Kryon .[Risata] “


 

Le Responsabilità degli Operatori di Luce

Kryon canalizzato da Lee Carroll


 


 

Mi ha fatto sorridere la sua metafora con il faro che urla “Portatemi via di qui!” oh quante volte la dico ed io, ogni volta quando non accetto una situazione di me stessa creata inizio a lamentarmi così. Poi passa il tempo e mi chiedo ma perché non stavo calma per assaporare almeno la tranquillità e l'abbondanza?!


 

Torno al mio sé spirituale, non ho mai capito esattamente quale sia il suo ruolo nella mia vita come guida parlando:

E tu cosa ci fai qua?!


 

   Il Sé molto grande vestito di bianco è in questa stanza, sta attorcigliando un filo bianco intorno al mio corpo che è bianco anche lui: siamo la stessa sostanza.


 

Le mummie egizie venivano attorcigliate con un filo, secondo me era una metafora, un simbolo per aver scoperto la parte spirituale dentro di sé. Non è che il cadavere se ne andava via di là!


 

Riesco riprendermi per un breve tempo poi vado indietro verso l'Egitto e la religione di là. Santo cielo ma non ci arrivo da nessuna parte se non fermo mai la mente, poi mi lamento per la mancanza di gioia.

Così che mi appare il delfino simpatico alla sinistra poi davanti mi appare la foto della balena che piena di gioia salta nel acqua.

Ecco negli animali la gioia di esistere è lì senza i ragionamenti mentali, semplicemente lei c'è. Sicuramente non è del loro interesse la religione egizia, le ingiustizie del mondo, i rapporti tesi con i genitori ecc... Anch'io adoro la natura, mi sento a mio aggio circondata dal suo sano verde. Ma qui non c'è la vastità.


 


 

     Lunedì, 28.11.2016


   “4 - 5 piccole finestre di computer vengono chiuse una dopo l'altra con velocità. Sono nere. Alla sinistra è un grande fuoco viola, poi un viso di donna sorridente.”


   E' la fiamma viola della trasformazione, le finestre sono le idee sbagliate, bloccante dalla mia mente che vengono chiuse una per una. Meno male così potrò sorridere, potrò assaporare la vita. I blocchi sono dentro di noi, non fuori di noi.


   Eccola: chiesa e spesa.

 

    - Ancora hai comperato farina con tutto il grano e il mais che hai nei sacchi?!

    - Non vedo a chiesa l'uomo che si occupa di questa.

- Vai dalla sua donna per chiedere dov'è.

- Come posso andare da lei?! Io non so se sono sposati or no.

- Non ti interessa la sua vita, ti interessa la tua farina!


 

    Aiuto! Che limitatezza, dimmi te quale è il suo interesse: il sedere di quella donna! Quella lì fa sesso a suo piacimento senza rispettare delle regole?! Lei le ha rispettate per l'intera vita e adesso nessuno li alza un monumento di santità?! Di là dei miei ragionamenti resta l'evidenza: questa donna ha 75 anni e parla sempre di sesso. Pazzesco! E' ossessione e infelicità, altro che santità.


 

   Non è nemmeno l'ultima, bensì sarebbe da augurare. Questa donna ha 8 figli, e un sacco di nipoti a quale in un modo or altro ha trasmesso con tenacità la sua ignoranza:


 

    - Corina dovrebbe andare a chiesa al mattino.

    - Ecco lei deve fare tutto quello che fai tu.

   - Ma sai... farebbe due passi, poi incontra gente con quale può parlare.

   - Andrà in città dai suoi figli.

   - Ma lei va?! Io le ho detto di passare più spesso di qui ma non viene, ha riscaldamento, ha del cibo: sta bene nella sua casa.

    - Di tanto bene si è ammalata.

   

   Corina da un anno ad altro sta diventando grande difensore della comunità, sta difendendo il “suo” modo di vita che assomiglia tantissimo con quello della sua madre, della sua nonna, della sua bisnonna ecc. Pur giovane spesso la trovo più rigida nel pensiero cattolico e più accanita con le tradizioni rispetto al suo proprio modello.


 

   Quando pensi che non sono nemmeno le sole del genere ti vengono dei brividi. Quando i figli stano agganciati ai genitori, cosa ti aspetti di diverso? E già tanta fatica eliminare la loro influenza dalla nostra mente quando siamo lontani, figuriamoci a star dentro quanta lo è.


 

Nevica bellissimo! Con fiochi enormi è una bellezza indescrivibile, si vive e si sente ma non ci sono parole per la gioia che è dentro di noi.


 

Un mezz'oretta di bellezza..... E' arrivato il sole e bang siamo tornati al grigio di prima. Sto cercando in web una immagine di inverno, scelgo una a caso e mi trovo con la scritta 5 cose da vedere a Torino. Strano che l'immagine appartenesse proprio a questa città.


 

   Non ho altro da fare ed entro su Fb per vedere a una donna condividendo una schifezza pornografica secondo me. Non ho letto e né ho guardato solo il titolo mi snervava. Comunque l'ho cancellata subito dagli amici. E' la qualità non la quantità che conta nella nostra vita, pare che l'avidità e la competizione si stiano spostando nel virtuale. Ho lasciato perdere anche Fb subitissimo, spesso è solo una perdita di tempo.


 

Questa donna non sa stare zitta, vuole solo sentirsi parlare. Il vecchio metteva apposto qualcosa in cortile, lei insisteva con:


 

   - Lascia stare! Lascia stare!

    - Smetti, so io cosa faccio.

   - Lascia stare!


 

Lui arrabbiato butta un legno verso di lei per farla smettere. Smette con lui ma trova qualcosa da dire a me solo così per passare il tempo. Proprio non sa stare zitta.


 

Vado verso la musica:


 

 

 

 


 

 

 

   Alla sera nevica ancora, a quanto pare l'inverno sta entrando in pieni diritti, ed io non mi sono mossa.

Un gioco su Fb condiviso da una signora francese per scegliere una carta per fine anno, giuro mi è uscita proprio la gioia. Yesss we can da quando lo aspetto...


 


 

Vivo troppo in passato. Preferisco lavorare vero e proprio solo allora io sono assolutamente presente in ogni attimo della giornata, del resto... vedete voi.

 

Fabrizio mette in discussione i concetti di maestro, guru e avatar. Nella cultura occidentale non ci sono gli ultimi due. Mi ricordo avermi detto anche il pastore tanti anni fa:


 

  " Io non sono un guru.

- ?!

   - Ognuno cammina con le sue gambe.

  - ?!

Lei incontrerà qualcun altro."

 

Non so né oggi cosa vuol dire realmente un guru, di persona io non ho incontrato nessun altro.


 

Nella Tradizione indiana si distingue tra maestro e Guru. Ad esempio Yogananda afferma che si possono avere molti maestri ma un solo vero Guru. Il Guru è per la vita, a volte per diverse vite. Essendo che il Guru ricorda il 'contratto d'anime' con il proprio discepolo, è solitamente lui che lo trova. E' una questione di consapevolezza: il Guru ha una consapevolezza maggiore rispetto al discepolo e perciò è in grado di aiutarlo. Il discepolo può iniziare una ricerca ma alla fine chi muove gli eventi è il Divino stesso, grazie all'intento di entrambi: Guru e discepolo. “


 

Allora questa mia guida che ho da tantissimi anni cioè dal inizio del 2008, e a quale io dico quando anima, quando sé emozionale: è un Guru. Tuttavia insisto pensare che sia solo un mio aspetto emozionale niente di più niente di meno. Adesso escludo che sia una persona in carne e ossa, bensì al inizio sì pensavo che fosse qualche monaco secondo i suoi vestiti lunghi marroni. Poi ho pensato che sia di ordine buddista, aveva la bottiglietta della immortalità nelle mani.


 

Come vedo la figlia di Giulio non ha trovato lavoro, non ha cosa fare perciò quasi ogni sera sento la sua rabbia circa il suo papino e i problemi che io le sto facendo a lui, a loro.

Datele un lavoro!!!! Così avrà la mente e il tempo occupato con i suoi affari e non con quelli altrui. Per me è solo un interferenza appartenente alla coscienza di massa.


 

Fabrizio ha ragione è il Maestro or il Guru a trovarci. In un modo or altro vengono annunciati nella nostra vita tramite altre persone che incontriamo or tramite i sogni. Esattamente chi sono loro noi non sappiamo, loro invece si lo sanno e ci stanno proprio aspettando.


 

Il Guru è un essere più completo, non semplicemente un insegnante o una guida ma un grande illuminato, in grado di trasmettere o di risvegliare in altri quella stessa 'fiamma' che lui ha scoperto dentro di sé. I Guru non sono tantissimi, i maestri invece sono parecchi. La differenza principale è che un maestro non ti può aiutare che per un tratto del tuo cammino, mentre il Guru può portarti fino ala fine di quel cammino. “


 

Guarda che fortuna avrei se realmente questa mia guida fosse una persona in carne e ossa!


 

Sì, il Guru è praticamente un Buddha. Un livello ancora superiore è l'Avatar che è anche un Guru.”


 

Quindi la mia guida è un Buddha, un illuminato. Se non fossero le risposte di Fabrizio non mi chiedevo più niente al riguardo. Grazie Fabrizio, da tempo non ho messo un eccellente su Fb per qualcuno.


 

It's time


 

 

 

 

 

 

  Sono così contenta. Pare che io vivessi in una fiaba, che esperienze ragazzi!


 


 

Che furba questa donna.... anche questa ha imparato alla sua chiesa?!


 

  - A TV hanno mostrato la neve in metà paese, a T... la neve è di 20 cm.

  -  Nevica in tutto il paese?

 - Sì, ma c'è la neve a T...

  - ?!


 

Ho capito! La sua insistenza con la città dove io ho abitato per molti anni mi pareva strana. E' la seconda volta quando viene con vari notizie e trova che questa città sia di mio interesse. E' il suo interesse, non è il mio poi io non guardo la TV. A come vedo fino a fine vita lei andrà avanti così, magari anche in tomba porterà la stessa frustrazione.


 

 "I tre piani di Coscienza Superiore evolvono come segue:

** Il Ponte per la Coscienza Superiore il Chakra del Cuore

** I Sensi del Corpo Emozionale evolvono per mezzo dell’anima/Centro del Sacro Cuore

** La Coscienza del Corpo Mentale evolve per mezzo della Mente Sacra e della Coscienza d’anima

** La Consapevolezza Spirituale diventa il terzo componente passando per l’Anima e per l’attuale e residente Superanima/Sé Superiore”


 

Questa lista la da AA Michele per novembre, non so se non mi butta nella confusione di prima.


 

  Guardo su un secondo articolo di Magda e trovo Kryon con il permesso alla.. . gioia. Oramai in questi giorni gioia  la vedo dappertutto come parola parlando, del resto c'è la natura ogni tanto e la musica per tirarmi su.


 

   La guida animica/emozionale fa il gesto di cucirmi il piede sinistro con un filo beige, non capisco cosa sta facendo e lui continua farlo.


 


 


 

   Martedì, 29.11.2016


 

“Cammino in luce, una luce bianca e calda, vado verso destra avendo accanto a me (alla sinistra) il sé. “


 

  Mi sveglio con il sogno e sentendo una voce maschile impaziente e forte alla sinistra del computer, esprime il dubbio con il mio lavoro e la partenza di qui.


 

Mi pareva la voce di Giulio or qualcosa di simile. Guardo l'orologio erano 1,20. Questa parte sinistra si riprende per ben 3 volte. A parte il mentale, il passato e il femminile, la sinistra ha anche un altra connotazione?


 

I sogni vengono sempre a darmi una mano quando il dubbio per una scelta è troppo forte in me.

Una splendida giornata soleggiata. Non vedo l'ora di muovermi, è faticoso per me star ferma. In effetti farò una passeggiata e risolverò qualcosa per me stessa.


 

E l'ho fatta! Mi sono goduta il sole e una lunga camminata.

Qualcosina ho risolto per me, ma l'essenziale ancora lo sto ignorando, il tempo stesso mi sta pressando. In 1.12 è chiuso dappertutto essendo la festa nazionale poi ci vogliono 5-7 giorni per un documento. Quindi già lunedì saremmo in 5 ed io in 14 dovrei essere in Germania. Questo cambio di residenza mi tiene realmente bloccata.


 

    Una nuova residenza che per me vuol dire anche una nuova vita, questa di adesso mi sta letteralmente annoiando. A star lì con le stesse persone e le stesse situazioni ...

la guida piccola guarda verso la destra cioè verso il futuro.

  E' una cosa pazzesca per me, basta passarmi in testa e questo farò per tutta la vita?! Per venirmi la nausea. .

  Che cavolo vengo sempre qua pur essendo i rapporti tanto degenerati?

  Simpatica la mia guida emozionale! Prima con gli occhi al cielo, poi con le mani avanti siccome spingesse qualcosa in colpi veloci. Ho capito ma è il loro affare non è il mio.

 

  Mio amico si fa anche lui visto verso la sinistra, mi annoia assolutamente anche questo rapporto che resta da anni a livello di confusione.

 

Perciò mi sto ancora una volta arrabbiando, insoddisfatta di come vanno le cose pare che mai io fossi contenta, pare che le cose vanno troppo lento. Ci vogliono anni per qualunque cosa ma per carità, non vivrò quanto Matusalemme!

   Il sé è presente alla mia sinistra e se finora è stato sempre vestito di bianco, adesso si mostrava vestito di nero.


 

   Magari è il mio lato ombra, se pure i miei pensieri erano di questo tipo.

     

 

 

 

 

 

   Mercoledì, 30.11.2016


    Mamma mia, questa demenza.... A posto di portare indietro la bicicletta di Corina, la spostano di qua e di là con tanta fatica ogni sera.

 

- Perché spostate questa bicicletta di qua e di là? Di al vecchio di portarla indietro.

- Vuoi che la rubasse qualcuno?! Deve venire Corina per prendersela.

- Ma lei l'ha portata qui? Voi l'avete presa, voi la portate indietro.

- Lei non ha tempo di venire qua?!


 

   Non ci arriviamo. Nel ottica del anziana è Corina che deve venire a prenderla, cioè un motivo per passare di qua altrimenti quella lì non passa mai.


 

   Questo deve non l'ho mai sopportato, mi pare solo una manipolazione per ottenere certi risultati da un altro essere umano.

 

   - Giulio ha telefonato per chiedermi se c'è qualche festa da noi.

   - Perché?

   - Possibilmente sono dei negozi chiusi. Questi ortodossi con le loro feste...

   - Domani è la festa della Romania, magari per questa hanno chiuso un po' prima oggi.

   - Chissà...

 

   Ecco che fortuna! Grazie al compleanno di Ronna ho scoperto una meraviglia di fiore: aquilegia caerulea. Quanta bellezza e diversità e in natura... Interessante è di aver sentito accordi celtici mentre contenta stavo pubblicando sulla sua bacheca gli auguri. Ovviamente pensavo e a AA Michele: lei è un canale per questa entità.


 

   Eh si è dal ultimo moicano, il brano con un solo violino. Strano è un bel tempo da quando non ho sentito più questa musica.


 

 

 

 

 

 


 

   Mio sé ancora vestito di nero, come ieri sera presuppongo che si parla del integrazione del ombra. Comunque chiedo:

tu cosa ci fai qua?

   Mi mette un anelo d'oro sulla mano sinistra, ho capito insieme. Sento l'emozione. Poi appare su questo anelo. un diamante esagonale molto grande e bellissimo sono 2 raggi di luce concentrata che escono da esso.

Adesso devo guardare al simbolo del diamante, è un po di tempo da quando non è più stato nelle mie visioni. Pazienza.


 

   Ecco questo può andare bene per me come significato. Grazie cielo, c'è internet.

 

    “In una delle zone del buddismo, il Vajrayana, il diamante (vajra - la parola che significa fulmine) è considerato come un simbolo del potere irresistibile dello spirito, attraverso le ombre.

 

    Il Diamante, come tutte le pietre preziose, simboleggia i valori morali e intellettuali, è l'immagine della forza spirituale, della perfezione, della grandezza. Inoltre, l'immagine del diamante raffigura il centro mistico. “


 

.Smile...


 

Riguardo il testo di Saint Germain circa l'illuminazione e le battaglie interiori in quale sprofondiamo spesso. Non so neppure che cosa sia questa illuminazione, io leggo vari testi di là e di qua d'anni in speranza di un chiarimento. Poi a quanto io mi ricordo avevo chiesto una vita tranquilla, niente di più e niente di meno. E mi sono trovata buttata da tutte le parti, né oggi riesco mettere i pezzi insieme.


 

   “La trasformazione è assolutamente brutale e totale. È brutale nel senso che a volte vi siete augurati di morire nel bel mezzo della notte senza dolore. È brutale e raggiunge ogni parte di voi.

L’illuminazione non gira intorno a voi che vivete una vita umana un po’ migliore; l’illuminazione vi procurerà una vita umana migliore. Voi, però, non potete mettere al primo posto una vita umana migliore, come fanno in molti sul sentiero spirituale. Moltissimi con cui ho lavorato in passato nelle Scuole Misteriche, che sono stati miei studenti e persino quelli che hanno permesso la loro illuminazione dicevano che tutto riguardava l’illuminazione, che nulla importava loro più della loro illuminazione. Invece le loro azioni, i loro pensieri e le loro scelte – probabilmente prima le scelte – non riguardavano l’illuminazione. Riguardavano solo il cercare di vivere una vita umana un po’ migliore.

   Ciò determina un conflitto tremendo, un conflitto enorme che tutti voi affrontate nella vostra vita quotidiana. Voi dite di volere l’illuminazione. La maggioranza di voi non sa neppure cos’è l’illuminazione – non da qui (testa), ma lo sapete da qui (cuore) – ma dite di volere l’illuminazione. Eppure, le vostre azioni e scelte quotidiane riguardano davvero solo una vita umana un po’ migliore.

 

 

 

 

 

 

 

 

La sentite molto in profondità questa cosa che chiamate illuminazione, ma la scambiate con grande facilità per ciò che definite una vita umana leggermente migliore. Ognuno di voi sa esattamente di cosa sto parlando. Ognuno di voi conosce le contraddizioni dentro cui vivete. Non c’è dubbio.

Oggi siamo qui perché va bene che ci sia questa contraddizione. È naturale. Non ha più alcun senso cercare di combatterla, raccontarvi che con questa storia dell’illuminazione avete fatto un pessimo lavoro e chiedervi quando ci sarà il prossimo messaggio che riunirà tutto.

Miei cari amici, tutto questo conflitto tra una vita umana migliore e la vera illuminazione è naturale. Tutto questo conflitto tra cosa sta accadendo ad ognuno di voi, una trasformazione nel senso più vero e profondo. Sta accadendo per tutti voi qui presenti, per chi ci guarda online o lo farà dopo. Non c’è dubbio. Voi tendete a vendervi per una vita umana migliore. “


 

SHOUD 2: “Kharisma 2” – con ADAMUS SAINT-GERMAIN, canalizzato da Geoffrey Hoppe


 

Ha perfettamente ragione! Eccomi: mi ritrovo nella sua analisi.


 

   Vado in Germania sia perché un paese bello e tranquillo che per farmi un bel soldino, poi vengo qui per risparmiare. Tuttavia questo modo di vita non mi soddisfa più, può andare per 1-2 volte in questo ritmo, ma poi mi ritrovo a pezzi come prima. Dal ciclo grandi affari...


   Sto dicendo innumerevoli volte al giorno

Io sono sana.

Io sono in perfetta salute”

e non mi passa un calo al dito piccolo! Mi da un fastidio... Non so se e come stano funzionando le affermazioni positivi. Non dovevano avere un effetto al instante? Non ditemi che anche per questa ci vogliono degli anni! In questo ritmo non mi basterà l'età di Matusalemme per vedere dei risultati tangibili nella mia realtà.


 

   Vedo Franco proprio davanti a me scuro come un ombra, poverino si è trovato mischiato in una vicenda che supera tutti due.


 

  Secondo la chiaroveggente: “sono di destino, non allontanarli”.

E allora io entro in conflitto con un destino che è scritto già e con il mio proprio potere di creare la realtà? Come vedo io qui si va da un conflitto ad altro e si va da anni così.

 

 


 

     Giovedì, 01.12.2016

 


   Mi sveglio vedendo chiaramente “un grande uccello beige prende il volo verso la destra da un albero giovane con pochi rami dritti. Sarebbe nel adesso, l'albero non ha foglie.”

 

    Assolutamente non so che tipo di uccello sia, mi immagino che anche questo sia un simbolo, se non poteva essere qualunque tipo di uccello per me conosciuto. Secondo le immagini trovate in web pare che sia un falco nel mio sogno e in ogni cultura antica è il messaggero degli dei.


 

    “ll Falco come animale totem rappresenta il potere della visione, la sapienza e la tutela. Il Falco porta con sé un messaggio di transizione e di cambiamento, lezioni che si applicano forse nella vostra ricerca interiore, nel lavoro, nella carriera, ecc.. Il Falco come animale totem ci incoraggia a elaborare una precisa strategia prima di mirare ai nostri obiettivi. Il falco ti dice che devi avere un preciso intento. E quindi importante saper osservare con precisione la situazione del momento e, quando necessario, sapersi spingere ad agire con coraggio. Il falco suggerisce anche il gesto di tendere la mano per ricevere i regali del Grande Spirito, che a volte sono già pronti per noi ma che noi spesso non riusciamo ancora a vedere.

 

     Gli individui che posseggano la forza del falco sono in genere acuti osservatori, ai quali non sfugge il minimo dettaglio di una situazione che essi tengano sotto controllo. Essi sono in grado di riconoscere e comprendere i segni e ricevono spesso indicazioni importanti anche da altri mondi. (..)

 

 

 

 


 

  

 

 

     Anche gli Aztechi consideravano il falco un messaggero degli dei.

Gayatri invece, è il falco Indù che portò sulla Terra una bevanda inebriante di immortalità nota come ‘soma’.

I Polinesiani associano al falco poteri di profezia e guarigione.

In Cina, è portatore di conflitti.

 

   Secondo altre interpretazioni, il falco sarebbe il guardiano della Terra. Chi è guidato dal falco dovrà combattere per rendere il mondo un posto migliore, sia localmente che globalmente. Educherà gli altri all’amore e alla protezione della natura, in quanto consapevole dell’interconnessione di tutte le cose. La sua coda rossa, appare solo quando l’uccello raggiunge la maturità.

  Come  totem, indica dunque  la necessità di affrontare il risveglio spirituale in maniera graduale, attenta e consapevole fino ad acquisire saggezza ed esperienza. “


 

   Transizione e cambiamento a me proprio interessava, yess non vedo l'ora di muovermi! Questo era un giovane uccello, nessun altro colore era sul piumaggio. Mi pare che la Cina abbia perfettamente ragione anche qui, si parla semplicemente di conflitti.


 

Va pensiero sulle ali dorate

 

 

 

 

 

 

 


 

  Romania come gli altri paesi del est Europa sta benne alla crescita economica nel settore ITC, il paese di papa invece è sul ultimo posto nella classifica. E' un paese pieno di anziani è normale.


 

Pietro T. ricorda i diritti umani sconosciuti ai più, giovani laureati or no non li conoscono. E' almeno strano, stanno lì da più di mezzo secolo! Invece nelle scuole europee si insegna la religione che entra in conflitto con i diritti umani. In uno stato laico la religione è libera di esistere entro i suoi confini, ma non di entrare in questo modo nelle istituzioni di stato, questo è un abuso. E gli abusi a prescindere dalla religione sono sopratutto in famiglia, se né le persone mature sono libere di decidere per stesse figuriamoci i bambini.


 

Ecco come mi ha fatto scattare, la religione e i diritti umani sono dei bottoni molto sensibili per me.


 

  In effetti vedendo ad Amnesty poco più di 2000 firme sono rimasta male, ma è così difficile a firmare un appello adesso nel era del internet? Mi da l'impressione di indifferenza, e pure sono vite umane in gioco, in gioco è la nostra stessa libertà.


 

  Questo falco cosa mi ha portato oggi di diverso?! In questi 2 mesi di vacanza non sono riuscita chiarirmi proprio niente. Ma dove vado in questo ritmo? Dove arrivo?


 


 

    Venerdì, 02.12.2016


 

    Io non so quante persone sane sono in questa comunità, mi stanno annoiando con le loro malattie reali or immaginari che sono. Certo è che non sento del altro, sono anziani è da capire solo che lei per una vita ha presso le pastiglie avendo la pressione troppo alta. L'età avanzata di adesso non centra nulla:


 

    - Di a Corina di portarmi il card, vado dal dottore.

    - Perché?

    - Non sto tanto bene.

   - Hai preso le pastiglie oggi?

   - Sì. ma ho dei vertigini.


   Corina giovane essendo è già in pensione di malattia, Giulio ha anche lui non so che problemi con il cuore. Tamara, nipote e vicina della madre, anche lei ha dei problemi con il cuore. La vicina con quale stava litigando spesso ha problemi con lo stomaco, non avendo niente fisicamente l'hanno mandata alla psichiatria!

 

   Solo su questa strada a quanto io sappia una ha cancro, una ha problemi con l'intestino, una con i piedi, una ha dei problemi con il cervello. Mamma mia ma chi è sano qua? In somma …. Si chiudono da soli in una comunità settaria dove si massacrano sia fisicamente che psichicamente a vicenda, poi danno dei numeri con la salute!


  - Iris, magari resti qua nel inverno, vedi che io non c'è la faccio più.

   - E che interessa a me?

  - ?!

 

   A parte che io non vedo l'ora di muovermi, mi sono annoiata tantissimo, solo una settimana fa lei mi faceva a pezzi. Ognuno di noi segue il suo interesse, ovviamente i nostri interessi non combaciano per niente.


  “Il sapere intuitivo, la sapienza, c'è in bambini e anche negli animali”, e perché mai noi complichiamo le cose e diamo peso ai titoli e alla cultura che uno di noi ha se pure alla fine è tutto così semplice?!


 

 

 


 


 

    E tutto questo lavoro con noi stessi che può durare decenni e solo per portarci indietro a quello stato? Per carità.


 

  - Il cognato ha tagliato oggi 2 maiali, uno per loro e uno per le suore Ed è venerdì...

   - Ma tu non vuoi tagliarlo di venerdì?

  - Sì, ma non mangerò la carne.

  - Ma dai … sei più santa delle suore come vedo.

   - Sante?! Non vedi che rinunciano al monastero e si sposano?


 

  Ho già detto che sono finita nella massima “santità”. Suo cognato ha 3 figlie suore e non hanno nessun problema a mangiare carne di venerdì.


 


 

  Con pensieri altrove, se mai i miei pensieri fossero stati qua nel adesso

  Chiudo la serata con il lupo bianco alla sinistra del mio viso, una presenza amichevole. Adesso devo guardare al suo simbolo....


 

   “Al che, il ragazzo chiede ansiosamente: “Quale dei due lupi vince, nonno?”

Con voce ferma, il capo risponde: “Tutti e due, figlio mio. Vedi, se scelgo di nutrire solo il lupo bianco quello nero mi aspetta al varco per approfittare di qualche momento di squilibrio, o in cui sono troppo impegnato e non riesco ad avere il controllo di tutte le mie responsabilità, e attaccherà il lupo bianco, provocando così molti problemi a me e alla nostra tribù. Sarà sempre arrabbiato e in lotta per ottenere l’attenzione che pretende. Ma se gli presto un po’ di attenzione perché capisco la sua natura, se ne riconosco la potente forza e gli faccio sapere che lo rispetto per il suo carattere e gli chiederò aiuto se la nostra tribù si trovasse in gravi problemi, lui sarà felice e anche il lupo bianco sarà felice ed entrambi vincono. E tutti noi vinciamo.”

Confuso, il ragazzo chiede: “Non capisco, nonno, come possono vincere entrambi?”

Il capo continua: “Vedi, figlio mio, il lupo nero ha molte importanti qualità di cui posso aver bisogno in certe circostanze: è temerario, determinato e non cede mai. E’ intelligente, astuto e capace dei pensieri e delle strategie più tortuose, caratteristiche importanti in tempo di guerra. Ha sensi molto acuti e raffinati, che soltanto chi guarda con gli occhi delle tenebre può valorizzare. Nel caso di un attacco, può essere il nostro miglior alleato.”

Poi il capo tira fuori due pezzi di carne dalla sacca e li getta a terra, uno a sinistra e uno a destra. Li indica dicendo: “Qui alla mia sinistra c’è il cibo per il lupo bianco, e alla mia destra il cibo per il lupo nero. Se scelgo di nutrirli entrambi, non lotteranno mai per attirare la mia attenzione e potrò usare ognuno nel modo che mi è necessario. E, dal momento che non ci sarà guerra tra i due, potrò ascoltare la voce della mia coscienza più profonda e scegliere quale dei due potrà aiutarmi meglio in ogni circostanza.

Vedi, figlio mio, se capisci che ci sono due grandi forze dentro di te e le consideri con uguale rispetto, saranno entrambi vincenti e conviveranno in pace. E la pace, figlio mio, la missione dei Cherokee, il fine ultimo della vita. Un uomo che ottiene la pace interiore ha tutto. Un uomo che è lacerato dalla guerra che si combatte dentro di lui, è niente.”


 

  Bellissima! I conflitti interiori tra luce e ombra, l'accettazione di tutto per arrivare alla pace finale. Pareva così facile da farla.


 

  Poi lo stesso signore vestito di nero con un viso severo, un capello particolare appartenente a un altra cultura è alla sinistra vicino a me. I visi severi non mi sono mai piaciuti, mi chiedevo infatti al di là di questa mia percezione cos'è con esso. Io ho le guide sempre con me, pare che non riesco comunicare molto bene con loro. Il mio sé si mostra con un capello nero come ai bambini al carnevale con due piccole corna. Quindi?


 


 

     Sabato, 03.12.2016


   Ecco Corina e Diana in visita ai nonni, il caso ha fatto di venire ancora i ragazzi per elemosina. Questa volta è intervenuta Corina essendo qua sia per mandarli via dal cortile che chiedere poi a me:


    - Iris, ma tu perché non li mandi via?

     - Io?! Ma io sto lì a difendere i nonni dai zingari?

     - ?!

     - Si difendono da soli se vogliono farla.

     - Anche Giulio li manda via.

     - In effetti poi quando sei sola tu li dai un sacco di roba.

     - Adesso il pappino voleva darle qualcosa...


   Eh sì come no? Questa donna non ha mai avuto coraggio per affermare una sua scelta, qualunque lei sia. Dopo la partenza di Diana e Corina lei è andata al cancello per vedere se ci sono ancora i ragazzi in strada, non erano più. Ecco cosa stavo dicendo?!


 

  Adoro Sibaldi, condividiamo tante idee. Quella roba con il crocefisso nelle scuole simbolo del potere e della manipolazione, non l'ho mai sopportato. Noi siamo in secolo XXI? Pare che non teniamo il passo con i tempi.


 

 

 

 

 

 


 

   L'io è la via, la verità, la vita.


 

   Queste tradizioni religiose ci allontanano di tutto e di noi stessi. Nel vangelo di Giovanni mi pare che ci sia scritto Io sono la via, la verità, la vita, ovviamente se stai dicendo tu una cosa del genere vieni preso per blasfemo ti stai comparando con Gesù, che è Dio stesso nel ottica cristiana? Mamma mia come siamo mal mesi, l'hanno fatto apposta.


 

Sul piano locale continuiamo con gli stessi discorsi ancestrali:


 

   - Guarda se il capoto mi viene bene.

   - Ma non potevi provarlo dal sarto?

    - Una volta fatto...

     - Comunque tu a questa età ti fai dei vestiti?

    - Fino alla mercoledì della Cenere cosa indosso?


 

   La sua vita è scandita dal calendario religioso. Solo la sua? Fra poco vado a lavoro per le feste del inverno: tutti gli europei sono in vacanza.


 

   - Iris, ho dimenticato dare panna a Corina, vai tu per portarla.

   - Non vado da nessuna parte, telefona e dirle di passare lei.

   - Non mi risponde mai. Fai anche tu un giro per villaggio, vedi la gente....

     - Non mi interessa la gente di qua.

    - E' tua sorella, non siete nemiche.

    - Smetti con queste stupidaggine!


 

Non può dire qualcuno: no, non ho voglia, che lei inizia subito con strane supposizioni. Questa donna non è più capace a curare nemmeno se stessa, è superata perfino delle piccole faccende quotidiane ed eccola qua: le è rimasta la bocca.


 

Un altro video molto interessante di Sibaldi, certo che ha ragione noi stiamo lontano dal amore, inclusa la carriera.


 

 


 


 


 


 

Rosaria annuncia un 7 dicembre molto particolare un tipo di Evrika abbiamo capito, abbiamo scoperto. Non so come sarà quel giorno, so solo che non mi muovo per una nuova residenza fisicamente e resta solo a livello di pensiero. E il tempo ha un velocità estrema, pare che solo ieri fossi venuta qui.


 

Il lupo bianco è sempre alla sinistra, pare che vuole carezze. Il mentale è molto forte la frustrazione e il rancore mi mostrano il sé spirituale vestito scuro sempre alla sinistra, fa il gesto di pressare il cuore. L'emozione non centra nulla in tutti questi discorsi frustranti, devo tornare al cuore e ai suoi segnali.


  Le parole in altre ere e in altre civiltà accompagnate dalla stessa immagine di AA Michele che è sul sito di Ronna. Non ho letto da tempo quel testo, può essere qualcosa lì per me.


 


 

In tutto questo buio di quale da sola mi circondavo il diamante trasparente è sempre lì sulla mia mano sinistra, la sola macchia di luce in una area scura.

Niente da fare continuo lo stesso discorso, e con tutto questo io non ho ancora chiarezza?


 

    Razionalità

  Mi appare scritto alla sinistra.


 

Mi sento carente al riguardo? Magari ho perfino troppa. A parte che io sono in vacanza e mi permetto vivere nel mondo dei sogni, la sola cosa che mi ha buttato in conflitto è stata la residenza la faccio non la faccio qua ed eccomi qua senza averla fatta da nessuna parte.


 


 


 

    Domenica, 04.12.2016


 

   “Davanti a me verso sinistra è un fuoco verso bianco, vedo un solo rotolo come di pietra bianco grigio. Intorno al fuoco vedo due righe in magenta chiaro, è il colore che utilizzo sul sito per le visioni, per gli archetipi della psiche.”


 

   Ho un rapporto molto strano con questo sito: conflittuale. Qualche volta mi viene cancellarlo. In effetti la sola soddisfazione quando guardo su di esso sono proprio le visioni che vengono evidenziate in questo splendido colore. Del resto …. non sono assolutamente sicura che vale la pena.


   Sempre sinistra.... ma noi siamo realmente agganciati al passato. Che poi il mio sito cosa fa? Si estende per anni indietro.. Il fuoco è simbolo dello spirito ed è presente sul mio sito, è visibile per me in questo mondo del invisibile per gli normali occhi fisici.


 

Titanic


 

 


 


 

 

 

   Questa è la voce di Franco “non va a chiesa... ha delle foto su internet.”

 

   Dici?


 

   Quella era a livello del pensiero qualche ora fa, adesso localmente:


 

   - Iris, sei andata dal negozio stasera?

   - No.

    - Avevo l'impressione che sei stata via.

    - ?!

 

    Magari dovevo andare.


  Chiudo la serata meravigliosamente:

  Prima vedo l'orsa mare sulla verticale poi un essere di luce mi tocca la mano sinistra. Mi trasmette una emozione molto forte, non riesco sopportarla per molto tempo.

 

   Pensavo io che ho un buon contato con le Pleiadi e che ho perso l'opportunità di canalizzarli 2 anni fa. Però il mio corpo non è tanto trasformato, se non regge un contatto del genere adesso, non lo avrebbe fatto né allora.


 


 

    Lunedì, 05.12.2016

 

   “Lo stesso rogo di ieri verso sinistra, senza fuoco e senza la scritta magenta chiaro di ieri: vedo solo il rotolo di pietra. “

 

Quindi? E' lo spirito che anima e da forza al mio sito, senza di esso non avrebbe nessun valore. Penso che questo sia il messaggio del sogno.

Lo sapevo già. Avverto spesso la sua propria forza come una enorme pressione a quale vengo sottoposta se lo ignoro per molto tempo. L'importanza di questo sito che io ho iniziato per gioco, mi sta letteralmente superando.


 

   Mi pare che lei ha finito già la pensione, quindi iniziamo la giornata con agitazione e toni alzati:

 

    - Cosa sono con questi soldi piccoli qua?

    - Prendili se ti servono.

    - Per buttarli?

     - Allora lasciali lì.

 

   Sono dei spiccioli che stano da anni qua. Il capoto l'ha costatata più di metà pensione, è da capire. Oggi mi sta addosso una cosa incredibile ed è solo mattina.


  Lei doveva tagliare il maiale in 15 dicembre, oggi la sua vicina lo taglia:


    - Domani vado da Walter per dirle di tagliare il maiale questi giorni.

     - Ma tu non hai cosa mangiare? Solo ieri buttavi la carne.

    - Deve essere fatto.

     - Perché la vicina lo sta facendo già?

    - Non parlare più!


 

   A parte che non voglio proprio essere qua a un tale evento, per me andava realmente bene la data stabilità prima. Questa vicina con la sua fretta....


 

    Io in estate ero contentissima, realmente splendevo. Adesso....


 

   La foto con il simpatico delfino è aperta per 2 volte sullo schermo, è simbolo della gioia per me.


 

Va bah allora non avevo nessun conflitto, ero in vacanza e basta.! Adesso questa roba con il cambiamento di residenza mi ha buttato da tutte le parti mentalmente, fisicamente sono sempre qua

Appena arrivata al computer con il pensiero di prima, mi sono trovata con questa meravigliosa foto sullo schermo aperta già. Vuol dire 2 giorni, domani or dopo domani qualche buona notizia ci sarà. Spero solo che avrò la saggezza per fruttificarla, qualunque lei sia.

Mi sono data una mossa per il documento valido per espatrio, il tempo stesso mi sta pressando. Là incontro una mia ex collega.


 

   - Iris non ti ho visto da anni! Sei in Italia?

    - Quest'anno sono stata in Germania.


 

Fortunatamente:


 

- Si fa tutto qui, non deve andare in città.

- Come mai?

- Una volta al anno si fa qua.

- Guarda che fortuna, io sono venuta così a caso oggi.

- Ma ha avvisato anche il prete in chiesa

- ?!


 

In somma... Poi si è capito il perché tutta questa agevolazione per i documenti in campagna:


 

- Ci saranno le elezioni domenica.

- Ah sì? Ho perso il contatto...


 

Se va tutto bene venerdì lo avrò già. Una splendida giornata mi ha permesso fare una lunga passeggiata, almeno questa.


 

- Mamma, saranno le elezioni domenica?

- Noi non votiamo, è per parlamento.


 

Se troverei un partito che sostiene la laicità, io andrei ben volentieri a farlo.


 

Ecco Loretta al telefono di sicuro aspetta già il pacco con la carne.


 

Ho un ottimo legame con Aivanhov, non è la prima volta quando io penso a un soggetto or a una vicenda ed eccolo lì su Fb con lo stesso tema dai miei pensieri:


 

   “Scoraggiamento – un rimedio: rimanere estasiati davanti all'opera divina


  È già accaduto che, in un attimo di scoraggiamento, alcuni artisti abbiano distrutto certe loro opere. È normale non essere mai totalmente soddisfatti delle proprie creazioni, ma perché arrivare al punto di distruggerle? Quegli artisti non solo hanno fatto del male a se stessi, ma hanno anche privato l'umanità di grandi tesori.

La motivazione del loro gesto deriva dal fatto che essi erano rimasti troppo concentrati su se stessi, sulle proprie difficoltà, le proprie angosce, i propri tormenti. Non avevano saputo uscire dai limiti del proprio sé per mettersi in contatto con tutto ciò che di buono e bello esiste negli esseri umani e nella creazione. Solo questo atteggiamento avrebbe potuto proteggerli impedendo loro di dirigere quell'insoddisfazione contro la propria opera.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

    Come questi artisti, anche gli spiritualisti possono attraversare periodi di scoraggiamento, poiché percorrono un cammino difficilissimo e possono essere tentati di rinnegare il proprio impegno. Provino invece a rimanere in ammirazione davanti alle opere di Dio, in ammirazione davanti ai servitori di Dio, e quell'ammirazione li metterà al riparo dalla tristezza e dalla disperazione che le imperfezioni di cui soffrono possono ispirare loro. “

 

Omraam Mikhaël Aïvanhov


 

Che strana sincronicità, non è la prima volta. Quando io pensavo ai visi scuri, che non mi sono mai piaciuti, aveva un testo simile su Fb.


 

Mamma mia ma che nervosità ha oggi questa donna, se sta solo in casa da dei numeri. Pretende... impone... almeno ci prova. Il solo che si piega alla sua volontà è il vecchio che non c'è la fa nemmeno a stare in piedi.


 

- Passa da Walter e dirle di venire qua per tagliare il maiale.

- Walter ti ha detto già che non ha tempo.

- Vicina ha dei ragazzi, si è aggiustata. Io pagherò qualcuno per tagliarlo.


 

Questo è il suo problema: la vicina. I soldi prenderà da me ovviamente, lei non ha più.


 

I miei viaggi, come li sento la mancanza. Come sento la mancanza di diversità.


 

 

 

 


 

 

 

 

 

   Giuro se non mi esce il documento in tempo utile, vado ad affittare un alloggio in città.

  Ecco il mio sé ha cambiato posizione è sempre alla sinistra più su rispetto a me, molto più grande rispetto ai giorni scorsi. Mi guarda con compassione. Non so ma è sempre scuro, non è che salta in una gamba per la gioia di questo mio pensiero.


 

   Sono anni da quando voglio sganciarmi dai famigliari e farmi una vita di mio gradimento e mai sono riuscita. Inizio ad avere dei seri dubbi non circa la mia capacità di muovermi nel mondo, ma che io avrei scelto un altro destino. Ho sempre quella strana sensazione che “è qualcosa che non va” per me e l'ho da mesi. Non posso leggere dei testi a carattere generale, ognuno di noi è unico e irripetibile, ognuno di noi ha un suo specifico destino. Magari sarà questo fine anno liberatorio per me, stiamo a vedere cosa riuscirò combinare.


 

Realmente voglio partire di qui prima del evento della madre, non mi piace assistere a una roba così. Loro due non sono più capaci a fare grandi lavori, poi si fa una miseria con il sangue e tutto il resto...


 

   Sento tanta energia maschile qui, una cosa pazzesca. Al lavoro raramente la sentivo, dimenticavo perfino di essa. Qui invece che siano discorsi di donne or di uomini, hanno sempre questa carica di maschile. Donne realmente donne a come vedo è rarissimo trovarle.


 


 

      Martedì 06.12.2016


 

   Arriva Walter per chiarire le cose:


 

- Io non ho tempo, ma ci sono degli uomini che potrebbero farla.

- Io non taglio il maiale con gli estranei.

- Mamma, ma cosa hanno gli estranei?! Ti mangiano il maiale?

- Puoi aspettare Gianni, lui sarà qui un mese e non ha nulla da fare essendo l'inverno.


 

Niente da fare però:

 

- Il suocero di Loretta manda pacco la prossima settimana.

- Non è il tuo affare, lui ha 4 figli in Italia.


 

   Arriva e Corina più tardi con lo stesso discorso:


- Mamma se ti servono persone per il maiale, le trovo io.


  Da un mese solo questa sento, che noia! Non vedo l'ora di partire e farmi qualche passeggiata. Ho semplicemente bisogno di una nuova realtà.


 

E mi viene questa musica, dove la parola avanti appare parecchio:


 

 

 

 


 


 

 

 

  Oggi dopo 49 anni di vita ho visto i dati dalla mia nascita, non è che erano nascoste ma io fino oggi non li ho viste. Così vedo che sono natta in 14, ma il rilascio del certificato è avvenuto in 17. Fino qua non pareva nulla di particolare ma poi scopro di avere il numero 11, come neonato nel 1967. Strane coincidenze, il 5 e il 11 li incontro un po dappertutto.


 

Quel “qualcosa che non va” mi sta letteralmente snervando in questi giorni, così che reinizio la ricerca dopo indizi e chiarimenti che facessero per me. Sono finita ancora una volta a Sibaldi e i suoi 72 angeli cioè energie che ci accompagnano per la vita.


 

Mi sono divertita sentire Sibaldi:

 

   “AA Michele è il padrone degli ebrei, i trasgressori, che non riescono star fermi e dove vanno stano creando confusione”

 

 Eccomi: in queste poche parole mi ritrovo! Star ferma per me è una grande sfida, mi pare un grande blocco se non addirittura un auto-sabotaggio. E' in effetti arcangelo della decade del capricorno dove mi trovo ed io.


  Ho Harael come angelo cioè come energia, poi Binael, poi AA Michele. In somma un bel po di potenti energie mi accompagnano in questa vita, hanno da fare con la ricchezza intellettuale e la libertà.


    "agli altri basta guadagnare per se stessi e per i loro cari? Agli Harahe’el sembrerebbe una prospettiva soffocante.

Gli altri sono contenti di abitare nel loro presente, e credono sia già una gran cosa capire la propria civiltà?

Gli Harahe’el hanno invece bisogno di spaziare, di conoscere e far conoscere l’altrove, il futuro, il passato, l’ignoto.

Si sentono al tempo stesso esploratori e tramiti: media, porte attraverso le quali ciò che è stato dimenticato o ciò che ancora non è stato scoperto possa giungere nella loro epoca attuale e ampliarla.

 

Può trattarsi, nei casi più eroici, di ideali, di grandi sogni ancora irrealizzati: un «I have a dream…» come quello dello Harahe’el Martin Luther King. Oppure, più semplicemente, di idee nuove: quando è questo che li interessa, una qualche antenna li guida con sicurezza verso ciò che è più all’avanguardia, se ne impadroniscono, lo divulgano, lo trapiantano là dove operano, preoccupandosi che metta radici e dia frutto.

 

O ancora quando si interessano più degli individui che dei Paesi, quella stessa antenna permette loro di cogliere negli altri qualità e possibilità che, talvolta, essi stessi ignorano o sospettavano appena: e sanno incoraggiarle, educarle, promuoverle".

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

     Lo stesso talento può dar loro riuscita in tutti i campi, compreso quello di produrre e moltiplicare ricchezze. In questo caso l’oro stesso è una sorta di "materializzazione dell’altrove, un condensato di potenzialità: appunto così lo intendono gli Harahe’el, e perciò lo amano e, solitamente, ne sono amati".

Ma gli Harahe’el più evoluti toccano anche altissimi livelli di generosità e di eroismo: dal dott. Albert Schweitzer in Africa a Giovanna d’Arco, che mediava tra i mondi parlando direttamente con il proprio Arcangelo. In effetti sono individui molto determinati, fino a divenire notevolmente intransigenti, se non fanatici.

 

  C’è in questo un rischio di rigidità che, per seguire davvero i loro impulsi innovatori, essi devono smussare; in particolare devono combattere duramente le forze conservatrici, le barriere dello ieri (proprio o dei familiari), che impiglia le loro vite più di quanto essi siano in grado di riconoscere.

Molto del passato infatti tende a restare «presente» nel loro vissuto come sopravvivenza di questioni non risolte, anche da moltissimi anni: "debiti e crediti esistenziali da sanare, rancori, rimorsi, rimpianti, promesse da mantenere, nostre, dei genitori, dei nonni… fin da piccoli gli Harahe’el lo intuiscono, e sentono tutto ciò come una pena e una sfida: il loro compito è vincerla – a denti stretti e muso duro – e non c’è dunque da stupirsi se nel farlo non brillano per senso dell’umorismo, o appaiono bruschi ".


 


 

     Mercoledì, 07.12.2016

 

   Partit scritto proprio così in nero grassetto, pare che sia dentro di me, parte sinistra del corpo.

E' una strana parola che non appartiene né al italiano e né al rumeno. Mi sono svegliata avendo in testa questo enigma, era da ieri sera presente.

    Una tensione enorme era nel corpo ieri sera, senza motivi esterni era lì tutto dentro di me. Addirittura mi è passato in testa “mi sto spaccando in due. Sto rinascendo come Venere che esce da una conchiglia.”


 

   Non ho mai sopportato le strane pretese di questa donna. Lei ha fatto un sacco di figli perché altro non è stata capace a fare:


   - Io taglio il maiale sabato! Verrà Walter e i nipoti e basta. Ma io ho cresciuto tanti figli e adesso devo pagare degli estranei?

 

   Solo ieri Walter le ha detto che non ha tempo. Mamma mia oggi dal mattino mi inizia con la sua grande delusione ha cresciuto tanti figli ed eccola qua da sola, senza aiuto e via dicendo. Si muove di là e di qua agitata e scontenta. Che noia!


 

Che strano, adesso cercavo il testo di ieri per AA Michele e sento gli stessi accordi celtici verso sinistra. C'è un legame con i celti?


     - Iris, vai da Laura per chiedere un po di pasta.

     - Vai tu da Tamara, se ti serve.

     - Io ho cresciuto tanti figli e vado dai vicini?!

    - Smetti con questa stupidaggine! I figli hanno la loro vita e tu altro non hai saputo fare.


  Ma basta, mi sono stufata! Non sono nemmeno arrivata al testo di AA Michele, con i suoi interventi cosi ripetuti. Non sa stare ferma, sarebbe anche lei sotto l'influsso di AA Michele?! Non escludo.


   Ritorna dopo una decina di minuti:


   - Vai tu da Laura a chiedere. Tamara ha tagliato il maiale oggi, non vado a disturbare.

  - C'è tempo fino al pranzo.


  Io no so se realmente quella lì ha tagliato il maiale or lei vede dappertutto vicini che lo stanno facendo e lei no. Rimane indietro del gruppo?!


 

  Ci arrivo oggi a AA Michele? Non. Adesso vado a negozio per comprare quello che li serve.


   A negozio giovane donne 35 - 40 anni, donne mai uscite dai confini della loro comunità né fisicamente e né intellettualmente. Soggetto molto importante per la commessa Marcella e una cliente:

 

   - Non, allora sarà chiuso. Io devo andare anche a chiesa.

    - Perché lui non va più a chiesa?! Si è pentito?

     - ?!

  Non ho capito cosa le ha risposto la commessa. Che limitatezza, ragazzi! Ignoranza direbbe Sibaldi cioè ignora quello che è intorno.


  Appena arrivata qui reiniziamo daccapo:


   - Iris, fai un dolce oggi, domani è festa.

    - Lascia stare con queste feste.

     - Così è da noi.

 

   Questa religione.... è ovvio che non sparirà mai dalla nostra vita, è troppo radicata nella mente di tutti noi. Un suo cambiamento invece sì, ci vuole.

 

   Mamma mia ma oggi non c'è la fa proprio, adesso sta cercando scandalo con la vicina se con me non le va molto bene:

 

- Ma cos'è qua?! E' come ai zingari: tacchini, cani ecc. è tanta miseria. Di tacchini hanno loro bisogno?!

 

  La vicina è andata in visita da sua nuora, magari non aveva voglia né di sentirla e né di litigare oggi.

 

  Non trovo grande cosa per AA Michele, come energia parlando. Pensando a questo gli stessi accordi celtici verso sinistra, sarebbe meglio cercare qualcosa collegato ai celti. Tuttavia vedo l'immagine dal sito di Ronna, allora è un testo canalizzato che mi sarebbe di aiuto adesso. Ma su quel sito sono centinaia di messaggi.


   Ho un sonno tremendo, pare che non avessi dormito abbastanza stanotte. Questa donna invece si muove di là e di qua senza tregua. Oggi è una tempesta solare e ognuno di noi si manifesta a suo modo. L'energia mandata di sole oggi va verso verde molto chiaro fino a un bianco splendente. “I mille soli” non è una metafora, è la verità ed è assolutamente visibile.

 

   - Iris, hai chiuso la porta a quella stanza?

- Non, perché?

- Mi ruberà qualcuno il capoto appena fatto.

- Mi avete proprio snervato con i ladri. Andati tutti a chiesa e poi vi state rubando come nella foresta?

- La chiudo io, non sai chi entra qua.


 

Oggi proprio mi ha rotto le scatole, non è stata capace a stare ferma un mezz'oretta con quel lavoretto a mano. Questa tempesta solare ha i suoi strani effetti. Non è disturbo che viene a dirmi qualcosa, ma ha tanta carica emotiva nelle richieste.


 

Un po stufina, presa tra una vacanza che non mi la sono goduta per niente come tale e l'attesa di una notizia dal lavoro, dico parecchio irritata:

   Ma alla fine chi ha chiesto questa illuminazione? A quanto io mi ricordo non l'ho mai detto.

    Molto più su di me vedo “l'angelo” un essere vestito di bianco con la sua tromba.

   Chi è così rappresentato in simbologia e mitologia, Gabriele? Sì è AA Gabriele, l'angelo delle rivelazione.


 

   Ho avuto almeno la fortuna di un tempo mite per questa stagione. Stasera fa un bel gelo ma domani farà caldo. Ho guardato già da quelle parti, ho dei dubbi che la neve ci fosse, mi mostravano addirittura 11 gradi soleggiato. Caspita che bel tempo in montagna.


 

   “E' qualcosa che non va”, cioè energia bloccata, incompresa, non trasformata. A dire il vero mi sono stufata dire anche questa.


  Maria sta parlando di scelta giusta in questi giorni. Avendo da tanto tempo in testa Amsterdam, chiedo dal mio sé:

 

   Che cosa dici di una tale scelta?

   Il sé mi mostra un quadro scuro, niente chiaro.

 

   Allora questa roba con Amsterdam da dove è arrivata?

   Il sé tira dal indietro di me con un filo grosso qualcosa.

  Ho capito, anche questa viene da lontano.

 

    Allora tu cosa vuoi?

   Mi mostra un quadro bianco splendente.

   Vuoi che io diventasi luce? Che Dio mi benedica allora. Il cuore si muove contento verso destra.

  Mi ha sorpreso il movimento del cuore, pensavo che fosse addormentato ed invece no eccolo lì molto sveglio.


   E pure ho l'impressione che non vedo abbastanza, non ho sufficiente chiarezza con tutte le guide che ho e con tutte le mie capacità extrasensoriale sviluppate parecchio.

Avverto la stessa pressione nel corpo siccome mi spaccassi in due e di lì sta uscendo Venere.

   Vedo i miei occhi strani, molto grandi, sembrano solidi, bianco grigio.

  Ma non così sono gli occhi ai ciechi? Magari si sta aprendo il mio terzo occhio, la fronte mi da dolore.


  Io non so chi sono, da anni mi sto scoprendo. Tuttavia ho la tendenza di ritrovarmi da qualche parte, di trovare persone che hanno un cammino evolutivo più or meno simile al mio almeno nelle svolte decisive. Adesso mi chiedo gli occhi trasformati così, sono simbolo alchemico?


 


 

    Venerdì, 09.12.2016


  Mi sono addormentata ieri sera vedendo gli occhi nello stesso modo grandi, bianco grigio, parzialmente usciti dal orbita. Secondo me in un modo or altro si stano trasformando proprio adesso.

Mi sveglio vedendo alla sinistra la stessa persona vestita diversamente, appartiene a un altra cultura. Mi pare che sia Nadav, se non sbaglio.

Poi vedo una luce bianca sul soffitto come una linea dritta e un ORB grande muovendosi con leggerezza di qua e di là nella stanza.


 

   Ieri è stata una giornata particolare di assoluto riposo, la tempesta solare ha avuto un effetto molto calmante per me. Solo alla sera ho letto un testo di San Germain circa i pensieri. Mi sono alzata da letto per leggerlo ed esattamente questa scriveva che per eliminare i pensieri indesiderati noi ci mettiamo sul internet!


 

   “Non è una cosa negativa avere dei pensieri e anche come Maestro continuerete ad averne. Inizierete però a discernere quali sono i vostri veri pensieri e da dove arrivano. Hanno origine dalla vera Essità? O da una fossa biologica della coscienza comune?

Non sono vostri. Non sono vostri e la mia sfida più grande nel lavorare con voi è aiutarvi a capire che i pensieri – immaginateli come piccole bolle puzzolenti che escono da voi – non sono vostri. Quando cercate d’influenzarli e di controllarli con un'altra bolla puzzona, non funziona. Peggiora le cose finché si esaurisce, vi porta al collasso. A quel punto o avete una rivelazione spirituale o vi mettono in manicomio. (qualcuno ride nervosamente) È proprio così semplice, una cosa o l'altra. Forse non c'è molta differenza, ma almeno in uno potete vivere davvero. La domanda è, in quale dei due. (Adamus ride) Ora potete ridere. Questa era divertente. (qualcuno ride)

 

 

 

 

 

 

 

 

  

    Dunque, i pensieri. I pensieri sono l'inganno più grande. Miei cari Maestri, insegnanti, amici se c'è una cosa che vi chiederò di insegnare agli altri è che pensieri sono un vero e proprio inganno. Non sono vostri e quando lo insegnerete ai vostri studenti fate in modo che, aiutateli a – non obbligateli – a capire che non sono loro a meno che non lo vogliano. Ciò causerà ogni tipo di reazione perché vi diranno, “Non so quali sono. Non so se voglio che siano i miei pensieri” Poi faranno un'altra scoreggia di pensiero per cercare di capire se quel pensiero è loro e no e voi vedrete il dilemma. Voi vedrete il dilemma.

 

   Voi siete anche molte non verità – è un dato di fatto, in maggioranza sono non verità – ma va bene così. È molto comprensibile, perché mentre attraversate questo corridoio, questa dimensione, quest'esperienza accumulate davvero molte cose che non sono vostre. Accumulate un mucchio di pensieri. Accumulate emozioni. Accumulate persino le esperienze che in realtà non sono vostre. Mentre passate da qui, accumulate un mucchio di roba. Fa parte dell'esperienza. ”


 

SHOUD 8: “SCOPERTA 8” – con ADAMUS, canalizzato da  Geoffrey Hoppe

Presentato al Crimson Circleil 5 aprile  2014


 

   Mamma mia questo maiale, quanta agitazione... Non vuole aspettare ancora qualche giorno fino arriva Gianni e potrebbe fare tutto con calma.

 

    - Con chi lo farai domani?

     - Ha detto Corina che verrà lei per darci una mano.

     - Lei non sta mai in freddo, sei sicura?

     - Sì ha detto così.

 

    Che casino con questi anziani, telefono per assicurarmi. E' un maiale gigante supera 200 chili e nessuno di noi è macellaio. Trovo Corina innervosita esattamente come l'anziana:

 

    - Se Walter non trova un giorno per farlo, è sempre occupato....

     - Corina lui ha la sua vita, non sta alla disposizione di una senile.

     - Senile sei tu!

 

   Che dire? Solo poco tempo fa mi raccomandava di chiudere la porta a chiave perché l'anziana da segni di demenza.

In realtà Corina c'è l'ha con quel pezzo la terra finito da Walter, secondo lei era un suo diritto. Sono passati circa 10 anni di allora, ma non lascia mai sfuggirle nessun motivo per pungerlo. Magari per tutta la vita farà, quando i fratelli vivono nello stesso villaggio è una incensante rivalità.


   Da canto suo l'anziana mi sta addosso una cosa incredibile, ha finito i soldi da un bel po. Io faccio la spesa, ma a quanto pare vuole soldi per domani.

 

   In somma..... Ho il documento valido per espatrio e posso muovermi. Mi piacerebbe vedere una splendida città, ecco Vienna l'ho vista solo di passaggio. Perché no?

 

  Un splendido tramonto, in colori molto intensi. Domani sarà una bellissima giornata.


 


 

     Sabato, 10.12.2016

 

    Fb mi ricorda che oggi si festeggia la giornata dei diritti umani, dal 1948 sta lì quasi sconosciuta ai più.


   “Tutti gli esseri umani nascono liberi ed eguali in dignità e diritti.
Essi sono dotati di ragione e di coscienza e devono agire gli uni verso gli altri in spirito di fratellanza.”

 

Il primo articolo della Dichiarazione universale dei diritti umani.

 

 

    E' bellissima la parola fratellanza, non è che sappiamo qualcosa al riguardo.

 

  Io mi chiedo quando i diritti umani entreranno nelle chiese? Perché ognuna di essa entra in conflitto con i diritti del uomo e sopratutto quello della donna.

 

   Vado dal negozio per qualcosina, al ritorno mi trovo sullo schermo con il testo di Dalai Lama etica, manca la etica nella nostra vita e nei nostri rapporti umani. Lo sappiamo già.

 

 

   Questa donna morrà con lo stesso carattere di tutta una vita, quello che io non capisco perché le sue figlie essendo giovane danno prova di più senilità di quanto abbia lei a causa del età. La chiesa cattolica ha delle influenze molto strane sui fedeli e lei va alla messa ogni giorno!

 

 

  Mi riposo un attimo con una sigaretta dopo questo lavoretto continuo che è stato oggi. L'anziana mi guarda soddisfatta, Corina ha annunciato la sua partenza in Belgio per tempo indefinibile, magari spera che mi fermerò io qua.

 

  Più tardi io vado da Laura, al ritorno trovo tutte due nel orto parlando. Sentivo solo Corina con un tono più forte:

 

   - Così ti ha detto?

    - ?!

    - E tu dovevi dirle che è il tuo maiale e fai quello che vuoi con esso.

    - ?!

   - Oriana ti ha detto di lasciarla per buttarla fuori di casa.

 

   Questa donna ha una ossessione con il cibo pazzesca, per lei è solo un mezzo di manipolazione e niente altro. L'anziana è stata sempre così. Una ventina di anni fa, Giulio aveva qui un maiale a quale portava anche del cibo. Lui viene per tagliarlo: era il suo.   L'anziana va da gli altri due fratelli per dirle:

 

  - Oh mio dio Giulio porta via il maiale!

 

   Senza dare spiegazioni in più cioè senza dire la verità. In somma i fratelli non lo hanno aiutato per tagliarlo, Giulio è rimasto malissimo di seguito a questa vicenda. In effetti è stato il primo e l'ultimo a tenerlo qua.

 

Che rapporti ragazzi! Divide ed impera. E' solo una contadina con 4 classe, per noi invece lei ha un ruolo importante e pur avendo capito come funzionano le cose eccoci tutti qui inimicati come mai prima. Una macchina da riproduzione resta quello che è, l'errore è di aspettare qualcuno qualcosa di più da un persona ridotta così.

 

 

Sono dei tramonti spettacolari in questi giorni e bellissime giornate. Stasera mi sono goduto per lungo tempo un tramonto in rosso intenso, una meraviglia. Entusiasmata dico e a Corina:


 

- Guarda che meraviglia è il cielo!

-?!


 

Lei appena aveva la testa piena con quello che ha parlato con la sua mamma, ha guardato un po e basta.


 

   Ecco ho scritto di manipolazione che si utilizza in questa casa da sempre, noi ovviamente abbiamo imparato benissimo a fare altrettanto e forse anche di più.. Entro su Fb e trovo un testo a Evolution coaching che proprio di una coppia che non funziona parla e di come il ricatto e la manipolazione puoi ritrovarle anche nei figli. Bellissima sincronicità!

Ecco questa è una mancanza di etica nei rapporti umani e in noi stessi.


 

   “In questa battaglia silenziosa nessuno può uscirne vincitore, né indenne, neppure i figli, che vivono ogni cosa sulla propria pelle e, quando sono più grandi, imparano ad approfittarne, a proprio vantaggio.
Per potersi sganciare dai legami inconsci è importante trovarne l’origine profonda e riequilibrare ciò che era sbilanciato nel sistema familiare d’origine, e riconoscere la manipolazione, continuando a metterla in evidenza. Piuttosto che subire, è fondamentale dire: “Mi sono accorto che fai questo per ottenere quest’altro”, di modo che la dinamica venga allo scoperto e vista per quello che è.
La Verità, riconosciuta ed ammessa, rende liberi.”
~ Valeria Pisano ~


 


 

Chiudo la giornata con: il sé molto grande ma scuro alla sinistra mostrandomi un foglio bianco piccolo e acanto a esso un fiore di plastica. Il fiore è roso scuro con 4 grandi petali ondulati, ha solo 2 piccoli fogli verdi ovali.


  Adesso... io sento l'energia delle piante, ovviamente non sentivo nulla guardando un fiore di plastica. Non sentivo nulla né guardando a un foglio bianco.


 


 

   Domenica, 11.12.2016

 

   Mi sveglio sentendo la voce della madre alla porta e pensando a qualcosa: vedo il mio viso molto giovanile, la mano destra viene inchiodata. Guardavo quel viso poco spaventato rispetto al dramma, sentivo invece l'emozione forte dentro di me.


  Non so a cosa ho pensato, presa di questa immagine che ha del orrore non posso dire che cosa l'ha scattata. So solo che è stata una notte breve, mi auguravo di dormire di più in mattinata. Sfortunatamente alle 8 questa donna mi bussava nella porta, ero sicuramente molto scontenta:


   - Ma non potevi prenderti i vestiti ieri sera?

    - Non sapevo che tempo farà oggi.


   In somma … poteva aver dimenticato. Per me è molto stretto qua e sicuramente avevo i pensieri alla partenza, voglio respirare aria diversa e riposare in pace. Domani è in 12 e dal lavoro non mi hanno ancora cercato, magari non aprono più in 15. Di solito mi mandano un messaggio qualche giorno prima.


 

   Essere inchiodato deve avere un suo significato. Magari è uno schema mentale che si sta attuando adesso, viene però da una sensazione simile dal passato? Poi la destra è il agire, il manifestarsi in materia e qui non c'è azione. Sì secondo vari siti web vuol dire blocco e sofferenza. Caspita!


 

Dunque quella immagine per nulla rassicurante era al mattino, al pranzo riprende il suo abituale discorso:


 

   - Iris, resta qua nel inverno.

     - Si come no?!

     - Dove vai con il freddo?

       - Ma io lavoro fuori?!

 

   Sono passati già 2 mesi, il tempo ha una velocità estrema. Mi piacerebbe vedere una città mai vista, prima di iniziare il lavoro.


 

   Leggo Kryon e la sua spiegazione per la ricalibrazione che finisce questo anno che è un 9, un completamento. Ha ragione anche lui io ho iniziato in 2007 un ciclo con tanti di alti e bassi, avanti e indietro innumerevoli volte, spesso indecisa sul da fare, vari paure e dubbi che venivano a galla apparentemente dal nulla. Sì, sono contenta per la sua fine.


 

    “Magari qualcuno di voi è stato sopraffatto quest'anno; alcuni no, ma un bel numero di quelli che ascoltano questo messaggio. E avete detto: "Quando finirà la Ricalibrazione?" Osservate la Numerologia e decidete voi! È l'anno del completamento; è un 9, che si muove verso l'anno dei nuovi inizi. La Numerologia è una sensazione e un obiettivo generale dell'Energia del Pianeta e di tutte quelle cose che sono qui. Gli Esseri umani rispondono a queste energie con libero arbitrio, ma in generale molti di voi hanno avuto un anno tosto. È il vecchio pensiero umano che prende e proietta nel futuro quello che sapete del passato, e sono qui a supplicarvi di non farlo. Questa sera darò un messaggio che è diverso, vi dirò cose che non avete ascoltato in precedenza e alcune che avete già ascoltato. Ma la premessa sarà la stessa: state iniziando a cambiare voi stessi, la consapevolezza che avete. Vi chiedo, potete percepirlo? C'è qualcosa all'orizzonte, non lo percepite? Non vedete che la Luce sta arrivando? Non percepite la fine della sofferenza? Magari la fine di ciò che chiamiamo "Coincidenze Deludenti", di sincronicità che non sono quello che avete pianificato. Tutto questo, miei cari, mette un bastone nelle cose e le mescola, così che voi, insieme a quel bellissimo amorevole Dio Interiore, potete entrare nella Luce del Sole nel 2017.

 

 

 

 


 

 

 

 

 

   È una metafora che dice: "Ho finito, ora cominciamo col Piano." Desidero dirvi perché siete qui: non è per sforzarvi all'interno del piccolo cerchio che chiamate voi stessi. Quello che succederà prossimamente in questo Pianeta dipenderà da quello che vi aspettate che succederà. Questo è il Potere dell'Operatore di Luce. C'è un vecchio paradigma, e che sia in relazione con genitori o con una organizzazione, vi vede seduti lì aspettando che accada qualcosa; vi vede ad ascoltare la saggezza altrui; vi vede essere riconoscenti... e poi tornate a casa. C'è un altro paradigma, miei cari, dove siete voi i predicatori, dove siete voi i genitori, dove letteralmente prendete l'Energia con due mani e la muovete verso dove volete andare. "Kryon, queste sono delle belle metafore... Ti andrebbe di parlare in inglese?" Ok. Non c'è mai stato un tempo nella storia in cui l'Operatore di Luce abbia avuto più Potere sulla sua consapevolezza. Non c'è mai stato nella storia in cui l'Operatore di Luce abbia avuto più Potere. E questo è dovuto al cambiamento nella Coscienza che gli antichi hanno predetto che è qui. Le scritture sui muri delle Piramidi nell'America Centrale sono letteralmente le parole: "Se l'umano passerà questo punto, ci sarà la più alta Coscienza che si sia mai vista.". Vi guardate attorno e dite: "Beh non per ora, non è vero?" E vi dico di sì, perché siete voi di cui si sta parlando, nient'altro. Voi! Eccovi la mia domanda del giorno, in questo brevissimo messaggio: Cosa vi aspettate dopo? Anche alcuni dei più profondi Operatori di Luce stanno tagliando le frontiere e, in senso metaforico, coprendo le finestre. Non volete neanche vedere cosa viene dopo, o avete paura di quello che viene dopo, perché "non è fatto per voi"... lo avete classificato. E se vi dicessi, miei cari, che il Potere di ciò che vi aspettate creerà quello che succede? Non riguardo le cose importanti che vedete nei notiziari, ma riguardo gli Operatori di Luce di tutto il Pianeta. E potreste dire: "Questo è un pensiero piuttosto comodo" Benvenuti nella Nuova Energia: è così! Miei cari, quello che vi aspettate otterrete. L'ho detto in precedenza: se vi aspettate il peggio sarà come effettuare un ordine all'Universo, e questo verrà ai gradini della vostra porta dicendo: "Ecco il peggio, è quello che hai ordinato!" Questo è quanto è intensa! Le parole "Operatore di Luce" significano "Lavorate nella Luce". Lavorateci, lavorateci! Voglio che fate un respiro profondo, e mentre quest'anno si rivolge al prossimo, e voi siete ciò, voglio che vedete l'esito più benevolo, voglio che vedete la Luce. Voglio che vedete Dio in tutti. Voglio che sorridete quando le cose non vi piacciono e che dite: "Questo o qualcosa di meglio".  Voglio che vedete la ragione per cui siete venuti. Voglio che vedete la ragione per cui siete nati. Voi contate. Questa è la ragione per cui siete qui!”


 

Kryon/Lee Carroll - mini canalizzazione - 4 dicembre 2016 -


 


 

  Quello che non mi è ancora chiaro è dov'è questo grande potere del operatore di luce, del essere umano in generale? In altre parole: dov'è il mio potere? Ancora non mi è chiaro come funzionano le cose a questo livello.


 

Avendo da fare ordine dopo la giornata impegnativa di ieri, ho dimenticato che fossero le elezioni oggi. Generalmente mi implico in politica, questa volta non ho seguito nessuna campagna elettorale. Giulio e papà sono andati a votare con tanto entusiasmo. Io ho perso il contatto con questa realtà, la sola cosa che ancora mi legga dal paese è la cittadinanza.


 

    Perciò mi venivano le parole di Giordano Bruno,

   Che ci piace or non siamo noi …. artefici del nostro destino.

  Vedevo i miei occhi grandi grigi come nei giorni scorsi.

 

 Non mi ricordavo la sua frase completa, solo le prime parole, ma siamo lì con la conclusione:


 

   “Che ci piaccia o no, siamo noi la causa di noi stessi. Nascendo in questo mondo, cadiamo nell'illusione dei sensi; crediamo a ciò che appare. Ignoriamo che siamo ciechi e sordi. Allora ci assale la paura e dimentichiamo che siamo divini, che possiamo modificare il corso degli eventi, persino lo Zodiaco .”


 

  Alla sera gli anziani parlavano di elezioni: quello che hanno visto a TV. La madre era soddisfatta:

 

    - Hai visto che i rumeni sono obbedienti?! Quella donna prima è andata alla messa poi è passata per votare.

    - Tantissimi dal estero hanno votato, non ho visto la Germania.

     - Quel uomo era da 20 anni in Inghilterra e votava pure.

 

  Chissà se mai questo condizionamento che collega automaticamente la chiesa alla santità sarà un giorno stravolto?!


 

Mi ritengo fortunata con questa splendida giornata quasi estiva , chiusa con un meraviglioso tramonto. I tramonti sono spettacolari in questi giorni.


 

  Chiudo la giornata con uno stato interiore molto strano, pressante, realmente fastidioso. Provo allontanarlo con vari affermazioni positive, non avevo più voce. A un certo punto sentivo i battiti del cuore nella testa siccome fossero uniti.

  Il sé molto grande ma scuro sempre alla sinistra mi mostra il foglio bianco con il fiore di plastica accanto, è la stessa immagine di ieri. Poi con una pena nera fa il gesto di scrivere sul foglio.

Io devo scrivere qualcosa lì, io posso mettere emozione e sentimento su quel foglio bianco per darle vita.

 

    Va bah... scrivo e con cosa vivo?

   Il sé si mostra con i capelli in su cioè impaurito.


   Non si parla di questa or solo di questa, io amo camminare, viaggiare e divertirmi. E qui sto facendo un bel niente da tutto ciò.


 


 

     Lunedì, 12.12.2016


    Il sogno è conseguenza dei miei pensieri di ieri sera, conseguenza di quel conflitto enorme che mi teneva in uno stato pressante.

Mi sveglio dopo il sogno, questi due anziani erano anche loro in piedi facendo parecchio rumore:

 

   - Cosa fate qua tanto rumore? Pensavo che fosse mattina già.

   - Sei andata presto a letto per questa.

   Guardo l'orologio: erano ben passate le 2. Non dormiva nessuno a quel ora lì?

 

   “Sento la madre scontenta:

  - Hai portato del olio nella mia casa!

   - Ecco dico forte “porto del olio nella mia stanza”.

 

Mi vedo già arrivata a lavoro. E' molto più grande il locale, esteso adesso su due piani, e con tanti clienti. A un tavolo mi chiedono:

 

  - Vogliamo 18 bottiglie di questa birra.

  Mi mostra una bottiglia mai vista grande ed elegante, trasparente con un liquido denso giallo. Guardo l'etichetta scrive felicità, vedo scritto in blu verso la sinistra 18. Ho dei dubbi per la quantità richiesta:

 

  - Se non ci sono, vi vanno bene i bicchieri?

 

   Guardo al bar ma l'anziano è da nessun parte, è solo lei presente.

Poi vado a prendere un bel po di piatti bianchi puliti ma non asciutti, mi sto bagnando. Vado a cambiarmi i vestiti, i pantaloni neri non sono finiti nella parte di giù, vedo i fili uscendo dal tessuto. Mi svesto su un corridoio stretto indossando subito qualcosa grigio.

Dalla sinistra esce un cliente, è tropo stretto il luogo. Arriva lei parecchio scontenta del posto trovato di me. Mi mostra una porta chiusa, con un grande vetro e tenda bianca:

 

- Potevi svestirti nella tua stanza. Qui stiamo noi e là sarebbe la tua.

 

Sono tropo vicino di loro e non mi piace, dalla loro stanza si entrerebbe nella mia.

 

Lei risponde al telefono, poi mi chiama:

 

   - Ti cerca il tuo papà.

 

  Sento una voce sconosciuta giovanile, mi pare strano tanto mistero, mi raccomanda solo:

   - Non rispondere più.

  Ho capito: mi cercherà quando avrò finito.”


 

   Se è 18 dicembre sarebbe la domenica, fine di questa settimana. A come vanno le cose potrebbe essere allora, pensavo in effetti di contattarli io se loro non lo fanno. Se sono 18 giorni allora sarà la fine di questo anno in qualche modo risolutivo per me. Spero che sia quel famoso anno che io aspetto in verità da tantissimi anni.


 L'olio è il combustibile per la candela, per la luce. A quanto pare le affermazioni fate ad alta voce hanno un loro effetto ed io li dico proprio qui nella mia stanza. “Svestirsi” vuol dire eliminare condizionamenti e convinzioni mentali che non ci appartengono.


 

   Qui stano diventando proprio pazzi, per la paura della morte or per pigrizia questa donna non fa più gran che in casa.. Strano che a chiesa ancora va, si veste, si prepara senza problemi in presto mattinata, del resto.. Si muove di là e di qua preoccupata solo della morte :

 

   - Iris, prendi tu le mele che sono per terra.

    - Di al vecchio di farla, si annoia tutto il giorno fermo.

    - Vuoi che andasse per terra?

   - Non deve morire un giorno?

    - ?!

 

    Lei fa oramai poco movimento ma non lascia né lui muoversi, giustamente sono annoiati e arrabbiati spesso. Non mi è mai piaciuto fare la badante, preferisco il ristorante.


 

  Più tardi esce anche lui in cortile e mi guarda un po impaurito, da una parte hanno paura della morte d'altra parte hanno paura della povertà. Chissà come mai?! Gli servono dei soldi per entrare in Paradiso?


 

  Passa poi una donna parente del suocero di Loretta, come aspettava la madre un giusto momento per sfogarsi contro quello lì. Che noia!

 

    - Se l'anno prossimo non prendo delle mele da Loretta, dirò a Walter di tagliare gli alberi!

 

Se il papà non è più in forza pensa che i figli risponderanno prontamente ai suoi desideri. Come no?!


 

   Questa era tra un buon pianto or una buona risata. La giovane raccontava cosa ha fatto la moglie di lui, anche lei settantenne:

 

   - Sai quando è venuto il prete in visita da loro, lei si è lamentata al prete del sesso: fa troppo.

    - Non dimmi?! Stupidaggine del genere parla lei?

     - Sì.

     - Ma come?! Sta con il rosario nelle mani tutto il giorno.

      - Parla, parla tanto.

 

   Come ho detto già io ho dei dubbi che in una comunità del genere fosse qualcuno sano cioè equilibrato. Magari quella anziana si è sentita in colpa per una vita per aver fatto del sesso.

 

     - Hai sentito cosa ha detto quella, questo qua non vuole mandare carne a Maria?!

     - Mamma loro sono anziani e ammalati con piccole pensioni, lei vive come una signora in Italia e vuole da mangiare da loro?! Perché gli altri 3 che ha là non pretendono?

    - Chissà perché solo lei vuole carne dai genitori.


   In effetti: perché? Erano discorsi inutili, banalità che sentivo senza voglia.


 


 

    My way


 


 


 


 

    Giro di qua e di là su Fb, soffermandomi al effetto placebo che dimostra di quanto sia potente la convinzione di una persona. Passo a Kryon e al DNA già attivato nei nuovi esseri umani, mi pare ovvio ai miei nipoti. L'universo stesso ci sostiene nel evoluzione: eliosfera è diminuita di 20% nei ultimi anni. In somma testi interessanti niente da dire.


 

   Tuttavia il testo che mi ha realmente colpito è quello di Valeria, è molto forte la sincronicità con questa donna. Io sul sito in 2 mesi sono entrata per 2 giorni e finita lì.

 

   “Se la tua Anima Immortale ha un progetto che prevede il Bene di molti, qualsiasi tua resistenza non potrà impedirti di realizzarlo. Se centinaia o migliaia di persone, direttamente o indirettamente, sono destinate ad essere beneficiate da Te, nessuno ostacolo potrà far sì che non vengano raggiunte. Se le tue paure ti impediscono di vedere la tua grandezza, essa non mancherà di manifestarsi, poiché esse sono più piccole.


   Se il Mondo ha bisogno della tua Opera, sta già urlando per chiamarti, anche se ti sembra di non sentire. Ti stai forgiando attraversando sofferenze e difficoltà, e questo è esattamente quello che ci vuole per toglierti ogni dubbio.
Quando vedrai la potenzialità sfavillante del Bene che farai, la riconoscerai, e l’accoglierai e l’abbraccerai, e saprai d’aver trovato ciò che hai sempre cercato, senza neppure saperlo. “


~ Valeria Pisano ~


 

  Alla sera ancora insistenza da sua parte:

 

   - Iris, resta qua quest'inverno.

    - Mamma non vedo l'ora di partire, a farmi una passeggiata.... Cosa vuoi che facessi io qua?

    - Va via sia Corina che tu.

    - Corina comunque veniva una volta al mese da voi.

     - Sapevo che è qua.

      - E' Laura qui vicino.

      - Hai soldi per la partenza?

      - Vuoi che prendessi da te?!

      - Io non ho.

 

   Lo sapevo, stavo solo scherzando, questa ossessione con i soldi. Certo è che sono rimasta con un bel mal di stomaco di seguito a questa discussione.


 

   Una donna piena di vita è scritto dentro di me in nero. Ed eccolo qua:


    atemlos = senza fiato

 

 


 

  

 

 

 

 

  Questa canzone è troppo bella, la cantante anche.
 

  Monia Zanon parla di sesta razza, tema caro ad Aivanhov, beh siamo già qua e da un buon tempo. Confermo la sua teoria: il legame con la natura è fondamentale. Il cuore stesso si è trasformato in un bel disegno geometrico solo pensando alla bellezza in quale fortunatamente sono vissuta quest'anno: mi ricordava il Paradiso.


 


 

    Martedì, 13.12.2016

 

   Alla fine il nero in alchimia non è per niente negativo anzi.

 

  Mi pareva:

 

   “Dal mio punto di vista, l’intera storia del genere umano è solo un lungo e ingiustificato crimine commesso contro ogni individuo.

Ha servito gli interessi istituzionali… è stato utile a tutti coloro che detengono il potere, agli intellettuali e ai ricchi, due altre forme di potere. Questa gente vuole che non un solo essere umano sia centrato in se stesso, perché chi è centrato dentro di sé non può essere sfruttato, non può essere ridotto in schiavitù, non può venire umiliato, non può essere costretto a coltivare un canceroso senso di colpa. Ed è per queste ragioni che si è impedito all’umanità di evolvere.

 

 

 

 

 

  

   Fin dall’infanzia tutti vengono criticati.
   Qualunque cosa si dica o si faccia è sempre sbagliata. Naturalmente, si diventa timorosi di dire o fare qualunque cosa di propria iniziativa. Chi è obbediente viene apprezzato; chi segue le regole e gli ordini imposti da altri, viene apprezzato. Tutti lo lodano.

Questa è una strategia: condanna colui che cerca di reggersi sulle proprie gambe e loda quanti si limitano a imitare. Ovviamente il seme interiore di un uomo, la sua potenzialità, non avrà mai l’opportunità di crescere.
La cosa è ormai così inveterata che nessuno la pone in discussione.”

 

   OSHO


 

   Mi sono stufata a sentire le stesse stupidaggine fino a nausea, arriva Corina per il paco di Loretta e si inizia lo stesso discorso le vicende del suo suocero:

 

   - Mamma cosa stai dicendo? Lui le ha mandato dei pachi la settimana scorsa.

   - Come se questa qua ha detto che lei le manda la carne di nascosto?

    - Cioè ruba la carne?

    - ?!

 

  Mamma mia quanta banalità si sente in questa casa. Mi la sento ed io se pure sono qua:

 

   - Iris, mi ha detto Loretta di dare tu un paco di caffè a Laura.

    - ?!

 

   Innanzitutto io non ho parlato con quella li. Poi mi pare giusto che sia Corina a portarlo non io, se pure il pacco è arrivato da lei non qua. In somma in questa famiglia non si parla direttamente e chiaro.


 

   Per fortuna c'è internet, e ogni volta per il compleanno di qualche “amica” trovo un splendido fiore da regalare virtualmente. Oggi ho scoperto fucsia una ricchezza di colore ed eleganza. La natura è meravigliosa!


 

   Ho fortuna di godermi la luna piena, si annuncia spettacolare non solo come forma ma in sostanza, porterà un bel po di energie travolgente. A me realmente servono. E' particolare la luna di oggi, raramente vedo un altra sfera di luce indietro di essa. Sarebbe qualcuno a vederla come me?


 

   Michele mi racconta una sua strana e profonda esperienza. Io penso che fosse un tipo di OBE, un scossone per avere più fiducia in se stesso in quanto non solo parte della divinità come ognuno di noi ma soprattutto perché lui è un risvegliato e deve andare avanti cioè espandersi.


 

    Volevo rispondere a Michele e non funzionava più l'internet, io insistevo farlo... nel frattempo ricevo messaggio dal lavoro. Non hanno comperato quelli “interessati” così che vanno avanti loro. Per me va bene così, mi piace fare cameriera. Domani mi diranno in quale giorno io dovrei tornare, pare che non iniziano in 15 come la pensavano 2 mesi fa. Va bene così, ogni volta mi pare che io fossi indietro con tutto.

 

   Strana coincidenza. Per buon tempo ero presa sia con Michele su Fb sia sul telefonino con loro, andavano nello stesso tempo tutti due ed io dovevo fare attenzione a ognuno.

   So solo che il cuore per breve tempo si mostrava nero con una strana apertura.

  Non ho mai capito bene i segni del cuore, io sto bene a quel lavoro e mi sto facendo anche un bel soldino e per questa che non capisco perché il cuore si manifesta così..

 

    Chiudo la giornata troppo impegnativa con uno stato teso, mi auguro di rimanere centrata e non lasciarmi trascinata in stati di animo altrui. Disciplinare il campo emozionale e quello mentale è imperativo per me, avendo la sensibilità e l'empatia ben sviluppate.

 

  Un cavalo nero è davanti a me sta solo su due zampe: è agitato. Il sé grande e scuro li allaccia un fascio bianco al colo.

Il cavalo è simbolo di forze occulte cioè invisibili, per la parte spirituale di me come vedo non è alcun problema domarli.

 

   Incredula, riprendo lo stesso l'affermazione:

 

    Sento la verità con il mio cuore quando ascolto, vedo or leggo per orientarmi meglio nella vita.

 

   A quanto pare insisto per niente con questi dubbi, in verità non avevo più nemmeno la voce forte per farla, i battiti del cuore li sentivo nella mia testa, cioè mente e cuore sono uniti. Non è nemmeno la prima volta a sperimentare ciò.


 


 

    Mercoledì, 14.12.2016

 

   Mi sveglio stanca, pare che non avessi dormito abbastanza. Dopo la serata impegnativa di ieri è da capire. Fortunatamente è una splendida giornata, ho fatto due passi e ho trovato cachi.

 

   Qui è tanta agitazione per il pacco di Loretta, in questi giorni si va così. L'anziana non c'è la fa più: ogni volta è innervosita. Lei non vuole rinunciare a questa forma di controllo, i figli approfittano. Non è che stano morendo di fame in Italia or in Belgio, ma se ricevono gratuitamente allora perché no? Corina è già qua per prepararlo, Loretta la telefona per informarsi come vanno le cose: un casino.


 

    Eh si in 19 pomeriggio loro saranno in Germania, quindi io potrei mettermi in viaggio in 18 a un ora decente, la maggioranza dei bus vanno via di qua alle 5 del mattino. Se arrivo troppo presto non trovo nessuno e dopo un viaggio lunghissimo solo a stare in freddo per ore mi mancherebbe.


 

  Corina non ha più pazienza con la nervosità della madre:

 

    - Ma che cos'è con te?! Sei stata sempre così?

 

    Sì secondo me sì, adesso essendo sempre in casa la vediamo meglio. L'età ha solo accentuato quello che sporadicamente negli anni passati noi vedevamo già.


 

   Questa donna ha una agitazione così forte in lei che difficilissimo non ti lasci trascinato in essa. Corina sta diventando agitata anche lei:

 

   - Iris, è troppa agitazione qui da voi, pareva più calma la mamma nei giorni scorsi.

   - Quando manda dei pachi è così. Lei non può più, quelle lì chiedono.

    - Loro chiedono?! E' lei che manda.

   - Corina, non è vero. Hanno telefonato qui tutte 3, ognuna per dire quando sarebbe meglio mandarlo.


 

   Ascolto Atemlos per tirarmi su, per portarmi in un altra energia.


 

 

 

 

 

  

 

  Libro. A caso ho sentito Giulio al telefono:

 

   - Ma la presentazione del libro quando è, sabato?

 

   Ecco, il libro della mia vita. Per il sito sono qua, l'ho iniziato con tanto entusiasmo anni fa. Adesso è così lungo e pare che non finisco più, ci vuole una sintesi di esso.

 

   La teniamo in questa atmosfera da 2 - 3 giorni. Le insistenze del anziana mi stavano già snervando, solo una raccomandazione del genere mi mancava sentirla:

 

   -Tu dovresti comportarti bene con le ragazze.

   - Io devo comportarmi bene con loro?!

 

    Prevedibilmente mi sono scattata, sinceramente mi pare che lo fa apposto. Poche cose riescono arrabbiarmi, e questa è uno di esse. Pare che in questa famiglia un altro modo di vivere non ci sia più.


 

   Corina subito telefona da Loretta per informarla di come vanno le cose, ho sentito solo:

 

   - Sembra impazzita.

 

   Mamma mia ma qui non si matura più nessuno, eterni bambini i genitori in cerca di affetto e attenzione, eterne bambine anche le loro figlie.


 

   In somma, aspetto Giulio per darle una mano con i pacchi pesanti.

 

    Poi arriva e la madre nella mia stanza molto scontenta, mi guarda con severità con occhi piccoli scuri. La vedevo così brutta e consumata interiormente... Io vado via, Corina anche e lei non c'è la fa più.


 

 


 

     Giovedì, 15.12.2016

 

   Sono rimasta con un bel stato teso, sveglia fino in tarda notte. A com'è andata giornata di ieri con tanto di strane e pesante energie è da capire.

    Il sé mi mostrava il foglio bianco e la pena nera su di esso.


 

Poi io ho le mie cose personale da risolvere, molte di loro sono rimaste ancora una volta in sospeso. Non mi sono liberata dalla dittatura del tempo, realmente passa velocissimo. Basta passarmi in testa con tanto di scontento “in questi 2 mesi di vacanza non ho fatto gran che” e arriva la musica.


   Time...

 

 
 

  

 

 

 

 

 

 

   Più che altro mi spiace di non aver fatto un viaggio vero e proprio questo anno, qualcosa fuori del abituale viaggio verso il lavoro. Lì sto ferma per il lavoro con me stessa, vado al lavoro sarò ferma anche là per buon tempo. In somma.. non so quando riuscirò mettere in pratica la mia profonda passione per i viaggi. La terra è bellissima e sconfinata, ed io mi accontento con 2-3 posti per vivere?!


 

   Prevedibilmente la madre oggi è calma, molto calma. Io invece ho un bel mal di stomaco. Intendevo andare in città oggi, ma fa troppo freddo. E' un buon tempo per stare dentro al caldo.


 

   Quando vedo vari persone che scrivono dei libri con tema spirituale e poi a un evento della loro vita stano facendo resistenza e si chiedono il perché? Mi viene un po di delusione. Questa gente sta scrivendo dei libri per impartire saggezza e incoraggiamento e nello stesso tempo non hanno risolto gran che dentro di loro?! Beh...



 

    Questo testo fa per me, negli ultimi anni ho fatto proprio cosi lavoro e vacanza.

 

   "Una porzione sostanziale dell’umanità si trova in una fase di trasferimento dell’attenzione dal mondo materiale a quello dello Spirito e della consapevolezza del Sé. Sentirete la voce interiore dell’intuito e percepirete nuove ondate di vibrazioni. L’aspirazione diventerà riconoscimento e la fede si fonderà con le vostre nuove e più elevate verità. Vi troverete sulla sommità della realizzazione guardando alla successiva, sublime vetta. Tuttavia dovrete essere consapevoli di dover attraversare la valle delle ombre prima di potere, una volta ancora, iniziare il vostro viaggio verso l’alto. Coloro che sono saldi sul sentiero dell’Ascensione stanno integrando i restanti aspetti del proprio Sé Superiore, che consiste nell’eliminazione di tutti gli aspetti a bassa frequenza, abituandosi alle espressioni del Sé che hanno una vibrazione superiore. Questo processo è stato chiamato, negli insegnamenti esoterici del passato, la “rinuncia”, giacché spesso richiede il lasciar andare quelle cose che non si adattano ai vostri modelli vibrazionali in evoluzione. Pertanto, interiormente, vi sarà un certo livello di disagio così come un certo livello di caos nel vostro mondo esteriore mentre si adatta al vostro raffinato Voi emergente.


 

(...)


 

  

 

    Uno spazio momentaneo di pausa, del tempo per l’auto-contemplazione, viene imposto dal Sé-Anima in preparazione per ogni nuovo livello di consapevolezza superiore. Si tratta di una manovra protettiva che vi impedisce di fare progressi troppo rapidi o superficiali. Vi è un ritmo nell’espansione dell’Anima: un tempo per imparare, crescere ed integrare seguito da un tempo per la solitudine e l’auto-contemplazione, e poi una fase, o esplosione, di crescita, espansione ed attività più elevate. Il ciclo si ripete in continuazione mentre attraversate lo stretto e ripido sentiero dell’Ascensione verso i regni superiori di Luce.”

 

   AA Michele -Accettare il potere del' Amore


 

   Questa sua insistenza inizio a trovarla strana:

 

    - Iris, resta qua nel inverno.

    - Mamma, ma io perdo 2.000 euro per far cosa qua?!

    - C'è bisogno di fuoco in questa stanza, altrimenti si gela l'acqua.

     - Lo fatte voi alla sera per qualche ora e basta.

      - Noi non riusciamo più fare gran che.

     - Potrei anche fermarmi, ma poi? Se loro non mi chiamano più?

     - Dovresti cercarti un altro lavoro.

      - In effetti e non mi va.

 

    Se le dicesse che ho finito i soldi, subito mi manderebbe via. Ne ho passate parecchio con lei a prescindere dai soldi. Adesso è realmente impaurita. Va via e Corina, il caso ha fatto di andarsene anche lei proprio adesso. Sinceramente non mi va mandare ancora una volta decine di CV per trovare un altro lavoro, come non mi va né stare ancora ferma qua. Tutto lì!

 

  Il sé è scuro come lo è da buon tempo ed è sempre alla mia sinistra.


 

   Che strano passo dal viaggio del angelo di Enya e una canzone totalmente diversa dalla pelle al cuore di Antonello Venditti.


 


 

    Ma chi l'ha tradotta era un ignorante?

 

    "  «Dacci oggi il nostro pane quotidiano». Peccato che l'abbiano tradotta così male, questa frase.

 

  La traduzione latina era più fedele:  «Panem nostrum supersubstantialem da nobis hodie».

 

    Cioè: siano nutrite le nostre superiori aspirazioni, a scoprire, fare, volere, creare più di quello che c'è già.

 

 

 

 

 


  

 

   Invece, mettendo «pane quotidiano» là dove era scritto ben chiaro «panem supersubstantialem», si abituavano le persone a elemosinare a Dio quello che già conoscevano, come se fosse ciò che c'è di più prezioso.
In più, sul piano strettamente concreto, quella traduzione incoraggiava a credere che, se di cibo ce n'era poco per alcuni,
Dio c'entrasse qualcosa.  E dunque che così dovesse essere. "

 


 

   Sibaldi .. come lo adoro! Sono anni da quando sostengo che il padre nostro non è una buona preghiera, è solo una richiesta di aiuto e di paura che non ci sia mai abbastanza, dichiariamo impotenza di badare ai nostri bisogni materiali.

 

   Siamo rimasti bloccati al materiale, a un Dio che altro non fa che badare ai nostri bisogni terreni, alla nostra sopravvivenza fisica.      Ovvio il dio religioso attuale non è un dio spirituale.

 


 

    Venerdì, 16.12.2016

 

   Ecco fatto! Se non guardo mai con attenzione ai documenti, contratti e altre robe del genere, la fattura era proprio per la pubblicità sulla prima parte del sito. Lasciarla mi stava in testa da buon tempo, adesso non avendo nessun soldino sul card è il momento giusto per farlo. Ma non potevo guardare con attenzione subito?

 

    Non c'è la facciamo oggi, diventa agitata per la mia partenza mi pare. Dal mattino entra in frigo, in congelatore, guarda, tira fuori, mette dentro. E' un casino con il suo cervello.

 

   - Ha detto Oriana di non mandarle più pacco, verrà Franco qui per il recinto.

    - Il recinto adesso nel inverno?

    - Per parlare con gli operai.

    - Quando verrà?

     - Lunedì or martedì.

 

  E dove abiterà?! L'ha informato Corina che io me ne vado?


 

     Mi snerva pare che entrasse entra in competizione con me, che poi lei entra in competizione con tutti. La snerva: che io fossi aiutata di sorelle e lei no. Manda dei pachi, lascia la casa, le lascerà e la terra e queste qua fanno finta di niente, nessuna di loro viene da lei con qualche soldino. La senilità non ha nulla da fare, è stata sempre così. Puoi avere solo compassione per un essere umano ridotto così, comunque è meglio star alla larga.


 

  Poi passa al suo grande spiacere, l'exmarito:

 

   - Lo hai lasciato sulla strada. Chiamalo qui!

   - Sei libera di invitarlo da te se vuoi, a come vedo ti manca tantissimo.

 

  Ogni volta quando passo di qua sento lo stesso ritornello. Santo cielo, lei è ancora innamorata del mio ex? Io ho divorziato in 2004!!!  Dimmi te, ma la impazzisce proprio adesso quando vado via?

 

   Mi sta letteralmente annoiando, sembra un autonoma che ha pochissimi interessi e questo è uno di loro. Non ha litigato da tempo con qualche vicino, l'anziano è sordo così che ha trovato me per dare sfogo a tutta infelicità accumulata in 70 anni di vita.

 

   E' troppa miseria morale in questa famiglia, questa donna è stata sempre così eppure pensa che lei sia nel giusto. Adesso di certo io non posso parlarle di psicologia, ovvio non capirebbe nulla. Problema è che i suoi (figli e figlie) hanno lo stesso approccio immorale senza alcun freno, siccome fosse del tutto normale.

 

   Non vedo l'ora di cambiare l'aria. Andavo in città per farmi una passeggiata ma fa un freddo tremendo, spero che almeno domani sarà più caldo.

 

   Torna dopo qualche ora sotto il pretesto di prepararsi per l'arrivo del prete che sarà dopo 7 gennaio! Come vedo oggi è decisa di dirmi tutto seppure me ne vado devo sentire fino alla fine il suo sfogo:


 

    - Mi serve una tovaglia per quando verrà il prete.

   - Viene per benedirti?

    - Dovresti andare e tu a chiesa!

   - Non mi interessa la tua chiesa.

- La mia? E' anche la tua.

- Non, io non sono cattolica.

- Cosa sei allora?!

- So io cosa sono ed è abbastanza.

   - Tu sei satana.

   . Così vi hanno detto chi non va alla chiesa cattolica è dalla parte opposta?


 

   Sì così le hanno detto a chiesa per secoli, chi non è cattolico è sicuramente sulla parte opposta. Il cristianesimo è duale, Satana e Dio non solo hanno lo stesso potere ma il primo è più forte del secondo. Che mentalità e siamo in secolo XXI!

 

   Finalmente oggi entro sul sito in idea di darle una piccola sistemata. Tra i rimproveri del anziana furiosa che me ne vado e interruzioni spessi del internet gran che non riesco fare. Alla sera quando finalmente è silenzio, loro andando a dormire, l'internet non funziona più.

 

  Parecchio stufa di questa pesantezza che mi porto addosso da troppo tempo mi arrabbio con le guide che ho.

 

   L'anima si mostra completamente bianca pura energia, davanti a me più in là cioè piccola.

   Alla destra più vicino di me appare il fuoco cioè il mio sé spirituale trasformato anche lui.

 

   E che cazzo sto facendo qui?

   Il sé alla sinistra scuro e grande disegna con la penna nera su un foglio bianco il cerchio con il punto dentro.

 

   A quanto mi ricordo è simbolo di realizzazione spirituale, di manifestazione dello spirito in materia, di unità.


 


 

   Sabato, 17.12.2016

 

    Non vedo l'ora che quest'anno finisca, lo sento molto pesante. Sono rimasta sveglia fino verso le 4 del mattino senza un chiaro motivo. Non riuscivo per niente addormentarmi, magari è stata qualche tempesta solare.

 

   La madre ha un viso scuro e perso, è molto scontenta per la mia partenza. Stranezza del mondo: quando vengo fa casino, quando vado lo fa anche. Io non faccio di meno vengo qui opponendo resistenza poi mi sto abituando e ho dei dubbi quando vado via. Siamo in due!


 

   Atemlos


 


 


 

 

 

 

 

   Fa ancora freddo grande voglia di andare in città no ho, ma quel dito piccolo dal piede destro continua darmi un bel fastidio.

 

     - Ecco i datori di lavoro non hanno pazienza a starsene a casa loro nemmeno per Natale!

      - Hanno bisogno di soldi...

    - Mamma, loro non sanno più quanti soldi hanno in banca. Semplicemente non sanno cosa farsene con il tempo libero.

 

   “Hanno bisogno di soldi.” Magari lei sì, è una pensionata rumena con 8 figli, ma loro sicuramente no.


 

  Internet non funziona né adesso., dopo 24 ore. Telefono per reclamare il disaggio, mi risponde un robot “nella vostra zona ci sono dei problemi con internet, proveremo a risolverlo al più presto possibile.”


 

   Caspita, come diventa la Romania da un anno ad altro sempre più religiosa! Già è il paese del Europa con la più alta povertà e il più alto numero di chiese, purtroppo continua sullo stesso binario. Con tutti i grandi uomini di cultura che ha questo paese, davanti alla stazione in città è apparsa adesso nel ultimo mese la statua del apostolo Andrei. In questa città vedi tante persone senza tetto, andranno a dormire ai piedi della statua?! Ma dai...


 

   Papà non è di meno, è molto indebolito quest'anno così che alla sera chiede dalla madre:

 

    - Iris non si ferma?

    - Non.

    - Magari lei sa che Oriana vuole buttarla fuori.

      - Quanto vivo io, Oriana non butta nessuno di qui.

 

    Non sono loro il problema, sono io indecisa sul da fare, potrei fermarmi ancora 2-3 mesi qua ma poi?


 



 

    Domenica, 18.12.2019

 

   Oggi è un 9.


 

   Ecco risolto internet.


    Mamma mia che pesante è questa donna, pare un muro rigido nelle sue convinzioni, non riesce proprio comunicare nemmeno nelle piccole faccende quotidiane. Semplicemente ti stanca.


 

   Ecco anche questo qua, che interesse ha:

 

     - Questa volta quanto ti fermi?

     - In marzo sicuramente loro chiudono il ristorante.

     - ?!

  

   Mamma mia mi ha trasmesso una forte nervosità, questa gente non è normale. Giulio è interessato di andarmene e fermarmi magari là, siccome io verrei qui nella sua casa.

 

   L'anziana da canto suo vorrebbe fermarmi di più qua, poverina è proprio disperata. Ha visto Giulio andandosi e subito prova raggiungerlo:

 

       - Giulio di anche tu a Iris di fermarsi qui nel inverno.

       - Scherzi?! Dovresti dire grazie che lei va a lavorare.

       - ?!

 

  Trovo strana la sua insistenza. In somma …. Io faccio la mia vita: viaggio. Il pulmino viene a prendermi direttamente da casa e a un ora decente: alle 9.


 

  Guardo sulla pagina di cammina nel sole e ….annuncia uno scossone per 21 dicembre, speriamo in bene. Avevo de dubbi con la partenza domani, perché loro appena domani si mettono in viaggio e chissà quando e come arriveranno.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


 

 

 


 

 

 

 

 

 

 

femminile
gallery/krishnamurti
gallery/afidie e formiche
coscienza
coscienza
genesi
vincoli

IV - Tradizione -

sovranità
vita extraterrestre
illuminazione
forza gravitazionale
tempistica
compassione
ruoli
artisti
femminile
conflitti
senso di colpa
espansione
elemosinare
inganno
ricalibrazione
pace
anima antica
griglia cristallina
fastidio
anima e spirito
Shekhina
espansione
futuri santi
guerriero
nuovo sole
gallery/faro-in-burrasca
psiche
messaggero degli dei