Angeli con le ali spezzate

sotto la pressione del tempo e del destino

unità

    

 

     Venerdì, 10.03.2017


 

   Eccomi ancora una volta qua, purtroppo piove e fa freddo, mi aspettavo che fosse più caldo. Sorprendentemente trovo la casa più ordinata del solito e due fiori stupendi nella mia stanza, le ha ricevuto la madre per l'8 marzo. Sono impressionata!


 

  Stanotte nel viaggio presa dai miei conflitti tra lasciare un posto meraviglioso e venire qua a far niente, poi sentivo vari pensieri di Loretta e di Giulio. Prima c'è la aveva con “la setta...”, il secondo con “ma lei così parla di mia moglie?!”

 

mi appare la parte di giù di un foglio bianco che sarebbe in realtà un pezzo di luce solida con la scritta in nero: “trattamento dei dati personali” .

 

  Ovviamente ho pensato che nella parte di giù di qualunque Cv scrive autorizzo il trattamento dei dati personali, secondo la legge ecc tuttavia a me è apparsa la scritta incompleta, potrebbe non essere proprio di lì e avere un altro significato.


 

  Reiniziamo daccapo, per questa mi cercava al telefono:


 

  - Ho preso in prestito dei soldi per pagare la corrente: 70 euro.

   - Ma che cazzo avete fatto? Io non sono stata qui.

    - La stufa elettrica.

    - Deve chiedere soldi da Oriana, non da me or da Giulio. Lei ha l'obbligo di occuparsi di voi, questo inverno non vi ha comperato nemmeno la legna.

    - Oriana?! Franco ha dei problemi con la schiena.

    - E quindi?! Anche in Italia aveva lo stesso.


 

   Eh cavolo. Come vedo le generazioni passate hanno l'impronta della paura e del avidità molto forte nel loro DNA, qualcosa da esse si trasmette anche a noi, nuove generazioni.


 


 

   Sabato 11.03.2017


 

  Mi pareva... Arriva l'anziana tutta decisa di fare ordine con le sue telefonate, eh meno male.


 

  -  Iris, ecco il tuo numero.

   - Io non ti ho lasciato nessun numero.

   - Non è il tuo scritto?

   - No, è il scritto del vecchio.

   - ?!

   - Sono agenzie di lavoro per Inghilterra e Dubai. Ecco dove hai telefonato.

    - Buttalo! Buttalo!


 

   Figuriamoci il divertimento di chi ha risposto a questi cellulari. Lei guarda a TV vari notizie spaventose poi inizia a fantasticare a prescindere dalle sue paure.

 

   - E perché cazzo telefoni a me?! Hai qui tutti quanti figli, non ti bastano? Non muori se hai molti soldi or i figli sono tutti qua accanto a te?!

   - Io ho cresciuto 8 figli.

   - Smetti con questa stupidaggine! I figli hanno la loro vita e solo Oriana ha l'obbligo di occuparsi di voi.


 

Mi sta provocando. Sa che prima or poi le dirò la mia, ha fatto tanti figli perché altro non è stata capace fare.


 

   Qualcosa non mi va con questo internet ancora il robot “nella vostra zona sono dei problemi”.  Non so se realmente ci sono dei problemi , so solo che non è utilizzato da mesi. Poi di seguito a un loro intervento sono senza acceso a internet, hanno tagliato il filo che collegava il modem.


 

Dal ciclo grandi affari.

Ecco la grande novità per oggi, sono caduti i denti dopo un anno! Quella opera stomatologica che doveva rimanere per 10 anni, secondo la dottoressa, è andata giù dopo un anno. Se non avevo nessun motivo per essere qua, ecco adesso l'ho trovato!


 


 

   Ovviamente non mi ritrovo qua per niente, le stesse pretese e discussioni senza senso da parte dei genitori, lo stesso scontento da mia parte. Per la seconda volta è la stessa immagine, non è che l'ho capita:

 

   Il sé alla sinistra fa il gesto di tagliare il mio torace che sarebbe come una carcassa bianca fuori scura dentro, da dentro tira fuori 3 petali scuri ma trasparenti.


 

   Come posso interpretarla? Solitamente il significato dei simboli li cerco in internet, a parte che non ho acceso, ma cosa cerco il simbolo del petalo? Il simbolo del 3?


 


 

   Domenica, 12.03.2017


 

Benvenuta nel loro mondo. Mi sveglia prima delle 8 un rumore forte snervante, la madre puliva con tanta gioia qualche pentola.


   - Cosa fai qua a questa ora?! Non hai tempo fino al pranzo?

    - Poi vado a chiesa.

   - Sono appena le 8! Non potevi farla fuori?


   Cavolo, che scusa ha trovato: la messa è alle 11. Il vecchio stava già con la TV accesa, il suono molto forte essendo sordo. Lei si muoveva di là e di qua con impazienza.


    - Hai detto che vai alla messa.

    - Vado stasera.

    - E ti svegli prima delle 8 per andare alla mesa dalle 18?!

    - Facevo qualcosa per passare il tempo.


   In somma … non è detto che lo abbia fatto apposta, se non fossi io qua non disturbava nessuno, solo che io sono rimasta con un bel mal di testa di seguito a questo accaduto.


 

   - Iris, sai che sono dimagrita ancora?! Da 70 sono arrivata a 64.

    - E quale è il problema?! Chi ti ha detto che deve essere grassa?

    - Sai meglio grassa che magra, è più bello.

    - Hai una certa età, poco importa il tuo peso.


  Pare che le sue malattie immaginarie fossero solo un motivo per accaparrare l'attenzione altrui, sopratutto quella dei figli.


 

   E finalmente ha capito anche lui, Giulio stava parlando con la madre non si mettevano d'accordo:


   - Mamma tu hai problemi di memoria. Hai detto sia a me che a Walter.

    - ?!

   - Dovresti andare da un dottore.

 

   In effetti io rimarco da almeno un anno l'inizio di Alzheimer.


 


 

   Vedo... Vedo ….

 

  la parola in rumeno veniva con insistenza, è una canzone che da tempo non ho sentito.

 

   Vedo una luce e non so...


 

   Praticamente io pensavo alle capacità extrasensoriale, si stanno ancora sviluppando e quale sarebbero adesso?! Può essere la chiaroveggenza, non mi è stato mai chiaro se è or no sviluppata.


 


 

    Lunedì, 13.03.2017


 

Devo muovermi e risolvere certe cose, ma fa un freddo...


 

   - Mamma quando fa caldo qua? Devo andare in città.

   - Deve mettere dei soldi in banca?

   - Ho le mie cose da fare.

   - Hai guadagnato almeno 2000 euro?

    - Ti servono dei soldi?

    - Non chiedo da nessuno, ognuno con i suoi.

   - Ti conosco.


 

   Questa donna ha una grande ossessione con i soldi, se mai non l'ha avuta. Molto non resisterà fino a chiedermi per qualche motivo.


 

   Passano 2 orette la sento con un altra novità:


 

   - A telefono mi ha cercato una dottoressa da lontano, mi manda delle medicine per ginocchi.

    - Da dove sai tu con chi hai parlato?

    - Sapeva il mio nome, aveva il mio numero.

   - Il tuo numero lo trova anche nella carte telefonica. Può telefonarti qualunque persona e dirti qualunque cosa.

   - Le ho spiegato dove abito, dove trova i miei figli...

    - Ma cos'è con te?! Come dai tanti dettagli al telefono? Non sai con chi parli.

    - Era una persona educata. Mi ha detto che il trasporto è gratuito, solo le medicine le pagherò circa 30 euro.

    - Hai farmacia e dottoressa qua.


 

    Mi immagino che sia qualche rappresentate di prodotti naturisti tipo aloe vera, non vedo altro. Tuttavia di solito loro si presentano personalmente non al telefono. In somma... lei è una signora: la dottoressa da 500 km la consulta tramite il telefono e le medicine arrivano direttamente alla porta!


 

   Inizia mancarmi la mia stanza di hotel silenziosa, non mi ha mai disturbato nessuno. Dimentico così spesso di dire grazie, alla fine sono ben arrivata, ho trovato qui perfino dei fiori.


 

  Ci provo con le affermazioni positive, non mi vanno molto bene non li sento giuste per adesso così che chiedo dal mio sé di darmi una mano davanti a me appare un pezzo solido di luce bianca splendente e lì scrive io sono giovane.

Pare che questa mi serve adesso, un corpo sanno e pieno di energia, un buon morale ottimistico che si butta nella vita semplicemente per vivere, senza pensare in anticipo a niente né a conseguenze e né ai risultati.


 

   Vedo una luce e non so …


 

 

 

 

 

 

 

   Questa musica ha qualcosa di particolare a parte la voce del cantante chiara e calda. Sì  “per allontanare da intorno a te tutto quello che è triste e male.”


 

  In realtà non c'è la faccio a stare ferma, qui manca la natura e la possibilità di camminare, mi piacerebbe vedere un posto diverso, un lago, un bosco ecc.

  le pietre di Stonehenge appaiano ancora una volta, sono due pietre verticale e e una orizzontale sopra di esse, sarebbero anche altri posti del genere nel mondo? Io ho pensato subito che sia Stonehenge, il più conosciuto.

Strano, realmente pensavo a qualche superficie di acqua, un pezzo di bosco. Avevo chiara l'immagine dai giorni scorsi quando entusiasmata ammiravo gli alberi secolari e le piccolissime violette accanto a essi. Che cambiamento veloce, ragazzi! Solo nei giorni scorsi mi trovavo in un pezzo di paradiso terrestre.


 

Ed ecco sono in piena onda energetica che dura da 4 marzo a 17 marzo, quindi? Cos'è di particolare in questo periodo?


 

   Irrequieta entro su Fb, mi serviva qualcosa. Guardo qua e là e alla fine trovo un testo condiviso di Nazario “lo straniero” , avendo l'immagine di AA Gabriele con la sua tromba. E' un accurata descrizione di chi ha nel sangue la certezza “l'universo è la mia patria” mi ritrovo in essa.


Certo è che sono rimasta con uno stato strano di pesantezza, pareva che mi ritrovassi in una zona buia, di seguito a questa lettura.


 


     Martedì, 14.03.2017

 

   Appena aperti gli occhi vedo un ORB azzurro chiaro muovendosi gioioso nella mia stanza, mi ha preso di colpo. A parte che li vedo sempre al imprevisto.


 

    Mamma mia che freddo! Kryon affermava in un testo che la coscienza si sta meglio sviluppando al freddo, in effetti i paesi nordici dalla Germania in su, stanno molto bene a livello economico e sociale. A prescindere da questo aspetto dove si trova questa zona? A me non pare che ci sia tanta.


 

Ed ecco la novità:


   - Venerdì arriva Loretta da noi.

    - Chi ti ha detto?

    - Corina è passata stamattina di qua, cercava un documento per Van.

    - Quando? Io non l'ho vista.

    - Alle 10.

   - ?! E dove abiterà?

    - Può darsi da Corina.


   Che dire?! Strano a quel ora ero più fuori che dentro, poi molto contenta di questa notizia non lo sono. In somma.... tempo fa lei sapeva che in marzo viene Franco, adesso sa che viene Loretta. Stiamo a vedere, qui è stretto di ogni modo da quando non è più la casa dei genitori in piedi.


 

.. e un altra novità:


   - Iris, sei a casa per 1 di aprile?

    - A quanto io sappia sì, poi non si sa. Perché?

    - Devo andare in ospedale per una settimana, qualcuno deve badare a lui.

    - E' Corina, è Laura. Giulio mi ha detto che dovevi andare in marzo ma non eri decisa.

    - Non erano dei posti.


In somma... lei giustamente si preoccupa per il vecchio, l'anno scorso lui ancora si muoveva adesso non esce più dal cortile.


 

Fortunatamente è stato il sole per 2 ore, si può respirare.


  Sento molto chiaro indietro della mia testa parte destra, una voce maschile giovanile:

“É una tua conoscenza?”  pare che sia Monia implicata.


 

    I denti mi stanno parecchio in testa, ovviamente non mi va più di andare alla stessa dottoressa intendo trovare un altro dentista migliore:

    Mi appare alla destra l'entrata di un ufficio, la porta di legno chiaro.

   Mi ricorda l'ufficio a quale volevo andare l'anno scorso ma era chiuso. Dunque? Vado in città e cerco qualcosa di simile? Devo muovermi.


 


 

   Mercoledì, 15.03.2017

 

  E' stato un sogno abbastanza lungo, so solo che a un certo punto vedo una piccola zona scura di cemento ed io sto gridando:  "Non ho spazio!"


   Poi mi sveglio sentendo un suono particolare nella stanza, non tanto gradevole.


 

    Io ci ho provato ieri sera con le affermazioni positive a fin dei conti non mi manca niente, ho proprio tutto materialmente parlando. A quanto pare la sola cosa che mi manca è lo spazio. Di sicuro manca il verde, manca la vastità della montagna che ammiravo ogni giorno. Manca lo spazio per muovermi fisicamente è vero, altro?


 

    Sono finita ai vichinghi, un altro mito che esplode in questi anni. Saccheggiavano i monasteri cristiani rubandoli l'oro e l'argento? Hanno fatto bene, non lo hanno fatto abbastanza purtroppo per gli europei.

La storia sarà riscritta un giorno completamente, per i cristiani di allora tutti erano dei selvaggi, cattivi da eliminare, solo loro erano dei civili. Ma... non sono realmente civili né oggi, basta guardare le notizie.

Poi i vichinghi né 1.000 anni fa utilizzavano la tortura come punizione, in Italia del anno 2017 non esiste né oggi il reato di tortura. Amnesty da anni fa campagna per esser introdotta una legge al riguardo ma niente da fare con la mentalità romana violenta e crudele oramai cristallizzata nella mente dei odierni romani.


 

   Oggi l'anziana è parecchio innervosita, lei ha capito che Loretta si sposta da Italia qua con tutti i suoi. Resta da vedere cosa hanno deciso loro di fare, di certo lei non è per niente rallegrata di una tale notizia.


 

Mi pareva:


   - Iris, compro la legna, dovresti pagare anche tu.

   - Io non compro la legna per il prossimo inverno, non sarò qui e non entra nei miei obblighi di farla, è l'obbligo di Oriana.

    - Oriana è presa con la casa.

     - Non è il mio affare.

    - Non è il tuo? Ma tu dove sarai nel prossimo inverno?!

    - In questo sono stata qua?

    - E' stato un caso.

    - Oriana viene in estate, si occuperà lei della legna per voi.

    - Oriana sta poco e non avrà tempo.

    - Non è il mio affare, spendo abbastanza quando vengo qua.


 

Questa donna quando sente l'odore di soldi non ha freno. "Legna per prossimo inverno" ?!


 

  Michele ha dei problemi con la schiena , io con i denti: la purificazione fa il suo percorso.


  Ho visto una breve scena dal film Celestino e provavo lo stesso esercizio con le ditta, non funziona proprio così, subito sentivo la voce calda del narratore:


    “Il filo d'oro è un sapere che nasce dal esperienza personale, ed è esile.”


  Da me è ancora esile niente da dire e devo imparare ed espandermi tramite l'esperienza personale appunto non copiando quella altrui.


  Lascio perdere passo al mio desiderio di imparare inglese e non nel modo classico ma subito e veloce, ma perché devo io utilizzare solo italiano?! Inglese è una bella lingua e tutte le istituzioni europee lo adoperano.

   Il sé grande alla sinistra ha il viso luminoso quasi quadrato, sta condividendo il mio ragionamento. Lo fa per inglese or per le istituzioni europee? E' necessario rallentare i pensieri, altrimenti finisco in confusione con tutto l'aiuto del mio sé.

 

   Mi appare davanti l'immagine di un uomo bruno sofferente inchiodato, poi la parola destiny è scritta indietro di me.

  Sento anche una voce maschile calda pronunciandola.


  Questa è la mentalità inchiodante appunto che ci sia un destino inesorabile e non è così. Noi abbiamo il potere di scegliere e di cambiare qualunque cosa. Ma io pensavo al inglese!


  Ho letto un breve testo di Osho che condivido pienamente e di certo ho pensato che va bene essere incolato sul sito,

 vedo un mantello nero davanti a me e mi ricordo le parole del pastore:

   Non ci serve un genio che scrive un libro con citati presi da altri libri.


   Va bah ho capito è l'esperienza personale che conta, tuttavia io sono nessuno, un sconosciuto: gli autori citati sono personalità con peso.

  La stessa immagine del inchiodato mi appare, cioè pregiudizi che mi stano condizionando?


  Su un sito sì vanno benissimo testi incolati di là e di qua con splendide or interessanti immagini agganciate a essi, di certo su un libro vero e proprio non farei mai lo stesso: sarebbe un non senso.


  Il sé con il suo viso luminoso è stata una presenza costante in serata, è meraviglioso avere un amico così speciale ed è una grande perdita per me non capire meglio i suoi messaggi non verbali.


 


 

     Giovedì, 16.03.2017


 

   Anche questa onda passerà, ho una tensione enorme in corpo e non sono a lavoro. Con tutto questo disaggio fisico contenta di avere fatto qualche piccolo cambiamento qua e là in questa casa, adesso stavo fuori in silenzio assoluto assaporando l'aria fresca dopo la pioggia:


   Sono in pace con me stessa mi ha portato il lupo bianco alla sinistra, queste visioni impreviste che da anni mi accompagnano nel mio viaggio interiore sono realmente appagante.


 

 

 


    Venerdì, 17.03.2017


  Ed ecco siamo arrivati al ultimo giorno di questa onda.

 

  Qui è grande agitazione per la venuta di Loretta che ancora una volta dormirà qua e là non avendo sistemato la sua casa. E' una sua scelta.


 

Giulio è informato e consigliato della madre circa le feste religiose cattoliche.

 

- Lunedì è festa, dovresti andare alla messa per pregare, per confessarti.

- Che festa e?

  - La tua festa, la festa del papà.

   - Non era in 19 marzo?

   - Adesso l'hanno cambiata, la fanno lunedì non la domenica.

   - ?!


 


 

  Questi call center italiani si sono svegliati alla vita cioè al attività? Stranamente oggi per due volte mi hanno telefonato per luce e gas. Mamma mia che noia! Ho anche dimenticato della loro esistenza.


 

  Città sporca e tanto cemento.... mi manca la Germania. Mi sono data una sistemata a mani, piedi e capelli, ecco una parte di cosa intendevo fare adesso è risolta, l'altra parte sarà fatta nei prossimi giorni.


 

  - Iris, cosa hai fatto in città?

   - Ho risolto certe cose.

   - Hai messo da qualche parte i soldi?

   - ?!

 

  Questa donna è irrimediabilmente ossessiva con i soldi, ma che cazzo ha con questi soldi? Aiuto! Magari domani or dopodomani andrà in tomba. A parte che stava con un libricino di preghiere cattoliche nelle mani. Non so io cosa stava lei leggendo là.

  Mi fa compassione vederla così confusa, spaventata di morte si aggancia con disperazione ai valori materiali su quale si è appoggiata per una vita.


 

  In effetti il bel sole di oggi mi ha permesso muovermi con gioia, è una settimana che non ho fatto una bella camminata.    Prima di andare in città trovo il numero rosso 16 dalla chiave della mia stanza, era caduto nella borsa chissà da quando. 16 sarebbe l'inizio del armonia, della maestria guarda il caso così non dimentico quel meraviglioso posto.


 

   Passano 2 orette la vedo appena camminando, il viso bianco sofferente:


   - Iris non sto molto bene.

    - Avete esagerato oggi con il stato fuori, non faceva tanto caldo.

    - E' stata Loretta qua per un paio di ore e anche lei si lamentava di freddo.

    - Ecco.

     - A me pareva caldo.


 

   Ancora dopo qualche oretta:


   - Sto proprio male.

   - Mamma , chiamo l'ambulanza?

    - Per morire ad ospedale?!

    - ?!


 

   Gran parte della notte si muoveva di là e di qua, poverina non stava bene ma cosa vuoi che facessi io? Sinceramente ero parecchio panicata, già pensavo al numero a quale posso telefonare. Ma proprio a me devono succedere queste cose?!


 

   Provo calmarmi con io sono in pace con me stessa e così arriva lo stesso simpatico lupo bianco alla sinistra del mio viso.


 


 

     Sabato, 18.03.2017


   Non hanno rispetto per le regole e lo status quo.


   Le parole di Steve Jobs risuonano nella mia mente appena vista la parola regole in un testo di Adamus Saint Germain.

 

 Non ci sono delle regole, cerimonie, riti e via dicendo da seguire in un cammino spirituale, praticamente un innovativo in qualunque settore del esistenza umana si trovasse non può seguire il cammino e le idee altrui. Se così fosse, non avremmo mai nella storia umana degli innovativi, dei geni.


 

   Poi passa di qui Loretta con Diana:


   - Mamma ti ho portato degli involtini di elemosina.


 

Ecco come è ben inserita Loretta nella sua comunità, la nipote Diana anche. Una tradizione ancestrale si tramanda da una generazione ad altra. Non ho mai sopportato questo tipo di cose per vari motivi uno di loro è l'igiene, l'altro è la rimembranza di un morto.


   Diana era incuriosita:

 

    - Iris non è a casa?

     - ?!

    - E' a casa ma non ti lascia nemmeno salutarla.


  Loretta rispose parlando per lei, realmente stavo in letto quasi addormentata, mi risento parecchio dopo la notte movimentata.


 

   Continuo con le pulizie, pur poco spazio è tuttavia tanto da fare:


   - Mamma, questa tenda non è lavata da tempo: la tirò giù.

    - Lascia per prossima settimana magari sarà più caldo.

     - No, prossima settimana io ho le mie cose da fare.

    - Cosa hai da fare in città?

    - Quando vengo in Romania ho i miei motivi.

    - E' stata lavata per le feste.

    - Chi l'ha lavata? Io non ero qua, Corina neanche.

    - ?!

 

   In effetti è quasi nera la tenda, la memoria la abbandona tantissimo: per le feste di inverno nessuna di noi era qua e lei non può tirarla giù.


 

  Carina la domanda di Fb, come ti chiami? La vedo per prima volta e la lascio passare, la vedo per la seconda volta e sì adesso senza esitazione dico per me stessa:


  Sekina Iris Delacroix


 Adoro il mio nome, adoro la mia nuova identità.


 


 

    Adesso una strana esperienza, le mie non sono diverse.

  Realmente adesso pensavo che sarebbe meglio mettermi un anello sul dito, così che sia chiaro e visibile a tutti che sono impegnata. Perché no?

   Mi trovo con mio amico presente davanti al cuore, quel viso sorridente e caldo. Mi divertivo anche ecco hanno ragione dicendo sei nel mio cuore! Si fa visto così raro... Ogni volta la sua presenza ha qualcosa di particolare.


 

   Poi quella energia bianca che spesso io chiamo “amico luce”, è in realtà una energia qualsiasi agganciata a me? Pare di sì.            Stasera dopo molto tempo la vedo venendo da indietro di me e nello stesso tempo, il sé si mostra sofferente cioè rispecchia il mio stato di animo per niente felice di questa presenza.?

   Questa energia si avvicina al mio cuore, il cuore si chiude dandomi una sensazione sgradevole di lieve dolore. Dunque perfino il cuore si manifesta con reticenza.

  Indietro di me vedo la madre, la classica immagine: severa e scura nel viso.

Ma cosa c'entra la madre con il resto della visione? E' la sua energia agganciata a me?


 

   In somma ci provo con altri pensieri giusto per cambiare l'ambiente dimensionale. E cosa vuol dire essere luce? Noi siamo già luce, densa ma lo siamo, non mi immagino un maestro trasformato al istante in una forma eterica. I veri Maestri anche se in carne e ossa con una vita umana normale, hanno tuttavia qualcosa di particolare.

 

   Mi appare prima la foto di Morya da giovane, un viso sereno, occhi luminosi, un espressione di pace e di delicata gioia.

Poi alla sinistra appare la sua classica immagine di uomo maturo affascinante che gira in web, ovvio questa è l'interpretazione del artista.


    Strano non è che ho letto testi di Morya, ma è anche vero la sua foto mostra una persona speciale: affascinante.

 

   In somma... i pensieri girano e girano, saltando da un soggetto ad altro con una estrema velocità. In questa tempesta emotiva ed energetica cerco connettermi con Kryon per trovare un senso di equilibrio, la luce blu chiaro si fa vista a livello della gola sentendo nello stesso tempo la musica di Coxon.

 

   Calmare la mente diventa una sfida enorme man mano che avanziamo nel cammino, anni fa non avevo nessun problema entrare in uno stato di pace profonda.

 

   Mi trovo poi con qualcuno assomigliando a Giulio davanti a me e subito sento la sua voce siccome parlasi a telefono con la sua moglie. Per me è chiaro non è un dialogo avvenuto adesso. Mi riempo il sito con stupidaggine non senso?!


 


 

    Domenica, 19.03.2017


   Ancora una volta mi bussano nella porta molto agitati tutti due, per fortuna adesso erano le 9, fa lo stesso mi snerva essere svegliata così:


   - Ma cos'è con questa agitazione?

    - Accendi il forno così che sia pronto per il pranzo.

    - Si fanno in 2 ore. Ma non potete stare a letto fino alle 10?

    - Mi servono i vestiti, vado alla messa.

    - La messa è alle 11 e adesso sono solo le 9.


 

E' inutile.


 

     Il sogno non è di meno, mi aspettavo a qualcosa di diverso.

 

   “Sono a lavoro nel primo giorno dopo la vacanza. E' confusione.

Il ristorante è in basso come una cantina, non è più lo stesso ambiente: le cose sono in altri posti. Sono dei turisti italiani alla sinistra e francesi alla destra, i secondi mi chiedono vino rosso. Non trovo né il vino e né le caraffe, giro di qua e di là nel locale, si perde tempo. Gilberto non è qua per chiedere dove fosse il vino, è solo lei silente in cucina.

 

Non trovo né dei blocchetti apro l'armadio e là sono parecchio di quelli che avevo utilizzato prima, pieni di calcoli in blu. Mi sorprende che non li hanno buttati: mi stanno controllando?!

 

Finalmente trovo il vino sistemato in strada, per le pulizie è stato spostato là. Metto metà caraffa di vino rosso, avendolo nella mano sinistra vado dai francesi , loro ormai annoiati di tanta attesa si preparano per la partenza.”


 

  Germania e Inghilterra da nessuna parte, nel sogno sono presenti italiani e francesi e il vino ha una sua connotazione specifica.

 

   "Un altro miracolo di Dioniso, celebrato una volta l’anno nel suo tempio di Pergamo, e ripreso nei Vangeli, era la trasformazione dell’acqua in vino. Per gli antichi ciò aveva un significato assai più preciso che per noi. Acqua e vino erano i simboli di due delle quattro fasi evolutive della mente.

La prima fase era la Pietra: è la dimensione psichica di chi è inerte, di chi vive interiormente immobile.

La seconda era l’Acqua: lo smuoversi, il cominciare a fluire.

  La terza il Vino: la fermentazione, la capacità di elaborare le proprie scoperte, di cambiare, di avvertire in se stessi lo spirito.

  La quarta era il Sangue: la capacità di incarnare le proprie co-noscenze, di essere le proprie scoperte.

Nel tempio di Pergamo, come nell’episodio delle nozze di Cana, l’acqua sulla quale doveva compiersi il miracolo era chiusa in giare di pietra. E significava: nella Pietra della mente di molti vi è Acqua, ancora chiusa. Dioniso può farla evolvere in Vino. Poi Gesù, durante l’ultima cena, proseguì la trasformazione."

 

  Sibaldi - dal Libro della creazione. Storia di Dioniso e Shiva.

 

 

  Non si può respirare di tanto bigottismo.

 

    - Preparo quella salata per Giulio, va bene per il pranzo.

    - Iris, domani è grande festa, fai la salata domani.

    - Mamma mia, mi hai letteralmente rotto le scatole con queste feste. Che festa è?

    - E' San Giuseppe.

    - Lo hai conosciuto tu?

     - ?!


Torna dopo un oretta:


   - Iris, hai una pena che scrive?

   - Sì, a cosa ti serve?

   - Devo scrivere i nomi dei defunti per la messa.

   - Quanto devi pagare alla chiesa?

    - Ho pagato già.

    - Dai soldi a chiesa, poi chiedi da me?

    - Non chiedo più da te.

   - Guarda che sono buone le pene, per altro sei venuta da me.

   - ?!


 

Quando arriva e Giulio con una bottiglia di spumante pronto ad aprirlo, io ero già cotta:


  - Iris, dai festeggiamo!

   - Cosa festeggiamo?

   - San Giuseppe.

    - Lo apri per il tuo compleanno, io non bevo.


   Esco dalla cucina e mi vedo tramite i suoi occhi: chinata, nascosta. Va bah potevo far di meno, lui era realmente di buon umore, io no.


 

  Che tempo strano: nevica or è grandine?

 

E' un cielo inquietante oggi, guardavo il tramonto particolare che nulla ha da un tramonto abituale.

Il cielo non ha smesso mai di ….mendicare. .. Mendicare? La parola è arrivata dal nulla. Mendicare cosa? Attenzione?


 

Loretta ancora qua per un paio di ore, alla partenza lei la invita ancora:


   - Passa anche domani di qua per mangiare.

  - Mamma, non so quando tornerò. Devo fare la CI e non so se posso farla, magari mi prenderà in spazio Corina.


 

   Lei ha la sua casa e deve prenderla in spazio Corina?! In somma.... Certo è che anche dopo questo lungo incontro, coincidenza or no, l'anziana è rimasta parecchio agitata non aveva più ne voglia di mangiare.


 

 Chissà come mai i testi condivisi di Nazario appaiano al momento giusto, se pure mi trovo qua in una setta:

 

    “Per ogni persona che vive nell’incarnazione sul Pianeta Terra nella terza densità il libero arbitrio è una questione di percezione.

Se l’entità ha avuto un forte indottrinamento religioso, per esempio, la questione del libero arbitrio è stata dichiarata nulla, e il bambino obbedirà a ogni dettame e dogma della religione che dà una risposta a ogni situazione, solitamente pesantemente immersa nel giudizio, limitando le proprie scelte così che ci saranno prigioni fatte di dogma. Ogni credenza è una sbarra. Una volta che tali credenze sono accettate, la porta è sbarrata per l’intera incarnazione.


   Ci sono altri che sono stati addestrati dai loro genitori e indottrinati nella loro cultura in un modo tale che la prigione è fatta di acculturazione. Ci sono regole che governano ogni azione e, spesso, queste sbarre sono severe quanto quelle della religione nel limitare le scelte di chi ha scelto di obbedire ai dettami della società senza riflettere o fare domande.

 

 

 

 

 


 

 

 

 

 

   Fortunati sono coloro che all’interno di un’incarnazione si risvegliano alla realizzazione che è un loro diritto e appartiene alla loro natura base fare le proprie scelte, discernere e valutare la verità per se stessi e allontanarsi da qualsiasi prigione fatta di parole, di dogmi, o di regole e regolamenti sociali, che, per molti, sono parole di reclusione.


Ora, noi non stiamo giudicando la religione o la società per aver creato il dogma o le regole e i regolamenti di rapporti sociali educati. C’è chi vive molto bene all’interno degli stretti confini di una religione o di una società.


La volontà umana, la volontà individuale, è molto potente. Ognuno di voi è un’entità magica, un’entità potenzialmente capace di creare cambiamenti nella propria coscienza con il pensiero. È seducente e allettante usare la propria volontà individuale, spingendo contro la realtà che si percepisce, per una meta desiderata.”

 

 MUOVERSI verso l’attenuazione delle distorsioni e il ristabilimento dell’equilibrio - Carla L. Rueckert

 

 

 Splendido monumento, sugestiva statua, meraviglioso nome: genio della libertà. Vale la pena andare a Bordeaux!


 

    Ed eccola ancora un volta appena cammina:

 

  - Iris, sto male.

   - Domani mattina vai dal dottore.

    - Per cosa?

    - Ti misura la pressione e ti ascolta un po i polmoni, magari sei raffreddata.

    - Lascia stare con il dottore di qua.

    - Strano che tu stai male ogni volta quando passa Loretta di qua.

    - ?!


   Magari starà male per una settimana intera! Anche quando li mandava dei pacchi si sentiva esausta, lei anziana essendo non può più soddisfare i loro bisogni tuttavia non dice stop. E' una sua scelta.


 

   Ne sento parecchie stupidaggine del posto tuttavia per me è solo una interferenza, devo eliminarla in qualche modo or ignorarla così che nuove idee trovassero posto nella mia mente. Ed ecco mi trovo alle spalle con la stessa energia bianca tipo fantasma, questa volta è realmente grande avendo l'altezza di un uomo normale. Magari ho intuito bene che è un grande impedimento e tocca me fare lo sforzo per allontanarle cioè non sintonizzarmi più su quella frequenza.


 


    Lunedì, 20.03.2017


 

   "Vedo tanti radici beige quasi sradicate dalla terra nera, assomiglia con un prato di mais nel tardo autunno dopo la raccolta. Poi qualcuno entra in questa stanza come un ombra.

    Sento: Sei

non è una voce qualsiasi, è un suono ampio.


 

    Il numero 6 è armonia e maestria. Ma il resto del sogno?


  La madre è in gamba, ieri sera pareva che sta ancora una volta morendo:


    - Iris, sai che ieri sera mi sono ripresa con i grissini che mi hai dato?

    - Può darsi non hai mangiato.


 

Eh questa volta ho salutato le ragazze, Corina era addormentata:


  - Ma cosa avete fatto stanotte?!

    - Mi faceva male la testa.

    - Magari avete parlato tanto.

    - No.


 

   Ho uno stato strano di pesantezza e stanchezza senza motivo, mi serve un indizio, qualcosa per chiarirmi: mi appare una data in nero io vedo 4 marzo 2017, tuttavia penso è 14? è 24?


 

   Ho guardato in 4 marzo ma in quel giorno non vedo nulla di particolare fuori del estasi di fronte alla bellezza. Eh si anche una strana esperienza in tarda notte collegata alla sinistra. Questa sinistra...


 

   Ecco Laura è arrivata così che qualche risata mi sono fatta. Le raccontavo vari dialoghi dal lavoro e di questa strana coppia che sembra più un accordo d'affari che un matrimonio. lei ha un buon umorismo si divertiva:

 

  - Ma non potevano rimanere solo dei soci?!


  Ma quanti matrimoni non sono solo un affare?

 

     Ecco che bella ora l'equinozio per Italia è oggi alle 11,29, è proprio la mia ora di nascita: doppia illuminazione. Per la Romania sarebbe un ora in più 12,29, di certo mi attira di più il primo numero.


 


 

    Martedì 21.03.2017


   Mi sveglio avendo davanti un grande quadro, è una mia fotto (busto) modificata, occhi luminosi, sorriso. Rimarco una macchia blu alla destra della mia fronte e una macchia viola alla sinistra giù della foto.

 

   Bello dipinto! Mi ha sorpreso sia per la sua bellezza che per l'imprevisto, tenevo la mente occupata ieri sera verso le 3 cose importante da risolvere, i denti sono una di esse, e per quale ancora non mi sono data una mossa. Mi aspettavo che avessi un sogno collegato a queste imperative ed invece mi sono trovata con una bellezza.


 

  Ne sento parecchie stupidaggine quanto dai famigliari quanto dai loro amici. Non scrivo più tutta questa immondizia, non vale la pena. E' una interferenza, niente di più niente di meno.


 

   my way – regrets....

 

   rimpianti

 


 

 

 

  Ho uno stato strano di sonno, di intorpidimento, mi godo il silenzio perfetto nel orto e il splendore del sole. E pure io sono qui per risolvere certe cose. Faccio resistenza al mio proprio sito e pure sono esperienze meravigliose in esso ….è un libro.... le parole venivano con la stessa intonazione di ...è un filo... e così appare anche il sé verso sinistra guardandomi con abbastanza severità siccome mi spronasse a muovermi, a far qualcosa al riguardo.


  Io niente: prendo il sole, pulisco con lentezza qualcosina ecc Fa molto caldo oggi, magari anche domani così che andrò domani in città. Questi denti... Sicuramente devo muovermi, il tempo passa con abbastanza velocità.


 

  Ne sento parecchio del posto e le lascio passare, ma questa volta la voce di Loretta era così chiara che mi aspettavo trovarla accanto al cancello parlando, esprimeva il suo scontento.".. tutto il giorno... tutto il giorno."

   In effetti dopo una decina di minuti eccola qua, senza Corina, appena tornata dalla città.


 

  Con Laura stavamo parlando di malattie e il loro punto di partenza: il nostro psichico.

 

   - Iris, anche qui ho visto parecchie persone a TV sostenendo lo stesso.


  Eh meno male che si parli dappertutto. Poi lei mi aiuta a portare in strada la spazzatura, proprio allora usciva la figlia di Tamara, solo adesso ho visto che questa ragazza abbia un splendido viso di una rara serenità.


 

  Ma che cos'è oggi con questi call center italiani? Sono passate le 21 e loro continuano a telefonare.


 


 

    Mercoledì, 22.03.2017

 

  Questa ossessione per il cibo e che non ci sia mai abbastanza inizia stufarmi:


      - Meno male che abbiamo del cibo.

    - Ma cosa hai con questo cibo?! Hai fatto la fame quando eri piccola?

    - Io fame?! Avevamo di tutto.

    - Eh allora da dove sai cosa vuol dire la fame?!

    - E' solo un modo di dire.


   Mi sono data una mossa per i denti, approfittando di questa splendida giornata. Ecco quando finalmente ho capito che è inutile ritardare la visita: la dottoressa non era là. Era un suo collega, non ho osato dire a lui, sto esagerando: alla fine grande cosa non è da fare adesso per i denti.


 

  Un altra ironia è di incontrami in città con Loretta. Proprio stavo guardando i condomini senza design, non curati, tanto cemento e lì vivono esseri umani:


   - Sorella, ma guardi siccome non conoscessi la città.

    - Ho dei brividi quando vedo i condomini.

    - Ma sai noi veniamo dal estero...

    - Poi io vengo dalla Germania.

    - ?!

   - Zona turistica.


   Bene da precisare, una zona turistica resta quella che è: un posto favoloso immerso in natura. Non è che là non fossero città e cemento, di certo danno comunque molta importanza al verde, ai parchi.


 

   Vedo poi qua e là scritto Fortuna, erano dei casinò. Io mi ritengo fortunata vivere in mezzo alla natura.


  Torno io dalla città e la trovo nella mia stanza riposando.


    - Sorella, guarda che non ho toccato niente, stavo solo riposando.

    - Sapevo che sei qua, ho visto la tua borsa fuori.


 

  Resta poi anche con Laura, inevitabilmente si arriva al soggetto nipoti e il loro futuro matrimonio, avendo più di 20 anni si aspetta.

  Poi ai soldi


    - Questi in Irlanda hanno fatto un sacco di soldi anni fa.

    - Ma non vedi che male si sta quando non hai dei soldi?

     - ?!


  A parte che qui non vedo nessuno morire di fame, magari a Loretta non bastano più adesso. In somma un bel po di tempo oggi lei lo ha passato qua.


 

  Una volta lei andata via, la madre teneva informarmi di cosa hanno parlato:

 

   - Loretta raccontava che Olimpia vuole prendere Tamara da lei.

   - “Vuole prenderla”?! Ma Tamara è un oggetto?

    - Per la pensione. Se la tiene da lei 10 anni poi prende dei soldi, è stato già un caso qua....

    - Per i soldi?! Non siete normali qui con questi soldi. Tamara vuole andarsene da lei?

    - Se il suo papà la mette tanto a lavorare, perché no?

    - Non avete dei limiti quando si parla di soldi.

    - Ognuno si arrangia come può.


  Aiuto che dialogo! Io non so chi cazzo sia questa Olimpia, so solo che Tamara è cognata di Loretta e abita con i suoi genitori.


  E' bruciata la lampadina in strada da qualche giorno, purtroppo solo alla sera mi ricordo:

 

   - Mamma io ho dimenticato. Poteva anche la vicina telefonare per la lampadina, alla fine stava illuminando anche il suo cortile.

    - Cosa vuoi che facessi lei, una vedova?!

     - Ma cosa c'entra?

 

   Santo cielo ma che discorsi inutili. E' proprio “la vedova” che si arrangia da sola benissimo. Nei giorni scorsi lei puliva la vite, noi ancora aspettiamo qualche uomo disposto a farla per noi a pagamento ovviamente. Laura uguale aspetta la sua mamma per farle questo lavoro primaverile, la sua mamma è vedova da decenni.


   Per 3 giorni iniziando da domani una forte tempesta solare arriverà sulla Terra. Cambiamenti climatici già annunciati qui con pioggia e forte vento.


 


   Giovedì, 23.03.2017


   Mi sveglio in presto mattinata, per ammirare il sole in tutto il suo splendore, un meraviglioso arancione. Da tempo non l'ho visto così maestoso, la prima cosa che mi viene a dire è “Che bello!” . Una fortuna, subito il cielo è diventato nuvoloso.


 

   Qualcosa non va con questa donna, non vedeva nel congelatore una coscia di pollo grande quanto la sua testa:


   - Hai problemi con la vista?

   - ?!

   - Non hai mai detto che non vedi bene, sembra che tu avessi dei problemi con la testa. Perché non dici?!

   - Non vedo bene.

    - Fatti un controllo agli occhi allora.


 

    E per questa che non ci dice, la mandiamo subito dal dottore! Io non so con cosa ha lei dei problemi, certo è che la vedo appena stando in piedi in cucina parecchio confusa. Non mi pare che la causa del suo malessere fossero solo i ginocchi.

 

   Cazzo io dovevo andare a risolvermi il passaporto , i denti e il card, fra poco è 16 aprile. Presumibilmente mi chiameranno per la Pasqua se non trovano una soluzione meno costosa. Ed eccomi ancora qua snervandomi per piccolezze: non mi è mai piaciuto fare la badante.


 

   E ho un sonno ….siccome non avesi dormito stanotte, è vero mi sono svegliata molto presto stamattina, ma del resto non è il caso. Andrò domani mattina in città.


 

  L'afermazione sono in pace con me stessa,

mi porta in questi giorni il lupo grigio alla sinistra.

 

   Mi addormento con queste affermazioni:

 

   Permetto l'abbondanza, permetto la gioia.


 

   Di conseguenza il sogno:


   “Sono più mucche in fila verso la destra. A quanto pare la mucca bianca di mia madre ha due vitelli, un altro più piccolo marrone si è agganciato a lei tornando dal pascolo. Siamo tutti due incredule:

     - Magari è di quel uomo ubriacone.

      - ?!

     - Lascialo andare domani mattina, troverà lui da solo la sua mamma.

 

Vedo alla sinistra il vitello piccolo marrone chiaro, poco rigato con nero.

 

* Sono in letto riposando, indosso il capoto bianco. Un giovane uomo mi sta disturbando dal sonno, mi alzo arrabbiata. Prendo un pezzo di legno in idea di darle uno schiaffone. Ma cos'è questo stile: “lui mi snerva ed io non devo dire niente?!


 

La mucca è simbolo di abbondanza. Ma cosa centra nel sogno quel suo vicino nullatenente che mi ha anche offeso un giorno tempo fa?

 

   La seconda parte ha da fare con il lavoro, con l'altro posto dove passo buon tempo e pare che stavo riposando. Realmente mi piace tanto là, la sola cosa che mi secca e la mancanza di giorno libero, quella poca libertà che mi permetterebbe sia vedere i dintorni che riprendermi il fiato. Ha un suo significato. Mi snerva un energia maschile? Ne sentivo parecchio là, le stesse schifezze del posto, sopratutto quando era in discussione la mia partenza.


 

  Inizio rimarcare la serenità. La madre di Laura è passata per salutarci essendo accompagnata di una nipotina con un splendido viso serenissimo. Eppure sono rari i visi sereni, perfino nelle persone di giovane età, finora ne ho viste solo 3.

 

   Il sole è bianco al tramonto, vedo alla sinistra il vento solare verde, un bel verde. Le sfere, energia che manda verso la Terra, sono magenta chiaro circondate di verde. E' un bel tramonto, non mi pare che domani arrivassi la pioggia.

 

   Eccola ancora una volta qua. Loretta da indicazioni alla madre con un tono molto infantile di cosa e come mandarle il pacco. Questa gente manca di buon senso, si comporta siccome tutto fosse normale. Ogni volta quando la vedo mi ricordo che io devo risolvere questo litigio legalmente.


  Eccola ancora! Viene salutata di Laura e Olivier, Laura mi guarda con un viso piccolo e occhi freddi. Io non sto lì ad arbitrare i rapporti umani, ho abbastanza da arbitrare i miei.


   Poi per salutarmi torna dal cancello con il motivo cambiamento di soldi, siccome a negozio non poteva farla.


 


 

    Venerdì, 24.03.2017


   Devo darmi una mossa, oggi addirittura alle 5 del mattino ero già in piedi avendo chiara questa immagine.

 

   “ Vedo due scarpe sport, giallo intenso, eleganti. Sono indirizzate verso la destra, siccome fossero in cammino. Penso sono di firma, sono di qualità.”


 

   Entro sul sito per vedere i dettali della fattura che è già scaduta in 14 marzo, solo adesso vedo che ho ancora l'indirizzo di Loretta. Là ho iniziato a scrivere online, luglio 2009, da lei erano condizioni perfette per farla. Mi è venuta comunque nausea: mi muovo in cerchio.


   Adesso una nuova sorpresa, avendo in testa il card e la ricarica per il telefonino, chiedo dalla madre:

 

   - Quando va via Loretta?

    - E' andata via già, alle 5 del mattino.

    - Così presto?

    - Sì ha detto che per le 9 è a casa.


  Troppe coincidenze collegate a Loretta, può essere una splendida sincronicità che l'ho lasciato sfuggirmi.


   Cavolo con questa terza parte del sito, adesso mi mostra "indisponibile per le modifiche, è guasto il server". Guardo su l'altra parte del sito e vedo che non ci sono dei problemi. Pensavo io che mi sono affrettata con un nuovo dominio. Adesso questa è, troverò una soluzione anche per quello. Non mi immagino Wikipedia girando su una moltitudine di server e ha immagazzinate informazioni per l'intera umanità!


   Con i denti mi sono aggiustata parzialmente, il resto la prossima settimana. La dottoressa sorridente:

 

   - Come sta signora? Non l'ho più vista da 2 anni!

   - Esattamente un anno fa sono stata da lei.

   - Strano, ho l'impressione che fossero 2 anni.


   Sbagliava solo parzialmente, ci siamo incontrate 2 anni fa per una estrazione. Strano che abbiamo in tanti paura del dentista, secondo me anche questa viene da lontano, altre vite e altre esperienze collegate ai denti.


  A un certo punto sentivo lo sgomento di Loretta:

    “Ma cosa ha con la mia chiesa?!”


   La sua?! L'ha inventata lei? Le chiese sono 'invenzioni delle generazioni passate, tu sei libero di condividere or non la loro idea di dio, il loro modo di intendere la vita. E perché pensiamo che le generazioni passate fossero migliori della nostra?! La storia ci dimostra tutt'altro.


 

  Mi sarei fermata di più in città ma faceva un caldo da morire ed io ero ben vestita. Così che arrivo qui mi metto dei pantaloncini e una maglietta leggera e vado nel orto per abbronzarmi.


 

   Questa era... mi sono trovata ancora una volta in una vicenda di territorialità:


   - Verrà Van qua per il nuovo locale.

    - Quando?

    - Fra poco.

    - E dove abiterà?

   - Dai suoi. Si sposta solo lui qua, se pure in Italia non lavora.

    - Ma non sarà il locale di Corina?

    - Di tutti due: lavoreranno insieme.


   In somma... ognuno con i suoi affari. Certo è che si stanno radunando in troppi qui e ne abbiamo già parecchi litigi.


    Poi la madre ben informata di cosa succede nella sua comunità, teneva informare anche me:

 

   - Stanotte una donna voleva ammazzarsi.

   - Perché?

   - Di bene che vive.

   - Strano.

   - Lei voleva divorziare ma la sua mamma ha detto di no, la riderà la gente.

    - ?!


 

   Io no so se la mamma di quella lì realmente ha detto una roba così or se lei ha parlato con quella anziana. Penso di no. So sicuramente che lei sì così la pensa, e così la penserà fino andrà in tomba. Poi la chiesa non centra nulla adesso in un discorso così, per secoli invece nella loro comunità il divorzio era proibito. Per tutta la vita è stata condizionata dal giudizio altrui, mi immagino che ne abbiamo assorbito parecchio. Il tassativo divieto della chiesa per il divorzio nella mente delle anziane donne esiste anche adesso, per le nuove generazioni sarà normalità.


 

  Più tardi mi trovo con una sconosciuta invitata fino accanto al frigorifero, di là la madre tira tutte le uova che trova le mette in un sacchetto e ciao. Cosa fa or non fa con le sue cose è un suo affare, personalmente sono rimasta senza parole vedendo con quanta leggerezza lei la porta in casa, poteva lasciarla al cancello or in cortile.


 

  Sono passate solo una decina di minuti e la sento:


  - Non toccare più le uova, devo mandare a Loretta.

  - Appena hai donato una ventina a questa poveretta.

   - Se tu hai dei soldi non pensi più ad un altro.


  Non ho mai sopportato i suoi divieti al cibo e ha questa strana abitudine da decenni. Mi ha sempre portato con il pensiero più lontano cioè controllo del nutrimento per l'anima non solo per il corpo.


 

Laura in visita giusto per passare un po di tempo, se pure è sola in questi giorni. Stavano tanto discutendo i soggetti del giorno dalla loro comunità. Andavo spesso fuori, mi riempirei la testa con cose non senso.

 

   Un solo soggetto è stato di mio interesse, perché raro:


 

   - Iris, dicono che in presto mattinata al negozio di Y è stato un controllo in forza.

   - Così presto, perché?

   - Così vengono, poi lui ha già pagato una multa anni fa. Lo stato non ha soldi.

  - Può prendere dai milionari rumeni, ho visto che ci sono parecchi.

  - Sì siamo un paese con tanti milionari e con tanti poveri nello stesso tempo.


 

  Realmente io non conosco bene la vicenda perciò non mi azzardo in presupposti, solo questa idea che lo stato rumeno sia disperato per la mancanza di fondi quando ne ha non solo milionari ma perfino miliardari questa sì non è di mio gradimento.


 

  L'anziana invece:

 

   - Non vai a dormire da Laura?

    - Che domanda è questa?

    - Magari ha paura da sola.

    - Ognuno dorme a casa sua, solo or no.


 

  Questa donna non è in quadro, qualche volta mi mandava da Corina adesso ha cambiato la destinazione.


 

  Torno da fuori e la sento ancora:


   - A T... è stato molto caldo oggi, da domani arriva il freddo.

   - Anche qui è stato molto caldo.

   - Si ma ho visto a TV, là sono stati 24 gradi oggi.

   - E a TV non dicono le temperature da altre grandi città?

   - Sì, si... hanno detto...

 

   Non ho capito cosa stava brontolando. E ho solo 2 settimane qua, ma è anche vero per una settimana è stata anche Loretta. Mio sito è troppo pieno con stupidaggine del genere, spero solo che lei sia realmente unica.


 

   Riprendo il mio desiderio di andare in un posto particolare, magari sulla riva di un acqua e … appare la stessa immagine due pietre grezze verticali, manca la terza orizzontale. Ovvio ha un altro significato, non è Stonehenge.


 

   Entro su Fb per leggere qualcosa di diverso trovo AA Michele e la quarta dimensione:

 

   “La quarta dimensione è il piano astrale, un ponte verso la quinta dimensione. I tre sotto-livelli inferiori sono pieni di una grande quantità di detriti di energia emotiva ed un ampio spettro di forme pensiero mentali di frequenza discordante. La quarta dimensione è il deposito delle credenze della coscienza di massa dell’umanità di tutti i secoli passati sulla Terra. “

 

 

  Secondo me io mi trovo in essa spesso, le dense energie che io sento e le forme pensiero. Di tutta l'umanità? Non mi pare, di una comunità sì è vero e resti sbalordito di quanta ignoranza e limitatezza fosse nella loro mente.. E ne sento solo un pezzo, figuriamoci quanto ci sia per l'intera umanità.


 

Poi trovo Adamus Saint Germain con illuminazione sulla terra, “volete uscire” o quante volte la faccio per troppa intensità, a cosa pensavo solo 2-3 orette fa?! Solo che io esco anche fisicamente non solo psichicamente dalle dense energie, almeno ci provo.


 

  “Loro stessi hanno messo mano a quelle cose che hanno amato e sperimentato. Ma improvvisamente quando si stancano di tutto questo, ne vogliono uscire, ma per uscirne non è sufficiente volerlo. C'è quel profondo desiderio che ognuno di voi ha avuto - " Devo uscire. Devo tornare a me. Devo tornare alla consapevolezza della mia anima."


 


 

 

   Sabato 25.03.2017


 

  Questa splendida voce:


 

   Long ago ... your name is shadow in my dreams

 

  Tempo fa ... tuo nome è ombra nei miei sogni


 


 


 

  Stavo nel orto approfittando del poco sole che è oggi, sento molto chiaro la voce del prete dal altoparlante:

 

  “... Maria, che è ascoltata da Dio....”


 

  Questo Dio cattolico è molto debole. Quando ascolta di sua mamma, lui non sapendo cosa fare superato essendo di situazioni e persone. Quando nella sua lotta per la sopravvivenza si trova spesso vinto di suo eterno nemico e allora chiede aiuto dagli umani stessi. In somma: hanno creato un Dio a loro immagine. Ma se dio stesso ascolta di sua mamma come non pretendere lo stesso una donna qualsiasi che va troppo alla messa? Figuriamoci!


 

  - Sento gli altoparlanti dalla chiesa, è qualche messa?

   - No, è stata stamattina.


 

  A me pare che l'indottrinamento sia molto forte qua, anche se non sei in chiesa per sentire i discorsi del prete, lo senti lo stesso stando anche nel tuo cortile! Eppure siamo nel secolo XXI!


 

Le campane si sentono poi e la madre si ricorda:


 

  - Ah ...è la buona notizia.


 


 

  Tell me now wath you see, tell me wath you want

  Dimmi adesso cosa vedi, dimmi cosa vuoi.


 


 

  Con Giulio stavamo parlando di malattie, lui con il colesterolo, Corina con le ossa. A tutti due ho raccomandato la bioenergia, se trovano una persona brava in questo settore, e le passeggiate in natura. Io sono con la natura sia per la sua bellezza che per la tranquillità.


 

Alla fine della conversazione mi dichiaro contenta:

 

   - Fortunatamente io ho dei problemi solo con i denti.

 

  Bensì poteva non essere né questa.

 

   Sono troppe malattie e troppi malati, con tutto il benessere e la tecnologia moderna che abbiamo per curarli?! Qualcosa non va. Una nuova medicina è già presente da buon tempo, cambierà anche l'approccio della medicina attuale prendendo in calcolo la nostra psiche? Penso di sì.


 

  “Alcune persone definiscono la Metamedicina come una filosofia di vita, altri la presentano come una medicina psicosomatica, altri ancora come la medicina delle emozioni, altri come la medicina dell’anima, ma tutti concordano nell’affermare che é innanzi tutto e soprattutto una medicina di risveglio della coscienza che conduce la persona che si impegna in questo percorso ad avere una migliore padronanza della sua vita. “


  Claudia Rainville


 

Ecco magari nei libri di questa donna si trovano spiegazioni anche per i denti.


 

  Sento parecchio a livello di pensiero lo scontento della figlia di Giulio, strano solo dopo la sua partenza. Lei ne ha tante da dirmi che non sto li a perdere tempo ed energie inutilmente, almeno che fosse più sintetica!


 

   Vania porta dei dolci ai suoi suoceri e va via velocissimo. Io esco fuori guardando se il cancello è spinto abbastanza, in quella tranquillità da fuori sento chiaramente un suo pensiero ironico:


  “Vai tu, sei divorziata.... E se lo sei, altri devono andare in galera?!”


  Loro due parlano molto con Oriana e con Loretta, mi immagino che di lì ha lei questo scontento. E' un suo affare.


 

  “Cura di me” non mi piace tanto la musica, ma i versi e le immagini stano parlando di ferite dal infanzia che ci portiamo più tardi nella vita. La mancanza, la paura che non ci sia mai abbastanza è una di esse.


 

  Parlamento Europeo sta festeggiando i 60 anni di esistenza, passi da gigante sono stati fatti dopo la devastante guerra. Guado nei commenti, un rumeno esprimeva in inglese il suo disappunto per la frontiera ancora esistente e lo condivido, solo che lui ha scritto tantissimo e non ho avuto alcuna voglia di leggerlo.


 

Una donna, non so a quale nazione europea appartiene, invece sì ha un commento sintetico di mio piacimento.


 

   “L' Europa dovrebbe essere orgogliosa di aver risorto dalle ceneri di 2 guerre mondiali e dagli abusi dell'aristocrazia che aveva sopportato per secoli. Complimenti all'unione”


 

  Sì anche gli abusi del aristocrazia, come dimenticarli? Abbiamo fatto passi da gigante contro la povertà e per il riconoscimento dei diritti umani.


 

   Insisto chiarirmi qualcosa circa lo stato teso, pesante, può essere per la mancanza di attività fisica: non mi sono mossa da nessuna parte. Con tutte le mie affermazioni positive

  il sé si mostrava sofferente, scuro, un viso irriconoscibile.

Quindi non funzionava, ci voleva molto di più per cambiare lo stato di anima, le emozioni.

 

    Alla sinistra era una presenza maschile busto verso il bianco, irriconoscibile.


  A come si manifestava il sé non è una persona di mio gradimento. Poi ne sentivo parecchie stupidaggine del posto dai famigliari e non, grazie anche alla pioggia che aumenta il suono, consapevole essendo che in un modo or altro io metto in movimento tutto non mi davano fastidio per niente.


 

   Mi chiedevo quale fossero le nuove capacità extrasensoriale? Solo questa capacità di sentire or vedere le forme pensiero sviluppata oramai da anni? Mi pare che ci sia un blocco. E' tutto lì? In questa tempesta energetica insisto trovare un punto fermo di quiete, provo con un affermazione più forte :

   Faccio una doccia di luce, pulisco il mio campo eterico e la mia mente.

   Alla sinistra mi appare una figura nera, con una linea verticale ondulata fatta di piccole sfere bianche.

  E' il mio lato ombra?


 


 

    Domenica 26.03.2017


  Piove e fa un freddo, pare che l'inverno è ancora qua. Mi risento parecchio quando sto poco fuori.


 

     - Iris, vieni ad aggiustare l'orologio, si è cambiata l'ora.


 

Gran che non è, solo che nessuno di loro osava salire sulla sedia. Lei stando lì a guardare me inizia panicata:


   - Stai attenta a non romperlo!

   - E se si rompe?! E' di plastica.

   - Mettilo bene! Che non ci cadesse poi in testa.

   - E' di plastica, non ammazza nessuno.

   - E' un oggetto senza valore ed inoffensivo.

 

   Aspettavo chiarirmi qualcosa circa il sogno è ovvio che ha da fare con tutto quello che ho passato ieri sera prima di addormentarmi:


 

   “Sono in un posto caotico pur conosciuto, intendo farmi una doccia ma mi manca il gel. Lascio l'asciugamani giallo agganciato lì alla destra in un bagno comune e inizio la mia ricerca. Il primo supermercato è in costruzione, amalgamato con una fabbrica alla entrata, non si può più nemmeno scendere sulle scale.

Esco per cercare l'altro, mi ricordavo che ci fosse nelle vicinanze, e invece è lontano in uno spazio aperto. Non sono sola, qualcuno è alla mia sinistra. Anche in questo supermercato è caos, i scaffali non sono più come li sapevo.

* Al ritorno ho alla destra un giovane uomo alto, bruno, culto, una presenza piacevole. Vedo il suo nome 2 lunghe parole in maiuscola scritte grande in nero grassetto, non so cosa scrive là, eppure lui per me è un conosciuto. Camminiamo con calma in uno spazio aperto e luminoso:


   - Daniele, dicevi che vai in Mexico per lavoro.

   - Sì, ma non sono convinto.

   - Perché no? Deve essere bello là e caldo.

   - Sì ma io lavorerei molto, il mio capo chiede tanto.


  Sento una forte attrazione per questa persona, mi lascio andare fino a un punto poi mi ritiro dal gioco. Ho capito: nulla si fa senza il mio consenso.“


 

   Mi sveglio di seguito al sogno, pareva che tutto sia molto reale. Sentivo le classiche volgarità del posto.


 

   Mexico?! Per me è un paese sconosciuto, praticamente so niente di questo paese moderno. Mi è rimasto in memoria solo che da Mexico in tanti volevano immigrare nel ricco paese vicino USA che si opponeva con tutte le sue forze a ciò. La povertà e le ingiustizie da essa scaturite oramai li vedo dappertutto. Invece dai tempi remoti Mexico ha una ricca e splendida cultura: i Maya. Può darsi quella strana immagine scura vista di me ieri sera proviene di là, ma può avere anche un altro significato.


 

     dal profondo della mia anima


   Le parole sono venute adesso, è stato abbastanza vedere la parola profondo, il resto è venuto naturalmente.


 

    Pazienza... Dopo qualche oretta arriva il vecchio in cucina e vede la lampadina accesa:


   - Spegni la luce! Ci arriverà una bella bolletta.

    - E la paghi.

   . ?!

   - Dove vai con i soldi in tomba?

   - ?!

   - In tomba vai senza niente.


   Lui è sordo, ho dei dubbi che abbia sentito cosa ho detto. Mi snerva proprio la loro avidità, si comportano da disperati. Cielo! Se non avessero una casa con tutto il conforto e la pensione per mantenersi, li avrei capito ma così?


 

Ancora una volta due ragazzini per elemosina, magari figli di quella donna che veniva spesso di qua:


 

    - Ma voi siete abbonati qui?

    - Non siamo più venuti da tempo qua.

   - Andate in comune per l'aiuto sociale.

   - Guarda che il comune ci da poco. La signora non è a casa?

    - La madre non è a casa adesso.


 

   Essendo minori ricevono quel poco che offre lo stato rumeno a qualunque bambino, ovvio è poco.

Non si può vivere così in Romania, mi spiaceva per i ragazzini, erano ben educati, puliti. Non mi pare che gli anziani quale si lamentano dal mattino fino alla sera per i soldi e altre cose a loro collegati e sono solo due che ricevono aiuto anche dai figli, fossero in misura di mantenere con la loro pensione ancora una famiglia.

 

     Non si può tollerare in Romania uno stato di povertà agghiacciante! Mi da l'impressione di un paese caotico senza linee chiare … maintenent …..adesso, senza desiderio di mettere a loro giusto posto le cose per il futuro. Chi può scappa via! Non so perché è arrivata la parola francese, sinonimo di quella italiana.

 

     “il controllo in forza al negozio di Y” pare che è stata una tipica invenzione dal posto. Questa gente si annoia e allora si mettono in circolazione vari notizie con sapore negativo. A parte Laura che non si sa da dove sappia, nessuno ha mai detto qualcosa a riguardo. Che poi in “presto mattinata” chi ha visto una roba così?


 

   Sento “Damaschin... Damaschin... “ è un nome non so di chi, può darsi vive in questa comunità.. “Ma cosa ha con il nostro paese?!”.


 

  Che strano! Entro su Fb per rivedere quel bellissimo commento di ieri per l'unione, Fb mi da NC ha aggiunto una nuova foto, evidentemente non mi affretto, prima guardo il profilo della signora. Poi dai vediamo cosa ha scritto lui così importante? I gatti. Caspita! Solo un ora fa pensavo al mio gattino di una bellezza rara, in che modo è entrato nella mia vita e al modo strano in quale è anche uscito.


 

   Sinceramente mi avrebbe piaciuto che mettesse semplicemente la foto benedetta di un gatto, non la sua foto. Ma dai mi da l'impressione di narcisismo.

 

  Il testo in verità vale la pena essere conosciuto, tutto quello che esiste sulla Terra ha un suo ben definito  ruolo nel equilibrio della Vita.


 

   <<* Sapete Perché I Felini tra noi ...e tutti gli animali ?*>>

 

  Gli animali sono creazioni biogenetiche basate su geni raccolti da diversi sistemi solari e pianeti. La loro esistenza permette ai rappresentanti di questi sistemi di avere un legame genetico con la Terra per poter osservare ed esprimersi in questo mondo. Questo aspetto della creazione davvero non è mai stato capito.


   Gli animali hanno una certa capacità intuitiva che permette loro di capire la propria funzione anche nei confronti l’uno dell’altro. Essi vengono da comunità di extraterrestri e hanno esattamente l’aspetto dei loro antenati, che erano esseri senzienti su altri pianeti. Se voi sapeste quanti milioni di miliardi di pianeti esistono, questa idea non vi riuscirebbe tanto ostica. Coloro che hanno creato il vostro pianeta ottennero semi diversi dai posti più disparati. Questi semi erano prodotti di ingegneria biogenetica progettati per creare esseri che vi fossero compagni e per seminare la Terra.

 

 

 

 

 

 


  Alcuni animali sono utilizzati come trasmettitori. I vostri gatti trasmettono direttamente informazioni a una specie di coscienza che usa i felini per osservarvi. Nei tempi antichi, sul vostro pianeta, molte culture usavano tenere un leone o un altro grosso felino accanto all’entità reggente. Questi animali erano sempre presenti. Guardate le statue antiche da tutte le aree del pianeta e che cosa vedete? Leoni. La famiglia dei felini rappresenta la realizzazione biogenetica di una specie che vi assomiglia in tutto fuorché nel volto. . I popoli gatto o leone sono venuti a ondate sul vostro pianeta e hanno operato in Sud America, Messico, Egitto e in alcune culture insulari. In Egitto, questi popoli hanno lasciato i felini per trasmettere informazioni, cosicché i governanti avessero un contatto diretto con le specie dalle stelle. È così che molti di questi governanti prendevano le loro decisioni: erano guidati per via telepatica dai felini, che funzionavano come radio riceventi e trasmittenti cosmiche.

 

  Nei tempi più recenti i gatti sono stati i compagni delle streghe. Pensate che fossero stupide? I gatti erano per loro un legame con altre realtà. Quando arriva un’energia negativa, i gatti possono intercettarla e cambiarne la vibrazione. Oggi molti di voi tengono un micio nelle loro case, che trasmette molte informazioni. Tuttavia voi in questo tempo non state lavorando con questo tipo di informazione. I gatti sono i vostri guardiani e assistenti, grandi compagni che vi confortano."


Da Barbara Marciniak


 

   Ne sento parecchio sgomento per certi passaggi dal mio sito. Se un opera di arte non suscita sgomento passerà inosservata quindi non ha rilevanza per il suo tempo. Il mio impegno è solo quello di mantenere un giusto equilibrio tra verità e ...ignoranza... immaginazione pensavo io, ma questa parola ignoranza è arrivata al posto giusto: anche l'immaginazione è verità.


 

    Chiudo la giornata con il classico vari pensieri dai famigliari Laura, Ben, Giulio, Van mi lascio trascinata nei giochi di potere poi li ignoro andando verso un senso di pace così che mi trovo con il cuore unito alla testa, i battiti intensi e profondi: null'altro conta. In effetti non vedevo né sentivo altro che questa enorme profondità. E' buon tempo da quando non ho più sperimentato l'unione tra il cuore e la mente.


 


     Lunedì 27.03.2017


 

  Oggi andrò in città, pare che ho la fortuna di una bella giornata. La madre informata già da ieri, alle prime ore eccola qua:


   - Iris, comprami queste due medicine, alla farmacia di qui sono molto care.

   - Va bene.

   - Ti do dei soldi poi, quando arriverà la pensione. Passa anche dal negozio per il pane.


 

Se pure ero ancora qua:

 

    - Chiedi dalla farmacia qualcosa per la prostata.

     - Da dove sai tu che lui ha prostata?

     - Cos'altro?!

    - Deve andare dal dottore, è qui a 10 minuti distanza.

 

    Reinizio lo stesso discorso conflittuale ma perché devo io avere la residenza qua?!

Subito sento:

    “Sister, hai bisogno di casa?”

  Un pensiero sarcastico di Oriana è indietro della mia testa.

 

  Sarebbe la risonanza? Poi rimarco un gonfiore sulla gengivite sinistra, strano fino oggi non mi ha infastidito.


 

 A radiografia una giovane assistente mi guardava con severità, molto scontenta per il risultato che secondo lei è stato influenzato di me.


   - La radiografia le serve per l'impianto?

   - ?! Volevamo sapere in quale stadio si trovano quelli di giù.


   L'impianto? L'anno scorso sì lo pensavo come soluzione, adesso no.


 

  Più tardi stavo pensando a questo banale accaduto e sento la voce debole di Loretta siccome fosse già dentro di me:”Ti guardava?! Lascia che ti guardi, fai troppo caso di questi sguardi.”


  Mi sarei fatta ben volentieri una lunga passeggiata ma faceva un freddino...

  In pullman erano due donne ben conosciute di me, una di loro è commessa da Giulio l'altra porta latte dai genitori, quindi ci incontriamo parecchio. Il soggetto religione:


   - Ma io sono cattolica.

    - ?!

   - Ortodossa?

   - Se fosse una donna più normale ti avrebbe spiaciuto, ma così...


 Chiude il dialogo la commessa.


  Mamma mia questa religione, qualche testimone di Geova si fa avanti anche qui. Non è che un altra setta fosse di mio gradimento, ma almeno sarà un po di diversità nella loro comunità e si faranno un idea di cosa vuol dire scelta.


 

Stavo guardando il cielo stupendo e le costruzioni non tanto belle, le strade quasi rovinate, le persone non tanto curate in somma io preferisco viaggiare al estero, non c'è dubbio.


  Chiudo comunque la giornata piena di conflitti per qualunque impresa che dovrò fare domani, eppure sono delle piccolezze che adesso devo farle per me, solo per me. Faccio una resistenza strana al mio stesso benessere.


 

  Una vacanza movimentata, potevo approfittare di questa tranquillità, non c'è nessun altro in cortile, non ci sono degli operai. In somma adesso si condizioni perfette.

   Indirizzato verso sinistra è un giovane uomo vestito scuro, sta davanti al computer acceso. È molto teso e confuso, guardando con insistenza lo schermo. La mia energia maschile è così? E' il agire, il fare a ogni costo? Penso di sì.


  Molto tardi nella notte mi sveglia un suono metallico sgradevole, siccome fosse nella mia stanza qualcosa.


 


 

      Martedì 28.03.2017


 

   Al mattino mi sveglio parecchio stanca, è da capire se sto perdendo tempo ed energie in vari pro e contra inutili.

Indecisa sul da fare, mi do tuttavia una mossa. Ammiro i denti messi l'anno scorso, ecco che bel lavoro ha fatto la dottoressa, come sono contenta.

  prima vedo quelli di giù così come mi piacerebbe che fossero: perfetti.

 

  Poi mi ricordo le parole di Corina dette un anno fa mi pare.


  “Dicono che è buona la dottoressa O..., ma lei non fa impianti.”


  Ed ecco al pullman anche Corina, ci siamo solo salutate.


  Una volta in città invece mi riprendo grazie anche a una meravigliosa giornata e per la luna nuova che è proprio oggi.


 

Passo accanto allo studio di questa O..., è sulla destra della strada e ha delle porte marroni a entrata, tuttavia non mi parevano simili a quelle che ho visto io. In somma vado alla stessa, al impianto ancora non ho detto un sì deciso, non è per costi, non sono assolutamente convinta della sua necessità. Bensì cos'altro?


 

  Medicine per la madre, a parte che sono tanto care, come fa il suo organismo a digerire tanto?


 

 


 

   Giovedì 30.03.2017

 

   Fa un bel freddino oggi, dopo la giornata estiva di ieri, fortunatamente mi la sono goduta pienamente. Pur essendo vento ho la tendenza a star fuori: è primavera. Aspetto un chiarimento, qualcosa...


 

   “ispirazione non mi mancherà”


   Avevo scritto questa affermazione con tanta sicurezza già al inizio del sito, sulla pagina Io Sono. Fa lo stesso entro su Fb per leggere qualcosa e trovo un ricordo di Kryon che parla proprio di questa straordinaria intuizione che abbiamo. La prima risposta che arriva subito dopo una domanda è la giusta, solo che noi non la prendiamo sempre in serio. E' vero.


 

 Adesso pensavo al lavoro

   vedo Ada bianca davanti a me.


 

La sincronicità mi porta in un posto bellissimo, so che è così e così è.

   Alla sinistra davanti al mio viso è Rodolfo or qualcuno che le assomiglia.

Oramai quel posto magnifico immerso in natura è realmente nel mio cuore.


   Voglio partire di qui

APRILE è scritto in nero grassetto, leggermente sinistra davanti alla mia fronte.


 

Conseguenza dei miei ragionamenti? Non vedo il sé mostrandomi qualcosa come è stato per il marzo.


 

Su Fb qualcuno stava parlando della sua esperienza stomatologica, un intervento doloroso. Allora siamo in tanti occupati con i denti adesso in primavera.


 


   Venerdì, 31.03.2017


   “Una finestra piena di polvere, mi pare che sia una ferma zanzare e sarebbe proprio quella di lì.”


 

  Sono passate esattamente 3 settimane in quale ho risolto ben poco da quello che intendevo fare. E perché non mi sono mossa?


 

   Questa donna mi sta provocando ogni giorno. Ho fatto benissimo girare tanto, se non qui arriviamo sempre alle stesse discussioni non senso di prima:


 

   - Non mangiare carne oggi: è venerdì.

    - Può essere, cosa interessa a me?!

     - A te interessa solo la bocca.

     - ?!

 

    Passa qualche oretta:


    - Iris, mettimi il filo nel ago. Io non vedo più a quanto ho pianto per i figli.

     - Hai pianto per te non per i figli. Noi stiamo bene.

    - Tu non sai cosa vuol dire avere dei figli.


  Sempre i figli, che pesantezza. Ma ci sono ancora donne del genere che hanno una sola realizzazione nella vita: i figli?


 

    - Giulio ti ho telefonato, ma non hai risposto.

    - Mamma non ho ricevuto nessun appello da voi.

    - Chissà dove ha telefonato lei, magari non vede più bene né i numeri.


 

    - A TV hanno detto che i rumeni possono andare in Canada senza visto.

    - Sì mamma, è vero dal 1 gennaio 2018. Vuoi andare?

     - ?!


    Fino al recinto è stata calma ma poi bang:

 

   - Franco deve venire qua e risolvere con il recinto.

   - Mamma Franco è stato operato, non sta in piedi più di qualche minuto.

    - Se il cancello ci viene in testa è colpa di Franco, non ha fatto il recinto quando doveva.

   - Mamma se stavi calma e non litigavi con il vicino, il recinto sarebbe stato già fatto.

   - Io calma? Con questo idiota che mi ha mangiato il fegato?! Tu non sai quante ho passato io con lui. Ecc

 

    Se non sta litigando più con i vicini, sta riversando la sua rabbia sui figli. Oggi sono stati presi di mira sia Corina che Giulio, io sono ogni giorno qua quindi pazienza. Inizia con il classico insulto e tono alzato, e se non ha alcun effetto da con il pugno in tavolo. Che scenette, ragazzi. da film! Mi diverte il ridicolo della situazione. Aiuto!


 

   “Lentamente muore chi non viaggia, chi non legge dei libri, chi non cambia il colore dei vestiti. “

 

   Muore lentamente chi si aggancia a qualsiasi ideologia, chi non pretende mai nulla per se stesso, chi si appiccica a organizzazioni di qualsiasi natura.

   Muore lentamente chi da sua intera vita non fa altro che una perpetua difesa.

   Muore lentamente chi non ha apertura verso il nuovo, verso il rischio e l'avventura, stando chiuso entro i confini stabiliti della sua mente per paura del ignoto, per paura della morte.


 

   La prima parte appartiene al autrice, resto è il mio mi sono venute naturalmente pensando alle vicende un po particolare che passiamo con la madre. Secondo me i figli se vogliono realmente avere una loro vita farebbero bene allontanarsi dal nido natale. Io in Germania sto benissimo, in quel poco tempo libero che ho mi godo la libertà di decidere per me stessa in piena autonomia.


 

 

     Sabato 01.04.2017

 

   Oggi preferisco star fuori: è troppo bello ed è tanta tranquillità. Mi godo il sole insieme agli alberi: sta spuntando la vita. Il profumo dei loro fiori si sente in aria. Adoro primavera per gli alberi fioriti.


 

    Le donne lo sanno


Cosa sanno? Queste parole da una canzone … e da un film.... non so se ci sono anche in un film, io so solo di una canzone.


 

   - Iris, non hai preso nessun schiaffone ieri dalla mamma?

    - Ahaha! Lei si arrabbia quando parli del suo vicino.

    - Lei si arrabbia di tutto mi pare, dovrebbe farsi un controllo.

     - Quando non stiamo bene siamo irritabili. Lei ha problemi con il cuore, le fanno male i ginocchi....

       le fa male l'anima

vedevo scritto davanti a me.

 

   A quanto pare è questo il suo problema e nessun altro, lei sa cosa ha da elaborare e da accettare.


 

Oggi è molto più calma: ha un giorno sì un giorno no.


 

   Essendo una splendida giornata, sto contentissima nel orto. Lei arriva e mi vede stando lì tranquilla con la sigaretta in mano, guarda poi verso il cortile della sua vicina, scontenta come lo era adesso ho pensato “ma che brutta è.”


 

   Osservo da buon tempo il suo viso espressivo, cambia veloce e visibilmente. Raramente la vedo rilassata e contenta, allora sì ha un bel viso grande e luminoso: sta brillando. In somma io vengo poi dentro e mi viene un sonno ….

    La bombola di gas, così coperta com'è nel orto, è in cucina al entrata.


   Strano... Magari ha da fare con il mio stesso pensiero di prima or forse no.

 

  Quella bombola è stata portata di Walter alle sue insistenze, panicata che la bombola che adoperava fosse già finita. Io appena ero arrivata, sono passate 3 settimane e la bombola funziona ancora. E perché tanta panica? Sono due negozi con bombole abbastanza vicino a loro, qualcuno si trovava per portarla a casa.


 

  Ecco mamma la gallina si sta riprendendo, oggi ha messo la zampa per terra.

 

  - E' giovane, si riprenderà.


 

Ecco questo “è giovane” (perfino la gallina!) mi fa pensare che non accetta ancora la sua età, soffre per la mancanza di autonomia.


 

Sto ascoltando questa emissione di per sé il titolo lo trovo esagerato, il vero rinascimento del occidente mi pare che abbia punto di partenza in America. Di là vengono gran parte dei canalizzatori e da decenni.

  "KRYON E L'ITALIA: il Nuovo Rinascimento parte da qui. Intervento di Leonardo Luca Ferretti organizzatore per il team internazionale."


 

  Ero curiosa da dove venisse la giornata degli scherzi che è oggi:


 

  Hilaria (dal latino "hilaris", gioioso), festività celebrata dai Romani il 25 marzo in onore della dea Cibele, madre degli Dei.

Il giorno della celebrazione era quello successivo all'equinozio di primavera, ovvero il primo giorno dell'anno in cui il periodo di luce è più lungo di quello della notte. Lo scopo della festività era proprio festeggiare il lento ma graduale svanire delle oscurità dell'inverno e l'attesa di una stagione più gioiosa e luminosa.

 

   Nulla si sa dei riti celebrati in questa festività in epoca repubblicana, fatta eccezione

per quanto afferma Valerio Massimo secondo il quale si svolgevano dei giochi in onore

della madre degli dei.

 

   Qualcosa di più ci è noto per quanto riguarda l'epoca imperiale, in quanto sappiamo

da Erodiano che si teneva una lunga e solenne processione nella quale si

trasportava una grande statua della dea, di fronte alla quale si esponevano

oggetti preziosi ed opere d'arte appartenenti ai più facoltosi della città ed

all'Imperatore stesso.

 

  La particolarità di questo giorno di festa era il permesso di dare vita a qualsiasi forma

di scherzo o gioco, con la predilezione per il mascheramento. Ad ognuno era permesso

assumere l'identità e l'aspetto di ciascuno, persino di appartenenti ad alte cariche

pubbliche come i magistrati.

(...)

   Alcuni ipotizzano che l'usanza del pesce d'aprile, in voga in tutta Europa, provenga appunto da questa antica festività Romana.”


 

  fonte: Wikipedia


 

    Questo testo ci dimostra, se mai era bisogno, di come si trasmettono le tradizioni da una civiltà ad altra. Adesso è la statua della nuova dea Maria a essere portata in processione.


 

     E … figuriamoci la mia sorpresa a sentire ricordata a radio web l'entità Maria, di quale solo poco tempo parlavo.

 

  Poi un altra sorpresa Luca sosteneva, secondo me infondatamente, “i romani si incarnano come gli ebrei nella loro razza”. Eh non, non è la stessa cosa, gli ebrei sono una razza gli italiani sono solo un popolo niente di più niente di meno, mi pare che sia solo.... arroganza ….da parte sua se mai gli italiani non avessero già abbastanza. La parola arroganza veniva da sola. Mi ricordo di aver letto già da qualche parte nei testi di Kryon appunto che i romani si stanno incarnando in Inghilterra.


 


 

     Domenica, 02.04.2017


 

 Olivier passava alla messa del mattino, vedendo la nonna fuori la invita:


   - Dai nonna vieni a chiesa?

    - Io vado con le vecchiette, non con le donne.

    - Mamma mia.


 

   J'attends - Aspetto


 


 

 

 

 


 

 

 

  Aspetto. Ma che cosa? Ho uno stato strano: metà qui - metà altrove. La musica è perfetta: nostalgica. Ha da fare con l'antica Francia?


  Io d'altra parte penso alla vacanza che oramai è finita, perciò vedo Gilberto alla destra e lei davanti a me in nero, con l'energia che più la caratterizza: molto decisa.

 

 Magari sono tornati a lavoro proprio oggi. Mi colpisce la ricorrenza di un mio pensiero giudicante rispetto a Gilberto. Avevo catalogato allora come massima avidità il risparmio ai sacchi di immondizia. Un giorno l'ho visto muovendosi confuso fuori, ha buttato metà del sacco in bidone e con l'altra metà si muoveva fuori siccome voleva portalo indietro. Alla fine sto esagerando anch'io, ognuno è libero di vivere come le pare.


 

   I discorsi della madre soldi, medicine, malattie, chiesa, vicini... mi stano letteralmente annoiando è il suo mondo. La novità per lei e non solo, è la ragazza dei vicini tornata dopo un buon tempo sia con un bambino di 2 anni che con un compagno. Teneva informarmi:


 

    - Corina diceva che la ragazza sia già sposata da 2 anni, ma io non ho sentito niente.

    - ?!

    - La ragazza diceva che vorrebbe farsi una casa qua.

     - Proprio qua?!

    - Sì è un piccolo pezzo di terra accanto.

 

    una casa qua? Mi da l'impressione del eterno ricatto morale. La madre tanto incuriosita ha trovato il momento giusto per parlare con vicina e farsi chiarezza circa la vicenda.


    Ti pareva che avessi dei grossi problemi con la memoria

 

     - Guarda che grandi pezzi ha fatto Drago. Si affrettava, lo chiamava la sua ragazza.

    - ?!

    - Era anche il compleanno di quella ragazza.

 

     Il maiale è stato tagliato nella prima parte del dicembre, eh sì che i suoi interessi le mantengono la memoria vivace. Non sa dirmi quando ha attaccato la bombola di gas, ma del resto...

 

   Laura mi raccontava il suo giro con una amica ai monasteri vicini, poi chiude:


   - Al ritorno mi affrettavo per andare anche alla messa.

    - ?!


 

   Va bah lei è giovane, una quarantene, e se non arrivava alla messa di domenica finiva dritto dritto nel inferno?! Pare di sì.

 

  Corina è passata da loro in mezz'oretta è riuscita agitare le acque moltissimo, la madre molto scontenta è venuta per dirmi:


     - Iris questo qua ha detto a Corina che non è stato buono il pranzo. Ma cosa aveva il pranzo?! Corina di sicuro dirà alle ragazze che lui non mangia bene, ma se lui non ha denti cosa vuoi che mangiasse?!


  Poverina, lei fa quello che può.


 



 

      Lunedì, 03.04.2017


 

    - Iris, qualcuno ha bussato nella finestra stanotte, hai sentito?

     - Non ho sentito niente. Hai guardato sulla finestra?

    - Mi sono alzata e ho acceso la luce fuori, erano le 2.

    - Sì, ma hai guardato sulla finestra?

     - No. Anche giovedì notte ho sentito, allora era l'1.

     - Il vento. E' stato vento ieri, qualcosa si è mosso in cortile.


 

   Non c'è recinto e né la luce sulla strada, adesso ha questi motivi per alimentarsi con la paura. Poi è andata a letto molto arrabbiata.


 

   Al pranzo insista:

 

   - Iris, ho visto a TV 2 anziani rapinati per due volte.

   - Non guardare più la TV, sei rimasta impaurita.

    - Erano entrati da loro in piena notte, volevano dei soldi.

     - Hai soldi in casa, mamma?

    - No.

    - Allora ?! Una vita intera sei stata impaurita di ladri.

    - E sono venuti?

    - No, ma tu hai vissuto così.


   Queste sue paure la portano in ansia inutilmente, Giulio e Corina pensano di portarla a un controllo neurologico.


 

   - Giulio pensa che sia l'inizio di Alzheimer.

    - Sì anch'io la penso così, tuttavia a quanto io sappia non si guarisce.

    - Se inizi le cure subito non sta degenerando.

    -   In somma … Non si cura in occidente e si sta curando proprio qua?!

   - Giulio ha detto che nel inverno ha osservato la perdita di memoria. Quel gennaio senza telefono, senza TV la buttata giù.

    - Si potevano spostare sia il telefono che la TV, non è stato nessuno qua per gestire le cose.

    - Dicono che un ammalato di Alzheimer non sa più tornare a casa.

    - Ti pare che lei non sa? Ne soffre parecchio non uscendo di casa a causa dei piedi.

     - E' aggressiva e alza il tono.

     - Per una vita è stata così. Poi tu vai da Giulio e le racconti vari, la mamma è nervosa e via dicendo.

      - ?!

    - Insisteva tanto fermarmi, ma cosa vuoi che facessi io nel inverno qua?! E poi il lavoro io non volevo perderlo.


 

    Secondo me stanno esagerando: sono anziani. Di certo non mi piace sentire la sua rabbia accumulata in una vita, ma adesso mi spiaceva sentire discorsi così.


    - Iris, ieri sera lei era molto arrabbiata, le ha dato uno schiaffone.

   - Se lui non sta zitto...

    - Lui non diceva nulla, lei era invece molto innervosita.

   . Una coppia che non funziona è così, se non avevo lo stesso tipo di coppia anche al lavoro non avrei capito.

 

   Sapevo già cosa è successo. Non è vero "lui non ha detto nulla" anzi, l'anziano ha commentato più del dovuto ricordando qualche suo strano zio, giustamente lei si è arrabbiata.

 

    Cosa vuoi che facessi lei cucinare diverse cose solo perché lui è testardo? Lei appena sta in piedi e fa quello che può. Troppe pretese.  Stamattina lei lo ha mandato dal dentista, certo che lui non è andato. Furbo il vecchio, adesso guardava contento Corina. Le ha portato lei degli involtini, che lui comunque non mangia.


 

  Ed ecco il testo giusto al momento giusto.


   “Tutta la malattia si trova nella coscienza dell’essere umano. Pensate che sia nelle cellule? Le cellule rispondono alla coscienza dell’essere umano. Talvolta è scritto nell’Akasha, talvolta pensate che sia un contratto per voi essere malati : non lo è. I contratti sono scritti con inchiostro invisibile ed è ora di cambiarli tutti.

 

  Il nuovo contratto è che:

 Io sono qui a godermi questa vita senza malattie, sono qui per essere equilibrato, per essere allegro, e per vivere una lunga vita perché me lo merito, ho Dio dentro di me. Questa è nuova energia. Ed io ne faccio parte!”.

Questa è la verità di oggi. ”


   KRYON


 

  Corina da anni si sta innamorando della sanità rumena, se non va per lei porta altri dal dottore. Queste persone con le loro malattie... Laura è la sola che guarda emissioni interessanti a TV?

 

  N.C. mi sfida a guardare oltre, appena vedo il testo di sopra, lui pubblica Hathor di Kryon. Mi pare che ci sia stata già questa dea in un sogno tempo fa, ero parecchio confusa: stavo cercando Nefertiti, Cleopatra ecc. le più conosciute donne egizie tramite la storia. Un giorno sarà riscritta anche la storia.


 

    "Trentamila di anni prima dell’antico Egitto, in molte forme, tutte donne; erano le insegnanti, erano le guaritrici; si imparava da loro; e verrà un giorno in cui su questo luogo buio non ancora scoperto brillerà la luce. Sui muri ci saranno figure delle donne, delle Hathor che vi guardano, vi guariscono e sono parte di quella che è l’energia creatrice del pianeta. Potete capire perché voglio permesso di parlare di queste cose: miei cari, doveva accadere qui. Il mio partner ha canalizzato per 26 anni, e questa è la prima volta che abbiamo anche solo menzionato il nome “Hathor”. Ce n’erano in tutto l’antico Egitto, non una sola, assistevano in saggezza non nella costruzione, ma in saggezza. Vedrete tutto ciò che le rappresenta nel corso di tremila anni: nomi diversi, volti diversi, una di esse fu chiamata la Hathor.

 

Dunque, questo luogo antico non è ancora stato scoperto, attualmente si trova in quella che chiamate Turchia: c’è ancora molto di sepolto, lì, che influenzerà anche quello in cui credete qui. Poi, in un futuro lontano, la tecnologia vi permetterà di vederlo anche nella Valle dell’Indo. Gli storici cominceranno a connettere i punti e riconosceranno la stessa energia femminile da una cultura a un’altra che sono lontane migliaia di anni. Riconosceranno la bellezza, la fertilità dell’energia creatrice - seme dell’essere umano."

 

    Kryon - Tempio di Iside


 

Turchia? Per questo è tanto caos là, è uno scontro tra la vecchia e la nuova energia.


 

   Vedo anche una conferenza di metafisica a Pinolo, la città della mia anima. Una città che si muove tantissimo in cultura e spiritualità ed io ero capitata proprio lì. Ne sono grata per quel bellissimo periodo passato in Italia.


 


 

     Martedì, 04.04.2017


 

   Mi sveglio vedendo in una zona di luce, in alto e lontano, una piccola statua antica, quasi cubica, marrone.


   Possibile influenza del testo letto ieri sera, si troverà una statua molto antica, la stessa dappertutto, che rappresenta l'energia madre. Questo tipo di statua c'è già.


 

   Stranamente sin dalle prime ore del mattino sento energia maschile e maschilista di qui a livello di pensiero, di energia.


 

  Eppure il ciliegio fiorito è un vero splendore.


 

Long ago ..


 

 

 

 

 

 

  Questa musica ha qualcosa di particolare, ma che cosa ha?


 

   - Dov'è il vecchio?

   - Al orto di Loretta. Milio mi ha detto di occuparmi io, lui non c'è la fa più. Poverino con 2 donne ammalate in casa....


  Io non so quanto sia ammalata Tamara, l'anno scorso leggeva libri di filosofia. Magari sta leggendo troppo! La madre non sa che anche lei è vista un po andata


 

   Ecco la ricerca americana conferma in età avanzata la percezione della solitudine porta verso Alzheimer. Lei si lamenta di solitudine da buon tempo, non accetta l'età e il cambio di abitudini che normalmente arriva con essa. In verità provavo a stare alla larga e non implicarmi troppo in questa vicenda, ma proprio adesso qualcuno ha condiviso un articolo con questo soggetto.


 

Ed è sta calma ….fino alla bolletta per acqua,! Qui la sua rabbia è giustificata stano estimando a due anziani 11 mc, ma dai... Walter è stato già il mese scorso per reclamare l'esagerata estimazione ma niente.


 

Iris di a Giulio di non comprare più agnello, non mi è piaciuto l'anno scorso.

Mamma, solo un giorno fa le hai detto di compralo.

Non fa niente, comunque Giulio dice che non sono sana, menomale è sana la sua suocera.


 

  Se né è accorta di cosa stavamo parlando ieri, tanto ammalata non lo è. Con il suo vittimismo portato a estremi si fa male da sola. A me spiace ma questa è.


 



 

     Mercoledì, 05.04.2017


    Ho iniziato la giornata con uno stato di confusione, con “qualcosa non va “ cioè energia bloccata. Qualcosa indefinibile non è sul giusto verso, poi mi sono venute le splendide parole sentite anni fa:

 

    “Taj Mahal, il monumento che un uomo ha edificato per amore …. di una donna.”


   E su Fb trovo questo ricordo da 2 anni fa. Logicamente se un uomo per amore di una donna è capace edificare meraviglie durature millenni, nello stesso modo un gruppo di uomini con odio verso la donna sono capaci di tantissimi infamie millenarie.


 

   “C'è una grande battaglia nella Chiesa, persino ora, e grande dissenso, poiché essa sa che non sta dando ciò che l'umanità vuole. La dottrina non è al passo con i misteri della vita. La risposta sarà quella di creare un miglior equilibrio fra il femminile e il maschile, e il nuovo Papa, o quello dopo di lui, cercherà di permettere alle donne di salire a livelli più alti nella struttura ecclesiastica per assistere i sacerdoti.

 

 

 

 

   

 

 

 

 

      Si suggerirà di permettere che le donne partecipino ai servizi, facendo cose che le donne non hanno mai fatto prima. Questo le promuoverà all'interno della legge della chiesa, ad un'uguaglianza con i preti, ma non le farà diventare ancora dei veri e propri preti. Comunque, non sorprendetevi se le cose iniziano in un altro modo, dando invece ai preti la possibilità di sposarsi. Questo porterà il femminile nella chiesa in altri modi. Alla fine succederà e deve succedere.

 

    Altrimenti, sarà la fine della Chiesa Cattolica, perché l'umanità non sosterrà un sistema di credo spirituale che è fuori equilibrio con l'amore di Dio e anche con la consapevolezza intuitiva Umana. "

 

    Kryon - Ricalibrare la consapevolezza.


 


 

    Oggi è la giornata delle coincidenze trovo su Fb “Ramtha - il dio in te: la divinità dimenticata” guardo sul canale alla musica che ha e lì trovo Taj Mahal, l'antico suono del India.


 

    Da che cosa viene questa strana confusione?

  Dal accetto or non accetto, io sono dio in te tu sei creatore della tua realtà, delle tue gioie e delle tue sciagure.


 

Magari è l'influenza di Ramtha.


   Ma che cazzo sto creando?

 

  “E questa realtà improntata sulla paura domina la vostra esistenza.”

 

  queste parole sono già nella mia testa, sono da “conversazioni con Dio.”


 

   Bang arriva Corina per il pacco di Loretta, sentendomi la voce mi guarda un po spaventata. Ma questa donna arriva già qua con paura, si aspetta a urli? Va bah ma lei è giovane potrebbe venire qua raramente or non pretendere da anziani di più.

 

   L'anziana con il solito tono alzato, Corina ancora:

 

    - Abbassa la voce.

 

   Comunque è andata via veloce:

 

    - Devo andare in città.


   Secondo me per lei sta diventando abitudine a parlare così, il vecchio è sordo or fa il sordo annoiato sentirla. Lei insista per ricevere attenzione e si stanca inutilmente.


   Al pranzo mi chiede innocente:

 

    - Sai Iris quella donna con quale ho parlato stamattina ha diabete molto grave, sta perdendo la vista. Perché si fa questa malattia?

    - Non state bene, per questa vi ammalate.


 

  Questa anziana mi chiama per vari motivi, viene nella mia stanza con vari motivi. Mi snerva questo comportamento. Ma io sto lì a perdere tempo e sentire stupidaggine? Poi mi mancano tantissimo le camminate. E' una splendida giornata che ti invita a passeggio. Per camminare devo andare in città, cavolo che mancanza di spazio può essere qua. Il mio sogno era di viaggiare, libera di catene … molecolare...

  Molecolare? Che cos'è con questa strana parola apparsa a livello della gola scritta in bianco? Io pensavo a catene come condizionamenti e limitazioni mentali, non a DNA. A fin dei conti sono imprimate nel nostro DNA, dove altrove? La gola ha da fare con la verità.


 

   - Iris, ma quanti fiori ha fatto il ciliegio quest'anno.

   - L'anno scorso non aveva niente.

   - Ha fatto adesso anche per l'anno scorso.


 E' una meraviglia questo albero e lei ha rimarcato la sua bellezza, non l'ha abbandonata né il senso del umorismo.


 

  Ho uno stato pressante per buon tempo essendo con il pensiero a lavoro. Mi viene un sonno … , mi addormento. E' stato un sogno strano e una doppia esperienza che magari ha il dono di chiarirmi le altre simili:


  Sento un vortice, un energia non tanto gradevole, mi quasi avvolge, sento un tocco sulla schiena. Davanti a me vedo il viso di un uomo bruno con baffi guardandomi con insistenza.

   *E' confusione in un posto di sosta di seguito a un mio viaggio, sono 2-3 donne nella stessa situazione.

Una di loro alta, bionda è alla destra mette i piumini ( sarebbero questi di qua che hanno forse 30 - 40 anni) sul suo letto insieme ai miei vestiti fini di un giallo chiaro. Io chiedo solo i vestiti, la donna mi mette anche i piumini pieni di polvere, disgustata di questa miseria li do indietro.

Un altra donna bruna sta tranquilla seduta alla sinistra assistendo alla scena, a lei servono dei soldi e vorrebbe vendermi un telefonino moderno nero. Non sa se funziona, io dubito comprarlo anche se è a metà prezzo.*

 

   Sento lo stesso vortice di prima, mi sveglio. La madre era nella mia stanza con il pretesto di cercare qualcosa nel armadio:


   - Dormi di giorno? Di notte cosa farai?

   - Ma tu perché non stai tranquilla nella tua stanza?

   - Lui non è ancora arrivato, ha detto che starà poco.

   - E' questo il problema: non volevi stare sola nella tua stanza.

   - Zitta!

 

   Oggi mi ha annoiato con questo “zitta!” Lei è stata già nella stanza, ha l'abitudine di toccare la schiena a chi dorme, spaventata che quello fossi morto e lei rimane sola appunto. Cosi faceva quando Giulio dormiva qua. Degrado mentale enorme a causa della paura e questa chiesa e questa civiltà è fondata sulla paura.

A parte questo, i vortici che io sento ogni tanto hanno da fare con i pensieri altrui e non i miei. In effetti io dormivo. Una volta che mi ha visto in piedi muovendomi di qua e di là, è tornata nella sua stanza. Mamma mia quanti danni fa questa banale paura, che poi banale non lo è.


 

   Come ho già detto io ne sento parecchio a livello di pensiero dalla comunità di qua che bruscamente è molto interessata delle mie scelte. Non mi riempo il sito con le aberrazioni mentali emanate dalla mente di un gruppo settario.


 

Personalmente ero con i pensieri a lavoro prima di addormentarmi, la donna bionda può essere Milena: loro si aggiustano quando con me quando con lei. Comunque dovevo contattarli già senza presupporre nulla e finita lì. Volta scorsa è stata una vera fortuna ad aver mandato a casa Milena e non me, qui nel inverno sarebbe stato un disastro.


 

Né adesso sono molto contenta pur avendo la fortuna di un bel tempo. Mi mancano le camminate e ne faccio una in serata per la bolletta di acqua. Al ritorno mi fermo per accarezzare i cuccioli di Rotweiler che Olivier ha:


 

   - Iris, a TV ho visto un incidente con due rotweiler, hanno aggredito una donna sulla strada.

   - Strano, in Germania ho visto tantissimi cani piccoli e grossi senza guinzaglio.

   - Il proprietario può andare in galera, i cani non erano custoditi.

  

  Finiamo in discorsi della psicologia dei cani e della loro innata aggressività, le raccontavo entusiasmata un accaduto in Germania non dimenticando ad aggiungere:


  - Là è un bel posto.


  Sì là è bellissimo, è la città del mio cuore. Così finisco nella classica lamentazione che le cose non vanno tuttavia come io vorrei. Mi appare la scritta:


   “Chi sei tu per dire al Universo che non è questo il modo di fare?”

   kryon


  Carino! E' da tanti anni scritta sulla secondo pagina del sito chi sei tu?, là ho messo l'immagine del Arcobaleno - segno di alleanza tra umani e entità superiore dallo spazio.


 

  Sentivo il pensiero di Van, se pure si prepara per tornare qua:  "Simpaticona.... io vado in prigione per te?! Simpaticona...”


   Se le è entrata in testa una roba così, là resta.


 


 

     Giovedì, 06.04.2017


 

   Mi sveglio con una musica che ho sentito nel viaggio verso Germania nel inverno, una sola canzone mi è piaciuta con un bel ritmo vivace.


 

Arriva Corina sia per finire il pacco di Loretta che per portare la madre a neurologia, due ammalate e lo sono da anni.


 

  Ecco tornate. Vedevo il viso di Corina grande indietro della mia testa, luminoso, prima del arrivo della madre in cortile.


 

    - Corina dov'è?

    - E' rimasta al negozio.


 

   Secondo il medico non è Alzheimer ma una depressione or un inizio di Parkinson, in somma ci vogliono poi un paio di analisi e via dicendo.

 

Il medico tuttavia è molto giovane, ha circa 30 anni, l'esperienza con casi del genere io la escludo.


 

  - Iris, io pensavo a qualche ictus or un roba così, la madre di Anna è finita paralizzata per questa. Poi la curi te?!

   - E' l'obbligo di Oriana curarli, non è il mio.


  Devo fare sempre chiarezza a questo punto.


 

   - Corina certo lei va in depressione con le notizie spaventose che vede a TV, con la lettura di quelli libri cattolici che la terrorizzano ancora di più.

   - Mamma, non c'è inferno!

   - ?!

   - Questa chiesa prende in giro la gente.

   - Smetti con questa roba che andrai nel inferno, nemmeno non c'è, l'inferno è qui sulla terra.

   - ?!

 

    E allora con cosa li spaventa la chiesa? Enigma. Come vedo nemmeno i fedeli ci credono ancora a questa ...frottola... io pensavo a fiaba. Ma le fiabe hanno seme di verità, avrei fatto un torto ai scrittori che con amore e profondità dello spirito hanno offerto al umanità una via verso il divino che abita in noi e intorno a noi, molto diversa dagli imbrogli ecclesiastici e la loro salvezza tramite la chiesa.


 

   - Iris, ho raccontato al dottore cosa sia successo con la sua sorella.

   - ?!

   - Il dottore mi ha detto che le malattie sono ereditarie.


 

  In somma per chi non crede in reincarnazione sì può stare in piedi una affermazione così. Sono ereditarie? Corina non pensa che lei è la sua figlia?!


 

  E pure mi rendo conto che nessuno deve fermarsi per analizzare non so che capacità sensoriale e quale traguardo abbia raggiunto. L''evoluzione non si ferma, non dipende da un luogo or da una attività che noi stiamo facendo, l'evoluzione è un continuo dovunque noi fossimo … cambio di era .. mi appare scritto in bianco. In fatti magari c'è in noi la tendenza ancestrale verso l'isolamento che adesso non ci serve più, anzi non è raccomandabile.


 

   - Iris, cucini il pesce al forno domani?

    - Mamma io vado in città domani mattina, prepara il pesce come tu vuoi.

    - Cosa fai in città?

    - Ho le mie cose da fare.

   - Se vai via anche tu, io cosa farò?!

    - Mamma, non riesci stare in piedi?

    - Non vedi che non sto più?!

 

   Eh va bah pazienza. Pare metà morta a come si muove oggi, se non si da lei una mossa chi può farla?! Mi da l'impressione di vittimismo. Da quando ha ceduto la casa a favore di Oriana in idea che sarà lei a curarli è andata molto, ma molto in giù. E' stata una sua scelta di non stare più sulle proprie gambe.


 

   I miei ragionamenti di prima erano tipo “non bisogna fermarsi per analisi”, adesso trovo Fabrizio con <<se hai scelto una vacanza …. piuttosto che altro ecc. è la “ricerca interiore” importante.>> Le mie vacanze che le passo sovente qui, dove non ho alcuna possibilità di movimento fisico?! Stava parlando per me? No. Generalmente si stano organizzando vari viaggi costosi in India.


 

Lascio stare Fb, in un attimo di respiro vedo alla sinistra ma in basso un viso luminoso, assomiglia al uomo che ho visto già guardandomi con insistenza proprio in questi giorni. La prima cosa passata in testa è stata “forse era meglio non mettere nessuna foto sul sito”, così per essere assolutamente anonimo.


 

    Più tardi mi avvicino al armadio e sento un profumo denso che secondo me non doveva essere lì, mi avvicino alla finestra e sento lo stesso profumo denso. Mi metto a letto e sento un odore forte di aglio, giustamente né questo doveva essere lì.

   Se nei primi casi poteva essere qualche odore forte venuto dai vestiti esistenti nella stanza, il terzo sicuramente non veniva dai vestiti.


 


 

   Venerdì, 07.04.2017


  Mi sveglio con uno stato un po confuso, ho chiuso la serata nello stesso modo.


  Adesso in mattinata mi faccio il caffè e con l'angolo del occhio destro vedo lo stesso uomo vestito di nero entrando in cucina, mi sono anche spaventata. Questa presenza è già stata, per me è simbolo di energia maschile.


 

Mamma mia queste medicine e questi presupposti di vari malattie quanto mi stancano, se Corina non ha altro da fare. Arriva già in mattinata per vedere come vanno le cose con la madre di seguito ai antidepressivi! Ma lei poverina si lamenta di dolore a una gamba da un bel po. La sta provocando e lei inizia con storie famigliari dagli antenati e i suoi ricordi da decenni. La sua memoria è fortissima.


   - Ma la nonna non ha avuto sorelle, fratelli?

   - Sì ha avuto una sorella ma è morta a 3 anni dal matrimonio, si è spenta.

   - E' andata fuori testa?

   - Non, lui era vecchio, ubriacone ecc lei si è spenta.

 

   Corina sentendo dal dottore che le malattie sono ereditarie insisteva adesso trovare nel arbore genealogico delle prove. Io sono intervenuta per far chiarezza.

 

   - In questa comunità le donne venivano spesso ammazzate. Quella sua zia è stata ammazzata.

   - ?!

 

  Corina è rimasta senza parole. Oh mio dio come ho potuto dire una roba così?!


  Qui preferivano ammazzarsi a vicenda piuttosto di divorziare per rispettare adlitteram un divieto cattolico. Come vedo per la chiesa e i suoi accaniti seguaci il crimine non è peccato, la libertà invece sì. Siccome le donne in questa comunità non vengono ammazzate e oggi in un modo or altro, figuriamoci 80 anni fa! Solo nei giorni scorsi è stato il caso di quella donna infelice che voleva suicidarsi piuttosto di divorziare e farsi una sua vita. Ma....


 

  Sentivo una grande pesantezza di seguito alle loro discussioni improntate sul negativo. Fortunatamente non appartengo a questa famiglia e a questa comunità di nessun tipo. Sono andata in città per respirare aria diversa.


 

  Questa è la prima volta quando ho sentito dalla estetista affermazioni del genere, stava parlando di un piatto tipico della chiesa ortodossa e di certi tradizioni collegati ai funerali. Io non sono intervenuta nel loro dialogo. Poi si arriva ai pleonasmi, una parrucchiera ha detto.


   - Scendi giù.

   - Ma poteva scendere anche su?!

   - Ma sai io non ho mai capito perché i cattolici dicono “mi porto là... “ a posto di “io vado là... “ . Sai è anche divertente.

    - ?!


  L'altra non diceva nulla se pure non sono intervenuta nei discorsi di prima. La Pasqua sia cattolica che ortodossa quest'anno è nella stessa data, generalmente non lo è.


 

   Un bel freddino e un forte vento mi hanno impedito godermi di più la passeggiata, anche così ho fatto una intensa camminata. Mi serviva.

 

   Insisto con le banche rumene ma chiedono troppo per un card, ovvio io sto comparando tutto con la postepay, semplice da ottenere e costi quasi inesistenti. Devo assolutamente trovare una che mi va bene, il tempo stesso mi sta pressando.


  Al ritorno sorpresa:


 - Iris, noi andiamo in Belgio fra una settimana, se tu non sarai qua è Laura per occuparsi di tutto.

 - Chi ti ha detto di Belgio?

   - Oriana ha telefonato e ha detto di andarci da lei per una settimana. Inizio prepararmi per il viaggio.


  Sentendola parlando della partenza una strana tristezza era dentro di me agganciata al pensiero “resto da sola”?! Poverina solo il pensiero che me ne vado per la Pasqua la butta in ansia, eppure lei non è realmente sola.


   E su Fb trovo un meraviglioso ricordo da 2 anni fa, ho fatto progressi a questo “sentire”?


   "Pensiamo troppo e sentiamo poco.
Più che macchinari, ci serve umanità, più che abilità ci serve bontà e gentilezza; senza queste qualità la vita è violenza e tutto è perduto.
L'aviazione e la radio hanno riavvicinato le genti, la natura stessa di queste invenzioni reclama la bontà dell'uomo, reclama la fratellanza universale, l'unione dell'umanità.
Perfino ora la mia voce raggiunge milioni di persone nel mondo; milioni di uomini, donne e bambini disperati, vittime di un sistema che impone agli uomini di torturare e imprigionare gente innocente.
A coloro che mi odono io dico: non disperate!
L'avidità che ci comanda è solamente un male passeggero, l'amarezza di uomini che temono le vie del progresso umano."


  Charlie Chaplin


 

   Giro sulla bacheca e mi trovo anche con la notizia dall'associazione rumena che si implica contro la violenza sulle donne, ha un titolo normale: “ un uomo ha picchiato la moglie fino l'ha ammazzata”. E non succedeva lo stesso 70 - 80 anni fa?! Ma va.... questa appartenenza a un gruppo ti fa chiudere gli occhi a qualunque crimine che sta davanti ai tuoi occhi.


 

  Incredula con la sua partenza insisto:

 

   - Come mai vi ha invitato così al imprevisto Oriana?

   - Doveva andare Walter, ma poi si è ripensato così abbiamo detto che andiamo noi.


  Non ne posso più con questi infantilismi:


  - Corina ha telefonato a Oriana e le ha detto che io ho criticato suo marito. Iris tu sei stata qua, è vero?

   - Mamma io mi muovevo di qua e di là, non mi interessava la vostra discussione.


  In verità qualcosa sì sentivo dal bagno ma non molto chiaro. Stavo solo raccomandando a Corina:


  - Non agitarla. Lascia stare.


  Tanto ne sente le stesse cose da anni, che senso ha? Aspettava che una settantenne cambiassi opinione?! Che poi a suo modo la madre esprimeva il disappunto: ha capito che è stata presa in giro.

 

  - E tu perche ridevi con il dottore?

  - Diverse, ma non possiamo ridere?

  - E con Vania in machina ridevate.

  - Ma sai che Vania ride forte.

 

  Io non riesco capire cosa vuole Corina, tutti gli anziani soffrono di senilità. Vuoi guarire la vecchiaia?

 

  Sto leggendo stati di coscienza per chiarirmi cosa ho sperimentato ieri sera e stamattina. La confusione per chi è chiarosenziente cioè sente, vede e odora l'aura altrui, è la norma. Magari fino si impara a utilizzarla in modo consapevole, distinguere cosa è tuo di quello che non lo è. Ai odori sì ho una grande sensibilità, ai stati di animo altrui anche.


 

  Fortunatamente è arrivato Gino, se domani non pioverà ci darà una mano qua con varie faccende. La madre sta parlando con lui un mezz'oretta poi un altra mezz'oretta parla al telefono con Monia. Vedendola così chiacchierona le dico:


  - Mamma forse sarebbe meglio non prendere più quelle medicine.

   - Adesso parlo troppo?!


  Lei si divertiva, so io cosa è nella testa di Corina. Sono antidepressivi ma lei già prende pastiglie per la pressione alta, per i ginocchi.


  Dunque sono arrivati indietro 2 giorni fa. Vuol dire mercoledì quando io ho fatto quel strano sogno e avvertivo pressione?! Possibile.


 

   Dentro di me fluisce la saggezza millenaria, ho avuto anche splendide vite piene di gioia e creatività ho acceso a quelle. Pare che siamo mesi sul automatico con queste lamentazioni e tanto di scontento. Adesso la sorpresa arriva quella foto di una splendida donna che io ho visto alla chiaroveggente tantissimi anni fa. Bah... sarebbe solo quella?!


 

   A parte che grande cosa non ho capito con quella immagine. Mi aspettavo di vederla un giorno da qualche parte e mi aspettavo da anni. Lasciamo perdere è insignificante.


 


 

   Sabato 08.04.2017


 

Mamma mia che freddino, sono in dubbio con la mia passeggiata in città.


   - Iris non comprarmi più la borsa frigorifera, non andiamo più da nessuna parte.

   - Ma come? Solo ieri parevi contenta di un viaggio.

   - Ci mettiamo in viaggio noi, due anziani?!


  In effetti, la sua tristezza oggi è al aperto.


 

  La stessa musica di ieri mi sta in testa, e non so nemmeno come cercarla su youtube. So solo di averla sentita in un viaggio verso la Germania.


 

  Vado a negozio per comprarmi il caffè e là vedo caffè dalla Germania: il commercio unisce il mondo. Arriva anche Corina, dopo la sicurezza che aveva ieri, oggi è scura nel viso e taciturna, magari è rimasta influenzata dei giudizi della madre nei suoi confronti, nei confronti di suo marito. Peccato! Appena l'ha portata a neurologia … e pure la sta influenzando.


 


  Rileggo il testo di ieri con le percezioni sottili, ormai da anni in un modo or altro si stano sviluppando. Pare che non mi è tutto chiaro, secondo l'autrice l'illuminazione avviene dopo averli ben sviluppate tutte quante e utilizzate consapevolmente.   E ne sono un bel po elencati: istinto, empatia, intuizione, telepatia, precognizione, chiaroudienza, chiaroveggenza, chiarosenzienza, telecinesi.

  Io ho fatto confusione tra precognizione e chiaroveggenza, mi pareva che l'ultima doveva essere già attiva.


 

  “Quando siamo nella Coscienza Individuale, pensiamo a noi stessi come ad un essere umano di terza dimensione che è pienamente consapevole di come funziona la vita quotidiana. Siamo anche coscienti del Bambino Interiore e dell'Ego. Però non riusciamo ad avere un accesso consapevole alle percezioni sottili.

 

Con la Coscienza Collettiva, ci sentiamo uniti a tutta l'umanità e pensiamo al SE' quale membro della famiglia di tutta l'umanità. Grazie a ciò, possiamo usare le percezioni sottili per sintonizzarci nella quarta dimensione e comunicare con la massa, la Coscienza Collettiva degli umani sulla Terra.

 

Con la Coscienza Planetaria, ci sentiamo in totale unità con il pianeta, cosa che espande la nostra coscienza per abbracciare la quarta dimensione. Con il risveglio della coscienza multidimensionale, possiamo percepire il SE' quale parte di Gaia, la coscienza della Terra. In questo caso, noi usiamo le percezioni sottili per comunicare direttamente con Madre Terra, ed anche con TUTTI i Suoi abitanti. Possiamo anche collegarci con gli Elementali di quarta dimensione della terra/gnomi, dell'aria/silfidi, dell'acqua/ondine e del fuoco/salamandre. Con la coscienza di quarta dimensione, possiamo comunicare anche con le tante realtà ed esseri che risuonano alla quarta dimensione. Inizialmente potremmo anche dubitare dell'esistenza di questi Esseri meravigliosi e degli Spiriti Guida. Poi, con il tempo, ci rendiamo conto che molti di questi esseri sono espressioni di quarta dimensione del nostro SE' Multidimensionale.

 

Con la Coscienza Galattica, ci sentiamo in totale unità con i pianeti, i sistemi solari, le galassie, che risuonano alla quarta e quinta dimensione. Questo senso di unità ci permette di integrare completamente il SE' Multidimensionale ed espandere la coscienza verso la quinta dimensione per radicare quella frequenza di Luce nel corpo di Gaia. A quel punto possiamo percepire gli "ET" quali ulteriori espressioni della nostra Anima/SE' e membri della nostra Famiglia Stellare. Ci siamo spostati oltre i limiti della dualità, del tempo, dello spazio e della separazione. Percepiamo il corpo fisico quale veicolo terrestre che usiamo e curiamo per "guidarci" attraverso le esperienze quale membro dell'Equipaggio di Ascensione Planetaria. Percepiamo ogni aspetto della realtà fisica come una benedizione od una iniziazione per ricordare di lasciar andare le paure e vivere secondo l'amore incondizionato, per sempre. Da questo stato di coscienza, siamo Maestri di Energia e stiamo molto attenti ai pensieri ed alle emozioni in modo che non costituiscano una minaccia per il livello della nostra coscienza. Non siamo più vittime di altri, di un luogo, di una situazione o di una cosa e ci prendiamo piena responsabilità di ogni manifestazione nella nostra vita.

 

 

 

 

 

 

 

 

Con la Coscienza Cosmica, possiamo spostarci nella sesta dimensione ed oltre, come anche nelle realtà quantiche ed il pensiero quantico. Ci stiamo preparando a lasciar andare qualsiasi attaccamento alla forma per vederci quale essere di pura coscienza. Il viaggio inter-dimensionale è cosa normale, quando ci interfacciamo con la Superanima nella settima dimensione per aiutare la nostra Famiglia d'Anima a riportare a Casa TUTTE le nostre espressioni del SE', verso la risonanza della Coscienza Multidimensionale Non abbiamo più bisogno di cercare, perché viviamo nell'Intelligenza Divina, nella Saggezza Spirituale e nella Creatività Infinita. Condividiamo il nostro Essere Illuminato con altre espressioni del SE' e con tutti quelli che cercano consiglio. Se ancora abbiamo un vascello terrestre, radicato (di solito per partecipare all'ascensione planetaria), manteniamo un collegamento costante al SE' Multidimensionale e al cuore di Gaia. Uno dei servizi che vediamo per noi è quello di "trasformatori discendenti" per radicare la luce di frequenza elevata e la realtà quantica nel corpo di Gaia. Con questo servizio, innalziamo la frequenza di risonanza del pianeta per facilitare l'ascensione planetaria.

Siamo liberi dall'ego, quindi non cerchiamo fama o riconoscimento e spesso li vediamo come una distrazione dal nostro vero lavoro. Stiamo sul pianeta Terra come una persona "normale" che ha ancora una forma di terza dimensione che deve andare a lavorare, pagare le bollette e nutrire il corpo. Sappiamo che è un compito immane mantenere una forma di terza dimensione con le frequenze elevate della coscienza, ma viviamo con i tanti dolori della realtà fisica sapendo che "anche questa dovrà passare". Noi SAPPIAMO di avere il grande privilegio di essere parte di questo Momento Cosmico e cerchiamo costantemente di mantenere il collegamento con la Superanima, attraverso tutte le tante realtà dimensionali e nel corpo fisico. Molti di noi hanno sofferto enormemente per il sacrificio di aver dimenticato il SE' per servire nella creazione ed il ritorno della Terra di quinta dimensione. Sappiamo che, poiché la Terra di quinta dimensione risuona oltre il tempo e lo spazio, "ritorno" e "creazione" sono realtà che possono accadere simultaneamente.

Cerchiamo nostri simili che mantengano il SE' all'interno del vascello d'argilla, quale servizio galattico e planetario. Ancora proviamo la fame, la stanchezza, la rabbia, la confusione, la povertà o la malattia. E' l'estremo sacrificio che abbiamo fatto per radicare il grande SE' dentro Gaia e per darle aiuto ad ascendere come pianeta integro nella quinta dimensione. Fortunatamente, sempre più persone si risvegliamo al SE' Illuminato e si rendono conto di non dover FARE nulla. Dobbiamo solo ESSERE il SE'! “


  Gli Arturiani attraverso Suzanne Lie/Suzan Caroll


 

Giulio insista con la tomografia lo ha fatto lui, Vania, Corina, la sua suocera e con …. l'eredità.


 

   - Giulio il medico presuppone che sia l'inizio di Parkinson or una semplice depressione: esclude Alzheimer.

   - Può essere. Non ti ricordi X...?

   - No.

(X è il papà di lei cioè il nostro nonno poco conosciuto, ma il suo tono di disprezzo mi ha colpito, appunto noi non lo abbiamo conosciuto. Personalmente l'ho visto una sola volta in vita qui in cortile e la seconda volta morto a casa sua)

   - Le tremavano le mani.

    - ?!

   - Poi non è grande cosa la tomografia stai lì una 20 di minuti, senti dei suoni particolari.

   - Non so se lei non si spaventerà.

   - C'è una manetta, se non sopporti ti fanno uscire.

   - Se ci sono lesioni or tumori sul cervello sicuramente li trovano.

 

  Io ho dei dubbi che la paura della povertà, paura del giudizio della gente e solo lei sa ancora cosa abbiano radici nel nostro cervello: nella nostra mente sì. Certo è che sono rimasta con una sensazione di pesantezza sulla schiena e per buon tempo. Queste discussioni con le malattie reale e immaginarie mi stano snervando. La vita è bella!


 

  Cercando approfondimenti circa la coscienza cosmica finisco leggere un testo di Saint Germain che parla proprio di profumi che vengono da un sito, un luogo, una situazione, una persona, un animale, è un energia che ci fa stare a nostro aggio or no secondo il profumo che lei emana. Ecco sarò più attenta.


 

  Altro che Stonehenge! Questa volta il mio pensiero di vedere un posto nuovo, qualcosa di diverso mi ha portato una grossa catena a tutti i due piedi. Può essere simbolo di un residuo psicologico penso solo che lo farei ma sono sempre qua, or semplicemente è un condizionamento mentale, uno schema che si sta attuando in una certa situazione. E' solo una metafora?!


 


 

   Domenica 09.04.2017


 

  Questa donna mi sta tra i piedi una cosa pazzesca oggi. Soldi... certo che la gente sta impazzendo avendo un solo interesse, purtroppo mai avranno abbastanza:


 

   - Il vicino vende un cane, fa anche lui un soldino.

   - Laura lavora qualche ora al giorno, ma fa un soldino.

   - Corina inizia anche lei a lavorare.

   - Ma smetti con queste cose, che interessa a te i soldi altrui?

   - Dico quello che vedo.

 

  In somma quando passo un po di tempo qua, dopodomani sarà esattamente un mese, reiniziamo daccapo.

 

  Dal mio canto mi dichiaro annoiata non per i suoi discorsi pieni di dramma, ma per la mancanza di attività fisica e per una sana risata sì.


 


 

   Martedì, 11.04.2017


  Fortunatamente mi sono goduta la passeggiata oggi. Un splendido sole, alberi fioriti e profumati: è una meraviglia la primavera.


 

   Vado a un altra banca che secondo me poteva andare meglio per me, avendo filiale sparse qua e là per Europa. Il mio intento è quello di poter alimentare il conto anche essendo al estero, adesso devo farlo in Romania per forza: il sito stesso mi sta pressando. Il caso ha fatto di sentire proprio allora la cassiera parlando al telefono con un loro cliente:


 

   - Signor X il suo conto è bloccato, lo sto avvisando per sapere che non potrà più utilizzare il card.

    - ?!

    - E' arrivata dalla magistratura oggi, sapete di cosa si parla?

   - ?!

  - Passate di qua quando potete per chiarimento.


 

  Oh poverino. A parte che io non so quale sia il suo problema mi è sembrato molto duro a trovarsi da un giorno ad altro senza acceso al conto. Speriamo che abbia dei contanti in casa e anche un altro conto, se no...


 

   “con dovizia dei particolari”


   Sono le parole di Natalino Balasso dal video poveri cristi, circa il martirio e il suplizio di quale abbonda la bibbia, l'iconografia, testi eclesiastici ecc. Realmente sì sia in bibbia che nei libri cattolici di più tardi non si dice solo il martirio di X … ma si danno tanti dettagli che ti viene un bel male per l'estrema crudeltà.


 

  Ho fatto bene andare in città, qui sento delle belle:

 

  - Ha telefonato il cugino Giuseppe, vuole sposarsi.

   - E cosa centri te?

   - Ha detto di cercarle io una donna. Lui è bravo non beve alcool, va a chiesa...

   - Ma stai scherzando? Lui chiede aiuto da te, una vecchietta?!

   - Lui ha parlato già con la cugina Valeria di cercarle una, lei le ha detto che nel nostro villaggio non ci sono donne per lui.

   - Ma se non trova da solo una donna di che cosa è capace allora?

   - Oramai adesso le donne hanno pensione, non si sposano più.

   - Quindi le donne qui si sposavano per i soldi?

   - ?!

 

   In somma 50- 60 ani fa poteva stare in piedi una vicenda del genere ma adesso è ridicolo.


 


 

   Mercoledì, 12.04.2017


 

  Mi svegliano dei rumori in cucina, vedo anche la luce accesa. L'anziana guardava in congelatore alla carne che ha or non ha. Non so quale ora fosse, stanca dopo la mia passeggiata di ieri, mi sono addormentata subitissimo.


 

  Il sogno è conseguenza di questo accaduto notturno:


  "Alla sinistra è un uomo maturo grasso vestito di grigio, sta camminando contento verso destra. Davanti a me è una forma solida lucida, bianca nella parte di giù e beige nella parte di su."


 

  Stava cercando in congelatore a mezzanotte? Ma dai... Ha un ossessione con il cibo terribile, lo ha da decenni. In effetti eccola qua con 4 grosse cosce di tacchino. Non è che il negozio si sta spostando di là.


  - Ma non hai abbastanza carne in congelatore?

  - Mangio grasso?! C'è tempo anche per quello.


  Questa paura tremenda che non ha mai abbastanza cibo è una cosa che non ho mai capito a lei. Non saprei dire da dove viene, noi non abbiamo fatto di sicuro la fame ed eravamo in tanti qua. Figuriamoci a farla adesso.


 

Ecco Laura passa anche lei venendo dalla messa, eppure è tanto giovane rispetto a sua suocera. Le tradizioni...


  Al pranzo lei informava lui:


  - Ho visto quella di B.. andando a confessione e alla comunione. Sarebbero sposati?

   - Può darsi.

   - Vive con quel uomo più vecchio di lei da buon tempo.


  Che sorveglianza, ragazzi! Io sono addirittura nella sua casa.


  In pomeriggio approfittando del tempo bello e decisa di fare qualcosa per me stessa vado in città.

Fermata del autobus è proprio vicino alla chiesa così che vedo lo stesso prete giovane vestito al antica davanti alla chiesa e due ragazzine di 9-10 anni che lo abbracciavano con tanta tenerezza. Ma...

 

 

  E così mi sono fatta il card. Giuro per la seconda volta sento la stessa signora parlando al telefono:


  - Signora X non so com'è sia successo.

   - ?!

    - Sì lei ha ragione il suo conto è bloccato.


  Fa lo stesso: l'ho fatto. Ormai dopodomani è l'ultimo giorno per pagare il sito e il card lo riceverò la prossima settimana, proverò con il conto se sarà valido.

E' una cosa che mi snerva ed è valida per tutte le banche rumene, dal estero io posso fare solo viramento bancario e una transazione del genere mi costerà ogni volta tra 20-50 euro. Ma se le banche hanno filiale sparse per Europa perché non posso alimentarlo nello stesso modo?

 

  Così che mi chiedo con forza quando la Romania sarà in Europa ai pieni diritti?

Stiamo a vedere mi è passato davanti alle fronte 2019 in bianco.

 

  In somma le donne gentili e ben educate niente da dire. Ho ringraziato per i servici offerti, magari la signora che è stata così carina con le informazioni ieri, non ha capito che fosse anche per lei i ringraziamenti, più tardi vedevo il suo viso scuro molto scontento indietro della mia testa. Peccato! Sarò più attenta prossima volta a includere tutte le persone.

 

  Ho comprato un nuovo computer, questo è lentissimo e quasi a pezzi ed è da tantissimi anni. Anche un bellissimo telefonino moderno era il tempo quello di adesso apparteneva a mio nipote Gino. Il giovane che mi consigliava al negozio è stato simpatico:


   - Signora se i miei bambini lo utilizzano senza problemi, mi immagino che lei lo farà.


   I bambini sono nati con la tecnologia nel sangue! Mio nipotino Angelo a 3 anni utilizzava intensamente il computer e l'internet, io invece non sono riuscita mettere la scheda in telefonino. Insisterò or cambierò anche quella, è vecchia, è da troppi anni. In primavera ho una grande spinta verso il rinnovamento.


 

   Quindi oggi  ho fatte delle belle spese che stavo ritardando da tempo.


 


 

    Venerdì, 14.04.2017


 

  Ecco fatto anche il passaporto, questa volta mi sono messa in viaggio un po prima e mi aspettavo che fosse poca gente essendo venerdì. E' andato tutto veloce.


  Quella che mi colpisce a questo ufficio con tanta importanza sia per lo stato che lui rappresenta e per i suoi cittadini è che non trovano mai un loro spazio. Adesso si sono spostati in un locale della polizia stradale, volta scorsa erano in un grande supermercato magari fra 5 anni si troveranno chissà dove. In somma non è che è lusso, è molto semplice e pratico.


  Un altro aspetto è stato di vedere anche qui due icone appese sui muri, questo paese sta scivolando in bigottismo. La città stessa capo d provincia è piena di chiese apparse dal nulla tra i condomini nei ultimi decenni. Una istituzione di stato non deve avere alcun insegno religioso or politico, rappresenta tutti i cittadini di un paese che giustamente hanno religioni vari e orientamenti politici diversi.

Poi c'è una sana alternativa si possono mettere delle splendide immagini da questa generosa Terra, pare che la sua bellezza e l'enorme diversità lo stiano apprezzando in pochi.


  Quello che è bello sono i dipendenti senza divisa con un comportamento beneducato, umano. Vedo tantissime donne dovunque nelle istituzioni di stato e sono contenta.


  Begonia tuberosa è una meraviglia, da tempo mi auguravo averle accanto. Guardo in internet e vedo che è una diversità incredibile in questa specie, circa 15.000 tipi di fiori. Non ci basta una vita per catalogare la natura in quale viviamo.


 

In questa casa altri discorsi strani:


  - Iris io preparo gli involtini oggi, tu li mette a cuocere martedì.

   - E dove li metto?! In congelatore? Non possono stare al aperto tanti giorni. Lascia stare è appena venerdì.

   - Trovi tu un posto. Io domani ho altro da fare e lunedì è grande festa: non cucino più.

  - Per te è festa ogni giorno, sei in pensione.

  - Può essere, ma lunedì è grande festa.

  

  Cielo questa religione... è ovvio che mai sparirà dalla nostra mente.


 

  La madre teneva tanto informarmi con la novità:


   - E' passato di qui Diego per salutarci, ha detto che arriva anche Gianni domenica.

   - Gianni?! Come mai così al imprevisto? Di Diego sapevo da settimane che verrà in vacanza, ma di lui no.

   - Ma sai è la Pasqua per tutti quest'anno sia per ortodossi che per cattolici, magari ha vacanza.

   - ?!


 

  In somma... dentro di me sentivo una leggera preoccupazione. Mamma mia come sento i stati di animo altrui.


 

   Arriva Walter sorridente e contento, non so quanto di gioioso è andato via di qui:


  - Va bene il tuo negozio?

   - Se non va adesso per le feste allora quando?!

   - Bene, così ti fai anche tu un soldino.

   - ?!

   - E' arrivato il ragazzo dal lavoro?

   - Sì.

   - Ha fatto qualche soldino?

   - Sì. abbastanza.

   - Vedi di non prendere i soldi dal ragazzo, lasciali a lui!

   - Sei ubriaca? Io prendo soldi da mio figlio?!

   - Non parlarmi così.

   - Ma se stai esagerando.


  Non è in quadro oggi, magari non ha presso più gli antidepressivi. Walter ha fatto bene di metterla a suo posto, almeno ci ha provato.


   - Dopo mezz'oretta arriva nella mia stanza:

   - Cosa hai nella scatola rossa?

   - Lasciala lì, so io cosa c'è.

   - Hai soldi?

   - Come vedo oggi ti interessano i soldi altrui, ti servono?

  - Io non ho soldi?!


  Può darsi ha finito la pensione. Può darsi il medico essendo troppo giovane non ha alcuna idea di cosa vuol dire demenza senile e ossessività. Questa donna quando si parla di soldi è veramente fuori testa, non è nel fisico il suo problema ma nel suo psichico sì.


  La foto Connessione per 2 volte aperta sullo schermo, è buon tempo da quando non mi è mai successo eppure il computer è acceso ogni giorno. Stavo facendo le prove iniziale con i miei nuovi acquisti, ci vuole un po di pazienza e un po di attenzione per riuscire a utilizzarle.


  Eccola tornata dalla chiesa in serata:


  - Mi sono incontrata con il nipote, ma sai che lui guadagna molto bene?

   - Ma sei proprio esagerata, che interessa a te i suoi soldi?

   - Ma di cos'altro parlare?!


  In effetti ognuno con i suoi interessi.


un po' di allegria, è un mortorio in questa società che non sa più cosa sia la gioia e la risata. Guardo su Fb anche là un sacco di dramma e di preoccupazioni. Cielo, come siamo decaduti tanto?


 

 


 


 


 

 

  Questo video è sempre attuale e lo sarà ancora per decenni a quanto lentezza c'è in chiesa verso i cambiamenti dovuti.


  Questa roba con i denti che crescono da soli viene dai russi, ma chissà se è verità, dopotutto in internet ognuno è libero di scrivere qualunque cosa, poco di lì ha da fare con la verità.
  Il sé tira da indietro di me un poveretto da altri tempi e da lui prende dei denti bruti gialli per metterle nella mia bocca.

  Ovviamente ho detto stop, non mi serve una miseria cosi, allora fa il gesto di cucire la gengive di giù. è la parte che intendevo fare in questa vacanza e poi ho lasciato perdere pur consapevole che non ho un altra scelta.


  Questo numero italiano con il credito quasi finito sta diventando per me stressante, a cosa mi serve tenerlo ancora? E' un odissea ricaricarlo, ho la mail e Fb se ho qualcosa da comunicare ecco il cuore si muove prudentemente. Eh sì sto esagerando con Fb, le stesse cose che leggo qui posso leggerle dovunque e le persone che sono là mostrano ovviamente solo una parte di se stesse.


 


 

    Sabato, 15.04.2017


  Ed eccolo lì, il povero cristo dai giorni scorsi:


   - Cosa fai Iris?

  - Io bene, sono in vacanza. Tu cosa fai da questi parti?

   - Sono venuto per confessarmi alla chiesa di qui.

   - Perché altre chiese non ci sono?

   - A me piace questa di qua.

   - ?!


  Dimmi te, la sua confessione la sta portando come una bandiera in giro per la comunità. Eh va bah se lui vuole spossarsi qua non può fare diversamente, per gli anziani ancora funziona la convinzione “non beve, non fuma, va a chiesa quindi è un bravo uomo.”


 

Giulio passa anche lui per salutarci prima della festa, la madre non lascia sfuggirle il momento:


   - Giulio di a Iris di andare a chiesa.

   - Scherzi?! Vuoi che mi denunciasse ancora?

   - Allora dirò a Gianni.

   - Possibilmente Gianni ti metterà a tuo posto.

    - ?!

     - Dico anch'io come dice Oriana, “tra voi due non sai quale sia più pazza.”


  Ogni tanto mi vengono queste carine parole, si trovano nei testi di Kryon da qualche parte:


   In the name of GOD

   In the name of DOG


  In inglese sì è un simpatico gioco di parole, fortunatamente ci sono i comici in questa civiltà. Uccio de Santis aveva un buon scherzo con la confessione, se pure abbiamo iniziato la giornata così.


 

 

 

 

 

 

 


 

   - Iris domani mattina ti svegli presto per accendere il forno, così che per il pranzo siano pronti gli involtini.

   - Non pensare neanche! Ti ho detto di cuocerli oggi, tanto altro da fare non avevi.

   - ?!

 

   Ti annoia questa donna con il suo cibo rivestito di troppa importanza, l'istinto di sopravvivenza portato al assurdo.


 

  Rilego i sintomi del ascensione, il cambiamento del corpo da base di carbonio a base di silicio, alla fine è questa che stiamo facendo. Tra loro è nominato “sotto la pressione”, ho quante volte negli anni mi sono sentita così perfino in questi giorni non è di meno. Gli altri ci vedono stressati, sì è vera anche questa. Proprio in questo inverno sia Giuseppe che Teo mi vedevano così. Io davo colpa al lavoro che svolgevo, dimenticando in quale percorso mi trovo.

 

  Secondo Celia Fenn siamo entrati in una nuova linea temporale iniziando con 02.02.2014. Secondo Maria Iuliucci i sintomi sono stati avvertiti da un bel po di persone nel periodo 2007- 2016, eccomi qua. Un altra fascia umana inizierà lo stesso percorso impegnativo in 2017, penso che per i nuovi arrivati non sarà più così pesante: le energie sono cambiate.


 

  Il meglio che possiamo fare per noi stessi è abbandonarci alle indicazioni del sé. Per tanti anni è stato una presenza costante, molto prima di aver capito chi sia. Molto visibile quando i dubbi davanti a una scelta erano troppo forti per me, non sempre o seguito i suoi messaggi consapevolmente.


 

  Così che reinizio con pensieri di partenza al lavoro, io sto bene là sotto moltissimi aspetti la mancanza di tempo libero è la sola che mi snerva. Il sé si mostra scuro e scontento, mi mostra un piccolo libro legato con un filo marrone. Lo apre, i fogli ingialliti sono vuoti: senza scrittura.

 

   Mi muovo di là e di qua in cortile irrequieta, oramai ho un bel tempo da quando sono ferma queste passeggiate in città conosciute non è che mi giovano tanto.

   Più tardi vedo il viso di Ada grande davanti alla mia fronte, è simile a quello di una settimana fa quando mi ha risposto al messaggio. L'anno scorso mi hanno chiamato solo a fine aprile.


 

  E chiudo la serata con pensieri di Laura e Gianni, io non so se realmente è avvenuta una discussione tra loro due a quel ora lì. Se realmente è stata sarebbe un ossessione da loro parte nei miei confronti: altro non hanno da fare?!

Così che vedo il viso di Laura scuro e scontento davanti a me e quello di Gianni sereno e tranquillo alla sinistra guardando indietro.

  Che poi non è nemmeno la prima del genere tuttavia questa mia capacità auditiva deve essere utilizzata consapevolmente, per me sono solo delle interferenze. Bah ...anche in realtà non è che vedo il viso di Laura molto contento quando ci incontriamo, mi pare che sia entrata in famiglia a pieni diritti da quando lavora al negozio di Giulio.


 


 

   Domenica, 16.04.2017


  Ovviamente la madre mi ha bussato con forza nella porta alle 8,30, questa donna molto particolare ha soli due interessi: cibo e chiesa.

  Mi sveglio avendo chiaro solo il fine del sogno: “Accanto alla porta del bagno è un sacco grande di detersivo (circa 10 kg), è aperto. Prendo dal armadietto il poco che c'è lì e lo metto sopra.”


 

  Grandi sogni. Il detersivo serve per lavare i vestiti, i vestiti sono energie che non ci appartengono, c'è addirittura un sacco! Anche così mi pareva che non ci sia abbastanza, aggiungo anche il poco di lì.

 

   Vado nella loro stanza dove il vecchio sordo essendo aveva la radio accesa con un volume molto alto. Prima di andarsene alla messa delle 9, ascoltava la messa cattolica trasmessa a radio e sento:


  Dio ha vinto il diavolo.


  Oramai la dottrina cattolica, magari per il cristianesimo in generale sia valida, è duale. E dove l'ha vinto? in cieli?! Sulla terra mi pare che il primo sia stato letteralmente schiacciato per millenni. Basta guardare la storia in piccolo e in grande, quanto orrore e crudeltà non ci bastono la carta e la pena per scrivere tutto ciò, la chiesa stessa nel nome di un dio debole da lei stessa inventato ha torturato e ammazzato gente innocente.


 

  Sì ma concretamente di resurrezione cosa sta dicendo? Alla fine si sta festeggiando proprio oggi con tanto di tamtam. Il prete continuava come in automatico "perdono dei peccati ecc per mia colpa ecc"


  Oramai manca di sostanza questa religione. La chiesa come un robot da millenni non cessa mai di ripetere le stesse cose nonsenso, ma i fedeli non sono annoiati a sentirle per una intera vita? Alla fine la chiesa li porta da nessuna parte, restano intrappolati mentalmente in un vicolo cieco.


 Eccola dopo 2 ore:

 

  - Ma dove sei stata tanto tempo?

  - Parla con la vicina, parla con il vicino.. il tempo passa.

  - Con il vicino?! Deve dare dei soldi a chiesa?

  - Un gruppo di anziane abbiamo chiesto una bara sulle scale per appoggiarci. Il prete ha detto “no, rovina l'aspetto del entrata”

 - Il prete non conosce la legge? E' obbligato a mettere le bare per gli anziani e la pista accessibile per gli handicappati.

 -  Lo portiamo in Tribunale?! La pago io, se il prette non ha soldi.

  - Lascia stare, stai a casa.

   - Faccio una uscita, dove vuoi che me ne andasse?!

  - Al mercato, al negozio ecc. se pure vuoi fare due passi.


  Disperatamente si aggancia alla chiesa, pare che lei andasse lì ogni giorno per mancanza di alternativa.


  Questo “povero cristo” ha messo in movimento la sua richiesta di aiuto per una moglie e adesso quando le cose si muovono si è spaventato, minacciava con:


  - Vado in città a piedi!


  Un anziana di qui ha preso in serio la sua richiesta e si è impegnata, ha chiesto già a una donna non sposata se la interessa un bravo ragazzo che non beve e non fuma? Quella non sposata si è offesa andando via senza concludere nulla. La madre raccontava tutto con tanto di naturalezza senza prendere in calcolo il ridicolo della situazione, una volta non era ridicolo era la normalità. Ma adesso?!


 

  Chevaliers de san greal...

La musica del mio sito, è buon tempo da quando non è stata.

Abbastanza veloce passo ad angeli e demoni, la musica di Zimmer assomiglia tantissimo in questi due brani.

poi ma chi command a nous amor?

E finisco con il viaggio del angelo.

 

  Non ho mai fatto caso alla sequenza dei brani, adesso proprio ero colpita dalla loro velocità e ognuno ha per me un profondo significato.


  - Iris, sono stanca. Sono stata da Tamara per chiacchierare.

   - Lei ha le sue figlie, cosa ti veni di andare da lei?

   - Le figlie non sono qua. Lei mi ha detto che Irmino è mal andato, è uscito in strada in canottiera e mutande lunghi di lana.


 

  Pare che quel ottantenne fosse uscito in strada nudo! Tamara non ha visto il vecchio ieri che non riusciva mettersi una cintura ai pantaloni come girava in cortile. In somma... Dopo un oretta torna ancora molto decisa di dirmi qualcosa:

 

    - Ho detto a Giulio di andare alla messa, lui non va mai e deve pregare.

   - Chi sei tu per dire a un uomo di 60 anni cosa deve fare? Pregare per cosa: per il negozio?

   - Hai visto com'è finito Irmino? Sono ammalati tutti due, ha cura di loro una mia nipote.

   - Mamma tu sei andata alla messa per una vita e per una vita hai preso le medicine.

    - Non dirmi cose del genere.

    - Allora cosa vuoi dire? Chi è sano qua pur andando ogni giorno alla messa?

   - Dio sa chi e perché.


  Ecco, che esagerata. Tamara stessa ha dei gravi problemi con il cuore e con i ginocchi, l'anziana anche.


 

  Niente da fare, non sa stare ferma. Si muove chinata, gli occhi vuoti, siccome vorrebbe dirmi qualcosa, alla fine si ferma alla minestra che cuoce sul fuoco:

 

   - In questa minestra hai messo quello e quel altro?

   - La preparo io, secondo i miei gusti.

   - Sì ma per uscire buona deve mettere quello e quel altro.

    - Non metto niente, ti ho detto che la preparo io.


   Inutile. Mi sono trovata in pentola con spezie che non intendevo affatto aggiungere. Manaccia!


 



 

    Lunedì, 17.04.2017

 

   Ho guardato indietro sul documento di testo e ho visto là belle esperienze che mi hanno dato un senso di benessere e di gioia. Mi riprendo velocissimo dopo le energie tese sia di ieri che di oggi.


   Io sono ricca

   Io ho la mia casa

  mi appare la balena che gioiosa si alza in aria,

è simbolo del inconscio collettivo, è portatrice del Akasha del umanità. Bella immagine! Dove ho guardato proprio stasera alla seconda affermazione era il mio amico nel mio cuore, quindi mi aspettavo che fosse la stessa e adesso.

Per allontanarmi dalle energie dense e non scivolare a infinito nelle vibrazioni di bassa frequenza, mi riempirei il sito con stupidaggine, mi sono ricordata le parole di AA Michele

 

  “benedicete e andati avanti sui terreni più fertili.”

 

  Bah proprio ora non è che posso muovermi fisicamente invece psichicamente sì, ho acceso alle dimensioni superiori del esistenza. Così che ci provo, questa sì vale la pena essere scritta, penso che non sia mai stata così una bella visione:


   “Dentro di me è un essere di luce che fa il gesto di donare con gioia tantissime scintille di luce meravigliose”


 


   Martedì, 18.04.2017


  Manaccia non ci riesco con questo nuovo conto, domani riceverò il card e speriamo che vada tutto bene. Già sono in ritardo con il pagamento del sito.


  Il tempo sì che è pazzo, fa un bel freddo dopo i 20 gradi da settimana scorsa, giovedì e venerdì si annuncia pioggia e … neve.


  Ecco un vantaggio di abitare a casa e aver orto cioè un paradiso personale. Io metto come copertina il fior di pesco, un fiore interessante rosa, c'è uno anche lì. Marina  prende una foto simile e scrive sopra qualcosa di “fior di ciliegio”, magari abita in condominio e non conosce gli alberi. Qui sono 4 alberi di ciliegio e tutti 4 hanno fiori bianchi. Salva se è qualche specie di ciliegio giapponese a me sconosciuto.


   - Iris, vai presto in città domani mattina?

   - No, prima del pranzo.

   - Allora io per chi cucino se tu non sei qua?

   - Magari viene Giulio.

   - Spero che tu resti ancora qua.

   - Io non vedo l'ora di muovermi, oramai mi sto annoiando.


 La mancanza di attività fisica mi snerva, domani vado in città per il card e così mi farò una passeggiata.


  Leggerei qualcosa di interessante, di rassicurante ci ho provato con Kryon e Metatron ma oggi non mi va. Un solo testo sono riuscita finirlo oggi, quello di AA Michele in quale parla di apripista, esprimevo comunque i miei dubbi a tutta quella importanza e grandezza di quale parla AA Michele.

Insisto pensando che qualcosa mi andrebbe bene leggere

   Alla sinistra lontano è un cerchio di luce bianca, sono delle parole scritte intorno a esso. Ho pensato che sia proprio il mio sito, dopo tutto molte splendide esperienze e visioni che ho scritto là mi rinfrescano rivederli.


  Appena vedo con l'angolo del occhio sinistro le parole veri Maestri, guardando indietro sul testo che subito con la voce calda del narratore vengono le parole da indietro della mia testa:


   “I veri Maestri hanno scelto di vivere non di sopravvivere.”


  Le ho sentite nel video di Neal: conversazioni con dio. Realmente mi piace tantissimo la voce e l'intonazione che il narratore adopera. Piacevolissima! Di là di questa il messaggio è chiaro, ma cosa vuol dire vivere? Godersi la vita in tutta la sua pienezza.


 


 


 

   Mercoledì, 19.04.2017


 

  Vado in città per ritirare il card, non era arrivato. Per la terza volta le dipendente stavano parlando tra di loro:


   - Non guardare adesso, è bloccato.

   - ?!

 

   Ma cosa ha questa banca? Possibile di avere un sistema informatico così  ... fragile....? Ogni volta sento “bloccato”.


  Mi sono goduta la passeggiata e il parco: la sola cosa bella in una città. Questo sì è meraviglioso essendo grande si sente l'aria di pace come in qualunque bosco.

  Fortunatamente ho visto un anatra con i suoi pulcini nuotando tranquilla sul lago. Bello! Poi assisto anche a una divertente scena, un enorme cigno fa solo il gesto di cacciare via un pulcino, l'anatra si ferma e inizia a dire delle belle al cigno. Poi ognuna di esse va avanti con la stessa tranquillità di prima.


  Arrivo qua e trovo l'anziana con la stessa nervosità dal mattino, inizia con furia a tagliare i rami di una pianta decorativa della vicina. Mi spiaceva perché la pianta fa dei fiori profumatissimi.


  - Perché mi hai detto di smettere?

   - E' la sua pianta.

   - Si ma mette sia la vite che degli alberi?!

   - Non è il tuo affare cosa mette lei nel suo cortile.

   - Entrano nel mio orto, pare che ci sia un bosco qua.

  - Poi tagliare quello che ti passa di recinto, ma non di più.

 

 

   In somma...


   La vicina non era fuori per vederla, sarebbe uscito un bel scandalo.

Comunque mi le sono sentite più tardi, innervosita si muoveva di qua e di là entrando anche nella mia stanza con vari pretesti. Mi sono stufata:


   - Ma cosa cerchi?!

   - Ecco sei come la cognata Tamara, solo lei chiedeva irritata “Cosa cerchi? Cosa vuoi?”

   - Tu deve capire una volta per tutte che io non appartengo a questa famiglia di nessun tipo, né con il nome, né con la    religione con niente.

   - Non sei nata qui?! Sei venuta dalla luna?

   - Si sono venuta di là.

   - Abiti qua!

   - Non vuol dire niente, io abito in vari posti nel mondo.


  Tamara, sorella di papà abitava nello stesso cortile con lei in una cascina, mi immagino che metteva queste domande quando la madre invadeva il suo piccolo spazio personale.


 

  Libera te stesso - la vita è amore, l'amore è la vita.


 

 

 


 

 

 

 

 

 

   Questo video è bellissimo.  Dobbiamo riscoprire la bellezza che è sulla terra e dentro di noi, finora siamo imbevuti fino al orlo di paura e di indegnità.


 

   Destino e felicità sono i temi su Fb che mi hanno attirato l'attenzione.

Pablo Neruda, se è la sua poesia, in una poesia esclude l'esistenza di un destino che può limitare le nostre scelte. Dipende cosa si intende con questa parola, comunque l'ho letta tranquilla e con curiosità. Che poi non è il solo, anche Jung affermava che il destino è il nostro inconscio.


  Poi vedo a Sibaldi ripubblicando un articolo di giornale “felicità - muove il mondo e anche gli altri scrittori.”

Qui stranamente mi sono allontanata subito un po spaventata dal articolo, altro che leggerlo. Come mai? Strana la mia reazione, alla fine tutti siamo alla ricerca della felicità me compresa. Se fossimo realmente felici nessuno di noi si chiedesse mai nulla nella vita e non succederebbero tanti tragedie nel mondo.


   “Controcorrente - con la loro voglia di essere felici, i grandi narratori si oppongono alla normalità, che invece ha sempre deciso il corso della storia.” - Sibaldi


 


 

   Giovedì, 20.04.2017


 

  Sì, nevica. Ma la prossima settimana torniamo ai 20 gradi di prima. Ieri nevicava in Germania, Austria e Ungheria.


  Da ieri è una tempesta solare molto forte, ecco una spiegazione sia per il clima che per il nervosismo di ieri e di oggi. Secondo Mariarosa. “qualcosa di molto antico viene a ribalta in questi giorni per essere purificato.” Ma cosa?


  Così che dico a modo generale:


  Rilascio situazioni, persone ed energie che non mi servono più. Li rilascio con amore.


La ripeto per 2- 3 volte ed ecco l'unicorno indietro di me con la testa verso sinistra, questa volta ha anche la stella splendente sulla fronte. Magari è sensibile alla parola amore! Che poi io questa parola non la digero tanto, cerco sempre un altra che la sostituisca.


 

Ci provo per me stessa:


 

compassione  - da l'impressione che sarei una vittima.

Rispetto - indegnità


   In somma non è che me ne vanno molto bene. Ci provo con:

vado in dimensioni superiori di pace e di luce.

  La guida di anima fa il gesto di tirare un po dalla sinistra, una benda nera che ho sugli occhi. Magari vedrò meglio in altre dimensioni!

Ma cosa ha questa sinistra? A parte che la testa stessa mi dava un strano fastidio qua e là sulla sinistra appunto.

Riprendo affermazioni positive, la parola partit in nero esce dalla mia bocca andando verso sinistra una volta con una energia scura.

Questa strana parola che non conosco, pare che ci sia tuttavia scritta dentro di me.


   Lasciamo perdere, io sono sovrana di me stessa: ho visto l'unicorno! La stessa immagine di quella splendida donna sorridente mi appare. Eppure non l'ho mai vista da nessuna parte, ha da fare con la parola sovrana.


  Mi auguravo contattare entità da dimensioni elevate, bah il solo che riconosco subito è Kryon con la sua luce blu. Del resto pareva che fossi circondata di una nebbia molto densa che mi impedisce andare oltre.

 
 


  Venerdì, 21.04.2017

 

 Mi sveglio verso le 3 del mattino, con una serata così intensa è normale.

 

   La neve è un splendore niente da dire si respira aria di pace come solo nel inverno si sente. Tuttavia gli alberi usciti sani e dritti da un inverno molto freddo adesso in primavera si stanno spezzando sotto il peso della neve.


  Intendevo andare in città oggi per risolvere una volta per tutti sia con il card che con la scheda telefonica, poi sono in mezzo sabato e domenica. Tempesta di neve fino alle 14 può darsi. Vedrò, il parco deve essere meraviglioso adesso.


 

   - E' morto quel ragazzo di D... , i vicini ne saranno contenti quello lì rubava tanto .

   - Da dove sai tu che lui rubava?

   - La gente parla.

   - Non vuol dire che parla bene.

   - Lui ha ammazzato anche la sua mamma poco tempo fa.

   - Se fosse così adesso sarebbe in galera.

   - Non ha chiesto nessuno l'inchiesta. Così è stata ammazzata anche Maria T di suo figlio nullatenente.

   - Mamma quella lì beveva tantissimo, è morta a causa del alcol.

   - Beveva sì, ma fino non le dai una in testa non muore nessuno.

   - Anche lui adesso sarebbe in galera se fosse così.

   - Gli atri figli non hanno voluto chiedere inchiesta, l'hanno interrata subito e ciao.

   - Ma cosa siete qui? Un ammasso di criminali, ubriaconi e ladri?!

   - ?!


  Datemi retta, ragazzi ! A quanto pare in questa comunità si trova di tutto e di più, solo la santità manca. Lo dicono loro, non io.


  Ed ecco una volta finita la mia frase entra Gianni. Non so se mi ha sentito or no, certo è che stava lì insicuro guardandomi con sospetto. L'anno scorso era molto diverso il suo comportamento molto più sicuro di sé, adesso è “qualcosa che non va.”. Il lavoro? A quanto ho capito non ha più lo stesso di l'anno scorso e intende trovarne un altro.


 

   Fortunatamente Gianni è a casa in questo periodo freddino, così ci ha dato una mano con la legna che non riuscivamo spaccarla facilmente.


 

   - Non ho detto a Gianni che sto in freddo.

   - Lui ti conosce, non preoccuparti. Dovevi comprarti la legna.

   - Pensavo che mi bastano e poi spendo ancora dei soldi?

    - Per una vita hai fatto risparmio eppure adesso hai proprio niente.

   - ?!

 

  Questa donna con il suo risparmio va in ridicolo, Gianni ci ha portato e un po di legna da lui.


 


 

   Sabato, 22.04.2017


  Questa banca rumena non è il meglio per me. Ha filiali sparse in Europa e non mi mandano un SMS di 5-10 centesimi su un numero europeo per trasmettermi il codice di sicurezza. Adesso devo io telefonare da loro per riceverlo da un robot. E' il numero che ho lasciato dovunque senza alcun problema purché c'è credito su di esso e qui devo per forza avere un numero rumeno? Ma dov'è è la Romania in Honolulu?


 

L'anziana che non ha altro da fare mi sta agganciata addosso con le sue cose alle 9 del mattino.

- Iris, metto queste verdure a cuocere per insalata.

- ?!


 

Passa un mezz'oretta:


   - Iris, cucini tu il pesce per Giulio?!

    - Ma lascia stare c'è tempo fino al pranzo. Fai un altra cosa!


 

  Io tutta presa con la vicenda di prima che mi snerva, ho sbagliato un numero e reinizio daccapo in finale ho rinunciato.

 

 

Free yourself - libera te stesso


 


 

  Devo muovermi, ho un sacco di tempo da quando sto lì a far niente.


 

Questa donna per elemosina eccola qua, le ho detto già innumerevoli volte di andare in comune per l'aiuto sociale.. Oggi stava lì per 2-3 ore se non fossi io qua, l'anziana le avrebbe dato qualcosa e lei lo sa. Così che mi ha snervato parecchio: rifiutava di uscire dal cortile.


 

Dopo un oretta un altro al cancello per elemosina:


 

   - Sa signora in un villaggio è bruciata una casa.

   - Lascia stare.


  Questo è andato via subito senza insistere.

 

  Ma lo stato rumeno dov'è? E perché non vanno a chiedere aiuto alla chiese che sono organizzazioni straricche? Questa anziana appena ha chiesto la legna da Gianni e qualche soldino da me. Cavolo! La povertà è innaturale, sulla terra c'è di tutto per tutti.


 

Va pensiero sull'ali dorate


 


 


 

E' la voce molto delicata di Sined O'Connor a farmi intonare questa canzone adesso.


 

Adesso con calma dopo una giornata che mi ha portato da tutte le parti solo dentro di me no. E' stata una vacanza estremamente movimentata.


 

In qualche modo mi aggiusterò con il pagamento, realmente piccolo era allora , anche così mi ha rotto le scatole per un mese.

Mi sto focalizzando verso il lavoro, oramai sarebbe il tempo. Imparerò la lingua, basta saperla il lavoro si trova.

 Vedo Rodolfo stando seduto a un tavolino, zona luminosa.


 

Nelle giornate più calde si sedeva fuori.


 

  Mi serve un affermazione adatta a questa giornata e mi appare davanti leggermente sinistra su un fondale bianco e scritto in bianco


    Io sono grande


   La dico per parecchie volte senza grande convinzione, penso che sia la più difficile da integrare in generale poi quando hai una giornata storta lo diventa anche di più.

  Davanti a me in una luce dorata è un elegante calice d'oro, sopra di esso pare che ci sia un uccello in volo or qualcosa di simile di un grigio scuro.

Questa è un assoluta novità per me, è il simbolo del Graal in cultura occidentale. Non è che i suoi simboli mi stano tanto al cuore, tuttavia in questa cultura io non solo sono nata ma anche vivo in essa da 50 anni, mezzo secolo non è poco.

Continuo senza dare molta importanza a questa visione che può avere dal punto di vista esoterico una sua rilevante importanza.

   Appare l'unicorno con la stella splendente sulla fronte. E' dentro di me, cioè fa parte della mia aura, ha la testa sempre verso sinistra.

  Ma cosa ha questa sinistra? Il sé stesso è pure da questa parte, non molto contento in questi giorni.

Certo sono sovrana! Sovrana di me stessa pensavo io la stessa enigmatica donna mi appare venendo dalla destra. Ecco la novità qualcosa mi arriva e dalla destra. Magari è una regina da 2 - 3 secoli fa. Comunque solo in questi giorni mi appare ogni tanto, pare che sia collegata alla parola sovrana.

Se la chiaroveggente mi l'ha mostrata allora è perché questa figura ha una certa importanza per me. Mi immagino che era appassionata di esoterismo e di viaggi, la curiosità ci porta lontano sia fisicamente che psichicamente. Mi fa proprio incuriosire questa carismatica figura. Aspettiamo indizi più chiari, arriveranno anche quelli .. in un lasso di tempo... queste parole erano scritte da qualche parte. Quindi è inutile insistere adesso per sapere di più, non farebbe altro che gonfiarmi l'ego.


 


 

Domenica 23.04.2017


 

Questi giorni vanno verso quella direzione, mi sveglio avendo chiaro davanti a me una ex collega G, magari il sogno è stato più lungo. Ieri erano presente altre due persone da quella città.


 

Mamma mia che dramma, anche per il tempo:


 

- Iris, piove.

 - Piove sì, qual'è il problema?

  - ?!

  - Sei sempre a casa, dove devi andare?

  - A chiesa.

  - E se non vai cosa succede?

  - ?!


  Ne soffre parecchio che non si può più muovere, andare a chiesa è la sua quotidiana uscita di casa. La capisco, sarebbe una grande tristezza non poter fare nemmeno questa.


 

Va pensiero sull'ali dorate


 


 


 

  Viaggi !!!  Windows mi da una spinta molto forte, mi mostra delle immagini affascinanti da vari posti della Terra, adesso è Bulgaria e Norvegia in primo piano sullo schermo. Ovviamente è la natura in sé stessa di una inarabile bellezza.


 

  Bellissimi versi ha Zucchero per la musica di Verdi, ecco finora non ho fatto attenzione anche a quelli, un invito alla innocenza.

 

Va’ pensiero sull’ali dorate
Attraversa le montagne e vola
Sugli oceani.
Raggiungi la terra, trova il luogo
Dove vanno tutti i bambini
Ogni notte dopo aver sentito questa ninnananna.

Lì troverai i loro eroi vivi
Che proteggono la loro innocenza
Benedicili tutti perché il loro animo semplice
è tanto puro e meraviglioso.

Va’ pensiero sull’ali dorate
Fai continuare questo sogno bellissimo
Per tutta la notte.

Presta loro le tue ali dorate
Tutte le paure voleranno via
Prendili per mano
Aiutali a trovare una strada facile
Riportali alla luce, riportali alla luce
Alla quale appartenevano un tempo
Dove possono restare
Bambini per tutto il tempo che vogliono.

Va’ pensiero sull’ali dorate
Attraversa le montagne e vola
Sugli oceani.
Raggiungi la terra, trova il luogo
Dove vanno tutti i bambini
Ogni notte dopo aver sentito questa ninnananna.
Ogni notte dopo aver sentito questa ninna nanna.”


 

  Sto perdendo tempo. Non ho risolto niente con il pagamento del sito, deve essere una modalità meno complicata con paypal. Cavolo siamo nel era del internet. Adesso scopro Euronet e Ria per trasferimento di soldi, è una società americana che ha anche prepagate. Queste banche alla classica...


 

   - Allora Giulio non senti il bisogno di una vera vacanza?

   - Sto facendo qualcosa per la casa, faccio jogging e anche sto leggendo il libro Il diario della felicità di Steinhard.

  - ?!


  Anch'io ho uno” ho pensato divertendomi, non l'ho detto perché lui lo sa già. A quanto pare prima or poi ognuno di noi avrà un suo diario per la ricerca della felicità, la ricerca del Graal che risiede in noi stessi.

 

   Certo è che sentivo una grande nervosità, il dialogo era stereotipato, forzato.


   Più tardi entro su Fb, la prima cosa che vedo è collegata a privacy. Ma che cazzo ha con questa privacy? Solo adesso ho visto che ieri è stata la giornata internazionale della Terra, andava benissimo la canzone di Asha,

Guardo ai medici senza frontiere, costretti a difendersi di un attacco mediatico. Questi drammi umanitarie che non finiscono più, sentivo una pesantezza enorme guadando il loro testo.


 

Mi sorprende N.C. con i suoi testi, a parte che abbiamo gli stessi interessi. Un giorno pensavo di toglierle la notifica degli aggiornamenti ero stufa di vedere là “N.C. ha aggiornato quello or quel altro, ha pubblicato quello or qual altro” bang trovo il testo di Tobias dedicato alla bellezza così che rinuncio alla mia impresa.

Ma oggi proprio è una stranissima coincidenza, ha il dipinto di una donna con la stella sulla fronte e l''uccello messaggero degli dei nella mano destra. Il testo è permettere i pensieri di Saint Germain. Dico stranissimo perché l'unicorno con la stella sulla fronte è presente per me proprio in questi giorni. I pensieri sono la sfida di ogni giorno, non è sincronicità.


 

     Io sono grande

 

Sembra un ironia ma questa è l'affermazione che mi appare sul fondale bianco solido. A quanto pare mi serve proprio in questi giorni.


  Questa roba con il sito mi rompe le scatole parecchio, un mese di stress inutile. Adesso sto guardando al loro indirizzo esatto per mandare i soldi con un altro metodo, va bene tramite posta. Devo risolverla in questo modo, ho superato già il limite di un mese, questa roba con la banca e il card mi ha semplicemente bloccata. Guardo al loro sito e trovo due nomi rumeni penso sono tutti rumeni? Il cuore si muove per buon tempo, non capisco il perché. In somma solo questi due sono, un uomo e una donna.


 


 

     Lunedì, 24.04.2017


   Sogno conseguenza dei miei stessi pensieri di ieri sera, qui c'è poco spazio.

 

  “Sto facendo ordine in un ambiente povero, due stanze indefinite con più letti e poche varie cose. Il posto appartiene a un contessa, che sta arrivando. E' un anziana con la pelle bianca quassi trasparente che non riesce più stare dritta, è stesa quasi orizzontale con la testa verso sinistra.”


 

   Long ago..


 

 

  Così importante è per me il Graal di matrice cristiana, che non ho guardato nemmeno in internet per vedere che significato abbia in alchimia … superior...


     Dovevo aspettarmi, il calice or la coppa è un simbolo universale incontrato nei antichissimi miti, il cristianesimo medioevale altro non fa che prendere quel simbolo dalle precedente culture adattandolo alla sua.

Per Jung è un archetipo della psiche, mi va meglio questa spiegazione. Per farla breve il calice è l'inizio della psiche femminile. E ci vogliono tanti anni per passare da una mente rigida maschile a una più morbida autenticamente femminile? La psicologia cambierà i suoi parametri adattandoli ai tempi moderni. E' ridicolo parlare della mente di un uomo moderno rapportandoti ai antichi miti, a storie religiose celeste, ai libri medioevali ecc. In questo caso non siamo per niente evoluti, ma una mente più flessibile non possiamo avere?


 

Che noia! Io sto troppo con la testa in cieli, questa donna sta troppo con i piedi per terra.


   - Iris, domani faccio polo con la panna. Ho del polo in congelatore?

  - Santo cielo, ma pensi solo al cibo?

   - A cos'altro?! Non ho più dei bambini.

  - ?!


  Aiuto, che grande peso sono stati per lei i bambini imposti da due dittature: politica e religiosa.  Come non capirla?!


 

  Guardo adesso anche al libro che sta leggendo Giulio, misconosciuto per me, bang religione e politica. Pare che la nostra vita sia tutta lì tra questi due rigidi confini. E' uno scrittore rumeno di matrice filo nazista, che viene imprigionato poi dal nuovo regime comunista per le sue idee di destra. In prigione viene battezzato come cristiano con tanto di pompa, bah era un grande evento: un ebreo che rinuncia alla sua religione è una rarità. Sì, ma in prigione?! Certo è che il libro è tradotto in italiano, là dove il papa Giovani II mostrava in pubblico nella Piazza San Pietro zeppa di gente e alle TV una donna ebrea che ha scelto il cattolicesimo. In somma è il potere del esempio, ovvio non dicevano nulla di quei migliaia che rinunciavano alla chiesa.

 

  In somma ognuno con i suoi interessi finalmente mi sono tolta due preoccupazioni: il sito e il card.

Vivo un esperienza particolare con il pagamento del sito, la fattura è spezzata in 3 come lo è anche il mio sito, inizio la procedura e pareva che il computer avessi un estrema velocità per un attimo sono in una zona di luce bianca, mi sentivo alleggerita.

 

  Per la terza parte non facendola subito ma dopo una quindicina di minuti, non era più la stessa cosa: ero entrata in normalità. Questo sito se ha valore lo ha proprio per la presenza di visioni e di splendide entità.


 

Tutti due genitori fuori in cortile, approfittando del sole. lo mi muovevo di là e di qua, cercando a trovare un centro di pace dopo le imprese piccole che mi hanno invece stressato troppo.


 

   - Iris dovrebbe andare da Corina per darle una mano al negozio.

  - ?!

   - Tanto lei sta qua a far niente, sigarette e caffè.

 

   La madre non rispose, io ero fuori. Così che intervengo:


 

   - Ma se tu sei sordo sono anch'Io?

   - ?!

  - Mi pare che la tua sordità sia solo un motivo per ignorarci.

?!


 

  Evidentemente lui non ha risposto, non so io questa sua sordità come funziona. In verità mi sto perdendo la pazienza, è un tempo bellissimo e ho già un buon tempo da quando sono ferma.


 

Olivier passa con i suoi cani per lasciarli correre in questo vicolo più tranquillo. Si ferma davanti al cancello per chiacchierare con il giovane vicino un po particolare, che io non sto simpatizzando per niente.


 

E' troppo stretto qui per me. Sento proprio il bisogno di cambiare aria e ambiente, di farmi una mia meravigliosa vita.

 

   Eccone un altro.

  Sono le parole di Balasso, il crocifisso li rispose annoiato di sentire le sue personale richieste circa la materialità.   Ahhaha, la stavo facendo?

 

  Continuo il discorso, che non ha mai fine né inizio mi pare, e che cazzo vengo sempre qua dove faccio nulla di cosa mi piacerebbe fare?

  Riconquistare il diritto di nascita, il diritto alla felicità.

  Queste parole appaiono scritte davanti a me.

 

  Perché? Non sono convinta che lui ci sia già?

  Va beh ho capito, tuttavia io vengo sempre qua dove sistematicamente la gioia per la vita va a mancare.

 

  Penso alla madre con compassione, verso sinistra è una pianta dritta e alta con tantissimi piccole foglie, in cima è un fiore bianco, assomiglia ad azalea, sopra di essa vengono raggi di luce bianca.


  Bella immagine! C'è potere in compassione.


 

  Eppure la mia famiglia è il mio supporto ho perfino la luna in casa XII radix, che generalmente è associata ai nemici nascosti, alle tradizioni e alla realizzazione spirituale.

  L'anima si mostra tenendo un cane nero inferocito.

Sono passata dalla bellezza di prima alla rabbia della seconda, mi sorprende. Come mai una così grande differenza?

 

  In somma un bel mal di stomaco è presente adesso come lo era anche in giornata con frisone.   Possibilmente passo un cambiamento di DNA or semplicemente qualcosa non riesco più digerire, ovviamente penso al lavoro per muovermi di qua il cuore si muove delicatamente, per un buon tempo. Non mi è chiaro il movimento, mi pare positivo. Allora perché appariva quella strana forma nera come di piovra? Il sé fa il gesto di tirarsi la manico in su, poi introduce la mano destra in profondità del mio cuore, sotto questa forma nera.

La luna nuova che si avvicina mi porterà un bel po di forti energie, mi servono.

Verso sinistra è un cavalo piccolo beige con le zampe anteriore in su, pare una statua, il sé disegna sul suo petto un segno che mi ricorda l'arco e la freccia pronta a prendere il volo.


 

Guarderò al suo significato, il cavalo è simbolo di forze occulte cioè invisibile, mi rendo conto che la parola occulto cioè nascosto alla vista e alla comprensione ordinaria ha una carica negativa nel nostro inconscio.

L'arco e la freccia possono essere collegate proprio alla luna con le sue energie rigeneratrice, a quello pensavo.


 

Eppure passando da un soggetto ad altro non vedo il sé bianco or luce, per me chiaro indizio di essere sulla giusta via, resta molto serio quasi scuro.


 


 


 

Mercoledì, 26.04.2017


 

Benvenuta luna nuova! Bah non è che salgo in una gamba di energia. E' anche vero mi manca l'attività fisica, ieri sono stata in città per farmi una bella camminata.


 

Fino non farà Oriana il recinto, qui sarà un motivo permanente di litigi. Il giovane vicino faceva qualcosa acanto alla rete che è adesso, l'anziana lo vede ed inizia a dare sfogo alla sua rabbia.


 

Spaventata già per l'arrivo delle figlie in luglio, pensa a comprarsi un grande maiale:


 

  - Mamma non ti serve un maiale.

  -  Vengono qua per cosa? Per il cibo.

   - Se Oriana lo vorrà, lo comprerà lei quando viene.

    - Ho tanto grano e mais.

   - Vendilo.

  - Lo do per niente?!

 

  Oramai la sua patologia non si guarirà a fine vita, sono tanti anni che la tiene così. Niente da fare ha comperato proprio oggi uno gigante di 150 chili per essere sicura che sarà cibo abbastanza. Questa povera creatura trovata in qualche ora in un nuovo ambiente e da solo, vive una tristezza enorme: la vedo nei suoi occhi.


 

Nello stesso tempo tutta la pensione è volata via. Per un mese saranno in rosso e quindi chiederanno soldi a sinistra e a destra. Adesso sì che hanno motivo di preoccupazioni! L'anziano esprimeva già lo scontento:


  - Adesso siamo rimasti senza soldi.

  - Chiederò da Corina, lei ha i soldi di Oriana.

   - Ma Iris va via?

  - Tu, mangia.

  - Può darsi quelli lì non la chiamano più.

  - Mangia.


  Certo lo sentivo, io non sono sorda:


  - Da dove sai tu cosa succede in Germania? Non sai nemmeno cosa succede nel tuo villaggio!


  Sono senili ed io lo so, eppure mi stava snervando. Ma proprio in una famiglia del genere dovevo nascermi?


   E' riecheggiata questa verità.

 Risuonavano queste parole nella mia testa.

 

   Aspetta non è così Budda è un re, viene da una famiglia aristocratica straricca. Solo nel occidente è la convinzione errata che la povertà sia la porta verso illuminazione.


 

Entro su Fb per leggere qualcosa di diverso se di diverso ci sia.

Trovo a Carla aperto un dibattito millenario: il rapporto conflittuale esistente tra i genitori e i figli. Pare che a questo capitolo noi non riusciamo mai avere idee chiare e abbastanza maturità. Non siamo capaci ad accettarci a vicenda nella nostra meravigliosa unicità, purtroppo noi vediamo i difetti e non le qualità del altro che potrebbe arricchirci.


 

A Saviano vedo la sua posizione netta a favore delle ONG che salvano la vita in Mediterraneo a migliaia di sprovveduti in cerca di libertà, si rischia arrivare al reato di solidarietà se non lo fosse già.


 

Qualcuno condivide proprio in questi giorni il famoso breve intervento di Emilio del Giudice, cooperazione e competizione, la nostra vita sin dal infanzia è tutta una competizione.


 

 


 


 


 


 

 

 

    Giovedì, 27.04.2017


 

  Con pensieri verso partenza il sogno è conseguenza:

 

   “Sul cielo scuro di un buio totale splende una sola stella bianca leggermente sinistra.”


  Intendevo comunque lasciarli 50 euro quando vado via, così che le ho lasciati già oggi, per il resto si aggiusteranno: non è il mio affare.

 

 

  - Iris, metti la carne a cuocere.

   - C'è tempo fino al pranzo.

   - Sono le 9,30.

   - In effetti è presto

   - Sai … per essere pronta.

   - Devi farti un controllo, hai proprio un ossessione con il cibo.

  - ?!

 

  L'ha messa lei prima delle 10 sul fuoco, cielo. Forse era meglio non interferire nel percorso che intendeva fare Corina, tomografia e psichiatria oramai qui è ovvio “qualcosa non va”. Ma è solo nella sua mente, il cervello non c'entra nulla.

 

Arriva Gianni e inizia e lui il discorso che ho fatto già io:

 

  - Mamma hai comperato un grande maiale, ha 150 chili?

   - Sì. Arrivano tanti in estate qua.

   - Potevi comprarlo quando loro venivano.

   - Ma sai ho tanto mais e grano.

   - Lo vendevi.

 

  Eh va beh pazienza. Non è per altro ma loro due realmente non stanno più bene in piedi, altro che pulire e portare i sacchi con immondizia fino al cancello. In somma loro due avevano bisogno di aiuto nelle faccende domestiche e fino adesso figuriamoci in poi.

 

  Si fa caso per il cambiamento del asse lunare, da domani il nodo nord passa in leone, il nodo sud in acquario. Dunque inizierà per tutti un periodo diverso. Io già pensavo che il nodo nord passa dalla casa VI il lavoro, in casa V della creatività e divertimento ecc. Sono ottimista, vedo delle belle cose con questo transito.

 

 

  Entro sul sito, non l'ho più fatta da quando ho pagato e avevo segnalato il problema per il secondo dominio. Aiuto che risposta! La terza parte del sito necessitava di tante tantissime modifiche, un periodo caotico e impegnativo che si rispecchiava pienamente nella struttura del sito stesso.

 

  “Gentile Cliente,

Per un problema del server il sito non è più modificabile attraverso il pannello di gestione.
Abbiamo creato per Lei un nuovo account sulla nuova piattaforma dove potrà creare un nuovo sito web professionale.
Riceverà nei prossimi giorni informazioni su come procedere con la creazione del sito sulla nuova piattaforma.

Cordiali saluti,
Il team di …. ”

 

  Mi pareva che non fosse proprio il meglio quando l'avevo creato allontanandomi dal sito iniziale, era un problema il numero di pagine. Vedrò poi con calma se lo lascio così or lo cancello integralmente e finita lì.

 

  In somma... un lavoro vero e proprio è quello che mi serve adesso. E mi dicono di aspettare qualche giorno: da loro fa freddo. Va benissimo così, ho ancora da risolvere certe cose qua. Non ho sentito alcuna energia particolare agganciata alla loro risposta.

 

 

  Guardo la madre che appena si muove facendo con lentezza le sue faccende in cortile. Mi fa compassione, ma se lei non ha compassione per se stessa non cambia niente.

 

  Guardo sulla prima parte del sito dal lontano 2010 e mi chiedo ancora ma che senso ha tutto ciò? E' illeggibile. Inizio a darle una sistemata, non l'ho più fatta da agosto 2016, non è che mi occupo tanto di questo benedetto sito iniziato con tanto entusiasmo anni fa.

 

 

 

  Venerdì, 28.04.2017

 

 Se pure oggi in pomeriggio si è rotto il telefonino appena comprato, alla sera ho trovato già la spiegazione del accaduto:

 

  “Potremmo continuare a lungo con le vostre sensibilità, con tutte le diverse sensibilità come il cibo, i rumori, gli odori e il resto. Il punto che volevo sottolineare è che voi state diventando solo più sensuali. Tutto qui. Siete proprio nella zona di mezzo e per il vostro vecchio corpo e per la vostra mente è molto, molto, molto impegnativo.

Al momento il vostro corpo e la vostra mente non capiscono come integrarli nella vostra nuova sensibilità. Sta sconvolgendo i loro sistemi. A livello energetico è talmente sconvolgente che farà saltare le prese elettriche. Farà saltare qualche vostro computer e qualche apparecchio elettronico solo perché, analogamente sta anche facendo saltare qualche sistema nel vostro vecchio corpo.

 

 

 

 

 

 

 

Il corpo e la mente non sanno come gestire un senso che supera la concentrazione, il Focus – il senso dell’Unità, il senso dell’Immaginazione e alcuni dei sensi di cui abbiamo parlato di recente e ne parleremo ancora.  Nel corpo e nella mente c’è questo grande punto di domanda – “Cosa non va in me? Perché è tutto diverso? Perché tutto sta cambiando?” Non c’è nulla, nulla, proprio nulla di sbagliato. Non c’è nulla di sbagliato, anche se sento alcuni di voi dire, “Beh, sì ma Adamus, tu non capisci.”

Lasciate che vi racconti la storia perché io capisco, eccome e se qualcuno pensa che il suo problema sia più speciale o che non possa superarlo, si sbaglia. State solo passando da una persona opaca, una persona bloccata nella routine, una persona priva di colore a diventare molto sensibile e molto sensuale.”


 

SHOUD 8 – Con ADAMUS SAINT-GERMAIN, canalizzato da Geoffrey Hoppe

Presentato al Crimson Circle il 1° aprile 2017    


 

Con spiegazioni or meno, certo ho pensato che era meglio comprarmi uno più caro e quindi di qualità. Pazienza. Adesso dovrò andare in città la prossima settimana per ripararlo, mi immagino che si può. Grandi affari si fanno risparmiando.

 

L'interessante in questo vicenda è di aver pensato un oretta prima che butterò il telefonino vecchio con la scheda italiana che ha adesso. Una voce che a me pareva sia quella d'astrologo mi raccomanda “Non buttate!”. Strano, perché no? Non mi serve a niente. Beh...adesso sì fino risolvo il guasto.

 

Poi prima di arrivare il pullman provo connettermi a una rete WI FI senza protezione, mi fermo “aspetta è un cielo azzurro stupendo ed io sto ancora con il naso lì?!”. Ma proprio così, mi stavo perdendo una giornata stupenda per far cosa? Lo chiudo frettolosamente, di lì in poi chiuso è rimasto.

 

 

 

Sabato, 29.04.2017

 


  Arriva Corina con dolci:


  - Corina, con quale occasione?

  - E' il mio compleanno, il compleanno del fidanzato di Diana.

  - Anche quello di Gianni è in 29.

  - Sì, 29 è oggi.

   - Quanti anni ha il fidanzato di Diana?

   - 26.

   - E Diana?

   - 24.

   - Sono così giovani....

   - ?!


  Sono troppo giovani per sposarsi già, Corina sapeva cosa pensavo.


  - Corina non sono molto contenta del ammorbidente carro comprato, non sento il profumo.

   - Io non metto più, c'è il profumo dal detersivo.

   - E' per non elettrizzasi i vestititi, più che per profumo.

   - Lo so, ma poi anche divertirti vedendo qualche scintilla di luce.

   - ?!

   - Sai a scuola una ragazza era tutta estasiata raccontandoci l'accaduto di sua sorella “Sono apparse delle piccole croci, dio parlava a mia sorella.” In realtà i vestiti si elettrizzavano, mi diverto ricordandomi.

   - Isteria ed ignoranza.

   - ?!


 

  Sono le giornate di Saint Germain, cosa abbiamo in comune: Transilvania? Adesso trovo un altro testo che parla di Maestro - inteso sia come guida fisica che butta luce sui blocchi che ognuno di noi ha, sia come il sé - il migliore amico che ci accompagna senza sosta e non solo nel arco della giornata.


  E quindi partendo da questa premessa reinizio ricordarmi i blocchi che ho e su quale tanti anni fa il pastore faceva luce:


 

- Non è che lei va via quando sta bene?

- ?!

- Paura della felicità.

- Il mio desiderio di indipendenza.

- Cambierai.

- No.

- Cambierai!

- No.

- Sì, sì...


 

In realtà io mi alzo, vengo dritto al computer per trovare cosa vuol dire nodo nord in casa V e sono finita a Saint Germain e un suo testo da ottobre 2016. E' così, io posso solo confermare.


 


 

Domenica, 30.04.2017


 

  Ecco questa donna ambigua che non sa dire mai un no deciso cosa ne combina. Volta scorsa le ha dato dei soldi con tutta la mia opposizione, adesso questi con elemosina non si sono più fermati al cancello ma sono arrivati direttamente alla porta. Magari la prossima volta entreranno direttamente in casa! Non vuole proprio capire che lei è solo una pensionata e altro reddito non ne ha.


 

Arriva e Giulio con una novità:


  - Mamma il prete ha detto di non firmare il contratto per la terra, riceverete solo la metà.

   - Noi l'abbiamo firmato già.

   - Ma perché vi siete affrettati?

   - ?!


  Fortunatamente qualche volta politica e religione non vanno d'accordo.


 

  Ho fatto un vero colpo! Cosa mi veni a guardare al film Lutero? Mi sono fermata sconvolta, già al inizio trovo 2-3 punti in comune. Questo povero cristo di Lutero passava esattamente quello che passavo ed io 13 anni fa voglio un dio che mi ami, volevo un dio misericordioso. Beh io l'ho trovato nel Corano!

Poi l'estrema miseria morale esistente in chiesa cattolica e il modo in quale accumula ricchezza manipolando gente ignorante con la paura del inferno e del giudizio finale.

Di certo la chiesa cattolica non è cambiata, chi vede diversamente le cose è libero di andarsene fondando una nuova chiesa or aggrappandosi a una già esistente. A quanto io sappia la madre paga per vari cose: preghiere per i defunti, benedizione delle tombe, benedizione della casa, sostegno ai poveri, sostegno al istituto di teologia in somma un motivo si trova sempre. Ecco questa roba con le indulgenze tanto detestata di Lutero, non so se è ancora valida.


 

Le reliquie con quale la chiesa ha fatto tanti soldi, è un altro soggetto che condivido con Lutero. Guardo tutto il film? Penso di no. Io lo so già che ho il protestantesimo nel sangue, tuttavia in questa vita io lo supero vado in profondità del mio essere e della sua millenaria struttura. In questa vita io arrivo alla fonte, che è al di sopra di qualunque condizionamento umano, è al di sopra di qualunque religione or chiesa. Il cuore fa un solo movimento breve e delicato, come un frammento di spirale.


 

Allora è per questa che mi attira la Germania? Niente da fare lo stesso viso di Hitler appare davanti a me. Ma che cos'è con questo personaggio? Germania non ha solo lui nella sua lunga storia.


 

  Guardo a meteo. Qui farà caldo per 2 settimane, da loro pioverà per 2 settimane. L'anno scorso maggio e giugno sono stati molto freddi, con tanto di pioggia e con poco lavoro. Ho dei dubbi che adesso si parla “solo di qualche giorno”: vedo leggermente sinistra Andrea sorridente guardandomi.


 


  Questa donna con i soldi ha un rapporto molto strano:


  - Iris hai dei spiccioli? Mi servono per il pane domani mattina.

   - Ti ho dato 50 euro. Li hai finiti già or non li hai cambiati?

   - Non li ho cambiati.

 

  E' arrivata come teleguidata, senza naturalezza in movimento. E' senza soldi e con tante spese da fare fino a fine mese. Ha uno stile... Sono andata io per fare la spesa stasera.


 


  Maggio ha 31 giorni e questo qua, Harold Becker, si è trovato a cambiare il significato del 1 maggio, festa dei lavoratori che è internazionale, in festa del amore che è tutta sua. C'è tanta declamazione avendo sopra questa parola, non ci siamo ancora stufati? Il primo significato della festa non aveva da fare con lo stesso significato? Alla fine si chiedono da più di un secolo diritti umani e dignità per la classe operaia trovata anche oggi in mezza schiavitù.


  Questa è carina. Leggo un testo in quale si raccomanda di affermare l'auto conoscenza ma di non farlo a modo generale “Io sono l'auto-conoscenza” ma in particolare “Io X....Y... sono l'auto-conoscenza”. Per me sta diventando divertente, io ho 3 nomi quale di loro lo aggancio al affermazione? Quello scelto dai genitori è detestabile, non mi viene più pronunciarlo per niente nemmeno per gioco. Quello mantenuto dal ex è pesante, non vedo l'ora di cancellarlo completamente dai documenti ufficiali e dalla mia memoria. Rimane solo il terzo che è una mia meravigliosa scelta, fino non lo vedo scritto anche sui documenti ufficiali non ho tregua.


 

  Chiudo la serata vedendo la madre con un viso molto piccolo e scuro, cioè molto scontenta, alla sinistra su e Franco davanti a me con il suo abituale viso sereno. Strano che fossero in contemporanea visibili tutti due, pare che io fossi davanti a una scelta.


 

  Il secondo è per 3 mesi in medicale a causa della schiena e lo sentivo poco prima parlando con qualcuno esprimendo lo scontento “ma lei scrive ogni giorno, ogni giorno....”. Ecco potrebbe farla anche lui, tanto sta a far niente per mesi.


 

 


 

Lunedì, 01.05.2017


 

Questa gente incapace di stare sui propri piedi è una sciagura. Mi bussa con forza nella porta alle 8 del mattino:


  - Iris, mi hai comperato solo una scatola di medicine?! Vai e prendermi ancora una se pure hai pagato tanto.

  - Lascia stare stupidaggine del genere.


  Si, come no? Che pretesto ha trovato. Poi la vedo muovendosi preoccupata nel orto, il vecchio era uscito di casa. Praticamente lei non voleva stare da sola un mezz'oretta né nella sua stanza e né in cortile in pieno giorno. Non so io quel giovane medico quanto si intende del lavoro che fa, se ha una diploma non vuol dire che sia un buon professionista: manca comunque l'esperienza.


 

 Più tardi sta litigando con il vicino. Poi va dal vecchio per raccontarle l'accaduto, non so cosa abbia detto lui sento solo lei urlando con soddisfazione:


  - Zitto!


  Anche lui è un povero cristo. Non lo mai visto cosi indebolito è più vecchio di lei con 9 anni, è visibile.


 Non condivido né io il suo comportamento, ogni tanto vado nel orto e preferisco la pace non i litigi inutili:


  - Questa gente non può più muoversi nel loro cortile.

   - Ha iniziato il vicino, mi ha detto ironicamente “ecco arriva la poliziotta”, lui è sulla mia terra e ossa dirmi ciò?!

   - Sì perché tu hai iniziato la settimana scorsa, e lui si trova nel suo cortile.

   - Vediti dei tuoi affari.

   - Lo stesso dovresti fare anche tu, da stamattina ti muovi agitata di là e di qua. Stai un po ferma or vai a farti una passeggiata.

   - Sono stata alla messa stamattina.

 

  Eh va beh pare che la chiesa ha un effetto molto strano su questa donna. Dalle 8 del mattino sta provocando quando uno quando altro per dare sfogo alla sua rabbia, non è che la chiesa l'aiuta psicologicamente per risolvere i suoi blocchi, anzi.

 

 - Il recinto è l'affare di Oriana non è il tuo.

  - Oriana non deve essere insegnata cosa fare?!

 

  Non ci arriviamo da nessuna parte. Va beh lei è senile e noi anche lo sappiamo. Lei è libera di essere come vuole, cosa faccio io qua in compagna di una tale donna? Questa sì è la giusta domanda da fare. Oggi non sta ferma un oretta, qualche motivo per disturbarmi trova.


 

Giulio incuriosito e preoccupato:


  - Avete comprato maiale?

  - Sì, uno molto grosso.

   - E' da tagliare?

  - Sì, per l'arrivo di Oriana.

  - E tu?! Gli italiani non ti hanno più chiamato?

  - Mi hanno detto di aspettare qualche giorno, da loro fa freddo.

 - ?!


  E' già iniziata l'agitazione per l'arrivo di tanti, l'anno scorso è stato un periodo molto movimentato per tutti. Che poi Corina sa che quest'anno non vengono più né Monia e né Loretta, l'anziana invece afferma il contrario. In somma con loro or senza, io intendevo andare via lo stesso.


 

  Ecco il Nodo Nord con il suo significato, realmente io venivo decisa al computer per trovare il testo “la ferita di Iside”, sono finita qui:


 

   “NODO NORD IN LEONE IN CASA V/NODO SUD IN AQUARIO IN CASA XI - al nativo viene chiesto di scegliere per se stesso, affrancandosi da una realtà sociale che non lo riconosce più e che non gli permette più di vivere la propria verità.

La persona necessita di sperimentare se stesso in solitarietà, cominciando a costruire una sua realtà individuale precisa e auto-definente.

Ciò che il nativo deve lasciarsi alle spalle è il bisogno di identificarsi con il gruppo, dentro cui tende a nascondersi. Ora viene chiamato a prendersi responsabilmente i propri rischi da solo.”


   Io mi sto ancora identificando con “il gruppo” ? Quale?


 

   Eccola in serata va dalla sarta, no ha più un soldino niente ma lei continua ... sperperare... anche questo strano modo lo abbiamo ereditato. Io sto sprecando tempo ed energie inutilmente laccandomi trascinata nelle sue mille paure sin dal mattino.


 Questa ferita di Iside, qualche parola ho trovato “ la sensazione di fallimento, la sensazione di aver deluso qualcuno.”

La ferita di Adamo sarebbe “la sensazione di dover difendere e proteggere.”

Ecco tutti due questi atteggiamenti sono nocivi sia per noi stessi che per quelli con quali interagiamo nella vita.


 

  Vedo Franco davanti a me esattamente come ieri. Adesso ha nella mano destra (quindi alla sinistra del mio viso) una mia foto in 2 - 3 tonalità di grigio mescolate, è indefinibile il mio viso. Ho pensato ma sono morta?! Per me la vita è colore e allegria.


  E' indefinibile il viso cioè l'identità?


 


 

   Martedì, 02.05.2017


 

Mi sveglio avendo alla sinistra l'immagine di Oriana molto scontenta del mio arrivo qui tanti anni fa.


 

Questi con elemosina... Diventa snervante per me a vederli qua a ogni 2-3 giorni.

L'anziana ancora una volta va come teleguidata verso il cancello. Adesso loro insistano che li dia ancora dei soldi, se pure lo ha fatto già. Solo che lei adesso non ha proprio niente e né le dice chiaramente ciò, si muove in cortile imbarazzata e indecisa.


 

Corina, ecco questa non lo sapevo:


  - Ma sai che in Romania hanno mostrato a TV una vergogna, le donne sarte per non andare al bagno e perdere tempo avevano dei pannoloni.

   - Ma dai, proprio cosi?! Peggio dei schiavi.

  - Sì anche a TV hanno detto che tocca la dignità della persona.

   - E quello lì con la sua festa di amore proprio in questo giorno, lo trovo sovversivo. Lo stesso stile del Vaticano: amore solo a parole.

   - ?!

 

  Corina non rispose più, guardava la madre alla fine del mio discorso. La madre non è intervenuta per niente.

Certo è che sono rimasta con una bella dose di nervosità una volta Corina andata via. Da chi veniva? Volta scorsa parlavamo di parrucchiere, creme e altre robe cosi, uguale dopo la sua partenza avvertivo una strana nervosità. Mi immagino che sia venuta dalla madre, non vedo un altro qui. Chi è empatico né avrà un bel lavoro da fare per eliminare quello che non è suo.


 

Papà al ritorno dalla chiesa mi guarda sorridendo, rimarco il suo viso grande luminoso, per inciso al pranzo lo aveva molto piccolo. Era molto contento: ha fatto la sua uscita dal cortile. Ha indossato la giaca di Franco che lui la voleva tanto ed io l'ho messa subito in lavatrice, in effetti le veniva bene.


 

Va pensiero sull'ali dorate


 


 


 

 Mi sveglio poco prima delle 2 di notte, è un suono particolare nella stanza non tanto gradevole, vedo il viso contento di papà alla sinistra sentendo nello stesso tempo la voce calda di Monia: “Sì, sì, Franco assomiglia a papà.”


 

  Secondo Saint Germain ci svegliamo di notte perché stiamo rompendo gli schemi, i ritmi automatici. Dunque io quale schema lo sto rompendo adesso?

Comunque resto sveglia fino verso le 4 del mattino. I vicini alle 2 erano in piedi e loro, più tardi si svegliano anche gli anziani, pare che nessuno poteva dormire nel intervallo 2-4.


 


 


 

Mercoledì, 03.05.2017


 

E se pure non riuscivo più riaddormentarmi stanotte, riprendo il discorso del card. Come vedo sono totalmente scontenta di una mia scelta, ovvio potevo fare diversamente, tuttavia è stato un mio desiderio. Il pagamento del sito sì era un assoluta necessità, non lo era invece anche la pretesa di un nuovo card che mi costerà parecchio averlo.


 

Le coincidenze sono il modo in quale l'universo risponde alle nostre necessità. Ed è così, certo non è l'unica via e noi in piena libertà possiamo scegliere diversamente. Ho detto bene necessità non richieste, noi possiamo chiedere una villa con piscina ad Honolulu in Hawai, non è detto che quella realmente ci serve e non sia solo l'inseguimento di una falsa felicità cioè ambizione.


 

Io ho i pensieri al lavoro cioè alla partenza di qui, non mi trovo molto bene a star ferma per troppo tempo. Devo andare in città per camminare, sono passate giorni da quando non l'ho più fatta. Lei invece reinizia con le sue infantile pretese:


  - Iris, chi pulirà qua quando tu vai via?

   - Tu, non hai altro da fare che cucinare qualcosina e pulire ogni tanto.

   - Questa farò fino alla morte.

 

    E che interessa a me? E' stata una sua scelta di vivere così, adesso ne è scontenta?


  A quanto pare il telefonino è irrimediabilmente rotto, il signore di volta scorsa insista di lasciarlo fino domani. Lo lascio a me comunque non serve a niente.


 

Al ritorno mi incontro con la giovane vicina di mia madre, divorziata da parecchi anni.


 

  - Iris, stai lavorando anche tu?

   - Non, devo aspettare ancora qualche giorno.

   - Non ti sei stufata di andare sempre via?

   - Scherzi?! Germania è bellissima.

   - Sei in Germania?! Pensavo che tu fossi in Italia.

   - Non, ho trovato un lavoro là.


 

Arrivo qui e sento un altro discorso collegato al lavoro:


  - Ma tu cosa fai in città?

   - Mi do una sistemata, magari da un giorno ad altro mi chiameranno.

   - Oriana ha detto che da loro fa freddo e piove ogni giorno.

  - In Germania è uguale, comunque dovrebbero dirmi qualcosa la prossima settimana.

  - Se ti chiamano bene, se non qui da mangiare c'è, acqua c'è, hai posto di dormire.

   - ?!

 

   Pareva che stia parlando per il suo maiale! Alla fine l'uomo quando si ferma alla soddisfazione dei bisogni materiali resta lì nel regno animale. Eh sì come non voler di più? L'altra parte del discorso è: una volta i bisogni materiali soddisfati e senza alcuna preoccupazione per la sopravvivenza sei libero per godere le dimensioni dello spirito in una perfetta tranquillità.

 

  Papà oggi facendo qualche lavoretto è stato troppo in sole, poi si è anche bagnato per la colpa della sua moglie che non sa stare ferma. In serata assicurava lei:


  - Guarda che mi sto riprendendo .

   - Hai spaventato la morte.

   - Mi sono riposato, ho preso un caffè. Sto meglio, pensavo proprio che me ne vado.

   - Da 20 anni te ne vai.


  La madre è oramai annoiata come tutti noi: ogni anno sentiamo lo stesso ritornello. Che poi in luglio compierà 84 anni, è una venerabile età da questi parti. Sento lei urlando ed esprimendo qualche scontento anche più tardi, una volta ritirati nella loro stanza. E' il loro stile di vita.


 

Io domani vado a cambiare il colore ai capelli, mi muovo di là e di qua inquieta: che colore darle? Ho mesi da quando la penso senza decidermi, vado nel bagno e vedo che hanno già un splendido colore, ci è voluto un bel po' per capire che non è il colore di adesso ma dal futuro.

E' successo esattamente come ai denti, li vedevo così come mi piacerebbe che fossero: perfetti. Solo che allora io mi sono fermata dal impresa.


 


 

  Giovedì, 04.05.2017


 

Aiuto! Questa gente senza alcuna attività altro non fa che litigare. L'anziana inizia con toni alzati dal mattino, la sordità del vecchio la obbliga alzare il tonno. Per me sta diventando snervante il loro circo, per loro no? Mi pare che la sua sordità non sia poi tanto grave, ma che sia una difesa or semplicemente un rifiuto di ascoltare l'altro.


 

Poi Arriva Laura da noi, raccontandoci dei vari litigi avvenuti in una casa logicamente finiti male. La nuora ha chiamato la polizia.


  - Laura, le persone non hanno attività, si annoiano e iniziano litigare.

  - Penso che la sua suocera non ha mai lavorato.

  - Ecco.


  I famigliari di certo devono stare alla larga uno del altro, primo or poi viene a gala il karma. Mi pare che viene a gala anche nel rapporto con i vicini. Appena andata via Laura, l'anziana inizia a litigare con la vicina per via del recinto e delle piante che lei mette là che poi si estendono anche nel suo orto. Ovviamente si buttano in faccia di tutto e di più, ognuna di loro si ricordava di vari accaduti anni fa. Se pure qui è una comunità settaria dove tutti obbligatoriamente vanno a chiesa, la vicina le butta in faccia anche questa:


  - Mi hai tagliato la pianta! Come hai potuto andare a chiesa poi?

   - Se vengono nel mio orto io li taglio!

  - Ogni giorno fai scandalo, inizi dal mattino.


  Io non sono intervenuta: è il suo affare. I famigliari di questa donna non sono intervenuti né loro, in effetti hanno chiesto da lei:


  - Ma Iris non è a casa?

   - Cosa vuoi che facessi lei, se vogliono buttarla fuori di casa?!


 

  Abbiamo fatto bene non interferire, in un quarto d'ora loro due hanno finito di sputtanarsi a vicenda.


  Fortunatamente fra poco vado in città, vado a camminare e respirare aria diversa. Mi offro un po di calma nel parco di là, questa vacanza è stata troppo movimentata. Sotto moltissimi aspetti io sto benissimo a lavoro.


  Essendo ancora in città ricevo messaggio da loro quando posso arrivare, ovviamente solo la prossima potrò. Interessante è di aver sentito prima del loro messaggio la mia stessa energia, scontenta di lavorare senza libero e spesso anche senza pausa. Magari erano preoccupati, sanno di questa mia reclama. Giustamente devono sapere se vado or no, se non si arrangiano con Milena.


  Io pensavo realmente al lavoro oggi il sé molto grande ma scuro era davanti alla mia fronte, è la seconda volta quando lo vedo così mentre penso al lavoro. Perché?


  Il telefonino mi lo tiene fino martedì, l'estetista non ha tempo domani or dopodomani ma solo lunedì. Il caso ha fatto che il loro messaggio fosse arrivato solo dopo aver programmato già tutti due. Anche così io mi sono trovata di fronte a una scelta. Pazienza. Questa volta mi la prendo con calma, volta scorsa mi sono affrettata per niente.


 

  Sta fiorendo il melo cotogno, è una meraviglia. Questa vacanza mi la sono goduta tantissimo in natura e al sole, sono abbronzata siccome fossi al mare. Del resto... sono passati velocissimo 2 mesi, pare che solo ieri sono arrivata qua.


 

  Chiudo la serata con una forte pressione senza nome e senza fonte che mi tiene sveglia fino verso il mattino. Mi pare che non sia l'effetto di qualche causa esterna il sé tira con un filo beige una fantasma da indietro di me, alla sinistra su è il viso piccolo e scuro cioè molto scontento di mia madre.

Magari veniva da lei. Io non sono intervenuta nel suo litigio, anzi sono stata in città un bel numero di ore godendomi il sole e la camminata, poi lei sa che da un giorno ad altro me ne vado. La vedo molto indebolita fisicamente, appena si muove, invece sta parlando tanto senza senso purché si sente la voce.


 


 


 

   Domenica, 07.05.2017


  Ma è sicuro che noi non assorbiamo le energie dalle persone che ci stanno accanto? Per la seconda volta sto parlando con Laura in cortile, e vedo in me le energie della madre insicura e rigida. Realmente mi snervavo a stare in piedi ma né cercavo una sedia.


 

   Resta l'evidenza da giovedì sono entrata in stress, avverto una forte pressione siccome mi spaccasse in due. In effetti, qualcosa non mi va, ma non mi è chiaro cosa.

   Alla sinistra su è il viso piccolo e scuro, molto scontento, della madre. quindi il mentale, la logica? Alla destra ma molto più in basso a livello del petto è il viso sereno di Gilberto.


  E' la mia resistenza al cambiamento? Alla fine è solo un cambiamento per un tempo indefinibile, è solo un viaggio e ne ho fatte tantissimi di questo tipo ultimamente. Dovrei muovermi con più flessibilità e leggerezza in qualunque settore della mia esistenza, tanto di più quando viaggio verso un posto conosciuto. Vado proprio in ridicolo, quando vengo qui entro in conflitto cioè in dubbio, quando vado via di qui uguale. Ma dai... proprio così?!


 


 

    Lunedì, 08.05.2017


 

   Litigi. Questa volta c'è la aveva con tutte due vicine, ha trovato però solo una di loro fuori. Ero oramai stufa sentirla brontolando in cortile per quasi 2 ore:


  - Che cos'è con te?! Dal mattino inizi litigare?

   - Quando sono uscita dalla messa, una donna mi ha detto che la vicina mi ha fatto stupida.

   - Mamma, vi siete insultate a vicenda.

   - Io stupida?! Non la vedo fuori che le dirò io.... Urlava in cortile a suo marito che questa qua le avrebbe  rubato il gallo.

    - Lascia stare, non è il tuo affare cosa fanno loro.

  - Ma è normale questa donna?! E' suo marito.


 

Chi è normale qui? Fortunatamente vado in città, magari la troverò più calma al ritorno.


 


  Vado in città al pullman mi incontro con Corina. Per curiosità sono passata davanti al negozio per il telefonino, il signore non era là, speriamo che lo sia domani.


 

Con un buon morale mi sono risolta ancora un paio di cose per la partenza. Dai ci avviciniamo.


 

La parte terza del sito è ancora bloccata, più in là magari troveranno una soluzione. Se troveranno.


 

Di seguito ai pensieri stressanti pieni di limitatezza, il sé animico - emozionale si mostra asciutto con una sciarpa bianca sulla testa, sono energie assorbite in questa casa.


 


 


 

Martedì, 09.05.2017


 

  Mio dio che freddo fa questi giorni, solo l'altro ieri mi stavo abbronzando.


 

  Sistemo la seconda parte del sito se pure la terza è inaccessibile da più di un mese, mi chiedo se un giorno lo sarà.


 

  Questo telefonino che noia, non ho trovato il signore né oggi. Potrei rinunciare al telefonino, ma ho là anche la scheda rumena. Tenevo più alla seconda che al primo, per forza vado anche domani mattina in città.


 

  Nel frattempo il biglietto l'ho comperato per giovedì, quindi potrei arrivare là venerdì al pranzo – pomeriggio. Questa è, non ce l'avrei fatta prima.


 

Mi ritorno dalla città, la madre tirava frettolosamente vari sacchettini dal congelatore:


  - Ma cosa cerchi?

  - Ho trovato gelato. Chissà da quando sta là...

   - Sì, ma adesso fa freddo come nel inverno.

   - Non fa niente, lo mangio lo stesso.


  Questa donna sta impazzendo da un giorno ad altro sempre di più, quando la mia partenza è in aria mi pare che le sue paure diventano più forti.


 

  Ed eccoli... io li dico che arrivo venerdì al pranzo, loro mi dicono che la stanza è occupata. Sanno molto bene che da Rodolfo le stanze si occupano velocemente essendo meno care. Poi che adesso hanno un altra donna rumena lì, quindi si arrangiano loro 3 non essendo molto lavoro. Va bah ma io ho parlato con loro per due volte, non potevano avvisarmi finora? Tranquillamente io potevo venire là anche fra 2 settimane.


 

  Comunque io avevo in testa quel sogno con il telefonino, a sinistra era una giovane bruna che non conosco, e se non fosse in mezzo il guasto potevo mettermi in viaggio già la settimana scorsa. Può darsi è bruna la ragazza rumena che è arrivata da loro sempre tramite Oreste.


 

Menomale che mi hanno avvisato, mamma essendo lì sentiva tutta questa agitazione:


  - Strano che mi dicono dai vieni or aspetta ancora.

   - Iris, non vogliono perderti.


  Dai va bene così, in estate quando fa caldo ci vogliono 6 persone, è giusto che loro cercassero già il personale.


 

  In città ho visto tantissimi iris viola fioriti, il fiore di Buddha. Domani è il Wesak, l'incontro fisico e psichico dei Maestri in una vale di Himalaya così si tramanda da secoli se realmente è vero non so. Solitamente la luna piena mi porta dei bei sogni, mi auguro che stasera fosse uno collegato a questo evento.


 

Insistono.... cercheranno una soluzione per la stanza e mi faranno sapere più in là, chiedono aiuto da Zoran per una stanza meno cara. Non era più semplice dirmi dal inizio aspetta ancora 2-3 settimane? Se qui fa tanto freddo non è che da loro si sta al sole.


 

La strana domanda di Ada “quanto intendi fermarti?” mi ha fatto sorridere. Loro ci stanno licenziando subito se non c'è lavoro per 3-4 giorni, poco importa il proprietario della stanza nei loro calcoli. Ovviamente intendo fermarmi tutta l'estate là, l'anno scorso non ho fatto un gran affare, quest'anno sarà molto movimento qui.


 

  Mi do una calmata, è stata una giornata troppo impegnativa. Il freddo di oggi mi ha portato un leggero raffreddore, sarebbe per il cambiamento del DNA?

  Il sé sempre vicino alla mia fronte, magari sono troppo mentale, mi mostra il suo braccio destro magro e bianco insista lì, ma che cos'è con questa parte della mano? E' il agire, il fare, il donare. Indietro è il sé emozionale si mostra come ieri piccolo, asciutto, con la sciarpa bianca sulla testa. Emozioni assorbite, non mi appartengono.


 


 

Mercoledì, 10.05.2017


  Può essere la luna piena, può essere anche il Wesak, sinceramente non posso vantarmi di alcun particolare sogno, anzi non è stato nessuno.


 

La madre guarda nel congelatore prima delle 9:


  - Ma cosa cerchi ogni giorno là?

  - Voglio vedere se ho la carne per sabato.

   - Ma oggi è solo mercoledì.

   - Voglio vedere se c'è un pezzo giusto.


  Santo cielo! Potrei capire questa paura per la fame se qualcuno non avesi alcun reddito, non è il loro caso.


 

La signora dal agenzia mi assicura:


 - Il biglietto è valido un anno, lei va via quando vuole non è alcun problema.


  Respiro. A un altra agenzia avevo perso il biglietto anni fa, non mi auguravo lo stesso.


  In cortile essendo sento la cavala dai vicini con un suono profondo e forte. Chiedo dalla madre se pure era anche lei fuori:


  - Perché la cavala fa così?

   - Chiama il puledro, magari lo hanno tagliato ieri insieme al maiale.

   - Non credo, era troppo piccolo.

  - Per le ossa. Il loro figlio cresce animali poi li taglia, così si fa anche lui un soldino.

  - ?!


  La parola soldi è così carica di emozione e importanza nella bocca di questa donna, non mi è mai piaciuto sentirla. Poi questi suoi singhiozzi quotidiani mi danno l'impressione che avessero la stessa causa: paura della povertà.


  Questa è carina! Solo un oretta fa mi chiedevo perché la cavalla fosse così inquieta oggi, e questa persona più or meno un oretta fa ha condiviso su Fb delle splendide immagini dal mondo animale:

 

  La madre è sublime perché è tutta istinto. L'istinto materno è divinamente animale. La madre non è donna, ma femmina.

-Victor Hugo-


 

.


 

Long ago....


 

 

 

 

Oggi io voglio rimaneggiare il sito...

    è riecheggiata questa verità.

mi risuonano subito.

Già ieri mattina ci ho fatto un buon pezzo, ma non è come mi piacerebbe che fosse.


  Al pranzo la madre esprimeva il suo scontento:


  - Il parroco è in ospedale ha dei problemi con il cuore e questi due non dicono più la sermone, non fanno più adorazione dopo la messa.


Aiuto! Come fa da 70 anni andare ogni mattina alla mesa? Sembra impostata sul automatico.


  Qualcuno oggi non ha niente da fare e sta telefonando qui per passare il tempo. Ha iniziato già alle 10 del mattino, il caso ha fatto che risposi io a quel ora lì. Adesso in pomeriggio telefona ancora e loro mi chiamano per niente:


  - Non mi chiamare più.

   - Magari erano gli italiani.

   - Ti ha parlato in italiano?

   - No, in rumeno.

   - Eh, allora?!

   - Ma tu parli in italiano?

   - Certo, e parlo con loro sul cellulare.

 

  Questi anziani non capiscono un cazzo. Ma erano così agitati tutti due, oh mio dio è in gioco il lavoro e la mia partenza. Ed io ho un sonno....


 

  Che strano, giuro prima di questo trambusto ho pensato e se non tornerei più a questo lavoro cosa succederebbe? Quale sarebbe la mia scelta? Se ci sono dei potenziali e noi possiamo scegliere tramite il libero arbitrio, possiamo anche sapere quale fossero, no? Aspetto qualche indizio ed invece vedo solo il sé emozionale grande, bianco quasi una fantasma, si avvicina e mi guarda incredulo, siccome mi avrebbe detto “cosa intendi fare?!


  Posso dire che è stata la mano del destino ad agitare le acque così? Mi è passata la voglia di pensarla ancora una volta.


  Adesso chiedo aiuto dal sito ospitante per darmi una mano per la creazione di un sottosito, potevo farla già da ieri. In somma....Così vedo il secondo dominio inattivo, ovviamente ho pensato magari se lo pagavo al tempo giusto evitavo il guasto del server.

E perché non ho approfittato della presenza di Loretta evitando un mese di stress inutile?

Vedo il suo bel viso indirizzato verso sinistra poi vengono le parole... l'odore del sangue...


 

Bah... comunque sta diventando divertente per me, velocemente arrivano interessante parole or idee, non so da dove vengono.


 

Non ditemi che vengo qui per il sito perché non è vero, poco or niente mi occupo di esso quando sono qua. E poi … dove sta il bello? Il fuoco giallo è maestoso davanti a me. Sekina l'aspetto femminile della divinità, il fuoco che non brucia e non si consuma, questo sì è il bello dal mio sito. Grazie al fuoco può andare in eternità.

Invece il sé emozionale si mostra con le mani gattonando come una felina. Non c'è dubbio ogni volta quando vengo qua mi sento infantile, se questa voleva dirmi.


 

Una voce femminile delicata indietro della mia testa parte destra, Potrebbe essere dal sito ospitante, se così veloce hanno risposto alla mia richiesta di aiuto.


 


 

Giovedì, 11.05.2017


 

Dal ciclo grandi sogni:


  "Un essere di legno bizzarro, sembrava un giocatolo, con la faccia come di orso intende salire sotto il tetto di qua."


 

Cavolo come mi vanno le cose oggi...


  Vado presto in città in speranza che troverò questo signore in mattinata se in pomeriggio martedì non è stato. Mi muovo di là e di qua per buon tempo niente, alla fine annoiata ho lasciato il numero a un signora dal negozio vicino. Fino adesso non ho ricevuto alcun messaggio, magari non è stato oggi. Domani lo sarà?


 

  Ricevo un messaggio trionfante da Ada in quale mi descrive con lusso di dettagli la stanza che aveva Milena nel inverno, adesso potrebbe essere la mia. Per evitare i guai chiedo in quale giorno preferiscono arrivare là dandoli scelta tra lunedì or venerdì. Prima vedo sulla destra e in basso il viso di Gilberto incredulo, non convinto poi arriva la loro risposta, “meglio lunedì, ma fai come vuoi.” .


   - Mamma ecco adesso dicono che abbiano trovato una bella stanza con tutto il conforto.

   - Sono dei bugiardi.


  A dire il vero mi danno l'impressione che non ci sia lavoro perciò il personale non è assolutamente necessario, altrimenti non mi spiego il loro comportamento ambiguo. Come visto la stanza si trova, basta volerla.


  Papà è andato finalmente dal dottore, pare che abbia un bruto raffreddore or qualcosa di simile. Sono state 3 giornate freddi come nel inverno, fortunatamente oggi fa caldo. La madre si muove in cortile metà morta, quando si avvicina la mia partenza fa così. Non so cosa or non fa quando io non ci sono.


 

  Arriva Corina per vedere se sono andata via or no, ancora una volta sentivo una acuta nervosità per breve tempo, non riesco capire è da lei? Viene dalla madre? L''ultima faceva di tutto per attirarle attenzione lamentandosi già di cosa farà da sola.


  - Corina devo togliere l'erba dal orto or no?

   - Ma tu non sai se è necessario or no?!

   - Vieni a vedere.


 

 Oh mio dio pareva che avesi ettari da custodire, non un orticello di 300 metri quadrati.


 

  Strano che papà stia male da un settimana, da quando è in ballo la mia partenza. Le fa male il braccio destro, quello che mi mostrava il sé poco tempo fa? Tempo fa?! Solo martedì sera è stata questa visione e non mi era chiaro cosa fosse successo con il sé.


  Chiudo la serata con il pensiero vado via lunedì? E vedo Zoran ( un assoluta novità per me), guardandomi un po preoccupato. Lei chiedeva aiuto da lui nella ricerca di una stanza meno cara. Quella di Milena di quale lei mi parlava è 250 euro al mese, non li andava molto bene pagare tanto, in effetti l'hanno mandato via prima di un mese.


 


 

   Venerdì, 12.05.2017


  Ed ecco mi telefona il signore: il telefonino è morto, ciao! Adesso a comprarmi un altro non mi va. Era meglio ad averlo portato indietro al negozio subito, in somma è andata così.

Mi vesto subito per andare in città dopo il telefonino, dimenticando a dire alla madre che arriverà un signore per la lavatrice. Al ritorno in pullman vedo in luce il viso di Oriana sulla sinistra ma molto scontenta.

 

  Ho mancato solo 2 ore:


  - Ma perché non mi hai detto che arriva qualcuno?

   - E' stato già?!

   - Sì, ma io non sapevo.

  - Non mi aspettavo nemmeno io che lui verrà così presto, me normale che l'ha riparata.

   - Ho preso soldi da te.

   - Da me?!

   - Io da dove?

   - Ti ho detto di chiedere da Oriana per il maiale, se metà è il suo.

   - Ma tu non mangi qui? Dove mangi?!

   - Si sto mangiando pesce, comprato di me ieri.


  Mi ha letteralmente snervato con queste strane pretese e con questa sua paura che non ci sia mai abbastanza. Le ho dato 50 euro per avere un soldino in tasca fino alla pensione, lei li da subito da Giulio per comprarli dei piccoli polli. Ma dai...


  Mi viene un sonno... magari per l'arrivo della pioggia un altro motivo io non vedo. Mi chiedo ma questa è evoluzione?! Le stesse cose girano nella mia testa, le stesse sfide ogni volta. Mi sono stufata sinceramente, vedo la parte di davanti di un sandalo molto più grande del mio piede destro con un bel disegno floreale, un solo colore mi attira: magenta scuro.

Bang sento il suono del telefonino mi alzo e vedo ancora un messaggio da Ada. Adesso sarebbe libera anche la stanza dal hotel dove già sono stata e lei mi chiede quale preferisco questa or quel altra piena di tutto il conforto? Ha da fare con la visione di prima?! Penso di sì. Strano che sia libera da un giorno ad altro.     Qualche volta mi chiedo se non metto io in movimento tutto.


  Da una parte presa dai loro messaggi e di pensieri verso quella direzione, da un altra parte qua arriva Corina:


- Mamma io avevo detto a quel signore che li lascio dei soldi al negozio, perché lui non li ha presi di là?

  - Io non sapevo.

   - Non sapevi perché non mi hai risposto al telefono.

   - ?!

   - Fa lo stesso lui sapeva, così ci siamo messi d'accordo.

 

  In somma io mi sto ricuperando i soldi, la madre si arrabbia:


  - Tu hai rotto la lavatrice e deve pagare Oriana?

   - La lavatrice viene riparata ogni anno, volevi rimanere con lei guasta?

   - Oriana da dei soldi a te?

   - Oriana ha pagato la vostra lavatrice, servirà anche a lei quando verrà in vacanza.

   - ?!

   - E perché non hai lasciato il signore andarsene dal negozio, se lui si è messo d'accordo con Corina?

   - Devono sapere tutti che non ho dei soldi?

   - Tu sei una pensionata, da dove di più?

   - ?!


  Inutile, non ci arriviamo da nessuna parte. Io non riesco capire perché insista tanto a ricevere soldi da me quando è l'obbligo di Oriana a occuparsi di loro. Io qui spendo già parecchio. Non riesco né capire questa sua strana idea “sanno tutti che io non ho dei soldi?!”


  In somma molto scandalo per niente. E' questo il motivo di avere visto Oriana così scontenta prima del pranzo? Penso di sì.


  Certo è che tutta questa situazione mi ha portato un bel mal di schiena e uno stato teso stressante. Comunque mi ricordo di aver letto che dopo 15 maggio avremmo chiarezza su certi blocchi personali. Poi è anche qui un bel freddino, in somma.... un malessere generalizzato. Salva se non ci sia qualche tempesta solare in atto.


 

   La stessa tempesta potrebbe aver colpito anche il maiale, fino oggi non l'ho visto così agitato. Poverino voleva uscire, arrabbiato si muoveva di qua e di là, morsicando qualche volta il recinto. Come non capirlo?


 


 

   Sabato, 13.05.2017


  Fb mi porta in attenzione un ricordo da 2 anni fa, più esatto dal 6 maggio 2015.


  "Nel corso dei prossimi 20 anni o giù di lì, una parte sostanziale dell’umanità sperimenterà il trasferimento da una focalizzazione esteriore sul mondo materiale ad una focalizzazione interiore sullo Spirito e la consapevolezza di Sé. Questo avvierà il processo di integrazione dei rimanenti aspetti del Sé Superiore, che consiste nel ripulire tutti gli aspetti di più bassa frequenza, ed anche accogliere gli aspetti di frequenza più elevata di un Essere Umano/Spirituale. Questa è stata definita rinuncia negli insegnamenti esoterici del passato, perché spesso comporta lasciar andare quelle cose che non si adattano ai modelli vibrazionali in evoluzione all’interno del successivo livello superiore di coscienza. Pertanto, ci sarà un livello di disagio interiore, nonché una certa quantità di caos nel mondo esterno di una persona mentre si riassesta per adattarsi al "raffinato Sé emergente.

 

 

 

 


(...)
Quando il grandioso impressionante potere della creazione si connette con la materia fisica come forza opposta, c'è sempre il caos. Tuttavia, quando questo meraviglioso potere viene attirato in un recipiente sensoriale compatibile, i miracoli abbondano. Dovete cambiare le aspettative che avete delle persone intorno a voi. Dovete lasciar andare il timore di prendere posizione, stabilire dei confini, ed esprimere la vostra verità con una sovrapposizione di energia d'amore. E’ imperativo che impariate a rimanere centrati quando sperimentate la critica. Non rispondete con rabbia o con energia di bassa frequenza. Dovete imparare a superare le situazioni di stress di tutti i giorni per poter trasformare i momenti di discordia in ore di serenità. "


 

"Il vostro Manto di Luce multicolore vi attende" AA Michele


 

   Mi serve qualcosa per eliminare questa stato teso che mi butta giù.

   per … per...

  le parole proprio così in nero sono nella mia gola.

 

Possono essere dalla poesia della gratitudine, io la dimentico così spesso. E pure non ho alcun motivo per non dire un grande grazie ogni giorno. Sono troppo lamentosa.


   “Per tutto quello che ho donato,

per tutto quello che donerò.”


  Ma così inizia la poesia or semplicemente ho anch'io un blocco con questo donare? La parola ricevere non è nel mio vocabolario? Alla fine io anche ricevo, ricevo tantissimo in vari modi.


  Adesso per esempio mi godo la tranquillità in cortile, sono finalmente sola. I genitori sono stati invitati a un pranzo offerto dai famigliari nel ricordo della loro mamma morta un anno fa. A un pranzo del genere tradizionalmente uomini e donne si siedono ai tavoli separati, non stanno mai seduti insieme.


   - Ah ma i figli sono tutti dei commessi, Corina aprirà e lei un negozio. Stanno tutti bene.

   - ?!

   - Oriana la butterà via se non va a chiesa.

   - ?!


  Così che sento la madre raccontando trionfante a papà quello che ha parlato lei con qualche donna là.


   Sto cercando un splendido cerchio nel grano per l'attuale parte del sito. Guardo di là e di qua, torno al gigantesco cerchio apparso in 23-24 luglio l'anno scorso in Germania. Insisto per trovare il suo significato qualcuno dice che sono le fondamentali molecole biochimiche, ma del resto …. messaggi dal cosmo... è ovvio che questa loro sono, comprendiamo or non il loro significato certo è che ci stano influenzando.


 

Tuttavia con “messaggi dal cosmo” io mi aspettavo di canalizzare qualche meravigliosa entità e la sto aspettando da anni. Datemi un messaggio, datemi qualcosa più in là alla destra è l'immagine classica di Saint Germain in quel splendido viola, poi sempre verso alla destra più vicino di me ma come in ombra è la donna matura e semplice ( assomiglia alla mia mamma) che abbraccia con tenerezza il globo terrestre nel nome della madre è scritto in nero nella mia mente.


  Beh... Ogni tanto questa immagine torna, penso che tornerà fino quando capirò il suo messaggio. I canalizzatori fanno tutti un percorso del genere che non finisce più? Non ci penso proprio, il loro percorso deve essere diverso.


 

Piove, finalmente piove. Si aspettava da lunedì la pioggia, non so io quanto credibili siano i siti per le previsioni del tempo. Or il tempo cambia troppo veloce e loro non riescono monitorizzarlo con precisione or semplicemente non sono professionisti.


 

Faccio lo stesso due passi fino al negozio, almeno questi passi che li facessi oggi.


  - Dammi anche un aceto più buono, per le insalate.

   - Ma non adoperi il limone? Ha anche la vitamina C.

   - Lo so che ha la vitamina C, sinceramente mi sono abituata con l'aceto.

   - ?!


  Vedo un pezzo della scatola rossa con cioccolatini dalla Germania. Non mi è chiaro il perché In pomeriggio questa scatola l'avevo regalata a Vania per il suo impegno presso il papà, per inciso lui sta meglio. Arriva subito la sorpresa, esco per fumarmi una sigaretta e vedo lei andando già via di qua.


  Mi godo il caldo della stanza, è pulita, profumata, perfetta. Provo infondermi positività non con affermazioni dette meccanicamente ma assumendomi la responsabilità di quello che sto creando. Questa è carina! Giro, giro ma alla fine arrivo a dirla:

 

    Io sono creatore della mia realtà.

 Il dipinto di Maddalena, simbolo di energia femminile in tutto il suo splendore, appare davanti a me molto grande. Presa di colpo di questa immagine sto cercando le guide.

  Il sé alla sinistra diventa magro e scuro, proprio nero è il suo viso, mi guarda con insistenza, ha occhi neri luccicanti. Provo capire cosa sia nel suo sguardo ma non ci riesco, rinuncio.

  Alla destra il sé emozionale ha la schiena curva quasi bianca, è vicino del mio viso. Non è che saltano in una gamba per la gioia! Perché no?

Tutti due sono piccoli, sembrano insignificanti rispetto al immagine non solo enorme ma anche trionfante che fa da fondalo.


 

Maddalena è un archetipo, appartiene al mondo cristiano occidentale.


 


Domenica, 14.05.2017


  Se pure ieri sera stavo parlando con Giulio di aceto e limone, oggi incuriosita sto guardando attentamente l'etichetta sulla bottiglia e mi viene un colpo

  “aceto di fermentazione ottenuto da alcol etilico raffinato”.

Ma non si otteneva dalla fermentazione del vino? Ma questa è industria alimentare?! E' chimica.


   Mio papà essendo sordo sta ascoltando la messa cattolica a radio, si sente fino nel orto. Non do importanza fino al passaggio del padre nostro, dove il prete inizia con


  “osiamo dire: Padre nostro ecc. ecc”


 

  Osiamo dire?! Perché dio si sta arrabbiando quando altro non trovi da dirle che una richiesta millenaria di aiuto? Ed è sempre la stessa: un stereotipo. Va bah a suo posto anch'io andrei in tutte le furie. Quando senti la stessa cosa per 10 volte al giorno sta diventando la gocce cinese, figuriamoci a migliaia.


   Passa Laura andando alla mesa, poi va la madre, poi passa e Oliviero. In somma la domenica obbligatoriamente tutti vanno alla mesa, se non l'inferno li aspetta dietro angolo.


  Ho in testa il sito, voglio sistemarlo un po' prima di partire per lavoro


  … è un libro ….


 

le parole vengono con l'intonazione di … è un filo....


 

  Sì meglio un libro, sintetico, come sito sta diventando troppo lungo. Non riesco più rivedere, correggere, togliere or aggiungere se è necessario. In somma è in una continua e lenta costruzione.


 

Long ago....


 


 

Ma cosa ha di particolare questa musica?


 

Ancora non mi hanno risposto con la creazione del sotto sito. Per me era chiara la spiegazione nella rubrica del dominio, 1nomesito, 2 nomesito ecc fino a 10 sotto siti si possono fare. ed eccomi qua in impossibilità di farlo da sola. Appesantisco ancora di più quello esistente già, non mi piace tanto farlo ma per adesso non ho un altra soluzione.


 

   Mi serve una foto per il fanatismo religioso girando in web trovo 2-3 proprio carine sul sito di un cantante venezuelano che prendeva posizione in 2014 contro il fanatismo in generale, non solo quel religioso. Bel articolo, ottima posizione.


 

Mi girano ancora una volta le stesse cose fino a nausea, lavoro, sito, famigliari ecc oh per carità questa roba con il destino, 2017 pare che ci sia particolare.


 

  Non potevo dirle dal inizio come data di arrivo là solo venerdì e ho chiuso il soggetto? Ho messo in mezzo lunedì non essendo deciso né per me e né per loro.


 

  Ed ecco un po di allegria:


 

Ly ola


 

 

 

 

 


 

La madre sente la mia inquietudine or mi trasmette la sua?


 

   - Mamma, giovedì vado via, se non mi dicono ancora qualcosa.

  - A TV hanno detto che fa freddo fino mercoledì.

   - Se fa tanto freddo qua, non penso che da loro sia stato tanto caldo.


 

  Stranamente mi pare che sia Adelina con un viso molto scuro, magari è fermento da quelle parti arrivo non arrivo, cose così. Poi si permetteranno 3 donne fisse?! E' anche Milena in mezzo.

Dico stranamente perché correggendo la parte del sito dove era in ballo il mio ritorno da loro l'anno scorso in agosto, era sempre il viso scuro di Adelina presente.


 


 

...Solo... tanto solo...


 

Quella canzone che tornava alla mia memoria ogni tanto in Germania..


 


 

Lunedì, 15.05.2017


 

E' una splendida giornata, dopo il freddo di ieri oggi torna l'estate. Approfitto del sole stando tanto fuori, loro anche:

 

   - Iris, sabato stavo accanto alla zia Maurizia le dicevo fiera dei figli e di Corina. Ha detto anche lei che loro hanno un buon lavoro.

    - Ha chiesto anche di me?

   - Non ha chiesto, le avrei detto che tu sei in Germania.

   - ?!

    - Maurizia ha detto che ha pagato più di 10 euro per la chiesa.

   - Perché? Cosa fa il prete con i soldi?

   - Intende cambiare le finestre.


 

Stiamo preparando delle fragole per la marmellata, seppure Giulio ci ha portato un bel po:


  - Mamma hai visto le marmellate della sua suocera? Che bellezza.

   - La vecchietta è andata in Inghilterra, magari morirà là.

   - Ha fatto bene, doveva stare lì a sorvegliare la casa? Nella sua vita ha letto, ha viaggiato, si è mossa.

   - Giulio ha detto che lei sia atea.

   - Lei è una donna colta.

   - Sì ma vivi cosi come un animale? Non credi in niente?

   - Non è un animale chi va ogni giorno alla messa?

    - Poi … lei ha solo due figli.

   - Lei è una intellettuale, non una macchina da riproduzione.


 

Che limitatezza! Ma non poteva chiedere da quella donna come mai fa così buone le marmellate?


  Avevo in testa che dopo 15 maggio si farà qualche chiarezza nella nostra mente adesso mi veniva scrivere 2015 apposto di 2017, strano. Cosa ho fatto 2 anni fa? Si collegano le date? Pazienza quella parte del sito per me è inaccessibile, il documentato di testo è bloccato. Comunque è stato un periodo estremamente movimentato.


 

  Ha finito con me, inizia con papà:


  - Domenica vai alla messa.

   - Aurelio di Maurizia non è che andava tanto.

   - Questa domenica non sei stato.

   - Faceva freddo.


  Ho uno stato strano, teso siccome rifiuterei comunicare, dire la mia anche nelle piccolezze. Pare che avessi paura della mia stessa ombra:


  “Tu parla”

Le parole scritte in nero uscivano dalla mia mente verso avanti.

 

Interessante queste esperienze con la mente e il suono. Va bah sono state dette del pastore 2-3 anni fa mi pare, uguale facevo fatica dire la mia e lui lo sapeva. Ma noi ci ricordiamo proprio tutto or ho io una memoria fuori del normale?


 

Sistemo frettolosamente l'ultima parte del sito, per 2 mesi non potevo farla con calma?


  Se non ho guardato subito in web, avevo ragione con la tempesta solare nei giorni scorsi: è iniziata giovedì.


 

Ed eccola qua:

 

   - Iris guarda, Vania ci ha portato dei dolci. Vuoi?

   - Lasciale lì.

    - Devo metterli in frigo.

    - Allora mettili.


  Sono rimasta con mal di stomaco. Non mi è chiaro che cosa non riesco più digerire. Sì allora era la tempesta solare, ma proprio adesso non è che sono molto serena interiormente. Sarebbe dalla imminente partenza?

  

  Alla sinistra su è il viso piccolo, molto piccolo e scuro della madre, cioè tanto scontenta.

 

Lasciate stare sempre questa donna. E' una esagerazione qua.


 


 

      Martedì, 16.05.2017


   Giuro esattamente così, viso piccolo e scuro, occhi vuoti, mi entra prima delle 9 nella stanza con il motivo: il pranzo.

Ironia della sorte stavo cercando una variante migliore per Gabriel oboe da incollare sul sito.


 

  Certo è che è riuscita snervarmi. Più tardi si muoveva di là e di qua, se io mi occupava del pranzo lei non sapeva più su che cosa mettere le mani:

 

   - Non so cosa fare, è troppo bagnato l'orto.

   - Fai ordine nella tua stanza, fai un lavoretto a mano. Trova altro da fare or semplicemente stai seduta al sole.


 

Ciao Gabriel oboe, guardo che tempo fa in Germania! Ecco la mia reazione.


 

Prima del pranzo arriva la giovane donna con elemosina, adesso avendo i 3 più piccoli con lei, chiede dalla madre qualcosa:


 

- Vai via, non ho niente da darti.

- Ma forse qualcosina sa....

- Non ho niente.

 

   Se lei aveva dei soldi le dava, ma proprio adesso non ha. Quella lì niente stava in cortile insistendo. Stufa di sentire il casino in cortile, esco e li dico di andarsene. Non è che si affrettava uscire.


 

Aiuto, ma se qualunque pazzo riesce scentrarmi dov'è la mia evoluzione?


 

Ma cosa hanno oggi? Poco dopo il pranzo arriva una vicina da loro per chiedere consigli per lo stesso problema: un minuscolo pezzo di terra. La madre non sta bene or magari ha dormito poco, non riusciva parlare gran che. Il caso ha fatto che io fossi proprio fuori, così che parlava più con me che con lei:


  - Signora ma lei deve parlare con un avvocato.

   - Ma sai io ho firmato anni fa dal notaio, cedevo quel pezzo a suo favore.

   - Solo un avvocato può dirle cosa si può fare.

   - E quanto costa l'avvocato?

   - ?!


  Eh va beh qui nessuno dai avvi ha mai fatto recinto: era terra abbastanza per tutti. Poi si sono date da fare con 8-10 bambini ciascuna, quanto per la chiesa con la promessa del paradiso, quanto per Ceausescu con le sue punizioni. Oggi la terra disponibile nella loro comunità è un lusso, stanno litigando duramente per qualunque pezzettino.


 

 Che carina è questa poesia mi ricorda lentamente muore di Martha Medeiros


  “E' vietato

È vietato piangere senza imparare, alzarti al mattino senza saper cosa fare,
aver paura dei ricordi.


È vietato non sorridere ai problemi, non lottare per ciò che vuoi,
abbandonare tutto per paura, non far diventare i tuoi sogni realtà.


È vietato non dimostrare il tuo amore,
far pagare a qualcuno i tuoi debiti e il tuo malumore.


È vietato abbandonare i tuoi amici
non tentare di capire ciò che avete vissuto insieme chiamarli soltanto quando hai bisogno.


È vietato non fare le cose per te stesso
non creder in Dio e fare il tuo destino.

Aver paura della vita e dei suoi compromessi, non vivere ogni giorno come se fosse l'ultimo respiro.

 

 

 

 

 

 

 


È vietato sentire la mancanza di qualcuno senza rallegrarsi,
dimenticare i suoi occhi e la sua risata solo perché le vostre strade non si incrociano più.


È vietato dimenticare il tuo passato e pagarlo con il tuo presente.
È vietato non tentare di capire le persone,
pensare che le loro vite valgano più della tua non sapere che ognuno ha il suo cammino e la sua gioia.


È vietato non creare la tua storia
smettere di ringraziare Dio per la tua vita, non avere dei momenti per la gente
che ha bisogno di te, non capire che ciò che ti da la vita.
te la può anche togliere.


È vietato non cercare la tua felicità
non vivere la tua vita con un atteggiamento positivo non pensare che potremmo essere migliori
non sentire che senza di te questo mondo non sarebbe uguale. “


 

Alfredo Cuervo Barrero


 

Chissà come mai tutte due poesie erano attribuite e Pablo Neruda. Ci sono variante leggermente diverse a causa della traduzione dal spagnolo, ma l'idea resta pure la stessa. Strano solo adesso in pomeriggio l'ho trovata e sta nel web da un decennio!


  - Iris, metti quella marmellata in baratoli.

   - La metti tu domani.

 

  Ma oggi proprio è una grande sfida per me la tranquillità in questo continuo vai-vieni.


  - Iris, dai vieni e accendi il forno!

   - Ma non sei capace a fare niente da sola?!


 

  Oramai mi ha stufato. Pranzo, 2 lavatrice, una bella pulita dappertutto adesso anche la marmellata. Oggi mi mangia seriamente il tempo, intende a far niente? La donna dal lavoro è uguale, prima di andarmene da loro devo lasciare tutto pulito, così che lei non avessi più da fare grande cosa. Quanto si assomigliano!


 

  C. G. mi scrive ieri per un allegato che mi manda su Fb, a me inaccessibile: “In sostanza dice che siamo in piena turbolenza energetica, la senti anche tu, e che si alleggerirà verso metà giugno, ma per ora dobbiamo tenere duro, un abbraccio G...”

  Sai queste cose sembrano una continua tempesta solare, qualcun altro diceva che dopo 15 maggio avremmo più chiarezza lui adesso sta dicendo metà giugno. Arriveremo a fine anno con la speranza che la tempesta finirà oggi or domani, nel frattempo un bel pezzo dalla nostra vita sarà ormai passato.

 

Con i piedi per terra, arrivano le bollette per la corrente e per telefono. La seconda è la stessa somma non è alcuna novità ma quella di corrente è circa 60 euro, una bella somma per pensionati come loro.

 

Un uccello intendeva entrare dentro tramite la finestra, poverino.

 

  Questo mal di stomaco... eppure non avevo niente in giornata.

 

  Non posso dire che viene dalla madre che per 6-7 volte al giorno mi dice di fare una certa cosa. E' in ballo il lavoro da una settimana, di allora sicuramente sono rimasta scentrata. E' abbastanza ricordarmi quante ne ho passate senza soldi in tasca che i conflitti mi passano subito, eccome.

 

Non ho visto ancora cosa scrive a 15 maggio 2015, solitamente queste date mi aiutano a fare qualche chiarimento.

 

 

  Solo … tanto solo...

 

  Questa è la musica del mio amico, magari a quel data lì c'è qualcosa a lui collegato. Comunque guardando indietro sul sito lo vedo ricordato qua e là in splendide esperienze.

 

 

In serata per qualche oretta mi do da fare con il sito vedo un sacco di esperienze particolari auditive, visive ecc. A parte rumori forti qua e là nella stanza, ho un strano prurito prima sulla testa poi si estende sul corpo. Mi allontano dal computer: oramai sono le 23.

 

 

Quella splendida donna, la foto condivisa di Fabio molto tempo fa mi sta affascinando troppo. Lui allora ha risposto che si trova con l'aiuto di Google cercando donne fantasy. E perché non metterla sul mio sito proprio sulla prima pagina? Alla fine anche Sekina Iris Delacroix è una fantasia.

 

Mi ha tanto divertito questo idea. In effetti perché no?

 

 

 

 

 

Mercoledì, 17.05.2017


 

Un sogno conseguenza della serata intensa energeticamente:

 

   “Sul mio viso parte destra sono tantissime piccole macchie rosso scuro. Poi ho prurito sul corpo guardo e vedo che sono piena di queste macchie rotonde. Da una zona di luce densa si sente un suono ampio e caldo:

è una malattia infantile.

Penso “sarebbe contagiosa?”


 

   Mi pare che questa giornata va più or meno come quella di ieri: movimentata.

Inizio io a fare qualcosa per la partenza approfittando di una splendida giornata. Questa partenza da fine aprile è sempre in ballo. Finora Ada non mi ha più detto niente, se ha 2-3 giorni con sole mi contatta, arrivano quelli 4-5 con la pioggia sta zitta.

Per me va bene così, nel inverno quando qui fa freddissimo il loro silenzio mi avrebbe dato tanto fastidio, adesso no. Aspetto, un altro lavoro non intendo cercarmi.


 

Iniziamo con Corina:


  - Sono arrivate le bollette?

   - Sì, ieri.

   - Oriana ha detto di pagarle. Ma cos'è con questa somma? E' troppo grande.


 

Qui sono un sacco di apparecchiature che funzionano con l'aiuto della corrente, la somma è giusta.


 

Poi la madre racconta e a Corina quello che ha parlato con la zia Maurizia, tra loro un caso di malattia molto grave:


  - Corina ma è qualcuno sano qua? Perfino il prete è in ospedale per il cuore!

   - Chi ha detto che è in ospedale?

    - Le donne dicevano a chiesa.

    - Lui è stato in viaggio a Lourdes.


  Maggio è il mese della Madonna.


   - Maurizia ha chiesto di te, fiera le ho detto che aprirai anche tu negozio.

   - ?!

   - Corina ma è grande realizzazione a fare la commessa in Adjud per 200 euro al mese?

    - 300, gli stipendi sono aumentati.

    - Se mi chiedeva di Iris, le avrei detto che è in Germania.

   - ?!


   Vado per fare due passi mi incontro con Laura, sto lì un mezz'oretta con lei a parlare vari. Al ritorno le confermo:


  - Bello recinto e bella entrata hanno fatto là.

   - Come in Italia, di là si sono ispirati.

   - ?!

  

 E' inevitabile non sentire la parola Italia, in tanti sono stati là, in tanti sono ancora là. Al negozio un signore mi chiede:


  - Ma tu andavi in Italia, no? Mi pare di averti visto anni fa.

  - Si andavo, poi con la crisi mi sono spostata in Germania.

   - Con i soldi di qua non si può fare gran che.

   - Con i soldi di qua non si può vivere.


  In somma.... la crisi è solo un motivo. Germania è bellissima, non ha mai smesso di stupirmi. L'impedimento maggiore può essere la lingua, come visto mi sono arrangiata anche senza di essa.


 

  Solo... tanto solo...


 

E' per la terza volta che mi viene nel attenzione la canzone.

 

 

 

 


 

 

 

 

Questa parola destino c'è perfino alla fine della canzone, non l'ho rimarcato finora?

 

  Noi due siamo stati vinti dal destino.

 

Confesso non l'ho riascoltata, tanto di meno incollata, nei giorni precedenti.


 

Mi occupo del sito e mi preparo nel frattempo per la imminente partenza.

 

  - Iris, ma vai via?

  - Aspetto, ancora non mi hanno detto nulla.

   - Oramai ti hanno dimenticato tutti.

  - Se non hanno bisogno di personale stanno zitti.

 

Dopo un oretta la sento ancora:


 

- Iris, vedi se ho in congelatore tacchino per domenica.

- Ma tu guardi ogni giorno là e non sai cosa c'è?

- Non lo conosco, se non c'è cosa faccio?

- Muori di fame con il negozio a 10 metri.

- ?!

 

  Ormai questa donna non ha altro in testa che il cibo. E' il suo modo di dire di farle qualche spesa prima di andarmene.


 

  Stavo correggendo il sito e a un certo punto poco dopo le 18, mi fermo tutta agitata. Vedo Rodolfo davanti a me (or qualcuno che li assomiglia) guardandomi con insistenza, è in luce. E non riesco capire il perché questo stress? Viene da questa persona? Pare di sì. Se è lui allora è per la stanza, ma cosa c'entra? Certo è che è rimasto così per buon tempo, la mia agitazione anche. Poi tutto è passato.

 

  Io sento semplicemente il bisogno di cambiare l'ambiente e di farmi qualche passeggiata, sto ferma da più di 2 mesi qua, starò ferma là altre 2-3. Alla fine non ho mai fatto un viaggio vero e proprio da tempo.

 

 

  Continuo indisturbata con il sito, raramente la faccio perciò in questi giorni prima di andarmene mi do da fare intensamente. Cosa non ho fatto per 2 mesi, sto facendo in 5 giorni!

 

- Iris, chiude la luce, ti rovini gli occhi.

- Lascia stare.

- E' tardi.

- Vai a dormire!

- Per questa non vai via, stai agganciata al computer!

 

    Aiuto! Erano le 23. Lei si muoveva di là e di qua non potendo dormire e nello stesso tempo mi stava annoiando. Ecco come mi manca la tranquillissima stanza di hotel dove nessuno mi ha mai disturbato. Questa donna con la sua autorità.

 

 Comunque con l'ultima frase mi ha beccato.

 

 

 

 

   Giovedì, 18.05.2017

 

Mi sveglio alle 6 pur andando a letto dopo le 24, ma questa partenza mi sta realmente pressando.

 

Ecco fatto con il nuovo numero, ci vorranno 48 ore, ho un modo molto strano: lascio le cose fino al ultimo momento.

 

  Finito con loro e ci sono voluti più di 10 minuti, intendo telefonare ad agenzia per programmarmi il viaggio per domani mattina e bang entro in agitazione. Ma perché?

 

  Davanti a me appare scritto in nero grassetto:

 

  paura della povertà.

 

  Non è questa, realmente non c'è la faccio a star ferma per mesi. Ogni volta entro in stress? E' ridicolo.

 

   Mi appaiano in bianco le parole

 

   Salto di qualità

 

  Meno male, e devo fare tanta opposizione a qualcosa di migliore? Ma dai... da ieri sera la teniamo così.

 

Arriva e Laura, io mi muovevo di là e di qua per allontanare questa pressione. Ho parlato pochissimo con lei, non riuscivo seguirla, che poi ho dormito poco stanotte e mi risento parecchio.

 

  Lei se ne va poi la vedo con un viso scuro e piccolo alla destra del mio viso, guardandomi scontenta. Va bah pazienza, io non sono sempre disponibile.

 

 

   Ancora una volta quella poverina con elemosina, ma qui si va in ridicolo:

 

   - Zia voglio dirti qualcosa, dai vieni.

 

L'anziana come ipnotizzata va, ovviamente quella lì non usciva dal cortile.

 

   - Sempre devo cacciarti via io?

 

  Questa qua stava lì senza fare un passo.

 

   - Vai fuori dal cortile! Stai in strada per ore se altro non hai da fare ma non in cortile.

 

Questa poverina esce e sento:

 

   - Iris!

 

  Sapeva il mio nome, ovvio l'anziana sta facendo confidenza con lei.

 

  Ancora una volta dal cancello chiama l'anziana e questa qua subito se ne va. Niente da fare con queste due, la poverina si arrabbia e grida dal cancello:

 

  - Zia se non mi dai dei soldi, dirò a tutti che sei cattiva!

 

Ecco perfino questa qua, una estranea, ha capito quale sia il suo punto debole. Inutile a dirle di stare alla larga:

 

   - Perché stai lì a parlare con lei apposto di dirle semplicemente andarsene?

  - Ha detto che vuole dirmi qualcosa.

   - Ti interessa? E' una tua amica?

   - ?!

 

 

Aiuto !!! Dopo breve tempo vedo il viso di questa poverina indietro della mia testa parte destra guardandomi con insistenza. Magari era ancora al cancello e ha sentito il mio rimprovero.

 

  Mi metto a letto per riprendermi avendo chiari pensieri verso il lavoro, il cuore si muove, ecco perfino il cuore si sveglia quando si parla di quel lavoro. Finalmente dormivo dopo la notte breve, l'anziana insista alla mia porta chiusa:

 

  - Iris, fai delle crespelle verso le 16?

 

Mi alzo furiosa.

 

  - Ti ho detto di non insistere quando la porta è chiusa.

   - Non ho bussato.

   - Fa lo stesso insistevi, fai sempre così anche quando sono nel bagno. Vedi che la porta è chiusa vai.

   - Qui siamo tra gli estranei?

 

Inutile. Guardo l'orologio: poco passate le 15. Ma doveva mangiarle a quel ora lì?

 

Oramai da ieri sera sono in un continuo inutile stress, di solito questa pressione ha il dono di smuovermi e perché cavolo non mi muovo?

Il sogno mi aiuta a chiarirmi qualcosa?

 

Sono in un corridoio, ho la valigia e la chiave nelle mani. Non mi è chiaro quale sia la mia stanza guardo prima a una porta bianca ampia, è l'entrata per 3- 4 stanze, i loro numeri sono scritte su. Penso che non sia questa. Per sbaglio busso alla stanza di una donna, lei guarda le chiave che ho nelle mani:

 

- Sono le chiave di Adelina, li aveva presi dalla mia tasca, quando è andata in fretta in Croazia.

Non mi risulta che fossero per la porta bianca, è un altra stanza qui alla destra, sarebbe di qua?!

Possibile.

 

Vado alla destra più in là di questa stanza cioè tornando, lì è una piscina coperta, con tutto quel cemento grigio l'acqua sembra sporca. Loretta è lì seduta, mi irrita qualcosa e lei si alza.

 

Io sono in piedi penso di prendere un vaporetto per andare al lavoro, sicuramente hanno una tabella con più ore per la partenza e le fermate. Devo tornare per guardare le vie che fa. Io vedo già la parte di su della tabella bianca avendo scritte su due righe due orari in colori diversi.

 

Poi chiedo da Loretta:

 

- Emi è tornato da Oriana, era andato con l'aereo là, no?

 

*In questa stanza entra Giulio, voleva qualcosa da mangiare. La madre si chiedeva dove sia quel pezzo di tacchino che è rimasto martedì. Non ho osato dire che sia buttato già. Lo prendo di giù, dopo una lavata il colore è più chiaro verso giallo.”

 

 

  Nel sogno è acqua in un posto chiuso, cioè emozioni in un posto stretto: quello di qua.

 

 

Telefona Oriana, oramai tutti sanno che da un giorno ad altro io me ne vado, così che sento l'anziana:

 

- Iris? E' a casa, non l'hanno più chiamata quelli.

 

Finisce da parlare e si sede fuori, la vedo confusa :

 

- Sta bene Oriana?

- Sì.

- Voleva qualcosa?

- Non. Hanno riparato la macchina e hanno pagato un sacco di soldi.

- ?!

 

Ho capito. Tutte due si lamentano per i soldi. Possibile che l'anziana ha chiesto ancora da lei, ovviamente sta esagerando. Oriana già le ha pagato delle bollette, se pure non ha chiesto soldi per metà maiale alla fine si arriva là.

 

 

Mi faccio due passi con gioia, questi pochi passi... Mi mancano tantissimo le passeggiate più lunghe.

 

Racconto a Walter l'accaduto con il lavoro:

 

  - Ma tu vai senza avvisare prima?

 

  Lui non ha tutti i dettali della vicenda, magari lei faceva solo un sondaggio per sapere la mia disponibilità ed io mi sono affrettata.

 

  Sono calma. Aspetto che mi mandassero un messaggio per chiedermi se vengo e quando vengo, un messaggio chiaro non così al generale come finora. Se lo fanno domani io ben volentieri mi metto in viaggio sabato.

 

 

 

 

 

Venerdì, 19.05.2017

 

Ho fatto dei progressi, prima delle 5 sono già in piedi. Una mattina estremamente luminosa, rimarco il quadro della luna. Guardo sul calendario è l'ultimo quadro, il primo è stato in 3 maggio, cosa collega le date? Il lavoro e la Germania erano anche allora nei miei pensieri. Ed è anche un giorno 1.

 

 

Mi sono allungata con il sito fino verso le 24, una pagina mi ha tanto divertito rivederla. Poi penso a questo benedetto lavoro che tarda concretizzarsi e bang vado in stress. Mi occupo del sito? Questo sito a me personalmente non ha mai portato alcun beneficio, è solo un passatempo. Sto perdendo un buon lavoro per un passatempo?!

 

  Il sé più magro e scuro prende il mio posto, sta scrivendo con una penna nera su un pezzo di carta beige. Mi ricorda un immagine che ho sul desktop con il nome contratto di anima.

 

  Quella immagine era apparsa in un sogno or una visione, collegata ad Ada e al lavoro vero e proprio appunto al quale pensavo da un punto di vista logico, razionale. Come visto entro in un conflitto enorme ogni volta quando devo scegliere.

 

  Poi viene verso la mia bocca con un pezzo di carta bianca, la carta ha una forma particolare come 2 ali di una farfalla.

 

Non ho mai capito l'espressione “mangiare la carta”, in web non trovo una spiegazione adatta alle mie esperienze.

 

  Nella bibbia uno dei antichi …. massimi... profeti raccontando la sua storia a un certo punto sta dicendo “e dio mi mette a mangiare la carta”. Se è uno dei massimi profeti io non lo so, questa parola veniva da sé. Eccomi torno alle radici della cultura occidentale: la bibbia. Inevitabilmente.

 

Io non so in quale profeta sia scritta e così in generale è un ardua impresa trovare nel web esattamente il versetto che a me interessa:

 

 

-” Non mi fiderei tanto di Ezechiele.

- ?!

- Lui è stato in Babilonia.”

 

  Va bah il pastore è un teologo è normale avere la testa piena di queste cose. A me adesso interessava quel profeta con la sua descrizione, eh allora sarebbe in Ezechiele? Non vedo un altro motivo per quale sia arrivato questo "ricordo" proprio adesso.

 

Caspita! E' proprio in Ezechiele quel racconto:

 

Ezechiele 3,3

 

Poi mi disse: «Figlio d'uomo, ciba il tuo ventre e riempi le tue viscere con questo rotolo che ti do». Così io lo mangiai e fu nella mia bocca dolce come il miele.”


 

Mi pareva, queste informazioni non sono solo una perdita di tempo. Per me non è “il signore” ma il sé, è un aspetto della mia psiche. Perché a lui non piaceva Ezechiele non lo so, io ero affascinata di immagini con ali!

 

E' atemporalità: tutto è nel presente. Io posso dire “queste parole le ho sentite molti anni fa”, collocarle sulla linea temporale del passato, tuttavia sono vivide e presenti siccome mi le avessi detto proprio adesso.

 

Questa donna non sta bene in questi giorni:

 

- Iris, di a Giulio di non comprami più i poli.

- Senti, solo ieri sera mi hai messo telefonarlo.

 

Passa un mezz'oretta:

 

- Iris, di a Giulio di comprarmi 30.

- Ieri sera volevi 20, poco tempo fa non volevi più niente. Non telefono a nessuno!

- Ma sai se pure faticherò per loro almeno che fossero di più.

- Siete due anziani, a cosa vi serve tanto cibo?

 

Lei appena sta in piedi, la stanca qualunque lavoretto che fa ma vuole quello e quel altro. Pare che stiano mangiando tonnellate di cibo, va beh io sono andata al opposto: sto mangiando carta!

 

 

  Verso le 12, 11 altrove, uguale come nei giorni scorsi sento agitazione, di meno intensità, collegata al lavoro. Questa volta vedo chiaramente il viso di Rodolfo, non era più in luce.

 

  Magari è agitazione da quelli parti per la mia stanza e il mio arrivo, da altra parte io da settimana scorsa non ho più ricevuto alcun segno di vita. Teoricamente in giugno inizia la stagione estiva e di personale ne avranno bisogno, fine maggio si avvicina. Ed io sono bloccata qua, a far cosa? Mi muovo di là e di qua indecisa sul da fare, non è che avesi grandi scelte.

 

  “Non ci serve un genio che scrive libri con citati presi da altri libri”

 

Ecco alla parola genio io non ho mai accordato la minima attenzione. Io geniale? Ma dai, se parlasi 7 lingue sì ma così a fare un bel niente. Da anni sono più vicina al fallimento e al crollo totale che a una piena realizzazione di sé. Anche qua mi serve uno standard, qualcuno che sia stato già definito un genio e poi inizio la comparazione.

 

 

  Ed ecco mi hanno fatto il sotto sito dopo aver ormai lavorato sul vecchio per tanti giorni, pazienza. Ma cosa li veni a farmelo cosi in ritardo? Non ho più né tempo e né la voglia di rinunciare alla parte che appena ho sistemato là. Semplicemente non mi va adesso a riprendere tutto da zero, cazzo!

 

  La voce femminile che io sentivo stamattina veniva di qua, indietro della mia testa parte destra. Esattamente come volta scorsa quando mi hanno risposto.

 

  “Tutto viene quando deve venire, una vita non può essere vissuta ad alta velocità.”

 

Può essere vera. Solo che adesso realmente sono pressata di tempo, resta per più tardi quella opzione lì. Mi hanno scombussolato anche loro.

 

 

 

Giulio porta in pomeriggio i poli, adesso lei può dichiararsi contenta:

 

   - Sono 30, Iris.

   - Ma lei ha detto 20 ieri sera.

   - Mi aveva detto 30 da tempo, poi si è ripensata. C'è lì anche il caffè per te.

 

 

  Sul fronte locale invece tanta agitazione con questa donna superata di situazione sia fisicamente che finanziariamente. E quando non ha più soldi impazzisce ancora di più. E pure tutti noi, me compressa, sappiamo che soffre di senilità come mai la prendiamo ancora in serio?! Noi non vediamo la realtà.

 

 

- Iris prendo da te 40 euro per darli a Giulio? Lui ha messo la differenza per i polli.

- No, quando ricevi la pensione fra una settimana li dai.

- Magari a te i soldi non servono.

- Non, Giulio non ha fretta.

 

 

Che rabbia, ragazzi. Telefona non so quale sua figlia e l'anziana inizia a sfogarsi con i soldi che lei non ha, ed io non li do abbastanza. Papà assisteva a suo dialogo, una volta finito chiede:

 

- Perché parlavi così brutto di Iris?

- Questa qua pensa che io sono stupida?!

 

Le passerà. Santo cielo, che infantilismi.

 

 

Eh figuriamoci se non ho sistemato velocissimo in tarda serata anche il nuovo sotto sito!

 

 

 

Sabato, 20.05.2017

 

….nella fantasia...

 

  Sono le parole da una canzone ….e da un film.... Ma che cazzo è con questa roba “da un film”? Viene troppo spesso. Basta dire canzone ed eccola qua, magari è un film che si chiama proprio così, non escludo.

 

  Questo sito mi supera in forza. Posso fare finta che non ci sia per un tempo ma poi per ore e giorni sto lì. Poi è anche il lavoro vero e proprio in mezzo ed eccomi alle 6 del mattino ancora una volta in piedi, in questi giorni va così.

 

  Gabriel oboe - missione

 

 

 

 

 

 

 

 

 

  Ancora questa vicina indecisa sul da fare con il suo problema: terra. La sua fortuna oggi trova la madre in gamba, desiderosa di parlare con qualcuno. Così che si è riempita ancora una volta di rabbia raccontandoli tutto:

 

  - Ma hai risolto qualcosa?

   - Se hai soldi trovi e giustizia.

 

  E' forte la percezione che avendo soldi si compra tutto, perfino la magistratura. L'abbiamo eredita?

 

 

  Passate le 12 vedo leggermente destra Gilberto un po confuso, indirizzato verso sinistra. Oramai è fine settimana ed io non sono ancora arrivata da loro. Se hanno bisogno di personale mi contatteranno, sto lì a farmi la valigia ogni settimana?!

 

  Ed ecco il messaggio. Ada mi chiede se sono in viaggio or no, giusto per sapere qualcosa. Logicamente è lui preoccupato, sa che le donne non tornano più da loro. Io sono stata un eccezione.

 

  Entro in un grande conflitto con questo lavoro siccome io avrei innumerevoli scelte.

 

 Già vedo il viso di Oriana pieno di rabbia sulla sinistra del mio. Va beh ogni volta sono usciti grandi litigi, non è alcuna novità.

 

E  cco mi trovo a un bivio ho solo due scelte da fare non ho 3 or 4. In un finale le rispondo che sono ancora qua, chiedendo se è urgente per loro. Il cuore a questo mio “è urgente?” si manifesta, dandomi dolore per un buon tempo.

 

Ovviamente lei non mi ha più risposto, stava facendo il suo solito sondaggio? A quanto pare sì, io volta scorsa essendo troppo mentale l'ho presa in serio e ne ho combinato delle belle per la mia fretta.

 

 

 

 

  Domenica, 21.05.2017

 

 

  Seppure si parlava di insalata ieri, che sia bella grossa in luglio quando viene Oriana, il sogno ne è conseguenza. Bensì mi auguravo andare oltre le vicende quotidiane, pare che sono rimasta mentalmente bloccata lì:

 

“Alla destra in terra sono due belle insalate verdi, tonalità leggermente diverse, scelgo quella dalla sinistra con le foglie rossastre.”

 

Finalmente sono uscita dallo schema stressante, mi sveglio serenamente prima delle 8 con un buon morale. Giuro basta pensare a quel lavoro e l'agitazione dei giorni scorsi torna. Qualcosa non va, generalmente appena aspettavo la loro chiamata per muovermi: adesso no.

 

...Solo... tanto solo... lacrime profonde..

 

Ho capito!

 

 

Papà con la sua messa a radio, maggio è il mese della Madonna:

 

   "Preghiamo la Vergine Maria che insieme a suo marito e a suo figlio ecc"

 

Il prete non doveva dire il loro figlio? Poi qui mi pare che lei sia la figura centrale, più importante perfino del “unigenito figlio di Dio che è dio stesso”. In somma la dottrina cristiana è piena di conflitti, noi anche.

 

Rimarco un uccello diverso in volo, dopo le ali è un gabbiano. Chissà come mai è arrivato fin qua.

 

La musica che mi piaceva mesi fa, lo ascoltava qualcuno di qua in pomeriggio, lo stesso non ho capito una parola per cercarla poi su YouTube.

 

 

Le pagine di qua saranno un po troppo lunghe, se non riesco da sola farmi i sottositi sto ammassando tantissimo su una sola pagina. E non mi piace per niente sentirmi costretta a fare ciò per la mancanza di spazio cioè di pagine. Mi sta snervando. Dai anche questa finirà un giorno, una nuova tappa della mia esistenza si aprirà

 

 

    Il viaggio del angelo

 

 

 

Mi do da fare con la IV parte del sito ed è invisibile perfino per me “impossibile contattare il server”. Ma che cazzo hanno questi server? Inizio trovare strana la vicenda.

 

Che sfida questo sito, spesso mi viene cancellarlo è così lungo e non sistemato. Ogni tanto come adesso entro per correggerlo, rivederlo e mi viene abbandonarlo. Poi sono piccoli incidenti anche da fuori, è guasto il server, qualche link non funziona, in somma...

 

  ma a cosa serve questa enorme fatica?

 

  la conoscenza di te stessa

 

è scritto dentro di me, bianco non molto chiaro in una area scura.

 

Fa lo stesso si poteva fare in 2-3 anni, oh no????

 

     lo sciamano che si sveglia in te

 

   le parole sono nella mia mente.

 

  Poi subito arriva la musica

 

  Non importa dove tu sei io ti troverò... captivi...

 

Questa musica ha da fare con il mio amico, più che con un aspetto di me stessa. E oggi lui ne ha avuto parecchio.

 

Sto perdendo un buon lavoro per far cosa?

 

….e questa realtà domina la vostra esistenza....

 

 

Quale realtà? Di terza dimensione? In somma non ci arriviamo da nessuna parte, così che decisa dico: caro sé hai qualche idea?

 

  Il sé molto deciso anche lui, mi apre la bocca, di lì esce la lingua trasformata: è più sottile e bianca, spaccata in cima assomiglia a un serpente.

 

Il serpente è simbolo di kundalini, in qualche modo lei deve esprimersi.

 

   Sento i battiti del cuore, mi sorprende il suo suono: è come un motore ad alta velocità.

 

 

 

 

   Lunedì, 22.05.2017

 

   Mamma mia quanta agitazione ha questa donna dentro di sé, che sfida non lasciarti trascinato in essa:

 

 

  - Sei qua?! Mettimi il filo nel ago! Io non vedo più.

  - Vai a farti gli occhiali allora se non vedi bene.

 - Io sono cieca?! Non sai cosa parli.

 

Inizia a parlare a vanvera con lo stesso tonno alzato, per me già diventava snervante sentirla.

 

- Stai un po calma.

- Non devi parlare? Stai così a far niente?!

 

Niente da fare, agitata si alza per prendere i spiccioli che sono sul davanzale da giorni:

 

    - Lasciali lì, serviranno ad Angelo in estate.

   - Devo comprare il pane domani mattina.

- Ti do dei soldi, se ti servono.

- Ho soldi. Ma i spiccioli stano qua per niente?

 

In somma oggi non è in quadro, lei può non essere in quadro a me fa male la testa sentirla parlare così. So io quel medico con il suo Parkinson! Secondo me è Alzheimer non in una fase finale, ma c'è già da buon tempo. E' una sfida per me essere solo osservatore al suo comportamento agitato, non implicarmi emozionalmente.

 

 

E' bellissimo oggi, un splendido cielo azzurro ignorando il vento mi godo il sole. Sento un cinguetto particolare di uccelli, guardo in alto: 5 gabbiani in volo. Da questi parti i gabbiani sono una rarità, ieri ho visto uno. Amore e libertà sono le ali di un gabbiano, secondo OSHO mi pare.

 

 

- Iris vai in città oggi?

- Perché?

- Mi compri l'unguento per ginocchia.

- Ti ho comprato 3 pezzi l'ultima volta.

- Non ci sono più.

- Prendi dalla farmacia di qua.

- Non ha, e poi non ho né soldi.

- Lo prendi fra qualche giorno.

- La dottoressa ha detto di utilizzarlo sempre.

- Sì, e tu adoperi uno a ogni 3 giorni.

 

 

 

  Long ago..... Tanto tempo fa

 

 

Non è che la musica arriva ogni volta quando voglio allontanarmi da una realtà non condivisa?

 

 

Continuo in limita delle mie possibilità sistemare quello che si può sulla prima parte del sito. E' una vera odissea, molto impegnativo.

 

  Ho un rapporto almeno strano con il sito:

 

  Appare una mia foto di anni fa: un viso sensuale in luce.

 

Non so più su quale pagina ci sia, se ci sia ancora, da Fb l'avevo cancellata era troppo sensuale.

 

   Partit questa strana parola che non so a quale lingua appartenesse, appare alla sinistra. Sarebbe dal latino? Non è la prima volta eppure non ho mai capito il suo significato.

 

 

  Verso le 17 ancora una volta il viso di Rodolfo, trovo strano tanto interesse da sua parte. Non ha altro da fare?

 

 

  Ancora? Ecco alle 18,20 messaggio da Ada se posso venire questa settimana “stanno arrivando dei turisti, pochi ma arrivano”. Magari è stata informata di Rodolfo un oretta fa quando io l'ho visto.

 

Se ci sono dei turisti, serve anche il personale. In somma io li rispondo che vengo a fine settimana. Lei non mi risponde più niente, un po ambigua questa donna. doveva dirmi un va bene, ti aspettiamo, robe così lei invece silenzio. Fa lo stesso sondaggio?

 

Ironia della sorte sto sistemando proprio la pagina telepatia e Rodolfo è presente parecchio da quando è in ballo il mio arrivo là. Tanta agitazione da sua parte per una stanza?

 

Non ho idee chiare per questo lavoro, che poi non sono attenta, continuo correggere questa pagina parecchio lunga. Riesco finalmente sistemarla e bang non viene salvata, così che le ore impegnate qui sono volate via e dovrò riprenderla domani daccapo.

 

Chiudo la serata con il classico conflitto vado non vado e con un bel mal di schiena. Se andavo via allora quando tutto era ormai pronto sarebbe stato tutto ok, così da più di una settimana sono in pieno conflitto con dai vieni dai non venire. Cosa le veni fermarmi allora?

 

   Vedo Ada in nero come un ombra spingendomi con forza indietro verso sinistra, con l'aiuto di un palo di legno.

 

Il palo è simbolo fallico, simbolo di energia maschile. Il bastone tra le ruote?

 

  Va bah a parte i soldi che prima or poi finiranno senza alcuna fonte di reddito, che cazzo sto facendo qui senza muovermi?

 

 

 

   Martedì, 23.05.2017


 

Un sogno breve, mi sveglio in piena notte di seguito a esso:


 

  “Più in là è Corina avendo nelle mani carta bianca per le pulizie. Prendo anch'io dal armadio di qui un bel po. Mi affretto andando avanti, quasi correndo, passo accanto a un grande camion nero che è alla destra parcheggiato. Sento: 16 dicembre!


 

   La macchina a quanto mi ricordo è il simbolo del ego, qui è addirittura un camion!


 

  Adesso guardo cos'è in quel data lì e trovo che anche allora era in ballo la mia partenza, ero presa dai conflitti per almeno una settimana. La madre insisteva tanto fermarmi qui nel inverno, loro essendo troppo indeboliti. Io pensavo che non c'è la farei a star ferma lì per mesi non solo per soldi ma anche per l'attività in se stessa.


 

  In quel giorno da una parte sono splendide visioni anima e spirito luce e fuoco, a quale non do nemmeno tanta importanza. Do invece tanta importanza alla rabbia della madre e ai suoi soliti rimproveri: chiesa e ex-marito.


 

  Giuro sulla pagina che stavo correggendo ieri cioè nel lontano marzo 2012 ero nello stesso conflitto soldi, partenza, famigliari e sito. Anche allora erano delle splendide visioni a quale davo poca importanza, mi lasciavo invece tanto trascinata nei giochi odierni di potere e avidità. Sono stata sorpresa di trovare Angelo lì in una brevissimo dialogo, quindi ignoravo perfino la presenza dei miei nipoti. Ma...


 


 

   Non importa dove sei io ti troverò...


 

Anche con questa mia fiamma gemella, un odissea che non finisce più. Ma qualcosa di concreto per me non c'è? Da anni mi muovo sul piano del astratto.

 


 

  Tell me now - Dimmi adesso


 


 

Presa da sito, partenza, le mie cose personale urgente da risolvere solo sentirla con il suo interesse mi manca adesso:


 

- Iris, non hai acceso il forno. Non ti occupi del pranzo?

- E' 12?! In un ora si fa.

- Che sia pronto...

- Trovati qualcosa da fare.


   Furiosa ho pensato “eh meno male, vado al lavoro!”

 

   Pare che il destino stesso mi giocasse delle farse, sto correggendo 13 marzo 2012. In quel giorno dicevo che è soffocante ed eccola qua, si parlava sempre della sua preoccupazione per il pranzo, per il cibo in generale. Ovviamente sto raccontando caoticamente, il caos lo stavo sperimentando, di come ero ben messa in mezzo a una scelta per lavoro. A tanti stimoli interni ed esterni, io non facevo più fronte. Allora come oggi ero molto influenzata dei stati di animo altrui, va bah ma questa è evoluzione?


 

   Vado a fare qualche spesa per qua e fare due passi. Ero in dubbio se cambiare integralmente la banconota di 50 euro or di meno, visto che si avvicina la mia partenza:

 

- Cambio tutto or mi li fai a pezzi?

- Iris, li cambio tutti. Tanto quanto stai ancora a casa ti serviranno.

 

    Sentivo una leggera sgradevolezza, veniva da me? E' vero non mi piace sentire “casa” per me qua, io sono qui solo in vacanza. Or era di Giulio? Da un mese mi sente ogni settimana parlando di partenza e sono sempre qua.


 



 

      Mercoledì, 24.05.2017


  Siamo senza acqua da ieri mattina, fortunatamente c'è il pozzo in cortile per urgenze, non è comunque la stessa cosa.

 

   Non importa dove sei io ti troverò .... captive...


 

  Questa parola captivi si riprende parecchio, sarebbe catturati, prigionieri , vincolati.... in somma una roba così che ti impedisce la piena libertà di scelta.


 

  E se vado più tardi a lavoro cosa succede? Or se non vado più cosa succede?

  Vedo più in là sulla destra Gilberto preoccupato, poi il viso di Ada molto grande e scuro, arrabbiata, davanti alla mia fronte.


 

   Va beh io so che i pensieri si sentono, si leggono, conosco il potere della telepatia, dovrei essere molto più attenta a essi.


 

   E' un orrore senza acqua, ti trovi al imprevisto buttato indietro al evo medio. Laura è venuta per prendere acqua dal pozzo, scontenta anche lei:

 

    - Aspettavo ed io ieri sera che arrivassi ma niente. Stamattina ho visto a TV che si ferma l'acqua potabile per 3 giorni.

    - Allora non è solo qua, è in tutto il paese or in una zona più ampia.

    - Magari domani l'apriranno essendo festa.

     - Per riparazioni l'hanno chiusa?

    - Non lo so.

 

   Strano. Solo in un paese così senza adeguata tecnologia può capitare.

 

Il destino mi gioca dei scherzi! Solo 2 orette fa avevo dei strani pensieri verso il lavoro ed eccoci al pranzo:


 

   - Lascia i piatti lì, li lavo io con detersivo.

   - Io li ho lavato sempre cosi ed eravamo in 10.

   - Se è stata miseria allora non vuol dire che fra 100 anni dobbiamo fare lo stesso.

    - Il detersivo costa.

    - Così come hai comperato maiale e poli, compri anche un detersivo.

    - Sei qua dal inverno! Cosa mangiavi se non fosse la carne in congelatore?!

    - Ecco cosa mangio: cosce dal negozio.

    - Sì, da quando sei qua solo ieri le hai comperato.

 

   Eh va beh non ci arriviamo da nessuna pare, è assolutamente inutile. Questa donna ha il cervello anestesiato, se mai è stato anche diversamente. Come sia il suo cervello è un suo affare, come mai riesce farmi arrabbiare costantemente? Questo è il mio, mi sto riempendo con la sua rabbia.

 

    Laura era venuta per acqua, ovviamente ha sentito tutto il discorso. Solo dopo avere finito questo scontro, lei imbarazzata l'ha vista. Sa non deve sapere nessuno cosa si parla in questa casa, a parte un mondo intero.

 

    Strano nella pagina celebrità su quale guardo proprio oggi è ricordata l'acqua, la casa, Franco ecc. Sono sempre le stesse cose, io mi muovo negli stessi posti e tra le stesse persone da tanti anni, da dove novità?!


 

   Ho uno stato strano. Mi viene dire stanca, ma è ridicolo io sono in vacanza da 2 mesi:


    Dentro di me è scritto grande in nero grassetto stressata


   Uguale lo stress non dovrebbe essere, ha da fare con Akash.


 

  - Iris non mangiare quella pana, mi servirà la prossima settimana.

  - Mi stai dicendo cosa mangiare?! Se ti servirà c'è al negozio.

   - Ma se hai comprato tu vado anch'io per comparala?!

  - Certo.


 

  Con calma sono uscita dalla cucina, mi sono ricordata la scena con i miei nipotini molto piccoli allora e i simboli potenti il fuoco e il maiale con la spada nella bocca. Allora ci divertiamo ogni tanto guardando nel mio caffè.

 

    E così sono arrivati le parole:


  E' vietato non sorridere alla vita.


 

Non so se realmente il verso è scritto lì, ma l'umorismo sicuramente sì ci salverà nella vita. Abbiamo l'abitudine di drammatizzare, di fare una tragedia per qualunque insignificante evento. Me compresa, guada quanti conflitti e quanta indecisione di fronte a una banale scelta!


 

   Pare che l'immagine dei datori di lavoro non avessero da fare con un mio specifico pensiero, anche più tardi li vedo nello stesso modo lei davanti alla mia fronte molto decisa, lui più in là alla destra confuso e preoccupato.


 

Diego ci ha dato una mano qui con qualche faccenda domestica, poi la madre un po triste:


   - Diego non va più in Inghilterra, va in Irlanda.

  - Fa quello che vuole

  - E' un ragazzo, può andare dove vuole.


 

Ecco come traspare la mancanza di libertà in quanto donna, lei l'ha sopportato per una vita a malincuore.


 

Questa donna ha un rapporto estremamente strano con i soldi:


  - Iris, prendi questi spiccioli per il pane.

   - Manda il vecchio per prendere la pensione.

   - Non, lascia stare. Volta scorsa erano solo delle vecchiette là.

   - Quale è il problema?

   - Ho detto al postino di portarmela a casa.


 

   In somma, non vuole andare a prenderla, non è una necessità quanto tempo io sono qua.

 

   Sto correggendo la pagina odio, vedo che d'allora venivano le parole dal nulla nella mia attenzione. L'energia che traspare da quella pagina non è il massimo, che poi né parlo di belle cose là.

   Sto facendo uno sforzo enorme, in qualche giorno ripasso quello che ho scritto per anni ed è tantissimo. Ovvio non ci riesco. Cancellerò quella parola grazie che ho messo al modulo per la donazione, una parola in sé stessa senza alcuna emozione agganciata a essa secondo me non vale gran che.

 

    Mi fa male lo stomaco, può essere dal acqua oggi non mi piace il gusto che ha. Vado nel bagno e vedo che non è limpida, penso “oh cielo, che miseria!”. Mi metto a letto e prima sento un odore di cibo, che non mi piace. Poi avverto un leggero prurito, e infine vedo un viso di uomo davanti a me.

 

    Mi sveglio a un certo punto della notte, pareva che qualcuno voleva prendermi di qua e spostarmi con forza. Impaurita, oppongo resistenza gesticolando fortemente con le mani.

 

    Caspita! Fin qui è arrivato il conflitto? Mi ricordo di averlo passato già anni fa quando uguale stavo allungando troppo una presa di decisione che tra l'altro si imponeva con forza per mancanza di alternative.



 

    Giovedì, 25.05.2017

 

    Stasera è la luna nuova in gemelli, per me sarebbe casa II radix, i soldi, il lavoro generalmente poi per gemelli sarebbero i fratelli e la comunicazione mi pare. In somma teoricamente mi porta un bel po di energie positive, praticamente si vedrà.

 

    In web si trova la classica analisi da oggi in poi per 2 settimane fino in 9 giugno, è un periodo così cola... Come ho detto già in questo ritmo ci troveremo a fine anno aspettando che da un giorno ad altro qualcosa sia più chiaro per noi.

 

   Ed eccola qua, ancora un volta questa l'anziana va in ridicolo. Laura passava alla messa del mattino, lei va subito fuori:

 

    - Laura puoi darmi dei soldi in prestito? Devo pagare il latte a questa donna.

    - Mi spiace, ma non ho.

 

   Questa donna non è sana:

 

   - Perché fai cose del genere?

     - Laura non ha mai soldi.

    - Paghi la donna quando prendi la pensione, lei non si sposta di qua.

     - ?! Quando la prendo? Domani è in 26. Volevo pagarla già.

     - La paghi prossima settimana con la tua pensione.

 

    Aiuto! Effetto scontato, le ho dato io. Non è che qualcuno cambia a 75 anni, tuttavia gran parte dai suoi comportamenti irragionevoli si ritrovano anche in noi.

 

    Inutile. E' riuscita ancora una volta snervarmi, lei non sa un altro modo di vivere. Come la vedo, la sua mamma molto sana non era.


 

   Ascolterei qualche musica rinfrescante, pochi accordi sono dentro di me è la musica che collego ai viaggi  ... .. piano.. h... è un pianista giapponese... Hiroto? ... Hiroshima... Che cavolo c'entra ? Ultima parola viene da destra verso la mia fronte. Giappone per me ha solo Hiroshima?

 

   Che poi si sta ricordando in 6 agosto il disastro fatto con la tecnologia moderna utilizzata contro l'umanità. Come dei bambini ci stiamo distruggendo a vicenda. Stiamo affinando le armi di distruzione in massa apposto di risolvere la povertà, la carestia, le innumerevoli malattie che ci stanno decimando. Ecco anche la mancanza di acqua potabile è irrisolta, l'ho sperimentata solo per 1 giorno e mezzo e già mi sembrava un eternità.

 

   Che poi la musica che collego ai viaggi e mi piace tanto è scritta di Michel Nyman.


 

 


 


 

 

 

 

 

     Non ho fatto da tempo un viaggio. Il classico pensiero il mondo è così bello, tutto da scoprire, ed io sto lì a far cosa?!

 

  Dopo un oretta Laura torna dalla messa, ha avuto tempo anche lei snervarsi abbastanza. Io ascoltava questa meravigliosa musica e vedo il suo viso sulla sinistra del mio molto piccolo e scuro.

 

 

  Piu tardi sentivo Gianni calmarla: " Lascia stare Laura, mamma faceva così anche quando Oriana stava da loro. Veniva da noi per chiedere soldi e dirci ecco questa qua sta lì e non mi da dei soldi."

 

   Ho uno stato strano pressante, magari è qualche tempesta solare in arrivo or una pioggia.


   Giulio passa di qua senza annunciare, gli anziani si muovevano fuori irrequieti lasciando lui prima a mangiare.

 

   -  Iris, l'insalata non la mangio. Vado dal dottore alle 14.

    - Per il cuore? Per il colesterolo?

    - Così una visita generale, non l'ho più fatto da un anno.

 

    Poi la madre che ha in testa solo il litigio con i vicini, chiede:

 

    - La vicina stava aspettando te, perché?

    - Non so di che cosa parli.

    - Mi ha detto X...

    - So io cosa parli tu con X.

    - ?!

    - Il recinto è di Oriana, documenti...A me servono dei soldi e dei clienti, non dei litigi fatti per ambizione.

 

   Fin oggi non l'ho mai sentito dire così chiaro e al aperto il suo bisogno di soldi, ha rinnovato la casa poco tempo fa. Quando è così sarebbe meglio per la mamma darsi una calmata.


   X è un disabile, lei è così contenta parlare con qualcuno che non guarda più con chi parla. Ma chi ha detto agli anziani che devono sempre parlare? Non è la prima che ha questa strana idea, al lavoro è l'anziano che non sa stare zitto.

 

   Perdo il tempo apposto di fare qualcosa concreto sul sito, sono pagine non revisionate da anni. Il testo necessità di una approfondita e onesta revisione, la parola …. corrotto... arriva verso di me dalla destra. Mi pare proprio di sì.


   Sono in ballo anche con la partenza, quando qui fa freddo or è troppa gente in cortile me ne vado velocissimo, adesso mi la tiro anch'io da quando mi hanno fermata. Approfitto di tranquillità.


 


 

    Venerdì, 26.05.2017

 

   "Vedo un pezzo di un cerchio nella sua parte di su, sono 3 raggi ampiamente disegnate in colori diverse, in mezzo è il giallo scuro.   Sento nel angolo della stanza il suono forte di una porta che si apre, mi sveglio.

 

   E' il cerchio della vita? Per me può dire essere nel oggi senza scivolare nel passato or nel futuro, ed è una grande sfida.


   A quel ora lì in piena notte, poteva essere anche da una porta che si apre, papà ha 2 giorni che non sta molto bene. Solo che questo suono forte era nel angolo della mia stanza, siccome questa porta si aprisse.


     Mi sveglio prima delle 6, vedo la madre ben vestita in cortile andando alla messa del mattino. Poi inizia la pioggia ecco la fiacchezza di ieri, la stava preannunciando.


 

   Che mal di stomaco, basta pensare al lavoro ed entro in agitazione. Dai leggiamo qualcosa di diverso, di rinfrescante se non qui non finiamo più:


   “Divino viaggiatore del Tempo, le energie che custodisco ti permettono di unificare la mente, che detiene la Conoscenza, con il cuore, che custodisce l'Amore.
Nel punto in cui mente e cuore diventano uno, si realizza la Saggezza Divina, la conoscenza che diventa Condivisione attraverso il dono e l'offerta.

La Saggezza Divina e' comprensione delle Chiavi della Vita attraverso la Compassione, l'Amore ed il proposito di sapere sempre di piu' il Mistero per poter meglio contribuire al risveglio degli esseri.

Nel punto di incontro tra mente e cuore, si realizza il sapere che e', senza sforzi e dubbi, immediato e presente in modo totale alla tua consapevolezza.
E' il Sapere al di la' del Tempo e dello Spazio, il tuo compito qui e la sua realizzazione.

 

 

 


 

 

 

 

 

   E' l'Illuminazione che dissolve ogni tenebra e dubbio nel sorriso del cuore e nella pace.

Sappi che l'Illuminazione e la Saggezza Divina sono dentro di te ed aspettano che la tua consapevolezza si dischiuda e le accolga.
La Saggezza Divina e' l'energia di ogni Se' che permette di rendere manifesto il proprio compito.

L'Unione del Potere creativo della mente con l'Amore del Cuore, realizza il risveglio, facendoti ritrovare il significato profondo di ogni giorno che si dispiega e l'Illuminazione e' sapere che da sempre sei nel Cuore di Dio e nella Sua dimora."


   Secondo Raggio
(dai Maestri del Sole Centrale)

   Energie: Saggezza, Illuminazione
  Colore: giallo-dorato
   Maestro Asceso: KUTUMI


 

   Che sonno, mi metto a letto in idea di riposare un attimo dopo il pranzo, bang arriva l'anziana:


    - Iris, il telefono non funziona più.

   - Come non funziona?!

    - Non si accende la luce rossa.

 

    Vado fin lì il telefono non aveva niente.

 

    - Volevo telefonare a Corina per portarmi sedano.

    - Non risponde, aspetta che ti telefonasse lei.

 

   Eh ciao, riposino! Non è che venisse da me decina di volte al giorno, succede che sia inopportuno.


 

   E' troppo dramma e rigidità, paura e preoccupazione.

 

   La parola “giocosità” arriva davanti a me.

 

   E perché no? Prendere un po alla leggera la vita, sto drammatizzando.

 

  Cosi venivano le parole da anni ed io ho fatto centinaia di pagine sul sito!

 

   Qui le cose stano diventando pressanti, ogni volta è uguale. Vado al negozio Giulio mi guardava un po preoccupato, si aspettava che fossi andata via già. Lo capisco, dal inizio del mese mi sente con la partenza che non si è ancora conclusa. Al ritorno sento anche lei:

 

   - Sei passata da Corina?

   - Non, che interessa a me?

    - Per vedere se è aperto il suo negozio e cosa fa là.

    - Non è il mio affare.

   - Ecco Laura lavora da Giulio, mercoledì riceve lo stipendio da lui.

    - E' grande cosa fare la commessa in Adjud?!

    - Hanno un lavoro.

 

   E' grande cosa per lei. Mi ha trovato, come no?! Sto lì a perdere tempo con due anziani senili apposto di farmi una vita tutta mia? Le passerà.

 

   Sento il suono del telefonino con qualche pubblicità, trasalisco “sarebbe da loro?”. Io sono ancora qua, mi la tiro troppo con questa partenza.

 

   Fino alle 23 sto sulla nuova parte del sito. Giustamente solo il testo mi è stato facilissimo spostarlo al nuovo indirizzo, immagini e video sono persi e la riprendo daccapo. Potevo evitare il trambusto di una settimana, se chiedevo il loro aiuto sin dal inizio.

   Poi vedo che ancora non è visibile: non è pubblico. Dovrei certo dirle, se loro non lo sapessero già, e pure non l'ho fatta. Alla fine se scrivo per me lo farei sui quaderni non on line. E' ovvio che non lo sto facendo solo per me e allora? Mi la tiro anche qui fino quando?


 

  La condivisione, l'aveva detto astrologo, poi anche il pastore.


 


 


 

    Sabato, 27.05.2017

 

    Con questo tipo di pensieri era normale a svegliarmi ancora una volta poco dopo le 6, vedevo Giuseppe e ne faticavo parecchio eliminarlo dai miei pensieri, magari erano i suoi. Mi trasmetteva paura, può essere un po di agitazione al lavoro, Ada abituava a tenerlo aggiornato con tutto e lui voleva portarle una persona là.

 

  Poi vedo alla destra e più in là come un ombra, il pastore da anni fa dicendomi “Là ( Germania) io non posso far niente.”

  Cosa vuol dire? I pensieri e le energie non hanno confini, basta guardare al esperienza di prima, siamo tutti connessi a un altro livello della realtà. Altro voleva dire.


 

Questa strana pressione non ha da fare con il lavoro, con i genitori or altro ero già arrivata là in agosto scorso e il sottotitolo del sito era perfino scritto dentro di me. Pare che il sito fa parte dalla mia stessa energia, dalla mia aura.


 


 

Si è risolto con il numero e il credito, yess.


 

Eccola lì sta parlando con tutti due vicini, con quale stava litigando duramente solo una settimana fa.


 

   - Iris, ho parlato con vicina per cuocere gli involtini nel suo forno, se tu sei a casa per la prossima domenica. Magari vai via poi, se hai dove andare … se non resti qua.

     - Tu hai forno, e deve capire che siete solo 2 anziani.

    - Se tu vai via chi accende il forno?


  E' inutile. Domenica prossima è grande festa per la loro comunità, beh sicuramente non sarò qua. Per non dire lo sgradimento di sentirla come si aggancia a questa vicina, antipatica per me e  con quale lei sta litigandoda decenni per vari motivi.

 

  Poi mi sta dicendo cosa le ha detto il vicino dalla destra, un altro con quale lei sta litigando da decenni:

 

   - Iris, il vicino mi ha detto che Irmino dorme in cascina dal orto, non è sano e l'hanno messo lì.

   - Smetti con queste cose, hai visto tu?!


 

   Aiuto, che soggetti!

 

   Al pranzo continuano con gli stessi discorsi non senso, inizia papà:

   - Ho visto X andando da qualcuno.

   - Stamattina era quella ragazza che non è tanto sana con le valigie in strada. Le donne hanno chiesto “cos'è con te? Mi ha cacciato via la madre” In tante l'hanno invitata a casa loro, perfino la mamma di X. Non sono sane queste donne.

    - Ecco quella lì potrebbe mettere di una famiglia con X.

Ero stufa, stavano parlando di 2 disabili mentali:

 

    - Ma voi siete sani? Siete peggio di loro!

 

Che limitatezza!


 

   Arriva Giulio e ci sta salutando con:

 

    - Bonjour.

   - Oggi ha parlato con Oriana.

 

   Ho uno stato molto pressante, mi da fastidio la schiena, e pure non riesco eliminarlo. Sinceramente non ho più pazienza star ferma: Allora caro sé quando sarebbe meglio andarmene di qua domani or lunedì?.


 

    Il sé su un foglietto alla destra su sta scrivendo lunedì in nero, sotto di essa è la doppia linea, l'onda aperta verso la sinistra.

 

   E' la stessa onda dal marzo, magari è una in atto proprio adesso. Mi pareva che avessi ragione:

 

    La prima ondata

(..) Sappiate che siete proprio sull’obiettivo. Siete stati posti esattamente dove vi trovate adesso affinché possiate radicare quella luce in un posto davvero cruciale. Alcuni di voi hanno cercato di muoversi per eoni, ma vi sembra di essere bloccati nei punti. Volete andare di qua per seguire i vostri sogni, ma vi sembra di non riuscire a spostarvi da dove siete. Vi diciamo, carissimi, che vi sentite bloccati perché non avete finito. Perciò, cercate quei cambiamenti per completare qualcosa. Forse le opportunità sono anche con le persone con le quali non siete stati in contatto per molto tempo. E' possibile che una sola comunicazione darà inizio al processo che vi lascia andare sul vostro sentiero. Troverete un sacco di cambiamenti che sono in atto, in quanto queste quattro onde di energia arrivano ed iniziano ad ancorarsi.

 

 

 

 

 

 

 


 

   La seconda e la terza ondata

 

    Una seconda ondata arriverà il 10 maggio e la terza inizierà il 28 luglio, e in realtà vi porterà fino a fine agosto. Avrete molte cose da affrontare anche dopo quella data. La quarta ondata probabilmente arriverà tra metà ottobre e metà novembre di quest'anno. Al momento questa tempistica è tuttora in evoluzione, perché dipende da molte delle altre onde che stanno arrivando e da come esse vengono ancorate dall’umanità.

(..)

    Ricorda, tu sei l'essere che è venuto da Casa con tutta quell'energia in primissimo luogo. Sei entrato ed hai sentito l'energia, ma non sapevi bene che cosa farne. Invecchiando ed iniziando a maturare, hai iniziato a risvegliarti dal sogno. Ora sei qui, saldamente in piedi mentre la Terra è in evoluzione. Ogni cosa è in movimento, ma tu sei un punto di ancoraggio di luce. “

 

Il Gruppo - Messa a fuoco della Trialità


 

   Se l'onda è iniziata in 10 maggio, adesso è ormai finita or sta finendo.

 

    Lo stesso gruppo ci raccomanda di fare qualcosa di diverso, qualunque cosa, basta che rompiamo gli schemi e non scegliamo più la variante di minor resistenza.

   Stamattina ho rotto uno schema per forza, non essendo più gas mi sono fatta il caffè sulla stufa nel cortile.

 

   Ho fatto le crepe per la madre senza più arrabbiarmi, lei era contenta da tempo non le aveva mangiato. Poverina, mi fa spesso compassione.

 

    Intendevo da un bel po rompere anche lo schema del viaggio, che mi porta di qua dove sono ferma da tempo direttamente là dove sarò ferma per un tempo, senza alcuna variazione. Ormai il biglietto è comprato.


 

   In serata sento un preoccupato “ti capi”?! Questo “ti capi” lo utilizza di solito Gilberto.

 

   Per la partenza il sé mi mostra invariabilmente lunedì con la doppia linea ondulata.

 

   Il sito l'ho lasciato perdere oggi, è un odissea: 2 pezzi sono illeggibili non essendo sistemati, uno è irraggiungibile per la modifica, l'ultimo è solo file di testo senza connessione al server. In somma .. eppure è la mia creazione l'immagine splendida del femminile sacro appare grande davanti a me.

 

   Mi do una calmata accettando che sia lunedì, il giorno buono per mettermi in viaggio. Mi sta invece tanto in testa il sito, finisco trovarmi con un male tremendo, sopratutto la parte sinistra del viso può essere per la sinusite, poi vedo al mio posto una donna fine, eterica, avendo la stella bianca sulla fronte.


 


 

    Domenica 28.05.2017

 

   "Lo schermo è luminoso, la pagina assomiglia alle rubriche prima di entrare sul sito, alla destra su è una parola fatta di 7- 8 segni piccoli in nero uno accanto ad altro, sembra cinese."

 

   Magari è una rubrica dal libro dei mutamenti, il continuo della vita. Quella parte di su nel angolo destro sarebbe la rubrica “pubblica” che per il sotto sito 4 non funziona. Fa lo stesso le ho mandato un messaggio proprio adesso, se loro non lo sapessero già.


   Sto agganciata al computer da 2 settimane, non ho più fatto una passeggiata in città da quando è iniziato il ballo per la mia partenza. Certo è che sto accumulando stress da tutte le parti.

 

   Adesso apro il telefonino e vedo un messaggio da loro venuto ieri sera mi chiedono se sono partita. Io avevo il telefonino chiuso, era agitato Gilberto ieri sera.

 

    In somma pare che fossi bloccata qui da 2 settimane e non riesco muovermi.


 

   Questa è buona se pure sono in un buon conflitto da tempo:


  "Domande del giorno da rivolgere a te stesso:


  È giusto quello che mi hanno insegnato da bambino, o che mi hanno fatto credere?

 Oltre al successo materiale, ho un ideale spirituale?

  Posso insegnare qualcosa agli altri? Posso aiutare qualcuno?”

 

   Domande suggerite di Alejandro Jodorowsky


 

   IL PAPA
Domandatevi se siete all’altezza dei vostri propositi.

Lasciate maturare la vostra fede in una certezza interiore profonda e tranquilla.

Con questa condotta riuscirete a raggiungere il vostro scopo,

se rimanete sinceri e non vi lasciate distogliere dai vostri ideali e dai vostri principi morali.”


 

   Ma perché non pensare che anche questo lavoro è la mano del destino? Alla fine puoi avere innumerevoli ideali senza la base materiale assicurata cosa ci fai con essi?


 

   Ed eccoli lì: sì adesso è urgente. Le persone che le aiutavano qualche ora a giorno vanno via dal primo giugno. Solo che ad agenzia non ci sono più posti per domani, pare che le cose mi andassero contro.

 

   Va bene così c'è un altra variante e magari sarà anche più veloce, mettermi in viaggio domani serra e arriverò comunque là martedì. Mi do da fare per trovare soluzioni in fretta. Ma loro non potevano dirmi già 2 settimane fa che fino in giugno non hanno bisogno di personale? Ma che stile che hanno.

 

   - Mamma non sei stata a cimitero?

   - Non, mi fanno male le gambe.

   - Sei andata quando potevi.


 

   Io non sapevo di che cosa sta parlando Giulio.

 

   - Cos'è a cimitero?

   - Stanno benedicendo le tombe.

   - Ecco come fa Vaticano soldi, benedicono le tombe 3-4 volte al anno, le case, le macchine ecc.

    - Sì.

    - Possiamo prendere esempio da loro, sanno come fare dei soldi.

   - ?!

 

    Sapevo di questa abitudine in novembre, ma adesso?! Non ha più effetto la benedizione di l'anno scorso? Perfino da morti rimaniamo a carico dei eredi per allimentare le casse del Vaticano. Di certo la cremazione dei cadaveri le toglierrebe una enorme fonte di guadagno.

 

   Non so quanto fosse Giulio di contento sentirmi, ma io ho detto la mia. A parte che non fa queste cose solo la chiesa cattolica, ma qui si parla di essa.


 

   Miei genitori il solito: un po contenti vado a farmi un soldino, un po preoccupati che non c'è la faranno. Sono molto indeboliti è vero.


 

  Che sfida! Contenta mi preparo per viaggio, poi arriva Laura, poi arriva e Corina qualche oretta è persa nella loro compagna. Riesco calmarmi. Alla fine arrivo sempre lì prima di 1 giugno, anche partendo martedì.

 

    Chiudo la serata con la stessa immagine: a mio posto è un altra donna fatta di pura energia, avendo la stella bianca sulla fronte.

    Bella questa immagine!


 

   In rumeno c'è un espressione “sei con la stella sulla fronte?!” cioè sei particolare, sei diverso ecc. Qualcosa nel folclore è rimasto dal antica saggezza esistente prima della cristianizzazione del territorio.


   

 

 

 

  Lunedì, 28.05.2017

 

   Mi decido finalmente di andare con l'agenzia a quale oramai ho il biglietto cioè domani mattina, comunque sarò là prima del 1 giugno e finita lì.

 

   Ecco mi stanno loro rompendo lo schema, non si va via domani alle 9 del mattino come sapevo ma alle 6. In somma, i viaggi hanno sempre l'imprevisto.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


 


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

VI  - Anima -

 

genio della libertà
dea romana
gallery/vescovi-italiani
Marocco
coscienza
unità
caos
sagezza
movimento
libertà