Angeli con le ali spezzate

sotto la pressione del tempo e del destino

unità

 

   

      Martedì, 22.08.2017


 

    E' il più breve viaggio che io abbia mai fatto in questi due anni di avanti - indietro: 21 ore. Il viaggio è andato liscio, molto liscio inaspettatamente sabato alle 17 ero già qua.


 

   Trovo la madre scura nel viso e dimagrita, esattamente come nella mia visione, le fanno male le gambe: appena si muove.

Trovo il piccolo Marco adorabile, parlando benissimo a meno di 2 anni. Assomiglia a Serena piccola.

E trovo Serena bellissima ed elegante, abbronzata:


 

   - Ma dove vai cosi elegante?

    - A un matrimonio.

   - Sei bella come un artista.

   - ?!

    - Ti sei abbronzata qua or in Belgio?

     - In Francia, sulla Costa d'Azzurro.

 

   Miei nipoti si che girano il mondo, sicuramente lo fanno più di me.

 

    Qui appena si farà ristrutturazione dopo la loro partenza, ho io questa fortuna di trovarmi in piena disordine. Questa volta ho detto decisa:


   - Non io non sto qua, vado via.

  - Dove vai?

    - Per 1-2 settimane si trova. Mi farò una vera vacanza.


 

   Ovviamente mi spiaceva di aver lasciato la chiave, adesso potevo tranquillamente tornare là. Poi ho in testa da tempo di farmi un bel viaggio in una splendida città tipo Amsterdam, Berlino, Vienna. Solo per Vienna il cuore si muove. In effetti perché no? E' ancora bel tempo e qui sarà un bel casino. Iniziando da lunedì si abbatteranno dei muri, si sta eliminando la cucina e la lavatrice per un buon tempo. Ovviamente non mi sorride stare qua in questi condizioni.


    La madre con il solito:


   - Iris, resti qua, vedi che io non posso più.

    - E cosa vuoi che facessi io qua? Non sarà nemmeno la lavatrice e con tutta questa gente che girerà qua per 2-3 settimane non mi va.

     - Ti occupi di polli.

    - Io sto lì per occuparmi dei polli?! Non ho altro da fare?

     - Fermati adesso e vai via poi.


   Questa donna va sempre peggio con il morale e con il ragionamento. Lamentazioni e vittimismo da sua parte, scontento da mia: ho questa strana fortuna di trovarmi con ristrutturazioni.


 

    Ad Oriana andrebbe bene che ci sia qualcuno li, capisce anche lei che sarà troppa disordine per due anziani che appena stanno in piedi.


 

    - Dai sister stai esagerando: 1 settimana durerà tutto. Voi fatte dei scenari....

     - Con tanta gente che gira in cortile?!

     - Stai nella tua stanza 1-2 ore, vai sul terrazzo per una sigaretta. Quale è il problema?! Non lo stesso facevi anche prima?


 


 


    Domenica, 27.08.2017


 

   Vanno tutti dai genitori di Franco, un po particolari anche quelli.


 

    - Angelo, noi andiamo da nonna Tamara per la grigliata, vieni anche tu?

     - Non, la nonna Tamara mi bacia sulla bocca e non mi piace.

     - Zitto!


   Oriana sapeva che io sento e si preoccupava di questa, apposto di preoccuparsi di cosa ha detto il suo bambino. In effetti lui non è andato, una volta tornati di là lo rimprovera e Franco:


   - Tu perché non sei venuto con noi?

     - ?!


  Angelo non ha più detto niente, se pure la prima volta è stato zittito.


 

   E' un vai vieni continuo in questo cortile, stasera si sta festeggiando Marco per i suoi 2 anni. Chiedo da Corina:


 

   - Diana dov'è stata in vacanza?

    - Vienna, Budapest, Venezia.

     - Le è piaciuta Vienna?

     - Budapest le è piaciuta di più.

 

  In verità sì Budapesta è bellissima ed io ho visto poco là. Strano, io avevo in testa Vienna da un po di tempo, la nipote è arrivata prima di me là.


 

   Si fanno le fotto. La madre per abitudine aveva dato già giù la dentiera. Io insisto:


    - Mamma mettiti la dentiera! Non ti sta bene cosi.

     - ?!

     - La dentiera!


  Lei non mi sentiva. Interviene Corina sorridente, mostrando i suoi denti di 3 mila euro:


   - Lasciala cosi, perché no?!


  Io sono rimasta parecchio male, ero la sola ad aver rimarcato? Come vedo ognuno di noi ha un rapporto un po particolare con la madre, me compresa. Peccato!


 

  Dopo la partenza di Walter e Corina resto in cortile con Oriana. Risento il classico discorso cosa fanno gli anziani con la pensione che soldi non hanno mai, anzi sono pieni di debiti.

 

     - Sister, sai che mamma ha debiti da Walter?

     - Da quando?

     - Dal inverno, più di 200 euro.

   - Io non sono stata qua. Magari li ha dato alla zingara.

    - Li ha datti or quella li ha rubati?!

    - Lei da soldi a quella donna e nel inverno è passata da loro per dirle che non ha stufa.

    - Strano, papà era più attento una volta.

     - Anche lui ben volentieri li da.

    - Quando avremmo il recinto fatto, sarà chiuso il cancelo con la chiave. Loro due potranno uscire solo di domenica per andare alla messa.  Cosi la zingara capirà che qui non le va più.

   - ?!

   - Olivier non passa più di qua?

  - Dai Oriana stai esagerando, adesso lui è grande.

   - E' grande?!


    Chiusi in cortile?! Ma da dove le è venuta questa strana idea? Se loro vogliono realmente dare dei soldi ai zingari lo fanno lo stesso. Dal mio punto di vista è una esagerazione da loro parte, si stanno impossessando della loro libertà?!


 


 

     Mercoledì, 30.08.2017


 

   Ed eccola lì orgogliosa e tanto sicura che riceverà soldi da me, Oriana sta investendo parecchio nella loro cascina.


    - Corina se vai dalla dottoressa dirle di darmi le medicine più care, magari così mi riprenderò.

     - Lascia stare Corina, lei ha dei debiti.

     - Hai dei debiti?

     - Non ho niente.


   Se non diceva Walter un po stufo di aspettare, lei non ci avrebbe detto mai niente. In pomeriggio ancora la zingara al cancello, questa volta stava negoziando papà con lei:


     - Ci porti una parte di soldi indietro e noi ti diamo un fornello e una bombola di gas.


   Niente da fare con loro, come ipnotizzati quando la vedono al cancello vanno subito tutti due per parlare con lei. Non capiscono più un cazzo, noi la cacciamo via lei ben volentieri va a chiacchierare.


 

   - Le hai dato dei soldi?

    - Non le ho dato niente.

    - Lei non va via se non riceve qualcosa.

 

Qualcosa le ha dato ancora una volta l'anziana, altrimenti non andavano via così veloce.


 

   Sono così contenta per il nuovo acquisto, 18.18, questa volta il telefonino andrà meglio. Da venerdì comperato solo oggi ho provato la suoneria e ne sono grata: il canone di Pachelbel è già li.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

    Oggi i numeri doppi sono una constante, ho iniziato con 13:13, poi 17:17 e adesso 18:18. Ogni volta è stato un pensiero prima di guardare il telefonino.


 


    Giovedì, 31.08.2017


 

   Evviva! Ho ragione che questa donna ha malattie solo nella sua testa, si muove in cortile mezza morta.

 

   - Mamma le analisi del sangue sono buone, non hai niente reumatico.

    - Corina, in questo caso le medicine molto care prese in primavera hanno servito proprio a niente, e quella dottoressa non è poi cosi brava come si pensava.

    - Mamma sei più sana di noi. La sola cosa che hai è una infezione urinaria, nient'altro.

    - Allora perché mi fanno male le gambe?

    - Quando è una infezione del genere ci danno fastidio le articolazioni.


  Corina torna con i risultati, verso la sua sorpresa l'anziana ha tutto a posto, solo il colesterolo è un po grande ma in limiti normali lo stesso. Magari quella dotoressa è anche la sua, non ha detto nulla per l'errore fatto, che poi anche la sua malattia per quale è in pensione non convince tanta gente. Ecco.

 

  

   In pomeriggio Loretta al telefono, adesso quando tutto è incasinato:


    - Telefona più tardi.

    - Ma volevo parlare con la mamma.

    - Cara qui è grande confusione adesso.

    - Il telefono è nella tua stanza?

     - Telefona verso la sera alle 6-7.

     - Quando vanno a letto?!

   - Ciao!


 

  Va bah ma lei non sa che qui è un vero casino? Gli operai che lavorano li, la porta della loro stanza non c'è più da lunedì. Pazienza. Non telefona Oriana per vedere se sono ancora vivi or no e telefona lei?!


 

   In verità ogni volta quando vengo qua sento la mancanza degli amici e le risate, i dialoghi culturali, incontri e spettacoli. In somma, mi manca un bel po il senso della vita stessa.


 

   E' troppa negatività e vittimismo, questa donna non ha alcun malattia ma si comporta siccome le avesse tutte! In questa casa si sentivano delle risate, adesso pare che siamo tutti quanti contagiati dalla loro negatività. Mi rinforzo seguendo il consiglio di Kryon

  Akasha mi consegnerà gioia, saggezza, libertà.


 

   Non mi è ancora chiaro cosa vedo con l'angolo del occhio: altri dimensioni? Altre realtà?

  Prima vedo un viso particolare maschile, ha una piccola corna sulla destra della testaSe penso a Mosè di Michelangelo, la corna è simbolo di saggezza.

 

    "I corni sulla testa di Mosè rappresentano raggi di luce. Infatti nella Bibbia è riportato che Mosè scendendo dal monte Sinai aveva due raggi che partivano dalla sua fronte. In ebraico “raggi” si scrive “karen”, che però nelle varie traduzioni è stato trasformato in “keren” (corna) anche perché nel Medioevo si riteneva che solo Gesù potesse avere il volto pieno di luce.  E’ legato a questa scultura l’aneddoto secondo il quale Michelangelo, contemplando la stessa al termine delle ultime rifiniture e stupito egli stesso dal realismo delle sue forme, abbia esclamato “Perché non parli!?” percuotendone il ginocchio con il martello che impugnava.  

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

   Le corna che si possono vedere sul capo della famosa statua del Mosè di Michelangelo derivano da un errore della Vulgata, la famosa prima versione latina della Bibbia, che interpretò come « corna » la voce ebraica che doveva essere rettamente tradotta « raggi di luce ». Il passo è il seguente: « Ora Mosè, scendendo dal monte Sinai con le due tavole della testimonianza, non sapeva che dal suo capo uscivano due raggi a cagione del suo trattenimento familiare con Dio. » (Esodo, XXXIV, 29). Michelangelo si attenne alla versione corrente del suo tempo; ed anzi, prendendola alla lettera, diede al suo Mosè due corna ben visibili, che tuttavia non alterano il maestoso carattere della statua."

 

  fonte: http://ginodigrazia.altervista.org/michelangelo-buonarroti-il-perche-delle-corna-sulla-testa-del-mose/

 

     

  In effetti Mosè faceva bene risponderle, cosi avremo saputo già la verità qualche secolo fa. Ossiamo pensare quanti errori del genere ci sono nella bibbia?

 

 

 

    Più tardi uscendo dalla stanza vedo in casa un dobermann, è tempo che non ho visto uno reale.

E poi fuori è seduta nel orto sul decantatore una donna con velo dorato, da queste parti le zingare hanno questo tipo di velo. Può essere una metafora.

 

    Diciamo che le persone sì possono essere forme pensiero, ma gli animali?!


 


 

    Venerdì, 01.09.2017


 

  Iniziamo bene la giornata, ma che cazzo sto facendo qua? Da una settimana sono ferma, almeno se andavo in città per farmi una passeggiata. La parrucchiera non è questa settimana, l'estetista è occupata. Mi darei almeno una sistemata.


 

Al pranzo mi irrita l'attitudine di questa anziana egoista dal mio punto di vista:


   - Non vedi che è raffreddato il vecchio? Mandalo dal dottore, è qui vicino.

     - Per spendere inutilmente milioni?

     - Solo per te si possono spendere milioni?

     - ?!


   A parte il disordine e la polvere che è qua con la ristrutturazione, mi snerva star ferma e sentire stupidaggine. Mi salvo con internet, musica e saggi testi di OSHO.


 

 


 


 


 

 

 

    Giulio passa per vedere cosa si sta facendo qua, saluta con:

 

      - Buongiorno.


  Oggi ha parlato con una delle ragazze di Italia.


 

   Questi anziani ci snervano con le loro pretese e la mancanza di ragionamento. In pomeriggio l'anziana è riuscita snervare Corina:


   - Ieri non sei andata per aiutare il pappino con il mais.

    - Io ho le mie cose da fare, da me chi li fa?


   Io intervengo:


     - Corina, ma chi raccoglie il mais in agosto?

    - Loro due, non hanno altro da fare.

    - Io le avevo detto di mandarlo dal dottore: è raffreddato.

     - Non hai soldi?! Paga una persona per darti una mano.

    - ?!


   Mamma mia che mancanza di buon senso, questa anziana è andata da Diego per venire qua e darle una mano con il mais, lui dormiva con la porta aperta così che lei è entrata ha guardato con calma in tutta la casa e lo ha svegliato.

 

   - Ma come ti sei permessa una roba cosi?

    - Sono andata dal mio figlio non a un estraneo. Ma che stanze... che mobili... Si vede che Gianni ha lavorato al estero, non penso che Oriana riuscirebbe una cosa così.

   - Non importa, non entri se non sono a casa.

    - Cercavo Diego e lui dormiva nella ultima stanza.

     - Non dovevi svegliarlo, non si fa cosi.

     - Dorme di notte, non di giorno.


  Inutile.


 


  Chiudo la giornata con una bella nervosità, questa confusione e indecisione sul da fare mi snerva ancor di più.

Vienna?


  Il sé non è per nulla contento e appare anche il mio amico in verde, raramente si fa visto.


 

   Italia? Ma cosa ci faccio là? Badante? Non ho pazienza con gli anziani. Appare il viso luminoso di una giovane donna sulla sinistra, assomiglia a Loretta. Faccio tanta opposizione a questa Italia, aiuto.


 

Musica... è tempo da quando non la ascolto.


 

   Rumi: Say I Am You (Sufi poem)  https://www.youtube.com/embed/QqVBGv2hpQ4


 


  

 

 

   Sabato, 02.09.2017


 

   Mi sveglio dopo le 5 avendo intorno alla testa un bel po di vari voci deboli, una sola calda maschile la sento chiaramente indietro della mia testa: c'è scelta.


 

  Vado fuori e ammiro il cielo blu bellissimo, tra le stelle Venere splendeva.


 

In effetti c'è sempre scelta non tra una decina di possibilità ma tra 2 sicuramente si. Io or mi fermo qua fino a dicembre or vado via proprio adesso.


 


 

     Domenica, 03.09.2017


   Se pure faccio opposizione da anni a Italia, a sinistra mi appare l'immagine di un uomo bruno inchiodato.

Può essere una metafora per la mia rigidità mentale, una convinzione errata. E' vero che i romani avevano questo barbarico divertimento per punire aspramente gli stranieri e gli schiavi, ma succedeva in antichità.


  Insisto con questa Italia che non mi ha mai convinto, cosi che trovo un testo di Kryon interessante per l'esoterismo che si sviluppa in quella cultura e la sua importanza per l'umanità. Va bah là è il papa con quasi un miliardo di sudditi è da capire.


 

    “Adesso ci rivolgiamo agli esoterici e gli esoterici sono diversi a partire dal cambiamento. Un intero gruppo di voi che è stato qui per un tempo molto lungo, e intendo akashicamente, sta iniziando ad avere un impatto, spesso ciò che accade in Italia ha un impatto spirituale sul mondo, lo avevate mai capito? L’avete visto per centinaia di anni, perché dovrebbe essere diverso adesso? Non si tratta di dare inizio ad un'altra organizzazione, cari miei, si tratta di mantenere l’energia quantica per tutte le anime antiche della Terra, l’Italia può essere il percorso più veloce per il resto del Pianeta, quasi come un acceleratore quantico, avete pensato a questo? Perché dovrebbe cambiare adesso? E’ sempre stato così.

 

 

 

 

 

   

 

 

 

   

    E allora cos’è che volete fare? Cos’è che questa cultura può fare? Voglio allestire il palco e aprire la strada per qualcosa che accadrà da qui a un anno, perché il mio partner mi riporterà qui (qui in Italia), e voglio iniziarla adesso, e gli daremo un nome, sarà chiamato: la fine delle sofferenze e l’inizio dell’autostima. Questo è quello che gli Italiani possono fare, uscire fuori dagli insegnamenti, forse, che dicevano che la spiritualità deve associarsi con la sofferenza, a braccetto e mano nella mano con la sofferenza, hai dovuto soffrire un po’, i più grandi Santi che avete avuto hanno sofferto un po’. Cari miei non è un messaggio sbagliato è semplicemente un messaggio della vecchia energia, è qualcosa che adesso può essere riscritto e riformulato. “


 

   Kryon canalizzato da Lee Carroll, 6 maggio 2017


 

  Ecco perchè ero arrivata là e non altrove!
 

 


 

    Lunedì, 04.09.2017


 

  Inizio in forza a darmi una sistemata questa settimana, in pochi minuti mi sono programmata dappertutto.


 

Ancora una volta senza acqua, Laura viene per prendere dal pozzo. La madre fuori stavano parlando vari dalla loro comunità:


 

   - Laura, quello lì ha una sorella “pentita”.

   - E' lei or lui?

   - Mi pare che anche lui sia, la sua mamma diceva che non lo riceve più in cortile per la sua scelta.

    - Lei non lo riceve?! Lui non va più in visita da loro.

     - Erano donne che non condividevano il suo punto di vista.

     - Ma se lui ha un orientamento religioso diverso, non è sempre mio figlio?

    - ?!

 

    Aiuto! Questa religione e questa rigidità mentale quanti danni fa.


 

   Vado in città. Oggi mi sono sistemata i capelli. La parrucchiera aveva la TV accesa, tra le notizie un fresco prete pedofilo. Non essendo in tema, chiedo:


 

     - E' un cattolico or ortodosso?

     - Ortodosso ed è anche cantante.

     - Di solito sono i preti cattolici accusati di queste cose. Come vedo dappertutto si trovano.

      - ?!


   Si parlava di vacanza, da quando sono venuta qui mi sono proposta farmi una vera vacanza e pure eccomi ancora qua.

  Ne sento parecchio la mancanza di amicizie così che torno da me:

   Caro sé tu sei il mio migliore amico pur invisibile, hai qualche idea? Faccio opposizione a Italia, faccio opposizione perfino al mio sito

   Il sé diventa più sereno, sulla mia mano sinistra è un anelo, ho capito. Poi mi tocca il cuore con decisione, di li esce una calda e poderosa luce bianca.


  Ancora sotto l'effetto di questa splendida visione, poco dopo le 22 ricevo una telefonata da Giulio:


    - Iris hai perso la C.I?

    - Io ho già uno nuovo.

     - Se lo hai rifatto va bene. Corina e Marcella dicevano di aver visto su Fb a qualcuno dal paese vicino la tua C.I. Ho guardato anch'io in effetti la foto di là assomiglia a te.

     

    In somma...  Resto sveglia per buona parte della notte pur stanca, ho camminato per ore oggi dopo più di una settimana di riposo. Può darsi sono energie forti in movimento in questi giorni.


 

  

 

     Martedì, 05.09.2017


  E continuiamo con lo stesso soggetto, arriva Corina in mattinata:


   - Ma tu hai perso la C.I?

    - Si, la perdo ogni giorno.

   - ?! Marcella ha detto di aver visto su Fb in un gruppo dal paese vicino la tua C.I.

   - Lascia stare.


   Passiamo a questa ristrutturazione che diventa un po lunga. La madre è molto scontenta, per la polvere, la disordine, le persone che girano tutto il giorno in cortile:


    - Era meglio se Oriana non veniva quest'estate.


     Ovvio che non si poteva fare in 3 giorni, ci vorranno 2-3 settimane per una ristrutturazione così. Capisco la sua impazienza da ieri siamo senza acqua calda, non può stare tranquilla nella sua stanza: si lavora dappertutto. E' un bel casino. Mi salvano le passeggiate in città, oggi vado da estetista, giovedì anche.


 

    Una volta andata via lei, telefona Loretta da Italia:


     - Sorella hai perso la C.I?

     - Ma smettete con questa stupidaggine.

     - Una di Cernea ha detto di aver visto su Fb la tua C.I.

      - Quella da 5 anni fa?

      - Quella?! Pensavo che fosse più recente. Ti ho mandato un messaggio su Messenger.

      - Io non ho Messenger. Mi rompete le scatole con questa storia.

      - Sorella ma vai a cagare, io pensavo di farti un favore.


 

Comunque strana questa vicenda, la sola C.I persa è stata 5 anni fa. Dov'è stata per tanti anni? Poi in casi del genere si porta dalla polizia un documento trovato or lo mandi tramite la posta alla persona in questione, tutto il resto...


 

Da estetista la TV accesa, questa volta una cantante con capacità extrasensoriale, ha scritto anche un libro per rapporti interpersonali. E di lì una signora anziana inizia:


 

    - Mia nuora va da un pranoterapeuta, un giorno le aveva detto di non trovare più una scatoletta con gioielli. Questo qua si sede per fumare una sigaretta poi inizia “non è rubata, si trova in una borsa con giallo, ci sono due gradine di legno”. Dopo un tempo loro vanno alla casa che è lontano di qua e lì sì che hanno trovato la borsa con giallo. Lui non è mai stato in quella città, non conosceva la loro casa.


 

   Tutte le donne presente ascoltavano con calma il racconto, una sola parrucchiera era molto intrigata di cosa sentiva: nulla è nascosto. In effetti il chiaroveggente non può dirti in quale città, non può collocare realmente né nel tempo per dirti l'anno X tuttavia lui vede su un altro piano la realtà.


 

Questa anziana affascinata di questi soggetti continua:


 

   - Sempre a TV ho visto l'ex - moglie del attore Adrian Pintea, lei ha dichiarato che legge i pensieri.


 

Oh meno male che a TV si vede anche del altro. Le capacità sensoriali non sono una novità, sono antiche quanto l'uomo stesso, di attualità invece sì lo sono.


 

Qui è un problema con la perdita di acqua, ho visto solo dopo la partenza del installatore. Telefono parecchie volte da Corina, non mi risponde. Telefono da Walter per darmi il numero, se lo ha:


 

    - Non ho il numero, deve chiedere da Corina. Ma tu hai perso la C.I?!

     - Lascia stare.


 

Vado dal negozio in speranza che troverò Corina per l'acqua, prima si diverte Giulio:


 

    - E hai trovato la C.I?

     - Va bah, ma qui nessuno conosce la legge?

       - ?!

 

   Sulla strada anche una ragazzina:


 

    - Lei ha perso la C.I?

     - No.

    - Allora una sua sorella, vi assomigliate.

     - ?!


 

Ho detto un no molto deciso, essendo oramai stufa.


 

     - Mamma guarda questo qua dopo 5 anni cosa fa.

    - Solo per parlare la gente.


 

   In effetti adesso tutta l'attenzione è indirizzata verso di me, se mai non lo fosse già. Strano che quel autista non lo ha buttato già allora, è una grande sorpresa anche per me. Com'è molto strano di aver visto su Fb Corina e Marcellina, le sole che anche sapevano di quella vicenda.


 

Questa anziana sta solo in cortile si annoia e stressa gli operai inutilmente, ognuno di loro deve fare il suo lavoro e chiede tempo.


 

Gli imbianchini sono stati telefonati di Franco, a quanto pare scontento di come vanno le cose. Miei genitori non hanno la porta alla stanza da una settimana e nessuno lo ha messo apposto, noi non siamo in misura farla. Sono impazienti, li capisco ma non è che qui si possono fare delle meraviglie. C'è bisogno di tempo.


 

Fortunatamente l'installatore in un modo or altro è stato informato ed è arrivato per risolvere il guasto.


 


 

    Mercoledì, 06.09.2017


   Corina ha un attitudine strana, viene qua già innervosita, decisa di mettere le cose apposto dal suo punto di vista.


 

    - Deve apertura permanente per il gas.

     - Ma non ha la centrale già?

    - Al tuo appartamento non avevi nella porta dalla cucina?!


 

   In somma era nella finestra non nella porta, il suo tono è abbastanza caustico. Corina ogni volta che vedi qualcuno di noi stando qua inizia snervarsi. Che poi qualche volta ha anche ragione snervarsi:

 

    - Quando viene a casa Gino?

     - Ma cosa hai con Gino?!

      - Per spaccare la legna.

 

   Gino lavora e viene ogni tanto di qua, gli anziani ovvio devono trovare altre persone per darle una mano nelle faccende domestiche. I nipoti hanno la loro vita, la loro attività ed è giusto così.


 

   Io mi snervo già sia per la mancanza di attività che per sentire stupidaggine da questi due anziani. Mi serve un lavoro normale non la mezza schiavitù e possibilità di movimento anche fisico.

 

    Poi è un vero casino qua con tanta polvere e disordine, non abbiamo né l'acqua calda questa settimana, tutto sommato con un forte raffreddore. Ovviamente mi sento bloccata pur godendomi la tranquillità e la bellezza del silenzio in tarda notte, continuo i discorsi mentali con un viaggio per la mia anima non solo per lavoro, la guida animica mi mette intorno ai piedi un filo nero. Ecco proprio un viaggio fisico non li serve adesso!


 

   Continuo lo stesso discorso ma che cazzo sto facendo qua? Sono venuta qua per fare un bel niente? Meglio rimanevo al lavoro almeno lì qualcosa concreto stavo facendo. La guida animica entra sulla porta, poi fa il gesto di legarmi i piedi con il filo nero di prima, va bene ho capito sono realmente bloccata qua non è solo mentale, ma per cosa? La guida si trasforma al instante siccome si formassero delle enormi ali di luce. Eh sì bella e rinfrescante la visione.


 


 

      Giovedì, 07.09.2017


    L'anziana sente la voce della zingara, subito si alza dalla sedia per andare al cancello:


    - Stai lì, dove vai? Sembri ipnotizzata.

     - Per vedere cosa vuole.

     - Perché non sai già cosa vuole ogni volta che viene qua?

     - Da mangiare.


 

   In somma, va dal cancello e poi torna:


   - E cosa voleva la zingara?

    - Non chiamava qui, ma da Tamara.


 

    Io vado dal cancello e la sto apostrofando:

 

    - Se continui venire qua, io chiamerò la polizia.

     - Ma sono da lei? Sono in strada.

    - Ti ho solo avvisata.


 

La zingara sorridente e sicura di sé mi sfida con calma:


   - Lei non da un po di uva a questo piccolino?!

    - ?!


  Papà tornando a casa la incontra sulla strada poi ci racconta il dialogo avvenuto: “Ci hai portato i soldi indietro? No, devo andare alla posta per ritirarli.”

 

    - Ma che soldi ritira lei dalla posta?!

    - Smetti.

     - Aveva 3 bambini con lei.


   Lo sta apostrofando l'anziana.


 

    Quello che mi colpisce è che lui sordo dichiarato sente quello che le sta dicendo la zingara, mi immagino che la zingara non urlava giusto per sentirla tutti i vicini.


 

   Fatto anche questa, un altro pensiero è stato tolto.


   - Lei ha occhi sani, il solo problema è una minima diottria al occhio destro. Minima.

   - Respiro, mi preoccupavo.

   - Tra 45 e 65 anni appare questo problema.


    Evviva! Realmente sì, sono parecchi anni da quando non riesco leggere i caratteri piccoli. Nulla di più, nulla di meno.


   Grazie a questo complesso consulto di oftalmologia sono stata colpita ancora una volta della complessità e della bellezza del corpo umano, un profano come me che vede un corpo e niente altro magari non sa apprezzare l'opera di arte che ha a disposizione.


 

Oggi tra appuntamenti mi sono goduta il parco e le passeggiate lontano da questo casino domestico.


 


 

   Venerdì, 08.09.2017


 

    Finalmente contenta dopo la giornata di ieri, mi sedo tranquillissima con il computer in idea di leggere qualcosa. Bang si bussa nella porta, Corina tutta arrabbiata inizia con rimproveri:


     - Ma perché non le hai detto di mettere le piastrelle anche su l'altro muro?

     - Su quale muro?

      - Quello del frigo.

     - Non ho saputo niente di questa.

    - Com'è? Oriana ha detto che tu sapevi.

    - Carissima non sapevo nulla, quello che ho saputo ho detto già ai imbianchini.

    - Ma non hai visto che sono rimaste un sacco di piastrelle? Loro le hanno comperato solo così per averle?

    - Carissima ma che stile è questo? Oriana parla con te, poi tu parli con me e poi io devo dire ai imbianchini? Ti ho detto già di parlare quella lì direttamente con gli operai e dirle cosa e come vuole.


 

   Questa qua se ne va arrabbiata senza chiarificare nulla. Ma è proprio ridicolo, lei essendo qua telefona ad Oriana poi sta dicendo agli operai. Santo cielo ma non può dare il telefono al operaio cosi che si mettessero d'accordo?! Che gente strana, ragazzi!


 


 

    Sabato, 09.09.2017

 

    Se non si comunica normalmente, ci troviamo adesso confusi tutti quanti. L'imbianchino mi chiede:


    - Signora, ma alla fine com'è rimasta con le piastrelle?

    - Sinceramente non ho capito niente ieri, la madre neanche.

    - Corina ha detto che dovevamo mettere da giù le piastrelle.

    - Su quel parete? No. Magari ha detto qualcosa di quel altro.

     - ?!


   Arriva un giovane per portare via l'immondizia della ristrutturazione. Mia madre con un tono quasi di adorazione inizia:


     - Quella donna ha 12 figli.

  -     No ha saputo fare altro.

    - 12. Questo uomo appartiene a quella famiglia.

    - Appunto altro nella sua vita non ha saputo fare.

    - Tra questi 12 è anche il fidanzato di Diana.

    - ?!


   Aiuto! Mia nipote non è stata capace trovare altro giovane? Diana abita da 10 anni in una città universitaria e torna qua per sposarsi in questa famiglia?! Ma...


 

    Prima del pranzo un altra zingara al cancello, più giovane. Essendo tutto aperto ho sentito dei passi in cortile, non le voci. La madre già con le mani in cassettino pronta per portare una bella somma a quella ragazza:


    - Cosa fai?

    - Ha bisogno di scarpe quella ragazza.

     - Non sai cosa fare con i soldi e li dai ai zingari?

     - ?!

 

 

   L'imbianchino sentendo la discussione inizia divertirsi:


   - Da a me i soldi, se a lei non servono.

     - Ecco da a lui, è qui e lavora.

 

    Questa donna è un po strana. Da una parte la pensione la sperpera senza senso, da un altra pretende soldi dai figli.


   - Quella di X ha una tija metallica a una gamba, se la vedi come facilmente cammina.

     - Mamma tu non hai problemi, le analisi sono buone.

     - La gamba mi fa ancora male.

    - Vai dalla dottoressa per vedere cos'è.

      - In somma l'ha costata 1.000 euro l'operazione. Hanno messo dei soldi tutti i figli.

      - Quindi tu dai la pensione ai zingari e poi aspetti dai figli 1.000 euro?

      - Lascia stare, da quando sei venuta mi snervi.


   Questa gente strana, io no capisco perché lei pretende dai figli pare che fosse un bambino di 2-3 anni che deve essere preso per mano e portato dal dottore.


 

   Solo ieri l'anziano ha portato yogurt da immondizia per mangiarlo, ma non possono spendere dei soldi per il loro stesso benessere?! Siamo stati addestrati nei millenni a considerare il benessere altrui più importante del nostro? Pare di si.


 

  La felicità secondo Saint Germain, ecco un testo di mio gradimento. “un inseguimento mentale, pieno di giudizio”, non condivido molto il suo punto di vista.


 

   Questo numero rumeno 076.... che non so di chi sia, è la terza volta che mi da dei bip. Beh... Si vedo adesso in 27 e in 31 agosto uguale ho trovato sul telefonino appello perduto. Pazienza, io non tengo il telefonino in tasca e poi chi vuole parlare telefona.


 


 

    Domenica, 10.09.2017


 

Approfitto del caldo estivo stando tanto fuori.


 

Giulio mi stava raccontando come salta l'elettricità chi sa dove e tutta l'apparecchiatura di casa adesso è guasta.

 

    - Può essere un loro errore e se da tutti i vicini è successo uguale chiedete dei danni.


 

  Fortunatamente non ho buttato in primavera l'alimentatore dal vecchio smartphone così che adesso andava bene per lui.

Suona il telefono di casa, prima di rispondere sapevo che è il nipote della madre, rispondo comunque:


 

   - Buongiorno, siete bene?

    - Noi si. E tu?

    - Sto cucinando.

     - Quindi stai cucinando e ti stai annoiando, cosi che telefoni da noi.

    - Si, mi annoio. Ciao!


 

  Eh menomale ha chiuso subito. Ma questo qua realmente mi snerva con le sue telefonate non senso, solo cosi per passare il suo tempo e far perdere del tempo ad altre persone.

 

   Vedo il cognato di Roma seduto tranquillo e guardando incuriosito su qualcosa. Dopo qualche oretta telefona Monia per vedere come vanno le cose con la cucina. La prossima estate verranno qua per il matrimonio di Diana, se non si ripenserà fino allora.


 

   Verso la serata ho un forte mal di testa che può essere effetto di questo strano raffreddore che stenta guarirsi da una settimana. Tra altro più or meno lo stesso tipo di raffreddore con una tosse snervante ha il papà e il loro giovane vicino. Magari si sta trasformando il DNA a tutti quanti!

 

   Poi vedo un avvertimento di Windows “l'ultima USB utilizzata non è compatibile”, quale USB? Da primavera non ho più adoperato nessuno.


 

  Continuo la lettura del testo precedente di Saint Germain, qualche volta ho l'impressione che stanno leggendo il mio sito! Trovo molti concetti di me già toccati: felicità, viaggi, lavoro, libertà, America, chiesa, realizzazione personale.


 

  Ma che in questa vita, in questi anni di grande cambiamento planetario ci saranno 33 persone illuminate sicuramente non ho mai scritto nulla: non è di mia competenza.

Secondo Adamus Saint Germain questi 33 devono rimanere in vita almeno 7 anni dopo la loro illuminazione per fare la differenza sulla Terra. Alla fine non è che saranno in tanti anzi sono pochi pochissimi per 7 miliardi abitanti eppure abbastanza. Ci sono già 5 che vivono in questo stato avendo una vita assolutamente normale.

E dunque qualcuno di noi farà parte di questi 28 necessari per l'evoluzione del umanità e non solo.

 

 Tu che leggi adesso, sì proprio tu, potresti essere uno di essi.

  La vita ha innumerevoli metodi per portarti al di là del presente, di là del marciapiede già tracciato e valido per tutti.

 

   Marciapiede? Mi diverte.


 


 

    Lunedì, 11.09.2017


 

E dunque adesso il sogno:


  "Davanti a me è un giovane uomo bruno seduto, capelli ricci, scuro come una densa ombra, mi dice:


  - Sai … a Francoforte sono delle luci lampeggianti.

    - Lei (Ada) è stata a Francoforte.

 Vedo una casa elegante indietro di lui, mi immagino che tutte le case in quella città fossero così perciò dico:

   - Germania è bellissima, l'unico impedimento è la lingua.


Davanti a me è un grande albero con rami neri senza foglie, invece è ricco di frutti particolari: fichi di India.


  Fichi di India? Francoforte di sicuro non ha questo tipo di case, l'ho visto di passaggio ed era solo cemento e condomini molto alti, almeno quella parte che ho visto io è così.


 

In somma io mi sono annoiata parecchio, ho il pensiero verso un viaggio e fin ora è rimasto lì a livello di pensiero.


 

     Arriva Corina e cercando insieme a lei una lettera, trovo una che la postina ha portato per sbaglio qua, il comune del posto manca sicuramente di fantasia: vedo il nome di un prete di qua come strada. Ma dai, con tutti i grandi uomini di cultura che ha la Romania?!


    Ecco la madre esce di casa: va alla mesa! Oggi inizia l'anno scolare e tutti i bambini, genitori e magari anche qualche insegnante vanno alla mesa. Non ho mai sopportato l'intrusione della chiesa nella scuola che dovrebbe essere laica dovunque nel mondo. Non so da quanti anni hanno questa indigeribile abitudine.

 

     Non è una mia esagerazione qui letteralmente non si respira a causa della chiesa, la trovi dappertutto: peggio di un prezzemolo.


 

Aspetto quel signore dal gas che non arriva più, non è venuto né sabato e né oggi. Questa scusa:


 

  - Non ci sono scatole.

   - Scatole cioè contatori, non sta in piedi. Una ditta sa quante persone hanno pagato il gas e quanti contatori li servono.


 

     Ed io ho una noia … a parte tutto questo casino da 2 settimane operai e polvere che non finisce più, mi mancano le risate e le passeggiate. Mi va a mancare la vita.


 


 

   Martedì, 12.09.2017


 

  Mi sveglio “vedendo un pezzo di cielo grigio.”


 

  Beh.. il cielo oggi è proprio così: grigio.


 

Faccio una passeggiata per la spesa e passo da Corina per vedere cosa sta dicendo quel operaio per il raccordo del gas:


 

     - Ha detto che non ha scatola.

     - Così ha detto anche settimana scorsa. Ma lui non sa quanti hanno pagato il gas?

     - ?!


 

Torno qua l'imbianchino mi sta avvertendo:


 

   - Lui sta adesso analizzando come potrà ancora chiedere dei soldi da voi. Io ho pagato tutto 4 anni fa cioè 1.000 euro, poi è venuto con vari richieste ho pagato ancora una bella somma.

    - Non è coretto, anche qui ha detto che si pagherà ancora cambiando la posizione di questa scatola. E perché nessuno denuncia ad azienda dove lui lavora?

    - Sì lei ha ragione perché non si denunciano i misfatti? Che poi fanno un sacco di soldi con il gas.

    - Vedo.


 

   Che lui sta analizzando come chiedere ancora dei soldi non ho dubbi qui sono due case e due centrale, la scatola deve essere messa adesso accanto al recinto poi spostata e magari chiederanno al somma siccome fosse un nuovo raccordo non solo un spostamento di centimetri. L'azienda distributrice del gas, lo sa? Santo cielo ma che somme enormi in un paese povero come la Romania.

 

  Ma che arroganza, ragazzi! Stavo ammirando i dipinti esistenti nello spazio che era il bar di Giulio messi fa:


 

    - Iris questi dipinti sono stati realizzati dalla ragazza che lavorava qua.

     - Quella ragazza di quale Oriana diceva che è “una ingenua dalla campagna”?

     - Ingenua?! Lei è laureata in belle arti.

     - Di lei parlava così?!

     - Non so di chi parlava lei.

     - Questa ragazza è andata al estero?

      - Sì, è sposata e vive in Inghilterra.

       - Dimmi te, Oriana con quanta arroganza stava parlando di quella ragazza e lei era più preparata di tutti noi!


 

   Se pure l'anziana si lamenta sempre per i soldi, avendo pensione e casa, bollette pagate ( la maggioranza) di Oriana giustamente or non anche questa sta diventando un problema.


 

    - Loretta ha detto che dovrei tenere io la loro pensione.

    - Ma chi sei tu per fare ciò?!

    - Se non li bastano mai i soldi, magari lei non è più capace gestire. Sai... per avere una evidenza.

     - Lascia stare. Tra zingari e chiesa dove lei paga vari messe molto care, che poi la chiesa cattolica come fa soldi?!

    - ?!

     - Poi le medicine anche quelle care, certo che i soldi se ne vanno.

     - Io li ho comperato medicine per 3 mesi.

       - In somma … Io le ho detto già di stare attenta che finirà male, come vedo avevo ragione.

 

  Realmente Loretta e Corina mi hanno sorpreso con una mossa del genere, impossessasi della loro pensione? Ma come si permettono una roba cosi?! Sono i loro genitori anziani. Non ci sono limiti alla nostra avidità e mancanza di umanità.


 

  Che poi la madre chiedeva dei soldi da me anche 10 anni fa molto più giovane e in gamba. Lei ha proprio un ossessione con i soldi, da una parte si lamenta che è con una gamba in tomba d'altra non li bastano mai i soldi, magari pensa che avendoli la morte verrà più tardi. Non lo so cosa ha lei in testa, come vedo tutti si sono stufati sentirla.


 Certo è che tutti questi soggetti scrivendoli mi danno una sensazione di forte nervosità.

 
 

   Finalmente dopo 2 settimane i bianchini si decidono di mettere la finestra. Aiuto! 2 settimane di tram tram, questa è già la terza.


 

Telefona Oriana per vedere come vanno le cose e per lamentarsi di Corina:


 

     - Io non telefono più da Corina, mi ha mandato un messaggio strano “sappiamo solo approfittare” e via dicendo. Ma lei conosce il significato del approfittare? Dovrebbe guardare nel dizionario. Ma cos'è con questa attitudine? E' per la terza volta che ci manda una roba cosi.

    - Lascia stare, qui è un po di casino ed è sempre lei che deve risolvere, ovviamente si è stufata e ha ragione.

      - Alla fine lei poteva anche rifiutarci. Non doveva cacciare via i primi operai, loro sapevano tutto quello che c'è da fare.

     - Lascia stare, hanno messo la finestra e non hanno aggiunto due cosette per chiudersi meglio, la porta non sono stati capaci metterla.

     - In somma... ma noi potevano virare direttamente i soldi nel conto degli operai e finita lì. Lei ha voluto fare da tramite.


 

   Più tardi passano Walter e Vania per vedere come vanno le cose qua. Nello stesso tempo salgo sulla finestra per rispondere al telefono, era Giulio:

 

    - Iris è un altro documento che mi serve per la casa, lo cerchi tu domani mattina?

     - Ok.


 

Vania ha un attitudine parecchio sarcastica, Walter discretamente la sta attenzionando di smettere.


 

   Agitazione e per il vecchio che andando sul prato non è ancora tornato, ed eccolo arrivando lentamente.

 

    - Una signora mi ha chiesto se non vendo quel pezzo di terra.

     - Vuoi guai con Oriana? Con Iris? Quello pezzo è di Iris.

   Intervengo:

    - Vendilo.


 

L'anziana non mi rispose più niente.


 

Troppo casino in questo cortile, è una grande sfida avere tranquillità e mantenermi distante. Mi snervo essere qua ed ecco davanti mi appare l'immagine di Saint Germain con quello meraviglioso viola.


 


 

   Mercoledì, 13.09.2017


 

  Un esperienza strana stanotte, metà sogno metà realtà


 

  "Davanti a me e molto vicino è un viso invisibile: so che è. Dapprima vedo solo un occhio particolare, la pupilla verde intenso manda verso il mio occhio sinistro un flash. Pareva che fossi io. Poi lentamente appare il viso. Lo guardo: è bianco, maturo pare che manca di vita, nello stesso tempo mi chiedo sono un uccello?!"

 

   E' un esperienza collegata al volo, finita male. In questa vita con l'aereo non sono mai stata.

 

 

 

  Insisto presso la madre:


 

    - Vendi quel pezzo di terra se c'è un compratore.

    - Con una casa di figli io vendo la terra?

     - Tu non hai una casa di figli, tutti i figli sono a loro casa.

    - Si ma quando si radunano...

     - Anche Corina ha venduto un pezzo e ha ricevuto una bella somma.

      - Lei aveva terreno edificabile, questo non è.

      - Anche così si può vendere a un buon prezzo, non è lontano dal perimetro costruito già.

      - ?!


 

A questa donna la mente è volata via moltissimo, continua con le sue pretese:

 

    - Io ho cresciuto 8 figli, in 8 mi cureranno.

    - Oriana ha l'obbligo di curare voi e occuparsi dei vostri funerali.

     - Smetti, non verrà Oriana di Belgio per cambiarmi il pannolone.

    - No, ti porterà ad asilo.

     - Smetti, non hai vergogna di parlare cosi?


 

   Ma che cazzo si immagina questa donna? Ha già la mente di un piccolo bambino incapace di curare se stesso. Aiuto!


 

Faccio due passi, vado da Giulio e mi compro un salame per mangiare alla sera:


 

   - E' tanta polvere e disordine, che non mi viene cucinare nulla.

   - ?!


 

Poi sento l'anziana continuando con il vecchio i suoi discorsi, lui insista con la vendita di terreno:


 

     - Ma se quella donna vuole comprarlo...

      - Smetti, Oriana vuole comprare terra, non vendere quella che c'è già.

      - Cosi ci facciamo anche noi un soldino.

     - E cosa fai con i soldi?

     - Abbiamo lì per i nostri funerali.

     - Si risolverà allora. Magari si farà una casa Iris là.


 

   Io non tornerei mai indietro a vivere qui, in vacanza sì ma del resto no. Già mi snerva avere domicilio qua, ma devo avere dei documenti rumeni in quanto cittadina del paese.

   Per momento mi sono arrabbiata: perché sola la pensa così? Poi mi sono ricordata che cosi pensava e di Giulio. Lei solo questa sa: casa e vita nella sua comunità. Ovviamente mi è passato in testa ma non potevo rimanere al lavoro per ancora un mese? Vengo qua a sentire fino a nausea le stesse cose non senso?!


 

    E perché non mi decido rinunciare alla vecchia scheda telefonica? Là ho i numeri dal ristorante ed è il solo numero che loro hanno.


 

   Chiudo la serata avendo alla sinistra un viso femminile bianco, gli occhi blu grandi e limpidi sono stupendi, viso inquadrato di un turbane indaco. Per buon tempo resta così poi sono visibile le labbra con una forma stupenda, e alla fine da questa splendida bocca escono due serpenti neri. Non mi aspettavo. Mi sorprende e mi spavento nello stesso tempo.


 

     La Kundalini è rappresentata come un serpente, è nello stesso tempo simbolo di energia femminile, la sua massima espansione, la sua massima bellezza.


 


 

    Giovedì, 14.09.2017


 

  4 giorni cosa? 4 giorni sarebbe lunedì, in questo strano sogno è un indizio chiaro.


 

   "Sono in vacanza ma è un posto caotico. La stanza è grande, la finestra ha davanti erbacce grandi, da sensazione di noncuranza e caos. Anche nella stanza sono vari tipi di salumi, nessuno di essi mi va bene. L'exmarito è venuto per trovarmi a questo hotel, ha 4 giorni di vacanza e ha pagato poco per la stanza. Non mi interessa piu di una persona qualsiasi, in effetti va da solo a girare i dintorni. Alla porta chiusa è Ada sta guardando dentro sorridente, scambiamo qualche parola circa l'hotel dove mi trovo, ho una voce indecisa, debole. Indosso qualcosa bianco e mi muovo nella stanza senza forza.”


 

  Stavo trovando analogie 2 anni mi sono dovuti per divorziare, una perdita di tempo e di energie enorme. Non raccomando a nessuno di fare lo stesso.

Poi pensavo alla Germania, questo posto di lavoro pur saltuariamente ha anche lui 2 anni. Adesso penso di stroncare il rapporto che mi porta anche lui da nessuna parte, come visto pure indecisa farlo.

  Mamma mia questa indecisione Saint Germain sta dicendo “la confusione viene dalla paura” giusto non sai quale sarebbe il prossimo passo, non hai la minima idea dove e come ti arrangi e ovviamente non ti afidi né al esistenza.


 

   Caldissimo anche oggi, mi sono goduta la tranquillità del parco e la passeggiata. Stando nel parco mi sono venuti i versi di Eminescu che suonavo per me come un testamento, il suo desiderio di morire in mezzo alla natura, la sola che ci donna silenzio e tranquillità. La sua immagine da giovane così come lo vedevo nei libri di scuola era leggermente verso la destra.


 

  Ho ancora un solo desiderio

Lasciatemi morire

nel silenzio della sera,

sulla riva del mare

di aver un sonno dolce

e i boschi vicini,

di aver un cielo sereno


 


 


 

   Gli occhiali sono usciti bellissimi, ne sono grata: era proprio il tempo di fare anche questa per me.


 

   Gli operai stanno finendo. L'anziana brontola e brontola, quanto stufa del casino quanto che non c'è la fa più ed io non sono stata qua. In somma … menomale sono stata in città. Come si la caverà dopo la mia partenza è il suo affare. Quando io non sono qua non vedo 7 stando al cancello pronti a darle una mano nelle faccende domestiche.


 


 

   Domenica, 17.09.2017


 

  Un ORB azzurrino una forma allungata è nella mia stanza, mi sorprende la sua apparizione, non è che ho un buon morale.


 

   Intendevo dormire, mi veniva un sonno... poi mi sono data una mossa per rimanere sveglia, dovrebbe venire Giulio oggi . Potevo tranquillamente farlo: oggi non è venuto.


 

  Non ci sono operai in cortile, e pure ho la stessa strana sensazione di pesantezza e agitazione: non riesco combinare gran che.

Mi piacerebbe imbiancare la stanza della madre se pure è già un bel casino là: lei non vuole spendere soldi. Aspetta che lo dicesse Oriana, eh va bah ma lei ha speso già un sacco di soldi con la ristrutturazione fatta. Questa donna con i soldi, ha una gamba in tomba ma niente da fare.


 


 


 

   Lunedì, 18.09.2017


 

Mamma mia ma in questa casa non si può dormire e ho un sonno....


 

Una volta arriva la madre:


 

    - Ma perché stai chiusa qua? Vieni fuori.

     - Non puoi stare da sola in cortile?!


 

In pomeriggio dopo la partenza dell'operaio ci provo per la seconda volta. Arriva Corina e ancora una volta ciao.


    - Ma tu stai con la porta chiusa?

     - Si provavo dormire, da 3 settimane ci provo.

    - Hai lavato per terra?! Non finite questa stanza?

     - No, io lo avrei fatta ma questi due ... A proposito sono condizioni di lusso nei ospedali rumeni? Questi due una volta a settimana vogliono andare ad ospedale.

     - Si dormono due in un letto.

      - Aiuto!


 

   Adesso in serata sto tranquilla nella stanza e bang arriva il papà:


     - Il nostro tappetto è qua?

     - In questa stanza no.

      -Tua mamma ha detto che è qua.

 

   Ciao, mi alzo per mostrarle dove si trova il loro tappetto.


 

    Ironia della sorte “quando il Maestro entra, l'umano ha sonno” lo dicono vari entità ed io ho un sonno da settimane e non ci riesco quasi mai riposare abbastanza a causa di vari persone. Come lo interpretiamo?! Spero che domani finiscano tutti. Sono settimane di polvere e disordine, vari persone del posto che girano in cortile, ma sopratutto senza acqua calda e lavatrice. L'elettricista si la tira parecchio: arriverà domani.


 

   In Romania è stata una spaventosa tempesta ieri or oggi, sono state affette 5 provincie. Da tutte queste l'anziana ha visto solo:


 

    - Iris, nella città T. è stato un disastro.

     - Pensa a te! Con tutti questi recinti improvvisati che disastro sarebbe.


  Inutile, l'exmarito è sempre nella sua mente. Sicuramente di nessun altro genero direbbe che le mancasse, solo l'informazione che Ben verrà a casa da Belgio, la sua casa, l'ha mandata già in preoccupazione.


 


 

      Martedì, 19.09.2017


   L'elettricista doveva arrivare alle prime ore del mattino, cosi ha detto. Non è arrivato e né da un colpo di telefono per avvisarci del suo ritardo. Mi arrabbio, l'avevo chiamato da giovedì quando assolutamente tutto era finito:


 

    - Ma dove ha trovato Walter anche questo qua? E su quale criterio lo ha raccomandato? Solo perché va a chiesa? Questo qua non ha il minimo buon senso, non da un colpo di telefono per dirci qualcosa. Non c'è un altro elettricista in questa città?

     - Non c'è.

      - Impossibile.


 

   La madre è anche lei scontenta, abbiamo un sacco di roba da lavare, si annunciano le piogge iniziando da mercoledì e noi non siamo ancora sistemati dentro. Vado dal negozio, le commesse di Giulio sono fredde. Walter e Vania invece sono sorridenti e contenti:


 

   - E' arrivato l'elettricista?

     - No e ci serve la lavatrice.

     - Lo telefono io ancora una volta.


 

    Gli anziani sono preoccupati, tutti due, per l'acqua vite! Mi stanno rompendo le scatole che sono anziani e ammalati, tutti due una volta a settimana vorrebbero andare ad ospedale ma l'acquavite deve essere fatta.


 

  Che sfida! Meglio andavo in città, almeno là mi sto tantissimo rilassando nel parco. Finalmente mi addormento in pomeriggio, bang l'anziana alla porta bussa con disperazione:


 

    - Iris! Iris, apri la porta! E' venuto l'elettricista!

     - E lui non sa dove mettere le spine or cosa?!


 

    Ridicolo!

 

Questo qua ha detto che viene in mattinata, è arrivato inaspettatamente in pomeriggio. Finalmente si mettono le cose apposto.


 


 

   In serata sento Loretta parlando in rumeno con qualcuno, qualche sorella, sentivo chiaramente solo lei:


  “Ma come sorella tutta la gente sa la mia casa?! Per favore, per favore. Ho parlato con l'avvocata, la porto in Tribunale.”

Una volta finito questo discorso sento sarcasticamente indietro della mia testa la sua voce con un diminutivo che mi snerva di per sé sentirlo:

    “Irica... Irica..”


 

  Quanta arroganza e prepotenza c'è in queste donne cattoliche, io non sarei tanto sicura che sono gli uomini a dirigere il mondo.


 


 


     Mercoledì, 20.09.2017


 

   Telefona Oriana per vedere se finalmente abbiamo finito:


 

   - Oriana io avrei cambiato anche il loro letto, metterei quello grande qua.

    - Quello lo prendiamo noi, per loro è troppo grande. Guarda che c'è nel paese vicino una ditta che fa i letti.

    - Lascia stare questo brutto che hanno adesso è stato fatto di loro.

     - 10 anni fa? Adesso sono moderni e fanno roba di qualità.

      - In somma... piumino per loro ho visto due qualità.

     - Compra quello migliore, tanto lo pago io. Prendi soldi da Corina se ha ancora e vedi che avevo detto e a lei di guardare ai piumini.


 

    Telefono da Corina per chiedere:

 

     - Corina hai guardato ai piumini?

      - A me Oriana non ha detto di comprarlo, ho visto il negozio.

     - Sai qualcosa di quella ditta per i letti?

      - E' un parente del vicesindaco.


 

E seppure vogliono tanto andare ad ospedale eccoci qui con Corina dopo qualche oretta arrabbiata con il suo abituale viso nero:


  - Ma perché hai messo il tavolo accanto al muro? Franco ha detto di metterlo in mezzo.

   - Stai calma, gli anziani non volevano né le nuove sedie qua.

    - Butta quelli vecchi!


 

A parte che io parlo con Oriana non con Franco.


 

   - Adesso lascia cosi le cose, quando verranno loro in estate faranno come vogliono.


 

   Hanno anche loro ragione, per loro deve essere comodo, questa era idea iniziale, in quanto troppo anziani. Quando i giovani abiteranno qua faranno come li pare, Corina sta superando i limiti del buon senso.


 

   Poi con lo stesso tono alzato e il viso nero parla con la madre, ma questa donna quarantene è impaurita proprio della madre:


   - Prendo appuntamento dalla dottoressa a quale è andata quella di X?

    - Prendi.

    - Ti porta Giulio là.

 

   Corina pare una bottiglia di pepsi che sta per esplodere, con il suo viso nero che può essere invidia e odio mi sta dicendo:

 

    - Tu accompagni domani mamma da ospedale.

     - Io non accompagno nessuno da nessuna parte! Non ho nulla da fare con questa vicenda.

     - Giulio ha detto che vai tu con lei.

     - Giulio non mi dice cosa fare, chi è lui per decidere ciò?!

     - ?!

     - Sei tu che vuoi portarla da ospedale così che l'accompagni tu.


 

    Cielo lei è senile, ma gli altri? Comunque tutte queste pretese e orari siccome io sarei a loro disposizione come una badante mi hanno fatto arrabbiare. Corina è ammalata, lei stessa gira mensilmente ospedali e dottori, così che raccomanda lo stesso anche agli altri.


 

Corina va dalla dottoressa di qua per dirle di questa nuova mossa, poi torna:


   - Anche la dottoressa ha detto che non ha cosa farle a sua età.

    - E' logico: ha 75 anni. Vuoi che camminasse come a 20?!


  Questa anziana ha grandi problemi ad accettare l'età che ha, con tutto quello che lei implica incluso l'indebolimento fisico. Da 2 anni sta solo in cortile, è annoiata così che domani farà una passeggiata. Sono sorpresa che pur giovani e conoscendola gli altri si stano tanto impegnando per accontentarla nei suoi capricci. Bah ...


 

    In somma la mia intuizione funziona benissimo, la figlia di Giulio era in ospedale per problemi mentali seppure fa la psichiatra. Succede che i medici si ammalassero delle malattie che loro stessi stanno curando. Era anche logico lui stava dicendo che è in ospedale senza dire mai cosa ha.


 

  Dopo tutto il casino di prima, adesso Corina stava parlando al telefono con Oriana, calma, molto calma rispetto al tono di prima:


   - Diana di Giulio era stressata... non poteva più dormire..... adesso sta meglio... si è ricreata.

    - ?!

     - Ho pagato elettricista ieri sera.....


 

  La settimana scorsa l'anziana sentendo la vicenda della nipote, aveva una sola preoccupazione:


 

  - Ha piccolo, per questa è in ospedale.

    - Perché? La gravidanza è una malattia?

    - Ma se non dice cosa ha...

    - Quindi sarebbe vergognoso dire che è gravida?!

     - Non c'è più vergogna né qui da noi...


 

  In effetti e quella li abita in una grande città non in una piccola setta.


 

    Io avviso Oriana che me ne vado: si arrangiano. Ormai la ristrutturazione è finita, c'è solo un bel po di roba da mettere apposto:

 

    - Oriana, io mi prendo la valigia e vado via. Vi lascio con le cose a metà.

     - Stai sister... Mamma è la?

     - Dammela un po.

 

   Non ho realmente pazienza e né comprensione per queste cose. Le ho detto già parecchie volte per tirare fuori dalla sua testa che io starò qua e curerò loro, niente da fare. Si agganciano quando di uno quando di un altro e lo fanno da decenni.


 

  Più tardi arrivano due giovani per la garanzia della caldaia. Arriva e Corina, anche lei ha la caldaia in garanzia e si paga poco più di 20 euro ogni volta quando li chiami. Poi in cortile lei inizia parlare “normalmente” con la madre siccome nessuno fosse presente, i giovani erano ancora qua. Corina c'è l'ha con i loro soldi, la loro pensione sta diventando di grande interesse:


 

     - Hai pagato tu? Da dove hai soldi?

      - Ho ancora da quelli che ho ricevuto per il grano. Volevo darli a Diego per l'aiuto con l'uva, ma lui non ha voluto prenderli.

     - Tieniti i soldi, ti serviranno domani ad ospedale.

      - Ma sai … solo Oriana spende soldi.

      - ?!

     - Dovevo ricevere del grano dal cognato, mi ha dato un secchio e da altre due sorelle devo ricevere due secchi di grano. Ho lasciato perdere, quello li non è sano.

 

Intervengo:

 

     - Ma chi è sanno qui da voi?!


 

    Corina si allontana senza rispondere, ogni giorno si parla di ospedali e di medicine cosa poteva dire?! Resti con l'impressione che ci sia una comunità ammalata.


   Va bah Oriana è proprietaria qua e fa quello che li pare, non vedo perché dovrebbero anche gli altri fratelli or sorelle spendere soldi in una casa che non li appartiene.


 

L'anziana è soddisfatta di seguito a questa vicenda, sorride contenta: i figli si stanno impegnando accordandole attenzione. Bah.... Lei non sa cosa hanno loro in testa.


 

   E telefona Giulio, trasmetto a questa anziana cosa ha detto:


    - Ha detto Giulio di farti una valigetta con ciabatte, pigiama, vestiti ecc. , se rimane ad ospedale lui non fa ancora un viaggio per portarti queste cose.

      - Non porto nulla, mi porterà lui poi.

     - No, ha detto di prendere con te quello che ti serve.

      - Non porto nulla.


 

  Mi pareva, solo il pensiero che non verrà più la turba. Va bah ma lui lavora non è che ha tempo a fare dei viaggi secondo i suoi capricci. In primavera è stato scontento di tutta quella vicenda con Corina, la madre non si decideva rimanere là. Che poi è anche una città lontano, ma se lei vuole andare là...


 

    - Prendi anche dei documenti con te.

     - Ma chi ha detto che resto ad ospedale?!

     - ?! Tu resti ad ospedale, di a Giulio di prendere la pensione.

    - Che la prenda chi vuole, non mi interessa la pensione. La prendi tu.

      - Non, io vado via. L'anziano va da Corina.

     - Ma dove vai tu?!


 

   Lei pensava che farà solo una passeggiata, giusto per uscire dalla routine. Eh pazienza... il desiderio le sarà esaudito. Secondo me morrà in ospedale, a me sinceramente spiace tanto per questa vicenda ma se lei spera nei miracoli dalla sanità rumena questa è.


 

    - Iris, per domani al pranzo fai quello e quello...

     - Per chi?!

     - Io cosa mangio quando torno?

    - Tu resterai là.


 

   Mi viene a piangere, pare che non capisce né adesso cosa ha allevato né in bene e né in male. Pare che non ci conosciamo ma ognuno di noi è accettato cosi com'è.

 

 

 

  Giovedì, 21.09.2017

 

    E' tanta tranquillità in cortile: mi la godo. E' stata una forte pioggia stanotte, fortunatamente ha lavato la polvere dal cortile e dal orto. Poi questa donna faceva un sacco di dramma inutile, con agitazione da tutte le parti diventava snervante per me star fuori.        Adesso si respira.


 

    Tuttavia spero che non si fermerà ad ospedale, l'anziano da solo non c'è la fa ed io non intendo fermarmi. Pare che lo facessi apposto, la settimana scorsa le ho detto:


 

   - Quando finirà qua vado via per qualche giorno.

    - Quando sarà finito che senso ha andartene di qua?

     - Vado a farmi una vacanza, una vera vacanza.

 

   E' vero ho Vienna da tempo in testa, ma meglio non li dicevo. Tutta questa roba con l'ospedale non mi piace, le analisi sono buone meglio che a un giovane.


 

E bang proprio adesso viene anche lui:


    - Vieni a darmi una mano con l'uva.

     - Oggi piove, lo fai domani.

     - Non piove gran che.

      - Volete ospedale, ma il vino e l'acquavite non mancano di qua.


   In somma sto anch'io esagerando per una vita hanno vissuto cosi, non riescono rinunciare a certe abitudini e perché dovrebbe farla?! Già non hanno la loro casa, la cascina che è rimasta loro, in realtà viene modernizzata e ammobiliata di Oriana: praticamente si sentono estranei qua.


 

Ed ecco avevo ragione: resta in ospedale per 2 settimane. Vedevo il suo viso parecchio scontento prima delle 11 cosi che telefono da Giulio:


    - Allora come va con la nonna?

     - Resta in ospedale.

     - Per quanto tempo?

     - Per 2 settimane, vediamo cosa sta dicendo la dottoressa.

      - Per le gambe?

      - ?! Successo con le faccende domestiche.


 

Sarcastica la sua ultima frase, non è la prima volta quando rimarco il suo sarcasmo. Lo stesso sarcasmo lo rimarco a Gino, figlio di Corina.


   In primavera apposto di portarla dal dottore per le gambe, quella che a lei dava realmente fastidio, l'hanno portata da neurologo, poi intendevano portarla a una tomografia, dallo psichiatra ecc. ma nessuno dei due ha pensato alla banale analisi di sangue e di urina. I medici neanche.


  In somma ha vinto Corina, da mesi voleva portarla in ospedale. Ecco adesso è riuscita, io avevo detto già da ieri che vado via: non mi interessano cose del genere. "Ha vinto" ma cos'è qua, una gara?!

 

   Ho telefonato anche da Oriana in speranza che calmerà gli spiriti qua. Mi è passato in testa telefonare e a Monia, magari lei essendo più calma, non implicata emozionalmente in questi giochi di controllo e ....di avidità..., poteva calmare gli spiriti troppo accesi. Non l'ho fatta e adesso mi spiace.  "avidità"?! Ma cosa centra?!

 

  Vado fuori per informare il vecchio:

 

 

   - Papà, la nonna è rimasta in ospedale.

    - Cosa?

    - E' in ospedale!

     - Hanno avuto incidente?

     - Lasciamo stare.


   Continuo a piangere, adesso snervata. Pare che la sua sordità fosse un muro alzato tra lui e vari persone, io sono una di esse.


 

Tutta questa vicenda mi sta sbilanciando, è anche una città lontana e nessuno andrà fin là per vedere come sta.


 

   Ma perché devono succedere tutte a me?! E' una zona scura dentro di me, pressante, nella mia testa risuona “tu, va avanti.” Poi arriva la musica del mio sito, da tempo ignorato.


 

   Chevaliers de san greal


 

 

 

 


 


 

 

   

    Dopo mesi di pausa ecco adesso entro sul sito! Vedo che la parte con la terminazione info è nello stesso modo: impossibile di modifica. Entro anche sulla mail e trovo una fattura per questo dominio dal 26 aprile, se l' avevo davanti agli occhi come tutte le altre, l'avrei pagata allora. Così l'ho vista solo adesso, ci provo lo stesso ma non ci riesco ormai ha valore 0.


 

    Deve essere equinozio oggi, se non lo è stato già ieri. Sento energia diversa, più calma. Nei giorni scorsi pareva che mi stesse spazzando via ed io faticavo gestire tutte queste energie che arrivavano da me da vari fonti.


 

    Ed eccola qua. Corina arriva in controllo, serena e calma siccome tutto fosse apposto. In fatti speso veniva qua con un viso nero, quanto impaurita, quanto arrabbiata. Oggi no.


 

   - Cosa cerchi?

     - Guardavo... non posso guardare?

    - ?!

     - Che vestiti ha presso la madre con lei?

    - ?!

    - Papà dov'è?

    - Fuori.


   Va nel orto per parlare con papà, sento solo lui dicendo con un tono deciso:


 

    - Non vado via dalla mia casa.

 

  Corina ha un rapporto strano con la madre, pare che ci sia in una continua guerra con lei e con noi.


 

   Mia madre con il suo viso scontento, non so quanto per la situazione in quale si trova e quanto si preoccupa che io andrò via e resterà il vecchio da solo. Poverina.


 

    Alla fine l'ospedale è una sua scelta, ognuno di noi fa le sue. La madre ha un carattere forte e ci tiene proprio che camminasse meglio. Speriamo che vada tutto bene e che il desiderio le sarà esaudito.


 

Chiudo la serata con una forma pensiero di Oriana, scura e gonfia, proprio davanti a me esprimendo il suo scontento: “La mamma è in ospedale, e lei vuole vacanza?!”


 

  In effetti la mia vacanza resterà per più tardi, pare che il destino stesso mi facessi dei scherzi.


 


 

    Venerdì, 22.09.2017


 

Che fortuna! Sta piovendo e fa freddo, noi abbiamo finito con tutti gli operai già mercoledì, se non qui sarebbe stato un bel disastro con tutte le cose fuori. E una volta finito il casino, la madre non c'è più.


 

   Ho iniziato bene la giornata ma è bastato vedere le sandali adoperati quotidianamente di mia madre che bang mi viene a piangere. Non lo so ho una strana sensazione siccome lei stesse morendo. Magari sto esagerando. Comunque queste vicende famigliari tanto complicate mi stanno parecchio sbilanciando: preferisco allontanarmi.


 

   E pure l'equinozio è oggi, è lo è da un millennio in 22 settembre, strano che sia rimasto 21 celebrato artificialmente. Per me è una giornata molto calma, dopo quella molto intensa di ieri e di l'altro ieri oggi mi sento sollevata.


 

Comunque papà è triste e silente, con la madre comunicava bene con tutta la sua sordità. Speriamo che riesce superare questa solitudine, continua silente e tranquillo a fare le sue cose come prima.


   Il cuore mi da un lieve dolore per tutta questa vicenda con la madre in ospedale. A me non pareva decisa, non era convinta di fermarsi là tutto li. Pare che io avessi paura per la loro morte.


 

   E non ditemi che questa astrologa non sia buona! Caspita, sono giorni che mi muovo sulla sabbia mobile nel rapporto con la madre, con il padre e di li con tutti gli altri fratelli e sorelle.


 

    “Osservando il Cielo Astrologico dell'Equinozio, stavo notando come molti aspetti planetari portino l'attenzione sulla possibilità di guarire una delle relazioni più importanti e delicate della nostra vita, quella con i genitori. Tanti tipi di conflitti nascono da qui, da come ci siamo sentiti amati, da quanto ci siamo sentiti visti o non visti, riconosciuti oppure non presi in considerazione. Su questo terreno si gioca la partita della crescita matura o del rimanere in ostaggio dei bisogni inascoltati del nostro Bambino Interiore. La relazione con i genitori determina il senso di radicamento e di accettazione della vita. La qualità del primo respiro, quando abbiamo preso la vita da nostra madre, descrive poi la modalità con cui andremo a sviluppare l'esistenza, con quanta grinta e volontà la creeremo o se saremo soggetti a doverci far largo in mezzo alle nebbie della paura.

 

 

 

(...)


 

 

 

 

   Il Segno dei Pesci è collegato con il senso di sacrificio, mentre la Vergine rappresenta il discernimento: vogliamo ancora seguire le orme della famiglia in modo cieco ed inconscio, oppure preferiamo analizzare le radici, per liberarle dai diversi pesi di un'amore mancato, per costruire un nuovo senso di appartenenza? Oppure abbiamo un'altra opzione: liberare i genitori da ogni tipo di richiesta che abbiamo fatto loro, pur se legittima, accettando di essere stati amati per quanto fosse loro possibile, liberando lo sguardo dalla pretesa. Così diventiamo adulti. Ci prendiamo la responsabilità di ciò che siamo, riconoscendo da dove veniamo. Lasciando andare, diamo a noi stessi ciò che vorremmo ci venisse dato da qualcun altro e proseguiamo il cammino, liberi per quanto possibile dal passato.  “


 

Stefania Gyan Salila


 

    Sentivo che questo equinozio abbia qualcosa di particolare per me cosi che sono arrivata in serata al articolo giusto. L'unico che realmente mi da qualcosa, sono deliziata leggerlo.


 

E mi ferma l'urla di una gallina, a quest'ora cioè 22, 20 chi la taglia?


 


 

      Sabato 23.09.2017


  Vado dal negozio e trovo Walter:

 

    - Allora papà come sta?

    - E' parecchio triste. Non è che io sono piena di gioia.

    - Passeremmo da lui un giorno. Comunque mamma sta bene, fa trattamento. E' passata Diana da lei. Andremmo e noi un giorno, può darsi anche Corina.

    - Se fosse qui vicino, qualcuno passava per veder come sta. Ma cosi lontano?

     - 2 settimane.


 

    Fortunatamente arriva Dianna:


    - Allora come sta la nonna?

    - Bene, è tranquilla. Si annoia a far niente.

    - Ha la possibilità di star fuori?

    - Solo se la accompagna qualcuno, si trova al piano 5. Vedo che il nonno sta bene. Mi immagino che eravate contenti sentendo la notizia.

     - Non proprio, io le ho detto che lei si è fermata da ospedale e lui mi ha chiesto se hanno avuto incidente di auto. Con lei comunicava.

       - Ho detto a nonna di parlare con le anziane che sono li e mi ha risposto ”sono ortodosse, cosa vuoi che parlassi con loro?!” Nonna ha delle fissazioni, ma non sono sempre persone?

     - Diana, la nonna non cambia a quest'età.

     - In effetti vuole camminare come noi, ma lei è anziana.


 

Noi due abbiamo fatto un sacco di dramma, tutti quanti sono tranquilli.

Adesso si stiamo tutti due meglio, io non sapevo dove lei sia finita visti i discorsi strani di volta scorsa, papà ha capito che fosse un incidente auto. In somma.... Tuttavia il cuore sa quello che sa, questa vicenda non è di mio gradimento.


 

   Ho fatto un bella pulizia, poi guardo ai pavimenti che non splendono come mi avrebbe piaciuto penso “questa casa non è mai abbastanza pulita” e bang arriva la musica del sito. Strano.


 

  Chevaliers de San Greal

 

 


 

 


 

   

 

   E' stata tempesta solare in 10 e 11 settembre, può essere una spiegazione per il nervosismo e l'agitazione che era qua presente ormai in tutti, me compresa.


 

    Sto leggendo il raggio blu (i nati tra 1950-1975), il raggio dimenticato,  bah mi ritrovo in descrizione non solo con la data di nascita. Bello sarebbe di leggere ed un analisi circa gli adulti indaco e ritrovarmi anche in essa.


 

 


 

   Domenica, 24.09.2017


 

   Laura andava alla messa del mattino e non osava passare per paura del cane che è qua da ieri. Non so da dove sia arrivato, a quanto pare ha rotto il guinzaglio. E' simpatico, è piccolino quindi l'ho lasciato li.


 

  - Laura ma tu hai cani grossi quanto la casa e hai paura di questo piccolino?

    - I miei sono chiusi, io non entro da loro.


 

  Quando torna dalla messa uguale esco per essere presente, poi parliamo di cani:


   - Il signore dal quale Olivier ha comperato un sacco di carne per i cani le ha detto “ questi qua mangeranno anche te”.

   - Stava esagerando, Olivier è il loro padrone.

   - Stupidi! Mordono la mano di colui che li nutre?!


   "Mordono la mano di colui che li nutre"  E' un espressione con una connotazione molto più ampia, come vedo si adopera anche questa un po dappertutto.  Fa parte dalla nostra non molto antica cultura, che non agreava per niente la libertà. Pensiamo a uno schiavo che viene nutrito dal suo padrone, e questo sfortunato un giorno decide ribellarsi e chiedere la sua dignità.


 

   Ne sentivo parecchie stupidaggine del posto, li ignoro. Poi arriva la musica del sito e vedo 12,21 per due volte, avendo due telefonini.


 

    Dovevo lasciare la caldaia accesa sin da subito, fa freddo e papà cosi anziano com'è non vuole accendere la stufa, può darsi per risparmio. La caldaia la madre non la voleva accesa per lo stesso motivo: risparmio. Io l'ho accesa e spenta per 3 volte abbastanza veloce cosi che adesso non riesco più riaccenderla.


 

   Più tardi vedo e 14,14. mi muovevo di là e di qua aspettando qualche chiarimento, non solo circa il sogno ma in generale.


   “Nella stanza dei miei, aprendo il cassettino dove solitamente loro tengono il portafoglio, è un giovane alto, più come un ombra.”


 

   Può essere il risultato dei miei stessi pensieri, non accetto che la madre sia dichiarata pazza a prescindere dai soldi. Se loro danno qua e là e qualcuno dimentica portarli indietro, non sono loro il problema, ma chi approfitta dalla loro generosità.


 

  14,41 ho anche il computer e adesso sto scrivendo. Ed è arrivato Giulio, io sapevo che lui arriva alle 14.

 

   - Giulio!

    - ?!

    - Ma non alle 14 vieni di solito?

    - Finisco il lavoro ma poi sto ancora là. I zingari sono passati ancora di qua?

   - No, sanno che sono io qua. Poi in questo vicolo non succede niente.

    - ?!

   - Dalla strada non è visibile il cortile, ma hanno la fortuna con i vicini: vedono tutto lì.

    - Mamma prende troppo in serio cosa li sta dicendo la zingara, hanno la mente di un bambino.

    - Dopo i 70 anni pochi restano con lucidità mentale. Sono creduli e innocenti ... non hanno difesa...

 

   Non hanno difesa mi è venuto a dire ma mi sono fermata, pensavo alla difesa psicologica come discernimento per sapere la verità. Ma quanti di noi lo hanno? Non veniamo tutti imbrogliati di qua e di là di vari persone or di qualche ideologia che sia politica, religiosa or di un altra natura? Penso che siano in pochi su questa terra a sapere sempre la verità.


 

 Arriva anche il papà e chiede, sapendo del discorso che ho fatto alla madre prima di partire:


  - Giulio, prendi tu la pensione?

    - No.

  

Intervengo sorridente:

 

  - Papà vai a prenderla tu, cosi fai due passi.


 

  A me dava l'impressione che l'ultimo sentiva molto bene e ha anche una buona memoria. Sentivo nervosità, in effetti li lascio a mettersi d'accordo e vado nel orto.


 

   Io vivo in gratitudine


 

  Manaccia questa mancanza di sport come mi sta appesantendo. E' bastato fare qualche passo adesso in serata e bang mi risento. Il negozio era chiuso, magari il commesso era alla messa. Con i diffusori che hanno fuori, sentivo la voce del prete di qua e anche da più lontano. Domani vado in città, ma io sto li a sorvegliare il cortile? Devo camminare.


 

   Non sono più entrata su Fb da mesi, ecco ho fatto anche questa stasera. Guarda il caso proprio ieri è stato il compleanno di Stefania, l'autrice del meraviglioso articolo che ho trovato ieri.


 

Bella questa

 

   “Un vero Maestro non nutrirà il tuo ego e non si lascerà guidare dai capricci della tua mente. Siccome non rispetta quelli che credi essere i tuoi bisogni, penserai che non ti capisca o non ti voglia bene. Invece potrebbe essere l’unico al mondo in grado di amarti, comprenderti ed aiutarti davvero.”


 

  Se sono le parole di Fabrizio non lo so, lui le condivide e vale la pena riflettere sopra. Io pensavo al solo maestro in carne e ossa che io ho conosciuto e da lui viene questo incoraggiante “ tu, va avanti.” Per intero era "Ti accuseranno di cose mai fatte. Tu, va avanti." Adesso di seguito alla vicenda con i genitori in quale mi trovo mischiata, penso che non abbiamo un solo Maestro nella nostra vita.


 

   Io tutta estasiata con le vicende su Fb, papà pare che si spegnesse accanto a me. E' raffreddato, è solo e non ha più grande forza fisica. Questi qua con il loro ospedale, con i loro soldi e via dicendo. E' brutto essere anziano. Non dovrebbe essere brutto, ma adesso è cosi, magari in futuro sarà un approccio diverso e rapporti umani più maturi e onesti. Magari in futuro gli anziani non saranno più colpiti in massa di demenza senile e potranno vivere serenamente. Comunque mi sentivo colpevole per la mia gioia.


 

     Eh no guardo indietro sul testo e vedo che ieri sera ho letto il raggio blu, l'altro ieri ho letto l'articolo di Stefania. Strano che io fossi cosi sicura, adesso si che rimango parecchio male per la signora . Non ho avuto la minima intenzione di dire qualche bugia, ero cosi estasiata. Non è un caso, sarebbe anche lei un raggio blu visto la sua passione per astrologia.


 

    23:23 ne vedo parecchio i numeri doppi oggi. Il cane che da sabato sta qua, fa il suo lavoro: abbaia vicino al cancello. Io pensavo che lui sia inoffensivo, stamattina Laura non osava passarli accanto.

 

 

  La madre arriva in cortile cammina normalmente, ha nelle braccia rami di albero con foglie sani, verdi. Guarda con severità in un angolo del cortile.

 

   Ma che cos'è là? A quest'ora non ho intenzione di alzarmi dal letto.


 


 

    Lunedì, 25.09.2017

 

   In quel angolo non è proprio niente, lì si accumula acqua quando piove molto e di là iniziano le scale per la casa di Oriana. Beh...


 

  Io ho sempre capito il suo malcontento, tuttavia è stata una sua scelta, il suo spazio abitativo si sta riducendo da un anno ad altro. Adesso si è una cucina grande ma quella piccola era abbastanza per loro due, la cucina grande servirà ad Oriana loro sono in 5. Solo che gli anziani già ridotti a una cascina da una grande casa, adesso hanno perso la cantina, l'entrata della cantina e un corridoio: le è rimasto solo la stanza per dormire.


 

  Certo è che questa vicenda famigliare mi da tanta pesantezza, cosi che arriva la musica del sito e il “va avanti”.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

    Va bah ma il sito non può arrivare nella mia attenzione in uno stato di gioia e di leggerezza? A quanto pare no. Io ho iniziato a scrivere in novembre 2003, allora passavo una enorme “oscura notte dell'anima.” Enorme davvero, pareva che fossi scesa negli inferi.


 

  Che mi snervano anche questi qua... Da quando ho il computer utilizzo Firefox come browser, e ricevo ogni santo giorno almeno un messaggio di tipo: “passa a microsoft edge per aumentare quello or quel altro...”.


 

E' un tempo stupendo! Ne sono grata, dopo i giorni freddi con pioggia, mi godo il sole e il star fuori.


 

   Quella immagine stupenda di geometria sacra, condivisa ieri sera per il compleanno di qualcuno, è dentro di me. Guarda il caso anche quella apparteneva a Stefania.


 

   Che carina l'esperienza con le noci, li guardavo come delicatamente escono dal guscio, la boccia naturalmente si apre e quando i ultimi fili che la leggono si seccano la noce viene giù. Pensavo che sarebbe meglio fare una foto con la sequenza del frutto maturo e chiamarla il frutto … proibito... Proibito? Ma non era la mela, nel immaginario cristiano, simbolo di conoscenza proibita? Magari la noce è simbolo di conoscenza in un altra cultura. Sì, nella cultura greca è il frutto di .... Apollo... Non, è di Giove. Non è detto che tutto che mi arriva in questo modo sia perfetto.


 


  Questa vicenda con la madre... mi snerva. Da quando lei è andata via non telefona più nessuno qua per dirci qualcosa. Ci provo io a Walter, non ha risposto nessuno, magari sono ancora al negozio. Adesso sono tutti 3 là.


 

   Sto correggendo le pagine precedente del sito. L'anno scorso in novembre sono state delle esperienze molto particolare, pareva che il cielo stesso fosse aperto per me. Splendida pagina, volevo darle un titolo, ma è tropo ricca si parla di grandezza, tradizione, Sekina, Eros, Alchimia. A un certo punto sento un respiro accanto a me, alla destra, è un energia calma. Continuo indisturbata la mia attività, ormai da anni sono piena di esperienze un po particolari.


 

   2 settimane si riprende parecchio in vari discorsi, perfino io potevo stare in Germania e farmi una vacanza di 2 settimane. Ecco né oggi accetto la mia scelta. Ma perché non andare in Spagna? Stefania è in Ibiza, là è anche quella lettrice di Akasha. In tanti vano li, magari non si vive proprio bene a causa della chiesa e della crisi ma come turista è bello dappertutto.


 

  Se ha da fare con i miei pensieri or loro stessi stanno pensando a me non so, certo è che in tarda serata ho sentito in italiano "Hai capito?!" Poi Gilberto è presente alla sinistra, un viso sereno ma incuriosito, Ada è davanti alla mia fronte, vestita di nero con la stessa attitudine decisa, è scontenta nel viso. Il loro lavoro sta finendo.


 

  Chiudo la giornata con uno stato di pesantezza enorme, non ha nulla da fare con l'esteriore è tutto dentro di me. Ovviamente ho pensato che sia la mancanza di attività fisica il problema, mi risento parecchio senza le camminate quotidiane. Prima vedo l'orsa grande sulla verticale, poi in una zona buia è visibile la mia mano sinistra, li è un splendido anelo con pietra verde, sarebbe smeraldo? Continuo con vari affermazioni contatto le mie guide e via dicendo in idea di allontanare la stanchezza strana che mi buttava giù, una presenza invisibile fa il gesto di prendermi con tanto di scontento l'anelo dal dito. Mi fermo dal automatismo verbale, a quanto pare dovevo star li presente e l'anelo è li dove era prima.


  la mano sinistra è il ricevere.


 


 

      Martedì, 26.09.2017


 

“Alla destra in un angolo giù siccome fosse questa stanza è un rettangolo bianco di plastica come un apertura verso l'esterno.”


 

Comunque è piccola rispetto alla stanza, ma dopo l'intensa esperienza di ieri sera mi pare poco nel sogno. Con questa immagine mi sono svegliata, subito vedo in cortile Laura portando il latte per gli anziani.


    - Iris, si annuncia tempo bello fino a dicembre.

    - Meno male, con questo freddino ne soffro parecchio e si fa risparmio a riscaldamento.

    - Ma sai gli anziani...

    - La legna c'è. Chi la spacca?


  Passiamo a un altro soggetto:


   - Gianni deve farsi passaporto, con questa agitazione in Inghilterra non si sa. Quanto ci vuole?

    - 2 settimane, va veloce.

      - La mamma come sta in ospedale?

     - Bene.

     - E quanto si ferma lì?

     - 2 settimane. Fa anche lei vacanza.

     - Vacanza?! Là si riempe di energia negativa, tutti hanno dei problemi là.

 

  2 settimane, vedo anch'io che si riprende da un bel po cioè da agosto, ma esattamente quale sia il suo significato per me non so. Strano che tante cose si possono risolvere in 2 settimane.


 

 Ecco papà ben vestito, ha voglia di fare due passi:


   - Vado a prendere la pensione?

     - Vai.

     - Ma quante ne abbiamo oggi?

     - Siamo in 26, penso che sia arrivata.


   Torna contento dalla pensione:

 

  - La postina mi ha dato anche la patente di Corina.

    - Doveva portarla lei.


 

  Dopo 2 anni di scuola ed esami vari, Corina è riuscita averla. Solo che qui lei non è più stata dalla partenza della madre.


 

  Magari 2 settimane durerà questo male indefinibile in corpo, può essere solo il banale raffreddore, cioè un cambiamento di DNA.


 

    Allora caro universo dov'è la mia vacanza? Cosa mi sfugge? Magari non capisco i segni e le coincidenze cosi come deve.

Mi muovo di qua e di là nel orto, tornando in cortile vedo la porta dalla stanza di Oriana aperta, di lì usciva una splendida luce bianca. Mi sorprende: ma chi l'ha aperta? In effetti era chiusa.


 

  In serata, Olivier passando di qui guardava il cane:


   - Questo cane ha pulci.

    - Si ho visto che si sta grattando, ma lui sta fuori.

    - E' di X, volevano ammazzarlo poi l'hanno cacciato via.

    - ?!


 

  Mi spiace di non aver chiesto perché volevano ammazzarlo. Non lo volevano più? E' molto carino ed è piccolo, non è aggressivo. In somma...


   - Nonna cosa ha detto?

     - Olivier, nonna non è a casa.

    - Ma dov'è?

    - A fisioterapia per 2 settimane.


    Il cane si può fermare qui fino al arrivo della madre, poi farà lei come li pare. E' carino, ha tanta voglia di giocare. Per me va bene così.


 

  Ibiza girava in questi giorni parecchio nella mia mente, ed ecco oggi è il compleanno di Simona che abita là. La sola bella cosa su Fb, del resto tanta frustrazione traspariva in vari testi. Sono uscita veloce di là, non mi andava niente.


 


 

    Mercoledì, 27.09.2017


 

   Mi muovo di là e di qua avendo la stessa indefinibile pesantezza nel corpo. Ci provo con qualche affermazione positiva tipo gratitudine, ci sono tante cose belle nel adesso perché non apprezzarle? Sento gli uccelli cinguettando, è un splendido sole, ho visto un alba meravigliosa oggi. Niente da fare quello che si trasforma nel mio corpo, non dipende dalla mia mente.


 

….abbiamo baciato l'Uno.....


 

   Queste parole ci sono in un testo che parla di chakra della corona. Eh va bah l'abbiamo baciato già tempo fa e cosa di diverso e di bello mi ha portato? Sono anch'io piena di frustrazione come tanti altri

la guida di anima si mostra gesticolando, poi le appaiano le belle ali bianche.

  

   Dici?!


 

   Faccio due passi fino al negozio, Laura stava parlando con una donna del posto. Qualche negatività mi immagino, nessuna di loro due sorrideva tanto di meno ridere. Poi passo anche dal altro, lì era una commessa, al imprevisto arriva Vania:


 

    - Cosa fai, Vania?

     - Ecco di qua …. con tuo fratello.


 

    Sottolinea le ultime parole con sarcasmo, guardandomi con un viso piccolo. Eh che cazzo interessa a me? Questa gente che qui nasce e qui muore è un po particolare, non si muove da nessuna parte riempendosi di ogni tipo di frustrazione.


 

   La destra tedesca sta guadagnando terreno, è la seconda forza politica in Germania. Peccato! Hanno conquistato consensi con una dura campagna contro gli migranti, approfittando di quelli pochi attentati che sono stati li. Mi ricorda la destra italiana che in un modo uguale colpiva gli stranieri. Europa stessa è messa a dura prova in questi anni. Rimarrà unita, è un sogno millenario, un ottima modalità per evitare le guerre di territorio tra piccole nazioni, e una meravigliosa libertà di movimento.

 

 

 

 

    Giovedì 28.09.2017

 

  Ho dimenticato di dire a Diana di portare lana alla madre, si sta annoiando senza far niente e il lavoretto a mano le piace e l'aiuterebbe passare meglio il tempo.

 

 

  Esco per ammirare il tramonto. E perché non godermi la tranquillità e le condizioni che ho qua?! Che cos'è con tante lamentazioni da mia parte? Arrivo al computer e mi trovo con due sorprese:

 

  Che bellezza! Aurora polare in Norvegia, Windows con queste immagini ti invita non solo ai viaggi, ma ti fa capire su quale meraviglioso pianeta noi viviamo. Grazie, internet! Grazie Steve Jobs e grazie windows per la condivisione.

 

 

  Sto correggendo dicembre dell'anno scorso, mi tanto sorprende l'insistenza di mia madre di fermarmi qua nel inverno. Ogni tanto fa di tutto per fermarmi qua come adesso, in altre volte mi spinge.

 

 

 

   Venerdì, 29.09.2017

 

 Ecco i zingari al cancello, è un bel po da quando non li ho più visti di qua. Vado nel altra stanza per portare roba e cosi vedo una giovane vicina dandole qualcosa, su questo vicolo loro verranno ancora.

 

Che perdita! Sono arrivati Vania e Walter di qua e nello stesso tempo arriva un ragazzo per prendere il cane, occupata con loro due dentro solo vedevo questo qua girando nel orto e nel cortile.

 

    - Iris, mamma vuole qualcosa per vestirsi meglio.

     - Ho dimenticato del suo lavoretto a mano.

      - Ma tanto in 4 ottobre torna.

 

  Che veloce sono passate le 2 settimane, e pareva fine mondo nel primo giorno per noi due. Alla fine ci siamo goduti la tranquillità, ognuno di noi ha fatto le sue cose di prima con calma.

 

 

  Una volta finito con loro vedo il cane in cortile. Mi avrebbe piaciuto chiedere da quel ragazzo cosa sia con il cane. Ha tanta voglia di giocare, il suono del rubinetto lo sta snervando.

 

Mamma mia che freddo che fa questi giorni. Faccio due passi fino al negozio, Giulio tranquillo :

 

    - Allora come state?

     - Bene, non parliamo molto.

     - Mamma viene in 4.

 

 

   E così ancora una volta mi ricordo il desiderio di fare una vera vacanza, vedere qualcosa di diverso in perfetta libertà.

 

  La stessa pesantezza nel corpo mi snerva, ovviamente penso alla mancanza di movimento fisico e di divertimento. Reinizio i classici discorsi ma perché vengo sempre qua? Perché non permettermi una vacanza altrove, vivere in tranquillità e occuparmi ogni tanto del sito se questo voglio?

 

...avendo fede...

 

    Avere fede in cosa?

 

   Sento il bisogno di leggere qualcosa, di chiarirmi un po le cose. Vedo l'immagine di Saint Germain davanti a me leggermente sinistra.

    Mi alzo dal letto e giro poco di là e di qua in internet, l'indizio era chiaro, vado sul suo sito e scelgo a caso dalla serie Karisma il shoud 4. Caspita, proprio di vacanza si parla e … di destino dell'anima!

 

Poi ricorda i litigi e il dramma che noi stessi mettiamo in movimento per sentirci vivi.

Noi ci mettiamo in mezzo quando si parla di abbondanza: ci accontentiamo di poco.

Ci mettiamo in mezzo anche quando si parla della nostra stessa illuminazione e lo facciamo per vari motivi, uno di essi è la vulnerabilità davanti a oscurità, quella personale e quella degli altri.

In somma un testo interessante.

 

 

 

   Sabato 30.09.2017

 

   Mi sveglio sentendo parecchie strane energie del posto, e cosi restano per buon tempo, li ignoro al meglio delle mie possibilità.

 

 

   Trovo una giovane donna, Rosanna Liera, che ha scritto un libro “Arcangelo Gabriele”, nella recensione del libro si sta parlando proprio di destino del anima. Ormai mi sta in testa questa espressione.

 

  Il ragazzo è arrivato ancora per portarsi il cane:

 

   - Da quando avete il cane?

   - Da un mese mezzo.

   - E chi li da cibo ed acqua?

    - Noi. Veniamo una volta al giorno qua.

    - E' libero or in guinzaglio?

     - E' libero. Lo teniamo per difendere la casa, abbiamo ancora roba dentro.

     - Ma questo è piccolo.

     - Non importa, abbaia e i vicini lo sentono.

 

   Proprio non mi immagino che i suoi vicini stano agganciati alla finestra tutta la notte: i cani piccoli abbaiano a qualsiasi cosa. In somma con un po di fatica riesce portarlo via. Più tardi vedevo il viso del ragazzo sulla sinistra del mio, so anch'io che mi ha detto delle buggie.

 

  Papà essendo dentro e sordo, non ha sentito la vicenda, una volta uscito guarda da tutte le parti dopo il cane. A dire il vero si sentiva la sua mancanza.

 

  E' sole ed è sereno approfitto per star fuori, lo spazio di qua per me non è mai sufficiente. Voglio un mio posto, un posto dove anche posso camminare, sentirmi a mio aggio, in aggio con me stessa in qualunque cosa io faccia: del sito si occupi lo spirito. Pare che si sta già occupando! Davanti a me appare un essere senza viso in quel splendido blu, che non ho più visto da 2 anni, alla sinistra è un essere indefinibile, scuro, magro che si agita con le mani pare più energia che persona.

 

 

Dopo 4-5 ore ecco il cane in cortile, è il secondo improvvisato guinzaglio che sta rompendo. Piccolino.

 

… avendo fede....

 

  Avendo fede nella bellezza che è dentro di me riconquisto fiducia in me stessa.

  

   Si continuava con qualcosa la poesia del guerriero della luce, io l'ho completato a mio modo. 


 

  L'autrice accetta la mia richiesta di amicizia su Fb, voglio dirle grazie pensando che un fiore andrebbe bene per lei. Una splendida rosa arancione non completamente sbocciata appare davanti a me. Ovviamente questa le ho inviato.

 

 

 

    Domenica, 01.10.2017

 

   In pomeriggio la stessa strana pesantezza nel corpo. Non mi pare che avessi cause esterne.

 

  Un dente mi da un lieve fastidio, mi ricordo Ada dicendomi l'anno scorso “bisogna fermarsi per far qualcosa”. Dopo tanti anni mi sono fatta i denti e non è morto nessuno, ma mi la tiravo con questi denti una cosa pazzesca.

 

Apro il computer in idea di occuparmi la mente con qualche testo, ho trovato uno che mi va benissimo come ci mettiamo da soli limiti nella vita per paura, insicurezza, vittimismo.

 

Almeno Budapest che è qui vicino ed è considerata la meno costosa capitale europea, oltre a essere una tra i più belli, mi piacerebbe vederla.

 

  Prima di accedere a Fb mi veniva scrivere sekina delacroix. Poi vedo che Fb ha pensato già prima di me, da 5 anni fa è l'immagine di Mariane libertè, egalitè, fraternitè, laicitè, l'ultima era una mia aggiunta.

 

    Sono ciò che sono  ... avendo fede....

 

 

Questa espressione ...avendo fede... si riprende da giorni, pare che ci sia qualcos'altro da completare.

 

  Eh sì Kuthumi è leggermente verso sinistra, un dipinto che ricorda il raggio arancione. Che poi una rosa arancione è apparsa ieri.

 

    Papà è raffreddato, realmente fa molto freddo al mattino e alla sera.

 

    - Iris, non sto tanto bene.

     - Papà domani mattina preparati e vai dal dottore, è qui vicino.

     - Spero che resterò in vita fino al arrivo di tua madre.

     - Arriverà in 4, ancora un po.

     - Quando?

     - E oggi quanto hai bevuto?

     - Ma cosa ho bevuto oggi?! Mi pare che questa mi tenesse in vita.

 

   Quanto mi snerva ripetere ed alzare il tono. Quando la madre parlava con lui si sentiva su tutta la strada, penso che i vicini hanno rimarcato la sua assenza.

 

  Che poi lui era già cosi prima che se ne andasse via lei, l'avevo accusata allora di egoismo bastava che lo spingesse al dottore. Però lui aspetta la morte da quando ha compiuto 70 anni, lei vuole vivere 100 anni e si impegna in ciò.

 

   Sua sorella Maurizia viene incuriosita a farle una visita, non ha visto nessuno di loro due alla messa. Essendo spazio comune adesso volens nolens ci incontriamo. In limita della possibilità stavano dialogando.

 

    - Ma Iris si ferma qui?

     - Non so.

      - Perché Cellina è a ospedale?

    - ?! Ma sai Oriana con ….

    - Lascia stare la terra, pensa alla tua salute. Prendi delle vitamine.

 

   Poi molto decisa trovandomi ancora in cucina:

 

    - Iris dovresti portare tuo papà dal dottore.

    - Ma io devo portarlo?!

    - Che poi con questa sua sordità...

 

 

   Arriva e Giulio in pomeriggio, la caldaia era accesa: il vecchio aveva freddo.

 

    - Iris, meglio spegnere la caldaia: il gas è caro.

    - Senti, nei giorni scorsi è passato di qua Walter lui ha detto di accenderla perché il vecchio si stava gelando.

     - Io ho pagato nel inverno 40 euro con una temperatura normale.

     - Walter ha pagato più di 100 euro in gennaio, quando è stato molto freddo.

     - Hanno aumentato il prezzo al gas per due volte quest'anno.

     - Passiamo a legna, se il gas è troppo caro. Che poi loro pagavano molto l'elettricità.

 

 

  Aiuto, ragazzi! Solo di risparmio si parla qua. Tutti quanti impauriti che un bel po di soldi se ne vanno per il proprio benessere. Solo nei giorni scorsi, Laura non riusciva dormire a causa del freddo ma né apriva la caldaia.

 

 

   Certo che ben volentieri andrò a farmi un giro, cambiare situazioni, persone e dialoghi. Questa preoccupazione che non saranno mai soldi abbastanza ci sta limitando troppo nella vita.

 

 

   Adesso leggo un testo astrologico per ottobre e l'autore raccomanda fermarsi, aspettare che la vita ci venga incontro. In settembre io avevo una voglia enorme di andare in un viaggio, e mi sono trovata fermata. Adesso questo qua raccomanda star fermi, ma va...

 

 

 

     Lunedì, 02.10.2017

 

Aiuto questi soldi.

 

    - Iris lava questi, ho mutande lunghi troppo leggeri.

     - Vai a comprarti da Vania.

      - A Vania da gratis?! Costa soldi.

 

  Pigiama buttati di noi. Va bah ma solo ieri pensava che sta morendo in questi giorni, allora a cosa serve il risparmio?! Non lo ricevono in paradiso senza soldi? Un paio poteva andare, ma l'altro decisamente no.

 

   Sento la parola “risparmio” per una decina di volte al giorno, confesso che inizia infastidirmi tantissimo. E non la sento solo da lui, non è che sotto-sotto stia sempre la paura della povertà? la paura che non ci sia mai abbastanza? A me pare di sì. Alla fine io perche vengo qua, non per lo stesso motivo?

 

Eccolo:

 

    - Iris, mi pare che sto morendo.

    - Ah si quando?!

 

   Che poi tutto il giorno sento “sto morendo, non sto tanto bene, spegni la luce, stai attenta al riscaldamento, tutto costa soldi” e lui è come un barbone, sporco, magro, vestito malissimo. Aiuto! Che noioso. Ma chi cazzo mi mette a venire qua? Che scelte strane faccio.

 

   I find you

 

 

 

 

 

 

 

 

   A me pare che Demis stia tanto parlando di anima nelle sue canzoni.

  

    Sento un bel po di pensieri del posto, uno più bello del altro, non perdo tempo ed energie dandole attenzione, nel limita delle mie possibilità li ignoro.

 

    In pomeriggio vedo Walter davanti e più in là guardandomi intrigato.

 

    Carino il cane, sono andata dal negozio e mi aspettava con pazienza al cancello tutto contento vedermi tornando. Solo ieri mi ricordavo Angelo piccolino che in pigiama era venuto a trovarmi là:

 

    - Pensavo che sei andata in Italia.

 

Poverino.

 

    Ecco la sorpresa:

 

   - Iris, domani ti arriva la mammina a casa.

     - Ma non era in 4?!

     - ?!

     - Ecco cosi faro una passeggiata in città, non ho osato lasciare solo il vecchio.

      - Non dovevi preoccuparti.

    - Non sente.

    - Lascia stare, lui si arrangia. Comunque avrai tempo abbastanza per farla.

 

   In fatti avrò tempo. Non le ho comperato il piumino e le tende.

 

   Ma che strano però, solo qualche giorno fa mi hanno detto tutti quanti che lei tornerà in 4.

 

 

  Mi sorprende vedere chiuso da Corina, chiedo da Giulio:

 

    - Corina non apre più?

      - Ha cambiato l'orario, al mattino lavora da Walter.

 

   Beh... Di qui non è più passata da un bel po.

 

 

 

     Martedì, 03.10.2017

 

  Irlanda: terra degli elfi e delle fate. Ieri sera ho trovato un testo di Metatron e oggi continuo leggerlo e sognare. Quando ci arrivo là?

 

  La zingara ancora, mi da una mano anche il cane a tenerla a bada. Questo vecchio è sordo e la zingara è riuscita già lasciarli senza soldi nel inverno, non mi fido lasciarlo da solo.

 

 

    Potete essere.... quanto volete... ma io vi dico...

 

 

    Sono di Kryon queste parole. Pensavo al indipendenza, quella indipendenza personale che tarda arrivare nel concreto. Può avere legame con questo mio preciso pensiero.

 

Eh va bah sono le 16 e ancora non sono arrivati.

 

 

Ed eccoli qua! Mamma mia ma che rotta dal mondo è questa donna, pare che non riesce comunicare, non è stata qui per 2 settimane figuriamoci a chi sta lontano a lungo tempo.

 

Papà è sveglio eccome, basta non muore più.

 

 

Questa gente con il risparmio, mamma mia ma si stano impegnando anche per il risparmio altrui. Appena arrivata la madre le sembrava freddo dentro e mi dice di attaccare la caldaia. Dopo un oretta arriva e Giulio dentro:

 

   - Io vi ho detto di stare attenti con il gas.

   - Mamma aveva freddo, per me è uguale: sto tanto fuori.

    - Il gas vi tira i soldi dalle tasche.

 

  Va bah pazienza sono anziani, stamattina il vecchio si riscaldava le mani al fuoco.

 

Iniziamo daccapo ed è appena arrivata:

 

   - Iris domani compri una panna di 1 litro, quando torni dalla città.

     - Non compro niente. Va a farti due passi, ci vogliono solo 5 minuti fin là.

       - A me non serve niente.

       - Bene.

 

  Eh che cazzo!

 

Spaventata e di Giulio, viene dopo un oretta:

 

    - Iris, chiudi il riscaldamento, tanto stiamo sotto coperte.

 

   Aiuto. Questo risparmio a ogni costo.

 

 

   Sto correggendo qualche pagina indietro su questa parte del sito, cosi che mi ricordo che sin dal inizio cioè luglio 2009 mi auguravo che canalizzasi un giorno questa splendida entità Kryon.

 

   Io sono Kryon vedo scritto in bianco dentro la mia mente. Io non so se cosi avviene la canalizzazione, certo è che poi mi vengono le parole che io attribuivo a AA Michele … e ti porto questa verità … e poi vengono anche le parole che attribuivo a Saint Germain … possano le mie parole...

 

   Quindi un bel casino. Qui pare che sia un mischio di 3 entità, tuttavia scritte nella mia mente sono solo le prime 3 parole.

 

 

 

     Mercoledì, 04.10.2017

 

  Pochi accordi ... può essere I find you di Demis Roussos, risuonano nella mia mente.

 

Le stesse parole di ieri sera, li vedo e adesso in mattinata scritte in bianco dentro la mia mente Io sono Kryon.

 

   Strano, io collegavo il nome di Kryon a un altro tipo di musica e a una forte emozione.

 

 

  Stefano Z. condivide un video per oncologia che ricorda anche la vicenda di Tesla, Reiki e di tanti altri pionieri nei loro settori.

 

 

 

 

  

 

 

   

 

 

 

     Certo che l'umanità sta evolvendo alla velocità della lumaca, abbiamo tutti quanti tanta rigidità mentale accumulata nei millenni. L'intuizione e il sano istinto che alberga in noi è stato volutamente addormentato.

 

   Evviva un altro astrologo sta dicendo che luna piena ci aiuta a capire meglio quale sarebbe la direzione da prendere. Eh si questo è di mio gradimento, ho la spinta di andarmene da un bel po. E questa meravigliosa luna sarà domani sera.

 

 

   Ma questa donna è mezza morta, cosi è andata cosi è tornata. Un viso scuro senza vita, vittimismo al massimo:

 

     - Mamma quanti anni ha Maurizia?

      - Più giovane di lui con 2 anni.

     - Ma che differenza! Quella li dritta, ben vestita, questo qua sembra un barbone.

     - Hai figli, hai delle difficoltà.

      - Smetti con questa stupidaggine, non sei la sola donna al mondo con figli. Tu hai fatto tanti figli per conquistare il paradiso cattolico.

      - Ma non il paradiso ci vuole?

 

 

   In somma è inutile. Ma questa donna sta proiettando sui figli di tutto e di più, loro sono responsabili perfino del suo paradiso eterno figuriamoci quanto lo sono per altre cose terrene.

 

    Vado in città in idea di farmi una buona passeggiata. Prima passo dal negozio di Walter per cambiare i soldi, sorpresa là trovo sia Corina che suo marito:

 

     - Cosa fai Corina?!

      - ?!

 

   Questa qua tutta impaurita e nera si nasconde in magazzino. Ben mi saluta con :

 

   - Buongiorno, dove vai?

     - Bonjour, vado in città per una passeggiata.

 

  Come mi aspettavo le gambe mi danno parecchio fastidio, dopo settimane senza movimento è normale.

 

   In città sento due giovani donne parlando, mentre le passavo accanto:

 

   - Loro due sono pensionati e tutti due sono fuori testa. Quando esco di casa stanno commentando, quando entro in casa anche.

 

  Beh come vedo un po dappertutto a un certo punto iniziano dei litigi.

 

Contenta torno con le tende, non vedevo l'ora di metterle sulla finestra che poi ci volevano da un bel po:

 

     - Mamma, da chi sono i pasticcini?

     - Corina è passata di qua.

      - Ha visto che sono andata via.

      - ?!

       - Le è piaciuto il cane?

       - Non, ha detto che non ci serve.

        - Non ci serve?! Lei ha cane, a lei serve?

       - ?!

 

   Una strana famiglia si, questa giovane donna sembra più andata della sua mamma. E poi il cane secondo me e Giulio è una necessità, loro sono anziani e sordi, non hanno un buon recinto e non hanno un cancello. Come non serve qua?!

 

 

   Metto impaziente le tende, approfittando da quella poca luce da fuori: non c'è la corrente. Siamo rimasti non si sa per quanto tempo senza luce e senza riscaldamento. Mi ha sempre infastidito in Romania questo modo imprevisto di trovarti quando senza una utilità, quando senza un altra.

 

    - Mamma sono belle le tende, cosa dici? Pareva una casa vuota.

      - Potevi metterle finora.

      - Non sono stata in città, per non lasciare il vecchio da solo.

      - Nel inverno scorso eravamo senza tende qua.

       - ?!

 

    Si ha ragione a questa stanza non li ho messe fino adesso e mancano da anni!

 

    - Le ragazze ti hanno telefonato?

     - Chi?!

      - Oriana, Monia, Loretta per vedere come stai.

      - Non ha telefonato nessuno.

 

     Strano questo silenzio da loro parte.

 

  Fino alle 21 non viene la corrente. Mi muovo di là e di qua in cortile, è troppo buio e freddo dentro.

 

   Le energie di qua sono molto insistenti stasera.

 

   Ho tanta voglia di farmi un giro, cosa dici caro sé?

   Non abbassare la guardia, le parole sono dentro di me.

 

Sono valide per la prima idea espressa or per la seconda?


 

 

      Martedì, 17.10.2017


 Acqua, iniziamo a scoprire l'intelligenza della Terra oltre alla sua bellezza. La Terra è viva.


 


 


 


 


 

   

 

     Aiuto! Se con l'autorità non tiene iniziamo con la furbizia:


 

     - Iris, non posso fare niente, mi fa male una gamba.

      - Vai ad ospedale allora.

      - Non vado più.

      - La bocca non ti fa male? Dal mattino dai comandi.

     - Smetti, di grazie che sei sana e puoi lavorare.


 

    Non teneva con la gamba, inizia con altro:


 

     - Sto male, ho mangiato troppa carne.

      - Ti accendo una candela. Stai morendo?

      - Vedi se la stufa da me è pulita.

       - Ti accendo 3 candele?

      - Non hai vergogna? Io vi ho cresciuto, io vi ho dato da mangiare.


      Se con me non va, va dal vecchio:


   - Pulisci di là e di qua.

  - Cosa?


 

   In questo ritmo fra poco arriverà a pannolone! Sta regredendo moltissimo psichicamente. Va beh è il suo affare, solo che per me diventa una grande sfida avere tranquillità con una persona cosi acanto.


 

   E' un sole stupendo, una giornata meravigliosa e questa donna riesce snervarmi dal mattino. “Ignorare” vedo scritto su Fb, non lasciarci trascinati nelle energie altrui.

 

    Vado sul terrazzo per godermi il sole e il silenzio. Lei è in cortile con il classico singhiozzo, guardava ogni tanto furiosa verso di me. Aiuto, è troppo stretto per me qua.


 

    Senza antecedente penale è scritto alla sinistra.

E cosa centra con vicenda precedente?

    Sempre alla sinistra più vicino alla mia bocca appare la parola avvocato.


 

   Il vecchio è sordo e lei insista alzando il tonno e snervandosi:


  - Domani vai dalla dottoressa, mi fa male la gamba.

    - Io devo andare?! Vai tu!

     - Io non posso.

     - Non vado più, ti ho detto già di andare lunedì dalla farmacia. Sei andata?

     - Io non posso. Corina non ha tempo, quella stupida si alza alle 4 del mattino per fare pasticcini.


 

   Che ridicolo! Poi sento il suo forte singhiozzo, ed erano solo loro due là. In somma mi sto calmando dopo un buon tempo, fa lo stesso qualcosa non mi va qua


   Alla sinistra su mi appare lo stesso viso scuro, scontento, di questa donna.


 

   Questa mia vacanza tanto ritardata che mi permetterebbe almeno per un po respirare aria diversa e vivere in un ambiente diverso.

  Una forma pensiero di Oriana, molto scontenta, è accanto a me leggermente destra “ma chi è lei per farsi vacanza?!”


 

   Chiudo la serata vedendo una classica statua della Madonna e davanti a lei inginocchiata è un ombra femminile, pare un anziana del posto. Resta questa immagine per un bel po senza essermi molto chiaro il perché, poi alla sinistra appare grande il viso di Oriana or qualcuno assomigliante.

Si stano collegando le ultime due esperienze?


 

 


 

   Mercoledì, 18.10.2017


   Mi sveglio alle 5,30 del mattino per andare al bagno. Ed eccola li ben vestita pronta a farsi una passeggiata:

 

    - Ma dove vai con questo freddo?! Poi ti lamenti che ti fanno male le gambe.

    - Vado solo questo mese perché si sta facendo il rosario, poi non vado più.

 

   Ma dalla dottoressa ieri mandava il vecchio! In somma... Torna dalla chiesa dopo 2 ore, ha avuto tempo abbastanza per pensare a tutto e a tutti, perciò una volta nella loro stanza inizia urlare al vecchio:


     - Se va via Iris, chi farà delle pulizie qua?! Stai un po attento!

 

   Pare che la mia partenza la manda in ansia. E' sopravvissuta nel inverno scorso, lo farà anche in questo.


   La luna nuova di domani da un altra prospettiva astrologica: scopriremo una verità di cuore. Possibile. Ha anche un bel giorno sotto la vibrazione del 1, un triplo 1, cioè inizio su vari campi della comprensione. La luna ha anche un bella ora 21.12.38, se realmente è questa, ha da fare con la comunicazione.


 

  Poi trovo su Fb giornalista maltese anticoruzione assassinata 2 giorni fa, ti pareva che questi paesi piccoli e ricchi fossero esenti dal avidità e dalla criminalità. Non è cosi. Suo figlio è giustamente arrabbiato, questo FB, un poliziotto ha fatto un commento inadeguato.


  "Alla fine tutti hanno quello che si meritano, sono contento :)". Ha aggiunto pure la faccina stilizzata e sorridente, il sergente della polizia maltese Ramon Mifsud, uno degli uomini che dovrebbero indagare sull'attentato contro Daphne Caruana Galizia. Un post lasciato su Facebook dopo la morte della blogger e che ha scatenato l'ira del figlio della giornalista, Matthew Caruana Galizia.

 

 

 



 

 

 

 

 

 

"Poche ore dopo, mentre quel clown di primo ministro stava facendo dichiarazioni al Parlamento su una giornalista che per più di dieci anni ha demonizzato e aggredito, uno dei sergenti di polizia che dovrebbe investigare sull'omicidio, Ramon Mifsud, ha postato questo su Facebook...Sì, ecco il nostro Paese: uno Stato di mafia dove puoi cambiare sesso sulla tua carta di identità (grazie a Dio) ma puoi anche saltare in aria solo perché eserciti i tuoi diritti basilari. Come ci siamo arrivati?”.

 

  “Ci sono corrotti ovunque. La situazione è disperata”, aveva scritto la giornalista nel suo ultimo post.


 

   Ed eccoli qua: 2 giovani poliziotti sono in cortile! Strana coincidenza:


   - Abbiamo una denuncia dal vicino per il recinto, non avete rispettato la decisione della magistratura.

    - Vi mostro il dosare dal catasto.

     - Ma quello dal catasto sa di questa decisione?! Voi dovete rispettarla.

     - Ma come?!

     - Lei è anziana, vuole spendere dei soldi in tribunale?! Meglio vi mettete d'accordo.


  Dopo la loro partenza, la madre esprimeva il suo scontento:


     - Questo qua ha dei “amici” là su.

    - Ma io ti ho detto, lascia Oriana occuparsi di questa vicenda. E' la sua proprietà e voi siete anziani e sordi.


   Io non ho seguito la loro vicenda, sono anni da quando non si mettono d'accordo con il recinto. Giustamente or no gli anziani sono scontenti, altro che recuperare il terreno perso, devono abbattere un altro recinto e lasciare al vicino 30 cm di terra e 30 cm restano da loro. In somma è un grande affare per tutti due.


 

E' una giornata stupenda, pare che l'estate sia ancora qua.


    In serata telefona Oriana per assicurarli che è tutto apposto e non agitarsi inutilmente. Domani arriveranno persone specialiste per decidere cosa e come sarà fatto il recinto.


 

   Il vicino niente tranquillità, mi vede nel orto:

 

    - Buongiorno, come sta?

     - Bene, grazie.

     - Vieni per mostrarti dove farai il recinto. Hai rubato la terra! Anche qua vi ho lasciato io da me.


 

    Io mi allontano. Lui continuava, ma nessuno di noi le rispondeva. La madre sorrideva.


    - Lascia stare, lui ha voglia di litigare.

     - E mi ha trovato.


 

   Sono ciò che sono e mi arrivano le parole in inglese …. un fuoco, una fiamma....


   Sono le parole di Osho? Mi pare che si trovano in qualche suo testo.


   In questi giorni è esploso uno scandalo enorme con lo sfondo sessuale, un produttore americano e vari attrici di tutte le nazionalità sono coinvolte negli anni. Una civiltà basata sul dominio e prepotenza maschile se ne sta andando:


   "Sono a Berlino perché avevo bisogno di andarmene per un po', il clima di tensione è abbastanza pesante su me e sulla mia famiglia, avevo bisogno di respirare", ha detto. E ha confidato il suo stato d'animo dopo aver rivelato le molestie subite da Weinstein: "Devo ancora capire chi sono. Però è come se si fosse spalancato un portone enorme, sento accanto a me migliaia di persone, non mi sento più sola nelle mie battaglie. Una donna con un suo punto di vista personale viene definita spesso o troia o pazza, io non mi sento nessuna di queste cose. Sono una mamma, una donna che lavora e paga le tasse, ho persone che mi vogliono bene, mi sento una donna libera finalmente”. - Asia Argento


fonte: Repubblica


 

  Stranamente sto correggendo una pagina da febbraio 2012 dove un altra vittima, Sarah Scazzi è finita poi in un lunga criminalizzazione pubblica post mortem. Alla fine era lei, un adolescente spensierata, colpevole del accaduto. Ma questa è civiltà?


 


 

    Giovedì, 19.10.2017


   Arrivano al mattino gli operai, gli anziani agitati si muovevano di là e di qua.


   - Vado a chiamare Walter qua.

    - Ma dove lo trovi?

    - Se è al negozio, lo chiamo qua.


    Sentivo la loro agitazione:

 

    - Ma cosa vuoi che facessi Walter qua?

     - Per guardare se è tutto apposto.

     - Gli operai sanno cosa devono fare.


La mossa del vicino con la polizia ha effetto, gli operai non devono fare altro che rispettare il catasto.


 

  E' una splendida giornata


 

   My life...


 


 


 

 

 

 

   Gli operai iniziano il loro lavoro. La vicina dalla sinistra con quale lei ha frequenti litigi si affaccia al cancello per dire agli operai:


   - State attenti e rispettate le giuste distanze.


   Dico alla madre:

 

    - Questa qua ha costruito sul vostro terreno senza alcun permesso e adesso è molto preoccupata per il recinto. Dovevate allora farla abbattere.

    - Ma sai pensi sempre a non fare del male.

    - Quindi lei è entrata sul vostro terreno e sei tu a fare del male?!


   Questa donna non sa in quale mondo vive. Mi da l'impressione che sta litigando solo cosi per dare sfogo alla rabbia accumulata in decenni ma non per difendere i suoi diritti. Sono due cose totalmente diverse.


   Vado per comprarmi il caffè, passo e da Corina se pure era fuori. Ma questa donna è particolare, si anche lei, mi guardava con un viso piccolo e scuro. Ma cosa ha questa gente?

 

   In pomeriggio anche il vicino dalla destra era attento agli operai, insistendo con il suo:

 

   - 30 cm da voi, 30 cm da me. Domani mio figlio arriverà qua e abbatterà il recinto di là.


 

  Aiuto! Ma anche questi due anziani non sanno stare zitti, si muovono di là e di qua senza tregua. Inutile, le ho detto innumerevoli volte:


    - Siete sordi e anziani, non conoscete nemmeno la legge. Lascia stare dei discorsi con i vicini, è l'affare di Oriana.

     - Le ho detto “ volevi prendermi la casa vecchia, adesso vuoi prendere questa nuova?”


 

  Aiuto! Ma questa donna porta il vittimismo agli estremi, si parlava di 30 – 40 cm di terra non di una intera eredità!


 

E' un splendido tramonto violaceo, mi godo la tranquillità fuori.


 

    Sono ciò che sono.


 

   Ultimamente non dico altro, pare che sia abbastanza.


   Guardo sulla parte IV del sito, qua e là mi diverto rivedendo certi accaduti. Adesso mi diverto vedendo con quanta forza, per la propria difesa più che per la privacy altrui, scrivo quella cosa sulla prima pagina “ogni riferimento …. ai accaduti è puramente casuale.” Non è vero, è tutto reale. Ma va bene così.


 

    Questa anziana non può dormire, fa niente tutto il giorno cosi che non lascia ne gli altri a farla. Sta parlando molto forte, l'anziano ogni tanto dice:

    - Lasciami in pace! Lascia stare.

 

   Lei niente continua. Aiuto! E chi cazzo mi mette venire qua? Cosi che mi alzo e giro su Fb. Continuano le vicende delle donne molestate si agiranno ai milioni le denunce pubbliche avvenute grazie ai social. E' una piaga mondiale, lo è sempre stata. Poi un articolo dedicato ai giornalisti ammazzati per aver denunciato la corruzione. E cosi ciao la mia gioia di prima!

 

   “Settantaquattro giornalisti uccisi nel mondo l’anno scorso secondo il rapporto annuale di Reporters sans frontières, l’associazione che opera in difesa della libertà di stampa.
Di questi quanti sono stati massacrati per il loro coraggio di non allinearsi alla logica degli ‘yesman’?

Tanti, forse i migliori.


 

    Ma non crediate che questa tragedia riguardi solo il giornalismo; se è vero che la verità rende liberi, con la scomparsa di questi eroi del nostro tempo anche noi perdiamo - giorno dopo giorno - un po’ della nostra libertà.”


 

https://www.liberopensare.com/articoli/1317-missione-suicida


 


  E ti pareva che l'occidente fosse un mondo libero. Ma...


   E questa anziana continua parlare forte da sola giusto per sentirsi, adesso con questo spazio aperto si sente tutto. Cosi che stufa vado da loro:


   - Smetti, sono ben passate le 24!

    - Non posso dormire.

     - Vai a farti due passi in cortile.

     - Non posso dormire e non ho con chi parlare.

     - Dovresti farti un controllo allora.

 

    Finalmente ha smesso.


 


 

    Venerdì, 20.10.2017


 

   In mattinata continua nello stesso modo di ieri sera, non è un normale parlare. Questa volta la lascio fare le sue cose, se non avremmo ancora una notte bianca:


 

  - Iris, oggi sono stanca.

   - Meno male, così alle 21 dormirai.


 

Aiuto, quanta agitazione con questo recinto. Ma anche questa qua è particolare, telefona da Giulio per venire qua e vedere se è tutto apposto. Lui viene e se ne va senza dirci niente, telefona poi:


   - Iris, da a questo ragazzo il catasto poi se ha incomprensioni può telefonare a Oriana.

     - Lui può telefonare?! Lei deve farla.

     - Si, ma lei come fa a sapere? Può darle un bip.

 

“Come fa a sapere?!” Lei sa già che ci sono dei litigi con il vicino. Va beh ma telefona cazzo al operaio, chiede se ha dei problemi, incomprensioni, se è tutto apposto. Ma che stile è questo?! Lo stesso faceva con la cucina sotto il pretesto che non conosce gli operai, ma con questo signore lei si è messa d'accordo. Allora?


 

Questi giorni mi stanno troppo stretti. Mi trovo mischiata in vicende che non mi appartengono neanche.


 

Eccola, Oriana sta telefonando alla madre. Cosa dicevo?! Poi telefona Giulio qua:


   - Iris, ma guarda come vanno con la fondazione. Come vogliono loro, Oriana non ha più acceso indietro alla cascina.

    - Non sono loro, è la vecchia che ha chiesto quel pezzo di fondazione per fermare le galline.

     - ?!


   Ma qui non ci capiamo ragazzi. Mi arrabbio e dico a questa anziana:


  - Ti ho detto di stare zitta con quel pezzo di fondazione, Oriana non vuole così.

    - Ma è sul mio terreno.

    - Non importa, lei deve avere acceso al gas che è li indietro.

 

   A me pare che questa gente non capisce che l'anziana fa di sua testa qua, ancora si sente a casa sua e vorrebbe avere la vita di prima. Tanta agitazione da tutte le parti per le sue galline. Aiuto! Non centrano nulla né gli operai, né il catasto e né il vicino ma solo le sue galline.


 

In somma mi do una calmata pensando a me stessa e non alle richieste infantili di questi due anziani che non sanno realmente cosa fare se non parlare a vanvera giusto per sentirsi e avere un senso di importanza.


 

   Cosi che torno alle mie guide, rimproverandole che non ho abbastanza chiarezza.

 

   Il Sè grande e sereno sta alla destra, pareva che sta condividendo la mia insoddisfazione.

 

    La guida animica tira qualcosa dal indietro con un filo bianco lunghissimo arrotolato. *Prima appare alla sinistra un essere vestito di nero, vedo parzialmente la sua faccia nera, mi ricorda un anatroccolo or qualcosa di simile pur essendo in piedi. *Poi più vicino a me appare una donna di carta tipo Marlyn Moroe, bionda, sensuale, indossa un costume da bagno. * Tra loro due molto grande appare il busto luminoso di una normale donna.”


 

Eh adesso … la sinistra è il mentale oltre che al passato.


 


 

   Sabato, 21.10.2017


 

 Arrivano gli operai e le dico:


    - Ma perché siete andati con la fondazione fino al gas? Avete otturato l'acceso.

     - Cosi si sono messi d'accordo Giulio e il capo.

     - Giulio ha telefonato ieri sera per rimanere libero acceso al gas, è anche normale che ci sia.

    - Non sappiamo come si sono messi d'accordo.

     - Qui non decido né io che vengo ogni tanto, né gli anziani, qui decide chi paga il recinto e lei vuole acceso libero al gas.

     - Noi comunque oggi non facciamo più niente da quella parte.

    - Va bene.


  In somma tanto scandalo iniziato da questa anziana e le sue galline, tanto anche dal vicino che non sa stare zitto nè lui.


 

  Arriva Walter per chiarire le cose con il recinto, il catasto è chiaro gli operai hanno fatto di testa loro in quel modo lì. Andava tutto bene ieri e poi bang ieri sera hanno deviato..


 

   Adesso l'anziana si sente in colpa:

 

   - Iris, devo dirle di non fare più quel pezzo di fondazione per le galline.

    - Non parlare più! Loro non hanno capito cosa tu stavi dicendo e adesso è uscito un bel scandalo.

 

  Mamma mia che agitazione.


 

  Seppure stavo correggendo le pagine dal agosto dove questo simbolo incompleto era apparso, ecco lì il testo spiegativo:


 

   “La Coscienza è tutto. Tutto. Punto. Senza se e senza ma. La Coscienza è il principio e la fine. Tutto inizia con la Coscienza. Ve lo segnate? Bene. E come mi avete visto farlo altre volte, disegno ancora e ancora, questo cerchio con il punto al centro, che sta a rappresentare la Coscienza. So che l'avete già sentito, ma tendete a dimenticarlo.

 

   E' "Io Esisto." E non "Io Esisto con nulla intorno a me". Nel vero "Io Esisto," non c'è nulla. Non c'è nemmeno il nero. Non ci sono nemmeno il buio o la tranquillità come ultima condizione.
E' ASSOLUTAMENTE NULLA.

 

 

 

 

 

 

 

    Non ci sono angeli. Non c'è nessun'altro. Non c'è passato. Non c'è futuro. Ci sei solo Tu - "IO- ESISTO". Quando arrivate a questo stato per davvero, allora tutto quello che è così umano, tutto quello che è così banale se ne va, perché vi rendete conto che siete sempre esistiti, SEMPRE, e che non volete fare altro che esistere.

 

     Potrete cambiare la natura delle vostre espressioni e delle vostre percezioni. Cambierete le vostre esperienze. Potrete cambiare la consapevolezza dell'Io Sono. Ma l ' IO ESISTO sarà sempre, esisterà sempre. Questo è il nucleo.

 

     E questo semplice cerchio con un punto nel mezzo, amici miei, in un futuro non troppo lontano, cambierà il corso della storia umana. Questo piccolo e semplice simbolo, che è proprio lì, sta per cambiare le cose nella vostra vita.”


 

   Appena entrata su Fb lo trovo come ricordo messomi davanti, sta lì da 2 anni, grazie Fb ottima sincronicità!

 

 

  Bellissimo questo verso: Finally I can touch eternity

 

   Finalmente posso toccare l'eternità.

 

 

 

 

 

 

<iframe width="560" height="315" src="https://www.youtube.com/embed/mLTkqRY05lI" frameborder="0" allowfullscreen></iframe>


 


 

   Ed eccolo qua, anche Giulio è sfuggevole:


    - Giulio gli operai hanno detto che tu ti sei messo d'accordo con il loro capo.

      - E tu perché ti agiti tanto?

     - Come non agitarmi se qui sono tutti scontenti da ieri sera?!

     - Ma i vicini ci hanno mostrato un catasto vecchio, hanno detto che si sono mesi d'accordo con Oriana.

     - Quando si sono messi d'accordo con lei? Nemmeno io ho il suo numero.

    - Che poi lei è là e non sa come stanno le cose sul terreno.

    - Gli operai lavorano qua, non per i vicini e potevano chiedere di qua il catasto per farsi una idea.

     - Ma sai... loro si prendono i soldi e ciao, non è che li interessa la tua proprietà.

      - Questo recinto è importante, sta delimitando loro e il vicino. Poi ognuno nel suo cortile può fare tutto quello che li pare.


 

   In somma secondo me lui non è stato attento ieri sera e gli operai hanno ragione: lui è stato d'accordo con la deviazione senza pensare due volte. Poi adesso con la partenza di tutti i suoi in Inghilterra ha il morale a terra. 

 

   "si sono mesi d'accordo con Oriana", resta l'evidenza i vicini sanno che in questa famiglia la comunicazione è … indecente... Indecente?? Io pensavo carente, un anno fa hanno detto lo stesso.

 

 

   Gli anziani oramai senili tutti due, sto parlando con Giulio un mezz'oretta poi il vecchio mi chiede:


   - Chi era quel estraneo?

    - ?!
 

     Ecco anche Corina, anche lei si da un parere:

 

     - Si, si vi fermate al angolo.

     - Allora va bene così.

 

   Ma a quale angolo? Fino oggi lei non è venuta qua, un po strani questi famigliari. Ognuno si da con l'opinione mancando i proprietari.

 

    - Questa donna è piena di apatia:

     - Mamma ma tu hai visto cosa hanno combinato gli operai?

     - Non, non sono stata.

     - Rimane un pezzo di 1m non concluso.

 

    Più tardi inizia e papà il discorso:

 

     - Ma là indietro non è bene fatto. E' una differenza...

     - Smetti.

      - Come smettere?

     - Strana questa donna, bruscamente non è più interessata di niente.


   Quello che io non capisco è perché gli operai non hanno rispettato il progetto iniziale che è legale, né perché i famigliari non hanno prestato più attenzione. Dopo tutto si aspettava da anni e finalmente è legale, se il vicino è scontento è libero di portare in processo l'ufficio di catasto. Finita lì!


    Ecco anche questa qua, mi aspettavo che fosse Oriana per darsi un opinione con il recinto:


  - Chi era al telefono?

    - Loretta, vuole il pacco per giovedì.

    - Perché non aspetti fino al natale?

    - Chissà che inverno sarà allora.

     - Laura ha detto che farà caldo fino verso fine anno.


    In somma …. fin che ha il congelatore pieno è piena di generosità, poi guarderà 2-3 volte al giorno per assicurarsi che ha abbastanza da mangiare. E' il suo affare.


 

   Questa vicenda con il recinto mi ha preso troppo, mi immagino che di qua ho questo stato teso, molto teso. Or forse no....

ecco adesso vedo completamente in una area luminosa quel animale alla sinistra che io pensavo fosse un dragone, a me pare che sia un inoffensivo dinosauro.


 


 

     Domenica, 22.10.2017


   Già che sono andata a letto tardi e mi sono svegliata alle 6 del mattino, solo sentire questa qua mi mancava:

 

     - Le sorelle avranno cura di te.

    

     Mi sta arrabbiando terribilmente, nella sua mente io resterò qua, resterò da sola per l'intera vita e via dicendo: sta proiettando su di me le sue stesse limitatezze. Eppur sapendola mi arrabbio.


 

Se avrebbe detto “mando dei pacchi perché mi permetto farla” dal mio punto di vista sarebbe ok, lei è libera di fare ciò che vuole, ed invece anche questa sua mania la sta mettendo sulle mie spalle: lo fa per me, non per lei.


 

In somma il mondo è cosi bello ed io sto li agganciata al computer e intrappolata nei giochi di potere ? E' assurdo! Appena ho condiviso immagini di autunno stupende. Finita con questi discorsi famigliari: mi stancano troppo.


 

    Long ago


 

 

 

 


 


 

 

 

     Cerco a riposarmi dopo il pranzo, nulla da fare proprio allora la madre voleva mettere dei vestiti nel armadio. Che li mettesse non sarebbe stato un problema, ovviamente inizia i suoi classici discorsi non senso:


    - Stai morendo? Vai dal dottore.

     - Smetti con queste stupidaggine!

     - Chiamo il prete per confessarti?

       - Ma sei proprio ridicola, stai un po' tranquilla.

     - Non avrò più dei problemi con i vestiti quando andrai via di qua, se andrai.


 

  Aiuto! Non c'è la faccio più. Si muoveva di là e di qua apposto di stare cazzo un attimo tranquilla anche nella sua stanza.


 

In pomeriggio li sento ancora una volta parlando molto forte, era anche la TV accesa:


   - Ma che cos'è qua? Abbassate il tono.

   - Questo qua vuole andare per chiedere i soldi spesi al processo con il vicino.

     - Oriana non è interessata di questi soldi ma che sia fatto bene il recinto.

     - Così era rimasto che riceveremmo indietro i soldi spesi al processo.

      - E dove va il vecchio con i soldi? In tomba?

       - ?!


 

   Non mi va gran che oggi, sono in una terra di mezzo pare che mi trovassi con una gamba …. in tomba...

 

  Tomba?! Se pure parlavo di questa poco tempo fa. Infatti in questi giorni mi sentivo spazzata via da una realtà, traslocando in un altra dove non ho alcuna familiarità.


  Devo muovermi in qualche modo anche fisicamente. Ed eccolo li! Se pure guardo tanto a splendide immagini e città ed io sono sempre qua, certo mi sto riempendo di impazienza e frustrazione.


 

   “Una parte di voi, il senso di colpa – una volta molti di voi erano cattolici – la parte cattolica del senso di colpa è come, “Ohh, ma non dovrei spendere tutto quel denaro e se poi…” Fatelo e basta. Fatelo e basta, dannazione e poi osservate come cambia la vostra vita. Se vi sedete e vi preoccupate del budget per un albero come questo, tra dieci anni sarete ancora in ginocchio a chiedervi da dove verrà l’abbondanza. Se lo fate e lasciate fluire l’energia lei è qui e tra dieci anni ci saranno cinque alberi come questo e forse di più.

 

 

 


 

 

 

 

     L’abbondanza segue. L’abbondanza segue l’abbondanza. La qualità segue la qualità. Quando giocate al risparmio con voi stessi, vi fate il più grande disservizio, proprio quando economizzate su di voi. Lo so, io vi sento tutti, sento molti online dire, “Ma Adamus, tu non capisci. Io non ho denaro. Non ho di che pagare le bollette.” Beh, certo, perché vivete in economia; al contrario, se viveste in abbondanza avreste tutto ciò che volete. Ma certo. Vivete nell’abbondanza. Vivete nella qualità o non vivete per niente. Mm-mm-mm-mmmm. Ora lo vedo sulla homepage del vostro sito web.”

 

  Adamus- Saint Germain
 

   Ahahaha! Sì, proprio questa sto facendo: lo sto incollando! Che poi io adoro l'autunno, è la stagione in quale vale la pena un lungo viaggio giusto per ammirare la ricchezza della vita.


 

   Ecco già sto meglio.


 


 

     Lunedì, 23.10.2017


   E' stata qualche tempesta solare stanotte? Mi immagino che non fosse la sola in piedi alle 3 del mattino. Bello il numero 3,14 poi vedo e 3,41, catalizzatore/cambiamento.


 

   Itaca è la terra promessa per Odisseo/Ulisse. Ulisse ha fatto un lungo viaggio, è vissuto 7 anni in Egitto, poi ha dovuto “ammazzare” due generazioni per arrivare alla pace finale, a Casa. Gli dei non l'hanno mai abbandonato. Ulisse è un individuo che da solo lontano da tutto che conosceva, arriva a scoprire sé stesso.


   Mosè insieme al suo popolo lascia l'Egitto, luogo dove gli israeliti erano schiavi, e vanno verso la terra promessa: Gerusalemme. Stano viaggiando nel deserto per 40 anni, il tempo giusto per il cambiamento di due generazioni. YAHWE non li ha mai abbandonati, ricevendo sostentamento nutritivo nel deserto. Qui la coscienza di massa viene messa a fuoco, stanno viaggiando in gruppo. Mosè non entra nella terra promessa, non si va avanti con un gruppo. Elia era da solo nella sua gloria, le serviva solo un testimone: Eliseo.

 

    Comunque questa non è religione: è mitologia.


 

    Mi immagino che 5-6 mille anni fa non hanno letto Kryon!


 

    “E – potrebbe stare per molte cose. Oggi la facciamo stare per una magnifica energia. L’energia del compimento, della compassione, dell’equilibrio, della comprensione e del dormir bene di notte. Sapete come dormite bene quando nella vostra vita tutto va bene? Forse pensate che non vada tutto bene nella vostra vita, e io vi dico: è la polarità. Si tratta di voi che decidete per ciò che va male invece di ciò che è equilibrato e bello.

 

   Famiglia, siete nel più grande cambiamento che si sia mai presentato all’umanità. State iniziando ad andare nella direzione che alla fine creerà un magnifico scenario su un pianeta che non avrà più guerre. Nel frattempo, dovrete lavorare sodo su alcune cose. Potrebbe volerci una generazione o più perché questo avvenga.


 


 


 

   

 

 

 

    Un esempio classico di questo viene dalla storia e ve lo raccontiamo di nuovo: riguarda gli Israeliti che uscirono dalla schiavitù. La schiavitù è l’energia più vecchia e buia che possiate immaginare e teneva schiavi loro e i loro figli. Abbreviava la loro vita e la vita dei loro bambini, e li ha fatti vivere orribilmente per molto tempo. Potreste pensare che quando si liberarono dalla schiavitù, fosse la cosa più felice di tutte, invece ci furono lamentele e divisioni. Poi camminarono in cerchio nel deserto per quarant’anni.

 

   Vi dirò nuovamente perché: non potete prendere chi ha avuto una coscienza di schiavitù e metterlo nella gloriosa terra promessa. Non funzionerà. Un’intera generazione dovette morire e rinnovarsi. Anche coloro che li guidarono non poterono entrare, non veramente. Ecco quanto è potente il passato per il vostro futuro.”


 

Change – Cambiamento, Kryon canalizzato da Lee Carroll - 14 gennaio 2017

 

 

 

   Inizio la giornata benissimo poi dopo il pranzo bang sento che sto scivolando in base frequenze: è la gravità delle forze psichiche. Diventa una grande sfida rimanere centrata sulla frequenza del benessere e della plenitudine.


 

   E sto facendo una grande scoperta Goji crema, a quanto detto è miracolosa. Beh la proverò, se ci sarà anche da questi parti. Pare che questa pianta proveniente dal Assia abbia una moltitudine di proprietà.


 

Qui piove e fa freddino, in Italia invece è siccità. In Piemonte sono addirittura incendi a causa del caldo.


 



 

   Martedì, 24.10.2017


 

  Eh che bello! Questa ragazza che oggi ha il compleanno ama viaggiare, adesso era a Rimini e scriveva poche parole intrise di poesia. Io ho i viaggi nel sangue, ne soffro terribilmente quando non posso farli.

 

Sul piano locale invece gli anziani psichicamente stano andando sempre male:


    - Cosa ha il vecchio?

     - Beve del vino...

      - Non so più cosa farò?!


  E mi guarda furbescamente con il suo abituale viso scuro. Mi sono letteralmente stufata sentirli, è uno peggio del altro.


 

  E' un atmosfera troppo tesa in questa casa, adesso il motivo è il recinto. Più in là ci sarà un altro, qualcosa non mi va qua. Giulio è sfuggevole, pare che non parlassi mai chiaro   ...inafferrabile... Ed è arrivata questa parola, in effetti lo è.


 

   Ecco Michele è in Sicilia, aiuto ma proprio tutti stanno viaggiando adesso? Intendevo guardare alla dea Diana di quale lui mi parlava, invece mi è venuto dire... Sicilia - terra dei santi... ma quale santi sono lì?


 

   Aiuto, ma anche qui è un terra delle sante. Vania è come una corda elastica basta vedermi e si manifesta con ostilità, grande difensore della chiesa cattolica. In somma... un po' strani questi famigliari, non ho dubbi che loro dicono lo stesso di me.


 

Oriana con la sua casa qua, li sento agitandosi vado per vedere cosa è successo che poi l'anziana deve urlare per essere sentita.


    - Non voglio il cancello là, lo voglio dove è stato.

     - Mamma lei paga il recinto, lo fa come vuole.

     - Non vedo là, se qualcuno mi chiamerà?

      - Chi?! I zingari? Solo loro chiamano al cancello.

      - ?!


   Non andava bene questo discorso inizia con altri motivi:


    - Noi abbiamo mais da macinare come portiamo i sacchi in strada?

    - Voi siete due persone, un sacco vi basta un anno. Non è che ogni giorno portate dei sacchi fuori.

 

   Niente da fare.


   - E quando moriremmo, come ci porterà fuori? Butterano la salma sopra il recinto?

    - Lascia stare hai combinato già dei guai con il recinto indietro della casa.

    - Non, domani dico ad capo di spostare il cancello. E poi che tipo di recinto fa lei qua?!

     - Non è il tuo affare, è di Oriana.

     - Oriana non abita qua.


  Inutile. Ma parlano cosi forte, pare che litigassero dal mattino fino alla sera.


 


 

    Mercoledì, 25.10.2017


   E reiniziamo daccapo, appena tornata dalla messa inizia a dire agli operai cosa e come fare. Li sta agitando inutilmente.


    - Ti ho detto di non dire niente fino non parlo con Oriana se è d'accordo.

    - Oriana non abita qua, io allevo maiali e polli è comodo che il cancello sia lì.

    - Tu non allevi niente, appena stai in piedi. Fino non parlo con lei, non si sposta niente.

     - Smetti! Non vai a chiesa... non fai niente....


 

     Ecco se vai a chiesa è tutto, viceversa se non vai a chiesa è niente. In effetti questa convinzione è stata pressa alla lettera, nessuno  ha più badato a se stesso. Meccanicamente mi sta rompendo le scatole con la chiesa dei suoi antenati.


   - Iris, ho telefonato a Giulio per venire al pranzo.

    - Lui viene quando ha tempo, non devi telefonare tu.

      - Comunque non ha risposto.

 

   Che mi stanca con le sue strane pretese, magari voleva dire e a Giulio il suo scontento con il cancello. A dire il vero né io sono abituata vederlo spostato tanto in là, cioè non vederlo più. E' una assoluta novità dopo decenni, è normale il loro sconvolgimento per qualche giorno.


   Sentivo una voce parecchio irritata, ed eccola qua. Corina è passata di qui con ovvi interessi certo.


  - Come mai sei passata di qua?

    - Ho portato dei soldi al capo per il materiale comperato.

 

La madre interviene, giusto per essere anch'io testimone dei suoi movimenti:


   - Corina ti do i atti per la terra, passa dal notaio.

     - ?!


 

Questa qua non ha detto niente, le ha prese e ciao! Mi immagino che hanno parlato prima di questa cosa.


   - Mamma perché non aspetti l'estate quando le ragazze saranno a casa?

    - E se io muoio chi lo divide?

     - Si divide da solo.

      - ?!

 

   Come mai hanno reiniziato i discorsi per l'eredità? Magari non sono stati mai chiusi. L'anno scorso si discuteva ed era rimasto che si farà tutto quando verranno anche le ragazze a casa. L'anno prossimo in estate loro ci saranno qua per il matrimonio dei nipoti, ma a quanto pare nessuna di loro due ha pazienza. In questa famiglia sono dei rapporti molto strani: tesi e indiretti.

Io non faccio di meno. Telefono ad Oriana sia per il recinto e il cancello che sono in ballo, sia per la terra:


   - Vedi che mamma è scontenta per il cancello, lo vuole più in là.

    - Ma non finiamo più, di al capo di lasciarlo là.

    - Le ho detto di non cambiare nulla fino non confermi tu. Poi tu sapevi di questa cosa con la terra?

    - Sì, io ho scritto la lista per tutti.

     - Ma tu dicevi che devono essere anche le ragazze qua.

    - Ma che vada, tanto non può fare altro che firmare per se stessa.


   Quando sono qua mi implico troppo in queste vicende famigliari, realmente non mi piacciono.


  Vedo la madre triste e scontenta, le cose non vanno come si aspettava. Praticamente io capisco il suo scontento, lei viene isolata in cortile: non ha più vista nemmeno al cancello! Tuttavia i giovani pensano a loro stessi, fanno le cose a loro maniera. Di certo non prendono in calcolo che gli anziani potrebbero vivere ancora 10 anni in questo isolamento.


  Certo che va in depressione, non li piace niente, non si ritrova più qua. Stasera triste è andata a letto senza cenare.


   - Accendo la TV, vedo qualche notizia.

    - Lascia stare.

     - Eh no?! Sto li a pensare solo alla morte?

    - Va a dormire.


  Papà voleva guardare la TV, lei niente. Strana gente. Ed io mi trovo proprio qua adesso, aiuto! Ma perché cazzo non mi sono mossa in settembre? Era un tempo stupendo e avevo una voglia enorme di fare un viaggio.


   Questa si è un assoluta novità e una bellissima notizia:


   “Di ritorno dalla conferenza di Stoccarda…

Visto che ne parlo ormai da molti mesi, gli organizzatori mi hanno fatto dono della nuova versione della Bibbia della Conferenza Episcopale Tedesca, nella quale è stata tolta (dovrei dire “finalmente ri-tolta”) la cosiddetta profezia cristologica di Is 7,14 sulla “vergine” che “concepirà…”.

Nella Bibbia ebraica non c’è mai stata, perché la ragazza cui il versetto si riferisce risultava essere già incinta nel momento in cui il passo venne scritto: era Abì/Abia, la giovane moglie del re Achaz (2Re18,1-2; 2CR 29,1). In nota i redattori precisano inoltre, correttamente, che il termine ebraico “alma” significa semplicemente “giovane ragazza”.

Nulla a che vedere con la Madonna vergine e Gesù.

 

 

 


 

 

 

 

 

     Ora che la conferma è su carta, azzardo una profezia: in futuro vedremo scomparire altri concetti, come “creazione dal nulla, onnipotenza di Dio, eternità…” vedremo finalmente tradotti al plurale i verbi collegati al termine Elohim (plurale) che ora vengono falsamente resi al singolare in Italiano per far credere che la Bibbia parli degli Elohim della famiglia abramitica al singolare: Gen 20,13; 35,7…

Piano piano l’Antico testamento tornerà ad essere ciò che era in origine: un testo che documentava l’alleanza militare tra un individuo di nome Yahweh e una famiglia, quella di Giacobbe/Israele, che gli viene assegnata e della quale lui si occupa “da solo” senza farsi aiutare da altri suoi colleghi Elohim (Dt 32,8-12).

 

   Mauro Biglino


 

    Caspita! Chissà quanti versetti verranno cancellati or rivisti: la religione stessa cambierà. Eh meno male ha fatto già tanti danni nella sua lunga storia, nel nome di una creazione mentale.

 

    Che poi il plurale c'è in Genesi, la teologia cristiana è passata sopra. Corano è integralmente scritto al plurale "Noi abbiamo fatto scendere su di te il libro con la verità."


   Resto sul computer un bel po contentissima di questa notizia, giro di qua e di là in web. Gli anziani se non hanno nulla da fare e per una vita non hanno fatto che guardare a un altro.


    - Da Iris la luce è accesa.

    - Oriana ha detto che lei è fuori testa.

 

  Oh my god! Papà ha visto la luce accesa nella mia stanza alle 23, andando al bagno, pareva che fosse 3 del mattino. E anche se fosse qual'è il problema? “Oriana ha detto...” per la madre qualunque persona è un autorità, essendo incapace a pensare con la sua propria testa.


 


 


 

      Giovedì, 26.10.2017


 

Danza


 

 


 


 

    Fa freddo e piove, per forza siamo tutti dentro. Questa donna ha un viso scuro da spavento e non vuole uscire dallo stato in quale da sola è entrata, non da ieri sera ma da anni. Fa comodo così.


 

Ci pare freddo con il riscaldamento attuale pur essendo 21-22 gradi, ma con la stufa si arrivava a 30 gradi.


  - Mamma il riscaldamento funziona bene, magari siamo noi troppo freddolosi.

    - Siamo deboli e peccatori.


   Aiuto! Ma cosa vuoi da una donna cattolica di 75 anni che non si è mai chiesta niente, che aspetta delle verità già preconfezionate e come vedo non importa nemmeno da chi loro arrivassero. Pigrizia mentale?  Lei poverina per una vita ha sentito solo questa.

Presuppongo che oggi ha letto il suo libro cattolico che le ricorda la punizione eterna. La chiesa dovrebbe essere portata davanti alla magistratura per tutta questa presa in giro che ha fatto per millenni e fa ancora con la coscienza e la mente dei …. cittadini....


   Cittadini? Io pensavo ai fedeli, anche i accaniti fedeli di una religione or chiesa sono cittadini di uno stato. E lo stato dovrebbe essere laico.

 

   E sono arrivata a Francia, ma loro sono un paese laico dal 1905! Non è poco, tanti non lo sono né oggi. Io ho un legame forte con la Francia, non c'è dubbio guarda la creazione del sito, il cognome, il loro moto che l'adoro.

 

  Quali mie idee devo eliminare? Da chi o che cosa devo separarmi? Che cosa devo equilibrare, armonizzare?
Mi sto dando quello che merito? Chi devo punire? Di che cosa mi sento colpevole?

 

     Le domande del giorno sono suggerite da A. Jodorowsky


 


 

E per Italia sarebbero queste:


 

Ho trovato il mio posto ideale, il territorio in cui mi realizzo?
Verso chi o verso dove devo dirigere la mia energia? Sono capace di accettare il successo?
Non finisco mai quello che comincio o se lo finisco faccio di tutto per distruggerlo?


 


 

    Venerdì, 27.10.2017


 

   Oggi l'anziana ha una giornata No.


 

   - Ci sono ancora delle vecchiette che vanno alla messa?

    - Eccome, è finita la raccolta non hanno altro da fare.

    - Oggi vado in città, se farà bello più tardi.

     - Se non hai da comparare niente perché vai?

     - Vado a farmi una passeggiata. Sono annoiata.

     - Quest'inverno resta qua, non andare più via. Noi siamo troppo indeboliti.

    - C'è l'avete fatta nel inverno scorso senza il gas, adesso non avete più niente da fare.

    - Chi fa pulizie? Chi fa il bucato? Resta qua.

     - Grande cosa, una volta a settimana.

      - Devo andare dalla dottoressa di qua, le medicine sono molto care.

      - Ma lascia stare con queste medicine.

      - Tanto male non fanno.

      - Ti ha detto la dottoressa a quale sei stata per prenderli?

      - Quella di X... ha detto che prima prendo questi, poi prendo un altro tipo.

     - Ognuno con la sua malattia.

     - Con i piedi ha anche lei dei problemi.


   In somma come vedo, lei è una macchina per digerire le medicine.


 


 

<iframe width="560" height="315" src="https://www.youtube.com/embed/2rCJDdefuME" frameborder="0" allowfullscreen></iframe>


 

    Una guerra contro una pianta: il cannabis. Guardo il video con timore, magari per aver sentito negli anni tanti divieti.


  Aiuto! Ma poverina mi immagino che sia stressante e esserti spesso ricordato che non avrai più molto da vivere, Walter passa di qua:


     - Mamma, ma non ti piace il cancello?

     - No, perché devo io andare fin là per uscire dal cortile?

       - Ma quanto esci tu di casa?! Oriana fa tutto pensando a se stessa.

      - E lei non può fare 2-3 passi in più?

       - Mamma e se tu vivrai ancora solo 2-3 anni?!

 

  In effetti, avendo una certa età nessuno si aspetta che vivranno ancora una decina. E perché no?!


 

   Buon testo:

 

   “Salvezza - di un essere umano: è nell’impronta divina che egli porta in sé.


  Voler avere privilegi e poteri che gli altri non hanno è una tendenza innata della natura umana. E ci sono moltissimi modi per imporsi agli altri: se non ci si riesce sul piano materiale, si prova sul piano psichico. È così che molte persone ambiziose, avide e fanatiche si sono servite della religione per imporre agli esseri umani un dominio psichico che non potevano imporre loro in altro modo. Si è dunque obbligati a constatare che troppo spesso la religione è diventata un’istituzione umana che non ha più molto a che vedere con la spiritualità e che, quindi, non può rappresentare la salvezza dei credenti.

 

 

 

 

  

 

   

 

 

  

    Fortunatamente, però, il Creatore ha impresso nell’essere umano il Suo sigillo; egli porta tale impronta profondamente inscritta in lui: è questa impronta che conduce l'essere umano – se egli lo vuole veramente – a scoprire nel suo cuore e nella sua anima ciò che la religione non si cura tanto di rivelare. Provi a cercare dentro di sé quell’impronta divina, e troverà la salvezza.”


   Omraam Mikhaël Aïvanhov


 

   Il tempo mite di oggi mi ha permesso farmi una buona passeggiata nel parco e nella città.


 

  Adesso ho comprato anche un tappetino per questa stanza, è strana la mia spinta di abbellirla.


 

  Evviva! Il Parlamento Europeo prende in calcolo il redditto minimo garantito a tutti i cittadini europei, un ottima modalità per sconfiggere la povertà e ridare la dignità a milioni di esseri umani. A questo capitolo finora sta meglio la Danimarca, risorse ci sono basta la volontà e la compassione.


 


 

     20,02 realmente pensavo che la manipolazione sia la norma in famiglia, me compresa.


 

    Ho uno stato strano, teso mi viene di lasciare tutto alle spalle e andare a fare un giro da qualche parte. Che senso ha a stare qua?   L'anima si mostra davanti a me in grigio chiaro con le belle ali , il sé alla destra mi guarda sorridente avendo il mio viso.


 

     Ma... in somma.


 

 

     

   Sabato, 28.10.2017


 

    Con gli operai non si finisce più. I due che hanno ristrutturato la cucina erano li alle prime ore del mattino. Da 2 giorni guardavo scontenta un elemento dalla cucina che loro due non hanno messo bene ed eccoli qua sono venuti per misurare qualcosa dentro la casa di Oriana.

 

    - Walter ha detto che possiamo venire qua per misurare e farci una idea.

    - Ma da Loretta avete finito?

    - Ancora no.

 

    La madre era fuori, scontenta di vedere ancora degli operai girando nel cortile. Non è finito nemmeno il recinto! Poi a quanto io sappia lei aveva già parlato con un altra equipe. In somma...


 

    Vado in città e mi faccio una buona passeggiata in pieno autunno con tanto di freddo. Alle 12 vedo il viso scuro di questa donna, io non ero al pranzo. Mi immagino che questo fosse il motivo. Arrivo qua è la trovo con il viso più nero dal mattino.


 

    -  Giulio non è venuto al pranzo, chissà come mai.

    -   Non era né al negozio, ha le sue cose da fare.

 

   Vestiti e genitori sono i soggetti del giorno. Dal estetista si parlava di vestiti e negozi.


 

     La parrucchiera è stata in vacanza dai suoi genitori per una settimana, ovviamente non è stata una vera vacanza ma un aggrapparsi reciproco ad altro.


 

    - Ma sai sono una cosa... Non potevo andare nemmeno al bagno che subito “Linda, dove sei?”

      - Lo so. Chiedono tanta attenzione, ci prosciugano le energie.

   - E' proprio così, mi sentivo più stanca di prima. Sono molto rigidi.

     - Qualcosa dalla loro rigidità mentale è anche in noi.

     - Certo, è nel subconscio. Loro ci hanno allevato.

  

       Ironia della sorte anche la sua mamma è in depressione, piena di ogni tipo di paura, prende le calmante sia per la mente che per la pressione. Che dire? Sono generazioni intere che vivono nello stesso modo di prima piene di ogni tipo di paura. Non è che noi ne siamo esenti.


 

   Ieri era Aivanhof contro la religione, oggi trovo un video che da ragione a lui, da ragione a me e chissà a quanti altri milioni.


 

 

 

 

  

 

 

 

 

 

    

  Cattolico è una cosa, cristiano è un altra cosa. Secondo me si aspettava troppo da questo papa.


   Giro in web per un bel po e quando voglio vedere immagini di Danimarca bang vengo fermata con il pretesto di dire se sono un robot or no, traffico intenso da questa rete. E' una rete privata con password, non vedo chi altro fuori di me potrebbe utilizzarla.

Lascio perdere il computer, in questo modo io venivo fermata.

 

   Questa roba con un viaggio da qualche parte mi sta in testa, a quanto pare è solo nella mia testa. Il cuore è silente, in settembre si è mosso per Vienna adesso pazienza.

 

   Reinizio i discorsi ma che cazzo sto a fare qua?!

  L'anima si mostra come ieri in grigio chiaro con grandi ali. Il sé alla destra mi guarda soddisfatto e sorridente: ha il mio viso.


 

   Una strana stanchezza, quanto per la passeggiata intensa, quanto per il tempo or per altro, mi butta letteralmente giù, alle 20 ero già a letto.

   Il vortice alla sinistra della mia testa si sente discretamente.

 

   Secondo me, la pesantezza dei miei stessi pensieri lo mettono in movimento.


 


 

    Domenica, 29.10.2017


 

   - Iris aggiusta l'orologio, si è cambiata l'ora.

    - Va bene lo metto un ora prima or dopo.

    - Devo ricordarmi cosa ha detto il prete.

    - Cosa ha detto il prete?! Hai TV e radio per dirti che ora è.


 

Gdansk, una meravigliosa città. Ogni giorno Windows mi ricorda quanto è bello il mondo, genio artistico e architettonico. Che bellezza!


 

   In somma...


 

    - Iris, non hanno finito il recinto là? E' rimasto un metro come un buco.

    - Tu dove eri con la testa?! Da una settimana stavamo parlando di quel buco non finito a causa del vicino.

     - Io pensavo al recinto per le galline, finora non ho guardato là.

 

   Eh pazienza.


 

   - Iris ho comperato 2 fodere bianche da mettere quando verrà il prete, ma non li trovo più.

    - Non le ho viste.


 

   Presumibilmente il prete verrà dopo 7 gennaio. In somma...


 

   Che bel freddino per 3-4 giorni ci ricorderemo l'inverno.


 

   Eckhart Tolle ha un intervista splendida, se la trovo anche su YouTube, per sviluppare un ottimo talento che dia dei frutti ci servono 10.000 ore di pratica. Mi diverto, io ho viaggiato tantissimo fisicamente e psichicamente, penso che mi sto avvicinando alla condizione del successo !!!


 

   Leonardo quando si parla di Italia sta esagerando, adesso aveva scritto “Firenze, la più bella città del pianeta”. Ma dai solo poco prima ho visto Gdansk, un gioiello architettonico. Comunque provo condividere i testi dalla sua bacheca, solo perché di Kryon, e non ci riesco: l'internet si ferma. Bella cosa con internet, non ho mai fatto caso.


 


 

    Lunedì, 30.10.2017


 

    Oggi come ieri, non c'è la fa proprio. Torna dalla chiesa tutta decisa di fare ordine a suo modo.


 

    - Tu vai da quello per portare via i vecchi cancelli.

     - Cosa?


    Poi porta fuori dalla cucina le sedie elegante comprate di Oriana:


 

    - Iris, qui metterò un letto per Giulio! Mi compri un piumino e una coperta quando vai in città.

 

  In verità non sarà un letto ma una piccola sofà di due posti, solo ieri pomeriggio Giulio ha detto ciò. Niente da fare, lei aveva da buon tempo in mente un letto qua e così è rimasto.


   - Il tavolo lo metto dove era prima.

    - No, là sarà un attaccapanni, per metterti il capoto quando viene da fuori.

    - Io cresco maiali?! Non mi serve.


  Aiuto! La sua paura per la fame si la porterà in tomba. Eppure è andata da tanti dottori, strano. A come vedo la paura è considerata normalità, mi immagino che nel mondo di oggi l'assenza della paura fosse l'anormalità.


   - Mamma stai un po tranquilla nella tua stanza.

    - Sto là a far niente?!


 

  Di conseguenza va in cortile tutta agitata per fare ordine. E a chi dire? Al vecchio, e questo qua è sordo perciò lei alza il tono.


  - Da una scopa in cortile!

   - Cosa?


  Aiuto che confusione, ma è la normalità. Il mondo è cosi bello ed io sto lì a far cosa?!


 

  Prayer for the world, questa canzone è stupenda.


 

 


 

   

 

 

 

 

 

   Mi serve una nuova immagine per il profilo di Fb, qualcosa dai artisti della Nuova Era. Cosa cerco su … youtube... Io pensavo a Google, a una immagine tipo la Fenice. Avrei messo quella che ho regalato virtualmente a Luisiana, è perfetta anima e spirito insieme. Anima? ... anima edizioni...  c'è una casa editrice avendo questo nome? Si c'è, a Milano. Ha un sacco di video su YouTube, maggioranza donne con vari temi della nuova spiritualità che girano per Italia per vendere i loro libri. La sola cosa che mi è passata in testa è stata “io non farei mai lo stesso”


 

   Questa donna fa troppa agitazione, non capisce niente e non sta cavolo tranquilla:

 

    - Iris, quando vai in città per comprarmi il piumino e la coperta?

     - Quella sofà è piccola.

     - Com'è piccola di 2 metri?!

     - Non due metri, due persone.


In somma...


   Su un gruppo ho condiviso due posti, quello con cannabis a come vedo ha successo ma quello con il papa no, il secondo è passato inosservato. Magari è il testo parecchio duro scritto di Pietro T. che non li piace. Questo mio pensiero circa la durezza del suo testo tornava con insistenza oggi e una volta entrata su Fb trovo che Pietro continua con lo stesso tonno partendo adesso dal mio commento con Aivanhof.


 

E' un po di tempo da quando si collega un mio pensiero a una certa persona, ma un giudizio negativo è cosi forte?


  Arriva un altro signore per la ringhiera.

 

     - Mamma, non hai chiesto nemmeno quanto ti costerà.

    - Non importa, se non mi basteranno i soldi prenderò da te.

    - Non, da me non vedi più dei soldi. Io ho speso abbastanza.


  Eh che cazzo! A parte la sua agitazione è anche un vai viene continuo in questo cortile, questo ambiente acculturato inizia a starmi troppo stretto. Guardo a Francia e al mare!


  Ecco anche questo qua solo poco tempo fa mi stressava con il risparmio siccome il riscaldamento lo avrebbe pagato lui:


  - Mamma non devi stare al freddo.


 

Poi Giulio inizia a parlare vari dalla loro comunità con la madre.


 


   Ma questa gente non sa più godersi un meraviglioso tramonto? Iniziando da ieri mettono delle foto in web con vari commenti apocalittici e cospirativi per un spettacolare tramonto da fuoco in Italia. E' stato già uno simile anni fa, allora nessuno si è spaventato, adesso con la confusione della crisi e con gli incendi in Piemonte tutto si amplifica. Il tramonto ogni giorno è particolare, io vedo stasera uno diverso pare che il cielo fosse ben delimitato a metà, grigio chiaro e grigio scuro.


 

   Sono arrivata a Monique Mathieu e ai suoi testi contro la paura, ne ha parecchio. Sto nel orto e non potrei dire cosa di sicuro ha scattata questa esperienza, certo è che a un certo punto sento paura relativamente vicino a me. Non era la mia, questa è ovvio.

Una espressione trovata qui mi ha colpito “la paura è contagiosa”. Penso di sì, la gioia è contagiosa.


 

  Il call center di Firenze è insistente, se non hanno altro da fare, anzi sono pagati per darci fastidio.


 

   Questo cambiamento di ora porta il buio prestissimo, alle 19 sembra già notte. In somma stavo fuori ammirando la luna e bang sento molto chiaro una voce giovanile femminile “Pronto”.


 

     L'immagine della Fenice, che mi piace tanto, è alla sinistra sempre da questa parte si apre nel buio una breccia, lì vedo parzialmente un viso bianco con occhi neri limpidi.

 

 

 

 

     Martedì, 31.10.2017


    Questa donna da un giorno ad altro ha un viso sempre più scuro, altro che serenità. Non riesce più comunicare nemmeno nelle piccole faccende della casa, pare che non sia mai attenta a quello che si parla: è assente.


 

  E oggi si festeggia Samhain - il Capodanno celtico, da noi arrivato con il nome di Halloween, Ognisanti.


 

   Questa postina ne combina delle belle! Ci stano cercando dal Telekom per la bolletta non pagata. Ma quale bolletta? La postina da 2 settimane non ci ha portato più nulla, magari riceveremo lo stesso messaggio dal acqua, dal corrente, dal gas ecc. Ma io non so questa postina, in 2 anni non ha imparato le strade e i nomi?


 

   Su Wikipedia rumena è scritto che la festa si incontra nel mondo cattolico e quello protestante. Ho dei dubbi che sia ben informato, a quanto io sappia i protestanti non hanno il culto dei santi e delle loro reliquie.


 

   Faccio due passi per la spesa, ma proprio due con questo freddo secco non mi va di più. Tamara mi chiede:


    - Iris, l'immondizia si porta domani?

     - Non lo so.

     - Sai …è festa.


 

  Si domani è festa cattolica tutti i santi, mi pare. Ma è festa solo qua da loro.


 

   Vado verso laicità, lascio perdere queste organizzazioni.... criminali... Criminali? Io pensavo a religiose. Ma alla fine ogni tipo di organizzazione finisce con difendersi da altri tipi di organizzazioni, a parte che i suoi stessi membri vengono schiacciati in vari modi per renderli uniformati.


 

     - Iris, può darsi abbiamo portato per niente l'immondizia fuori, domani è festa.

     - E festa solo qua da voi.

     - Solo da noi?! E' in tutto il mondo.

    - A quanto io sappia non è festa legale, gli ortodossi non la festeggiano.


 In somma queste feste religiose.


   Sto cercando il testo per la giornalista anticorruzione ammazzata poco tempo fa, a quanto pare la mafia italiana è implicata, e cosi finisco ai miliardari del mondo.


    “Nel mondo vivono 1.542 miliardari che controllano la maggior parte delle ricchezze del

pianeta. Lo afferma l'ultimo studio della banca UBS che ha rilasciato la classifica dei Paesi

che vantano il maggior numero di miliardari nel mondo.

 

I nuovi Paperoni - si legge nella ricerca - provengono principalmente dall'Asia e se la

tendenza attuale continua, i miliardari asiatici dovrebbero superare quelli americani

entro quattro anni.

 

 

 

  Per ora gli Usa restano al primo posto della lista: i Paperoni d'Oltreoceano sono

complessivamente 563 e controllano circa 2.412 miliardi di euro (l'anno scorso era 2 mila).

Tra questi ci sono i tre uomini più ricchi del mondo, Bill Gates che vanta un patrimonio

personale di 74 miliardi di euro, "il mago di Omaha" Warren Buffet con una ricchezza che

sfiora i 65 miliardi e il patron di Amazon Jeff Bezos con 62 miliardi di euro. “

 

   fonte: corriere della sera


 

   Leggo l'articolo con la loro presentazione e come ce l'hanno fatta arrivare fin li partendo da pochissimo. Apprezzo la loro genialità nel settore economico, nel mondo di oggi è il solo settore che genera la ricchezza assoluta.


 


 

    Mercoledì, 01.11.2017


  “Alla sinistra è un triangolo rettangolare grigio, dentro di esso è un altra forma più piccola in grigio scuro. Mi da l'impressione di povertà.”


 

  Con quello che ho letto ieri sera ti credo, qualunque situazione materiale avessi nel confronto sarebbe pochissimo.


 

   My life - La mia vita non sarà mai la stessa


 


 


 

   E hanno portato l'immondizia, mi pareva che stano esagerando con la loro festa.

 

    Ancora una volta viene molto contenta con un sacchettino, questa donna ha messo tutte le sue speranze di una lunga vita nelle medicine.


    - Ancora medicine?

     - La dottoressa ha detto di prendere per 3 mesi, poi vado a un controllo.


   Io fin oggi non ho sentito questa cosa, ed è venuta da buon tempo dalla fisioterapia. In somma … ma si sposta la farmacia?!


   - Iris domani non c'è la corrente dalle 9 fino alle 16.

     - Lavo qualcosa oggi, con il riscaldamento ci arrangiamo.


   Tutto dipende dalla corrente elettrica, che disastro sarebbe se fosse fermata per più tempo e su aree vaste metropolitane. Meno male ci hanno avvisati e domani farà caldo.


 

Ed ecco le bollette, la postina aspettava che arrivassero tutte 3 da lei per portarle qua.

 

  Oh, no! Kryon afferma che i genitori restano sempre con noi, anche dopo la loro morte. Per carità, io non so come liberarmi dai condizionamenti e le mille paure assorbite. Io considero che sono le energie altrui agganciati a noi e non vedo in questa roba qualcosa di positivo.


 

   “E questo significa, miei cari, che voi non avete avuto alcun inizio e che non avrete alcuna fine. Tutto ciò che è Umano va e viene, ma la vostra Anima non ha né inizio né fine. E quindi, la prossima domanda: quanto bene conoscete la vostra Anima? [Kryon ride] Questo dipende da quanto è grande la vostra scatola. C'è chi non crede nemmeno che ne abbiate una, che la morte sia permanente e che in qualche modo la bellezza della coscienza dell'Essere Umano arrivi, viva e non ritorni mai. Ieri vi ho detto che non funziona così.

 

   Il sistema è raffinato nell'amore, è meraviglioso nella compassione. Quando perdete una persona cara, loro restano. E non se ne vanno necessariamente in qualche luogo lontano, che non potete raggiungere. Non funziona nemmeno così. Un pezzo, una parte della loro coscienza rimane con i loro figli e i loro cari fino al giorno in cui moriranno. Tuo padre resterà con te fino al giorno in cui morirai, mio caro. Tua madre resterà con te fino al giorno in cui morirai, mio caro. E voi avete l'abilità di percepirli, di sentirne l'odore, di amarli, di parlare con loro e sapere che loro sono lì.

 

 

 

 

 

 

 

       

 

     Vi ho già detto anche questo: cominciate da subito a dire ai vostri figli come funziona.

Quando sono grandi abbastanza da comprendere, guardateli negli occhi e dite

"Arriverà un giorno in cui non esisterò più nel mio corpo, ma sappi questo: non ti lascerò mai"

[Lee si commuove]. E sarete accurati e veritieri. Cominciate da subito, fate sì che lo sappiano.

E quando morirete, avranno la pace e la conoscenza dell'insegnamento che avete dato loro che

sarete sempre lì, che il vostro amore sarà sempre lì. Immaginate il dono che potete fare a un

bambino, con questa verità e questa credenza che voi semplicemente cambiate energia.

 

     La morte non è dolorosa, cambiate solo energia! Il corpo va e viene, ma quell'anima diventa multidimensionale, esiste in molti luoghi e uno di essi è con i vostri figli, per tutta la loro vita. Così come accade a voi con vostra madre e vostro padre, se muoiono. Ma se tutto questo non vi è mai stato insegnato, è una realtà con la quale avete delle difficoltà. Vedete la differenza? Cominciate a informare i vostri figli adesso.”


  Kryon


   Anima è una immensità, è ovvio che non può essere ospitata integralmente di un cosi piccolo corpo umano.

 

   Anima... io sono immortale, indistruttibile, impensabile nei vostri termini umani.

 

 

 

    Questa donna con il suo pacco è tutta impegnata e ci impegna:

 

     - Iris, dì a Giulio di venire prima per il paco di Loretta.

      - Ha detto lui che lo porta?

       - Domani è giovedì.

      - Ho capito, ma doveva telefonare e avvisarti.

      - Non passa di qua né Corina per chiedere se lei ha da mandare qualcosa.

      - In effetti, magari non si manda domani.


 

   Fortunatamente telefona Giulio per ricordarle del pacco. Io telefono a Corina ma non risponde. In somma...


   Nel frattempo mi sento pressata non tanto di questa banalità del pacco quanto per muovermi da qualche parte. Verranno ancora degli operai, non c'è la faccio più con tutta questa agitazione e né a star ferma.


 

Ma né io ...


   - Hai detto ad Oriana che mandi pacco da Loretta?

    - Non ho detto niente.

     - Metà del maiale è il suo, magari voleva sapere.

     - Zitta! Io no ho ricevuto soldi da lei.

     - Come no? Ero qua.

     - Non ho mai ricevuto soldi da nessuno.

 

    Dici? Ho toccato il suo punto debole “ io non ho dei soldi?!”


 


    

   Giovedì, 02.11.2017


    A come mi guarda l'anziana fra poco mi dirà qualcosa di soldi or altro del genere, ha iniziato con strani sguardi una volta tornata dalla chiesa. Mi da l'impressione che là altro non fa che pensare a cosa non va or non va nella sua vita.


 

  Questa sì è vero, l'ho sperimentato già di persona: tutto arriva in un instante. Non c'è spazio, non c'è distanza tra due persone quando si parla di energia: pensieri ed emozioni.


 


 

 

 

 

 

 

 

 

 

    Mi muovo di là e di qua irrequieta, non c'è la faccio più a star ferma. Approfittando del bellissimo tempo e della mancanza di corrente, inizio pulire dentro e fuori giusto per scaricare l'energia.

 

   E arriva Corina con una botta:

 

   - Oriana ha detto che non vi paga più le bollette. Voi sperperate i soldi.

     - ?!

 

   Gli anziani sono rimasti molto male, non si aspettavano una roba cosi. Io non so se realmente Oriana ha detto una roba così, e non sia solo prepotenza da parte di Corina, a me ha detto di comprarli un letto e un piumino di qualità con soldi da lei. Comunque lei sta preparando il vecchio, che è sordo ma adesso ha capito subito tutto:

 

    - Dobbiamo dire a Iris.

     - Che poi lei fuma...

 

Sono rimasti tutti due colpiti, lei non ha più parlato normalmente a telefono con Monia.

 

    - Mamma, hai chiesto da Monia se vuole pacco?

    - No, volta scorsa non ha voluto.

    - Allora era estate.

    - Lascia stare.

 

   Finita con il recinto! Questi giudizi negativi che forza hanno. Mi godevo il sole in tranquillità, tornava con insistenza lo scontento per il pezzo mancante dal recinto e bang arriva l'artigiano:

 

    - Iris, ti ho spaventato?

     - Pensavo...

 

   In realtà non pensavo, ero solo sorpresa di come si collegavano le cose. Tenevo tanto che sia tutto finito: recinto e litigi con il vicino. Va bene così, dopo tutto non è il mio affare. Fortunatamente in quel pezzo mancante è una splendida conifera di un verde intenso, un piacere vederlo.

 

 

   Mi butto in lettura. Prima lo Tzolkin, la novità avvenuta grazie a Stefania. Poi se pure non ho letto da buon tempo un testo di Arturiani, provo recuperare le informazioni mancanti leggendo più articoli in fretta. Non riesco più concentrarmi

alla destra è il sé molto grande seduto, vestito di bianco; nella mia mente risuona la voce del pastore “dio mi ama”, un altro mio blocco.


 

    In verità ho fatto spesso confusione tra uno - guida immateriale e l'altro – guida in carne e ossa, più or meno si assomigliano.


 


 

     Sabato 04.11.2017


 

La gatta oggi ha osato a portare allo scoperto i suoi 2 gattini, una meraviglia bianco nero tutti due.


 

Faccio ordine e nella loro stanza:

 

    - Mamma, questo letto deve essere cambiato, è vecchio e scomodo per voi due.

     - A Milio hanno fatto due letti, non uno.

     - Non importa cosa fa il loro suocero, tu cambi il letto perché necessario.

     - Lo farò.

     - E poi Oriana ha detto che ti lo paga lei.

     - Ma io non ho soldi?!


 

In somma...


 

Questa sì buona notizia, Germania prende provvedimenti e fa bene.

    “La Germania festeggia la giornata dei social media con l’approvazione della legge contro gli hater: la Network enforcement Act. Si tratta di una delle normative più severe adottate a livello internazionale. La legge, che entrerà in vigore ad ottobre dopo il rinnovo del Bundestag a settembre, stabilisce che se Facebook, Youtube, Linkedin o Twitter non rimuoveranno entro 24 ore i contenuti illegali diffusi in Germania, come quelli che incitano all’odio o alla diffamazione, saranno costrette a pagare una multa salatissima da 5 milioni di euro. Importo che potrà salire fino a 50 milioni. Per quei contenuti la cui illegalità invece non sia immediatamente evidente, il termine di rimozione viene esteso a sette giorni.

 

Un portavoce di Facebook ha fatto sapere di condividere l’obiettivo del governo tedesco di combattere i discorsi che inneggiano all’odio, ma ha anche precisato che “la migliore soluzione verrà trovata quando il governo, la società civile e le industrie del settore lavoreranno insieme e che questa legge, così come è stata approvata, non migliorerà gli sforzi profusi per affrontare questa importante questione sociale”. L’approvazione arriva dopo mesi di dibattito parlamentare, e soprattutto dopo la proposta adottata il 24 marzo 2017 dal Consiglio d’Europa di bloccare i video che incitavano all’odio.”

 

FONTE : il fatto quotidiano

 

 

 

 

   Domenica, 05.11.2017

 

   E' una splendida giornata, questi giorni di luna piena mi hanno tenuto in una terra di mezzo cioè indecisa sul da fare. Non vedo più i gattini, magari arriveranno più tardi.


   Natalino condivide un articolo che mette in risalto l'ipocrisia italiana, somme ingente di denaro vengono investite in industria di armamento che va nelle aree conflittuali esistente nel mondo. Ecco quelli soldi potrebbero essere invece investiti nella costruzione della società non per la sua distruzione.

 

  “IL COSTO DELL’OFFESA
Con 64 milioni di euro al giorno si potrebbero fare molte cose.
Invece noi li spendiamo in armamenti militari.
Parte di queste spese sono destinate, da circa sedici anni, alla guerra in Afghanistan contro i talebani con l’obiettivo dichiarato di togliergli il controllo del loro Paese, e infatti dopo sedici anni di guerra i talebani controllano quasi tutto il territorio, il resto lo controlla l’isis.
Ma c’era anche un altro motivo per andare a fare la guerra in Afghanistan, ovvero stroncare la produzione di oppio.
Dopo sedici anni di guerra il 93% della produzione mondiale di oppio arriva dall’Afghanistan.
Tra le altre motivazioni che i Governi italiani avevano mutuato dai guerrafondai statunitensi, c’era la fantasiosa “esportazione di democrazia”.

 

 

 

 

 


 

 

   Dopo sedici anni di bombardamenti e migliaia di morti civili vige la sharia, la popolazione civile subisce la tortura, e l’Afghanistan resta una delle nazioni più povere del mondo.
In questo disastro l’Italia ha fatto la sua bella figura spendendo circa un milione e mezzo di euro al giorno per essere complice degna degli USA.
Il nostro Ministro della Difesa, ma sarebbe più onesto dire Ministro della Offesa, l’onorevole Roberta Pinotti, aveva promesso agli USA che la loro richiesta di farci aumentare la spesa militare sarebbe stata esaudita.
Detto e fatto, nella finanziaria del 2018 la spesa militare aumenterà del 15%, e da 64 milioni di euro al giorno, passeremo a circa 73 milioni al giorno.
E non è finita qui, perché l’obiettivo è arrivare a 100 milioni al giorno. (…)”


Carla Corsetti


 

  Poi trovo un interessante testo circa illuminazione, secondo me scritto sotto un pseudonimo, cerco l'autore ma il link mi porta a un sito dedicato alle donne e al loro look!


 

  Dopo il pranzo sento la campana della chiesa:

 

  - Perché si sente la campana?

   - Vanno a benedire le tombe.

    - E tu non vai?

    - No, ho lasciato a Corina la lista e i soldi.


   Ah sì la benedizione di mesi fa non ha più effetto, che poi si paga non è che lo fanno gratuitamente per l'amore dei trapassati.


  Strano che lei non sia andata, come vedo sta delegando la sua vita ai famigliari. Ancora va alla messa ogni giorno, fino manderà qualcun altro a suo posto anche là. E ha sempre questo viso piccolo e scuro che mi snerva vederlo, secondo me è ben andata nella sua depressione/infelicità.


  Papà che è sordo dichiarato chiede da lei:

 

   - Hai parlato al telefono con le ragazze?

   - No, con il nipote Giuseppe.

    - Ma cosa hai sempre con Iris?!

     - Smetti con queste stupidaggine.

 

   In questi giorni di luna piena come vedo non mi va niente, ho uno stato strano di insoddisfazione perfino il cuore si muove in avanti di seguito a questo mio pensiero.

 

   Leggo un testo di Saint Germain dalla serie la scoperta della Libertà

  circa i sogni che abbiamo, che siano i nostri e non quelli altrui.

La stanchezza che avvertiamo può avere come causa la nostra sensitività.

Compassione per quelli che abbiamo accanto.

Ironia della sorte anche lì era una donna che aveva in testa un lungo viaggio in Francia per imparare la lingua, senza averlo mai messo in pratica.

Ovviamente si parlava anche di soldi, come vedo è un motivo di preoccupazione dappertutto nel mondo.

 

 

 

 

   Lunedì, 06.11.2017

 

 

  Mi sveglio molto presto avendo in testa un viaggio.

 

Giuro per ennesima volta guardo a Firenze, città mai vista, e ancora trovo un video che mostra la polizia fermando un uomo recalcitrante. L'ironia è che sia proprio rumeno.

 

In somma se anni fa mi fermavo a causa della Lega Nord non avrei mai visto le meravigliose città Verona, Venezia e Lago di Garda. Come turista è bello dappertutto.

 

 

 

 

13,31

 

  Non è che non lo avessimo saputo già ma quando qualcuno ti fa il disegno e ti sta dicendo che il lavoro ti occupa la gran parte della tua vita circa 40-50 anni di continua attività, certo ti chiedi vale la pena lavorare solo per la sopravvivenza? Secondo me no.

 

  Poi trovo Annamaria annunciando che da domani si cambia l'energia, eh meno male almeno questi ultimi giorni mi sono stati troppo stretti. Che poi l'energia si sposterà verso altre paure che ci portiamo dentro, ma va bene così almeno sarà un cambiamento, non la solita routine!

 

  Natalino mette in risalto l'ipocrisia italiana condividendo un altro articolo per le somme ingente di denaro che vengono investite in industria di armamento che va nelle aree conflittuali esistente nel mondo. Ecco quelli soldi potrebbero essere invece investiti nella costruzione della società non per la sua distruzione.

 

 

   “Nata alla fine degli anni ’80 all’insegna della «trasparenza» e della «correttezza», dopo venticinque anni la legge n. 185 del 9 luglio del 1990 sul commercio delle armi all’estero è diventata l’esatto opposto. Le regole non vengono rispettate, il traffico delle armi dall’Italia ormai è totalmente fuori controllo e le autorizzazioni sono spesso difficili da controllare. I motivi sono molteplici, tra gli interessi della ricca lobby delle armi italiana fino alle banche che incassano ingenti guadagni dall’intermediazione delle vendite. È questo il filo conduttore per capire la relazione che la Rete Italiana per il Disarmo ha presentato il 9 luglio a Roma. Si tratta del primo bilancio di un quarto di secolo di esportazioni dell’industria armiera italiana, tra le numero uno al mondo. Analisi che permette di vedere come gli ultimi governi non abbiano fatto altro che aggirare possibili modifiche alla normativa, lasciando tutto inalterato. (...)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

    I numeri fanno impressione. «Nel corso di questi 25 anni sono state autorizzate esportazioni dall’Italia, in valori costanti, per oltre 54 miliardi di euro e consegnati armamenti per più di 36 miliardi con un trend decisamente crescente nell’ultimo decennio». Non solo. «In particolare, più della metà (il 50,3%) delle esportazioni ha riguardato paesi al di fuori delle principali alleanze politico-militari dell’Italia e cioè i paesi non appartenenti all’UE o alla Nato: un dato preoccupante se si considera che – secondo la legge 185/1990 – le esportazioni di armamenti «devono essere conformi alla politica estera e di difesa dell’Italia».

 

Fonte: Linkiesta.it

 

 

Giro, giro ma arrivo sempre qua, pare che in questo frammento sia scritto e detto tutto.

 

 

 

 

 

  

 

 

 

 

   

 16,16 oggi i numeri doppi sono una constante.

 

   Si mi è sfuggita: “Io parlo con tutti, continuamente, con la voce di ciascuno di voi. La domanda è: Chi mi ascolta?”

 

 

   Insisto con Nizza, il mare e la Francia, trovo perfino un blog di una giovane donna che da indicazioni a prescindere dai suoi viaggi. Anche questa meta è da anni nella mia testa e lì è rimasta, senza mai averlo messa in pratica.

 

In somma se pure mi muovo sulle sabbie mobili mi passa in testa Simona, la lettrice di Akasha. Poi inizio ma che automatismo è questo? Ogni volta quando mi trovo di fronte a una scelta devo appellare qualcun altro per indicarmi la direzione? Negli anni sono entrata in contato con vari persone avendo capacità extrasensoriali fuori dalla norma, in modo consueto anch'io li ho.

 

Raramente vedo la mia guida animica saltando in una gamba per la gioia, anche adesso di seguito ai miei stessi pensieri di insoddisfazione si trasforma moltissimo, è come un energia scura che viene dritta verso di me. Mi mostra quello che io penso appunto.

 

  Il Sé alla destra è scuro anche lui. Io continuo il discorso mentale iniziato già, ma a te pare che ho fatto progressi in 14 anni? Sono esattamente 14 anni da quando scrivo trovandomi nel percorso personale di realizzazione. Ma questa è realizzazione?

 

  Davanti della fronte mi appare la testa di un uccello particolare, mi guarda con insistenza. Un gufo? Una civetta? Un falco? Poi lo vedo più in là in volo alla mia sinistra, con ampi ali marrone chiaro. Sarebbe un animale totem? Non ho alcuna voglia alzarmi e verificare cosa sia e quale sia il suo significato. Che poi in ogni testo spiegativo mi imbatterò nei pro e contro.

 

 

 

     Martedì, 07.11.2017

 

  "Una forma ben delimitata in due, la parte destra è grigio chiaro, la parte sinistra è scura. Sento una voce chiara “i stati...”

Io continuo pensare “i paesi sono diversi” pur non centrando nulla, voleva dire i stati di animo, i stati di coscienza.

 

Un sogno con un breve messaggio pur avendomi addormentata con un sacco di pensieri. Mi auguravo più spensieratezza, più giovialità ma nello stesso tempo leggevo di qua e di là vari notizie con l'impronta negativa. Tutta la giornata non mi sono data una tregua, alcun momento di quiete, pur sapendo che nel calma arrivano le belle notizie con i chiarimenti dovuti.

 

 

   Come mi aspettavo la civetta mi porta agli Illuminati di Baviera che nulla hanno da fare con gli Illuminati di America, i primi erano anticlericali i secondi mantengono lo status qua per amore di potere e denaro. Sono due associazioni totalmente diversi, i primi sono spariti e vietati schiacciati dalla legge i secondi no.

 

   Dove sono stata al lavoro sì avevo visto i segni “massonici” su vari case, ma la maggioranza delle case sono dipinte con immagini religiose.

 

   - Iris, questo inverno non andare più via, vedi che noi siamo indeboliti.

    - Ce l'avete fatta l'anno scorso, senza tutto il conforto di adesso.

     - Non ti manca niente qua.

     - ?!

    - Fermati nel inverno, avrai tempo per lavoro in estate.

 

 

  Guardo qua e là ai canalizzatori, non vedo nulla di particolare per me sono persone assolutamente normali. Magari chi vede l'aura può testimoniare velocemente la grandezza e la bellezza del essere umano.

 

 

  Questo sito è un po particolare, il mio rapporto con esso anche, dopo giorni finalmente entro sulla IV parte e bang sento pochi accordi da chevaliers di sangreal e una emozione forte strana, verso il pianto siccome sarei vinta.

 

 

  E adesso aspettiamo il portale 11/11 per portaci qualche novità, eh va beh fra poco ormai sarà la fine anno.

 

 

E' un po di tempo, può darsi anni, da quando questa splendida musica non torna nella mia attenzione:

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

  Che poi nel video sono le parole di Rumi, mistico islamico: un sufi.

 

 

 

    Mercoledì, 08.11.2017

 

    Ed ecco Corina:

 

   - Qui a termosifone hanno dei buchi.

    - Si ho visto anch'io.

    - Non si mette la spuma poliuretanica?

    - Di solito sì. Anche nel bagno sono rimasti dei buchi.

 

   Ormai questa Firenze sta insistendo troppo e da mesi. Magari non ho capito bene.

 

   - Corina dobbiamo trovare qualcuno per spaccare la legna, avevi tu quel ragazzo.

   - Quel ragazzo non è più qua, è andato a Firenze.

    - Dirò a Walter di cercare qualcuno. Lei ha la stufa e può accendere il fuoco se il riscaldamento non è abbastanza.

    - No, uscirà fumo.

     - Io a 30 gradi non metto la caldaia, tutta la vostra pensione andrebbe per il gas.

 

  Questa donna niente da fare, insista con i famigliari se i figli sono occupati magari i nipoti non lo sono.

 

   - Gino non viene a casa?

     - Non, lui lavora.

 

   Ma cosa ha questa Firenze? A parte che Kryon il prossimo anno sarà lì. Resta l'evidenza questa qua non ci ha dato un colpo di telefono per avvisarci che il ragazzo non c'è più e trovare un altro per darci una mano con la legna prima di iniziare il freddo. Spesso mi chiedo chi è mal andato psichicamente qua gli anziani or le loro prole?

 

   Firenze ha Leonardo da Vinci, in milioni pensano a questa figura più grazie al film “il codice da Vinci” che dalle sue opere. Cosi che guardo un po sul articolo per da Vinci esistente su Wikipedia, una sintesi della sua vita. Un personaggio particolare non inquadrato nella società dal suo tempo.

 

 

  Alle 14,41 un appello perso, 0689... magari è un altro call center. Butterò questa scheda che non mi serve ormai a niente.

 

   In the beging

  risuonano queste parole.

 

   E' un espressione "al inizio" che si sta utilizzando nel ambiente religioso cristiano, mi pare che il vangelo di Giovanni inizia con “al inizio era la parola, e la parola si fecce carne”. Se questa voleva dirmi.

 

  Provo ascoltare musica, ma niente da fare sta aumentando il suono dei pensieri altrui, la voce di Walter parecchio scontento “ma non è la nostra famiglia?!” e la voce di Loretta più debole. Non riesco continuare così che rinuncio, posso dire che le interferenze possano essere realmente forti.

 

  Ho uno stato teso che non dovrebbe essere, la stessa creatura grigia, che può essere dragone or qualunque altro rettile appare alla sinistra. Strano.

 

 

  Mi serve una musica... church.. si è una musica “portami a chiesa”.... Ippolito …. ma cosa centra?

 

  Mi diverto per due volte. Ippolito nella mitologia greca ha una vita piena di violenza, manipolazione, rivalità, bugia ecc. in somma un classico. Il bello arriva alla fine della sua storia, Ippolito è “nato due volte”, la sua resurrezione avviene grazie alla dea Diana. Nei miti greci e egizi la resurrezione era la norma, sempre grazie alla compassione di una donna?

 

  Poi guardo a Ippolito di Roma (170- 235), un santo alquanto strano, almeno come scrivono qua “è il primo antipapa a essere canonizzato come santo”. In somma... ma già esistevano i papi a quel tempo? Come potevano organizzarsi cosi velocemente in una ben delimitata gerarchia? Poi la storia della chiesa è stata scritta recentemente con tanto di dramma e di santità, martiri creati ad hoc senza alcuna base storica. La gran parte sono solo delle fiabe.

 

    Buon testo di Sibaldi, mi la chiedo anch'io da anni.

 

   “Ho fatto il professore per un po’, anni fa,
il tempo necessario per accorgermi
che gli adulti hanno da insegnare troppo poco
alla generazione successiva.

   Se foste bambini, o ragazzini,
dopo esservi guardati intorno vi fidereste
dell’opinione di chi non è riuscito
a impedire che il mondo andasse così male?

   Forse sì, vi fidereste, purtroppo.
Per troppo amore o per bisogno d’amore
o perché è troppo brutto pensare
che i genitori che ami sono tanto scadenti.

E qui toccherebbe ai genitori impedirlo.
C’è un buon modo, sperimentato:
quando insegni qualcosa a un ragazzino,
chiedigli sempre il suo parere in merito.

(...)”

 

  Cosa insegniamo ai bambini? Cosa trasmettiamo ai nostri figli? La nostra storia falsa creata ad hoc per ovvi interessi, solo per sostenere non si sa quale detentore di grande verità religiosa, scientifica, politica.

 

   Sento la voce di Van e di sua sorella Maria, ripetono per parecchie volte “paparazzi, paparazzi”

 

  Papà beve qualcosa in giornata e alla sera sta parlando tanto a vanvera, mi snerva sentirlo di qua. Questa stanza era tranquillissima prima dello spazio comune, adesso non più.

 

  Viaggio, questo viaggio fisico che tanto mi sta in testa, la guida animica mi mette intorno ai piedi un filo nero spesso, è come una energia. Sa giusto per darmi una calmata ed essere presente qua, non altrove.

 

   Non fa niente io continuo i discorsi iniziati già da l'altro ieri, ma a te pare che ho fatto dei progressi in 14 anni? Questo cazzo di sito che non so nemmeno che senso ha. Davanti a me, dove stava solitamente la guida animica, si fa visto lo stesso vortice con una delicata energia viola. Va bene ho capito è la mia trasformazione interiore, tuttavia l'esteriore è sempre uguale. Non mi sento arrivata da nessuna parte. La guida animica arriva sopra la mia testa. Ecco magari là devo arrivare: pensare con l'anima! Non so nemmeno se è possibile una roba così, cuore e mente unite sì, l'ho già sperimentata.

 

 

 

 

     Giovedì, 09.11.2017

 

 

    Ed iniziamo la giornata:

 

    - Cosa mi farò con il nonno?

    - Perché qual è il problema?!

    - Non vedi che non è attento?

    - Tu non hai null'altro da fare che da magiare e un po di pulizia.

    - ?!

 

  Eh che cazzo! Mamma mia che lamentosa, altro non ha fatto alla chiesa che pensare impaurita a cosa farà rimanendo da sola. In fatti non ha nulla da fare.

 

Gli anziani provano con i loro mezzi a chiudere i buchi rimasti in pavimento al termosifone. Questo idraulico...

 

 

   Io non sono di questo mondo, in somma sistematicamente Rumi torna in questi giorni.

 

 

  

 

 

 

 

 

 

 

  

    E' una parola inglese che da ieri mi è passata in testa, se mi la ricorderò quale.

 

 

     Ed eccolo qua:

 

     - Iris, attacco qua da te la pompa elettrica.

      - Lascia stare, oggi sta piovendo.

     - Non volevo staccare il frigorifero.

     - Là c'è doppia presa.

     - No, è solo formale.

 

  Mi alzo per verificare la presa elettrica dalla cucina, questo elettricista non è che ha fatto un buon lavoro qua.

 

  Oriana ha pagato un sacco di soldi a tutti gli operai, ma nessuno di loro ha portato a termine gli ultimi finissaggi. In cucina né adesso possiamo utilizzare la nuova finestra, il forno, la cappa. Adesso aspetto che arrivassi un altro operaio per finire quello che i primi non sono stati capaci fare, tutti avevano fretta. Ovviamente sarà pagato anche il nuovo, solo che si fa tanto aspettare.

 

 

   13,13 “e sta li da 11 anni”. Questo splendido video è da tanto tempo su Youtube e appena ha superato 150.000 visualizzazioni. Non è che ho fatto di meno, solo oggi ho visto che sta li da 11 anni.

 

 

   Che strana coincidenza! Stasera trovo grazie a Nazario, un lungo testo di Metatron in quale parla di Atlantide e del uso dei cristalli. Solo oggi in pomeriggio io ho tirato fuori dal sacchetto i cristalli che ho da anni, mettendoli alla vista. Addirittura mi sono ricordata quella splendida gemma viola che ho lasciato al tempio, era di una bellezza rara.

 

 

   “Sapete che Atlantide è esistita per oltre 200.000 anni. La vasta maggioranza delle epoche atlantidee furono epoche di luce! Solo la fase finale, il periodo dal 17.500 a.C. al 10.500 a.C. fu, secondo le vostre conoscenze, un’epoca buia, ma ricca di insegnamenti.

Vi diremo infatti che il Periodo d’Oro di Atlantide costituì il livello più elevato di Coscienza di Luce mai raggiunto sul Piano Terrestre da qualunque civiltà avanzata; superiore a Lemuria, superiore a Mu, superiore a Rama, superiore a Ignacious.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

   E’ divenuto alquanto di moda considerare Lemuria come la civiltà utopistica, ed anche se raggiunsero una fase relativamente breve di coscienza elevata, gran parte di coloro che vissero in quell’epoca non abitavano realmente dei corpi fisici, ma si trovavano in uno stato eterico simile ai deva, e non affrontavano le difficoltà implicite nello stadio fisico terrestre. Di fatto Lemuria non raggiunse mai il livello altamente avanzato esistente nella Fase d’Oro di Atlantide dal 40.000 a.C. a 18.000 a.C. Un tempo nel quale gli Dei camminavano in mezzo agli uomini, e ognuno trovava la sua gioiosa espressione. Era l’epoca santificata in cui molti di voi camminarono come Bambini delle Stelle, e successivamente scelsero la biologia e la lezione dei cicli di reincarnazione sul Pianeta Blu chiamato Terra.

 

   Perciò quando considerate Atlantide, NON ricordate solamente la sua triste fine! Non fu che una breve fase del magnifico mondo antidiluviano, eppure non dobbiamo dimenticare che si può imparare molto dalla fase finale, e Miei Cari, ora è tempo di ricordare. “

 

http://www.lightworker.it/msg_metatron_april_08.html

 

   A quanto pare è forte in noi il ricordo del età d'oro, in quale una volta siamo vissuti e lo abbiamo persa, adesso intendiamo ricrearla. Amore or potere?

 

 

 

 

     Venerdì, 10.11.2017

 

   Ecco che stangata: 50 euro al gas! Aveva ragione Giulio che sia caro, e sono mesi di autunno, figuriamoci nel inverno quanto salterà. Abituati con bollette pagate di Oriana, l'anziana adesso è scontentatissima, ma d'altra parte rifiuta adoperare la stufa quando ha freddo. Che sia sana!

 

   Ecco Corina in visita, molto silente. Rifiutava parlare troppo.

 

   - Corina hai ancora la caffetteria aperta?

    - No.

 

Non mi sorprende, apposto di occuparsi del suo negozio lei faceva commessa da Walter. Strana la sua scelta. In somma va com'è venuta silente.

 

Papà era curioso:

 

    - Corina è venuta con la macchina?

    - Non lo so.

     - Dovevi accompagnarla fino al cancello e così vedevi.

      - ?!

 

  Di conseguenza la madre è rimasta parecchio male:

 

   - Iris,vai a portare dei fagioli a Corina.

   - Scherzi?! Tu potevi darle quando lei è stata qua.

     - Io non mi ricordo tutto.

    - Poteva lei chiedere se voleva, tanto ha visto cosa cucinavi.

     - Fai anche tu una passeggiata fino al negozio.

    - Magari lei non è nemmeno là.

     - Non so cosa farò... dove andrò...

    - Ma dove vuoi andartene a 75 anni?

     - Nessuno mi ascolta...

 

In somma... quando la sento con questo ritornello di impotenza e confusione mi fa scattare.

 

 

Vado in città per godermi una passeggiata e i colori di autunno fortunatamente ancora vivaci.

 

Ovviamente non faccio solo una passeggiata compro anche una bellissima scatola per lettere. Questa mia spinta di abbellire qua non la vedo con buoni occhi, solitamente mi implico in cose del genere quando qualcosa di più profondo non mi va. Avendo il pensiero a quel benedetto viaggio ritardato fino a nausea, il Sé scuro molto scontento è davanti alla mia fronte, magari sono troppo mentale.

 

 

Ho la spinta di andare a fare qualche spesa e di portare quelli benedetti fagioli a Corina. Guardo l'orologio è 18,20, penso “sì, è una buona ora”. Poco prima delle 18 è un casino, la gente esce dalla messa e va ai negozi. Lo guardo ancora e mi mostrava la stessa ora dal telefonino 17,55. Strano di averla vista così avanti.

 

 

Vado comunque. Vania e Walter erano lì.

 

Poi sento pensieri di Corina ”A me spiace per lei” poi quello di Vania “Ti spiace?! A lei piacciono i bambini, anche il padrino ha detto....”

 

Questo diminutivo “padrino” adoperato per il prete che ha la radice nel “padre” appunto non lo sopporto, non è solo una autorità genitoriale ma ha perfino in esso troppa delicatezza.

 

In effetti adesso perfino la splendida voce del narratore dal video mi snerva sentirlo con “padre... fare... a dire”

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

    Le parole “madre” e “padre” da tempo non mi piace utilizzarli, hanno agganciate a esse un energia di autorità, sanciscono un abisso tra gli esseri umani a prescindere dai ruoli e non dal valore che qualcuno realmente ha. Sono in dubbio con Madre Terra, questa sì.

 

 

  Quando pensi che la calunnia di Loretta ha preso radice cosi profonde nella loro mente, ti viene un dubbio. Se qualsiasi persona riesce facilmente a manipolarci a suo piacimento, quanto di più lo può fare qualcuno a quale noi stessi diamo una indiscutibile autorità?

 

   E solo domani sarà questo benedetto 11/11 tanto aspettato, che poi ogni anno lo è.

 

 

 

 

      Sabato, 11.11.2017

 

 

  So io questa tanto aspettata giornata, non mi ricordo nemmeno il sogno se è stato qualcuno.

 

E tutto ha un nome.

 

   Sinestesia trovo la parola giusta per quello che anch'io sto spesso sperimentando, utilizzare più sensi nello stesso tempo. E' anche un consiglio di come fruttificare al meglio questa giornata 11.11.10 tanto aspettata. Osservare, osservare tutto quello che ci accade.

 

 

Fino alle 16.16 sono stata solo fuori approfittando di una splendida giornata e facendo vari pulizie.

 

 

Aiuto, questa donna è patologica con la sua paura per la fame, entra in conflitto perfino con il gattino! Purtroppo è tornato solo uno di loro.

 

Devo muovermi non ho ancora chiarezza per la direzione da prendere.

 

 

My life – la mia vita non sarà mai la stessa

 

 

 

 

   Questa benedetta vacanza ecco adesso anche il cuore si muove, finora è stato silente.

 

   Leggo qualche parola di Sibaldi, poi lo vedo più in là e in basso sentendo le sue parole “a me mica hanno fatto quella roba lì”. Sono dal video per i genitori, un modo di vivere egoistico trasmesso da una generazione ad altra indiscriminatamente senza alcuna consapevolezza da parte dei genitori.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

  Verso le 23, l'anziana è in piedi con tanto di rumore, giusto per non passare inosservata. Effetto scontato, mi alzo per vedere cosa fa:

 

    - Cosa fai a quest'ora in cucina?

    - Ma tu dai lo yogurt ai gatti?!

     - Avevi detto che tu non lo mangi.

       - Lo preparo io e lo mangeremmo noi.

     - ?!

 

   Io non so quanta fame abbia fatto questa donna nella sua gioventù.

 

 

 

     Domenica, 12.11.2017

 

  2011? Siamo in 2017. E' arrivata anche questa “importante” giornata.

 

Il sogno può essere una sintesi da tutti gli anni passati in quale ho fatto innumerevoli avanti indietro

 

   “ Un filo nero, ben teso e ben ancorato, unisce il decantatore e il tetto della cascina”

 

Cioè bisogni, troppe pretese e aspettative da mia parte sono in gioco qua.

 

  Deve essere qualcosa là in 2011 che si collega a questa data, e cosi entro sulla prima parte del sito. Aiuto, quanto c'è da sistemare!

 

   E' venuto molto bene il testo di Aivanhov:

 

 

 

   “Scoraggiamento - metodi per superarlo


Può accadere che, di fronte a certi fallimenti, vi sentiate scoraggiati al punto di essere portati a dirvi: «Sono un incapace, sono debole e stupido». D’accordo, forse siete tutto ciò, ma non rimanete lì a rimuginare questo genere di pensieri, perché è pericoloso. Se vi capita di passare per simili stati d'animo, mostrate di essere comunque un po' intelligenti e dite a voi stessi: «È vero, non valgo gran che, ma ovunque nel mondo vivono esseri che sono ricchi, belli, saggi ecc., e io voglio legarmi a quegli esseri con il pensiero per beneficiare delle loro qualità e delle loro virtù». Vi assicuro che questo pensiero vi aiuterà.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

   E sforzatevi anche di ritornare con la memoria a tutti i momenti di pace, di luce e di ispirazione che avete già vissuto, perché ne avete vissuti almeno alcuni; e dato che li avete vissuti, non possono essersi cancellati. Aggrappatevi a quei momenti e, a poco a poco, il coraggio e la sicurezza torneranno.”


Omraam Mikhaël Aïvanhov

 

 

    Vado per riscaldare la stanza di Giulio, nella casa di Oriana, e faccio un colpo: trovo lì due statuette della Madonna! Ieri non erano. Ma questa donna è andata molto, in un modo or altro insista impossessasi della casa e della mente altrui portando dentro le sue limitatezze.

 

Una volta lui andato via:

 

    - Povero Giulio è solo, hai visto come ha preso del cibo?!

    - E non lo lascio io trovarsi una donna?!

     - Ma...

      - Chi lo obbliga stare da solo?

       - ?!

 

Dramma inutile non mi serve. A come vedo preventivamente ha messo le madonnine là.

 

 

  Il sito, quando lo vedo quanto è lungo mi viene nausea. 18.18 l'ispirazione... mi connetto con le mie guide. Eh sì che mi serve aiuto, tanto aiuto.

 

 

 

 

Alla fine qua e là ho sistemato questo sito lunghissimo. Resto con una forte pesantezza se da qui or da altrove non mi è chiaro.

 

Certo è che alla sinistra il sé è bianco e contento di là della mia pesantezza, davanti a me molto su e lontano è una persona seria con un abito etnico nero grigio, un mischio tra uomo e donna, che manda verso di me un laccio. Mi spavento “non lo voglio”. Non vedo il sé preoccupandosi né di questa persona e né del mio spavento.

 

 

 

   Lunedì, 13.11.2017

 

   E' stata una esperienza molto particolare stanotte, magari si sta collegando a quella avuta prima di addormentarmi. So solo che mi sono svegliata con una strana sensazione di confusione.

 

    Ma questa donna soffre di sindrome del capo, non può passarti acanto senza dire “fai quello or quel altro” anche se tu la stavi già facendo, giusto per avere un senso di importanza, di avere l'ultima parola. Va in ridicolo! Lei un altro modo di rapportarsi non sa, e né vuole apprendere.

 

 

  Va pensiero su ali dorate

 

 

 

 

   Papà era incuriosito:

 

     - Ho visto il vicino F. andando in giro con la carrozza. Raccoglie elemosina per la chiesa?

    - No, l'hanno fatto già per il seminario teologico.

      - Ma questi qua trovano sempre un motivo per elemosinare?

     - ?!

 

    E così la chiesa più ricca al mondo continua aumentare la sua ricchezza, senza alcuna vergogna va in giro per elemosina. Se qualsiasi persona lo facessi sarebbe biasimato, loro lo fanno sistematicamente e in modo organizzato da millenni.

 

  Papà si diverte:

 

   -  Siamo ricchi, abbiamo 5 gattini!

 

  Vado subito alla finestra, io ho visto uno, poi due, è vero oggi ha portato tutti 5 in cortile. Ovviamente l'anziana disperatamente li caccia via, la stanno portando alla fame:

 

    - Io compro del latte per darlo tu ai gatti?!

    - Io l'ho comprato.

     - Non mi servono.

    - Lascia stare, vanno via da soli.

 

   Non arriverà alla fame se da cibo or soldi a chiesa, invece i gattini si la porteranno dirittamente alla povertà. In somma a dire il vero anche a me sembrano troppi, insieme alla gatta sono in 6 in cortile. Sono anche altri 3 che vengono ogni tanto, quindi ci troviamo da un giorno ad altro con 9 gatti in cortile!

 

Italia.. . Quello che io ho in testa da tempo, non sono più stata lì da 2 anni. Ecco qualcuno va là proprio questa settimana:

 

    - Iris, i giovani vanno a un battessimo in Italia.

    - Con aereo?

    - Sì. Che poi loro non sono mai stati là.

 

  Non mi aspettavo proprio sentire questa parola. Eh che coincidenza, per un battessimo sono stata ed io prima volta in Italia.

 

 

 

15,51 long ago

 

 

 

 

 

 

    - Oriana non doveva mettere il gas.

     - Ma che cazzo hai con il gas?

    - Brucia i soldi!

 

Aiuto! Si lamentano di tutto vogliono il gas ma non pagare le bollette, poi vogliono la legna ma senza fumo, cenere e tutto il casino. In somma …. è sempre una questione di soldi.

 

 

 

 

    Martedì, 14.11.2017

 

  E sta arrivando il freddo mi pare.

 

  E lei sta tornando dalla messa prima mi guarda siccome deve dirmi qualcosa, poi dopo un tempo inizia con le sue notizie:

 

   - Iris una giovane donna è molto ammalata, sta morendo.

   - ?!

    - Anche nel villaggio vicino è morta una donna giovane.

    - ?!

    - Chissà come mai muoiono solo dei giovani.

 

   L'esistenza da, l'esistenza prende.

 

E' inutile e pericoloso prendersela poi con l'esistenza, sono tante cose che sfuggono alla nostra comprensione.

 

   Ogni volta quando c'è qualcosa da fare lei sta male:

 

   - Iris, sto male. Se porterà la legna dai tu una mano.

    - No. Dovevate organizzarvi quanto è stato caldo.

    - Ti vesti bene, non fa tanto freddo. Io non posso.

 

“Io non posso.” è mentale la sua malattia.

 

   Sto correggendo la prima parte del sito, snervandomi che sia così lungo ed essere indecisa su cosa lasciare e cosa togliere di là.

 

  “Voi mi avete frainteso” risuonavano con delicatezza queste parole nella mia mente.

 

 

Soldi, soldi... e lui appena sta in piedi, stava rimproverando lei:

 

   - Non dovevi dare tanto a quello.

    - Smetti, è una piccola somma.

    - Com'è piccola?!

 

  Non importa quanto siano anziani è un soggetto giornaliero. Che poi la TV spesso mantiene il loro interesse attivo “benzina troppo cara, la carne anche”. Per le pensioni e gli stipendi che ci sono qua sì la vita è cara, ma chi ferma il loro aumento?

 

   - Walter era occupato, non mi ha dato una mano con la legna.

    - Ma quello fa qualcosa?!

    - Ha detto che deve andare dopo la merce, dopo un ora era già lì.

    - La città non è lontano.

 

Si agganciano ai figli, senza tenere conto che loro hanno la loro vita e la loro attività. In somma...

 

 

Su Fb una donna condivide un breve testo per l'assuefazione del autorità e la pedagogia nera, quello che io ho detto solo poco tempo fa che sia “la sindrome del capo”. Come vedo in tanti ci siamo accorti! Un signore commenta “non ho mai sopportato gli imperativi”. Solo lui? Quando decideremmo di cambiare il metodo appreso dai genitori e dagli insegnati di vecchia era, riusciremmo rompere gli schemi di oggi.

 

Questa musica.... che canzone è?

 

 

Splendidi corp circle sono apparsi quest'anno. Ovviamente l'Inghilterra da anni è la scelta del cielo, lì appaiono la maggioranza.

 

 

Questa la trovo interessante, che può andare bene e per me:

 

   "Il destino non va creato ma solo riconosciuto. Tutte le anime sono parti di un puzzle all'interno della vita e si incastrano perfettamente solo se portano avanti la loro missione. Il fatto di non riconoscerla crea uno stato confusionale e irregolare nel proprio cammino"

 

   Claudio Guarini

 

 

 

16,16; 17,17; 19,19 oggi i numeri doppi sono una constante.

 

Faccio due passi per la spessa. Trovo Corina lavando i pavimenti da Walter per la chiusura. Non ho ancora capito cosa ha fatto con il suo proprio negozio, si è implicata con determinazione al inizio.

 

 

Bulgaria, Windows mostra delle immagini fantastichi da questo paese mai visto. Aivanhov viene di là.

 

 

  Finisco leggere sia da AA Michele che dagli Hathors - le linee temporali cioè i potenziali, la scelta c'è sempre proprio perché i potenziali/ linee temporali esistono già.

 

 

   “Questo tipo di ingegneria inversa del Tempo serve gli scopi di coloro che non vogliono andare avanti e che non vedono alcun futuro reale per se stessi e il loro stile di vita in un mondo che non è dominato dalla paura, dal conflitto e dalla mancanza. Perciò, essi riportano l’attenzione indietro nel tempo, in posti nei quali quelle paure, conflitti e mancanze erano molto più evidenti. Quindi, effettivamente, i media ci stanno guidando di nuovo verso la paura, l’ansia e il conflitto del passato, anche se si tratta per lo più di illusione.

 

    Questo porta allo sviluppo di un’intensa ansia interiore e di stress nel Collettivo, in coloro che non sanno di essere effettivamente manipolati. Quelli che non sono risvegliati immaginano che il Tempo sia lineare e non hanno una vera percezione di come le Linee Temporali o le Spirali del Tempo possano essere manipolate per creare controllo sulla coscienza di massa e indirizzare gli eventi là dove gli “Ingegneri” vogliono che siano diretti.

 

 

 

 

 

  

 

 

   Così, in questo momento, molte persone stanno anche affrontando la comparsa di sensazioni relative al passato e a paure che appartengono al passato. Questo ha anche l’effetto di riportare nuovamente in superficie emozioni e sentimenti della storia personale passata, perché l’ingegneria inversa della Linea Temporale ha anche l’effetto di reindirizzare la vostra vita personale nel passato, in modo che vi connettiate con le paure e le ansie e i traumi relativi alla paura e alla mancanza.

 

Quindi, magari vi sentite come se steste continuando a girare in cerchio, perché forse è così!”

 

Viaggio nel Tempo 102: Navigare tra le Linee Temporali

 

 

 

 

Allora se i potenziali esistono già io cosa ci faccio qui?! Apposto di godermi una splendida esperienza sulla riva del mare in Francia or la montagna in Germania sto qua tutta impaurita per i soldi?

 

   Per un tempo un essere vestito in viola è accanto a me. Poi davanti è la stessa persona di ieri vestita in nero grigio, un mischio tra donna e uomo. Alla sinistra è un busto luminoso di donna, pensavo che sia Oriana or qualcuno che li assomiglia tanto.

 

Sinistra è il mentale, la logica, il passato, il subconscio.

 

 

 

    Mercoledì 15.11.2017

 

  “Alla destra steso su un letto è un uomo maturo, assomiglia al Sè, è tutto bianco vestiti e lenzuola, solo intorno alla gola e al petto c'è una grande macchia rossa. Penso che sia sangue dalla gola.* Indosso l'accappatoio bianco, sono abbronzata e serena, capelli più corti di adesso. Sempre alla destra è una donna come energia, grigio scuro verso nero, mi guarda:

 

   - Sei più bassa di 5 cm.

     - Sì, 5 cm hanno i tacchi.

 

  Poi sono nel orto di qua. Sto spazzando via le poche foglie secche esistente sopra il decantatore.”

 

  Un bel po di simboli ci sono qui. 5 può essere la dimensione della coscienza, abbassata se farò una certa scelta. Il sangue, secondo Sibaldi, è la conoscenza incarnata. Gola sarebbe comunicazione e verità. Il decantatore sarebbe i bisogni e vedo che sto spazzando via il poco rimasto. I tacchi sono simbolo femminile. Capatoio bianco,  abbronzata e capelli piu corti avevo in estate ed ero a lavoro.

 

 

  Alle 11 la zingara al cancello per elemosina. L'anziana va verso il cancello avendo nelle mani la legna, provava anche cacciare via le galline uscite in cortile, ma lei va lo stesso:

 

     - Dove vai?

   - Vado per vedere cosa vuole.

    - Ma non sai già cosa vuole?!

 

   Torna confusa:

 

   - Vicina ha detto che le darà pancetta, né da lei si mangia grasso.

    - Bene, così si sposterà da lei.

    - ?!

  Sentivo il suo scontento “va dalla vicina?! Eh va beh ma qui è una continua competizione anche per delle banalità. Vicina ha chiuso il cancello e ciao non è più tornata.

 

  Effetto scontato, la vedo persa siccome non sapessi cosa fare:

 

     - Iris, puoi cambiarmi una banconota grande?

     - A cosa ti serve? Per zingari?

       - No, domani mattina devo dare a una donna metà di essa.

      - Domani mattina ti li do.

     - Ma tu ti svegli così presto?

      - Non c'è tempo fino domani?

      - ?!

 

  E' inutile! In un modo or altro le darà. La zingara aspetta in strada poi annoiata chiama ancora, così che esco per dirle di andarsene. Se venisse una volta a mese non sarebbe alcun problema ma 2-3 volte a settimana è troppo, finisce che loro mantengano anche lei e non si permettono farla.

 

  Ma io sto lì a difenderli di zingari e a descrivere la loro senilità, a posto di farmi una splendida vita tutta mia altrove?!

 

   “E questa realtà basata sulla paura domina la vostra esistenza.”

 

  Bene, ieri ho scoperto un artista con splendide rappresentazioni della geometria sacra e testi per le linee temporali, a quale guardo e oggi.

 

 

   “La risposta arriva sempre dall'energia galattica, che in base allo Tzolkin, trasporta le informazioni del Guerriero Giallo Risonante, Kin 176, Portale di Attivazione Galattica (15.11.2017). Esso rappresenta la Mente Lucida, in osservazione del panorama che si è rivelato, alla ricerca di un equilibrio rispetto alla Paura. Il Guerriero Giallo apre al distacco dallo squilibrio emozionale. Esso ci insegna che quello che stiamo vivendo è un film, la manifestazione di qualcosa che ci aiuta a comprendere ciò che dentro finora era rimasto nascosto. La nostra missione è rendersene conto e non agire seguendo il filone che si sta manifestando.

 

 

 

   E' necessario più che mai leggere i segnali, scoprire la Sincronicità dove ci sta portando. La Visione deve essere portata oltre, là dove già l'Aquila Blu, ieri, ci ha aiutato a spostare lo sguardo. Quale grande cambiamento sta avvenendo in noi? Quali informazioni fondamentali ci stanno arrivando? Quale altra identificazione deve essere scardinata, affinché emerga chi noi siamo veramente oltre la zona comfort? “

 

    Stefania Gyan

 

   Non, questa non condivido. Che poi Aivanhov parlava francese e bulgaro, può essere anche una sbagliata traduzione or che questa idea di trasmigrazione dal uomo ad animale non li appartenesse neanche. In questo ritmo finiamo a dare credito a Darwin e la sua evoluzione, proprio quella aberrante legge che proviamo smantellare in questi anni ricordandoci che veniamo dalle stele da altri pianeti e remote civiltà non da scimmie e coccodrilli. Già che fatichiamo vedere la nostra magnificenza...

 

 

 

Eccola con questi soldi...

 

    - Iris, puoi cambiarmi i soldi?

     - Non, ho uguali. Andrò al negozio.

     - Hai ancora dei soldi?!

    - Certo.

 

  Mamma mia che stile!

 

  Una voce alla destra. Potrebbe essere André. Ho risposto al suo testo di Aivanhov mettendo una spiegazione di Kryon: punti di vista totalmente diversi.

 

   Il fiore della vita, vedo parzialmente un disegno fatto di vari linee sottili nere che si intersecano in svariate piccole forme.

 

 

 

    Giovedì, 16.11.2017

 

  “Tu parla... nessuno mi capisce... Tu parla”

 

 

   Parla abbastanza l'anziana che torna dalla chiesa tutta furiosa, ho sempre detto che il suo automatismo non l'aiuta in verità con niente.

 

  Soldi...

 

    - Iris, non accendi più la stufa, lascia il riscaldamento funzionare.

     - La legna non ti costa niente.

     - Quando paghiamo il gas metti anche tu dei soldi.

     - Ti ho detto già di non chiedere più soldi da me, spendo abbastanza.

 

   Ha iniziato già da ieri con l'arrivo dalla zingara con questi strani discorsi. E poi parla e parla a vanvera solo cosi per sentirsi, non è in quadro oggi con tanta agitazione. Fa lo stesso ma io sto li a descrivere la loro senilità e di come ci stano influenzando anche da questa stato degradato perché noi altro non vediamo in essi che i nostri genitori? Noi non vediamo mai la realtà.

 

  Stranamente la loro vicina Marica pulisce la vite. Ma non in primavera si fa questo lavoro?! E' il suo affare ovviamente solo che senza questa tenda vegetale pare che loro fossero nel nostro cortile e viceversa.

 

 

Il commento per André è passato inosservato, va beh ognuno è libero di pensare come vuole. E non è il mio affare né questa. Quella delicata voce ha un altra fonte.

 

L'astronauta di Palenque. Mi lo ricorda Stefania con un documentario in spagnolo. Eh va beh da anni c'è anche in italiano.

 

 

  

 

 

 

 

 

 

 

 

   Ho tanto tempo da quando sono qua nella solita routine. E adesso basta ho perso già la bellezza dell'autunno ed è stato un tempo stupendo. Guardo a Francia e al mare!

 

  E lo guardo da un mese senza osare, inizio a fare dei calcoli trasporto, albergo e così ciao Saint Germain e i suoi consigli per l'abbondanza. Ma che vita è questa?! Sto lì agganciata al computer attenta a non spendere troppo, aspettando che passasse il tempo e andare a quel benedetto lavoro?

 

 

  … Io vengo...

 

arrivano queste parole con l'intonazione di una affermazione.

 

 

   Lo stato teso mi porta anche questa volta la stessa testa grigia di un rettile or cosa lui sia. Pare che andassero mano a mano.

 

 

 

 

     Venerdì, 17.11.2017

 

     Io vengo.

 

   Non so da dove siano queste parole, non ho indovinato il loro significato né ieri. E' un affermazione, un assicurazione della presenza a un certo evento.

 

   Arriva Walter con un altro artigiano deciso di fare tutto: cancello e queste benedette ringhiere. La madre che non sa star zitta interviene:

 

   - Ma sai... le farà quel parente di Corina.

    - E perché non mi hai detto?!

 

   Dal estate finalmente qualcuno arriva deciso per farle e bang... l'artigiano era in imbarazzo, Walter anche. Cosa dire?! Si incontrano ogni giorno, potevano mettersi d'accordo chi viene e cosa fa.

 

 

   La canzone di Enya, la stessa di ieri sera.

 

    May it be

 

 

 

 

 

 

 

 

 

   Ma cosa ha questa canzone? Io pensavo al suono che può modificare la materia. Era un muro in antichità, di Gerico mi pare, che veniva distrutto con l'aiuto del suono. Secondo me non è solo una metafora nella bibbia.

 

  Mi appare l'immagine della geometria sacra ed invece mi vengono ben due strane parole ….molecolare ...oricolare... mi immagino che sia un termine collegato alle orecchie e al suono. Che poi in italiano non c'è in questa forma.

 

  19 Ma tutto l'argento, l'oro e gli oggetti di bronzo e di ferro saranno consacrati al SIGNORE; entreranno nel tesoro del SIGNORE».
20 Il popolo dunque gridò e i sacerdoti suonarono le trombe; e quando il popolo udì il suono delle trombe lanciò un gran grido, e le mura crollarono. Il popolo salì nella città, ciascuno diritto davanti a sé, e s'impadronirono della città.

 

 

 

 

 

 

 

 

21 Votarono allo sterminio tutto ciò che era nella città, passando a fil di spada uomini, donne, bambini, vecchi, buoi, pecore e asini.

24 Poi i figli d'Israele diedero fuoco alla città e a tutto quello che conteneva; presero soltanto l'argento, l'oro e gli oggetti di bronzo e di ferro, che misero nel tesoro della casa del SIGNORE."

 

   Giosuè 6

 

 

  Solo adesso guardo il testo con attenzione. La vita umana non aveva alcun valore, gli oggetti metallici invece sì tanta, dovevano essere portati da Yahwe ( tradotto con Signore). Strano questo dio che aveva bisogno più che altro di tesori materiali e non di esseri umani come tali.

 

   Questo Yahwe insegnava fisica agli ebrei, un popolo nomade senza struttura organizzativa statale ed economica. Per loro qualunque extraterrestre era un dio. Noi siamo in secolo XXI, se al imprevisto apparirebbe davanti a noi un extraterrestre or una nave in atterraggio, penso che ognuno di noi rimarrebbe schioccato, impaurito ecc.

 

  Yahwe può avere qualcosa in comune con l'astronauta di Palenque. Prove materiale per sostenere la teoria che le antiche civiltà erano visitate di vari extraterrestri verranno allo scoperto. Migliaia anni di bugie sarebbero abbastanza. Yahwe apparteneva a una civiltà avanzata che sapeva come utilizzare il suono per chiari fini.

 

In somma non so se in altri libri del antico testamento si parla di questo strano personaggio Yahwe, ma in Giosuè sì.

 

Ecco l'operaio di ieri, parente di Corina, metterà apposto il cancello.

 

 

  Sentivo ...mamma... sigarette... detto con abbastanza rabbia indietro della testa. Dopo poco tempo suona il telefono da loro:

 

   - Iris?! Non, è a casa. Fuma in cortile. Ma dove vuoi che se andasse nel inverno?! Andrà via in primavera.

 

In somma se così la pensa lei, comunque chiedo:

 

   - Chi era?

    - Monia, voleva sapere come stiamo.

    - Magari voleva pacco.

    - Non ho più chiesto.

 

   E come mai Monia è cosi piena di rabbia?!

 

  Riprendo il pensiero verso la vacanza, almeno una settimana per uscire da … anonimato … Anonimato?! Io pensavo uscire dalla routine, fare qualcosa di diverso e rinfrescante.

 

 

   Mi arrabbio con le guide e tutto, ma cosa sto a far qua? Dove è l'abbondanza e la mia felicità?! Questo misticismo potrebbe essere anche ignorato or addirittura eliminato or no? Proprio mi pare di no, a mio posto è un essere di luce bianca densa con le mani alzate verso la fonte della luce.

 

   Ma... in somma...

 

 

 

    Sabato 18.11.2017

 

  Oggi è la luna nuova, secondo qualcuno vari paure e rabbie vengono allo scoperto.

 

  Davanti al radiatore c'è un gatto bianco come di un cartone animato, du temps è scritto davanti a lei.

 

  C'è tempo, se pure insistevo tanto con la Francia.

 

 

L'artigiano che è venuto oggi ha lavorato per molti anni in Italia:

 

   - A lei non piace Italia?

    - Così, così.

 

  Da mia parte è venuta una risposta indecisa. Appena mettevamo apposto la scatola per lettere che ha lo stesso design dal hotel di Germania dove fortunatamente sono stata.

 

Il vecchio va sottotetto per il mais, l'anziana è tutta agitata:

 

    - Iris vai tu. Ho paura che lui cadesse.

    - No, vi ho detto già di non metterlo là. Chi verrà qua a darlo giù ogni volta quando a voi serve?

    - ?!

 

   Più tardi Giulio sente anche lui l'anziano muovendosi sottotetto:

 

    - Iris, ma lui potrebbe farsi male sulla scala.

   - Non è caduto finora, non cadrà né adesso. Si arrangiano.

 

  Fanno tanto caso adesso, potevano farlo 2 mesi fa quando le avevo detto già che per loro il sottotetto non è più adatto. Ognuno è libero di vivere come li pare, anche se sono anziani hanno diritto alla loro libertà.

 

   Pare che ieri è stata un serata rabbiosa per più persone. Una donna condivide su Fb la sua serata di ieri piena di rabbia a prescindere da un commento di qualcun altra che l'accusava di mancanza di originalità. Va beh la creatività appartiene a tutti. Cosi come non è un solo artista in nessun demanio, anche nel loro settore è la qualità a fare la differenza. Che poi ha fatto bene difendere se stessa di accusazioni di plagiato, solo che adesso si sentiva in colpa per la sua rabbia.

 

I testi di OSHO vengono come mai bene, solo ieri sera mi proponevo di stare un po alla larga del misticismo e fare qualcosa concreto materialmente:

 

   “Il Creatore

Nel mondo esistono due tipi di creatori: uno opera con gli oggetti - un poeta, un pittore

opera con gli oggetti, crea qualcosa; l'altro tipo, il mistico, crea sé stesso. Non lavora

con gli oggetti, opera col soggetto; lavora su di Sé, col proprio essere. È il vero creatore,

il vero poeta, poiché fa di sé stesso un capolavoro.


Ognuno di voi porta in sé un capolavoro nascosto, però voi siete d'intralcio. Spostatevi,

e il capolavoro verrà alla luce. Ognuno di voi è un capolavoro, perché Dio non fa nascere

altro che questo: per molte vite tutti si portano dentro quel capolavoro nascosto, senza

sapere chi sono, eppure tentando in superficie di diventare qualcuno.


Lascia cadere l'idea di diventare qualcuno: sei già un capolavoro, non ti puoi migliorare.

Devi solo arrivare a coglierlo, a conoscerlo, a realizzarlo. Dio stesso ti ha creato, non puoi migliorarti!”

OSHO

 

Bella questa di Sibaldi, non decisione ma determinazione. Non perdere tempo inutile quando si impone una scelta. Eccomi, mi la tiro da mesi per una banale vacanza! E' anche logico il suo discorso, ti stai fermando in una terra di mezzo non goderti alcuna esperienza né da una parte e né d'altra.

 

 

   Che non può dormire alle 21 non è alcun problema, anch'io sono in piedi, ma per sentirla:

 

    - Non chiudere più la porta a chiave!

    - Come mai?

    - C'è cancello.

     - E cosa c'entra?!

     - Non entra nessuno qua.

     - Quando eri giovane chiudevi a chiave tutte le porte. Adesso non la vuoi chiusa a l'entrata?

       - ?!

 

  Oramai tutti due sono molto andati, che vivessero anche mille anni purché siano capaci a stare in piedi e gestirsi, perché no?

 

 

 

     Domenica, 19.11.2017

 

  Mi sveglio con la spala sinistra quasi bloccata, ovvero emozioni bloccate.

 

   Laura torna dalla messa, religione e politica:

 

    - A TV hanno fatto un reportage 5 giovane arrivate in Parlamento tramite i loro padri, non sapevano nemmeno quale partito lo stiano rappresentando.

     - ?!

      - Come ha detto anche la giornalista: “queste persone fanno la legge per me, per noi?!”

      - Sì la giornalista ha perfettamente ragione. Certo che questo paese non va bene senza una classe politica adeguata. I prezzi sono troppo alti.

     - Guarda che l'uovo rispetto a l'estate è quasi raddoppiato.

 

  Io non ho mai capito la Romania e la sua politica, prezzi che salgono a cielo con pensioni e stipendi molto bassi. Dove non c'è una classe politica competente si vedono delle belle. Certo che la gente se ne va di qua eccome.

 

 

Ecco come arriva la musica collegata ai viaggi:

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

   - Iris, Crina sta arrivando.

    - Cosa?

     - Sta arrivando l'inverno.

      - Ah sì?!

      - Ancora un po', poi inizia il freddo.

 

  Giulio mi stava dicendo una cosa ed io ho sentita un altra. Strano, è vero lui parla piano e in questa casa si parla forte, molto forte vista la loro sordità.

 

 

 

   Lunedì, 20.11.2017

 

   May it be....

 

 

 

  Magari è un invito a guardare il film - il signore degli anelli, un successo planetario che a me è sfuggito. Non guardo né adesso il film ma un documentario, incuriosita del perché tanto successo. Sono i temi umani potere/amore, amicizie/rivalità, paura/ coraggio.

 

   Volevo subito condividerlo e guardo prima al canale oh dio mi pare che avessi tendenze fasciste cosi che rinuncio. In questi tempi di crisi e caos, la destra si fa avanti un po dappertutto. Peccato, non abbiamo imparato niente dalla storia. Che poi noi siamo giovani, nati a decenni da quella storia che altro non aveva in essa che potere con tutto il male che lei potesse generare in tutti gli esseri umani viventi a quel epoca.

 

 

 

   Martedì, 21.11.2017

 

 

Ho bisogno di novità, mamma mia che noia. E' un splendido tempo soleggiato che ti invita a camminare, a viaggiare.

 

   La madre ha fatto la sua uscita mattutina:

 

   - Cos'è questo?

    - Ho preso un calendario da chiesa, per sapere quando saranno le feste prossimo anno.

 

    La sua vita è scandita dalle feste religiose, a un altro da eventi astrologici, chi lavora aspetta le vacanze ecc. Praticamente non esiste la vera libertà, noi ci muoviamo secondo certi punti fermi scelti di noi stessi or imposti dalla società.

 

    - Iris, vai a Diego e dirle di venire per spaccare la legna seppure fa cosi caldo.

     - Hai detto che verrà l'altro nipote.

      - Non è sicuro che verrà per il Natale, oramai ha soldi.

 

   In somma oggi è stata alla messa perciò ha una giornata “fai quello or quel altro”, mi pare che nel suo caso autorità e chiesa vanno mano in mano. Io la ignoro, l'anziano invece non c'è la fa a rifiutare le sue pretese.

 

  Questa donna è parecchio aggressiva a causa della rabbia accumulata in 75 anni di sottomissione. Questi matrimoni cattolici sono da manicomio, a lavoro Ada dava degli schiaffi a Gilberto e lo metteva in ridicolo. Giustamente ti chiedi se le donne si comportano cosi in pubblico, cosa fanno con i loro mariti anziani in privato?

 

   Ecco su Fb ricordano il compleanno di Nadia Comaneci, anche lei scapata di qua decenni fa in cerca di libertà. Pare che la libertà sia la parola del giorno.

 

 

  Ci arrivo. Il diluvio biblico, raccontato in vari mitologie, è la caduta di Atlantide. I profeti biblici Enoch e Noè sono vissuti prima della catastrofe, tuttavia dove sono i loro scritti? Sono solo ricordati come antediluviani e null'altro. In somma ma cosa centra la caduta del Atlantide con la libertà?

 

   Va bene oggi ho scoperto James J. Hurtak e il suo libro “le chiavi di Enoch.”, Enoch è un profeta misconosciuto nel ambito occidentale ebraico cristiano.

   Poi NASA ieri ha annunciato ufficialmente la scoperta di un asteroide che sta attraversando il nostro sistema solare.

 

    - Iris fermati qua questo inverno.

   - Non, io sono già annoiata.

    - Sei stata via l'inverno scorso, questo fermati qua.

    - ?!

 

   Vado dal negozio e racconto a Laura il guasto del forno. Poi lei mi racconta la mini vacanza del nipote, tornerà da Italia domani, ha visto Brescia, Venezia ecc.

 

  Giuro appena abbiamo finito di parlare ed ecco il signore dal gas. Non le ho detto più niente, ormai il forno può riprendersi da solo e poi io penso alla partenza. Da settembre mi la tiro a prescindere dai più banali motivi.

 

 

 

 

Questa musica...

 

 

Né adesso mi è chiaro dove l'ho sentita.

 

  Gli ORBS uno verde chiaro e uno azzurro intenso si muovevano di qua e di là intorno a me, sarebbe la musica l'elemento scattante.

 

  Finisco a Sibaldi e il suo concetto di ombra, elimina Freud e Jung con l'inconscio, il complesso di Edipo ecc. Praticamente afferma che sia un errore e soldi buttati nel vento andando dallo psicanalista. Abbraccia invece volentieri il termine moderno di superconscio.

 

 

 

 

    Mercoledì, 22.11.2017

 

  Dal mattino ho uno stato teso che mi impedisce concentrami, cosi che faccio poco ordine in cortile prendendo anche una bocca di aria fresca.

 

  Poi mi venivano le parole Io Sono Metatron, Signore della luce

 

  Così che leggo qualche suo testo. Sono tutti molto interessanti e chiari. Secondo me quando noi leggiamo a voce alta una tale affermazione in qualche modo ci stiamo identificando con essa, la stiamo assorbendo.

 

   “La Terra è una presenza onnipotente. La Terra non può essere distrutta. Che l’accettiate o no, nulla può essere preso dalla Terra che la Terra non permetta. L’uomo non può distruggere la Terra, solo la sua capacità di vivere su di lei. La Terra come una sfera incandescente di lava era altrettanto consapevole come lo è adesso. I cambiamenti che sono in arrivo sono accettati da Gaia, dalla Coscienza Superiore del genere umano e ad un livello superiore  sono effettivamente orchestrati dalla sensibilità della terra, del sole e di Colui che  chiamate Dio Creatore. Sappiate che tutto è in perfetto ordine.

 

 

 

 

 

 

 

  E così, Carissimi, prima di concludere questo messaggio, vi diciamo che c’è una vita ancora più grande che si muove intorno e sopra di voi, sopra la sacra Terra, sopra la Terra che cambia. Queste energie adesso stanno fluendo nel vostro campo di consapevolezza. E’ luce di natura sottile. Non è la luce dell’aspettativa, perché non possiede logica, è invece la luce del conforto, del benessere, e porta davvero l’energia di “casa” del regno angelico. “

 

 

   Metatron, Terremoti - Perché la Terra sta tremando

 

 

    Dimentichiamo il potere della terra e possiamo darle ragione la terra può fare meno di noi, non è valida invece anche la viceversa: tante civiltà (4) prima di noi sono state eliminate dalla sua superficie. La stessa idea si incontra anche in Kryon, l'umanità non sopravvivrebbe a un attacco nucleare, terra invece sì. Noi non salviamo la terra ma noi stessi.

 

 

   Al pranzo le solite discussioni:

  

    - Iris, resta qua nel inverno.

     - ?!

     - Non ti manca niente.

 

   Sì niente a parte la gioia e la libertà. Non vedo l'ora di muovermi, oramai ho 3 mesi da quando sono ferma. Sto troppo sul computer.

 

   Uccio de Santis con una bella ironia, come siamo presi in giro dall'attuale religione. Eppure siamo in secolo XXI ragazzi.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

   Infine in pomeriggio mi abbandono al film “Conversazioni con Dio.” Mi stava emozionando tanto le difficoltà incontrate dal autore essendo senza lavoro, aiuto come siamo mal mesi se non c'è una autentica protezione sociale. Quanta crudeltà, soldi ci sono. Realmente ho pensato fortunatamente ho avuto i famigliari come appoggio.

 

   Mi appare scritto in blu questo splendido destino.

 

   L'avevo scritta tanti mesi fa, può darsi un anno, quando dal lavoro ero spinta qua. Io vengo spostata spesso in modo molto ovvio, è una tensione interna che mi impedisce fare altro e adesso non è di meno.

 

  Vado fuori in idea di prendere una bocca di aria fresca. Sento il giovane vicino della madre parlando al telefono:

 

   "una dichiarazione... classe V... poi lei va in Germania.. ma scrive ogni giorno... scrive anche di mia madre."

 

  Poi sento un telefono squillando alla destra. In somma il posto è quello che è: stretto e obsoleto.

 

 

    Questo anno dovrebbe essere in qualche modo risolutivo per me, tuttavia stando ferma qua non mi è chiaro come. Ma perché devo io cercare questa fantomatica anima gemella?!

 

  .. per ricongiungersi a voi....

 

  Mi risuonano queste parole che fanno parte da un splendido testo di Brian Weiss.

 

 

   “A ciascuno di voi è riservata una persona speciale. A volte ve ne vengono riservate due o tre, anche quattro. Possono appartenere a generazioni diverse. Per ricongiungersi con voi, viaggiano attraverso gli oceani del tempo e gli spazi siderali. Vengono dall'altrove, dal cielo. Possono assumere diverse sembianze, ma il vostro cuore le riconosce. Il vostro cuore le ha già accolte come parte di sé in altri luoghi e tempi, sotto il plenilunio dei deserti d'Egitto o nelle antiche pianure della Mongolia. Avete cavalcato insieme negli eserciti di condottieri dimenticati dalla storia, avete vissuto insieme nelle grotte ricoperte di sabbia dei nostri antenati. Tra voi c'è un legame che attraversa i tempi dei tempi: non sarete mai soli.”


 

Questa musica che mi sta da giorni in testa, senza ricordarmi dove l'ho sentita.

 

   In fine chiudo la giornata con uno stato teso, che per me anche adesso è senza causa. Mentalmente insisto trovare cause e collegamenti senza riuscirci, mi arrabbio con me stessa non trovarli. Il Sé tiene un cane nero inferocito, che dire? Ho un bel stato di animo.

 

   Voglio chiarezza e comprensione. I miei occhi sono grigi e grandi. Reinizio daccapo, e quindi? Anche l'anno scorso è stata un esperienza così, non mi pare che avessi fatto grandi passi in avanti.

 

 

 

   Giovedì, 23.11.2017

 

 

   “Brian Weiss (New York, 6 novembre 1944) è uno psichiatra e scrittore statunitense.

I suoi interessi includono aree pseudoscientifiche quali la reincarnazione, l'ipnosi regressiva, la progressione a vite future e la sopravvivenza dell'anima dopo la morte.”

 

 

   Mi diverte la presentazione di Wikipedia. L'occidente è quello che è, la religione cristiana è lontana da ogni verità, la sua scienza anche. Alla fine la scienza dimostra che sia lei stessa condizionata dalla religione dominante in un area geografica. Fortunatamente ci sono gli artisti.

 


  Si perché no? Mi la tiro da troppo tempo. Vado una settimana in Italia e poi vado in Germania a lavoro e finita lì con i miei viaggi di questo anno.

 

   17,17 numeri doppi, in realtà avevo in testa la musica di Vangelis 12 o'clock, è tempo da quando non l'ho più sentita. Cerco su YouTube ma tutti i video in un modo or altro hanno immagini con la religione dominante del nostro tempo, che è lontana da ogni verità.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

   Ecco questo può andare bene, la bellezza inimmaginabile e inarabile della nostra casa: Terra. Non una “madre”, ma un partner che sostiene la sopravvivenza e l'evoluzione dell'umanità.

 

   Non so a cosa ha pensato l'artista. In rumeno è un modo di dire “ nella dodicesima ora”, cioè nel ultimo momento, prima che sia troppo tardi a riparare qualcosa.

 

A quanto sta dicendo la madre, i prezzi saltati nei giorni scorsi non si sa il perché, adesso scendono ai loro valori di prima. Eh meno male è già troppa povertà qui e altrove, la povertà non porta niente di buono a nessuno. E perché mai doverebbe essere? Risorse ci sono per tutti.

 

 

    “Ora, alcune persone sedute qui in sala diranno: «Beh, vorrei capire quel che ha detto Kryon. A volte è difficile capirlo.» È bellissimo, vero, che non siate obbligati a capirlo? Non dovete per forza capirlo! Vi ho dato uno strumento che è pratico, nelle 3D, e vi ho detto come funziona nei dettagli e perché. Tuttavia, solo voi potete verificarlo. Tutto ciò che vi dirò è: fate attenzione a ciò che dite. Costruite quello che dite al vostro corpo in modo positivo, perché è la dichiarazione di ciò che siete.

 

Ora, fate attenzione, perché alcuni di voi sono troppo lineari. Siete ammalati e avete la tosse e iniziate ad affermare che state bene. Osservandolo, potreste dire: «Sono in piena negazione. Sono qui che tossisco e, contemporaneamente, affermo di essere guarito?» Non potete nemmeno cominciare a capire la fisica di un cerchio multidimensionale. Ciò che state facendo è potenziare un frattale temporale del futuro. State creando qualcosa che non c’è ancora (con il pensiero) ma, dal nostro punto di vista, il Campo è già lì che elabora la soluzione. Esiste già.

 

 

 

 

 

 

 

  Capite il potenziale di questa cosa? Riuscite a dichiararlo, senza che la vostra mente cerchi di mettere insieme cose che non sono compatibili? La persona malata può dire a voce alta: «Sono guarita, sono integra. Grazie.» Poi, un attimo dopo, tossire! La persona che non ha abbondanza può dire: «Ho abbondanza nella mia vita e non devo preoccuparmi ogni giorno. Ho quello che mi serve, perché ne sono degno.» Allo stesso tempo, può non avere nulla sul conto corrente. La persona che soffre a causa di una situazione o di una relazione, può affermare la vittoria completa! «Sono in pace. Grazie, Spirito, per avermi fatto superare questa cosa bruttissima.» Poi, quando si risveglia dall'affermazione, è ancora in quella cosa bruttissima!”

 

Il Campo - Prima parte, 3 luglio 2016

 

  Testi di Kryon con raccomandazioni per fare le affermazioni a voce alta e con attenzione perché hanno effetto. Non lo so, non sono proprio convinta che sia così. Può darsi non sono abbastanza flessibile cioè muovermi insieme al flusso della vita. Certe volte faccio una strana opposizione anche ai piccoli cambiamenti.

 

Di conseguenza vedo i miei occhi grigi e grandi, proprio come ieri.

 

 

 

 

   Venerdì, 24.11.2017

 

   “Il cassettino di qua è aperto, dentro è un elastico bianco nuovo.”

 

  Seppure mi pareva ieri sera che non fossi abbastanza flessibile!

 

   Arriva il nipote per la farina della madre, lei è molto interessata di come lui ha guadagnato:

 

    - Hai guadagnato bene?

    - Sì.

    - Stai attento con i soldi.

 

Io ero curiosa di come lui stava:

 

    - Iris, qui da voi si mangia bene, c'è spazio.

    - A lavoro c'era una sala da pranzo?

    - No, nella nostra stanza era il fornello.

    - Ma quanti eravate in una stanza?

     - 7.

    - 7?!

     - Sì ma era grande.

 

   In somma... 7 uomini in una stanza?! Ma che stile è questo di ammassare gli operai come nella schiavitù in uno spazio comune? Ho dimenticato chiedere dove avevano il bagno. Ovviamente il padrone pensa al suo profitto, non al benessere dei suoi operai.

 

   Un enorme uccello marrone chiaro, mai visto di me, sta attraversando il cortile e l'orto. Ultimamente vedo gli uccelli, ma finora dove sono stati?! Può essere un barbagianni, qui sono topi e talpe.

 

 

   Strano, questa parola libertà fluttuava al pranzo intorno a me. Adesso vedo che Nazario ha condiviso un testo di Saint Germain con lo stesso concetto, solo che lui lo ha fatto 16 ore fa cioè ieri sera. Potrebbe avere un altra fonte.

 

  Poi … fattura... anche questa la sentivo, solo al sito ho fattura ma del resto a quanto io sappia no.

 

  

 

  Realmente mi chiedevo dove risiedesse la mia felicità?  Io non la vedo da nessuna parte. Ho perfino una lista con tutte le cose che mi mancano e secondo me mi la portassero.

 

Oggi incontriamo parecchi lingue, la parola spagnola corazon è scritta davanti al mio cuore.

 

    A quanto pare è li che dovrebbe essere.

 

 

 

     Sabato 25.11.2017

 

Se non è stata una tempesta solare stanotte non so più quale sia il motivo di rimanere sveglia fino in mattinata con una bona dose di insoddisfazione a tutto spiano.

 

Sì, è stata. La tempesta solare ha i suoi effetti su ognuno di noi. Io con pensiero a un viaggio per tirarmi fuori da questa inerzia insoddisfacente, mi ha letteralmente snervato ieri sera.

 

    Fortunatamente trovo oggi l'ultimo testo di Saint Germain, parla esattamente di quello che io sperimentavo ieri sera. In casi del genere mi chiedo ho letto io i loro pensieri? Hanno letto loro i miei? Semplicemente è un tipo di comprensione che arriva più o meno nello stesso tempo a tanti.

 

     L'anziana mostra il suo lato oscuro per la solitudine e la paura della morte, la sua chiesa non l'ha mai aiutato con niente e non l'aiuterà mai. Basta che non ci vedeva una decina di minuti che iniziava a chiedere:

 

   - Dov'è il nonno?

   - Nel orto, perché?

    - Non lo vedo.

 

    Pomeriggio non vedeva me:

 

   - Dov'è Iris?

   - In casa.

 

  Per la giornata contro la violenza sulle donne, Amnesty sta parlando delle molestie avvenute online ha perfino un nome doxxing. Va beh ma quello che incontriamo nella vita reale lo troviamo anche in quello virtuale: è la violenza psicologica.

 

  50 donne a settimana sono ammazzate in UE tra le mura domestiche. La statistica prende in calcolo i casi eclatanti apparsi nei giornali, migliaia drammi succedono senza che fossero prese in calcolo dalla statistica or dai giornali. Non abbiamo la cultura giusta per rapporti umani maturi ed equilibrati.

 

   “Ti voglio svelare un grande mistero: una donna-Donna si salva da sola, non ha bisogno di principi azzurri, né di super-eroi che la proteggano dal pericolo.
Una Donna non deve a tutti i costi ricreare una famiglia uguale a quella d’origine, perché lì ha incontrato i suoi mostri peggiori, e li ha ingoiati, e li ha accettati e li ha perdonati.
Una Donna non ha bisogno d’un uomo a cui aggrapparsi, che la faccia sentire sicura, perché ha cercato strenuamente la felicità, e l’ha trovata da Sé.
Una Donna non ha bisogno di figli a cui prendere energia per farsi sostenere, ed a cui rubare la Vita, non permettendosi di vivere la sua.
Una Donna ha toccato il fondo più volte ed è risalita, ha imparato a sorridere anche quando si sentiva morire, ha dato fino allo sfinimento, ha curato, accudito, accolto ed amato fino a sentire il cuore scoppiare. Cento volte è stata uccisa e centouno volte è risorta.

 

 

 

 


Una Donna ha scoperto il proprio Valore, e si è accorta che senza di Lei nulla aveva più un senso, neppure per Sé.
Una Donna ha scelto di ridere, di amare, di gioire, di gustare ogni istante, di godere, di urlare e di danzare quanto e come le pare.
Una Donna sa cosa conta davvero, ed ha imparato ad accarezzare la propria pelle con delicatezza ed amore, e non permette a nessuno di avvicinarla senza rispetto.
Una Donna ha impiegato moltissime Vite ed infinito dolore per arrivare fin Qui, dove scalda e sfavilla la sua Luce d’Amore.
Quando la incontri la riconosci tra mille, e, guardandola, puoi vedere la Tua Luce, quella che ancora non sai d’avere.”

   Valeria Pisano

 

 

  Non è male il testo di Valeria tuttavia da qualche parte ho letto La donna sole, un bel ritratto ... cognitivo.... che vale la pena essere conosciuto. Era un testo dal ambiente spagnolo, sud americano mi pare.

 

 

  Una testa coperta con il casco di protezione appare al imprevisto davanti a me, mi sorprende vedere gli occhi neri molto luminosi, da loro un flash di luce intensa arriva da me: mi smuove.

 

   Questa è bella, non so che significato avessi. So solo che mi stavo snervando per l'ennesima volta con il tempo che passa velocemente ed io non riesco mai fare qualcosa di particolare per me stessa. Ecco qualcosa è stato!

 

 

 

    Domenica 26.11.2017

 

  E' stato un sogno più lungo, mi sveglio avendo chiaro solo questa immagine:

 

  “A entrata sul muro rosa è una macchia, siccome l'acqua entrasse dentro dalla finestra chiusa.”

 

L'acqua è emozione, è l'inconscio.

 

Ignoro la messa dalla radio, tuttavia essendo cosi alto il volume, sento qualcosa:

 

 

   “Oggi festeggiamo Cristo, il re del universo.”

  Ma qui non si capisce più niente. Non era Dio il re del universo, l'autorità assoluta in cielo e la terra? A quanto pare no, non è mai stato. Il re di quale parla il prete era un essere umano in carne e ossa vissuto 2 mille anni fa, che poi ha anche finito molto male il suo soggiorno terrestre. Queste affermazioni teologiche cristiane così contraddittorie e ambigue.

 

  Poi il prete chiude il sermone passando alla povertà che affligge la Romania, nei ultimi giorni sono stati anche manifestazioni di strada per chiedere dignità:

 

  “Molti si chiedono come aiutare i poveri, cosa possono fare per loro? Chi aiutare? Chi fa dalla povertà un mestiere andando a elemosinare? Chi grida la povertà a voce alta come fanno ai semafori? No, quando vedi un povero ti spiace di non poter fare di più per lui. L'offerta di oggi è devoluta al seminario teologico.”

 

   Bene quando la chiesa dirà “aiutate i poveri, noi abbiamo abbastanza”, dimostrerà che fa quello che può per loro. Nel suo sermone il prete entra in conflitto con i poveri, aiutate noi e non loro. Beh... Anche la madre da un bel po alla chiesa e un altro bel po da a quelli poveri di mestiere. Dove c'è la povertà manca la compassione.

 

 

   Ecco questi qua con elemosina, lo stato dovrebbe aiutarli non de pensionati come loro. Io li ho cacciati via, torna lei dalla messa dopo quasi 2 ore, la zingara l'aspettava fuori:

 

    - Ma perché non hai dato il grasso a questa donna? Lo mangi te?!

    - Lasciala lì, magari ti servirà poi.

     - Non mi serve.

     - Allora perché tagliate maiale?!

 

  Accanto a questa roba voleva darle anche una bella somma, più di 10 euro. Mi oppongo, lei lascia la banconota giù furiosa, non senza dire la sua:

 

   - Stavi a casa tua se eri normale! Tutti i figli sono a loro casa. Stai li a sorvegliare me?!

 

   L'anziana furiosa va dalla zingara:

 

  - Questa qua (cioè io) è stupida, ti do io poi.

 

  La zingara aspettava al cancello annoiata, vado a cacciarla via ancora una volta.

 

   - Senti ti ho detto già di non venire più qua, io ti denuncio alla polizia.

    - Ma cosa ho fatto?! Zia ha detto che mi porterà un sacchetto, per questa sono ancora qua.

    - Finora li hai ingannati di milioni, ti denuncio!

 

   Ormai è inutile, tutti due anziani si arrabbiano con me. La loro rabbia così forte mi butta ancora una volta in una zona scura. Non sono uscita dal ruolo di genitore per i miei genitori? A quanto pare no, sono ancora lì incastrata.

 

  Loro chiedono dei soldi a sinistra e a destra, giustamente gli altri fratelli si chiedono circa la loro pensione. Telefono a Corina:

 

   - Guarda che questa vicenda con la zingara mi sta superando. Poi io vado via per qualche giorno la prossima settimana, e se tutto va bene prima di Natale vado in Germania.

    - Ma io ti ho detto già mesi fa della loro pensione.

    - Pensavo che si stano riprendendo.

     - Loro vanno in giù non viceversa. Walter ha detto che lei ha debiti da lui.

    - Scherzi?! A me ha detto che non ha più debiti.

    - Magari anche gli oggetti di valore devono essere portati via di là.

    - In somma dopo la mia partenza vi arrangiate.

   - Passerò ed io stasera da loro e le dirò.

 

  Questa situazione onestamente mi sta superando, oltretutto la trovo ridicola. Mi spiace tanto vedere i genitori ridotti così, ma questa è.

 

   - Iris, non riscaldare la stanza per Giulio, la corrente costa soldi.

    - Ecco con i soldi che volevi dare a quella mendicante, pagherai la corrente.

 

  Giulio si arrabbia anche lui sentendo che loro non vogliono smettere con questa strana abitudine:

 

   - Mamma appena ho visto a TV, 2 anziani sono stati ammazzati in casa per i soldi.

   - Ha detto che mi li porterà indietro.

   - Ti li porta indietro?!

 

  Questa povertà non porta niente di buono a nessuno, avviso la madre:

 

  -  Io prossima settimana vado via per qualche giorno.

   - Dove vai?! Io ti ho detto di fermarti qua questo inverno.

 

  Come no? Prima erano scontenti che non li lascio fare quello che loro vogliono, adesso sono scontenti per la mia partenza tutti due. Ma va...

 

 

   Ho una strana stanchezza eppure sto facendo un bel niente. Non vedo l'ora di viaggiare, camminare, ho un blocco … futile... da 2 settimane. Giuro queste parole arrivano inaspettatamente, per molte di loro devo anche guardare nel dizionario!

 

 

 

 

    Lunedì, 27.11.2017

 

  Dal ciclo grandi sogni:

 

   “un bolo con una mela cotta”

 

  Queste mele le ho preparate proprio ieri. Più or meno in quel posto stava li in serata il papà, guardandomi severamente ma con un viso sereno, pieno cioè contento.

 

  Vado a negozio e là trovo Corina:

 

   - Iris, guarda che una coppia è stata ammazzata per i soldi.

   - Sì, ci ha detto Giulio ieri.

   - Non, questi hanno preso in macchina 2 uomini ad autostop.

    - Che selvaggio!

 

   Aiuto, ma ne senti ogni giorno una cosa del genere. Crimini e violenza, almeno in questi casi, a prescindere dai soldi e dalla povertà. E allora a chi giova tutto ciò?

 

   Nel loro caso né io penso che succederebbe una roba cosi, qui è casa accanto a casa. Qui è solo una questione di soldi, non è di adesso ma da anni, la loro pensione è di grande interesse non solo per quella zingara.

 

  Andrò in città per camminare, per respirare aria diversa qui sto perdendo troppo tempo con stupidaggine.

 

 

   Per il compleanno di qualcuno ho condiviso in mattinata un immagine stereotipata con il titolo felicità. Adesso in serata la guardo con più attenzione, sentivo dentro di me negatività. Veniva dalla foto? Dalla parola felicità?

 

 

 

 

    Martedì, 28.11.2017

 

 

  Nevica. E' arrivato l'inverno ed io sono sempre qua, questa voglia di uscire … dal anonimato … Va beh io pensavo uscire dalla routine, strano che venissero nello stesso tempo, magari hanno qualcosa in comune per me.

 

   Mi arrivano le parole di Simona condivise tempo fa “ Chi lavora lo fa perché altro non sa fare. e più tardi vedo su Fb un suo invito per la pagina Akash.

 

 

   Finisco cercare testi sulla sesta razza, non trovo gran che. Monique Mathieu ha un testo di recente, ma un altro appartiene a Peter Deunov dal 1940! L'ultimo non è molto conosciuto in Europa, pur essendo bulgaro, invece è conosciuto in America.

 

 

   “Prima di potere accedere alla coscienza dell'uomo della sesta razza, bisognerà assolutamente che voi sradicate la paura e le nozioni di potere, di potenza, di dominio; bisognerà guardare tutti gli esseri viventi come facente parte della stessa famiglia, quella degli abitanti di questo mondo che diventerà un paradiso.

Per il momento, se voi foste proiettati in questo paradiso, che cosa ne fareste? Non siete ancora pronti per accedere a questa nuova coscienza!

Ognuno di voi chiede la pace nel suo cuore, chiede di vivere felice, e tuttavia ognuno di voi è tormentato per il suo non abbandonare a livello delle esperienze della vita, perché non capisce tutto quello che gli accadde.

Dopo avere vissuto alcune esperienze difficili, l'uomo di domani comprenderà che le difficoltà delle esperienze fanno saltare le chiusure che aprono verso una nuova coscienza.

Qualunque cosa possiate vivere oggi, domani sarà una vita completamente differente. Le istituzioni che sono le vostre oggi non esisteranno più. Non siamo qui per farvi propaganda di denigrazione sulle vostre istituzioni, sarete voi stessi che non ne vorrete più!

Il regno dei vostri dirigenti finisce, (coloro che hanno ancora la mano messa sulla coscienza umana), perché non avranno più il loro posto nel nuovo mondo. Non parliamo esclusivamente dei dirigenti temporali che conoscete, parliamo di quelli che sono nell'ombra e che dirigono realmente.”

 

L'uomo della sesta razza – Monique Mathieu

 

 

In somma vado a negozio per la spesa e per due passi. Qualcuno proprio allora se ne andava con la macchina, mi dava fastidio trovarmi con la luce forte negli occhi al imprevisto. Entro e trovo Giulio molto emozionato:

 

     - Iris, appena è uscito il parroco di qua.

     - Qui siete tutti agganciati al prete?

     - No, lui è venuto per chiedermi se ho visto V.B. In somma … ma è un bravo ragazzo.

      - Lascia stare....

 

  ...manipolazione psicologica... Mi sono attenuta a dirle, mi pareva però che mi trovasse di fronte a una vicenda del genere. Questo V.B. sta solitamente a negozio per ore?!

 

  In somma...

 

 

 

    Mercoledì, 29.11.2017

 

   Io no so se ancora è stata qualche tempesta solare or cos'altro, certo è che sono rimasta sveglia fino tardi, apparentemente a causa del caldo e di forti contraddizioni scattate dentro di me per questi viaggi che non sono mai abbastanza.

 

    - Iris resta qua nel inverno.

    - Ce l'avete fatta nel inverno scorso, adesso è più comodo per voi.

     - Siamo indeboliti.

 

  Eh va beh la sola cosa che volevo fare in questa vacanza era un viaggio per qualche giorno altrove, ed eccomi ancora qua. Solo a sentire e lei tutto il giorno con lamenti mi manca, non sono abbastanza i miei?!

 

 

   

 

 

 

 

 

 

 

 

    Ed invece trovo proprio in mattinata un video divertente circa la ricerca della felicità attraverso la competizione e il possesso materiale che altro non fa che prosciugarci, disperdiamo le energie e sopratutto il tempo che abbiamo a disposizione in questa vita che non è illimitato. Abbiamo a nostra disposizione l'eternità è vero, tuttavia questa vita e questa attuale espressione fisica è solo adesso.

 

   Sono d'accordo con l'autore tuttavia noi senza soldi non possiamo letteralmente vivere, e senza un lavoro da dove soldi? Non li vedo crescendo negli alberi! Accontentarsi diceva Tiziano Terzani, facile da dire, difficile da mettere in pratica.

 

     E volevo condividerlo subito, è anche divertente con una buona musica, solo che YouTube mi ferma, devo dire la mia età in quanto “questo video potrebbe essere inappropriato per alcuni utenti.” Ma dai … ha lo stesso divieto per la violenza e la pornografia? Speriamo di sì.

 

 

  Questi giorni sono incentrati sulla felicità, hanno anche dei bei numeri: ieri 10.11.10, oggi 11.11.10.

 

   I numeri doppi sono una costante anche oggi 15,51, l'inizio di un cambiamento sarebbe, ma se io sto ferma lì cosa cazzo accade?

 

 

    My life

 

 

 

 

 

   In ogni vacanza ho fatto qualcosa di particolare, qualcosa per me stessa. In questa mi avevo proposto solo un viaggio e non l'ho fatto. Questa vita sedentaria mi sta stretta da mesi: la schiena si risente.

 

  Vedo appello da Giulio, lui telefona raramente perciò mi aspettavo a qualcosa di particolare:

 

    - Iris stai attenta con quella zingara, Walter mi ha detto che la mamma ha ancora debiti da lui.

    - Come?! A me ha detto che lei non ha più debiti.

     - No, solo metà le aveva dato indietro.

     - Ma non si può fare niente con quella zingara?

      - Mamma deve dichiarare che le ha dato dei soldi e quella riceverebbe una multa.

     - Va bene anche la multa.

 

  Ma dai andiamo in ridicolo con questa vicenda. Lei ha dato sempre ai mendicanti, non è mai successa una roba così.

 

  Che poi anziana da dei soldi anche a chiesa, non sappiamo mai quanti. Stamattina andando nella loro stanza vedo il cassettino aperto, lei era a chiesa. Non lo so, ma lei da soldi a chiesa ogni giorno?!

 

 

 

    Giovedì, 30.11.2017

 

  E' una splendida giornata, ed io sono sempre qua.

 

  Continua il fastidio alla schiena che è iniziato da ieri sera: qualcosa lì non mi appartiene.

 

  Telefono dal estetista per darmi una sistemata e farmi due passi:

 

   - Noi oggi e domani siamo liberi.

   - Va bene, resta per sabato.

 

   Su Fb vedo un nome che mi ricorda i datori di lavoro, fra poco sarà Natale, la stessa strana sensazione scatta dentro di me, in una piccola zona scura è una linea bianca splendente.

 

   Vado a negozio, due passi devo farli.

 

   - Mamma guarda che la panna non l'ho pagata, è regalo da Giulio.

   - Meno male ci dona anche lui qualcosa.

   - Quindi tu sperperi i soldi con la chiesa e la zingara, poi i figli devono darti?!

    - Giulio non è interessato di soldi.

    - Da quando hai debiti tutti sono interessati.

 

  Infatti questa vicenda con Walter sta lì dal estate a pungere tutti quanti, eppure loro due non capiscono niente.

 

 

  Giuro appena finito il pranzo ecco alla porta la vicina che ogni tanto prende dei soldi in prestito da loro. Esco io:

 

    - Magari la sua mamma mi potrebbe dire dove sia Tamara.

    - Di sicuro alla sera la trovi a casa.

    - Ma sai io ho pagato per errore il suo internet e adesso devo pagare anche il mio.

     - Prova ancora, magari sta riposando a quest'ora.

 

  Pare che questa anziana sia una banca! Tutti vengono qui a chiedere soldi, anche le banche danno fallimento.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

   Questo video ha un grande successo su Fb in pochi giorni ha più di 30 milioni visualizzazioni, molto di meno su YouTube, vista l'interdizione di età. E l'ha creato solo in 25, caspita che successo! Pare chi ci sia una enorme richiesta di felicità, di chiarezza di cosa lei vuol dire, me compresa. Io non so se Fabio l'ho ha già visto, proprio ieri aveva anche lui un testo circa la felicità.

 

 

   Mi diverto sentendo la vicina della madre, che ricorda con un tono pacato a suo marito:

 

   - Io ti ho detto gentilmente.

   - ?!

   - Che poi tu sei qua nella mia casa.

 

  Ma che rapporti umani, ragazzi! E questi matrimoni cattolici che devono durare fino alla morte, e questa anormale povertà che appesantisce ancor di più la nostra vita già condizionata mentalmente in vari modi sin dalla nascita.

 

   Io vengo.

 

  Non so a cosa collegare questa affermazione, magari dovrei stare più attenta a cosa penso. Che poi pensavo a questa malata società edificata di noi stessi, che nulla di umano ha in essa e non l'ha mai avuto.

 

 

  A parte Bhagavad Gita non so da dove può arrivare Io vengo, è in realtà un brano molto conosciuto in occidente. Qua e là pare che gli autori del vangelo cristiano siano alla conoscenza di quello di Krishna che è antichissimo.

 

 

  Verso la serata mi trovo con l'immagine “artista di sé stesso” aperta sullo schermo. Secondo OSHO un mistico sta creando se stesso, di là di ogni condizionamento.

 

  Sento un dialogo avvenuto tra Corina e Loretta:

 

  “- Ha tanta sicurezza di sé.

- Ha sicurezza di sé?! Ha soldi, aspetta per vederla senza.

- Ma noi non abbiamo soldi?!”

 

 

   Leggo qualcosa di Saint Germain, cose che non ci appartengono e sono tante, tantissime:

 

  “Quando c’è paura; quando vi trattenete e forse aspettate che lo faccia qualcun altro; quando ci sono cose di cui semplicemente non vi liberate, cose che non sono più per voi, cose a cui restate attaccati perché in un certo senso creano per voi un’identità, nella vita vi forniscono un sacco da boxe, qualcosa a cui dare la colpa. Vi forniscono un ciclo che si ripete, di qualcosa contro cui lottare senza finire da nessuna parte.

 

  Ah, nel farlo sentite un certo livello di conforto ed io ho irritato molti Shaumbra e continuerò a farlo quando ho detto che se nella vostra c’è ancora qualcosa è perché in qualche modo vi sta servendo o non ci sarebbe. Quel qualcosa potrebbe essere l’alcolismo, la depressione, il sentirsi del tutto squilibrati, l’abbondanza o i problemi nelle relazioni, ma se è ancora presente nella vostra vita voi dovete trarne qualcosa. Non è una lezione. Non è una lezione perché non ci sono lezioni, ma voi dovete trarne una specie di conforto o l’identità o il dolore autoinflitto.”

 

SHOUD 2 - 07 ottobre 2017

 

     Io non ho ancora risolto il problema del abbondanza.

 

 

 

    Venerdì, 01.12.2017

 

 

   Dal ciclo grandi sogni:

 

   “Indietro di me è un vortice grande, vari tonalità di marrone, sento chiaramente: Vasco Rossi.

 

  Può darsi ho letto qualcosa ieri, non so perché questo indizio, che poi ho letto un bel po' di Saint Germain.

 

  Adesso guardo su Wikipedia, ma io non sapevo niente della sua vita privata e delle sue sfide:

 

  “Vasco Rossi è ateo e favorevole all'eutanasia, cosa che ha dichiarato dopo un attacco subito dalla Chiesa Cattolica per il contenuto dell'album di Vasco Vivere o niente, uscito pochi giorni prima.

 

 

 

 

 

 

 

 

   Nel dicembre 2009 Vasco è oggetto di un duro articolo critico da parte di Alessandro Alfieri, saggista e blogger sulla "Guida Filosofia" del sito guide.supereva.it, nel quale lo scrittore attribuisce al cantautore la responsabilità della deriva sociale e culturale del paese degli ultimi decenni. L'articolo suscita un caso mediatico e lo stesso Vasco Rossi risponderà in un pezzo pubblicato sul suo sito.


 

  Ma dai proprio cosi?! Un artista è responsabile di una cultura millenaria alla deriva?


 

  Nel febbraio 2010 Vasco, tramite i suoi avvocati, chiede al sito satirico Nonciclopedia di cancellare la pagina lui dedicata, ritenendola diffamatoria; nell'agosto e settembre 2011 alcuni amministratori del sito sono convocati dalla polizia postale per questa stessa questione. Per protesta, il 3 ottobre 2011, gli amministratori di Nonciclopedia sospendono il servizio di loro iniziativa. Il giorno seguente il sito viene ripristinato privo della voce su Vasco contestualmente alla promessa di ritiro della querela.”


fonte: wikipedia

 

   Ma come sta attenta la chiesa cattolica ai artisti! Mi pareva che li stesse ignorando, no ha altro da fare?! Entra in conflitto di potere con chiunque avessi carisma? Mi pare di sì.

 

  Che poi io non sono una celebrità, preventivamente la chiesa si è intromessa già nei miei affari prima con la suora a Pinolo molto interessata del mio manoscritto, poi don di Borgo mi ha letteralmente rubato documenti privati. Magari sapevano che mi avvicino al successo!

 

   In somma.. l'entrata di Saturno in Capricorno in 20 dicembre annuncia delle belle cose e delle belle sfide che hanno a che fare con il successo, non prima di ristrutturare quello che ci allontana da esso.

 

 

   “Voi avete proiettato su di me il ruolo di padre”

 

   Mi risuonano le parole dal video - Conversazioni con Dio.

 

 

  Passa di qua un nipote per portarci delle affumicate:

 

     - Iris ma tu vai via la prossima settimana?

    - Intendevo da settembre andare per qualche giorno in Italia.

    - In vacanza?

    - Si, a lavoro vado in Germania per natale.

    - In Italia è crisi, non è molto facile.

      - La crisi è da 10 anni.

      - Ho dei parenti da 25 anni là.

       - ?!

 

   Si continua poi con vari discussioni tra nonni e la legna da spaccare, certo è che mostrando al nipote dov'è la legna sentivo una forte pesantezza, come un muro esistente davanti a me ed io fatico oltrepassarlo.

 

  Poi si presenta lo stesso conflitto vado non vado, fra poco è natale e via dicendo. Ci provo con pensieri positivi perché partire? io sto bene qua.

la guida animica si mostra mezza morta.

 

   Questo sito ha qualcosa di particolare in esso, a parte la presenza di splendide entità, tuttavia quando sto ferma troppo non mi va più né questo.

 

… è un libro... lo sento con l'intonazione di è un filo....

 

 

 

 

     Sabato 02.12.2017

 

In questi giorni non mi va letteralmente niente, non mi godo nemmeno la neve e devo andare in città.

 

  Questo lavoro... e bang arriva Habanera di Bizet. Ormai questo video riesce scuotere per bene i nostri condizionamenti.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

   Da estetista si parlava di ladri tramite i cellulari, a un solo operatore mobile C.M. e solo se hai abbonamento, ti rubano 25 euro or di più. Magari di lì veniva la telefonata di Corina che lei non si spiegava neanche.

 

   - Signora sono telefonate dal estero, e solo se rispondi ti rubano i soldi. Stamattina era uno di Argentina.

   - Presuppongo che sono rumeni a fare una roba così.

  - ?!

 

  Strana vicenda, ma come fanno a sapere chi ha abbonamento e come mai solo un operatore e così fragile? Beh.... vicende dal mondo moderno.

 

   Italia la sento sia dal estetista:

 

   - Una mia vicina lavora a Rimini in un hotel di lusso.

    - Permanente or stagionale?

    - Permanente, ha detto che lei non lavora per pochi soldi.

    - ?!

 

   che dalla parrucchiera, da un suo conosciuto fermato lì per ore:

 

   - Quando mia moglie è andata in Italia io sono rimasto con due piccoli, ero superato.

 

Stavano parlando di chiesa e del battessimo imposto ai piccolini, io non sapevo che nella chiesa ortodossa sia diverso per maschietti e femminucce.

 

   - Ma io solo adesso mi chiedo il perché.

 

   A quel tempo, 15 anni fa, lui l'accettava come normalità adesso si chiedeva il perché. Comunque la sua presenza lì per ore non era di mio gradimento e poi ero realmente fuori luogo nella loro discussione, non ho mai seguito la politica rumena.

 

   - Ma lei ha visto cosa fanno i politici?

   - ?!

   - Vogliono dare la possibilità alle coppie omosessuali di adottare dei bambini. Lei è d'accordo?

    - Non lo so, non mi sono mai chiesta.

    - Lei non ha dei figli?

    - No.

    - Quindi li pare giusto l'affidamento dei bambini a questo tipo di coppie?

   - In casi del genere mi metto la domanda nel orfanotrofio che vita hanno? Che possibilità hanno per un futuro migliore?Perché non offrirli una chance?

   - Signora, ma lei sta odiando i bambini?

    - Perché?

    - Se pure non ne ha, deve essere un motivo.

   - Lei sta superando i confini.

 

Resta l'evidenza: questo uomo con le sue insistenze per chiarimenti, è riuscito spingermi in una zona oscura.

 

  Ma dove siamo arrivati con la scelta di una donna di non accettare più di essere solo una macchina da riproduzione? Ho sempre detestato questa funzione della donna, imposta quando di una dittatura, quando di un altra. Ho proprio accanto a me una di esse con 8 figli e due gravidanze perse, la chiesa cattolica la stava minacciando con l'inferno se osava tenere d'occhio le sue gravidanze, poi la dittatura comunista la minacciava addirittura con la prigione.

 

 

  E' vero questo soggetto non l'ho mai preso in considerazione, ma non è abbastanza chiaro che le coppie “normali” abbiano fallito? Dopotutto in queste famiglie “normali” da millenni succede di tutto e di più, la cronaca ci mostra solo i casi eclatanti.

 

Tutti siamo alla ricerca della felicità, me compresa. Non so se il video le è piaciuto, speriamo che l'hanno trovato.         Comunque più tardi vedevo la parrucchiera guardandomi intrigata.

 

 

L'ultimo testo di Kryon sta parlando di paura, quanto devastante lo è per ogni singolo umano e quanti danni lei fa. A chi lo dici? L'ho sperimentata parecchi volte.

 

  Nemmeno la passeggiate e le piccole cose fatte per me sono riusciti cambiarmi lo stato di animo, la stessa profonda insoddisfazione presente da giorni il cuore stesso mi da fastidio. Non è solo mentale la mia insoddisfazione.

 

 

 

    Domenica, 03.12.2017

 

Qualcuno condivide un breve video: lo stress aiuta la crescita. Quando siamo a disaggio, siamo costretti trovare soluzioni per allontanarlo, per uscire da una situazione disagevole.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

   E poi sento gli anziani con il loro classico discorso, inizia il vecchio:

 

   - Ma lei va via?

   - Non si sa, comunque non dirle niente.

    - Quanto viviamo noi sta li, ma poi?

   - Ci sono altri 7.

 

Che discorsi, ragazzi! Sono senili non puoi pretendere niente. Poi la madre continua scontenta parlando brutto di Laura:

 

    - Quella lì non mi ha dato quello quando ho chiesto.

    - Smetti con queste stupidaggine, nessuno è obbligato darti!

     - Ma se mi dava?!

    - Smetti, comprati quello che ti serve. Tu dai soldi ai zingari. poi chiedi dai figli.

    - Tu fumi, bruci i soldi!

    - E dovrei darli a te per darli ai zingari?

   - Se eri intelligente stavi a casa tua.

 

  Ecco e così abbiamo chiuso il soggetto per un tempo.

 

Arriva Giulio e lo sento:

 

   - Bonjour, ho portato un regalo.

    - Cosa hai portato?!

    - Un pacco.

 

  Dopo il suo saluto capisco che oggi ha parlato con Oriana. Strano di aver sentito la parola “regalo”, che poi lui parla abbastanza piano. E' la seconda volta però quando sento un altra cosa da lui.

 

  Qui l'agitazione con l'anziana continua dai zingari, dai soldi che lei da figli non riceve più, fino a tagliarmi corto:

 

   - Tu sei ospite qua! Non decidi tu cosa si fa or non si fa.

 

   I consueti giochi di potere, che poi qui siamo tutti ospiti: i proprietari non ci sono. Giulio assisteva a tutti questi discorsi, intende andarsene prima l'anziana insista fermarsi. In somma...

 

Io vado nel orto e così vedo il nipote:

 

   - Allora Olivier ti è piaciuta Italia?

    - Sì è bello, ma non mi fermerei là.

    - Come turista è bello dappertutto.

    - Sì, e poi noi abbiamo avuto un tempo freddo, traffico rallentato... Magari per l'estate è diverso.

     - Quanti giorni siete stati?

     - 5, qualcosa abbiamo visto. Se stavamo di più andavamo e da Loretta.

 

A 5 giorni pensavo ed io da un bel po.

 

  Nazario condivide un testo di Saint Germain “la vita senza potere”, seppure me ne sono già accorta che ci sia in mezzo.

 

  Ma io che cazzo sto a far qua?!

    La guida animica si mostra mezza morta.

 

  Va beh ho capito non è che ho un grande stato di animo, tuttavia cosa cazzo sto a far qua con 2 senili apposto di farmi una mia splendida vita altrove? Ho tanto tempo da quando sto ferma qua a far niente.

    Il Sé mi mostra un quadro in due tonalità, grigio e un bianco splendente.

 

 

Oh che buona notizia, aveva detto Kryon che si troverà qualcosa di particolare in Turchia.

 

 

    “Del cugino turco del mostro di Loch Ness ancora non c'è traccia. Ma sul fondo del lago di Van i ricercatori hanno trovato un grande castello risalente a tremila anni fa. I muri fuoriescono per tre metri dal fondo del bacino salato e si estendono per più di un chilometro.

A dare l'annuncio della scoperta, dopo dieci anni di ricerche, è stata l'Università Van Yüzüncü Yil. E pare che l'acqua fortemente alcalina e ricca di carbonato di sodio abbia conservato bene le mura della capitale del regno di Urartu.

 

 

 


 

 

 

 

 

 

 

 

  La città fortificata sorgeva proprio sulle rive del lago di Van: nei secoli, però, il livello delle acque è cambiato radicalmente, arrivando a sommergere anche il grande castello, risalente al 700 avanti Cristo.

Questo posto è stato a lungo un crocevia di popoli e culture. «Molte civiltà hanno stanziato nei pressi del Lago di Van - afferma Tahsin Ceylan, capo della spedizione subacquea -. Veniva chiamato mare superiore e credevano nascondesse molti misteri. E oggi stiamo andando a caccia proprio di quei misteri».


 

Van è il più grande lago della Turchia: ha una lunghezza di 119 chilometri per 80 di larghezza e raggiunge i 451 metri di profondità. E nei suoi fondali, oltre alle mura, i ricercatori hanno rinvenuto i resti di una nave affondata nel 1948, tombe medievali dei Grandi Selgiuchidi e un pavimento di stalagmiti che si estende per 4 chilometri quadrati.

Ad emergere ad oggi sono muri e colonne di mattoni, perfettamente lisci e squadrati, risalenti con molta probabilità all'Età del ferro. Ora bisognerà attendere gli scavi archeologici per sapere cosa si nasconde sotto la sabbia. E c'è già chi pensa di poter trovare un'intera città, una Atlantide turca, in barba a chi diceva che le ricerche erano solo una perdita di tempo: «La maggior parte degli archeologi e dei funzionari ci ha detto che non avremmo trovato nulla», conclude Ceylan. E invece... “


 

La stampa - viaggi


 


 

     Lunedì, 04.12.2017


 

    - Stanotte ho sognato una macchina e tanti soldi.

 

E ti pareva che ai suoi 85 anni fosse con una gamba in tomba!

 

Se pure è un bel sole, in mattinata inizio a pulire la loro stanza. Sono riusciti snervarmi tutti due:

 

   - Chiudi la finestra, appena abbiamo acceso la stufa!

    - Lascia stare, non è sporco.

    - Eh ma questa qua...

 

  In un oretta ho finito, ti pareva che la pulizia li portassi direttamente alla fame! Questa gente sta andando da un giorno ad altro malissimo, se mai sono stati diversamente.

 

Rimini, lo vedo appena entrata su Fb. ma cosa ha questa città? Sono giorni da quando lo sento or lo vedo qua e là.

 

Non ci arriviamo. Da 2 settimane gli anziani cercano una persona per spaccare la legna, finalmente arriva un nipote per farla. Tutti due escono in cortile muovendosi agitati con “non così, non cola, deve venire tuo papà” fino al:

 

    - Lascia stare, non li spacchiamo più! Magari serviranno ad Oriana.

 

Ovviamente ancora una volta riescono snervarmi.

 

“I pensieri non sono nostri”, lo dicono in tanti da Sri Aurobindo fino a Eckhart Tolle. E' vero la maggioranza non sono i nostri, io ne sento parecchio e conosco anche la loro fonte.

 

 

  Mi serve un viaggio per tirarmi su da questo marasma ... economico... sinceramente io pensavo emozionale, questi giorni mi stano realmente troppo strette. E' corretto economico.

 

  300 milionari rumeni, tutti con una buona crescita del patrimonio in 2016. Nel frattempo i prezzi aumentano, la povertà anche. Ovviamente a TV non hanno detto quanti poveri ci fossero qua e potevano farla subito per essere chiara la discrepanza esistente nella società.

 

 

 

    Martedì, 05.12.2017

 

  Eccola, la legna non servirà più ad Oriana:

 

   - Iris, ho parlato con Walter per la legna.

   - ?!

   - Lui non ha tempo, ma ci manderà una persona capace a farla.

   - ?!

   - Lo pagherò, non viene per niente.

 

  Che noia, fanno tanto dramma per una decina di pezzi.

 

 

E seppure stavo pensando a un lavoro vero e proprio e mi risentivo parecchio alle strette in questi giorni ecco Saturno può essere un motivo:

 

  “Saturno ha svolto un ruolo molto importante nella Storia Cosmica, così come ci è stata raccontata da Valum Votan/José Arguelles. Insieme a Giove, ha dato vita alle Guerre del Tempo, rubando la Tredicesima Luna, il Culto della Dea, per sostituirla con l'Era del Tempo Artificiale legato al controllo delle masse, alla schiavitù nei confronti del denaro, all'idea del lavoro come attività per sopravvivere e non come modalità di auto-espressione.

Ripassando per quel punto, connettendosi con la Fonte, in allineamento con essa, Saturno risveglia la memoria dei Viaggiatori del Tempo che stanno ritrovando la Via di Casa. Quale ruolo sei venuto a svolgere qui, nel collettivo?”

Stefania Gyan Marineli

 

  Nello stesso tempo trovo su Fb e una musica di Vasco Rossi “siamo liberi, liberi di volare, liberi di sbagliare.” Teoricamente sì lo siamo, praticamente mica tanto.

 

 

L'anziana oggi è andata alla messa perciò è molto agitata e decisa a fare ordine a suo modo, inizia dal mattino con “fai quello or quel altro” e l'anziano è sordo. Che noia!

 

   Questo viaggio tanto ritardato che mi permetterebbe staccarmi almeno per un po da una vita sedentaria insoddisfacente. Non so se oserò, mi sto facendo vari calcoli ed ecco la musica “nella dodicesima ora.”

 

12 o'clock

 

 

 

 

- Passa da Giulio e dirle di venire al pranzo. Se non è là di alla commessa di mandarlo qui.

 

Aiuto! Non si da una tregua oggi, ieri sembrava mezza morta.

 

 

Vado a negozio intendendo comprarmi un dolce:

 

  - Iris, vuoi provare questa?

   - Cos'è?

    - E' un dolce di Italia.

 

Questa Italia, che poi alla fine non si sa nemmeno da dove è apparsa nella mia attenzione. A quanto mi ricordo insistevo con la Francia e il mare.

 

Walter e Vania passano di qua portando quel dolce di Italia, che io non ho preso.

 

Più tardi sento alla sinistra una voce maschile molto decisa di qualche famigliare, mi pare che sia Van “Mata Hari, che pagasse anche lei il gas!”. Che onore.

 

E' una situazione parecchio pressante per me in questi giorni.

 

   Verso la sera vedo Gilberto molto asciutto alla sinistra, poi sento anche il buongiorno in serbo fluttuando alla mia sinistra. Si avvicina il Natale.

 

  Carina questa mia guida! Di seguito al mio pensiero vado in Italia per trovarmi ancora una volta in difficoltà là or qua? La mia guida animica si mostra mummificata. Va bene, per quale idea espressa? Raramente la vedo saltando in una gamba per la gioia.

 

  Dammi un solo motivo per quale vale la pena mettermi in viaggio, mille ho trovato già per non farla. Noia è scritto dentro di me. Questa è vero, ho settimane da quando non sono più presente qua, senza muovermi altrove fisicamente or psichicamente.

 

E poi ne sento solo schifezze da questi due anziani senili ossessionati sessualmente in quanto repressi:

 

Guarda questa cantante che bei seni ha, tu non hai più niente.

Smetti.

Vania ha dei bei seni, un giorno la toccherò.

Se vuoi prendere uno schiaffo da Vania...

 

A suo posto io mi sarei arrabbiata“non hai vergogna a dire una miseria cosi?! E tua nuora!” ed invece vanno d'accordo su tutte le miserie. E' troppa confusione in questa coppia. Da quando è questo spazio comune io ne sento di tutto e di più e mi basta.

 

Eh che bello! Io ho i viaggi nel sangue, come non trovare questa meravigliosa canzone?! Che poi l'ho scoperta grazie a una signora canadese.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

  Poi sento vari discussioni tra Corina e Loretta che non sto li ad ascoltarle, mi riempirei il sito con le loro stupidaggine.

 

  Sento verso la sinistra … e vi commuoverete... sono le parole di Sibaldi dal video per i genitori. Sono uscita dal ruolo di genitore per i miei genitori? Spero di sì, proprio adesso pensavo a loro con compassione e gratitudine.

 

 

Che esperienza, ragazzi! Nemmeno mi sono messa in viaggio solo pensando che oggi vado in città per comprami il biglietto per quel benedetto viaggio che mi sta in testa da agosto e mi trovo con una resistenza tremenda nel corpo. Ma a cosa sto facendo tanta resistenza? A un piccolo cambiamento?

 

 

 

    Mercoledì, 06.12.2017

 

  Se non è stata una tempesta solare allora è Saturno che spinge da una parte ed io mi oppongo mentalmente a farla guardando da un altra parte. Sono rimasta sveglia fino verso la mattina con uno strano stato teso, io con il motivo del viaggio, ma gli anziani? Anche loro giravano in casa fino tardi!

 

 

Ecco anche questo qua ottantenne che sarcasmo ha sin dal mattino:

 

   - Ti porto dei pomodori.

    - Non portare più niente, ho abbastanza.

    - Magari farà qualche insalata questa “piccola Tamara.”

    - Smetti, ti sentirà.

 

   Lo apostrofava lei di stare attento. In effetti l'ho sentito ma lui essendo sordo, non vale la pena, che poi litigare con chi? e per cosa? “piccola Tamara” è la cognata di Loretta e di Oriana e .. vive con i genitori!

 

   Al pranzo arriva Corina:

 

   - Mamma mandi qualcosa da Loretta?

    - Non, li ho mandato già in novembre.

    - Io ho solo chiesto. Ma non hai un polo?

    - Non ho.

    - ?!

   - Qui si mangia ogni giorno carne, da dove?

 

La madre era irritata della sua insistenza, io anche perciò intervengo:

 

  - Corina ma stanno morendo di fame in Italia?

   - Non, ma sai com'è ... è da casa.

   - Io in novembre le avevo detto di non affrettarsi, sapevo che in dicembre Loretta chiederà ancora.

    - ?!

 

  Dopo la partenza di Corina chiedo:

 

   - Ma tu sapevi di questo pacco per Loretta?

   - Si, ha telefonato lei stamattina. Le ho detto già che non ho niente e deve chiedere da Walter e da Corina.

    - Allora Corina perché è venuta?

    - ?! Anche il suocero di Loretta mi ha chiesto stamattina, le ho detto che non ho niente da mandare.

 

   Ma quanta pressione fanno da tutte le parti per qualche chilo di carne, se non li avessi mandato già li avrei capito ma cosi no. Che poi loro sono due penssionati e hanno una certà età.

 

   Appena andata via lei ecco la zingara al cancello, papà arriva subito alla madre:

 

   - Vai che è arrivata quella lì, ci ha portato dei soldi indietro.

   - Lascia stare, perché non li ha datti a te?

    - Vai tu! Io non sento bene.

 

   La madre va e le dice di non insistere più qua, noi ne siamo scontenti.

 

   - Ma voi proprio credete che la mendicante vi porterà i soldi indietro?

    - Si spera.

 

   Papà non ha un paio di scarpe adatte a questo tempo ed invece lui era molto scontento:

 

   - E questa qua ( cioè io) stava in cortile a guardarci, non puoi fare niente.

 

  Cioè non potevano dare ancora dei soldi alla zingara.

 

  Questa roba con il pacco di Loretta mi stava parecchio stretta:

 

  - Mamma ma potevi dare il gallo a Loretta, voi comunque non lo mangerete.

   - Quando finirà tutto di qua, si mangerà ben volentieri anche quello.

 

In somma..

 

 

Va bene, resistenza al nuovo è al ordine del giorno. Io l'ho sperimentata stanotte, Stefania stamattina. Un po di quadrature e opposizioni celesti sono stati l'attivatore del malumore.

 

   Sì ma non mi è chiaro ancora a cosa sto facendo tanta resistenza ...al diluvio... Sì utilizzo ogni tanto questa espressione. Quando mi allontano da una certa situazione a quale non intendo più tornare dico dopo di me il diluvio. Adesso a quale situazione dovrei dire lo stesso? Trovarmi cosi spesso dai genitori inizia infastidirmi.

 

   Chiudo la serata con resistenza nel corpo di meno intensità rispetto a ieri sera, il cuore mi da un lieve fastidio per tutta questa situazione bloccante or almeno io la percepisco come tale. E allora caro Sé cosa sto a far qua?

 

  La guida animica vestita di grigio scuro è ferma davanti a me, mi sta indicando discretamente il cielo cioè il mondo interiore.

 

   Oltre questo stato teso del corpo, oltre alla mente che girava non senso vedo il disegno di energia, vari piccole forme in movimento fatte di linee nere, cosi vicino da toccarmi il viso. La sensazione non è molto gradevole per me, pareva che fosse il tocco delle piume.

 

 

 

    Giovedì, 07.12.2017

 

  Strano, il computer è rimasto bloccato? Mi mostra come ora 5.03 ma sul telefonino sono ben 8.25. Ecco adesso il computer si è resettato passando velocemente a 8.31.

 

 

   Noi siamo il mondo, è tempo da quando non ho ascoltato questa musica.

 

Ed eccolo li che fortuna, proprio mi chiedevo se non ci sia un video con la traduzione italiana.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

   Mi pare che la musica che a da fare con il mondo arriva da me in questi giorni.

 

   Carino questo verso “noi siamo quelli che un giorno porteranno la luce”

 

     Questo cibo..

 

     - Iris non cucino più il polo oggi, lo facciamo domani per la festa.

      - Fai quello che vuoi.

       - Non so più come organizzarmi con il cibo...

        - Siete in 100 al tavolo? non hai casa? non hai pensione? stai morendo di fame?

          - Ma sai...

      - Non andrai nel paradiso cattolico se non hai abbastanza soldi?

        - ?!

 

     Realmente mi sta superando con questo strano atteggiamento per il cibo, per la paura della povertà. Ma dai ragazzi, sono anziani presumibilmente domani or dopodomani andranno in tomba. Vivono e adesso come 50 anni fa, pare che avessero davanti ancora 1000 anni di vita.

 

Qualcosa non va con l'orologio del computer, mi mostra 13,28 quando in realtà è 14.06, sono solo 6 mesi da quando l'ho comprato. Beh...

 

 

Mamma mia che agitazione ed oggi! Ogni motivo è buono per esserla. Sono arrivati i ragazzi ancora una volta per la legna e tutti due anziani intorno a loro “uno voleva qualcosa, l'altro un altra cosa”. Che pesantezza, uno di loro poverino proprio si risentiva.

 

Quanta acidità ha questa donna.

 

 - Iris, vai tu a pagare il gas?

  - C'è tempo fino a fine mese.

  - Puoi andare adesso, tanto non ti vede nessuno.

   - E se mi vede qual è il problema?

   - ?!

 

Vado dal negozio per certe robe, Corina stava parlando con Walter. Eh ma questa donna ha dei grossi problemi, è sempre scura nel viso.

 

Accanto alla spesa mi da anche Giulio delle cose e cosi il peso mi ha rotto la gamba destra.

 

E ancora volta l'acidità di questa donna:

 

   - Giulio ci ha mandato roba scaduta?

    - Mamma lui sa che hai galline e gattini, non si aspetta che la mangerete voi.

    - ?!

 

Ma poverina per una vita è stata così.

 

Ammiro il cielo pieno di stelle, finalmente dopo giorni nuvolose. La mente invece è piena … di futilità...

 

  Prevedo un nuovo anno molto buono per me, sarà un 11 simile alla vibrazione numerologica natale. Secondo me è un anno 2, secondo l'autrice del articolo resta così com'è un 11. Beh...

 

  Chiudo meravigliosamente la serata oltre la mente che gira in tondo, oltre allo stato teso e al dolore al anca destra la mia guida animica si avvicina alla mia fronte molto decisa, tutta bianca. Eh va beh è parecchio lento questo processo, pare che non sarei arrivata da nessuna parte.

 

  Io si che ho amicizie fuori della norma, davanti a me è la sfera blu di Kryon , alla sinistra è Saint Germain con il suo splendido viola, alla destra è qualcuno che assomiglia a Kuthumi, poi sorridente appare anche il viso di Morya.

 

 

 

 

    Venerdì, 08.12.2017

 

  Grandi sogni, mi aspettavo a qualcosa di particolare visto l'esperienza di chiusura, ed invece la mente era rimasta bloccata sul primo pensiero

 

   “Corina è alla sinistra in un angolo buio, sorride con sarcasmo:

 

   - Mi ha dato stipendio 28 milioni.

   - Va bene, ti ha pagato anche i viaggi fatti nelle due città vicine, arrivi a 30 milioni.”

 

   Presuppongo che 28 sia la dualità del abbondanza e 30 la comunicazione, ogni volta quando vengo qua mi lamento per mancanza di abbondanza cioè di soldi. Ho invece abbondanza di tempo per me.

 

La mia anca destra ormai sta bruciando da ieri sera, non potevano essere più di 5-6 chili nella borsa.

 

Ecco anche il figlio della zingara in presto mattinata dritto in cortile, senza più chiamare dal cancello, molto sorpreso vedermi fuori. Può darsi l'anziana le abbia detto qualcosa della mia imminente partenza.

 

Sono delle giornate bellissime 10-14 gradi, ne sono grata. Posso stare molto fuori.

 

 

Questa musica...

 

 

Non riesco ricordarmi da dove.

 

 

Ecco Saint Germain mi fa incuriosire, non ho il testo dal 14.02.2016 sicuramente a quel tempo ero a lavoro in Germania. Cosa sia successo in quel giorno? Ha ragione che noi perdiamo quasi tutto il tempo con il risolvere di cosiddetti problemi, e l'altro rimasto lo utilizziamo per creare nuovi. Le diamo ragione con il concetto del dio odierno, sarà difficile cambiarlo ma non impossibile.

 

 

E questa mia fissazione di farmi una vacanza da qualche parte or di andare in Italia per qualche giorno per motivi … oscuri.... Questa mi diverte! Oscuri cioè non integrati dalla coscienza?

 

Passo a Donald anche lui ha libri che sostengono logicamente il cambiamento del dio odierno ovvero la nostra idea di esso.

 

23,23 a causa del caldo non riesco dormire or forse non, anche ai vicini e a Tamara è la luce accesa.

 

Comunque cercavo un po prima una immagine per l'inverno, ovviamente scelgo a caso su Google, e scopro che è di Croazia. Ada è croata, dunque anche questo inverno sarò a lavoro? Onestamente ho mille motivi per essere là, uno solo mi ferma: arrivo a pezzi lavorando in modo continuo.

 

E cosi mi sono ricordata quel giorno di 14.02.2016, era il compleanno di Gilberto. Ada mi ha raccomandato di compararle un dopo barba, io lunedì avevo mezza giornata libera e sono andata per prima volta a Salisburgo, pressata di tempo ho preso una bottiglietta di acquavite dal negozio vicino.

 

In somma passo ai miei interessi, caro sé ma cosa sto a far qua? Se tu fossi al mio posto cosa faresti?

  Il Sé vestito di bianco è in piedi, mi mette una fascia bianca intorno alla pancia. Non so esattamente che significato ha la pancia, quello che trovo adesso in web non mi soddisfa. Là è l'ombelico e ha una sua rilevanza nel nostro sostentamento, ecco di lì esce una energia scura in 2 raggi.

 

 

 

    Sabato, 09.12.2017

 

    Adesso leggo il testo di Saint-Germain per l'ombelico e alla fine del testo vedo “vado a Firenze.” Ma cosa ha questa Firenze? Da mesi la sento qua e là. E se avessero detto “vado in Italia” avrei fatto lo stesso caso siccome fosse molto importante per me?

 

    Che poi per l'ombelico ho trovato poco scritto “ci fonderemo proprio attraverso il vostro ombelico. (..) Oh, quell'ombelico, quell'ombelico che è rimasto inattivo per molto tempo.”

 

    Questi anziani non si danno una tregua, da quando lo scandalo con la zingara, la loro ostilità nei miei confronti sta aumentando. Così sono rimasti insieme e riescono ancora sopportarsi a vicenda, trovando un nemico comune da combattere, se non sono i vicini iniziano con i figli.

 

   La guardavo cosi spenta pensando ormai è senile, il cuore nella parte su sinistra si muove veloce come in uscita. Sì devo venire fuori da questa situazione. Altro non senti parlare che di soldi, anche questo soggetto è stato per loro una cola. L'altra parte della medaglia: fanno bene spingermi, farmi una mia vita e non star lì a far niente.

 

      Il mondo è cosi bello e questi ragazzi hanno delle voci meravigliose.

 

 

 

 

 

   

 

 

 

 

 

  Trovo che il papa attuale è stato al tempio valdese di Torino 2 anni fa, è il primo ad aver osato.

 

    Su Fb mi trovo con un post consigliato in rumeno, che io non condivido per niente “fermiamo l'invasione musulmana”. Qualcuno non ha altro da fare, sposta l'attenzione verso un altra fascia debole della società: guerra tra i poveri. Comunque intrigata della scelta di Fb chiedo spiegazioni, questo post viene consigliato a tutti gli utenti che hanno più di 13 anni e si trovano in Romania. Eh bravo.

 

  Ma come ricordo mi mettono davanti il testo etica di Dalai Lama, coerenti eh?!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

    Vado a negozio, ma questi pochi passi non fanno miracoli dopo mesi di vita sedentaria. Guardo le luci appese qua e là nel centro del villaggio, non sono pochi tuttavia mi immagino che nelle grandi città europee fossero una meraviglia.

 

 

    Questa totale libertà a me pare illusoria, siamo condizionati in vari modi apertamente da fuori e discretamente di noi stessi.

 

  Voglio andare in un mondo di pace e di … lussuria... questa parola mi sorprende vederla. esce da dentro del petto andando in su verso la sinistra. E adesso a quello che io pensavo al mondo delle entità libere nello spazio che si godono una totale libertà e una gioia perenna non centra nulla con il significato odierno.

 

Altro che muovermi, il piede sinistro è completamente di pietra.

 

Mi farò un giro in Italia per qualche giorno poi per lavoro vado in Germania e finita lì.

La guida animica si mostra mummificata. Non li piace il mio progetto? Pare di no.

 

Mi appare una mia foto da tanto tempo fa, mi divertivo, vestita elegantemente in nero so solo che vedendola già allora ho detto “quanto felice sono da sola.”

 

In estate in pausa camminavo scalza godendomi pienamente il sole. E' bella la libertà.

 

Long ago..... tanto tempo fa

 

<iframe width="560" height="315" src="https://www.youtube.com/embed/_2B5GN9rezk" frameborder="0" gesture="media" allow="encrypted-media" allowfullscreen></iframe>

 

 

Questa musica potrebbe benissimo identificarsi con la parte IV del sito, arriva nella mia attenzione spesso.

 

 

 

   Domenica, 10.12.2017

 

 

   “Davanti a me sono 3 foto di fiori, prima che vedo è un fiore viola su fondale nero.”

 

Mi sono addormentata con la foto stella d'oro, un splendore della natura, l'avevo regalato per il compleanno di qualche “amica” su Fb in 6 dicembre. Vuol dire 3 compleanni dello stesso tipo, cioè virtuali? 3 giorni? Viola è simbolo di trasformazione e proprio questo era il mio discorso ieri sera, in verità non mi sento arrivata da nessuna parte. Altro che volare con gli angeli ragazzi, qui come vedo non si arriva più da nessuna parte.

 

Nevica sublime, è un aria fresca piacevole e tanta tranquillità in natura.

 

 

Se non avevo già abbastanza noia. Papà sta ascoltando la mesa a radio ad alto volume, la madre alle 8, 30 già si prepara per la sua messa dalle 11. Ma non si sono annoiati sentire ogni santo giorno le stesse ...obsolete... cose? Adesso era quella confessione dei peccati che ripete, per ben 3 volte mi pare, per mia colpa. Aiuto, ma un cattolico si sente colpevole per il semplice fatto di essere in vita!

 

Eccola con un nuovo capoto, ma lei sta morendo or almeno cosi afferma quando le conviene:

 

Ma perché non butti gli altri capoti?

Lascia stare.

Stanno là a occupare inutilmente lo spazio.

Ogni giorno vado a chiesa, cosa indosso?!

 

Sibaldi è sempre fresco, autentico. Mi pareva che lussuria avessi un altro significato, peccato - è perdere le occasioni della vita ed io pensavo in verità che si vivesse meglio nel al di là che nel al di qua.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

  Ma non si può respirare di questa religione. Vado in cortile per fumarmi una sigaretta molto contenta di aver scoperto Sibaldi e le sue meravigliose spiegazioni per i peccati teologici, e bang sento al diffusore che è fuori di chiesa e adesso è la messa per le 9 del mattino, “i peccati....” Ma questa chiesa non parla mai di Dio, è tutta centrata su quanto di peccatori e deboli fossero i suoi credenti e null'altro. In effetti aveva ragione quel teologo liberale:

 

   “Di Dio non parla nessuno, di Gesù parlano tutti ma nessuno lo conosce.”

 

   Papà passa anche alla mesa ortodossa. Quanto io ho sentito “preghiamo per il patriarca Teoctisto (che è morto una decina di anni fa), preghiamo per il re (morto in esilio in questi giorni), preghiamo per la fede degli antenati” ecc. Concretamente non sta dicendo niente.

 

    “Parlami di Dio” è scritta sulla sinistra del mio viso cioè viene dal passato? Dal subconscio? E' una richiesta notevole in questi anni eppure nessuno lo fa mai, nessuno lo ha incontrato. Come potevano incontrare una creazione mentale?

 

   Io continuo ascoltare Sibaldi, come pubblicità su YouTube ho “moneta unica dipinta la vergine Maria, comprala con solo 9,90 lei cioè 2 euro.” Oltre a una grande confusione la religione è anche un enorme business.

 

   Poi trovo come notizia su Fb che in Salvador le donne e oggi vengono incarcerate per l'aborto. Ma dai ragazzi, pare che fossimo nel evo medio altro che modernità.

 

  La madre torna dalla messa molto snervata che altri dalla sua comunità hanno scelto diversamente, hanno trovato un altra chiesa a cui aggrapparsi. E' un loro affare.

 

    - Quella lì di X è una “pentita”, non entra mai in chiesa.

     - E quale è il tuo problema?

      - E' una stupida!

    - Dici?! Tu sei intelligente solo perché vai alla chiesa cattolica?

     - Smetti! Guarda che il vicino Sebastiano mi ha chiesto un giorno “Ma Iris non va a chiesa? Non la vedo mai.”

    - Questo è picchiato dalla moglie e dai figli, si è sposato con la casa non con la donna. Non ha abbastanza le sue da risolvere?

        - Lo stano picchiando perché merita.

      - Ecco.

     - Io li ho detto che Satana ti ferma di non andare a chiesa. Solo Satana.

      - Dici?! Così vi hanno detto chi va a un altra chiesa è dalla parte opposta?

 

   Qui è una setta di stampo cattolico. Per secoli sono stati 100% di una sola religione anche adesso in secolo XXI scegliere diversamente dai genitori, nonni, bisnonni ecc è una eresia. Eh va beh ognuno con la sua scelta.

 

   Fortunatamente ho visto già a Sibaldi “il diavolo rispecchia i nostri limiti mentali, i tabù.” E tutti i santi cattolici venivano colpiti dalla sua presenza essendo pieni di ogni tipo di repressione. Ma se lei non legge e non è interessata a niente, cosa vuoi che facessi io?! I cambiamenti sono visti come tale, per secoli siamo vissuti dentro certe scatole cioè convinzioni che non ci appartengono neanche. Ci vogliono anni per eliminare quello che ci limita a livello mentale, una grande perdita di tempo non essendo una cultura adeguata.

 

E continuiamo...

 

    - Io ho ti ho battezzato! Hai fatto la comunione, ho fatto tutto quello che potevo fare.

     - Chi sei tu per fare ciò?!

      - ?!

 

   Ecco adesso sì che mi snervava. Ho capito che lei ha fatto tutto seguendo la moda del suo tempo, ma questa vuol dire che io non ho un altra scelta? E dove scrive che io devo per forza  fare tutto quello che hanno fatto gli antenati? Nella sua mente?

 

   Fa lo stesso devo muovermi, questa atmosfera tesa da settimane mi sta troppo stretta. Questa donna non è mai stata sana, l'età di adesso non centra nulla.

 

   Adesso non voleva darmi la chiave per la terza stanza, intendevo riscaldarla per Giulio:

 

   - Non. Lui va nella tua stanza per riposare. Non può fare nemmeno questa? Tu sei nella mia casa, ti butto fuori!

     - Calma, qui tutti siamo nella casa di Oriana. Lei può buttarci tutti quanti fuori.

     - Stai lì a far niente?!

 

   Finora era “Iris, fermati qua nel inverno” adesso ormai è solo la chiesa nella sua mente non conta né il suo proprio benessere e né il benessere dei propri figli.

 

 

   Niente da fare. E' arrivato Giulio, mi spiace per lui ma questa è, ha dovuto riposare in freddo e né era ben vestito. L'anziana si arrabbia con me, ma né le ha detto “allora vai nella nostra stanza.”.

 

   - Lui ti porta tanto cibo e tu non lo lasci almeno riposare?! Dirò a Corina e a Loretta come ti comporti.

 

   Che ridicolo! E' stretto di ogni tipo qua. Per più di un oretta si muove di là e di qua agitata e con tanto di rabbia, ancora una volta è riuscita sbilanciarmi. Che poi tutto si soprappone anche alla mia stessa grande noia, l'insoddisfazione non è solo superficialmente il cuore stesso mi da dolore per questa situazione.

 

    In Romania è un bel casino da 2 giorni, manifestazioni di strada contro le modifiche imposte dal attuale governo per le leggi della giustizia. Stanno facendo le leggi per se stessi, fin quando non sarà votato l'uomo e non il partito di appartenenza problemi con la corruzione ci saranno dovunque non solo qua.

 

 

   E quindi “cosa è successo nel autunno del 2006?” chiede Stefania. Beh .. sono tanti anni, faccio un bel sforzo per ricordarmi qualcosa. Ma vale la pena? Solo ieri mi lamentavo che vivo troppo nel passato ed ecco che domanda ci mette lei. Sono la sola a muovermi in cerchio?!

 

   Celia Fenn invece sta annunciando la chiusura in 12.12 di mesi molto intensi iniziate nel 8 agosto. Eh finalmente una buona notizia. Ho un viso stanco siccome non avrei dormito una settimana e ho quasi 4 mesi di vacanza. Grande vacanza, che dire?!

 

  Nello stesso giorno 12/12, cioè questo martedì, secondo lei ci connettiamo al anima e alla sua missione. Può avere questo significato il mio sogno con le 3 foto, stiamo a vedere cosa di spettacolare succederà.

 

   Importanti sono anche le giornate di 18 e 19 dicembre con l'allineamento galattico. Poi segue il 21 dicembre, l'inizio del inverno. Ma giorni senza importanza nel nostro calendario non ci sono più?!

 

   Questa vicenda con la madre mi sta squilibrando troppo, come non avere compassione?! Per una vita è vissuta in mezza schiavitù, poca libertà si è concessa.

 

  Adesso vedo che nella sua rabbia di decidere chi e che cosa fa qua, ha preso e la chiave dalla mia stanza. In somma... le passerà. Ha questa strana mentalità di prepotenza e orgoglio, magari valida per la maggioranza, che in quanto genitore lei decide per i figli non importa la loro età. E' solo una questione di potere.

 

 

 

 

     Lunedì, 11.12.2017

 

   Mi sveglio con lo stesso stato teso di ieri sera, l'anca destra mi da dolore e non ho più portato dei pesi da buon tempo.

 

  Qua e là vedo “fare or non fare”, non esiste ci provo.

 

  Risuonano indietro della mia testa le parole da conversazioni con dio:

    Vivete la vostra vita senza aspettative, senza il bisogno di risultati specifici questa è la libertà.

 

Che è la stessa cosa.

 

  Ecco la madre oggi è molto calma, ieri dopo la messa pareva impazzita. Non so io cosa sente lei a chiesa, se sente realmente qualcosa.

 

I suoi “simpatici” vicini invece hanno oggi la giornata no, lei in cortile metteva apposto suo marito:

 

E non mettere più le mani nelle mie cose.

?!

Là avevo anche una caramella.

 

Aiuto! Come siamo mal messi.

 

Vado a tutti i due negozi per delle piccolezze, e a tutti due vedo una scatola “offerta per gli ammalati”, presuppongo che sia dalla chiesa arrivata là. Ma quali ammalati? E perché non andasse la gente direttamente a casa di questi ammalati se realmente vogliono aiutarli? Questa chiesa sì che ha saputo fare dei soldi: elemosinando.

 

 

Un post su Fb tocca il tema della felicità da un strano punto di vista. Secondo me si parla di bassa autostima, comunque pare che ci sia una grande richiesta di felicità.

 

 

    “Quel che blocca alcune tra le persone più interessanti che conosco è la paura che qualcuno ci resti male a vederle fiorire. Le blocca dallo scrivere un libro, dal dire quello che pensano, dall'essere semplicemente felici.
"Pare brutto", dicono. E a forza di recitare la parte di quelli innocui, lo diventano.
"Non c'è modo di parlare in pubblico senza rischiare di ferire qualcuno", dicono ad esempio. E, così, decidono di tacere.
Per evitare di far male a qualcuno, scelgono di non rendersi davvero utili a nessuno.
Per evitare di sfiorire, non fioriscono affatto.
Che si perdono. E che ci perdiamo.”

Andrea - Tlon

 

 

Un commento al post è alquanto strano.

 

   “Il depresso non ha coraggio, sente di non aver diritto alla felicità, cede il suo posto. “

 

   Non ho mai visto la depressione della madre or in generale da questo punto di vista. Io la vedo come una mancanza di libertà, una vita piena di rimpianti per non aver osato di più e né ad aver mai accettato le proprie scelte.

 

Invece do ragione ad OSHO noi non sappiamo cosa sia la felicità, abbiamo perso tanto tempo fa il suo significato e il suo diritto:

 

   “Ogni volta che un bambino si sente felice per qualcosa che sta facendo, arriva uno dei genitori e lo ferma: «Non farlo!» Un po’ alla volta il bambino si fa questa idea: «Tutto ciò che mi fa sentire felice è sbagliato». E naturalmente non è mai felice facendo quello che gli dicono gli altri, perché non è mai un suo bisogno spontaneo. Quindi si fa l’idea che essere infelice è giusto, ed essere felice è sbagliato: diventa un’associazione profonda. “

 

   Abbiamo anche tante vite indietro in quale non abbiamo sfiorato minimamente il concetto di libertà.

 

Mi ricordo l'estate scorso quando Maria, sorella di Franco, stava lì seduta davanti alla porta molto decisa di fare ordine a suo modo in un tipo di “tu non sei come noi?!” A me pareva proprio esagerato il suo discorso e la ignoravo nei limiti del buon senso. Franco stava in piedi e la guardava con un viso scuro, scontento sentire il suo sfogo.

 

 

 

    Martedì, 12.12.2017

 

   Ed ecco quella tanto aspettata giornata, 12/12/10. Non mi ricordo nemmeno il sogno se mai è stato uno. Invece sto ammirando un alba stupenda, irreale. Sarà una bellissima giornata autunnale.

 

   Mi vedo indirizzata verso sinistra indossando una giaca bianca lunga sento indietro di me la voce di Loretta “Sorella, ma questa giaca è proprio adatta al inverno. “ Stavo camminando tantissimo e lei mi ha portato questa giaca seconda mano da Caritas, era cosi contenta portarmela. In effetti mi veniva molto bene.

 

 

   We are the world

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

   “Come Dio ci mostrò, mutando la pietra in pane, così tutti noi dovremmo dare una mano soccorritrice.”

Dio ci mostrò”?! Fino adesso non ho prestato attenzione a questo verso provocatorio. 2000 anni fa un uomo in carne e ossa stava compiendo dei miracoli, come tanti altri prima di lui e tantissimi anche dopo di lui.

 

   La maggioranza degli astrologi nei loro testi ricordano l'anima e la sua missione. Io non so se l'anima ha una missione sul piano terrestre a parte essere sé stessa, riconosciuta ed accettata come tale.

 

… multidimensionalità … magari dobbiamo imparare qualcosa a riguardo. L'anima è multidimensionale? Noi siamo multidimensionali, siamo già corpo, anima e spirito.

 

 

Ed ecco a pranzo Giulio arriva con il pacco da Loretta e con delle novità:

 

     - Per Natale io vado in Belgio.

     - Vai da Oriana? Ti do qualcosa da portare.

     - Non, non vado da lei. Che poi lei ha come ospite la cognata Maria.

      - Posso mandarle qualcosa.

   - Non vado da lei. Mi incontro con Crina.

 

  Visto che non si mettevano d'accordo, intervengo:

 

   - Giulio lascia stare, vai e basta, senza tanti dettagli.

 

  Lui continuava guardarla intrigato. Va beh loro non sono solo sordi, sono anche anziani. Comunque sentivo nervosità, veniva da uno di loro? Veniva da me? Non escludo, quella donna è un po pazza nella sua invidia e infelicità non ha mai dei limiti. Ecco perché mi “ricordavo” quella scena.

 

   Telefono da Corina per avvisarla per il pacco:

 

    - Corina vieni a prendere quello che è tuo?

    - Ma non siete voi abbastanza là?! Loretta mi ha detto di una giaca bianca per Diana.

     - Sì è lì.

 

   Va bene è sua, ma perché si collegano? Cosa centra il mio “ricordo” di una giaca bianca ricevuta anni fa da Loretta con l'accaduto di adesso?

 

Ecco grazie al testo di Celia adesso guardo indietro al 10/10, al 11/11 per vedere come si stanno collegando con 12/12. In che modo tutti 3 si manifesteranno in 21/12 non lo so.

 

   “Il primo di questi Stargate o Portali Stellari è avvenuto il 10/10 il 10 di ottobre. Questa prima porta è stata l'attivazione nei nuovi inizi. Molti di voi si sono sentiti come se non fossero più a proprio agio nella vecchia realtà e hanno desiderato che la Nuova Realtà si manifestasse. Questo intenso disagio e desiderio del nuovo era un'indicazione che la vostra Anima era nel processo dell'Iniziazione della Triplice Porta.


 

La seconda del 11 di novembre è la Porta 11/11 ed è la Porta dell'Iniziazione in cui la vostra Anima accetta e inizia a esprimere la sua Missione Animica Nuova o Potenziata sulla Terra. È un'iniziazione importante in cui profondi livelli di "vecchi" imprinting, credenze e limitazione vengono finalmente rilasciati, permettendovi di abbracciare appieno la vostra Nuova Realtà e la vostra nuova percezione di voi stessi e della vostra missione animica in quella Nuova Realtà.


 

La Terza Porta sarà il 12 dicembre durante il 12/12, dove guadagnerete forza per iniziare a manifestare la vostra vita secondo la vostra nuova missione e all'interno delle griglie olografiche della Nuova Terra. In quel momento, sarete liberi da tutte le vecchie percezioni e collegamenti con il passato e pronti per accogliere i doni della Futura Linea Temporale della Nuova Terra, mentre si manifestano nel momento presente. Diverrete più consapevoli di come questi doni vi vengono presentati come opportunità e idee che metterete in pratica mentre creerete la vostra nuova realtà senza ansia o paura.”


  L'Iniziazione della Triplice Porta, il Risveglio delle Capsule Temporali e Intraprendere la Nuova Missione dell'Anima

 

  L’Arcangelo Michele attraverso Celia Fenn

 

Allora in 10/10 era apparso Stonehenge come meta di un viaggio.

In 11/11 ho scoperto sinestesia, io la sto sperimentando spesso.

E adesso in 12/12 mi muovo intorno alla multidimensionalità.

 

Che poi multidimensionalità sono tutte le esperienze di ricordi, sogni, visioni, percezioni extrasensoriali.

 

  Questa strana tensione nel corpo, ma questa trasformazione non può essere più veloce? A me pare che vanno mano in mano, ancora una volta la testa grigia di una rettile or cosa lei sia.

 

 

Questa musica...

 

 

Può essere da un video che ho condiviso anni fa e adesso non lo trovo più, la stessa animazione sì ma la musica era decisamente diversa.

 

 

  

 

 

 

 

 

 

 

 

 

   Celia conferma che l'energia sia oggi molto intensa, a chi lo dici?! Lei passava stamattina l'esperienza con il suono forte che non ha causa esterna.

 

Guardo di qua e di là in web, sto tanto fuori approfittando del tempo mite niente da fare il corpo resta teso.

 

Chiudo la giornata con la stessa ...mancanza di vedute... intendevo dire pesantezza a livello mentale che poi è la stessa cosa. Solo che questa mancanza di vedute, porta poi un bel po di delusione e di impazienza.

   Ecco è passata la grande giornata!

 

 

 

    Mercoledì, 13.12.2017

 

   Sento un bel po di energie e pensieri aggressivi del posto oggi ce l'hanno con “è una pentita, se la vedi...”, cioè una persona che ha rinunciato alla chiesa cattolica agganciandosi a un altra. Tanta ignoranza, in Italia “un pentito” è un mafioso che sta collaborando con la giustizia. Ecco i loro pentiti stano collaborando con la giustizia divina.

 

 

Che pesantezza, adesso devo aspettare 21/12 per sentirmi alleggerita? Stasera sarà la pioggia delle meteore, qui è nuvoloso, non sarà visibile. E' un tempo cosi chiuso che ti viene sonno.

 

E questo anziano non sa stare zitto, stava pungendo lei:

 

    - Guarda la vicina ben vestita andava a farsi un giro. Tu non vai?

 

   Vero che lei esce poco or niente di casa, ma non trovo normale un atteggiamento così. Devo dare ragione e a lei quando stufata lo mette a suo posto. Questi due non si sono mai sopportati, la loro stessa confusione si è trasmessa alle prole.

 

 

  L'ombelico e la sua importanza per accedere ad altri dimensioni è ricordato in un testo di un monaco greco.

 

«Seduto in un angolo, in disparte, in una cella tranquilla, fai ciò che ti dico: chiudi la porta ed eleva la mente al di sopra di ogni cosa vana ed effimera, poi, appoggiando la barba sul petto e volgendo l’occhio del corpo e quello della mente al centro del ventre, altrimenti detto ombelico, comprimi l’aspirazione d’aria che passa per il naso in modo da sospendere la respirazione ed esplora mentalmente l’interno delle tue viscere per trovarvi l’anima»

Niceforo l’Eremita, Monte Athos

 

 

   In rumeno è un espressione “l'ombelico della terra” - il centro della terra, qualcuno che si ritiene molto importante. Secondo il testo di questo eremita l'ombelico è molto importante.

 

 

   - Iris, Monia ha detto che da loro fa caldo.

     - Ma quanto caldo fa in Italia?

 

     Qui è tempo chiuso, molto umido. La pagina di meteo non è che mostra 20 gradi né là, poi ci sono dei problemi con il riscaldamento. Un incendio avvenuto in Austria al condotto di gas danneggia anche il nord Italia e sud Germania. Va beh può darsi è il tempo di prendere in considerazione alternative al riscaldamento. Il guasto porta un aumento di prezzo di 5 %, che poi il riscaldamento era molto caro in Italia anche 10 anni fa.

 

   Comunque io riprendo il pensiero di un viaggio di 2-3 giorni, giusto per tirarmi su da questa inerzia.

Invece il Sé sceglie “ferma qua”.

 

   Perché mai lo farei?

   Mi da per mangiare carta.

 

   Che dire?! Ne ho mangiata tanta in questi anni che non so più cosa farmene con essa.

 

In somma con la mente non ci arrivo da nessuna parte a farmi chiarimento. Ma né posso appellare ai chiaroveggenti ogniqualvolta quando non riesco allontanarmi dalla mente, alla fine si parlerebbe solo di volontà zittirla.

 

   Siccome fosse buttata da lontano nella mia attenzione di una persona in mantello nero, appare davanti a me la guida animica con un viso teso. Poi guardandomi con compassione, il viso della guida sta diventando bianco splendente. Dici? Ho fatto dei progressi? Questa guida animica l'ho incontrata tantissimi anni fa in 2006 or 2007 in un modo particolare ovviamente il pastore mii l'ha fatta conoscere. In altre parole ho questa guida per mostrami la via? L'anima è emozioni e sentimenti.

 

Devo avere compassione per me stessa, solo così la mia stessa anima splende.

 

 

 

 

   Giovedì, 14.12.2017

 

    “Numero Tre – Ora tornerò indietro nel tempo di dieci anni. A quel tempo ero di fronte a voi e vi davo delle informazioni sulla vostra crisi energetica. Ora ci siete dentro. Spiegherò quindi nuovamente alcune cose che si possono fare in merito. Vi darò le stesse informazioni che vi ho dato in passato, perché molti che non le hanno sentite le sentano ora. Questo messaggio ha il potenziale di colpire qualcuno che è, direste voi nelle 3D, ricco. Questo per dire che possono far succedere le cose perché tengono i cordoni della borsa per farlo. Quindi sfido chi sta ascoltando e ha le tasche piene, questo lo renderà soltanto più ricco, e la cosa è logica e piena di senso... adesso anche più di allora.


 

Sul pianeta ci sono due fonti energetiche che sono sempre state presenti e che sono sempre state gratuite. Gratis! Ed è stata sviluppata anche la tecnologia per farle funzionare. Vi ho detto che sono gratuite? Ascoltate: per prima cosa, non vi domandate perché c’è la luna? Qualcuno ha mai chiesto allo Spirito: “Perché abbiamo la luna?” Vi dirò perché: così da poter dare energia alle vostre città! Non sono molti ad averci pensato.

 

 

 

 

 


 

 

 

 

   La luna vi dà il movimento di enormi quantità d’acqua secondo un orario che non è mai cambiato nei secoli. Vi dà centinaia di migliaia di tonnellate di energia tira-e-spingi gratuita. C’è sempre stata e sempre ci sarà. Infatti, per dove si trova la maggior parte delle vostre grandi città, le onde e le maree forniscono l’energia per illuminarle. Forniranno l’energia per ogni città che possiate costruire da oggi fino a quando ci sarà la Terra. Non c’è limite alla quantità di elettricità di cui potreste fornirvi, anche per la ricarica delle vostre auto elettriche, ed è gratuita e non inquinante.

(,,,)


 

   C’è un altro bel motore a vapore chiamato magma della Terra. Ovunque perforiate, esce caldo e più andate in profondità più diventa veramente caldo. Ci avevate pensato? Se volete del calore, tutto quello che dovete fare è cercarlo perforando! Ora, la cosa è difficile perché dovete andare molto sotto. E diventa anche più difficile perché intervengono dei sottoprodotti che complicano la sicurezza e la fattibilità. Si deve sviluppare una tecnologia per attingere al calore, far sì che il motore a vapore vada sempre. Cominciate facendo buchi nei posti caldi. I posti caldi sulla Terra sono quelli dove il magma è vicino alla superficie. Per esempio, che ne dite di partire dal Pacific Rim ? E’ qui, per esempio, che ci sono tutti i vulcani e dove anche si trovano le vostre maggiori città. Troverete tutta l’energia di cui avete bisogno per generare vapore proprio sotto i vostri piedi.”


 

Avvenimenti Attuali - Kryon canalizzato da Lee Carroll

Asheville, Nord Carolina - 12 Luglio 2008

 

  Stavo condividendo su Fb il testo di Kryon - soluzioni alla crisi energetica, sta lì dal 2008 ma pochi l'hanno preso in considerazione, e cosi venivano queste parole con la voce delicata del narratore.

 

    Ricordate, voi decidete … lo decidette attraverso le scelte che fatte.

 

   E questa anziana con i suoi drammi:

 

   - Iris sto cucinando io la carne or la fai tu?

    - La faccio io. Corina non si è fermata al pranzo: mancava la carne.

   - Sto economizzando. Come mi arrangerò fino in primavera?!

   - Non hai pensione? Non hai casa? Stai morendo di fame domani?!

  - ?!

 

   Come fanno a vivere cosi?! Ti da l'impressione che qui mancasse tutto, a livello materiale non è così. Mancano invece tantissime cose ad altri livelli tipo felicità, spiritualità, libertà in altre parole manca l'amore per se stessi.

 

 

Questa musica … deve essere associata a qualcosa. Ma a cosa? A conoscenza?

 

  Qualcuno condivide su Fb i suoi problemi con la schiena, anche la mia è quasi bloccata da stamattina. Normalmente a da fare con pesi che non ci appartengono e quindi si impone un cambiamento.

 

  E non mi muovo, mi farei un giro da qualche parte

 

  il sé è grande davanti a me, mi è chiaro “su invito”, cioè devo aspettare un invito da qualcuno e non forzare inutilmente le cose. Vedi te, in 4 mesi non sono riuscita chiarirmi niente?

 

 

 

  Venerdì, 15.12.2017

 

  La schiena è come ieri quasi bloccata, se fossi al lavoro avrei detto che sia quello la causa, ed invece sto facendo poco or niente da mesi, ovvio ha un altra fonte.

 

  Vado in città per farmi una passeggiata approfittando di un bel tempo e spinta dalla nervosità della madre. Ieri era tranquillissima non è stata alla mesa, oggi invece sì quindi si muove di là e di qua parlando a vanvera. Pare che io fossi qua per difenderle dalla morte, dalla solitudine e via dicendo, riesce comunque snervarmi con i suoi discorsi strani:

 

   - Dirò a Gianni che ti comporti brutto con me! Vedrai quando sentirà quello lì....

 

  Che minaccia, ragazzi! Si aggancia quando di uno, quando di un altro nei miei confronti come del resto lo ha sempre fatto e non solo con me.

 

 

  Io ho le mie cose da risolvere. Sono pressata del tempo per il lavoro vero e proprio, ancora non ho ricevuto alcun segno di vita e sono solo pochi giorni fino a Natale.

 

  Per non dire che sono passati cosi velocemente questi mesi, pare che solo ieri ero indecisa sul da fare. E in tutto questo tempo poco sono stata presente nel qui e ora.

 

Poi ho anche questo malessere fisico senza causa che a da fare con la mia stessa trasformazione che non finisce più.

 

Ci mancherebbe altro.

 

  Sono passata dalla parrucchiera, lei e il suo amico stavano parlando del ex re e della sua famiglia con tanto di patos pro e contra per quello or quel altro guardando la TV che manteneva il loro interesse attivo.

 

  - Hai visto cosa fanno i politici?

   - Ma dai ma quella è legge?!

 

 

Per me tutta questa vicenda è senza importanza, non guardo mai la TV. Guardavo invece il calendario: ho solo una settimana a disposizione per muovermi. Come faccio or no arrivo sempre a sentirmi pressata del tempo.

 

In serata scrivo finalmente un messaggio per i datori di lavoro, eppure non l'ho mandato siccome io avessi molte scelte da fare. So solo che di qui voglio partire, non intendo farmi l'inverno qua e ho già 4 mesi di vacanza e finita lì.

 

   Il Sé pare che stesse misurando il mio braccio sinistro che è bianco.

 

   Riposa in Dio

 

  In calma provo la tecnica di Neciforo velocemente io vedo il ventre dentro e non continuo a stare centrata su di esso, questa roba che l'anima stia lì non la prendo in serio. Già anni fa massaggiando la schiena di mio papà senza aspettarmi vedevo il suo interno asciutto, e in quel giorno mi sono fermata intimorita di me stessa.

 

  Eh addio il momento di pace, la mente gira di qua e di là non senso. Sentivo un bel po di stupidaggine da vari persone del posto. A un certo punto diventa letteralmente impegnativo mantenere lo stato di pace, anni fa non avevo bisogno di alcuna tecnica per ritirarmi dentro me stessa. Alla sinistra molto vicino del mio viso è un occhio di coccodrillo or una cosa simile.

    Resto in piedi fino tardi.

 

 

 

 

   Sabato, 16.12.2017

 

Ecco la mia trasformazione

 

“Alla sinistra è un foglio bianco con tanto di scritto e di paragrafi. Sempre alla sinistra è un corpo giovane, la vita è ben delineata con una linea sottile nera, in mezzo davanti alla pancia è un ciuffo di pelo nero denso e lungo che viene tagliato. Resta solo un sottile segno da tutto quello che era.”

 

 

Il sogno può essere conseguenza della esperienza avuta ieri sera. Il corpo si è trasformato finora moltissimo, un pezzo insignificante è rimasto.

 

Una signora sta scrivendo “empatia per lo stato di sofferenza altrui a posto di quello della gioia”, è vero per ben due volte io ho scelto così e poi mi è tanto dispiaciuto. Quando sono venuta qui nel estate non è stato di meno.

 

Giulio ha deciso di non venire più qua la domenica, di seguito allo scandalo uscito la settimana scorsa. Questa donna non capisce che lei non può più manipolare e imporsi davanti a noi come una volta. A me spiace per lui, ma questa è.

 

   - Giulio, chi è morto? Mamma non sa per chi suona la campana.

 - Il re.

   - ?!

  - Il re Mihai. E' dolio nazionale per 3 giorni.

   - Stanno esagerando, è stato per breve tempo re.

 

Nostalgici monarchici?! Pochi or nessuno è vissuto sotto la monarchia, il caos esistente in Romania li fa pensare che andava meglio della repubblica. Repubblica è una tappa avanti nella evoluzione di un paese, monarchia lo ha sempre avuta. Giulio non condivideva il mio disappunto per tutto il tam tam fatto.

 

 - Iris, hai letto troppi libri comunisti.

 

Ognuno con le sue oppinioni. Non cambia la mentalità di un popolo e la sua classe politica da un giorno ad altro. Poi è vero io vedo in monarchia un aspetto dello status quo. Gli Stati Uniti sono la prima repubblica al mondo e questa secoli fa, e loro ancora rimpiangono la monarchia?

 

   Ho il pensiero alla partenza, già respiro alleggerita solo pensando che la settimana prossima me ne vado.

 

  Sono andata per prendermi le sigarette e là un bel po di gente senza cultura secondo me:

 

     - Questa è quella di quale dicono che sia il diavolo?!

 

ahahah! Aiuto, come siamo mal mesi al capitolo ignoranza. Questo diavolo cattolico almeno ha un bel aspetto, ma non doveva essere qualcosa di molto brutto secondo l'iconografia?

 

 

 

 

     Domenica, 17.12.2017

 

   Mi sveglio in piena notte sentendo alla sinistra il suono sgradevole ormai conosciuto quando i dubbi/conflitti sono troppo forti.

 

Mi sono addormentata indecisa sul da fare avendo agganciati questi strani conflitti. Da anni li sto sperimentando quando si presentano non solo delle grandi scelte, ma anche nei piccoli cambiamenti tipo denti, capelli, documenti ecc. pare che ogni motivo è buono per rimuginare mille pensieri e creare vari scenari. Sono troppo mentale.

 

   Ecco il sogno, se non sono andata via allora quando avevo una buona spinta per farla:

   “Vado contenta in salita verso un pullman lasciando perdere la valigia, torno: avevo dimenticato la borsa. Vedo due zingare entrando in sala di attesa, là ho dimenticato la borsa. Chiedo a sinistra da una giovane se l'ha vista ma non la trovo più.”

 

   Lasciavo la valigia cioè i pesi, ma non andavo senza la borsa cioè l'identità? Ma l'identità ci la stiamo noi costruendo giorno per giorno, che poi abbiamo perfino documento di identità e lo portiamo sempre nella borsa. Tempo fa ho detto che vado via ed eccomi ancora qua.

 

   Papà sta ascoltando la mesa a radio prima di andare alla mesa per le 9 del mattino. Poco ho sentito, una voce piacevole, colta:

 

“Chi sei tu? La domanda è stata messa agli astronauti americani e dovevano rispondere in 20 parole e loro iniziano: sono padre, sono scienziato, sono figlio ecc. Ma questi sono i ruoli che ognuno di noi ha. La domanda dovrebbe essere chi sei tu di fronte a Dio?”

 

Devo dire la verità che mi ha sorpreso per bene, rispetto ad altre domeniche adesso si sentiva un respiro, un alleggerimento. Tuttavia la sua ultima domanda è a doppio taglio, un credente avrà in automatico la risposta ereditata dalle passate generazioni “piccolo, peccatore, insignificante, debole” e via dicendo.

 

Per eliminare i condizionamenti culturali acquisiti la domanda corretta è “cos'è dio?” La risposta sarebbe “è spirito, è energia, è tutto quello che è.” Fintantoché rimaniamo agganciati alla creazione mentale odierna “chi è dio” non andremmo da nessuna parte, le stiamo dando la nostra stessa personalità avendo la percezione distorta della divinità che tutto pervade nel universo compressi noi stessi.

 

 

Ed ecco il testo giusto al momento giusto, seppure mi la tiro da tanto tempo con la partenza di qua:

 

I vostri dannati dubbi.
Non vorreste avere una pillola anti-dubbio? Beh, certamente, ma non la prendereste (qualche risata). Qualcosa di naturale che potreste prendere, sicura ed efficace - una pillola che vi liberi da tutti i vostri dubbi? - perché davvero questa è la cosa più grande che vi trattiene, questo dubbio che avete su voi stessi, questa insicurezza.

Ma se ne foste privi e se non vi preoccupaste di quello che pensano gli altri - e so che tutti voi rispondereste "Beh, non mi interessa davvero cosa pensano gli altri", ma in realtà come esseri compassionevoli, voi per davvero vi preoccupate molto più di quello che dovreste -

Voi create un po’ di dramma per mantenervi dentro alla cosa umana. Ma se non aveste tutti questi dubbi, immaginate come sarebbe facile, quanto divertimento avreste, non avendo ogni giorno questo girare attorno alla macina mentale ed emozionale, che vi consuma. Continuate a pensarci su.

 

 

 

 

 

Immaginate di avere questa pillola anti-dubbio, di averla presa e di non dubitare sul da farsi, lo fate semplicemente. Non vi fareste domande sul risultato, non vi preoccupereste se avrà successo, oppure no, perché avete imparato che questa è una valutazione delle cose molto, molto umana.

Se non aveste più nessuna incertezza e tutto fosse solo un’esperienza nella gioia, ed è ciò che è, se non vi preoccupaste più, di cosa pensano gli altri, cosa avete guadagnato o perso, essendo consapevoli che non potrete mai sparire dall’esistenza, immaginate quanto sarebbe liberatorio, come sarebbe liberatorio per tutti voi.”

 

Adamus - Saint Germain

 

“senza dubbi” - questa sì che mi serve eccome.

 

 

Trovo un video di Michele Giovagnoli che spiega molto bene di come il battessimo non è poi così innocuo come sembra, la chiesa ha di certo ovvi interessi in questa pratica dove Dio non c'entra nulla.

 

L'autore del libro “la messa è finita” ricorda il caso di questo calciatore italiano di quale io non sapevo nulla.

 

Per non aver pagato la tassa, nel 2007, sulla propria professione religiosa in vigore in Germania, il 25 marzo 2015 è condannato al versamento di 1,7 milioni di euro (debito di 1,5 milioni più 200.000 euro di interessi); a seguito del ricorso, il 23 dicembre 2015, la Corte d'appello di Monaco di Baviera ha condannato con sentenza definitiva i suoi commercialisti tedeschi, riconosciuti colpevoli di non averlo adeguatamente informato, a corrispondere a Toni 1,25 milioni di euro come risarcimento danni, riducendo così la somma dovuta dal calciatore a 450.000 euro”

 

 

  Ma non possiamo più vivere della religione, me compresa, ultimamente la politica è andata in un secondo piano.

 

Ecco che buona cattolica sta diventando Oriana, si sta lavando la coscienza.

 

   - Cos'è questo?

   - E' un calendario dalla chiesa.

   - Ma non hai preso già uno?

   - Questo è per Oriana, ha detto di mandarlo tramite Giulio.

   - Giulio ha detto che non va da lei.

   - Si incontrerà con Crina, poi insieme vanno da lei.

 

In somma qui nessuno parla chiaro e l'anziana sta spesso fantasticando ad occhi aperti. A parte che Oriana poteva chiederlo da Vania, seppure lei le ha mandato già una settimana fa un pacco e finita lì. Ma come non sapere la mamma e Giulio che lei sta osservando il calendario?

 

   - Iris riscalda la stanza per Giulio, verrà al pranzo.

   - Ieri lui ha detto che non verrà più.

   - Verrà per prendere il calendario di Oriana.

   - Potevi lasciarlo a negozio.

   - Ma non può mio figlio venire qua?!

   - Meno male va a incontrasi la moglie.

 

In somma è inutile, resta l'evidenza quanto tempo sto qua mi implico troppo nelle vicende famigliari.

 

 

   “E che cosa significa essere buoni?!”

 

Giulio non è arrivato per il pranzo, così che lei ha un motivo in più per agitarsi, si muove di là e di qua parlando a vanvera. La paura della solitudine la sta impazzendo. Tutti due vanno da un giorno ad altro malissimo, lui si lamenta di strani suoni nel orecchio. Con un atmosfera del genere velocissimo ho mandato messaggio ai datori di lavoro, mi vedevo come energia - forma geometrica, il triangolo beige con la punta in su sarebbe il mio busto. E' un mio aspetto.

 

Non sono sicura che dal nuovo telefono è stato inviato, ancora non mi è chiaro come funziona.

 

 

Mezza morto papà si lamenta a lei:

 

  - Eppure io ho speso tanti soldi per questo affare.

   - Lascia stare, la casa è di Oriana il terreno anche.

   - Ma se va via Giulio chi porta me ad ospedale se necessario?

   - E' Walter qua.

 

Che dire? Ognuno di noi con i suoi punti fermi, non importa l'età.

 

Natalino condivide una notizia tra comico e drammatico:

 

   Questa notizia giunge da Belluno:
“Lite a colpi di bastone per conquistare il territorio dove fare l’elemosina”.
La notizia potrebbe far sorridere, questo è ciò che nel capitalismo viene chiamato “competizione economica”, la violenza fisica è conseguente alla diversa cornice sociale, ma tutto l’osannato mondo del lavoro altro non è che questo: “bastonate per poter elemosinare le briciole”.

 

 

  Guerra tra i poveri, nel frattempo miliardi di euro e dollari sono bloccati in vari banche sparse qua e là nel mondo.

 

Come non dare ragione a Natalino? Insisto con il messaggio per i datori di lavoro fino riesco inviarlo, alla fine senza una fonte di reddito costante anche i miei risparmi un giorno finiranno.

 

Lei mi risponde laconico saranno a lavoro questo inverno e finita lì. Prima del arrivo del suo messaggio era come un energia scura verso di me. A quanto io sappia intendevano vendere il locale, non si parla di soldi nel loro caso semplicemente non sanno come riempirsi il tempo libero che hanno.

 

 - Iris, Monia ci manda un pacco con dolci.

  - Va bene.

   - Le ho detto “perché ci mandi?! Noi non ti abbiamo mandato niente.”

  - ?!

 

Carine queste mie sorelle con i pacchi, è sempre un piacere mangiare panettone.

 

 

Sento un bel po di pensieri del posto, delle miserie, uno di Oriana stava lì indietro della mia testa con insistenza. Alla fine mi dichiaro anche stufata di sentire proprio tutto.

 

    “Non esiste separazione”

 

   Si non esiste, è vero.

 

   Il mio stesso conflitto circa la direzione da prendere è molto forte. Pur sapendo la forza del pensiero e la sua visibilità, come in automatico mi arrabbio mentalmente con il pastore subito mi trovo in una zona di pace e la vedo anche è rotonda, luminosa davanti a me. E' stato un assaggio di pace velocemente andato via, tuttavia in un instante io ho toccato l'eternità.

 

  Per buon tempo mi muovo irrequieta, in tutto questo tumulto mentale e fastidio alla schiena appare davanti a me un sufi secondo il capello alto, grigio.

 

 

 

      Lunedì, 18.12.2017

 

Questa sì mi serve! Proprio adesso ho un buon fastidio alla schiena e un viso stanco:


 

    “Siete venuti qui, per riunire in questa vita l’Umano ed il Maestro.

 

  E' stato un viaggio silenzioso, un viaggio solitario e difficile a causa dei dubbi, perché ogni tanto succede che perdiate la vostra bussola interiore, quel sapere interiore sul fatto del perché avete scelto di essere qui. Non siete venuti per cercare di salvare il pianeta. Non funziona. Ma sapete, dentro di voi, di accettare cose che non vi appartengono. Sapete, cosa fate, stando qui, essendo nella presenza. Niente lezioni, niente sermoni da elargire, nessuna predica, bensì essere una presenza sul pianeta e restare nel corpo, per cambiare completamente ed effettivamente la dinamica del corpo e del DNA.


    Il DNA è questo modo sorprendente e a malapena compreso, di ciò, che si potrebbe definire filamento di luce, filamento spirituale, a volte lo chiamiamo filo di luce angelica. E' la forza dispensatrice di vita dietro a tutto. E' la programmazione. E' il software della vita. Eppure persino questo al momento sta cambiando.

 

 

 

 


 

 

  State cambiando nel corpo e mi viene da ridere fra me e me, quando sento Shaumbra dire: “Oh, il mio corpo. Questi dolori e malesseri e quello che sto passando!”. Ed io dico: “Respiralo, accettalo, perché l’hai chiesto tu. Non opporti”. Lo so, sembra contrario a ciò che pensate di dover fare – scappare lontano, riempirvi di integratori, usare oli sacri e tutto il resto. No. State passando attraverso un fenomenale cambiamento. Potete permettervi di sperimentarlo?


  Allora ricordate per un momento, perché siete qui e perché proprio in questo tempo così particolare. L’ho detto a tutti voi, potevate permettervi l’illuminazione nell’ultima vita, in un paio di vite fa. Probabilmente sareste stati subito sepolti e sareste tornati dall’altra parte.

 

  Ogni tanto – ogni notte ascolto la maggior parte di voi dire: “Oh, Adamus, cosa sta succedendo” Ed io rispondo: “Ti stai illuminando”. E voi: “Pensavo che fosse divertente”. Ed io: “Chi te l’ha detto?” (Risate) Io non l’ho mai detto, TOBIAS non l’ha mai detto. È morto in prigione nella sua illuminazione. Voglio dire che l’illuminazione non è una cosa carina, non lo è per niente. Il risultato è fenomenale, ma il processo dell’illuminazione? Schhhh! È miserabile, terribile.
 

   Allora, facciamo un buon respiro profondo.”

 

   Adamus Saint Germain

 

    E' un estratto, purtroppo Nazario non da mai la fonte esatta, lo avrei letto integralmente. Ma è vero a un certo punto ti stufi, pare che non ci arrivi da nessuna parte. Innumerevoli volte mi arrabbio ed io.

 

  Il video con battessimo riscuote un leggero successo, qua è là mette a repentaglio i condizionamenti acquisiti.

 

  Qualcuno dice “seguire il cuore”, ovviamente più avanti nella vita la poi fare se arrivi alla sua apertura, comunque come bambino nessuno ti chiede niente e questa era l'idea.

 

  Un altro si esprime al modo classico ”questo qua parla di chiesa? Guarda che sta facendo pubblicità al slip rosso.“ Ridicolo! Non hanno strumenti intellettuali e culturali adeguati per combattere l'idea emessa del autore e allora si aggancino al sesso per dimostrarne l'immoralità. Perchè tutto l'altro è morale?

 

  Una donna si esprime contro il video molto più decisa “è odio verso la chiesa”. E' un punto di vista nel video, non si può pensare diversamente? Poi non si parla di una chiesa in particolare, la maggioranza hanno questa abitudine e lo fanno di certo con ovvi interessi. Sibaldi che è teologo e psicologo di certo potrebbe dirci di più al riguardo, alla fine se siamo sottomessi è solo per via della propria ignoranza.

 

E ci arrivo …. alla parte ombra, che ognuno di noi ha. I santi altro non fanno che descrivere la sua integrazione. Ecco Giuda (soldi) è l'ombra di Gesù, quella ombra che lui rifiutava riconoscere e accettare: la parte materiale della vita.

 

 

   Questi conflitti, mi rendo conto che sto esagerando tuttavia pretendo da me maturità e chiarezza in qualsiasi cosa

 

  ... fragilità... arriva da dentro di me.

 

 

 

 

   Martedì, 19.12.2017

 

Sono finita a epigenetica, seppure mi rendo conto che sto facendo tanta resistenza ai cambiamenti che sono a mio favore.

 

   Ed il subconscio è composto dai programmi fondamentali che abbiamo ricevuto dagli altri nei primi sei anni. Mentre si vive la vita con le nostre intenzioni e i desideri della mente cosciente, il 95 per cento del comportamento viene dalla mente subconscia, che è stata programmata da altri. E la maggior parte di tale programmazione è veramente limitante. Non ti puoi guarire da solo, non sei abbastanza intelligente, non ti meriti le cose buone, non sei bravo in disegno o quello che è. Queste affermazioni diventano programmi subconsci, che si attivano quando non faccio attenzione. La mente cosciente nella maggioranza è occupata a pensare al futuro o al passato. E se il conscio è occupato in questo, nel momento presente, si è veramente guidati dal subconscio. Il vostro cosciente è occupato a cercare di pensare: "Mi merito un aumento e di certo dovrei salire di grado in questa ditta." Mentre lo fate di certo, state operando dal subconscio, e quello ha un programma che afferma che non vi meritate le cose. Qual è allora l'espressione del vostro comportamento? Il comportamento che è coerente con "Non mi merito." Ciò significa che farete degli errori o altro che renderanno legittimo che non vi meritiate le cose. Non ve ne rendete conto perché non l'avete visto all'opera, e diventate frustrati riguardo la vostra vita perché ci provate così tanto ad avere successo e non andate mai da nessuna parte. E poi, ovviamente, la tendenza è, non sei tu, è il mondo ad ostacolarti. La grande e bizzarra sorpresa è che il mondo vi darà qualsiasi cosa. E' il vostro stesso sé che è d'intralcio. (…)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il pensiero positivo funziona solo se le credenze nel subconscio sono in linea con esso, o se siete completamente attenti. Se siete totalmente attenti ed usate quel desiderio di essere positivi e far funzionare le cose, allora vi accorgerete quando il vostro subconscio sta facendo andare un nastro e voi potete cancellarlo. Ma se non siete attenti e pensate solo pensieri positivi, allora non state conducendo lo spettacolo. Da qui vengono i conflitti. E, ovviamente, se voi foste così positivi nella vostra mente e pensaste che state conducendo lo spettacolo e pensando che non funzioni, ovviamente il mondo vi è contro. No, il mondo non vi è contro, sono i programmi limitanti ed auto-sabotanti che acquisiamo in gioventù. Qui è dove dobbiamo azzerarci. “

  EPIGENETICA - la biologia delle credenze, Bruce Lipton

 

 

   Io ho il diritto alla felicità.

 

  Aiuto, ma quanto abbiamo assorbito nei primi 6 anni di vita? Tantissimo. Per breve tempo sono stata accanto di nipoti, è un vero massacro per i piccoli.

 

  Strana coincidenza stavo condividendo il testo e vedo l'autore del video contro il battessimo, là ho risentito la parola epigenetica. Fb mi ricorda un testo da 2 anni fa con lo stesso soggetto e lo stesso autore Lipton.

 

  A pranzo dopo tanti lamenti e agitazione oramai stufa sentirla

   Prima sento pace

  poi vedo Leone (per la seconda volta) siccome fosse dentro di me guardandomi incuriosito lui aveva l'impressione che mi aveva visto già da qualche parte. Secondo me sto assomigliando a qualcuno.

 

  E subito vedo alla destra una coppia di tedeschi seduti, clienti abituali del locale.

 

  Oggi la teniamo così in una continua agitazione, un gattino è entrato in cantina e lì è rimasto. Giustamente lei si preoccupa per i guasti che farà là.

 

  Adesso è arrivata anche la bolletta di acqua: triplo da pagare rispetto alle bollette precedenti. Secondo me è un errore, loro due già pagavano molto 6-9 mc al mese, adesso è una differenza di 24 mc.

 

  E' un atmosfera molto tesa con questa anziana sempre nervosa e ogni motivo è buono per esserlo. Giulio arriva con il pacco di Monia e chiede anche lui:

 

   - Mamma perché sei così nervosa?

    - Devo fare la gelatina.

   - E non c'è tempo?!

 

In somma loro sono quello che sono ed è un loro diritto esserlo, ma io che cazzo sto a far qua?!

 

Ecco su Fb qualcuno condivide una buona musica e una citazione di Schopennhauer a me sconosciuta.

 

  “la musica è un esercizio inconsapevole di metafisica, durante il quale lo spirito non sa che sta facendo filosofia."

 

- Arthur Schopennhauer

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

  Una fine di anno molto promettente secondo gli astrologi che vedono l'entrata di Saturno trionfante in Capricorno dopo 27 anni e questa è solo domani. Beh.. stiamo a vedere.

 

 

   Mi comporto siccome io avessi mille scelte da fare vedo Ada parlando con Rodolfo fuori della porta, magari loro sono già lì ed io sono qua con i genitori.

 

   Davanti a me pare che sia Oriana or qualcuno che li assomiglia e mi appare anche la statua della madonna, un archetipo cattolico che non ho mai digerito.

 

   Questi dubbi e conflitti mentali sono una grande sfida eppure anche la mente deve avere una sua chiarezza di là del cuore e delle guide che ho:

 

...Paura di te stessa..  è scritto dentro di me davanti al petto.

 

  Ma cosa vuol dire più esatto questa espressione? Paura della propria ombra? In verità cercavo individuarla.

 

  “Ecco descritto il conflitto dell’uomo moderno: la parte razionale di sé lotta contro la sua parte emotiva e cerca di controllare le emozioni, di sottomettere il corpo e di superare ansie e angosce. Usa la volontà per superare gli ostacoli interni che bloccano la realizzazione dei propri ideali. Tale conflitto esaurisce le energie della persona e distrugge la sua pace mentale perché lotta tra quello che è e quello che crede di essere.

 

   Non si può vincere la lotta perché non si può lottare contro una parte di se stessi: reprimere una sensazione non provoca la sua scomparsa ma la spinge più in profondità. Reprimendo le proprie sensazioni o si diventa fobici perché ci si ritira e si rinuncia ad affermare se stessi per paura di un rifiuto o si diventa aggressivi per nascondere le proprie paure. Ma se ci ritiriamo in se stessi o aggrediamo gli altri saranno i nostri corpi a manifestare le proprie paure attraverso atteggiamenti di chiusura e di rigidità.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

   La lotta termina quando si accetta di essere quello che si è. Per essere una persona si deve imparare a lasciare il flusso delle sensazioni e darci il tempo per respirare e sentire. Ogni sensazione è percezione di sé: negare o reprimere una sensazione limita e indebolisce il sé. L’essere si identifica con le sensazioni, il fare invece non implica né determinate sensazioni anzi può inibirlo o bloccarlo: “il fare è come mettersi un vestito che può adornare il corpo ma non può sostituirlo” (Lowen, 1980). L’essere richiede tempo per sentire e per respirare: per essere persona non è importante ciò che si fa, ma come si fa prestando attenzione al processo e non solo al risultato.”

 

fonte: ansia sociale

 

 

 

 Mercoledì, 20.12.2017

 

  Eccola tornata dalla chiesa con la spesa ed è tutta nervosa.

 

   - Hai buttato i resti ai gattini a posto di darle alle galline?

   - Le galline hanno mais e grano.

   - L'uovo lo mangi!

 

   Mamma mia, ma in che pazzia mi sto bloccando?! Ero cosi alleggerita farmi la valigia e poi bang i dubbi hanno preso sopravento.

 

   Poi va da papà che è sordo e mezza morto:

 

   - Quella stupida (cioè io) ha dato panna ai gattini.

 

   Ci siamo già complimentate a vicenda un po prima.

 

    E questo anziano poveretto dopo una vita vissuta da bravo uomo con limitazioni di ogni tipo adesso sta vedendo il diavolo dappertutto.

 

 

   Ma oggi proprio non è in quadro, non riesce starsene nella sua stanza.

 

   - Iris devo comprare la legna.

   - Non ti serve, hai il gas.

   - Vuole lui.

   - Lui vuole?! Lui è con una gamba in tomba. Tu vuoi, non lui.

 

   Realmente avevo sentito anche lui chiedendoli:

 

   - Ma a te serve la legna?!

 

   Non è in quadro questa donna, continua a fare le stesse cose di tutta una vita in automatico anche quando ovviamente non sono più necessarie.

 

   Niente da fare, in serata arriva Walter con un paco da Oriana lei reinizia lo stesso discorso:

 

   - Walter devo comprare la legna.

   - Mamma, ma non hai abbastanza caldo?!

   - Lui vuole.

    - Vedremmo.

 

 “Lui vuole”, che bugiarda! Per una vita si è nascosta indietro di suo marito, dei suoi figli, della sua chiesa, della sua comunità ecc. Questo modo che manca di onestà e di coraggio lo abbiamo assorbito tutti quanti, me compressa.

 

  Vado a fare due passi pagando l'acqua, la mancanza di attività fisica mi sta letteralmente sbilanciando. Alla fine non è un errore, è solo la regolarizzazione del consumo annuo, anche a Walter è venuto molto di più.

 

  Un astrologo per l'ingresso di Saturno in Capricorno, segno cardinale, ci rimanda indietro a cosa abbiamo fatto in 2012 allora Saturno entrava in Bilancia. Eh che dire? Mi lamentavo di muovermi in cerchio?!

 

   Anche allora non intendevo fermarmi qua nel inverno, un lavoro in un altro paese non mi è uscito e sono tornata con rabbia in Italia da Loretta. Queste strane resistenze anche quando visibilmente un altra possibilità non c'è, sono solo una perdita di tempo e di opportunità.

 

   In somma a me manca il senso della mia stessa esistenza, niente di più niente di meno. Saltuariamente lavoro, saltuariamente scrivo tuttavia non è che mi auguro fare lo stesso per l'intera vita.

 

   Sento pochi accordi di Vivaldi dentro di me, poi vedo davanti a me sinistra, l'immagine molto grande di un artista di una volta, vestito di marrone con un basco particolare, suonando contento il violino.

 

   E' vero questi giorni ascoltavo la sua gioiosa musica.

 

 

   Questa roba a trovarmi ancora una volta con i genitori mi snerva, eppure non mi muovo.

 

    Mio amico come un ombra verso sinistra.

 

   Si può vivere benissimo anche da solo, non è che sia un assoluta necessità un partner, anzi.

 

    ...Ruth, la nonna del re Davide...

 

    Strano di avermi ricordato dopo tanti anni la sua storia, che è anche la mia in qualche modo. Penso che Ruth dal estate 2009 non è più arrivata nella mia attenzione. E quindi un partner serve per l'inseminazione? Pare che l'uomo un altro ruolo non avessi più in questa società che vede la donna alzandosi in piedi, prendendo il suo posto nel andamento del mondo.

 

 

 

 

    Giovedì, 21.12.2017

 

   Ed eccoci arrivati al solstizio, e oggi cosa succederà?!

 

   Beh ho fatto gli auguri a Gemma inviandole un splendido fiore giglio della pioggia, la Terra non smette mai di affascinarmi. E ogni volta quando è un compleanno virtuale cerco dei fiori.

 

  Sì ho scoperto cosa ho sperimentato ieri sera con Vivaldi:

 

 

   “La musica di domani non sarà come quella di oggi, sarà molto più armoniosa, molto più dolce, molto più potente nel suono. Avete già incominciato a intravedere il suono, a comprenderlo in quella che chiamate musica esoterica e alcune di queste musiche cominciano a essere ispirate. La musica di cui stiamo parlando non si ascolta con le orecchie. Per poterla apprezzare, dovrete viverla sul piano della vibrazione… Anche se foste completamente sordi potreste vivere, nel più profondo di voi stessi, la vibrazione emessa da questa musica. Quella che sentirete con le orecchie sarà solo la manifestazione del suono in questo mondo materiale.

 

 

 

 

 

 

 

 

  

   Farete grandi scoperte che, per il momento, non potete ancora fare perché ancora non vi siete risvegliati. Avete appena aperto un occhio sulla vostra vera realtà, sulla vostra vera esistenza. Ma domani spalancherete gli occhi sul mondo che vi circonda, che è molto presente intorno a voi, ma che non riuscite a percepire. Allora udrete il canto degli angeli, il canto delle guide o il canto dei vostri fratelli, comunque vogliate chiamarli, sentirete il canto di esseri che hanno abitato questo mondo e che non ne fanno più parte, il canto di tutti coloro che proclamano la loro gioia nei diversi piani invisibili, invisibili per i vostri occhi.

Ecco quello che possiamo dirvi sulla musica: sappiate che la musica può portarvi molto in alto, ma può anche trascinarvi nelle tenebre più oscure.”

 

Maestri di luce – Monique Mathieu

 

   Anche Adamus Saint Germain sta dicendo lo stesso la musica ha spesso del oscuro dentro di essa. E' logico, come tutta l'arte anche la musica è canalizzata e può essere ispirata dalle entità celeste or dal ego della persona.

   Sapevo io da tempo che ho un legame particolare con il suono. Quando nei giorni scorsi pensavo comprarmi una giaca adatta al inverno mi vedevo già contenta indossandola, è rosso scuro. Rosso scuro utilizzo sul sito descrivendo le esperienze che hanno da fare con il suono.

 

 

   Ancora una volta vedo il testo il raggio blu - il raggio dimenticato, ma non ho capito chi è l'autore, pare che sia una traduzione dal inglese. “Il DNA danneggiato per vari traumi emotivi e disfunzioni in famiglia”. Va beh ma io ci credo in reincarnazione, cosa centro io con la genealogia?

 

   Corina sta esprimendo il suo sconento:

 

     - Mia nipote è appena incinta e già ha programmato il battesimo a ristorante, molto vicino come giorno del matrimonio di Diana.

     - Corina praticamente in una settimana voi avete un battessimo, matrimonio di Olivier e poi quello di Diana, sarete stanchissimi.

      - Ma io so come tutti hanno programmato cosi?! Diana è stata la prima.

 

   Non so cosa ha di particolare quella settimana di agosto 2018, ma è vero è un po troppo per loro. Diana è cugina  sia con quella ragazza che con Olivier.

 

   Stefania sta dicendo che stiamo sperimentando la distorsione del tempo più chiaro in 7 dicembre. Guardo indietro e mi meraviglio eh sì in quel giorno il computer per ben due volte mi mostrava un altra ora.

 

   A posto di farmi 2-3 passeggiate e qualche risata da qualche parte del mondo io sto li tutta irrigidita? Sto qua con questi senili? Devo muovermi!

 

Ed ecco la musica di Titanic - il cuore andrà avanti.

 

  

 

 

 

 

 

 

 

 

 

   Papà incuriosito chiede da lei:

 

     - Ma questa qua non va più via?

     - Non dice niente.

     - Ha avuto anche lei un marito ...

 

    Gli anziani sono scontenti, io sono sempre qua e ne mi sentono di dire qualcosa circa la partenza. Io aspetto farmi chiarezza. Comunque grandi scelte per partire di qui non ho or Germania or Italia.

   Cosi che davanti a me alla sinistra appare Ada vestita di bianco è ferma. Alla destra è un uomo in mantello nero, in movimento verso di me, mi guarda con insistenza. Ada è per Gerrmania, la guida è per Italia.

 

  Un uomo in mantello è simbolo di guida per me e qui non è solo un simbolo. Io a parte il pastore e il mio amico, non ho più incontrato da anni una guida in carne e ossa.

 

   Biglino ricorda il termine Elohim - gli dei, il termine che è stato tradotto e malamente interpretato nella bibbia ufficiale.

 

   Voi siete dei - è scritta nel nuovo testamento.

   Facciamo l'uomo a nostra immagine e somiglianza – è scritta nel antico testamento - genesi.

    Noi abbiamo fatto scendere su di te il libro della verità - Corano.

 

   Eh allora?! Cioè è sotto gli nostri occhi dappertutto visibile e pure non l'abbiamo mai vista? Nessuno lo ha mai letto? Noi non vediamo mai la realtà.

 

   Secondo me il Dio monoteista di quale si parla ma da nessuna parte è scritto è l'energia, lo spirito, è la fonte della vita che tutto pervade nel universo compressi noi stessi. E questa non è definibile, non ha personalità ma di certo non è un anziano con barba seduto sul trono nel alto dei cieli. Tutto il resto risulta .. fasullo... le religioni hanno dato del dio agli extraterrestri, gli elohim, tralasciando l'essenziale: la forza della vita. Quella forza che da anni è scoperta dagli scienziati non dai teologi.

 

 

   Sono di fronte a una scelta il tempo stesso mi sta pressando so solo che nel inverno non mi piacerebbe trovarmi qua, la guida animica si mostra tesa, scura. Beh .. non è che salgo in una gamba per la gioia. Si gioca tutto sulla sinistra davanti a me è Ada ferma, vestita di bianco, indietro di me è la madre con viso piccolo, persa. L'ultima si sta agganciando parecchio a me da una parte, d'altra mi spinge in vari modi di qua. Beh siamo in due! Alla destra è lo stesso giovane uomo in mantello, sconosciuto per me.

 

   Intrigata di quest'ultimo apparso, insisto avere più indizi, magari è un altra guida in carne e ossa, finora io ho conosciuto solo una.

 

   Un uomo in mantello nero camminando verso destra sta tirando con una fune lunga beige una pietra grigia. Quando la pietra è vicino a me vedo una persona molto sofferente avendo le mani legati di essa.

 

   La pietra è blocco, emozioni bloccate.

 

 

 

 

    Venerdì, 22.12.2017

 

   Alla destra è il sé seduto, grande, bianco, sento “un po' di qua, un po' di là”

 

   Sto scoprendo la causa degli eventi. Tanti anni fa sono venuta qua in idea che andrò in Germania per vari motivi, uno di loro era soldi e autonomia. In Italia lavoravo poco, ero sostenuta delle sorelle. Mi è passata veloce la voglia di fermarmi troppo qui, in realtà mi sono trovata alle strette con tutto: un vero casino. Poi mi mancavano gli amici, le passeggiate e le risate. Torno, il pastore mi ha detto rispetto a lavoro  "un po di qua, un po di là."

 

    Adesso è di meno? Anche adesso sto facendo uguale, per avere tempo per me sto lavorando in Germania a tempo pieno per un tempo, poi vengo dai genitori per mesi quindi sto facendo lo stesso “un po di qua, un po di là.” Siamo sempre lì non è che ho fatto grandi progressi a questo livello della materialità.

 

  Questa anziana farebbe meglio non andare più a chiesa ogni volta torna arrabbiata, stufata del suo proprio automatismo. Corina è venuta qua per portarci il pesce e l'anziana aveva la stessa acidità anche verso di lei, sta impazzendo sempre di più: è piena di infelicità.

 

  Ed io sono parecchio stufata trovarmi sempre qua, se non fossi questo maledetto “e poi?!” la guida animica si mostra con i capelli in su cioè impaurito. Sì una preoccupazione del genere è ovvio che ha come base la paura del futuro. Io dico spesso potrei anche fare quello or quel altro ma poi?!

 

    Ma che bella sincronicità! Io avevo solo ieri sera la visione con “la fune” adesso in mattinata trovo un testo condiviso solo 1 ora prima su Fb di Giorgio del Sole, che proprio di questa fune parla.

 

   “Nel "qui ed ora" avviene uno scontro che crea il nostro divenire!”

 

 

 

 

 

 

 

 

 

    A chi lo dici?! Sono letteralmente sotto lo stress da settimane, indecisa sul da fare pro e contro per ogni direzione che prenderei.  Comunque sono impressionata: è solo sincronicità?!

 

 

   E suona il telefono di casa ma fino sono arrivata io ha smesso. Papà era lì guardando a vari documenti per la terra or per il recinto, sordo sì ed è anche con una gamba in tomba ma è totalmente perso nel suo mondo materiale. L'anziana si arrabbia e lo insulta, lo ha sempre fatto, per andare poi in disperazione:

 

   - Oh mio Dio, cosa farò con questo sordo?!

 

   Poi fa tanto rumore cacciando via i gattini, sembra un manicomio con tanta agitazione. E' una grande sfida mantenerti calmo in un ambiente così.

 

  Secondo Stefania che poi per me Saturno è in casa IX per un anno, poi passerà in casa X

 

   NONA CASA: ARRIVA UN NUOVO MAESTRO NELLA NOSTRA VITA. APRIRSI AD UNA NUOVA FASE DI APPRENDIMENTO. TRASFERIMENTO LONTANO DA CASA, VIAGGIO A LUNGO TERMINE, CHE APRE A NUOVI ORIZZONTI.

 

   Se la dice lei, può darsi ha ragione, non si sa quando accadrà l'evento io mi la auguro. So solo che l'inverno non lo passerò qua, quindi un trasferimento sì ci sarà.

 

 

  Va bene ho capito sono proiettata nel passato e nel futuro, ma nel qui ora in questa realtà cosa sto combinando? Non molto, questi due senili e tutto quello che vuoi incapaci a gestirsi da soli si stanno preoccupando per me e … la mia pensione. Aiuto, come siamo mal messi. Mi hanno trasmesso una bella nervosità.

 

  Cavolo, ma come vengono i messaggi? Vedo adesso dopo 16 un messaggio da Ada che sta lì dalle 12.09, magari erano proprio loro prima del pranzo. Cazzo di telefono, solo adesso vedo che mi hanno telefonato 5 giorni fa. Come mai non l'ho sentito?! Ma né ho visto la telefonata persa fin oggi. E' almeno strano.

 

   Hanno venduto e il nuovo proprietario si sta organizzando diversamente.

 

   Ada

 

     - Iris, sai questa donna non è come me, è un po particolare.

     - Ognuno con il suo carattere.

     - Lei vuole personale che parla tedesco.

     - Io so solo 2-3 parole.

     - Come no?! Ma tu parlavi con i clienti.

    - Sì, ma poco. Questa donna parla italiano?

     - Così così.

 

Va bene così, mi sono tolta un dubbio.

 

   Poi Gilberto:

 

     - Iris, noi abbiamo venduto.

    - Eh finalmente va anche lei in pensione.

    - Ramiro lavora qua.

    - Ma non lavorava altrove?

    - Dal 1 gennaio lavora qua in cucina.

 

   Va bene così, mi do un altra calmata. Questo qua mi snervava quando veniva là con pretese di attenzione, figuriamoci adesso.

 

  Strano di non aver sentito la loro telefonata, funziona la suoneria. Pare che io fossi sempre in contrattempo.

 

  Mamma mia già mi telefona quella persona che non parla italiano ed io non parlo tedesco e ancora una volta non riesco risponderle. Questo telefonino. Mi pareva di avermi detto di pensare un po, che poi sarebbe in gennaio per soli 2 settimane. Ma... troppe stranezze.

 

   Ecco questa signora mi sta telefonando ancora, sarebbe comunque dopo 9 gennaio. Ha una voce piacevole, giovanile e parla un buon italiano. E' una donna colta, magari quello “non è come me” di Ada, è a mio favore e questa nuova proprietaria rispetterà la legge. Loro due mi hanno massacrato con il lavoro.

 

   Va bene adesso che ho la certezza del lavoro posso darmi una calmata.

  Sì adesso posso farmi quel benedetto viaggio ritardato da settembre, vediamo la parte buona delle cose. Non sono più stata ad un concerto da anni, le luci di natale adesso sono meravigliose dappertutto ed io sto li agganciata al computer 9-10 ore al giorno da 4 mesi.

   Il sé è davanti a me molto grande, mi guarda con compassione.

 

  Davanti a me è un uomo in mantello avendo nelle mani un quadro, linee ondulate di bianco e nero. Niente definito, la vita è tutto quello che è. Poi fa il gesto di scrivere con una pena nera indietro del quadro. Io sto scrivendo, non si sa cosa e perché a parte l'integrazione del ombra. Ed eccola qua alla sinistra è l'ombra molto densa, solo gli occhi sono visibili. Più alta è la luce che abbiamo in noi, più denso è il nostro ego.

 

  … la pace... eh che bel saluto hanno i musulmani e gli ebrei che poi è la miglior benedizione che si può fare a qualcuno che la pace sia con te! Che non avessi mai conflitti e preoccupazioni e accettare tutta la vita cosi com'è in tutta sua pienezza.

 

   Ripasso mentalmente le vicende con i famigliari a causa dei pensieri del posto, dal mio punto di vista tutto quello che ha fatto Oriana è stato gratuito il cuore spinge verso destra come un allontanamento.

 

  Devo fare querela per Loretta, anche questa qua, ma cosa le è passato in testa?! Alla sinistra sento la voce debole di Loretta “eh sorella adesso non deve fare anche tu tanto caso...”

 

    La guida animica alla sinistra si mostra senza occhi cioè cieca, non vedo la realtà. Poi si mostra più in là tutta agitata con guanti bianchi cioè inadeguatezza, ha una fune intorno al colo siccome fosse tirata in su nel al di là. I miei pensieri sono spesso verso al di là.

 

 

 

    Sabato 23.12.2017

 

  E' stata una serata estremamente intensa sia con le loro telefonate susseguite velocemente che con i miei stessi desideri e conflitti.

 

  La madre alla porta:

 

       - Ma cosa fai?

     - Volevo sapere se sei ancora qua or no.

 

    Ieri sera mi hanno sentito parlando al telefono, in effetti si sono addormentati tranquilli senza l'ossessivo “Iris di qua , Iris di là”. Io mi arrangio. Sono loro che nella propria vita ormai non possono più cambiare niente.

 

    Nazario condivide un divertente testo, se pure stavo pensando a una vacanza siccome qui sarei a lavoro!!!!

 

   **FLUIRE NEL SÉ**

   “Sinceramente, la Forma Ego non è mai stata progettata per fornire linee di comando, affatto. Generalmente non c’è una sufficiente prospettiva complessiva disponibile a quel livello di coscienza per riuscire a navigare correttamente in un viaggio umano. Permettere al proprio Ego di assumere il controllo è come prendere un impiegato dell’ufficio posta nella sede di un’Azienda e renderlo Presidente del Consiglio di Amministrazione.

  È molto importante, durante questi tempi potenti, entrare in contatto con il proprio flusso interiore personale.

 

 

 

 

 

 


 

 

 

  Venite nella terza dimensione da una base di realtà dove potete letteralmente fare o avere qualsiasi cosa, solo pensandoci. L’abbondanza non è un problema per voi. Infatti, siete venuti qui per prendervi una vacanza da tutto quel potere. Siete come il Titolare dell’Azienda che ha bisogno di prendere qualche settimana di riposo dal proprio Impero – così firmate per interpretare i turisti in un Ranch nel Montana. Trascorrete il tempo badando ai maiali e spalando il letame e questo vi rilassa dallo svolgere il vostro ruolo come Maestri dell’Universo. La vita che vivete nella terza dimensione – le gioie, le prove, le connessioni, le riflessioni – costituiscono una “vacanza” perfetta per i Maestri Eterni che siete veramente.

 

     Vi suona assurdo questo? Bene! Questo significa che il tempo trascorso lontano ha dato i suoi frutti e la vostra Mente Infinita si è goduta un buon riposo, qui nella terza dimensione. La vostra sveglia sta suonando e il momento di svegliarsi completamente è quasi arrivato. Se volete, potete premere lo “snooze” e dormire ancora alcuni momenti. O, potete mettere da parte le “coperte” del tempo e dell’approvvigionamento, alzarvi per farvi una doccia di benedizioni e ritornare al vostro “ufficio” legittimo al Centro di Tutto Ciò Che È.”

     LE RICONNESSIONI tramite - DANIEL JACOB

 

   Igor Sibaldi ha un promo “CENERENTOLA - La Fiaba dell'iniziazione sessuale femminile e del potere di Mezzanotte .” Guardo dove si terra l'incontro e trovo Rimini, strano anche questa città la vedo qua e là scattando in me una certa sensazione. Torino è mentale non scatta in me niente.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

   Vado a farmi un giro in città, in questa casa è troppa pesantezza. Lei è mezza-morta con quel aria di vittimismo e di richiesta di attenzione che ti toglie il respiro. Lui sordo totale or dichiarato tale con un corpo rigido, viso scontento, ti tiene d'occhio ogni movimento. Io sono annoiata, ferma qua da troppo tempo, vado in città ogni tanto a farmi una vera passeggiata.

 

 

    E l'ho fatta, fortunatamente è stato un buon tempo. Alla sera vedo luci di natale anche qua, fa lo stesso io con pensiero a farmi un giro altrove indecisa sulla direzione da prendere dico “portami via a Torino”.

   Alla sinistra appare mio amico così come l'ho visto tanti anni fa a Pinolo, non a Torino, aspettandomi.

 

   Fa parte dal passato, dal subconscio.

 

   Arrivata ad autostazione un giovane barbone era fermo li e mi sta dicendo:

 

  - Scusi....

    - ?!

   In tedesco. E questa mia nuova guida or chi fosse era presente sulla destra della mia fronte.

 

    Questi conflitti sono sempre qua dentro di me, non fuori, e né riesco zittirli. Innumerevoli pensieri mi girano in testa con la stessa ombra di frustrazione e non chiarezza circa le scelte che faccio or ho fatto. Adesso vengo qui per il sito, è vero ma prima?!

 

   Da dove è arrivato anche questo Rimini nella mia attenzione? Io pensavo a Francia e al mare, poi Firenze ha da Vinci ma Rimini cosa ha?

 

   Sulla sinistra appare un dipinto di una donna aristocratica di una volta, il busto è indirizzato verso destra, rimarco il velo con un fiore marrone indietro della testa.

 

   Cercherò in web questo dipinto per illuminarmi, ma a cosa mi aiuterà? A me pare che mi muovesse in cerchio da troppi anni.

 

  Oscar Citro scrive da giorni su Fb che si sposterà a Tenerife, anche a causa dei problemi economiche. La sua storia mi ha commosso, ma poi mi sono venute due belle espressioni che valgono anche per me:

 

   nessuno è profeta nella sua patria.

 

     Va avanti, l'intuizione ti guiderà.

 

  La madre fa un sacco di dramma con il natale, grande festa cristiana, ripete come un robot le stesse cose fino a nausea. Se tutti i fedeli sono come lei non mi stupisce come la religione è riuscita mantenersi il predominio e il potere sulle coscienze. Che poi questo mito di Gesù non l'ho mai digerito, un dio che non riesce nemmeno salvarsi la vita? Ma dai...

 

  Ed ecco la foto di un attore appare davanti a me.

 

  Va beh io ho capito, ma che cazzo interessa a me in cosa loro credono? Sono liberi di fare ciò che li pare. Si basano su quei 4 vangeli scritti non si sa di chi, modificati e interpretati a piacimento della chiesa ogni qualvolta quando le faceva comodo? Ma dai.

 

   Il vangelo di Luca è un disastro, anni fa erano pagine intere che non centravano nulla con il racconto in sé, ma solo dei detti aggiunti ulteriormente. So che un detto di là mi ha fatto tanto arrabbiare “chi sposa una donna divorziata commette adulterio.” Che poi il divorzio in Italia non esisteva neanche fino dopo 1970, quindi?

 

  Il Sé si avvicina al mio viso, la mia lingua è bianca. Ha da fare con la verità, la mia verità.

 

 

 

   Domenica, 24.12.2017

 

  Una splendida giornata calda, sembra autunno. Lei si è fatta la sua passeggiata mattutina andando a chiesa poi mandava anche lui:

 

   - Vai anche tu!

     - Era gente?

    - Erano 5 preti nei confessionali, ma non era gente a confessarsi.

 

  Sentivo dentro di me il suo scontento. Oh my god! Così poca gente a confessarsi, solo lei va?!

 

     Poi insista:

 

    - Vai a confessarti!

    - Io sono sordo, cosa stai dicendo?!

     - Vai!

 

Figuriamoci il comico della situazione: un sordo a confessarsi! Intervengo:

 

    - Ma dove lo mandi?! Non vedi che è sordo?

     - Non è sordo.

    - Allora perché urlati tutto il giorno?

     - ?!

 

Non sai quale sia peggio.

 

   A pranzo la stessa pesantezza:

 

     - Che dio ci perdoni dei nostri peccati.

      - Perché mamma ne hai troppi?

       - Non ho nessuno, non ho fatto dei aborti...

 

  Aiuto ed io vengo qua?! Sì perché devo capire cosa ho assorbito sin da piccola.

 

  Vedo Rodolfo parecchio scontento stando al bar, analizzando la nuova proprietaria, è bionda con capelli lunghi. Non li piace?

 

  Resta da vedere se realmente lei è cosi.

 

 

    Il mondo...

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

   Stefania parla di pace che mi gira attorno in questi giorni e di conflitti interiori che li sto sperimentando da un bel po, secondo lei non si possono eliminare ma solo accettare. Sarebbe la trasmutazione.

 

   La pace è l'assenza di conflitti è vero, ma come si fa ad arrivare lì? L'accettazione di qualunque cosa abbiamo messo in movimento, non pretendere altro una volta imboccata la scelta non pensare mai che forse era meglio “se quello... se quel altro...” E ti pareva che fosse una banale passeggiata entrare nel oscuro della propria mente.

 

  Vado al mare, guarda ogni volta quando sto troppo sul computer vengo spazzata via da me stessa, pare che io stia perdendo il centro.

  Lo stesso dipinto di ieri sera (collegato a Rimini) appare alla sinistra.

 

  In web io ho cercato, ma figuriamoci quanto ci vorrà indovinarlo. Deve essere un dipinto famoso ... dal 600...

 

 

Yess! Non sono la sola a parlare di archetipi, a parte che lo ha fatto molto prima di noi Jung, trovo adesso Antonio con un testo pieno di forza smontando la fiaba teologica di Cristo.

 

  “LA NASCITA DEL CRISTO...UN ARCHETIPO DI UNA RINASCITA INTERIORE...Salve care anime amiche, siamo nel periodo che crea a molti fermento, si festeggia "il santo natale", uno stereotipo che ogni anno vede milioni di persone affaccendarsi, nel creare un clima di festa , ed ecco addobbare le strade , le case , presepi che idealizzano la nascita di un bambino che diventerà il salvatore, ma quello che più conta e preparare il cenone , fare regali, entrare in un loop avvolte perfino stressante, e quando a mezzanotte ci si darà i regali per lo più avranno già dimenticato il vero senso di quello scambio di quella felicità a volte un po forzata.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

      Quel bambino nella mangiatoia è ognuno di noi che ogni anno ciclicamente muore e rinasce , muore nell'esteriorità di una vita dualistica e materiale e rinasce nello spirito rinnovatore che rigenera la coscienza e la rafforza, come quel Sole che risorge a nuova vita ogni giorno...ecco io non vedo più quel natale confezionato di cerimonie melensi con astanti sbadiglianti ed annoiati, quella festa quel voler essere insieme ad amici e parenti e il sintomo di una condivisione che ci fa ogni anno attraverso il convivio allegro , festeggia le nostre rinascite interiori, rinascere dentro per essere nuovi fuori, la metafora della famiglia cristiana, è stata artefatta, essa non è una festa di famiglie chiuse, ma una festa di famiglia galattiche allargate dove le anime si incontrano sapendo che in quella Grotta non nasce un Dio che si fa uomo...ma un uomo che si fa Dio...perché ognuno di noi è essenza divina sempre non solo a natale, ogni giorno noi moriamo e rinasciamo, ed ogni giorno siamo tutti una unica essenza, se ci guardassimo con gli occhi del vero Cristo vedremmo in ogni persona amica o estranea un pezzetto di noi stessi...un pezzetto di Dio....Buon Natale amici e grazie di essere parte della mia essenza Divina......

 

  Antonio Fontana--detto il guardiano del Faro sempre acceso... “

 

  Eh menomale sarebbe il tempo di guardare oltre la forma, di là del apparenza. Solo ieri sera mi infastidiva l'immagine di un attore moderno, che poi di questa persona Gesù noi non abbiamo mai saputo niente tanto di meno abbiamo una sua foto! Noi vediamo il ridicolo della religione, i teologi non lo vedono? Strano.

 

E questa donna che continua nel automatico:

 

    - Iris, domani e grande festa.

 

  E se la chiederei il perché mi direbbe la stessa fiaba che lei ha sentito sin da piccola e niente altro.

 

  Annoiata e irrequieta mi muovo di qua e di là, mi ricordo le parole di Sibaldi:

  “a sconfiggere la paura non è il coraggio ma la curiosità.”

 

 

 

   Mi pareva …

 

  “Questo è ciò avete davanti, e lo dirò di nuovo. Se vivete in un clima freddo, fate attenzione a questo: farà più freddo. Sganciatevi dalla rete elettrica! Entro i prossimi quindici anni, trovate un modo per produrre elettricità in modo indipendente o in piccoli gruppi. Si può fare a livello di quartiere, o singolarmente nelle case. Ne avrete bisogno, miei cari, perché la rete di distribuzione dell’elettricità, così come esiste ora in tutto il mondo, non è predisposta per il freddo in arrivo e smetterà di funzionare. Questo non è un presagio di sventura, sono soltanto informazioni pratiche e comunemente note. L’infrastruttura elettrica è delicata, troppo delicata. Preparatevi per un periodo di freddo che può durare un paio di decenni. Questo è tutto. La tecnologia sta correndo per far sì che sia possibile. Non lasciate che la vostra politica si frapponga alla vostra sopravvivenza. “

 

Lo stato della Terra

Kryon canalizzato da Lee Carroll - 4 giugno 2017

 

 

 Qui anche al vento si rimane senza la corrente e tutto dipende da essa.

 

  Mi pare che ci sia Ada davanti a me pur bianca, ha quella energia di rabbia. Può essere di seguito ai miei pensieri e anche no.

 

  Giro su Fb annoiata, testi stereotipati condivisi qua e là che poco or niente di nuovo portano dal al di là nel al di qua.

 

  Provo guardare il film “Arrival” ricordato nel testo di Kryon, ma pazienza non è che ci sia già libero su YouTube, magari fra qualche anno lo sarà.

 

   Leggerei un buon libro da tempo non ho letto uno, l'ultimo comprato è di Sibaldi 2-3 anni fa. I miei libri sono sempre sottotetto da 2 anni. Mi serve qualcosa per staccarmi, per allontanarmi dalle stesse energie in quale mi muovo da mesi. Caro sé hai qualche idea? Davanti a me e lontano mi appare un titolo su un fondale blu rotondo, non lo vedo bene ma lo so: è il mio sito, su quale raramente entro per sistemarlo.

 

   In effetti entro ed è troppo lento, così che lo lascio perdere. La sua lentezza stava rispecchiando la mia stessa ... mancanza di vedute... io pensavo alla noia, ma va bene così.

 

 

 

     Lunedì, 25.12.2017

 

   E' un tempo stupendo, 10-11 gradi, una meraviglia primaverile altro che inverno ed mini era glaciale che ho condiviso ieri.

 

Alla sinistra è una pagina, vedo l'ultima riga in nero sul foglio bianco, tutto è scritto in minuscole la sola parola in maiuscole in mezzo della riga è SATANA. Più in basso siccome fosse seduto è Sibaldi, lo sto raccomandando calorosamente a due belle giovane gemelle impegnate ad arricciolarsi i capelli castagni chiari con uno spray moderno. Lo adopero ed io ma i capelli ricci sulla mia testa sembrano una parrucca, non quadra con me.”

 

  E' tutto sulla sinistra, il mentale, il subconscio. Che poi guardando sulla pagina precedente ricordo Sibaldi abbastanza spesso, perfino troppo.

 

   Satana sarebbe il discriminatore, il discernimento vedo che fortunatamente mi sto avvicinando alla fine di qualcosa. Solo nei giorni scorsi ho visto la mia propria ombra, si fa vista raramente, e dovrei prestare più attenzione a quel che sto pensando, in quel stesso instante il mio ego prende sopravvento. Ed ieri sera la mia ombra si è fatta vista, purtroppo i miei pensieri hanno una estrema velocità così che non mi ricordo più a quale di essi.

 

  Questa musica ….

 

  Questa è bella! Io appena ho pensato “mi sento fuori luogo qua” e su Fb trovo come ricordo da 2 anni fa, le parole di Steve Jobs “ai folli”.

 

  Venerdì? Oggi è lunedì. Guardo indietro sul testo ed è vero scrivo di aver visto la mia stessa densa ombra, il mio ego.

 

  Flying home

 

   Caro sé ma non posso avere una vita piena di abbondanza e libertà e poi scrivere se è qualcosa da scrivere? Ed eccolo qua l'ego, la mia ombra di seguito a questo mio preciso pensiero.

 

   frontiera

 

 Oggi passano i famigliari a salutare i genitori dico io non ho niente con nessuno bang arriva un bastone nero indietro di me, cioè il bastone tra le ruote.

 

Insisto con il mare eccola qua l'ombra è davanti a me e questo dipinto seicentesco è sempre li alla mia sinistra, ma cosa centra con il mio desiderio di andare al mare? Non è una necessità or cosa? Va bene lasciamo il mare per un altra volta.

 

 E arrivo a 12 o'clock

 

   Il potere della mezzanotte cioè la linea tra i mondi?

 

 

 

 

 Un sacco di canzoni oggi.

 

  

 

     Questo strano fastidio alla schiena continua, a cosa è dovuto? Vedo la Kundalini, un energia bianca solida a posto della colona. Ovviamente pensavo che la mancanza di attività fisica sia la causa del malessere ed invece no.

 

  Penso che siano in pochi ad averla attiva, e ognuno di noi ha le sue esperienze, le sue paure da affrontare e … trascurare... tuttavia nei passaggi maggiori della trasformazione deve essere qualcosa che ci accomuna. Così che mi appare l'immagine di Giorgio del Sole, lui stava condividendo esattamente quello che io sperimentavo.

 

  Trascurare? Io pensavo trasformare, ma poi sì come fai a trasformarle? Deve solamente ignorarle, non darle troppa attenzione.

 

  Quel benedetto viaggio che mi dava l'opportunità di allontanarmi almeno per un po dal computer e fare qualcosa di diverso la resistenza nel corpo si fa sentita. Ma a cosa faccio resistenza? … al diluvio ...

 

  Io sto ancora con i genitori, grande cosa non è che ho fatto ecco l'ombra alla sinistra. Qui sinceramente non capisco, il mio ego si fa sentito più forte essendo qua? Il mio ego non accetta essere qua? Sinistra è il mentale, poco importa con chi siamo a un certo punto della nostra vita.

 

   Meno male c'è questo lavoro al orizzonte e spero che la nuova proprietaria sia più umana, gli altri mi hanno massacrato con il lavoro, mi appare l'immagine con le mani incatenate che sta per simboleggiare la schiavitù.

 

  Eh ragazzi ma qui non ci arriviamo da nessuna parte quello no, quel altro no, eh allora?

 

  Insisto farmi qualche chiarezza, le risposte che ricevo riescono confondermi. A tutti i 3 paesi con le situazioni che implicano per me, direi dopo di me il diluvio e andrei altrove a quale di loro dovrei dirla adesso? Mi appare l'immagine con le mani incatenate. Va bene ho capito è il lavoro in Germania a incatenarmi in vari modi, potrei anche rinunciare a esso ma poi con cosa vivo?! Il sé alla sinistra si mostra scuro con i capelli in su cioè impaurito. Io sto mettendo la paura davanti, a posto di dire sì certo, mi arrangerò. E perché no?

 

   Comunque per rinunciare a un lavoro sicuro devo avere un altra soluzione anima edizioni è scritto davanti a me più in là in una zona blu. Ho capito ma il sito è a pezzi non sistemato, non revisionato. Può esserla certo, non è che scrivo solo cosi per passare il tempo, ma in questa forma di adesso?!

 

 

 

   Martedì, 26.12.2017

 

   Il prete alla messa dalla radio sta parlando di “anima che resta indietro del corpo”, ovviamente lui parla di chiesa dando esempio chi va raramente alla messa “a Natale e alla Pasqua” e non della sua integrazione nella propria personalità. Sono due cose totalmente diverse.

 

    Poi prosegue:

 

  “Come ha detto Isaia nella sua profezia “la vergine partorirà”

 

   Questo prete è indietro con le informazioni. In Germania quella profezia dal antico testamento a quale il cristianesimo si è agganciato disperatamente per dimostrare l'autorità del Messia atteso, non la prendono più in considerazione e la traducono per quella che lei è “una giovane donna, una ragazza” ed era la giovane moglie del re Achaz.

 

 

  E' troppa confusione e non è solo per me ... sconvolgimenti... Budda ha detto... preparati...ti aspettano tempi straordinari...

 

  Sono le parole di OSHO. Già ieri sera mi sentivo spazzata via e questa subito dopo avermi goduto le splendide intuizioni. Non penso che è stata qualche tempesta solare, tuttavia le energie erano intense a punto di destabilizzarmi.

 

  Le stupidaggine del posto ci sono sempre, non vale la pena riempirmi il sito con miserie del genere. Sono solo una interferenza. Riconosco la voce di Loretta “ sorella ma lei ha 50 anni, cosa pretende?!”

 

  Approfitto del buon tempo per dare una bella pulita qua, tutti due erano alla messa. Comunque mi sto snervando

 

  Io non faccio il capodanno con i genitori.

   Ecco l'ombra, il mio ego.

 

 

Questo povero Cristo, non è solo sordo realmente il cervello non li funziona più:

 

  - Lasciamo del cibo per Giulio?

   - Giulio ha giorni da quando è via.

 

   A parte che ogni giorno le è stato detto, proprio alla sua partenza esprimeva lo scontento “ Se Giulio va via, chi porterà me ad ospedale se necessario?!”. Non si parla di memoria.

 

    Il vecchio riesce scappare il gas, fortunatamente il dispositivo sta attenzionando con un forte bip e ferma la sua distribuzione. Lui è assente, magari non ha capito neanche cosa stia succedendo invece inizia lei con disperazione:

 

      - Oh mio dio ma io ho detto a Oriana di non mettere il gas! Io ho paura.

       - Hai paura della morte?!

       - ?!

       - Non devi morire un giorno?

        - ?!

 

    E questa che io non capisco, lei ha una certa età. Noi abbiamo sperimentato finora migliaia transizioni nel al di là, strano che ci sia cosi forte in noi la paura della morte. Non abbiamo la cultura adeguata, la religione cristiana è fuori tempo, mi chiedo per quanto tempo resterà così.

 

 

   E' vero noi abbiamo ancora la coscienza della vittima, della impotenza.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

    “Ciò che ho è ciò che mi serve.”

 

   Lo ha detto Salvatore B. ed io provo mentalmente convincermi di ciò. Lo vedo alla mia sinistra e mi chiedo ma alla fine lui chi è per avere tanta autorità? E' realmente un illuminato? Dopo tutto certi suoi testi non li condivido per niente ed eccolo qua con ali nere. Adesso questa è arrivata, chi ha detto che la mia intuizione fosse imbattibile?

 

   Continuando il suo discorso dico ecco la mezza schiavitù è quello che mi serve.

  Vedo Ada davanti alla porta vestita di bianco, Rodolfo arriva un po preoccupato avendo un telefonino nero nelle mani. Può essere solo una metafora e anche no. Poi appare una mia foto luminosa, è stata scattata per il Cv anni fa, serena e sorridente.

 

   Questa mi pare la cognata di Oriana che è da loro in questi giorni di festa ed insista con “8 milioni, non dico bugie.”

 

Va bah ma sempre le stesse cose, ho bisogno di novità ho l'impressione di muovermi in cerchio, io faccio fatica venir fuori da questa mia realtà e non ci riesco. Non è solo una mia impressione.

 

   Secondo Saint Germain 137 persone arrivate a capire chi sono e da dove vengono hanno deciso di andarsene nel mondo che li appartiene. 138 vedo davanti a me. Anch'io so che non appartengo a questo mondo or alla terra, le mie radici sono altrove così che mi appare quel classico ET bianco con occhi neri. Nel inconscio collettivo sta per simboleggiare un alieno, un extraterrestre.

 

   In somma ma questa fine anno io non la vedo proprio così promettente, sono sempre lì facendo le stesse cose di prima

  davanti a me appaiono i fuochi d'artificio va bene, eh? Poi appare un uomo in mantello, che per me sta simboleggiando la via del antica tradizione. A quanto io sappia sono pochissimi in essa.

 

 

 

    Mercoledì, 27.12.2017

 

  Partendo dal video di ieri mi chiedo allora questo mio viaggio è necessario or è solo...? Ecco l'ego, in effetti intendevo chiedermi proprio questa.

 

   Lo trovo un po esagerato, questa cosa vuol dire che non mi permetterò mai niente e starò lì tesa e frustrata agganciata al computer? Finisco di scrivere e passo a pittura! In effetti vedo alla sinistra lo stesso quadro con bianco e nero mischiate, rimarco e un po di verde.

 

138 sono gli “amici” che ho su Fb. se pure era il numero apparso ieri. Qui siamo tutti in cammino, i veri maestri non stano su Fb. 138 ha un altro significato, eranno 137 operatori di luce che hanno scelto andarsene di qua possiibilmente adesso se ne è andata ancora una.

 

   Ed ecco ancora i zingari al cancello:

 

    - Iris, cosa vogliono?

      - Ma non sai cosa vogliono?!

     - Magari mi hanno portato il pentolone indietro.

     - Or i milioni.

     - Smetti con queste stupidaggine.

 

    Lui torna dalla messa sicuramente abbia incontrato i zingari sulla strada, guarda lei che fa finta di niente, poi guarda me con abbastanza severità muovendosi di qua e di là. Ma hanno proprio una fissazione.

 

   Se io le ho ricordato “soldi ai zingari” lei inizia con i gattini e le mie sigarette. Non vale la pena darle attenzione, il cortile è il solo luogo dove lei può manifestare una certa importanza, del resto...

 

 

 

   Questa musica....

 

 

 

 

 

   Ma non era scritto da qualche parte “il vento soffia dove vuole” ? Sì, è scritto nel vangelo di Giovanni, seppure proprio oggi lo stanno festeggiando.

 

    “8. Il vento soffia dove vuole e ne senti la voce, ma non sai di dove viene e dove va: così è di chiunque è nato dallo Spirito”

 

 

 

 

  Sto facendo l'esercizio con gli occhi, è tempo da quando non l'ho più fatto, vedo il vortice bianco e tantissime stelline di un magenta stupendo.

 

  Zarillo sta condividendo lo straordinario potere di una salamandra axolotl di rigenerare qualunque parte del suo corpo, con la domanda noi perché no? Va beh abbiamo il DNA danneggiato, secondo la biologia delle credenze di Bruce Lipton. Che poi la remissione spontanea sta dimostrando che si può oltrepassare benissimo con la volontà anche quello.

 

  Vado fuori ammiro il cielo stellato chiedendomi nello stesso tempo ma se io sto ferma qua cosa può accadere?

  Sento alla destra un rumore siccome si bussa nella mia finestra.

 

  Cosa vuol dire? Opportunità? Apertura? Star ferma per me è una grande sfida.

 

  Va bah ma io sto li a pensare innumerevoli volte a tutto quello che è stato? Velocemente ripasso i momenti in quale non accettavo essere spinta in una certa direzione, l'ombra è li presente sulla sinistra. In questo ritmo non finiamo più: passato è perfino lo ieri. Ho capito dove ho sbagliato, volevo sempre altro di quello che era messo davanti a me, ma con cosa mi aiuta tutta questa roba qua? La guida animica si mostra bianca leggermente sinistra.

 

Fa lo stesso, dove sono i miei progressi? Non sono arrivata da nessuna parte.

  Mi vedo molto più grande con occhi mari grigi, sarebbe la chiaroveggenza?

 

  Io vengo troppo spesso qua, diciamo che adesso ho il motivo il sito, ma prima? Alla sinistra è un uomo vestito in grigio borghese, mi mostra una enorme luce che è davanti a me. Penso ma il lavoro... Un grande portone doppio nero chiude quella zona. E cosi è finita la meraviglia.

 

   A parte che io metto troppe domande velocissimo, le risposte arrivano nello stesso modo e poi non riesco poi afferrarle e utilizzarle pienamente nel concreto della quotidianità. Mi trovo più confusa di prima.

 

 

 

     Giovedì, 28.12.2017

 

  Oggi è una giornata 1, dovrebbe portarmi qualche novità.

 

  La mia domanda di ieri sera è sempre li a pungermi ma se io sto li ferma, cosa di nuovo può accadere? Devo anche muovermi per incontrare la novità, la pazienza di certo non è il mio punto forte.

 

   Non so io questa roba con l'anima a cosa mi aiuta, se aiuta qualcuno, io intendevo una vita piena di gioia, ricchezza, libertà non a star lì tutta impaurita a ogni piccolo passo che faccio e trovarmi poi comunque nelle stesse difficoltà. Per farla breve è qualcosa che non mi va con questo processo di analisi senza fine: dimentico perfino di vivere.

 

  Yess! Ho trovato il testo giusto di Saint Germain dal 9 dicembre. Sta parlando di tutto quello che io sto sperimentando da settimane, la perdita di controllo sopra gli eventi, la maturità e il discernimento che a lei appartiene, il sentirsi persi, lasciarsi andare al flusso, il falso senso di identità a quale ci aggrappiamo, e sopratutto che gli esseri sensibili come me sentono tutto quello che è nel aria e finiscono spesso prenderla come personale ed invece non lo è. Mi sento alleggerita!

 

  Caspita! Maria Rosa annuncia un mese di dicembre impegnativo, e se non abbiamo ancora risolto le cose dal 2007 possiamo aspettarci a reazioni realmente dure nei nostri confronti a gennaio. E ciao la mia gioia di prima!

 

   E' vero dal 2007 ho un bel po di cose in suspense cioè non ancora capite, integrate nella mia coscienza. Erano realmente le mie cose? Di allora sto facendo innumerevoli avanti indietro. Ed ecco il mio amico è indietro di me. E' vero sin da allora pensavo a un lavoro migliore in termini non solo finanziari ma anche sociali e mi è passato in testa alla sua vista “miei amici sanno chi sono ed è abbastanza.” Non devo dimostrare niente a nessuno.

 

 

  Insisto con il viaggio di fine anno bensì solo domani è ancora possibile, ma sempre con i genitori?!

 la mia ombra si fa vista sulla sinistra. Va bene così. Ma allora da dove è arrivata questa cosa con il viaggio? E perché no? Non vedo il sé contento, sta li pietrificato sulla sinistra in un colore beige. Ok lasciamo perdere, è solo una perdita di tempo che mi allontana dal qui ora.

 

    Allora questa tradizione che vuol dire ...scoprire la tua divinità … ed io la sto svelando pubblicamente, magari è il tempo che si sapesse senza alcun dubbio della sua esistenza. Lei esiste chissà da quando, eppure a quanto io sappia sono solo 5 persone in essa, pochissimi. Chi sono gli altri? Solo uno conosco di persona. Mio amico è indietro di me, mi sta mettendo sulle spalle il mantello nero con un disegno dorato.

 

 

 

   Ode alla gioia, mi chiedevo infatti come mai non ho avuto più una esperienza simile a quella con Vivaldi? Io ascolto musica ogni giorno, nessuno esprime gioia?

 E bang ho dovuto fermarmi per le interferenze sonore: qualcuno molto arrabbiato c'è l'aveva con Erode!

 

   Questa religione non ci lascia respirare. Che poi a TV era una vicenda particolare, un prete è entrato in scuola per fare la comunione ai piccoli il preside giustamente si è arrabbiato.

 

  E cosi passo a leggere qualcosa di Schiller e la sua ricerca di bellezza, libertà e giocosità. Gli artisti trascendono il mondo, spesso non vengono riconosciuti e sono addirittura impediti a esprimersi liberamente. Anche questo povero Cristo che vita, è finito perfino in prigione con la sua passione per il scritto.

 

   Insisto ascoltare ode alla gioia, sfortunatamente guardo la scena dal film, aiuto ma dappertutto è dramma e violenza. Se non ho assorbito già abbastanza dalla lettura precedente! Ho una sensibilità esagerata a queste cose, è meglio stare alla larga e non mettermi sulle spalle il mondo.

 

 

  Sento il bisogno di allontanarmi, di eliminare tutto quello che non mi appartiene, assolutamente tutto, voglio sentirmi realmente alleggerita ed ecco un bel fuoco è davanti a me, che sta per purificazione ed energia femminile.

 

 

 

   Venerdì, 29.12.2017

 

   Mi sveglio stanca e confusa. Possibile per tutto quel dramma di ieri sera, tuttavia è qualcosa che non mi va …incongruenza... appare alla base della gola andando verso sinistra.

 

    Sì è vero io avevo pensato ogni volta che non torno più là eppure lo ho sempre fatto. Sono tropo mentale e lineare, piccole cose non previste mi stano destabilizzando se questa vuol dire nel mio caso.

 

   Ma questa anziana è innamorata del giovane vicino? Qualunque motivo è buono per ricordarlo, trovo strano. Che poi non so io da dove e come è iniziato il dialogo tra lei e il vicino con la chiesa. Ormai questa donna sta andando da un giorno ad altro completamente verso la sua senilità non viceversa.

 

   In somma molta agitazione per piccole cose, un classico da sua parte una grande sfida per me mantenermi calma.

 

  Vedo Rodolfo con un viso scuro alla sinistra, di qualche cosa non è contento.

 

 Ovviamente mi ricorda quel splendido posto in montagna. Non mi sono mossa da 4 mesi.

 

   Il Sé è indietro di me, bianco, sorridente.

 

  Ecco dal lavoro mi stanno affrettando non 9-10 gennaio, ma nei primi 2-3 gennaio. Sicuramente nel 1 gennaio i bus non vanno da nessuna parte, è festa. Telefono ad agenzia:

 

    - In questo periodo il biglietto è più caro, lei pagherà 10 euro in più.

     - Cioè?

    - 130 euro.

 

   Guardo ad altre agenzie, non tanto per i 10 euro in più ma nel inverno scorso ho fatto 37 ore. In somma lascio perdere altre varianti, mi godrò il paesaggio che da tempo non ho più fatto e finita lì.

 

Come vanno le cose qua? E' qualcosa che sfugge al mio controllo: è troppa pressione.

 

    La madre risponde scontenta al telefono fisso, ancora una volta la fattura per telefono non è arrivata da noi. Non so io questa postina cosa sta combinando. Nello stesso tempo ecco una telefonata da Ada:

 

    - Iris?! Per errore, volevo telefonare a Elia.

     - Mi scusi, ho visto la sua chiamata.

     - Quando arrivi?

      - In 3 gennaio.

     - Buon viaggio allora.

 

  Ma che cazzo succede anche là? Pareva tutto apposto prima di Natale. Li ha spaventati Rodolfo con l'arrivo di turisti?

 

   Ma che giornataccia, ragazzi! Chissà come mai in un modo or altro io arrivo a sentirmi sotto la pressione. Per mancanza di flessibilità?

 

   Questa è bella, si sta parlando di raffreddamento globale e di mini era glaciale da anni, qualcuno sta condividendo su Fb un video per riscaldamento! In somma le informazioni ci sono sempre sia a livello personale che globale, basta sintonizzarci sulla giusta frequenza.

 

    Mi viene sonno e ho freddo, mi fa male la testa. Mi metto a letto per riprendermi il fiato, ma si può? L'anziana si muoveva di là e di qua nello stesso modo di prima, con vari motivi entra nella mia stanza. Non ha capito nulla di cosa parlavo, mi stava affrettando a suo modo con tanto di agitazione.

 

   - Iris, ma domani è solo 30 potresti già andare via.

    - Lascia stare.

   - Ci sono gli aerei, in poche ore sei già là.

 

   Inutile.

 

  Claudio invece ha due citazioni per “ascolto, ascoltare”, non per rispondere ma per capire cosa si cela di là delle parole. A questo capitolo ci vuole tanto perfezionamento anche per me. Non penso che sia valido per tutte le stupidaggine del posto che io sento, solo perché servo da specchio, perché butto luce … perché fanno progredire l'umanità....

 

   Se progredisce or meno è un suo affare, non è il mio. Saint Germain sta dicendo che abbiamo 200.000 sensi, caspita! Solo qualcuno ho sviluppato e già diventa una grande sfida utilizzarle al meglio delle mie possibilità.

 

   Vedo Giulio in piedi davanti a me guardando verso la sinistra.

 

   Beh... Può avere da fare con la madre che mi stava informando:

 

   - Iris, Giulio arriva oggi.

    - Non penso, magari farà capodanno là.

    - Non, ha detto che fa solo una settimana di vacanza

 

  Più tardi ecco anche l'elettricista sempre alla sinistra, guardando incuriosito il mio viso.

 

   In serata mi metto presto a letto in idea che mi farò una bella dormita dopo tutta la pressione sperimentata, in mattinata dal lavoro, in pomeriggio di qua. La schiena e le gambe mi danno ancora fastidio con tutta la mia vacanza, vedo poche linee bianche ondulate sulla schiena. Il mio corpo si sta trasformando e lo fa a suo modo, pare che non sia più sotto il mio controllo.

 

   In somma finalmente voglio una risposta di là della mente ma che cos'è con questa fretta?!

 La guida animica mi indica con un dito bianco il cielo. È una zona bianca 2-3 linee nere ondulate sulla sinistra quasi invisibili stanno delineando forme rotonde.

 

  Va bene è rimasto poco li da integrare e con quel poco rimango sveglia fino verso le 2 del mattino!

 

 

 

    Sabato 30.12.2017

 

Riprendo il pensiero eppure se rimaneva la data iniziale potevo anche ripensarmi. Bang sento il telefono fisso, risponde l'anziana:

 

    - E' andata in città.

 

   Io qua.

 

     - Ma ti ho detto già innumerevoli volte, non parlare più a mio nome. Chiamami!

     - Ho pensato che sei via già.

    - Hai pensato?! Ti avevo detto che vado alle 10.

 

   Inutile, ho presupposto che sia dal agenzia:

 

    - Volevo avvisarla che oggi mi trova solo fino alle 11.

     - Va bene, arrivo in tempo.

    - Volevo anche essere sicura dalla sua programmazione.

 

   Mi diverte la coincidenza. Ma che cos'è anche con questa donna dal agenzia di affrettarmi così?! Il cuore si muove come in un clic.

 

   Oggi è sabato e 30 dicembre, piove, ma con una velocità estrema ho dovuto fare vari commissioni in un ora. Prima con fretta provo una giaca rosso scuro, dico alla commessa:

 

    - Mettila per favore da parte, la pago quando torno.

     - Va bene, vedi che è arrivato il bus.

 

   Passo dal agenzia per niente:

 

   - Signora mi spiace ma deve avere soldi giusti.

    - Guarda io vado nel centro, cambierò là.

    - Si ma io non sarò più qua. Pagherà dal autista.

    - ?!

 

  Dunque il biglietto non è comprato, potrei ancora ripensarmi.

 

  Vai a cambiare i soldi, vai a pagare il telefono per la madre:

 

    - Signora ma non c'è fretta.

     - Mi spiace ma la madre è stata telefonata ieri da voi.

     - Da noi no, magari dalla sede centrale.

     - Intendevo dire qualcosa alla postina...

      - No, la fattura arriverà dopo 7 gennaio.

 

   Vado a fare la ricarica per il mio, rimarco la calma della giovane commessa. Io mi affretto per il bus, aspettare or passeggiare due ore in città con la pioggia non mi va.

 

   Torno, vedo la macchina di Giulio lì, è già tornato dalla vacanza. Caspita ci mette due giorni solo per viaggio! Volevo salutarlo ma no era da nessuna parte.

 

  Entro a prendermi la giaca rosso scuro che ho provato prima di andare in città.

 

    - Scusami, per la fretta.

     - Ho visto.

 

   L'elettricista eccolo li davanti al negozio:

 

   - Cose nuove?

   - Sì, per la partenza.

 

  Le risposi soddisfatta.

 

   Mi sta pressando il tempo praticamente ho solo 2 giorni a disposizione: è capodanno. Quando è una cosa al imprevisto mi sento buttata da tutte le parti, pare che non riesco organizzarmi velocissimo, che mi siano ancora rimaste cose da fare e ovviamente in breve tempo non c'è la farò. Appena adesso sono più calma.

 

   E abbiamo 138 amici su Fb, Angelo si è reinserito tra i miei amici dopo una buona pausa. Va bene così, non è che sto adorando i canalizzatori di Kryon, faccia come li pare.

 

  Se non ho già abbastanza le mie da sistemare in breve tempo:

 

    - Iris, in 2 gennaio arriva il prete per la benedizione della casa.

    - Ma non era in 6 quella abitudine?

    - No, l'anno scorso è venuto in 2, fino in 6 era tutto finito.

    - Pensi che ha fretta per prendersi i soldi?

    - Non, ma è cosi. Potresti dare una sistemata.

     - Ho poco tempo a disposizione e devo farmi la valigia. Poi il prete è interessato di soldi non di quello che tu hai or non non hai in casa.

     - Ma deve essere tutto apposto quando lui viene.

    - Non so io queste obsolete tradizioni, io in Germania non ho visto una roba cosi.

    - Ma sai le tradizioni...

    - Vengono cambiate quando necessario, da secoli andati in questo ritmo.

 

   Che noia, ragazzi! La benedizione dall'anno scorso non ha più effetto?

 

  Il mondo...

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

     E potrei anche rifiutare questi qua con la loro pretesa di subito sotto le feste, ma non ho altro con quale sostituirlo e non ho più né pazienza.

  La parola bellezza mi appare davanti alla fronte, quindi non è il mio pensiero se mai qualcuno anche lo fosse. Comunque la ricerca della bellezza è scritta sulla prima pagina del sito.

 

  Che cos'è con questa pressione? La sento vero e proprio, pare che fosse realmente spinta ed io fatico capire mentalmente le forze che sono in gioco la guida animica si fa vista indirizzata in avanti. E' esattamente come nei giorni scorsi, visto i miei pensieri verso la partenza è da capire. Davanti a me è una persona bionda, l'immagine non chiara quindi indefinibile per l'aspetto fisico. Non è solo la mia impressione che da una parte vengo spinta, da un altra vengo fermata. Indietro di me è il Sé vestito di bianco cioè va bene, mi sta spingendo.

 

   Qualcuno condivide un breve video per la paura, pensavo che fosse la sola nel mondo con un sacco di paure ed invece no. Sono di un saggio indù, Ramesh, ogni tanto trovo le sue parole. A posto di condividerlo subito, stavo cercando chi e come mai è arrivato nella mia attenzione e bang l'ho perso. Le cose vengono sempre da noi, ma se noi guardiamo “il come” apposto “del perché”, beh pazienza.

 

  Eckhart Tolle ricorda che dobbiamo fare dal presente un amico non un nemico, qualunque cosa accada. Ecco io ho una strana resistenza/ostilità verso qualunque cambiamento eppure l'evoluzione è un perenne cambiamento.

 

   E così se ne va e 2017 senza aver concluso gran che dal mio punto di vista e se ci penso che da 15 anni mi trovo in uno ...stallo... mi viene un bel male. Mi sento stagnante, pare che io non ci arrivo mai da nessuna parte.

 

   Bella questa definizione "stallo - nei giochi, condizione per cui nessuno dei concorrenti può (o riesce a) vincere, ma neppure perdere."

 

 

 

         Domenica, 31.12.2017

 

    “Tanta schiuma bianca è davanti a me, esce da un buco in un continuo generare che scorre verso destra.”

 

   Bella risposta per i pensieri limitanti di ieri sera: tutto fluisce da un punto fisso?

 

    Ieri e l'altro ieri pareva tutta decisa spingermi, oggi:

 

   - Iris non andare più via, io non sto bene.

     - Non stare più tanto a letto, fai qualcosa per passarti il tempo!

 

    Ma che cosa ha questa Germania?

  Alla sinistra è Hitler, ormai un classico bensì io ho dei seri dubbi che fossi in vita a quel tempo lì. Davanti a me appare un altro tipo di caporale or altro del genere, un giovane uomo biondo, è sorridente e ha un bel viso.

 

  Beh...

 

 

    La musica sta intensificando le interferenze sonore “Oscar, di Maria non se ne parla.”

 

  Sento parecchio questo nome Oscar, non so chi sia.

 

  Questi conflitti per la mezza schiavitù che ho fatto e spero che non sarà lo stesso:

   Se questa donna, nuova proprietaria del locale, è bionda non ha affatto un viso sereno.

 

 

    E questo sito ha un estrema lentezza, da giorni non riesco più accedervi.

 

   Finalmente ho buttato la vecchia scheda e il vecchio telefonino, una banalità che dovevo fare da tempo, perfino a questa davo troppo importanza.

 

 

   Sapevo io che Tibet è speciale, Kryon solo mi lo conferma.

 

     “Dharamsala è dove il capo, se volete dire così, di tutti i monaci vive, lo chiamate il Dalai Lama. Sotto la sua tutela c’è un sistema gerarchico che comprende le posizioni dei monaci: chi sono, perché sono lì e quanto importanti sono. Ora, in un’organizzazione tradizionale voi direste: “beh, normalmente loro studiano, vengono nominati, i più anziani vengono elevati di grado, ed è un sistema”. Ma non è affatto come funziona, neanche lontanamente. Invece c’è qualcosa di più. Preparatevi per questo se non l’avete mai sentito. Quando sono molto piccoli, alcuni bambini, sono percepiti come diversi. Vengono spediti nei monasteri, esaminati e durante questa valutazione voi avrete un tipo di monaco sciamano che assieme agli altri si farà avanti e legge il loro Akash. Ora, qui nel vostro paese li chiamate lettori di vite passate, non lo sono, sono esaminatori di vite passate. E quello che stanno cercando sono coloro che sono passati attraverso abbastanza processi di illuminazione che saranno i leader dei Buddisti e che andranno a Dharamsala. E sono più unici che rari quelli che sono stati osservati e selezionati. Ma se sono scelti vengono immediatamente allontanati dalle loro famiglie all’età di 8 anni. E vanno stare in un monastero e iniziano la loro formazione. Da quando sono giovani adolescenti e fino a 20 anni, vengono spediti all’estero e imparano diverse lingue. E qui incominciate a vedere che avevano ragione, perché coloro che hanno raggiunto importanti posizioni nel Buddismo è quasi come se avessero vissuto per questo. Sono stati allevati per questo. Di rado c’è qualche errore, uomini splendidi, esoterici, elevati e intelligenti.

 

  

 

 

 

 

 

 

      

   Quindi ritorno a questo, gli esaminatori dell’Akash cosa osservano? C’è un sistema, ha tutto a che fare con il suo intelletto o con la sua intuizione, a cosa sta guardando? E adesso vi espongo questo: ogni umano ha un campo. È stato indicato, strano a dirsi, con una parola ebraica la Merkabah o Merkavah. È il campo in cui andate in giro, letteralmente, la parola in ebraico significa “cavalcare”, voi cavalcate questo campo, è ampio ed è pieno di informazioni. E finché qualcuno non sviluppa strumenti multidimensionali, non sarete mai in grado di vederlo. Ma ci sono alcuni umani che possono. E se guardassero al vostro? E se gli esaminatori guardassero al vostro? Quindi ve lo dirò, il vostro Akash è nel campo, è nella Merkabah. E se siete state Lemuriane, significa che siete state le prime sul pianeta, alcune delle originali e questo si mostrerebbe così chiaramente. Chiunque possa leggere una Merkabah vedrà questo per prima cosa, prima di tutto. Perché siete state quelle che davvero hanno incontrato coloro che venivano dalle stelle. E non ci sono molti esseri umani che hanno questo, e questo è visibile nella Merkabah. La prossima domanda: in questa nuova energia, pensate che sia possibile percepire questo nella Merkabah? E la risposta è sì. Alcune di voi stanno percependo non solo che siete Lemuriane, ma che anche altre intorno a voi erano lì. E se questo fosse il caso, cosa significherebbe? Per prima cosa è una conferma, non è affatto esoterico. Lo portate con voi e può essere visto. Gli esaminatori in quella terra lo saprebbero, potrebbero non sapere tutto a riguardo ma lo percepirebbero. Ad ogni modo, questo è ciò che cercano in un Maestro Asceso Buddha, mentre crescono e diventano parte di ciò che loro chiamano i Maestri Ascesi: Monaci che ascendono in un luogo in cui potrebbero persino trovarsi in fila un giorno per qualcosa di ancora più grande. Loro vi vedrebbero e lo saprebbero."

 

   Kryon/Lee Carroll - alla Sorellanza Lemuriana, Philadelphia - 18 novembre 2017

 

    Mi sentivo tanto alleggerita dopo la lettura dei suoi testi. Il sé mi mostra il mio braccio sinistro bianco, cioè il ricevere.

 

    E poi bang ripenso alle vicende con i famigliari

 la guida animica diventa nera, il sé si sposta sula sinistra molto scontento, di un colore beige.

   Davo via il mio potere e la mia responsabilità? A fin dei conti consapevolmente or inconsapevolmente io ho alimentato tutta questa ostilità.

 

   Vedo l'amico di Ivan stando seduto e guardandomi confuso, a lui avevo detto mesi fa che non sono sicura del mio ritorno là ed eccomi qua senza alternativa.

 

 

 

    Lunedì, 01.01.2018

 

    E' un alba stupenda, mi ricorda il tramonto con queste colori infuocati. La luna piena sarà visibile stasera ed è una giornata caldissima 12 gradi.

 

   L'anziana si muove e lei di là e di qua alle 7 del mattino:

 

  - Iris, domani non cucino più cosi quando arriva il prete è tutto pulito.

     - Non trovo quella camicia blu.

    - Caccia via i gattini domani arriva il prete.

 

 

    Aiuto, che limitatezza! Quanto bigottismo, pare che dio stesso scendesse nel suo cortile non il prete per i soldi. Tutti i fedeli cattolici sono cosi? Almeno quelli di qua lo sono. Sta diventando la gocce cinese a sentire ogni santo giorno le stesse cose non senso.

 

   Ed eccola ancora qua, sotto vari pretesti a ogni 10-15 minuti ha qualcosa da dirmi. L'anziano è andato alla messa e lei non vuole stare sola per un oretta, tutto lì.

 

     E' illogico, ma ogni volta sono rotta in due di fronte a una scelta. Pare che io non sia presente per assecondare il flusso della vita, non le mie pretese e le mie aspettative dettate dal ego ed eccolo qua sulla sinistra.

 

    E questi qua con la loro fretta mi hanno buttato ancora una volta in conflitto. Non riesco mai dire va tutto bene così com'è, non riesco mai vedere la parte buona delle cose?

 

   Giorgio con le sue parole sagge, oggi ha “la rabbia verso noi stessi”, me ne accorgo che ci sia ogni tanto. “La vita non vissuta, le emozioni non provate, le esperienze non fatte, accumulano la rabbia verso noi stessi!”

 

   La depressione della mediocrità direbbe ...Sibaldi... non Saint Germain lo ha detto nel suo ultimo testo mi pare. Quando siamo troppo negativi verso noi stessi finiamo qua.

 

   Quest'anno finisce in 15 febbraio secondo Maria Rosa, si riferisce al anno cinese. Beh pazienza c'è più di un mese a disposizione. Per adesso sono in bilico con la scelta, sono nel oggi non nel passato e né nel futuro. Davanti a me molto vicino è la stessa persona di ieri bionda non identificabile, indietro di lei più in là è Ada in piedi vestita di nero.

 

    12,21 ma questa è evoluzione? Stavo esprimendo il mio scontento di stare agganciata al computer per ore al giorno e di pensare mille volte al passato. Sì, è evoluzione anche se non sembra.

 

 

E' tanta limitatezza in questa donna, torna tutta agitata dalla chiesa:

 

    - Iris, fai ordine nella tua stanza, domani il prete arriva qua.

    - No, il prete si ferma in cucina: c'è tavolo e sedie.

    - Lo ricevo in cucina?! Per avere poi dei pettegolezzi nel villaggio?!

     - Ti interessa il prete or il giudizio della gente?

     - Tu non comandi nella mia casa! Per colpa tua io sarò giudicata dalla gente?!

      - Attenta, è casa di Oriana non tua.

 

   Anche questo prete proprio domani, solitamente si faceva questa roba in 6 gennaio ma adesso ha la possibilità di trovare a casa anche quelli che lavorano al estero. Nessuno sa quanti soldi raccoglierà domani.

 

   La madre sta solo presupponendo:

 

    - Mamma lui viene per i soldi non per altro.

     - Ogni famiglia darà 2 milioni ( cioè 45 euro) e siamo 1.000.

     - E' il circo che si fa, poteva venire solo quel ragazzo con il registro e basta.

     - Da sempre è così, sin da piccola mi ricordo.

    - E non sarebbe il tempo di un cambiamento anche qui da voi?

    - Poi raccoglierà soldi per il gas.

    - Vi serve riscaldamento?

      - Fa freddo in chiesa.

      - State a casa allora.

 

    Quindi circa 50.000 euro farà in un solo colpo, in un anno ci sono vari colpi. E per riscaldamento mi pare che 2 anni fa hanno raccolto una certa somma che non si sa che fine ha fatto, poi si vorranno dei soldi per pagare il riscaldamento. In somma è un continuo ed è solo una piccola comunità.

 

   Strana coincidenza io sono tutta presa con la partenza, lei è tutta impegnata e agitata per l'arrivo del prete che si fermerà da lei 10-15 minuti. Ma fa tanto caso, cielo! Pare che Dio stesso scendesse nella sua casa.

 

Ecco dal agenzia mi avvisano domani mattina alle 7.15, ha almeno un ora decente.

 

  Questa donna non è in quadro oggi, altro non sa dire che:

 

   - Zitto!

 

   Magari è in mezzo anche la mia partenza:

 

    - Iris io ti avevo detto di rimanere qua questo inverno, noi due non c'è la facciamo più.

      - Mamma fa caldo, c'è il riscaldamento, vi arrangiate.

     - Andrai via in estate.

     - Vado per un po con il vento. Cosa vuoi che facessi io qua?!

     - ?!

 

       Se non avevo già abbastanza conflitti.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

autostima

VIII -Ispirazione -

tibet
esodo
dei
scelta
gallery/abbondanza
ambizione
miliardari
errore bibblico
Io Esisto
guerra
distruzione
bach
suono
senza pretese
malta
poesia
immensità
gallery/atlantide
mistico
atlantide turca
luna
dalai lama
archetipo
proiezione
subconscio
vita
maestri
gallery/jan steen, “il suonatore di liuto”, 1623
potenziali
terremoto
potere
Vivere!