Angeli con le ali spezzate

sotto la pressione del tempo e del destino

unità

,   Lunedì, 05.03.2018

 

Oggi vedevo Marta davanti a me, bianca e serena, anche lei per buon tempo presente. Si arrangia, è matura.

 

Un splendido tempo mi ha permesso godermi il paesaggio innevato. Fortunatamente ho visto un buon film, è tempo che non ho visto uno, Caos a Versailles. Ho ascoltato con calma qualche meravigliosa canzone. Il viaggio è andato bene.

 

 

Una giovane tornava da Inghilterra dopo più di un anno, decisa di fermarsi in Romania, io ero incuriosita:

 

  • Come mai hai rinunciato a Inghilterra?

  • La mia madre è ammalata.

  • Anche la mia madre mi chiama spesso indietro, tuttavia noi dobbiamo pensare a noi stesse.

  • Sì è vero, ma mi mancava la famiglia.

  • Soffrivi la solitudine. Non avevi amici là?

  • Sì, qualcuno.

 

La sua madre è un motivo, per me lo è: io vengo qui per il sito.

 

  Angelic love -  La musica che mi ricorda la conessione con i regni superiori del'esistenza.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

    Nessuno passa di qua per lavare i pavimenti, gli anziani fanno quello che possono cioè non molto.

 

        - Mamma, questi pavimenti sono molto sporchi.

  • Dove vedi tu sporco qua?!

  • Io ti ho detto tempo fa “vai a farti degli occhiali.”

 

   Mi ha risposto molto irritata, guai a dire una cosa del genere.

 

  • E' stato Franco qua, ma non ha detto niente. Tu invece...

     

   Io mi permetto dire, anche lui ha visto che è sporco ma cosa dire a due anziani che appena stano in piedi?!

 

  Comunque per prima cosa do una pulita, quanto mi è possibile dopo un viaggio durato 30 ore, ancora una volta ho fatto il giro del Austria.

 

  • Come mai il congelatore è vuoto? Era pieno in dicembre.

  • Ho dato la carne a Franco e a Van.

  • Oriana ti ha detto di lasciarla lì, altro maiale fino in estate tu non vedrai più.

 

Strana donna, ha svuotato il congelatore non si capisce bene il perché e nello stesso tempo:

 

  • La carta bianca è cara, ho preso questa grigia.

 

Eh va beh penso che la carta igienica non sia più cara della carne! Paradosso del mondo moderno: pensiamo più ad altri che a noi stessi.

 

Osservo una foto messa apposta sul armadio della mia stanza, ho capito è stato Franco a metterla lì. Sdegnata la prendo di là “come si è permesso?!” Aiuto come sono ridicola! La guardo con più calma, sono i miei nipotini in essa, tutti 3 sono belli e felici. Purtroppo ancora una volta l'impulso automatico è stato verso “il come” e non a “il perché?”.

 

 

Splendida canzone ma è lì dal 2014, volevo proprio riascoltarla:

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

   Chiudo la serata con uno stato teso, molto teso, può essere dalla stanchezza accumulata e anche no alla sinistra è lo stesso busto di donna bionda, alla destra il sé si mostra con capelli in su cioè molto impaurito. E' impaurito a causa di questa donna?

 

 

 

Martedì, 06.03.2018

 

 

Osservo che la madre è molto attenta ai soldi, quando fa così è perché li ha finiti or li sta finendo, chiedo:

 

  • La zingara è passata di qua?

  • Perché venire? E poi con questo freddo....

  • L'anno scorso nel inverno è passata da voi.

  • No ho niente da dare.

     

   Evitava la risposta con uno sguardo spaventato. Non sono io convinta che per 2 mesi, sopratutto quando loro due erano soli, la zingara non è più venuta. Ma questa donna cattolica con la verità non ha mai avuto un buon rapporto.

 

 

  • Ti serve il capoto da bagno? Vedo che ha portato anche Giulio uno qua.

  • Ma non hai portato tu quello dalla Germania?

  • Sì, se ti va bene prendilo.

  • Mi servirà, vado a idroterapia.

  • Cosa?!

 

  Cazzarola, ancora una volta intende andare via? Oramai si è abituata a fare tutto quello che può dal esterno per prolungarsi la vita. Dal interno non ha altro che paura. Anche là le serviranno dei soldi.

 

 

  Questa religione è una sfida millenaria, quando cambierà se tutti portano avanti meccanicamente tradizioni obsolete senza mai chiedersi il perché?!

 

  • Chi era al telefono?

  • Monia.

  • ?!

  • Ha chiesto se sei arrivata.... La sua figlia più grande va a catechismo, si sta preparando per la prima comunione.

 

In verità io ho chiesto chi era al telefono, incuriosita di un suo altro discorso dove ero implicata:

 

  • E se ha 50 anni la lascio a fare di sua testa?!

 

  Parlava di me?! Ma come mi permetto io pensare con la mia testa?! Aiuto come siamo mal mesi ai capitoli ignoranza e prepotenza. Questa donna anziana è incapace di gestire se stessa e la sua cascina, invece si illude che possa gestire me stessa e la mia vita. Beh... Qui le cose sono rimaste uguale nei miei confronti. Lei morirà così, a questa età e con l'ambiente in quale vive nessuno cambia è da capire, quello che mi ha sempre colpito è l'attitudine dei giovani.

 

 

 

 

Mercoledì, 07.03.2018

 

 

E ho intuito bene ieri, oggi alle 8 del mattino inizia i suoi classici discorsi:

 

  • Iris, ho pagato la corrente più di doppio rispetto a Corina.

  • E' normale qui è stato fatto il recinto e altri lavori. Dovevi chiedere soldi da Oriana: il recinto è suo.

  • Il recinto sì è il suo, ma tu stai qua. Guarderai quanto è bello il recinto.

  • Tu lo guarderai, non io. A me non interessa.

  • Magari consuma la corrente la lavatrice.

  • Da me non vedi dei soldi, dovevi chiedere da lei.

  • Ma cosa hai con Oriana?! Tu quanto vivi starai lì, tu stai li e lei deve pagare?

  • Il recinto è suo. Tu non sei più capace gestire la pensione. Chiedi soldi da me?!

  • Non hai vergogna parlare così?! Io non ho chiesto niente da te.

  • Lascia stare, ti conosco.

 

Inutile. Io ho fatto 3 lavatrice ieri e c'è ancora da lavare, si sta agganciando a questa.

 

E' disperata, oggi la teniamo così:

 

  • Là avevi tempo per fumare?

  • Tutti fumano là.

  • Anche quella donna?

  • Certo.

  • Vuol dire che ha soldi.

  • Tu non hai soldi?

  • E se ho devo bruciarli?!

 

  Inutile, indirettamente mi fa capire che è fallita e fino alla pensione sono ancora 2 settimane. Già che avevo grandi dubbi venire qua...

 

Questa strana e forte stanchezza è rimasta appiccicata a me, è anche vero ho lavorato senza libero per 2 mesi, poi faccio un viaggio di 30 ore, appena arrivata dal viaggio inizio a pulire. Beh dovrei avere anche compassione per me stessa.

 

Questa musica ha qualcosa di particolare, a parte la splendida voce della cantante:

 

 

 

 

 

 

 

 

 

  

 

 

    Oggi proprio non c'è la fa a stare zitta un momento, è anche vero è stata alla mesa del mattino, intende andare alla via de crucis in pomeriggio perciò si vede:

 

  • Cosa stai preparando per il pranzo?

  • Patate, mercoledì e venerdì non si mangia la carne.

  • Chi ti ha detto? Sei come un robot.

  • Noi? Non hai visto gli ortodossi non mangiano né uova e né latte prima della Pasqua.

  • Lascia stare cosa fanno gli altri.

  • Vuoi carne?! Sto facendo risparmio, così mantengo te.

  • Tu non mantieni me, hai pagato la corrente per Oriana, la carne dal congelatore l'hai data via.

  • Vivi qua.

  • Io non vivo qua.

  • Hai domicilio qua.

  • Sono in vacanza.

     

 

   Vado a farmi due passi, questa donna mi sta soffocando con le sue pretese, macchina da riproduzione. D' altra parte io non ho pazienza per cose del genere, inizio rimpiangere la fretta e sono appena arrivata.

 

 

Oltre la separazione il testo di Krishnamurti è venuto come mai bene. Questo “noi, loro” mi snerva.

 

 

 

 

 

 

 

    

 

 

     Mi immagino che pochissimi riescono arrivare fin lì, abbiamo la tendenza ancestrale di aggrapparci e schierarci in vari gruppi umani. Così facendo noi non vediamo mai la realtà, abbiamo la tendenza di difendere il nostro gruppo anche quando si impone con forza proprio l'opposto e di aggredire illogicamente e indistintamente l'avversario potremo invece certamente trovare qualcosa di buono anche là.

 

 

   Mi è rimasta solo la loro stanza da mettere apposto, sfortunatamente sta piovendo, strano che sul internet ieri sera mi davano bel tempo. Guardo adesso eh sì mi danno la pioggia, previsioni meteorologici inaffidabili.

 

   Mi ricordo il testo che ho condiviso per l'hacker rumeno Guccifer con la domanda è giusto strappare in questo modo la verità ai potenti? Illegale lo è a quale non mi ha risposto nessuno. Perche mi la ricordo adesso?

 

  Secondo quel articolo allora era morto, adesso vivo più che mai è una spia russa.

 

 

   A radio fanno molto caso iniziando da ieri per la mancanza di emoglobina nei ospedali rumeni, hanno chiesto aiuto perfino dai paesi NATO! Strana vicenda, il sistema sanitario rumeno sembra in collasso da anni è vero. Tuttavia adesso essendo “una emergenza” entreranno senza problemi nel paese un bel po di medicine. Mi passa la voglia di contribuire al suo mantenimento.

 

 

    Ma né con Axx di Germania è da scherzare. Le ho avvisato che sto andando via, così come mi hanno detto che devo fare, e adesso la sorpresa mi chiedono la cancellazione dal comune. Fortunatamente grazie al consiglio di Marta l'ho fatta subito, se Gilberto mi avrebbe detto che devo farla lo avrei fatta ogni volta quando andavo via di là. Speriamo che adesso ho finito con loro, altrimenti sta diventando snervante per me con tutte queste richieste di informazioni e dimostrazioni.

 

 

    Volevo entrare sul sito e sorpresa, pare che ci sia un grosso problema ricevo il messaggio “errore 404 file non trovato”. Era molto lento in dicembre e non ho segnalato al sito ospitante, può essere questa la causa. Certo è che proprio così non mi è mai successo, pare che non ci sia più. Ho i documenti di testo come riserva, ma non mi piacerebbe sicuramente essere costretta a riprenderlo daccapo. Strana vicenda.

 

  Qualcosa non mi va oggi, ho anche questa forte tensione nel corpo.

Verso sinistra è un testo che ho letto mesi fa, so che è per le linee del tempo.

 

 

 

Giovedì, 08.03.2018

 

  Mi sveglio scontenta avendo chiaro mi muovo in cerchio, strano che ho questa sensazione solo quando vengo qua ... ingeneri del tempo....

 

    Sì l'espressione e la sensazione sono ricordate nello stesso testo, come muoverti tra le linee temporali invisibile ai nostri occhi.

 

   E poi la canzone rumena che mi è piaciuta nel viaggio, la voce è bellissima il video non tanto. Anche questa è dal 2014, magari anche il film è di allora.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

   E' primavera! E' un tempo bellissimo, mi lo godo stando tanto fuori.

 

   Vedo un figlio della vicina portando dei fiori: oggi è 8 marzo.

 

 

  • Mamma ma qui non viene nessuno con fiori?

  • ?!

  • Ti ha telefonato qualcuno?

  • Solo Loretta.

 

  Gli altri, Oriana compressa, hanno dimenticato della sua esistenza.

 

 

 

   Ed ecco un ragazzino per elemosina dritto dritto nel cortile:

 

  • E' illegale entrare nel mio cortile.

  • Volevo solo qualcosa da mangiare.

  • Ti ho detto già: è illegale.

  • ?!

 

E' andato via senza insistere troppo. Questi anziani stano abituando qua un sacco di gente strana.

 

  • Mamma ti serve il capoto da bagno?

  • Sì, vado a idroterapia.

  • Cosa?!

 

Cazarola, oramai si è abituata a fare tutto quello che può dal esterno per prolungarsi la vita. Ma dal interno?

 

 

Sto rivedendo con grande piacere scene dal film Caos a Versailles, ha qualcosa di particolare il film a parte una delicata storia di amore che mi sta emozionando.

 

   Poi passo alla musica “non importa dove sei, io ti troverò”.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

   Eh beh ti credo con quello che vedo, il film ha il classico happy end “e vissero felici...”

 

  E' la storia di una donna sola, vedova, che con coraggio e determinazione affronta i alti e i bassi della sua esistenza terrena più in solitudine che in compagna. E' una donna che con passione per il giardinaggio, partendo dalla sua ricerca di bellezza e armonia da un senso alla sua vita.

 

 

   Ed eccoli qua con fiori Corina, Walter e Laura nel nome di Diego. Da questo punto di vista la madre chiude bene la serata, era parecchio scura in giornata.

 

   Laura mi raccontava l'avventura di Diego come autista di TIR, finora ha visto già 8 paesi europei. Eh che bello io adoro viaggiare e faccio esattamente l'opposto sto ferma qua per vari motivi, ferma altrove per farmi un soldino.

 

 

   Mi sorprende l'attitudine cosi ostile di questa anziana, oh my god al telefono ogni tanto pareva disperata. Va bah ma se non sa parlare è un suo affare, la bolletta del elettricità è alta per il recinto. So io cosa sta combinando questa donna, Giulio non è più qua per chiedere soldi, Corina tiene evidenza ai soldi di Oriana, sono rimasta solo io buona da spennare secondo lei. Eh le passerà! Pretendo troppo da loro, ormai sono senili tutti due e lo sono da anni.

 

In mattinata non avevo ricevuta risposta dal sito ospitante così che provo in serata:

 

  “La informiamo che per un problema irrimediabile del server il suo sito web è visibile online ma non è più modificabile attraverso il pannello di gestione.

Abbiamo creato per Lei un nuovo account su un nuovo server che dispone di una piattaforma più avanzata dove potrà creare un nuovo sito web professionale. ecc. “

 

   Sì è come mi aspettavo già, il sito è andato perso. Ci sarebbe ma non posso modificarlo, non mi è molto chiaro il loro messaggio. Questa sì sfida!!! Sono cosi colpita che non so ancora cosa di buono sia in questo accaduto, sono tanti anni persi.

 

   Guardo inquieta su Fb in idea di trovare un informatico per spiegarmi se è possibile una cosa del genere, non trovo a nessuno scritto come mestiere. Mi ricordo che Nazario aveva qualcosa del genere come professione, alla fine rinuncio: questa vuol dire uscire allo scoperto con il sito che è scritto sotto pseudonimo. Siccome non la sapessero già in tanti che è il mio.

 

   Ovviamente reinizio con “i se”, se avvisavo in dicembre che è troppo lento , se non andavo a lavoro e mia occupavo più di esso, se venivo un mese prima qua me accorgevo che qualcosa non è apposto e magari poteva essere salvato ecc.

 

   In somma questa vicenda ha qualcosa di strano in essa, mi sta superando. Per motivi ... oscuri... viene messo a repentaglio tutto quello che ho fatto negli anni e non sono pochi. Ma se ho visto già negli anni che sono tanti problemi con loro, perché mai ho continuato? La riprendo daccapo sempre con loro per dirmi fra poco “il sito non esiste più”?!

 

 

   Ovviamente moralmente sono andata molto in basso, alzati e cammina venivano indietro della mia testa. Non intendo proprio, sono ormai stufata così che sprofondo in delusione.

 

  Alzati e cammina vuol dire cambiare frequenza e vibrazione, andare verso un altro stato di animo. Nei casi del genere quando qualcosa non va come ci aspettavamo è oltretutto necessario fare uno sforzo di volontà, accettare quello che ci accade. Facile da dire, non proprio facile da mettere in pratica direbbero in tanti, me compresa, ed ecco l'ego alla sinistra, l'ego è l'ostacolo e niente altro.

 

 

 

 

 

Venerdì, 09.03.2018

 

 

SOS di Indila, nel suo video sono vari persone che per vari motivi decidono di abbandonare questa repressiva e violenta società.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

   

  Intendo mandare un messaggio ad anima edizioni prima che questo sito fosse realmente perso. Anche questa dovevo farla in dicembre, era il giusto momento per farla.

 

  Mi stano infatti dimostrando che un sito non è sicuro, un libro una volta pubblicato resta così nessuno fuori dal autore potrebbe togliere or aggiungere qualcosa non è valida la stessa cosa per un sito online.

 

  Adesso in fretta e costretta lo sto facendo, lo stesso uomo biondo vestito da caporale mi appare davanti leggermente sinistra. Magari questa mia mancanza di flessibilità mentale ha le sue radici altrove, agisco spesso impulsivamente. Il sé mi guarda severamente con occhi marroni scuri. Fa lo stesso l'ho mandato: io ci provo.

 

 

   Io sono presa con il mio lavoro da anni che rischia andare perso, questa donna giustamente pensa alle sue cose:

 

  • Iris, non vai a mercato?

  • Mamma vai a farti due passi.

  • Non posso, se potrei andrei anche in città.

  • Certo che ti fanno male se non fai nemmeno 5 minuti fuori dal cortile.

  • Mi fanno male per la malattia.

  • Lascia perdere.

     

 

   Va beh ma se lei rifiuta a fare due passi con questo splendido tempo, cosa vuoi che facessi io or un altro? Si è chiusa nel suo guscio con “ sono ammalata” e finita lì.

 

  • Iris, hai pagato il gas?

  • Dove pagarlo?! Ho dimenticato di dare a uno di loro ieri sera la bolletta.

  • Ma loro vanno?

  • Certo, vanno per loro stessi e pagano anche la tua.

 

  Siccome finora non cosi facevano.

 

 

    Guardo indietro sul documento di testo, il sito si imponeva con forza nella mia attenzione in dicembre, pareva che il cielo stesso sia stato aperto per me, io ho scelto diversamente seguendo l'istinto di sopravvivenza cioè la paura di non farcela senza un lavoro ben pagato e l'ego come non dire soddisfatta “sto lavorando in Germania”?! Che poi sto facendo mezza schiavitù, ma questo è un altro discorso.

 

 

  E primavera! Una splendida giornata soleggiata mi invita girare nel orto. Mi sorprende la vitalità della Natura, rami di peonie sono stati recisi in autunno e buttati nel orto, oggi vedo che senza radici spuntano le piante, può darsi grazie alla linfa rimasta nel fusto.

 

  Vedo che oggi è l'ultimo quadro, normalmente deve essere il completamento di qualcosa iniziato in 23 febbraio.

 

  Beh ero a lavoro scontenta di essere costretta a lavorare senza libero e non come scelta. Nello stesso giorno nel sogno mi è stato ricordato Strasburgo che io collegavo ai diritti umani e Walter presente qua con una luce nelle mani. E cosa centra con oggi?

 

  Non ho mai pagato Avast, adesso sì. Mi pare che la sua assenza sul nuovo computer fosse la causa dei guai, che poi a pagamento è stato anche il sito e mi hanno combinato delle belle ugualmente.

 

  Cosi entro sulla mail e trovo e la risposta della casa editrice, beh mi hanno risposto velocemente in mattinata “non siamo interessati”. Hanno fatto bene, al loro posto avrei risposto ugualmente. Da mia parte è stato un gesto impulsivo, quasi disperato.

 

  Secondo Avast il computer è pulitissimo, senza virus, senza grandi problemi da risolvere. Potevo far di meno.

 

 

  Stefania parla di riequilibrio fino a 18 marzo, un periodo iniziato in 5 marzo. Caspita! Vorremmo fare delle cose ma non abbiamo l'energia necessaria. A chi lo dici?! Ho questo stato tensionato nel corpo da giorni, sta diventando snervante.

 

  E poi eccomi qua anche in impossibilità di muovermi un tempo, l'anziano non è più capace di grande cosa:

 

 

  • Iris, mercoledì io vado via.

  • Dove vai?! Prendi anche il vecchio con te!

  • Non, siamo solo donne.

  • Non vedi che è con una gamba in tomba?

  • Cosa vuoi ai suoi 100 anni?!

     

  Meglio rimanevo a lavoro! E' la stessa snervante situazione dal autunno. Certo che mi trovo implicata in vicende famigliari che altro non sono che giochi di potere e innumerevoli paure. Alla fine io sono venuta troppo spesso qua. Adesso il sito non c'è più, quindi questo motivo può tranquillamente essere eliminato.

 

  • Iris, stai attenta con il cugino Giuseppe, se a caso passerà di qua non aprirle la porta.

  • Io ti avevo detto già che quello non è sano.

  • Adesso è proprio andato fuori testa. Ha dei problemi con la casa appena comprata.

  • Non ha contratto?

  • Non lo so, lui dice di no.

 

Ma chi è sano qua?!

 

  E' molto agitata e impaurita questa anziana, parla e parla inutilmente giusto per farsi sentita. Fa troppa agitazione intorno a sé. In effetti sto guardando a settembre scorso quando era in ballo la sua fisioterapia per 2 settimane, si respirava tranquillità in cortile una volta lei andata via.

 

  Sento vari discussioni tra i famigliari, oramai sono informati tutti quanti del mio arrivo qua. Mi sono chiare le voci di Van e di Franco, l'ultimo è molto arrabbiato:

 

- Barak ( cioè Van) ma tu che diavolo vuoi?

  • Io sono stato dalla suocera, lei aspettava Iris per fare una pulizia e da mangiare.

  • La mantengo io?

  • La mantieni tu?! Anche adesso erano detersivi dalla Germania.

  • E' nella mia casa.

  • Nella tua casa?!”

 

  Poi sento la voce debole di Loretta “ Sorelline, sorelline lei ha 50 anni.

 

 

  Già che avevo uno stato molto teso e mi snervava e l'anziana con le sue mille paure...

 

 

 

 

Sabato, 10.03.2018

 

 

   “Tantissimi semi di mais giallo sono arrangiate in una grossa fila acanto al muro della cascina.”

 

Quale è il suo significato? L'inizio della prosperità trovo qua e là in web, non mi convince, a parte il sito io qui sto facendo un bel niente.

 

Questa donna con la sua paura della morte ci sta semplicemente soffocando, adesso manda il vecchio a farmacia:

 

  • Dai questa carta alla farmacia.

  • Ancora medicine? Non le puoi prendere al ritorno?

  • La farmacista sa cosa darti.

  • Hai paura della morte?

 

  Che degrado umano in questa donna ridotta a niente di una troppa cristiana civiltà. Va bene se lei se ne va per carità, solo che né il vecchio è capace a gestirsi da solo, è anche sordo ed io non ho tanta pazienza.

 

  A come mi guarda l'anziana con occhi piccoli e viso scuro, fra poco mi dirà qualcosa oltre ai soldi.

 

 

  Dopo l'entusiasmo di ieri con la partenza, adesso bang è andata tutta giù per delusione. Pare che non è mandata là dove è stata già ma altrove, e da sola lei non va da nessuna parte, non andava sola né da giovane. Se finora era ammalata figuriamoci adesso: sembra mezza morta!

 

Caro sé dimmi cosa devo sapere per adesso:

 

Alla sinistra mi appare il dipinto con l'unicorno bianco uscendo dalla foresta.

 

Cosa succede con il mio corpo?

 

Una luce bianca veloce attraversa il corpo salendo verso la gola.

 

Leggerei qualcosa di rinfrescante

 

Monique Mathieu mi passa velocemente davanti.

 

  E così sono finita a leggere il testo dedicato alla telepatia, io la sto tanto utilizzando, senza essermi sempre chiaro la fonte delle informazioni che arrivano da me. So solo che arrivano e non sono sempre di mio gradimento.

 

   “Dovete essere molto vigili nel distinguere tra ciò che proviene da voi, molto spesso inconsciamente, e tra ciò che proviene dall'esterno e che non vi appartiene.

 

   Molti canali e medium si sono persi, senza rendersene conto, in molti modi. Uno di questi è che il loro inconscio ha restituito delle informazioni che, al limite, potevano appartenere a loro, ma che non provenivano dai piani che essi supponevano.

Quindi, dovete essere molto vigili rispetto alle informazioni che riceverete in quanto i vostri veli si stanno sollevando, come per tutti gli esseri umani. Improvvisamente, avrete come delle intuizioni, perché la telepatia è improvvisa!

 

 

 

 

 

 

 

    

 

 

 

   Le informazioni che vi vengono inviate telepaticamente dalle vostre guide arrivano istantaneamente, senza che riflettiate un solo istante. Un pensiero si impone a voi; può imporsi una volta, due volte, tre volte. Lo stesso pensiero può imporsi a voi finché comprenderete che non vi appartiene.

 

  Ancora una volta, la telepatia non passa né attraverso l'intelletto, né attraverso la mente, né attraverso la riflessione; essa è, semplicemente, in un istante! Questo è ciò che dovete imparare per poter distinguere fra ciò che può derivare da voi inconsciamente e ciò che proviene da fuori di voi.”

 

    Prepararsi alla telepatia -  Monique Mathieu

 

 

  Mi è stato chiaro quando un pensiero si imponeva con forza, ho anche scritto allora.

 

  Più tardi vedo Gianni davanti a me guardandomi con insistenza, il mio arrivo qua è sempre motivo di agitazione per tanti.

 

 

 

 

Domenica, 11.03.2018

 

E' un giorno 11, 11/03/11, bel numero.

 

 

  Aiuto come siamo mal mesi con la religione, poi ci stupiamo di una civiltà basata sulla tortura e la sofferenza?!

 

   Gli anziani prima che andassero a chiesa stano ascoltando in mattinata la messa dalla radio. A prima non ho prestato attenzione, sono andata fuori. Alla seconda oramai ero dentro e sento il prete ortodosso facendo una lunga ode alla croce come simbolo di sofferenza. Ma proprio così? Non ha letto niente dai vangeli, non ha parlato nulla di Dio e nemmeno di Gesù, solo della croce e della sofferenza. Quando è che cambierà la nostra civiltà?! Il mito primordiale del attuale civiltà è la croce cioè la sofferenza, la crudeltà, la prepotenza, l'arroganza ecc.

 

 

    Fb mi mette davanti un ricordo dal 2014, un testo di Sibaldi per il 4 comandamento, seppure mi trovo ancora una volta dai genitori, è benvenuto. Dobbiamo fare i conti con quello che abbiamo assorbito da loro, per dare il giusto peso alle nostre proprie scelte.

 

 

   "Il QUARTO COMANDAMENTO viene insegnato solitamente in forma abbreviata: «Onora il padre e la madre». E nel corso dei millenni è servito a far sentire in colpa miliardi di adolescenti, per i sentimenti complicati che provavano verso i genitori. E se papà e mamma sono due mafiosi e tu no? Se si sono arricchiti sfruttando la miseria altrui? Li si deve «onorare» lo stesso? Perché, precisamente? Perché secondo alcune religioni la famiglia è più importante dell’individuo?

 

 

 

 

 

 

 

 

    Sicuramente non è così per la religione da cui viene questo comandamento. Se sfogliate la Genesi, l’Esodo e anche i Vangeli, trovate alcune critiche potentissime all’istituzione della famiglia: dai quarant’anni nel deserto (che servirono a eliminare i genitori) fino a frasi di Gesù come «Se uno viene da me e non odia suo padre e sua madre… non può essere mio discepolo» (Luca 14,26). E infatti il quarto comandamento, nella sua forma autentica, ha un senso diverso da quello a cui siamo abituati; è «Dà peso a tuo padre e tua madre, perché siano lunghi i TUOI giorni sulla terra». Cioè: «Comprendi bene chi sono i tuoi genitori, considera attentamente l’influsso che hanno avuto su di te, altrimenti i tuoi giorni non saranno mai veramente tuoi». Il che vale sia per i genitori, sia più in generale per il passato. Solo se si comincia a capirlo – invece di «onorarlo» e basta – si diventa padroni del proprio presente."

 

  Igor Sibaldi

 

 

 

  E questa donna con la sua richiesta di attenzione e di considerazione, mi stanca parecchio.

 

  • Iris, andrei a chiesa stasera se non mi facessero tanto male le gambe.

  • Non andare allora.

  • Cosa mi farò?! Come vivrò?!

 

Aiuto! Pare che avessi da vivere ancora 100 anni perciò giustamente si chiede come lo farà nello stato degradato in quale si trova ora.

 

    Carla condivide un interessante testo per l'amore è energia perciò non visibile, ci sono invece altre modalità per sapere la verità circa una persona or una situazione tra loro è ricordata la telepatia e la sensazione.

 

 

   Gran giornata 11! A parte le lamentazioni degli anziani, i pensieri del posto che sono più or meno li stessi, i problemi con il sito e via dicendo io avevo già uno stato teso molto prima di arrivare qua, è qualcosa che non mi va senza essermi chiaro cosa

…. scoprire la tua divinità... è scritto in grigio davanti a me e in basso. Sì è scritta su qualche pagina del sito or sul attuale documento di testo, solo che là or qua è scritto in un splendido blu.

 

 

 

Lunedì, 12.03.2018

 

 

 

  • Iris, devo lasciare il biglietto e i soldi da Tamara per la mesa dei deceduti.

  • Mamma, quanto paghi anche là?

  • Circa 9 euro, è la seconda che pago questo mese.

 

   Se lei è convinta che le preghiere a pagamento aiutano i deceduti e lei stessa è una sua scelta. La chiesa cattolica di sicuro sa fare soldi.

 

  Sono un po indecisa sul da fare con la nuova parte del sito, considerando che devo riprenderla da zero e non mi va proprio farla.

 

 

   Lo scriverò nel vento – ode al amicizia

 

 

 

 

 

 

  

 

  

 

   Il vento sta per lo spirito, l'etere dove tutto è immagazzinato e a quale ognuno di noi ha accesso. Può darsi mi farebbe bene sentire questa musica gioiosa, il mio morale non è tra i migliori.

 

   Se è vero cosa mi sta dicendo l'anziana, Oriana sta diventando da un giorno ad altro una buona cattolica sotto tutti gli aspetti:

 

  • Oriana viene qua per la Pentecoste.

  • Come mai?! I bambini hanno vacanza?

  • Deve venire. I suoi bambini sono ormai grandi, devono fare la comunione, devono esseri messi a loro posto.

  • Mamma, i bambini hanno diritto alla scelta, possono fare questa cosa quando sono grandi se li interessa una tradizione ancestrale.

  • Smetti con queste stupidaggine! Tu sei stata battezzata e non ti interessa la chiesa.

  • Sono stata battezzata?! Ho scelto io questa chiesa? Queste cose si facevano nel medio evo quando la gente era ignorante, non aveva accesso al informazione. Noi siamo nel secolo XXI.

  • Le cose devono essere fatte secondo la tradizione.

  • E se erano imbecilli quelli con la tradizione, dobbiamo essere anche noi?

  • Non parlare più, mi stai snervando.

 

  Deve, devono” cioè è un obbligo.

 

     Arriva una signora con 9 anni più vecchia di lei. Questa signora indossa dei pantaloni, per inciso l'anziana non mette mai dei pantaloni se non solo sotto la gonna. Ormai ho capito già tempo fa che sono nata in una famiglia tradizionalista  "di massima santità”.

 

 Questa signora parlava pacata e con calma:

 

  • Cellina, ma sei venuta da me quasi a piangere, parevi un bambino di 3 anni.

  • Ma se mi hanno detto....

  • Sei stata influenzata. Con chi hai parlato?

  • Con nessuno.

  • Dai.... Io ti ho detto che noi due andiamo insieme a terapia.

 

   Questa donna le spiega cosa devono fare, le serve un biglietto dal medico di famiglia e devono affrettarsi, la dottoressa ha orario solo al mattino.

 

   Manda dalla dottoressa il vecchio che è lento e sordo, le infermiere chiamano Corina per capirsi, Corina telefona qua per chiarirsi la vicenda. La vecchia è scontenta sia perché l'anziano è arrivato tardi là, che per il discorso che fa Corina.

 

  • Dovevi andare tu dalla dottoressa, sai bene che lui è sordo.

  • Mi fanno male le gambe.

  • Per una vita hai mandato lui dappertutto e non ti facevano male le gambe.

  • Poteva andare Corina, seppure l'hanno telefonata.

  • Sempre un altro deve fare per te. Questa donna è più vecchia di te e si arrangia da sola.

  • Perché sola.

     

    Ecco la differenza! Chi come lei si aggrappa ai gruppi e persone diventa psichicamente impotente, gli altri devono occuparsi di tutti i suoi bisogni.

 

Vado fuori e così vedo movimento nel cortile della vicina.

 

  • Mamma cosa fa la vicina, mette il gas?

  • Possibile. Lei prendeva gas dal suo figlio, quello se è accorto che pagava molto ed è uscito un bel scandalo nel inverno.

  • Lui si è accorto”?! Lei rubava gas dal suo figlio?

  • E' la sua casa...

  • Lei rubava, poi tranquillamente andava a chiesa.

  • Questa va a chiesa?! Alla mesa del mattino non va mai.

 

 

    In somma come vedo difende a ogni costo l'immoralità dei suoi co-settanti. Guai a dire qualcosa del loro comportamento, non per altro ma lei è parte di questo sistema.

 

   Oh come sono contenta che se ne va, ci stanca con le sue pretese, lamentazioni, critica gratuita e toni alzati. E' tutta un agitazione.

 

  • Laura è molto cattiva, non mi risponde nemmeno a telefono.

    - Laura è a lavoro come vuoi che ti rispondessi?

  • Ho telefonato a lavoro.

  • Ah si?! Da dove hai tu il numero di là? Io non lo ho.

  • Lo hai scritto tu su quel foglio.

  • Santo cielo ma quello è il numero di casa, non il suo cellulare.

  • Doveva rispondermi.

  • Ma non capisci che quello è il numero di casa e lei è a lavoro?!

  • I figli aspettano solo che siano aiutati, ma quando abbiamo anche noi bisogno di aiuto è guai.

 

   Come vedo si è bloccata a questo capitolo: non riceve abbastanza aiuto dai figli. Dal mio punto di vista la sua senilità avanza sempre di più. Ha un viso molto consumato, sofferente, senza traccia di serenità. Vada pure, tanto non va da nessuna parte, fa anche lei un piccolo cambiamento, una vacanza. Mi sorprende vederla cosi confusa.

 

  Manda ancora il vecchio dal negozio, là sono tutti magari troverà uno per portarli a quella struttura. Effetto scontato telefona subito Corina, un pezzo di strada possono farla con lei:

 

  • Corina passerai di qua ogni tanto, per vedere se Iris fa da mangiare.

  • ?!

  • Si arrangiano?! Non starano affamati.

 

   Io di sicuro andrò in città per darmi una sistemata alle mani e ai capelli, vedo che mercoledì il tempo è ancora bello ma poi scende tanto sotto zero. E ti pareva che sia già primavera nei giorni scorsi.

 

   Ho fatto i miei due passi fino al negozio, là una giovane donna chiede dalla commessa:

 

  • Questa è quella di quale dicono che non sia normale?

 

    Io non sono normale: io scelgo. Ed è bellissimo osare e fare una propria scelta.

 

 

   La madre non si addormenta presto come del solito, sta girando in cucina vado per vedere come sta. La guardo così consumata e agitata il cuore mi da un lieve dolore.

 

Cosa faccio con il sito è un mio grande dilemma e se rinunciasi completamente a esso cancellandolo? Il sé mi guarda scontento.

 

   Alla sinistra è una giovane donna nuda, è alta, pelle bianca, è circondata di uomini vestiti con abiti particolari al antica. Uno di loro le sta ascoltando i polmoni.

 

   La trovo sgradevole, pare una scena da inquisizione più che un controllo medico.

 

 

 

 

Martedì, 13.03.2017

 

 

   Eccola impaziente per andarsene e respirare aria diversa, si è vestita un ora prima.

 

  Poi inizia a leggere quel libro ricevuto dalla sua nipote suora che le descrive l'inferno. Non per altro ma per accedere al paradiso deve leggerlo non so quante migliaia volte. Sa la suora che funziona così, magari qualcuno è tornato dal al di là e le ha detto!

 

  Ho uno strano fastidio al petto che può avere legame con l'immagine di ieri sera. Comunque ho la netta sensazione di trovarmi in una terra di mezzo, siccome non saprei da dove iniziare.

 

   ...leggi dai vangeli mi passa in testa scritto in bianco.

 

  Oh santo cielo, quelli libri antiquati e manipolati di chiese a loro piacimento?

 

    Luca 25... velocemente mi passa in testa.

 

  Ma cosa ha Luca scritto là?

 

    [25]«Ecco che cosa ha fatto per me il Signore, nei giorni in cui si è degnato di togliere la mia vergogna tra gli uomini».

 

    Cioè? Questa donna Elisabetta era rimasta incinta in un età abbastanza avanzata, non scrive quale fosse la sua reale età e secondo la cultura del tempo anche 30 potevano essere tanti. A quanto scrive prima di questo versetto lei incinta stava nascosta per la vergogna, ma non si capisce vergogna per cosa? Per essere incinta? Che poi il versetto sta dicendo chiaramente: la sua vergogna di non essere produttiva. Era senza figli, considerata sterile. In somma qui c'è vergogna per quello e per quel altro.

 

 

   Accettazione vedo su Fb, ad accettazione penso da giorni per me è una grande sfida accettare quello che vivo, dopotutto io metto in movimento le situazioni.

 

   Mi addormento per quasi 2 ore quanto per la forte pioggia, quanto per la partenza della madre poco dopo le 5 eravamo tutti in piedi.

 

   Mi piacerebbe farmi un giro da qualche parte, ma proprio adesso non ho la minima idea dove. Il sogno è conseguenza dei pensieri avuti prima:

 

 

 “Sono accanto a un grande pullman, da fuori sembra moderno, un bel grigio. Salgo, i posti davanti sono occupati. Vado indietro dove sono sedie usate e non sistemate come nella prima parte del bus, non mi piacciono. Le sedie rimaste libere sono di un marrone sporco in un apparente disordine, alla fine trovo 4 sporche lo stesso ma in nero con poco bianco sistemate alla classica. Una giovane donna bruna si sede su queste, le dico come posiamo sederci:

 

  • Tu metti i piedi qua ed io là, così stiamo comodamente avendo 2 posti.

     

Mi alzo irrequieta dico a una signora che è fuori:

 

- Ho dimenticato la borsa a supermercato prima della chiusura per la pausa.

 

 

Ma l'ho dimenticata?! Mi ricordo che il portafoglio lo avevo nelle mani, lo tenevo davanti al petto camminando verso destra. Mi manca la borsettina di trucchi? La borsa è qui con me.

 

   In somma...

 

   Verso la sera vedo la madre indietro di me, molto scontenta e scura nel viso. E' scontenta per dove si trova? Si preoccupa per il vecchio incapace di curarsi da solo? Questa donna è sempre scontenta ultimamente, l'abbiamo eredita?     Non è che faccio eccezione.

 

  Mi passa in testa "la madre avrebbe bisogno di un telefonino", in casi del genere le serve.

 

  Così che telefono a Corina per sapere qualcosa:

 

  - Si stanno bene, hanno buone condizioni là. Ho parlato con la signora più vecchia, lei ha telefonino.

 

  Va bene! A quanto pare la signora più vecchia di lei non ha tanta pazienza a vederla cosi imbranata. Pensavo che fossi la sola senza pazienza nei suoi confronti.

 

  Leggo un testo di Antonio che parla esattamente di questi tempi molto intensi, la traduzione dal inglese non è il massimo, anche cosi parla di quello che io personalmente passo da giorni:

 

  •   la confusione
  •   le notizie drammatiche che ci abbassano tantissimo la vibrazione e sarebbe meglio per noi di stare alla larga.
  •   i siti con temi spirituali che vengono adombrati.
  •   abbiamo già come guide la triade meravigliosa: cuore, il sé e l'anima.

  • La gratitudine con quale possiamo iniziare la giornata

  • mandare amore verso quelli che provano ostacolarci.

 

 

  Io ho da pagare una fattura al sito, visto il stato in quale si trova da giorni e così rimarrà cioè irraggiungibile per me stessa, sono indecisa sul da fare eppure ha la scadenza domani. Vale la pena fare ciò?! Quel sito aveva bisogno di tante modifiche e aggiustamenti, è andato perso con pagamento con tutto.

 

 

 

Mercoledì, 14.03.2018

 

  “Sono indietro di un banco Rodolfo è lì, vado da lui per chiedere come si chiama in tedesco la piastra del ferro da stiro

  knop

Suo commercialista è più in là, ci guarda sorridente.”

 

  Non so che significato può avere il ferro da stiro e né se ho capito bene la parola. Può essere conseguenza del mio stesso pensiero devo perfezionarmi le lingue, e se non andavo in Germania nel gennaio potevo salvare il sito, ormai questa vicenda mi sta troppo stretta.

 

Google ci ricorda che oggi è la giornata Pi, da 30 anni si festeggia.

 

 

   Io ci ho provato con i dati lasciati di loro parecchie volte, tuttavia mi da “errore: hai inserito un nome utente or password non validi.”

 

  Ogni volta mi comporto siccome io avessi mille scelte, non avevo altro da fare che andare avanti secondo il loro consiglio. Cosa altro?! Potrei trovarmi da sola un nuovo host, a come vedo l'hanno trovato già loro.

 

  Mi pareva che il vecchio stesse parlando con qualcuno poco tempo fa:

 

  • Corina ci ha avvisato che verranno gli operai per la casa.

  • ?!

  • Oggi sta piovendo e non hanno né dei materiali, magari non verranno più.

 

  Aiuto! Sono rimasta senza parole. Eccomi ancora una volta alle strette, non mi è mai piaciuto vedere tante persone che girano in cortile e in casa. Tuttavia fino al ritorno della madre, non posso muovermi. Se non mi sono fermata in Germania anche in marzo adesso questa è. L'accettazione a come vedo non fa parte dal mio modo di vivere e di essere.

 

 

   Il suono del silenzio lo sento da giorni senza alcun sforzo or intenzione. Di là delle energie del posto parecchio aggressive che c'è l'hanno con “tu sei Dio?!”. Di là dei pensieri dei famigliari che oggi c'è l'hanno con “è tuo fratello” e di là della mia tempesta emotiva interiore per situazioni che sto creando poi non le accetto come mie. In questo modo lo sentivo già quando ero a lavoro.

 

 

 

Giovedì, 15.03.2018

 

   Mi sveglio con lo stesso stato tensionato, ma non passa più questa roba?

 

   Trovo un articolo collegato alla retrogradazione di Giove, adesso è in scorpione per me casa VII, iniziata in 8 marzo e durerà 4 mesi.

 

   Il bello è che l'autrice ci sta informando che in 10 luglio 2018 abbiamo un riscontro con quello che è successo in 12.12.2017. Ovviamente guardo subito indietro sul testo, in quel giorno si parlava di famigliari, Belgio, e multidimensionalità.

 

   Ci provo ancora accedere alla nuova piattaforma datomi dal vecchio host, ma non va. Guardo sui 3 documenti di testo che ho, con quale potrei iniziare un nuovo sito. Non sono molto convinta, in questi giorni non ho un morale alle stelle.

 

 

   Approfitto del bel tempo per pulire e lavare qualcosa, stare più possibile fuori. E' un cielo magnifico.

 

  A parte che sul posto continuano le stesse schifezze di prima “sigarette?!”. Oriana si è data da fare con le sue calunnie ed io non ho fatto il minimo gesto allora assolutamente necessario: la denuncia.

 

  Fortunatamente gli operai girano dalla parte della strada, raramente ci incontriamo. Li sento parlando incuriositi:

 

  • Questa è quella...?

  • Ma sai quando qualcuno è disperato...

 

Dici?!

 

 

  Ecco anche questo nipote di mia madre si fa sentito al telefono, è vero la voce è tanto cambiata. Sedato con tante medicine è da capire. Non capisco perché si aggancia così insistentemente dei parenti di sua mamma.

 

 

  Oggi Loretta c'è la ha con “Sorella si parla di 8 milioni, capisci? Non è sana.” Cosa hanno con questa somma non ho capito, mi pare che dalle feste del inverno sia in ballo il discorso.

 

 

   Alla sera faccio i miei due passi per la spesa, due. Corina ci da un bel po di dolci da lei rimasti. Il vecchio mangia ben volentieri dei dolci tuttavia sono un po troppi. Fortunatamente mi sono affrettata, è arrivata la grandine.

 

 

  Fb mi ricorda che ci sono proprio oggi 8 anni da quando sono inscritta da loro, 8. Sono tanti. In tutto questo lungo arco di tempo io non ho fatto altro che sopravvivere.

 

 

  Mi muovo tra le stesse persone, gli stessi soggetti di prima come ho potuto rinunciare a un splendido posto in montagna e alla diversità?!

 

 

 

Venerdì, 16.03.2018

 

  “Alla sinistra sulla terra sono 3 tubi lunghi di carta bianca con poco blu, sono obliquamente alla mia vista in un apparente disordine. Un giovane androgino di colore si alza dalla terra bagnata, un energia arriva da lontano con velocità, pare che la sta vivificando così vedo che è una donna nuda.”

 

 

  Il sogno può essere conseguenza della mia stessa scontentezza di ieri sera, ancora una volta qua a far cosa?! Un tubo del genere è in cortile rimasto dalla costruzione della casa. Può essere anche il simbolo del anima, del energia femminile, che in 3 tappe ha preso vita con velocità. Che poi ho 3 documenti di testo con quale posso reiniziare daccapo un nuovo sito, volontà mettendo in impresa.

 

 

   Giorgio del Sole sta ricordando proprio oggi la fragilità e la grandezza del essere umano, un conflitto in quale inciampi una volta capito che anche tu sei una parte della divinità che tutto pervade sulla terra e nel universo. A chi lo dici? Penso che sia il più straziante conflitto che un essere umano proverà nella sua vita.

 

 

  Domani vado in città, fortuna avendo passerò e dalla parrucchiera non solo dal estetista. Per un giorno papà mangerà da solo il pranzo.

 

 

Telefona Monia per salutare la mamma così che ci dilunghiamo con la discussione:

 

  • Mamma ti diceva di rimanere nel inverno? E quando tu non hai soldi...

  • Sì è vero mi hanno tanto stressato tutti quanti quando non li avevo. Ho fatto bene andarmene.

  • Certo, chi ti dava 1000 euro in Romania?!

  • Che poi anche Marta era stanca, stressata, non curata con questo lavoro continuo.

  • Non sapeva cosa sia con lei.

 

 

 

 

Sabato 17.03.2018

 

  E torna l'inverno, per una settimana, iniziando di oggi pomeriggio.

 

  Approfitto di un splendido tempo in mattinata per farmi una passeggiata in città e darmi una sistemata.

 

  Dal estetista si parlava di un monaco ortodosso, le donne appartenente a questa chiesa erano scontente:

 

  • Lo stanno buttando fuori solo perché non ricordava il nome del episcopo?! Ma dai.

  • Ma io non so anche questa chiesa...

  • In casi del genere, possiamo mangiare pesce solo se il prete ci da il permesso di fare ciò.

 

  Io non conosco la vicenda di questo monaco, magari trovo qualcosa in web.

 

  Eh va beh non solo il Vaticano, anche la chiesa ortodossa rumena ha i suoi scandali con lo stesso ritornello: sesso, denaro e potere. Quanto tempo saremmo disposti non solo a tollerarle ma a darle credito?

 

 

 

In serata sta nevicando!

 

Dopo ore passate in città, sono in uno stato teso e stanco, mi viene sonno.

 

 

  Invocami... arriva alla destra della mia testa.

 

 

 Windows mi mette oggi una foto meravigliosa: cascata di Oregon. Un splendore della natura, un invito a girare il mondo.

 

  Mi ricordavo che fosse il compleanno di qualcuno proprio oggi con la luna nuova così che entro su Fb. La persona con il compleanno ha una fotto particolare, quale è la differenza tra i santi cattolici che dichiarano di parlare con la Madonna e attirano intorno a loro migliaia di persone e i comuni mortali che dichiarano contatto con entità laiche e finiscono dalla psichiatria? Eh va beh le entità religiose sono fantasmi con peso!

 

  Guardo di là e di qua su Fb, intendo leggere un articolo di astrologia dedicato alla luna nuova di oggi. Leggo l'inizio...

Vedo alla sinistra scritta in bianco la parola verità, non è dritta pare che una forza l'avessi inclinata indietro. Poi arriva veloce dalla destra indietro della mia testa Io sono AA Michele e ti porto queste verità.

 

  Fa lo stesso continuo indisturbata la lettura del articolo.

 

  Sempre daccapo sia a livello materiale che con il sito, realmente non mi va più. Mi piacerebbe farmi un giro da qualche parte, so una sola cosa che qui non mi fermo, l'anima cambia posizione adesso è accanto a me guardando in avanti. Almeno stiamo condividendo qualcosa!

 

 

 

 

Domenica, 18.03.2018

 

  Questa è bella!

 

   “Dalla mia sinistra arriva da lontano con velocità una sfera di luce bianca, pare che colpisce qualcosa davanti a me fermandosi, poi arriva subito in un area luminosa una pagina bianca dal mio sito. Riconosco la testata dalla prima parte, solo che alla sinistra apposto del simbolo ruota della vita, adesso è una macchia nera rotonda.”

 

 

  Che forza, ragazzi! Quando i conflitti sono troppo forti, i messaggi chiari non tardano mai arrivare. Adesso vedo che ho ricevuto la risposta per accesso alla nuova piattaforma, ieri notte alle 23,25.

 

SOS di Indila

 

 

 

questa canzone ha qualcosa di particolare, persone in cerca di aiuto in una società che pare edificata di mostri non di esseri umani.

 

  Papà ascolta la messa a radio, tutte le chiese hanno la loro propria TV e il loro canale radio eh sì che è potere in manipolazione, come non avere successo nel perseguire i loro obbiettivi?

 

  Oggi la chiesa festeggia non so quale santo Cirillo. Ma quale Cirillo? Quello che ha ammazzato con una crudeltà estrema Ipazia? Quello che con un ambizione sfrenata e senza minima moralità ha imposto il cristianesimo in Egitto? Speriamo di no. Quella persona aveva di tutto e di più solo la santità le mancava. Eh va bah le chiese hanno i loro strani metodi e discutibili motivi per dichiarare i loro santi.

 

   E' un altro santo con questo nome, Cirillo di Gerusalemme. Questo qua cosa ha fatto di particolare?

 

  Pensavo di telefonare a Corina per portare lei dalla dottoressa il vecchio, ed eccola qua. Mi guarda con un viso scuro da spavento, ha questo viso solo nei miei confronti? La vedo spesso a negozio tutta sorridente parlando con qualcuno, poi quando parla con me cambia l'espressione terribilmente quasi a mangiarmi con lo sguardo.

 

In somma passo sopra e approfitto per chiarimenti:

 

  • Corina ma Oriana doveva pagare metà dalla corrente, loro non consumano tanto.

  • Ma cosa vuole mamma?! Li abbiamo pagato il telefono, le ho pagato il viaggio.

  • Ho capito, vuol dire che aspettava soldi e da me non solo da voi.

  • Adesso mi chiedeva ancora dei soldi, ma cosa fa con loro là?!

  • Ha qualche chiesa vicino?

  • ?!

  • Lei da soldi a chiesa e ai mendicanti.

 

Il vecchio anche lui si lamenta a lei con lo stesso motivo:

 

  • Corina io andavo dal dottore, ma tua mamma ha preso tutti i soldi. Se dovevo comprarmi medicine?!

  • Ti davo io.

 

 

In effetti l'anziana era molto preoccupata per pagare la mesa per i defunti, altro che lasciare soldi per la casa.

 

Poi ci diamo con il presupposto per la sua dermatite:

 

  • Corina a me pare che sia la psoriasi, molti anziani lo fanno.

  • Possibile, è reazione allo stress e lui ha detto se morrà, lei dovrà venire a casa.

  • Si lamenta di questa “infezione” dai giorni in quale si parlava della sua partenza.

  • Si ha detto Oriana che l'anno scorso portava lei con la macchina dal dottore e lui disperato le correva indietro.

  • Si aggancia a lei come un bambino.

  • Cosa fare?! Anche noi saremmo anziani un giorno.

 

Che degrado umano sia fisico che psichico, gli umani possono vivere e mille anni se in gamba, ma così che senso ha?!

 

 La musica che mi passa oggi in testa è troppo nostalgica, mi servirebbe qualcosa più vivace, un po di allegria ed eccolo qua Vivaldi come nelle scorse volte sorridente e contento, leggermente sinistra e molto grande.

 

  Ma è il solo compositore a esprimere gioia nella sua musica? A quanto pare sì.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

    Che agitazione, ragazzi! Corina ha telefonato a Loretta per darsi con il presupposto è psoriasi or no, comunque le ha portato una crema idratante. Walter arriva e lui con qualche crema idratante. Alla fine devono portarlo dalla dottoressa, niente di più niente di meno, nessuno di noi è in misura guarirlo e uno di loro lo farà domani.

 

Corina mi chiede del lavoro:

 

  • E torni ancora là?

  • Vedrò, in marzo e aprile c'è poco lavoro.

 

  Strano che in tanti mi mettono la stessa domanda ed io non rispondo mai molto decisa. In effetti più tardi sento il pensiero di Corina “ non sa cosa sia con lei.” Questa espressione l'ha utilizzata e Monia rispetto a Marta.

 

Con tutto questo trambusto creato di papà, ciao Vivaldi!

 

  Mi do da fare con il sito, intendevo mettere quella stupenda immagine con la cascata di Oregon e non vedo proprio l'acqua, elemento principale nella foto e … sento il canto della balena, è tempo da quando non è più stato.

 

 Mi snerva scegliere una nuova testata, hanno un centinaio, e poi personalizzarla, in questo ritmo ci vorranno 2 giorni solo per questa.

 

  Il testo potrei incollarlo anche subito è vero, ho i documenti di testo, inizio ad avere dei dubbi che vale la pena fare ciò. Preferirei farmi un giro da qualche parte piuttosto di stare lì agganciata al computer senza senso, il sé parecchio scuro mi guarda con severità cioè non è d'accordo.

 

 

 

 

 

Lunedì, 19.03.2018

 

 

   “A metà di un foglio bianco sono due righe

la prima è l'indirizzo web del mio sito, è incompleto.

la seconda è un testo in lettere più piccole, rossastre, il testo è incomprensibile per me.”

 

  Non mi è chiaro come si collegano, certo è che mi sveglio avendo chiaro il sogno ma più in là verso destra è un uomo alto, solido, vestito con un capoto nero lucido.

 

  Poi mi ricordo un amico di Fb che io ho tolto anni fa per il suo orientamento dalla parte opposta. Però mi ricordo anche un suo articolo “UFO in Romania”, una bufala evidentemente. Non mi è conosciuta nessuna apparizione di cerchio nel grano, pare che questa terra fosse dimenticata del cielo.

 

Eh sì penso che anche questa sia una bufala, un video dal gennaio quest'anno mostra un alieno salendo sulla nave e andarsene. Beh...

 

 

   Oggi si festeggia San Giuseppe, il marito della vergine Maria. Papà ascolta la sua mesa a radio, presto attenzione alla fine del sermone, il prete è simpatico:

 

  “ Giuseppe non ha detto una parola al annuncio del angelo, nei vangeli non c'è una parola di lui detta. Lui solo ha ascoltato, seguendo la sua visione senza paura.

La paura è un cattivo consigliere, non dobbiamo avere paura e seguire la nostra visione. Non ti chiede nessuno di cambiare il mondo, ma fare del tuo meglio là dove sei.

Per la paura c'è la corruzione, un cancro del sistema sociale.”

 

Possibilmente che Giuseppe sia solo una fantasia, l'inseminazione artificiale di Maria lo è.

 

 Non importa dove tu sei io ti troverò.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

   Va bene. Papà ha una dermatite qualunque, il medico non sa quale sia la causa. Se non passerà con un unguento, lo manderà a dermatologia. Walter le spiegava cosa deve fare per 2 giorni, il vecchio con un barlume di speranza:

 

  • Mi mandano ad ospedale?

  • No, a investigazioni.

 

   Ospedale?! Spera che le prolungherà la vita? Non abbiamo la giusta cultura e il sanno atteggiamento verso la vita e verso il morire. Peccato, vedo quanto gli anziani soffrono per la paura del trapasso. Il prete di stamattina doveva parlarle anche di questa paura.

 

  E' la festa di papà, qui nessuno telefona per farle degli auguri? Una sola telefonata è stata dopo il pranzo ma fino sono arrivata io là ha smesso. Possibilmente diamo più peso alla madre che al padre.

 

 Verso la serata sento Corina:

  “Ma non è la mia mamma?! Ascolto lei? Anche Marcellina e Valentina mi hanno detto...”

 

  Ho accesso a qualunque informazione, purché sia di mio interesse. Ma proprio adesso quale sarebbe di mio interesse?

 

  Guarire la tua anima le parole vengono discretamente da dentro di me.

 

 Strano. Non ho finito con questa guarigione? Non è che sono da ieri or l'altro ieri in questo processo di consapevolizzazione. E ti pareva che fosse una passeggiata integrare anima e spirito in materia.

 

  Ed eccolo qua ancora una volta a telefono il nipote della madre, possibilmente è stato lui anche ore fa. La madre non fa alcuna selezione, per lei è importante parlare con qualcuno, la sordità del vecchio è un peso.

 

  Fa molto freddo stasera, dopo giornate primaverile per una settimana siamo in pieno inverno con temperature tra -7 e -1 gradi.

 

  Guardo su Fb. Questo personaggio Ajad è molto interessante ma non so che tipo di crescita personale fa lui, oggi attacca il concetto di maestro personale cioè interiore. Lui afferma che non ci sia, qualcuno da fuori sì non lo è, è invece la propria guida: il sé. Vedo solo il titolo del articolo e già scatta in me il disappunto.

 

  Alla mia sinistra è l'abituale viso scuro di Corina avendo un quadro molto turbolente a sua sinistra, più nero che bianco. Questi quadri stano rappresentando loro stesse? Mi pare di sì. A Marta era addirittura il simbolo della coscienza.

 

 

 

Martedì, 20.03.2018

 

   Mi godo il silenzio dal mattino, è tanta pace in natura eppure ho questa tensione nel corpo quale mi tiene tesa. Mi rendo conto che non ho capito cosa vuol dire “sì alla vita”. Chi è che fa tanta resistenza a godermi ogni attimo della vita? Proprio adesso è una meraviglia. Eccolo qua l'ego appare discretamente sulla sinistra.

 

Ho la strana tendenza di scrivere 2017 come anno, eppure siamo in 2018 da un bel po. Mi da l'impressione di blocco.

 

Dappertutto nel mondo si fanno campagne antivaccini, almeno contro quelli che sono introdotti da poco sul mercato, non conoscendosi né la loro efficienza e né la loro reattività per l'organismo umano. Qui a radio fanno da giorni una intensa campagna pro-vaccini.

107 persone sono morte a causa della grippa, le persone non erano vaccinate.”

 

Dici?! E chi verifica la veridicità del affermazione radiofonica? Mi immagino persone impaurite correndo dal dottore per farsi questo vaccino antigrippale.

 

 

 Finisco leggere un articolo astrologico per la generazione 1964 - 1966 millenis, una generazione venuta in massa per dare una nuova opportunità al umanità, quel umanità dimenticata nei giochi finanziari e politici del mondo. L'essere umano è simile agli dei eppure proprio questo individuale valore inestimabile noi l'abbiamo dimenticato nei meandri della storia millenaria intrisa di giochi di potere e di crudeltà.

 

Secondo l'autore del articolo i risultati si vedranno in 2020-2021, beh siamo vicini oramai è 2018.

 

Contenta lo condivido su Fb non prima di cercare e una foto adeguata alla bellezza del testo. Cerco trasgressivi” e mi trovo con foto pornografiche. Caspita, ma solo questo ha capito Google di trasgressione? Cerco “rivoluzionari” anche qui mi da una pleiade di personalità politiche più or meno appartenente al comunismo che si contrapponeva allo status quo del capitalismo. Eh va beh il sviluppo del corpo di luce sarebbe, secondo me, l'indice del evoluzione del umanità.

 

Papà è contento, ha telefonato Giulio per dire che è arrivato con bene in Inghilterra.

 

  Il ronzio anche quando è silenzio assoluto come adesso, trovo in un testo di Kryon che sia collegato ad Akash e che non sia per niente positivo. Facciamo luce oggi anche su questo impedimento alla tranquillità, anni fa pensavo che sia la musica delle sfere!

 

 

  Seguo l'esercizio raccomandato di Kryon per pulire l'Akash di energie distorte che ci portiamo addosso da millenni. Eppure è qualcosa che non mi va, proprio adesso non ho quel stato leggero pieno di vita e di grinta

 

  paura della felicità è dentro di me quasi impercettibile in una zona luminosa.

 

  Sarkozy è implicato in uno scandalo enorme di corruzione, collegato a Libia e alla guerra. E' inverosimile.

 

   Vedo un video di Kryon “paura del illuminazione e del impegno spirituale” e trasalisco. Può essere la stessa cosa di prima la paura della felicità. In effetti non lo guardo.

 

 

 

Mercoledì, 21.03.2018

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

  Guardo il video di Kryon sì può essere che qualcuno di noi abbia passato un esperienza così or altro di simile.

 

Cosa urlano le mie cellule proprio adesso?

  Appare davanti a me lo stesso uomo inchiodato, bruno, maturo, ben fatto.

 

  Caspita! Questa abitudine l'avevano i romani, la crocefissione era riservata ai schiavi e agli stranieri. Ma per me cosa vuol dire?

 

  Vado a farmi due passi per la spesa, mi godo la neve. E' cosi bello quando tutto è bianco.

 

  Chiudo la giornata con uno strano stato teso, il sé si mostra sofferente prima che arrivi la stessa persona vestita di nero su un piano superiore verso sinistra. Dico superiore vedendolo in alto leggermente sinistra. A come si manifesta il sé nella sua presenza, tanto di superiore non lo è. Da questa persona arriva da me una spirale solida, sottile, nera.

 

 

 

Giovedì, 22.03.2018

 

  Riesco finalmente incollare e sistemare una pagina, non era il mio intento pubblicarla già ma è successo.

 

  Oggi è la giornata del acqua, l'elemento principale per sostenere la vita sulla Terra.

 

  Qualcuno condivide un breve video da Rimini, mostrando il mare. Fino non arrivo a vederla, questa città mi attirerà l'attenzione dovunque.

 

In serata arrivano ancora tutti quanti per la dermatite di papà. Corina ci informava:

 

       - Ho telefonato alla madre e ha iniziato a piangere. Ha telefonato e Oriana, anche con lei uguale.

      - La depressione.

 

  Mi pareva strano che sentivo cosi spesso a livello di pensiero Loretta ultimamente, mi dava l'impressione di ossessione nei miei confronti. Che poi ne ha parecchio.

 

Corina dava la buona notizia al vecchio:

 

  • Papà domenica arriva Loretta.

  • Cosa?!

 

 

Corina stava lì immobile sulla sedia guardando con severità papà, poi con sfiducia mi chiede:

 

 

  • Iris, è vero che ha telefonato Giulio?

  • Sì, dal Inghilterra per dire che è arrivato bene.

  • Iris, tu non sai ma lui minacciava con il suicidio.

  • Sono tutti due depressi.

  • Lui era un bravo uomo, lei lo impazzisce.

 

Se l'anziana è mezza impazzita cosa altro può fare?! Solo che sta diventando pesante per tutti:

 

  • Corina se vanno avanti così, Oriana può portarli ad asilo.

  • ?!

 

  Mi pare ovvio or li porta ad asilo or paga una donna per passare ogni tanto di qua a darle una mano. Loro due gran che non fanno più né fisicamente e né psichamente: sono senili da anni. Che poi lui da 15 anni sta dicendo "quest'anno muoio", ha visto che non succede piu abbia pensato di affrettare le cose.

 

 

   Comunque Corina è agganciata alla sua religione: il suicidio è da evitare e da vietare. Lei pensa che lui abbia dei problemi con la testa, non ne ha piu di qualsiasi anziano. Perciò lo stava sorvegliando incredule:

 

  - Iris, lui accende la TV?

   - Certo.

 

  Ma dai ragazzi, non hanno più forza fisica è vero, la memoria è indebolita. Sono tanti anni che si muovono in questo ambiente stretto, come non annoiarsi?!

 

 

 

 

 

Venerdì, 23.03.2018

 

   Nevica sublime, a quanto dicono i meteorologi sarebbe l'ultima neve per questo anno. Resta da vedere se realmente è così.

 

  Faccio due passi per la spesa, godendomi la forte nevicata. Là incontro Corina e Laura, ultima mi guardava severamente con un viso piccolo. Questa gente è un po strana.

 

 

Anche cosi ho pensieri di partenza, ad un viaggio di qualche giorno.

 

La guida animica ha il suo abituale viso maschile, scuro e per buon tempo si fa visto, mi ricordo queste parole

 

Ammazzateli tutti. Ammazzateli tutti, dio riconoscerà i suoi.

 

Adesso il suo viso è molto vicino del mio, guardandomi con insistenza.

 

Devo capire qualcosa, ma cosa? I catari? La Francia? No, è la mia reazione alla loro ostilità. E di casi del genere è piena la storia.

 

 

   La prima città ad essere conquistata fu Beziers, il 22 luglio 1209. Fu un bagno di sangue. Il legato papale Arnaud Amaury, abate di Citeaux, interrogato dai suoi su come fosse possibile distinguere gli abitanti cattolici da quelli catari, pronunciò la famosa e, purtroppo, tremenda frase: “uccideteli tutti, Dio saprà riconoscere i suoi”.

 

 

 

 

 

   

 

   Gli stessi legati pontifici nella lettera che inviarono a Innocenzo III per informarlo della conquistata la città scrissero: “poiché i nostri non guardarono a dignità o al sesso o all'età, in quasi ventimila furono passati per le armi. Fatta così una grandissima strage di uomini, la città fu saccheggiata e bruciata: in questo modo la colpì il mirabile castigo divino”. Stessa sorte toccò a Carcassonne, dove fu imprigionato e morì in carcere il visconte Raimond-Roger di Trencavel.

 

 

 

 

     

    Sabato, 24.03.2018

     

    Oggi è il primo quadro. Mi avrebbe piaciuto fare qualcosa di diverso, qualcosa per me stessa e solo per me ed invece approfitto di una calda giornata per lavare e pulire di qua e di là. Mi godo ogni tanto il splendido sole.

     

    Ed ecco l'elettricista in cortile, mi aspettavo che fossero gli altri operai. E questo qua insista conversare a punto di annoiarmi:

     

    • E dove è stata lei in Italia?

    • No, in Germania.

    • E cosi presto è ritornata?

    • 2 mesi.

    • Ha fatto dei soldi ed è venuta indietro.

    • Infatti.

      E quale è il suo probblema?! Questa gente si comporta siccome io fossi qua sulla loro proprietà, è  un gruppo umano con leggi e divieti.

     

     In serata papà ha sentito a TV

     

    • Iris, domani mattina cambia l'ora, fino alle 3 va cosi poi si aggiunge un ora.

    • ?!

    • Hanno detto che abbiamo bisogno di 2 settimane per adattarci a questo cambiamento.

     

      Eppure non hanno rinunciato a questa strana mossa nel nome del risparmio. Noi, esseri umani, non centriamo nulla in questi giochi fatti per l'avidità. Alla fine è risparmio per chi e di che cosa?

     

     

      Rientro sul sito in idea di darle una forma ed iniziare in qualche modo. Ho chiaro nella mente la prima pagina del primo sito siccome fosse ieri ed era luglio 2009.

     

      E non sono riuscita né oggi, con tutta la mia insistenza di darle una forma, una struttura. Magari insisto troppo!

     

     

     

    Lunedì, 26.03.2018

     

      “Un bidone per immondizia. Un giovane come un ombra è alla sinistra lo sta aprendo, un sacchetto bianco per la spessa si accende. È una piccola fiamma.”

     

     

      Da giorni penso a un bidone per immondizia, a parte l'eleganza e anche la comodità in mezzo, adesso vanno con il sacco nelle mani fino al cancello. Devo dire a Walter, lui gira per la spesa.

     

      Ieri è stata una splendida giornata cosi che mi sono data da fare con la stanza dei miei. Il caso ha fatto di passare Diego con la sua fidanzata:

     

    • Fatte delle pulizie?

    • Si approfitto del bel tempo, domani si annuncia la pioggia.

    • Nevica, piove non si sa più con questo tempo.

    • Sì, è primavera.

    • E' festa.

     

      Appena ho sentito l'ultima sua rimarca, non ero nemmeno sicura che lo avessi detto. I nipoti non si allontanano per niente dalla gregge, quando trovano fidanzate nel posto dove sono nati iniziano seguire con premura le tradizioni obsoleti. Rientrano in fila: lavoro, famiglia, chiesa.

     

      Sempre ieri su Fb vedo un articolo di Reuters, a quanto pare anche il papa ha ammonito i giovani di stare zitti e ascoltare gli anziani, va beh sa lui il perche. Gli anziani continuano la linea della chiesa, non osano alzare la testa e aprire la bocca davanti ai preti .. i ministri di dio....

     

      Ahhaha! l'espressione "i ministri di dio" è nel video di Ballasso.

     

    Se pure mi trovo dai genitori e non abbiamo un rapporto molto amichevole, eccolo lì il testo giusto al momento giusto:

     

      Genitori - ognuno ha quelli che si merita

     

      Quante persone, scontente della propria esistenza, ne attribuiscono la causa ai propri genitori, i quali non li hanno compresi, non hanno dato loro le condizioni adatte per realizzarsi, sono stati degli esempi deplorevoli... Forse sarà anche vero, ma non devono accusarli, perché se hanno avuto quei genitori, significa che li hanno meritati. Se avessero meritato di vivere in condizioni diverse, avrebbero avuto altri genitori. Chi ha già lavorato nelle sue vite precedenti per diventare un musicista o un pittore d'ingegno, viene fatto reincarnare dalla Giustizia divina in una famiglia che gli darà le condizioni favorevoli per sviluppare quei doni. Se invece merita di essere debole, handicappato o malato, quella stessa Giustizia lo invia in una famiglia che gli trasmetterà debolezze e tare.

     

     

     

     

     

     

     

     

      I genitori sono responsabili solo in apparenza; non li si deve rimproverare di nulla, poiché sono semplicemente degli esecutori. Quel che ciascuno riceve dai propri genitori, è lui stesso, con la propria condotta, ad averlo preparato già da lungo tempo. Dunque, chi vuole evolvere, invece di prendersela con i propri genitori, deve prendersela solo con se stesso e mettersi immediatamente al lavoro.”

     

    Omraam Mikhaël Aïvanhov

     

     

     

      Trovo solo adesso il scandalo in quale sia implicato Fb, l'articolo è dal 18 marzo.

     

    (…) Confessa all'Observer l'autore della soffiata, Christopher Wylie:

     

      "Abbiamo sfruttato Facebook per raccogliere i profili di milioni di persone. E abbiamo costruito modelli per sfruttare quello che sapevamo su di loro e per prendere di mira i loro demoni interiori. Questa era la base su cui era fondata l'intera azienda". Una tecnica che gli esperti chiamano "psicografica".
     


    Verso la fine del 2015 Facebook aveva scoperto che i suoi dati erano stati trafugati in massa, ma non avvertì i suoi utenti e intraprese soltanto misure limitate per recuperare e proteggere le informazioni personali di oltre 50 milioni di individui.

     

    Cambridge Analytica era già stata messa sotto inchiesta anche in Gran Bretagna per la parte che ha svolto nel referendum sulla Brexit a favore dell'uscita dall'Unione Europea.

     

    "Usiamo dati per cambiare il comportamento dell'audience", afferma la homepage di Cambridge Analytica.”

     

    http://www.repubblica.it/esteri/2018/03/18/news/

     

      Fb è un mezzo stupendo di comunicazione e condivisione, poi ognuno di noi fa uso secondo la propria coscienza.

     

     

     Questa musica è divina, viene da un altro mondo. Devo dire la verità: la musica mi spinge a condividere il video che l'avevo visto già.

     

     

     

     

     

     

     

      

     

     

     

       Ecco che bello prima ho visto un uso inappropriato dei social poi trovo una musica divina e un segnale di allarme per un mondo oramai da secoli mortificato.

     

     

     

    Ed eccola qua:

     

    • Mamma ma non dovevi venire mercoledì?

    • Sì, ma Anna voleva andare via oggi.

    • Non avevate un trattamento fino mercoledì?

    • Sì.

    • Tu potevi fermarti per finire il trattamento.

    • Da sola?! Anna ha finito i soldi.

     

      Questa donna non è mai stata da sola un attimo nella sua vita, figuriamoci a questa età.

     

        Il vecchio invece è vivo, sta parlando e raccontando contento della sua venuta. Questo povero cristo non sa in quale mondo vive:

     

    • La carne è dal nostro maiale?

    • Sì.

     

    Lei rispose a metà bocca, lui non sa che lei ha regalato tutta la carne che avevano in congelatore e non si sa a chi.

     

    • Da dove carne dal vostro maiale?! E' carne dal negozio.

     

    Sono intervenuta per chiarimento, oramai lui è sordo e assente.

     

     

    Ed ecco anche Gianni in vacanza per 2 settimane. Lo saluto.

     

    • Come va Inghilterra?

    • Va bene.

     

    L'anziana con il suo classico vittimismo:

     

    • Meglio non andavo, mi sono rovinata.

     

    In somma sta regredendo da un giorno ad altro più che altro psichicamente, fisicamente né è solo il risultato.

     

      Arriva e Loretta qua, accompagnata di Corina. Non sono uscita per salutarla.

     

      Verso la luce

     

      Quella bellissima musica dalla Germania, sfortunatamente non è stata più per chiedere a Marta come si chiamasse la canzone.

     

     

     

     

    Martedì, 27.03.2018

     

     

    Senza alcuna rilevanza, mi sveglio con il ricordo della parrucchiera dicendo contenta a suo amico “ieri sono stata a sala da sport”. Beh

     

     

     

    L'anziana è tornata dai bagni con una brutta tosse:

     

    • Vai dal dottore.

    • Per spendere dei soldi?

       

    Ne ha speso parecchio in questa sua vacanza per … la salute. In pomeriggio stava lì sofferente:

     

    • Iris non sto tanto bene.

    • Vai dal dottore.

    • Non. Ho preso già delle medicine.

    • Vai fuori, prendi una bocca di aria fresca.

    • Fa troppo freddo.

     

    Eh va bene così.

     

     

     

     

    Ecco Lolek e Bolek, queste due non sanno camminare da sole.

     

    • Perché sono venute Corina e Loretta?

    • Hanno portato la pensione.

    • Potevate andare voi a prenderla, cosi facevate due passi. Aspetti sempre che facessero gli altri anche le piccole cose.

    • Lasciale fare! Anch'io vi ho cresciuti.

    • Smetti con queste stupidaggine! Or vi date da fare or andate in una struttura.

     

    Questa donna rifiuta proprio muoversi, le è entrata in testa da anni che i figli hanno il dovere occuparsi di lei e così è rimasta. Le passerà!

     

     

     

      Il tempo chiuso mi determina stare tanto dentro, così che riesco dare una forma e una struttura pur provvisoriamente al nuovo sito.

     

      A quanto pare insisto troppo con il nuovo sito a un certo punto sento un respiro spiacevole indietro della mia schiena, e tanta agitazione dal posto con i classici “lei ha fatto quello e quel altro”. Mi fermo per la troppa intensità delle energie.

     

      Vado fuori per prendere una bocca di aria fresca:

       cos'è con questa agitazione?

       Alla sinistra della mia fronte è l'unicorno piccolo circondato di nero.

     

      Torno al computer non riesco più fare grande cosa continua per un bel po la stessa agitazione poi calma totale, resta solo il suono del silenzio e i battiti profondi del cuore,  in questi attimi sto assaggiando l'eternità.

     

       Ormai è tardi ed io sono stata per molte ore oggi sul computer rivedendo in breve tempo mesi di esperienze particolari. So che funziona cosi quando sto esagerando, anche Jung descriveva accaduti strani quando affrontava l'inconscio.

     

      Vedo il computer aperto e la nuova pagina bianca luminosa, davanti è un viso piccolo scuro pare di donna, guarda intrigata al computer poi a me.

     

      Su quella pagina ho condiviso una splendida immagine per la compassione che secondo Kryon ci apre le porte verso la multidimensionalità. Adesso vedo l'immagine verso sinistra, con quel blu potente.

     

      Io non so come tanti persone scrivono 10 or 20 libri in breve tempo, io fatico tantissimo a scrivere una, da novembre 2003 in vari modi sto scrivendo ed eccomi qua senza averlo concluso e non so nemmeno quando e come lo finirò.

     Il sé mi mette il mantello nero sulle spalle, il disegno dorato è lì ma non lo vedo chiaramente, a posto della mia testa è un cranio.

     

     Un cranio è vuoto non c'è la mente con convinzioni errate e pregiudizi ereditati. Sarebbe un altra fase del alchimia?

     

     

     

     

     

    Mercoledì, 28.03.2018

     

    Dopo una serata intensa un sogno su misura:

     

      “ Un energia calda avvolge la zona del seno, la vedo bianca, ben delimitata del resto che è in ombra. Pare che sia la guida animica a portarmela.”

     

        Il corpo si sta trasformando secondo i suoi ritmi, pare che io non avessi un controllo consapevole su di esso. Il seno deve essere un simbolo per qualcosa, ma cosa trovo adesso in web non mi convince. In Giobbe si parlava tanto di seno e lui era un uomo, Sibaldi deve sapere di più.

     

     

        L'anziana ieri pareva che stesse morendo, oggi è perfino troppo vivace. Parla forte e si muove di là e di qua piena di impazienza. E' stata alla mesa del mattino, si nota subito la differenza.

     

    • Iris, non mangiare carne mercoledì e venerdì.

    • Mi stai dicendo cosa mangiare?!

    • Almeno questi giorni...

    • Tu sei libera di fare come ti pare, io anche.

    • Ormai sei persa. Dovresti andare a chiesa.

    • Stai scherzando?! Ma chi sei tu per dirmi cosa fare or no?

    • Sei un bambino, ai bambini deve dire.

    • Dove vedi tu bambini qua?

    • Allora cosa sei una zitella?!

       

     

      Aiuto! Un anziana incapace di occuparsi di se stessa pretende occuparsi di me? Che strano comportamento però, pare che io facessi parte dalla loro comunità e quindi ne sento delle belle.

     

     

      Manda il vecchio da Gianni per tagliare i capelli, lui era occupato. Lo manda ancora una volta non era a casa. Lo manda dalla parrucchiera che è qua vicino, torna nello stesso modo di prima:

     

    • Non era a casa la parrucchiera?

    • Ah quella li ha un amante, l'italiano se né è andato di qua.

    • Ma da dove sai tu cosa succede nella loro casa?

    • La gente parla.

    • Hai visto tu?

     

    Che gente limitata in questa comunità, gran parte è ossessiva con il sesso, suo e altrui.

     

     

     

     

     

     

    Venerdì, 30.03.2018

     

     

      Ieri ancora una volta ho esagerato stando al computer perciò in serata le energie erano particolarmente intense. Ho finito di incollare un documento di testo, quanto lavoro per un sito.

     

    Dopo il pranzo:

     

      Sento una voce molto arrabbiata cosi chiaro pareva che fosse accanto a me “La sua casa?! Quale è la sua casa?”

     

    Ed eccola qua dopo una decina di minute: Loretta. Il caso fa che fossi in cucina a quel ora lì, perciò ci salutiamo:

     

    • Iris cosa fai?

     

    Un tono sarcastico e sento dentro di me una leggera invidia “ Che bella è.”

     

    L'anziana inizia a piangere appena la vede, dandoli dei soldi:

     

    • Vai a portare questi soldi da mia sorella.

    • Vado.

     

     

       Poi parla con Monia al telefono:

     

       - Guarda la mamma come piange appena mi vede.

     

      In un finale se ne va:

     

       - Vai da mia sorella.

       - Vado, così la saluto ed io.

    • Salutala anche per me.

     

       Poi con naturalezza:

     

    • Sorella tu non hai bisogno di niente?

    • No, cara. Io mi arrangio da sola, sono loro due incapaci arrangiarsi.

     

    Se ne va, torna dopo un oretta. Adesso sta parlando con Oriana, siccome quelle due non sapessero telefonare.

     

     

      Adesso in serata Loretta arriva ancora, domani va via e deve farsi la valigia.

     

       Lei la informa che avrà da festeggiare in estate le nozze di oro di suo cognato.

     

       - Mamma tuo cognato ha detto che farà a ristorante i 50 anni di matrimonio.

     

      Aiuto! Ma cosa festeggiano?! E' una coppia con tantissime problemi.

     

      Poi la sua mamma inizia a dare sfogo alla sua invidia circa la giovane vicina parruchiera che ha tanta libertà e l'anziana non l'ha mai avuta:

     

        - Quella lì è stata abbandonata di suo marito. Lei è stata una sporcacciona da piccola.

    • Lascia stare mamma, ognuno con i suoi affari.

    • L'italiano è venuto con un camion, ha preso la sua roba e via.

    • Non fa niente, lei ha un lavoro per mantenersi.

    • Ma chi andrà da lei?! E' una sporcacciona.

    • Lascia stare, mamma.

     

      “Sporcacciona” cioè ha fatto sesso senza essere sposata, di certo a Loretta i suoi discorsi strani non le andavano molto bene.

     

    Questa donna è proprio mal andata poverina, poi stava dicendo al vecchio che è sordo:

     

    • In agosto, do a tutti un pezzo di terra edificabile.

    • ?!

    • Quello di Iris lo darò ad Oriana così che avessi cura di lei.

     

    Oh cielo che mi ha fatto arrabbiare, subito sono andata nella loro stanza.

     

    • Cosa hai detto? Io ti ho detto che lascio il terreno a Oriana?

    • Chi avrà cura di te?!

    • Ma io sono handicappata? Non riesco avere cura di me?!

    • Lascia stare, quando sarai vecchia come me chi ti curerà?

    • Non voglio più sentire stupidaggine del genere.

     

       A quella lì io le ho dato perfino troppo.

     

       Comunque rimango agitata e innervosita voglio partire di qua, caro sé con tuo aiuto or meno io me ne vado: Voglio una mia vita non a star lì agganciata al computer 6-7 ore al giorno, e per cosa?!

     Il sé si mostra scontentissimo, pare che avessi assorbito la mia stessa energia.

     

     

       Devo leggere qualcosa, domani è la luna piena, oggi Nadav spiegava cosa vuol dire Egitto e la Pasqua ebraica che è oggi. Dove sei Saint Germain? Mi serve un testo, qualcosa da leggere.

     

     L'immagine di Saint Germain, nel stupendo viola, è alla mia sinistra.

     

      Decisa di leggere qualcosa di interessante entro su Fb e mi trovo con l' affascinante immagine del femminile sacro che è Maria Maddalena nella visione del artista. In 28 marzo era sempre lì, ho guardato la foto e basta adesso leggo anche il testo che era agganciato a essa 2 anni fa e parla di Sekina, il nono strato di DNA, l'espansione della coscienza.

     

     

      "Il nono strato del DNA è chiamato Shechinah-Esh. Shechinah-Esh. Lo tradurremo a modo nostro, come Fiamma di Espansione. E’ il nono strato. Adesso lasciateci dire che cos’è e che cosa fa. Come gli altri, è uno strato interdimensionale e questa è un’informazione esoterica che non potrà mai essere provata nel corso della vostra vita. Ma alcuni di voi sapranno questo in quanto ha il suono della verità. Vedete, il nono strato è ciò che manca nel primo strato! Potreste anche dire che il nono strato è quello che fa funzionare la “spazzatura”! E quando mettete insieme il primo ed il nono strato, ottenete un completamento di comunicazione con i rimanenti strati interdimensionali.

    Questi insiemi di istruzioni nel RNA, alti 97 per cento, sono i manuali di istruzioni per tutto il DNA, non soltanto per il primo strato. Il Nono strato, perciò, è il ponte. La Fiamma di Espansione. E’ il ponte verso l’ascensione …. verso la guarigione. E’ il ponte verso la maestria. E’ il ponte verso l’autostima. E’ ciò che cercate di ottenere in quello che chiamate il Reticolato Cosmico, perché quella è l’energia del nono strato.

     

    C’è di più. L’espansione. Se qualcuno dice “Il mio DNA si sta espandendo” qualcuno risponderebbe

    “Bene, vai all’ospedale!” (risata) E qual è il vostro pregiudizio qui? Vedete, voi non pensate che il DNA

    debba espandersi. Volete restare come siete adesso, non è vero? Così un DNA in espansione

    sembrerebbe un problema terribile! Ma questo in realtà è ciò che è programmato per fare.

      Il nono strato ha anche il suo santo patrono, Saint Germain. La Fiamma nella descrizione è la

    Fiamma viola di Saint Germain.

    Rappresenta la guarigione, il potere, il cambiamento e l’attivazione.

    E’ l’unico strato del DNA connesso in questo modo ad un essere spirituale.

    E’ la Fiamma dell’Espansione - Shechinah-Esh – ed è il ponte che voi chiamate Maestria.

    In realtà, tutti i maestri che camminarono sulla terra avevano il vostro stesso DNA,

    ma avevano il nono strato attivato e vibrante.



    E’ importante che comprendiate che questa è la verità, per quanto esoterica essa possa essere. Infatti, c’è uno strato del DNA che ha la responsabilità di unire gli strati dei mattoni biologici all’insieme delle istruzioni dell’Universo. La scienza adesso dice che ci sono undici dimensioni. Noi diciamo che ce ne sono dodici (dodici che sono evidenti ed altre 24 che non lo sono). Persino la vostra scienza adesso capisce le implicazioni della fisica interdimensionale. E’ tempo di applicarla anche alla biologia."

     

       La Verità sul DNA - 11 Novembre 2004



      Resto sveglia fino tardi, una serata serena con una splendente luna giro fuori e dentro. Gli anziani anche loro restano svegli fino verso le 24. Sarebbe per colpa della luna?

     

      Reinizio i miei classici discorsi verso un viaggio di mio gradimento né per lavoro e né per risparmio, qualcosa solo per me l'ego si fa visto discretamente alla mia sinistra. Ma dai.. non posso fare qualcosa per me, solo per me?

     

      Un posto mai visto, Italia no.

      lo stesso uomo inchiodato appare davanti a me.

     

      E perché cazzo mi lamento sempre che il mio percorso non avessi nulla in comune con altri percorsi? Alla fine io ho la mia individualità è giusto che sia un cammino unico ed irripetibile.

     

      Il sé ha la testa bianca molto più grande, i tratti facciali quasi invisibili.

     

      Eh finalmente ho capito!

     

     

     

    Sabato, 31.03.2018

     

    Se pure mi lamentavo tanto ieri sera che non ci sia niente di simile al mio percorso eccolo lì “La profezia della Curandera”, un romanzo che descrive l'evoluzione di una donna moderna. Nella sua sintesi trovo passi comuni.

     

    Ed ecco anche Oriana telefona in serata per annunciare la madre che sia arrivata:

     

    • Oriana ma tu hai insegnato le preghiere ai bambini?

    • ?!

    • Ma quando a 30 anni?!

    • ?!

    • Sì è a casa.

    • ?!

    • Lavoretti.

     

    In effetti adesso ho finito e mi do una calmata

     

        Time

     

     

     

       

     

     

     

     

     

        Sto scivolando per buon tempo in energie di bassa frequenza collegate a religione e al sesso, vengono parzialmente dai famigliari, parzialmente dalla loro comunità. Resta l'evidenza per me sono delle interferenze che fatico allontanare, sembra proprio che fossero appiccicate a me. Sta diventando una sfida mantenermi calma interiormente per seguire i miei interessi, non i loro.

     

    Cosa dici di una viaggio per la mia anima?

    la guida animica mi mostra il gomito sinistro.

     

    Ahhaha! Solo questa non li serve.

     

      Va bene un viaggio per allontanarmi da persone e situazioni conosciuti, andiamo in un bel posto, Italia no.

     

      L'immagine del inchiodato arriva davanti a me.

     

    Secondo me questa immagine è una metafora, mi sta avvertendo che avesse una convinzione errata, un pregiudizio. Devo invertirla.

     

    Ecco il testo di Kryon sollevamento dei pesi è fatto per me, io questa pesantezza la sento veramente.

     

       “Molti di voi attraversano la vita vedendo le stesse situazioni, le stesse persone. Se siete studenti, se siete lavoratori anche nelle vostra vita sociale e nella vostra famiglia vi imbattete in quelli che io chiamo "insidie" che indica coloro che non hanno la vostra consapevolezza e che rendono la vita dura. Da queste persone di tutti i giorni dovete stare alla larga così che non dobbiate più ascoltare i nastri che girano ripetutamente, ovvero il lamentarsi. Oppure non dovete affrontarli perché vi prenderete cose negative e lo sapete, questo può davvero ferirvi - oppure, per esempio, (dovete stare alla larga ndt.) da quelli al lavoro a cui non piacete e che incontrate ogni giorno. Queste sono insidie, le chiamiamo così perché è facile inciampare nel fosso non è vero? Imbattersi in loro, per l'ennesima volta ogni giorno e sembra che vi buttino giusto un po' giù. Ecco la vostra sfida: no lascerete che questo accada.

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

        Li vedrete avvicinarsi e dentro di voi direte:"questa è la benevolenza della compassione, io vedo il Dio in loro, forse sono sotto stress, sono in difficoltà, sono sbilanciati, non sanno quello che io so. Li benedico nell'UNO (oneness) di tutte le cose". E poi lasciate che facciano le loro cose, e voi statevene lì nell'Amore e nella Compassione, e la bolla non ne viene interessata, non ne viene interessata, non ne viene interessata. Lasciateli fare quello che farebbero sempre, qualche volte vorranno di nuovo parlare con voi e dire le cose che avete già ascoltato, ancora e ancora. E' come se dobbiate attraversare il nastro che fanno suonare ogni giorno per arrivare nel luogo in cui potete fare quello che siete venuti a fare. Vedete, io so chi c'è qui e so come funziona.”

     

    Il sollevamento pesi” - 24 marzo 2018

     

      E' anche un testo recente, menomale ricevo tanto aiuto per chiarimenti.

     

      E' una splendida luna piena, mi muovo irrequieta fuori e dentro, mentalmente non riesco collegare gran che.

     

      Strano di ricordarmi il sogno avuto molti anni fa, era presente Morya e il messaggio era “quando vuoi aiutare gli altri ricevi tanto aiuto.”

     

     

     

    Domenica, 01.04.2018

     

    Non mi è chiaro è un sogno, un ricordo or semplicemente Gilberto è tornato in Germania adesso certo è che vedo il suo viso indirizzato verso sinistra, poi vedo certe persone di là.

     

    Ho più or meno la stessa irrequietezza di ieri, penso a lavoro fra poco è un mese da quando sono qua.

     

      ti auguro la felicità, le parole risuonano dentro di me. Sono anni da quando mi sono state trasmesse, ero in Italia a un lavoro di un mese come badante. Che noia!

     

         Rumi

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

    bene 11.11, sono venuta al computer pensando devo occuparmi del sito, ieri non ho fatto proprio nulla là.

     

    E da accordi musicali che mi portavano a Rumi finisco al film “il principe che contemplava la sua anima.”, dedicato al affascinante ed intrigante mondo dei sufi. In effetti quel principe sta da solo per giorni in un assoluto silenzio per scoprire la sua anima.

     

       Del silenzio parla e Giorgio del Sole, strana coincidenza e non è la prima. E' vero a un certo punto diventa una sfida accedere al silenzio totale, e solo in quella pace arriva da noi l'intuizione con la verità.

     

     

      https://youtu.be/RBTyJIMLIz

     

     

     

     

     

     

     

       Finisco il film e faccio qualcosa sul sito, mi sorprendono le esperienze avute nella scorsa primavera siccome non fossero sempre. Intendo incollare tutto il testo, è doveroso condividerlo, poi andarmene di qua. Questo sito sta diventando un peso: dimentico vivere e gioire per la vita.

     

      • Sabato mi stavi addosso una cosa pazzesca per quella insalata, adesso non la mangi?

      • Non ho più voglia.

     

    Poverina la voleva proprio allora, solo che io mi la sono tirata per un bel po.

     

    Ecco anche questa qua

     

      Penso che i borderline siano le persone più arroganti che ci siano”

      Mi risuonano nella mente le parole del pastore, dette anni fa.

     

      In realtà pensavo con quanta freddezza non ho risposto al saluto religioso di Walter e Vania, arrivati qua entusiasmati dopo la messa insieme ai figli. Per tradizione si saluta con:

     

          - Cristo è risorto.

    • Buongiorno.

       Vania insista:

    • Oggi si saluta con “cristo è risorto”.

    • Se la dici tu...

     

      Normalmente si risponde “vero, è risorto.” Queste tradizioni e queste favole teologiche non mi stanno per niente a cuore.

     

       In tarda serata mi attira l'attenzione la luna, è ovoidale siccome fosse un enorme uovo. Strano solo ieri è stata piena, non poteva diminuire cosi velocemente. E pure ha la forma di un uovo per molto tempo, incredula faccio le foto magari la vedo solo io così. In effetti ho ragione: nelle foto è rotonda.

     

    L'uovo è simbolo di rinascita interiore, la nostra aura ha la stessa forma.

     

     

     

    Lunedì, 02.04.2018

     

     

     

     

     

     

     

     

       Yanni … con quel pezzo famoso pieno di nostalgia prelude.

     

      Aspettavo che mi chiarissi qualcosa circa il sogno, che può avere legame con due accaduti di ieri: l'insalata e il sito.

     

      “Verso sinistra è un piatto ovale con una pietanza giallo chiaro, assomiglia a insalata che avevo preparato sabato. Un piccolo pezzo verso la destra si stacca: è molto morbida quasi gelatinosa. Penso “non doveva essere cosi morbida”. Indietro di me è un corpo giovanile bianco, rimarco che nella zona intima ha poco pelo. Mi meraviglio “Come mai cosi poco pelo?”

     

     

      Vedo che è rimasto poco dal animalità, dalla biologia primaria, il corpo si è già tantissimo trasformato. Eh meno male, pareva che non fosse arrivata da nessuna parte.

     

     

     

    My way.... regrets...

     

     alla mia maniera... rimpianti...

     

     

     

    Mi godo il sole primaverile finalmente è primavera.

     

       Sento indietro della testa parte sinistra “8.000... 8 milioni...” si ripete parecchio questa cifra nei discorsi dei famigliari.

     

      L'anziana ha fatto uno sforzo per andare alla messa, vedo il suo viso scuro e piccolo sulla sinistra della mia fronte. Dopo una decina di minuti eccola qua realmente così: piena di nervosismo. La chiesa ha un effetto strano su questa donna, mi da l'impressione che sia stufa del suo proprio automatismo portato avanti per vari motivi da 70 anni.

     

     

      Il cuore va avanti....

     

     

      Mi occupo del sito, è tanto da fare: praticamente la riprendo daccapo. Va bene così, l'altro era lunghissimo e mai riuscivo sistemarlo.

     

     

     

    • Iris, Giulio sta lavorando a un negozio in Inghilterra.

    • Veloce. Ma quando hai parlato con lui?

    • Poco tempo fa ha telefonato. Arriverà in agosto, ma è tanto fino allora.

       

    Manda il vecchio alla messa in serata, qui sono 3 nei giorni di festa e 2 nei giorni feriali:

     

    • Mamma fa un po freddino stasera, dovevi dire a papà di tornare un p prima.

    • Lascia stare, deve confessarsi.

    • Ma stai scherzando?!

    • Magari in un domani morrà, non deve essere confessato?

    • Lui è sordo, cavolo.

    • Anche il prete sa urlare.

    • Appunto, sarà una commedia.

     

      Un sordo a confessarsi? Questa donna non è sana.

     

     

      Cerco l'immagine da incollare sul sito per il testo del filo d'oro, vedo il simbolo del labirinto scolpita nel muro accanto di una colona con il titolo il filo di Ariana. Non lo leggo, è anche molto tardi, insisto trovare quel dipinto famoso che a me piaceva ma senza successo. Potrebbe essere di Veronese?

     

    Stasera la luna ha la stessa forma ovoidale, non faccio più le foto oramai ho capito: io vedo a mio modo la realtà.

     

    Aspetto che sia finita la pubblicazione del sito strano che sia cosi lento il salvataggio, finora l'ho fatto parecchi volte.

     

     

      Io sono in una nuova energia, io merito la felicità e ...la gloria...

     

       “Gloria”? E' una novità.

     

      Cerco chiarirmi cosa vuol dire gloria lo intendo come aura, corpo di luce, un essere umano completamente trasformato.

     

     Una grande luce scende verso di me.

     

    Comunque chi vede aura può testimoniare la bellezza e la grandezza del essere umano.

     

      Mi ha colpito il misticismo? Sì, poiché in tante altre vite, io ho fatto lo stesso.

     

     Al imprevisto una balena gioiosa appare davanti a me.

     

    Simbolo del inconscio.

     

      Mi ricordo le parole di OSHO “un Budda è frainteso.”

     

     

     

    Martedì, 03.04.2018

     

       “Scolpita nel muro è l'immagine del labirinto, sotto di essa è una breve frase scritta in nero, inizia con Non..... “

     

    Magari voleva dirmi non è la stessa cosa con il mito greco e che non ha più ragione OSHO: i tempi sono cambiati.

     

    Mi era chiaro il messaggio, mi sveglia la madre bussandomi nella porta poco dopo le 8 e ciao non mi lo ricordo più.

     

    • Iris, vieni ad aprirmi la porta. Mi servono i vestiti.

    • Ma dove lo mandi un mezz'oretta prima?

    • Fino arriva a chiesa...

    • Sono solo 5 minuti fin là.

     

     

    In somma io al 1 ero ancora in piedi, mi auguravo di dormire fino alle 10, ma si può?

     

     

    Va anche lei alla messa dalle 11 e torna con un sacchettino:

     

    • Ancora medicine?

    • E' calcio per le ossa.

    • Ti ha detto un medico di prenderlo?

    • No, le donne...

     

       E' compleanno di qualcuno su Fb, pensavo a un immagine da regalare ed ecco mi appare verso sinistra la gocce che cade nel oceano, facendo i cerchi concentrici nel acqua.

     

    Proprio quella ho messo sul suo diario, rimarco che ha come copertina un ritratto di Kuthumi artisticamente occidentalizzato con occhi azzurri.

     

     

      In serata sento Corina e una voce maschile, magari di Walter:

     

    • Sì, ma la mamma dorme.

    • Corina, ma cosa stai dicendo?!”

     

        Questa giovane donna ha dei grossi problemi psichici, ironia della sorte quando viene qua ci sta analizzando con tanta severità pensando che i problemi li avessimo noi! Ma è lei in pensione per la malattia da anni. In effetti non sono più passate di qua né lei e né Diana, i genitori sono un po tristi.

     

     

     

     

    Mercoledì, 04.04.2018

     

    Mi sveglio avendo chiara una sola idea: telepatia.

     

       Prima del pranzo sento un pensiero molto arrabbiato di Corina: “Tu cosa ci fai qua?!”. Magari è rimasta arrabbiata di ieri, era molto scontenta di qualcosa.

     

      Ambasciatore” si ripeta questa parola nei discorsi del posto.

     

      Finalmente è tempo bello, adesso sì che si sente aria di primavera.

     

      In verità pensavo a lavoro, mi sento sradicata quando non c'è.

      Accanto al sé appaiono dei baffi grossi scuri, cosi vicino uno del altro che mi pareva fosse il sé trasformato.

     

     

    In serata faccio due passi per la spessa, incontro Walter e Vania:

     

    • Agli anziani servirebbe un bidone per immondizia.

    • Ti lo porto domani.

    • Non c'è fretta, quando hai tempo.

     

    Dovevo chiederlo un po prima, è faticoso anche per me portare i sacchi con immondizia fino in strada.

     

     

      Abbiamo dimenticato che siamo la stessa sostanza del padre ecco questo è un pensiero teologico.

     

     

      Guardavo incantata l'immagine del femminile sacro, sinceramente se non fosse quel splendido viola non la troverei così affascinante.

     

       A te che splendi fra gli uomini

     

     

    Eh bah ti credo.

     

     

     

    Giovedì, 05.04.2018

     

       “Una tazza bianca è messa sul fornello, dentro è vino che spumeggia.”

     

    Realmente papà stava ieri pomeriggio con una tazza cosi, guardandomi con severità. Se questo è il significato del sogno.

     

    Mi godo il bel tempo facendo qualche lavoretto fuori, poi vengo dentro e mi rilasso come sto bene, non mi manca niente.

     

      Ramtha - la parola è leggermente sinistra, un cavalo bianco allatto è davanti a me, l'immagine non è molto chiara.

     

      A te che sorgi ...

     

    Eppure è Ramtha pensavo che fosse Saint Germain ed invece il secondo è con l'Io Sono.

     

     

     flyng home - pochi accordi

     

     

       A te che sorgi... ricordati le cose belle... apprezza quello che hai e chi sei non puoi andare avanti sulla via portandoti addietro un sacco di dramma. Sei unico e irripetibile proprio come ognuno di noi, hai la tua personalità è vero ma hai anche tantissimi qualità, vai verso di esse.

     

     

      I canalizzatori non sono immuni alle bufale che girano nel web. Sto condividendo da Ronna una roba con luna verde, Giorgio anche lui la condivide subito. Dopo qualche oretta mi passa in testa luna verde... cosi che cerco su Google e trovo subito vari articoli che smontano la bufala di prima.

     

      Ironia della sorte proprio in un testo di Ronna è scritto per ben 3 volte discernimento, discernimento, discernimento.

     

     

        Alla sera sento buongiorno in serbo fluttuandomi alla destra, vedo anche due clienti, rumeni stabiliti là da anni. Mi immagino che fossero arrivati i vecchi là, perciò è un po di agitazione.

     

      Caro sé io incollerò tutto il testo, le do un tocco di eleganza poi lo condivido. 2 mesi sarebbero abbastanza per ciò, poi me ne vado!

      Il sé si mostra molto arrabbiato, ma per cosa?

     

      Sento una strana parola ...nosotra... che può essere nostra in spagnolo, poi davanti a me appare il viso di una donna anziana appartenente a un altra cultura.

     

     Ho metà stella bianca sulla fronte e un anelo bianco sulla mano sinistra.

     

     

     

    Venerdì, 06.04.2018

     

       Guardo sul telefonino in mattinata per vedere che ora fosse e vedo una chiamata persa ieri pomeriggio alle 15,23 era da Marta. Che non ho sentito il telefonino è normale, ieri essendo una splendida giornata sono stata tanto fuori, ma ricevo l'informazione solo oggi? Stanotte alle 3,49 ero in piedi e sul telefonino non era niente.

     

      In somma certo è che entro in agitazione vado? non vado? Ma perché ho questa agitazione? Io so una sola cosa che di qui voglio partire ed ecco l'ombra (l'ego) alla mia sinistra.

     

    Un giorno prima ho pensato io a lavoro or era semplicemente il sentire la sua telefonata?

     

    Gianni fra poco torna in Inghilterra, la madre parlava di terra e di semi:

     

    • Mamma ma chiedi da me? Io mi occupo di terra?! Io vado avanti non indietro.

    • Ma sai...

    • Dimmi “stai cosi a far niente?”

     

     

     

      Solo questa mancava vedere davanti alla porta: una suora per elemosina. Appena sono riuscita allontanare la zingara che veniva spesso e adesso arriva questa qua. Secondo me lei è stata già, l'anziana si comporta siccome fosse un nababbo!

     

    • Cosa vuole questa qua?

    • Soldi.

    • Vai a dirle che non hai.

     

      L'anziana si muoveva in stanza imbarazzata e indecisa, come dire “non ho”?! Il vecchio era assente alla vicenda avendo la radio con volume alto. Insisto alzando il tono:

     

    • Vai a dirle che non hai!

     

    Finalmente va a dirle. Questa qua aveva il motivo:

     

    • Sai è per un pranzo come ringraziamento a Dio che abbiamo di tutto.

     

    Che la faccia pure, ma non può ringraziarlo con i suoi soldi?!

     

    Da una parte è questo sperperare a favore degli estranei, da un altra parte:

     

    • Ma quello peperone non mettilo intero, magari un pezzo ci servirà un altra volta.

    • ?!

     

    Adesso dovevo fare risparmio con un peperone?! E' inutile arrabbiarmi, a questa donna il cervello non li funziona proprio.

     

     

      Stefania ci ricorda che fino in 16 aprile Mercurio è retrogrado, la mente razionale si risente. A chi lo dici? Pare che io fossi in impossibilità di legare qualcosa logicamente per la partenza di qua:

     

      l'ego si fa visto alla mia sinistra.

     

       Ma la mia partenza di qua ha da fare solo con l'ego? Mi sorprende vederlo così spesso.

     

       Chiudo la serata con pesantezza, tanta pesantezza, secondo me ha una fonte ben precisa non centra nulla con cosa succede in giornata.

     

    Mi sta tanto in testa anche la vicenda con il lavoro e la chiamata persa.

     

    L'essere umano ha 200.000 sensi, tantissimi, una piccola parte li ho già sviluppati:

     

     la guida animica fa il gesto di srotolare per un pezzo un strato bianco sul piede sinistro che resta luce solida.

     

     proprio adesso ho l'anelo bianco sulla mano sinistra che si trasforma in pura energia.

     

    Non odo i pensieri solo con le orecchie, ma con gran parte del corpo.

     

    E ho anche la metà di stella bianca sulla fronte, che sta per chiaroveggenza eppure mi trovo tanto indecisa quando ho una scelta da fare.

     

     

     

    Sabato 07.04.2018

     

    Ed ecco Walter arrivato con il bidone, lo pago quanto mi aveva detto lui. Dopo la sua partenza rimarco che il prezzo sia leggermente più alto:

     

    • Mamma dovevo dare di più a Walter, ha il prezzo li.

    • Lascia stare, lui guadagna abbastanza.

     

    Cosa dicevo?! Solo ieri buttava con i soldi per aria, non è sana questa donna.

     

    Ma né il vecchio è di meno, mi sono impegnata oggi per pulire e profumare bene tutta la casa lui accende fuoco in pomeriggio e ciao l'odore di fumo si sentiva dappertutto.

     

    Di certo non mi sorride stare qua per troppo tempo con due senili, ma né andare ancora in quel ritmo di mezza schiavitù. Ho chiuso il telefonino da ieri, perciò in serata vedo Ada davanti a me, intrigata. Più tardi sento anche il classico di Gilberto ti capi?! Stai attenta.”

     

    Rimango agitata e indecisa sul da fare, pare che io no riesco trovare il centro.

     

       E' riecheggiata questa verità.

     

     

     

    Leggerei qualcosa rinfrescante.

     

    Finisco a Saint Germain che nel ultimo testo da marzo sta parlando di Realizzazione, stanno leggendo il mio sito? Leggo io i loro pensieri? Io parlavo di realizzazione del sé già in 2009. Invece trovo una novità: bitcoin.

     

     

     

     

    Domenica, 08.04.2018

     

     

      Gli stessi accordi di ieri sono dentro di me, è una musica delicata.

    Mi pare che sia mermaid – sirena di Yanni.

     

     Sono finita a Neale Donald Walsch, oramai i suoi video mi danno quello che mi serve adesso. E vedo che ha già il libro 4 il risveglio della specie. Deve essere molto interessante.

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

    Passo e a Louise Hay che ci ricorda l'infanzia e quanto ne siamo condizionati inconsapevolmente nella vita.

     

     

    Gianni passa di qua per salutarci, torna in Inghilterra. Che bello!

     

     

    Pare che questi due anziani facessero concorso chi si lamenta di più, sin dal mattino fino alla sera. Ed io sto qua?!

     

     

      Mi preparo la valigia, almeno un giro da qualche parte mi lo farò ed ecco l'ego alla mia sinistra. Eh va beh quello non quel altro no, aspettiamo che il mio ego cioè le mie pretese mentali abbiano una fine?

     

      Ho preparato una minestrone pensando Corina passerà di qua, magari mangerà anche lei. Ed eccola qua dopo circa mezz'oretta.

     

    • Iris, cosa stai cucinando? Pare una minestrone italiana.

    • Pensavo che mangerai anche tu.

    • No, io ho cucinato lasagna.

       

     

      Laura passava alla messa dalle 18, guardava alla mia vecchia valigia rosa che stava fuori per prendere aria. Sono ormai abituati a vedermi con le valiggie pronte.

     

     

      Vedo che da ottobre 2017 anima edizioni era nella mia attenzione ed io li ho contatato in marzo e con un morale alla terra. Pazienza. L'intuizione deve essere messa in pratica subito, non dopo metà anno!

     

     

      Vado a fare spesa verso le 20. Lì arriva e un ragazzo di Walter, magari è quello con pensieri verso teologia, suo papà lo ammonisce subito:

     

    • Ma voi non siete a chiesa?

    • Perché? Cos'è là?

    • Non so... il cammino della luce.

    • ?!

     

      Oggi e domani è la Pasqua ortodossa, cosa festeggia la chiesa cattolica di qua non lo so.

     

     

      È riecheggiata questa verità

     torna parecchio nella mia attenzione oggi.

     

     

      Mi do da fare con il sito, capisco anch'io che sto esagerando non posso fare in un giorno quanto in mille anni. Mille è poco è solo un modo di dire, il mio inconscio ha …. 30.000 anni... Beh è una venerabile età da queste parti! Ramtha affermava di avere 35.000 anni.

     

     

     

     E' riecheggiata questa verità,  ma questa affermazione di Neale viene tanto spesso oggi.

     

     Lo so, l'avete sentito tante volte.

     

     

      La risposta è l'amore. Può essere, ma come facciamo a saperlo?!

     

     

       In tarda serata mi sta fluttuando intorno “buon appetito” in tedesco.

    Ho uno stato strano molto teso. Davanti mi appare un viso anziano irriconoscibile, capelli bianchi. Potrebbe essere Giuseppe se pure di là mi veniva tanta agitazione nei ultimi giorni. Il sé non ha un viso sereno: è qualcosa che non li va.

     

     

    Ecco io non ho decine di scelte da fare, anzi è anche molto semplice: resto qua, vado in Germania or vado altrove. Tutto lì.

     

    Come scelgo?!

      L'ego appare sulla sinistra accanto a me, va bene questa l'abbiamo già capita mesi fa.

     

    E la scelta per amore dove sta?

      Sulla spalla destra è una piccola energia bianca con sembianze umane, può essere un energia agganciata a me e null'altro.

     

      La sinistra è la mente razionale, la destra è la mente intuitiva. Mi diverto anche! Avete presente il cartone animato quando a Tom, il cattivo gatto, li appaiono sulle spalle un diavoletto e un angioletto? Eccoci arrivati!

     

     Sarebbe bello trovarlo su YouTube, hanno però a migliaia.

     

     

     

     

      Lunedì, 09.04.2018

     

     

       Sento lo stesso “buon appetito” in tedesco girandomi attorno. Poco dopo con accento italiano un ironico “Iride”, è indietro di me. Un pensiero del genere viene da Ramiro, non è la prima volta.

     

       Da quando con la loro telefonata pare che vari pensieri arrivano di là qua. Ma che cazzo è questa roba qua?! A me non servono cose così.

     

      Non esiste separazione, arriva con forza da indietro di me.

     

    Sì ho capito anche questa, realmente non c'è. Potrebbe essere qualcuno a migliaia chilometri ed io lo sento siccome fosse accanto a me. Eh allora cosa sto a far qua?

     

        Scoprire la tua divinità con un energia morbida è leggermente destra.

     

      So anche questa. Non so esattamente cosa vuol dire, io pensavo a quei 200.000 sensi che un essere umano ha in sé.

     

      Gli operai spostano certe cose per poter lavorare, si muovevano in cortile per trovare posto alla fine la mettono sottotetto:

     

    • C'è roba dappertutto, qui è stata una grande casa con 4 stanze.

    • Allora perché l'hanno abbattuta?

    • Per farsi casa la figlia.

     

     

      In pomeriggio è una voce maschile che parla italiano ...anagrafe... anagrafe... mia colpa...

     

     

       Bitcoin lo vedo ancora, questa volta mi informo circa la criptovaluta.

     

      Presuppongo che la mia stessa impazienza e i pensieri di partenza mettono in movimento l'atmosfera incendiaria di qua. Che poi gli operai devono entrare dappertutto cantina compresa e loro hanno messo un bel po di cose proprio là:

     

    • Ma perché non buttate quella roba ?

    • Si occuperà Oriana in estate.

    • Da 2 anni la spostate di qua e di là. Non servirà a nessuno.

    • Non vedi che non hai niente? (Questo è lui.)

    • E' la tua dotte.

       

      Si diverte lei.

     

    Alla cena tutti due sono molto scontenti per la mia mancanza di comprensione nei loro confronti, realmente mi sono stufata spostare la loro roba. Mangio più tardi in tranquillità pensavo io.

     

    • Iris ti do del pane?

    • Se mi serve lo prendo da sola.

    • Mangi senza pane?

    • Mangio come mi pare.

     

    Aiuto! E' inutile, questi due hanno il cervello in vacanza è vero. Tuttavia io non riesco mantenermi calma.

     

     

       Chiudo la serata con un energia bianca davanti a me, sembianze umane.

    Il sé alla destra si cambia tantissimo prima gli occhi li escono dalle orbite verso sinistra, la lingua è nera divisa in due.

    Più in là alla destra in una zona di luce, vedo un uomo maturo seduto: sta scrivendo.

     

     

     

    Martedì, 10.04.2018

     

     

    Stanotte mi sono svegliata avendo davanti a me il viso di un giovane uomo bruno, mi guardava con insistenza. Questa persona può avere legame con la visione di ieri sera, magari è qualcuno che sta scrivendo.

     

      Sento subito la madre dicendo a lui:

     

      - Sono 2,30 ed io non riesco addormentarmi.

     

    In effetti alle 24 era ancora in piedi.

     

     

    Mi sto abbronzando, è un tempo stupendo mi lo godo. Vedo ancora una volta la persona di stanotte, mi guarda nello stesso modo. Guardo il cielo azzurro verso la destra e vedo 4 colombe bianche in volo, bellissimo.

     

     

    I vicini di mia madre fanno spettacolo, suo papà tornava a casa un suo figlio inizia:

     

    • Dove sei stato?! Dove giri?

    • Zitto! Ti do uno schiaffone.

    • Giri? Stupidono!

     

      Cosi fa la loro mamma nei confronti di suo marito, i figli non fanno altro che copiare il suo comportamento. Una classica famiglia cattolica del posto: lui l'ha sposata per la casa, lei era vecchietta e non trovava marito.

     

     

    Mariarosa ha un articolo interessante per questo periodo, ma periodi calmi senza importanza non ci sono più?!

     

    Più tardi inizia anche il vecchio di qua a lamentarsi a lei:

     

      • Ma Iris sta lì a far niente?! Non va a chiesa, fuma. Dobbiamo tagliarle le mani.

      • Smetti.

     

     

    Approfitto del bel tempo facendo due passi per comprarmi le sigarette, questo posto è così stretto.

     

    Ma io sto li a perdere tempo ed energie con stupidaggine del genere?!

     

     La stessa energia bianca appare davanti a me.

     

     

     

       

        Mercoledì, 11.04.2018

     

        Inizio la giornata con la canzone su ali di vento scoperta in marzo venendo qua. I versi non sono gran che, musica e voce sì.

     

       

     

     

     

     

     

     

     

     

     

      

     

     

       Oggi doveva essere una giornata particolare, mi occupo intensivamente del nuovo sito.

     

      Papà ci avvisa che il nipote che ci dava una mano qua è andato a lavoro. E primavera, la gente si muove.

     

     

      Ed ecco in serata Oriana al telefono, sta parlando anziana con lei.

     

      Scopro su Fb un video di Sibaldi, più or meno l'idea è che noi mettiamo in movimento il bastone tra le ruote che apparentemente arriva dagli altri e lo facciamo per paura di scoprire chi siamo veramente. Le do ragione!

     

     

      Mi godo il silenzio dopo una passeggiata e un buon acquisto, lo stesso penso alla partenza.

     

        La stessa energia bianca è davanti a me.

     

       Secondo me ha un suo significato.

     

     

       Mi addormento con l'energia della poesia desiderata, pareva che ci sia come un quadrato di luce solida davanti a me e mi ricordo solo un verso di là incompleto … e che sia chiaro or meno...

     

      A parte che il titolo è fuorviante almeno se non lo completi con “la pace”.

     

       “E che ti sia chiaro o no,
       senza dubbio l'universo va schiudendosi come dovrebbe.”

     

     

      Realmente non l'ho più letta da anni, era arrivata nelle mie mani tramite Loretta:

     

        - Sorella ho pensato che va bene per te, era sul muro nella sala da sport. Ho letto il verso

      “Evita le persone rumorose e aggressive, esse sono un tormento per lo spirito" .

      So che non ti piacciono.

     

     

       In questa traduzione c'è " Evita le persone volgari e prepotenti"

     

     

     

     

     

     

     

         Giovedì, 12.04.2018

     

       Questo anziano è senile e mal andato da ogni punto di vista, ha tuttavia tanto sarcasmo verso di me quando è qualcosa da fare. Pare che tutti due si sono fatti delle grandi speranze nella mia venuta qua: io faccio il necessario.

     

      Ma io sto li a sentire banalità del genere? Che poi li sento da anni, non di adesso.

     

      Ecco questo uomo giovane bruno si fa visto alla sinistra. Ma chi cazzo è questo qua? Sono giorni da quando non ha altro da fare.

     

     

       Mi godo i primi alberi fioriti, ci ricordano il paradiso dimenticato. Mi piace tanto la primavera, è visibile la forza dirompente della natura con grazia e bellezza.

     

     

      Devo chiudere i cicli, ma non mi è molto chiaro quale.

     

       lontano e discretamente appare l'immagine con le mani incatenate che sta per schiavitù e che mi è apparsa già collegata al ultimo lavoro. Rinuncerei a esso per vari motivi, ma con cosa lo sostituisco?

     

       Sono aumentati i prezzi in Romania, io mi sono accorta già giorni fa. Strano che non hanno fatto tam tam a TV prima del loro aumento, ma solo dopo. L'attuale sistema economico ci spreme come una spugna, per quanto tempo andrà avanti cosi?!

     

     Continuo occuparmi del sito, mi sorprende la forza dei “miei” pensieri ma cosa facciamo qua? Una rivoluzione?

     

       Leggermente destra mi appare il dipinto la libertà guidando il popolo.

     

     A quanto pare sì la stiamo facendo proprio ora, è un notevole cambio di era.

     

     

     

     

       Venerdì, 13.04.2018

     

    E' un splendido tempo! Mi godo il verde e gli alberi discretamente fioriti, come in automatico penso io voglio andare via di qua.

     

       La stessa energia bianca appare davanti a me leggermente sinistra.

     

    Beh è automatica anche quella?!

     

      Non so ho una sensazione di blocco non di sviluppo, pare che mi mancassero tante altre cose quando io sono qua che poi mi snervano parecchio anche gli anziani:

     

      Ecco

     

      Arriva dalla sinistra insieme al mio ego.

     

      Entro su Fb e vedo per l'ennesima volta l'ammonimento di Kryon per il raffreddamento globale al quale andiamo incontro:

     

     

       “Il cambiamento climatico che vedete è assolutamente normale, non è qualcosa che questo pianeta ha generato a causa delle sostanze messe nell'aria. Lo dirò di nuovo: le sostanze che mettete nell'aria sono in grado di uccidere voi non il pianeta. I cicli che vedete e di cui non avete fatto parte perché non avete una vita abbastanza lunga, sono di nuovo qui. Questo è dimostrabile, i climatologi, specialmente quelli che non sono coinvolti in nessun tipo di mitologia o politica, lo vedranno nei campioni di ghiaccio (prelevati tramite carotaggio), negli anelli degli alberi, il pianeta sta attraversando un ciclo naturale. E il ciclo è freddo, l'abbiamo chiamato Mini Era Glaciale per avvertirvi del fatto che non si tratta di un ciclo grande. E' accaduto precedentemente e quando avviene ci sono attributi che dovete conoscere a riguardo. Diventa freddo e rimane freddo, fa più freddo del normale, fa così freddo che possono esserci continuamente tormente di neve.

     

      Ora, vi sto dando questa previsione che non è una previsione esoterica, è ciò che gli scienziati dicono. Eppure c'è poca azione al riguardo, vi stiamo dando qualche consiglio perché sappiamo che sta arrivando qui. E voi potete aspettare dai 15 ai 20 anni per dire che Kryon aveva ragione e che dovreste fare qualcosa, oppure potete iniziare adesso, osservando questo. E' un'ironia che il modo in cui producete elettricità, l'idroelettrico, sarà la cosa che farà crollare la vostra griglia. Il ghiaccio gelato fermerà la griglia, un guasto che non potrà essere risolto in uno duo o tre giorni. Cavi ad alta tensione che cedono e che non possono essere ripristinati perché una tormenta di neve dura un mese, è possibile questo? Sì, non sarà la fine di questa città, sarà semplicemente un periodo freddo. Se vi preparate per questo, cari miei, starete bene. Avrete già molte cose sistemate, avrete bisogno di tunnel tra gli edifici, treni che vi porteranno in modo sicuro da un posto all'altro a prescindere dalle condizioni meteorologiche. Ma come affronterete il fatto che la vostra griglia fallirà? (...)

     

     

     

     

     

     

     

      Dovete cambiare il modo in cui producete elettricità. Cari miei, è qui, è già qui, è sul pianeta, è stato inventato. Sfido quelli che stanno ascoltando e che vivono in questa area o nelle province attorno, ascoltate questo: ci sono modo di produrre elettricità senza l'idroelettrico che sono solo per isolati e quartieri, in modo che se uno si guasta potete semplicemente scappare alla porta accanto, non dovrete aspettare che le utenze vi ripristino la vostra elettricità, perché non possono, e non sarebbero in grado di farlo sarebbe aldilà della tecnologia ripristinarla durante una tormenta di neve, durante le piogge ghiacciate. Ma voi avete sempre la porta accanto. Abbiamo anche detto che sebbene sia contro le vostre leggi usare le stufe a legna, non ci sono leggi riguardo ad usarne una durante le emergenze. Quindi potete tenerne una e non usarla ed essere ancora nella legalità. Vi incoraggio a possedere una stufa a legna.

    Capite quello che sto dicendo? Sta arrivando e quello che arriva è così bello per Gaia. Gaia passa attraverso questi cicli con andamento regolare per ripristinare certi tipi di vita naturale su questo pianeta. Potete pensare che le barriere coralline stiano morendo e che voi ne siete responsabili finché non guardate al ciclo che c'è stato prima che gli umani fossero qui e vedete che prima del ciclo le barriere coralline muoiono. Fa parte del modo in cui funzionano gli oceani, è sempre accompagnato da un ciclo di riscaldamento che lo precede. Allora i ghiacciai si ritireranno come hanno fatto in passato e poi ritorneranno come hanno fatto in passato, è un ciclo. E' un ciclo e sapendo che sta arrivando potete preparare queste province e quelle intorno così che ci passerete senza problemi.

     

    Sapete che sta arrivando perché sta già diventando più freddo. Siamo qui ad Aprile e sta nevicando, che coincidenza!

    Capite cosa sto dicendo?”

     

    Kryon/Lee Carroll - Coscienza e durata della vita - Montreal 8 aprile 2018

     

     

       Che strano! Stavo condividendo un nuovo testo di Kryon circa la coscienza, gaia e il raffreddamento globale che sta arrivando. Pensando nello stesso tempo Oriana purtroppo non ha fatto una stufa. Il cuore spingeva verso destra, ma molto denso siccome si spostava dal suo posto.

     

      Mi immagino che il cuore non andava così pesantemente per la parola “stufa”!

     

    So anch'io che pochi prendono in serio il raffreddamento, ancora di meno fanno qualcosa al riguardo. Qui appena si fanno riscaldamenti moderni con base gas ed elettricità, altro che stufa a legna!

     

     

       Vedo a Sibaldi un bel po di video e trovo tutte le parole, i concetti, che io ho affrontato già che anche lui le sta prendendo uno ad uno. Seguiva il mio vecchio sito? Realmente mi sorprendono tante coincidenze. Che poi tutti quanti ci influenziamo a vicenda.

     

       Non sono stata in città da un bel po, mi impegno al massimo possibile per il sito. Mi dichiaro contentissima per la nuova piattaforma consigliata dal vecchio Host, essendo moderna e professionale mi permette molta elasticità rispetto alla precedente. Adesso sono contenta per l'accaduto al vechio sito.

     

      Stasera mi allungo col sito fino al punto di non farcela più, sto esagerando ovviamente, pare che questo sito stia diventando un dovere la guida animica si avvicina guardandomi con serietà, ha il viso molto più grande e luminoso.

     

       Il sé invece non è per niente contento dei miei discorsi, è scuro e serio, magari lui lo sa già quando interviene la parola e la sensazione "dovere" automaticamente io mi sto anche ribellando a esso.

     

      I genitori mi stano rompendo le scatole parecchio, come lo hanno sempre fatto, tuttavia la mia reazione è di ostilità e rabbia verso di essi con tutti i consigli di Kryon io non ho tanta pazienza nei loro confronti.

     

      Alla fine perché non ringraziare ai genitori? A loro modo mi sostengono.

     

      Una voce infantile indietro della mia testa sta dicendomi qualcosa con gi.... non ho capito cosa, è una parola lunga. Ed invece mi scuote con la sua forza siccome mi spronasse a far qualcosa.

     

     

     

     

     

         Sabato, 14.04.2018

     

       Laura passa di qua per darle la notizia di chi fosse morto, è un suo vicino anziano.

     

       - Non sei stata alla messa del mattino?

        - No, mi fanno male le gambe.

     

       Al pranzo:

     

       - Laura mi ha detto che è morto X, della stessa età di pappino.

       - ?!

        - Anche lui abitava in cascina, mi immagino che la salma sarà messa nella casa di suo figlio.

        - ?!

     

     

      Ne sentivo parecchie stupidaggine del posto che nulla hanno da fare con la verità e né con la religione, è un altra cosa a mettere in movimento questa aggressività a livello di pensiero:

     

      “Perché lei? Hanno vergogna a dirlo, ma è cosi che la pensano.”

     

       Un viso bianco piccolo, assomiglia ad Andra, è proprio accanto al mio petto, mi guarda intrigata. Sono passati anni da quando non ci sentiamo più, può essere questo il motivo e anche no.

     

     

        - Iris, ma questi operai non vengono più?

       - Ma quale è il tuo problema?! E' il loro affare.

       - Stano lavorando poco oggi.

        - E se muori dove si metterà la tua salma?!

        - ?!

        - Ecco è questo il tuo problema.

     

     

    Questa donna è proprio mal andata poverina, ha parlato per un bel po con Monia a telefono.

     

       - Se sapevo che Monia parlava tanto mi sedevo, adesso mi fanno male le gambe.

       - Tu parlavi, non lei.

     

      In effetti una volta finita la loro conversazione vedevo il viso di Monia scuro, preoccupata.

     

       Poverina si è innamorata irrimediabilmente del giovane vicino, stava dicendo qualcosa anche a Monia di lui. Poi una volta fuori la sento:

     

       - Pensavo che fosse Danio, assomigliano.

     

      Un fratello di quest'uomo era al cancello. Aiuto che pazzia ed io sono proprio qua!

     

     

        Long ago

     

     

     

     

     

     

     

      Eh finalmente ha capito! Questo meraviglioso video sta li da novembre 2015 e ha solo 981 visualizzazioni. Spiegabile. L'autore non ci permetteva condividerlo, io ho provato parecchie volte, adesso invece sì è possibile farlo.

     

     

      Pare che questa canzone arriva come una fuga da una realtà terrena troppo stretta verso i regni superiori sconfinati del esistenza. Infatti stavo fuori, è una splendida giornata, ma questi due anziani stanno anche loro, inevitabilmente hanno qualcosa da dire:

     

       - Come hai fatto a rompere il stendino?! ( questo è lui)

     

    Si è rotto con la neve da marzo, tutti lo sanno solo lui no. Cosa puoi fare? E' senile da anni.

     

        - Iris, fai delle crepe. ( questa è lei)

     

      L'anziana è come una pentola sotto la pressione, la vedo come si muove di là e di qua soprattutto venendo nella mia stanza con vari motivi.

     

      Ed eccola qua, non muore più:

     

       - Se ascoltavi, non arrivavi in questo modo.

       - In quale modo?! Tu vai in Germania a trovarti da sola lavoro?!

        - Non ascolti mai...

     

       Dopo qualche oretta si muove in cortile mezza morta, accende la luce, parla, fa un sacco di agitazione:

     

       - Iris, sto molto male.

     

    Si agita più del dovuto per delle piccolezze, per gli affari altrui. Lei non ha più nulla di cui preoccuparsi se non della morte.

     

       - Iris dal pranzo sto male. E' dalla salsiccia or dai fagioli, ma sto proprio male.

     

     

       Alle 23 sento dei rumori forti, pareva che fossero delle botte di capodanno ed invece è la cavala dei vicini a muoversi con tanto rumore, realmente pareva che sia picchiata. La sento io di qua e loro lì accanto no, strano. I loro vicini sono un po strani, hanno un sacco di problemi nella loro casa ma  "la vicina" sta lì a seguire me.

     

     

     

         Domenica, 15.04.2018

     

     

       Arriva Corina per portarci certe robe e poi chiede dal anziana:

     

        - Vuoi soldi? Oriana mi ha detto che sei disperata.

        - Corina, ma se ho pagato il riscaldamento più di 100 euro?!

        - Anch'io ho pagato di più in marzo, è stato freddo.

        - Mi compri tu i polli?

        - Allora vuoi soldi or vuoi polli?

        - Comprami 20 polli, prenderei anche dei tacchini.

         - So io cosa vuoi tu...

     

       Uguale sentivo nervosità, veniva da Corina? Lei non è per niente contenta di sentire dei discorsi con i soldi, loro hanno la pensione. Tuttavia i soldi sono di Oriana, non i suoi.

     

         - Iris, hai sentito che controllo drastico faranno ai soldi che abbiamo in banca?

        - No.

        - Se hai mille euro tu deve dimostrare sia come le hai guadagnati che come le hai spesi. Sai per corruzione.

        - 1000 euro?! Ma questa è una somma piccola.

        - Già che i banchieri si fanno dei bei soldi con i commissioni.

     

      Mi spiaceva ancora una volta di non aver ricaricato l'altro card con l'aiuto di Loretta. Non so io come vanno le cose con il sistema bancario rumeno, magari è una direttiva europea. Meno male c'è bitcoin.

     

    Fortunatamente è una splendida giornata e oggi, mi godo il sole primaverile. Dentro di me è l'indefinibile tristezza per qualcosa che si allontana, se ne va. Solitamente faccio anche spostamenti fisici non solo psichici.

     

    Oggi non riesco combinare gran che, pare che ci sia sempre qualcosa che mi sfugge

     

      il sé è davanti a me, scuro. Non sta condividendo il mio ragionamento?

     

       tu sai sempre la verità, le parole sono dentro di me.

     

      E' vero eppure mi sto complicando con conflitti, indecisioni e mille paure, tutto inutile tra l'altro.

     

     

       E' stato un splendido tempo per 2 settimane, eppure non mi sono mossa per una rinfrescante passeggiata in città. Per un mese sono stata agganciata al computer per ore ogni giorno e in compagna di due anziani senili.

     

      Il sé è davanti a me scuro, scontento di questi miei discorsi pieni di frustrazione.

     

      Alla sera pensavo a questa attitudine ostile di Corina e sento due voci maschili “ma io ti ho detto che Corina non è ...”, non stavo lì ad ascoltare la discussione.

     

      Non fa niente dopo mezz'oretta sento Oriana molto arrabbiata “ 30 polli?! Mamma le ha detto di smettere con le sigarette. Che poi anche quelli da Ptim...” . Ptim è un giornale al quale io ho lavorato, ma cosa centra Oriana con loro?

     

       Questi poli e l'impegno di Corina, ma perche Oriana non telefona qua per mettersi d'accordo direttamente con la sua mamma? Che stile è questo di appelare sempre ai intermediari? Sono 20 polli non 30.

     

      Poi sento Corina Anche Rodica è venuta da me per dirmi: Corina a me spiace, ma di allora?!...

     

     

      Ignoro e vado a letto, provo a centrarmi su me stessa

     

       In silenzio cammino con gli dei

     

      Sì, è proprio il silenzio mentale la grande sfida.

     

     

     

     

        Lunedì, 16.04.2018

     

       “E' un dialogo su 4 righe. Le frasi breve scritte in nero corsivo non sono molto chiare, nel dialogo una sola volta è la parola Kryon”

     

       Cosa vuol dire? Entro in contato con 4 entità?

     

     

       Oh santo cielo ancora una volta questa donna è mezza morta, solo ieri e l'altro ieri faceva ordine qua con tanto di prepotenza.

     

        - Iris, sto male.

        - Vai dalla dottoressa.

        - Non può farmi niente.

        - Allora vivi or mori, cosa intendi?

         - Ma muoio?! Sai con il reumatismo...

         - Tu non hai reumatismo, hai problemi con la testa. Stai solo dentro, non vai da nessuna parte e ti lamenti tutto il giorno.

        - Ho reumatismo, mi ha detto dal ospedale.

         - Noi non abbiamo pazienza per le vostre stupidaggine, di a Oriana di portarti ad asilo e abbiamo finito con discorsi del genere.

         - ?!

     

       Questo suo vittimismo portato a estremi ci sta stufando. E' un suo affare, ma io sto in questo ambiente? Questo è il mio affare.

     

    Dopo qualche oretta si è ripresa come mai prima, inizia a muoversi di là e di qua e a parlare a vanvera.

     

        - Pappino vuole andare a prendere la pensione, ma è presto fino in 26 c'è tempo.

        - Ma a cosa li servono soldi?! Non può girare in cortile senza? Vi metteremo soldi in tomba per aver cosa spendere nel paradiso cattolico.

         - Vi metteremmo?! Aspetta per vedere chi morrà primo.

         - Tranquilla, noi vi metteremo in tomba.

     

      Secondo me lei fa solo dramma per ricevere attenzione, quando non tiene, subito si riprende.

     

       Finisco leggere un testo di Tobias dove si ricorda l'alieno che noi vedremmo e la paura: vanno mano in mano. Ed eccolo li leggermente destra e lì rimane anche quando io ormai ho finito di leggere. Secondo Tobias è un aspetto di noi stessi da un remoto passato e non dobbiamo darle potere.

     

     

     

     

     

         Martedì, 17.04.2018

     

     

        Parla di te, parlami di te

     

     

     

       In Romania siamo oramai abituati al disaggio causato della mancanza di elettricità. Come adesso ci troviamo senza e non sappiamo nemmeno per quanto tempo! Gli anziani sono cosi persi nella loro mente che nemmeno si sono accorti della sua mancanza.

     

     

     Sarebbe una tempesta solare in atto or altro di simile non mi va niente questi giorni.

     

    ... ed è esile ...

     

      Si da me è esile, lo so già, devo avere una fiducia ...incroyable... realmente pensavo a una fiducia totale in me stessa, questa parola francese è arrivata che poi sarebbe incredibile.

     

      La parola sincronicità la vedo qua e là nei testi canalizzati. In effetti guardo al ultimo testo del Gruppo, stanno annunciando 22 ondate di energia questo anno, l'anno scorso sono state solo 4. Mi immagino che saremmo parecchio sollecitati e pressati in vari direzioni, io le sento già in motto da 2 settimane.

     

     

     

        Mercoledì, 18.04.2018

     

        Parla di te. Parlami di te.

     

     

     

     

     

     

     

     

     

        E' la giornata mondiale del libro in 23 aprile, già da oggi Windows la porta in attenzione. Oh che bello.

     

     

      L'anziana tiene d'occhio chi gira in cortile della vicina, che poi si stano sorvegliando reciprocamente, in serata esprimeva il suo disappunto al vecchio:

     

       - Questa figlia di vicina è arrivata qua con due bambini, cosi ha fatto l'università?! La vicina diceva che lei è là per studiare.

        - Chissà.

        - Non vedo mai qui quella nuora di T, la vicina diceva che beve caffè e fuma. Non li piace.

       - Come la nostra Iris.

     

       Questo “nostra” che mi snerva.

     

     

      "Sole - simbolo dell'amore incondizionato di Dio


      Il sole brilla, e brilla senza preoccuparsi di sapere se le creature alle quali invia i suoi raggi siano intelligenti o stupide, buone o criminali, se meritino o non meritino i suoi benefici: esso le illumina tutte senza fare distinzioni. Per questo si può dire che il sole è il migliore esempio dell'amore divino.

     

        Pensate agli esseri più straordinari che siano esistiti sulla terra: tutti hanno avuto qualche presa di posizione, qualche preferenza e anche qualche animosità. Sì, del bisogno di applicare la legge di giustizia e punire i malvagi non sono riusciti a liberarsi completamente neppure i più grandi profeti, neppure i più grandi Maestri, poiché niente è più difficile.

     

     

     

     

     

     

     

     

      Soltanto il sole vede gli esseri umani come li vede Dio: sa che essi sono scintille divine che un giorno ritorneranno in seno all'Eterno. Perciò, da migliaia di anni, il sole ha ancora la pazienza di continuare a riscaldarli, a illuminarli e a vivificarli. Ciò non vi trasmette forse il desiderio di fare come lui?"


      Omraam Mikhaël Aïvanhov

     

     

       E' vero l'amore incondizionato è una enorme sfida per tutti. Nel vangelo c'è la reazione contro un villaggio intero dove gli apostoli non sono stati ben ricevuti “maestro diamo fuoco a questo villaggio come abbiamo fatto con...?” poi anche il famosissimo versetto ”chi non è con noi è contro di noi”. In Bhagavad Gita è quel conosciutissimo versetto “per ristabilire i giusti e punire i malvagi”. Questo punire nel nome di un dio del amore non è solo nella cultura cristiana, a quanto pare è stato ereditato dalle culture precedenti.

     

       Io sono una persona comune, ma come reazione arriva lo stesso atteggiamento di eliminare “l'avversario”. Solo nei giorni scorsi lo stavo sperimentando!

     

     

     

     

     

        Giovedì, 19.04.2018

     

    Finalmente oggi accendo il telefonino eh sì in 10.04 mi ha cercato Marta ancora una volta. Alle 8, 39?! Non aveva sonno?

     

       Guardo indietro sul testo per vedere cosa sia stato di particolare allora, in quelli giorni era apparso quel viso sconosciuto.

     

     

      In somma resta l'evidenza io volevo partire, questi due anziani mi stavano rompendo le scatole parecchio ed ecco arrivava la telefonata di Marta per ben due volte. Ed io pausa per ben due volte. Oggi rivedevo il quadro, secondo me è stata una sincronicità persa. Comunque sia né adesso riesco decidermi vado or no? Quel ritmo di lavoro continuo, senza almeno un giorno libero settimanale mi stanca terribilmente.

     

     

      Oggi sono stata in città per qualche oretta, il vento forte mi ha impedito passeggiare troppo. Comunque mi sono goduta una buona camminata, è tanto tempo da quando non l'ho più fatta. Il parco è una meraviglia in ogni stagione.

     

      Lo stesso viso di giovane uomo bruno è davanti a me, ma ha da fare con cosa?! Con il sito, con il lavoro? Questo viso arrivava proprio quando io ero pressata da tutte due parte. Una cosa simile ho passato anche in dicembre, secondo me è la stessa persona.

     

       Questa è carina! Mi chiedevo dov'è che sto sperimentando la povertà a lavoro dove accetto la mezza schiavitù? Or qua dove pare che mi mancasse tutto?

     

        Secondo te chi ha inventato l'umorismo?!

     

      Va bene, sto troppo drammatizzando.

     

     

      Vedo da Walter una bellezza: dei gerani di vari colori. Strano solo ieri pensavo che andrebbe bene una qua al entrata, ovviamente torno con un splendido magenta. In città uguale, subito appena entrata in mercato vedo lavanda e salvia, anche a queste due piante pensavo ieri che andrebbero bene qua.

     

    Con le piante è andata bene, meno con l'estetista che è in vacanza fino in 26.

     

    Questi anziani sono senili, al ritorno li trovo più innervositi di prima. Lui ce l'aveva con.

     

       - Tu tagli tutto?!

       - La vite appesantisce il filo di telefono.

     

      Lei invece:

     

       - Iris, potresti preparare tu il posto per i poli.

        - Oriana ti ha detto di comprali solo se ti senti capace.

        - Tu sei più snella. Tu non mangerai polo?

        - Mangerò esattamente come l'anno scorso e come questo anno, mi compro cibo ogni giorno.

       - ?!

        - Se vuoi ancora allevarti i figli fallo da sola. Io non sono la loro mamma!

     

      Proprio mi ha trovato oggi! So io quanta fame ha fatto questa donna nella sua infanzia. Per una vita il cibo è stato una grande preoccupazione, ansia e aggressività che non ci sia mai abbastanza per lei.

     

      Guarda il caso! Stefania proprio oggi sta parlando di uscire fuori dai schemi famigliari squilibrati e i sensi di colpa come conseguenza, tuttavia è un atto di amore per noi stessi venir fuori da una realtà che non ci appartiene. Dal 14 al 21 aprile saremmo alle prese tra l'indipendenza e dipendenza.

     

      E' un tempo molto strano con tanto di vento, verso le 20,30 il cielo diventa molto scuro mi aspettavo a grandine ed invece è stata un altra raffala di vento.

     

    Non ho alcuna chiarezza, e poi mi sento anche tanto appesantita senza alcun motivo, oggi ho camminato, ho fatto anche dei buoni acquisti.

     

      Vedo discretamente sinistra ...Luca... Sì è scritto nei giorni scorsi, un esempio chiaro di telepatia.

     

     

      Mi piacerebbe farmi un giro da qualche parte, proprio adesso non ho la minima idea dove

     

      Il sé mi mostra un foglio beige, il colore da l'impressione di vecchio, è vuoto. ma io so che là è scritto domani, in inglese e in rumeno. E cosa vuol dire?

      Il sé mi mostra una piccola elica bianca a 3 pale.

     

       Sarebbe dal DNA?

     

    Va beh la pagina è vuota ed io posso scrivere cioè fare qualunque cosa nel oggi, io avevo già pensato al domani.

     

     

     

     

        Venerdì, 20.04.2018

     

     

      Eccola qua da domenica non è più uscita dal cortile, oggi sì, e torna dalla messa tutta decisa di fare ordine:

     

         - Vai da Corina per darti soldi e compra tu i poli, se aspettiamo lei moriremo di fame!

        - ?!

     

        Il vecchio va, cosa abbia capito solo lui sa.

     

    Lei va dalla dottoressa, è in gamba oggi.

     

       Sento alla destra molto chiaro una voce giovanile maschile, prima in rumeno tu, di dove sei?! Poi in italiano sei arrabbiata?

     

       Dopo più di un oretta vedo il viso del anziana piccolo indietro della mia testa. Esco in cortile ed eccola qua, tornava dal dottore con un sacchettino di medicine:

     

        - Iris, dammi tu soldi, devo pagare le medicine.

        - Ma perché cazzo sono ancora le medicine?

        - Per la ginocchia.

         - Appena sei tornata dal ospedale!

        - Dammi solo una parte, l'altra la metto io: non compro più le medicine per i poli così morranno tutti.

        - Dovevi andare dalla dottoressa del anno scorso, è la sola buona.

     

      Qui non si capisce più niente, non ci è chiaro quanto la malattia fosse presente nel suo corpo e quanto nella sua mente.

     

     

      Questa donna non è sana, manda il vecchio sordo a portare i soldi alla farmacia, lui li ha portati ad un altra! Ma non poteva andare lei? Di là era venuta.

     

         - Dove?! Vai e dirle di darti i soldi e il biglietto indietro!

         - ?!

         - Ma perché li ha presi se non sono i suoi?!

         - Chissà a cosa ha pensato.

         - Se non ti li da indietro, chiami la polizia.

     

       Io non so come fa un organismo già tanto indebolito ad assorbire innumerevoli medicine, è mentale se lei pensa che li fa bene allora sì lei sta bene.

     

      E' troppa agitazione oggi al esterno, è tanta pesantezza dentro di me. E' qualcosa che non mi va 12.12, bel numero doppio.

     

       Vado in cortile per prendere una bocca di aria fresca, ma si può?!

     

        - Iris, ma tu non hai visto che le galline non hanno acqua?!

        - ?!

        - Sei sempre occupata.

     

    Aiuto! Questa donna sembra messa sul automatico, non può passarti accanto senza dire qualcosa.

     

    Ecco Corina è stata al pranzo per quale era venuta qua quella suora.

     

      - Quella organizza dei pranzi senza alcun motivo?

       - Ma la gente non deve avere un occupazione?!

     

       In somma se la gente non è capace organizzarsi da sola lo fa un altro per loro. L'anziana ovviamente chiede dei soldi anche da lei con vari motivi, Corina ancora una volta si snerva sentendola. Io li ricordo:

     

       - Lascia stare, fra poco arriva la pensione e compri quello che ti serve.

       - Fino in 26 è tanto.

     

      Eh va beh pazienza pare che anche questo suo chiedere soldi dai figli anche quando non è un assoluta necessità sta diventando automatismo.

     

      A come vedo l'anziano è molto scontento vedermi qua, qualche volta è più accanito di lei:

     

       - Ma questa qua (cioè io) non va via? Non la sento dire niente.

         - Smetti.

        - Ma sta li a far niente?! La metto a lavoro.

        - Stia, ha soldi.

     

       Questo recinto basso tra loro e vicina, mi snerva parecchio pare che lo spazio personale non fosse ben delimitato. Adesso vedo un sacco di gente là, figli e figlie in vacanza:

     

        - Ma non lavora nessuno? Sono tutti qua.

       - Cosa li da di mangiare a tanti?!

        - Dove stanno tanti?!

     

      Lei pensava al cibo. Io pensavo al spazio, come vedo per me è sempre un problema.

     

       18,18 oggi vediamo un po di numeri doppi, realmente prima di venire al computer ho pensato “è troppa gente”. Non sento solo pensieri del posto ma anche qualcuno dalla città che io conosco molto bene.

     

       Continuo guardare sul sito qua e là, pur essendo molto conciso rispetto al precedente è tanto da fare anche su questo.

     

     

      Caspita! Ma come si adatta la chiesa cattolica ai tempi, sminuendo il messaggio originale di una musica, di un pensiero. Stavo cercando un video con Chevaliers de Sangreal che io avevo condiviso in 2009 cioè 9 anni fa sulla prima parte del sito e oggi trovo che loro hanno fatto altrettanto 8 anni fa su un loro sito.

     

       Sto cercando un altro video di Zimmer per il sito e arrivo a Firenze! A parte che sono mesi da quando in un modo or altro la vedo qua e là. Ma cosa ha questa Firenze?!

     L'autoritratto di da Vinci appare leggermente sinistra.

     

      Va bene questa lo sappiamo già. Mi pare che proprio in maggio è un evento con Kryon organizzato là, andrei a farmi un giro se non mi preoccupasi tanto per i soldi e altre piccolezze.

     

      Sento qualcuno molto arrabbiato alla sinistra della mia testa, senza dire niente.

     

    Molto più tardi

     

       Una forma di pensiero scura, molto scura, di Oriana è proprio lì davanti a me, una voce soffocata, trattenuta. Non capivo cosa sta dicendo. Ha da fare con la precedente esperienza or è conseguenza di un mio scontento avuto prima?

     

     

     

     

     

        Sabato 21.04.2018

     

       “Alla sinistra in un angolo ormai polveroso è una piccola merda, non vado a pulire là solo penso puzza! Alla destra è un grande baratolo di vetro nel quale sto mettendo verdure tagliate per una insalata. In mezzo per un attimo sono le nipotine molto piccole.”

     

     

       Vedo il compleanno di qualcuno su Fb, cosa li regalo?

     

      Leggermente destra appare un immagine non molto chiara pare una classica rappresentazione di un angelo con ali.

     

     

      Strano da giovedì sera il telefonino è senza servizio, allora era un forte vento capivo, ma adesso?!

     

     

    Eccolo! Non poteva venire meglio:

     

          “Dunque, ricordatevi che noi cercheremo di rimettere il tutto in equilibrio più o meno ogni 14 giorni e quindi accettate un giorno o due di disagio interno, forse un po’ di dolore, ma in realtà il dolore non esiste. Una cosa come il dolore non esiste. Non c’è alcuna prova del dolore: è tutto nella mente.

     

        Voi affronterete un po’ di dolore. Voi affronterete il, “Chi sono? Cosa dovrei fare qui? L’illuminazione incarnata è davvero reale?” e tutto il resto. Sapete, è il giorno dell’immondizia, sono solo i giorni della immondizia. Sapete, ogni tanto dovete portare fuori l’immondizia. Non vi piace farlo. Puzza, puzza forte. Voi ve ne liberate ed ecco cosa saranno quei giorni: il vostro giorno o due giorni dell’immondizia ogni 14 o 21 giorni.

     

     

     


     

     

     

        Sapere che accadrà e sapere che in qualche modo state programmando il ritiro della vostra immondizia (alcuni ridacchiano) lo rende un po’ più facile. Invece di dover portare fuori… sapete, finora avete nascosto l’immondizia in tutta la casa. Non la vostra casa letterale, ma la vostra casa fisica e mentale. Voi nascondete l’immondizia, sapete, del tipo, “Oh, dio! Cosa ci faccio? Oh, la metto qui,” e poi tentate d’ignorarla. “Cosa ci farò?” La mettete da un’altra parte e infilate cose negli armadietti, poi nella lavatrice, la vostra lavatrice interna, la vostra macchina per lavare, ma poi vi dimenticate di accenderla e di aggiungere il detersivo e quindi puzza parecchio e c’è tutta quella roba. Dopo un po’ tutta la casa, la casa del sé umano inizia a puzzare parecchio. ”


     

    SHOUD - 7 aprile 2018


     

    E dunque la mia giornata di immondizia è stata già ieri or è oggi?


     

       Discretamente sento Chevaliers di Sangreal,

     

     

     

     

     

     

         Vero oggi non sono entrata sul sito, anche adesso passo sopra continuando a girare su Fb.

      Prima trovo sì Kryon a Firenze in 5 maggio e ci sono ancora 11 posti, che bel numero. Io inizio i calcoli mi costerebbe 5-600 euro ecc. e poi? La guida animica si mostra con i capelli in su cioè impaurita, sono io impaurita di un futuro sfuggevole al mio controllo.


     

      Non so cosa ha scattato in F.G., tanto scontento circa nuovi scrittori ed editori, dal mio punto di vista solo il tempo deciderà chi e cosa fa. Io sono contenta di tutta questa traboccante creatività che si trova in rete.


     

       A vicina è tanto rumore con botte e fuochi di artificio, stano festeggiando qualcuno in cortile. Esco per vederli, i fuochi di artificio sono rari e affascinanti. E' troppo forte il rumore, così che li guardo dalla finestra per un tempo. Qui è stretto, cosi che butano i petardi da questa parte a un certo punto una paura forte è nel mio corpo associata al pensiero “Cosa dirle?! Sono in tanti.


     

       Fortunatamente poco dopo le 22 hanno finito così che mi godo il silenzio della notte in cortile, con gli alberi fioriti e il cielo stellato è una meraviglia.


     

      Ho in testa Firenze e Rimini, il sé è scuro non si mostra per niente coinvolto nel mio desiderio di evadere per qualche giorno in un altra realtà. La guida animica invece è attiva, con un laccio nero tira verso di se un altra persona dal mio posto, sulla spala destra la guida ha due piccole ali bianche.


     

      Può avere un altro significato ma a me da l'impressione di disperazione, un tipo di ricordati di me!


     



     

        Domenica, 22.04.2018

     

      Questa anziana con i suoi rumori alle 7,30 del mattino. Certo è che sono rimasta con un bel mal di testa. Non sa stare da sola nemmeno un oretta al giorno, mannaggia quanta pesantezza emana questa donna. Che sfida avere una persona così accanto, cielo!


     

       - Iris pendo dei soldi da te e compro i poli, va lui per vedere se ci sono.

      - Va bene.

     

      Mi immagino che questo è il motivo dei rumori.
     

      Giro su Fb senza grande interesse, Stefania ricorda una tempesta solare in questi giorni e un ciclo, l'unione degli opposti, iniziato secondo lei in 26 luglio del 2013 e si chiuderà in 2020. Pazienza, non mi ricordo più cosa sia stato nella metà del anno 2013 a parte il sito.


     

        Ma tu chi sei?!

    Risuonano queste parole nella mia mente, sono dalla canzone di Eros.


     

       


     

     

     

     

     

     

         Un altra donna condivide la giornata di ieri pesante emotivamente a causa della tempesta solare, mi aspettavo che sia stata qualcuna.


     

      Al pranzo finalmente sento papà dicendo a lei:

     

       - Ma questi qua buttavano ieri sera petardi nel nostro cortile.

        - ?!

     

         Lei non ha risposto così che dico anch'io:

     

        - Questi qua ieri sera buttavano dei petardi in cortile.

        - Dove vuoi che lo facessero se non hanno spazio?!

        -  In strada.

          - Cosa puoi dirli?! Sono in tanti.

     

       Ho capito! Ecco da dove veniva ieri sera un pensiero del genere con la sensazione afferente. Mi pareva strano che loro dormissero con tutte quelle botte sotto la finestra.


     

      La mia empatia sta aumentando troppo, è una continua sfida discernere cosa è il mio e cosa no, e né riesco farla subito.


     

      Provo dormire in pomeriggio, ma si può?! L'anziana proprio allora cercava qualcosa nel armadio. Vado nella stanza di Oriana per avere un po di tranquillità.


     

      Laura passava alla messa dalle 18, la madre chiede:

     

         - Laura non vai alle 20 a chiesa?

         - Ma cos'è alle 20?

        - Fa qualcosa il prete.

         - Vado adesso.

         - Questi vicini ieri sera hanno festeggiato qualcosa fino tardi, mi pare che la figlia con due bambini si è sposata.

       - Non so cosa hanno festeggiato, sono venuti per comprare pane.

     

       Subito sento il pensiero della madre “ hanno comperato pane da noi?!, ma lei continua:

     

         - Si è sposata in città, il prete di là non sa che lei ha due bambini.

          - Ma è la sola?! Sono tante che si sposano così.

       

       Non so io questo telefonino come mai da giovedì sera è rimasto bloccato su “senza servizio” cioè inattivo. E' inspiegabile. Quel benedetto lavoro, il solo che ho la stessa energia bianca con sembianze umane è alla mia sinistra.


     

      Cannabis - la guerra contro una pianta, non trovo più il video, a ottobre 2017 era visibile su YouTube. Non è il solo video che non trovo più, sono tanti spariti con vari motivi l'acconto è chiuso, problemi di copyright ecc.


     

      La coscienza di massa locale è molto attiva stasera, ne sento parecchio.


     

      Insisto con la mia breve vacanza approfittando anche della presenza di Kryon là.

       Il sé alla destra si trasforma tantissimo in scuro, non solo il viso, ha anche un pezzo triangolare nero indietro.

     

      Non mi piace vederlo così. Non condivide il mio piano per una breve vacanza? Per me è rassicurante quando lo vedo grande, bianco, splendente.


     


     


     

        Lunedì, 23.04.2018

     

    Come vedo qui si va avanti così, questa volta alle 6 del mattino bussa nella porta:

     

       - Iris, apri! Devo prendere qualcosa dal armadio!

        - Potevi prenderti ieri.

         - Ho dimenticato.

     

    Inutile. Meglio non andasse alla messa, almeno si sveglierebbe verso le 7!


     

       Poi manda il vecchio a risolvere con la semina del mais e con i soldi:

     

        - Di a Corina che mi servono dei soldi per domani.

        - Ma non hai più niente?!

        - No.

        - Anche tu li sperperi...

     

       Corina, sarà molto contenta vederlo ancora una volta da lei con simili richieste, i soldi sono di Oriana ma lo stesso non li fa piacere sentirli.


     

      Sempre in mattinata, siccome questa gente non avessi altro da fare, sento un ironico pensiero di Oriana con il suo abituale aumentativo “Irisone... Sekina Delacroix...”


     

      Questa donna oggi è troppo andata, non ha fatto proprio nulla problema è che non lascia né lui muoversi:

     

        - Faccio quello.

         - Lascia stare.

         - Faccio quel altro.

        - E' tropo presto, più in là.

     

      Mi sono stufata sentirli:

     

       - Lascialo fare, se lui vuole fare qualcosa. Già che tu fai niente.

        - E' tardi, farà domani mattina.

     

       Aiuto! “Io non posso” è il suo ritornello di oggi, strano che la bocca non li fa mai male.

     

       - Ti fa male la testa non le gambe, a 60 anni tu già cercavi qualcuno per curarti.

     

    In effetti le ho detto la mia, ma se a lei non funziona più il cervello io potrei dirle mille volte.

     

      A pranzo si stava soffocando, può darsi mangiava troppo in fretta. Lei ha paura di essere ammazzata? Sentivo una forte paura collegata a un pensiero di genere. Questa donna è piena di mille paure e noi le abbiamo assorbite, spero che solo una parte.


     

      Ed io sto li con due senili a posto di farmi una splendida vita altrove?! l'ego molto denso si fa visto alla sinistra.


     

    Sto li ad occuparmi del sito?! Io scriverò, poi...


     

       lo scriverò nel vento


     

     


     

     

     

      

     

       In effetti lo scrivo anch'io nel vento, non è il mio affare cosa fa or non fa tanto di meno dove e a chi arriverà. Che poi questa canzone la collego a Pinolo e agli amici conosciuti là.


     

      17,17 lo vedo per ben due volte, realmente pensavo “sono stanca”. Sono in piedi dalle 6 e faccende domestiche ci sono state abbastanza, anche così non mi sono data una tregua in effetti sono venuta al computer.


     

       Vedo la madre appena camminando, metteva i suoi vestiti nel armadio, ecco adesso mi faceva compassione vederla così sofferente.

     

       Secondo me è un po di agitazione a lavoro, a parte che vedevo in pomeriggio Ada guardandomi intrigata, in bianco, solitamente la vedevo vestita di nero. Stasera sentivo “giovedì?! Oggi è lunedì.”.

     

      Alla fine le avrei telefonato, il caso fa che fossi staccata dalla rete da giovedì. Comunque un altro lavoro io non intendo cercare.

     

     

    Questa donna nelle sue malattie è piena di pretese e di egoismo:

     

      - Iris, Vania viene per farmi le iniezioni or no?

        - Ha detto che verrà.

        - Se non viene lei, devo cercare un altra persona per farmele. Ma anche lei non trova un po di tempo per me? Quanto ci vuole un mezz'oretta?!

       - Sono occupati con il lavoro, casa, bambini. Verrà quando avrà tempo.

     

      Strano che lei sostenga di avere reumatismo, la dottoressa de l'anno scorso ha detto l'opposto “ non vedo niente reumatico.”  Non so da dove e come è entrata anche questa malattia nella sua mente. Vedo solo che lei pretende dai figli di tenerla in vita in un modo or altro.

     

     

    In effetti eccoli lì alle 20, ma quanto dramma ho sentito io per ore. Non ho capito perché questa domanda di Walter:

     

        - Iris, ma tu non fumi più?

        - Come no? Solitamente ho la posacenere sul tavolo da fuori.

        - Pensavo che hai smesso.

        - No. Ho portato la posacenere dalla Germania.

        - ?!

     

        Strana la sua domanda, non ha più visto dei mozziconi in cortile?

     

     

       Comunque il breve dialogo mi ha portato ancora una volta ne attenzione la possibilità di evadere da questa realtà. Mi manca la libertà, la libertà di muovermi leggermente sinistra appare l'immagine del aquila guarda verso sinistra.

     

     

      Carino il cuore! In tarda serata sento i cani di Olivier facendosi sentire, penso potrebbe lasciarli anche liberi nel orto il cuore gioioso si muove con leggerezza verso destra.

     

      Il cuore si è mosso per la parola liberi? Penso di sì. E' rimasto silente invece al mio dilemma per il lavoro. Il sé è scuro e severo davanti a me. La guida animica è scura anche lei, ha gli stessi due piccoli ali bianchi sulla spalla destra.

     

      E mi risuonano le parole dalla canzone un angelo disteso al sole:

     

       Non chiede libertà, non sono io a incatenarti qua.

     

    Ahhahha! Un classico lavoro di per sé ti sta incatenando in vari modi.

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

        Martedì, 24.04.2018

     

      Ieri la chiesa ortodossa ha festeggiato, come ogni anno, San Giorgio cioè AA Michele in altre vesti. Sì AA Michele non san Michele, è un entità celeste non un mortale vissuto, se è vissuto, chissà quando su questa terra. Altro non è che una modalità messa ad hoc dalla chiesa per sopprimere i poteri degli arcangeli nella coscienza dei fedeli. Si, è arrivata fin là! Praticamente si da potere a qualche santo inventato di sana-pianta.

     

     

      Mi ricordo velocemente lo sconvolgimento dei famigliari avvenuto in cortile 2 anni fa per la notizia della santificazione di Maria Maddalena di quale io ero entusiasta. “Ricordo” è un modo di dire, in realtà ero in cortile pensando a AA Michele/ san Giorgio e a un certo punto vedo una piccola zona di luce.

     

         Tu parla.

     

        E mi sono venute le parole del pastore.

     

       Infatti, cosa dire di Maddalena? “una prostituta” per più di un millennio nel ottica della chiesa. Lei era solo una donna, assolutamente terrena, e non doveva servire da esempio a nessuno.

     

     

    Eh che bene è venuto questo testo! Di cosa parlavo prima?!

     

        Il Buddha ha detto: “non fatevi guidare da dicerie, da tradizioni,

    dal sentito dire; non fatevi guidare dall’autorità dei testi religiosi,

    oggetti spesso di manipolazioni; non fatevi guidare solo dalla

    logica o dalla dialettica, né da considerazione delle apparenze,

    né dal piacere del filosofare, né dalle verosimiglianze,

    né dall’autorità dei maestri e dei superiori.

     

    Imparate da voi stessi a riconoscere ciò che è nocivo,

    falso o cattivo e, dopo averlo osservato e investigato,

    avendo compreso che porta danno e sofferenza, abbandonatelo.

     

    Imparate da voi stessi a riconoscere ciò che è utile, meritevole e

    buono e, dopo averlo osservato e investigato, accettatelo e seguitelo.”

     

    Gautama Siddharta - “ Il Buddha “

     

     

    Questa musica nostalgica ha da fare con Rumi, con i sufi

     

     

     

     

     

     

     

     

       

     

      In serata sento “molto bene” in tedesco, il mio telefonino è sempre senza servizio.

     

      A parte che sono in una continua indecisione, non è per il lavoro in se stesso ma per la classica domanda come mi la caverò senza di esso?! Il sé si ritira indietro guardando verso sinistra, proprio davanti al mio viso è la guida animica con un viso bianco, ovalo, l'espressione tesa.

     

      Anche cosi è inspiegabile il continuo conflitto “vado là - non vado, vengo qua - non vengo.” E' qualcosa che mi supera, alla fine non voglio essere né là e né qua, non vedo altro motivo.

     

       “Là io non posso fare niente.”

     

      Arrivano da indietro della mia testa.

     

       E' vero mi sono state dette anni fa, "là" cioè Germania.

     

     

     

      Vania non arriva più per farle l'iniezione, l'anziana si muoveva di là e di qua preoccupata e scontenta fino dopo le 21. Telefono io dal fisso per vedere se arriva or no, così che mando un messaggio al operatore di telefonia mobile per avvisarli del guasto, può essere da loro or dal telefonino.

     

     

      Ho questa sensazione strana che non fossi al sicuro, in effetti mi appare l'immagine del grazioso flamingo, non vedo le parole ma so che erano di Kryon condivise per la giornata della Terra:

    “Io vivo su un pianeta bellissimo e benevolo, sono sempre al sicuro e protetta. Io sono magnifica”

     

     

     

     

        Mercoledì, 25.04.2018

     

     

      Qualche tempesta solare ?! La madre alle 24 era in piedi, le davano fastidio i ginocchi.

     

       Io alle 2 del mattino ero ancora sveglia con un prurito molto forte sopratutto alla testa, iniziato in serata. Mi ricordo che è stata già una cosa del genere, ogni tanto la passo, mi pare che si parla di energie che vengono assorbite.

     

      E' cosi come presupponevo già, il guasto non è dalla rete ma dal telefonino. Pazienza con le impostazioni.

     

       Si stano annoiando perciò creano un po di dramma.

     

       - Iris, la gente dal paese pensa che il vicino S. sia morto.

       - Qualcuno si è divertito mettendo in giro una notizia cosi.

       - Quando affermi qualcosa deve sapere certamente.

        - Per divertimento.

       - ?!

     

       Qualche anno fa era suo figlio morto!

     

     

      Al pranzo a un certo punto vedo una piccola zona di luce e un pensiero “Giulio... cibo... come mangia...”

    Alzo gli occhi dal piatto, la madre mi stava guardando severamente con occhi piccoli. Era da lei un pensiero verso Giulio, ma se lui non è piu qua?! Mamma mia questa donna per una vita ha sviluppato una vera patologia per il cibo.

     

      Se ne vanno tutti due al orto di Loretta, vedevo il viso piccolo del anziana un po' prima di arrivare qua.

     

      Questa donna si aggancia troppo di me quanto tempo sono qua. Pare che io non solo dovessi fare le cose a suo posto, ma ricattarla per tutta la violenza subita sin dal infanzia.

     

      Mi diverte quando li sento parlare, due senili incapaci più di gestire la loro igiene personale, vogliono gestire la mia vita:

     

        - Hai detto che sposerai Iris.

        - Con chi se a lei piacciono i bambini?

        - ?!

     

      L'anziana è messa sul automatico, ogniqualvolta quando passo di qua si ricorda il suo matrimonio imposto e lui la sta pungendo.

     

      Fa un caldo estivo, in questi giorni si arriva a 27-29 gradi, ed io parlo di raffreddamento?!

     

     

     

        “Ambasciatore” cos'è con questo ambasciatore non lo so, si ripeta parecchio nei pensieri del posto.

     

     

     

       Giovedì, 26.04.2018

     

       Verso sinistra è Oriana in grigio, è scontenta e mi sta dicendo qualcosa molto decisa.

     

       09,09 stavo guardando a questo breve sogno. Non mi è chiaro cosa aveva da dirmi, era una sola breve frase per niente rassicurante.

     

      Più tardi un pensiero di Loretta con tanto di rabbia arriva indietro della mia testa con forza “Ma che vada al diavolo! Tutta la gente sa la mia casa?!”

     

       E' un po agitata questa gente, lei stessa ha detto a tutti che io sto scrivendo.

     

      Mi occupo ben volentieri di sito prima di andare in città. Sono contenta di cambiare qua e là il design, di rivedere le esperienze meravigliose avute in dicembre scorso. Dico mi attira questo sito come una calamita, la guida animica si avvicina avendo la testa coperta con un turbante nero. Strano, perché?

     

    Mi preparo per andare in città la madre mi chiede:

     

       - Non è troppo caldo?

        - Ho detto a questa donna una settimana fa che oggi vado.

        - ?!

     

      Corina agganciata al suo negozio era la su guardando chi passa sulla strada, rimarrà anche lei agganciata alla comunità in quale è nata, adesso ha anche il negozio.

     

      Walter portava merce a suo negozio, anche lui mi mette la stessa domanda:

     

       - Non fa troppo caldo?

        - Telefonarla e dirle che non vado più per via del caldo?

        - ?!

     

      Si perché no? Potevo fare di meno se avvisavo. A parte il caldo eccessivo, oggi arriva a 29 gradi, l'estetista era molto triste appena aveva ricevuto la notizia della morte del secondo cane, primo è morto 2 settimane fa.

     

    A ritorno in pullman pensavo a qualcosa e la guida si fa vista con lo stesso turbante nero.

    E' qualcosa che non le va oggi. Che non va né a me, ho risolto certe cose per me ma non è che salgo in una gamba per la gioia.

     

      Quanto per il caldo eccessivo e per la camminata, mi risento parecchio comunque qui qualcosa mi appesantisce troppo indietro di me parte sinistra appare il viso del anziana piccolo, confuso.

     

     

     

     

       Venerdì, 27.04.2018

     

      Piove e fa freddo rispetto a ieri, come non affaticarsi il corpo con i grandi sbalzi di temperatura?! In effetti qualcosa non mi va, lo stomaco si risente. Il sogno:

     

       "Loretta mi sta dicendo

      - E' un uomo con sigaro.

       - ?!

       Io penso “il pastore fuma sigaro”

     

       Anni fa ci divertivamo guardando in caffè, un uomo con baffi e sigaro appariva spesso. Io non ho mai visto questa persona da nessuna parte, comunque il sogno mi mostra che ci sia un blocco, proprio mi aspettavo incontrare un altra guida in carne e ossa e quella guida in tanti anni non è mai stata da nessuna parte. Possibilmente non giriamo negli stessi posti, che poi io da quasi 3 anni non faccio altro che Romania - Germania, in Italia non sono più stata.

     

     

     L'anziana è molto agitata oggi, se non beve l'alcool allora è così che si manifesta la sua senilità, ieri appena parlava oggi cerca motivi per alzare il tono.

     

      Walter l'aiuta con il cibo per polli e tacchini, lei non dimentica lamentarsi:

     

       - So io se c'è la farò con essi?!

        - Mamma allora perché le hai comperati?

        - Solo questo anno, poi basta.

     

     

      Oggi hanno fatto delle grosse spese, il vecchio giustamente si è spaventato sentendola:

     

       - Oh cielo, solo questi ci sono rimasti?!

        - ?!

     

      Lo capisco, appena hanno ricevuto la pensione.

     

      Come vedo io, lei è entrata già in preoccupazione per una mia imminente partenza:

     

        - Stai attento con i vestiti! Se va via Iris chi fa il bucato?

        - Stai esagerando, hai lavatrice.

         - Non so accenderla.

         - E' Corina.

        - Non vedi che lei passa di qua raramente?!

     

      Eccola, non è in quadro oggi questa donna:

     

       - Iris fai quello e quel altro io vado dopo i tacchini.

        - E' presto, ti hanno detto alle 13 non alle 11.

     

     Ovviamente torna senza:

     

        - Mi hanno detto di andare verso le 13 per i tacchini.

        - Si ti hanno detto già in mattinata di passare da loro per le 13.

        - Non è vero.

     

      In somma, lei ha fatto una passeggiata pare che non riesce stare tranquilla oggi.

     

     

    Ed io sto qua con questi due senili?!

     

    Prelude -Yanni

     

     

     

      Prima mi “ricordo” il piccolo parco di Pinolo dove solitamente andavo con i nipotini, poi il giorno in quale Franco ha deciso di andare in Belgio e stava li pensoso nello stesso parco infine vedo il viso di Franco davanti a me. Quindi non so io questi “ricordi” sono realmente avvenimenti che io chiamo alla memoria? Sono i ricordi altrui?

     

     

       La felicidad, eh!

     

    Ahaha, questa è carina! Pensavo a lavoro, vengo al computer e mi sono venute queste parole dal video con la felicità appunto, da un punto di vista occidentale che alla fine è da nessuna parte ma almeno ci proviamo.

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

       5 mesi fa non potevo vederlo su YouTube senza dire la mia età. Oggi vedo che hanno tolto il divieto, ovviamente stavano esagerando.

     

      Un astrologa ci manda indietro al 4 novembre 2017, alla luna piena in toro che ci collega a quella di adesso, 30 aprile in scorpione. Guardo indietro sul documento di testo ma non vedo nulla di particolare.

     

      Ed eccola qua in pomeriggio. Chissà come mai solo ieri mi ero “ricordata” il rifiuto di Corina di darmi soldi quando avevo bisogno:

     

        - Iris, puoi darmi 400 euro in prestito fino lunedì?

        - Ti do. Ma come mai non hai soldi?

        - Devo pagare per la macchina e la banca chiude presto.

        - Non hai card?

         - ?!

     

       In somma, di solito lei non chiede soldi, se non ha lei sono quelli di Oriana. Trovo perfino io strana la sua richiesta e i suoi motivi.

     

        - Corina se pure sei qua, puoi lasciarli i soldi per i poli.

         - Mi ha detto Walter che avete comperato.

        - Si, quindi i soldi li dai a lei.

     

      L'anziana essendo fuori è attenta a tutto quello che si parla e si fa così che interviene:

     

       - Non mi servono. Non lasciare niente a nessuno!

     

      Fra poco chiederà soldi da me, offerti di Oriana non li vanno bene.

     

      Da vicina pare che tutti i figli sono a casa questo mese, e ne ha 10! In serata qualcuno di essi esprimeva la confusione circa la mia religione. Non si immagino nemmeno che qualcuno possa vivere benissimo senza appartenere a nessuna.

     

       - Sai che Iris non risponde al saluto “Cristo è risorto”?

        - Ma sai lei è di quelli...

     

       Interviene il loro papà per stroncare il loro dialogo:

     

       - Lascia stare! Il prete ci ha detto in autunno di lasciarla in pace.

     

      Dici? Poi mi salgono in testa quando io dico che qui altro non è che una setta.

     

      Questa tremenda paura della fame butta tutti due in pazzia più di quanto lo sono già. I tacchini sono piccolissimi, lei si è affrettata a portarli qua poi li ha chiusi al freddo e al buio e bang 4 di loro sono morti. Poi iniziano con importanza tutti due:

     

       - Li diamo ai gattini.

       - Li buttiamo.

     

      Mi snervavano i loro discorsi siccome non sapessero già che sono piccolini e non si ricordano neanche quale fossero le loro necessità.

     

      - Allora perché li hai comperati?

      - ?!

     

      Sono molto confusi tutti due.

     

     

    Questa è proprio carina! Stavo leggendo uno dei ultimi testi di Kryon e sento un dialogo tra Loretta e Corina.

     

       - Ma non va più a ristorante?

        - Non lo so.

         - E' anziana..."

     

      Ho continuato la lettura senza dare importanza al loro dialogo, che poi ne sento abbastanza ogni giorno: mi stano considerando un elemento della loro comunità ed io proprio non lo sono. Adesso invece è proprio una splendida sincronicità.

     

     

      "Voi non sapete cosa significhi “fatto a sua immagine”, e l’immagine è la divinità, l’amore, la compassione e la capacità di fare cose stupende. Ecco cosa vuol dire “fatto a sua immagine”. E l’avete ascoltato per tutta la vita, ecco chi siete. Dunque voglio proiettare questa canalizzazione come ho già fatto prima.

     

      Cara Umanità, cari miei in questa stanza, cari ascoltatori, la vostra realtà è ciò che avete ereditato. Userò una parola: voi avete sintetizzato una realtà che avete ereditato dai vostri genitori, dai loro genitori, e dai genitori dei vostri nonni, del modo in cui tutto funziona, la ragione per cui siete qui, la durata della vostra vita, ciò che potete fare, ciò che non potete fare, come dovreste agire e ciò che succederà. Tutto questo è ereditato. E ciò che continuate a fare è sintetizzare quella realtà. Una generazione dice all’altra generazione chi è, cosa può accadere e dove sta andando. E non so se ci avete mai veramente pensato: siete un prodotto di ciò che i vostri genitori hanno detto. Proprio dall’inizio loro hanno iniziato a dirvi cosa fanno gli umani e cosa no, cos’è corretto e cosa non lo è, e quanto a lungo vivere. Vi hanno dato l’intero paradigma di ciò che era stato detto loro e di ciò che i loro genitori gli avevano detto.

     

     

     

     

     

     

     

       

       E quando vi dico “sintetizzare” lo dico perché non è assolutamente vera, vedete, l’umano è più di questo. E’ il 33% di cui vi ho parlato precedentemente a cui il vostro DNA si limita a funzionare e ad accettare, prendendosi facilmente le malattie e facendo ogni sorta di cosa. Non siete stati fatti in questo modo, non è ciò che siete. Oh, voi siete molto di più. Sapevate che in una canalizzazione passata vi abbiamo anche detto che la vostra durata di vita è due tre volte ciò che pensiate che sia, ma poiché avete sintetizzato come dovrebbe essere, ci credete e quindi quella diventa la vostra realtà. "

     

       Kryon/Lee Carroll - Istruzioni per gli Indaco - Berkeley Springs - 15 aprile 2018


     

      Mariarosa ricorda lo stomaco sensibile in aprile e possibilmente in maggio, ma poi respireremo alleggeriti. Vero io mi risentivo a stomaco in questi giorni, Diana un po prima di me. E così tra un mese cosi e un altro cola arriveremo a fine anno.


     

      A parte l'interesse delle sorelle cosa faccio or no, io penso seriamente al viaggio per Firenze giusto per prendere una bocca di aria fresca, qui le energie si stano impantanando.

     

       Il sé è grande, bianco, seduto alla mia destra.

     

      Molto più tardi sento due donne parlando:

     

      - E' il suo negozio?

    - Non è il suo, lei va a comperare là come tutti.

     

     

     

     

        Sabato, 28.04.2018

     

     Mi ricordo la frase che ho scritto su Fb, anni fa

     

      L'uomo deve avere un incrollabile fiducia in se stesso.

     

    Sono le parole di Sri Aurobindo.

     

      Intorno al pranzo sento un pensiero di Loretta con tanto di rabbia, indietro della mia testa parte sinistra:

     

      “Ma che vada al diavolo!”

     

       Questa gente è così testarda, vedono che i pulcini muoiono per via del freddo niente da fare li hanno messi nel pollaio, uno di essi già si risente. Li ho portati al sole e si lo godevano.

     

     

      In pomeriggio mi “ricordo” una sua affermazione fatta anni fa, parlando di violenza esistente in questa comunità

     

       “Ma sai da noi la violenza pareva normalità.

     

    Dopo le 20 mi preparo per andare a negozio dopo il pane, mi farò due passi approfittando di una splendida serata con una già enorme luna bianca. Ed eccoli qua al cancello Walter insieme a Vania, questi due pare che non fossero capaci a girare da soli, l'iniezione lo fa solo lei.

     

      Non finisco di fare la spessa ed eccolo qua Vania subito anche lei lì. Io finisco, saluto normalmente lei risponde con un sarcastico:

     

      - Ciao, Irinuca!

     

       Il diminutivo che adopera Loretta e mi snerva sentirlo, possibilmente oggi hanno parlato. E' tanta ignoranza e arroganza nelle donne cattoliche, io non sarei tanto sicura che sono gli uomini a dirigere il mondo. Che poi la chiesa cattolica tiene d'occhio le donne non gli uomini, sa lei perché.

     

     

    Torno qua e trovo l'anziana tutta agitata:

     

       - Vania deve tornare, non ha trovato la siringa.

         - Come non l'ha trovata?! Non erano insieme le medicine?

        - Magari hai messo tu da qualche parte la roba che era qua.

        - Io?! Ma cosa interessa a me le tue cose?! Non hai altro da fare che stare un po attenta.

        - Pensavo che magari hai pulito di qua e lo hai buttata.

        - Smetti con queste stupidaggine!

     

      Vania apposto di cercare questa benedetta siringa e finire una volta per tutte con la sua suocera, che poi l'ampolla l'ha aperta già e domani non sarà più buona. Apposto di fare tutto il possibile per finire il trattamento di sua suocera, Vania si affrettava venire a negozio per snervare me. Certo, non è più venuta qua.

     

      Gli anziani hanno una scusa: sono senili per via dell'età. Ma lei?! Che poi è impossibile non dare dei numeri con la mente e con un comportamento sconsiderato vivendo in una setta e facendo dei sforzi enormi per salvare le apparenze cioè vivere in ipocrisia. Anche se fisicamente tanti di loro vanno al estero, mentalmente rimangono sempre lì.

     

     

      Se pure pensavo al viaggio per 5 maggio, Mariarosa ricorda che sia una data importante da un altro punto di vista:

     

      “Durante la luna piena del 30 aprile si paleseranno i primi accenni del energia di maggio ( loggia terra -organo milza- e dunque potrebbero esserci astenie, problemi digestivi, agli organi di riproduzione e alla tiroide, allergie stagionali, pensiero ossessivo ripetitivo etc ) che farà il suo trionfale ingresso il giorno 5 . Inoltre sempre il 5 maggio c'è un cambiamento decisivo secondo il calendario soli lunare cinese, lasciamo infatti la stagione primaverile per entrare in quella estiva.

     

       Dunque osservatevi molto attentamente in questi giorni a cavallo della luna piena del 30, perché costituiranno insieme al ingresso del 5 maggio il leitmotiv dei primi 12 giorni di maggio, saranno comunque giorni di quiete e di passaggio da un energia ad un altra . Maggio non sarà pesante come aprile ma sarà un mese importantissimo...la prima quindicina rappresenterà infatti una preparazione vera e propria per affrontare l'ingresso della terra yin insieme alla luna nuova e a urano in toro il giorno 16 maggio... e DULCIS IN FUNDO proprio tra il giorno 16 e 17 maggio è prevista da forecast attendibili una tempesta solare di media entità MAYOR.

     

        Questo per dirvi che il passaggio alla seconda quindicina di maggio sarà a dir poco impattante e si comincerà a percepire già dal 12 maggio. Si passerà da una situazione di stasi a input di risveglio a tutti i livelli molto forti che dovranno essere osservati e fatti fluire in maniera adeguata per non creare forti destabilizzazioni. Quindi osservatevi in questi giorni e preparatevi con amore e grande calma .quello che arriverà sarà solo per il nostro sommo bene noi dovremo solo fare attenzione nel elaborarlo e lasciarlo entrare nelle nostre vite nel miglior modo possibile.”


    Fonte: cammina nel sole

     

     

     

        Domenica, 29.04.2018

     

       Miei capelli sono ben pettinati e divisi in due, alla radice per circa 2 centimetri sono più scuri e splendenti, è ben visibile la differenza.

     

     

      Può essere conseguenza del pensiero verso il viaggio e passare prima dalla parrucchiera. Che poi i capelli crescono 1 cm a mese, e nella seconda metà di maggio sarebbero già 2.

     

    Sono rimasti 4 pulcini, uno di loro è andato. Strano che ieri sera lo avevo tenuto nelle mani e più tardi lo vedevo morto avendo alla destra un splendido gallo vivo, giallo dorato  e marrone.

     

      Gallo e capelli sono dei simboli, tutti due avendo due colori molto diversi.

     

      L'anziana è molto scontenta, Vania non è più venuta per farle l'iniezione.

     

      Strano che qualcuno rispondesse stanotte a un mio commento fatto anni fa cioè in 26 aprile 2015. Eh sì, si parlava del legame eterno esistente tra le anime, inteso non come come famiglia biologica, ma come famiglia di anima. Comunque io il viaggio a Firenze perché voglio farlo non per lo stesso motivo cioè incontrare persone che hanno i miei stessi interessi?!

     

      Mamma mia quanta pazzia è in queste persone, che degrado:

     

       - Pappino vuole andare a chiesa, stanotte ha detto che sta morendo.

         - Che la faccia pure, chi lo impedisce?!

        - Infatti, da anni sta morendo.

     

       Ascoltano la messa a radio prima di andare alla messa di qua, il prete sta parlando di “ascolta”. Ovviamente il prete non sta dicendo ascolta la tua intuizione e la sola a guidarti nella vita, ma ascolta la chiesa, ascolta una qualunque autorità in qualsiasi settore della tua vita. Gli altri umani ti dicono cosa fare or no, tu sei incapace a pensare, un classico per questa cultura schiavizzante a livelo mentale. Poi per essere chiaro da esempio una tragedia marina, dove un centinaio hanno perso la vita perché i capitani non hanno ascoltato i ordini ricevuti. Beh più chiaro di così? E' un tipo di ecco cosa succede quando non si ascolta un autorità esterna a te stesso: una tragedia.

     

       Passa un oretta, la sento ancora:

     

       - Iris, fai quello... Io non ho più tempo, vado a chiesa.

        - Come non hai tempo?! Dalle 9 ti muovi di là e di qua senza far niente.

        - Mi riposo, non vado stanca a chiesa.

     

       Pare che lei andasse lì a lavorare non a farsi due passi.

     

       Mi risuonano le parole. “E che cosa significa essere buoni?!”

     

       Infatti la gente va a chiesa per sentire fino a nausea che non sia in giusto, che siano dei deboli senza alcun potere e dei peccatori sin dalla nascita. Per cos'altro? Chi vuole leggere la bibbia lo può fare anche a casa sua, se è interessata di quel antico libro.

     

       - Iris prego per te di avere mente e salute per prepararci ancora da mangiare. Vedi che noi due...

        - Prega per te, non per me! Tu deve avere mente e salute per gestirti da sola.

     

      Che sogni si fa questa qua?!

     

       Resta l'evidenza sul posto locale da qualche giorno è troppa agitazione, dopo il pranzo sento molto chiaro la voce di Vania indietro della mia testa “tu continua, ogniqualvolta quando lei passa di qua...”

     

       Mi piacerebbe fare del altro, di essere altrove, di muovermi in qualche modo. Sognavo una vita totalmente diversa soldi in tasca e libertà, muovermi come e quando mi pare ed invece ho una sensazione di blocco

     

     

      Mi vedo esattamente cosi come sono vestita oggi, ma come un ombra.

     

      Da dentro di me arriva io vivo in gratitudine

     

    E perché no?! Alla fine cosa mi manca?

     

      La vicina qualcosa mette in movimento, da tempo tutti quanti stano guardando indietro della loro casa: dove non hanno recinto.

     

     

    La luna oggi alle 21 è ovale, ogni tanto la vedo così. Michele abbia visto qualcosa di particolare?

     

     

    Ma questa gente non è sana, se mai lo fosse, ben passate le 23:

     

        - Iris sto male dal pranzo, il cipolloto non mi va bene.

         - E perché viene da me? Vai in cortile a farti due passi.

         - Se muoio vedi che ho qui dei soldi per nipoti.

         - Vai, prendi aria fresca.

     

    Sono tanti anni che sento lo stesso ritornello. Passa un mezz'oretta arriva e lui:

     

       - La tua mamma è qua?

       - E' fuori.

     

      Fanno un bel niente tutto il giorno poi girano fino a mezzanotte in cortile. Se da me la luce era accesa, perché non coinvolgermi nei loro drammi? Girano solo loro due in cortile?!

     

     

     

     

       Lunedì, 30.04.2018

     

    Eccola vivace come mai prima, non muore più:

     

        - Iris, è aperta la stanza di Oriana? Devo mettermi una giaca là.

         - Tu non deve mettere alcuno vestito là, hai armadio nella tua stanza.

       - E là cosa metto?

         - Niente, è la casa di Oriana

         - Lascia stare.

     

       Appena faceva le scale, ma la sua giaca l'ha portato ugualmente. Questa donna si aggancia con disperazione ai figli, non è solo per paura della morte, semplicemente lei non esiste.

     

      Ma non muore proprio, a quanto pare non ha litigato da tempo con nessuno e cerca motivi per farla:

     

       - Iris chiude la porta! Arriva un bruto odore dai vicini con tutte le bestie che hanno.

        - Smetti con queste stupidaggine!

        - Zitta!

     

      Quando inizia con toni alzati è ormai lontana da questa realtà.

     

     

       La nuova paura è di non morire finché la casa di Oriana non sarà finita, giusto per fare il viaggio verso la tomba stando qualche giorno là. Così che sta pressando gli operai:

     

       - Iris, vedi che gli operai verranno oggi.

        - Da dove sai tu quando vengono loro?

        - Mi hanno detto ieri che verranno oggi in mattinata.

     

      Beh, cosa ha capito lei non so, certo è che alle 9 non erano qua.

     

      La vicina non fa di meno, suo marito usciva dal cortile con la bicicletta per farsi una passeggiata, lei correva per aggiungerlo:

     

        - Adesso torna indietro! Non vai da nessuna parte.

        - Smetti, ti sente la gente.

        - Non metti più le mani sulla bicicletta.

     

        Questo qua docilmente è tornato, poi litigavano dentro. I matrimoni cattolici sono di manicomio, una mascherata prostituzione con danni enormi per tutti.

     

       Poi vedo tanta confusione e immoralità negli anziani che ho proprio qua sotto il mio naso, non è che il loro carattere si è cambiato con l'età solo che adesso il loro comportamento è al aperto.

     

       Questi giorni sono molto intensi, localmente la coscienza di massa è molto attiva. A parte questa semplicemente da giorni è un energia pesante che mi sollecita tanto. Non riesco chiarirmi gran che, mi piacerebbe muovermi ma non trovo la direzione, pare che mi trovasse in una zona piena di nebbia:

     

      Rilassati e sappi che tu sei dio.

     

      Mi sono venute le parole di Saint Germain.

     

     

    Forse è il meglio che io potrei fare e non andare contro ai muri.

     

     

    Dopo poco tempo mi trovo cantando

     

       Atemlos

     

     

     

     

     

     

     

     

      Mi ricordo un incontro per kabalah e lì una signora mi ha detto “guarda che la tua mamma ti da delle spinte, per trovare la tua strada.”

     

      L'ego, la mia ombra, si fa visto alla sinistra siccome fosse in nebbia.

     

       Qui non capisco il perché, 14,41 bel numero.

     

      Tanta energia del posto mi sta appiccicata addosso, sono interferenze lo so, tuttavia è un bel sforzo da mia parte ignorarle.

     

       Mi appare l'immagine del unicorno che esce dalla foresta.

     

       Più tardi vado in basso ma che senso ha tutto ciò? Sto per ore agganciata al computer.

     

       Mi appare l'immagine del donare.

     

      Ho capito, però deve essere un equilibrio.

     

     

     

     

         Martedì, 01.05.2018

     

     

       Eccoli non muoiono più, tutti due si danno da fare per l'acquavite!

     

      E' lei più interessata a questa acquavite che lui:

     

       - Dove lo mandi? Lascia stare l'acquavite, c'è tempo.

       - Deve essere fatta.

       - E quando siete ubriachi state morendo.

       - Io bevo?!

        - A quanto ti interessa sì.

     

       So io perché si fa tanto caso nei testi canalizzati per una vita molto più lunga come ai albori del umanità, se a 70 anni già sono dementi.

     

     

      Caro sé io mi faccio un viaggio, decide tu: Italia or Germania?

     

      Mi appare verso destra un campo di lavanda di un intenso viola.

     

      Ho visto questa immagine di Provenza – Francia, nei giorni scorsi, di certo il colore è un aggiunta del fotografo, lavanda ha un colore chiaro.

     

     

      Strana questa donna a chiesa e ai mendicanti da delle belle somme per niente, adesso qualcuno le ha dato una mano qua per l'acquavite e lei non voleva pagarlo bene. Io insistevo:

     

       - Darle un po di più.

       - Non ho soldi piccoli.

       - Le hai detto che riceverà ancora?

       - Non le do più niente, ma cosa ha fatto lui?!

     

      Inutile. Scusa ma questo ragazzo a parte lo sforzo fisico stava perdendo anche il suo tempo per loro. Non è la prima volta quando rimarco l'esagerata generosità per nullatenenti e parsimonia per chi lavora.

     

      In pomeriggio mi fluttuava intorno "buongiorno" in serbo, di solito viene da Ada un pensiero così.

     

      Io niente, ho chiuso il telefonino da ieri, e guardo alle splendide sculture che girano intorno alla libertà. Oggi ho trovato una scultura fantastica in Francia - genio della libertà, poi scopro il nome integrale della famosa statua americana – la libertà illumina il mondo.

     

     

      Ma è una rompe scatole da spavento, mi stava dicendo con un tono ironico di quanto fosse occupata Corina con la sua pasticceria:

     

       - Corina è sempre occupata con pasticcini e panettone.

        - Se non ha voluto andare in Belgio da suo marito, deve fare qualcosa qua.

        - Viene anche lui a casa.

        - Ecco, faranno insieme pasticcini.

     

      Subito la vedo con un viso piccolo, sorridente e molto ringiovanito. La guardo dopo una 15- 20 minuti ed è la solita anziana. Chissà cosa le è passato in testa, questa donna è proprio andata.

     

     D'altra parte è vero che io posso sapere sempre la verità, purtroppo non mi sono guarita del giudizio giusto/sbagliato.

     

      Entro su Fb per trovare Stefania parlando di annebbiamento in questi giorni di luna piena, lei la vissuto già io anche.

     

      Mi girava con tanta insistenza attorno questa roba che avevo sentito tempo fa da Van “un comandante.”

     

      Ma che cos'è con tanta agitazione intorno a me? La trovo perfino io esagerata:

     

       discreditare arriva da dentro di me.

      E' in effetti una parola rumena che sta per screditare.

     

      Caspita! Ma come sono importante, tanto impegno da loro parte lascia sgomento.

     

      La luna piena, ovale e oggi, ha i suoi effetti sugli anziani, verso le 24 ancora giravano dentro e fuori.

     

     

     

       Mercoledì, 02.05.2018

     

     

       E' molta agitazione sin da presto mattinata per l'acquavite, sono anziani non hanno più forza lo sappiamo, ma ne rinunciano ad abitudini che non fanno più per loro. Un casino!

     

       L'anziana rimprovera Walter che non l'aiuta, siccome lui fosse un pensionato come loro e non ha altro da fare. Insisteva per un suo figlio, va beh ma i nipoti devono stare a sua disposizione?! Lui giustamente si arrabbia.

     

       - Lascia stare, Walter. Sono senili. Anch'io le dico di stare un po tranquilli ma non ci riescono.

     

      Insisteva per un suo figlio, va beh ma i nipoti devono stare a sua disposizione?!

     

       Quanto per la spesa del anziana e le discussioni contraddittori avute prima, quanto per la mia posacenere che era sul tavolo non so. Certo è che Walter aveva un viso scuro una volta lì.

     

    Poi chiamano gli operai che erano già li, arriva e Tamara più in gamba per mettere le cose apposto.

     

    In somma tanta agitazione per niente. Loro sono liberi di fare qualunque cosa, non li ferma nessuno, il problema sorge proprio perché insistano di là e di qua, rimproverando e pretendendo.

     

    Mi preparo per andare in città, questa agitazione non è di mio gradimento poi voglio fare qualcosa per me. Apro il telefonino alla fine posso andare sempre là, a lavoro. Mi sorprende vederlo in riassestamento.

     

       Mi ricordo parzialmente un brano dal video audio di Kryon paura di impegno spirituale

     

       “tu non sorridi. Hai paura. Ed è cosi che ti troveranno.”

     

      Alla destra vedo questa bella donna descritta nel video, che poi può essere un archetipo della psiche. E' giovane e alta, indossa un lungo vestito bianco, sul viso abbronzato è visibile una leggera paura.

     

     

      Vado a farmi due passi per le sigarette, il commesso mi chiede:

     

       - Ma lei va via?

        - Possibile questo mese, io mi preparo.

     

       In effetti mi sto preparando così che provo a telefonare da estetista per un appuntamento questa settimana e non ci riesco, invece mi appare ancora una volta la rubrica di Marta.

     

       La luna piena ha i suoi effetti anche sugli anziani, verso le 24 ancora giravano dentro e fuori, io mi sono addormentata loro no:

     

        - Iris, stanotte alle 1,30 le galline si sono spaventate di qualcosa.

         - ?!

        - Sono andata fin lì ma non ho visto niente.

         - Qualche animaletto.

     

     

        In pomeriggio sento ...Franco... Franco... innumerevoli volte con accento italiano, magari parenti di mio cognato.

     

      Oggi fa caldissimo e loro due fanno tanto fumo con l'acquavite, vado in città, almeno là respiro nel parco.

     

       Parrucchiera aveva posto libero solo venerdì. Ovviamente anche lei mi chiede:

     

       - Lei quando va via?

       - Non è deciso, la stagione inizia in 15.

     

        Meno male che i genitori mi danno delle spinte

        Ecco l'ego alla sinistra.

     

      Quindi non funziona così, in effetti anche il sé è scuro davanti a me per niente alleggerito delle mie affermazioni mentali.

     

       In serata arriva Corina per portarmi i soldi e si ferma per buon tempo lì, tra vari nella sua attenzione era l'acquavite, sapeva di scandalo uscito:

     

        - Walter mi ha detto che lei era interessata di questo affare.

        - Sì lei affrettava le cose.

        - Non sai cosa sia con mamma, pare che la mente non li funzioni più.

         - Non ha più pazienza.

        - Che poi anche il prete ha detto un giorno “qui in autunno tutti fanno vino e acquavite, non si fanno più delle conserve per l'inverno.”

         - Corina, la gente beve perché infelice, per un tempo dimenticano la realtà.

         - Tutti bevono e tutti sono ammalati?

        - Sì. E' tutto nel psichico. Anche la loro vicina è stata mandata alla psichiatria.

       - ?!

      - Lei ha iniziato con lo stomaco. Lo stomaco è sano, lei non può più digerire certe situazioni. Che poi vedi anche te da loro ci sono continui litigi.

     

     

        Che poi come non darle ragione? Sposata di sua mamma con chi ha trovato disponibile, trasformata in machina da riproduzione dalla sua chiesa e dalla ditattura comunista, eterni litigi con il marito non voluto. In somma è infelicità.

     

         Io ho sempre detto che è impossibile vivere in una piccola comunità settante, con le sue severe regole e tradizioni antiquate e rimanere ...fedeli a se stessi.... Io pensavo sani. Ma va bene così, la felicità è la fedeltà verso noi stessi non verso una comunità di qualuncue genere lei sia.

     

     

      Certo è che mi sentivo appesantita dopo la sua partenza pur avendo parlato solo delle banalità, non è la prima volta.

     

      Più tardì guardavo dopo la luna ma non l'ho più vista.

     

     

     

       Giovedì, 03.05.2018

     

       Gli anziani sono pesanti oggi. Dopo l'entusiasmo di ieri, oggi sono stanchi e ubriachi cioè innervositi. Certo che sono incapaci di parlare normalmente se il loro cervello è ogni giorno nel alcol, praticamente da anni l'organismo non ha mai ricevuto una pausa.

     

    Secondo l'anziana

     

       - 2-3 bicchierini a giorno non fanno male.

     

     

    Secondo me sì, non solo per la loro avanzata età, ma ogni santo giorno? Da anni nuotano nel alcol, tutti due.

     

     

      Vado fin al cancello, anziano anche lui. Dal loro punto di vista mi tengono d'occhio.

     

       - Lei sta aspettando qualcosa.

       - Si, si.

     

       C'è gente limitata e non solo, si sono arrabbiati ieri per la mia partenza in città quando loro avevano tanto da fare con l'acquavite. Qui era un fumo e un odore tremendo.

     

      Lui mette con cura nel orto i resti da questo affare, lo guardavo non condividendo per niente cosa fa, lei le era vicino e la vedo con un viso scuro piccolo, molto scontenta. Per cosa fa lui? Per averlo visto?

     

       Io invece sono irrequieta, mi muovo di qua e di là in questo spazio stretto. La corrente non c'è per tutto il giorno, il tempo è magnifico e sto qua impaziente a sentire le loro banalità a posto di farmi un splendido viaggio da qualche parte?

     

      Che poi mi serve un cambiamento epocale, non intendo più continuare in questo ritmo qualche mese di lavoro là per farmi i soldi e qualche mese qua per risparmiare al meglio quei soldi.

     

     

     

     

       Venerdì, 04.05.2018

     

      Questa sì è vero, solo ieri pensavo a quello che mi avrebbe piaciuto fare:

     

       "Bilancio - di una vita
     

      Prima di lasciare la terra, molti si rendono conto – ma troppo tardi – di quanto siano fragili le basi su cui hanno costruito la propria vita: si sono nutriti di illusioni, si sono lasciati sedurre dalle apparenze… E dato che anche a quel punto risulta loro impossibile dar prova di lucidità, accusano gli altri. Ma a cosa serve accusare gli altri? Questo cambierà forse in qualche modo il triste stato in cui si sono ridotti?

     

     

     

     

     

     

     

     

     

       Ecco dunque ciò che è importante conoscere: ogni essere umano che scende a incarnarsi sulla terra è il depositario di un sapere immemore riguardo alla sua origine e alla sua predestinazione. Dipende solo da lui far sì che quel sapere riaffiori a poco a poco alla sua coscienza e lo illumini sul modo in cui deve condurre la sua vita.

     

      Allora, prima che sia troppo tardi, è meglio accettare di riconoscere i propri errori, sforzarsi di ripararli e tracciare solchi migliori per una prossima esistenza.”


    Omraam Mikhaël Aïvanhov

     

    Con parrucchiera stavamo parlando di Pleiadi, le nostre radici extraterrestre, Gaia.

     

    Aiuto, ha finito la pensione. E' un casino con la sua mente, adesso vuole i soldi da Oriana che solo lunedì li ha rifiutati e non trova più Corina che fa intermediario.

     

     

     

       Così che lei urla in una gioia al vecchio, quello è stufo sentirlo.

     

       - Ma smetti con questi urli, solo la tua voce si sente su questa strada.

       - Ti sei spaventata?

     

       E' inutile.

      19,19 oramai stufa ho detto basta! Sono tutti due ubriachi secondo me. Fortunatamente sono stata 6 ore in città, mi sono goduta il silenzio, una volta finita con la parrucchiera.

     

    20,02 Da mesi avevo davanti agli occhi Firenze, eppure non ho osato. Ma se i soldi sono sempre un problema è ovvio che io non mi muoverò mai.

     

    20,20 io devo partire di qua, non c'è la faccio più a star ferma.

     

    Un sacco di numeri doppi e tutte hanno da fare con quella partenza troppo ritardata.

     

     

    E' qualcosa che mi blocca, qualcosa che non mi va.

     

       essenzialità arriva da dentro di me.

     

      La prendo in negativo, cioè sto esagerando cercando solo quello che mi serve e che secondo me vale la pena essere fatto.

     

      Resto fuori fino tardi per godermi il fresco e il silenzio, di giorno si arriva a 30 gradi.

     

    Pleiadi

     

      Un energia si avvicina alla sinistra l'anelo con diamante viene tirato fuori dal dito, adesso è un altro di argento con un design particolare, pare il simbolo del infinito con piccole pietre trasparente, una sola pietra è nera.

     

    Può essere che pensavo vero e proprio in questi giorni a un anelo, è tempo da quando non ho più messo dei gioielli.

     

     

     

     

       Sabato, 05.05.2018

     

     

      Aiuto questi giorni da troppi numeri, prima delle 8 mi bussa con forza nella porta con vari motivi.

     

      In realtà non voleva stare da sola in cortile, l'anziano doveva andare da qualche parte per un quarto d'oro. Questa donna non sa stare zitta, l'anziano è sordo, io mi occupo delle mie cose:

     

    - Non ho mai con chi parlare.

     

    Ecco il suo grande problema ed io rimango con un bel mal di testa quando mi sveglia cosi, siccome succedesse chissà che tragedia.

     

     

        “Per capire come vivrai personalmente questo transito, pensa a quello che ti stava accadendo intorno a maggio 2010 e poi di nuovo verso marzo 2011. Fu in quel periodo che Urano entrò in Ariete, e ora che Urano si sta preparando a lasciare questo segno, è probabile che tu senta un senso di completamento su qualsiasi cosa stia avvenendo.”


      Ma noi siamo sempre agganciati al passato? Che poi pur essendo ai ultimi gradi di Ariete per me Urano è già da mesi in casa I radix eh sì hanno ragione gli astrologi: c'è in me questa enorme sete di libertà.


     

      Passo a un nuovo testo di Monique Mathieu che parla di telepatia, si svilupperà negli animali, di meno nei esseri umani.


      Ecco la mendicante con i suoi figli al cancello, sono uscita per dirle di andarsene che poi l'anziana ha finito la pensione già ieri. La donna non ha più insistito, un ragazzino invece mi risponde ironicamente:


     

       - Non ci è permesso?!


     

      Lascio perdere e loro se ne vanno.


     

      Mi ricordo un accaduto di anni fa con il figlio del vicino che litigava con Giulio per il terreno dei genitori,  il giovane vicino molto arrabbiato le butta in faccia:

     

       - Tua sorella non va a chiesa, ha satana.

       - Lei non centra niente qui.”


      Dopo qualche oretta eccolo qua nel orto tagliando l'erba, pensavo che fosse suo papà a farla. Io sono rimasta colpita di una tale ottusità a un giovane di circa 30 anni, per qualche anno ha lavorato al estero.


     


     


     

        Flying home


     

     


     

    Contino mettere immagini sul nuovo sito,

     

       Io sono arcangelo Michele e ti porto queste verità le parole sono proprio dentro la mia testa.

     

      Io in verità guardavo a un testo di Saint Germain per la coscienza, pensando scontenta “devo mettere immagini ai testi altrui, perché non ai miei?!” Alla fine tutti noi possiamo canalizzare.

      Magari mi prenderebbe bene leggere un testo di AA Michele. Guardo sul ultimo suo testo non riesco gran che leggere, sento verso la destra la profondità del silenzio.


     

      Decisa dico caro sé con te or senza di te, io aspetto ancora una decina di giorni ma poi mi farò quel benedetto viaggio ritardato per 2 anni. Sarebbe abbastanza no? Già ho perso una splendida opportunità per Firenze.


      Il sé è sempre scuro, è scontento sentirmi con discorsi pieni di frustrazione?


     


     


     

      Domenica, 06.05.2018


     

      “Vedo la spazzola da capelli di mia madre messa sul vassoio giallo per i bicchieri, scontenta penso ma non è là il suo giusto posto."


     

      Mi alzo con questo sogno per andare al bagno verso le 4,30 del mattino, nello steso tempo usciva anche lei dalla sua stanza per lo stesso motivo.

     

      Papà sordo con la sua messa a radio, la ignoro ma sento lo stesso:

       “ Gesù che è morto per i peccati del mondo.”

     

     

      Nessuno muore per i peccati di un altro se mai per una sua decisione e per i suoi propri errori. Questa mentalità che qualcun altro deve morire or soffrire per i miei errori è molto pericolosa secondo me, che poi la storia ci ha dimostrato perfino troppo quanto lo sia.

     

      Una settimana fa si seccava un ciliegio accanto al recinto della vicina e un albero di amarena accanto al recinto del vicino. Allora abbiamo pensato che può succedere, solo che adesso 3 alberi in fila si stano seccando e tutti 3 sono accanto al recinto del vicino.

     

      Gli anziani anche loro increduli guardavano gli alberi:

     

      - Ho messo la mano alla radice è bagnato e c'è uno strano odore, sembra benzina.

       - Cattolici: di notte fanno vari misfatti, di giorno vanno a chiesa.

     

    E finita lì.

     

      Ma lei ha ragione, l'odore di benzina si sente da quella parte. Il figlio che è proprietario del terreno è stato qui ieri per tagliare l'erba è vero, tuttavia lo ha fatto lui?

     

      Verso la sera davanti a me alla destra è un area con voci umani scontente e intrigate.

     

     

    Ed ecco una telefonata da Oriana.

     

      - Oriana ha detto che viene in 24 luglio.

       - Non ha detto giugno?

       - No, luglio. Le ho detto di venire prima possibile, io non posso più e ci sono i poli.

     

     

      Solo che lei non si ferma fin alle 24, non può dormire e domani mattina il vecchio va dallo sindaco e dalla polizia. Lui non dice di no anzi:

     

      - Magari riceveremmo dei risarcimenti.

     

    Quei risarcimenti che li aspetta da anni. E' sordo e dimagrito ma lei non sta a pensare due volte, il gesto sconsiderato del vicino l'ha mandata in rabbia.

     

       Sento ancora Oriana “cerca Sekina Delacroix su internet”.

    Questa donna non lavora e non sa cosa farsene con il tempo libero che ha?

     

      Uno stato teso nel corpo si prolunga per ore, provo con il respiro, con fare due passi al fresco la sensazione resta. Vedo linee di luce che si intersecano, poi tanti ologrammi siccome fossero un gruppo, alla destra è una bocca grande aperta, immobile, i denti beige sono grandi e rari. Guardo ai denti non mi è chiaro se è di un animale or di un umano.

     

      Il giovane che ultimamente appariva con il viso, adesso si fa visto integralmente pare che venisse verso la mia sinistra.

     

     

     

     

     

       Lunedì, 07.05.2018

     

      Mi sveglio stanca siccome non avessi dormito.

     

     

       - Dov'è il vecchio?

       - L'ho mandato in comune.

       - Lascia stare, lui è sordo e tanto dimagrito.

        - Può camminare, ha buone gambe.

     

    Ed eccolo qua una decina di minuti fa vedevo il suo viso sulla sinistra asciutto e scontento.

     

       - Ho parlato con il sindaco e con i poliziotti.

     

       Poi l'anziana vede la mamma del giovane nel orto ed inizia il litigio. Gli alberi non erano lì per i frutti ma per dividere meglio lo spazio tra di loro. Cosa li abbia passato in testa anche a quello?

     

       - Iris per pentecoste sei a casa?

        - Non credo. Perché?

       - Per sapere se faccio gli involtini or no.

       - Tu fai da mangiare per te non per me, fai quello che ti pare.

       - Solo per me non li cucino.

     

      Arriva un signore per invitarli al pranzo per un deceduto e questo qua senile e ubriaco da 20 anni, non dimentica dire a lei ironicamente:

     

       - Pregherò per Iris.

        - Smetti. Stai attento a non bere anche là.

       - Ma se non bevo perché andare?!

     

      Mi ha fatto scattare. Ma se lui è sordo, senile e ubriaco da anni, pazienza è inutile. Che poi anche lei lo impazzisce tantissimo parlando a vanvera quando di uno, quando di un altro, pare che ci sia una eterna competizione qua.

     

      Eh sì è un grande peccato se non vai a chiesa, ma tutto il resto sì è santità. E se il loro modello è questo, da dove un altro alle loro prole?!

     

     

       Telefona Giulio per dire che sta bene in Inghilterra, lui ha telefonato e sabato.

     

       Vado a negozio il vecchio scontento chiede da lei:

     

       - Ma dove va?!

     

      Ma questo poverino oggi proprio non c'è la fa a stare zitto, ossessivamente mi segue ogni movimento.

     

      17,17 pensavo devo andare via di qua. A parte che ubriachi essendo parlano tutti due a vanvera, io realmente non ho più pazienza a stare ferma.

     

     

    Il vecchio continua anche alla sera :

     

       - Questa qua fuma, non va a chiesa dobbiamo portarla ad ospedale.

     

      E lei fa il classico vittimismo: è infelice per colpa dei figli.

     

     

     

     

       Martedì, 08.05.2018

     

      E' il compleanno di qualcuno appassionato di induismo, cosa le regalo? Mi appare davanti l'immagine perfetta: Shiva emanando pace, vestiti arancioni, indietro di lui sono due piccole colone bianche.

     

     

      Eccola sta morendo ancora, solo ieri era in gamba litigando con la vicina. Con il motivo di mettere qualche vestito nel armadio esprime i suoi antichi lamenti:

     

       - Non so cosa farò, dove andrò

       - Non ti piace la vita che hai?

      - ?!

      - Dovevi cambiarla quando eri giovane, dove vuoi andartene a 80 anni?

     

    Se fosse in gamba sì perché non? Non è mai tardi per farti un giro da qualche parte del mondo.

     

       L'anziano si prepara per andare alla messa, ma solo lui va?! Così che esprimeva ancora una volta il suo scontento al aperto:

     

       - E questa qua ( cioè io) non vuole andare a chiesa.

     

      Li sento perciò chiedo:

     

       - Quale è il problema?

        - Non li piace la camicia.

     

       Eccola! Maestra della verità, spinge lui davanti in qualunque cosa.

     

     

       Va beh ma io sto lì in questo ambiento così acculturato?!

     

     

       Oggi è l'ultimo quadro ed è un atmosfera incendiaria con questa chiesa e con i soldi, hanno finito velocissimo la pensione. Nel primo è stato uguale? E' stato in 22 aprile.

     

     

       Che interessante esperienza con Shiva – il distruttore. Guardo l'immagine insistendo al viso, non mi è chiaro cosa avesse sulla testa, vedo gli occhi aperti siccome mi dicesse “guarda su”. Sulla testa è un viso piccolo di donna, magari una dea con la luna, poi guardo ancora: la statua è con occhi chiusi.

     

     

       In questi giorni il vecchio è proprio impazzito e non è il solo, mi guarda innervosito siccome io fossi colpevole per tutta la sua infelicità. Lei invece quando è solo con me sta morendo, quando arriva lui è viva. Che degrado. Persone del genere ci dicono cosa fare or non fare?!

     

        - Tu non vai ai funerali?

        - Non, mi fanno male le gambe.

        - Prova.

        - Va solo lui, che poi se vado per terra la gente dirà che sono ubriaca.

     

    Aiuto! Ha un fisso con “vado per terra” e con il giudizio della gente.

     

    Ecco arrivati e gli operai, per 2-3 settimane verranno ogni giorno. Ottima atmosfera.

     

     

       - Iris butta quella carne, ma stai attenta per non vederti lui.

       - Smetti con queste stupidaggine, lui non sa in quale mondo vive. Non sa quanti soldi ci sono in casa, quanto cibo è in frigo.

       - Quindi siamo stupidi.

     

     

    Ormai io ero stufa dei suoi giochetti.

     

      Smile...

     

     

     

     

     

     

     

     

     

      Ogni tanto viene questa musica, "sorridi" cioè non drammatizare. Fa lo stesso non vedo l'ora di incontrare gente diversa e farmi qualche risata, qui è un mortorio.

     

    Il vecchio gira nel orto e in cortile per più di un ora, una volta dentro chiede da lei:

     

        - E' una bicicletta in cortile, di chi è?

        - Gli operai sono qua.

     

      Ecco, cosa dicevo?! Sono tutti due uguali.

     

      Nel frattempo vado a fare spesa, loro sono in rosso:

     

      - E se io ho detto allora a Corina di lasciarti i soldi per i poli, perché li hai rifiutati?

       - Avevo.

       - E adesso non hai più?!

     

    Realmente spendo molto, i prezzi sono aumentati tanto e loro non si arrangiano più.

     

     

      Penso a quel benedetto lavoro, sto lì a far cosa?!

     

      scoprire la tua divinità le parole sono dentro di me, si alzano verso il cuore.

     

       Oggi mi va così.  Vedo 19,19 siccome fosse nella mia mente, ma in realtà l'orologio sul computer bello grande è 19,29.

     

    Entro su Fb e trovo un idea di OSHO che condivido - la sacralità del sesso, contro la prostituzione sia legale che illegale. Figuriamoci i matrimoni che devono durare una vita non per amore ma per religione, tradizioni ecc. Da decenni ho un caso “legalizzato” sotto i miei occhi.

     

    Poi trovo un bel po di brevi frase contro la negatività, se pure stavo già scivolando in essa.

     

     Finisco rileggere il testo del gruppo circa la sincronicità e poi quello di Saint Germain che parla di giorno di immondizia, magari è una di esse per me proprio oggi.

     

     

       Non sono riuscita trovare l'immagine adatta a una pagina bensì ci ho provato per un bel po, mi ricordo le immagini di Hubble che fortunatamente avevo già sul secondo computer di seconda mano a Pinolo.

     

    Come sfondo quel computer aveva il lupo solitario, suggestiva e inquietante immagine. Ero cosi contenta per le immagini.

     

      Ecco balena gioiosa è davanti a me, è vero allora ho scoperto il canto della balena che ogni tanto si fa sentito.

     

       Così che cerco in web immagini di Hubble, sono affascinanti, l'universo è di una incommensurabile vastità e bellezza eppure mi sembravano più belli quelli della Terra. Ha vinto Hubble e l'universo nella mia ricerca.

     

      Mi godo il silenzio e l'aria fresca dopo la pioggia, è tanto silenzio stasera.

     

       Penso alla partenza e al lavoro vero e proprio, alla fine i soldi ci danno potere il cuore si muove gioioso. Sì ha ragione, così abbiamo il potere di muoverci e di fare le cose che occorrono a noi stessi è anche logico.

     

      Eppure ho troppa pesantezza, un indefinibile insicurezza

     

       Indietro della mia testa appare l'anziana con il suo viso piccolo scuro, scontento.

     

      E' un esagerazione qua, dai. Che poi la mia empatia sta aumentando troppo, queste sono i suoi problemi non i miei.

     

     

     

        Mercoledì, 09.05.2018

     

       L'anziana oggi non muore più, mi sveglio vedendola guardandomi pronta a dirmi qualcosa.

     

       Tornata dalla messa sveglia con forza il vecchio, quanto per gli operai che erano già in cortile quanto per le piantine di pomodori appena comperate. Certo è che questo qua apposto di dire a lei di non esagerare con l'agitazione si arrabbia con me:

     

     

       - Ma se questa ( cioè io) non è sana.

     

       Ahhahha! Lo stesso dico anch'io di loro.

     

       Lo vedo metà addormentato già nel orto, dico a lei:

     

        - Lascia il vecchio dormire al mattino.

        - Deve piantare i pomodori.

        - C'è tempo tutto il giorno.

        - Dorme abbastanza di notte.

     

       E finita lì. Che poi piove e lui ha una forte sensibilità a raffreddori, ma questa è.

     

     

       Ma tu chi sei?

       Risuonano le parole della canzone.

     

     

     

     

     

     

     

     

         Infatti, mi sto perdendo troppo nelle loro vicende.

     

     

      Oggi è decisa di metterlo in riga:

     

       - Dove lo mandi ancora?

        - Dal dottore per pulire le orecchie, ma io devo urlare fin quando?!

     

    Insista con il vicino ed io sono proprio stufata sentirla:

     

      - Lui deve darmi 40 cm di terra ed è lui a seccarmi gli alberi?!

       - Lascia stare i litigi con i vicini, è l'affare di Oriana.

       - Oriana fa niente.

     

      Ho una stanchezza enorme, non so quanto per l'agitazione che è qua con gli anziani e i loro vicini e quanto per altro.

     

       15,51 sarebbe l'inizio del cambiamento, che venga pure uno epocale, piccoli cambiamenti di là e di qua non sono abbastanza per trainare un intera umanità.

     

      Mi piacerebbe muovermi da qualche parte eppure non la faccio, ho perso già l'incontro con Kryon. Adesso mi sono proposta di non essere qua per la loro grande festa e spero che almeno questa volta oserò farmi un viaggio normale come turista. Sono ridicola, ma che cazzo mi blocca qua?

     

       Indietro della testa è il viso piccolo del anziana, sembra persa.

     

      Le avevo detto già che possibilmente non sarò qua, perciò inizia preoccuparsi non per altro ma non riesce mettermi in riga. Lei ci prova.

     

      Sento “è impazzita, ha detto alla mamma che ...”

     

      Adesso è Monia al telefono e ancora una volta inizia:

     

       -   Cos'altro?! Se lei non ascolta mai.

       - ?!

       - Ho mandato il vecchio dal dottore per le orecchie.

       - ?!

         - Quando entri nella bocca della gente...Tutti i figli hanno case e macchine...

       - Sì, ma da 10 anni?! Non ho più parlato con Oriana e Loretta.

     

      Questa donna è proprio mal andata, da quando avevo 20 anni prova trovarmi marito, come vedo non si è guarita.

     

      Qualcuno su Fb parla di terza elica del DNA, secondo me io la ho già.

     

       Fabrizio scrive un testo per Rino Gaetano "un artista diffamato anche dopo la sua morte, un autentico ribelle morto in un incidente (?!) auto". Non lo conosco.

     

      Poi sorpresa! Sono tanti giorni da quando penso a farmi un viaggio prima Firenze poi Rimini, stasera trovo a Stefania lo stesso progetto.

     

      Se pure ho tanto tempo da quando sono ferma, l'atmosfera qua non è proprio tra i migliori, perché no? Che poi quando vedo tutta questa gente che è sempre in giro mi viene una grande voglia di fare altrettanto.

     

     

     

     

       Giovedì, 10.05.2018

     

       Questa donna è proprio andata. Ieri erano gli operai il motivo del agitazione ma oggi è festa ed io dormivo tranquillamente. Ma si può? Alle 7 del mattino bussa nella porta.

     

       - Mi servono dei vestiti.

       - Ma non potevi prenderti ieri sera?

       - Per questa gli operai hanno preso la chiave, stano aspettando te?!

       - Inutile. Il vecchio è anche lui confuso:

       - Mi vesto già?

       - Ma dove lo mandi alle 7 del mattino?

       - Servono a me, non trovo quel sottoveste da giorni. L'ho hai messo tu da qualche parte.

     

      Aiuto! Ma non può cercarlo nel suo armadio? Tanto altro non ha da fare un giorno intero. Oramai sono troppo andati tutti due. Passa un oretta, con un viso consumato siccome non avessi dormito una settimana:

     

       - Iris, dammi indietro i soldi che ti ho dato ieri.

       - Quelli sono per acqua e per Laura.

       - Devo comprare pane, fagioli, paprika.

       - Hai detto che hai soldi.

       - Da dove?! Cibo serve ogni giorno.

       - Non mangiare più, così fai risparmio.

     

      Aiuto! Oggi danno troppi numeri tutti due, lei dalla 7 in piedi alle 10 non era ancora decisa cosa indossare per la messa:

     

        - Iris, metto questo or questo?

     

     

      Qui come vedo io le cose stano degenerando da un giorno ad altro sempre di più, è impossibile vivere in una setta e rimanere equilibrati.

     

     

      Piano ...  è un bel brano.

     

     

       Questa è bella! Cerco il significato del seno, mi ricordavo in effetti di averlo già sentito nel antico testamento.

     

       Deuteronomio 28:4

     

      "Benedetto sarà il frutto delle tue viscere, il frutto del tuo suolo e il frutto del tuo bestiame; benedetti i parti delle tue vacche e delle tue pecore."

     

      E' l'ave Maria cattolica, una compilazione di là e di qua per essere una preghiera in se stessa.

     

      Guardo in web. Il primo testo è dalla chiesa valdese di Firenze,

    ma questa Firenze la trovo dappertutto, e vedo che i ladri sono passati da loro al inizio di marzo quest'anno.

     

       … giungla...   E' una giungla? E' arrivata la parola per quello che leggevo or per la canzone? Tempo fa avevo deto che il mercato di lavoro italiano sembra una giungla.

     

     

      Amazonas

     

     

     

     

     

     

     

     

     

       E' una canzone che non ho sentito da tempo, non mi ricordo di chi sia.

     

      Entro su Fb e trovo André condividendo un video di Greenpeace un disastro naturale per amore di profitto sì, ma in Indonesia. Non so cosa centra.

     

       Povertà e ricchezza assoluta, gli estremi della nostra società. Giorgio S. ricorda i 5 milioni di italiani sprofondati nella povertà assoluta, Giorgio C. ha un articolo con la favolosa ricchezza della chiesa cattolica, se le somme ingenti di denaro sono reali.

     

      L'anziana si muove mezza - morta di qua e di là, il vecchio vorrebbe ascoltare musica lei non vuole cioè non vuole uscire da questo stato di vittimismo estremo. E' sprofondata ancora una volta nella sua enorme infelicità, realmente non sai se puoi avere compassione per una persona così.

     

     

      Insisto con Firenze! Wikipedia rumena la presenta con tanta ammirazione che ti fa venire vergogna a dire che non hai mai visto questa città. Che ha Leonardo da Vinci lo sappiamo già, il suo ritratto è alla mia sinistra.

     

      Guardo ai hotel economici, qua e là i turisti si lamentano di scarsa pulizia, appena ho visto la povertà dilagante e i ladri.

     

      Penso l'Italia è quella che è, non è un paese sicuro

     ed ecco l'inchiodato è davanti a me.

       pregiudizio, convinzione errata

     

     

       Nonostante tutto chiudo la giornata con una splendida canzone:

     

       Sei nel anima

     

     

     

     

     

         Sabato 11.05.2018

     

     

       Faccio un bel po di ordine qua e sul mio sito.

     

     

      In pomeriggio prima vedo il viso di Franco davanti a me è in mezzo : pulizia. Oggi proprio ho fatto un bel po, ma non è questo il motivo, quando la casa dei genitori è stata abbattuta io ero qua.

     

       Più tardi sento Giulio: “è il lavoro. Mamma si arrangia.”

     

     

     Da tempo non è venuto nella mia attenzione gli eletti – i scelti, ho anche dimenticato della sua esistenza.

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

        Sabato, 12.05.2018

     

      La luna nuova teoricamente deve portare un alleggerimento di energie, solo che sarà in 15, pazienza. Oggi è chiusura di un ciclo, non mi ricordo più quale.

     

       E da uno spirito in pace fuoriescono grandi idee, soluzioni ai problemi più grandi che pensi di avere.

     

       Felicità la pagina spagnola condivide il video di Roberto Benigni, ottima idea di mettere come sottofondo una splendida musica di Einaudi.

     

     

      

     

     

     

     

     

     

     

      Sì alla vita, ecco io non sono mai presente nel qui-ora, penso sempre altrove, a qualcos'altro.

     

       L'anziana oggi è messa sul automatico non può passarti acanto senza dire “fai quello or quel altro”, anche se tu lo stai facendo già. E' il solo modo e il solo luogo dove lei può darsi una certa importanza. Ma chi ha detto a questa gente che è necessario parlare continuamente?

     

       - Sono andati via gli operai?

        - Sì, è il pranzo.

     

       Vedo mentalmente 12,10, sì è l'ora giusta per farla. Mi muovo di qua e di là guardo l'orologio e vedo 12,06. Strano, sarebbe la distorsione del tempo?

     

       Ho perso Kryon e Firenze, sono state 550 persone al incontro.

     

         Io voglio un viaggio lo stesso

        Ed ecco l'ego alla mia sinistra.

     

       Eh va beh quello non quel altro no, dappertutto è il mio ego?!

     

       E' vero che potrei avere acceso a qualunque informazione purché di mio interesse, tuttavia da qualche parte ho letto che siano intuizioni personali ed informazioni destinati a tutti ed io dovrei fare una selezione che non l'ho mai fatta …. condanna... Questa parola è nella mia mente, proprio così in nero grassetto.

     

       Alla sera faccio due passi, vado a fare spesa:

     

       - Iris, compra di più salsiccia, una grande confezione

        - Si sposta il negozio?!

        - Per essere.

     

       Verso il negozio sento una musica orribile con un volume molto alto che mi infastidiva, guardavo alle case per capire da dove venisse questa orribilità assordante ed invece in cortile della chiesa è organizzato il raduno degli scout. Ma cosa hanno in testa questi ragazzini?! Tutto quello che i grandi hanno messo li.

     

       So solo che non ho più pazienza e devo muovermi da qualche parte, è qualcosa che non mi va l'anziana è indietro di me parte sinistra, confusa.

     

        Poi mi ricordo Loretta raccontandomi “un giorno stavo tranquilla, inaspettatamente sento il bambino muoversi dentro di me.” E' scapata in Italia velocissimo, non era sposata.

     

       Poi vedo una scena successa qua tempo fa l'anziana l'aggrediva con furia, apparentemente per le calunnie che Loretta mi ha messo addosso, in realtà era questo il motivo della sua rabbia. Si collegano i ricordi.

     

     Oriana le è sfuggita, lei era incinta quando si è sposata. Fortunatamente è successo tutto in Italia, non qua sotto il suo naso.

     

     

     

        Domenica, 13.05.2018

     

       Quando uno, quando un altro ... eccone un altro... questa volta mi sveglio prima delle 7 in un altra maniera. Il vecchio ha scapato il gas, e nemmeno se ne accorgeva con tutto il rumore che faceva l'allarme, per loro l'allarme è ottima.

     

       Non è che la facessero apposto, semplicemente abbiamo orari diversi.

     

       Eccone un altro! E' dal video di Natalino “poveri cristi”. Infatti questi poveri cristi, che poi oggi è domenica, stano ascoltando la messa cattolica dalle 8 con volume molto alto. Bene, un po di allegria.

     

     

     

     

     

     

     

     

     

        Guardo a Gustavo Roll, questo enigmatico personaggio che è riuscito sviluppare un bel po di poteri psichiche. Il colore verde e la quinta musicale, la natura stessa è verde, dopo l'acqua predomina come colore e vibrazione sulla terra.

     

     

       Non ho buon morale oggi quanto per l'accaduto del mattino, quanto per la pioggia.

       Il sé si mostra scuro tira dal indietro di me con una lunga fune qualcosa piccolo, informe.

     

       Mi addormento e mi sveglio con questa rinfrescante immagine:

       Una lunga strada di campagna, dritta, là nel fondo è il sole bianco.

     

        Verso la sera sento frammenti di un dialogo, mi pare che sia Van e Loretta.

     

         - Lei è dio?! Lei va dopo cazzo.

       - Sarkozy?!...un blog....Instagram...

     

        Va beh ma questa gente realmente non ha altro da fare?!

     

       Più tardi l'intensità (l'insistenza) di questi pensieri parassiti aumenta parecchio.

     

      Eh finalmente i video da Firenze, Kryon ricorda Galileo Galilei e Leonardo da Vinci come spartiacque nella cultura del loro tempo.

     

     

     

        Lunedì, 14.05.2018

     

      Localmente è troppa agitazione sin dal mattino, a parte che lo era anche ieri sera, magari è un mio nuovo giorno di immondizia.

     

     

       Il vecchio è andato a farsi un giro, l'anziana le ricorda:

     

        - Passa e da Corina per i soldi di Oriana, lei non è più passata di qua da buon tempo.

     

        Vedo sulla sinistra il viso di Corina più bianco del solito, mi guarda con insistenza.

     

       Penso che magari è passato di là il vecchio, a quanto pare non l'ha trovata.

     

       Tamara ha due cespugli di iris lillà stupendi, li vedo dal terrazzo. Cerco una immagine con iris che mi piace tanto e vedo che sia simbolo del Firenze in effetti sono campi da quelle parti e perfino una festa è stata in 8-9 maggio. Caspita!

     

       Questi giorni fa molto freddo da 30 gradi siamo scesi a 12-17 gradi, ci sembra molto freddo.

     

      A TV dicono che in Romania i prezzi sono aumentati di 7%, mi pare che anche in marzo è stato un aumento, in questo ritmo finirà che i prezzi in un anno stanno raddoppiando. Non ho mai capito come funziona questa economia che porta pochi a ingordigia e tantissimi alla povertà.

     

       Vado a fare spesa e lì incontro Walter e Vania, io li vedevo stanchi. Da quando hanno il negozio, raramente si allontanano di esso.

     

       In somma questa settimana è molto movimentata astrologicamente, si mettono tante speranze in Urano nel toro.

     

       Se lo trovo anche su YouTube è un video eccellente, la trasformazione di Hawaii proprio in questi giorni  con una enorme eruzione vulcanica iniziata già una settimana fa.

     

     

     

     

     

     

     

     

     

       Dico eccellente per la musica di sottofondo, ho trovato le stesse immagini con una musica orribile e non mi va di incollarlo qua. Meglio lo lasciamo senza. Di certo non è allegria per le persone che vivono là.

     

       Chiudo la giornata con lo stato teso, pesante nel corpo che mi ha ben infastidito oggi. Dalla sinistra arriva veloce davanti ai miei occhi il dipinto di da Vinci - l'ultima cena, pare che proprio la figura centrale sia lì avendo un velo nero.

     

        Poi arriva un essere grigio con un aspetto particolare, mi guarda incuriosito. Mi sorprende il suo aspetto, secondo i miei gusti sarebbe grottesco.

     

       In modo sicuro non mi piacerebbe fra 10 anni trovarmi nella stessa situazione “un po di qua, un po di là.” Sta diventando snervante per me.

     

     

     

       Martedì 15.05.2018

     

      giovinezza - sento alla sinistra del mio viso, è una voce maschile, matura.

     

       Può avere legame con i pensieri di ieri sera che poi questa parola ha un sacco di significati, se prendo quello biologico è l'età tra 18-35 anni.

     

       Il vecchio si prepara per andare sul prato, hanno un orticello con mais, ma faceva tanto casino cielo:

     

        - Io vado, se morrò questa è.

        - Meglio parlo con quella donna per darci una mano.

        - Lascia stare, vado io. Mettimi del cibo e una bottiglia di vino.

     

       Dopo il pranzo inizia anche lei:

     

      - Iris vado per aiutarlo, se non morrò prima di arrivare là.

       - ?!

     

        Ed eccola qua subito indietro:

     

       - Allora?!

       - Lui stava finendo già.

     

       A breve tempo arriva e lui, va dritto-dritto ad acquavite. Beh non l'ha fatta per guardarla, ovviamente dopo un mezz'oretta si sporca tutto. Che vivessero mille anni, ma così?!

     

       Più tardi, lei entra molto decisa in cucina, mi aspettavo che mi dicesse chissà che cosa importante ed invece:

     

        - Iris, dove hai messo il pollo?

       - Che domanda è questa?! Guarda in frigorifero e in congelatore, là sta il cibo.

       - Pensavo che lo hai messo tu da qualche parte.

        - Dove? In tasca?!

     

       In questo stato degradato in quale sono tutti due, li sento facendo progetti circa il mio futuro, va beh per loro cosa fare? Scegliere la tomba?!

     

    E proprio lui inizia questi discorsi:

     

        - Sai per la pensione, che poi lei (cioè io) non è sana.

     

      Ha un bel po il vecchio da quando altro non fa che ripetere la stesso "non è sana". Le servo da specchio?

     

     

       E' qualcosa che non mi va qua:

    Il sé è scuro davanti a me.

     

       Alla sinistra indietro di me appare la madre con viso piccolo, confusa.

     

      Mi pare un esagerazione in somma.

     

     Ma io mi sto bloccando sempre a causa dei soldi?

     

      La stessa immagine di prima è indietro di me. Mi pareva che i soldi nel mio caso fossero solo una scusa.

     

      A quanto pare per la loro grande festa di domenica sarà tanta pioggia e vento. Strano, solo 2-3 giorni fa mostravano bel tempo.

     

     

    In serata mi girano in italiano “ma lei lavora ad ristorante, meglio di così?!”

     

      Si continua per un bel po con questi pensieri che vengono maggioranza dai famigliari.

     

       Un pensiero con tanto di rabbia arriva alla mia sinistra “pigra!”

     

       Poi riconosco la voce di Walter, sempre alla sinistra: “vai via di qua!”

     

       E' tanta agitazione sul posto. Presuppongo che la mia stessa impazienza mette in movimento tutto.

     

       Il nuovo sito pur non in linea oggi è estremamente lento, questa sì novità. In mattinata qualcosa ho fatto là, ma in pomeriggio e alla sera no.

     

       Questa fastidiosa tensione nel corpo si mantiene che può avere come causa la mancanza di attività fisica, ma né trovarmi qua con 2 anziani è di meno.

     

      La loro vicina è davanti a me scura, guardandomi con insistenza. Non ha altro da fare alle 23? Ha solo spostato l'ossessione.

     

       Io qua in questo mondo stretto e acculturato, senza muovermi altrove che poi ho la consapevolezza di essere vissuta in altre galassie

     

       Vedo leggermente sinistra la nebulosa conosciuta ai più come occhio di dio, una bellezza colorata con tanto di giallo chiaro, è tanto pacifica rispetto alla tempesta emotiva che sto sperimentando io. Realmente questa immagine non è sul mio sito.

     

     

     

     

        Mercoledì, 16.05.2018

     

      - Iris, dove hai messo il polo?

     

       Ancora?! Realmente lei è così mal andata? Secondo me sì. Che dire del altro? Ha una arroganza snervante, mi stava addosso in cortile guardando da vicino cosa sto facendo e come dirle di andarsene? Lui è sordo. E' il loro modo per spingermi di qua.

     

       Internet non funziona cosi che vado a fare spessa, mi godo i due passi.

     

       Penso alla partenza, ormai il sito ha una sua forma ed io almeno per qualche giorno devo respirare aria diversa.

     

       Nella mia mente è la parola ...compiuta... in nero grassetto, può essere un azione giunta al termine.

     

       Io questa parola l'avevo utilizzata moltissimo tempo fa in 2006-2007 proprio al inizio del testo. Non intendevo “realizzata” cioè per lo più a livello sociale e morale, finanziario, ma semplicemente come unità biologica sul piano strettamente interiore essere arrivata al termine del suo sviluppo. Il sito è la traccia della trasformazione in atto, comunque mi auguravo da un anno ad altro che finisca.

     

     

      Nemmeno la presenza di Kryon è riuscita smuovermi di qua.

     

       Vedo su Fb vari posti dedicati al sole.

     

     

       “Un nuovo Sole

     

    Maestri, la Terra, il Sole e tutti i corpi stellari e planetari nel vostro Cosmo sono coscienti, e sono in quella coscienza, un aspetto del Regno Angelico, seppur specializzata.

    Ed anche così l'evoluzione è in corso, specialmente nel vostro sistema solare.

    Il vostro sole sta cambiando. È stato un sole condizionato, in aspetto alla Terra. Ha svolto un ruolo non percepito nell'aspetto della dualità del pianeta terra dopo la caduta del firmamento. Quando la nuova Griglia Cristallina 144 si è completata nel 2012, ha iniziato a creare i semi del Nuovo Firmamento. Si completerà nel 2038.

     

     

     

     



      

     

     

        Questo in genere permetterà al sole di fornire 'Luce Incondizionata'. Il modo stesso in cui l'umanità assorbe la luce evolverà così come la capacità di percepire al di sopra dei limiti dell’attuale spettro visibile.

     

       La Transizione Cristallina della Terra è la fonte alla base dell'Ascensione planetaria. Offre all’umanità una luce più grande, una luce più complessa. Perciò, un aspetto più grande della luce sta diventando disponibile per l'umanità, e la luce rimuove l’ombra, ed offre una maggiore comprensione.
     
       Il Regno Angelico è una parte enorme della vostra consapevolezza espansa nell’Ascensione. E’ tempo di aprire alla vera natura di ciò che è Angelico.”

     

    Agosto 2013: L'Arcangelo Metatron tramite James Tipton [Tyberonn]

    Il Sole che cambia e l'Interfaccia Angelica.”

     

     

        Vado in città a farmi due passi, al andata qualcuno si chiedeva molto sconvolto:

     

        - Questa è quella di quale dicono che non sia sana?

       - Sì, lascia stare lei lavora in Germania.

        - Allora perché dicono robe così?

        - Ma sai cosa succede in una casa?!

     

       Al ritorno invece una giovane donna chiede dal autista:

     

        - Quel pentito è andato via da voi?

        - Quale?! Noi non abbiamo avuto una roba così.

     

       Sono 3 paesi uno accanto ad altro di matrice cattolica per secoli, anche adesso nel secolo XXI fanno tanto caso rispetto a un altra chiesa figuriamoci per un altra religione.

     

    Estetista era occupata e lo è per buon tempo, mi sono goduta invece la passeggiata e la tranquillità del parco.

     

    Questi due senili stanno dando troppi numeri parlando a vanvera ed io non ho più pazienza sentire la loro banalità.

     

     

      Ed ecco su Fb qualcuno scrive proprio questa che sia la società della stupidità piena di distruttività, insicurezza e frustrazione.

     

      “Stiamo vivendo un tempo distruttivo anche per la politica?

    C'è il desiderio di fare la guerra, per mascherare situazioni personali, per fare le armi, per alimentare gli arsenali nucleari. C'è aria di guerra, e la guerra è distruttività. Lo ribadisco: la distruttività è la caratteristica fondamentale del nostro tempo.

        Quali sono le altre?

    La frustrazione e l'insicurezza. Siamo la società della paura. Domina la cultura del nemico.

       Questo cosa comporta?

    Questo uccide la speranza e la fiducia, e promuove lo stare da soli.

        E poi?

      Sa, c'è stato il periodo della ragione, dei lumi, delle grandi ideologie e adesso...

        Adesso?

    Adesso abbiamo il periodo della stupidità.

       Perché dice così?

    Perché governa l'irrazionalità! Domina l'assurdo. Non c'è il senso dell'etica. Peggio di così... E come conseguenza della stupidità abbiamo la regressione all'homo pulsionale.

     

       Ricordavo che appartenessimo all'homo sapiens sapiens.

     

       No! In questo momento storico in cui domina l'assurdo, noi siamo l'homo stupidus stupidus stupidus.

    (...)
     

       “Oggi non ci sono più i padroni della terra, degli immobili, ma quelli dell'umanità. Li racconta bene Avram Noam Chomsky.

      Chi sono questi padroni?

       L'economia dipende da circa 20-25 persone. La maggior parte dei Nessuno fa fatica a vivere, mentre alcuni non sanno vivere perché hanno troppo.”


     

      Vittorino Andreoli

     

     

      Questa donna con le sue medicine:

     

       - Iris deve prendermi un unguento dalla farmacia quando vai in città.

        - Quale farmacia? Sono 100 là.

     

     

      "hai ragione tu", non riconosco la voce che poi la sento con la pancia.

     

     

     

     

       Giovedì, 17.05.2018

     

    Mamma mia quanta agitazione fa questa donna, qualunque motivo è buono per farla. Adesso è questa festa religiosa nella loro comunità a darle motivo:

     

      - Iris ho parlato con la vicina di F, per cuocere gli involtini nel suo forno.

       - Non ti serve, siete due anziani qua. Fai una pentola piccola e lo cucini sul tuo fornello.

       - Cosi si fa.

        - Ma non capisci che siete due anziani?

     

       “Cosi si fa”, questa donna per una vita è stata  senza autonomia, da dove a questa età?! L'anno scorso con questo motivo si agganciava alla vicina con quale sta litigando da decenni, adesso ha trovato la moglie di F.

     

      Da quando con gli alberi seccati i litigi con il vicino hanno iniziato. Oggi si sono incontrati nel orto, si stanno pizzicando a vicenda.

     

      Che atmosfera, è agitazione da tutte le parti. Questa è fuori di me dentro di me è tanto fastidio alla spalla sinistra. E devo decidermi con questa Firenze or vado or non vado e finita lì

     

      la galassia giallo chiaro appare davanti a me. Non ho guardato ancora in web dopo questa potrebbe essere   ..Andromeda...? E' già nella mia mente questa parola.

     

      Va bene, ma Firenze?

     

      Lo stesso ritratto di Da Vinci appare alla mia sinistra guardando avanti. Cazzarola sono stata Da Vinci in un altra vita! Non vedo un altro motivo per quale apparisse così spesso a punto di annoiarmi. Magari siamo un millione a pensarla così.

     

      In effetti gli scienziati dicono che fra 4 miliardi di anni la Via Lattea e Andromeda si scontreranno rimanendo una sola gigantesca galassia. E sempre gli scienziati dicono che 50% dei nostri atomi proviene da altre galassie, se pure Andromeda è la più vicina di noi...

     

     

     

       “L'elaborazione dei dati al supercomputer, che ha richiesto un'enorme quantità di ore di calcoli ininterrotti, ha dimostrato l'esistenza del fenomeno chiamato “trasferimento intergalattico”, nel quale potenti venti galattici trasportano il materiale sprigionato dalle supernovae (esplosioni di stelle) tra una galassia e l'altra. Questa teoria si scontra con quella attualmente più accreditata sulla formazione “locale” delle galassie dopo il Big Bang, ovvero l'evento che 14 miliardi di anni fa decretò la nascita dell'Universo. “Ciò che questa nuova modalità implica è che fino a metà degli atomi che ci circondano, inclusi quelli presenti nel Sistema solare, sulla Terra e in ognuno di noi, non proviene dalla nostra galassia, ma da altre galassie, fino a un milione di anni luce di distanza”, ha sottolineato il professor Anglés-Alcázar.

     

     

     

     

     

     

      

     

       Le galassie sono molto distanti fra loro, e il vento galattico, pur spostandosi a centinaia di chilometri al secondo, ha impiegato miliardi di anni per generare questo “miscuglio” di ingredienti provenienti da più galassie. Con la simulazione, sviluppata dal team del professor Claude-André Faucher-Giguère del progetto FIRE (Feedback In Realistic Environments), si è in pratica dimostrato che la nostra origine è molto meno “locale” di quel che si sospettasse in precedenza, un dettaglio che ci lega intimamente a oggetti celesti lontanissimi dalla nostra Via Lattea”

    siamo-fatti-in-parte-di-altre-galassie-il-50-dei-nostri-atomi-non-e-della-via-lattea - scienze.fanpage.it

     

       Entusiasmata entro su Fb per condividerlo, e là sorpresa vedo che Aïvanhov mi stesse parlando tramite André. Solo in questi giorni io ero diretta verso Andromeda! André sta condividendo un testo che parla di intelligenza cosmica avendo l'immagine di “occhio di dio”.

     

      Sì può essere Andromeda nella mia visione, a come la presenta NASA lei ha questo colore chiaro. E cosa centra con Da Vinci? Vedo che aveva interessi astronomici, ha intuito la gravitazione universale.

     

      Vedo il papa attuale indirizzato verso sinistra e guardando in giù.

     

      A TV dicono che la difesa rumena sta comprando non so quanti elicotteri, a far cosa? Si difendono di chi?

     

       Poi sento qualcosa a TV “papa Francesco ha venduto.. e darà a chi ha necessità” .

     

       Non ho capito cosa ha venduto, però solo nei giorni scorsi ho condiviso povertà assoluta in Italia e ricchezza vergognosa della chiesa.

     

     

       Comptine d'un autre ete  

     

     

     

     

     

     

     

      Sì il papa attuale ha venduto la sua macchina di lusso Lamborghini, mi sorprende sentire alla TV rumena questa notizia.

     

     

       Poi la madre, se ha capito bene:

     

       - Iris, da Italia verranno a casa 1 milioni di rumeni per via della crisi.

     

       Secondo me la madre non ha capito bene, un milione sono tutti i rumeni di là. Comunque un sacco di soldi vanno ai armamenti apposto di dare a questi poveri cristi un aiuto finanziario, un reddito per cavarsela meglio.

    Poi:

     

      - Iris, a TV hanno detto qualcosa di male in Italia, sempre è qualcosa di brutto di là.

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

       Auto premiarsi – ha ragione Sibaldi nessuno vuole rimanere indietro. Ed io ho in testa il viaggio.

     

       Io devo finire questo sito che è un dono anche se non mi è molto chiaro che ruolo ha nel sviluppo del umanità:

     

       Certo lo sai, non sei nata ieri.

     

      Mi risuonano le parole di Giobbe, che si continuavano con “ormai sei molto vecchio” come anima parlando. Magari nella bibbia lui è il giusto prototipo del ricercatore di tutti i tempi, che ne passa di tutti i colori e alla fine ha vinto il dio del suo tempo.

     

        E la mia vacanza?!

     

      Ed ecco l'ego alla sinistra. E perché? Adesso non posso più muovermi da nessuna parte che bang arriva l'ego?!

     

       Voci di donne che parlano in italiano mi è chiaro solo “ieri sera”.

      Può avere legame con Rodolfo, scuro mi guardava con insistenza qualche oretta prima. Che poi i miei stessi pensieri vanno spesso verso là.

     

       Le energie del posto sono molto intense stasera, provo ignorarle mentalmente indirizzandomi l'attenzione verso vari affermazioni:

     

       Il sé mi mette sulle spalle il mantello nero, che è abbastanza.

     

     

     

     

        Venerdì, 18.05.2018

     

     

       Vado a negozio in mattinata per il pesce del anziana ed ecco Corina:

     

       - Iris, pensavo che fosse andata via. Non ti ho più vista.

        - Sono stata in città.

        - Hai ritirato i soldi per la nonna?

       - No, era troppa gente ieri.

     

      L'anziana oggi pare che non si ricordasse più niente, nemmeno come si sta pulendo il pesce. Per me è difficile accettare una tale realtà.

     

     

     

    Cosa cazzo sto a far qua?

     

    ... inevitabile... E' vero, inevitabilmente mi metto la stessa domanda ritardando troppo la partenza che è inevitabile. Non posso tirarmela a lungo in questo ritmo. L'accettazione che automaticamente mi toglierebbe un sacco di conflitti e perdita di tempo inutile di certo non è il punto forte, pur sapendola.

     

      Tuttavia l'atmosfera di qua non è di mio gradimento, l'anziana si comporta siccome non sapesse più fare nulla. Il vecchio con la testa in giù e con uno sguardo severo si muove di là e di qua scontento sparando ogni tanto qualche cazzata. Tutto soprapposto alla mia stessa impazienza.

     

    Guardo sul sito, mi sorprende quanta sviluppata sia la mia intuizione, connessione con altre realtà.

     

      Le tue parole non sono le tue.

     

    Sì è vero, quelle blu scritte in corsivo or color amarena sicuramente hanno un altra fonte.

     

     

      A TV dicono qualcosa degli stipendi molto bassi in Romania il minimo sarebbe 408 euro, dopo è Lituania con 400 euro al mese e Bulgaria con 261 euro al mese. Praticamente solo Bulgaria sarebbe dopo la Romania in classifica quello 8 euro è insignificante.

     

    E' tanta povertà qua, troppa.

     

      Sento alla destra “Gilberto.”

     

      Ti credo dopo una notizia così ti rendi conto che resti al limite della sopravvivenza pur lavorando.

     

       E arriva e il nipote che non ho più visto da un po:

     

       - Sto lavorando Iris, mi faccio un soldino che poi venivo sempre a te per chiedere.

       - A me e a un altro.

       - No, solo da te.

       - Quanto posso ti do.

     

      Poverino, come non capirlo?! Ha tanto buon senso però, una sola volta le ho deto che posso darle una mano una volta a settimana non di piu.

     

     

        Stasera sul fronte locale gli spiriti sono parecchio accesi in vari dialoghi che mi riguardano.

     

      Soprapposto alla mia stessa impazienza verso un viaggio, qualcosa che mi tirasse fuori da questa realtà:

     

       Il sé mi mette il mantello nero sulle spalle.

     

      Or vado via or rinuncio a questa idea, che poi finisco a non essere più presente da nessuna parte.

     

       “Ferma qua” è scritto alla destra nella mia mente.

     

     

     

      Sabato 19.05.2018

     

      Niente da fare:

     

      - Iris per involtini non c'è posto.

       - Ti ho detto di smettere con questa fissazione.

       - Escono meglio al forno.

     

       In somma a me da impressione solo di agganciamento a tempi e modi che non li appartengono più.

     

      Marte è entrato in Acquario in 16 maggio e li resterà per 6 mesi, tantissimo si fermerà lì, generalmente fa sosta di 2-3 mesi in un segno ma lì è libertà, fratellanza e spiritualità per me è proprio la casa XI del amicizia.

     

      L'anziana oggi non è in quadro “dammi quello e quel altro, questo funziona?” Pareva che sia ospite nella sua casa. Poi arriva un nipote per darle una mano con le faccende domestiche e lei inizia.
     

       - Tuo papà è un pigro, non fa mai niente.

     

     Cioè non sta a sua disposizione, sono intervenuta:

     

      - Non parlare così di suo papà.

     

     

       Vado a negozio, lì le giovane commesse Marcellina e la nuova ragazza ovviamente Maecellina inizia il discorso di confessione siccome fosse chissà che cosa importante e devo sentirla ed io:

     

       - Sei andata al confessionale?

       - Io si.

        - Io devo andare, ancora non ci sono stata.

     

      Le ignoravo completamente, una roba così doveva essere importante solo per loro. Marcella è un personaggio particolare, come un autentico fariseo vuole che tutti lo sapessero e sopratutto io che non seguo la loro religione. Ho il dono di ricordarle.

     

      Che poi non mi interessa neanche la gente che è là fuori, io sono qui con due senili e questa sì che è una grande sfida. Realmente non li funziona più il cervello quanto per alcool, quanto per mancanza di cultura, comunque è un misto ...micidiale... e non sono i soli di qua così, anzi sono una maggioranza.

     

     

         Mi ricordo Patrizia rispondendomi “volendola si può venir fuori.” Infatti io sono già fuori psichicamente, solo che mi auguravo farla anche fisicamente non per altro ma il mondo è troppo bello per star ferma lì.

     

      Buona spiegazione di Sibaldi per la vicenda di Abramo ed Issaco, se riesco anche incollarla qua vale la pena essere conosciuta. Non è l'obbedienza cieca a qualche autorità ignorando l'amore, a me pare che proprio ad litteram è stata trasmessa dalla chiesa.

     

     

       Un altro incontro a Firenze, non ho pazienza fino a 9 giugno. Non mi sono mossa nemmeno per Kryon, questa donna con Lemuria non la prendo in considerazione.

     

     

       Questa anziana ne combina delle belle, sa giusto per avere anche lei un attività. Arriva la signora per il forno stasera dopo le 20, per dirle che c'è posto anche per il suo pentolone:

     

       - Ah ma se tu mi hai detto che non hai posto, l'ho portato altrove.

       -  Io ho detto che non sono sicura se ci sta or no.

     

       Poverina donna magari adesso si sentiva in colpa per niente:

     

       - Ma perché le hai detto una bugia così?

        - E cosa vuoi che li dicessi che le ho mangiate già?!

        - Sì, perché no?!

        - Lascia stare, va bene così.

     

     

      In fatti le abbiamo cucinate sul fornello e finita lì, l'anziana ha fatto tanto dramma per una ventina di involtini. Mentalmente io inizio eh ma questa donna con la verità non ha mai avuto un buon rapporto e via dicendo:

     

       - Iris, non ci sono delle uova. Nessuna gallina oggi?

       - Nessuna.

     

       Ahhah eccomi: io le ho dato in pomeriggio al nipote!

     

       Certo è che per buon tempo vedevo poi il viso di questa sua vicina guardandomi. Domani è grande festa nella loro comunità, solitamente io non sono qua quest'anno invece sì. E questa donna è moglie di un diacono.

     

       Passo a lettura SA Michele e Arturiani in italiano, Saint Germain in inglese da quale gran che non ho capito con tutta la mia insistenza.

     

       Che una invenzione può essere fatta nello stesso tempo in più punti della terra lo sapevo già, le informazioni sono pronte per tutti coloro che hanno sensibilità verso di esse. Solo che la spiegazione degli arturiani mi ha buttato un po in confusione, è un solo individuo che ha questa intuizione?

     

        “Non abbiate paura di nulla in questi periodi, cari, perché siete testimoni di come l'evoluzione opera. Un individuo può ricevere qualche profonda intuizione e siccome c'è solo l'UNO, coloro che sono in allineamento con quell'individuo in qualsiasi parte del mondo possono a loro volta riceverla. Ecco perché spesso accade che qualcuno abbia un'idea per un'invenzione e nello stesso esatto momento un'altra persona, spesso molto lontana da lì geograficamente, riceve la stessa idea per la stessa invenzione.

     

      

     

     

     

      

     

      

     

       Ogni volta che una nuova verità emerge nella coscienza individuale, diventa parte della coscienza disponibile a tutti. Nel corso del tempo molti maestri hanno scelto di avere delle esistenze sulla terra, specialmente durante periodi caratterizzati dall'ignoranza spirituale, al solo scopo di seminare coscienza mondiale condivisa con la verità, rendendola disponibile a chiunque fosse spiritualmente pronto a riceverla.

     

       La verità è presente in ogni individuo e in quanto individuo, ma non può diventare la sua realtà conscia fino a che lui (o lei) non è preparato e capace di allinearsi con le energie superiori della verità. (E' la storia di Natale del Cristo che nasce in una stalla).”

     

    Il Gruppo degli Arturiani: sulla sicurezza fisica


     

      Strano, anche Metatron ha un messaggio per la paura. E' successo qualcosa?

     

    E seppure stavo leggendo sulla sicurezza fisica ma per un empatico non ci sono muri:

     

      Mi sveglio per un dolore breve e acuto, una certa vertebra della colona in mezzo parte sinistra è toccata trasformandosi in bianca, ovale.

      Poi sento 4 tocchi forti nello stesso tempo sulla schiena, mi sorprende: mi da l'impressione che non sia umana. Vedo indietro di me energia scura condensata come un fumo.

     

      Intensa esperienza, mi pareva che avessi dormito tantissimo ed invece mi alzo per vedere quale ora fosse ed è 00,34.

     

       Va bene là sarebbero le vertebre toraciche or dorsale. Mi immagino che ognuna di esse abbia un suo significato. E non finiamo più.

     

     

     

     

       Domenica, 20 05.2018

     

       “ Nel pozzo di qua la terra si alza lentamente, ha un colore giallino, una volta arrivata su una soave energia esce di lì, il colore rossastro mi da l'impressione che sia un vulcano prima di eruzione. Poi mi vedo irrequieta in uno spazio di cemento, 2 muri grigi, piccolo e stretto, alla destra della testa ho un energia giallo bianco come una piuma."

     

     

       Alla destra della testa può essere l'intuizione, io mi lamento che sto ferma qua in uno spazio stretto a posto di girare il mondo. Eh va beh pur stretto fisicamente non mi impedisce niente girare nel universo!

     

      La gravità delle forze psichiche è notevole è vero, ho la fortuna di sapere della sua esistenza.

     

      Giorgio sta parlando di vuoto e paure assorbite dai genitori, se pure mi trovo così spesso qua. Ma non finiamo più né qui?!

     

      Guardo il video di Sibaldi l'attesa, e anche lì è ricordata la madre, ma è mai possibile una roba così?!

     

     

     

     

     

     

     

     

     

       Per non dire un altro testo che parla di doveri e disponibilità mettendo in un secondo posto la nostra stessa felicità. Qui è il simpatico sfogo di una donna che vive con la sua madre, si trova a fare conti con una mentalità desueta qualcuno viene con la proposta del novecento: matrimonio combinato. Ahhaha, poverina come non capirla?!

     

      Come vedo la vecchia mentalità è dura a morire e oggi un po di testi messomi davanti hanno da fare con la madre - il simbolo di un epoca che se ne va.

     

      Tuttavia per me va al opposto in questo caso. Io il più delle volte ha fatto resistenza a venire qua e ne ho combinato anche delle belle.

     

      Ne sento delle stupidaggine tutto il giorno, bruscamente sono in tanti interessati delle mie scelte. Questo di Loretta è carino “Sorella ti dai importanza.”

     

       Dici? Appena rivedevo il testo di Kryon Io sono magnifica.

     

      A parte questa io sento l'energia densa, qualcosa qui non mi va:

     

      Indietro di me parte sinistra appare l'anziana magra, confusa.

     

      Ho capito che è energia bloccata, ma in quale senso non mi è chiaro.

     

       Per buon tempo vedevo Gianni guardandomi, magari è arrivato a casa or ha parlato con i suoi.

     

     

     

     

        Lunedì, 21.05.2018

     

       E per quel “non mi è chiaro cosa” resto sveglia fino verso le 2 del mattino!

     

       Prima delle 8 l'anziana bussa nella porta:

     

       - Iris, apri mi serve qualcosa dal armadio!

     

       Si è arrangiata, non mi sono alzata dal letto.

     

     

      Aiuto! Che limitatezza, non posso stare tranquilla fuori con una sigaretta senza dire qualche stupidaggine:

     

      - Dalla vicina arriva l'odore di polenta bruciata.

       - ?!

      - Ha anche lei un sacco di gente a mangiare, stavano venendo stamattina.

     

      Cibo e vicina, da un altra casa non poteva arrivare quel odore lì?!

     

       Papà arriva molto preoccupato dalla chiesa e sta dicendo a lei:

     

        - Ed Iris proprio adesso è a casa.

         - Questa è.

     

       Ed eccola qua, la sua anziana sorella mi guarda con un viso piccolo. Pazienza in questi giorni di festa la gente gira, l'anno scorso ero a lavoro per la loro festa.

     

      Nel frattempo sento alla destra una voce di donna: “ma lei è dio?! Dovrebbe essere portata a psichiatria. Che poi le sue sorelle dicono che lei con i bambini.... Una volta è venuta da me...”

     

      La zia se ne va guardando con calma di là e di qua in cortile e nel orto, qui lei è nata e ha vissuto fino si è sposata. La capisco. Poi incuriosita chiede dei detagli:

     

        - E quindi Giulio è in Inghilterra?

        - Sì, là è tutta la sua famiglia.

        - Ha fatto bene, cosa faceva qua da solo?!

        - Che poi la gente pensava che fosse divorziato, lasciato dalla moglie.

        - Oriana quando viene qua?

        - In agosto.

       - Ma se tu hai bisogno di aiuto puoi pagare qualcuno a darti una mano.

     

      Io devo  muovermi, ho una noia e una impazienza indescrivibile. Se non sto viaggiando adesso quando lo farò, a 70 anni?

     

      E' mai possibile che io non avessi ancora abbastanza chiarezza?

     

      Lentamente muore arrivano da indietro della mia mente.

     

     lentamente muore chi non viaggia, chi non cambia il colore dei vestiti

     

       lentamente muore chi si inginocchia davanti a un dio inesistente fuori, se mai lo è dentro se stesso.

       lentamente muore chi cerca la gioia tra le mura di una città or di una chiesa dove tutto è rimasto bloccato al come prima, dove tutto quello che si sa è il vicino or chi abita qua.

     

        - Iris, ma tu non dovevi uscire quando è arrivata la zia.

         - Quale è il problema?

         - Ha detto che stai qua a far niente.

         - Non è il suo affare.

          - Mi sta snervando.

         - E' anche lei senile.

       - ?!

     

       Un altra senile che pensa più a me che a se stessa? L'anziana è molto sensibile al giudizio, lei non sa dire “non è il tuo affare” è vero, però discorsi cosi io sento da un bel po da loro due non dalla zia. Mi stano rompendo le scatole parecchio in vari modi e da un bel po. Sono senili è vero, diventa comunque una grande sfida ignorarli.

     

       Che poi la zia ha un sacco di problemi personali, essendo anziana e sola anni fa ha deciso di venire ai nipoti. Dopo un tempo ha voluto andarsene ad asilo, il caso ha fatto di non trovare posto. I nipoti ben volentieri spendono i suoi soldi, loro hanno riscaldamento lei no. Solo lei sa in quale ambiente vive là.

     

      Gli anziani guardano le notizie, è una più brutta del altra.

     

      Questa zia ha un bel viso sereno, il vecchio anche, nel confronto l'anziana ha il viso scuro pieno di rabbia e infelicità.

     

       - Mamma pur anziana la zia ha un bel viso, è rimasta bella.

        - Lei ha detto che lui ha un bel viso, sono così nella loro famiglia.

     

     

       In serata sento verso la destra voci molto scontente, quella di Loretta in speciale: “Sorella, lei ha 50 anni e sta là a far niente?!”

     

        In verità proprio adesso guardavo sul testo e vedo che è un bel po da quando sono cosi agitati per la mia partenza. In aprile quasi nello stesso tempo sentivo il loro scontento da una parte e d'altra parte mi cercava Marta. Io però ho quel fisso di essere a lavoro in luglio e agosto quando qui sono tantissimi matrimoni e tantissima gente girerrà di qua e di là e non mi va più essere qua.

     

     

       Ed ecco in visita Diana con il suo fidanzato stiamo parlando delle banalità, a un certo punto della discussione vedo il viso innervosito di Diana e una energia scura siccome fosse deviata verso la sinistra dove era seduta la sua nonna. Poi si alza impaziente:

     

       - Dai ce ne andiamo.

     

       La guardo

     

          - Diana sei molto dimagrita.

        - Mi fa male lo stomaco.

       - Hai comperato già l'abito da sposa?

        - No, a luglio.

       - Fai bene, dimagrisci or ingrassi fino ad agosto.

     

       Interviene suo fidanzato:

     

        - Si preoccupa per il matrimonio, sarò quello giusto or no?

        - ?!

     

       Se ne vanno e li sento parlando:

     

        - Mi snerva come parla. Mamma non lo sopporta, sta li a far niente.

        - Tua mamma quanti anni non ha lavorato?

       - Lei è la regina della bellezza?!

        - Beh … è una bella signora.

        - ?!

     

       Diana sta diventando da una settimana ad altra soggetta alle idee di sua mamma e di sua nonna, fra poco si sposerà con un ragazzo di qua. E' da capire, segue le tradizioni del posto nei limiti delle sue possibilità.

     

       Questo “sta li a far niente” si riprende molto nei vari dialoghi avvenuti tra i famigliari; i genitori in primis. Sa se non è il lavoro  almeno sesso e figli potrei fare: per avere qualche utilità.

    .

     

       La musica sta aumentando le interferenze, questi sono i famigliari mi pare che questo sia Franco “cosa fai con lei?! Ha 48 anni? E' vecchietta.” E' troppa agitazione qua e non è solo dai famigliari.

     

     

       L'anziana in questi giorni sta proprio impazzendo, prima viene da me per chiedere soldi, lei in 2 settimane finisce la pensione, poi va da lui:

     

       - Cos'altro? Questa qua sta li fuma e non lavora.

        - Io ho 85 anni.

     

        E' sempre uguale sia per me che per loro.

     

     

       Stavo pensando a cosa ha detto l'anziana circa la figlia dei vicini:

     

       - Iris, la figlia della vicina ha bambino per questa non va più in Germania.

        - Perché? La fermavano alla frontiera?!

     

      E adesso pensando alla mia imminente partenza e riprendendo questa mia ironia con la frontiera il cuore si muove per 3 - 4 volte. Strano.

     

      Aiuto ma qui danno numeri tutti due! Verso le 23 l'anziana viene fuori:

     

        - Iris, vieni qua per dirti qualcosa.

        - Cosa vuoi?

       - Dobbiamo portare la scala di là, pappino vuole suicidarsi.

        - Lascialo in pace, lo stai troppo stressando.

       - Ha detto che voleva farla una volta tornato dalla chiesa, lui è sordo e che senso ha vivere? E' arrivata la zia e così lui ha lasciato perdere. Satana lo spinge.

       - Non Satana, tu lo stai stressando.

        -Domani mattina va dal dottore per le orecchie, lo mando io.

        - Ti ho detto già lascialo in pace.

        - Devo dire al prete di benedirlo.

        - Io vado via: siete tutti due pazzi!

     

       Lui non sente e questa qua lo manda di qua e di là, facendo anche bruta figura. Sapevo già da Corina di questo suo pensiero, nel inverno quando io non ero qua lui era troppo stressato di questa donna e le ha detto già che intende suicidarsi. In effetti un giorno guardavo ed io al sottotetto, lì è un laccio e non mi spiegavo come mai i gatti sono riusciti a fare ciò.

     

     

       Questa donna non capisce che lei stessa è una sciagura, riesce stressare me per qualche mese questo poveretto la sopporta da 55 anni, arriva anche lui a un limite.

     

      Tutte queste vicende che hanno del horror mi butano in ansia, poi mi riprendo con calma. Se una pazza riesce scentrarmi allora io dove sono?

     

       Prima mi vedo più grande, l'occhio sinistro è grigio anche lui molto grande. Alla sinistra davanti a me è un ombra densa come un scheletro che si avvicina guardandomi con insistenza: è un ombra maschile. Sempre alla sinistra più in là è un ombra enorme, molto densa, seduta, ha nelle mani una bambola.

     

     

      Visto gli accaduti, sarebbe qualche energia dai loro antenati? Con tutte queste energie pesanti e conflittuali, sono sprofondata nel mondo degli spettri? A me pare che le esperienze di questo tipo stanno diventando intensi.

     

     

     

        Martedì, 22.05.2018

     

       Non è sana questa donna, in effetti non capisce un cazzo. Appena tornata dalla chiesa sveglia il vecchio, lo affretta a vestirsi per andare dalla dottoressa per le orecchie.

     

       - Lascia stare, non ha nemmeno mangiato.

        - Mangerà tutto il giorno.

        - Ha tempo anche per la dottoressa tutto ti giorno.

        - Non, più tardi è troppa gente meglio che vada adesso.

     

      Questo poverino appena cammina, torna di qua lo manda veloce da Walter:

     

        - Vai ti porta Walter in città.

         - Vado domani.

        - Vai adesso.

     

       Lei lo affretta perché non ha con chi parlare, lui magari non vuole nemmeno sentirla.

     

        - E metti quei documenti di là e vai.

        - Lascialo in pace, si arrangia.

        - Nessuno di voi due è sano.

        - No, tu sei pazza.

       - E' inutile.

     

       - Iris non ho dormito tutta la notte con questa vicenda del suicidio.

       - Smetti.

        -  Ha pensato che lascerà i figli senza papà.

     

       Mi allontanavo per non sentirla più, ma lei continuava parlare.

     

         Verso le 12 vedo Walter scuro parecchio preoccupato, guardandomi con insistenza, ho pensato magari sono problemi con il vecchio. Ed invece il vecchio andato via dalle 9 eccolo qua poco dopo le 13.

     

        - Non ho fatto niente, il medico voleva il card ed io card non ho.

        - E' stato Walter con te?

        - No, lui portava da ospedale sua suocera. Era anche la sua cognata suora.

        - Sei stato con Corina?

       - No, sono stato da solo.

       - E la pensione quando l'hai presa?

        - Prima di andare là, ho pensato che magari mi serviranno dei soldi e ho chiesto da Walter.

       - Sei stupido! Non hai fatto niente.

     

      Ma poverino, era tanto stressato che c'è l'ha fatta da solo si suoi 85 anni. Mi ha sorpreso la sua determinazione. Mi pare che lei pur molto più giovane è più andata psichicamente rispetto a lui.

     

      Ma questa roba con il card per la sanità rumena è proprio un odissea per un anziano come lui che ha bisogno di vari cure mediche. E' vero che la postina l'ha perso sin dal inizio, ma non succede che i documenti vengano persi e rifatti? Io non capisco perché lui non ha ricevuto un altro. Peccato per tutta la sua fatica, a quanto io sappia in assenza del card si paga la consultazione e lui aveva soldi. In somma.

     

       Ecco posso prendere esempio da lui, io da settimane mi la tiro con un viaggio per qualche giorno e non ho la sua età.

     

       Sento in italiano “aspetti? Cosa aspetti? che arrivasse lei dalla Romania?!”

     

      Lei lo sta stressando lo stesso dicendoli 4-5 volte la stessa cosa “fai quello or quel altro”, lui ha i suoi tempi. Vado sul balcone e guardo intorno, ma cosa vedere qua?! E' casa acanto a casa.

     

       15,51 Di certo non intendo trovarmi nella stessa situazione anche fra dieci anni. Bella ora, è proprio inizio del cambiamento che si impone con forza nel mio caso ed io lo sto tanto ritardando per niente.

     

       Ed ecco Walter, così che le racconto l'accaduto con il vecchio:

     

      - Io ho fatto la domanda per un nuovo card l'anno scorso. Non è arrivato?

        - No, e sono sempre dei problemi, deve dire a questa postina di stare attenta.

     

        Possibile che la postina abbia perso anche il secondo card, con lo stesso nome sono più persone in questa comunità. Corina era là, parlavamo di fragole e alla partenza:

     

       - Io ho raccolto un bel po da me.

       - ?!

       E mi guarda con un viso scuro, scontento, che si allungava letteralmente verso di me mentre io uscivo dal negozio. Magari aspettava che le dicessi vengo per prenderle.

     

       Oggi è il primo quadro, gran che non ho fatto per me stessa. Ho comprato finalmente due splendidi gerani, a quale guardavo da buon tempo. Contentissima li sistemo, fanno una bella figura accanto al pozzo.

     

        - Iris, spendi soldi per i fiori apposto di comprare qualcosa da mangiare?

       - Guarda che il negozio e là, se ti serve qualcosa vai a comprarti.

     

      Ma che discorsi inutili.

     

     

        Ed eccomi solo penso al viaggio ed entro in panico, strano io ho viaggiato tantissimo nei ultimi anni mi pare che avevo più coraggio:

     

      Stai diventando più compassionevole è scritto nella mia mente.

     

       Va bene ma in quale senso non mi è chiaro. Dammi un motivo qualcosa,

     

       nella mia mente parte destra è scritto ferma qua.

     

     

       Cazzo di ferma qua, ho più di 2 mesi da quando lo sono già.

     

      Se Kryon è una sfera blu, un splendido blu, Metatron è giallo dorato non liscia la superficie.

     

      Con tutta la mia insistenza non sono riuscita chiarirmi AA Michele che colore avrebbe? Mi appariva il classico dipinto AA Michele vestito come un soldato romano calpestando con grazia il primitivo ego.

     

     

     

     

       Mercoledì, 23.05.2018

     

      Alle 3 del mattino ero in piedi, gli anziani anche, guardo ai vicini era luce e da loro. Mi immagino che stanotte a quel ora lì più gente era in piedi.

     

       Una voce di giovane donna alle 9 del mattino, è molto arrabbiata “non va a chiesa! Non ha rispetto.”

     

      Rispetto per cosa? per lo status quo? Ma questa donna letteralmente non c'è la fa a stare nei suoi panni, inizia la giornata con me?

     

     

       Ecco anche questo qua in cortile, sta guardando di qua e di là:

     

       - Buongiorno, vuole qualcosa?

       - Buongiorno, io sono il marito di sua cugina T.

        - ?!

       - Sto lavorando qua.

       - Con i ragazzi?

        - Sì.

        - Va bene.

     

       Questo nipote di mia madre è un po particolare, ogni tanto va dalla psichiatria. E loro sono convinti che le abbia rubato qualcosa dal cortile molti anni fa.

     

       Alla sera arriva un vicino per informarli che è morta una donna autistica e Loretta deve contribuire finanziariamente ai suoi funerali. Questo qua era molto arrabbiato con il suocero di Loretta:

     

       - Ma sai cosa fa Miglio? Prega tutto il giorno. Certo, è più facile pregare che lavorare in costruzioni.

       - ?!

       - Stasera pregava davanti a un monumento.

        - ?!

     

     

        Beh ad anziana non li andava proprio bene questo discorso. Anche lei altro non fa che andare a chiesa or a stare con il rosario nelle mani a casa poi si arrabbia quando un altro non fa altrettanto. Così che sposta l'attenzione del vicino verso i soldi:

     

       - Ma puoi chiedere soldi da Miglio.

        - Quello ha soldi?! Quello ha chiesto soldi da me e perfino da mia figlia, non ha mai. Sperpera comprando cibo caro, non pensa ad altro.

         - Tu scrivi tutto quello che spendi e Loretta in agosto pagherà.

     

        Poi c'è l'aveva con il vicino della madre che si è spostato di qua, anche quello è un grande fedele:

     

         - Ghindante? E' un miserabile. Guarda è andato da questa donna ad asilo, poi ha chiesto da me soldi per viaggio e per un capellino che lui le ha comprato.

          - ?!

         - Ma è il mio obbligo di comprarli capellino se lei è ad asilo?! Mi ha chiesto soldi anche per il pranzo che lui ha fatto là! Non parliamo più.

          - E dove metti la salma? In negozio?

         - No, a casa mia. Io avevo contratto per questa donna.

     

        In somma qui le spese ai funerali sono sostanziali e lui si trova adesso ad affrontarli da solo.

     

     

     

       Bravo

     

        “Eh, si! dopo il caso di Leonardo di Milano che ora si muove e vede ad Acireale mi hanno portato una bimba che aveva quasi la stessa patologia di Leonardo (l' unica differenza è che lei vede). Anche suoi genitori l' hanno fatta visitare al Gaslini ed i dottori hanno dichiarato che la bimba era incurabile perchè affetta da rara malattia genetica invalidante. (nessuna possibilità di camminare e parlare). Nel test kinesiologico che ho fatto alla bimba è uscita la causa: chakra del cuore bloccato al suo sesto mese nella pancia della madre, (quando ho detto questo la madre è scoppiata a piangere riconoscendo che quando lei era incinta al sesto mese ha avuto una esperienza psicologica drammatica). Le ho indicato cosa fare per permettere a sua figlia di aprire il chakra del cuore, le ho regalato un tessuto Takionic che sua figlia deve tenere sul lato sx del cervello e sulla nuca (le aree che ho trovato energeticamente bloccate) ed ora staremo a vedere tra qualche mese i risultati. Io non ho dubbi sulla sua guarigione perchè Leonardo aveva anche lui il chakra del cuore bloccato, (ora aperto) e TUTTE le aree del cervello bloccate, ora riattivate con il tessuto Takionic.

     

     

     

     

     

     

       

     

     

      Un fatto è sicuro: La medicina della nuova era risolve tutti i casi di patologie gravi. Prima io, poi la medicina ufficiale dovrà riconoscere che tutte le malattie derivano da conflitti psicologici e che la guarigione definitiva può avvenire solo quando la persona elimina la causa ossia risolve il conflitto! Aspetto la guarigione di questa bimba e poi renderò pubblici i filmati di questi due bimbi guariti definitivamente. Un solo caso di guarigione può essere dichiarato "miracolo" ma due che hanno seguito la stessa procedura dettata dalla medicina della nuova era non può dar dubbi sulla sua efficacia!”

     

        Oscar Angel Citro

     

     

       Dopo casi gravi del genere a chiedere quale sia il blocco per i denti, mi pare un po insignificante eppure ho chiesto.

     

     

     

     

       Giovedì, 24.05.2017

     

        Facciamo dei progressi, adesso alle 8 del mattino la stessa voce di giovane donna che non c'è la fa vedermi qua siccome sarei nella sua casa:

     

        “Ma che?! Anche la dottoressa ha detto... e se è divorziata deve stare qua?!”

     

     

       E poi eccoli qua, poco prima delle 9 Vania e Walter sono in controllo, per vedere come vanno i lavori alla casa di Oriana.

     

        L'anziana oggi è parecchio agitata, io ho dei dubbi che si parlasse solo della gambe nel suo caso. Mi spiace vederla cosi sofferente e indebolita.

     

       In somma vado qua per risolvere il gas, mi sono tanto goduta due passi in tranquillità. Poi vado al negozio e da chi veniva non so, certo è che dentro di me era una tristezza collegata al ed io vado di qua?! Era una sola signora elegante e allegra, che potrebbe non essere di qua.

     

       Ho detto parecchie volte ad anziana di smettere a sorvegliare i vicini, problema è che lei vede qualcosa poi sta dicendo in cortile a voce alta.

     

        - Ieri sera Danio era molto arrabbiato non trovava più il salame.

         - Sono in tanti, ha qua due figlie con bambini è da capire.

        - Sua mamma le diceva di smettere “ti sente la gente, mangia del altro!”

     

     

        Poi vado a farmi un giro in città. L'estetista non ha tempo fino la settimana prossima, non penso che l'aspetterò. Ormai la mia impazienza aumenta da un giorno ad altro e qui le energie del posto stano diventando molto insistenti.

     

       Non riuscivo per niente godermi la passeggiata con questo stato teso indeciso sul da fare:

     

      Va bene quando?

     

     

        27 mi appare davanti scritto in nero.

     

       Si perché no? Sto li a fare un cazzo? Almeno un giro in Italia mi lo farò, questa vita sedentaria mi appesantisce tanto.

     

       Ma questa gente proprio non ha altro da fare? Secondo me no, ne sento tutto il giorno delle cose, mi riempo il sito con stupidaggine del genere? Mi è chiara la voce di Van, Corina, Loretta e ognuno ha qualcosa da dire pare che stiano raccogliendo consensi per sostenere le loro teorie.

     

       L'anziana da canto suo sta affrettando gli operai, se muoiono è la casa di Oriana non è pronta?!

     

        - Lasciali in pace, finiranno loro fino ad agosto.

       - Le ho solo detto di stare attenti.

       - Non è il tuo affare, è l'affare di Oriana.

     

       Vicina della madre anche lei è molto agitata si muove di là e di qua acanto al recinto siccome vorrebbe dire qualcosa, di qualcosa è scontenta.

     

        - Ma non posso muovermi in cortile?!

        - Lascia stare, chissà anche la sua mamma cosa le sta dicendo.

        - E' una pentita. Non va a chiesa.

     

       Qui è stretto, i recinti sono bassi, eterni litigi per la terra, per l'invidia, controllo e manipolazione. Io dal mio canto sono impaziente.

     

        - Vedi che io vado via la prossima settimana. Vi arrangiate.

        - Ma non potevi aspettare fino arriva Oriana?

        - Non aspetto più, sono ormai annoiata.

         - Vai dove sei stata già?

         - Se mi telefona sì, in aprile mi ha cercato.

     

      Qui è agitazione quanto con gli operai, quanto con i funerali che richiedono soldi così che alla sera vedo Oriana davanti a me sulla sinistra, piccola, con una particolare espressione nel viso “ricordandomi” nello stesso tempo l'accaduto di 2 anni fa quando mi guardava trionfante dopo il consenso di Giulio per cacciarmi via di qua.

     

       Qui sono tutti quanti presi in giochi di potere niente di più niente di meno, ed io sto perdendo tempo con stupidaggine del genere cioè mi lascio trascinata in essi?

     

      Ma non è cultura, non è proprio niente qua. Quando avevano il teatro sociale ancora qualcosa si muoveva, adesso hanno solo chiesa. In somma è un loro affare non è il mio come vivono or no, i famigliari sono parte attiva in questa comunità.

     

     

       Oggi in pomeriggio vedo Francesca, indossa un vestito estivo colore bianco grigio, resta davanti a me per buon tempo, là non intendo andare ancora una volta. Non per altro ma non sono riuscita molto bene organizzarmi.

     

       Tuttavia ho uno stato teso da giorni, ma a cosa faccio resistenza?

     

       Alla partenza mi passa veloce in mente.

     

       E questo malessere?

     

       Detrito emozionale, mi passa veloce in testa.

     

     Si sta accumulando tanto. Sono in una terra di mezzo: ho una gamba altrove, una gamba qua.

     

       Va bene la data l'abbiamo capito sarebbe 27 cioè domenica, la città? Io penso a Firenze e Rimini:

     

        Torino scritto in nero è davanti a me.

     

       Conosco quella città non è che sia gran che, a parte il parco e qualche elegante costruzione.

     

         Arriva il signore per portare elemosina:

     

        - Ma tu sei di qua?! Sei la loro sorella?

        - Sì.

         - Un giorno mi hai anche spaventato.

     

       Ma dai, realmente non mi riconosceva? Ci siamo incontrati 3-4 volte.

     

     

     

      Musica aumenta le interferenze sonore, qualche donna mal andata è molto arrabbiata “vai dalla psichiatria! Ti mostreremo noi.”

     

       Che minaccia, ragazzi! Eppure siamo nel secolo XXI, secondo il calendario sì, secondo la mentalità no. Siamo indietro a molti anni fa, chissà da quando siamo rimasti bloccati in questo modo, più di mille anni di sicuro. Logicamente ci vorrà del tempo per sradicare dal nostro stesso DNA mentalità errate.

     

     

     

     

     

       Sabato, 26.05.2018

     

      Stanotte, 2 del mattino, ho passato un esperienza particolare. Mi vedo dalle spalle avendo nelle mani la scopa con quale solitamente pulisco il cortile, vedo la guida animica piccola con un viso bianco, molto più in là e in basso, dal cuore escono due grandi rettangoli che vano verso di esso.

     

     

       Ed iniziamo la giornata, l'anziana sa che me ne vado fra poco:

     

      - Non so cosa mi farò con questi polli.

      - Oriana ti ha detto di non prenderli se non sei capace.

        - E questo non mi aiuta con niente, è vecchio e sordo.

        - ?!

     

       Dopo un oretta voci molto innervositi: “Marcellina ha detto che lei ci sta dicendo handicappati. Handicappati!”

     

        Eh ma questa Marcellina poverina pur giovane non c'è la fa a stare nei suoi panni, ogni volta quando mi vede si ricorda che lei appartiene alla chiesa di sua mamma ed io no. Ieri sono stata a negozio e lei era lì.

     

      Più tardi sento in rumeno indietro della mia testa “il nostro avvocato”

     

        Qui è l'evo medio a tutti gli effetti, giovanni or anziani, donne or uomini non fa alcuna diferenza, da un certo punto di vista sono tutti uguali. E' un loro affare, non è il mio.

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

      Tomas condivide il video di Neale, lo visto già innumerevoli volte, ogni volta trovo qualcosa che mi è sfuggito:

     

       Vivete la vostra vita senza aspettative, senza il bisogno di risultati specifici. Questa è la libertà.

     

       Eh sì se pure metto il fallimento davanti, prima che mi mettesse in un viaggio. Proprio oggi Sibaldi risponde egregiamente alla domanda “Come posso guarirmi dalla paura del successo?”

     

       Io mi muovo di là e di qua irrequieta, un po stufina dopo tanti mesi qua, un po stufina che la mia vita non decolla in alcun modo, eppure non faccio il minimo necessario: decidermi.

     

        Sento in italiano “scusi, scusi, programma.”

     

     

     

       La vicina della madre è anche oggi molto agitata, più per la chiesa mi pare che avesse da fare con il sito.

     

        - La polizia non può fare niente, lei è dalla sua mamma.

        - Scrive le memorie.

        - Anche Corina ha detto che la sua mamma l'ha chiamata indietro.

     

       In somma ne sento parecchio del genere, sono solo interferenze.

     

     

     

     

        Domenica, 27.05.2017

     

       Questa donna è mal andata, stava parlando con la vicina tornando dalla messa. Io ho sentito solo lo sgomento della vicina:

     

       - Ma se lei non va a chiesa?!

        - Se si ferma qua andrà, cosa altro fare?!

     

       Di conseguenza dico la mia, se ho a chi dire?!

     

        - Ti ho detto di lasciare in pace la vicina e i suoi figli, non è il tuo affare cosa fanno or no.

         - Ci siamo salutate venendo dalla chiesa.

          - Sì, ed era abbastanza.

     

       Poi brucia il cibo di quale mi occupavo io, senza chiedermi mette un resto di cibo nel mio piatto. Ma per carità! Io lo butto alle galline:

     

        -  Ma io compro pomodori per darli tu alle galline?!

        - Io li ho comprati!

     

      A come vedo fa finta che io spendo qui un bel po ogni volta.

     

        La bellezza è infestante per l'utilità, magari sarebbe il tempo che arrivassero a un equilibrio.

     

       Ho condiviso una splendida immagine: un campo di papavero in sole, più tardi pensando a questa bellezza mi appare la parola ...infestante... è vero per i campi di grano è una erbacea buona da estirpare.

     

     

       Leggo qualcosa di rinfrescante, trovo il consiglio di dichiarare a voce alta Io Sono auto-conoscenza, non in modo impersonale ma mettendo nome e cognome così che sia individualizzata e potente l'affermazione. Io … ci penso un attimo poi vedo scritto a livello del petto in bianco Sekina Iris Delacroix sono auto-conoscenza.

     

     

       Vado fuori, anziana mi segue con lo sguardo poi va dal vecchio, questo oramai è sordo e tanto indebolito ma lei ci prova:

     

        - Vai a dire a Iris.

         - Lascia stare se lei ha pensieri di partenza.

     

       Poverino prova a vivere tranquillamente i suoi ultimi giorni/anni su questa terra ma si può? Vuole ascoltare musica, lei si oppone:

     

        - Chiude la TV.

         - Ma se tu stai a letto e pensi alla morte così devo fare ed io?!

        - I peccati...

     

       Comunque ha ceduto e lo ha spento. Questa donna pare che si portasse dentro un peso enorme, secondo me nemmeno lei sa definirlo.

     

      La mia partenza la butta in ansia? Ultimamente si arrabbia tanto quando me ne vado.

     

       Carla parla di solitudine e sensibilità, vero per un empatico è una continua sfida discernere cosa è il suo e cosa no. Più chiaro sto sperimentando con la madre.

     

      Oggi stano festeggiando il piccolo di Walter, la sua comunione, ne sento parecchio dalle sue commesse:

     

       Questa è proprio arrabbiata “Quando la vedo là e mi saluta con “buongiorno, cosa fai cara?” Ma io non so chi è stata lei?! E' una puttana! Cosa ha con la chiesa? E' pazza!

      - regina della belezza.

     - perche Oriana è bruta?!

     - E' anziana.

     - E' suo fratello.

      - E' la sua mamma.

      - un commandante.

    - Loretta ha...

    - E Monia?"

     

     ecc. sempre le stesse cose di prima.

     

       Stando in cortile sento un ragazzino che sta giocando in strada dicendo a sua mamma:

     

       - Ho parlato con il prete al telefono.

       - Quando?

       - Adesso.

     

       Dimmi te, che moderno.

     

       Meno male sono stata anche fuori da questa realtà. Grazie caro Sé per quel benedetto lavoro.

       La guida animica mi mette un filo nero sui piedi.

       Mi pare che questa volta no li va proprio che me ne andasse allo stesso lavoro, magari non è il tempo giusto.

     

        Il sé si fa visto in questo cortile come nel inverno quando uguale intendevo partire e venivo fermata.

     

       Ne sento ancora un bel po di stupidaggine “chi quella?! È una troia ecc. Loretta ha detto a tutti che tu...ecc

     

       Ignoro tutto pensando al consiglio di Aïvanhov il sole illumina tutti incondizionatamente, la terra sostiene tutti anche lei, perché mai dovrei arrabbiarmi io per una una mano di ignoranti?

     

       Davanti a me appaiano 2-3 persone che sembrano da ISIS, questa sì sfida appena provavo convincermi che tutti hanno il diritto di esistere! Riprendo ancora una volta il discorso di accettazione, l'immagine di ISIS si fa vista lo stesso. Ecco un grande dilemma, mi pareva proprio uno scherzo.

     

     

     

      

         Lunedì, 28.05.2018

     

        Mi sveglio con l'anziana che mi bussa nella porta, fortunatamente ho dormito abbastanza. Anche cosi avevo appiccicata a me l'energia pesante, densa, di Loretta. Ma queste donne non hanno altro da fare? Molto impegnate intellettualmente non lo sono.

     

       Questa donna proprio non c'è la fa a rinunciare alle sue abitudini, dannose e inutile tra l'altro:

     

       - Ti ho detto di non buttare più immondizia nel orto, puzza.

        - Dove voi che la mettessi?

        - Nel sacco e il sacco al cancello, lo porta via la salubrità non tu. Solo questa deve fare.

        - E se l'ho messo lì accanto?

        - Puzza, entra in terra tutta quella miseria.

        - ?!

     

       La disturbano i bruti odori dai vicini ma lei stessa butta tutto là? In somma, psichicamente non è capace rinunciare nemmeno alle immondizie.

     

       In pomeriggio tra innumerevoli discussioni tipo "chi quella?! Non mi la ricordo ecc."

     

      sento chiaro Corina e Loretta:

     

       “ - Anche quella di Buzzo ha detto - lei non ha niente e si fa vacanza?!

       - Sorella io le ho detto già di non andare più in Romania, ma sai la stupidità...”

     

       Pare che sto pesando sulle spese altrui, tanto si preoccupano di cosa faccio or no.

     

       In web si fa molto caso per la Luna piena di domani pomeriggio, ci porterà chiarezza e novità oh cielo ho settimane che li aspetto. Voglio farmi quel benedetto viaggio in Italia rompendo lo schema per lavoro in Germania, un viaggio per il mio benessere più alto. Di conseguenza vedo Marta sulla sinistra con un viso scontento analizzando qualcosa.

     

       I perfetti - i catari, un interessante testo scritto di Monique Matheu. Gli eretici, nella visione della chiesa cattolica medievale non erano altro che erbe buone da estirpare dalla vigna del signore.

     

      I Catari, i Perfetti, erano evidentemente molto avanti rispetto alla loro epoca! Voi che ci ascoltate o che ci leggete potreste essere Catari, potreste far parte dei Perfetti perché la vostra coscienza si è aperta, perché rispettate gli altri, perché siete consapevoli di ciò che dovete fare e non fare, perché possedete nelle profondità di voi stessi, la grande volontà di avanzare in Saggezza e in Amore.

     

      Voi potreste essere coloro che, a quei tempi, erano chiamati "Perfetti"! Tuttavia cos'è la perfezione? A livello spirituale, cos'è la perfezione?

     

       La perfezione è l'evoluzione del momento! La perfezione è in continua mutazione, in costante trasformazione, perché ciò che per voi oggi è perfetto, nella vostra vita relazionale, nella vostra vita affettiva o nella vostra vita spirituale, lo sarà molto meno domani, perché vi sarete evoluti e perché sarete alla continua ricerca della perfezione e dell'equilibrio.

     

      Quindi, all'epoca dei Catari, i Perfetti non erano perfetti, ed essi lo sapevano. Credevano in Dio e lo pregavano; erano fortemente collegati a Dio ma non avevano bisogno di sacerdoti o di predicatori. Si collegavano direttamente con la Sorgente; avevano una consapevolezza che avete acquisito anche voi. Come voi, durante le loro meditazioni, si collegavano con Dio o con la Parte Divina che avevano dentro di loro, che si trova anche in ciascuno di voi.

     

      Avere questa consapevolezza è già un grande passo in avanti nell'evoluzione. Se molti esseri umani fossero consapevoli della loro appartenenza a Dio, se fossero consapevoli che una Scintilla Divina vive in ciascuno di essi, esisterebbe molta meno violenza, minor sofferenza e molto più rispetto, fraternità e Amore!

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

        Le rivoluzioni, che siano religiose, culturali o sociali, non sono mai state causate dalla maggioranza! Sono sempre state determinate da alcune minoranze forti, potenti nel loro Amore e con la loro profonda convinzione di poter cambiare le cose. Le vere trasformazioni non provengono dalla massa della gente, perché la maggior parte della gente è spesso addormentata, pesante, lenta e manipolabile.

     

       Per evolvere, sono necessarie persone sveglie, volonterose e coraggiose, che possano anche donare costantemente sé stesse, che possano sacrificare la loro vita per Amore.

     

       Non è questo che vi chiediamo! Ciò che vi chiediamo, è di essere solo consapevoli di chi siete e di ciò che siete, e di non perdere mai questa consapevolezza! Ciò che vi viene chiesto, è di amarvi! Se non potete amarvi, vi viene chiesto di essere consapevoli che amando voi stessi, amate la vostra divinità, amate la vostra anima madre e la onorate.

     

       Ciò che vi si chiede, è di liberarvi dalle vostre catene, di liberarvi da tutto ciò che vi frena, affinché la vostra coscienza possa illuminarsi ancora e ancora! È necessario che tutti i veli inutili vengano eliminati, affinché abbiate uno sguardo diverso su voi stessi, e affinché possiate recuperare le facoltà della mente che sono disattivate in voi e chiedono solamente di esprimersi.

     

      Queste facoltà della mente sono naturalmente la telepatia, la capacità di comunicare con i piani dell'Invisibile, la capacità di percepire un po' il futuro o di ricevere i messaggi che vi aiutano.

     

       Vi si chiede inoltre di spezzare le vostre catene, vale a dire di liberarvi dal vostro legame con il passato.

     

       Ciò che non viene realizzato con la consapevolezza del rinnovamento, in un modo o nell'altro, verrà comunque realizzato! Questa immensa trasformazione della vita si verificherà in un modo più o meno accettabile, sarà facile o difficile in base al terreno che avrete preparato!

     

       Immaginate di essere un agricoltore che ha la missione di lavorare nelle profondità di sé stesso, affinché tutte le erbe infestanti siano sradicate. Talvolta, dovrà sradicarle a mano perché, durante l'aratura, potrebbero essere interrate e germogliare ancora e quindi inquinare il campo un'altra volta. Quando il suo campo interiore sarà sufficientemente arato, in esso fiorirà un nuovo stato d'essere e una nuova vita!”


     

    http://ducielalaterre.org/fichiers/divers/les_parfaits_3jk___IT.php

     

     

     

        Il testo è troppo bello, vale la pena la condivisione.

     

       Leggendolo ancora una volta vedo la parola infestante per le erbe dalla nostra mente. Va bene per me questo frammento seppure mi trovo sempre in conflitto lavoro in Germania per i bei soldi or mi occupo del sito che un giorno sarà anche un libro?

     

       E questa anziana poverina, da una parte sta morendo da un altra fa risparmio anche con i resti di cibo. Cielo! Da ieri ha iniziato e vedo che la tiene e oggi così.

     

        - Adesso mi servono dei soldi e non ho.

       - Quando Oriana ha voluto darti le hai rifiutati.

     

       Appena ha ricevuto la pensione, sa che da un giorno ad altro me ne vado e aspetta soldi da me non è che ha finito la pensione in meno di una settimana.

     

     

       Ed ecco Michele con l'invito al festival di Lucca, vicino a Firenze. Lui ha un intervento Leonardo da Vinci e il mistero. Mi passa in testa solo questa “Là sono tante cose belle ed io sto lì?!”

     

       Ma io sto lì fin quando?

       Vedo leggermente destra per la seconda volta 10 luglio 2018.

     

       A quanto io mi ricordo ho letto già che sia una data importante, trova riscontro in quello che abbiamo fatto in 12 dicembre 2017. Può avere un altro significato per me, io da un mese mi sto già perdendo la pazienza.

     

       La luna è ovale, io la vedo cosi, è simbolo di rinascita. Esprimo la mia insoddisfazione per trovarmi qua cosi spesso negli ultimi anni apposto di essere altrove questa non è vita  è splater!  Sono le parole di Balasso.

     

       Pensavo alla eliminazione totale dei catari con tutte le loro capacità occulte, per non dire che non ho mai digerito il mito di dio stesso che viene messo a croce

     

     .. contrada .. e mi appare questa strana parola per me sconosciuta. È sempre in Toscana utilizzata a Siena e a Firenze.

     

     

      Domani vado in città, un fiore andrebbe bene in cortile un arancione scuro stupendo mi appare. Ho dei dubbi che si trova un colore così.

     

     

     

        Martedì, 29.05.2018

     

       Questa anziana da numeri:

     

       - Cosa ci fai qua? Sono le 4,20.

       - Pensavo che sono 5,20 e mi preparo per andare alla messa.

     

        Certo che loro alle 20 sonno già a letto e hanno dormito abbastanza, solo che io vado verso le 24 e svegliarmi a quel ora lì non mi gioisce affatto.

     

       Una volta tornata dalla messa informava papa:

     

        - Ho visto il suocero di Dianna al confessionale, può darsi va in Italia.

       - Per farsi dei soldi.

     

       Prima di andare in città vedo il viso di Oriana trionfante davanti al mio petto. Secondo me questa ne combina delle belle, che poi non deve avere chiaroveggenza per capire ciò.

     

       Dal estetista sento ancora:

     

       - Ho degli ospiti da Italia.

     

       Oramai questi viaggi nella stessa città non mi soddisfano più, eppure non faccio il minimo necessario: decidermi.

     

       Realmente faccio fatica a dire alla madre che me ne vado per qualche giorno. Che poi lei è con le solite cose:

     

      - Iris, cosa hai messo qua?

       - Io? Niente.

       - Come no? Cosa sono queste?

       - Sono dei fagioli, ti ho detto di metterti gli occhiali.

       - Smetti!

     

       Appena guardavo al testo insidie.

     

     

       Poi sento anche Loretta con un tono soddisfatto: “questa è, cosa puoi fare?! E' anche vecchia.”

     

        Vado a negozio compro veloce cosa mi serve e ciao, per me è uguale quale commessa è libera. Poi Marcellina sorpresa dice ad altra:

     

       “Strano, magari le ha detto Vania qualcosa.”

     

      Io so con chi sto parlando, figuriamoci.

     

     

       Passa una donna sulla strada con la bicicletta, il caso ha fatto di portare proprio allora l'immondizia al cancello. Lei mi saluta e mi guarda sorpresa, poi per molto tempo la vedevo confusa.

     

       E' molta agitazione sul posto ed io la sento. Marcelina chiede spiegazioni da Walter e Vania per il mio comportamento freddo, in somma siamo tutti dei bambini con un età anagrafica troppo alta.

     

       Benediteceli e andate avanti sui terreni più fertili.

     

       Sono le parole di AA Michele, sono state già in una situazione simile quando un cambiamento si imponeva ed io mi la tiravo troppo e adesso non è di meno: mi la tiro da settimane.

     

     

       Sento Marta con “a novembre”,

      Ramiro con il suo abituale “Iride..”

      ed Ivan con “quanto?!”

     

     

     

        Mercoledì, 30.05.2018

     

       E ma qui le cose si accendono un po troppo secondo me. Vado al negozio e lì Laura, mi guarda con un viso scuro, molto innervosito.

     

       Realmente anch'io la penso mi trovo troppo spesso con le stesse persone, gli soggetti di prima, quei pochi passi a posto di una lunga passeggiata sulla riva di un mare or di un fiume. Oramai mi sono annoiata.

     

     

       Bella questa di OSHO, e sta li da 2012.

     

       Entusiasmata pronta a incollarlo anche sul sito e bang sento alla destra

     

       “non ci serve un genio...”

     

     

       Vero per i testi incollati di qua e di là c'è Fb, per tutto il resto c'è il sito. E tutti noi, me compresa, abbiamo ...l'abilità... di canalizzare.

     

       “Per creare l'uomo nuovo devi iniziare proprio da te.

     

       L'uomo nuovo sarà mistico, poeta e scienziato, tutto questo insieme. Non guarderà la vita attraverso divisioni vecchie e marce. Sarà un mistico, perché sentirà la presenza di dio. Sarà un poeta, celebrerà la presenza di dio, sarà uno scienziato, e ricercherà questa presenza attraverso un metodo scientifico. Quando un uomo diventa tutte e tre queste cose insieme, è un uomo integro. Questo è il mio concetto di uomo santo.

     

       L'uomo vecchio era represso, aggressivo. Era portato a essere aggressivo perché la repressione comporta sempre aggressione. L'uomo nuovo sarà spontaneo, creativo.

     

       L'uomo vecchio ha vissuto basandosi sulle ideologie. L'uomo nuovo non vivrà affatto sulla base di ideologie, o di precetti morali, ma attraverso la consapevolezza. L'uomo nuovo vivrà solamente attraverso la consapevolezza. Sarà responsabile, responsabile nei confronti di se stesso e dell'esistenza. L'uomo nuovo non sarà morale nel vecchio senso della parola, ma amorale.

     

     

     

     

     

     

     

     

      L'uomo nuovo porta con sé un mondo nuovo. In questo momento l'uomo nuovo è inevitabilmente una minoranza in trasformazione, ma è il portatore di una nuova cultura, ne è il seme. Aiutalo. Annuncia il suo arrivo dai tetti delle case: questo è il mio messaggio per te.

     

       L'uomo nuovo è aperto e onesto. È trasparente, autentico e disponibile. Non è un ipocrita. Non vive per raggiungere degli obiettivi: vive qui ed ora. Conosce solo un tempo, l'adesso, e conosce solo uno spazio, questo! Attraverso questa presenza, saprà cos'è dio.

     

      Gioisci! L'uomo nuovo sta arrivando e il vecchio sta scomparendo. Il vecchio è già sulla croce, e il nuovo è all'orizzonte. Siine felice, lo ripeto ancora: vivilo con gioia!”

     

    Osho, Philosophia Perennis, Volume 2

     

     

       E' vero dov'è repressione c'è anche aggressione, l'ho vista in svariate forme e l'ho vissuta già.

     

     

        Mariarosa ci sta incoraggiando, dal 5 giugno decisamente ci sentiremmo alleggeriti.

     

        Sono delle giornate estremamente calde con pochissima pioggia, mi immagino che a luglio - agosto non sarà così caldo.

     

     

     

        Stupendo! Fortunatamente lo vedo ancora una volta su Fb, questa volta via Umberto.

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

       Che poi anche i versi sono un SOS per un essere umano in difficoltà.

     

       Mi avrebbe piaciuto andare a un incontro culturale, spirituale, in Italia ne sono parecchi:

     

       una immagine non chiara bianco nero, oriente è scritto alla destra.

     

       Festival del oriente? Non so nemmeno se ci sia in questo periodo. E' stato già in primavera.

     

      

     

     

     

       Giovedì, 31.05.2018

     

       E ogni volta è uguale questo è un loro sogno rimasto incompiuto. Si lamentano tutto il giorno di morte e di malattie ma quando si parla di arrangiare qualcuno sono vivi più che mai:

     

       - E parla con la vicina se la vedi. Questa qua (cioè io ) è così testarda.. Che poi la C.I...

     

       Ho sentito parzialmente il loro dialogo ed intervengo decisa:

     

       - Quale è il problema?

      

       Lei sorridente

     

        - Chiede da lui!

     

       In effetti con me lui fa il sordo: non ha sentito nulla, e solo prima di entrare nella loro stanza parlavano con un tono decente. Ridicolo! E pure per una vita si sono comportati così, tutto di nascosto, l'età di adesso non centra nulla.

     

     

      Sono senili io lo so, mi arrabbio con me trovandomi cosi spesso qua con loro a posto di divertirmi da qualche parte del mondo. Adesso ho trovato come motivo il sito.

     

       D'altra parte nessuno telefona, raramente qualcuno dei suoi passa di qua:

     

       - Oriana non ha più telefonato qua, lei parla con Walter e con Corina.

     

       Mi immagino che il capricorno lo sente molto di più rispetto ad altri segni, è un opposizione planetaria interessante Venere in Cancro contro un bel po di pianeti in Capricorno, eccomi indecisa sul da fare.

     

     

     

     

     

     

     

     

     

      Non si può respirare quanto per un caldo eccessivo, quanto per l'anziana che trova sempre qualcosa da dire. Quando inizia con l'attenzione esagerata verso il cibo e a lamentarsi quando di piedi, quando di soldi mi porta a esasperazione. Qui è troppo stretto.

     

        Di seguito al affermazione:

      Io sono saggia

      la guida animica si avvicina, è piccola invece la sua mano sinistra molto grande e bianca è indietro del mio collo.

     

       Oriana poverina è proprio squilibrata, non lavora e sta agganciata a me, lei una sua vita non sa farsi. In tarda serata una sua forma pensiero è davanti a me con un tono soddisfatto ... troia... Questa parola io l'avevo sentito molto chiaro a Vania tempo fa.

     

     

     

     

       Venerdì, 01.06.2018

     

    Sempre peggio va questa donna, già che si lamenta per soldi oggi informava lui:

     

       - Ho pagato la messa per defunti.

     

    Dei parenti defunti loro due ne hanno parecchio, un cattolico è un contribuente per eternità. Da una parte da soldi per niente a chiesa, da un altra si lamenta ogni giorno che non ha.

     

    Arriva la vicina dritto in cortile per portarli 3 scatolette:

     

        - Mi ha dato quella di X questi unguenti.

        - Sì, ho dei problemi con le gambe.

       - Eh ma nessuno muore sano.

       - ?! Le pagherò domani.

     

     

      Non so come si collegano l'immagine di ieri sera con la guida animica, leggermente destra è il testo di Fabrizio “un maestro...” e leggermente sinistra una scena che io ho vissuto anni fa e poi quasi invisibile Oriana davanti al mio petto. Sono 4 cose.

     

    E ma qui qualcosa non va, non ha nemmeno 2 settimane da quando ha ricevuto la pensione:

     

       - Non comprare più peperoni, sono troppo cari.

     

      Vado per comprarmi le sigarette il signore di là mi dice:

     

        - Pensavo che lei fosse andata via.

       - Ancora no.

     

       Poi per molto tempo vedevo il suo viso piccolo indietro di me.

     

     

      In somma sono un po stufina, non trovo proprio un motivo valido per essere qua:

     

       paura della povertà arriva davanti a me scritto in nero.

     

      Con tutto questo mondo stupendo io rimango agganciata ai famigliari?! In pieno secolo XXI quando le frontiere non ci sono più, la comunicazione è libera e veloce, si trovano vari lavori sul internet io mi aggrappo a 2 posti per sopravvivere? Ma dai sto esagerando ed ecco

       mio amico è indietro di me

       E' tempo che non si è fatto visto, anche lui arriva quando qualcosa non va sul verso giusto nella mia mente e adesso mi stavo lamentando.

     

       Vado al negozio di Walter per comprare a questa anziana quello che li serve, là le stesse commesse da dove altre?! Un giovane era arrivato lì e una volta io andata via, Marcellina inizia:

     

      “ - Stai attento con questa qua, lei è di quelli..

    - Questa è la sorella di Walter? Non la conosco.

    - Walter non la sopporta.”

     

       E' proprio squilibrata questa donna, ogni volta che mi vede si ricorda la sua condizione di quale non è contenta.

    io aspetto, aspetto

     

       E' dal video di Sibaldi, il legame con la madre per chi si lascia intrappolato nelle sue egoistiche richieste, è il più difficile da spezzare. Inizio dare ragione a Sibaldi.

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

       Se ci penso bene sì esiste il troppo tardi, il tempo passa inesorabilmente, mi rendo conto che io ho perso un decennio dalla mia vita con “un po di qua un po di là”

     

     Né mi sono messa in viaggio e lei già inizia con il classico vittimismo:

     

       - Non so come vivrò...

     

      Furba. Quando sono più persone qua, velocemente mi caccia via. In effetti anche adesso sperava che io mi fermassi fino al arrivo di Oriana, giusto per non essere lei sola.

     

     

       Anima Antica tu lo sai già, sei stata innumerevoli volte sulla terra.

     

     Questa è l'energia di Kryon, in effetti lo so già, pensavo al seminario perso che poi né potrei andare a tutti i suoi seminari in giro per il mondo.

     

     

     

        Sabato, 02.06.2018

     

     

      qui m'attire? qui m'attire? Je sais quelque chose

     

       Io so qualcosa

     

     

     

     

     

     

     

     

     

       In effetti lo so ed io sto li dove non ho alcuna possibilità di movimento e mi snervo.

     

     

       - Tu non vai alla messa per i malati?

       - No, non mi tengono le gambe.

       - Proprio per questa dovresti andare per tornare indietro saltando.

       - Si come no?

     

      Ecco nemmeno nella sua chiesa lei ci crede. Manda invece il vecchio e questo qua, non si capisce se realmente sta parlando con qualcuno or sta inventando tutto di sana pianta, vista la sua sordità:

     

       - Le ho detto ma se questa qua non va chiesa ( cioè io)?!

       - Non dovevi dirle.

       - Ma non dovevo consultarmi con qualcuno?

     

      Aiuto come siamo mal messi al capitolo egoismo, prepotenza ed ignoranza. Non sono più capaci di badare a se stessi ma provano organizzare me.

     

      Corina telefona per dirci che le fragole sono mature:

     

    - Iris, vai tu a raccoglierle, lei non ha tempo.

     

      Vado fin là ma senza pioggia, le fragole sono piccoline come le ciliegie.

     

       Più tardi telefona e Monia per vedere come vanno le cose qua.

     

     

     

       Questa è bella! Visionavo il video di Sibaldi autodisciplina e desideri, una ovvia contraddizione, il cuore si muoveva gioioso verso destra. Ho fatto un colpo sentirlo, ho una ventina di video di Sibaldi sul sito. E' anche vero, ho quel benedetto viaggio in testa da settimane.

     

       Tra l'altro sta anche lui affermando che ci sono voluti 2 anni per fare un cambiamento per se stesso, faceva resistenza alla palestra poi si è ben trovato. Ecco non sono la sola a ritardare troppo una presa di posizione. Mi pareva che questa rigidità mentale abbia radici profonde in noi stessi.

     

     

    Mariarosa ci rinforza dal 5 giugno cambia l'energia e ci sentiremmo più alleggeriti.

     

       Sento tutto, una discussione più bella del altra, finisco in stress .... auditivo... Vero, non so come fanno le persone con il chiaro-udito attivo. La coscienza di massa è tutta spazzatura ed è pesante, destabilizzante. Ci vuole volontà per centratura.

     

     

     

     

       Domenica, 03.06.2018

     

      Gli anziani oggi c'è l'hanno con i soldi e da chi? Solo io sono qua.

     

       - Che poi lei sta qua, deve darci dei soldi.

    Questo è lui con il cervello nel alcol da 20 anni.

     

        - Che poi lei fuma.

      Questa è lei.

     

     

       Non ho mai capito, ma dove vanno con i soldi? Che poi ogni giorno non stanno parlando di altro che della imminente morte. Magari pensano che possono ritardare la morte se hanno abbastanza soldi, il paradiso cattolico si lo comprano da una vita pagando a chiesa per quello e quel altro.

     

      E' un loro diritto di vivere come li pare, solo io ho la possibilità di movimento.

     

     

      

     

     

     

     

     

     

      Strano che questa musica adesso la ascolto ogni giorno, mesi fa sono passata sopra con tanta leggerezza.

     

     

       - Iris il prete ha detto che farà la messa per la pioggia stasera.

       - Ma lui non ha guardato in internet?

       - ?!

       - La pioggia inizia da oggi e fino sabato prossimo pioverà ogni giorno.

       - Ha detto così.

     

      In effetti è iniziata proprio adesso.

     

     

       - Iris qui non ha telefonato nessuno?

       - Ma chi vuoi che telefonasse qua?

       - Loretta. Devo dirle di quei funerali.

        - Lei sa già dal suo suocero, da Corina e da Walter.

       - Lo stesso, potrebbe telefonare anche qua.

     

      Infatti da tempo loro due non hanno più telefonato, solo Monia lo fa ogni tanto. A dire il vero quando li vedo cosi consumati e confusi mi spiace lasciarli, ma cosa puoi fare stare li accanto a loro fino muoiono? Soluzioni per avere un aiuto con le faccende domestiche si trovano, basta volerlo.

     

       Per un motivo or altro oggi per buon tempo vedo il viso di Franco davanti a me, che poi è un po di agitazione da tutte le parti. Bruscamente sono tutti interessati delle mie scelte e loro perché no?

     

       - Iris, ho chiesto da Tamara perché i genitori del genero hanno divorziato, lei ha detto che non lo sa.

       - Ma perché ti interessa tanto il divorzio altrui?

       - Non è bello divorziare. Tu perché hai divorziato?

       - Senti, voi siete sposate dai vostri genitori con uomini insopportabili e pure non avete osato andarvene di qua. Adesso non vi spiegate come mai voi avete sopportato tanto e altre donne scelgono la libertà.

       - Dove potevamo andare?!

       - Era il comunismo ai tuoi tempi, la donna conquistava i suoi diritti.

        - Lascia stare con te non si può mai parlare niente.

     

      Generalmente utilizzo parole più severe per quello che loro stano facendo portando avanti matrimoni combinati dai genitori. E' un loro affare non è il mio, solo che mi stanno in troppi agganciati al sedere. Finalmente questa orribile società se ne va.

     

      - Iris non posso aprire questa bottiglia di acqua.

       - Ma quella è mia, l'ho comperato per viaggio.

       - Fino vai via, ti compri ancora 20 bottiglie.

       - Non, non mi comprerò 20.

     

    Tuttavia ho la netta sensazione che sia qualcosa qua che mi blocca:

     

      Indietro di me sulla sinistra è la madre scontenta e confusa. Sempre alla sinistra è il busto di Oriana luminoso.

     

      La prendo in negativo, la sinistra è il mentale, il razionale, la logica, il passato e a me interessa il futuro.

     

      Penso comunque a questa benedetta Firenze, meta culturale e spirituale per turisti da tutto il mondo che a me è sfuggita. l'anima si fa vista scura, molto scontenta con un velo nero intorno alla testa. Non li va il mio progetto?

     

      Almeno per qualche giorno voglio allontanarmi del computer e dal ambiente troppo stretto. In somma un po di avventura, che poi sto traboccando di … allegria... Dici?

     

       Mio amico, che è una rarità, è indietro di me.

     

    Sì, è arrivata la forte pioggia come annunciata già, con tuoni e fulmini.

     

    Intendevo trovare qualche splendida immagine dal cosmo pensavo al cancello del paradiso vista questi giorni su Fb, però grazie a Windows sono arrivata ai corali. Prima trovo l'articolo scientifico di National Geographic una catastrofe: stanno morendo i coralli!

     

      "E un nuovo studio appena pubblicato su Nature, sostiene che la Grande Barriera potrà sopravvivere solo se vengono prese urgentemente misure per ridurre il riscaldamento globale e tenere sotto controllo la temperatura dell'acqua.
    "Il riscaldamento globale è la minaccia numero uno per la barriera corallina" - afferma il co-autore dello studio, David Wachenfeld, del Parco marino della Grande barriera corallina. "Lo sbiancamento che si è verificato nel 2016 rafforza fortemente la necessità urgente di limitare il cambiamento climatico, come concordato dai leader mondiali nell'Accordo di Parigi", aggiunge Wachenfeld.

    Come abbiamo già spiegato in un articolo del settembre 2016, secondo un rapporto dell'IUCN, in base ai modelli di previsione più recenti, entro il 2050 il riscaldamento degli oceani avrà causato lo sbiancamento (bleaching) di quasi tutte le barriere coralline del pianeta. Questo fenomeno si verifica quando le alghe che vivono in simbiosi con i coralli - responsabili anche dei loro colori sgargianti - li abbandonano in massa, portandoli a morire di fame.”

     

    http://www.nationalgeographic.it/multimedia/2017/03/17/video/grande_barriera_corallina_lo_sbiancamento_accelera-3461411/1/?refresh_ce
     

    Ecco che ha ragione Kryon le barriere coralline stanno morendo a causa del riscaldamento è vero, solo che lui non la vede come una catastrofe ma come un rinnovamento della vita:

     

        “Il ciclo serve a rinnovare la vita negli oceani, in modo che tutti abbiano cibo. Lo fa da solo e lo fa per una ragione, in modo da non ristagnare. Eh sì, miei cari, voi mettete cose nell’aria e nell’acqua ma non è questa la causa del ciclo. L’abbiamo detto per molto tempo: fermate l’inquinamento, perché ucciderà voi, non Gaia. Non Gaia! Gaia sopravvivrà qualsiasi cosa facciate, e voi potreste non farcela se continuate a inquinare. Questo sta iniziando a cambiare perché state iniziando a vederlo e a spostarvi con esso, e questo causa il cambiamento. La barriera corallina sta morendo, e non dipende solo da voi: è un ciclo! È quasi come un riavvio per gli oceani e state per vedere il resoconto di questo e quello... ma nello stesso momento vedrete un'insolita segnalazione di troppo pesce. Troppo di qualcosa e cose insolite. Vedrete che il ciclo di vita degli oceani inizierà a cambiare e a ripartire. Voglio che non fraintendiate questo. Voglio che facciate attenzione a una magia nell'Antartico: è sempre stato il cuore del rinnovamento dei microbi e di altre forme di vita in questo oceano, ed è particolarmente attivo durante le mini ere glaciali. Rinnovano la vita negli oceani. Rinnovano la vita negli oceani!”

     

     

    https://www.entourage-di-kryon.it/kryon-lee-carroll-canalizzazione-principale-di-domenica-yellowstone-4-giugno-2017

     

     

    Eh ciao Firenze! Sono cosi contenta per aver scoperto le informazioni velocissimo.

     

    Sì, è arrivata la forte pioggia come annunciata già, con tuoni e fulmini.

     

    Giorgio condivide una affermazione non molto bella di Salvini, il nuovo ministro italiano della polizia. Il razzismo e la paura ha vinto nelle elezioni italiane, però anche Trump aveva tanta opposizione per lo stesso motivo.

     

     

     

     

     

        Lunedì, 04.06.2018

     

    Sì quel testo che intuivo già che non sia proprio di San Francesco, è infatti scritto a suo nome di un autore moderno:

     

       “All'anima che sa leggere nella mia, e che ne comprende le gioie e i dolori,voglio confidare queste parole: all'alba della mia dipartita, al crepuscolo del sentiero che ho scelto, posso finalmente affermare, completamente in pace, che la nostra ferita, in questo mondo, non sta né nella ricchezza né nella povertà,ma nella nostra dipendenza da uno di questi due stati, nel fatto di immaginare che l'uno o l'altro possano offrirci gioia e libertà. Sta anche nel fatto di essere convinti che l' Altissimo Signore abbia bisogno delle sofferenze di noi creature, per aprirci la porta della Sua Luce.
    La nostra ferita,infine, è il convincimento che Egli abbia bisogno di sacrificarSi sotto forma di Suo Figlio, o sotto forma umana al fine di salvarci.
    Chi mai, tranne noi stessi, per mezzo della purezza del cuore, potrà salvarci?

     

     

     

     


     

     

     

     

    In verità il Buon Signore mi ha mostrato che non vi era alcun riscatto, alcun sacrificio da perpetuare. Mi ha insegnato, in silenzio, che sarebbe bastato uscire dall' ignoranza, dall' oblio, e amare. Amare la vita in ogni sua forma, e con tutti i mezzi che la rendono bella, amare la sua Unità in ogni cosa e in ogni essere.
    Possa tutto questo venir detto, un giorno, tanto alle donne come agli uomini; possa venir detto e insegnato meglio di quanto io abbia saputo fare,senza nulla respingere dell' Acqua né del Fuoco.
    Il mio augurio è che non vi siano più né Chiese, né preti, né monaci, niente di tutto questo: che vi sia soltanto l' Altissimo e noi, perché sta ad ognuno incontrarLo in se stesso...
    Ora che il velo si squarcia, voglio andarmene nudo come sono venuto al mondo. E non parlo della nascita del mio corpo, ma della vera nascita della mia anima, del giorno in cui ha trovato il coraggio di scendere più a fondo nella carne per offrirsi all' Eterno, così in Alto come in Basso.
    Francesco d' Assisi

    (Tratto da: "Francesco,l'uomo che parlava agli uccelli", di Daniel Meurois-Givaudan).


     

      


     

     

     

     

     

       

     

     

        Ne sento tutto il giorno delle cose una più bella d'altra, la coscienza di massa è pesante e facilmente manipolabile. Mi sorprende? Da anni la teniamo così.

     Ormai sono stufina il cuore stesso mi da un lieve dolore per questa situazione stagnante dal quale ritardo uscire.


     

      - Iris, ma perché non porti i vestiti di qua?

       - Mi preparo per la partenza.

       - Lascia stare.

      - ?!


     

    Realmente non faccio quel benedetto viaggio per motivi ben precisi, ma quelli motivi ben precisi sono solo nella mia mente.


     

       Qui le cose si stano ben accedendo a livello di pensiero e non solo dai famigliari si ripete molto la parola “catastrofe”.

    Questa gente mi da troppa attenzione ed importanza, più di quanto io realmente avesse.


     


     

        Martedì, 05.06.2018


     

      Mi sono svegliata stanotte senza alcuna causa, sentivo le stesse stupidaggine del posto ormai sono dense ed intense. Non so che ora fosse.


     

      Aiuto ma non è possibile iniziare la giornata così, lamentazioni fino a nausea. Arriva Laura e l'anziana:


       - Mi fanno male le gambe e ho anche quelli polli.


      Pare che quelli polli che lei ha voluto siano la fine del mondo.


       - Ma perché ti lamenti tutto il giorno di quei polli? Non ti ha obbligato nessuno prenderli.

       - Ma se non posso, metterei anche verza se potrei.

       - Se non puoi, allora stai tranquilla. Hai pensione, hai casa, cosa altro ti serve?

       - E se mi lamento chi mi ascolta?

       - Nessuno, non vedi che non ci interessano i tuoi lamenti?

       - ?!


      Chi?! Solo io sono qua, gli altri passano raramente. Furba! Una volta passato questa, inizia il classico stai attenta a quello e a quel altro.


       Arriva e Tamara per portare gli inviti per il matrimonio di suo figlia, l'anziana inizia:


       - Oh mio dio, ma io non posso andare.

       - Zia, io ho portato l'invito perché così si fa.

        - Poi né Oriana sarà a casa ..

       - ?!


       Quella li è andata veloce senza allungarsi con discorsi così. Poi inizia con il vecchio fai quello e quel altro questo qua oramai si è stufato sentirla:


       - Ma non puoi vederti delle tue?!


      Vado a negozio per comprarmi una maglietta adatta a questo tempo estivo, Vedo una bellissima bianco nero purtroppo era troppo grande per me. Guardo sul etichetta e vedo “made in Italy.” Oramai questa Italia mi segue dappertutto, eppure non mi decido


       paura della povertà è dentro la mia mente.

     

      Almeno un viaggio di mio gradimento mi lo farò, poi posso andare a lavoro in … Francia... arriva nella mia mente. Realmente pensavo al lavoro in Germania, ma anche questa Francia ha qualcosa per me.


       In somma provo a sistemare il sito e me stessa da un altro punto di vista … e' un filo … minoranza... E' vero, è una minoranza ed io ne faccio parte.

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

        E' troppa agitazione sul posto locale, pare che queste persone altro non hanno da parlare. Tra i famigliari è normale che ci sia, sono anni da quando la teniamo così, sentivo Jean Mari e questo è da Belgio, il proprietario di casa di Oriana.

     

      Ed è un energia maschile molto brutta che solo ogni tanto la sento e proprio nei ultimi giorni lei è, mi pare che sia la stessa di anni fa quando è stata la vicenda con Oriana e Giulio. Va beh mi muovo tra i famigliari da anni, cos'altro?! Sarà risolto su via legale, come vedo non intendono fermarsi, non hanno altri interessi che a starmi agganciati addosso.

     

      Stasera qualcuno stava parlando con Laura, molto intrigato: “Laura ma cos'è con lei?”

     

     

      E ' irrilevante la loro curiosità, io ho un buon tempo da quando non mi sono mossa. Quando ho visto il seminario del 9 giugno ho pensato che è tardi e non avrò pazienza aspettare ed eccomi ancora qua senza aver fatto il minimo necessario.

     

      Questo ferma qua che è bloccato nella mia mente non è attendibile, siamo tutti quanti facilmente manipolabili. Il cuore non è affatto contento di questa situazione, la guida animica anche lei si mostra sofferente.

     

      Sulla sinistra vedo Rodolfo guardandomi con serietà, là sono abituati a vedermi in estate e nel inverno per qualche mese. Marta ancora non mi cerca, se avrà bisogno di personale lo farà.

     

       L'anziana si muove di qua e di là, di stasera cerca i vestiti per domani mattina per andare alla messa. Non trovava le calze.

      Io devo dire a questa donna che me ne vado per qualche giorno?

      Lo stomaco si risente.

     

     

     

     

        Mercoledì, 06.06.2018

     

      la musica che ha da fare con la conoscenza.

     

      Stavo fuori pensando a questa strana reticenza verso partenza, qualcosa non è sul verso giusto il busto piccolo di Oriana è davanti a me.

     

      Adesso arriva la grande sorpresa:

     

       - Iris, l'operaio ha detto che Oriana viene quando i bambini entrano in vacanza.

       - Questa vuol dire che viene un mese prima. Ma ha detto a lui e a te no?

       - Con i miei bambini non riesco mai comunicare. Quando ricevono là vacanza?

        - Non lo so, prima del 1 luglio.

     

      Aiuto, eh sì che devo muovermi ecco perché tanta agitazione sul posto. Incuriosita chiedo:

     

       - Ma l'operaio quando ti ha detto?

       - La settimana scorsa.

     

       Non è che lei comunica meglio con noi, la carenza in comunicazione l'abbiamo eredita.

     

     

       Ecco un crop circle in Inghilterra in 4 giugno, la stella a 7 punti, Stefania punta sulla telepatia. In quella notte io mi sono svegliata senza alcun motivo.

      Vado a negozio lì Corina con un viso nero mi stava analizzando, magari ha rimarcato che sono ingrassata.

     

       Sono in conflitto da giorni, no so nemmeno da dove cazzo è apparsa questa cosa con Italia quando finalmente ho trovato questo benedetto lavoro in Germania. So solo che di qui devo muovermi, ho già troppo tempo di vacanza.

       Sento Vivaldi pochi accordi, è la musica che sentivo nel inverno prima di mettermi in viaggio verso il lavoro. La stessa immagine del artista di una volta, gioioso, è davanti a me leggermente sinistra. Per inciso non ha nulla da fare con il quadro che gira in web come suo, salva se non è molto giovane in quest'ultimo.

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

         E ma anche lui viaggiava tanto: Germania, Austria, Olanda. 

     

       Purtroppo è morto in povertà e la sua musica ha successo nel ultimo secolo, era avanti rispetto a suo tempo con la sua gioia per la vita?

     

     

      Sul posto continua l'agitazione come prima, quando le mie vacanze qua diventano troppo lunghe ”Italiana?! Ma chi è quella? Non la conosco.”

     

      Io d'altro canto mi perdo la pazienza ritardando la partenza, questo dubbio con Italia mi snerva averlo mio amico è indietro di me normalmente è una spinta

     

       Vedo scritto su un pezzo solido bianco

     

        Ruth, nonna di re Davide

     

      E' scritto da qualche parte sul vecchio sito.

     

      E' troppa pressione. E' anche vero che voglio venir fuori una volta per tutte da questa situazione che non mi va più.

     

     

     

         Giovedì, 07.06.2018

     

     

       Mi sveglio veloce con pochi accordi dalla musica “il mondo”. Quel benedetto mondo dal quale ho visto così poco.

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

       Sentivo la porta della entrata e voci, era Laura con le uova. L'anziana è sempre più invecchiata, pareva che non capiva cosa sia con loro bensì proprio ieri le cercava da tutte le parti.

     

    Ma secondo me lei non capisce un bel po di cose, per togliermi un dubbio chiedo dal operaio:

     

       - Quale è il termine per lavoro?

       - Inizio di agosto. Mi ha telefonato già una volta Franco per chiedermi come vanno le cose qua.

       - Magari gli anziani le hanno detto qualcosa.

       - Io sapevo che ho tempo fino al loro arrivo.

     

    Questo qua magari disturbato delle nostre domande, era indietro di me guardandomi incredulo.

     

     

       Mi pareva che tutta questa forte agitazione da giorni avessi motivi ben precisi, rispondo io al telefono ecco Oriana:

     

      - Oriana arrivi in 24 luglio or prima?

       - In 24.

       - Allora mamma da dove ha capito il prima?

       - No, lei vuole che venisse un po prima.

      - Io intendevo andarmene per qualche giorno, ma sono troppo imapuriti con quelle brutte notizie è da capire.

      - Cambierò  l'abonamento, solo protv ha notizie oribile.

     

      Lei parlava a telefono calma e contenta siccome tutto fosse apposto ed io non sapessi niente. Magari per lei sì è tutto apposto.

     

    Poi parla e con l'anziana:

     

      - Lei viene in 24, Franco verrà un po prima per scegliere i materiali.

     

     

    Non riesco leggere gran che, giro su Fb e così vedo un seminario per i lettori di Akasha in 9 giugno vicino a Rimini.

     

       Un altro testo astrologico sta parlando di un periodo molto intenso maggio - settembre in quale siamo pressati in svariati modi ai cambiamenti per uscire dalla zona comfort e sicurezza. E' vero io da settimane lo sto proprio sperimentando. Questa è bella: è un periodo buono per pubblicare i diari che abbiamo tenuto.

     

       Le energie del posto sono estremamente intense, da anni non ho passato una cosa simile eppure non mi muovo

     

      sprovveduto appare sulla sinistra della mia fronte.

     

     

    Ahhah questa è carina, realmente non conoscevo il significato della parola:

     

     

       agg. Che è intellettualmente, psicologicamente o culturalmente incapace o impreparato ad affrontare situazioni problematiche e compiti SIN inesperto, ingenuo.

     

     

     

       Questa forte pressione mi sta destabilizzando, cos'è con me?

       da qualche parte l'oceano della vita ti sta chiamando, arrivano nella mia mente.

    E' vero e devo muovermi, qui è un mortorio.

     

       Metto una foto di San Francesco gioioso, ovviamente è dal film, i dipinti mostrano un santo classico serio, triste e via dicendo, avevo reticenza farla: come mettere un santo che ride? Sembra irriverente.

     

     

     

       Finalmente a malincuore sto dicendo alla madre:

     

       - Io andrò via per qualche giorno.

       - Ma non vedi che siamo indeboliti?

       - Non avete più molto da fare ed io qui mi sto annoiando.

        - Ma dove andrai, non ti annoierai lo stesso?

       - Mi farò due passi, qui mi muovo in cortile.

       - Ma non vai in città a farti due passi?

     

     

    Lei non sa quanta agitazione sento io:

     

      Questa è Oriana “ma se lei è divorziata dobbiamo mantenerla noi?” Se mai potrebbero dire i genitori una roba così, ma non loro. E' irrilevante, io devo venir fuori da questa realtà, sono venuta troppo spesso qua: tutto lì.

     

    Italia. A TV dicono di una decina di rumeni tenuti in schiavitù, mi pare che di altri rumeni con il motivo lavoro. La povertà mantenuta a ogni costo a chi giova?

     

       Uno stato teso, non posso far niente, leggerei un buon libro

       Ascolta una buona musica arriva indietro della mia testa.

     

    Infatti, intendevo mantenere il cervello più attivo di quanto lo fosse già.

     

     

    Tutta questa agitazione ha un altra fonte vedo la colona vertebrale come luce, mi pareva che sia qualcosa dentro di me a mettere in movimento tutto.

     

     

     

     

        Venerdì, 08.06.2017

     

    Mi sono addormentata verso le 2, lo stato teso mi impediva rilassarmi.

     

       “In cucina su una piccola area con luce gialla sono tante mosche piccoline, mi sorprende vederle.”

     

      Mi immagino che anche questa abbia da fare con il giorno di immondizia, tuttavia speriamo che finisca, secondo Saint Germain non può durare più di 48 ore.

     

    Un altro morto a causa del alcol, 2-3 settimane fa una donna di qua era morta per lo stesso motivo.

     

       - Iris, questo lavorava a un ristorante in Italia. Beveva tanto.

      

      Non fanno le statistiche quanto devastante lo fosse l'alcool? Per le sigarette ci stano annoiando da anni.

     

       - Iris la mamma di questo ha un sacco di malattie per colpa di questo ubriacone.

       - No, la sua mamma è ammalata per colpa sua or di suo marito, non del figlio che viveva in Italia.

       - Sì anche suo marito era un ubriacone.

      - Ecco.

     

      Eh come no?! Se per l'anziana i figli sono colpevoli e responsabili di tutto, anche per quella è uguale?

     

       Fb mi ricorda un testo dal 2014 il Dio di domani cioè cambierà la nostra idea di esso e sarebbe il tempo abbiamo un dio vecchio di 5.000 anni.

     

     

    Sul piano locale gli spiriti sono molto accesi “quale è la sua vita? Sta li a far niente?! prigione... polizia...”

     

       L'anziana invece è attiva, oggi è andata alla messa del mattino, poi alla dottoressa. Ogni tanto mi butta un ironico:

     

      - Tu non sai niente.

     

    Va beh non so cosa sa lei, che gli spiriti sono accesi qui ed io lo so già.

     

    Mi muovo in questo orticello guardando ogni tanto il cielo, è poco per me, realmente non posso stare ferma

     

       lentamente muore arrivano indietro della mia testa.

     

      Strano che mi venissero così spesso, in effetti non è che salgo in una gamba per la gioia muovendomi in cortile!

     

     

    E cosi come mi aspettavo, qui ve bene comprare il biglietto poi annunciare me ne vado e finita lì:

     

       - Iris, pappino è preoccupato per la tua partenza.

       - E' l'estate, le giornate sono lunghe.

        - Siamo indeboliti.

        - Nel inverno ce l'avete fatta.

         - Fermati fino arriva Oriana, poi vai via.

     

      Eh sì che sono io a decidere le partenze quando si parla di lavoro, e devo muovermi adesso in piena stagione. Finora mi stavano rompendo le scatole con “stai qua a far niente?” Adesso quando dico che vado, hanno cambiato l'atteggiamento. E' irrilevante la loro attitudine, è la mia a dover capirla.

     

    Nel inverno erano così insistenti che ero tentata a cedere, fortunatamente Marta mi ha affrettato. A parte i soldi che a me servono per mantenermi, è anche la noia in mezzo. E adesso da maggio ritardo andarmene di qua.

     

     

       Qualcuno è molto intrigato “gastronomia?! Lei in gastronomia? ecc.. è a casa? Se la vedi... beve, puzza e via dicendo”

     

      Lo stato teso non ha da fare con questa almeno ci credo, tuttavia improvvisamente mi trovo con un disegno che mi ricorda il fiore della vita, disegno fatto di linee fine neri in vari disegni e più in là un classico uomo ragno dai film.

     

    Va bene se questo sito un giorno sarà anche un libro troverò al momento opportuno la casa editrice adatta       anima edizioni è scritto davanti a me su un fondale bianco.

     

     

     

     

     

       Sabato, 09.06.2018

     

      Questi giorni mi stano letteralmente strette

     

       i apripista è scritto già nella mia mente.

     

    Questa di solito viene da AA Michele.

     

      Sopravvivo ( questa parola la detesto vero e proprio) da tutte le parti, pare che non avessi mai quello che mi piacerebbe avere, non riesco mai muovermi abbastanza:

     

       Vivere! arriva con forza indietro della mia testa.

     

    Non è da Vasco Rossi?

     

     

      In che pazzia viviamo! Non è solo l'anziana ossessionata di cibo, la sua vicina intorno al pranzo rimproverava il figlio per una gallina tagliata non senso:

     

       - Quella gallina aveva delle uova, non aveva niente!

        - Ma cos'è con te?

     

      Dopo qualche oretta rimprovera suo marito:

     

       - Mi hai mangiato i dolci!

       - Smetti!

     

      Ti pareva che l'anziana fosse l'unica al mondo impaurita del futuro. Ecco come stiamo assorbendo le più strane paure dal ambiente circostante, me compressa.

    L'anziana essendo fuori sente il casino che la sua vicina fa:

     

        - Questa donna urla così spesso.

        - ?!

       - E' giovane.

     

    Laura è passata di qua per dirci che sia morto il vicino ubriacone:

     

      - Lascia stare qui si mettono in giro vari notizie per la noia.

       - No, questo è realmente morto. Con le false notizie lo so, anche un mio conosciuto anni fa era morto nella mente di qualcuno.

     

    Passiamo ad altri soggetti. scarpe, gambe, vestiti ecc.

     

       - Devo mettermi delle scarpe comode sto in piedi 7 ore al giorno, mi risento.

        - Scalza sarebbe indicato, se il pavimento è adatto.

        - Non va, ci ho provato pareva che mi stancassi di più. Poi ho anche un problemino a cuore.

     

     

      Sento con la pancia Loretta e Oriana, l'ultima non c'è la fa proprio con la mia nuova identità.

     

       “ - Dal divorzio. Questo divorzio...

      - Sorella lei si arrangia, ma Tamara?!

      - Sekina Delacroix.. Si arrangia? La mantiene mamma. Franco ha detto che la caccia via di là.”

     

      Ancora non mi è chiaro il significato della pancia in un esperienza auditiva. Eh ma queste qua si danno da fare.

     

      Davanti a me leggermente sinistra è un ombra densa di un uomo magro, alto, vestito moderno ma con un mantello sulle spalle. Sembra giovane.

     

    E' molta agitazione sia dentro che fuori di me, mi sento spazzata via senza arrivare a niente di logico.

     

      Un viaggio per tirarmi su, quella benedetta Firenze che mi sta in testa da mesi: una bella statua bianca solo il busto mi appare, può essere Davide di Michelangelo

     

     

     

     

       Domenica, 10.06.2018

     

     

    Vado in presto mattinata per prendere il pane. Laura era davanti alla porta, irritata:

     

        - Non riesco aprire il negozio, questa chiave ha qualcosa.

     

       Però vista la scontentezza di Laura di ieri, secondo me si collegano i accaduti, lei va a lavoro che la stanca tanto. Quanti di noi non lavorano per i soldi?

     

     

       Nel frattempo è arrivato Walter per risolvere il guasto. Io sono andata via di là, quale fosse esattamente il problema non lo so. Ho chiesto solo:

     

       - L'allarme era attiva?

       - Sì.

     

      Non per altro ma sono passati i ladri di là, 2-3 anni fa mi pare.

     

     

      Seconda volta trovo lì e Tamara, cognata di Oriana e Loretta. Anche lei era presente in una discussione avvenuta ieri sera tra Loretta e Oriana.

     

     

      L'anziana torna dalla messa:

     

       - Iris realmente è morto il vicino ubriacone, di seguito a un incidente di lavoro ed era in nero.

       - Pagheranno le conseguenze i datori di lavoro.

       - E' morto a casa.

       - Non è stato in ospedale?

       - No, l'hanno portato a casa. Ieri pomeriggio è stata qui sia la polizia che l'ambulanza.

     

       Che idioti anche quelli però, la legge in questa caso è molto più severa. Questa ragazzo è nato e cresciuto di una coppia di ubriaconi, i suoi fratelli si sono allontanati lui è rimasto qua.

     

     

      Interessante questo video seppure spesso mi appare l'inchiodato cioè convinzioni errate:

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

    Al giorno di oggi chi pensa con la sua testa non è più ammazzato è vero, tuttavia calunnie e diffamazioni qua e là ci sono ancora. Io sono sicura che un giorno non ci sarà più tanta paura in noi di fronte alla novità.

     

     

        Eppure qualcosa mi blocca qua vedo indietro di me il viso piccolo, scuro del anziana. Va beh è anche ovvio se lei non fosse qua, io non verrei mai.

     

       Sting sta parlando per tanti di noi raccontando il suo desiderio di grandezza e felicità lontano dal ambiente stretto in quale è nato. Si è ben realizzato secondo il suo desiderio e le sue sue innate capacità, poi è tornato là, pareva che le mancasse l'ispirazione.

     

     

      Arriva Diana con suo fidanzato e Gino, l'anziana era incuriosita:

     

       - Diana, tuo suocero è andato in Italia?

       - Si, in vacanza. Adesso sta tornando in questi giorni.

     

      Questo già torna di là ed io non mi sono neanche mossa.

     

       - Nonna è informata di tutto e di tutti.

        - Anche la nonna di lui è uguale.

     

    Più tardi passa di qua e Laura tra vari della loro comunità si arriva al soggetto del giorno: cremazione.

     

       - Iris, io ho due cognati che pensano farla, ma io no. Non voglio nemmeno pensare.

       - Perché no? Sono migliaia ettari di terra persi, l'acqua è inquinata, praticamente un cimitero è un focolai di infezione.

       - Sì in effetti non mi piace vedere qua il cimitero proprio nel centro del paese.

       - Perché non un parco là? Non è altro che cadaveri in putrefazione.

       - Mia mamma ha detto che se loro muoiono prima, noi possiamo anche non rispettarli la decisione. Non sono d'accordo con lei.

       - Infatti qui ancora non si capisce che io sono libera di scegliere, tu non sei libero per impormi.

     

     

      Più tardi in tutto il rumore incensante del posto sento indietro della mia testa una voce rumena decisa : “Li do con il dosare in testa!”

     

     

     

     

        Lunedì, 11.06.2018

     

      E' il compleanno di Antonio, cosa le regalo?

     

       A te... è leggermente sinistra.

     

    Strano, di solito mi veniva una immagine or un colore.

     

    La madre torna con altre due scatole per le gambe

     

       - Sono da Corina, ha detto di passare tu da lei quando vai in città per quel foglio, lei non ha tempo.

       - Da marzo?

        - Se ancora ci darà indietro.

       - La madre doveva ricevere indietro una parte della somma che ha pagato per la fisioterapia. Che poi non ho capito perché l'ospedale non ha incassato sin dal inizio la somma giusta e finita li. Così Corina andava ogni tanto, trovava troppa gente là e lasciava perdere.

     

     

       Anche oggi sento la stessa brutta energia maschile: la rarità che collego alla vicenda passata con Oriana anni fa in Belgio.

     

       Poi una giovane donna è molto intrigata:

     

       “  - Ma se io sarei a posto di sua mamma la caccerei via di qua.

       - La sua mamma la chiama indietro.

       - Ah sì?!”

     

      Hanno una immaginazione più che malata, è un loro affare. Ma io sto qua in questo ambiente … scellerato... Ma cosa vuol dire scellerato?

     

    Aiuto, che significato ha.


    “1 Di persona, che si è macchiato di azioni delittuose, malvagie:
    SIN. abietto, infame

    2 Di atto, comportamento, pensiero, malvagio, delittuoso, criminoso, iniquo: atto s.; s. disegno; idee, parole scellerate “

     

     

    In effetti la madre sì ha questa strana abitudine che non ho mai capito, l'età di adesso non centra. Dovunque io fossi mi chiama indietro sotto vari pretesti tipo malattie, decesso, solitudine, se non ha possibilità di contattarmi lei telefonicamente, mette qualche fratello or sorella per farla. Io ci metto tutte le mie forze per allontanarmi di qua e farmi una mia splendida vita altrove, lei da suo canto fa altrettanto. Apparteniamo a due mondi diversi e nessuna di noi riesce accettare pienamente l'altro.

     

     

    Oggi ho scoperto un signore che fa una splendida sintesi del percorso, mi pare che gli uomini avessero più forza, si muovono con più facilità nel mondo del invisibile.

     

       Ecco l'inchiodato è davanti a me, è una convinzione errata.

     

       Mi “ricordo” il nipote che ogni tanto mi chiedeva le sigarette. Penso eh ma adesso sta lavorando si permette comprarli. Dopo un oretta eccolo qua:

     

       - Iris, potresti darmi 2-3 pacchi?

        - Non ne ho, solo uno posso darti.

        - Va bene.

        - Ma tu lavori. Non ti bastano i soldi?

        - Non li ho ricevuti.

     

    Ecco come i nostri pensieri ci stanno ingannando.

     

       Sento .. sensitiva... sorellanza..., è una voce femminile.

     

    L'anziana si aggancia ancora una volta di me con le sue malattie:

     

     - Iris la dottoressa ha detto di passare da lei per vedere come sto dopo quella medicazione.

    -  Io non so perché prendi tu tante medicine.

       - Ma se non li prendo non vado per terra?!

     

    In somma, da marzo fa vari terapie e vari trattamenti, poi si lamenta lo stesso per le gambe.

     

    Figuriamoci, il nipote torna dopo un oretta:

     

      - Iris, potresti darmi anche dei soldi?

        - Una piccola somma sì.

      

    Lui se ne va, poi lo vedo guardandomi soddisfatto. A me spiace per lui, ma non è che io sono poi così ricca.

     

     

    E' tanta agitazione sul posto in questi giorni e tanta indecisione dentro di me. A quanto pare non sono la sola, un altra donna condivide il caos mentale, la logica pare che sparisce in questi giorni.

     

      Angelo invece sta parlando di intuizioni non seguite or non capite e finiamo in frustrazione e disaggio. Eccomi qua in una situazione del genere, è vero le intuizioni arrivano una dopo l'altra ed io non riesco più seguire alcuna.

     

       Buona astrologa “adesso or mai”, è un impulso forte che fatico domarlo. Adesso vado a quella Firenze or non vado più:

     

       Siena … mi appare leggermente sinistra, ma cosa ha anche quella città? Io non sono mai stata da quelle parti.

     

      Sempre sinistra è un quadro di una donna bruna, indossa un vestito bianco.

     

      Caspita! In questa vita è vero non sono mai stata, a quanto pare in altre vite invece sì.

     

     

     Verso le 21, 30 mi vengono le parole dal messaggio del sito ospitante ricevuto a marzo gentile utente abbiamo creato per lei una nuova piattaforma. Qualche oretta prima le ho scritto che il sito può essere online, pur non convinta che sia realmente ben sistemato, magari anche fra qualche anno dirò lo stesso.

     

      Torno al cuore, queste informazioni mentali arrivate da chicchessia riescono confondermi troppo. Le energie del posto sono estremamente intense.

     

      Alla sinistra mi appare un faraone in piedi come un ombra, può essere simbolo del egoismo. L'Egitto è il luogo stretto, simbolo della schiavitù da dove bisogna uscire.

     

       Davanti a me è un ombra densa, molto densa, avendo due piccole corna, Mosè è simbolo di saggezza ed è rappresentato con le corna.

     

       Non c'è fretta per il sito, ormai quello che è stato fatto è abbastanza per ora il cuore si muove una sola volta.

     

      Ho il Sé come guida e migliore amico, il cuore si muove per 3-4 volte.

     

     

     

     

    Martedì, 12.06.2018

     

    Non riesco combinare niente né logicamente e né intuitivamente, so solo che sono pressata e lo sono da settimane.

     

    Oggi vedo Gilberto per buon tempo guardando verso sinistra, chissà se realmente hanno aperto quella gelateria che sognava Ada.

     

    Un altro articolo astrologico ci assicura che in questi giorni lo stress sarà notevole, prima del cambiamento. Confermo, proprio da ieri sono spazzata via letteralmente.

     

      ..una minoranza.. mi vengono queste parole con una calda voce femminile che nel video non lo è, ha un altra fonte.

     

    Per non dire che a livello di pensiero dalla coscienza di massa locale ne sento delle belle tipo “ha fatto quello e quel altro... non ti la ricordi?.. Quella troia.... Lei è dio?!”

     

      Mi da una mano anche Stefania con la spiegazione di bisogno – repulsione, in questi giorni il meccanismo è molto chiaro.

     

      La mamma di una giovane vicina viene ogni giorno con la bicicletta da queste parti, stasera anche. Mi da l'impressione di sorveglianza, sta sorvegliando la sua figlia?

     

     

    Celia Fenn sta anche lei parlando di energie intense in questo periodo, il corpo si risente con ansia, insonnia, ci sentiremmo esausti. Eh meno male, mi pareva che qualcosa non andasse sul verso giusto per me.

     

     

     

     

    Mercoledì, 13.06.2018

     

    Mi sveglio molto presto con un senso di benessere, avendo in mente queste due parole "epuizata? Esausta" e sentendo indietro di me il suono del vortice.

     

    Vero, quando ritardo troppo una partenza questo vortice si fa sentito. Gli anziani erano in piedi, lei si preparava per andare alla messa.

     

    Un viaggio per 3 - 4 giorni lo farò comunque, il cuore si muove gioioso.

     

    Che poi questo anno intendo fermarmi da qualche parte e farmi una mia splendida vita senza più venire qua, per me è un continuo indietro.

     

    Flying home

     

     

     

     

      A un certo punto il cuore resta il solo punto di riferimento, per la situazione di adesso mi dava sempre fastidio eppure non mi sono mossa.

     

      La mente è esclusa come guida, per abitudine abbiamo aspettative, seguiremo risultati specifici, guardando in passato non avanti nel sconosciuto. E' manipolabile.

     

      Le intuizioni anche loro hanno svariate fonti individuabili e no, in questi giorni venivano tante che non sapevo nemmeno io quale prenderla in serio e quale no.

     

    Ed eccola qua, viva come mai prima tornando dalla chiesa:

     

       - Iris io vado dalla dottoressa, magari mi darà ancora delle medicine.

       - Smetti, da marzo ti stai imbottendo con vari medicinali.

       - Non devo prenderle?! Vuoi che morissi soffocata?

     

    In somma ognuno con le sue, se lei pensa che le salveranno la vita lo faranno.

     

      Questa energia maschile del posto è orribile, in altri posti io raramente la sento, ma qui si danno da fare. Per me sono interferenze, apposto di connettermi con qualche entità superiore sento questi che altri interessi non hanno.

     

      E' stato preso per pazzo Shiva, è stato preso per pazzo Dioniso, è stato preso per pazzo Gesù

     

    Queste sono di Sibaldi dal video dedicato a San Francesco preso anche lui per pazzo, ecco è proprio una antichissima tradizione di alzare a rango di divinità un profeta, un avatar. La società di allora si li vedeva così, ma oggi?!

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

         Pochi, ma sufficienti sono dal video gli eletti.

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

       Come vedo da ieri mi muovo intorno a minoranza. Io sono nata per splendere nel mondo, non per star lì piena di … amareggiamento...

     

     

      Ed eccola qua con un sacchettino:

     

      - Iris, questi sono per il nonno.

       - Ma lui cosa ha?

      - Per la schiena, per me devo andare domani.

     

     

    Aiuto, quante medicinali. Non mi pare che avessero gran effetto:

     

       - Vedi dove hai messo i miei calzini, non li trovo.

       - ?!

     

    In somma lei oggi è molto innervosita e decisa di mettere le cose al loro posto.

     

      In un testo Kryon ci ricorda che faremmo bene stare alla larga dal dramma che è oscurità che poi gira tanto in famiglia, amici, lavoro, media qualunque cosa sia che ci abbassa il buon umore e ci toglie la gioia, è meglio stare alla larga.

     

       “Lasciate che ve ne dia un altro [ndt attributo numero 4]. Miei cari, alcuni di voi hanno amici, una famiglia, un lavoro. È difficile essere lì, perché ogni volta che vi ci rapportate, tutto ciò che trovate è il dramma. Ferisce il vostro cuore, a volte vi spaventa, vi stanca e non ci potete fare niente. È la natura dell'Oscurità. Il dramma ruota spesso nelle famiglie ed è il motivo per cui, così tanti di voi, Operatori di Luce, in questa stanza e in ascolto, si sono distaccati dal nucleo famigliare. Siete diventati la pecora nera e non hanno alcuna idea che voi siete la pecora bianca [Kryon sorride]. E il nero è il dramma in cui loro ruotano. È per questo che le vacanze sono difficili: perché dovete tornare dentro il dramma per qualche tempo. Ci sono luoghi in cui andrete, e in cui siete sempre andati nella vecchia energia, che sono drammatici e che scateneranno il loro dramma.

     

     

     

     

     

     

     

     

       Voglio dirvi qualcosa che non ho mai detto prima: vi tornerà utile, Anime Antiche, trovare una strada al di fuori dal dramma. Qualsiasi cosa significhi per voi... Qualcuno lo ha appena compreso, qui [Kryon ridacchia]. Questa è la risposta che volevi, amico mio. Distaccatevi dal dramma. E quando lo farete, vi accorgerete che vivrete più a lungo, che entrerà la Luce, che riderete di più, che la gioia vi appartiene e che non dovrete mai più occuparvene nel modo in cui lo dovete fare adesso. Operatori di Luce, ascoltatemi. Anime Antiche, ascoltatemi. Uscite dal dramma! Non permettete che nessuna situazione torni continuamente in spazi drammatici, mentre voi state lì e lasciate che accada. Se non la potete controllare, se non riuscite a contribuire a cambiarla, allontanatevi. Perché vi sedete vicino al veleno? Perché continuare a ingerire cose che vi uccideranno? Non lo fareste. E allora perché rimanere con il dramma? Individualmente, ognuno di voi, saprà di che cosa sto parlando. E questo era il numero 4. “

     

      E' vero l'oscurità gira attorno agli amici e ai famigliari, mi è successo a Pinolo con una suora molto interessata al mio manoscritto. Mi è successo a Borgo con don Massimo, anche lui molto interessato al mio manoscritto. Mi è successo anche qua con i famigliari a prescindere sempre dalla chiesa. Strano tanto interesse dalla chiesa cattolica nei miei confronti, mi sta superando la mia stessa importanza.

     

    Ma al lavoro? No. Ada sì entrava in competizione con qualunque donna lavorasse là, Gilberto era un lamentatone che ti stancava più del lavoro stesso.

     

     

    Vedo che l'anziana ha oggi voglia di litigare con i vicini, problema è che non si ferma a quello che a lei interessa ma va più in là insultandoli parecchio. Intende dire qualche cosa anche al operaio con il recinto, va beh quello li ha chiesto se può agganciarsi dal loro e lei ha detto di sì. Adesso le spiace?

     

    In somma sono troppi litigi e toni alzati fuori, io d'altro canto ho da risolvere le mie cose.

     

    Ma da dove è arrivato questo dubbio con Italia nella mia mente non lo so. Sto oscillando da anni tra Italia e Germania, che poi andare in Italia non mi sorride tanto

     

      La guida animica si fa vista indirizzata verso destra chinata. Che dire? Ho un buon morale per andare là dopo tanti anni in quale mi sono tanto impegnata per riuscire in Germania.

     

      E Germania?

      La guida animica si mostra dritta con un viso bianco ovale. Che cambiamento!

     

     

    Ahha le ho scritto che il sito può essere online e adesso è cosi lento che non riesco più accedere. Guardo sulle mail in idea che magari mi hanno risposto qualcosa là, non c'è niente in nessuna di esse e ho 3. Strana vicenda. Non per altro, ma da messi mi sono impegnata per rifarlo.

     

     

    Solo l'anziana manca:

     

       - Iris perché non vai a chiesa? Prega a Sant'Antonio per aiutarti ad avere un po' di fortuna.

     

      Anche questa qua poverina quando sono lontano di qua vivendo la mia fortuna lei mi chiama indietro con vari pretesti, adesso devo pregare per la mia fortuna?! Lei è quella che è, io devo muovermi, ho già tanti messi da quando sto qua a far niente riempendomi di impazienza.

     

     

     

    Giovedì, 14.06.2018

     

     

    Aiuto, dal 11 giugno mandato il mio messaggio adesso in mattinata mi chiedono come si chiama il suo sito? Ma dai, magari quel indirizzo di mail che avevo da loro non è più neanche valido. Ed io con chi sto comunicando? Or semplicemente non hanno più il database precedente.

     

    Sento di tutti i colori dai famigliari e dalla loro comunità, non sono loro il problema figuriamoci ognuno fa quello che sa.

     

    Ecco il sé è vivo, non lo vedevo più da giorni.

     

    Basta con i famigliari, devo trovare una soluzione per allontanarmi una volta per tutte di qua ed ecco alla destra è il sé bianco con una capello sulla testa. Bene, sta condividendo il mio ragionamento.

     

    E' bisogno anche di energia maschile nella vita, come fai altrimenti muoverti nel mondo senza agire?

     

    Sento di tutti i colori dai famigliari e dalla loro comunità, non sono loro un problema figuriamoci, ognuno fa quello che sa. Non mi trovo io arrivata da nessuna parte e questo è il mio affare.

     

    Ci provo ancora accedere al sito: è impossibile lo stesso. Magari non ho preso in serio questi … motivi oscuri ... per i quali loro hanno chiuso la precedente piattaforma, che poi un bel po di persone sono rimaste fregate.

     

     

      

     

     

     

     

     

     

     

     

        Questa è bella anch'io penso da anni che l'internet è il più democratico sistema che ci sia, ognuno è libero di dire la sua e ognuno di noi può diventare una celebrità volontà mettendo in impresa. La rete premia la qualità.

     

      Il cuore mi da fastidio da tempo per questa situazione bloccante ed io non mi decido.

     

     

      - Mamma vi arrangiate per qualche giorno?

       - Ce la faremmo, cos'altro?!

     

       Sentivo una tristezza immensa, è la mia? è la sua? Non lo so, so solo che devo fare qualcosa per me stessa. A parte i litigi, non ho mai avuto la minima intenzione di fermarmi qua, anzi troverò una saggia soluzione per non tornare più: è un dovere verso me stessa. Loro si arrangeranno con qualche donna di qua.

     

      Il nipote passa di qua per le sigarette, rimarcando il livello alzato intorno al pozzo:

     

       - Iris chi ha riparato il cemento qua?

       - I nonni.

       - I nonni?! Pensavo che lo ha fatto l'operaio.

        - No. I nonni si sono sempre arrangiati, adesso non hanno più forza.

     

     

      Finisco leggere un testo di AA Michele che inizia con le capacità che ognuno di noi un giorno svilupperà di seguito al lavoro su di sé.

     

     

      Resto sveglia fino tardi, in questi giornate di 30 gradi e di più si fatica respirare.

     

      Cosa è stato lo so, cosa c'è adesso lo so anche, ma cosa ho alla destra in futuro? Mi pare che ci sia solo nebbia totale ed ecco il mio amico aspettandomi come tanti anni fa.

     

      Andiamo anche in ridicolo con questo stranissimo rapporto.

     

     

     

     

      Venerdì, 15.06.2018

     

    L'anziana inizia con il classico:

     

      - Iris, non andare via, vedi che io non posso più.

     

    Va beh ma questa donna non ha mai capito che io non mi fermerò qua? E' vero sono riuscita confonderla venendo troppo spesso, sicuramente non è il mio dovere occuparmi di essi. Io ho il diritto alla felicità, fermarmi più di 2 messi non è mai di mio gradimento.

     

     

       Popescu... questa è una novità e gira parecchio nelle discussioni dei famigliari. Non è un nome appartenente alla loro comunità.

     

    Qui invece sono gli anziani con:

     

      - Non è sana.

      - Non sa cosa sia con lei.

     

    Ahahha le servo da specchio? Questa sì che è bella.

     

    Pensavo che da sola io riuscirò molto bene, non è così tuttavia questa mia nuova guida se c'è da qualche parte io non l'ho vista. Magari non giriamo negli stessi posti.

     

    Alla destra, come ieri sera, è il mio amico aspettando, pare che stia aspettando da 10 anni se non di più.

     

     

       Questo povero cristo, fa il sordo e lo smemorato quando e come le va bene:

     

     -  Chi ha buttato quella roba dai poli?

      - Io no, Iris.

     

    Io chiedo da lei:

     

      - Cosa è successo?

      - Tu hai buttato vite dai poli?

      - Io non vado mai là.

      - Lui ha detto che sei stato tu.

      - Abbia dimenticato.

     

     

    In somma io ho le mie da risolvere e secondo AA Michele non ci sono scelte sbagliate, ma scelte buone or migliori e come vedo io sto qua bloccata indecisa sulla direzione da prendere.

     

      Un uccello grande con la coda dorata vola qua nel orto, per me è sconosciuto, lo seguo con lo sguardo incuriosita. Alla destra sono due cicogne ferme, penso sono innamorate. Alla sinistra su un recinto è un piccolo uccello con blu fermo anche lui.

     

    Sono un bel po di simboli qua.

     

      “In generale questo splendido uccello rappresenta la purezza, la castità, la fedeltà e l’inizio di una nuova vita: per tali motivi ha anche un forte significato simbolico.

    La Cicogna simboleggia tradizionalmente un arrivo, un ritorno, una nascita. Cambiamenti, spostamenti, trasformazioni che si traducono in felicità. Probabile un rinnovamento esistenziale, un cambiamento di idee, il tutto in positivo. Nuovi incontri, riconciliazioni con persone del passato. Novità, viaggi, vacanze. Può indicare la nascita di un figlio. La vita sentimentale vede la nascita di un nuovo o il ritorno di un vecchio amore, corrisposto e duraturo.”

     

    Va bene grossomodo è un simbolo positivo.

     

    Mamma mia che intensità c'è nella mente di questa gente, ma proprio non hanno altro da fare? Le solite cose fino a nausea.

     

       Show me the way sono scritte davanti a me.

     

    Deve essere una canzone, ci sono un bel po con lo stesso titolo, può avere anche un altra fonte.

     

     

     

    E funziona il link in serata, sinceramente io già guardavo ad altri siti host. Ecco come la nostra mente ci sta ingannando, pensavo magari hanno chiuso anche questa. Ultimamente mi rendo conto che quello che ci aspettavamo non abbia poi nulla da fare con la realtà.

     

     

       Sento ancora Oriana “e se è divorziata deve stare nella mia casa? Franco ha iniziato la procedura, sta lì a far niente. Anche la poliziotta ha detto...”

     

     

    In somma ne sento delle belle a livello di pensiero una giovane donna è letteralmente squilibrata, ma cos'è con questa agitazione? Il sé è molto scuro e arrabbiato, mi fa vedere com'è questa donna.

     

    Va bene ho capito, qui le cose stano degenerando ed io devo muovermi oramai ho un bel po da quando sono qua indecisa sulla direzione da prendere. Devo andare avanti il cuore si muove con forza in avanti appunto.

     

    Andiamo a Strasburgo? Non sono mai stata.

    Il sé è bianco sorridente avendo il viso quadrato.

     

    Non è la prima volta quando il Sé si manifesta così per Strasburgo. Mi pareva che Italia non sia altro che un andare indietro, che poi una decina di anni fa ho visto un documentario per questa stupenda città e di allora mi averebbe piaciuto vederla. In Francia non sono mai stata

     

    dentro di me sono due grandi mani legate con una grossa catena.

     

    Or forse sì, in un altra vita. Ecco come ci attirano i luoghi in quale siamo vissuti.

     

    Molto contenta di questa mia scoperta per la direzione da prendere. In effetti è una città di confine tra Germania e Francia che poi in questo periodo il lavoro si trova.

     

    L'anziana si muoveva in cucina poco prima del 1:

     

       - Cosa fai a quest'ora?

       - Iris ho fame, mi riscaldo qualcosa. Non ho mangiato carne oggi, non posso nemmeno dormire.

       - Potevi mangiare, non ti fermava nessuno.

       - Ma sai pensi magari una volta a settimana ti puoi attenere.

       - Hai visto Olivier facendo grigliata.

        - Lui è giovane.

     

      E dopo quella gioia con Strasburgo mi veniva adesso una profonda tristezza, ma è possibile che io fossi ancora così legata alla madre? Che poi anche vedo che sia senile, ma non è possibile una roba così.

     

     

     

     

    Sabato, 16.06.2018

     

      Qui m'attire

     

     

     

     

     

     

     

     

    per tutto quello che ho donato, per tutto quello che donerò

     

    io vivo in gratitudine.

     

    Il ricevere non è nel mio vocabolario?

     

    Yogananda con la via della felicità sarà in questi giorni a Firenze, questa Firenze e questa felicità.

     

      Guardo sulla pagina del inverno, era un atmosfera abbastanza tesa ma quanto per la confusione di Marta nuova là? quanto per le mie telefonate troppo spesso qua? Questa anziana si lamentava tantissimo, pareva fine mondo ed io sono finita a non essere più presente in quella realtà, quella era la mia, la sua solitudine è la sua.

     

    Vedo anche il sogno di trovarmi qua e pensare eccomi per terra, vero ho questa sensazione ogni volta quando vengo qua e adesso non è di meno.

     

    D'altra parte per ben due volte sono andata in città con il pensiero di comprarmi il biglietto e farmi un giro e per ben due volte sentivo queste due sorelle che mi hanno rotto i coglioni per anni con le loro ... malattie mentali... calunnie era il mio pensiero, però un uomo sano non farebbe una cosa del genere. Sì è vero allontanarsi dai famigliari è faticoso farla ma non impossibile, volontà mettendo in impresa.

     

     

      Qui sono finita in una dura vicenda di territorialità, Oriana è con “nella nostra casa?! Scrive tutto quello che parliamo.” Un altra donna “è sulla nostra strada! Non va a chiesa, è arrogante.” Questa mi pare Corina “ma tu ti metti con il prete?!”

     

      Strasburgo di ieri non ha più la stessa potente influenza come ieri, quindi si manifestava tutto in un grande Evrika per aver scoperto di essere stata già là.

     

    Queste intuizioni riescono confondermi troppo eppure è qualcosa che mi blocca qua inevitabile indietro di me sulla sinistra appare l'anziana confusa, davanti al mio petto è il busto piccolo di Oriana. Ognuno con il suo interesse.

     

     

     

       Domenica 17.06.2018

     

      Queste giorni mi stano troppo strette.

     

      Trasferimento mi passa in testa.

     

     

      Eh si, si impone per più motivi. Uno di loro è che mi serve una nuova guida in carne e ossa, io finora non l'ho incontrata da nessuna parte. Mi è passato in testa mi troverà, a fin dei conti sa dove sono. Ahha ma loro sono stabili, fermi nella loro vita solo io mi muovo di qua e di là con impazienza.

     

     

      Io mi occupo serenamente del nuovo sito che pur conciso è lungo, figuriamoci l'altro che era lunghissimo, meno male è volato via.

     

      L'agitazione sul posto a livello di energia è intensa, ne sento di tutti i colori, mi pare che invidia fosse il motore principale.

     

    L'anziana poverina non si ricorda più dove mette le cose e chiede da me dove fossero.

     

     

     

     

     

     

     

     

     

          Devo muovermi anche fisicamente, il viaggio verso novità non l'ho fatto, ma almeno verso quel benedetto lavoro che per un bel po è riuscito darmi sollievo e anche tirarmi fuori di qua, non è che amo fermarmi tanto

     

      il Sè si fa visto scuro pieno di odio, nello stesso tempo alla sinistra un energia bianca sembianze umane è davanti a me.

     

     

     

     

      Lunedì, 18.06.2018

     

    L'anziana sta perdendo pazienza, io anche:

     

       - Iris vai tu in città e comprami quello che mi serve.

       - ?!

      - Fai anche tu due passi, stai li a girare in cortile?!

     

      In effetti a quello pensavo anch'io, muovermi sempre qua non mi va.

     

     

       Vado in città per respirare aria diversa, al pullman incontro Corina elegante e riposata: bella. Anche lei mi ricorda il conflitto che ho da mesi:

     

      - Ma con il lavoro cosa fai? Non ti hanno più telefonato? Non hai telefonato né tu?

      - Né una né altra.

       - Dove faccio io pratica hanno tutto da Italia, prodotti e macchinari.

       - E' un italiano?

       - No, un rumeno che per 22 anni è stato in Italia.

     

    In effetti è rimasto in sospeso tutto, eppure il tempo mi sta pressando muovermi di qua.

     

    L'anziana oggi è parecchio andata, sta perdendo la nozione del tempo:

     

      - Iris, vado a chiedere soldi da Laura per pagare i latte.

       -Non, il latte si paga a fine mese non a metà.

     

       Magari si aspettava a dirle lascia stare ti do io. Poi inizia a dire al vecchio:

     

       - Un prete cattolico rumeno si è suicidato in Italia, Satana lo ha spinto.

     

       Così che io chiedo dettagli:

     

        - Quando?

       - Adesso. Ha raccolto soldi per costruire una chiesa e lui le ha sperperati con le donne. Un altro prete anni fa ha lasciato incinta una donna di qua poi è morto in un incidente auto: era ubriaco. I cattolici fanno robe così?

     

       Questa donna non sa in quale mondo vive, i cattolici fanno di tutto e di più inclusa la sua famiglia.

     

       In questi giorni, sento Oriana molto arrabbiata di quello che sta leggendo, nel mio sito robe cosi non ci sono, possono essere invece in un documento di testo privato. Quel documento rubato anni fa di un prete cattolico che poi lo ha passato a Loretta, lei a Oriana e via dicendo. Una vicenda semplice che io l'ho lasciato andare apposto di fermarla subito con una denuncia contro il don.

     

     

       Pare che qui tutti in un modo or altro parlano di Italia, la madre, Corina, poi vedo anche una donna che mi ha chiesto nel inverno se io fossi là. In somma sono pressata muovermi, non mi è chiaro da dove è venuto questo dubbio con Italia nella mia mente. Magari non l'ho mai tolta.

     

      Stefania ci sta avvisando che in questi giorni bisogno, resistenza, rifiuto e resa sono molto chiari, è vero io non ci riesco più combinare nulla.

     

     

     

       Martedì, 19.06.2018

     

     

      Mi sveglio in piena notte per una difficoltà di deglutizione.

     

    Sono giornate estremamente calde può essere questo il motivo.

     

    Aiuto! Fb mi da un inserzione per un studio dentario da queste parti. Strano, finora non è mai stata. Da l'anno scorso quella vicenda con CI che secondo me veniva solo da questa donna Marcellina, un po particolare si è da sola assunta il ruolo da difensore di tradizioni secolari.

     

    Pare che nessuno ha altro da fare. Ieri ho parlato con Corina, oggi sento Loretta “Ma ha contratto? Che poi sono 8 milioni, capisci?”

     

     

    E' troppa agitazione qua, lo è da buon tempo, Oriana mi appare soddisfatta davanti al petto.

     

     

    Sento molto spesso “l'avvocato, l'avvocato”, hanno anche loro ragione è tempo di farmi una mia vita e non stare lì tra i loro piedi inutilmente. E' un discorso iniziato 2 anni fa mi pare, con me qua gli spiriti non si calmano più.

     

     

     

     

       Mercoledì, 20.06.2018

     

      - Tamara taglia anche lei dei polli oggi. Lei compra insieme a sua figlia.

     

      Questo “insieme a sua figlia” la punge, lei da 20 anni si aggancia quando di una quando di un altra, trovandosi alla fine insoddisfatta nella sua impresa. Sarebbe questo il motivo per quale taglia anche lei dei poli proprio oggi, ieri non pensava a farla.

     

     

       - Iris, non cucino più la polenta per il pranzo, no ho tempo.

        - Sono appena le 9 fino alle 12 c'è abbastanza.

       - Io sono sola.

       - Tu hai il marito e lo hai da una vita.

       - Non vedi che è mal andato?!

     

      Cielo in quale ambiente mi muovo anch'io da troppi anni.

     

      Oggi in tanti su Fb parlano di felicità, ho dei dubbi che fossero in tanti felici ma si può provare trovarla.

     

     

      Giorgio ha un ottimo consiglio: ci manca la direzione quando non abbiamo uno scopo.

     

     

       Anche il mio scopo è la felicità e qui di sicuro lei non è, eppure proprio qua sono venuta il più delle volte ultimamente avendo come motivo il sito.

     

     

      Ancora una volta passa con la bicicletta quella donna che guarda spaventata verso il cortile, magari da queste parti viene a trovare la moglie del diacono. Questa donna è della stessa età con Giulio, anni fa mi salutava amichevolmente, adesso con le calunnie e con essere “una pentita” mi guarda con timore. Quale tra due la spaventa di più? E' irrilevante, io mi sposto comunque di qua, con ostilità or meno.

     

    Eh ma anche l'anziana sta esagerando:

     

       - Iris, metti questa carne in congelatore così che sappi dove la trovi.

       - Io devo metterla?! Tu deve sapere dove sono le tue cose.

     

     

      Questi giorni letteralmente mi stanno spazzando via, non riesco trovare il centro.

     

     

       - Iris, la mamma di questo ragazzo è in Italia da 10 anni, suo papà è rimasto solo e beve tanto.

       - ?!

        - Tamara le ha detto di non sposare questo ragazzo, magari farà anche lui lo stesso. Ma la sua figlia non vuole sentirla.

       - E' il suo affare.

       - Questo ragazzo fuma tanto, Tamara ha paura che inizierà a fumare anche la sua figlia.

       - Quale è il problema?

       - Ma sai...

     

      In effetti si fa ancora tanto caso in certe famiglie di questo fumare siccome sarebbe un reato.

     

      E' ancora una volta Italia presente qua e questo viaggio che io ritardo metterlo in pratica da 2 anni. Da una parte ho Marta alla sinistra, d'altra ho alla destra la fungente fiamma gemella che tanti anni fa non condivideva la mia scelta per la Germania. Tuttavia lui è rimasto allo stesso stadio di fungente ed io per anni ho continuato con il lavoro là.

     

      E qui nel presente ne sento delle belle a livello di pensiero maggioranza da Oriana, a questa qua le è entrato in testa che io fossi oggetto di sua proprietà. E' anche vero qui è una vicenda di territorialità nel quale mi sono lasciata trascinare.

     

     

     

     

        Sabato, 23.06.2018

     

     

      “Un lungo messaggio in francese è scorrevole su un fondale bianco.”

     

    Un giorno arriverò anche là, per adesso sto oscillando da anni tra Germania e Italia.

     

     

      Sul fronte locale da una parte sento “è una troia, una pentita, ha satana” ecc. D'altra parte gli anziani si sono abituati avermi qua, fa comodo per loro :

     

      - Iris, una mano mi fa tanto male. Non so cosa farò.

       - Vai dal dottore, io fra poco vado via. Qui serve una donna per fare le pulizie ogni tanto.

       - Non voglio donne estranee in casa.

       - Io non mi sto distruggendo la vita per curare voi.

     

      Aiuto, che discorsi! Già che sono venuta troppo spesso qua e mi trovo implicata in strane vicende, solo sentire le loro pretese egoistiche mi manca.

     

      Ed invece è sempre lei a ricordarmi Italia:

     

      - Iris, una donna ha eliminato le lumache dal orto con un veleno portato da Italia.

     

     

      Ed io non mi muovo, il tempo mi sta pressando. L'ultima cosa raccomandabile è di trovarmi qua con tutti i famigliari accaniti. Pare che avesse mille scelte da fare, eppure non seguo l'impulso iniziale lasciando poi accumularsi strati dopo strati dei dubbi e vari calcoli “ragionevoli”.

     

    Il Sé bianco va verso questa frase che è davanti a me:

     

    “Lei abitava insieme al exmarito nel tempo del divorzio.”

     

    Eh ma non finiamo più ragazzi! E cosa vuol dire che pur trovandomi in situazioni problematiche non mi allontano? E' un blocco. Io realmente pensavo a quanto mi stessero troppo strette gli incontri famigliari eppure eccomi qua.

     

     

     

     

    Domenica 24.06.2018

     

    Il computer è stato in riassestamento da giovedì sera fino sabato sera quindi 48 ore, fino allo scarico completo della batteria, pensavo realmente che fosse andato ed invece oggi funziona.

     

    Solo oggi entro su Fb e vedo che sta occultando un video che ho condiviso in 21 giugno per un infelice battessimo cattolico avvenuto in Francia mi pare. Il bambino piange, il prete ottantenne sta perdendo la pazienza, la mamma è immobile, invece interviene un altra donna per calmare il prete e alla fine il papà allontana con decisione il bambino dal trauma che subiva sotto i suoi occhi. Orribile!

     

     

    Tale suono comincia a propagarsi e voi cominciate a percepirlo poiché sta entrando in voi; potrebbe disturbarvi un poco. Accettate tutto ciò che vi succede senza rifiutarsi o spazientirsi. Sappiate che attualmente, anche la sofferenza può essere un vantaggio per la vostra trasformazione.

    Precisiamo che siete disabili, poiché non vedete, non sentite, percepite solamente quello per cui i vostri cinque sensi sono stati creati nel vostro corpo, vale a dire che percepite solo attraverso lo strumento umano qual è il vostro corpo, per cui la vostra percezione è molto limitata.

     

     

     

     

     

     

     

     

       Pian piano, voi percepirete, non necessariamente con gli strumenti del vostro corpo ma con ciò di cui vi abbiamo parlato e di cui vi parleremo: la telepatia; questa sarà la prima facoltà della mente che si svilupperà sempre di più negli esseri umani. Si svilupperà anche in base alla depurazione che avrete potuto realizzare, anche grazie a questo suono impercettibile, quando vi sarete il più possibile liberati da tutte le vostre paure, da tutte le vostre sofferenze, anche da alcune paure e sofferenze che in qualche modo non conoscete, poiché le avete nascoste a voi stessi per non ripensarci.

    Quindi, quando vi sarete sbarazzati di tutto questo elevando la vostra frequenza vibratoria, in quel momento, lo ripetiamo, certe facoltà si svilupperanno realmente in voi.

    Aggiungiamo questo: conosciamo gli esseri umani meglio di quanto possano conoscere loro stessi! Esiste una vibrazione che dovrebbero sradicare quanto più possibile, quella del dubbio. Il dubbio rallenta notevolmente la vostra evoluzione.

    C'è dubbio e dubbio. Esiste il dubbio personale che riguarda la vostra stessa evoluzione e il dubbio globale che riguarda la vita, che è un po' diverso.”


     

    Transizione - Un suono impercettibile, Monique Mathieu


     

     

    Proprio impercettibile non lo è, da anni lo sento, per me è il suono del silenzio.

     

     

     

    Lunedì, 25.06.2018

     

     

      Appare davanti a me un tipo di Krishna in piedi, il sé bianco va contento verso di esso, poi da questa figura vengono verso di me 3 spirali incrociate in colori molto chiari, dopo un tempo dentro di me è un gigante yoghi di luce.

     

      Secondo me è energia psichica che a me serve proprio ora, star ferma è una continua sfida, star calma in questi giorni anche.

     

     

     

     

    Martedì, 26.06.2018

     

    Sono troppo stressata.

     

       Time..

     

     

     

     

       Vado a negozio vedo un bel paio di pantaloni rossi, guardo sul etichetta ed è scritto “made in Italy” ormai questa Italia da un mese sta li a pungermi.

     

    Poi mi incontro con un amica dal adolescenza, lei tutta contenta rivedermi:

     

       - Iris, possiamo prendere un caffè un giorno.

        - Mi spiace ma mi sto preparando per la partenza.

     

      Aiuto ma io mi muovo sempre negli stessi posti e incontro fino a nausea le stesse persone?! Ma che evoluzione è questa?

     

     

    Telefono a un agenzia chiedo dettagli e basta.

     

       Nel frattempo qualcuno che ha tanto nel suo vocabolario la parola “capisci?” è molto intrigato “che poi lei fuma capisci? ha anche il telefonino capisci?”

     

     

    E arriva Corina, lei insista con l'igiene degli anziani:

     

       - Qui si sente odore di pipi, magari papà ha bisogno di pannolone.

     

    L'anziana inizia con i suoi classici lamenti siccome avesse chissà che gran cosa da fare.

     

     

     

       - Corina certo che lei va in depressione non ha alcuna attività, non ha alcun contato sociale.

     

       Valido anche per me, questi intenzionali ritiri dal mondo prima or poi mi snervano, che poi qua è un ritiro totale.

     

       - Iris, nella città di Diana sono tanti spettacoli e incontri culturali.

       - E' una grande città, voi qui non avete proprio niente.

     

       In somma io non salgo in una gamba per la gioia, trovarmi qua per troppo tempo diventa snervante non per loro per me.

    La pressione tra il vecchio e il nuovo che io avverto da un mese, la sta confermando anche Stefania. Marte è retrogrado in Capricorno, un evento che non è più successo dal 1971. Per me è irrilevante quella data lì, per un anziano potrebbe avere qualche significato.

     

     

     Ma tu chi sei?

     

     

     

     

     

     

        Devo dire la verità che le analisi senza fine iniziano a starmi strette, in questo ritmo io non ci arrivo più da nessuna parte.

     

    In effetti sto sprofondando per un bel po in delusione, l'immagine di Eminescu è alla mia destra. Non so cosa sia con questo scrittore così presente nella mia attuale esistenza, a parte la mia estrema sensibilità verso la sua poesia. Penso che sia uno tra quelli pochi, lui sì si è tanto avvicinato al ideale di bellezza e di coraggio. Anche lui con una brutta fine.

     

       La storia passata è piena di casi del genere, nel presente la libertà di pensiero e di scelta ancora spaventa qua e là, di certo non sarà lo stesso in futuro. Siamo qui per riscrivere la storia del umanità e darle una svolta decisiva verso la creatività e la giocosità, eliminando il dramma e la rigidità mentale. Chi riuscirà? Ci portiamo addosso la sofferenza da migliaia anni, se lei non c'è come in automatico noi la stiamo creando.

     

    Provo concentrami verso il sole, verso il cielo, alla destra è un pezzo di cielo notturno e lì sta splendendo una sola stella mi pare che sia Venere.

     

      Normalmente la stella è simbolo di viaggio, in effetti mi appare anche

      Vivaldi gioioso come nel inverno. Io adoro viaggiare, solo che adesso mi sono letteralmente bloccata con questo cambiamento di ruota nel quale tuttavia non oso buttarmi.

     

     

     

       Mercoledì, 27.06.2018

     

       Sono in piedi dopo una porta di legno grezzo, tramite una crepa guardo fuori. Alla destra in una fitta vegetazione è un sentiero, guardando avanti mi chiedo senza convinzione “qui è un pezzo di paradiso?!”. Da quella parte arriva un cane furioso che sta lottando con un altro molto più grande.

     

     

    La responsabilità per le nostre scelte, come individui non come massa, ci appartiene in totalità.

     

     

    Vedo l'anziana parecchio innervosita oggi:

     

       - Non sei stata a chiesa stamattina?

       - Non, mi fanno male le gambe. Non so cosa farò, dove andrò?!

        - Dove vuoi andare ?! ad asilo?

       - Sai dico ed io come ha detto quella di C “io ho cresciuto 8 figli e vado ad asilo?!”

        - Perché ti interessa tanto cosa ha detto quella di C?

        - ?!

        - Ci sono qui i vicini curati di una tua nipote. Lo stesso si trova una donna per voi a darvi una mano ogni tanto.

        - ?!

     

      Eh ma questa donna proprio non capisce un cazzo, penso di noi abbia dei blocchi e pretese che nulla hanno da fare con la realtà. La nostra stessa mente, se mai è la nostra, è inaffidabile.

     

      Personalmente sono sotto lo stress da più di un mese e la mente non è arrivata da nessuna parte con i suoi pro e contra. Il cuore stesso mi da dolore per la situazione di adesso eppure non mi sono mossa.

     

      - Iris in Canada è stata la neve.

       - Adesso?

       - Si, hanno mostrato a TV.

     

      Io dico da un bel po a sinistra e a destra che andiamo verso il raffreddamento.

     

      Sono pressata di tempo. Scelgo. Cosa scelgo????

     

     

       Noi abbiamo fatto scendere su di te il libro con la verità.

     

       Risuonano nella mia mente le parole dal Corano.

     

     

    Aiuto quanto mi la tiro con una decisione, caspita vado proprio in ridicolo. Sarebbe Mercurio retrogrado da un mese? Può essere.

     

    Certo è che sistematicamente mi manca il senso della mia stessa esistenza, io posso fare innumerevoli cambiamenti prima or poi questa semplice domanda che senso ha? torna a tormentarmi. E ti pareva che avessi grande chiarezza, non lo ho proprio, so solo che mi muovo in cerchio da troppi anni.

     

     

     

     

        Giovedì, 28.06.2018

     

      Qui è la piccola Italia, una giovane donna entrava in negozio salutando con:

     

      - Buongiorno.

     

      I pensieri del posto, maggioranza dalle donne, sono gli stessi: “questa? E' una troia.”

     

      Per me è irrilevante cosa dicono or no, io mi trovo qua con due anziani senili apposto di farmi una splendida vita altrove e questo è il mio affare da risolvere, tutto il resto è insignificante.

     

      “Credo che ci vogliano solo una donna ed una nascita per cambiare l'intero pianeta. Guru Nanak non è venuto fuori da un elefante, ma da una donna. Gesù è venuto fuori da Maria; Krishna, Buddha, e tutti, me compreso, siamo venuti da una donna. Dunque, onestamente credo che sia la gloria della donna a diffondere la luce su questa terra.”

     

      YOGI BHAJAN

     

     

       Interessante il suo punto di vista, io la donna non l'ho mai vista da questa prospettiva. Sono anni da quando Bhajan non è stato più nella mia attenzione.

     

      Passa di qua Laura:

     

      - Iris, sono stata a Tribunale stamattina, avevamo qualcosa da risolvere per uno zio. Non ti dico quanto siamo stati là ad aspettare la giudice, avvocati con i loro clienti che perdevano la pazienza. Lei apposto di venire alle 9 arriva alle 10 poi annoiata lasciava passare in fretta “i casi'.

       - Mancanza di rispetto.

       - Proprio ho pensato guarda dove si arriva con un po di scuola in più.

     

      L'anziana tra le classiche discussioni circa la loro comunità, che a me non interessa, le ricorda:

     

      - Passa domani di qua per l'onomastica.

      - Passerò.

     

      A parte che per l'onomastica non è bisogno di invito, ma loro si sentono abbandonati a se stessi, dimenticati.

     

       - Mamma hanno annunciato pioggia con grandine.

       - Da noi no, siamo cattolici. Stiamo tanto pregando e poi sono anche le campane a disperdere le nuvole.

     

      Lei è rimasta bloccata sulla sola certezza che ha avuto nella vita che sia in giusto circa la religione. L'altro invece fra 2-3 giorni compie la venerabile età di 85 anni e lo sento e stasera con lo stesso scontento di 3 - 4 anni fa.

     

      - Ma io non ho ricevuto risarcimenti da questo qua.

       - Parlerai con Oriana, vedi che con questa qua non puoi parlare nulla.

     

      In somma ognuno con i suoi, come vedo tutti quanti rimaniamo bloccati su certe situazioni dal passato.

     

      E' strano che io non avessi chiarezza per la partenza, nel inverno mi è stato così chiaro tutto. Come mai adesso è tanta nebbia? E' vero che ho alla destra mio amico e la guida con baffi, tuttavia loro possono essere dovunque nel mondo non necessariamente in Italia.

     

     

     

     

       Venerdì, 29.06.2018

     

     

    Marocco? Musica dal sito spazio sacro là è Yogi Bhajan e numerologia tantrica, sono anni da quando questa musica non l'ho più sentita e la numerologia l'ho anche dimenticata.

     

     

    Gli anziani si sono preparati aspettando che i figli passassero di qua per farle gli auguri, finora solo Giulio si è ricordato di loro.

     

     

    E' una giornata 11 oggi, ma cosa può succedere se io sono sempre ferma qua?!

     

     

      Rivedo un brano spiegativo circa la confusione che sperimenteremo negli anni, per chi è chiaro-senziente cioè sente gli stati di animo altrui la confusione è la norma. Quando e come si aggiusteranno le cose ancora non lo so, so solo che la sto sperimentando parecchio ultimamente e mi snervo averla.

     

     

      Ecco stano telefonando anche Monia e Oriana ovviamente la loro curiosità è di certo se io sono ancora qua:

     

       - ?!

       - Sì, è ancora qua.

       - ?!

       - Non, non l'ha più cercata nessuno.

     

     

       Questa pressione verso Italia è molto forte mi vedo alla destra andando là come una densa ombra, chinata.

     

       E cosi arrivano i famigliari, sono rimasta con una strana agitazione dopo la loro partenza. A parte che stavo raccontando vari dal lavoro intermittente avuto là per 2 anni.

     

       Oriana manda messaggio a Vania:

     

        - Auguri da Orianna.

       - Lei ha telefonato già qua.

     

       I classici giochi di potere.

     

       Poi passiamo a discussioni con lavoro, padroni, dipendenti. Così che anziana approfitta di un buon momento per lei:

     

       - Iris potrebbe andare a lavorare da Corina.

       - Io non, non mi fermerei mai a vivere in Romania, non venivo né qua se non fossero loro due.

     

       Io quando sento anziana con “fermati qua” mi viene un bel male, pare che non avessi mai capito nulla. Lei sa che non vuole rimanere senza aiuto nella faccende domestiche, io so che la sua solitudine è la sua non è la mia.

     

      Walter giustamente era incuriosito se pure sono sempre qua, anch'io a suo posto lo sarei:

     

       - Allora dimmi dove ti fermerei?

       - Germania mi piace tanto, fatico però con la lingua. Mi è piaciuta anche Italia solo che è troppo razzismo.

       - Dove è razzismo è anche violenza.

       - In effetti era e c'è anche adesso.

       - D'altra parte non conosci la lingua non ti implichi in politica, vivi serenamente.

       - E' vero, là io mi sento turista.

     

        Invece Diana era in aeroporto per la Spagna. Miei nipoti sì che girano il mondo.

     

       Ed entro su Fb e trovo un articolo astrologico che proprio di questa richiesta anormale dai genitori nei confronti dei loro figli sta parlando. Eccomi qua! Ho una madre che sta conquistando il paradiso cattolico con l'aiuto dei figli!

     

     

      Ma se non sto io alla larga delle loro pretese, vuoi che lo facessero loro?! I genitori mettono tutti i pesi sulle spalle dei figli è vero, ma noi non abbiamo abbastanza forza per allontanarci dalle loro pretese? Sì che l'abbiamo.

     

      Personalmente ho pensato che vengo qui per il sito non per loro e quando le mie vacanze diventano troppo lunghe mi sto perdendo la pazienza.

     

     

     

     

       Sabato, 30.06.2018

     

     

    Quando un testo viene attribuito erroneamente a qualcun altro si continua così per decenni:

     

       "La nostra più grande paura non è quella di essere inadeguati. La nostra più grande paura è quella di essere potenti al di là di ogni misura. È la nostra luce, non la nostra oscurità che più ci spaventa. Ci chiediamo, chi sono io per essere brillante, bellissimo, pieno di talento e favoloso? In realtà, chi sei tu per non esserlo? Sei figlio di dio. Il tuo giocare in piccolo non serve al mondo. Non c'è niente di illuminato a sminuire se stessi in modo che altre persone non si sentano insicure vicino a te. Siamo tutti nati per brillare come fanno i bambini. Siamo nati per manifestare la gloria di Dio che è dentro di noi. Non solo in alcuni di noi, ma in tutti noi. E mentre lasciamo che la nostra luce risplenda, inconsciamente diamo agli altri la possibilità di fare altrettanto. E quando siamo liberati dalle nostre paure, la nostra presenza automaticamente libera gli altri."

     

    Marianne Williamson

     

     

      Quello che mi colpisce è che si io ho incolato il link con la prova che sia un errore attribuire il splendido testo a Nelson Mandela eppure non è che sono saltati in gamba per la gioia.

     

     

     

     

     

     

     

     

     

      Ho 4 messi di vacanza, sono ormai stufa ed ecco l'ego alla mia sinistra adesso cosa non le va?

     

     

      Già che ne ho le mie da risolvere e ne sono parecchio rimaste in sospeso, solo a sentire anche questa anziana con la sua furbizia e il suo vittimismo mi manca:

     

        - Non so cosa farò.

       - Vai da asilo e hai risolto tutto.

     

      Mamma mia ma sono tutti due così mal andati che rimani perplesso, a cosa serve vivere così a lungo in un tale degrado? Non ho mai capito.

     

     

     

       La musica dal sito spazio sacro, strano che in questi giorni venisse così spesso.

     

     

    Devo dire la verità che mi sta superando l'importanza che mi danno gli altri ( famigliari compresi) per il sito e le scelte anche minore che faccio. Mi implico tanto per questo sito una cosa pazzesca, anche se a me sfugge perché abbia tanta importanza … covarsitoare... (una parola rumena che è vicina al mio viso parte sinistra.) Sarebbe travolgente.

     

     

    Saint Germain ha ragione con la notte buia che arriva spesso, altro non è che dubbi portati troppo avanti ed energie sepolte chissà da quando che vengono alla superficie. Ha anche ragione che ci ammaliamo quando stiamo fermi in una certa situazione, personalmente inizio risentirmi lo stomaco.

     

    Ancora non ho capito il “permette alle energie per servirti.” Possibilmente è la stessa cosa con non avere aspettative e obiettivi da raggiungere, solo così possiamo essere attenti a tutto quello che ci accade.

     

     

    Queste giornate sembrano una continua notte buia del anima, mi accorgo di quanti errori ho fatto ritardando troppo per prendere delle decisioni, talora anche anni. Praticamente mi accorgo che si potevano evitare le difficoltà e i malintesi. Prima vedo l'exmarito davanti a me come molti anni fa guardando verso sinistra poi alla destra una donna anziana molto scura come un ombra sento in rumeno “la messa”.

     

    Mi anche arrabbio dicendo la verità, ma io sto li a pensare innumerevoli volte al passato?! Dove arrivo? Preferisco spostarmi, prendere una nuova direzione e farmi una vita di mio gradimento.

     

    Più tardi mi trovo davanti con un monaco vestito di nero, potrebbe essere di rito orientale.

     

     

     

     

     

      Domenica, 01.07.2018

     

      Quando ho pensieri intensi verso partenza mi sveglio a ore strane, adesso alle 4,20 ero in piedi il vecchio già ascoltava la radio. E' l'estate e le giornate sono lunghissime, loro vanno comunque presto a letto.

     

      Un testo interessante condiviso per la pecora nera, che ha il dono di sanare l'arbore genealogico. Io non so se Bert Helinger, teologo cattolico, prendeva in considerazione la reincarnazione. Mica mi sposto da millenni in nazioni e razze diverse avendo appiccate addosso le stesse persone. E' una cosa che non ho mai capito.

     

    Cosi facendo finiamo in un altro vicolo cieco, noi abbiamo paure e traumi che ci portiamo addosso da millenni, ognuno di noi come singolo umano. Si mette troppo accento sulla famiglia e non sul individuo. Secondo me è la speciazione di quale parla Sibaldi e sì ci sono dei scontri anche duri con l'ambiente circostante sì è vero.

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

      Questa gastronomia pare una droga anch'io penso “ma alla fine posso andare anche in Francia, ristoranti si trovano anche là”. Tuttavia non vedo il sé saltando in una gamba per la gioia. Eppure io mi sposterò di qua e non aspetto molto a farla.

     

     

      A te che infrangi le leggi degli umani e quelli del divino, a te che speravi una vita migliore

     

     

      E quella vita migliore non è mai arrivata così come la intendevo io, invece è arrivato il sito e tantissimi viaggi, non riesco più star ferma. Adesso prendo in calcolo la Francia!

     

    Oggi è stato il “matrimonio” di un prete, fino si sposeranno con una donna lo fanno con il vuoto, con la solitudine.

     

      Vedo alla sinistra Walter or qualcuno che le assomiglia molto, scuro nel viso guardandomi con severità. Nello stesso tempo sento vari banalità del posto che non sto li a scrivere.

     

    La forza dei pensieri la sento veramente con la mia aura e di qui mi spingono.

     

       Purifico la mia mente, purifico la mia aura

      mi porta un viso con turbante bianco indirizzato verso sinistra, assomigliante a Morya.

     

    Grazie a Sibaldi vado a leggere biografia di Tolstoi, troppo avanti rispetto a suo tempo e al nostro tempo, anche lui straziato dai conflitti e dubbi, sensibile alle ingiustizie umane e animale. E' entrato in conflito con i figli e la moglie, poi con la chiesa del suo paese che lo minacciava con la prigione. In somma una vita movimentata.

     

    Io devo muovermi di qua, vado a girare il mondo

     

      chi sei tu? Le parole sono dentro la mia testa parte sinistra, l'intonazione appartiene a Kryon.

     

     

       Sto guardando ai video di Sibaldi cercando quello con la benedizione, guardo a un altro che parla di intuizione, ma come riesce questa persona a scrivere un sacco di libri e girare per Italia e Europa con seminari? Mi meraviglia la sua energia e la sua cultura.

     

     

       Vado in Italia a far badante?! Se trovo anche quello. Leggermente sinistra è un anziana con la giaca azzurra, la stessa che mi appare da qualche anno secondo me ha un altro significato.

     

     

       Ho uno stato molto teso non mi è molto chiaro la fonte, salva se non ci sia una tempesta solare in questi giorni.

     

     

      Ancora? Io non finisco mai da nessuna parte alla sinistra è un scheletro vestito da monaco con cappuccio, questa volta l'exmarito è davanti a me e lo scheletro mi mostra una fune nera con un nodo.

     

       Sono residui emozionali secondo me, al mio amico lo scheletro era in luce e davanti a me, qui è in nero minaccioso e alla sinistra.

     

       Epurre Francia è nei miei pensieri da un bel po, è li qualcosa per me

     

      Delacroix in nero è alla base del colo.

     

      In effetti è tutto dentro di me.

     

     

     

     

       Martedì, 03.07.2018

     

       prima or poi...

     

     

       Mi risuonano le parole di King, per la decisione che bisogna prenderla perché giusta. Può darsi Fb mi la mette come ricordo. Non, non è Fb la fonte, la mia indecisione sì lo è.

     

      

     

     

     

     

     

     

     

     

      

      Oggi è il compleanno del vecchio e di Crina, ad ultima piaceva il testo di King.

     

     

     

      Complicità mi girava ieri in testa guardando gli anziani parlando, oggi vedo che la stessa parola l'ha utilizzato ieri Antonio per gli amici. Sto mettendo il testo per la tradizione dal vangelo di Giovanni e vedo anche là ricordati gli amici. Io ho solo degli amici virtuali da anni, spostandomi di qua e di là frequentemente è normale.

     

     

    Questa donna con le sue malattie, pare che sta sentendo la mia impazienza:

     

       - Iris, mi fa male la mano sinistra.

      - Vai dal dottore, magari è qualcosa con il cuore.

     

    In effetti adesso se ne va e torna con altre 3 scatolette.

     

      - Per una vita hai preso medicine.

      - Non è vero, fino un anno fa.

     

    In somma le medicine la tengono in vita pensa lei, io la vedo da anno ad anno sempre più consumata. Nello stesso tempo spende soldi sui medicinale e fa risparmio al cibo:

     

       - Mi metto io con Tamara?! La sua figlia è venuta piena di soldi.

      - Tamara ha pensione.

       - ?!

     

     

    Io mi la tiro troppo con la partenza, questo mi pare Giulio “Oriana, ma cosa fai con lei là?! Sta a far niente.” E' un po di agitazione quest'anno, mi pare che ci sia un po di più rispetto ai anni passati.

     

     

    Oggi gli anziani c'è l'hanno con il cibo, non è solo la vicina ossessionata per il cibo, pare che ci sia proprio un modo di vivere.

     

      - Non so cosa sia con Loretta, sono 3 mesi che non ha più telefonato qua.

       - Mamma lei parla con Corina, con Walter.

       - Con Corina?! Oriana ha detto che non la trova mai.

     

     

    Io d'altro canto sento “Marta, Marta” poi vedo come una grande ombra un cliente sorridente dal ristorante, mi auguro trovare una soluzione per non passare più di qua e farmi finalmente una mia vita la guida animica sta guardando verso destra avendo una sciarpa bianca sulla testa. Ahhha energie assorbite da questo ambiente ristretto.

     

     

      Ed ecco il nipote qua e nello stesso tempo una telefonata da Oriana, vuole che qualcuno di qui le comprasse un letto, può farla lei direttamente dal internet e lo portano a casa. L'anno scorso è stato un casino con i bambini e la mia venuta qua e vuole evitarlo. Ha un po di fretta però:

     

       - Sono ancora 3 settimane fino al suo arrivo.

       - Ma non deve prepararsi? I suoi bambini dormono in strada?!

     

     

      Ho capito, Oriana sta mettendo in giro un po di dramma.

     

    In somma io mi lo son tirata un bel po questa volta e le cose stano diventando pressanti, ma molto pressanti.

     

     

     

     

       Mercoledì, 04.07.2018

     

      Questi giorni mi stano troppo strette, si avvicinano le vacanze ed è un po di agitazione in più.. Laura passa di qua al mattino, più tardi telefona e Loretta se pure non l'ha fatto da mesi.

     

    Io sono ferma qua ancora indecisa sulla direzione da prendere cioè mi trovo da un bel po in una terra di mezzo non sono presente qua ma nè altrove.

     

     

       Stefania ci avvisa che da ieri, 03 luglio fino in 12 luglio è un periodo abbastanza stressante, la mente non trova punti fermi. Ed è un periodo intenso che si ripete a ogni 9 mesi, questa vuol dire che devo andare indietro in 2017 cioè settembre?

     

     

      E questi due ubriachi e senili riescono ogni giorno snervarmi, pare la prova di fuoco a mantenermi calma in un ambiente così. Fortunatamente la figlia di Tamara mette una buona musica a volume alto che mi spinge a ballare.

     

     

    In effetti eccola lì, Loretta è al telefono oggi. Ieri è stata Oriana.

     

     

       Poi arriva e Corina:

     

      - Sofia ha avuto un intervento chirurgico a Torino.

       - Così grave?

       - Si è rotto la gamba.

     

      Sofia è un bambino indesiderato, poverina ne passa delle belle sin dalla nascita. Torino, ed io ritardo la partenza da un mese.

     

       - E' arrivata qua anche la sua cognata, non è passata per salutarvi?

       - No.

        - Con il vecchio or sola?

       - Con la figlia, il figlio è rimasto con suo marito.

       - Le hanno divisi già.

       - ?!

     

    Corina mi guardava scura nel viso, silente. Qui iniziano le vacanze, parenti e non si radunano.

     

     

     

     

       Giovedì, 05.07.2018

     

    Ecco un testo astrologico che parla di quello che realmente io passo da buon tempo, mi ricorda il desiderio di sganciarmi dai famigliari una volta per tutti cioè cambiamento di lavoro e di partner.

     

    Ed eccola qua Elena in visita ed inizia a guardare e fotografare di là e di qua, compresa la stanza del vecchio, siccome fosse chissà che grande curiosità. Invadente.

     

    L'anziana invece mi stanca con i suoi lamenti:

     

       - Ci sono dei fagioli al negozio?

       - Ma vai fin là, fatti due passi.

       - Non posso, se vado per terra?!

       - Sei andata per terra qualche volta?

       - No.

       - Allora?!

       - Voi state diventando troppo comodi, muovetevi or pagate una donna per darvi una mano qua.

       - Ma tu?

       - Fra poco vado a lavoro.

     

      Ed io mi arrabbio con me stessa ho 4 mesi da quando sto li a far niente ed ecco l'ego appare alla mia sinistra. Dappertutto è l'ego ragazzi, e se c'è quale è il problema?! Io devo muovermi da qualche parte sto li bloccata e insoddisfatta apposto di far accadere le cose?

     

    Pianti e delusione da sua parte, indecisione da mia parte. Tuttavia io sono qui in una situazione realmente particolare, e proprio lei mette in movimento un bel po di miserie ma quando si avvicina la mia partenza va in tilt. E' inutile, lei è senile dimentica da un giorno ad altro le cose ed io farei bene ignorarla.

     

    Ed ecco Giorgio con un suo testo che sta parlando proprio di questa sì che ha ragione, noi continuiamo a subire da chi conosciamo e non ci fidiamo di sconosciuti.

     

    Entro su Fb vedo un altro articolo che ricorda gli amici, ecco la mia grande mancanza.

     

    Mi risuonano le parole di Sibaldi dal video speciazione “dove vai? La via è decisa...”. Ricordandomi nello steso tempo quante volte Oriana e Loretta mi dicevano di fermarmi qua, la facevano per certi interessi è ovvio.

     

     

    Tuttavia non vedo il Sé attivo, nel inverno mi era molto chiaro, adesso pare che fosse bloccata. Invece vedo che la guida con baffi in questi giorni è lì alla mia destra.

     

       Le energie sono tropo intense, mi stano spazzando via. Io non so se questo tipo di animale esiste or è solo una metafora certo è che vedo leggermente destra un coccodrillo beige con occhi trasparenti luccicanti, alla sinistra una strana creatura come un essere umano tutto bandato.

     

      Un energia bianca è alla destra poi la vedo galleggiando sul acqua.

     

     

     

     

     

       Venerdì, 06.07.2018

     

       Una calda luce bianca arriva dalla sinistra tra gli alberi di qua.

     

    Va bene ci vuole un po di chiarezza, ieri sera qualcosa ho capito.

     

    Oggi è l'ultimo quadro, nel primo mi pare che il computer era in riassestamento.

     

    Le stesse parole di Sibaldi, che stanno per la coscienza di massa che ci trattiene in vari modi subdoli ed egoistici, mi vengono in mente “Dove vai? La strada è decisa...”

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

      Vado al mercato di qua così da fare e due passi. Vedo la cugina Valeria riconoscendomi e guardandomi con tanto di severità con un viso nero piccolo, esattamente come Corina. 2 anni fa lei non aveva alcun problema salutarmi normalmente, nel frattempo le cose stanno degenerando.

     

     

      Musica dal sito spazio sacro che sta per la gloria della donna, se io continuo a star ferma qua non ci sarà nessuna gloria.

     

     

       Sento molto spesso dai famigliari “sta li a far niente?!” che poi io non sto in casa di nessuno, ma è irrilevante.

     

    Vedo anche davanti a me Oriana molto piccola con l'espressione soddisfatta e accanto a lei un anziana molto scura nel viso.

     

     

      Guardo dopo agenzie che vanno in Italia e trovo la stessa con quale solitamente vado in Germania con un buon prezzo, 40 euro di meno. Caspita che differenza! Ecco il cuore si muove denso a questo mio pensiero.

     

     

      E un altro astrologo che sta parlando di rapporti malsani in famiglia or al lavoro eppure non ci allontaniamo per via della personalità, cioè del ego ed eccolo qua denso alla mia sinistra. In effetti da anni sono rimasta intrappolata in vicende famigliare e nei lavori saltuari.

     

     

     Allora vado in Italia? Non mi ha mai convinto. Ecco l'ego sulla destra, finora stava sulla sinistra.

     

       Davanti a me è la casa e il mio amico, che teoricamente doveva arrivare da me tramite Oriana e Franco, visto i rapporti tesi anzi dei veri reati, dovrà arrivare da solo da me senza intermediari.

     

     

      Guardo il sé che pare fermo da tempo senza comunicarmi gran che, sto imparando seguirlo senza parole ed è impegnativo. Che poi le parole sono inaffidabili, non sono tanto un mezzo di comunicazione quanto di manipolazione. Ed ecco la musica di Kryon e l'emozione calda a lui/lei associata. Questa sì è verità.

     

     

     

     

      Domenica, 08.07.2018

     

     

      Bella questa riflessione: la giornata di 13 luglio ci collega a novembre del 2003. Allora ho iniziato a scrivere di seguito ai sogni molto intensi e stavo per cambiare la direzione nella vita e mi la son tirata ancora per 4 mesi. Adesso non è di meno: insisto con il sito siccome altrove non potrei farla, avendo nello stesso tempo pensieri verso la partenza da un bel po.

     

      Chiude anche un ciclo aperto in 2 gennaio di questo anno, in quel giorno ero in viaggio verso il lavoro in Germania. La madre era disperata per la solitudine, io ho fatto bene andare a lavoro.

     

     

    A parte questa ma noi non siamo mai realmente liberi: siamo dentro dei cicli.

     

       Sul piano locale, oggi come anche ieri, c'è l'hanno con “Facebook...”, ma questa gente è letteralmente pazza mi sta appiccicata addosso dappertutto. Pare che un altra cosa in tanti non sanno fare che seguire me, che la facessero pure comunque io non mi sarei feramta qua piu del dovuto.

     

       Ecco il prete a radio oggi parla di “arroganza ed egoismo, quando non permettiamo ad altri di esseri migliori di noi, quando imponiamo i standard della propria comunità non lasciando spazio ai miracoli di dio accadere.”

     

    Interessante oggi la sua predicazione, proprio passo una cosa del genere in tanti iniziando da genitori, sorelle, fratelli si sono eretti come padrone di me e cercano a tutti i costi a sistemarmi a loro modo. Le passerà.

     

     

         Su Fb tante donne condividono articoli che hanno da fare con venir fuori dal ruolo di genitore/ salvatore dei loro genitori, dal mio punto di vista non abbiamo la cultura adeguata. Noi siamo manipolati con la religione, che i raporti umani devono durare fino alla morte in qualsiasi condizioni, ed invece sarebbe sano e giusto se avessimo saputo sin da piccoli che un essere umano ci accompagnerà nella vita soltanto per un pezzo di cammino non per l'eternità.

     

     

       Poi quella roba con "onora tuo padre e tua madre" ci ha butatti tutti quanti per la seconda volta in confusione. La teologia classica non è stata capace fare altro che prenderlo ad litteram:

     

     

    QUARTO

    Il QUARTO COMANDAMENTO viene insegnato solitamente in forma abbreviata: «Onora il padre e la madre». E nel corso dei millenni è servito a far sentire in colpa miliardi di adolescenti, per i sentimenti complicati che provavano verso i genitori. E se papà e mamma sono due mafiosi e tu no? Se si sono arricchiti sfruttando la miseria altrui? Li si deve «onorare» lo stesso? Perché, precisamente? Perché secondo alcune religioni la famiglia è più importante dell’individuo?

     

     

     

     

     

      

     

        Sicuramente non è così per la religione da cui viene questo comandamento. Se sfogliate la Genesi, l’Esodo e anche i Vangeli, trovate alcune critiche potentissime all’istituzione della famiglia: dai quarant’anni nel deserto (che servirono a eliminare i genitori) fino a frasi di Gesù come «Se uno viene da me e non odia suo padre e sua madre… non può essere mio discepolo» (Luca 14,26). E infatti il quarto comandamento, nella sua forma autentica, ha un senso diverso da quello a cui siamo abituati; è «Dà peso a tuo padre e tua madre, perché siano lunghi i TUOI giorni sulla terra». Cioè: «Comprendi bene chi sono i tuoi genitori, considera attentamente l’influsso che hanno avuto su di te, altrimenti i tuoi giorni non saranno mai veramente tuoi». Il che vale sia per i genitori, sia più in generale per il passato. Solo se si comincia a capirlo – invece di «onorarlo» e basta – si diventa padroni del proprio presente."

     

    Igor Sibaldi

     

     

      E c'è ancora nel antico testamento puo darsì nei proverbi i genitori devono trovare un buon marito alla figlia ed eccoci anche nei matrimoni combinati che altro non sono che prostituzione legalizzata.

     

     

      In somma nella bibbia è tutto una compravendita: la merce è l'essere umano. E' un versetto divertente in Genesi:

     

      "Lia disse: «Dio mi ha dato il mio salario, perché ho dato la mia schiava a mio marito». E lo chiamò Ìssacar."

     

      E che moneta utilizzava il dio di allora?

     

     

        Anche per me è qualcosa che non mi va qua cioè energia bloccata, ho uno stato molto teso ed ecco alla sinistra indietro di me è l'anziana piena di rabbia, scura nel viso.

     

    Da lei è proprio invidia nei confronti degli altri, solo ieri c'è l'aveva con Walter e la sua breve vacanza:

     

      - Walter ha bisogno di mare?!

       - Molto bene, perché no?

       - Ha soldi.

       - Lui va e tu no, è questo il tuo problema.

       - 60 anni fa non esisteva il mare.

      - Il mare esiste da mille anni voi non andavate da nessuna parte.

       - ?!

     

      E finita lì.

     

    Allora andiamo in Francia?

     

       Il sé si trasforma moltissimo ha i capelli neri lunghezza media, più in là è un uomo bruno, sorridente, maturo, appartiene a un altra epoca. Robespierre... mi passa in testa.

     

     

    Adesso sì che mi fa incuriosire non avevano parrucche a quel tempo lì? In effetti alla destra è un viso con la parrucca bionda.

     

    Sì l'ultimo assomiglia alla foto che si trova in web, ma il primo?!

     

     

     

     

       Lunedì, 09.07.2018

     

       L'anziana oggi non è uscita di casa, quando è cosi la sua depressione è troppo forte che poi come non capirla?! Da 70 anni fa le stesse come come un autonoma.

     

       - Cosa fai?!

       - Fatico vivere.

     

     

    Ecco penso a un viaggio l'ego si sposta alla destra. Quindi???

     

    E solo domani è questo importante 10 luglio, quando l'avevo visto prima volta ho pensato io non c'è la farò a star lì tanto tempo ferma ed eccomi qua, sono sempre qua. C'è l'ha con la multidimensionalità, pare che mi sto già perdendo in tanti dimensioni della realtà.

     

      Ecco il Sé si è mosso ed è bianco, va verso sinistra. Finora pareva inesistente ho solo pensato ma io sto lì con due anziani? Pensa che cretina. Magari le è piaciuto l'ultima parola! In realtà alla sinistra dove lui va è un uomo solido in borghese, è dal passato.

     

      Ennesimo caso di prepotenza a prescindere dalla povertà, a chi giova mantenerla da millenni? Ai comuni mortali sicuramente non serve. Questa volta un prete da Caritas approfittava dai migranti. E queste persone ci parlano di spiritualità e di moralità?! Siamo nel secolo XXI eppure è tanta povertà, sfruttamento ed ignoranza che andrebbero bene per l'evo medio ma non per adesso.

     

       Davanti a me è un tipo di monaco di rito orientale con velo nero, ha nelle mani un bambinello di 2-3 anni.

     

    Secondo me in tutte le chiese succedono vari miserie, per secoli la legge per loro non esisteva anzi la facevano. Fortunatamente adesso sì la legge funziona e l'internet ci informa velocissimo di tutto ciò. Che meraviglia è l'internet da questo punto di vista.

     

      Vado in un altra dimensione, vado in pace senza il quotidiano affanno del essere umano il sé molto desideroso aiutarmi fa il segno del laccio alla gola, davanti a me vedo una persona in grigio appiccicata così poi il sé tira dal indietro di me un cavaliere giovane, capelli bruni, ha il manatello bianco con la croce rossa di Malta. I templari? Beh come altri migliaia anch'io ero affascinata del loro mito, qualcuno di loro è morto così? Possibile.

     

      Caspita! Sono stata uno di loro e ho fatto una fine così? Abbiamo passato di tutte nelle nostre vite passate nel bene e nel male abbiamo esperienze indimenticabili e il Sé al momento opportuno ci le ricorderà.

     

     

    Io ho da risolvere le mie, il mio morale non è tra i migliori in questi giorni

     

      Il Sé apre il mio corpo siccome fosse una carcassa, è bianca fuori ma dentro è tutto nero.

     

    Ti pareva che trasformare la biologia fosse una passeggiata.

     

     

     

     

     

      Martedì, 10.07.2018

     

     

    Corina come un ombra è davanti a me chiedendomi:

     

      - Allora?! Non ti hanno più cercato?

       - A luglio.

     

      Mi vedo come un ombra indietro di lei chiamando “Dani! Dani!”

     

     

      Qui sono delle ombre da integrare, a lavoro non era nessuno con un nome così ed è vero le avevo detto di allora che in luglio io me ne vado non ho più pazienza.

     

     

      Non ho fatto una passeggiata da 3 settimane, questo posto è troppo stretto per me da più punti di vista e la mancanza di attività fisica è uno di essi. Mi sono incontrata con lei andando in città in 18 giugno e di allora mi la tiro indecisa sul da fare andando in stress.

     

     

    Che poi era facile mettermi nel gioco della continua sopravvivenza casa/lavoro, spinge di là e di qua, spostati di qua e di là. E' vero io posso farla in qualsiasi momento, mi manca però il senso di tutto ciò

     

        la società si è costruita sulle leggi del economia.

     

      Mi risuonano le parole di Emilio del Giudice.

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

    Sopravvivenza e competizione, e tutta la nostra energia viene sprecata in questo modo.

     

    Ed ecco Nadav con un interessante punto di vista per la donna, l'eterno enigma che sta lì a pungerci da millenni:

     

    "Le donne hanno una elevata potenza segreta, ma non capiscono abbastanza cosa sia, perché usano dei modelli maschili per interpretarla.

    la potenza segreta è la sua dualità

    l'uomo entra da una porta sola

    la donna attraverso due porte"

     

    (da una lezione di Joel Bakts)

     

     

      Penso che lui abbia ragione, solo che da questi parti la donna ha perso la sua identità da mille anni. Solo nel evo medio è stato il dibattito teologico se lei avesse anima or no, ovvio non capivano la sua diversità: i teologi da migliaia anni sono uomini.

     

       Le leggi del economia cioè della competizione appartengono al maschile, quelle della biologia sono di matrice femminile. In genesi, quindi da 5-6 mille anni, sono state gettate le basi del economia attuale: la merce ( compresso l'essere umano), l'oro, il salario, l'eliminazione del nemico ecc. Onestamente anch'io sono competitiva.

     

     

       Questo mio sé è un po strano questi giorni basta vado a farmi un giro di 3-4 giorni, ma io sto lì a far cosa?! Il sé diventa scontento guardandomi con severità. Manaccia ma non posso più muovermi da nessuna parte? Che poi se sono tante immagini riescono confondermi, e che dire anche del cuore che si manifesta a suo modo? Mi da l'impressione che fossero dappertutto solo dei problemi ed io devo fare del mio meglio evitarli.

     

    Vado per due passi e al negozio ecco la cognata di Loretta: Elena. L'ho evitata, non è una persona di mio gradimento.

     

       - E cosa diceva Elena?

        - Non ho parlato con lei, solo l'ho vista.

        - Quanto si vive si deve parlare con tutti.

       - Chi l'ha detto? Sono i parenti di Loretta, non i miei.

       - Zitta.

     

      Poverina anziana non sa che devi stabilire anche dei confini nella vita. Comunque  pur senile non smette mai di dire a sinistra e a destra cosa si dovrebbe fare e cosa no.

     

      Ma io non c'è la faccio a stare ancora ferma partit in nero è alla sinistra del mio viso. Non ho mai capito questa parola eppure ogni tanto viene.

     

    Ecco ho trovato, è una parola rumena (bot. a proposito di foglie) le cui profonde scanalature raggiungono il picciolo. [<Fr. Parti]. / con profonde tacche vicino al picciolo.

     

    Comunque la trovo strana, cosa centra con me?

     

    L'anziana con tanto di scontento racconta al vecchio:

     

      - Dirò delle belle a Loretta quando verrà qua. Qualcuno mi ha detto che per la colpa di Van si è rotta la gamba Sofia, sempre per sua colpa nel estate scorso Emi aveva la mano rotta e adesso sta minacciando Riana che le taglierà la gola. Ma so io cosi stupida è Loretta?!

      - E loro dicevano che Iris...

       - Lascia stare le dirò delle belle quando verrà qua. Ma cose del genere succedono nella nostra famiglia?!

     

      Che i cognati sono parecchio aggressivi con i bambini e le sorelle sono assente lo so già, tuttavia qui trovo che sia una grande esagerazione. Poi dice anche a me:

     

       - Iris, dirò a Oriana cosa fa Loretta.

       - Perché lei è migliore?

       - Ma lei ammazza i bambini?!

     

      A parte che qui si parlava di Van, non di Loretta. In somma sono i loro affari, ma io un lavoro lo troverò per qualche mesetto, il sé si mostra mortificato.

     

    In questo caso io rimango bloccata qua insoddisfatta e annoiata?! Trovo strano.

     

     

     

     

      Mercoledì, 11.07.2018

     

     

      Un astrologa ci rimanda indietro al 2 gennaio, la luna nuova del 13 luglio si collega a quello che abbiamo fatto allora. Allora ho scelto l'autonomia di là delle insistenze dei vecchi e ho fatto benissimo, andavo verso lavoro in Germania.

     

       - Iris metterei dei fagioli, ma con le lumache...

       - Mettile.

       - C'è veleno in Italia per esse.

     

      Ancora Italia? Ed io sempre qua, vado in ridicolo con conflitti inutili una cosa or si fa or non si fa e finita lì.

     

    Vado a negozio alle sue insistenze, il centro è pieno di macchine:

     

        - Corina ma cos'è con queste macchine qua?

        - Non lavorano e stano a guardare i bambini.

        - ?!

     

       E' l''estate ragazzi nel cortile della chiesa.

     

     

    Vero questa sì che mi serve:

     

    Permettetemi di farvi questa domanda: vi ricordate com’è l’essere monaci? Vi ricordate quando strisciavate per terra, le vite passate in cui regalavate tutto? A quei tempi era la cosa spiritualmente giusta da fare. Era coerente con la vostra cultura. A quel tempo non facevate altro che dare, dare e dare. Ora quel residuo della vostra vita passata vi fa pensare che sia ancora onorevole fare così, ma l’energia del pianeta non appoggerà più il residuo della vostra vita passata. Ciò che state veramente facendo, da un punto di vista metafisico, è inviare un messaggio duro. Voi “onorerete” voi stessi finendo in povertà e allora non sarete più in grado di aiutare nessuno! Decidendo di non farvi pagare per il vostro lavoro, non fate altro che stabilire il valore di ciò che fate! Il vostro corpo l’ha sentito, e anche quelli che vi stanno intorno l’hanno sentito, e anche il vostro lato spirituale l’ha sentito. E raccoglierete ciò che avete seminato, perché avete detto a tutti che ciò che fate non ha valore! Quindi, avendo stabilito l’intenzione, il sostentamento sarà difficile, perché lo avete voluto voi.

     

     

     

     

     

      

     

     

       Ecco ciò che dovete sapere: il sostentamento è vostro! È abbondanza e a essa è collegato l’equilibrio. Nei cosiddetti luoghi altamente spirituali, c’è il detto per il quale un Umano che vive nell’abbondanza non può essere illuminato, così come non è possibile far passare un cammello per la cruna di un ago. Ecco una sfida per chi di voi ha studiato molto. Andate a cercare quella frase com’è stata scritta originariamente. La troverete nei Rotoli e scoprirete che nel linguaggio di quell’epoca non voleva affatto dire questo! Piuttosto, la frase si riferisce alle energie di quei tempi, laddove i significati erano molto diversi. Ma com’è conveniente per chi sta nei comparti mantenervi poveri, non è vero? Perché così loro hanno – letteralmente – il controllo dell’abbondanza. (...)

     

    Kryon -

     

     

      Mi sento proprio sotto pressione.

     

        Questa persona con capelli ricci non è mai stata presente da anni, lo incontravo ogni tanto a Borgo. Devo dire la verità che io in Italia delle stranezze sì che ho incontrato, nel bene e nel male.

     

     

      Ecco là ho incontrato anche i musicisti dal sud America a Roma e a Pinolo, ero insieme a Franco e Oriana. Questo brano è in verità stupendo!

     

     

     

     

     

     

     

     

     

       Una persona enorme, vedo solo il busto e non è molto chiaro, ha carta bianca nelle mani.

     

     

     

     

       Giovedì, 12.07.2018

     

    Il sogno può essere conseguenza dei testi letti, in questi giorni si riaffaccia con forza la domanda ma alla fine cos'è la donna? E' solo una macchina da riproduzione?!

     

    E' una zona di luce. Lì ci sono 3-4 energie maschile, come giovane persone molto magre e indefinibile, pare che sia un mio profondo pensiero Cosa sanno i teologi?!”

     

     

    Sin dal mattino sento voci femminili del posto dandosi con il presupposto, lei (cioè io) ha dei diavoli. Tanta ignoranza lascia sgomento E siamo nel secolo XXI!

     

    Ecco cosa sanno i teologi! Hanno riempito la mente di miliardi di persone e per millenni con stupidaggine. Questa vuol dire che un protestante appartiene alla parte opposta. Tutti pensano che siano in giusto ma alla fine nessuna detiene la verità, tutte le chiese girano intorno.

     

     

    In somma è il mese di Maria Maddalena ed è un po di agitazione in web, ognuno dice la sua. Dal mio punto di vista il cristianesimo è ambiguo su qualsiasi cosa. A quanto mi ricordo a Desenzano del Garda ho visto il duomo di Maria Maddalena dal 1611, non è che hanno aspettato il papa del 2017 per dichiararla santa. Lei era già santa e non lo era, una roba così indefinibile.

     

     

    L'anziana non sa come cavarsela, chi le ha detto di Van l'ha messo giurare che non dirà mai il suo nome. Così che trova altri metodi per arrivare a ciò che vuole.

     

      - Iris, quello che ho detto di Van è una mia invenzione. Non mi ha detto nessuno niente.

       - Non è vero, qualcuno ti ha detto può darsi la cognata.

        - No, è una mia invenzione.

        - Lascia stare tutti sappiamo che lui si comporta brutto con i bambini e lei è assente.

         - Sapevate già?

        - Certo. Io e Corina siamo state da loro per buon tempo, anche Oriana lo sa.

     

     

    Questa donna è stata una sciagura per una vita, eppur sapendola ho fatto il suo gioco. Ambigua la sua chiesa, ambigua anche lei: da dove valori morali? Adesso dirà a Loretta che lei sa tutte queste cose da me, solitamente fa così mette al riparo la fonte iniziale.

     

    In somma sto perdendo tempo con stupidaggine, tanto tempo.

     

    Ecco qualcosa che non condivido con Sibaldi: i sogni. Il suo approccio è troppo scientifico. Invece condivido ben volentieri il pensiero di Edgar Cayce perché l'ho sperimentato già: quello che è importante per noi davvero ci appare per prima nel sogno e possono essere anche anni.

     

    Edgar Cayce ripeté che non esiste nulla di importante per noi che non ci appaia prima in sogno.

    Egli affermò: “I sogni sono una manifestazione del subconscio. Tutto quello che diventa realtà è dapprima visto in sogno”

     

     

    Domani è la luna nuova e iniziano nuovi cicli, inizierò anch'io qualcuno.

     

     

    Questa è una giovane donna del posto possibile qualche commessa di Walter, mi sembrano molto più ottuse le giovane donne “Iris? Sta a far niente, sta con la porta chiusa e scrive ogni giorno. Mi da del lei. Iris? Sì, le piacciono i bambini. E' impazzita da questo divorzio. Ti la faccio vedere.”

     

     

    Va bene adesso posso prendere vacanza di me stessa, per adesso è abbastanza quanto ho fatto con il sito la guida animica piccola sta srotolando un enorme rotolo di carta bianca, ecco un rotolo lo abbiamo fatto già e non è poco.

     

     

     

     

    Venerdì, 13.07.2018

     

     

      Un suono sgradevole indietro della mia testa mi sveglia in piena notte.

     

      Alla sinistra sento Loretta e Walter molto scontenti con "è nervosa, è nervosa."

     

     

    Mi sono addormentata molto tardi Marte rossastro era visibile in tutto il suo splendore.

     

    Poi faceva caldissimo anche in tarda serata 25-26 gradi, mi sveglia questo strano suono in piena notte e mi sveglio anche molto presto poco dopo le 6. Che dire sono poco riposata pur essendo in vacanza da mesi.

     

    La musica che collego sempre a Italia, ma che bel nome ha: i colori del arcobaleno.

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

       "deve vestirti nei colori del arcobaleno" un messaggio che ho ricevuto nel sogno in 2005 - 2006.

     

       Questa sì mi va bene come significato per la luna nuova in casa IV, magari mi sono svegliata proprio alla sua esatta congiunzione cioè alle 3-4 del mattino.

     

     

    Migliorerete la relazione con i vostri cari esprimendo sentimenti più veri e lasciandovi andare a emozioni più profonde. Desidererete maggiore intimità e sentirete il bisogno di avere intorno a voi persone che vi supportano e vi proteggono. Sarete più intuitivi, perciò fidatevi della vostra prima impressione! Sarà un buon momento anche per vendere o comprare casa, per traslocare o per chiedere prestiti e fare progetti a lungo termine.”

     

     

    L'esperienza di stanotte può avere legame con quella di 2 anni fa, quando qui era strettissimo. In somma a me è passato in testa di andarmene per qualche giorno in Italia e finita lì, poi ho rinunciato in finale sono andata a lavoro e così ho capito Germania è stata una scelta per ambizione.

     

     

     

      L'anziana oggi da numeri, domani è il matrimonio della sua nipote che abita proprio qua, al quale saranno presenti tutte le altre nipote e le sue figlie non saranno lì. Ma questa donna è proprio mal andata, è andata fin lì per chiedere dei dettagli:

     

     - Iris, ho chiesto da Tamara se ha invitato tutte le nipote.

      - Ha detto di no, lei è sola e non si può occupare di troppa gente.

     

     

       Trasformazione vuol dire cambiare l'ambiente sta dicendo qualcuno. Penso che lui abbia ragione, se non è qualcosa cambiato al esteriore il lavoro interiore non ha rilevanza, non è nulla di concreto.

     

     

    Questa strana pressione ha un altra fonte alla destra vedo i due massoni che ho conosciuto a Borgo anche allora finita in una mezza schiavitù per il mio desiderio di guadagnare meglio. Sapevo già dove sto andando ma l'ho fatto lo stesso. Ne ho incontrato di tutti i colori in Italia.

     

    D'altra parte sono un continuo soggetto di discussione sul posto, ognuno da con il presupposto. “E' in vacanza?! Ma ha contratto? Laura ha detto che Iris non ha contratto e lei lo sa.”

     

    E quale è il loro problema?!

     

    Io d'altra parte mi sto perdendo la pazienza, questa roba con “il Sé vi tiene sul posto fino integrate le nuove conoscenze” inizia a starmi stretta anche.

     

       Cosi che dico alla madre:

     

      - Io la prossima settimana vado via.

       - Non aspetti Oriana?

       - No, l'estate fra poco sta finendo.

       - Vai dove sei stata?

       - No, ad un altro e non cercarmi più al telefono. Qui serve una donna una volta a settimana.

       - Ma tu non vieni dopo 2 mesi indietro?

        - No, non vengo più.

     

    In effetti non c'è la faccio più in questo ritmo, sono anni che faccio avanti – indietro e sono più qua che altrove.

     

       Ho questo stato pressante e stressante da settimane, non riesco più eliminarlo.

     

    E ne sento delle belle a livello del pensiero maggioranza hanno da fare con il sesso e la religione. Qui è densa l'energia, quasi tutti mi stanno appiccicati addosso in un modo or altro, io al estero raramente sento una roba così.

     

     

    Mi ricordo quel passo dai vangeli con il paralitico che vuole guarire ma non c'è la fa ad arrivare al guaritore così che gli amici lo portano lì. Beh io ero in Italia allora e può darsì dopo la mia scapata qua con l'intenzione Gerrmania cioè nel lontano 2008.

     

      E non so questa persona chi è, non l'ho mai vista fino in questi giorni, è enorme e oggi mi guarda con compassione, ha anche lui il mantello nero che per me è un simbolo.

     

     

     

     

      

      Domenica, 15.07.2018

     

     

       Va bene mi pareva che i miei occhi si stessero trasformando tanto, è la prima cosa visibile nella trasformazione del corpo fisico.

     

    Fino oggi non ho guardato al simbolo delle Fratellanza Universale: è una ancora. Anche questo simbolo era apparso anni fa nel mio caffè, ovviamente nessuna di noi due sapeva interpretarlo.

     

     

      “L’epoca in cui, per evolvere e pensare alla propria salvezza, si credeva di dover vivere in solitudine, è ormai finita. Stiamo entrando nell’era della fratellanza. Gli esseri umani non debbono più creare delle separazioni fra loro, ma camminare insieme fianco a fianco per creare sulla terra una fratellanza universale in seno alla quale tutti formeranno una grande famiglia.

     

     

     

     

     

     

     

     

       Allora le frontiere cadranno e invece di fare tante spese inutili per proteggersi gli uni dagli altri, i popoli vivranno nell’abbondanza e nella pace. Queste sono le idee che ispirano l’insegnamento della Fratellanza Bianca Universale, perché il nostro scopo è quello di svilupparci su tutti i piani per diventare degli esempi, camminando tutti insieme, uniti dall’amore che Dio ha voluto ci fosse fra tutti gli esseri umani. Il nostro ideale è vivere in armonia nella vita collettiva, poiché in essa si trovano tutte le benedizioni.”

     

      Sì Aïvanhov ha ragione con la solitudine, anche Kryon ha detto che i monasteri e le fabbriche spariranno l'evoluzione è relazioni. Ed io quando vengo qua mi ritiro dal mondo, per un tempo riesco occuparmi del sito poi bang vado in giù.

     

     

     

       Ed ecco Diana tornata dalla Spagna, seppure le frontiere sono cadute abbiamo la possibilità di girare il mondo.

     

    “8 milioni?”  Non ho mai capito cosa sia con questa somma nei discorsi dei famigliari, generalmente è uno stipendio in Romania.

     

      La madre torna dal matrimonio con delle novità:

     

       - Iris, la nipote T è andata in Italia con la sua figlia.

      - Ha dei figli là?

      - Sì.

     

    Ecco tutti viaggiano, si spostano, io invece aspetto non si sa cosa. Penso alla partenza sì è vero, tuttavia il sé sta li davanti a me per niente contento sentirmi.

     

     

       Mio amico è alla sinistra e davanti a me è una zona di luce e questo nuovo signore, il viso non è molto chiaro per me, è lì in piedi. Non so se è un altra guida, or è semplicemente una persona implicata in questa antica tradizione, il mantello nero lo ha sulle spalle. Che poi molti in essa non ci sono. Comunque il Sé è piccolo rispetto a questa immensità, ed è scontento per questa persona or per i miei odierni pensieri limitanti?

     

     

     

    Lunedì, 16.07.2018

     

    In 14.07 è apparso uno splendido crop circle in Inghilterra, per me è stata una giornata estremamente tesa. In effetti non ho fatto proprio nulla in quel giorno.

     

     

     

     

     

     

       

     

     

        Ed ecco Corina in visita per colpa del vecchio, lui non ha più forza fisica ma non vuole accettare e lei le ha dato una mano.

     

    In somma l'anziana dice anche lei di Van:

     

       - Guarda che quel pazzo ammazza i bambini.

       - Smetti con queste cose! Vuoi che Loretta non passasse più di qua?!

       - Corina ma se è vero.

       - E' vero, cosa? Tu hai da dire a tutti i generi qualcosa. Hai dimenticato come ci picchiavi?

       - ?!

     

    L'anziana ci ha provato, in idea che Corina sapesse meglio cosa succede là. Io non faccio di meno:

     

     

       - Corina tutti di qua sono violenti e lo sono anche quando si spostano altrove.

       - Eh lascia che non è così, la gente cambia.

     

    In somma l'anziana poi passa a un altro "suo" blocco: il divorzio mio e altrui.

     

       -  Tu perché hai divorziato?

        - Senti, voi siete state sposate dai genitori con uomini insopportabili, chiesa vi ha detto di fare dei figli e voi vi siete date da fare almeno il paradiso guadagnarlo. Adesso non vi spiegate perché le donne hanno tanta libertà e voi non.

     

       Ma puoi dirle mille volte a giorno lei non si chiede mai niente, come in automatico ripete fino a nausea le stesse cose non senso. Interviene Corina per incoraggiarla:

     

       - Lascia mamma in un altra vita deciderai tu cosa fai e come vivi, in questa ti è andata così.

       - Un altra vita?!

     

     

     

    Ho questo stress enorme, uno stato teso sin dal mattino escludo cause esterne in effetti la mia schiena è luce solida. Mi sto trasformando è vero, tuttavia ti viene qualche volta a chiedere un time out cioè andartene lontano.

     

      Ma che agitata è la gente del posto, cielo! Sento una voce maschile possibile di Walter “Michela, Michela”. Poi quella di Loretta “Marcella, Marcella.”

     

    Tutte due sono commesse qua perciò ci incontriamo almeno una volta a settimana. Irrilevante.

     

    La musica del sito, Chevaliers de San Greal, ma mi sto proprio occupando di esso.

     

     

    Sono sempre al punto di partenza cioè qua, senza essere arrivata da nessuna parte. Ed io sto li per questo cazzo di sito? Il Sé mi guarda molto arrabbiato, è scontento sentirmi parlando così. Non c'è la faccio più a star ferma devo muovermi da qualche parte. Dal cuore pare che uscissero 3 colombe bianche, hanno da fare con cosa?

     

     

     

     

    Martedì, 17.07.2018

     

    Europass, ti spiace ma questa è” Questa gente del posto che non sa cosa farsene con la mente e il tempo libero che ha.

     

      Ecco sì Luigi ha fatto il suo percorso e oggi fa una stupenda sintesi di esso. E' vero anch'io dico spesso che ho perso 15 anni della mai vita facendo cosa? Ritrovare me stessa.

     

    Bene, in Italia la stessa agenzia va martedì e venerdì, eppure sul loro sito era solo un giorno a settimana.

     

     

    Ha dei diavoli”, aiuto quanta ignoranza c'è nei gruppi religiosi e qui è proprio tanta e sono maggioranza donne.

     

    Aspetto che intervenissero gli angeli?

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

      - Iris domani prepari tu il pranzo?

       - Non lo so, vado in città.

       - Ma vai al mattino?

       - Vedrò.

     

     

     

     

    Mercoledì, 18.07.2018

     

     

    Ed eccola qua oggi è uscita dal cortile: è stata alla messa. Come dico “me ne vado” lei inizia muoversi, diventa agitata. E' vero non hanno più forza fisica per le faccende domestiche, tuttavia qui serve una donna che venisse da loro ogni tanto.

     

     

      E mi la tiravo da mesi con la partenza, ecco adesso sì che vengo spinta, Oriana telefona per dirci:

     

       - Sister arriviamo in 20 non in 24.

       - E come mai ci stai dicendo solo adesso?

       - Non ho più guardato ai biglietti per aereo.

     

    In somma, va bene il pullman va via sia in 24 che in 20. Gli operai sono ancora qua, un bel casino come 2 anni fa quando qui era stretto ed io apposto di andarmene a farmi un giro sono rimasta qua a sentire stupidaggine.

     

       Il sé è scuro come un ombra, cosa non li va? L'agitazione di qua? La mia partenza affrettata? Che poi “affrettata” è un modo di dire, sono qua da 4 mesi.

     

     

    Fantastico questo articolo, ecco proprio qua si parla di una sincronicità che a me sfugge come significato.

     

     

    18.07.2018 - Drago Rosso Intonante, Kin 161 - cosa vuol dire essere forti? Il Drago e’ una creatura potentissima, la sua tana si trova nelle viscere della Terra, a contatto con il fuoco tellurico del pianeta. Ogni volta che il Drago ritorna lungo i giorni possiamo assaggiare la qualità della nostra forza. Cosa vuol dire essere forti? Resistere alla forza della vita che vuole spostarci altrove? Contrarsi nel sopportare i pesi per non farsi schiacciare? Può darsi. Ho visto su di me come la forza sia la Presenza, il respiro placido in mezzo ai flussi in movimento. Ho visto che i flussi servono a plasmare la densità accumulata nella forma necessaria per navigare in questa dimensione, il corpo fisico, allora la forza si sviluppa nell’assecondare il flusso che sincronicamente porta eventi e incontri precisi e perfetti per quel momento di vita. Come accorgersi di tutto questo? La Presenza si coltiva con il respiro connesso con il ventre, un respiro ampio che ci aiuta a stare, che radica fin dentro le gambe, le nostre radici, un respiro che include e che dice si’ alla vita. Com’è stata la nostra nascita? Le sue qualità descriveranno la modalità di base di come vivremo. Il modo in cui dicemmo si’ alla vita allora determina il nostro si’ oggi alla Forza.

     

     

     

     

     

     


    In questo Corridoio delle Eclissi la Forza sta venendo fuori perché stiamo assecondando tanti processi potenti di liberazione delle memorie che hanno dato un imprinting distorto ad alcune facoltà individuali. E’ ora di riportare il corpo fisico in equilibrio quale atto di amore verso noi stessi e tutto ciò che abbiamo creato nella vita, a qualunque livello. Il Drago Rosso Intonante e’ la Forza di far nascere qualcosa di nuovo. Cosa mai sta nascendo se non una nuova forma della nostra Essenza? Forse non è un momento dei più semplici eppure ha una bellezza unica e potente - quella della Sincronicita’ che tesse una rete dorata di vita e creatività intorno a noi e finalmente la vediamo, ne siamo consapevoli. E allora chiediamoci cosa voler creare per noi ora, qualcosa che sgorghi forte dal cuore e che porti arcobaleni nella nostra vita. Tutto e’ in noi. Nulla manca. Tutto e’ perfetto. Focalizziamo lo sguardo e prendiamone atto.
    In lak’ech!

     

    Stefania Marineli

     

     

        Vado in città, l'anziana era preoccupata di mettere le sue cose apposto prima che me ne andassi così che ho fatto tardi per me.

     

    In pullman sentivo Walter e Oriana:

     

      - Manca di buon senso, stava nella vostra casa e scriveva.

       - Ho annunciato già la mamma che arrivo un po prima.”

     

      In questa famiglia, me compresa, la comunicazione non è un punto forte. Oriana ci avvisa in mattinata del suo arrivo un po prima, io dico agli operai stasera:

     

       - Mia sorella arriva venerdì sera, ci ha telefonato stamattina.

       - Ah sì?! Franco mi ha detto domenica.

     

    In somma... Come non sapere tutti che in questa famiglia tutto si fa di nascosto?!

     

     

     Giorgio condivide proprio adesso un testo che a da fare con la gregge e il allontanarsi.

     

       Alla sera sento Oriana con Giulio:

     

       "- Lei scrive ogni giorno.

       - Oriana, lei è ammalata."

     

     

     

     

     

      Giovedì, 19.07.2018

     

     

       Se avevo dei dubbi che non so più dopo quale di loro guidarmi, il cuore, il Sé or guida animica? Finisco in confusione, non mi pare che fossero d'accordo in tutto or io non li capisco.

     

         " Il principio che ha creato LA VITA qui è lo stesso principio che lo ha creato ovunque.

    Siete progettati per essere divini, lo sapevate questo? Voglio dirvi una cosa: voi siete progettati per vivere per sempre. rinnovandovi ogni cellula continua a procedere e in particolare il divino in voi, quando inizia a riequilibrare la struttura cellulare ne crea di nuove, arriva fino al piano originario che è non invecchiare mai e voi non invecchiate mai.

    "Kryon, come facciamo con la sovrappopolazione se non invecchiamo mai?"

    Vi do un indizio: i Pleiadiani hanno 3 pianeti. Vi dice qualcosa? Imparate a spostarvi, imparate a conoscere l’universo. Non è difficile, non è un problema, è meraviglioso. Un Pleiadiano è la cosa più vicina ad un Angelo che voi abbiate mai visto nella vostra vita. Loro funzionano al 88%, hanno il controllo della materia fisica e sono collegati (grazie all'entanglement) con ogni cosa a cui vogliono connettersi. L’anima umana è il massimo della fisica divina,  controlla ogni cosa, il Creatore è nell'Anima. Il Creatore è il Maestro della fisica dell’universo.

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

       Se voi siete l’88% di questo, avete il controllo su ogni cosa. Questo è il seme che avete dentro di voi.

    Com’è la società? potreste chiedere. Non c’è alcuna società. È superata. c'è solo...l’unione dell’Amore. La cosa più vicina ad un Angelo che voi abbiate mai visto: 88% della Sorgente Creativa, per 2 milioni di anni.

    I Pleiadiani hanno ricevuto il seme da altri. Abbiamo parlato di Orione e Arturo loro sono stati i vostri nonni, e prima di loro c’è stato qualcuno di cui non avete nemmeno mai sentito parlare. Loro ci hanno messo un milione di anni o più.

    Capite che in un pianeta che ha più di 4 miliardi di anni voi siete dei novellini? Siete davvero i nuovi arrivati, immaginate cosa succede nella vostra galassia, avete idea di quanto sia lungo un milione di anni?

    Immaginate cosa accadde

       Questo è l’unico pianeta della libera scelta in questa galassia in questo momento, miei cari, lo sapete?

      E avete appena superato la linea di demarcazione, e tutta la vita in questa galassia che ha un DNA Divino, sa di voi. Il segnale è stato inviato. Vi dirò che cosa porta tutto ciò: porta celebrazione, speranza, visitatori ed aiuto.

     

        Il sistema inizia, ecco perché abbiamo detto tutto questo sull’anima. Voglio parlarvi del sistema.

    Il mio partner ha passato la giornata parlandovi dell’evoluzione. L’evoluzione spirituale nella struttura cellulare del vostro corpo crea una relazione simbiotica con il vostro DNA, la vostra akasha, intuizione, tutte queste cose. E lui non ha mai parlato davvero dell’anima, perché ancora non gli avevamo dato ancora questo.

      Il sistema dell’evoluzione spirituale arriva attraverso l’anima. Punto.

      Non arriva attraverso la pineale, la pineale sente il Sé Superiore, l’intuizione sente il Sé Superiore,

    ma è l’anima che consegna le informazioni.”


       Kryon

     

     

     

       Ed è un tempo misero, sta tanto piovendo ed io sono proprio pressata muovermi. Quando sono pressata qualcosa in realtà non mi va sul verso giusto in effetti mi vedo come una piccola zingara uscendo sul cancello. Anche così ho detto di sì sia al autista che al agenzia, partenza resta per domani mattina alle 6.

     

     

       Continuo con calcoli mentali e indecisione, pur vedendo che per adesso un altra soluzione non c'è, così che vedo il pastore molto grande a poca distanza di me. Va beh lui mi legge i pensieri, non è che non sapessi già cosa intendo fare or non fare.

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     X- Integrazione -

     

    separazione
    telepatia
    fiamma viola
    la pace
    eredità
    avvertimento
    discernimento
    dubbi
    scatole
    simbolo
    rivoluzione
    gallery/yin-yang-symbol
    un secondo sole
    trasferimento intergalattico
    gioia
    speciazione
    suono primordiale
    decisione
    Aivanhov
    masacro religioso
    eredità
    coscienza
    l'uomo nuovo
    abbondanza
    pleiadiano
    guarigione
    reincarnazione
    genesi