Angeli con le ali spezzate
Sotto la pressione del tempo e del destino
I - PERCORSO -II - DACCAPO -

0 - IO SONO
1 - Chi sei TU?
2 - Specchio
3 - Connessi
4 - Chiarezza
5 - Potere
6 - Ferite
7 - Radice
8 - Fiaccola
9 - Sovranità
10 - Amicizia
11 - Sorgente
12 - Casa
13 - Ricchezza
14 - Felicità
15 - Gratitudine
16 - Alleanza
17 - Gioia
18 - Libertà
19 - Cuore
20 - Angeli
22 - Dei
23 - Energia
24 - Ego
25 - Eternità
27 - Saggezza
28 - Internet
29 - Avidità
32 - Morte
31 - Sessualità
33 - Channeling
34 - Paura
35 - Scelta
36 - Silenzio
37 - Graal
38 - Egitto
40 - Confusione
42 - Verità
43 - Madre Terra
44 - Denaro
45 - Rivoluzione
46 - Creatore
47 - Trasformazione
48 - Armonia
49 - Maestri
51 - India
52 - Lavoro
53 - Miracoli
54 - Acqua
55 - Guarigione
56 - Nome
58 - Volontà
59 - Condivisione
60 - Giudizio
64 - Evoluzione
67 - Ebrei
69 - Dolore
73 - Coraggio
74 - Conoscenza
75 - Futuro
76 - Fede
78 - Dignità
81 - Modelli
83 - Trinità
84 - Libero arbitrio
88 - Laicità
91 - Serenità
101 - Babilonia
106 - Volontariato
115 - Razzismo
126 - Consapevolezza
131 - Solidarietà
163 - Eresia
167 - Ricerca
172 - Dio
173 - Nemico
193 - Volontà
197 - Celebrità


16 - Alleanza






















17 Disse Dio a Noè: “Questo è il segno dell'alleanza che io ho stabilito tra me e ogni carne che è sulla terra».

Libro della Genesi – 9, 8-17



Domenica, 11 ottobre

Abbiamo finito subito e con la gratitudine. Mi fa pensare se così andrò che non starò più come alla prima pagina per settimane intere ma diventa più conciso ogni giorno e ogni soggetto, direi che faccio dei progressi e capisco le cose più facilmente, almeno mi lo auguro.

Normalmente doveva essere una giornata buona di chiusura di un ciclo di 14 giorni, guarderò poi se al primo quadrato è successo qualcosa di particolare.

Oggi il mio amico con volto scuro, la guida, si è fatto visto.
è divertente che così lo ha visto e Bibi in caffè e davanti a lui era un bambino. Ancora non mi fermo in silenzio per
capire esattamente perché si fa sentito se è un motivo. Di solito suo arrivo è di seguito a un mio pensiero, ma come penso tantissimo e velocissimo, sì occorre fermarmi.

Essendo la festa del oratorio e la messa fatta lì all'aria aperta, sono scesa e ho fatto bene, la sermone molto breve è stata fata del prete M. Ho chiesto a Bibi che cosa pensava che mancasse nel suo discorso.

- La fede?!


Infatti mancava l'essenziale. Lui ha detto fidarsi delle persone che ci sono accanto e affidarsi a Dio, mancava completamente la fiducia in se stesso. Qualcuno direbbe che la seconda decisamente è la stessa cosa, ma no lo è. Quanto tempo tutto viene dal esteriore che siano delle persone or qualche dio non importa, non è toccato il punto essenziale di avere ognuno di noi fiducia in se stesso, nel suo potere interiore. Del resto lo stesso discorso con Gesù ecc. Passava un gruppo di persone più scure:

- Ecco i marocchini.
- Perché hai detto così?
- Sono arroganti!
- Non sono arroganti. Hanno fiducia in loro stessi.
- Non come noi...

Se da piccolo sei insegnato che Dio ti ama e ti ha fatto nella forma perfetta come altrimenti puoi crescere se non così: dritto e con fiducia in te stesso?
A dispetto di noi i cristiani con la colpa sin dalla nascita di peccatori e dobbiamo fare quello or qualcos'altro per amarci, giustamente siamo debolissimi e il nostro cammino è molto arduo.
Bibbi appena ritornata dal paese parlava utilizzando la parola peccato, la abbiamo attenzionata che qui noi non lo utilizziamo più. E si parlava di una cosa veramente banale. Il mio nipote, cioè il suo figlio, aveva sbattuto un tappetino la domenica! Pensa alle cose più grandi e davvero importante come ci sfuggono avendo la mente bloccata in banalità.

Fiducia in se stesso è uguale con avere fiducia in Dio, avere fiducia nel Universo e in Tutto quello che è.

Al'inizio avevo scritto come titolo di pagina appunto la Fede, poi mi sono ripensata visto che oggi tutti 3 preti avevano sui loro vestiti bianchi i colori del arcobaleno, perché non utilizzare e qui il simbolo della luce? L'alleanza tra noi e Tutto quello che è. Siamo collaboratori consapevoli del universo or comunque dovevamo esserlo. Strano è che Bibi aveva parlato con una signora che a suo torno aveva letto Corano:

- Guarda che i nostri preti ci hanno mentito!

Ci hanno manipolato di ogni tipo e sotto ogni pretesto con secondi fini, letteralmente la religione cristiana ci ha allontanati da Dio. E continua anche adesso, e il solo modo in quale tutto questo possa succedere è la nostra ignoranza.

"Nel nome della rosa" mostrava esattamente questo aspetto, in quella biblioteca ricca dal monastero cattolico piemontese, esistevano dei libri sì rari e interessanti ma qualcuno era geloso e voleva il potere della conoscenza solo per se stesso. Vi ricordate che era vietata la gioia? Marco mi aveva confermato di non sapere a ballare
perché a suo tempo cioè 50 anni fa non di più, le persone quale ballavano e si divertivano erano considerate immorale. Dico che appartiene in qualche modo alla vostra coltura personale e coelttiva, avendo la testimonianza del pastore. E ai valdesi si salutavano in passato con:

- Non dimenticare che morrai.

Penso che avevano veramente una buona giornata con questo tipo di saluto! Né una e né altra grazie cielo, sono state nella piccola comunità cattolica dov'è io sono nata. Mia madre avendo la stessa età di Marco ballava nella sua gioventù come lo fa e oggi.

E' un buon libro e appartiene alla vostra coltura di allora come e di oggi. E' strano che Italia abbia avuto sempre persone per aprire ad altri la via verso conoscenza e pure mi chiedo quanti italiani hanno letto questo libro.

Deve essere un motivo per quale i preti fanno dei passi assai timidi verso la propria responsabilità, io trovo strano non è che fanno i furbi e in questo soggetto? Un tipo di noi sappiamo che non è vero ma andiamo avanti con ogni costo. Esattamente come il fondatore del cristianesimo in questa forma Tertulliano aveva detto che è una sciocchezza la fondamenta della religione, ma non fa niente lo hanno utilizzato ugualmente a scapito di Origene più colto e
più vicino dalla realtà. Origene è stato maledetto e i suoi scritti sono persi, e pure come è strano anche così dopo 1800 anni tutti si lo ricordano, una figura forte senz'altro. La chiesa cattolica questo anno or l'anno scorso finalmente lo ha assolvito di questa grande sua colpa di aver preso in serio la reincarnazione cioè il potere personale di essere padroni del proprio destino e nei millenni non solo adesso. E' questa mancanza di fiducia e di consapevolezza fa delle
devastazione in tutti i nostri rapporti umani poi tra noi e la natura, noi e gli animali, noi e Tutto quello che è. Se qualcuno osserva intorno a sè e dentro di sè capisce che ci hanno spezzato vero e proprio le ali. Siamo stati ridotti a livello animalico di competizione per la minima sopravvivenza ma al massimo egoismo.

Nulla da quello che deve e può aiutare l'umanità nel suo percorso resterà occultato e nascosto a lungo tempo. Come altrimenti si possano spiegare i
eventi strani or addirittura banali tramite quale vengono alla luce del sole dei antichi documenti ormai date come perse per sempre? Come si può
spiegare di rimanere nella memoria collettiva il ricordo di una persona come Origene per esempio un persona assai affascinante che la chiesa non è mai
riuscita farla sparire ed ecco si è dichiarata vinta nel riconoscere lei il suo grave errore? E' interessante e accattivante di guardare questa dinamica nel tempo.
Come mai sono rimasti e mantenuti nella nostra memoria il loro nome e il loro esempio? Qualcuno lo abbia fatta per noi. Io avevo sentito di Origene da
astrologo in autunno 2003, non mi ricordo aver incontrato il suo nome da qualche parte prima di questa. E di allora lo trovavo dappertutto, l'affermazione di
Tertulliano la ho presa da Jung. Poi ho sentito e della intelligente mossa fata dall chiesa, in somma sono persone quale mai spariscono completamente da
questa dimensione.

 Sono contenta per oggi che i miei nipoti trattati con rispetto in pochi mesi adesso fanno altrettanto. E si ribellano giustamente quando i genitori gli
rubano il cibo dal piato. Qui ho ancora da lavorare con la mia sorella fa competizione con tutti e per tutto, ancora non ha capito che non è necessario e
infatti se vuole imparare pian piano cambierà se non è una sua scelta. Lo stesso fa e con me, e per questa che sogna sempre di essere rubata in realtà e
lei che lo fa e ho ragione che il nostro carattere è lo stesso con tutti non si ferma mai davanti a niente e a nessuno.

E pure cos'è successo 2 settimane fa? Perché proprio non saprei se oggi fosse una giornata conclusiva di qualche cosa. Bibi aveva visto la giraffe in caffè
e una donna con mantello, accanto una coppia lei con un mazzo di fiori nelle mani e con una bimba bruna sulle sue spalle, lui teneva con una mano un
bimbo. Non so visto che provo a trovare qualche lavoro con i bimbi qui or altrove, bensì preferisco sempre partire ma dov'è non so. Non tanto a causa dei soldi ma semplicemente non sento dentro di me una qualche direzione.




















Ho portato Bibi per vedere il magnifico ponte del 1782, non lo ha mai visto così da vicino pur essendo in questa città da anni. E li passavano con la macchina L e il suo fidanzato. Avevo chiesto se sapeva qualcosa di quella signora con il pranzo ma non ha detto nulla. Forse non era per me, di solito
cercano persone per lungo tempo, se è possibile per tutta la loro vita. Non vuole nessuno adattarsi ai cambiamenti tanto di meno ai quelli molto veloci ed io appunto non ho detto mai che mi fermerò qui, nemmeno in Italia voglio rimanere per lungo tempo. Ma avrei fatto qualche lavoretto almeno per le sigarette, per piccole cose personale.

   
Ieri non ho scritto nulla invece avevo letto molto. Mi sono arrabbiata ancora una volta trovando un torinese quale mi alzava Torino come città troppo su cioè le accordava tantissima importanza sul piano esoterico. E'
vero che è nato lì. Siccome sul internet si trova Torino magica e altre cose di questo tipo, lui sosteneva che perfino AA Michele lo ha portato nei punti energetici potenti e uno di loro molto nuovo in città era appunto la Sfinge. Lo trovo soggettivo però. Quando una fonte esterna mi dirà la stessa cosa, lascerò andare magari un po il mio dubbio.









I - PERCORSO -II - DACCAPO -