Angeli con le ali spezzate
Sotto la pressione del tempo e del destino
I - PERCORSO -II - DACCAPO -

0 - IO SONO
1 - Chi sei TU?
2 - Specchio
3 - Connessi
4 - Chiarezza
5 - Potere
6 - Ferite
7 - Radice
8 - Fiaccola
9 - Sovranità
10 - Amicizia
11 - Sorgente
12 - Casa
13 - Ricchezza
14 - Felicità
15 - Gratitudine
16 - Alleanza
17 - Gioia
18 - Libertà
19 - Cuore
20 - Angeli
22 - Dei
23 - Energia
24 - Ego
25 - Eternità
27 - Saggezza
28 - Internet
29 - Avidità
32 - Morte
31 - Sessualità
33 - Channeling
34 - Paura
35 - Scelta
36 - Silenzio
37 - Graal
38 - Egitto
40 - Confusione
42 - Verità
43 - Madre Terra
44 - Denaro
45 - Rivoluzione
46 - Creatore
47 - Trasformazione
48 - Armonia
49 - Maestri
51 - India
52 - Lavoro
53 - Miracoli
54 - Acqua
55 - Guarigione
56 - Nome
58 - Volontà
59 - Condivisione
60 - Giudizio
64 - Evoluzione
67 - Ebrei
69 - Dolore
73 - Coraggio
74 - Conoscenza
75 - Futuro
76 - Fede
78 - Dignità
81 - Modelli
83 - Trinità
84 - Libero arbitrio
88 - Laicità
91 - Serenità
101 - Babilonia
106 - Volontariato
115 - Razzismo
126 - Consapevolezza
131 - Solidarietà
163 - Eresia
167 - Ricerca
172 - Dio
173 - Nemico
193 - Volontà
197 - Celebrità
210 - Follia
213 - Passione
214 - Crisi


213 - Passione




Giovedì, 17.11.2011

Sono rimasta colpita ieri sera della rapidità con quale trovo quello che voglio. La musica di Angelo era già scoperta ieri
sera semplicemente Oriana si ricordava di una bataglia dal Gladiatore in quale poteva essere e voilà:  clint manssel - lux aeterna.

Ma cos'altro è la nostra storia se non una continua bataglia, una continua guerra solo così per passare il tempo? Non sapevamo fare altro! Adesso sappiamo?!


Ed ecco la leggenda la cui origine si situa nel nord argentino nella zona della provincia del Chaco.

Alcune tribù della zona del fiume Pilcomayo chiamano questo strano albero dalla
forma di bottiglia “Donna” o “Madre attaccata alla terra”.  In un’antica tribù che
viveva nella selva c’era una giovane fanciulla desiderata da tutti gli uomini, ma lei
amava soltanto un grande guerriero. Entrambi si innamorarono profondamente.
Un giorno però la tribù entrò in guerra. Il guerriero partì e lei rimase sola nella
promessa dell’amore eterno.  Il tempo passò e i guierrieri non tornarono più.

Perso il suo amore, la fanciulla chiuse il suo cuore ad ogni sorta di sentimento.
La sua ferita era profonda e non sarebbe rimarginata. Una sera andò, triste, nella
selva. Voleva morire.

Fu ritrovata da alcuni cacciatori. Era morta in mezzo alle sterpaglie. Quando fecero
per sollevarla e portare il suo corpo in paese, videro che dalle sue braccia cominciavano
a crescere dei rami e la sua testa si ripiegava verso il tronco. Dalle sue dita sbocciarono
dei fiori bianchi. I cacciatori fuggirono terrorizzati verso il borgo.

Pochi giorni dopo, i cacciatori e un altro gruppo di uomini si inoltrarono nella selva e vi
trovarono la fanciulla. Non era più una giovane, ma un robusto albero i cui fiori erano
diventati rosa. Si dice che all’inizio i fiori fossero bianchi per le lacrime versate dalla
ragazza e poi avessero preso il colore rosa per il sangue versato dal giovane guerriero
da lei amato.


Legenda è una parola latina che significa le cose che devono essere lette, ciò che è da leggere.


Sono arrivata a questa bellissima legenda sud americana, partendo dal blog da ieri e incuriosita stavo cercando prima cosa vuol dire quello strano nome
e poi la foto e infine eccomi qui davanti a una leggenda dedicata come quasi sempre al amore eterno.


Non importa cosa ci piace importante è di farla, poi l'amore diventa fecondo sia per la Terra che per l'umanità.
E' quello che oggi la magioranza dei testi canalizati ci stanno dicendo
quanto sia importante iniziare. Sono arrivata a Il Concerto ieri sera e il bellissimo concerto di Ceaikovski, partendo dalla musica di Angelo. Era la simbiosi perfetta tra quella giovane e l'intera orchestra, bastava la forza e il desiderio di farla.


La passione!
Non importa cosa facciamo or in quale settore più or meno riconosciuto di successo, la passione spalanca
le porte in un modo inaspettato e potente. Il brano che avevo visto ieri sera parla non solo dalla passione di un direttore
di orchestra ma di un orchestra intera, musicisti innati senza aver dei diplomi per dimostrare i loro talenti nativi. Qui è la musica la passione di Ceaicovschi, poi la passione del regista di dare un senso umoristico alle grandi dramme umane dopo tutto è un gioco la nostra vita e i drammi sono efimere nel grande fiume della vita. La mia passione è il scritto, poi il condividere quello che so poco or tanto non sono io a giudicare e decidere, è l'internet quale realmente spalanca le porte della conoscenza e sono
i viaggi per conoscere non solo la bellezza indescrivibile della Terra ma anche quella umana sparsa in ogni suo angolo dove
è possibile la vita. La mia passione è di atingere sempre di più alla fonte altissima di conoscenza esistente nel mio DNA, uan conoscenza che ho acquisito e svilupato in mille vite e in ogni vita qualcosa imparo e in ogni vita qualcosa di me condivido con gli altri.
La mia passione è di entrare in contatto con l'inteligenza universale, appunto sparsa in universo in inumerevoli forme
 e pianeti un po sono riuscita farla finora scrivendo, un po sono riuscita godermi i suoi frutti sparsi sulla terra nella forma
umana.


Ieri mi sono trovata con un messaggio da Talent.me l'aplicazione esistente su Facebook, poi con annunci da Alpitour turismo è un mio sogno poco messo in pratica finora.

La voce quale non mi piace è da quella giovane per i messaggi di Kryon? Non so perche non mi piace, non è tanto chiara e decisa sento la sua insicurezza e mi infastidisce. Dunque la nostra fiducia
in noi stessi e in quello che facciamo si trasmette, io adirittura la sento ma sono assolutamente sicura che intuitivamente un altro lo averte lo stesso e questa lo fa prendere una decisione. 






















“Ecco i pazzi, gli spostati, i ribelli, gli agitatori, i pioli rotondi
nel buco quadrato, quelli che vedono le cose in modo diverso.
Essi non amano le regole e nessun rispetto per lo status quo.
Li potete citare o essere in disaccordo, li potete glorificare o vilipendere.
Ma la sola cosa che non potete fare è ignorarli, perché cambiano le cose.
Spingono avanti la razza umana.
E mentre molti li vedono come dei pazzi, noi ne vediamo il genio.
Perché la gente che è così folle da pensare che può cambiare il mondo, è quella che lo farà.”


Steve Jobs



In un modo strano mi segue l'esempio della passione di qualcuno, figurati a leggere proprio oggi su Crimson Circle di ... Steve Jobs. Carissimi non sapevo chi fosse fino alla sua morte, so che mi ritornavo dal lavoro svolto per 5 settimane a Voghera e nel treno qualcuno leggeva il giornale, sulla prima pagina era scritto grande Steve Jobs. Arrivo da Loretta e lei era sorpresa di non sapere nè che fosse morto, non guardo la Tv, ma nè chi lui fosse nella vita ed era il peggio! Dopo tutto quello che sto facendo adesso li si dattora tantissimo. Figurati la mia meraviglia nel leggere che il testo dal video dedicato alla follia le apartiene, or non scriveva di chi sono le parole or semplicemente non sono stata attenta.






Avaaz
 

In queste ore il Congresso americano sta discutendo una legge che gli conferirebbe il potere di censurare internet in tutto il mondo, grazie a una lista nera che potrebbe includere
YouTube, WikiLeaks e perfino gruppi come Avaaz!

Secondo questa nuova legge gli Stati Uniti potrebbero costringere i fornitori di servizi internet a bloccare qualunque sito sospetto di violare il diritto d'autore o la legge
sulla registrazione dei marchi.
E visto che la gran parte dei fornitori di internet si trova proprio negli Stati Uniti, la loro lista nera si ripercuoterebbe sulla libertà di tutti noi di navigare in rete.

(...)


Per anni il governo americano ha condannato paesi come la Cina e l'Iran per il loro blocco di internet. Ma ora l'impatto delle nuove leggi censorie americane potrebbe essere di
gran lunga peggiore, perché di fatto bloccherebbe i siti a tutti gli utenti internet in giro per il mondo.

(...)

I difensori della libertà di espressione negli Stati Uniti hanno lanciato l'allarme, e alcuni senatori chiave stanno cercando il sostegno necessario per fermare questa legge pericolosissima.
Non abbiamo tempo da perdere: mettiamoci dalla loro parte per far sì che i legislatori americani difendano la libertà di internet come modo essenziale per le persone in
tutto il mondo di scambiarsi idee e costruire insieme il mondo che vogliamo.


Nei mesi scorsi, dalla primavera araba al movimento degli indignati, abbiamo visto come internet può galvanizzare, unire e cambiare il mondo. Se uniamo le forze ora possiamo fermare
questo nuovo attacco alla libertà di internet. Lo abbiamo già fatto in passato: in Italia e in Brasile i membri di Avaaz hanno vinto incredibili vittorie per la libertà di internet. Portiamo
queste battaglie a livello mondiale, e mobilitiamoci per difenderci dal più grande pericolo di censura che internet abbia mai corso.




Carisismi eccoci alle 16 con la nostra nuova sfida: la passione. Coem vedo Avvaz mette tanta nel suo lavoro per la difesa
della libertà di espressione e sopratutto del internet perche questo è lo strumento che loro e noi utilisiamo adesso per afr
conscere la mondo tutto dalle sue inumerevoli bellezze alle sue, speraimo sul orlo dlel sprizione, brutezze. Come vedo
l'internet ultimamente è nel cetro del'atenzioen dei politici e die finaziari. E' vero che ha uno sviluppo incerdibile in pochi è diventato una forza e aumenta ogni giorno di più, è vero che pers al imprevisto del suo sviluppo nessuno stato ha pensato ù
prima a mettre dlele regole e controlarlo atrevrso certe leggi e adesso è tropo tardi. L'internet è una rete mondiale quello
che farà uno stto per oprimerlo e ocntroloralo affetreà miliardi di persoen dovnque spars enel mondo. Dunque occore perndre
posizione per la nostra libertà!


Una cosa incredibile se pure parliamo di energia e di come lei si sente anche senza capire qualcuno il discorso. Oriana era arrabiata prima perche qualucno è riusciuto straparle i datti per un virtuale premio di 5000 euro, una truffa evidentamente. Poi il discorso con Giulio, la madre ha comperato un maiale per lui.

- A me non conviene di prendere da me per dare a un altro!

Ho dovuto speigarel che deve nadare all sua casa se vuoel indipendenza, i genitori hanno dei figli e dei nipoti non solo
loro e oviamente pensanno un po a tutti. In somma Angelo ha iniziato a piangere, poverino sentiva la tensione alta messa in movimento di noi due:

- Non parlate più! Non parlate più!


Non cerdo che lui abbai capito il discorso ma il tono sì lo sentiva e lo disturbava tanto.
Irene piccolina avev un anno e paingeva quando
aprivo qualche dicsusione in contraditorio con Monia. I bambini sono come dei barometri, poverini.

Carissimi ma tanta negatività e
avidità mi stufa! Ci butta in faccia che noi prendiamo da lei quando in effeti è lei che ha preso da noi e non le basta.


capsico e ils uo punto di vsita che non è chairo per lei quantos pende realmnet per se stessa però... E' stata la sua scelta!
Comnque sia mi sto orientando seriamente verso il turismo voglio gente serena e piena di vita intorno a me. Voglio vivere e gioire la vita!


Legare i punti... Stasera a una notizia di Italia era una maschera V, va bah questa è la loro passione di rendere la rete
un luogo più salubro e onesto. Ben venga! Non so ancora cosa centro io con questo. So invece che sto annalisando
troppo mentalmente e mi sto intrapolando pateticamente aposto di agire al instante seguendo l'intuizione e i segnali
del cuore or le sensazioni che il corpo mi le trasmette ogni volta. Basta ascoltarmi.



- Mamma sei la più bella del mondo.

Angelo che carino! Quasi ogni sera lo sento facendo un complimento alla sua mamma così con un tono dolce.

 

 

Venerdì, 18.11.2011


I cambiamenti fanno bene.


Beppe mi stava diecndo ieri nella classica manipoalzione di quanto ricco sia qaulcuno che fa il sistema piramiadle
con H... da più di 10 anni credo. Io ho rifiuatto perche non inetndo a fermarmi qui e ci vuole un rete e ci voglio
delel persoen on soldi per comparrti i prodoti ma più di tutto non mi fido di prodoti miraculose che siano queste or altre.
E poi ho una esperizna non tanto picevole co questi network doev non riesci mai ad arriavre chissà dove, ci vuoel realmnet
la pssioen per il prodotto da vendere e visto che i soldi sono poccchi or pocchismi c'è bsioglo di una base per mantenerti.
Dunque ho rifiutat e ho capito che questa voleva dirmi da un po di tempo vedendo che sono ancora qui ho dovuto chiarire

- Io non sono mai venuta qui per fermarmi.

Tra altro se voglio cambiare il lavro non posso dire che vengo per conoscere sul pullman delle badante quale al
massimo questa mi possono offrire. Quindi c'è altro in gioco qui per me. Mi piacerebbe chiudere questo ciclo della mia
vita completamnet e ossare con fiducia verso nuovi orisonti sia mentali sia materiali. Quetso anno in un modo or altro
riesco chiuderlo.


Per proffito sicuramnet non si sono dei limiti! Ma a utilisare l'aimmgine di qualcuno sneza suo consenso mi smebra il
massimo a quale poetvano atrrivare. Speriamo che adesso essendo toccati realmnte garndi persoanggi dalla nostar società
qualcuno perdnerà in sreio a fare un po di pulizia in questa libertà intenzioanmnte mal interpretata.

"La Campagna Unhate di Benetton: un'evidente forma di strumentalizzazione che nuoce alla pubblicità".
Il commento di Alberto Contri, Presidente di Pubblicità Progresso

Giovedì, 17 novembre 2011 - 11:33:33
Benetton Unhate (6)


“Viviamo in un'epoca in cui i significati vengono troppo facilmente stravolti. E' davvero il colmo che l'ultima trovata di Benetton venga definita da illustri opinionisti "sociale" solo
perché propone il non odio.

In merito alla campagna dal titolo Unhate di Benetton, ricostruente tra gli altri un bacio fra il Santo Padre e un imam, ottimo intento, ancorché inutilmente generico, se fosse
proposto dall'ONU, dall'Unicef o da qualsiasi organizzazione umanitaria. Ma qui si tratta di una impresa commerciale che per vendere il proprio marchio e quindi i propri prodotti
si prende la licenza di violare norme giuridiche elementari. Perché nessuno può usare l'immagine altrui senza permesso, oltretutto a fini commerciali. Perché secondo il codice
dell'Istituto di Autodisciplina Pubblicitaria non è lecito violare i sentimenti religiosi di chicchessia, per di più a fini commerciali. Non si può parlare nemmeno di diritto di cronaca,
trattandosi di fotomontaggi.

Rimane soltanto l'intento smaccatamente provocatorio, che ha già ottenuto il massimo di risultati: che se ne parli bene o male, basta che se ne parli.

Siamo quindi in presenza di una evidente forma di strumentalizzazione che nuoce a tutta la pubblicità, sia commerciale che sociale, come dimostrato dalla confusione dimostrata
in molti commenti che non sanno nemmeno più discernere tra"utilità sociale" e "mera provocazione. Non sono queste campagne che si possono definire di “comunicazione sociale”.        

di Alberto Contri, Presidente di Pubblicità Progresso


http://affaritaliani.libero.it/mediatech/campagna-benetton-albertocontri-pubblicitaprogresso.html


Che miseria! Nessuno di noi sarebbe contento di trovarsi mischiato a sua insaputa in cose del genere. Non mi sono simpatici i capi religiosi pero nè una presa in giro come questa, la trovo semplicemente misera.


http://www.tecnocino.it/foto/foto-flickr-piu-viste_10865.html


Ed invece le più clikate fotto parlano della bellezza della Terra, quindi foto del genere anche se mese in rete per il
profitto non sono gradite poi di tanta gente. E questa è più che bello, un l'essere umano non incatenato a una
organisazione non importa di quale tipo da il meglio di sè stesso non seguendo solo le direttive per il profitto.











I - PERCORSO -II - DACCAPO -