Angeli con le ali spezzate
Sotto la pressione del tempo e del destino
I - PERCORSO -II - DACCAPO -

0 - IO SONO
1 - Chi sei TU?
2 - Specchio
3 - Connessi
4 - Chiarezza
5 - Potere
6 - Ferite
7 - Radice
8 - Fiaccola
9 - Sovranità
10 - Amicizia
11 - Sorgente
12 - Casa
13 - Ricchezza
14 - Felicità
15 - Gratitudine
16 - Alleanza
17 - Gioia
18 - Libertà
19 - Cuore
20 - Angeli
22 - Dei
23 - Energia
24 - Ego
25 - Eternità
27 - Saggezza
28 - Internet
29 - Avidità
32 - Morte
31 - Sessualità
33 - Channeling
34 - Paura
35 - Scelta
36 - Silenzio
37 - Graal
38 - Egitto
40 - Confusione
42 - Verità
43 - Madre Terra
44 - Denaro
45 - Rivoluzione
46 - Creatore
47 - Trasformazione
48 - Armonia
49 - Maestri
51 - India
52 - Lavoro
53 - Miracoli
54 - Acqua
55 - Guarigione
56 - Nome
58 - Volontà
59 - Condivisione
60 - Giudizio
64 - Evoluzione
67 - Ebrei
69 - Dolore
73 - Coraggio
74 - Conoscenza
75 - Futuro
76 - Fede
78 - Dignità
81 - Modelli
83 - Trinità
84 - Libero arbitrio
88 - Laicità
91 - Serenità
101 - Babilonia
106 - Volontariato
115 - Razzismo
126 - Consapevolezza
131 - Solidarietà
163 - Eresia
167 - Ricerca
172 - Dio
173 - Nemico
193 - Volontà
197 - Celebrità


34 - Paura

























Dov'è paura, manca l'amore.



Lunedì, 7 dicembre 2009


Andrò in passeggiata due volte oggi, mi manca vero e proprio di non avrelo fatto ieri. Mi manca la natura. In realtà sento il leggame più forte con la Terra e non con l'essere umano che più delle volte lo trovo infantile, caotico, iresponsabile in una parola: ignorante.

Mia sorella non è andata più da nessuna parte perche mallamente organizata.



Ecco la passeggiata mi sta davvero ossigenando il cervello. Adesso alle 15 mi è passato in testa questo titolo, come mai poteva mancare?! Tutto il positivo della nostra vita è quando la paura manca, ugualmente tutto il negativo lo è quando la paura è presente.



Mi sono fermata su una panchina e guardavo con ammirazione una signora anziana come sta nel cimitero da sola e tranquilla facendo le sue cose. Esce e si ferma a parlare con me. Ho capito che lei non è presente, non vive e non ha visuto mai l'oggi. Ragazzi, ma mi racontava di una sua paura vissuta in Inghilterra 40 anni fa! Perche lì straniera e sola, aveva di tutto essendo mandata dal lavoro, ma la donna che era con lei conoscendo l'inglese usciva la sera
per balare e decisamnet entrava in contato con la gente di là. E lei come un bambino restava in casa spevantata, se sucecde qualcosa a questa donna uscendo così, lei cosa farà lì da sola?! Pazzesco!

- Non era una ragazza seria.

Quella donna faceva la sua vita e sceodno me si divertiva e comunque erano i suoi affari, cosa non ha capito questa signora adesso di 84 anni è che aveva paura per se stessa non per l'altra. Dopotutto la paura è l'espressioen dell'egoismo altissimo e non di altruismo, come eronamente può pensare qualcuno. E' stato divertente di sentirla a dirmi:

- Sù con il morale!
- E' valida per lei signora, non per me.


Un altra volta essendo da sola in casa, giovane lo stesso, il suo marito non essendo a casa certamente era pressa dalla paura. Alle 23 di notte sente le voci fuori e secondo lei è risucita a scapare chiamando per finita suo marito. Ma non era anche uno scherzo con questa scena? Poi due donne quale volevano entrare in casa sotto il pretesto di verificare il gas metan, allora era insieme con uan sua zia.

- Ma oggi ...
- Ma signora lei mi sta raccontando delle cose succese 30-40 anni fa, non oggi!
- Ma guarda che un giorno sono state tagliate tutte le gome dall'auto in parcheggio.
- Sono giovanni qualli si divertono.
- Così?
- Così la pensano loro.

 
Poi è stata ofessa essendo insieme a suo marito, qui non ho capito se era indirizzata chiaramente verso di lei or verso di lui. Comunque adesso stava lì alla tomba della sua mamma morta 20 anni fa e ancora piangeva la sua mancanza. A me smebra che questa povera donna non è mai divenuta adulta e mai ha visuto la realtà.

In verità ho anch'io le mie paure, non pensate che adesso sto lì a guardare gli altri e dando con il giudizio. Mi chiedevo ieri sera se non è pure la posibilità
di incontrare qualcuno quale mi farà sofrire e così impedirmi da sola ad andare alle feste. So che a uan festa c'è questo potenziale e io faccio di tutto per
evitarlo. Mi sa che rifiuterò ogni invito e lo farò per anni, già lo faccio da 2-3 anni. Al inzio mi butavo nelle cose e non vedevo l'ora di arriavre nella mai vita
tutto, adesso no. E' infantile sicuramente, ma provo a evitare tutto.

 
Alle 16,30 Loretta si è decisa di andare, ha trovato l'aereo e Mauro per portarla a aeroporto. Non so che cosa fosse con lei, non
importa qualcosa di bello sono sicura che gli porterà. 

Mi mancano gli amici... Da quando sono qui in Borgo non ho fatto più nessuna amicizia. Sembra che amici invisibili ho un sacco,
ma fisici nessuno. Una volta mi divertivo molto, adesso addiritura evito gli incontri allora sì che qualcosa non funziona bene nella mia mente.




   Martedì, 8 dicembre 2009

Dovrò andare per prendere caffe, non so come mai non ho pensato da ieri, oggi sarà aperto? Normalmente è festa. Vediamo...

E' un tempo magnifico, uscirò insieme ai bambini per fare una passeggiata. Ancora un messaggio da questi Saldi privati, non riesco capire da dov'è hanno la mia mail. Io non faccio la spessa normale, figuriamoci via internet. Mi sono cancellata dal loro database. In realtà aspetavo il messaggio da Kryon speaks, ero curiosa quale tema arriverà oggi.

Mi sono affretata con il nuovo capitolo, adesso era appunto arrivato Canalizzare se stessi...

Era tutto aperto come negozzi parlando, ogni festa non è altro che un mercato che sia natale or altro significato non è importante.

 


 

Canalizzare se stessi

 





















Domanda: Caro Kryon, la mia domanda è questa. Dato che possiamo “canalizzare” gli altri esseri di Luce dai reami più alti, significa anche che
possiamo “canalizzare” Dio, il Creatore?
Se noi siamo “Dio” come dici, canalizziamo quindi noi stessi? I nostri stessi angeli dorati in noi? Sembrerebbe come se  stessimo davvero
parlando a noi stessi.
Ma come possono le risposte che riceviamo non essere “influenzate”? E’ logico?

Risposta: Tutto questo è logico quando ti rendi conto cosa stai tentando. Prima la risposta: sì.

La migliore canalizzazione sul pianeta è quando avete delle risposte divine dalla più vicina Sorgente Divina vicino a voi - il vostro Sè Superiore. Molti stanno canalizzando il proprio Sè Superiore e vi stanno trovando informazioni molto profonde. Dopotutto, come hai detto, esso è Dio.

La questione sullì'essere influenzati, è davvero la sfida [difficoltà]. E’ quello che vi abbiamo insegnato da sempre. E’ il set dei nuovi strumenti della nuova energia, che vi permette di costruire un ponte tra la dualità e la divinità. E’ un ponte che vi permette di uscir fuori dalla dualità e di entrare nella saggezza di Dio, ed è tutto dentro di voi. E’ la base per l’“'impianto neutro” di cui vi abbiamo parlato anni fa... l’'impianto della vostra intenzione di eliminare l'’influenza
della dualità!

Così siete proprio invitati a trovare il divino dentro di voi e canalizzare voi stessi. Nel farlo può sembrare che abbiate trovato un magnifico angelo fuori di voi, anche con un altro nome. Questa è la percezione di quando uscite da una dimensione che rappresenta l'’individualità, il pregiudizio e il pensiero lineare. Invece, l’'entità è voi, ed è pronta a darvi le risposte.

Benedetti gli Umani che trovano la saggezza da soli canalizzando se stessi!
 

estratto da:

[Domande e Risposte - 4° trimestre 2003]

 


Mercoledì, 9 dicembre 2009

" Una casa da quale esco. Alla destra da una via esce un signore anziano su un carro or una macchina antica? Mi ritorno
alla stessa casa dopo questo giro."


Questa è stata intorno alle 2-3 del mattino. Puodarsì che ha legame con il nuovo lavoro. Se pure attiro un certo tipo di persoen mi cheidvo cosa centro con loro. Che cosa non so or non capisco. E' anche vero che nel primo incontro il figlio del anziano è andato via un po prima e trovavo mistriosamente la
domanda della sua moglie e la risposta del suo padre, cioè non dicevano nulla di concreto si capivano tar di loro. Mi servono i soldi e volgio camminare e
altrove. Puodarsì che vuole dirmi che mi ritorno comunque a fare lo stesso alvoro, diversamnte a dire la verità non vedo altre soluzioni. Oggi è l'ultimo
quadro, cosa abbaimo fatto due settimane fa?

Stamatina portando i miei nipoti a scuola avevo visto finalmente da vicino questa signora ricchissima e cattivissima, vicina di mai sorella, tutte quale hanno
lavorato per lei erano terrorisati. Un volto asciuto pieno di rughe, un attitudine dritta quale veniva non da dentro di lei ma da fuori cioè dai soldi. Io la sentivo
debole e spaventata. Figuriamoci cosa sucederebe se perdessi al imprevisto i soldi e sapendo come lei ha tratato i poveri. Un dramma!

Mi fanno male le mani dallo zaino di mia nipote. Non so che cosa porta con lei la Sofia e anche vero che sapendo che lo porta di solito la sua madre si permette di mettere tutta
la sua richezza dentro. Pomerigio si lo porterà da sola, così che prossima volta qualcosina lascerà giù. Vado per prendere l'orario dei pullman, preferisco
organisarmi da sola, se devo aspetare dopo la mia sorella uscirà un disastro. Adesso voleva rimanere ancora un giorno, bensì poteva andare e da venerdì scorso.

Kryon parla sempre di tribu, cioè persone con più or meno lo stesso tipo di energia e di evoluzione, guardando verso la stessa direzione. L'astrologo aveva detto già in 2003 rispetto alla famiglia di origine:

- Ah, il tribu...

Ma io lo avevo preso come negativo, un gruppo che mi impedisce di vivere in totale libertà. Sembra di no. Me ne vado fuori, adesso sono sola posso fare una passegiata con calma. Passerò anche da Corina per prendere le scarpe e qualche soldino per avere con me.

Devo uscire ancora per prendere i bambini. Due stranezze oggi, prima vado per chiedere un orario del pullman e mi sta dicendo che non lo ha. Ma come fa la pubblicità a questa azienda? E secondo andando da bibbi mi incontro con questo uomo con capelli lunghi, e non so come mai mi ha tocatto il gomito sinistro passando. Prima pensavo che forse non è stato abbastanza spazzio or vaccilando si è aganciato di qualcosa, cioè di me. Ma come guardava indietro,
dirrei che lo abbia fatto apposta. Perche? Raconto a Corina e lei poverina ha passato un spavento uguale qui in Borgo da una persona con handicap fisico quale l'ha seguito fino a casa. Questa attitudine provocatorie è assai comune in Italia...

Una giornatta proprio strana e pesante, adesso intorno allle 18 mi telefona Loretta. Aveva dimenticato di dirmi che non ha finito ieri le pulizie in oratorio e don, arrabaito presupngo, gli ha mandato un messaggio. Spero che questa volta avrà il coraggio per dire la verità: è stata una grande confusione.

- Forse mi butterà fuori!

Un motivo ancora per il suo vittimismo. Lei non si organisa e non parla, ed eccola pronta a lamentarsi e a entrare in dramma: è la sua scelta. Ma ha questa atitudine di tirarre e altri indietro di lei. Sono stanca, non voglio un tale tribù sulle mie spalle. E oggi proprio sarebbe stato tempo abbastanza per fare tutto. Spero sempre che imparerà qualcosa, però...

Volevo parlare con Monika ed Emi mi sente, lo fa sempre aposto, mi chiede un altra cosa siccome l'attenzione deve essere tutta rivolta verso di lui or per dire indirettamente sono anch'io qui. Nello stesso tempo telefona e Van per chiedermi dov'è la sua moglie, sembra che non ha il telefonino ricaricato. Oriana calma rispetto a questa situazione che ci sfugge da sotto controllo:

- Lo farà domani...

Vorrei chiudersi questo anno, a livello materiale mi ha portato nei grandi guai, siccome non avevo già abbastanza. Sono stanca e stuffa! Voglio un po di tranquilità...

Mi spiace pure che non sono andata a Roma, potevo fare qualche piccolo cambiamento almeno di incontrare nuova gente. Qui l'atmosfera è pesante, i ricchi hanno una falsa sicurezza e una grandissima aroganza avendo come la radice la paura della povertà. I più poveri per sentirsi all'altezza della situazione stano inganando per darsi l'importanza e trovano e loro diverse modalità per muversi in questa mentalità. E' pesante sia da una parte, sia d'altra. Mio
cognato di qui proviene da uan famiglia povera è vero, ma è anche vero che è molto negativo e debole. La sua moglia gli ha trovato e il lavoro e la casa, non doveva essere diversamente? Monika andrà al lavoro fra pocco perche riceve pocchissimi soldi e hanno da pagare la mutua per alloggio. Trovo anormale di non avere una madre almeno per un anno la protezione sociale solida per crescere il suo bambino in pace. Adesso Loretta mi stava raccontando che Paola per lo stesso motivo
andava in ufficcio al lavoro con il piccolo accanto.

Sono stufa di tutto. Così che dopo quasi 6 anni di Italia, ho fatto una cosa a quale nemmeno mi aspetavo ho detto furiosa:

- Porco Dio!
- ?!

Sono rimasta sorpresa di me stessa, non fa parte dalla mia cultura questa bestemmia. In Italia si utiliza in vero tantissimo. Non sbagliate con questa furria.  Se non fosse nessuna religione e implicito nessun tipo di Dio si poteva vivere veramente bene: eravamo Dio noi.



Giovedì, 10 dicembre


" Un pezzo di cielo bianco - azzurino davanti a me, al livello dei miei occhi. "

Non so il contesto. E' stata una notte strana, mi svegliavo spesso a causa del caldo e poi di seguito a questo sogno.

La mattina invece mi sono arrabiata con il comportamento maleducato dei miei nipoti, sono la coppia perfetta dei loro genitori. E gli ultimi non hanno gran maturità cioè un bel caratere. Per cui Kryon ha ragione se le coppie sono disfunzionale non è nessuna tragedia, ma se da loro vengono nel mondo dei bambini, pazienza le nuove generazioni sono un disastro non hanno nessun modello chiaro davanti e loro. I bambini stano solo copiando. La paura cioè l'ignoranza, la radice di ogni male si trasmette nel tempo quasi senza fine se nessuno si ferma per dire STOP.

Sono contenta da una parte che me ne vado di qui, mi lascia senza energia questo posto. D'altra mi chiedevo dove finirò adesso or più tardì e se questo tipo di vita è il massimo per me di incontrare sempre e sempre gente imatura. Mi piacerebbe incontrare gente diversa.





Venerdì, 11 dicembre 2009

Ancora una notte breve, sono rotta. In mattinata Loretta  mi ha portato a lavoro.

La Madonna nera è anche in questa chiesa. La trovo un po dapertutto in Piemonte.  Avevo fatto il giro della città con Maria.

Stasera mi ha telefonato Loretta, adesso è uscito finalmente quello posto di lavoro da Lucia. Strano, aspeto per uscire qualcuno mesi interi e poi quando trovo, esce sicuramente e l'altro.




  Sabato, 12 dicembre 2009

" 3 persone alte stano camminando, gli vedo dalle spalle. Sono vestite diverso, prima di loro indossa un tipo di mantello.
Non posso dire i colori."


Pensavo a Pleiadi provando a immaginarmi come sono. Sappiamo che sono molto alti rispetto a noi 4-5 m, or forse di più verso 10 m e che sono transparenti cioè più spirituali.
Non hanno la stessa densità della forma ma nè li serve visto che vivono in una dimensione diversa rarefiata: 5.

E' una esperienza interessante con Maria, personalmente non so dove mettere la sua malattia. Ha una buona memoria, sa fare anche ordine, ha un buon uomorismo. Non so...

La notte breve ancora, non so quanto di caldo può essere qui.

Domani sarà una festa qui, se sarebbe tempo bello andrei in una passeggiata più lunga. Sono dei posti magnifici e uno di loro lo visto oggi con Maria, mi ha portato proprio lei là. L'acqua e la roccia una combinazione perfetta. Proviamo! Se l'amore fa dei miarcoli, quanto e come cambierà Maria in 6 settimane? E' un posto bello e loro sono carini, ben educati nel vero senso della parola. Tra l'altro mi sto ingrasando!
 
Da dormire in un bagno sono arrivata ad avere un alloggio tutto il mio! La mia guida... Strano, mi manda il suo pensiero e mi emoziona fino alle lacrime. Dov'è Lei? Mi piacerebbe sapere.

Passo da un pensiero ad altro, avevo portato Maria in chiesa e decisamente la Madonna nera gli ha attirato l'attenzione. Ci aiutiamo a vicenda. Oggi ha lavorato tantissimo insieme a me. L'ho fatto anche un piccolo massaggino a piedi: per me è molto rilassante.
 
Qui ognuno fa quello che può per portare avanti la casa e noi stessi. Bello! E bevo lavazza d'oro, dopo mesi interi con caffe meno cara possibile. Mangio prodotti biologici. Vivono bene e io ugualmente accanto a loro.



Domenica, 13 dicembre 2009


Mi fa male la testa, forse perche dormo poco. Sono venuta per prendere ancora qualche soldino in prestito da mia sorella:

- Non ho. Ho dovuto dare a Paola, le è stata rubata la borsa.

Ho capito che non ha più e dovevo chiedere la settimana scorsa di più, ma mi dava fastidio il suo tono. Chiederò da lavoro. La mia intuizione, già pensavo di farlo al mattino e di non passare più di qui. Là sono dei posti magnifichi, facevo una bella
passeggiata ma nevicava così che ho rinunciato. Forse era meglio di fermarmi di là. Ecco vuol dire che è sempre la scelta. Mia sorella non ha più soldi perche aveva dato a Paola. Le è stata rubata la borsa in quello piccolo paese dove abita adesso, trovo strano di solito tale cose succedono nelle grande città, or no?

Comunque mia sorella è in uno stato strano di rabbia e di iritazione. Adesso si è calmata perche andava fuori a fare la spessa, or perche il suo marito era già uscito di casa un po' prima? Non penso che sia la causa della sua rabbia il mio stato di gioia raccontandogli quanto di bene sto lì. E' furiosa per essere donna si lamenta sempre che deve pulire e cucinare e così via, io le faccio normalmente basta avere un ritmo decente di lavoro. Anche questa è la sua scelta!

Pensavo che nel antico testamento non mi ricordo in quale profetta scrive Sceglie la vita, adesso trovo spesso questa espressione in Pleiadiani puodarsì
che sono state pure loro e allora per inspirare i profeti, non solo ora. Lo spirito è lo stesso che sia mille anni fa or oggi, solo che si è perso tanto dai messaggi nel tempo, con
intenzione or senza.

   Non so se riesco a scrivere quello che ho sulla carta, fra poco andrò via. Provo!



Lunedì, 14 dicembre 2009

Mi sveglio ancora con l'orologio e mi sono proprio disabituata. Dopo tanti mesi di libertà totale eccomi faticando. Invece non mi è passato lo stato rapido
di panica. Qui è tutto chiuso, un rumore venuto dai vicini mi ha svegliato e bang, ragazzi che spavento per niente. Mi auguravo che pasasse. Questa notte

dormirò meglio di sicuro dopo 4 notti brevissimi.

La stanza è più bella con il fiore. Strano che lo aveva portato Maria dentro sì, ma è anche vero che mi pasasse in testa una cosa del genere. Puodarsì che abbia letto il mio pensiero...


 
Strano nome: Maria Antonetta. Mi ricorda la regina austriaco-francese decapitata apparentamente per il suo cinismo:

- Se non hanno il pane, perche non mangiano panettone?!

Adesso trovo che non era cinismo, ma la verità. Noi chiediamo pocco dalla Vita e ci accontentiamo nello stesso modo. Perche non ossare a di più?!



Qui ci sono delle bambole russe!












  


    

 




I - PERCORSO -II - DACCAPO -