Angeli con le ali spezzate
Sotto la pressione del tempo e del destino
I - PERCORSO -II - DACCAPO -

0 - IO SONO
1 - Chi sei TU?
2 - Specchio
3 - Connessi
4 - Chiarezza
5 - Potere
6 - Ferite
7 - Radice
8 - Fiaccola
9 - Sovranità
10 - Amicizia
11 - Sorgente
12 - Casa
13 - Ricchezza
14 - Felicità
15 - Gratitudine
16 - Alleanza
17 - Gioia
18 - Libertà
19 - Cuore
20 - Angeli
22 - Dei
23 - Energia
24 - Ego
25 - Eternità
27 - Saggezza
28 - Internet
29 - Avidità
32 - Morte
31 - Sessualità
33 - Channeling
34 - Paura
35 - Scelta
36 - Silenzio
37 - Graal
38 - Egitto
40 - Confusione
42 - Verità
43 - Madre Terra
44 - Denaro
45 - Rivoluzione
46 - Creatore
47 - Trasformazione
48 - Armonia
49 - Maestri
51 - India
52 - Lavoro
53 - Miracoli
54 - Acqua
55 - Guarigione
56 - Nome
58 - Volontà
59 - Condivisione
60 - Giudizio
64 - Evoluzione
67 - Ebrei
69 - Dolore
73 - Coraggio
74 - Conoscenza
75 - Futuro
76 - Fede
78 - Dignità
81 - Modelli
83 - Trinità
84 - Libero arbitrio
88 - Laicità
91 - Serenità
101 - Babilonia
106 - Volontariato
115 - Razzismo
126 - Consapevolezza
131 - Solidarietà
163 - Eresia
167 - Ricerca
172 - Dio
173 - Nemico
193 - Volontà
197 - Celebrità


37 - Graal

 
Il Graal siamo noi, ognuno di noi!






Lunedì, 18 gennaio

   

Non mi appartiene né questa affermazione categorica. Ma la avevo sentito un giorno detta su RAI Tre con tanta convinzione di giornalista a punto di rimanermi imprimata in memoria per anni, ma
aveva tanta ragione. Noi siamo la vera e propria richezza, ognuno di noi, la ricerca non è altro se
non di lasciare andare tutto quello che la società e la propria famiglia fa e di solito ci ammazzano
in un modo or altro.

Ho chiuso ieri il mio lavoro con Maria, una donna di 56 anni che per tutta la sua vita ha portato
l'etichetta del insufficiente mentale e di conseguenza non ha ricevuto, non si parla di amore è troppo
grande questa parola per noi, ma la minima considerazione come l'essere umano normale.
Meritavo proprio di avere questa esperienza ho dovuto perfino chiedere aiuto qualche volta perché
proprio non sapevo da dove iniziare, con cosa cominciare. Ma che la mancanza di amore ammazza
il psichico di un bimbo è vera. Ho visto con i miei occhi il risultato. 

Le nostre parole e i nostri gesti proprio ammazzano e asciugano tutto intorno a noi, tanto di più in
un bimbo quale ha come ancora, almeno al inizio del suo viaggio terreno, solo la sua madre. E
anche il rovescio della medaglia, utilizzate con volontà verso il bene di tutti inclusi noi personalmente
possiamo fare dei miracoli.

- Sai Maria che sarai un giorno celebre grazie a me?
- Non voglio essere celebre.

Gli basta la sua vita tranquilla...

Voglio andare a Roma però non so come mai è la crisi nel mondo e questa vuol dire abbassare i
prezzi e in Italia, i ricchi del Europa, vanno in sù. Mi costa 94.50 un viaggio cioè 200 euro andata
e ritorno solo il treno. Loretta mi ha suggerito di prendere aereo può darsi sia meno caro. Perché
non sono mai andata con aereo è vero. Sono stata proprio bene là ma per andare a Roma ed è la
terza volta un motivo addirittura la Michela è arrivata molto prima di quanto doveva. Allora sì è la
sincronicità e mi spinge in tutti i modi, che cosa troveremo a Roma? Vedremo insieme!

Sarebbe ultima pagina questa? Avevo iniziato a scrivere con la musica Chevaliers di Sangreal di
Zimmer. Chissà? Comunque proverò a trovare una modalità meno cara con il treno perché con
l'aereo mi fanno spaventare con le loro troppe e spesso assurde misure di sicurezza. Quando Loretta aveva iniziato con:

- Non puoi portare più di 5 chili, nemmeno lo shampoo, attenta ai trucchi
di non essere più grandi di 100 ml.

Speriamo che l'industria cosmetica si adatta a queste strane richieste. Rinuncio. La mia sola domanda è stata:

- Ma dove vado?! Con cosa ci portano?!

Invece nei miei testi sublimi ho trovato la spiegazione perché tanti hanno il dolore di schiena
inferiore, è la normalità per i cambiamenti energetici. Infatti Mari c'è la aveva e Oriana da
Natale. Io invece avverto una stanchezza incredibile a punto di non articolare più le parole e le idee in modo coerente.


 

Martedì, 19 gennaio

  
Supero l'ora per essere ancora in questa giornata. Ma comunque...

Oggi sono riuscita a prendere il biglietto per Roma e a pagare per Congresso, sono contenta. 

Come testo di Kryon mandato ieri sera alle 20,20 è ... Voi siete immensamente amati.

Cioè tutti noi, ognuno di noi è assai amato e aiutato dai regni più alti or invisibili. Dio mi ama!


    Oggi nel parco una adolescente si è fermata per chiedermi:

- Lei è la professoressa...?
- No.

Non lavoro in una scuola, in un sistema organizzato e pagato ma comunque faccio un lavoro di questo tipo secondo le mie possibilità  e sono aiutata
tanto dovunque sono. Adesso scrivo assai tardi perché la Loretta ancora con la sua chiusura, sì a meta, voleva sapere di più cioè a chiarirsi le cose
quale sono già in uno stato latente in lei. Non insegno niente a nessuno ma aiuto a tirare fuori la loro propria verità.

Kryon  Speaks

 

Siete immensamente amati

 

Ovunque voi andiate, siete conosciuti e siete amati. E' il sentimento fondamentale, se si vuol dire così, dell'Universo. E' l'amore.

Tutti i maestri che sono venuti da voi ve lo hanno detto, però voi continuate a confezionare motivi per analizzarlo cavillosamente e metterlo in dubbio. E' l'energia che avete sentito quando siete venuti sulla Terra e quella che sentite quando la lasciate.

Vi prometto che quando chiuderete gli occhi per l'ultima volta e ricorderete chi siete, ci sarà soltanto amore. Quando vi vedrò nella Caverna della Creazione, ci sarà gioia. Non aver paura di quel momento, caro Essere Umano.

Oh, state tranquilli - noi vogliamo che stiate qui molto a lungo, perché abbiamo bisogno della vostra luce su questo pianeta. E' per questo che siete qui. Ma vi dirò: quando sarà per voi il momento di andare, non abbiate paura - perché tornerete a casa.

E' un gran momento e succede sempre... una festa che non finisce mai. E' un momento di gioia per il cuore e una connessione di luce inimmaginabili per voi mentre siete Umani, ed è costantemente presente mentre gli Umani vanno e vengono, la serie continua e il ciclo della vita si completa.

 

* * *

estratto da:

[Le Sette Leggi Cosmiche - 26 novembre 2006 ]





Mercoledì, 20 gennaio

" Dormo in una stanza a piano superiore, non è tanto lussuoso e non sono nemmeno sola. Mi sveglio per prepararmi i vestiti e fatico un po, pur non essendo molte, a trovarle un posto, a darle una destinazione. Sono 3 letti, in uno di loro ha dormito mio fratello Giovanni, lui alla mia sinistra mi attira l'attenzione in un modo secco di non lasciare le cose in giro. Riesco e così a essere pronta e arrivano 3 nipoti tra loro la Serena, lei mi sta chiedendo qualcosa e lui la guarda duro. E' più grande con 2-3 anni ed è in calze rosso scuro con lunghe gambe. ( In queste calze ero io oggi, provando e scegliendo i vestiti per Roma e Loretta stava appunto alla mia sinistra guardandomi.)
Esco. Scendo al piano terra e la è Marina guardo l'orologio è 17 meno 15 ( per inciso ho aperto il
computer alle 16,15).
Divento agitata, oggi ho dimenticato alle 12 di cucinare per il signore a
lavoro. Chiedo se è mercoledì perché ho dimenticato e di aspettare la Maria. Mi affretto pensando
che devo chiedere scusa. Una donna anziana ha portato qui dei regali pesanti pulmino e cuscini
blu scuro ma splendente sono tutte messe lì su sofà. Sento Maria parlando in una stanza alla
destra, apro la porta e trovo lì signora Cornelia ( avevo lavorato per più di un anno insieme a
Registro di beni immobili circa 10 anni fa in Timisoara),
il suo volto mi colpisce è rosso quasi
scuro. Si scambiano i posti tra noi, uscendo lei è davanti e mi guarda, inizio a parlare in italiano
poi capisco che è rumena e la chiedo in rumeno come sta. Poi sono preoccupata, saprebbe già
che tipo di lavoro sto facendo e come siamo noi trattate in generale. Esco in fretta vedo il signore
e vado dopo lui per chiedere scuse per questa dimentichezza, lui è in cammino. Dalle spalle la
camicia è larga, è più svelto, ritorna solo la testa e i occhi azzurri dicendomi:
- Andrò per pranzo altrove!*
Prendo la bicicletta. Lontano vedo la dottoressa e lei dalle spalle vestita elegante di autunno, cammina avendo alla sua destra un uomo, dopo il comportamento sembra un amante. Loro
chiamano un altra donna Iris per andare in auto, ci sono 4 persone.
E' una festa. Io con bicicletta provo a non disturbare tanto, passo accanto dei cantanti, dei bambini su un palco scenico messo fuori. E nella mia confusione arrivo sulla proprietà di qualcuno,
addirittura nel cortile. Qui è un corridoio largo, mi mostra qualcosa sul muro alla destra. Passano due donne e mi capiscono: dove potevo passare se è festa ed è gente?! Poi le guardo da qualche
metro alla mia sinistra, assomigliano ma quella da sinistra è più alta e più splendente, dritta e elegante rispetto alla seconda, i capelli hanno un bello taglio.
Mi passa in testa a chiedere se è lei la madre e poi per evitare l'imbarazzo dico:
- Siete sorelle?
Non mi rispondono, solo soriddono guardandomi.*
Continuo il mio cammino in bicicletta ma non
vedo più niente, non so dove sono. Gli occhi si chiudono e fatico ad aprirgli almeno un po: vedo un raggio suavo di luce bianca splendente."


Devo uscire per prendere le sigarette e il regalo per il prete: Il profeta. Da ieri so cosa scriverò per lui, fuori di ringraziarle per la sua presenza nella nostra vita:

"DIO, l'Altissimo, è lo stesso per me e per il Sultano."

San Francesco: un vero mistico.

Prima lunedì pomeriggio entrando in libreria per chiederlo mi avevo ricordato l'affermazione fatta dal vescovo di Pinolo anni fa:

"Un mistico va d'accordo con tutti."

Ero a una conferenza tenuta di lui, credo che erano i giorni di incontro tra i cattolici, gli ortodossi e i valdesi. Là ho conosciuto al suora, er avenuta per me. Mi ha guardato soridente dalla entrata e poi si è seduta accanto a me. Avevo con me il libro Reincarnazione, lei mi chiede così da lontano:

- Cioè si reincarna?!

Il profetta ... Dopo un secolo questo libro non ha smesso mai di avere successo. Era nei negozi prima delle feste, adesso lo aspetto per arrivare.


Ecco fatto! Don non era a casa, ma ho lasciato il regalo sulla porta. Dopotutto è proprio bello di trovare qualcuno, qualcosa accaduto dal cielo nelle sue mani or sulla porta. Sì è il primo e il ultimo regalo che io potevo fare, se non fosse anche per dargli indietro i soldi puodarsì che non lo avrei mai fatta così per me è un motivo di regalargli un bel libro.
 
Dio pensa a tutto! Stavo provando prima di pranzo i vestiti presi già in autunno da Caritas, stavano lì senza mai metterle ma adesso per questa occasione mi prendono proprio bene. Sono magrissima e i vestiti di Mari mi sarebbero troppo grandi. Ma sono perfette, un mischio di pratico visto la distanza e eleganza visto l'evento. 

Oggi avevo letto qualche analisi astrologiche e mi divertivo essendo Venere in 11 va bene per un paio di settimane gli incontri anche i congressi, l'amicizie. Poi grazie a Mercurio in IX i viaggi e lo studio, la mistica e la spiritualità ed era appunto anche un grosso cambiamento possibile di lavoro e di casa. Per cui le stelle mi sostengono veramente fortissimo. C'è lo farò!

Al imprevisto prima delle 17 ho parlato e con Bibi, Oriana aveva confuso i giorni e pensando che oggi è il compleanno di Sofia la ha chiamato per salutarla. E' domani però. Oriana fa i suoi cambiamenti di energia.

Un altro pensiero prima di dormire è stato verso i messaggi di Kryon, provavo a trovare qualche legame tra i giorni 20, 20. E' stato qualche sogno in dicembre?

  

Lungo sogno, avevo dormito dalle 14 alle 16, ma ero proprio finita. Sembra che la mattina è stata molto intensa.

 
Se dovrei essere identificata secondo la mia luce, quale colore avrei?!



 

Martedì, 26 gennaio 2010

Ho visto già un pezzo di Roma, ma non di queste passeggiate intense voglio scrivere, almeno non adesso. Mi viene invece di incollare qui il testo ricevuto da Kryon, come un buona prova che  tiene il passo con me nei suoi messaggi. Ieri sera ho ricevuto un testo riguarda la co - creazione e il cambiamento.
Non si può dire che qualcosa non si sta muovendo per me.

Le persone che io ho conosciuto al Congresso avevano in comune con me: Kryon. Lia addirittura è andata in Svizzera l'anno scorso per sentirlo. Ha confermato "sentivo un emozione fino alle lacrime".

Prima di arrivare là ho conosciuto Francesco, un giovane di Viareggio, Toscana. Cosa pensate che ho deto sentendo la parola Toscana? Ho collegato il suo posto al pastore, sapevo che è nato là.


La cosa che io trovo proprio strana è stata di trovare a Mari un libro di numerologia in rumeno, lasciato or dimenticato a loro Dio sa da quando. Sembra che mi serve e qui...


Kryon  Speaks


Rispondete alla sensazione di un cambiamento

 

Rispondete alla sensazione di un cambiamento e state attenti a ciò che di nuovo vi si presenta.

 

Se co-create il cambiamento e vi trascinate stancamente e come ciechi nella vita, inconsapevoli delle opportunità invisibili, allora
continuerete a stare al buio, proprio come un umano che non sa rialzarsi e andare dopo che il cammino è stato liberato dai massi.

 

Quando co-create qualcosa state super attenti ai segnali!


Di solito i segnali sono:

 

1. Improvvise nuove opportunità che un tempo avreste pensato non fossero per voi.

 

2. Siete contattati da umani che non avete mai conosciuto prima.

 

3. Vi succede nella vita un avventimento apparentemente negativo che in realtà vi costringe a cambiare qualcosa di importante.

 Queste sono tutte RISPOSTE. Abituatevi a vederle come tali, e muovetevi con esse.


  * * *

estratto da:

[Alchemy of the Human Spirit - Kryon Book 3]

 



Giovedì, 28 gennaio






















" Un rotolo grande come un tappetino è davanti a me, bianco sopra e nero sotto. E' aperto verso la sinistra..."

 Ieri sera si è accesa una discussione con Mari partendo da una banale domanda fatta di Daniele, un po' troppa accesa a punto che Irene poverina ha iniziato a piangere sentendo questa tensione. Sono andata a letto arrabiata, non dalla discussione, ma su me stessa. Ancora non riecso rimanere calma di fronte ai soggetti in quale mi sembra che l'altro sia in errore. Ed ero scontenta della mia propria attitudine. Sarebbe proprio il tempo di accettare questo tratto del mio essere e lasciarlo andare, non so proprio se una calma come di pietra sia un mio ideale.

E se nessuno dirà mai STOP con fermezza quando necessario, le cose non si fermeranno mai e nella storia ci sono state tante tragedie a causa della nostra propria viltà.




Venerdì, 29 gennaio


Già sono a Borgo e mi chiedevo se non era meglio rimanere almeno ancora 2-3 giorni a Roma, erano tante cose da guardare e sentire. Ma questa
volta pur non essendo convinta, ho detto che mi lascio guidata e se all' agenzia non avevano offerta per 30 ma per 29 allora ho detto va bene così. Intanto già non ero convinta del mio viaggio per Congresso, per cui siamo proprio coerenti.

L'ultimo pezzo di sogno fatto prima di andare a Roma, adesso so cosa vuol dire. Nel treno oggi, esattamente accanto a me era la figlia con la sua madre,
lei più alta della madre mi ha colpito però che non era chiaro chi fa ruolo di chi di là delle apparenze dovute all'età. La madre faceva i compiti della figlia,
una adddoelscnet quale far poco andrà all'università. Sembra che faranno tutta la scuola insieme! Ma era una confusione... non si sapeva a chi appartiene il telefonino e per chi erano i messaggi, una bimba cresciuta senza regole e senza la dovuta autorità materna.

 Invece il sogno fatto ieri non so quanto aveva da fare con Mari e quanto con la mia passeggiata in Roma, finalmente sono riuscita a vedere la basilica Maria degli angeli e dei martiri in Piazza Repubblica. In realtà sono le terme di Diocleziano rimaste intatte. Sì è un monumento speciale, meritava essere visto.

E la mia fortuna esatamente in questa chiesa e in questi giorni era una esposizione dedicata a Galileo Galilei, come una richiesta di perdono da parte della chiesa dopo tanti secoli in quale lui è arrivato nelle mani dell'Inquisizione mettendo attraverso al scienza Dio più sù della chiesa. Non so come mai una mano di teologi avevano l'impressione che incarnano la verità assoluta in ogni settore della nostra vita!






















Tutte le verità sono facili da capire una volta che sono state rivelate. Il difficile è scoprirle...

Galileo Galilei 


da PensieriParole <http://www.pensieriparol
e.it/aforismi/saggezza/frase-132310>
Mi mancava il computer, decisamente, Mari c'è la aveva ma era in cucina dove guardano a tivù tutto il giorno e poi comunque non siamo più incontarti d'anni non potevo ritirarmi nella stanzetta, almeno per politezza. 

18,18 è la prima ora doppia vista per oggi e il colore viola. Va bah sono nel anno 9 cioè un completamento a un ciclo iniziato tanti anni fa. Vediamo come finirà! Interessante di aver scoperto questi giorni a Mari un libro di numerologia diemnticato chissà da quando da loro. E infatti ho iniziato a ristudiarlo e oggi sarebbe una giornata 6 come lo sarà e lunedì. Intendo a fare un viaggio e a Torino non ho visto la città da un buon tempo.

Allora la discussione con Mari comprendeva tra altro e il fatto che combatto per più libertà e per la dignità del uomo. Non aveva capito che per aver quella pochissima di oggi tanti nei secoli passati hanno combattuto e hanno perso perfino la vita. E ho capito che grande differenza c'è tra chi parla tramite una sua esperienza personale e chi sta solo copiando le idee e le opinioni altrui. Mia sorella paralva del comunismo siccome abbia vissuto dei decenni e la realtà è che lei proprio non ha preso quasi nulla in novembre 1978 è nata e in dicembre 1989 il regime è caduto. Per cui uan bimba di questa età non poteva sapere gran che, ma le idee veicolate più tardi le ha prese come le sue. E così che funziona il ragionamento per ogni cosa inclusa la religione. In quella sera, verso la loro sorpresa è caduto il corrente, sostengono che non è mai capitato uan cosa del genere. 

  
Domenica vado a Torino! Non ho possa...  Ancora qualcosa non va per me or comunque non mi è chiaro. Strano questa settimana mi avevo ricordato di
signor Ribet e per la curiosità verifico le informazioni e vedo che addiritura questa domenica sta officindo il culto. Non so se non mi leggo troppo da
questa persona però l'altra mi è scosciuta fisicamente ma non telepaticamente. Ragazzi ancora una lotta dentro di me vado or no? Ha senso or no? Ma siamo sicuri che non sto esagerando e andare in dipendenza? Cose di questo tipo. Per fortuna se pure vado in Torino è anche il Carnevale per cui posso vedere come si fa in una grande città una tale festa.

E se i Cabalisti hanno ragione che gli uamni comunicavno telepaticamnte e soltanto l'egoismo ci ha buatti in 70 popoli con 100 lingue, allora io sto
riscoprendo quello che una volta sapevamo. Sono state giornatte molto intense, per oggi però è abbastanza.

Sono stata molto attenta per non dimenticare più le cose da Mari. Questa volta stendendo il bucato giovedì, un guanto è andato giù e là è rimasto.

 

 


 

 




I - PERCORSO -II - DACCAPO -