Angeli con le ali spezzate
Sotto la pressione del tempo e del destino
I - PERCORSO -II - DACCAPO -

0 - IO SONO
1 - Chi sei TU?
2 - Specchio
3 - Connessi
4 - Chiarezza
5 - Potere
6 - Ferite
7 - Radice
8 - Fiaccola
9 - Sovranità
10 - Amicizia
11 - Sorgente
12 - Casa
13 - Ricchezza
14 - Felicità
15 - Gratitudine
16 - Alleanza
17 - Gioia
18 - Libertà
19 - Cuore
20 - Angeli
22 - Dei
23 - Energia
24 - Ego
25 - Eternità
27 - Saggezza
28 - Internet
29 - Avidità
32 - Morte
31 - Sessualità
33 - Channeling
34 - Paura
35 - Scelta
36 - Silenzio
37 - Graal
38 - Egitto
40 - Confusione
42 - Verità
43 - Madre Terra
44 - Denaro
45 - Rivoluzione
46 - Creatore
47 - Trasformazione
48 - Armonia
49 - Maestri
51 - India
52 - Lavoro
53 - Miracoli
54 - Acqua
55 - Guarigione
56 - Nome
58 - Volontà
59 - Condivisione
60 - Giudizio
64 - Evoluzione
67 - Ebrei
69 - Dolore
73 - Coraggio
74 - Conoscenza
75 - Futuro
76 - Fede
78 - Dignità
81 - Modelli
83 - Trinità
84 - Libero arbitrio
88 - Laicità
91 - Serenità
101 - Babilonia
106 - Volontariato
115 - Razzismo
126 - Consapevolezza
131 - Solidarietà
163 - Eresia
167 - Ricerca
172 - Dio
173 - Nemico
193 - Volontà
197 - Celebrità


56 - Nome

Mercoledì, 3 marzo 2010

    Oggi abbiamo 3-3-3 cioè 9, si spiega allora la mia esperienza di ieri notte.

   "Un volto molto grande e luminoso di uomo, accanto del mio siccome fosse solo uno. Non lo sentivo estraneo. Poi
in mezzo alla stanza e sù a 1 m distanza di pavimento una certa energia come un pezzo beige e marrone e poi bang
in tivù."

     Mi sveglio ma decisamente non sono andata in corridoio per vedere quanto mostra l'orologio. Bella domanda cosa
centra questo volto con i bang in tivù? E' vero che ieri sera le ho proprio ignorate ed eranno appunto tante.


    13, 13 facciamo un po di luce, non riuscivo a legare niente come pensiero or idee e tutta la mattina avvertivo uno stato di agitazione interna senza motivo. Ieri sera ascoltavo la pastorale di Beethoven mentre scrivevo ed avevo una gioia fino al cielo!  Di conseguenza i bang in Tv venivano dalla intensità della mia gioia, mannaggia ma era tantissima se perfino la mia guida è intervenuta per aiutarmi a capire il fenomeno.  Farei bene di metterlo e adesso per tirarmi un po sù con il morale.




Rispetto a ieri oggi è grigio come tempo, proverò a dormire un po.

Penso che nel sogno fosse la mia guida dopo i trati facciali, so che se voleva lui poteva prendere forma integrale nella mia stanza.
Non è questa che voleva trasmettermi. I bang forti in Tv spesso mi spaventano e non capivo perche ci sono e da dove vengono, ma io ascoltavo la musica e la mia gioia era altissima. 
D
i conseguenza i bang  venivano dalla intensità della mia gioia, mannaggia ma era tantissima se perfino la mia guida è intervenuta per aiutarmi a capire il fenomeno.

E' vero che mi auguro di sentire l'energia altrui questa è la sua vera natura a un dato tempo.

 Di là di questa, la guida ha già un anno da quando è in contatto con me telepaticamente.  Mi infastidiva lo stesso a un certo
punto che non so il suo nome cioè non so chi sia. Riana è stata dolcissima ieri sera, chiedeva qualcosa dalla sua madre e
non aveva più pazienza per essere servita, non voleva nè da me.  Loretta provava a calmarla:

- Pazienza figlia.
- Io non sono "figlia". Io sono Riana!

 E' vero che sono giorni da quando mi muovo intorno a questo concetto: il nome. Ma lo stesso avevo scritto acqua e guarigione. Poi leggo l'affermazione di Kryon che questo non è il suo nome, è un nome scelto adesso per le sue vibrazioni e presupongo che ogni entità ha fatto lo stesso. Devo spostarmi l'attenzione verso il campo magnetico non solo
intorno alla terra ma anche intorno a noi stessi.

  Per essere la confusione completa a pranzo Emi chiede:

- Mamma la bilancia è una femmina or un maschio?
- E' una femmina.
- Allora non mi piace.
- ?!

Lui ha segno zodiacale bilancia e posibile che l'energia femminile associata al suo segno e nello stesso tempo alla debolezza della donna non li giova affato.

- Come mai Emi fa queste domande strane?
- Ma sai fanno la grammatica con i generi...

   Per fortuna da noi c'erano e neutre né una e né altra, ma lo stesso trovo proprio assurdo di pensare che un armadio,
un oggetto di ferro or non so quale oggetto deve per forza avere un genere sessuale. Capisco per gli esseri viventi il genere ma del resto: è pura pazzia.

Io per essere sicura avevo messo 80 spazzi per le pagine nella mappa del sito. Se continuo in questo ritmo, mi basteranno?


Ed ieri sera prima di chiudere la giornata, ho letto soltanto il testo di Lightworker rispetto ai 4 piloni della nostra identità e uno di loro è appunto il nome!

Forse per questa mi sono ricordata di Marco e Andra, nella loro analisi psicologica ha un certo punto mi hanno chiesto:


- E il tuo nome..., ieri contenta di averlo?
- Al inizio no, mi piaceva un nome di fiore, il giglio ma nella nostra lingua è Crina.
- Crina è il maiale in piemontese.

Mi è passata la voglia di dire ancora a qualcuno che lo volevo come il mio nome! Ma io amavo, allora come oggi, tantissimo il giglio.  Questo fiore ha un profumo molto forte e dolce e una rara regalità.

Ma prima quale mi buttò in questa ricerca di importanza per i nostri nomi è stata la chiaroveggente in gennaio 2004:

- Qual è il tuo nome?
- Iris...
Avevo detto così secco.
- Che colore hanno  i tuoi occhi?
- Marrone.

Lo stesso tono, cosa può essere di bello nei occhi marroni assai comuni e poi cosa importava per lei queste due cose
e null altro. Né non capisco perché una persona con doni assai grandi mi chiedeva una evidenza: ero davanti ai suoi occhi.
Mi ricordo di avermi chiesto e il colore dei occhi del mio ex marito e senza voglia avevo fatto una stupidaggine ma,
il suo colore era più scuro e andava spesso più verso nero.

- Neri..
- Neri?!
- Marrone.

Lo stesso cosa centrava e i suoi occhi? In tanto aveva visto le persone con quale ero allora in contatto e non mi ha chiesto
di nessuno lo stesso. Mio Dio questi incontri sono stati in gennaio 2004, però non avevo capito allora il perché? Ed eccoli lì
rimaste nella mia mente per anni insieme a quello grande segno di domanda. Non so quanto erano per lei queste
informazioni appunto a portata di mano e quanto lo erano in realtà per me. Puzzle!

Allora come fa qualcuno a sapere se davvero è il nome giusto, quello a quale lui pensava prima di incarnarsi? Io pensavo
che è una legge inviolabile la scelta del nostro nome, non mi aspetavo affato che i genitori possono cambiarlo. E infatti il testo letto ieri sera è
riuscito a mettermi ancora un dubbio a proposito di questa incertezza che ho sin dal adolescenza.


 






















  "3 – Trinità –

Permettete a voi stessi di essere guidati dalla trinità di Verità, Fiducia e Passione quando il numero è un tre.
L’amore, la forza unica nella Creazione che non ha contrari, è creata e sostenuta in questa trinità, perciò, forse, percepirete questa essenza che si risveglia dentro di voi.
Qualcosa di vivace e bello sta per accadere nella vostra vita."


Proviamo con la numerologia di Kirael forse ci aiuterà a fare la luce. Allora io sono le terza in una fila di 8 figli, ma la prima
femmina e dopo di me arriva ancora un maschietto con un nome tedesco e poi vengono ancora 4 femmine. Non ho dubbi
che tutto ha un suo significato nella nostra vita ma come le metto? Se l'astrologia ti fa della cartine con le spiegazioni, qui
mi auguro la chiaroveggenza, la sensitività e dio sa quale altro dono è necessario per capirle e legarle tra loro.

E' vero che questo nome Iris non lo sentivo mai affine alla mia anima, è stato da sempre estraneo per me. Non mi piaceva come suona? Il suo significato di angelo cristiano  non lo trovavo adatto a me? Il cognome grazie al matrimonio e al divorzio lo lasciato per la mia scelta, ma il nome è davvero il mio?

Iniziano a crollare i falsi dei! Era un articolo incisivo su libero "Le creme miracolose? Bugia." Onestamente penso che
hanno ragione altrimenti non si spiega come mai c'è tanta gente piena di rughe se fossero davvero miracolose. Miei genitori
non hanno mai utilisato delle creme per il volto di nessun tipo e mio padre sembra molto più giovane di quanto mostra il
certificato di nascita. E ha una serenità incredibile è questo il suo miracolo personale: è la sua anima. Mia madre uguale
né adesso ha le rughe, soltanto i capelli si sono bianchitti 2 anni fa. Penso che tutti abbiate sentito in giro contro cellulite
una meraviglia, e quando avevo letto che Sharon Stone soffriva di questa imperfezione mi sono chiesta come mai con i
suoi tanti soldi non si permetteva una banale crema?



























16,16 "Nella mitologia greca Iris, messaggera degli Dei, sciolse la sua sciarpa e la trasformò in un arcobaleno. Figlia di
Taumante e nipote della dea Terra, Iris fu affidata alla dea Giunone con l’incarico di ambasciatrice di buone novelle.
Giunone la ricompensò per la bellezza del suo arcobaleno riconoscendole il prestigioso compito di segnalare agli uomini la
fine delle tempeste scatenate dall’ ira degli Dei. L’arcobaleno di Iris ha mantenuto fino ad oggi un significato di pace. "

Beh anche dopo il diluvio di Noe è apparso un arcobaleno e la voce di Dio ebraico - cristiano che anunciava la pace con il genere umano. Che poi ogni civiltà ha trasmesso un racconto del genere.

Hawaii

Secondo la mitologia hawaiana gli dèi fecero venire un grande diluvio e solo Nu si salvò costruendo una grande nave dove ospitarono tutti gli animali.

wikipedia

 






Tibet afferma che Iris il fiore le appartiene, di là si è diffuso nel mondo. Visto quanto è di apprezzata nell oriente, in Giappone è
addirittura fiore nazionale direi che hanno ragione. Puodarsi che sìa un tipo di rosa da noi.

E 'divertente però che trovo un nome con lo stesso significato e lo stesso incarico: mesaggera degli dei. La diferenza c'è pure: Iris è una lei, angelo e un lui e lo sentivo troppo maschile per me. Non mi aspettavo di trovare questo significato a un banale fiore, tutti i fiori del mondo lo hanno? Ecco sempre da Tibet il significato per la margherita.




La nomenclatura Margherita (comunemente detta anche Pratolina ) nell’antica lingua tibetana indica la vita che rifiorisce, la perla, ma anche la capanna. Infatti la forma di questo fiorellino ricorda la struttura delle capanne circolari tibetane, viste dall’alto: il tetto centrale fatto di paglia gialla e il contorno di pietre bianche, ben disposte tutto intorno. In Inghilterra si chiama Daisy che deriva da Day’s eye, occhio del giorno, giacché al tramonto si chiude, per riaprirsi all’alba.


Già da tempo mi muovo intorno al cambiamento del mio nome. Ieri sera infatti provavo a capire perche?

Come risposta  è apparsa davanti al mio viso leggermente sinistra la margherita come immagine. E se pure mi piace questo fiore, lo trovo delicato, non mi piace tuttavia per niente il suo nome.

A Iris mi piace tantissimo il nome come suona, ma non trovavo il fiore come spetacolare. Ma quando dio lavora allora sì lo fa. Ieri pomeriggio al ritorno dalla passeggiata dal parco
mi sono fermata al negozio con le lampadine. Solitamente mi fermo là per ammirare la creatività umana ed ieri, guarda il caso, vedo
una lampada bianca con un bello iris viola disegnato. Non essendo altro su quello tavolino, faceva un bell effeto la lampadina.


"Già al tempo degli antichi egizi, a partire dal XV secolo a.C., e degli etruschi, a partire dal IV secolo a.C., la raffigurazione
artistica dell’iris aveva una chiara valenza simbolica ma dal significato ancora sconosciuto. Negli affreschi murali dipinti
lungo il perimetro dei grandiosi palazzi della civiltà minoica compaiono decorazioni raffiguranti iris. L’iris appare spesso
anche nell’arte tibetana e buddista. Gli antichi testi tibetani si riferiscono all’iris e alcune tribù usano l’immagine del fiore
come rappresentazione della loro Trinità. I tibetani affermano che l’iris è originario del Tibet e che poi si diffuse in tutto il
mondo lungo le vie carovaniere. Questo fiore compare spesso nelle arti figurative, nei ricami e nelle decorazioni delle
ceramiche cinesi, indiane, giapponesi e persiane, ed è un motivo che si ritrova anche nell’arte romana. Il rizoma dell’iris è
stato spesso utilizzato da diverse culture come ingrediente nella preparazione di rimedi medicinali e di profumi."


E pure è un antichissimo fiore e con una difusione straordinaria, praticamente si ritrova sparso in tutto il mondo.  In ogni antica civiltà era utilisato come simbolo. Anni fa mi sembrava che fosse un fiore comune, addiritura banale.

Penso che telefonerò a mia madre per darmi dei detagli per la scelta del mio nome. So che un nome è in voga in certi anni, allora erano delle cantante con questo nome. Lo stesso  ero stufa di incontrare tante ragazze più or meno della mia età avendo lo stesso nome. Figurati l'imbarazo quando avvevano lo stesso cognome con me. Non si capiva più niente! in effeti mi sono imbatutat una volta in una strana vicenda partendo da nome e cognome simile.  Potevo susurare un nome sconosciuto  alle orecchie di mia madre per un eternità, non lo avrebbe mai messo! Nessuno lo avveva già in quella sua piccolissima comunità e lei non ossa nè oggi uscire dalla gregge: figuriamoci 45 anni fa!

Pur avendo lo stesso significato, il secondo è più detagliato ha da fare con la pace e con la luce: l'arcobaleno. Non sapevo! Qual è l'immagine messa messi fa sulla prima pagina del mio sito? L'arcobaleno!

Deve indossare dei vestiti nei colori del'larcobaleno, è stato il consiglio ricevuto in sogno nel primo anno di Pinolo cioè in 2005.

Cambierò tutto nella mia vita, assolutamente tutto, inclusa la religione mi ha portatto solo la sofferenza. Questa avevo detto al inizio del 2004 che cambierò tutto, assolutamente tutto.

Dopo tutto, che bellezza nella fotto!

Penso che molti di noi a un certo punto nella loro vita vorebbero cambiare e il nome, dopotutto perche no?
Se non lo facciamo è anche a causa del sofocante controlo in quale viviamo. Figurati quanta burocrazia per cambiare i documenti,
le diplome e poi siamo sulle liste amminsitrative, fiscale ecc... dio sa quanti ci sono e quanto lavoro dovrebberro fare tutti per
cambiare i dati di una persona nel loro archivio. Quindi è un probblema per il sistema di controlo non per me. Io potrei cambiare il nome ogni giorno e 20 volte al giorno, giocando con le vibrazioni delle parole ma loro?

Avevo fatto una pausa di 3 ore, non riuscivo capire che cos'è, guardavo  nei libri e poi ho trovato in internet
l'informazioni di quale avvevo bisogno. Ho trovato perfino Mascagni e il suo inno del Sole dal opera Iris, mio dio ma nè non sapevo che
avesse una tale influenza questo fiore or la sua mitologia.

Piove ma più tardì farò una passeggiata per metermi un po di ordine
in idee.
La mia assai forte e radicale decisione per il cambiamento visava i livelli più alti e profondi, quello di un rinnovamento totale. In quei anni mi sentivo siccome avvevo un peso legato alla golla che non mi lasciava nè vivere e nè morire.
Ieri sera mi sono ricordata e di mia carte astrologica natale e i potenziali erano veramente grandi. Uno di loro era di aver successo alla metà di vita e a quel tempo cioè 5 giorni prima del mio complenno di 38 anni in 2005
avvevo conosciuto il pastore e di allora nel modo più chiaro eccomi immersa nel vortice dei cambiamenti. Un nuovo nome vuol dire una nuova vita e una nuova identità e questo privilegio lo hanno avuto sia le persone religiose sia i star di oggi, gli artsiti in generale.  Noi, la gente comune, perche no?

Georges Sand era una donna. Non sono affato convinta che abbia cambiato il suo nome solo per avere successo in un mondo
maschile.


E' il tempo di Nikola Tesla, in 2008 il professore di Yoga ha accenato così tra tante altre cose il suo genio e l'amore per l'umanità. E pure è qualcuno che voleva davvero fare qualcosa per l'umanità. Ha perso in favore dei soldi per pocchi: il mondo di affari occidentale.


Ed eccoci qui con buone notizie! Prima Firefox ha conquistato il diritto di apparire accanto di altri browser per la rete sul programa operativo di Microsoft. Me normale, un passo piccolo
avanti per l'umanità. Sapevo di questa condizione non da Loretta, presupongo che avete capito tutti in quale condizioni utiliso io il suo computer ma da Oriana.
Quando avevo instalato il progranma automaticamente avvevo anche il browser impostato già, ovviamente non come una mia scelta non ho trovato affatto normale questa imposizione. Adesso non vorrei essagerare
ma in un modo or altro Oriana è comunque con il computer sempre in riparazione perfino adesso. Ho trovato strano puodarsì che ci sono però e altre circonstanze, a tutti i conosciuti il computer fiunziona per anni
senza probblemi. Il suo è nuovo, comperato  in estate, Dio con misericordia. I nipoti però sono curiosi e affatto attenti ai pericoli della rete.

  Visto che parlavamo di Tesla e dei suoi ideali che l'energia è gratuita e illimitata pe tutti e può essere così. Mi sa che erano tali pensieri in etere con forza in questi giorni perche in un modo or altro trovavo il suo nome. Stranamente è apprezzato tantissimo in ambito esoterico e no scientifico. Mi sa che anche qui è la mano di Dio! Ultimamente ci sono riportate nell'attenzione tutti gli evventi quale potevano al loro tempo già cambiare il corso della storia e se non hanno riuscito
di là dei loro sforzi enormi chi ha perso? Solo noi. La creatività umana è fenomenale, e appunto sembrava strano che nessuno abbia trovato una soluzione per le nuove auto
senza petrolio e senza inquinamento. Ho trovato un video con un auto eleltrica adesso appunto Tesla motors, bensì si poteva fare da molto tempo se non erano confliti
per il potere e per i soldi con questi collosi industriali.

    Non posso pretendere di sapere gran che, avete visto cosa ho scoperto con un semplice fiore?

Allora nel documentario molto bello e instruttivo una spinta verso l'inocenza persa nel tempo tra i meandri di paura e di potere. Il legame perso non solo con la natura ma con noi stessi!
Le cose si muovono, proprio consideravo i condomini dalle città delle moderne prigioni. Non mi spiegavo come mai c'è terra abbastanza per tutti sì ma anche lei è nelle mani di pocchi e noi andiamo a supermercato per prendere che cosa? Nel evo medio quando qualcuno era onorato per le sue gesta di eroismo la ricompensa era la terra. In questo caso noi
tutti siamo poverissimi, quanti di noi hanno un pezzo di giardino? Non ero tanto convinta della decisione di Oriana di portare i bambini in campagna, ma dopo tutto per il loro sviluppo
fisico e psihico armonioso il legame con la natura è fondamentale. In un condominio con un muro sottilissimo dove abitavamo sentivo ogni muvimento dai vicini, di solito si sente, ma per transformare un
alloggio grande in due piccoli ha messo lì un pezzo di cartone e così' nessuno di noi aveva l'intimità. Poverini, ed erano anche una coppia di giovani.

Il comunismo non è riuscito nè lui risolvere questo dilema, aveva preso i tereni dai ricchi però gli hanno messi lì insieme
come proprietà dello stato. Come mai è questa paura di lasciare lì un pezzo di terreno a ogni l'essere umano? L'idea del
film era appunto che l'essere umano non ha bisogno di tanto per vivere dignitosamente e quanta serenità e amore per la
natura è nella semplicità della campagna. Ma che i crimini si fanno soprattutto nelle grande città si sa già, la spiegazione
psicologica è che nessuno ha abbastanza spazio personale. Non è solo questa, la mancanza di contato con la natura  ci fa impazzire.

Ma cosa centrano tutti questi soggetti con il nome capirò un altro giorno! Una data pure mi aveva colpito nel film 17.02.2004,
il giorno in quale un uomo che si è ritirato dal mondo vivendo semplicissimo nella sua solitudine è morto in ginonchio
accanto del suo letto. La solitudine di solito ci porta verso altre dimenssioni. Non so ... Guarderò un giorno come stavano i
pianeti in 17 febbraio 2004, ognuno aveva fatto un suo cambiamento di dimenssione. Comunque mi sembrava che non ho
sentito bene la data.

Adesso sono molto calma a pur avendo più di un ora da quando sono al computer non sento nessun bang, vuol dire che era troppo
forte la mia gioia come emozione e bang se ne andava da qualche parte?
Sì penso che è lo stesso principio per la paura portata al massimo, si scatenavano dei mobili anni fa. Adesso l'emozione pur avvendo
la conotazione positiva fa lo stesso. Come mai non ho pensato che è la stessa cosa pur avendo forma diversa? Non mi chiedete altro che non saprei spiegare. Com'è la mia energia? Come la percepisocno gli altri? Per me lei è invisibile.








I - PERCORSO -II - DACCAPO -